Presidenza del Consiglio dei Ministri

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Presidenza del Consiglio dei Ministri"

Transcript

1 Presidenza del Consiglio dei Ministri SCUOLA SUPERIORE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Programma di Empowerment delle amministrazioni pubbliche del Mezzogiorno Corso avanzato Guidare con efficacia gli uomini nelle pubbliche amministrazioni: strumenti giuridici e manageriali Profili didattico-scientifici: il Progetto di dettaglio Aprile 2009

2 INDICE 1. Scenario di riferimento pag Obiettivi pag Destinatari pag Metodologia didattica pag Coordinamento scientifico e profilo dei docenti pag Programma di dettaglio pag Articolazione del corso pag Parte generale pag Parte speciale pag. 7 Pagina 2 di 8

3 Scenario di riferimento L evoluzione delle funzioni dello Stato (che da garante dell ordine pubblico si è trasformato in fornitore di servizi e gestore di infrastrutture) sta comportando, tra l altro, un lungo processo di riforma che, a partire dal 1992, ha condotto alla contrattualizzazione dei rapporti di lavoro alle dipendenze delle Pubbliche Amministrazioni, nonché alla privatizzazione dei poteri relativi alla gestione non solo di tali rapporti, ma anche dell organizzazione del lavoro e della c.d. microorganizzazione e costituisce, dal punto di vista giuridico, uno degli aspetti più significativi del più generale processo di modernizzazione dell azione della P. A. Di fronte agli adattamenti resi necessari dal più accentuato dimensionamento comunitario dell azione amministrativa, dal decentramento territoriale delle funzioni amministrative e dal rafforzamento delle competenze regionali, ma soprattutto davanti alle sfide poste dalla globalizzazione ed internazionalizzazione dei mercati e dall innovazione tecnologica, il legislatore ha ritenuto indispensabile il superamento di un assetto giuridico fondato sulla pubblicizzazione di quest area di rapporti e poteri. Tale assetto, infatti, è stato ritenuto foriero non soltanto di ingiustificate differenziazioni con il mondo del lavoro privato, ma anche di insostenibili rigidità burocratiche; dunque, inadeguato alle complesse e più sofisticate funzioni che devono essere svolte da una moderna amministrazione (e perciò dai lavoratori da essa dipendenti). L assoggettamento al diritto privato dei rapporti di lavoro e degli atti dirigenziali di gestione dei medesimi rapporti e degli uffici di assegnazione, ha costituito la scelta cui è stato affidato, in larga misura, il compito di accrescere l efficienza e l efficacia dell azione amministrativa, grazie all eliminazione degli attriti che il regime pubblicistico ha in passato sviluppato sul piano della regolazione e della gestione dei rapporti di lavoro e della stessa organizzazione delle strutture. Nella logica complessiva della riforma un ruolo centrale è stato assegnato, in particolare, ai dirigente ai quali è stato affidato il compito di gestire le grandi novità derivanti dalla riforma sul piano dei rapporti collettivi ed individuali di lavoro. Queste profonde modificazioni del mondo del lavoro pubblico sono entrate ormai in larga misura a far parte del bagaglio conoscitivo dei dipendenti pubblici che hanno vissuto direttamente l intero processo di riforma, abituandosi progressivamente al mutamento del regime giuridico che ne regolava i rapporti. E tuttavia vi è del pari Pagina 3 di 8

4 una diffusa consapevolezza sulle difficoltà inerziali che si sono frapposte fino ad oggi alla piena attuazione dei principi e finalità sottesi alla riforma. Non v è dunque da meravigliarsi se dopo i numerosi interventi correttivi del legislatore degli scorsi anni è attualmente sul tavolo un ulteriore progetto riformatore, delineato nella recente legge delega n. 15 del 2009, il quale si fonda su alcuni punti nodali: ridefinizione del sistema di relazioni sindacali e contrattuali; intensificazione dei poteri del dirigente in materia di gestione dell organizzazione di lavoro e degli uffici di assegnazione, con reciproco ampliamento delle relative responsabilità; messa a punto di un generale ed articolato sistema di valutazione delle strutture, dei dirigenti e dei dipendenti, che abbia fondamentale rilievo anche sul piano delle carriere e delle retribuzioni; rafforzamento della disciplina del lavoro, soprattutto in prospettiva dissuasiva di fenomeni di disaffezione al lavoro. Di questi profili riformatori, la cui messa a punto e nella mani del Governo che dovrà provvedervi nei prossimi mesi con l emanazione dei decreti delegati si tratterà ampiamente nell ambito del corso, il quale anzi, sin dalla sua progettazione, è stato pensato in funzione delle prevedibili novità. In conclusione, il corso avanzato si propone, appunto, di fornire una risposta articolata alle esigenze formative di coloro che sono direttamente coinvolti nella gestione del personale nelle pubbliche amministrazioni, offrendo loro l occasione per un approfondimento delle tematiche del lavoro pubblico insieme con una migliore conoscenza degli strumenti giuridici finalizzati alla gestione medesima. 2. Obiettivi Obiettivo generale del corso avanzato è fornire ai dirigenti pubblici e funzionari apicali una formazione sia teorica (sapere) che operativa (saper fare) in materia di guida degli uomini. Questo comporta l acquisizione di saperi e di saper fare sia giuridici che tecnico-manageriali. Verranno forniti strumenti per decodificare ed operare nella lunga transizione che la nostra dirigenza pubblica sta vivendo. Gli obiettivi possono essere riassunti schematicamente come segue: Saperi da acquisire; o Le funzioni dirigenziali e loro configurazioni nei diversi ambienti o Le funzioni dirigenziali nella PA italiana Pagina 4 di 8

5 o La guida degli uomini come funzione cruciale di direzione o Gli strumenti giuridici a disposizione del dirigente pubblico italiano Saper fare da acquisire: o Organizzare il lavoro e organizzare le risorse umane o Utilizzare gli spazi offerti dalla legge e dalla contrattazione o Guidare gli uomini o L uso dei meccanismi incentivanti o La gestioni del tempo e dell orario o L orario nella legge e nella contrattazione 3. Destinatari Il corso avanzato è rivolto a dirigenti di prima e seconda fascia nonché a funzionari apicali (sia collocati in posizioni di staff che in posizioni di line) delle pubbliche amministrazioni i cui uffici operano nelle regioni Obiettivo 1. E richiesto il diploma di laurea, preferibilmente in Giurisprudenza, Economia o Scienze Politiche. 4. Metodologia didattica Trattandosi di partecipanti esperienziati si adotterà un approccio interattivo che partirà dall esperienza dei partecipanti stessi. Si farà anche ampio uso di casi e di esercitazioni al fine di far acquisire ai partecipanti le capacità operative di base. 5. Coordinamento scientifico e profilo dei docenti La direzione del corso avanzato è affidata ad un gruppo di progettazione composto dal prof. Umberto Carabelli, professore ordinario di diritto del lavoro all Università degli studi di Bari, nonché docente della SSPA per la materia Mercato del lavoro e relazioni sindacali e dal prof. Massimo Balducci, professore associato di teoria dell organizzazione all Università degli studi di Firenze già docente della SSPA per la materia European Public Management. La docenza d aula sarà erogata da un mix di docenti universitari, dirigenti pubblici e privati nonché liberi professionisti. Pagina 5 di 8

6 6. Programma di dettaglio 6.1 Articolazione del corso Il programma del corso avanzato si svilupperà su 2 moduli, per complessive 128 ore di didattica, distribuite in 20 giornate d aula, ciascuna di 6 ore (4 mattutine e 2 pomeridiane), oltre che 2 Tavole rotonde di 4 ore ciascuna. Elenco dei moduli: 1. Parte generale (36 ore + 4 ore tavola rotonda) 2. Parte speciale (84 ore + 4 ore tavola rotonda) Per ciascuna edizione del corso avanzato saranno costituite classi di non più di 25 partecipanti. Ciascuna classe sarà seguita da un tutor con il compito di interagire con gli uffici amministrativi delle sedi di svolgimento del corso avanzato per quanto concerne l accoglienza dei partecipanti, la gestione di esigenze, problemi e regole di comportamento, rilevando il clima d aula, il tipo di partecipazione, il grado di interesse e soddisfazione degli allievi, fornendo nel corso avanzato dell attività un feed-back costante Modulo Parte Generale (36 ore 6 gg.) + tavola rotonda (4 ore 1 g.) (1ª giornata) Contrattualizzazione e privatizzazione del lavoro pubblico: le fonti di regolazione del rapporto. Potere politico e autonomia dirigenziale: i poteri gestionali del dirigente sulla micro-organizzazione e sui rapporti di lavoro. Il confronto con il sindacato (2ª giornata) Modelli alternativi e concorrenti di gestione delle risorse umane (3ª giornata) Il rapporto di lavoro dirigenziale. Le diverse responsabilità del dirigente. La valutazione dei risultati Pagina 6 di 8

7 (4ª giornata) Saper far fare: dirigere per fare cosa, come quando (5ª giornata) Il sistema di rappresentanza e di contrattazione collettiva nel settore pubblico: cenni generali. La relazioni sindacali in sede decentrata: contrattazione collettiva integrativa e forme diverse di partecipazione sindacale. Casistica negoziale (6 ª giornata) La negoziazione: un processo infinito, dal quotidiano alla contrattazione sindacale (7 ª giornata) Tavola Rotonda Mission del dirigente pubblico e approccio manageriale Modulo Parte Speciale (84 ore 14 gg.) + tavola rotonda (4 ore 1 g.) (1ª giornata) Dotazioni organiche e reclutamento. Mobilità, concorsi, progressioni verticali e orizzontali (2ª giornata) La formazione dei dipendenti nella disciplina legale e in quelle contrattuali (3ª giornata) La misurazione del fabbisogno quantitativo e qualitativo nell organizzazione delle P.A. (4ª giornata) La gestione delle competenze e la formazione (5ª giornata) L utilizzazione professionale del lavoratore: inquadramento contrattuale e mutamento mansioni (6 ª giornata) Distribuzione dei compiti e organizzazione del lavoro (7 ª giornata) La retribuzione base e quella integrativa. Retribuzione di risultato: ricompensare la produttività Pagina 7 di 8

8 (8ª giornata) Leadership, motivazione e incentivi (9ª giornata) Il tempo di lavoro (Orario, pause, riposi, ferie). Orario di lavoro, orario di servizio, orario di apertura al pubblico (10ª giornata) Time management e autorganizzazione (11ª giornata) Mobbing e relazioni di lavoro (12ª giornata) Il mobbing e la tutela della persona. Le responsabilità datoriali (13ª giornata) Il ruolo della disciplina del lavoro dal punto di vista della gestione delle risorse umane (14ª giornata) Disciplina del lavoro ed potere disciplinare. Procedure e sanzioni (15ª giornata) Tavola rotonda Come si può migliorare la gestione del personale nelle pubbliche amministrazioni? Per informazioni sul corso: Servizio per la Formazione avanzata e per i Progetti speciali Sig.ra Rita Pollara Via dei Robilant, ROMA Tel. 06 / /328 Fax 06 / /367 Pagina 8 di 8

MASTER UNIVERSITARIO di II livello in Gestione del Lavoro nelle Pubbliche Amministrazioni

MASTER UNIVERSITARIO di II livello in Gestione del Lavoro nelle Pubbliche Amministrazioni dipartimento di scienze politiche MASTER UNIVERSITARIO di II livello in Gestione del Lavoro nelle Pubbliche Amministrazioni VI edizione A.A. 2014/2015 Nota: per le modalità concorsuali, si prega cortesemente

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO di II livello in Gestione del Lavoro nelle Pubbliche Amministrazioni

MASTER UNIVERSITARIO di II livello in Gestione del Lavoro nelle Pubbliche Amministrazioni dipartimento di scienze politiche MASTER UNIVERSITARIO di II livello in Gestione del Lavoro nelle Pubbliche Amministrazioni V edizione A.A. 2013/2014 Nota: per le modalità concorsuali, si prega cortesemente

Dettagli

FORMAZIONE AVANZATA. Il dirigente pubblico e la gestione del personale: gli strumenti giuridici e manageriali

FORMAZIONE AVANZATA. Il dirigente pubblico e la gestione del personale: gli strumenti giuridici e manageriali FORMAZIONE AVANZATA Il dirigente pubblico e la gestione del personale: gli strumenti giuridici e manageriali Scenario di riferimento L amministrazione pubblica italiana ha conosciuto, nel corso degli ultimi

Dettagli

La gestione delle risorse umane nel pubblico impiego dopo la riforma della P.A. (D.L. n.90 del 2014 e Disegno di legge delega S1577)

La gestione delle risorse umane nel pubblico impiego dopo la riforma della P.A. (D.L. n.90 del 2014 e Disegno di legge delega S1577) FORMAZIONE AVANZATA La gestione delle risorse umane nel pubblico impiego dopo la riforma della P.A. (D.L. n.90 del 2014 e Disegno di legge delega S1577) 1. Scenario di riferimento La formazione del personale

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per lo Sviluppo e la Competitività del Turismo Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per lo Sviluppo e la Competitività del Turismo Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per lo Sviluppo e la Competitività del Turismo Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Corso di alta formazione Manager per l innovazione turistica

Dettagli

Corso La gestione informatica dei documenti

Corso La gestione informatica dei documenti Presidenza del Consiglio dei Ministri SCUOLA SUPERIORE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Programma di Empowerment delle amministrazioni pubbliche del Mezzogiorno Corso La gestione informatica dei documenti

Dettagli

Corso Federalismo e fiscalità locale

Corso Federalismo e fiscalità locale Ministero per la pubblica amministrazione e l'innovazione Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Programma di Empowerment delle amministrazioni pubbliche del Mezzogiorno Corso Profili didattico-scientifici

Dettagli

Corso Federalismo e fiscalità locale

Corso Federalismo e fiscalità locale Presidenza del Consiglio dei Ministri SCUOLA SUPERIORE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Programma di Empowerment delle amministrazioni pubbliche del Mezzogiorno Corso Federalismo e fiscalità locale Profili

Dettagli

L esperienza dell Università di Bologna

L esperienza dell Università di Bologna PON GOVERNANCE E AZIONI DI SISTEMA ASSE E Capacità Istituzionale Obiettivo specifico 5.1 Performance PA Linea 2 WEBINAR Ciclo delle Performance nelle Università: La programmazione della formazione e il

Dettagli

23 Ciclo di attività formative per nuovi dirigenti pubblici

23 Ciclo di attività formative per nuovi dirigenti pubblici PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI SCUOLA NAZIONALE DELL AMMINISTRAZIONE SERVIZIO FORMAZIONE INIZIALE 23 Ciclo di attività formative per nuovi dirigenti pubblici OBIETTIVI La SNA ha rinnovato la struttura

Dettagli

Accordo SNA -CRUI- COINFO

Accordo SNA -CRUI- COINFO Accordo SNA -CRUI- COINFO Corso specialistico per Responsabili e Referenti Anticorruzione nelle Università Programma di dettaglio INDICE 1. Premessa...3 2. Obiettivi...3 3. Destinatari...4 4. Coordinamento

Dettagli

Indice. Prefazione PARTE PRIMA LE FONDAZIONI DI PARTECIPAZIONE NELLE STRATEGIE COLLABORATIVE TRA AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE ED IMPRESE

Indice. Prefazione PARTE PRIMA LE FONDAZIONI DI PARTECIPAZIONE NELLE STRATEGIE COLLABORATIVE TRA AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE ED IMPRESE Indice Prefazione XI PARTE PRIMA LE FONDAZIONI DI PARTECIPAZIONE NELLE STRATEGIE COLLABORATIVE TRA AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE ED IMPRESE Capitolo 1 Le partnership pubblico-privato nei nuovi modelli di gestione

Dettagli

Studio Staff R.U. S.r.l. Consulenti di Direzione REFERENZE AREA FORMAZIONE Nell ambito della propria strategia di crescita, lo Studio Staff R.U. ha da sempre riservato un ruolo importante alle attivitàdi

Dettagli

Delibera del Collegio dei Docenti. Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante

Delibera del Collegio dei Docenti. Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante Delibera del Collegio dei Docenti Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante Anno scolastico 2013/2014 IL COLLEGIO DEI DOCENTI VISTI CONSIDERATO ESAMINATE PRESO ATTO TENUTO CONTO

Dettagli

FORMAZIONE AVANZATA. Laboratorio sulla negoziazione

FORMAZIONE AVANZATA. Laboratorio sulla negoziazione FORMAZIONE AVANZATA Laboratorio sulla negoziazione 1. Scenario di riferimento Il ruolo manageriale nella Pubblica Amministrazione è notevolmente mutato negli ultimi anni, sia per l inserimento di sistemi

Dettagli

Finanza di progetto e partenariato pubblico privato

Finanza di progetto e partenariato pubblico privato All. A Presidenza del Consiglio dei Ministri SCUOLA SUPERIORE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Programma di Empowerment delle amministrazioni pubbliche del Mezzogiorno Corso Finanza di progetto e partenariato

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO di I livello in Gestione del Lavoro e delle Relazioni Sindacali

MASTER UNIVERSITARIO di I livello in Gestione del Lavoro e delle Relazioni Sindacali dipartimento di Giurisprudenza MASTER UNIVERSITARIO di I livello in Gestione del Lavoro e delle Relazioni Sindacali XII edizione A.A. 2014/2015 Nota: per le modalità concorsuali, si prega cortesemente

Dettagli

Indice. 1. La formazione nelle organizzazioni sanitarie-------------------------------------------------------3

Indice. 1. La formazione nelle organizzazioni sanitarie-------------------------------------------------------3 LEZIONE LA FORMAZIONE NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE DOTT.SSA MARIA ANTONIETTA DE LUCA Indice 1. La formazione nelle organizzazioni sanitarie-------------------------------------------------------3 1.1.

Dettagli

FORMAZIONE AVANZATA. Laboratorio sull orario di lavoro e time-management

FORMAZIONE AVANZATA. Laboratorio sull orario di lavoro e time-management FORMAZIONE AVANZATA Laboratorio sull orario di lavoro e time-management 1.Scenario di riferimento Il ruolo manageriale nella Pubblica Amministrazione è notevolmente mutato negli ultimi anni, sia per l

Dettagli

RICERCA, GESTIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE

RICERCA, GESTIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: Costo totale del corso a persona (EURO): Organismo di formazione: Caratteristiche del percorso formativo RICERCA, GESTIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE

Dettagli

Management dello sviluppo delle gestioni associate comunali

Management dello sviluppo delle gestioni associate comunali Corso di Alta Formazione Management dello sviluppo delle gestioni associate comunali Corso di Alta Formazione Formazione Permanente Milano, 24 ottobre - 29 novembre 2012 In collaborazione con: Finalità

Dettagli

ADDETTA E ADDETTO ALLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE

ADDETTA E ADDETTO ALLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE ADDETTA E ADDETTO ALLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE Aggiornato il 10 novembre 2009 1. CARTA D IDENTITÀ...2 2. CHE COSA FA...3 3. DOVE LAVORA...4 4. CONDIZIONI DI LAVORO...5 5. COMPETENZE...6 Che cosa deve

Dettagli

SETTIMANA DELLA RICERCA EUROPEA da lunedi 7 a venerdì 11 ottobre 2013

SETTIMANA DELLA RICERCA EUROPEA da lunedi 7 a venerdì 11 ottobre 2013 SETTIMANA DELLA RICERCA EUROPEA da lunedi 7 a venerdì 11 ottobre 2013 Firenze, Via della Condotta 12 nero Modulo I (Il sistema degli incentivi alla Ricerca) 7 ottobre Modulo II (Ingegneristica di Bandi

Dettagli

CURRICULUM VITAE LUCA SINIBALDI

CURRICULUM VITAE LUCA SINIBALDI CURRICULUM VITAE LUCA SINIBALDI Data di nascita: 31.01.1972 Luogo di nascita: Sulmona (AQ) Residenza: L Aquila Via dei Farnese, 6 Telefono ab: 06/890212040 DATI PERSONALI Cellulare. 349/5952909 Stato civile:

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO di I livello in Gestione del Lavoro e delle Relazioni Sindacali

MASTER UNIVERSITARIO di I livello in Gestione del Lavoro e delle Relazioni Sindacali dipartimento di Giurisprudenza MASTER UNIVERSITARIO di I livello in Gestione del Lavoro e delle Relazioni Sindacali XI edizione A.A. 2013/2014 Nota: per le modalità concorsuali, si prega cortesemente di

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato GELMINI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato GELMINI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 3423 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato GELMINI Delega al Governo per la promozione e l attuazione del merito nella società, nell

Dettagli

LA NUOVA DISCIPLINA DEL LAVORO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

LA NUOVA DISCIPLINA DEL LAVORO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI LA NUOVA DISCIPLINA DEL LAVORO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI Il legislatore, da quando nel 1992 ha dato vita alla privatizzazione-contrattualizzazione del pubblico impiego, si può dire che non abbia

Dettagli

ORGANIZZAZIONE, MANAGEMENT, INNOVAZIONE NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

ORGANIZZAZIONE, MANAGEMENT, INNOVAZIONE NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI Master universitario di II livello in ORGANIZZAZIONE, MANAGEMENT, INNOVAZIONE NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI a.a. 2011-2012 1. Finalità Il Master ha lo scopo di formare dirigenti e funzionari pubblici

Dettagli

Master Universitario di primo livello. Regolamento didattico

Master Universitario di primo livello. Regolamento didattico Università degli Studi di Perugia Dipartimento di Giurisprudenza Master Universitario di primo livello IN LEGISLAZIONE SCOLASTICA E MANAGEMENT PER LA NEGOZIAZIONE Regolamento didattico ART. 1 - ISTITUZIONE

Dettagli

SOCIAL MANAGER: esperto nella gestione delle organizzazioni No Profit e del Terzo Settore. Il progetto in breve

SOCIAL MANAGER: esperto nella gestione delle organizzazioni No Profit e del Terzo Settore. Il progetto in breve SOCIAL MANAGER: esperto nella gestione delle organizzazioni No Profit e del Terzo Settore Il progetto in breve Questo percorso formativo si propone di formare 25 persone in modo da aumentarne la capacità

Dettagli

IL Ministro per la pubblica amministrazione e l innovazione, Le Regioni, le Province e i Comuni, le Organizzazioni sindacali, concordano quanto segue.

IL Ministro per la pubblica amministrazione e l innovazione, Le Regioni, le Province e i Comuni, le Organizzazioni sindacali, concordano quanto segue. IL Ministro per la pubblica amministrazione e l innovazione, Le Regioni, le Province e i Comuni, le Organizzazioni sindacali, concordano quanto segue. La pubblica amministrazione è stata oggetto negli

Dettagli

Alternanza scuola e lavoro al Vittorio Veneto un ponte verso il futuro

Alternanza scuola e lavoro al Vittorio Veneto un ponte verso il futuro Alternanza scuola e lavoro al Vittorio Veneto un ponte verso il futuro 1 Laboratorio della conoscenza: scuola e lavoro due culture a confronto per la formazione 14 Novembre 2015 Alternanza scuola e lavoro

Dettagli

Formulazione, attuazione, monitoraggio e valutazione di piani e progetti finanziati dai fondi strutturali europei

Formulazione, attuazione, monitoraggio e valutazione di piani e progetti finanziati dai fondi strutturali europei Presidenza del Consiglio dei Ministri SCUOLA SUPERIORE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Programma di Empowerment delle amministrazioni pubbliche del Mezzogiorno Corso Formulazione, attuazione, monitoraggio

Dettagli

FONDI COMUNITARI E LORO UTILIZZAZIONE

FONDI COMUNITARI E LORO UTILIZZAZIONE FONDI COMUNITARI E LORO UTILIZZAZIONE Corso di formazione convenzionato da INPS per i dipendenti delle Amministrazioni pubbliche partecipanti al programma Valore P.A. A.A. 2015-2016 1. Finalità I Fondi

Dettagli

NETWORK MANAGEMENT e COPROGETTAZIONE dei SERVIZI

NETWORK MANAGEMENT e COPROGETTAZIONE dei SERVIZI NETWORK MANAGEMENT e COPROGETTAZIONE dei SERVIZI Master Universitario di II Livello, Anno Accademico 2014/2015 PERCHÉ QUESTO MASTER Le trasformazioni dei sistemi di welfare locale Nel corso degli ultimi

Dettagli

PIANO DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PER I VOLONTARI DELLA SARDEGNA

PIANO DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PER I VOLONTARI DELLA SARDEGNA 2016 PIANO DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PER I VOLONTARI DELLA SARDEGNA LA FORMAZIONE...Una formazione che accolga la persona nella sua unicità ed unitarietà, formazione di uomini e donne solidali, una

Dettagli

Corso di Alta Formazione per il management di Impresa Sociale (CAFIS)

Corso di Alta Formazione per il management di Impresa Sociale (CAFIS) Corso di Alta Formazione per il management di Impresa Sociale (CAFIS) GIAN LUIGI BULSEI Università del Piemonte Orientale Investire in formazione: l esperienza del CAFIS Perché il CAFIS Fornire un supporto

Dettagli

[A] Descrizione generale del percorso formativo (formazione formale e non formale) Stai visualizzando il I anno

[A] Descrizione generale del percorso formativo (formazione formale e non formale) Stai visualizzando il I anno Società: WEB GATE SRL Sede Legale VIA F. TURATI, 29 - GRUMO NEVANO (NA) C.F.-P.I. 05245101216 Apprendista: DOGNAZZI MATTIA Residente in VIA DEL FORTE TIBURTINO, 162 - ROMA Nato a ROMA Il 10/08/1993 C.F.

Dettagli

MACROSETTORE RISTORAZIONE, ALIMENTAZIONE E DISTRIBUZIONE

MACROSETTORE RISTORAZIONE, ALIMENTAZIONE E DISTRIBUZIONE MACROSETTORE RISTORAZIONE, ALIMENTAZIONE E DISTRIBUZIONE 1 LIVELLO BASE (prima annualità) 2 Competenze relazionali - Esprimersi in lingua italiana in forma corretta ed adeguata rispetto al contesto di

Dettagli

( Decreto Legislativo 150/09 Decreto Brunetta) TITOLO I: Principi generali ( articoli 11 e 28 del d.lgs. 150/09)

( Decreto Legislativo 150/09 Decreto Brunetta) TITOLO I: Principi generali ( articoli 11 e 28 del d.lgs. 150/09) Regolamento di disciplina della misurazione, valutazione e trasparenza della performance ( Decreto Legislativo 150/09 Decreto Brunetta) Il presente Regolamento è assunto ai sensi degli artt. 16 e 31 del

Dettagli

COMUNE DI MONTEBELLO JONICO

COMUNE DI MONTEBELLO JONICO COMUNE DI MONTEBELLO JONICO CAPO X SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DEL PERSONALE ART.57 -FINALITA DEL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DEL PERSONALE 1. Le disposizioni contenute nel presente Titolo

Dettagli

LA VALUTAZIONE DEL PERSONALE NEGLI ENTI LOCALI

LA VALUTAZIONE DEL PERSONALE NEGLI ENTI LOCALI LA VALUTAZIONE DEL PERSONALE NEGLI ENTI LOCALI Premesse e riferimenti normativi La valutazione del personale, che costituisce un processo centrale nell ambito del management pubblico, ha registrato negli

Dettagli

Executive Master Ges e t s io i n o e n e d e d l e l l e l e R is i o s r o se s e U ma m n a e

Executive Master Ges e t s io i n o e n e d e d l e l l e l e R is i o s r o se s e U ma m n a e Executive Master in Gestione delle Risorse Umane Le persone, a tutti i livelli, costituiscono l'essenza dell'organizzazione, ed il loro pieno coinvolgimento consente di mettere le loro abilità al servizio

Dettagli

Corso RISORSE UMANE a 360 con La Selezione L Amministrazione - Il Cedolino Lo Sviluppo Le Relazioni Sindacali

Corso RISORSE UMANE a 360 con La Selezione L Amministrazione - Il Cedolino Lo Sviluppo Le Relazioni Sindacali Corso RISORSE UMANE a 360 con La Selezione L Amministrazione - Il Cedolino Lo Sviluppo Le Relazioni Sindacali 1. Premessa Il Corso RISORSE UMANE nasce dal risultato di un attento e preciso studio sulle

Dettagli

SCUOLE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

SCUOLE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ALLEGATI SCUOLE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE SCUOLA SUPERIORE DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE La Scuola Superiore dell Economia e delle Finanze (SSEF) è la Scuola nazionale per la formazione del personale

Dettagli

MANAGER DELLA SICUREZZA INTEGRATA

MANAGER DELLA SICUREZZA INTEGRATA Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: Costo totale del corso a persona (EURO): Organismo di formazione: Caratteristiche del percorso formativo MANAGER DELLA SICUREZZA INTEGRATA Corsi di specializzazione

Dettagli

POLITICA DELLA FORMAZIONE DEL PERSONALE CIVILE

POLITICA DELLA FORMAZIONE DEL PERSONALE CIVILE POLITICA DELLA FORMAZIONE DEL PERSONALE CIVILE 1. Che cos è la formazione La formazione è il processo attraverso il quale si educano, si migliorano e si indirizzano le risorse umane affinché personale

Dettagli

REV. 6 PAG. 1/6 MANUALE INFORMATIVO

REV. 6 PAG. 1/6 MANUALE INFORMATIVO REV. 6 PAG. 1/6 MANUALE INFORMATIVO MANUALE INFORMATIVO REV. 6 PAG. 2/6 1 PRESENTAZIONE DEL CONSORZIO Il Consorzio Multisettoriale Piemontese, nuova denominazione del Consorzio Aziende Metalmeccaniche

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE, L AGGIORNAMENTO ED I CREDITI FORMATIVI DEL PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE, L AGGIORNAMENTO ED I CREDITI FORMATIVI DEL PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE, L AGGIORNAMENTO ED I CREDITI FORMATIVI DEL PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO Premessa L Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia considera la formazione e l aggiornamento

Dettagli

Laureati o laureandi di primo o secondo livello, diplomati di laurea del vecchio ordinamento, interessati a sviluppare competenze specifiche nell

Laureati o laureandi di primo o secondo livello, diplomati di laurea del vecchio ordinamento, interessati a sviluppare competenze specifiche nell Chi? Laureati o laureandi di primo o secondo livello, diplomati di laurea del vecchio ordinamento, interessati a sviluppare competenze specifiche nell area delle Risorse Umane. Giovani professionisti che

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MASTER DI PRIMO LIVELLO IN DIRITTO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE 1

REGOLAMENTO DEL MASTER DI PRIMO LIVELLO IN DIRITTO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE 1 REGOLAMENTO DEL MASTER DI PRIMO LIVELLO IN DIRITTO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE 1 Art. 1. FINALITA Presso la Facoltà di Giurisprudenza dell Università di Trieste è istituito il Master Universitario

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Cognome / Nome Indirizzo Telefono Fax E-mail Cittadinanza italiana Mobile Data di nascita 2 settembre 1953 Sesso M Esperienza professionale Date DAL 01-04-2008

Dettagli

Relazione del Presidente della Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione, Professor Giovanni Tria

Relazione del Presidente della Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione, Professor Giovanni Tria DISPA Meeting of Directors of School and Institutes of Public Administration The role of Public management training in the current economic situation Madrid, 27 e 28 maggio 2010 Relazione del Presidente

Dettagli

Direzione Formazione Professionale Lavoro

Direzione Formazione Professionale Lavoro Direzione Formazione Professionale Lavoro DIRETTIVA BIENNALE "RAFFORZAMENTO LAUREE PROF. DI I LIVELLO - MODELLI Pagina 1 MODELLO A (Azioni C1.1.2 1 - C3.2.1 - E1.7.1A) SCHEDA DESCRITTIVA ITER FORMATIVO

Dettagli

XII Edizione GESTIONE DELLE RISORSE UMANE

XII Edizione GESTIONE DELLE RISORSE UMANE MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO Anno Accademico 2015 2016 XII Edizione GESTIONE DELLE RISORSE UMANE DIRETTORE: Prof.ssa Paula Benevene VICE DIRETTORE: Dott. Emiliano Maria Cappuccitti COORDINAMENTO

Dettagli

Il catalogo MARKET. Mk6 Il sell out e il trade marketing: tecniche, logiche e strumenti

Il catalogo MARKET. Mk6 Il sell out e il trade marketing: tecniche, logiche e strumenti Si rivolge a: Forza vendita diretta Agenti Responsabili vendite Il catalogo MARKET Responsabili commerciali Imprenditori con responsabilità diretta sulle vendite 34 di imprese private e organizzazioni

Dettagli

Cantiere formativo territoriale Associazione Intercomunali delle Valli delle Dolomiti friulane verso l Unione

Cantiere formativo territoriale Associazione Intercomunali delle Valli delle Dolomiti friulane verso l Unione Cantiere formativo Riordino del sistema regione Autonomie Locali del Friuli Venezia Giulia Cantiere formativo territoriale Associazione Intercomunali delle Valli delle Dolomiti friulane verso l Unione

Dettagli

INPS (attualmente in comando presso l Ente Roma Capitale) Direttore del Dipartimento Organizzazione e Risorse Umane dell Ente Roma Capitale

INPS (attualmente in comando presso l Ente Roma Capitale) Direttore del Dipartimento Organizzazione e Risorse Umane dell Ente Roma Capitale C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data e luogo di nascita Qualifica Amministrazione Incarico attuale Laura Benente 15 luglio 1966 - Torino Dirigente Telefono 0667104831 E-mail INPS

Dettagli

Percorso formativo rivolto al personale dell Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia appartenente all Area II

Percorso formativo rivolto al personale dell Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia appartenente all Area II Percorso formativo rivolto al personale dell Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia appartenente all Area II 1. Premesse Lo scenario di riferimento Il profondo mutamento del panorama normativo posto

Dettagli

MACROSETTORE DISTRIBUZIONE NO FOOD

MACROSETTORE DISTRIBUZIONE NO FOOD MACROSETTORE DISTRIBUZIONE NO FOOD 1 LIVELLO BASE (prima annualità) 2 Competenze relazionali - Esprimersi in lingua italiana in forma corretta ed adeguata rispetto al contesto di riferimento e nelle situazioni

Dettagli

Prefazione del prof. Edoardo GHERA Ordinario di diritto del Lavoro dell Università La Sapienza di Roma

Prefazione del prof. Edoardo GHERA Ordinario di diritto del Lavoro dell Università La Sapienza di Roma Prefazione del prof. Edoardo GHERA Ordinario di diritto del Lavoro dell Università La Sapienza di Roma Il rapporto di lavoro pubblico attraverso i contratti. Il titolo indica con chiarezza il contenuto

Dettagli

prof. Andrea Messeri docente Università degli Studi di Siena

prof. Andrea Messeri docente Università degli Studi di Siena prof. Andrea Messeri docente Università degli Studi di Siena UNIVERSITÀ, SCUOLE E ORIENTAMENTO IN ITALIA intervento al convegno Essenzialità dell Orientamento per il Futuro dei Giovani, Orvieto 9 11 dicembre

Dettagli

FORMAZIONE AVANZATA. Diritto internazionale della cooperazione economica

FORMAZIONE AVANZATA. Diritto internazionale della cooperazione economica FORMAZIONE AVANZATA Diritto internazionale della cooperazione economica Indice 1. Scenario di riferimento 2. Obiettivi didattici 3. I destinatari 4. Coordinamento scientifico 5. Programma di dettaglio

Dettagli

Corso RISORSE UMANE a 360 con La Selezione L Amministrazione - Il Cedolino Lo Sviluppo Le Relazioni Sindacali

Corso RISORSE UMANE a 360 con La Selezione L Amministrazione - Il Cedolino Lo Sviluppo Le Relazioni Sindacali Corso RISORSE UMANE a 360 con La Selezione L Amministrazione - Il Cedolino Lo Sviluppo Le Relazioni Sindacali 1. Premessa Il Corso RISORSE UMANE nasce dal risultato di un attento e preciso studio sulle

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. ORSINI ROBERTO Data di nascita 04/02/1964

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. ORSINI ROBERTO Data di nascita 04/02/1964 INFORMAZIONI PERSONALI Nome ORSINI ROBERTO Data di nascita 04/02/1964 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio II Fascia CONSIGLIO DI STATO Dirigente - UFFICIO SERVIZIO

Dettagli

7. SCUOLA SUPERIORE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE LOCALE

7. SCUOLA SUPERIORE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE LOCALE SCHEDE DESCRITTIVE DELLE SCUOLE E DEGLI ORGANISMI FORMATIVI PER LA PA ALLEGATO I 7. SCUOLA SUPERIORE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE LOCALE La legge 127/97 ha istituito unitamente l Agenzia per la Gestione

Dettagli

Essere Comandanti di Polizia locale Percorso di Specializzazione dell Accademia di Polizia locale

Essere Comandanti di Polizia locale Percorso di Specializzazione dell Accademia di Polizia locale ACCADEMIA PER UFFICIALI E SOTTUFFICIALI DI POLIZIA LOCALE Essere Comandanti di Polizia locale Percorso di Specializzazione dell Accademia di Polizia locale Codice APL3003/AE Sede: Colonia Enrichetta, Via

Dettagli

Dialogare con il cliente esterno ed interno per un miglior servizio al cittadino. Giusi Miccoli - Amministratore Unico ASAP

Dialogare con il cliente esterno ed interno per un miglior servizio al cittadino. Giusi Miccoli - Amministratore Unico ASAP Dialogare con il cliente esterno ed interno per un miglior servizio al cittadino Giusi Miccoli - Amministratore Unico ASAP CHI È ASAP ASAP Società in house della Regione Lazio Finalità Formazione del personale

Dettagli

Scenari e strumenti per la gestione strategica delle risorse umane nel settore pubblico. Roma, 12 maggio 2004 Relazione di Gianfranco Rebora

Scenari e strumenti per la gestione strategica delle risorse umane nel settore pubblico. Roma, 12 maggio 2004 Relazione di Gianfranco Rebora Scenari e strumenti per la gestione strategica delle risorse umane nel settore pubblico Roma, 12 maggio 2004 Relazione di Gianfranco Rebora I poteri della dirigenza come datore di lavoro (Art. 5, comma

Dettagli

Accordo Regionale MMG del 24 aprile 2007 per il controllo della spesa;

Accordo Regionale MMG del 24 aprile 2007 per il controllo della spesa; 1. ANALISI DEL FABBISOGNO FORMATIVO La Regione Puglia, concentrata come molte altre Regioni sulla necessità di contenere i costi del settore sanitario intervenendo sugli assetti gestionali ed organizzativi,

Dettagli

Gestione, Sviluppo e Amministrazione delle Risorse Umane

Gestione, Sviluppo e Amministrazione delle Risorse Umane Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: Costo totale del corso a persona (EURO): Organismo di formazione: Caratteristiche del percorso formativo Gestione, Sviluppo e Amministrazione delle Risorse

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato CATANOSO GENOESE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato CATANOSO GENOESE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2473 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato CATANOSO GENOESE Disposizioni per l inquadramento di soggetti incaricati di funzione dirigenziale

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO IN DIRITTO ED ECONOMIA DELLE ACQUISIZIONI ED ALTRE OPERAZIONI DI FINANZA STRAORDINARIA REGOLAMENTO

MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO IN DIRITTO ED ECONOMIA DELLE ACQUISIZIONI ED ALTRE OPERAZIONI DI FINANZA STRAORDINARIA REGOLAMENTO DIPARTIMENTO DI SCIENZE GIURIDICHE MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO IN DIRITTO ED ECONOMIA DELLE ACQUISIZIONI ED ALTRE OPERAZIONI DI FINANZA STRAORDINARIA Art. 1 - Istituzione REGOLAMENTO PARTE PRIMA

Dettagli

Gestire e Valorizzare Persone e Professionalità nella Pa LEADERSHIP PROGRAMME. Corsi di Alta Formazione PREMESSA CONTENUTI

Gestire e Valorizzare Persone e Professionalità nella Pa LEADERSHIP PROGRAMME. Corsi di Alta Formazione PREMESSA CONTENUTI Gestire e Valorizzare Persone e Professionalità nella Pa LEADERSHIP PROGRAMME Corsi di Alta Formazione PREMESSA La LUM School of Management crede fermamente nel ruolo cruciale della formazione manageriale

Dettagli

AZIENDA SPECIALE PALAEXPO CODICE PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE E INSERIMENTO DI PERSONALE. Febbraio 2007

AZIENDA SPECIALE PALAEXPO CODICE PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE E INSERIMENTO DI PERSONALE. Febbraio 2007 AZIENDA SPECIALE PALAEXPO CODICE PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE E INSERIMENTO DI PERSONALE Febbraio 2007 SOMMARIO INTRODUZIONE...3 1. PRINCIPI GENERALI...3 2. REGOLE GENERALI DI

Dettagli

DIRIGENTE - comparto Regioni AA.LL. - a tempo indeterminato

DIRIGENTE - comparto Regioni AA.LL. - a tempo indeterminato C U R R I C U L U M V I T A E ANTONELLA PEDINI INFORMAZIONI PERSONALI Nome ANTONELLA PEDINI Data di nascita 31.01.1958 Qualifica Amministrazione DIRIGENTE - comparto Regioni AA.LL. - a tempo indeterminato

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA DIPARTIMENTO DI SCIENZE POLITICHE Corso di Laurea Magistrale in Scienze della Politica e del Governo TESI DI LAUREA in Management Pubblico FORMAZIONE E RECLUTAMENTO DEI

Dettagli

E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE

E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE Provincia di Palermo Sede legale: Prizzi Corso Umberto I Tel 091 8344507 Fax 091 8344507 Codice fiscale 97178810822 REGOLAMENTO RELATIVO AL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE Art. 1

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA MASTER I LIVELLOIN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A.

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA MASTER I LIVELLOIN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A. UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA MASTER I LIVELLOIN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A. 2009/2010 1 MASTER I LIVELLO MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI

Dettagli

Delibera del Collegio dei Docenti Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante

Delibera del Collegio dei Docenti Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante Delibera del Collegio dei Docenti Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante IL COLLEGIO DEI DOCENTI VISTO quanto previsto dalla Legge 107 del 13/07/2015 Riforma del sistema nazionale

Dettagli

MASTER I LIVELLO IN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A. 2012/2013

MASTER I LIVELLO IN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A. 2012/2013 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA MASTER I LIVELLO IN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A. 2012/2013 1 MASTER I LIVELLO MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI

Dettagli

Ente Parco Nazionale Area Contabilità e Finanza - ex VII qualifica funzionale

Ente Parco Nazionale Area Contabilità e Finanza - ex VII qualifica funzionale Apprendimento generale: Ente Parco Nazionale Area Contabilità e Finanza - ex VII qualifica funzionale metodi e strumenti di lavoro di tipo generale pubblica amministrazione e ambiente processi di lavoro

Dettagli

LINEE COMUNI DI ORIENTAMENTO PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO DELLA SCUOLA

LINEE COMUNI DI ORIENTAMENTO PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO DELLA SCUOLA LINEE COMUNI DI ORIENTAMENTO PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO DELLA SCUOLA Per la piena contrattualizzazione del rapporto di lavoro. Il Contratto come diritto dei lavoratori riconosciuto dalla Costituzione.

Dettagli

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione.

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. La Compagnia Della Rinascita PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si

Dettagli

Convenzione SNA- CNR GIORNATE SEMINARIALI IN MATERIA DI ANTICORRUZIONE. Progetto didattico

Convenzione SNA- CNR GIORNATE SEMINARIALI IN MATERIA DI ANTICORRUZIONE. Progetto didattico Convenzione SNA- CNR GIORNATE SEMINARIALI IN MATERIA DI ANTICORRUZIONE Progetto didattico Destinatari L attività di formazione è rivolta al personale operante nelle aree di rischio del Consiglio Nazionale

Dettagli

RELAZIONI INDUSTRIALI E GESTIONE DELLE RISORSE UMANE NELLE AZIENDE DEL SETTORE CREDITIZIO-FINANZIARIO edizione 2015 ed edizione 2016

RELAZIONI INDUSTRIALI E GESTIONE DELLE RISORSE UMANE NELLE AZIENDE DEL SETTORE CREDITIZIO-FINANZIARIO edizione 2015 ed edizione 2016 Master universitario di II livello in RELAZIONI INDUSTRIALI E GESTIONE DELLE RISORSE UMANE NELLE AZIENDE DEL SETTORE CREDITIZIO-FINANZIARIO edizione 2015 ed edizione 2016 1. Finalità Il Master, promosso

Dettagli

FORMAZIONE AVANZATA SICOGE SISTEMA INTEGRATO DI CONTABILITA FINANZIARIA E ECONOMICO- PATRIMONIALE ANALITICA

FORMAZIONE AVANZATA SICOGE SISTEMA INTEGRATO DI CONTABILITA FINANZIARIA E ECONOMICO- PATRIMONIALE ANALITICA FORMAZIONE AVANZATA SICOGE SISTEMA INTEGRATO DI CONTABILITA FINANZIARIA E ECONOMICO- PATRIMONIALE ANALITICA INDICE 1. Scenario di riferimento pag. 3 2. Obiettivi pag. 3 3. Destinatari pag. 3 4. Coordinamento

Dettagli

La cultura della qualita come risorsa dell organizzazione. I bilanci di competenze. Donne e lavoro: professionalita, competenza e leadership

La cultura della qualita come risorsa dell organizzazione. I bilanci di competenze. Donne e lavoro: professionalita, competenza e leadership Piano didattico del Corso di formazione Donne, politica e istituzioni III edizione 2 anno (2012/2013) La cultura della qualita come risorsa dell organizzazione. I bilanci di competenze. Donne e lavoro:

Dettagli

Piano di Formazione 2013

Piano di Formazione 2013 Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca Dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali Direzione Generale per le Risorse Umane del Ministero,

Dettagli

Seminario informativo sulle modalità di gestione della piattaforma informativa in favore degli sportellisti e mediatori culturali (durata 12 ore).

Seminario informativo sulle modalità di gestione della piattaforma informativa in favore degli sportellisti e mediatori culturali (durata 12 ore). Re.T.I. Reti territoriali informative per l integrazione FEI 2013 Azione 5 PROG -106412 Seminario informativo sulle modalità di gestione della piattaforma informativa in favore degli sportellisti e mediatori

Dettagli

LA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE NELL ENTE LOCALE

LA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE NELL ENTE LOCALE Servizio Sviluppo risorse umane e Servizio Decentramento e Assistenza amministrativa ai piccoli Comuni Piano di formazione pluriennale per i dipendenti dei Comuni e delle Comunità Montane della Provincia

Dettagli

ForIndLog. Miglioramento della capacità di ricerca ed innovazione delle risorse umane nell ambito della Logistica e del Trasporto

ForIndLog. Miglioramento della capacità di ricerca ed innovazione delle risorse umane nell ambito della Logistica e del Trasporto ForIndLog Miglioramento della capacità di ricerca ed innovazione delle risorse umane nell ambito della Logistica e del Trasporto Fondo Sociale Europeo Misura D.4 Miglioramento delle risorse umane nel settore

Dettagli

Libera Università Internazionale degli Studi Sociali Guido Carli

Libera Università Internazionale degli Studi Sociali Guido Carli Libera Università Internazionale degli Studi Sociali Guido Carli Facoltà di Giurisprudenza DOTTORATO DI RICERCA IN DIRITTO DEGLI AFFARI XXIII CICLO Gli obblighi giuridici di condivisione delle infrastrutture

Dettagli

L HR Business Partner rappresenta sempre più l evoluzione e la trasformazione del professionista delle Risorse Umane del futuro.

L HR Business Partner rappresenta sempre più l evoluzione e la trasformazione del professionista delle Risorse Umane del futuro. Contesto e Obiettivo Contesto L HR Business Partner rappresenta sempre più l evoluzione e la trasformazione del professionista delle Risorse Umane del futuro. Responsabile del Personale è HR Manager è

Dettagli

Proposta di Formazione Manageriale per il Comune di Barletta MAP

Proposta di Formazione Manageriale per il Comune di Barletta MAP Proposta di Formazione Manageriale per il Comune di Barletta MAP (ex corso Coperfel) I e II edizione Milano, ottobre 2009 Proposta N P/00/05 Spett.le Comune di Barletta Corso Vitt. Emanuele 94-70051 Barletta

Dettagli

Dirigente ASL I fascia - UOSD Gestione Amministrativa Attività Libero Professionale

Dirigente ASL I fascia - UOSD Gestione Amministrativa Attività Libero Professionale INFORMAZIONI PERSONALI Nome Santi Sabrina Data di nascita 28/11/1972 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia ASL DI RM/C Dirigente ASL I fascia - UOSD Gestione

Dettagli

PROGRAMMA FORMATIVO POLIZIA LOCALE 2015

PROGRAMMA FORMATIVO POLIZIA LOCALE 2015 DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA UFFICIO AUTONOMIE LOCALI E DECENTRAMENTO AMMINISTRATIVO PROGRAMMA FORMATIVO POLIZIA LOCALE 2015 COMITATO TECNICO CONSULTIVO PER LA POLIZIA LOCALE REGIONE BASILICATA

Dettagli

EDUCAZIONE DEGLI ADULTI

EDUCAZIONE DEGLI ADULTI EDUCAZIONE DEGLI ADULTI La proposta EDA, al fine di consentire una personalizzazione ed una differenziazione dei percorsi, è stata costruita secondo una logica modulare e flessibile, strutturata su un

Dettagli

Offerta formativa sperimentale d istruzione e formazione professionale nelle more dell emanazione dei decreti legislativi di cui alla legge 28 marzo

Offerta formativa sperimentale d istruzione e formazione professionale nelle more dell emanazione dei decreti legislativi di cui alla legge 28 marzo Offerta formativa sperimentale d istruzione e formazione professionale nelle more dell emanazione dei decreti legislativi di cui alla legge 28 marzo 2003, n.53 Criteri e procedure per la certificazione

Dettagli

IMPRENDITORIALITÀ E GENERAL MANAGEMENT - MIGEM

IMPRENDITORIALITÀ E GENERAL MANAGEMENT - MIGEM IMPRENDITORIALITÀ E GENERAL MANAGEMENT - MIGEM Master di I Livello - IX EDIZIONE - A.A. 2015-2016 Premessa Il MIGEM è dedicato a tutti coloro che sentono l esigenza di un programma formativo completo e

Dettagli