Getting Started... 3

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Getting Started... 3"

Transcript

1 Getting Started... 3 A chi è rivolto questo manuale...3 Struttura del documento...3 Connettersi al server Wildix...4 Impostazioni di rete... 4 Esempio di configurazione di rete:... 5 Rete:configurazione di default... 6 Connessione via seriale... 6 Impostazioni generali...7 Lingua... 7 Specificare l interno per registrazione/ascolto... 7 Codecs... 8 File Sonori...9 Musica di attesa... 9 Suoni Overview: Generalità sul sistema Concetti basilari...12 Derivati Gestione Account...14 Creazione account SIP Modifica account Single edit Multiedit Personal information multiedit Autoprovisioning...19 Configurazione generale Single edit autoprovisioning Multiset Autoprovisioning Configurazione e Accesso alle Features...23 Configurazione Features per singolo account Accesso Features Voic Campo lampade Call/Pick up group Trunks Connessione verso operatori Voip...28 Introduzione Risorse necessarie Utilizzo Connessione PSTN: BRI, PRI, FXO, POTS...31 Introduzione Procedura per gestire linee PSTN Connessione fra centralini Wildix...34 Introduzione Risorse necessarie Implementazione Piano Delle Chiamate Editor di contesti...38 Generalità... 38

2 Programmazione di un dialplan: fondamentali Comandi, variabili, macro Timetables...44 Creare una timetable Associare una timetable ad una numerazione Modificare lo stato di una Timetable da telefono Snom Digital Receptionist: IVR...47 Creazione Contesto per IVR Creazione dell IVR Associare l IVR ad una numerazione Code...54 Creare una coda Assegnare agenti ad una coda Usare una coda Esempi di Inbound Routing...56 Esempio 1: BRI+GSM su gruppo di utenti Esempio2: BRI+VOIP su IVR Esempi di Outbound Routing...60 Esempio 1: LCR chiamate verso mobile Requisiti Soluzione Esempio 2: Gruppi separati+ Voic Requisiti Soluzione Regole d oro per creare un dialplan...67 Copyright Statement...68

3 Getting Started A chi è rivolto questo manuale L obiettivo di questo manuale è fornire una guida pratica all installatore per la programmazione dell interfaccia WMS offrendo una panoramica delle funzionalità fornite e spiegando come esse si integrano sulla piattaforma asterisk. L introduzione dei concetti di stesura di un dialplan, trunking, codecs ecc., rende la lettura adatta anche ad un neofita con discrete competenze di informatica e networking che affronti per la prima volta il VoIP. La scrittura vuole essere asciutta e diretta e mi scuso con il lettore se in molti casi si sono preferite frasi all inglese brevi e ripetitive agli eleganti periodi più consoni alla nostra lingua ma facili alle ambiguità. Non può essere una guida completa alla casistica di configurazioni realizzabili con la WMS. Il Wildix Management System è infatti un sistema aperto che mantiene e traspone tutte le caratteristiche di asterisk aggiungendo features complesse al fine di semplificare e ridurre il lavoro di istallazione/manutenzione del sistema centralino. Struttura del documento Questo documento è diviso in cinque capitoli. Superato agevolmente il primo capitolo sulle impostazioni standard e le preferenze di sistema in generale, il secondo capitolo entra nel vivo dando una visione di insieme della soluzione e mostrando come interagiscono i vari elementi costituenti: accounts, trunks, dialplan. Nei capitoli successivi questi vengono sviluppati ed approfonditi ad uno ad uno e si danno progressivamente al lettore gli strumenti per operare in modo indipendente sulla propria soluzione in base alle esigenze specifiche.

4 Connettersi al server Wildix E possibile connettersi al server Wildix attraverso le interfacce di rete di cui dispone, oppure attraverso la porta seriale. Se si vuole configurare il centralino, si dovrà usare la prima modalità e ci si collegherà con un browser all indirizzo della macchina (consigliato Mozilla Firefox 1.5 o superiori). Impostazioni di rete Si acceda all interfaccia grafica WMS sull indirizzo di default specificato nel paragrafo impostazioni di default. Una volta collegati alla home page della WMS raggiungere il menu Sistema->Rete come mostrato in figura. Come si può vedere il menu contiene le seguenti sezioni:. 1) network interfaces: mostra le interfacce di rete correntemente attive.definire un interfaccia in questa sezione permette di attivarla sul sistema immediatamente ma ad un successivo boot della macchina, queste impostazioni vengono perse. E dunque possibile verificare le modifiche di rete effettuate prima di renderle permanenti. In caso di problemi, un riavvio della macchina permetterà di ritornare alle precedenti impostazioni. 2) Network interfaces at boot time: definire una interfaccia in questa sezione ne implica l attivazione al prossimo boot del sistema. Successivamente al boot l interfaccia comparirà inoltre nella lista delle network interfaces. Premendo apply network settings queste impostazioni diverranno attive (sezione network interfaces). 3) Routing and Gateways: permette di gestire il routing sulle interfaccie di rete, aggiungere, cancellare e modificare le rotte. 4) System name and Dns: consente di definire il nome della macchina e il/i server dns. 5) Hosts: consente di risolvere singolarmente degli indirizzi.la risoluzione di localhost è necessaria al funzionamento della wms

5 Esempio di configurazione di rete: Una buona soluzione per il sistema può essere utilizzare la porta LAN per collegare tutti i telefoni IP come client DHCP. In questo modo è anche possibile sfruttare l autoprovisioning per la configurazione dei telefoni se si utilizzano telefoni supportati (al momento in cui scrivo tutti gli Snom). La porta WAN può invece essere collegata ad un modem/router adsl per garantire connettività verso l esterno. Figure 7. System->network Se si utilizzano indirizzi statici non dimenticare di definire il gateway di default (rigorosamente uno ed uno solo). Allo scopo scegliere Add new route quindi: Inerface: Net: Mask: Gateway: <ipgateway>

6 Rete:configurazione di default I seguenti sono i parametri di default per le interfacce di rete del Wildix GW plus Eth0 WAN Configured as dhcp client interface Eth1 LAN Server Dhcp ADDRESS NETMASK interface RANGE Default access parameters Login: admin Password: wildix Connessione via seriale E possibile accedere alla console del Wildix GW via seriale con un normale cavo seriale usando le seguenti impostazioni: Baud Rate: Data bits: 8 Parità None Stop Bits 1 Flow Control None

7 Impostazioni generali Lingua Impostare in Sistema->preferenze->language ad italiano garantirà che di default tutte le impostazioni per la WMS risultino in italiano. Specificare l interno per registrazione/ascolto Per registrare/ascoltare i i messaggi sonori abbiamo bisogno di impostare un interno preposto a tal fine. Selezionare Sistema->Preferenze ed impostare l interno desiderato in Extension for recording. Ed il contesto a cui appartiene context for recording (tipicamente users). Nel nostro caso si è impostato l interno 204. In alcuni menu della WMS è possibile registrare ascoltare messaggi registrati. : laddove presente premere questo tasto per attivare una chiamata all interno di registrazione. All atto dlla risposta un beep sonoro segnalerà l inizio della fase di registrazione. : laddove presente premere questo tasto per attivare una chiamata all interno di registrazione. All atto della risposta si potrà ascoltare il messaggio

8 Codecs E importante verificare l abilitazione almeno dei principali codecs sul sistema. I codecs si abilitanoin diversi menu su più livelli in ordine di generalità: codecs disponibili sul sistema: parametri voip codifiche vocali codecs sul protocollo: parametri voip SIP (esempio) codecs sull account: parametro da impostare all interno di derivati I piu noti formati disponibili sono: Alaw : formato non compresso, da impostare ed utilizzarsi in rete locale ed in generale quando non si hanno problemi di banda. Occupa circa 80kb/s per comunicazione. Gsm,Ilbc: formati compressi senza licenza. Occupano poco meno di 30 Kb/s di banda g729: formato compresso con licenza. Occupa circa 25 Kb/s di banda.

9 File Sonori Questo menu raccoglie tutti I file sonori utilizzati da asterisk. Tutti i file sonori sono in formato gsm. Possono essere registrati utilizzando l estensione di riferimento per la registrazione dei suoni 1 oppure importati direttamente da Pc. I tipi supportati sono wav e mp3. Musica di attesa La musiche di attesa è si utilizzano in diverse situazioni. Esempi tipici sono le musiche di attesa per le code o le musiche di attesa durante il trasferimento di chiamata assistito. Dal nostro punto di vista esse sono delle cartelle (figura 10) nelle quali inserire uno o più files audio. E possibile scegliere due policy: Random: I files audio vengono riprodotti casualmente Sequenza: I files audio vengono riprodotti in sequenza Esempio: music on hold interno Sip Per definire come music on hold per l interno 200 la cartella defaults vi sono tre vie: 1) definire music on hold class = defaults fra i parametri Voip Sip generali e poi creare l interno 200. In questo caso tutti gli interni che si creeranno successivamente avranno di default defaults come cartella per la musica di attesa. 2) Definire direttamente i parametro music on hold= defaults fra i parametri avanzati nella definizione dell interno ) Chiamare la funzione SetMusicOnhold(defaults) all inizio del contesto a cui l interno 200 appartiene. In questo caso tutti gli interni appartennti a tale contesto avranno questa musica di attesa. Come si può notare solo il secondo metodo è veramente selettivo e ci permette di personalizzare la musica di attesa eventualmente per ciascun interno. 1 Vedi paragrafo relativo.

10 Figura 10

11 Suoni I file sonori sono utilizzati nella WMS per riprodurre messaggi verso l utente. Un applicazione classica è il messaggio al di fuori dell orario di ufficio. Nel dialplan è possibile utilizzarli attraverso la funzione PlayBack(percorso/nomefile) senza l estensione del file. I file sonori possono essere caricati oppure registrati utilizzando l interno preposto a tale scopo (cercare estensione per registrazione). I principali formati supportati sono mp3, wav, gsm.

12 Overview: Generalità sul sistema Concetti basilari Si immagini di avere una linea PSTN e di volerla utilizzare con dei telefoni IP. Queste due tecnologie sono diverse. Inoltre è necessaria una logica per instradare il flusso telefonico di tale linea. La soluzione Wildix garantisce un ponte fra le tecnologie PSTN e Voip e gli strumenti per realizzarlo secondo le proprie esigenze: SIP Di seguito per chiarire il funzionamento del sistema se ne descriveranno i blocchi logici fondamentali. Il primo blocco logico 2 è rappresentato dai trunks. I trunks (chiamati sulla WMS fasci di urbana) corrispondono alle connessioni del centralino Wildix verso e dall esterno. La WMS supporta trunks di tipo SIP ed IAX. Il secondo blocco logico fondamentale è rappresentato dalla 2 Il trunk verso una linea PSTN si appoggierà come approfondito nel capitolo trunks ad una scheda voip o ad un mediagateway. Per ora non ci preoccupiamo di questo aspetto.

13 programmazione. La programmazione permette di instradare le chiamate provenienti dai trunks verso i telefoni Ip e viceversa. Tale programmazione si chiama Dialplan o Piano delle chiamate. SIP All interno del piano delle chiamate è possibile distinguere degli elementi, i contesti. I contesti Possono essere visti come funzioni, cioè serie di istruzioni che definiscono il comportamento del flusso delle chiamate entranti (inbound routing) e delle chiamate uscenti (outbound routing). SIP Chiamate in ingresso Chiamate in uscita

14 Derivati Il menu derivati offre molti strumenti per creare, modificare ed associare ai telefoni gli account del sistema. Il menu si raggiunge dal pannello principale, come mostrato in figura: Fra le caratteristiche più interessanti offerte dalla WMS vi è sicuramente l autoprovisioning. L autoprovisioning è attualmente supportato per tutti i telefoni Snom e permette l autoconfigurazione dei dispositivi connessi al sistema. Gestione Account I telefoni Ip devono essere conosciuti al sistema per poter operare. Devono dunque registrarsi sul centralino come client SIP (o IAX). Le condizioni affinché questo possa verificarsi è che i telefoni possano vedere in rete il centralino. E anche possibile mantenere i telefoni dietro NAT. In questo caso durante la creazione dell account sarà necessario specificare NAT=yes per la corretta registrazione del telefono.

15 Creazione account SIP Il primo passo per poter registrare dei telefoni IP è la creazione dei rispettivi account nel menu derivati. Per creare nuovi account si hanno a disposizione gli strumenti : single add: permette di aggiungere un nuovo account SIP/IAX. multi add: permette di aggiungere nuovi accounts SIP/IAX in un range. La procedura di multiadd innesca un wizard che permette di definire svariate proprietà legate agli account quali accesso alla voic , possibilità di creare conferenze ecc. Entrambe le procedure permettono di definire nuovi account e può inizialmente intimorire il numero di parametri configurabili. In realtà buona parte di questi possno essere mantenuti al valore di default e garantiscono flessibilità all occorrenza. Di seguito ecco una descrizione dei parametri (in grassetto i fondamentali): Number: rappresenta lo user dell account, il numero di interno. Secret: la password per la registrazione dell account specificare un indirizzo nel caso si voglia attivare il servizio voic (vedi paragrafo dedicato voic ).

16 Name: Il caller id con il quale si presenta l interno ad un altro interno è cosi fatto: name <number>. Nell esempio in figura il callerid verrà impostato name <100>. Call group/pickup group: vedi paragrafo dedicato. Registrar: rete sulla quale il telefono viene registrato Context: contesto al quale l interno è associato. E una caratteristica fondamentale legata al dialplan. users è il valore di default. Monitor calls: contesto di gestione del campo lampade. Qualify: manda un messaggio SIP ogni xxx millisecondi per vedere se l host è ancora vivo. E possibile impostare il valore yes (corrisponde a 20 ms) o il valore no (disattivato). E molto utile attivarlo in fase di debug. Limit registration : permette di defninire un range di indirizzi dai quali accettare registrazioni. Language: definisce la lingua. Il valore di default dipende dalle impostazioni in Sistema>preferenze. Nat: da impostare a yes se il telefono da registrare si trova dietro NAT. Port: porta utilizzata per la segnalazione. Modifica account Single edit Gli account già creati possono essere modificati singolarmente accedendo all editor di account attraverso i pulsanti posti a destra dell account stesso. Multiedit Questa opzione, posta in basso nel menu derivati è particolarmente utile quando si voglia modificare una proprietà per tutti gli account. La logica è la seguente: modificare il i parametri che interessano per un solo account entro nel multiedit e selezionare l account dal quale copiare i parametri selezionare i parametri da copiare

17 Mutiedit1 Mutiedit 2

18 Personal information multiedit Permette di modificare parametri tipicamente differenti per i vari account.

19 Autoprovisioning L autoprovisioning permette di configurare automaticamente i telefoni SIP supportati collegati alla rete. I telefoni possono ad esempio essere associati al primo account SIP disponibile e caricare l ultima versione del firmware disponibile sul sistema. Il processo di identificazione del telefono si basa sul riconoscimento del MAC ADDRESS. Per attivare la modalità autoprovisioning è necessario configurare la rete con il Wildix GW in modalità server DHCP ed i telefoni in modalità DHCP client. Attualmente sono supportati tutti i telefoni SIP Snom. Si prega di leggere attentamente i prossimi paragrafi. L autoprovisioning se utilizzato correttamente permette di risparmiare tutto il lavoro legato alla configurazione dei telefoni; può invece diventare controproducente se mal configurato. Configurazione generale Nel menu Sistema Autoprovisioning è possibile modificare le configurazioni che verranno caricate di default sui telefoni. Vale la pena dunque pianificare in anticipo e con cura un buon

20 template, studiando i parametri comuni che si dovranno impostare sui telefoni. Aprire dunque il pannello premendo Set default settings. Il primo parametro indicato è autoconfiguration. Si tratta di un parametro particolare, che non riguarda il telefono quanto il comportamento dell autoprovisioning stesso. Autoconfiguration abilitato: I telefoni Snom 3XX collegati alla rete che non hanno ancora configurazione 3 verranno automaticamente associati al primo account ancora disponibile fra quelli in derivati. E possibile successivamente riassociare gli account. Es: ho 10 telefoni snom 300 ed ho creato aacount SIP dal 100 al 110. Il primo telefono che si collegherà alla rete prenderà l account 110, il secondo 111 e cosi via. Autoconfiguration disabilitato: l associazione account/telefono non è automatica ma è necessario attivare il single/multiedit autoprovisioning dal menu derivati per attivare l associazione I restanti parametri sono relativi alle impostazioni particolari del telefono. E buona norma dunque investire del tempo, manuale del telefono Snom di riferimento alla mano, per comprendere il significato dei diversi parametri. In generale ad ogni modo i parametri di default sono funzionali. Per quanto detto i passi per attivare l autoprovisioning sono dunque i seguenti: 1) impostare i lwildix GW+ come server dhcp 2) caricare il nuovo firmware ed impostare i template di riferimento per i telefoni di cui si vuole fare l autoprovisioning. 3) Collegare i telefoni. Se i telefoni non sono mai stati configurati è sufficiente accenderli, se hanno una precedente configurazione è necessario dare un reset dal menu advanced. Il comportamento del sistema al punto 3 sarà diverso in funzione del valore associato ad autoconfiguration come descritto in precedenza. 3

21 Single edit autoprovisioning Il single edit autoprovisioning permette di associare/ ad un telefono un account attraverso il suo MAC address. Per accedere a questa funzione premere il tasto del numero d account SIP che si vuole associare. nel menu derivati, a destra Multiset Autoprovisioning Permette di associare (o di riassociare) i telefoni ad un account attraverso il loro MAC address.. Il Menu molto intuitivamente propone una lista di MAC address. Eventualmente è possibile specificare un indirizzo fisico custom (casella di testo a destra).

22

23 Configurazione e Accesso alle Features La WMS di default mette a disposizione diversi servizi. L accesso 4 a tali servizi, da parte dell utente (telefono) si configura nel menu Features. La configurazione di tali servizi invece si effettua tipicamente telefono per telefono nel menu Derivati. Nei paragrafi che seguono saranno trattati entrambi gli argomenti. Si avverte il lettore che per poter affrontare i paragrafi che seguono E comprenderne appieno il significato è necessario dapprima avere ben chiaro i concetto di Dialplan, contesto associato e chiamata di Macro, tutti argomenti trattati nel capitolo dedicato al piano delle chiamate. Configurazione Features per singolo account Si accede a questo menu premendo il relativo pulsante a destra di ogni account nel menu Derivati. Il menu comprende diverse funzionalità che definiscono il comportamento dei telefoni durante una chiamata. Per attivare tali funzionalità è necessario che almeno una delle seguenti condizioni sia verificata: 1) le chiamate sono effettuate fra interni ed il contesto internalcalls è incluso nel contesto a cui sono associati i telefoni. 2) le chiamate sono effettuate usando la macro incoming-call Per l accesso e la modifica dello stato di tutte le funzionalità in modalità dinamica (da telefono) è necessario includere nel contesto dei telefoni il contesto inthints (riferirsi al paragrafo accesso features per maggiori dettagli). La prima sezione features options è relativa a funzionalità configurabili per il singolo account. Per ogni funzionalità è possbilie stabilire: readonly: lo stato di attivazione della feature non è modificabile dall utente available: la feature è disponibile per l utente. active: la feature è attiva per l utente.. 4 La definizione/configurazione dei servizi non è detto che sia in questa sezione. Le voic per esempio sono legate all account o si definiscono nel menu Voic

24 Features configuration Call transfer on busy congested: una chiamata arriva all interno. L interno è occupato in una conversazione o non disponibile. La chiamata viene trasferita al numero specificato da parametro. Forced call transfer: una chiamata arriva all interno. Viene trasferita automaticamente al numero specificato da parametro. Do not disturb as busy: quando questa funzionalità è attivata, chiunque cerchi di chiamare l interno riceve un messaggio di busy (occupato). Global call pickup: l utente può prendere le chiamate di qualsiasi altro telefono, indipendentemente dal gruppo di appartenenza. Per maggiore dettagli sul concetto di pickup-group call-group leggere il paragrafo specifico. La seconda sezione, Dial Options definisce il comportamento durante la chiamata. Tale comportamento è anche definibile per tutti i telefoni indistintamente nel menu features->users-list. Impostando il flag Override Dial Options le impostazioni qui definite avranno precedenza sulle impostazioni del menu features. t,t : abilitazione trasferimento nativo di sistema per quei telefoni che non supportano un proprio trasferimento

25 ww: registrazione della chiamata Dial timeout: definisce per quanto tempo l interno deve squillare in attesa di risposta quando viene chiamato. Accesso Features Le features dinamiche sono servizi avanzati della WMS che possono essere abilitati/disabilitati/configurati dall utente finale del telefono. Per configuare tali servizi leggere il paragrafo dedicato in Derivati. Per accedere a tali tali servizi l utente deve comporre dei codici di servizio: activation code: deactivation code: access code: codice di attivazione servizio, codice di disattivazione del servizio codice per verificare lo stato dl servizio. Naturalmente le features non sono magicamente applicate in ogni punto del Dialplan ma solo laddove vengono effettivamente chiamate. La macro che gestisce le features è Incomingcall. Va da se quindi che l invocazione di una istruzione di Dial semplice non verrà coinvolta (nel bene e nel male) e non avrà associate tali funzionalità. Di default sul centralino la macro incoming-call è inclusa nel contesto internallcalls che gestisce le chiamate fra interni. Di conseguenza le chiamate fra interni godono di default di tutte le funzionalità sopradescritte. Inoltre, per garantire l accesso degli interni ai vari servizi è necessario includere il contesto inthints. Voic La voic è un servizio molto versatile. A dispetto del nome non necessariamente la voic deve essere configurata per inviare i messaggi vocali su un indirizzo mail di destinazione. E anche possibile non specificare alcun indirizzo e consultare i messaggi ricevuti dal proprio interno telefonico. Le voic vengono generate automaticamente all atto di creazione di un nuovo account. Se ad esempio si crea l account 200, la voic 200 verrà creata di conseguenza. Le caratteristiche che ne definiscono il comportamento sono: delete: cancella il messaggio dal Wildix una volta inviato via mail attach: invia il messaggio sonoro come allegato alla mail di avvenuta ricezione di un messaggio. Tanto per chiarire il significato di tali proprietà impostando attach=true e delete =true

26 I messaggi verranno inviati via mail e cancellati in locale. Impostando invece attach=false e delete=false i messaggi rimarranno sul server Wildix e sarà spedita solo una notifica del messaggio ai rispettivi indirizzi di posta. Non impostando alcun indirizzo mail non arriverà nemmeno la notifica. Per abilitare l accesso alle Voic s dal proprio telefono è necessario seguire la seguente procedura: 1) Nel menu derivati per l account che interessa premere F. 2) Abilitare la checkbox Voic Access nel menu che apparirà. 3) Nel menu Features selezionare il codice di accesso Access per la voic . I telefoni potranno accedere alla voic premendo tale codice di accesso. Per i telefoni Snom sarà sufficiente premere il pulsante Retrieve. 4) Nel menu Voic sincerarsi di impostare delete=no, altrimenti i messaggi saranno immediatamente rimossi una volta inviati. Per abilitare l invio della voic agli indirizzi mail dei vari utenti è necessario seguire la seguente procedura: 1) Nel menu Voic per l account desiderato specificare indirizzo mail del destinatario e attach=yes. Se si specifica attach=no verrà comunque inviata notifica di avvenuta ricezione del messaggio ma il messaggio audio non verrà allegato alla notifica. 2) Nel menu sistema sotto Mail impostare l smtp da utilizzare per l invio delle mail. Utilizzare come rewrite domain un indirizzo conosciuto all smtp (se gli indirizzi mail sono tutti ad esempio impostare verdeazienda.com ). Campo lampade Il campo lampade è gestito automaticamente dal contesto hints. E sufficiente includere tale contesto all interno del contesto utilizzato per i telefoni (tipicamente users ). E possibile eventualmente creare ed utilizzare un contesto custom da utilizzarsi per la gestione del campo lampade. Tale contesto può essere indicato fra le proprietà in fase di definizione degli account nel menu derivati. Call/Pick up group Il pick-up è una funzione che permette di prendere la chiamata in arrivo su un altro interno. Il fine del servizio è molto semplice. L operatore Mario ha un proprio telefono sulla scrivania (201) e riceve una chiamata. Purtroppo Mario è momentaneamente assente ed il telefono continua a

27 squillare. Il collega di fronte Luigi, con il proprio telefono, digitando un codice è in grado di prendere la chiamata. Affinché il servizio si realizzi sono necessarie le seguenti condizioni: 1) Il telefono di Mario deve appartenere ad un call-group. Ad esempio call-group=1. La proprietà call-group è definibile nel menu Derivati nell editor avanzato. 2) Il telefono di Luigi deve avere fra i suoi pick-up group 1. 3) Luigi deve comporre il codice di accesso opportuno per il servizio seguito dal numero di telefono del collega Mario. Il codice per accedere al servizio pick-up è definito in Features. Il valore di default è *8. Nell esempio citato per prendere la chiamata in arrivo sul 200 sarebbe sufficiente comporre *8200. Componendo solo *8 invece si intercetterebbe la chiamata di un qualsiasi telefono che squilla purchè si sia abilitati ad intercettarla (come descritto nei punti 1 e 2).

28 Trunks Come anticipato i trunks rappresentano uno degli elementi fondamentali del sistema. Attraverso i trunks le chiamate escono verso il mondo esterno o arrivano al centralino. La Wms supporta trunks di tipo SIP e IAX. Ecco i casi di applicazione dei trunks: Connessione verso operatori Voip Connessione PSTN: BRI, PRI, FXO, POTS Connessione fra centralini Wildix Connessione verso operatori Voip Introduzione Attualmente sul mercato sono presenti innumerevoli realtà che offrono terminazione di traffico Voip verso la rete pubblica. Spesso questi provider Voip oltre a vendere traffico forniscono numerazioni geografiche, quindi possono rappresentare un alternativa completa agli operatori tradizionali. Le tariffe offerte sono variabili e spesso vantaggiose, specie per traffico estero; la qualità del servizio è altrettanto variabile e questo ultimo fattore, soprattutto in ambito business diventa spesso determinante. Il consiglio è scegliere con attenzione. Risorse necessarie Va da se che per utilizzare i servizi offerti dai provider Voip è necessario disporre di una connessione ad Internet. La banda occupata da una chiamata Voip dipende dai codecs utilizzati e sono dell ordine di qualche decina di kbits per chiamata. I codecs compressi più comunemente utilizzati sono: gsm ilbc g729 Per quanto riguarda i protocolli usati il più comune è il SIP, che utilizza la porta 5060 UDP per la segnalazione e le porte fra per il flusso dati RTP. Tuttavia se l operatore al quale ci si

29 appoggia lo supporta è più vantaggioso scegliere il protocollo nativo di asterisk IAX. In questo caso si utilizza di default la sola porta 4569, per segnalazione e dati. Utilizzo Per ottenere una connessione verso operatori voip è sufficiente creare un trunk in fasci di urbana. Lo schema logico non cambia rispetto a quello generale come si può vedere in figura: SIP Chiamate in ingresso Chiamate in uscita In questo schema si suppone di associare il trunk voip al contesto from-trunks. Ogni qualvolta una chiamata arriva dall operatore il flusso della chiamata viene deciso dalle istruzioni nel contesto from-trunks. Nel caso in esame si immagina di volere far squillare contemporaneamente gli interni 200,201,202. Il DID 5 con il quale si presenta la chiamata dipende dall operatore stesso. A volte può essere il numero geografico associato all account voip, in altri casi può essere necessario filtrare il DID con l estensione speciale s. Se non si è sicuri è sempre possibile filtrarli in entrambi modi ed agire in modo analogo a quanto segue. Nell editor di contesti, contesto from-trunks sezione additional scrivere: ; Per qualsiasi valore numerico di DID chiama gli interni 200,201, ,1,Dial(SIP/200& SIP/201&SIP/202) ,2,HangUp() Nella sezione s in from-trunks: 5 Dialed ID. Il numero geografico che chi ci chiama ha composto. In altre parole una delle nostre numerazioni.

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente 1 Sommario 1 Introduzione... 3 1.1 Accesso al Self Care Web di Rete Unica... 4 2 Servizi Aziendali... 6 2.1 Centralino - Numero

Dettagli

Guida ai Servizi Voce per l Utente. Guida ai ai Servizi Voce per l Utente

Guida ai Servizi Voce per l Utente. Guida ai ai Servizi Voce per l Utente Guida ai Servizi Voce per l Utente Guida ai ai Servizi Voce per l Utente 1 Indice Introduzione... 3 1 Servizi Voce Base... 4 1.1 Gestione delle chiamate... 4 1.2 Gestione del Numero Fisso sul cellulare...

Dettagli

ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE

ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE Mediatrix 2102 ATA Guida all installazione EUTELIAVOIP Rev1-0 pag.2 INDICE SERVIZIO EUTELIAVOIP...3 COMPONENTI PRESENTI NELLA SCATOLA DEL MEDIATRIX 2102...3 COLLEGAMENTO

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP.

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP. Configurazione di indirizzi IP statici multipli Per mappare gli indirizzi IP pubblici, associandoli a Server interni, è possibile sfruttare due differenti metodi: 1. uso della funzione di Address Translation

Dettagli

Manuale di configurazione per iphone

Manuale di configurazione per iphone Manuale di configurazione per iphone Notariato.it e.net (Iphone 2G e 3G) 2 PREMESSA Il presente manuale ha lo scopo di fornire le indicazioni per la configurazione del terminale IPhone 2G e 3G per ricevere

Dettagli

Funzioni nuove e modificate

Funzioni nuove e modificate Gigaset S675 IP, S685 IP, C470 IP, C475 IP: Funzioni nuove e modificate Questo documento integra il manuale di istruzioni dei telefoni VoIP Gigaset: Gigaset C470 IP, Gigaset C475 IP, Gigaset S675 IP e

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP BOOTP e DHCP a.a. 2002/03 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/~auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea e Diploma in Informatica 1 Inizializzazione degli Host Un

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads.

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads. MailStore Proxy Con MailStore Proxy, il server proxy di MailStore, è possibile archiviare i messaggi in modo automatico al momento dell invio/ricezione. I pro e i contro di questa procedura vengono esaminati

Dettagli

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Questa guida riporta i passi relativi all'installazione ed all'utilizzo dell'app "RxCamLink" per il collegamento remoto in mobilità a sistemi TVCC basati

Dettagli

Manuale d uso. Servizio Segreteria Telefonica Memotel. per Clienti con linea Fibra

Manuale d uso. Servizio Segreteria Telefonica Memotel. per Clienti con linea Fibra Manuale d uso Servizio Segreteria Telefonica Memotel per Clienti con linea Fibra 1 INDICE 1. GUIDA AL PRIMO UTILIZZO 2. CONFIGURAZIONE SEGRETERIA 3. CONSULTAZIONE SEGRETERIA 4. NOTIFICHE MESSAGGI 5. ASCOLTO

Dettagli

SOHO IP-PBX - ETERNITY NE La nuova generazione di IP-PBX per le piccole imprese

SOHO IP-PBX - ETERNITY NE La nuova generazione di IP-PBX per le piccole imprese SOHO IP-PBX - NE 1 NE Oggi, per competere, anche le piccole imprese devono dotarsi di sistemi di telecomunicazione evoluti, che riducano i costi telefonici, accrescano produttività e qualità del servizio.

Dettagli

minor costo delle chiamate, su nazionali e internazionali

minor costo delle chiamate, su nazionali e internazionali Il Voice Over IP è una tecnologia che permette di effettuare una conversazione telefonica sfruttando la connessione ad internet piuttosto che la rete telefonica tradizionale. Con le soluzioni VOIP potete

Dettagli

Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S.

Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S. Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S. All accensione del Tab e dopo l eventuale inserimento del codice PIN sarà visibile la schermata iniziale. Per configurare

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless La configurazione degli indirizzi IP Configurazione statica, con DHCP, e stateless 1 Parametri essenziali per una stazione IP Parametri obbligatori Indirizzo IP Netmask Parametri formalmente non obbligatori,

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX Secure Stream PANORAMICA Il sistema Secure Stream è costituito da due appliance (Crypto BOX) in grado di stabilire tra loro un collegamento sicuro. Le Crypto BOX sono dei veri e propri router in grado

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com Guida alla configurazione della posta elettronica bassanonet.com 02 Guida alla configurazione della posta elettronica I programmi di posta elettronica consentono di gestire una o più caselle e-mail in

Dettagli

Manuale di installazione e d uso

Manuale di installazione e d uso Manuale di installazione e d uso 1 Indice Installazione del POS pag. 2 Funzionalità di Base - POS Sagem - Accesso Operatore pag. 2 - Leggere una Card/braccialetto Cliente con il lettore di prossimità TeliumPass

Dettagli

Gestione Nuova Casella email

Gestione Nuova Casella email Gestione Nuova Casella email Per accedere alla vecchia casella questo l indirizzo web: http://62.149.157.9/ Potrà essere utile accedere alla vecchia gestione per esportare la rubrica e reimportala come

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

SOGEAS - Manuale operatore

SOGEAS - Manuale operatore SOGEAS - Manuale operatore Accesso La home page del programma si trova all indirizzo: http://www.sogeas.net Per accedere, l operatore dovrà cliccare sulla voce Accedi in alto a destra ed apparirà la seguente

Dettagli

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito, semplice da utilizzare e fornisce

Dettagli

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0 Documentazione Servizio SMS WEB Versione 1.0 1 Contenuti 1 INTRODUZIONE...5 1.1 MULTILANGUAGE...5 2 MESSAGGI...7 2.1 MESSAGGI...7 2.1.1 INVIO SINGOLO SMS...7 2.1.2 INVIO MULTIPLO SMS...9 2.1.3 INVIO MMS

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers La procedura di installazione è divisa in tre parti : Installazione dell archivio MySql, sul quale vengono salvati

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

Inidirizzi IP e Nomi di Dominio. Domain Name System. Spazio dei Nomi Piatto. Gestione dello Spazio dei Nomi

Inidirizzi IP e Nomi di Dominio. Domain Name System. Spazio dei Nomi Piatto. Gestione dello Spazio dei Nomi I semestre 03/04 Inidirizzi IP e Nomi di Dominio Domain Name System Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea in Informatica

Dettagli

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail Xerox WorkCentre M118i Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail 701P42705 Questa guida fornisce un riferimento rapido per l'impostazione della funzione Scansione su e-mail su Xerox WorkCentre

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it)

SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it) SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it) In una rete TCP/IP, se un computer (A) deve inoltrare una richiesta ad un altro computer (B) attraverso la rete locale, lo dovrà

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis Descrizione Generale Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis EOLO DAVIS rappresenta una soluzione wireless di stazione meteorologica, basata su sensoristica Davis Instruments, con possibilità di mettere

Dettagli

LA POSTA ELETTRONICA

LA POSTA ELETTRONICA LA POSTA ELETTRONICA Nella vita ordinaria ci sono due modi principali di gestire la propria corrispondenza o tramite un fermo posta, creandosi una propria casella postale presso l ufficio P:T., oppure

Dettagli

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL This project funded by Leonardo da Vinci has been carried out with the support of the European Community. The content of this project does not necessarily reflect the position of the European Community

Dettagli

Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source

Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source Data: Ottobre 2012 Firewall pfsense Mail Server Zimbra Centralino Telefonico Asterisk e FreePBX Fax Server centralizzato Hylafax ed Avantfax

Dettagli

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone è pronto per le aziende. Supporta Microsoft Exchange ActiveSync, così come servizi basati su standard, invio e ricezione di e-mail, calendari

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

Dispositivi di comunicazione

Dispositivi di comunicazione Dispositivi di comunicazione Dati, messaggi, informazioni su vettori multipli: Telefono, GSM, Rete, Stampante. Le comunicazioni Axitel-X I dispositivi di comunicazione servono alla centrale per inviare

Dettagli

Altre opzioni Optralmage

Altre opzioni Optralmage di Personalizzazione delle impostazioni............ 2 Impostazione manuale delle informazioni sul fax......... 5 Creazione di destinazioni fax permanenti................ 7 Modifica delle impostazioni di

Dettagli

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA Avvio di Atlas 2.x sul server CONTESTO La macchina deve rispecchiare le seguenti caratteristiche MINIME di sistema: Valori MINIMI per Server di TC con 10 postazioni d'esame

Dettagli

Telefono Sirio lassico

Telefono Sirio lassico GUIDA USO Telefono Sirio lassico 46755H Aprile 2013 3 Indice INTRODUZIONE...1 CARATTERISTICHE TECNICHE E FUNZIONALI...1 CONTENUTO DELLA CONFEZIONE...1 INSTALLAZIONE...2 DESCRIZIONE DELL APPARECCHIO...3

Dettagli

INFORMATIVA FINANZIARIA

INFORMATIVA FINANZIARIA Capitolo 10 INFORMATIVA FINANZIARIA In questa sezione sono riportate le quotazioni e le informazioni relative ai titoli inseriti nella SELEZIONE PERSONALE attiva.tramite la funzione RICERCA TITOLI è possibile

Dettagli

Porta di Accesso versione 5.0.12

Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 1 di 22 Controlli da effettuare in seguito al verificarsi di ERRORE 10 nell utilizzo di XML SAIA Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 2 di 22 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. VERIFICHE DA ESEGUIRE...3

Dettagli

GUIDA ALLA GESTIONE DEI TICKET REV. 1. guida_gestione_tck_rev1.doc - 1 di 9

GUIDA ALLA GESTIONE DEI TICKET REV. 1. guida_gestione_tck_rev1.doc - 1 di 9 GUIDA ALLA GESTIONE DEI TICKET REV. 1 guida_gestione_tck_rev1.doc - 1 di 9 INTRODUZIONE Dopo aver utilizzato internamente per alcuni anni il nostro software di Ticketing, abbiamo deciso di metterlo a disposizione

Dettagli

Manuale del fax. Istruzioni per l uso

Manuale del fax. Istruzioni per l uso Istruzioni per l uso Manuale del fax 1 2 3 4 5 6 Trasmissione Impostazioni di invio Ricezione Modifica/Conferma di informazioni di comunicazione Fax via computer Appendice Prima di utilizzare il prodotto

Dettagli

Il software per la gestione smart del Call Center

Il software per la gestione smart del Call Center Connecting Business with Technology Solutions. Il software per la gestione smart del Call Center Center Group srl 1 Comunica : per la gestione intelligente del tuo call center Comunica è una web application

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5 Guida introduttiva Rivedere i requisiti di sistema e seguire i facili passaggi della presente guida per distribuire e provare con successo GFI FaxMaker. Le informazioni e il contenuto del presente documento

Dettagli

Mail da Web. Caratteristiche generali di Virgilio Mail. Funzionalità di Virgilio Mail. Leggere la posta. Come scrivere un email.

Mail da Web. Caratteristiche generali di Virgilio Mail. Funzionalità di Virgilio Mail. Leggere la posta. Come scrivere un email. Mail da Web Caratteristiche generali di Virgilio Mail Funzionalità di Virgilio Mail Leggere la posta Come scrivere un email Giga Allegati Contatti Opzioni Caratteristiche generali di Virgilio Mail Virgilio

Dettagli

GESTIONE DELLA E-MAIL

GESTIONE DELLA E-MAIL GESTIONE DELLA E-MAIL Esistono due metodologie, completamente diverse tra loro, in grado di consentire la gestione di più caselle di Posta Elettronica: 1. tramite un'interfaccia Web Mail; 2. tramite alcuni

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

Imola Prontuario di configurazioni di base

Imola Prontuario di configurazioni di base Imola Prontuario di configurazioni di base vers. 1.3 1.0 24/01/2011 MDG: Primo rilascio 1.1. 31/01/2011 VLL: Fix su peso rotte 1.2 07/02/2011 VLL: snmp, radius, banner 1.3 20/04/2011 VLL: Autenticazione

Dettagli

MANUALE DI UTILIZZO WEB SMS

MANUALE DI UTILIZZO WEB SMS MANUALE DI UTILIZZO WEB SMS (Ultimo aggiornamento 24/08/2011) 2011 Skebby. Tutti i diritti riservati. INDICE INTRODUZIONE... 8 1.1. Cos è un SMS?... 8 1.2. Qual è la lunghezza di un SMS?... 8 1.3. Chi

Dettagli

GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE DELLA POSTA iphone/ipad. (v. 1.0.0 Maggio 2014)

GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE DELLA POSTA iphone/ipad. (v. 1.0.0 Maggio 2014) GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE DELLA POSTA iphone/ipad (v. 1.0.0 Maggio 2014) Benvenuto alla guida di configurazione della posta elettronica per dispositivi mobili tipo iphone/ipad. Prima di proseguire, assicurati

Dettagli

Guida al programma 1

Guida al programma 1 Guida al programma 1 Vicenza, 08 gennaio 2006 MENU FILE FILE Cambia utente: da questa funzione è possibile effettuare la connessione al programma con un altro utente senza uscire dalla procedura. Uscita:

Dettagli

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email. La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.it) Introduzione In questa serie di articoli, vedremo come utilizzare

Dettagli

IDom. Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it

IDom. Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it IDom MANUALE UTENTE Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it 2 COPYRIGHT Tutti i nomi ed i marchi citati nel documento appartengono ai rispettivi proprietari. Le informazioni

Dettagli

SOHO IP-PBX - ETERNITY GE IP-PBX per mobilità senza confini e connettività universale

SOHO IP-PBX - ETERNITY GE IP-PBX per mobilità senza confini e connettività universale SOHO IP-PBX - ETERNITY GE 1 ETERNITY GE è un sistema di comunicazione avanzato e flessibile, che offre servizi e funzionalità utili alle grandi imprese, in linea con le loro richieste. La sua affidabile

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

Alb@conference GO e Web Tools

Alb@conference GO e Web Tools Alb@conference GO e Web Tools Crea riunioni virtuali sempre più efficaci Strumenti Web di Alb@conference GO Guida Utente Avanzata Alb@conference GO Per partecipare ad un audioconferenza online con Alb@conference

Dettagli

Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE

Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE Il presente documento applica il Regolamento sulla gestione delle segnalazioni e dei reclami

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese.

Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese. Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese. Sistema di telecomunicazione Promelit ipecs MG. Descrizione del Sistema: L azienda di oggi deve saper anche essere estesa : non confinata in

Dettagli

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET Programmi Outlook Express Internet Explorer 72 DNS Poiché riferirsi a una risorsa (sia essa un host oppure l'indirizzo di posta elettronica di un utente) utilizzando un

Dettagli

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e SIP - Session Initiation Protocol Il protocollo SIP (RFC 2543) è un protocollo di segnalazione e controllo in architettura peer-to-peer che opera al livello delle applicazioni e quindi sviluppato per stabilire

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Meeting

TeamViewer 8 Manuale Meeting TeamViewer 8 Manuale Meeting Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni

Dettagli

Express Import system

Express Import system Express Import system Manuale del destinatario Sistema Express Import di TNT Il sistema Express Import di TNT Le consente di predisporre il ritiro di documenti, pacchi o pallet in 168 paesi con opzione

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme.

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme. Guida operatore del registratore TruVision Vista Live Sull immagine live dello schermo vengono visualizzati laa data e l ora corrente, il nome della telecamera e viene indicato se è in corso la registrazione.

Dettagli

Come difendersi dai VIRUS

Come difendersi dai VIRUS Come difendersi dai VIRUS DEFINIZIONE Un virus è un programma, cioè una serie di istruzioni, scritte in un linguaggio di programmazione, in passato era di solito di basso livello*, mentre con l'avvento

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

Procedura accesso e gestione Posta Certificata OlimonTel PEC

Procedura accesso e gestione Posta Certificata OlimonTel PEC Procedura accesso e gestione Posta Certificata OlimonTel PEC Informazioni sul documento Revisioni 06/06/2011 Andrea De Bruno V 1.0 1 Scopo del documento Scopo del presente documento è quello di illustrare

Dettagli

TeamPortal. Servizi integrati con ambienti Gestionali

TeamPortal. Servizi integrati con ambienti Gestionali TeamPortal Servizi integrati con ambienti Gestionali 12/2013 Modulo di Amministrazione Il modulo include tutte le principali funzioni di amministrazione e consente di gestire aspetti di configurazione

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

Guida all uso. Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi.

Guida all uso. Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi. Guida all uso Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi. Legenda Singolo = Fax o SMS da inviare ad un singolo destinatario Multiplo = Fax o SMS da inviare a tanti destinatari

Dettagli

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A.

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A. Mobile Messaging SMS Copyright 2015 VOLA S.p.A. INDICE Mobile Messaging SMS. 2 SMS e sistemi aziendali.. 2 Creare campagne di mobile marketing con i servizi Vola SMS.. 3 VOLASMS per inviare SMS da web..

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

Posta Elettronica. Claudio Cardinali claudio@csolution.it

Posta Elettronica. Claudio Cardinali claudio@csolution.it Posta Elettronica Claudio Cardinali claudio@csolution.it Posta Elettronica: WebMail Una Webmail è un'applicazione web che permette di gestire uno o più account di posta elettronica attraverso un Browser.

Dettagli

Trattamento aria Regolatore di pressione proporzionale. Serie 1700

Trattamento aria Regolatore di pressione proporzionale. Serie 1700 Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria +24VDC VDC OUTPUT MICROPROCESS. E P IN EXH OUT Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria 7 Trattamento

Dettagli

Wi-Fi Personal Bridge 150 AP Router Portatile Wireless

Wi-Fi Personal Bridge 150 AP Router Portatile Wireless AP Router Portatile Wireless HNW150APBR www.hamletcom.com Indice del contenuto 1 Introduzione 8 Caratteristiche... 8 Requisiti dell apparato... 8 Utilizzo del presente documento... 9 Convenzioni di notazione...

Dettagli

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1 Glossario... 3 2 Presentazione... 4 3 Quando procedere al ripristino

Dettagli

Pollicino Tracking F12 MANUALE UTENTE. 1. F12 Caratteristiche

Pollicino Tracking F12 MANUALE UTENTE. 1. F12 Caratteristiche F12 MANUALE UTENTE 1. F12 Caratteristiche Progettato per sopravvivere in condizioni difficili, fornendo regolari ed accurate registrazioni di posizione sfruttando un GPS all avanguardia sulla rete cellulare,

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli