TRIBUNALE DI AVEZZANO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TRIBUNALE DI AVEZZANO"

Transcript

1 TRIBUNALE DI AVEZZANO SEZIONE FALLIMENTARE FALL. n 6/03 BRUTIUM UVAE S.r.l. CONSULENZA TECNICA D UFFICIO Perizia di stima dei macchinari e delle attrezzature presenti nell immobile sito in loc. Nucleo Industriale di Avezzano GIUDICE DELEGATO: Dott. Emanuele De Gregorio CURATORE FALLIMENTARE: Dott.ssa Valentina De Nino - Avezzano (AQ) CONSULENTE TECNICO: Dott. Ing. Fabio Morgante - Avezzano (AQ) INCARICO IN DATA: 31/07/2004 ELABORATO: R.2 IL CONSULENTE TECNICO Dott. Ing. Fabio Morgante

2 TRIBUNALE DI AVEZZANO SEZIONE FALLIMENTARE FALL. n 6/03 BRUTIUM UVAE S.r.l. ℵℵℵℵℵℵℵℵℵℵℵℵℵℵℵℵℵℵ GIUDICE DELEGATO: Dott. Emanuele de Gregorio CURATORE FALLIMENTARE: Dott.ssa Valentina De Nino - Avezzano (AQ) CONSULENTE TECNICO: Dott. Ing. Fabio Morgante - Avezzano (AQ) INCARICO IN DATA: 31/07/2004 OGGETTO: Perizia di stima dei macchinari e delle attrezzature presenti nell immobile sito in località Nucleo Industriale di Avezzano. PREMESSA Il sottoscritto, Dott. Ing. Fabio Morgante, iscritto all Albo professionale dell Ordine degli Ingegneri della Provincia di L Aquila con il n 960, avente studio tecnico in Avezzano (AQ) alla via B. Croce n 4, C.F. MRG FBA 61B19 A515Q, è stato nominato con provvedimento in data 31/07/2004 dell'ill.mo Giudice Delegato del Tribunale di Avezzano, Dott. Emanuele De Gregorio, perito stimatore dei beni mobili ed immobili del fallimento in epigrafe e precisamente: 1. immobile ad uso industriale sito in Avezzano (AQ) Loc. Nucleo Industriale - alla via Edison angolo via Einstein; 2. attrezzature e macchinari presenti nell immobile al punto 1 riscontrati con inventario del Curatore fallimentare e del Cancelliere del Tribunale di Avezzano in data 16/09/2004; 3. immobile ad uso industriale sito in Magliano dei Marsi (AQ) Loc. Nucleo Industriale; Stima dei macchinari e delle attrezzature inventariate nell immobile di Avezzano Pag. 1 di 17

3 4. attrezzature e macchinari presenti nell immobile al punto 3 riscontrati con inventario del Curatore fallimentare e del Cancelliere del Tribunale di Avezzano in data 30/09/2004. Oggetto della presente relazione di consulenza tecnica è la stima dei macchinari e delle attrezzature presenti nell immobile sito in località Nucleo Industriale di Avezzano riscontrati, come detto, con inventario redatto il giorno 16/09/2004 dal Curatore fallimentare assistito dal Cancelliere del Tribunale di Avezzano. Esaminati tutti i documenti agli atti e svolta ogni altra indagine necessaria all espletamento dell incarico ricevuto, si espone quanto segue. INDIVIDUAZIONE E DESCRIZIONE DELLE ATTREZZATURE E DEI MACCHINARI. I beni mobili di proprietà della fallita società di cui all inventario del punto 2 in premessa redatto presso lo stabilimento sito in località Nucleo Industriale di Avezzano sono i seguenti, numerati in modo da poterli riscontrare nella documentazione grafica e fotografica allegata: Macchinari Ditta Fidanza e figli Off. meccanica sede legale in Trasacco (AQ) Via Gran Sasso: 01 - n 1 banco confezione - matr. 008 anno n 1 banco selezione matr anno n 1 leva pezzi, matr. 005 anno n 1 nastro elevatore, matr. 00l0 anno n 1 lavatrice, matr. 004 anno n 1 "Polmone" - matr. 003 anno n 1 banco selezione, matr. 00l3 anno n 1 lavatrice a rete, matr. 004 anno n 1 taglierina a dischi matr anno 1997 Stima dei macchinari e delle attrezzature inventariate nell immobile di Avezzano Pag. 2 di 17

4 10 - n 1 nastro elevatore, matr anno n 1 trasportatore, matr anno n 1 elevatore, matr anno n 1 separatore foglie, matr. 002 anno n 1 calibratore, matr. 004 anno n 1 nastro elevatore, matr anno n 1 nastro elevatore, matr anno n 1 nastro elevatore, matr anno n 1 trasportatore a rulli, matr. 006 anno n 1 nastro elevatore, matr anno n 1 trasportatore, matr anno n 1 elevatore, matr anno n 1 trasportatore, matr anno n 1 separatore PP, matr. 003 anno n 1 nastro elevatore, matr anno n 1 trasportatore, matr anno n 1 trasportatore, matr anno n 1 lavatrice a spazzole, matr. 00l anno n 1 nastro elevatore, matr anno n 1 asciugatore a rete, matr. 002 anno n 1 nastro elevatore, matr anno n 1 macchina adibita a nastro elevatore, matr anno n 1 lavatrice a rete, matr. 005 anno n 1 trasportatore, matr anno n 1 trasportatore, matr anno 1997 Stima dei macchinari e delle attrezzature inventariate nell immobile di Avezzano Pag. 3 di 17

5 Macchinari della ditta Nilma SpA, Via Zacconi, n.24 Parma: 35 - n 1 tagliatrice matr n 1 tagliatrice matr anno n 1 contenitore matr anno n 1 macchina ATIRMATIC matr anno n 1 asciugatrice matr anno 1997 tipo IDROVER n 1 friggitrice matr anno n 1 pompa olio matr anno 1997 Macchinari ditta 0ff. Meccaniche Baraldi di Cavezzo - Modena: 42 - n 1 Gruppo Motori, N. di fabbrica 593 anno 1997 Mod. D.C. Macchinari ditta 0ff. Mecc. Mastro Marini ss. 377 Putignano Km 14 Castellana Grotte Bari: 43 - n 1 macchinario, matr.0025 anno 1997 mod. T4 Bis; 44 - n 1 elevatore ditta Marini matr mod. SID/KL anno Macchinari della ditta Turatti Sri Loc. Cavarzene Venezia, V.ie Regina Margherita, 42: 45 - n 1 distillatore, matr anno 1997 mod Macchinari della ditta TECNINOX di Aldo Namaziano e C. Snc Parma, Via Aldo Moro, n.8a: 46 - n 1 macchinario matr. 11/97 anno n 1 macchinario matr. 10/97 anno n 1 macchinario matr. 135 anno 1997 Macchinari della ditta Colimatic Chiari - Brescia, via Milano, n.l9: 49 - n 1 confezionatrice matr. 847 anno n 1 confezionatrice matr. 846 anno 1997; Stima dei macchinari e delle attrezzature inventariate nell immobile di Avezzano Pag. 4 di 17

6 Macchinari della ditta Siat Spa di Turate - Milano: 51 - n 1 macchinario matr anno n 1 macchinario matr anno 1997 Attrezzatura varia: 53 - n 1 macchina Frimatic, matr /01 anno n 1 cabina elettrica 55 - n 1 elevatore ditta Montini matr Mod 2000 HE anno n 1 montacarichi di marca Montini, serie Europa, Mod RE, matr anno n 1 montacarichi Mod HCE, matr anno 1997 marca Montini 58 - n 1 montacarichi di marca Montini, Mod HCE, matr anno n 1 montacarichi di marca Montini, Mod HCE, matr anno n 1 tavolo metallico 61 - n 1 cestello metallico con rete metallica 62 - n 1 tavolo metallico 63 - n 1 tavolo metallico 64 - n 2 carrelli metallici 65 - n 1 motore marca RTETSCHLE matr n 1 pompa per vuoto, matr della ditta GAMA di Parma P.zza Lunardi 39/A 67 - n 6 rotoli adesivi 68 - n 2 carrelli a rotelle 69 - n 1 bilancia Omega, matr.b72904 Stima dei macchinari e delle attrezzature inventariate nell immobile di Avezzano Pag. 5 di 17

7 70 - n 1 carrello per bilancia 71 - n 1 macchinario della ditta Turatti srl di Cavazzera Venezia, v.le Reg. Margherita 42, mod , n. di serie 98/ n 1 etichettatrice, matr , marca Omega anno n 94 contenitori in plastica tipo reattivo 74 - n 1 tubo in plastica per irrigazione 75 - n 1 raddrizzatore di corrente, matr della ditta Bassi Bruno 76 - n 1 bilancia Baidi pesanti Baroni Vincenza 77 - n 1 pulitrice elettrica SKIPPER-SIRIO della ditta PICA ROSARIO di Castelmorsino Veroli (FR) 78 - n 1 sollevatore matr LIFTER 79 - n 6 bocche antincendio 80 - n 1 aspirapolvere con prolunga elettrica mod. F1002 SanGiorgio 81 - n 1 bilancia Tossinari, matr di cento (FE) 82 - n 1 computer Packard Bell, matr n 1 video n. 702k mod n 1 computer + video matr. 548af1 9k6828 marca compaq 85 - n 1 tavolo 86 - materiale elettrico vario 87 - n 1 elevatore articolo 222 anno 1997 della ditta O.M.C.N. Villa di Serio (BG) 88 - n 1 elevatore matr anno 1997 della ditta C.M.S. di Setteville di Guidonia (RM) 89 - n 1 elevatore n anno carica batterie LIFTER Stima dei macchinari e delle attrezzature inventariate nell immobile di Avezzano Pag. 6 di 17

8 Setteville di Guidonia 90 - n 1 cassetta metallica BETA contenenti chiavi varie, bulloni e chiodi 91 - n 1 trasformatore mod. MT n 1 raddrizzatore di corrente matr anno n 1 raddrizzatore di corrente matr anno n 1 raddrizzatore di corrente matr anno n 1 caldaia a vapore matr /NM 2969/96 del 1996 TECNOTERMICA 96 - n 1 caldaia a vapore matr /96 della ditta F.B.R. di Angiuri (VR) TECNOTERMICA 97 - n 1 serbatoio d'acqua 98 - n 1 compressore della ditta USMIA di Avezzano 99 - n 1 scopa metallica n 1 pala utensile n 2 carrelli metallici n 1 sollevatore matr. 157 anno 1997 della ditta O.M.C.M.spa Villa di Serio (BG), via Tridintina n 1 carrello sollevatore della ditta C.M.S. di Setteville di Guidonia n 1 gruppo tipo 80-2M matr. 19/ n 1 quadro trifase antincendio n 1 saldatrice 1850T n 1 tavolo da lavori n 1 trapano Bosch PSB600RE n 1 frullino 6W O mod. Bosch Stima dei macchinari e delle attrezzature inventariate nell immobile di Avezzano Pag. 7 di 17

9 110 - n 1 frullino STAFER sc1o7 matr n 1 ingrassatore n 1 arrotatrice BRIKO RPM n 1 computer Packard Bell matr.lmn stampante Hewlett Packard matr. USA n 1 computer Compaq matr. 702kg n 1 stampante HEWLETPACKARD matr.n2 1w n 1 ACERSCANNER E n 1 macchina fotocopiatrice mod. copia 8516 marca Olivetti n 1 gruppo di continuità per computer per computer modello Argo 2000 VAIOS n. Matr Attrezzature uffici: n 1 tavolo scrivania nero n 2 sedie n 4 scaffalature metalliche a 4 cassetti n 4 scrivanie grigie n 3 sedie rosse n 7 sedie rosse stoffa n 4 lampade alogene n 5 sedie nere n 1 tavolo riunioni nero n 1 scrivania nera n 2 apparecchi telefonici insip telecom n 1 mobile carrello per fotocopiatrice. Stima dei macchinari e delle attrezzature inventariate nell immobile di Avezzano Pag. 8 di 17

10 Le attrezzature ai punti di elenco nn. 76, 79, 81, 95, 96, 97, 98, 104 e 105, essendo parte dell impiantistica generale dell immobile ovvero strettamente connesse con la funzionalità dell immobile stesso, verranno valutate con quest ultimo e non nella presente relazione di stima. Per le attrezzature n 76 e n 81 di elenco, potendo essere eventualmente vendute distintamente dall immobile con onerosi lavori di muratura, verrà comunque fornita una valutazione. Ai fini della individuazione dei singoli beni mobili all interno del capannone, il sottoscritto ha predisposto documentazione grafica e fotografica, allegata alla presente relazione. Sono state individuate ulteriori attrezzature rispetto a quelle riscontrate con inventario del 16/09/2004 (vedi voci E1, E2, E3 e E4 di elenco), mentre non è stato possibile individuare le voci di elenco n 102 e n 103. I macchinari e le attrezzature sono prive della documentazione tecnica e dei libretti di uso e manutenzione, non è stato possibile sottoporle a prove di funzionamento, mancando l energia elettrica all interno del capannone e la distribuzione idrica e di aria compressa, ma da informazioni assunte presso il custode dei beni, Sig. Rharfani El Arbi, esse al momento del fallimento della ditta risultavano funzionanti. VALUTAZIONE DELLE ATTREZZATURE E DEI MACCHINARI Le attrezzature ed i macchinari presenti nel capannone di Avezzano sono quelle peculiari di un impianto per la lavorazione e confezionamento di prodotti orticoli (pulizia, cernita, lavaggio) e di quelli semilavorati e precotti (tagliatrici, friggitrici, ecc.). Per la loro valutazione si farà riferimento a considerazioni di carattere generale e di carattere particolare. Stima dei macchinari e delle attrezzature inventariate nell immobile di Avezzano Pag. 9 di 17

11 La vita utile del macchinario e della attrezzatura viene generalmente divisa in quattro diverse fasi: 1ª fase: il macchinario o l'attrezzatura è in grado di fornire il massimo dell'efficienza. Dura circa un terzo della vita utile prevedibile con un decremento di valore valutabile in ragione del 20 25% del suo costo iniziale; 2ª fase: il macchinario o l'attrezzatura è in grado di fornire una accettabile efficienza. Ha una durata equivalente alla precedente, ma la svalutazione del bene è maggiore e raggiunge il 60 80% del valore iniziale; 3ª fase: dura fino alla fine del ciclo di vita utile del macchinario/attrezzatura cui è attribuibile un valore residuo che varia dal 40% al 20% del valore iniziale; 4ª fase: consente, nel caso di un macchinario/attrezzatura che non sia obsoleto e che sia ancora in buono stato di manutenzione, una sua utilizzazione oltre il ciclo di vita utile nel qual caso conserva ancora un valore residuo valutabile nel 10% del suo valore iniziale. Si può ipotizzare che gli impianti generici (impianti centrali termiche e idriche, ecc. e che nel caso che ci occupa vengono valutate con l immobile) e le attrezzature generiche (muletti elettici e a gasolio, transpalletts, argani, ecc.) abbiano una vita utile di circa anni, le attrezzature specifiche (lavatrici, banchi di selezione e confezionamento, friggitrici, asciugatrici, confezionatrici, etichettatrici, ecc.) una vita media dai 6 ai 15 anni, le dotazioni generiche a servizio dell impianto di lavorazione (nastri elevatori e trasportatori, tavoli, tramogge, attrezzature da officina, ecc.), facilmente logorabili, una vita media oscillante tra i 2 e 5 anni, i mobili e gli arredi in Stima dei macchinari e delle attrezzature inventariate nell immobile di Avezzano Pag. 10 di 17

12 generale una vita media stimabile in 15 anni e, infine, le macchine per ufficio, computer, registratori di cassa, ecc. una vita media dai 3 ai 5 anni. Altresì, ai fini della valutazione viene presa in considerazione la caratteristica specifica del macchinario o dell attrezzatura di poter essere utilizzato in attività lavorative diverse. In base a tali considerazioni, un carrello elevatore con motore elettrico, potendo essere utilizzato, ad esempio, sia in una industria alimentare che in una meccanica, in virtù di ciò aumenta la sua commerciabilità e, quindi, il suo valore rispetto ad una lavatrice per carote utilizzabile solo nell industria di trasformazione di prodotti orticoli. Nel caso poi dei macchinari e delle attrezzature oggetto della presente valutazione, vi sono ulteriori, ma non meno importanti, considerazioni che influiscono sul valore di stima. Poiché, infatti, l attività agricola è sostenuta dallo Stato e dalla Comunità Europea con contributi in conto capitale e/o interessi erogati a fronte di acquisto di nuovi macchinari e di nuove attrezzature, il mercato dell usato risulta fortemente penalizzato da tale circostanza, salvo nel caso in cui i prezzi risultino notevolmente inferiori a quelli del nuovo al netto della contribuzione statale e comunitaria. Inoltre, trattandosi di attrezzature e macchinari per trasformazione, confezionamento e commercializzazione di prodotti orticoli alimentari, le normative igienico-sanitarie sulle lavorazioni prescrivono l utilizzo di macchinari realizzati in acciaio inox, di nastri trasportatori ed elevatori realizzati con gomme atossiche, di impianti di lavaggio e sterilizzazione particolarmente efficienti, ecc.. E evidente che i macchinari oggetto di stima, costruiti essenzialmente negli anni 1996/1997, risultano a distanza di quasi dieci anni - quasi obsoleti. Stima dei macchinari e delle attrezzature inventariate nell immobile di Avezzano Pag. 11 di 17

13 Per quanto sopra, ai fini della valutazione si sono ipotizzate le seguenti percentuali di decremento del prezzo a nuovo di macchinari e attrezzature uguali o simili a quelli di stima: impianti generici: valutati con l immobile attrezzature generiche: - 50% attrezzature specifiche: - 75% dotazioni generiche a servizio dell impianto di lavorazione: - 60% mobili e arredi in generale: - 50% macchine per ufficio, computer ecc. : - 70% La valutazione si riferisce ai beni così come visibili e comprende - per ognuno - anche tutte le spese, a carico dell acquirente, necessarie per i passaggi di proprietà, la movimentazione, lo smontaggio, il carico, il trasporto, la redazione ed il rispetto di eventuali piani di sicurezza che dovessero essere richiesti per lo smontaggio e l allontanamento dei macchinari e delle attrezzature, i conferimenti a discarica di ogni materiale rinveniente dallo smontaggio ed allontanamento dei macchinari e delle attrezzature, il reperimento dei manuali d uso e dei libretti di manutenzione, ecc., il tutto per lasciare indenne la curatela da qualsiasi onere e spesa inerente la vendita all asta di quanto stimato. Alla luce di tutto quanto è stato possibile accertare dai documenti forniti al sottoscritto, dai sopralluoghi, dalle indagini eseguite e dalle valutazioni effettuate, i macchinari e le attrezzature della fallita società riscontrati con inventario redatto il giorno 16/09/2004 dal Curatore fallimentare assistito dal Cancelliere del Tribunale di Avezzano presso il capannone sito in località Nucleo Industriale di Avezzano, così come visibili e alla condizione che per ognuno tutte le spese così come innanzi descritte rimangano esclusivamente a carico dell acquirente, vengono stimati come appresso: Stima dei macchinari e delle attrezzature inventariate nell immobile di Avezzano Pag. 12 di 17

14 DESCRIZIONE MACCHINARI COME DA INVENTARIO STIMA Macchinari Ditta Fidanza e figli Off. meccanica sede legale in Trasacco (AQ) Via Gran Sasso: 01 - n 1 banco confezione - matr. 008 anno costruz , n 1 banco selezione - matr anno , n 1 leva pezzi, matr. 005 anno , n 1 nastro elevatore, matr. 00l0 anno , n 1 lavatrice, matr. 004 anno , n 1 "Polmone" - matr. 003 anno , n 1 banco selezione, matr. 00l3 anno , n 1 lavatrice a rete, matr. 004 anno , n 1 taglierina a dischi matr anno , n 1 nastro elevatore, matr anno , n 1 trasportatore, matr anno , n 1 elevatore, matr anno , n 1 separatore foglie, matr. 002 anno , n 1 calibratore, matr. 004 anno , n 1 nastro elevatore, matr anno , n 1 nastro elevatore, matr anno , n 1 nastro elevatore, matr anno , n 1 trasportatore a rulli, matr. 006 anno , n 1 nastro elevatore, matr anno , n 1 trasportatore, matr anno , n 1 elevatore, matr anno , n 1 trasportatore, matr anno , n 1 separatore PP, matr. 003 anno , n 1 nastro elevatore, matr anno , n 1 trasportatore, matr anno , n 1 trasportatore, matr anno , n 1 lavatrice a spazzole, matr. 00l anno , n 1 nastro elevatore, matr anno , n 1 asciugatore a rete, matr. 002 anno , n 1 nastro elevatore, matr anno , n 1 macchina adibita a nastro elevatore, matr anno , n 1 lavatrice a rete, matr. 005 anno , n 1 trasportatore, matr anno , n 1 trasportatore, matr anno ,00 Stima dei macchinari e delle attrezzature inventariate nell immobile di Avezzano Pag. 13 di 17

15 Macchinari della ditta Nilma SpA, Via Zacconi, n. 24 Parma: 35 - n 1 tagliatrice matr , n 1 tagliatrice matr anno , n 1 contenitore matr anno , n 1 macchina ATIRMATIC matr anno , n 1 asciugatrice matr anno 1997 tipo IDROVER , n 1 friggitrice matr anno , n 1 pompa olio matr anno ,00 Macchinari ditta 0ff. Meccaniche Baraldi di Cavezzo Modena: 42 - n 1 Gruppo Motori, N. di fabbrica 593 anno 1997 Mod. D.C ,00 Macchinari ditta 0ff. Mecc. Mastro Marini ss. 377 Putignano Km 14 Castellana Grotte Bari: 43 - n 1 macchinario, matr anno 1997 mod. T4 Bis; 1 500, n 1 elevatore ditta Marini matr mod. SID/KL anno ,00 Macchinari della ditta Turatti Sri Loc. Cavarzene Venezia, V.ie Regina Margherita, 42: 45 - n 1 distillatore, matr anno 1997 Mod ,00 Macchinari della ditta TECNINOX di Aldo Namaziano e C. Snc Parma, Via Aldo Moro, n.8a: 46 - n 1 macchinario matr. 11/97 anno , n 1 macchinario matr. 10/97 anno , n 1 macchinario matr. 135 anno ,00 Macchinari della ditta Colimatic Chiari Brescia, via Milano, n.l9: 49 - n 1 confezionatrice matr. 847 anno , n 1 confezionatrice matr. 846 anno 1997; ,00 Macchinari della ditta Siat Spa di Turate, Milano: 51 - n 1 macchinario matr anno , n 1 macchinario matr anno ,00 Attrezzatura varia: 53 - n 1 macchina Frimatic, matr /01 anno , n 1 cabina elettrica - banco di selezione 3 400, n 1 elevatore ditta Montini matr Mod 2000 HE anno ,00 Stima dei macchinari e delle attrezzature inventariate nell immobile di Avezzano Pag. 14 di 17

16 56 - n 1 montacarichi di marca Montini, serie Europa, Mod RE, matr anno , n 1 montacarichi Mod HCE, matr anno 1997 marca Montini 6 500, n 1 montacarichi di marca Montini, Mod HCE, matr anno , n 1 montacarichi di marca Montini, Mod HCE, matr anno , n 1 tavolo metallico 500, n 1 cestello metallico con rete metallica 250, n 1 tavolo metallico 500, n 1 tavolo metallico 500, n 2 carrelli metallici 350, n 1 motore marca RTETSCHLE matr Valutato e da vendersi unitamente con 66 - n 1 pompa per vuoto, matr della ditta GAMA di Parma P.zza Lunardi 39/A attrezzatura n 49 Valutato e da vendersi unitamente con attrezzatura n n 6 rotoli adesivi 10, n 2 carrelli a rotelle 500, n 1 bilancia Omega, matr.b , n 1 carrello per bilancia 100, n 1 macchinario della ditta Turatti srl di Cavazzera Venezia, v.le Reg. Margherita 42, mod , n. di serie 98/ , n 1 etichettatrice, matr.95296, marca Omega anno , n 94 contenitori in plastica tipo reattivo 940, n 1 tubo in plastica per irrigazione 1, n 1 raddrizzatore di corrente, matr della ditta Bassi Bruno Valutato e da vendersi unitamente con attrezzatura n n 1 bilancia Baidi pesanti Baroni Vincenza * 650, n 1 pulitrice elettrica SKIPPER-SIRIO della ditta PICA ROSARIO di Castelmorsino veroli (FR) 1 100, n 1 sollevatore LIFTER 2 000, n 6 bocche antincendio Valutato con l'immobile 80 - n 1 aspirapolvere con prolunga elettrica mod. Fi 002 SanGiorgio 100, n 1 bilancia Tossinari, matr di cento (FE) * 8 000, n 1 computer packard bell, matr i 100, n 1 video n. 702k mod , n 1 computer + video matr. 548af1 9k6828 marca compaq 200, n 1 tavolo 20, materiale elettrico vario 100, n 1 elevatore articolo 222 anno 1997 della ditta O.M.C.N. Villa di Serio (BG) 2 500, n 1 elevatore matr anno 1997 della ditta C.M.S. di E lo stesso della voce n Setteville di Guidonia (RM) 78 di elenco Stima dei macchinari e delle attrezzature inventariate nell immobile di Avezzano Pag. 15 di 17

17 89 - n 1 elevatore n anno carica batterie LIFTER Setteville di Guidonia 2 000, n 1 cassetta metallica BETA contenenti chiavi varie, bulloni e chiodi 200, n 1 trasformatore mod. MT 2430 Valutato e da vendersi unitamente con attrezzatura n 78= n 1 raddrizzatore di corrente matr anno 1997 Valutato e da vendersi unitamente con attrezzatura n n 1 raddrizzatore di corrente matr anno 1997 Valutato e da vendersi unitamente con attrezzatura n n 1 raddrizzatore di corrente matr anno 1997 Valutato e da vendersi unitamente con attrezzatura n n 1 caldaia a vapore matr /NM 2969/96 del 1996 TECNOTERMICA Valutato con l'immobile 96 - n 1 caldaia a vapore matr /96 della ditta F.B.R. di Angiuri (VR) TECNOTERMTCA Valutato con l'immobile 97 - n 1 serbatoio d'acqua Valutato con l'immobile 98 - n 1 compressore della ditta USMIA di Avezzano Valutato con l'immobile 99 - n 1 scopa metallica 10, n 1 pala utensile 10, n 2 carrelli metallici 30, n 1 sollevatore matr. 157 anno 1997 della ditta O.M.C.M. spa Villa di Serio (BG), via Tridintina Non individuato n 1 carrello sollevatore della ditta C.M.S. di Setteville di Guidoni Non individuato n 1 gruppo tipo 80-2Mmatr.19/97 Valutato con l'immobile n 1 quadro trifase antincendio Valutato con l'immobile n 1 saldatrice 1850T 100, n 1 tavolo da lavori 100, n 1 trapano Bosch PSB600RE 50, n 1 frullino 6W Omod. Bosch 50, n 1 frullino STAFER sc 1O7 matr , n 1 ingrassatore 10, n 1 arrotatrice BRIKO RPM , n 1 computer Packard B eh matr.lmn stampante Hewlett Packard matr. USA , n 1 computer compaq matr.702kg , n 1 stampante HEWLETPACKARD matr.n2 1w , n 1 ACERSCANNER E 75, n 1 macchina fotocopiatrice mod. copia 8516 marca Olivetti , n 1 gruppo di continuità per computer per computer modello Argo 2000 VA los n. Matr ,00 * attrezzature che possono essere eventualmente vendute distintamente dall immobile con onerosi lavori di muratura Stima dei macchinari e delle attrezzature inventariate nell immobile di Avezzano Pag. 16 di 17

18 Attrezzature uffici: n 1 tavolo scrivania nero 80, n 2 sedie 24, n 4 scaffalature metalliche a 4 cassetti 400, n 4 scrivanie grigie 320, n 3 sedie rosse 75, n 7 sedie rosse stoffa 84, n 4 lampade alogene 100, n 5 sedie nere 60, n 1 tavolo riunioni nero 150, n 1 scrivania nera 100, n 2 apparecchi telefonici insip telecom 10, n 1 mobile carrello per fotocopiatrice. 25,00 ATTREZZATURE EXTRA INVENTARIO DEL 16/09/2004 E1 - n 1 trasportatore - matr anno ,00 E2 - n 1 nastro elevatore senza matricola 500,00 E3 - n 1 natro trasportatore matr. 0018bis anno ,00 E4 - n 1 pressa 20 tonn. ditta OMCN matr. 10/ ,00 TOTALE GENERALE ,00 (Euro Centottantaseimila centoquaranta/00). Tanto riferisce e giudica il sottoscritto a completa evasione dell incarico ricevuto e si firma. Avezzano lì, 24 ottobre 2005 Dott. Ing. Fabio Morgante Allegati: R Pianta del capannone in località Nucleo Industriale di Avezzano con individuazione dell ubicazione dei macchinari e delle attrezzature R Documentazione fotografica Stima dei macchinari e delle attrezzature inventariate nell immobile di Avezzano Pag. 17 di 17

19 ALLEGATI Stima dei macchinari e delle attrezzature inventariate nell immobile di Avezzano Allegati

20 Allegato R.2.1 Pianta del capannone in località Nucleo Industriale di Avezzano con individuazione dell ubicazione dei macchinari e delle attrezzature Stima dei macchinari e delle attrezzature inventariate nell immobile di Avezzano Allegati

21

22 Allegato R.2.2 Documentazione fotografica Stima dei macchinari e delle attrezzature inventariate nell immobile di Avezzano Allegati

23 E1 1 Foto n 1 - Linea carote Attrezzature n 1, n 2,n E1, n 3, n 4, n 5 e n 6 di elenco Foto n 2 Attrezzatura n 57 di elenco Foto n 3 Attrezzatura n 7, n 8 e n 10 di elenco Foto n 4 Attrezzatura n 56 di elenco Foto n 5 Attrezzature n 37, n 17, n 18, n 35, n 19 e n 15 di elenco 37 Foto n 6 Attrezzatura n 59 di elenco Stima dei macchinari e delle attrezzature inventariate nell immobile di Avezzano - Allegato n 2 Documentazione fotografica Pag. 1 di 5

24 Foto n 7 Attrezzatura n 63, n 62, n 38, n 20, n 21, n 16 e n 77 di elenco Foto n 8 Attrezzatura n 78=88 di elenco Foto n 9 Attrezzatura n 16, n 22, n 39, n 23, n 24, n 25 e n 45 di elenco Foto n 10 Attrezzatura n 58 di elenco Foto n 11 Attrezzatura n 23, n 24, n 25, n 60 e n 71 di elenco Foto n 12 Attrezzatura n 44 di elenco Stima dei macchinari e delle attrezzature inventariate nell immobile di Avezzano - Allegato n 2 Documentazione fotografica Pag. 2 di 5

25 Foto n 13 Attrezzatura n 27, n 28 e n 46 di elenco Foto n 14 Attrezzatura n 75 di elenco Foto n 15 Attrezzatura n54 di elenco Foto n 16 Attrezzatura n 52 di elenco Foto n 17 Attrezzatura n 53 e n 29 di elenco Foto n 18 Attrezzatura n 68, n 69 e n 72 di elenco Stima dei macchinari e delle attrezzature inventariate nell immobile di Avezzano - Allegato n 2 Documentazione fotografica Pag. 3 di 5

26 Foto n 19 Attrezzatura n 40 e n 41 di elenco Foto n 20 Attrezzatura n 51 di elenco Foto n 21 Attrezzatura n 49, n 50, n 34, n 61 e n 65 di elenco Foto n 22 Attrezzatura n 43 e n 11 di elenco 42 Foto n 24 Attrezzatura n 76 di elenco 14 Foto n 23 Attrezzatura n 14, n 13, n 12 e n 42 di elenco Stima dei macchinari e delle attrezzature inventariate nell immobile di Avezzano - Allegato n 2 Documentazione fotografica Pag. 4 di 5

27 Foto n 24 Attrezzatura n 30, n 31 e n 32 di elenco Foto n 25 Attrezzatura n 32, n 48 e n 47 di elenco E3 Foto n 26 Attrezzatura n 12, n 13, n 14, n E3 e n 42 di elenco Stima dei macchinari e delle attrezzature inventariate nell immobile di Avezzano - Allegato n 2 Documentazione fotografica Pag. 5 di 5

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

RELAZIONE SINTETICA DI STIMA ELETTRO 33 S.P.A. Procedura N 89/2013. Giudice Delegato: Dott. Vito FEBBRARO. Curatore Dott.

RELAZIONE SINTETICA DI STIMA ELETTRO 33 S.P.A. Procedura N 89/2013. Giudice Delegato: Dott. Vito FEBBRARO. Curatore Dott. RELAZIONE SINTETICA DI STIMA ELETTRO 33 S.P.A. Procedura N 89/2013 Giudice Delegato: Dott. Vito FEBBRARO Curatore Dott.ssa Elena MOGNONI Facciamo seguito all incarico conferitoci dalla Dott.ssa Elena MOGNONI

Dettagli

F10101 Autovetture Compresi ricambi e materiali di consumo. F10201 Veicoli Commerciali Pesanti (autotelaio) Compresi ricambi e materiali di consumo

F10101 Autovetture Compresi ricambi e materiali di consumo. F10201 Veicoli Commerciali Pesanti (autotelaio) Compresi ricambi e materiali di consumo BARRARE CATEGORIA DI INTERESSE CATEGORIA ISCRIZIONE DESCRIZIONE NOTE VEICOLI F10101 Autovetture F10201 Veicoli Commerciali Pesanti (autotelaio) F10301 Veicoli Commerciali Leggeri (autotelaio) F10501 Macchine

Dettagli

OPERE INTERNE (art. 9 L.R. 37/85)

OPERE INTERNE (art. 9 L.R. 37/85) timbro protocollo AL RESPONSABILE Area delle Politiche Infrastrutturali e del Territorio DEL COMUNE DI SPADAFORA (ME) OPERE INTERNE (art. 9 L.R. 37/85) OGGETTO: Comunicazione opere interne ai sensi dell

Dettagli

5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio

5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio 5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio Pag. 1 di 36 DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI PER LA SALUTE E LA SICUREZZA NEGLI AMBIENTI DI LAVORO ai sensi degli artt. 17, 28 e 29 del D.lgs 81/08

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 TABELLA B RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 1 B1) Disponibilità dei locali B1.1) Scansione del documento di disponibilità esclusiva dei locali della sede operativa per almeno tre

Dettagli

AVVISO DEL 31 OTTOBRE 2013

AVVISO DEL 31 OTTOBRE 2013 AVVISO DEL 31 OTTOBRE 2013 FORMAZIONE DI UN ELENCO DI OPERATORI ECONOMICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE IN ECONOMIA (ART.125 D. LGS. 163/2006) Ai sensi dell art.125 del D. Lgs. 163/2006 e s.m.i, la Fondazione

Dettagli

Co.ma. S.p.a. COILS MANUFACTURER BATTERIE RADIANTI MANUALE DI MONTAGGIO, AVVIAMENTO E MANUTENZIONE BATTERIE ALETTATE

Co.ma. S.p.a. COILS MANUFACTURER BATTERIE RADIANTI MANUALE DI MONTAGGIO, AVVIAMENTO E MANUTENZIONE BATTERIE ALETTATE Co.ma. S.p.a. COILS MANUFACTURER BATTERIE RADIANTI MANUALE DI MONTAGGIO, AVVIAMENTO E MANUTENZIONE BATTERIE ALETTATE Sommario Premessa Movimentazione Installazione Manutenzione Avvertenze 2 Premessa 3

Dettagli

ATTREZZATURE A TEMPERATURA POSITIVA

ATTREZZATURE A TEMPERATURA POSITIVA ANUGA COLONIA 05-09 OTTOBRE 2013 Ragione Sociale Inviare a : all'attenzione di : Padiglione Koelnmesse Srl Giulia Falchetti/Alessandra Cola Viale Sarca 336 F tel. 02/86961336 Stand 20126 Milano fax 02/89095134

Dettagli

Avendo effettuato il tagliando di cui sopra al mio mezzo ho pensato di realizzare questo semplice DOC per chi ne avesse necessità.

Avendo effettuato il tagliando di cui sopra al mio mezzo ho pensato di realizzare questo semplice DOC per chi ne avesse necessità. Tagliando Manutentivo Km. 10.000/30.000/50.000 XP500 TMAX. Avendo effettuato il tagliando di cui sopra al mio mezzo ho pensato di realizzare questo semplice DOC per chi ne avesse necessità. IMPORTANTE:

Dettagli

La movimentazione dei materiali (material handling)

La movimentazione dei materiali (material handling) La movimentazione dei materiali (material handling) Movimentazione e stoccaggio 1 Obiettivo generale La movimentazione e stoccaggio dei materiali (material handling MH) ha lo scopo di rendere disponibile,

Dettagli

tariffe da applicare alle prestazioni di cui all'allegato VII del D.L. n. 81/08 di cui al DM 11/04/2011: Disciplina delle modalità di effettuazione

tariffe da applicare alle prestazioni di cui all'allegato VII del D.L. n. 81/08 di cui al DM 11/04/2011: Disciplina delle modalità di effettuazione tariffe da applicare alle prestazioni di cui all'allegato VII del D.L. n. 81/08 di cui al DM 11/04/2011: Disciplina delle modalità di effettuazione delle verifiche periodiche delle attrezzature di lavoro,

Dettagli

CLASSI MERCEOLOGICHE

CLASSI MERCEOLOGICHE ALLEGATO A CLASSI MERCEOLOGICHE 01 - FORNITURE 02 - SERVIZI Versione aggiornata il 25/07/2014 1 S O M M A R I O 01 FORNITURA BENI 01.01 - RICAMBI PER AUTOBUS 3 01.02 - RICAMBI PER MEZZI DI SERVIZIO 4 01.03

Dettagli

DETERMINA N. 21 del 23 marzo 2015 I L D I R E T T O R E G E N E R A L E

DETERMINA N. 21 del 23 marzo 2015 I L D I R E T T O R E G E N E R A L E CONSORZIO DI BONIFICA 11 MESSINA DETERMINA N. 21 del 23 marzo 2015 OGGETTO Progetto per la razionalizzazione della canalizzazione irrigua Fascia Etnea -Valle Alcantara-, I stralcio esecutivo funzionale.

Dettagli

Partecipanza Agraria di Cento

Partecipanza Agraria di Cento Prot. Num. Fasc. Delibera della Magistratura N. 46 del 14/04/2014 Oggetto: LIQUIDAZIONE SPESE VARIE. L, addì 14 del mese di aprile alle ore 19:15 a seguito di invito Prot. Num. 896 Fasc. 11 del 12/04/2014

Dettagli

L ECO-UFFICIO. Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio

L ECO-UFFICIO. Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio Comune di Udine L ECO-UFFICIO Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio Efficienza energetica: di necessità virtù L efficienza energetica non è semplice risparmio: è riduzione del consumo di

Dettagli

TARIFFA PROFESSIONALE INGEGNERIA ANTINCENDIO

TARIFFA PROFESSIONALE INGEGNERIA ANTINCENDIO TARIFFA PROFESSIONALE INGEGNERIA ANTINCENDIO La presente tariffa individua le prestazioni che il professionista è chiamato a fornire : A per la richiesta del parere di conformità B per il rilascio del

Dettagli

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO C O M U N E D I R O V E R B E L L A Via Solferino e San Martino, 1 46048 Roverbella Tel. 0376/6918220 Fax 0376/694515 PEC PROTOCOLLO : roverbella.mn@legalmail.it RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI

Dettagli

QUESTIONARIO PER RACCOLTA DATI E INFORMAZIONI DI POTENZIALI IMPRESE APPALTATRICI PER LAVORI, SERVIZI ORDINARI E FORNITURE SERVIZI

QUESTIONARIO PER RACCOLTA DATI E INFORMAZIONI DI POTENZIALI IMPRESE APPALTATRICI PER LAVORI, SERVIZI ORDINARI E FORNITURE SERVIZI Pag. 1/6 SETTORI DI INTERESSE LAVORI SERVIZI Elettrici Impianti fotovoltaici Idraulici Edili Stradali Pulizie Tappezzerie Tinteggiatura e verniciatura Carpenteria metallica FORNITURE Cavi elettrici bt

Dettagli

COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA

COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA E composta dalla sigla CE e, nel caso un Organismo Notificato debba intervenire nella fase del controllo della produzione, contiene anche il numero d identificazione

Dettagli

Sicurezza all IUE. All Istituto è presente la seguente struttura organizzativa in tema di sicurezza:

Sicurezza all IUE. All Istituto è presente la seguente struttura organizzativa in tema di sicurezza: Sicurezza all IUE In tema di sicurezza l Istituto, che gode dell autonomia prevista dalla Convenzione che lo istituisce e dall Accordo di Sede con l Italia, si ispira ai principi fondamentali della normativa

Dettagli

DESCRIZIONE DEL TERMINALE DI GNL E DELLA SUA GESTIONE

DESCRIZIONE DEL TERMINALE DI GNL E DELLA SUA GESTIONE DESCRIZIONE DEL TERMINALE DI GNL E DELLA SUA GESTIONE 1) PREMESSA...2 2) DESCRIZIONE DEL TERMINALE...2 2.1) RICEZIONE...3 2.2) STOCCAGGIO...3 2.3) RIGASSIFICAZIONE...4 2.4) RECUPERO BOIL-OFF GAS (BOG)...4

Dettagli

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO In base all art. 256 del D. Lgs. 81/2008, così come modificato dal D. Lgs. 106/2009, i

Dettagli

La manovra manuale di ritorno al piano. Ing. Raffaele Sabatino 1

La manovra manuale di ritorno al piano. Ing. Raffaele Sabatino 1 La manovra manuale di ritorno al piano Ing. Raffaele Sabatino 1 La manovra manuale di ritorno al piano D.P.R. 30 aprile 1999, n. 162 (Regolamento recante norme per l'attuazione della direttiva 95/16/CE

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Servizio Sanitario Nazionale - Regione dell Umbria AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE UMBRIA N. 2 Sede Legale Provvisoria: Viale Donato Bramante 37 Terni Codice Fiscale e Partita IVA 01499590550 DETERMINAZIONE

Dettagli

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche istruzioni per l uso Raccolta Differenziata Una soluzione alla portata di tutti La produzione di rifiuti è in continuo aumento e deve essere gestita in modo

Dettagli

per un fai da te di alta qualità

per un fai da te di alta qualità per un fai da te di alta qualità container su misura e programmati 4 anni insieme senza pensieri La garanzia copre tutto il territorio italiano. qualità tedesca 360 affidabilità Sistema di imballaggio

Dettagli

L applicazione dell IVA agevolata del 10% per le opere di MANUTENZIONE ORDINARIA E MANUTENZIONE STRAORDINARIA

L applicazione dell IVA agevolata del 10% per le opere di MANUTENZIONE ORDINARIA E MANUTENZIONE STRAORDINARIA Studio Tecnico Geometri SAPINO Giuseppe e PEDERZANI Fabio Via Pollano, 26 12033 MORETTA (CN) - tel. 0172.94169 fax 172.917563 mail: gsapino@geosaped.com fpederzani@geosaped.com P.E.C.: giuseppe.sapino@geopec.it

Dettagli

COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro)

COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro) COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro) PROGETTO DEFINITIVO-ESECUTIVO Comune di TROPEA Interventi manutentivi alla rete idrica comunale per fronteggiare l emergenza idrica sul territorio di Tropea Completamento,

Dettagli

15R-8 PC15R-8 PC15R-8. POTENZA NETTA SAE J1349 11,4 kw - 15,3 HP M INIESCAVATORE. PESO OPERATIVO Da 1.575 kg a 1.775 kg

15R-8 PC15R-8 PC15R-8. POTENZA NETTA SAE J1349 11,4 kw - 15,3 HP M INIESCAVATORE. PESO OPERATIVO Da 1.575 kg a 1.775 kg PC 15R-8 PC15R-8 PC15R-8 M INIESCAVATRE PTENZA NETTA SAE J149 11,4 kw - 15, HP PES PERATIV Da 1.575 kg a 1.775 kg M INIESCAVATRE LA TECNLGIA PRENDE FRMA Frutto della tecnologia e dell esperienza KMATSU,

Dettagli

Presentazione aziendale Technology General Services

Presentazione aziendale Technology General Services Presentazione aziendale Technology General Services T.G.S.. S.r.l. Uffici/Officine: Via Sandro Pertini 9 27050 Casei Gerola (PV) Tel. 0383.398009 e-mail: info@srltgs.com www.srltgs.com C.F. e P.IVA 024615550184

Dettagli

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2.

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. aziende collettive, quando il soggetto giuridico è costituito

Dettagli

Sintesi modifiche apportate alle Disposizioni Attuative Specifiche della Mis. 123 - Accrescimento del valore aggiunto del settore agricolo e forestale

Sintesi modifiche apportate alle Disposizioni Attuative Specifiche della Mis. 123 - Accrescimento del valore aggiunto del settore agricolo e forestale REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana ASSESSORATO REGIONALE DELLE RISORSE AGRICOLE E ALIMENTARI DIPARTIMENTO REGIONALE INTERVENTI STRUTTURALI Programma di Sviluppo Rurale Regione Sicilia 2007-2013 Reg.

Dettagli

LIBRETTO DI CENTRALE

LIBRETTO DI CENTRALE 1 LIBRETTO DI CENTRALE OBBLIGATORIO PER GLI IMPIANTI TERMICI CON POTENZA TERMICA DEL FOCOLARE NOMINALE SUPERIORE O UGUALE A 35 kw (ART. 11, COMMA 9, DPR 26 AGOSTO 1993, N 412) Conforme al modello pubblicato

Dettagli

SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI

SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI s.d.i. automazione industriale ha fornito e messo in servizio nell anno 2003 il sistema di controllo

Dettagli

E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI?

E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI? E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI? Buona Caccia e Buon Volo, giovani amici di Eureka! Siete tra gli eletti che hanno deciso di passare al livello successivo: site pronti? Questo mese vi proponiamo

Dettagli

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico ALLEGATO A ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico A) SOPRALLUOGHI, VISITE TECNICHE, VERIFICHE DI IMPIANTI A.1) Sopralluogo ed esame

Dettagli

RN_COM_RIMINI MONOGRAFIA COM

RN_COM_RIMINI MONOGRAFIA COM RN_COM_RIMINI MONOGRAFIA COM Ubicazione dell edificio sede del COM: Comune di : RIMINI Località : Padulli Indirizzo : Via Marecchiese n.193/195 Dati Generali Stralcio C.T.R.: 256113 Coordinate (lat. long.):

Dettagli

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI Approvato con deliberazione G.C. n. 45 del 27/11/2008 esecutiva il 10/01/2009 Depositato in Segreteria Generale con avviso

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) COMPITI DELLE IMPRESE E DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE AI SENSI DI QUANTO PREVISTO DAL D.L.GS 8108 e s.m.i. TIPOLOGIA APPALTO: SERVIZIO DI PULIZIA

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

Il campionato Catania nail design2014 unghie è suddiviso in specialità :

Il campionato Catania nail design2014 unghie è suddiviso in specialità : Il campionato Catania nail design2014 unghie è suddiviso in specialità : 1. Stiletto in gel ed in acrilico ; 2. Scultura/ Tip pink & white in Gel/acrilico Principianti ; 3. Scultura/ Tip pink & white in

Dettagli

Valvole di zona Serie 571T, 560T, 561T Attuatore elettrotermico Serie 580T

Valvole di zona Serie 571T, 560T, 561T Attuatore elettrotermico Serie 580T Valvole di zona Serie 571T, 560T, 561T Attuatore elettrotermico Serie 580T 02F051 571T 560T 561T 566T 565T 531T 580T Caratteristiche principali: Comando funzionamento manuale/automatico esterno Microinterruttore

Dettagli

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro.

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro. La collana TOP è una famiglia di applicazioni appositamente studiata per il Terzo Settore. Essa è stata infatti realizzata in continua e fattiva collaborazione con i clienti. I programmi di questa collana

Dettagli

Macchine per la disinfestazione e la disinfezione

Macchine per la disinfestazione e la disinfezione GPE-F GPC Macchine per la disinfestazione e la disinfezione GPE-P GPC - GPE GPC Sicurezza conforme alle ultime normative CE; valvole di sicurezza; riempi botte antinquinante; miscelatore nel coperchio

Dettagli

COMUNE DI LARI Provincia di Pisa

COMUNE DI LARI Provincia di Pisa COMUNE DI LARI Provincia di Pisa DETERMINAZIONE N. 519 Numerazione servizio 201 Data di registrazione 17/12/2009 COPIA Oggetto : DECRETO DI ESPROPRIO RELATIVO A PROCEDIMENTO ESPROPRIATIVO PER PUBBLICA

Dettagli

DIAMO UNA MANO ALLA NATURA

DIAMO UNA MANO ALLA NATURA DIAMO UNA MANO ALLA NATURA ABBATTITORI A RICIRCOLO DI ACQUA (SCRUBBER A TORRE) I sistemi di abbattimento a scrubber rappresentano un ottima alternativa a sistemi di diversa tecnologia (a secco, per assorbimento,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

Sistema Multistrato. per Impianti Idrici, di Riscaldamento, Refrigerazione e per Gas Combustibili

Sistema Multistrato. per Impianti Idrici, di Riscaldamento, Refrigerazione e per Gas Combustibili Sistema Multistrato per Impianti Idrici, di Riscaldamento, Refrigerazione e per Gas Combustibili LISTINO 05/2012 INDICE Pag. Tubo Multistrato in Rotolo (PEX/AL/PEX) 4065 04 Tubo Multistrato in Barre (PEX/AL/PEX)

Dettagli

Contratto unico unico mandato.

Contratto unico unico mandato. CODICE DI CONDOTTA Codice di Condotta A.I.T.I. Il Codice di condotta A.I.T.I. integra il Codice etico per imprese operanti nei servizi di trasloco pubblicato da Unioncamere. Il Codice di condotta A.I.T.I.,

Dettagli

CHI L I HA. lo CHIAMAVANO EDIZIONE. Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI FREQUENTAVA VETRI ROTTI

CHI L I HA. lo CHIAMAVANO EDIZIONE. Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI FREQUENTAVA VETRI ROTTI 3 EDIZIONE dati 2012 CHI L I HA Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI NASCONDE UN IDENTITÀ PLASTICA FREQUENTAVA VETRI ROTTI si spacciava per una lattina

Dettagli

la nuova generazione

la nuova generazione O - D - Giugno - 20 Sistemi di adduzione idrica e riscaldamento in Polibutilene la nuova generazione Push-fit del sistema in polibutilene Sistema Battuta dentellata La nuova tecnologia in4sure è alla base

Dettagli

FAR s.r.l. ELETTRONICA ELETTROTECNICA TELECOMUNICAZIONI. Attrezzo di connessione unificato per strisce IDC centrali Matr. TELECOM 61116.

FAR s.r.l. ELETTRONICA ELETTROTECNICA TELECOMUNICAZIONI. Attrezzo di connessione unificato per strisce IDC centrali Matr. TELECOM 61116. Attrezzo di connessione unificato per strisce IDC centrali Matr. TELECOM 61116.0 Attrezzo N di connesssione moduli terminazioni. esterne IDC con testina in metallo Matr. TELECOM 31429.4 Attrezzo Inserzione

Dettagli

Scotchcal serie IJ 20

Scotchcal serie IJ 20 3M Italia, Dicembre 2010 Scotchcal serie IJ 20 Bollettino Tecnico 3M Italia Spa COMMERCIAL GRAPHICS 3M, Controltac, Scotchcal, Comply and MCS sono marchi 3M Via Norberto Bobbio, 21 20096 Pioltello Fax:

Dettagli

a Colori Campagna di informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta ndustriali S.r.l. UTENZE DOMESTICHE

a Colori Campagna di informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta ndustriali S.r.l. UTENZE DOMESTICHE ervizi. a Colori Campagna di informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta UTENZE DOMESTICHE presentazione Carissimi cittadina /cittadino, torno da te, per raccontarti la nostra esperienza

Dettagli

ADVANCE Easy Moving. Il pellet diventa facile! Il primo SISTEMA COMPLETO per l alimentazione di caldaie a combustibile derivato da biomasse

ADVANCE Easy Moving. Il pellet diventa facile! Il primo SISTEMA COMPLETO per l alimentazione di caldaie a combustibile derivato da biomasse ADVANCE Easy Moving www.advanceeasymoving.com Il pellet diventa facile! Caldaia sempre alimentata... senza pensarci! Il primo SISTEMA COMPLETO per l alimentazione di caldaie a combustibile derivato da

Dettagli

VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20

VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20 MOD.COM/VIT COMUNE di VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20 1 SEMESTRE (scrivere a macchina o in stampatello) 2 SEMESTRE 01 Denominazione del Villaggio Turistico

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Wolly 2 EDILIZIA VERTICALE

Wolly 2 EDILIZIA VERTICALE LIMITED WARRANTY EDILIZIA VERTICALE Wolly 2 La centrale che per la sua versatilità di installazione ha rivoluzionato il concetto di aspirapolvere centralizzato, consentendo la sua installazione anche nei

Dettagli

- - Visto l'art. 63 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza 18 giugno 1931, n. 773;

- - Visto l'art. 63 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza 18 giugno 1931, n. 773; Decreto Ministeriale del 12/09/2003 Approvazione della regola tecnica di prevenzione incendi per l'installazione e l'esercizio di depositi di gasolio per autotrazione ad uso privato, di capacita' geometrica

Dettagli

S.C. Igiene degli alimenti di origine animale. Requisiti igienico-sanitari applicati al settore della pesca

S.C. Igiene degli alimenti di origine animale. Requisiti igienico-sanitari applicati al settore della pesca Requisiti igienico-sanitari applicati al settore della pesca La Spezia 20 ottobre 2009 Requisiti : Strutturali (Strutture ed attrezzature) Funzionali Requisiti strutturali : n Applicabili a tutte le imbarcazioni

Dettagli

ELEMENTII DII TECNIICA DEL CONTROLLO AMBIIENTALE. ISTITUTO UNIVERSITARIO DI ARCHITETTURA DI VENEZIA Laboratori di Progettazione Architettonica

ELEMENTII DII TECNIICA DEL CONTROLLO AMBIIENTALE. ISTITUTO UNIVERSITARIO DI ARCHITETTURA DI VENEZIA Laboratori di Progettazione Architettonica ISTITUTO UNIVERSITARIO DI ARCHITETTURA DI VENEZIA Laboratori di Progettazione Architettonica ELEMENTII DII TECNIICA DEL CONTROLLO AMBIIENTALE PROF.. GIIANCARLO ROSSII PARTE SECONDA 1 INTRODUZIONE TIPOLOGIE

Dettagli

SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO

SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO SICUREZZA SUL LAVORO In-Formare è già prevenire Questo Mini-Manuale è aggiornato alle più recenti disposizioni 2014 sulla salute, l igiene e la sicurezza sul lavoro: Testo Unico, D.Lgs. 81/2008 e, in particolare,

Dettagli

DEM8.5/10. Istruzioni per l uso...pag. 2. Use and maintenance manual...pag. 11. Mode d emploi et d entretien...pag. 20. Betriebsanleitung...pag.

DEM8.5/10. Istruzioni per l uso...pag. 2. Use and maintenance manual...pag. 11. Mode d emploi et d entretien...pag. 20. Betriebsanleitung...pag. DEM8.5/10 Istruzioni per l uso............pag. 2 Use and maintenance manual....pag. 11 Mode d emploi et d entretien.....pag. 20 Betriebsanleitung.............pag. 29 Gebruiksaanwijzing..............pag.

Dettagli

PROFILO AZIENDALE. Dal 1995 Lips Vago conferisce l incarico in esclusiva anche per la regione Marche.

PROFILO AZIENDALE. Dal 1995 Lips Vago conferisce l incarico in esclusiva anche per la regione Marche. ARCAE s.a.s. di Galli Patrizio & C. - Viale A. Silvani, 10/G - 40122 BOLOGNA Tel. 051 55 44 50 - Fax 051 52 02 54 E - mail: info@arcae.it - Internet: www.arcae.it Partita IVA: 04169300375 - C.C.I.A.A.

Dettagli

Città di Spinea Provincia di Venezia

Città di Spinea Provincia di Venezia Città di Spinea Provincia di Venezia APPALTO: servizio di pulizia interna uffici comunali 2013 2014 AFFIDAMENTO: da appaltare REDATTO DA REVISIONE N. DATA APPROVATO DA 1 SOMMARIO 1. SEZIONE DESCRITTIVA...

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato PROVINCIA DI ROMA Regolamento Servizio di Economato Adottato con delibera del Consiglio Provinciale: n. 1111 dell 1 marzo 1995 Aggiornato con delibera del Consiglio Provinciale n. 34 del 12 luglio 2010

Dettagli

Cuscinetti radiali rigidi a sfere ad una corona Generation C. Informazione tecnica

Cuscinetti radiali rigidi a sfere ad una corona Generation C. Informazione tecnica Cuscinetti radiali rigidi a sfere ad una corona Generation C Informazione tecnica Indice Caratteristiche 2 Vantaggi dei cuscinetti FAG radiali rigidi a sfere Generation C 2 Tenuta e lubrificazione 2 Temperatura

Dettagli

IL MINISTRO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE

IL MINISTRO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE DECRETO 24 gennaio 2011, n. 20: Regolamento recante l'individuazione della misura delle sostanze assorbenti e neutralizzanti di cui devono dotarsi gli impianti destinati allo stoccaggio, ricarica, manutenzione,

Dettagli

IL FERRO Fe. Che cos è la siderurgia? E l insieme dei procedimenti per trasformare i minerali di ferro in Prodotti Siderurgici.

IL FERRO Fe. Che cos è la siderurgia? E l insieme dei procedimenti per trasformare i minerali di ferro in Prodotti Siderurgici. IL FERRO Fe 1 Il ferro è un metallo di colore bianco grigiastro lucente che fonde a 1530 C. E uno dei metalli più diffusi e abbondanti sulla terra e certamente il più importante ed usato: navi, automobili,

Dettagli

Gestione della sicurezza antincendio nei cantieri temporanei e mobili

Gestione della sicurezza antincendio nei cantieri temporanei e mobili Gestione della sicurezza antincendio nei cantieri temporanei e mobili RICHIAMO AL TESTO UNICO PER LA SICUREZZA D.lgs.vo 9 aprile 2008 n 81 Dott. Ing Luigi ABATE DPR N NN 37 3712 12 gennaio 1998 regolamento

Dettagli

Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico

Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico Marco Glisoni Maria Lisa Procopio Incontro formativo Progetto APE settembre 2014 Il Piano d Azione Nazionale per il GPP Piano d azione per la

Dettagli

AD OGNI RIFIUTO LA GIUSTA DIREZIONE. per Lecco e provincia

AD OGNI RIFIUTO LA GIUSTA DIREZIONE. per Lecco e provincia AD OGNI RIFIUTO LA GIUSTA DIREZIONE per Lecco e provincia Sacco VIOLA Frazione secca multimateriale L IMPIANTO DI SELEZIONE DEL SACCO VIOLA I sacchi provenienti dalla raccolta, caricati su un nastro trasportatore,

Dettagli

FATTI FURBO... DIFFERENZIA

FATTI FURBO... DIFFERENZIA Per i comuni del Consorzio Canavesano Ambiente Guida alla raccolta differenziata... FATTI FURBO... DIFFERENZIA anche fatti tu furbo...!!!... e al rispetto dell ambiente DIFFERENZIA ANCHE TU!!! Bastano

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

OGGETTO: Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali

OGGETTO: Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali Lettera Rischi Interferenziali Spett.le Ditta Appaltatrice Ditta Subappaltatrice Luogo, Data 2 OGGETTO: Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali In relazione alla necessità di una possibile

Dettagli

Alida Nepa Sportello Ecoidea - Provincia di Ferrara A scuola di ecologia domestica

Alida Nepa Sportello Ecoidea - Provincia di Ferrara A scuola di ecologia domestica Bollette più leggere. Bollette più leggere..aria più pulita.aria più pulita Alida Nepa Sportello Ecoidea - Provincia di Ferrara A scuola di ecologia domestica Ostellato 28 maggio 2004 A scuola di ecologia

Dettagli

Parte II specifica Edificio RM022 - Villino A Via degli Apuli, 1-00185 Roma. Il Responsabile dell Uspp Arch. Simonetta Petrone

Parte II specifica Edificio RM022 - Villino A Via degli Apuli, 1-00185 Roma. Il Responsabile dell Uspp Arch. Simonetta Petrone PIANO DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE (ai sensi del D.Lgs. 81/08 artt.18, 43, 46 e del D.M. 10/03/98 art. 5) Il presente documento è parte integrante del Documento di Valutazione dei Rischi di cui all art.

Dettagli

Premesso che: - con decreto del Direttore regionale delle foreste e dei parchi, ora Direzione centrale risorse rurali, agroalimentari e forestali, n.

Premesso che: - con decreto del Direttore regionale delle foreste e dei parchi, ora Direzione centrale risorse rurali, agroalimentari e forestali, n. Premesso che: - con decreto del Direttore regionale delle foreste e dei parchi, ora Direzione centrale risorse rurali, agroalimentari e forestali, n. 613 di data 12 novembre 1992 è stata affidata in concessione

Dettagli

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE L esperienza e la passione per l ingegneria sono determinanti per la definizione della nostra politica di prodotto,

Dettagli

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI Introduzione Le dimensioni delle cabine degli ascensori debbono rispettare valori minimi stabiliti dalle normative vigenti,

Dettagli

Nome e cognome.. I beni strumentali. Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE

Nome e cognome.. I beni strumentali. Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE Nome e cognome.. Classe Data I beni strumentali Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE di Marcella Givone 1. Costituzione di azienda con apporto di beni strumentali, sia in natura disgiunti

Dettagli

FEDERATION EUROPEENNE DE LA MANUTENTION Gruppo di prodotto. Carrelli industriali

FEDERATION EUROPEENNE DE LA MANUTENTION Gruppo di prodotto. Carrelli industriali FEM-IT-T/N863 FEDERATION EUROPEENNE DE LA MANUTENTION Gruppo di prodotto Carrelli industriali FEM Breve guida all identificazione dei carrelli industriali non conformi 05.2012 (I) - marcatura macchina,

Dettagli

COMUNICAZIONE EFFETTUAZIONE

COMUNICAZIONE EFFETTUAZIONE Esente da bollo N.B.: presentare almeno 10 giorni prima dell inizio SPAZIO PER ETICHETTA PROTOCOLLO COMUNALE Si consiglia di presentare in triplice copia di cui n.1 timbrata dall Ufficio PROTOCOLLO da

Dettagli

La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto!

La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto! La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto! Umido Plastica e Lattine Carta e Cartone Secco non riciclabile Vetro (bianco e colorato) Farmaci scaduti Pile Legno Umido I rifiuti umidi vanno conferiti

Dettagli

MINI-ESCAVATORE. ViO20-4. 2230/2335 kg. Call for Yanmar solutions

MINI-ESCAVATORE. ViO20-4. 2230/2335 kg. Call for Yanmar solutions MINI-ESCAVATORE 2230/2335 kg Call for Yanmar solutions COMPATTEZZA Il è un mini-escavatore con sporgenza posteriore realmente nulla. Il contrappeso e la parte posteriore del telaio superiore della macchina

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Viabilità Via Frà Guittone, 10 52100 Arezzo Telefono +39 0575 3354272 Fax +39 0575 3354289 E-Mail rbuffoni@provincia.arezzo.it Sito web www.provincia.arezzo.it C.F. 80000610511 P.IVA 00850580515 AVVISO

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

REGO OLAMENTO FUI Regolamento disciplinante

REGO OLAMENTO FUI Regolamento disciplinante REGOLAMENTO FUI anni termici 2014-2016 Regolamento disciplinante le procedur re concorsuali per l individuazione dei fornitori i di ultima istanza di gass naturale per il periodo 1 ottobre 2014-30 settembre

Dettagli

2.2. Il modello di denuncia e la documentazione

2.2. Il modello di denuncia e la documentazione 2.2. Il modello di denuncia e la documentazione Per tutte le opere e gli interventi sottoposti a denuncia e sull intero territorio regionale, la denuncia è redatta ai sensi dell art. 93 del D.P.R. 380/2001

Dettagli

MANUALE RADIOCOMANDO SY250 IDRO STD3 2ways2

MANUALE RADIOCOMANDO SY250 IDRO STD3 2ways2 MANUALE RADIOCOMANDO SY250 IDRO STD3 2ways2 Pag. 1 / 10 SOMMARIO: 1 INTRODUZIONE... 3 2 PANNELLO DI CONTROLLO... 4 2.1 I TASTI... 4 2.2 IL DISPLAY... 4 3 I MENU... 5 3.1 MODIFICA TERMOSTATO AMBIENTE RADIO...

Dettagli

ATTRIBUZIONE/AGGIORNAMENTO CLASSAMENTO CATASTALE. COMUNICAZIONE ADESIONE DEFINIZIONE AGEVOLATA I.C.I. art. 16 bis del regolamento comunale ICI

ATTRIBUZIONE/AGGIORNAMENTO CLASSAMENTO CATASTALE. COMUNICAZIONE ADESIONE DEFINIZIONE AGEVOLATA I.C.I. art. 16 bis del regolamento comunale ICI ATTRIBUZIONE/AGGIORNAMENTO CLASSAMENTO CATASTALE COMUNICAZIONE ADESIONE DEFINIZIONE AGEVOLATA ICI art 16 bis del regolamento comunale ICI Il sottoscritto Nato a il CF Residente a in via tel con riferimento

Dettagli

FPA PROGETTI. presentazione SRL VIA PALMANOVA 24 20132 MILANO TEL. +39 02.2360126 FAX +39 02.70639971

FPA PROGETTI. presentazione SRL VIA PALMANOVA 24 20132 MILANO TEL. +39 02.2360126 FAX +39 02.70639971 presentazione FPA PROGETTI SRL VIA PALMANOVA 24 20132 MILANO TEL. +39 02.2360126 FAX +39 02.70639971 1 1. DATI SOCIETÀ FPA PROGETTI SRL SEDE IN MILANO VIA PALMANOVA 24 20132 TEL.02/2360126 02/26681716

Dettagli

Interruttori di posizione precablati serie FA

Interruttori di posizione precablati serie FA Interruttori di posizione precablati serie FA Diagramma di selezione 01 08 10 11 1 15 1 0 guarnizione guarnizione esterna in esterna in gomma gomma AZIONATORI 1 51 5 54 55 56 5 leva leva regolabile di

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO

DOCUMENTO INFORMATIVO DOCUMENTO INFORMATIVO Redatto ai sensi dell art. 5 del Regolamento approvato dalla Consob con Delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, e successive modificazioni PROROGA DELLA FIDEIUSSIONE DA PARTE DELL AZIONISTA

Dettagli

CAPITOLATO/DISCIPLINARE

CAPITOLATO/DISCIPLINARE CAPITOLATO/DISCIPLINARE Il presente bando è finalizzato all acquisto di nr. 1 trattore stradale usato per traino semirimorchi da utilizzare per il servizio di trasporto RSU prodotti nel territorio del

Dettagli