Q&A Standardizzazione del traffico dei pagamenti in Europa e CH

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Q&A Standardizzazione del traffico dei pagamenti in Europa e CH"

Transcript

1 Versione: marzo 2015 Q&A Standardizzazione del traffico dei pagamenti in Europa e CH Introduzione generale Dal 1 febbraio 2014 l Europa ha effettuato la migrazione alla SEPA (Area unica dei pagamenti in euro) e di conseguenza al nuovo standard ISO delle procedure per i traffici dei pagamenti nazionali, con un periodo di transizione di sei mesi fino al 1 agosto La Svizzera, e di conseguenza anche il Credit Suisse, provvederà a standardizzare il traffico dei pagamenti nazionale entro il Con la standardizzazione in Europa e l avvio delle procedure in questo senso in Svizzera consigliamo ai nostri clienti di ottenere gli eventuali chiarimenti necessari. Almeno fino al 2018 il Credit Suisse porterà avanti le procedure e i sistemi attuali relativi al traffico dei pagamenti consentendovi in tal modo un passaggio graduale al nuovo standard. Dal 1 febbraio 2014 l Europa ha effettuato la migrazione delle procedure relative al traffico dei pagamenti nazionale alla SEPA (Area unica dei pagamenti in euro) e di conseguenza al nuovo standard ISO Il presente documento elenca le domande da attendersi da parte dei clienti in merito al tema standardizzazione del traffico dei pagamenti e ISO e propone possibili risposte in conformità alle conoscenze di cui disponiamo oggi. I futuri aggiornamenti assicureranno che il documento rispecchi in maniera ottimale lo stato delle conoscenze e le esigenze dei clienti. Le domande/risposte sono strutturate nei seguenti blocchi tematici: Informazioni di base relative al traffico dei pagamenti 2 Analisi delle evoluzioni del mercato Standardizzazione del traffico dei pagamenti europeo Situazione di partenza Ripercussioni sulla Svizzera Ripercussioni per la clientela commerciale con traffico dei pagamenti europeo Formati Armonizzazione del traffico dei pagamenti in Svizzera Situazione di partenza Ripercussioni sul mercato svizzero Ripercussioni per la clientela commerciale svizzera Formati 8 Orientamento del Credit Suisse Aspetti generali Offerta del Credit Suisse relativa all XML secondo l ISO Offerta SEPA del Credit Suisse 9 Necessità d azione per i clienti Necessità d azione immediata per la clientela commerciale Modifiche a medio termine alle quali i clienti possono prepararsi tempestivamente 11 Supporto a lei offerto da parte del Credit Suisse 11 1

2 1. Informazioni di base relative al traffico dei pagamenti Quali parti sono coinvolte in un trasferimento di denaro derivante da un ordine di pagamento? Un cliente (ordinante di un pagamento) incarica il Credit Suisse (banca dell ordinante del pagamento) di predisporre un pagamento. Il Credit Suisse invia il pagamento tramite un sistema di clearing/una banca corrispondente alla banca del beneficiario. La banca del beneficiario accredita al proprio cliente (beneficiario) l importo del bonifico. Tramite quali canali un cliente può predisporre un pagamento presso il Credit Suisse? Il Credit Suisse offre al cliente vari canali elettronici per la registrazione o la trasmissione (Direct Net, Direct Link, Direct Exchange). In via integrativa sono disponibili inoltre moduli d ordine in formato cartaceo oppure l ordine informale a mezzo lettera. Durante un colloquio di consulenza o in occasione di un contatto telefonico il cliente può analogamente impartire un ordine di pagamento tramite il proprio consulente clientela. Quali dati sono necessari per un ordine di pagamento? Vedere, in particolare, il punto 1 delle condizioni relative al traffico dei pagamenti del Credit Suisse. Uscite di pagamento ed entrate di pagamento Le uscite di pagamento vengono di norma avviate da parte dei clienti del Credit Suisse con un ordine di pagamento e vengono contabilizzate come addebito sul conto del cliente corrispondente. Le entrate di pagamento generano un accredito per i nostri clienti. Il Credit Suisse assiste i suoi clienti tramite diversi prodotti (ad es. addebiti) per eseguire attivamente le entrate di pagamento. Che cos è un numero di conto IBAN? IBAN è l abbreviazione di «International Bank Account Number» ed è una rappresentazione internazionale e standardizzata del numero di conto. In Svizzera l IBAN è composto da 21 caratteri. Esso contiene, oltre al numero di conto specifico, un codice di paese e l indicazione relativa alla banca che gestisce il conto, nonché una somma di controllo a 2 cifre e un numero di controllo che fungono da elemento di sicurezza e hanno lo scopo di evitare registrazioni errate. Che cos è un BIC? BIC è l abbreviazione di «Business Identifier Code», altresì noto come codice SWIFT. Con esso è stato creato un formato di denominazione univoco per gli istituti finanziari e le aziende partecipanti alla rete di dati SWIFT nell ambito del traffico dei pagamenti. Ad ogni partecipante, SWIFT assegna un BIC. Dove posso trovare l IBAN e il BIC della mia banca principale? Da diverso tempo il Credit Suisse e tutti gli altri istituti finanziari stampano il numero di conto nel formato IBAN come pure l indirizzo SWIFT (BIC) su tutti gli estratti conto e/o gli avvisi contabili. Presti attenzione all intestazione o al piè di pagina. Entrambe le informazioni si trovano anche sulle carte di debito del Credit Suisse. Dove posso trovare l IBAN e il BIC dei miei partner d affari? Se desidera bonificare una somma di denaro tramite «SEPA Credit Transfer» su un altro conto di pagamento, quindi a titolo di esempio se vuole saldare una fattura, riceverà i dati necessari relativi alla relazione di conto (IBAN e BIC) dal beneficiario. Estratto dell attuale offerta di prodotti del Credit Suisse per le uscite di pagamento L ordine di pagamento multi è un modulo d ordine standardizzato, che offre ai debitori la possibilità di effettuare pagamenti presso il Credit Suisse in tutte le valute, utilizzando polizze di versamento. L ordine permanente è indicato per tutti i clienti che, a intervalli di tempo regolari, effettuano pagamenti con importo fisso e con beneficiario fisso (per es. pagamenti del canone d affitto). Ordini di pagamento in formato DTA: per la presentazione dei propri pagamenti attraverso canali elettronici, le banche svizzere offrono ai propri clienti la possibilità di utilizzare il formato DTA standardizzato. Questo formato è stato concepito in modo tale che con un solo file di dati possono essere trasmessi in formato elettronico alla banca esecutrice vari tipi di pagamenti (per es. pagamenti ai creditori) in CHF o in valuta estera. Estratto dell attuale offerta di prodotti per le entrate di pagamento La PVBR (polizza di versamento bancario con numero di riferimento) si basa sulla polizza di versamento con numero di riferimento arancione standardizzata ed è particolarmente adatta a tutti i clienti commerciali che intendono effettuare in modo semplice l elaborazione delle proprie entrate di pagamento. I dettagli dei pagamenti in entrata sono disponibili a scelta sotto forma di estratto cartaceo, documento elettronico o di file di accredito ottenibile in via elettronica tramite Direct Net/Direct Link/Direct Exchange. Nel sistema di addebitamento diretto (LSV+/BDD) il debitore conferisce al creditore il diritto di addebitare l importo delle fatture mediante un autorizzazione singola, direttamente sul suo conto bancario. Il sistema di addebitamento diretto è ideale per medi e grandi clienti commerciali che ricevono dai loro debitori pagamenti a intervalli regolari in CHF. 2

3 L e-fattura (fattura elettronica) è un prodotto che consente ai creditori di generare fatture non cartacee da inviare direttamente all online banking dei loro debitori. Il debitore può verificare direttamente l e-fatture ricevute nel suo online banking e autorizzare il pagamento. 2. Analisi delle evoluzioni del mercato 2.1 Standardizzazione del traffico dei pagamenti europeo Situazione di partenza Che cosa si intende con SEPA, ovvero con le procedure SEPA? SEPA è l abbreviazione di «Single Euro Payment Area» (area unica dei pagamenti in euro). Con le procedure SEPA si intende perseguire, in particolare, tre obiettivi principali nei Paesi membri dell UE e partecipanti al SEE: standardizzazione delle procedure per bonifici e addebiti in euro; utilizzo di uno standard tecnico unitario (ISO 20022); parità di trattamento dei pagamenti nazionali e transfrontalieri all interno dei Paesi membri dell UE e partecipanti al SEE. In quali Paesi europei la standardizzazione del traffico dei pagamenti avrà ripercussioni? Ne sono interessati 33 Paesi europei. Tra questi rientrano i 28 Paesi membri dell UE, i tre Stati partecipanti al SEE (Norvegia, Islanda, Liechtenstein) nonché Svizzera e Monaco. I 28 Paesi membri dell UE si suddividono nei 18 Stati aderenti all euro (Belgio, Germania, Estonia, Finlandia, Francia, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Austria, Portogallo, Slovacchia, Slovenia, Spagna e Cipro) nonché negli altri dieci Stati dell UE che hanno mantenuto la propria moneta nazionale (Bulgaria, Danimarca, Regno Unito, Lituania, Polonia, Romania, Svezia, Repubblica ceca, Ungheria e Croazia). La standardizzazione del traffico dei pagamenti è obbligatoria in Europa (regolamento SEPA)? Sì. La standardizzazione dei pagamenti in euro transfrontalieri all interno dei Paesi aderenti all UE/al SEE è già stata introdotta negli anni 2008/2009 tramite il regolamento SEPA. Per legge (Regolamento (UE) n. 260/2012 concernente la SEPA) viene ora disciplinata la sostituzione delle procedure relative al traffico dei pagamenti nazionale sviluppatesi storicamente per i pagamenti in euro nazionali. Contenuto del Regolamento (UE) n. 260/2012 concernente la SEPA (disposizione di legge in materia di standardizzazione del traffico dei pagamenti in Europa) La disposizione di legge comprende i seguenti punti principali: raggiungibilità per i bonifici SEPA e gli addebiti SEPA per le banche; termini per la migrazione dei sistemi di traffico dei pagamenti nazionali ai bonifici e agli addebiti SEPA al 1 febbraio 2014, con un periodo di implementazione di sei mesi, risp. al 31 ottobre 2016 (per i Paesi membri dell UE e partecipanti al SEE che non hanno adottato l euro); utilizzo obbligatorio dell IBAN per le banche; utilizzo obbligatorio dell ISO (XML) per le banche; utilizzo obbligatorio dell IBAN per i clienti; utilizzo dell ISO (XML) per la clientela commerciale in caso di trasmissione di pagamenti collegati; presentazione dei pagamenti SEPA da parte dei clienti solo con IBAN e senza BIC, a partire da febbraio 2014 per pagamenti nazionali, o a partire da febbraio 2016 per pagamenti transfrontalieri; realizzazione di misure per una maggiore tutela dei consumatori, per es. in relazione al sistema di addebito diretto SEPA. Quali organismi definiscono il regolamento concernente la SEPA o altri quadri di riferimento in materia di SEPA? Il regolamento concernente la SEPA è stato emanato dall Unione europea (UE). I quadri di riferimento per i bonifici e gli addebiti SEPA vengono definiti dal Consiglio europeo per i pagamenti (EPC). Dove posso trovare il regolamento concernente la SEPA nonché altri quadri di riferimento in materia di SEPA? Il regolamento concernente la SEPA è disponibile sul sito Internet dell Unione europea (www.europa.eu). I quadri di riferimento in materia di SEPA si trovano sul sito Internet del Consiglio europeo per i pagamenti (www.europeanpaymentscouncil.eu). In Europa vengono regolamentate anche le commissioni per il traffico dei pagamenti? Sì. Il regolamento (CE) n. 924/2009 stabilisce che i bonifici e gli addebiti transfrontalieri da un Paese membro dell UE o partecipante al SEE a un altro non possano essere più costosi dei pagamenti all interno del medesimo Paese membro dell UE o partecipante al SEE. 3

4 2.1.2 Ripercussioni sulla Svizzera Le banche svizzere aderiscono alla SEPA o ai bonifici e agli addebiti SEPA? Sì. Sebbene la Svizzera non sia né un Paese membro dell UE né partecipante al SEE, le banche svizzere possono aderire ai bonifici e agli addebiti SEPA in qualità di partecipanti a tutti gli effetti al sistema SEPA. Il regolamento concernente la SEPA (disposizione di legge in materia di standardizzazione del traffico dei pagamenti in Europa) vale anche per la Svizzera? No. Il regolamento concernente la SEPA vale solo per i Paesi membri dell UE e i Paesi partecipanti al SEE. Il regolamento concernente la SEPA (disposizione di legge in materia di standardizzazione del traffico dei pagamenti in Europa) ha ripercussioni sulle banche svizzere (anche se esso non vale per la Svizzera)? Sì. Poiché alcuni punti principali tratti dal regolamento concernente la SEPA sono stati adottati nei quadri di riferimento per i bonifici e gli addebiti SEPA, essi valgono in via indiretta anche per le banche svizzere facenti parte del sistema SEPA. Ne sono interessati i bonifici e gli addebiti SEPA in euro dalla Svizzera verso l Europa o dall Europa verso la Svizzera. In particolare, al 31 ottobre 2016 le banche svizzere facenti parte del sistema SEPA devono garantire i seguenti punti per tali pagamenti: utilizzo dell ISO (XML) per i pagamenti da istituto finanziario a istituto finanziario; tutti gli istituti finanziari sono obbligati a provvedere affinché la clientela commerciale (ad eccezione delle microimprese) utilizzi l ISO (XML) ai fini della presentazione di pagamenti che vengono trasmessi in via collegata; presentazione di pagamenti SEPA da parte di tutti i clienti (clientela commerciale e consumatori) solo con IBAN e senza BIC; diritto d impartire istruzioni per i debitori in caso di addebiti nel sistema di addebitamento diretto di base (per es. limitazioni di importo e/o periodicità, blocco di conto per SDD, Black/White Listing). I regolamenti europei in materia di commissioni valgono anche per la Svizzera? No. Poiché la Svizzera non è né un Paese membro dell UE né partecipante al SEE, i regolamenti europei in materia di commissioni per i bonifici e gli addebiti SEPA non valgono per i pagamenti all interno o in uscita dalla Svizzera. Nella pratica è possibile tuttavia constatare che gran parte delle banche europee per i bonifici e gli addebiti SEPA all interno o in uscita dalla Svizzera applicano le medesime commissioni delle banche europee. Sono poche le banche che per i bonifici e gli addebiti SEPA svizzeri addebitano commissioni più elevate. La situazione con riferimento alle commissioni e alle spese per i bonifici e gli addebiti SEPA all interno o in uscita dalla Svizzera si appresta a cambiare? I regolamenti in materia di prezzi per i Paesi aderenti all UE/al SEE continueranno a non trovare alcuna applicazione per i pagamenti SEPA in uscita o all interno della Svizzera (analogamente a Monaco). A questo proposito, anche con la standardizzazione europea del traffico dei pagamenti non cambierà nulla dal febbraio, risp. dall agosto Di conseguenza le banche europee possono continuare a giustificare i pagamenti SEPA nei rapporti con la Svizzera come «pagamenti internazionali» con spese Ripercussioni per la clientela commerciale con traffico dei pagamenti europeo A partire da quando per i pagamenti in euro all interno dell Europa dovrà essere utilizzato esclusivamente l IBAN? A partire dal 1 febbraio 2014, con un termine di implementazione di sei mesi, i clienti con traffico dei pagamenti europeo (clientela commerciale e consumatori) devono impartire l esecuzione di bonifici e addebiti in euro fondamentalmente come transazione SEPA, comprensiva pertanto dell IBAN anziché del numero di conto proprietario. I clienti presso una banca di un Paese aderente all UE/al SEE possono tuttavia continuare a utilizzare fino a febbraio 2016 il proprio numero di conto e codice banca per pagamenti nazionali, a condizione che il relativo fornitore di servizi di pagamento offra la conversione all IBAN. A partire da quando la clientela commerciale dovrà utilizzare l ISO (XML) per la trasmissione di pagamenti collegati in euro? A partire dal 1 febbraio 2014, con un termine di implementazione di sei mesi, la clientela commerciale dovrà utilizzare l ISO (XML) per la trasmissione tramite file di bonifici e addebiti SEPA in euro (pagamenti collegati). A partire da quando i clienti potranno presentare bonifici e addebiti SEPA con IBAN ma senza BIC? Per i bonifici e gli addebiti SEPA nazionali in euro all interno del medesimo Paese membro dell UE o partecipante al SEE a partire dal 1 febbraio 2014 i clienti (clientela commerciale e consumatori) potranno utilizzare solo l IBAN senza il BIC. Per bonifici e gli addebiti SEPA in euro da un Paese aderente all UE/al SEE all altro i clienti potranno utilizzare esclusivamente l IBAN senza il BIC solo a partire dal 1 febbraio

5 Come verranno inizializzati in futuro i «pagamenti non regolamentati» (per es. pagamenti in USD e CHF in Germania o Francia o i pagamenti in euro verso gli USA)? I formati elettronici per i pagamenti destinati all estero (per es. DTAZV in DE) rimarranno invariati. I file in questo formato potranno di conseguenza essere trasmessi alla sua banca tramite un interfaccia elettronica anche dopo il 1 febbraio 2014 o il 1 agosto Non vi è alcuna necessità normativa di adeguare i canali alternativi (per es. un interfaccia di Internet banking o moduli) per i pagamenti destinati all estero Formati Quali sono le forme specifiche all interno dei Paesi del nuovo standard SEPA? Mentre l European Payments Council (EPC) nelle «Implementation Guidelines» fissa in maniera vincolante i formati di dati per il traffico dei pagamenti interbancario, le specificazioni per l interfaccia banca/cliente (message type pain) hanno solo un carattere di raccomandazione. Alla luce di questo, nella pratica non vi sarà alcun formato di dati unitario per gli ordini dei clienti in Europa. Le possibili forme variano da un attuazione 1:1 delle disposizioni dell EPC a divergenze più o meno marcate dalle raccomandazioni dell EPC: sulla base dello standard ISO fino ad arrivare a formati individuali oltre lo standard ISO. Per ulteriori informazioni può consultare le sue coordinate bancarie in Europa oppure il sito Internet della banca nazionale corrispondente. La CGI (Common Global Implementation) costituisce un alternativa all implementazione delle forme specifiche all interno dei Paesi del nuovo standard SEPA? Sì. La CGI è nata su iniziativa di diverse grandi aziende allo scopo di creare una variante idonea a un contesto multibanca e unitaria a livello internazionale di uno standard XML basato sull ISO Un impresa dovrebbe poter utilizzare per tutte le comunicazioni di pagamento a tutte le banche la stessa struttura dei messaggi e in tal modo raggiungere ogni sistema di pagamento del mondo. Tutte le comunicazioni importanti tra banca e cliente per i pagamenti e le informazioni relative al conto sono specificate e descritte in Internet all indirizzo Il Credit Suisse offre ai propri clienti lo standard CGI? Sì. In conformità all attuale pianificazione il Credit Suisse potrà accettare e convertire lo standard CGI a partire dal settembre 2014 ed elaborarlo normalmente dal Qual è in sintesi la compatibilità rispetto agli altri standard tecnici? Applicazioni FIN della SWIFT I messaggi SWIFT sono formati di dati standardizzati dalla «Society for Worldwide Interbank Financial Telecommunication» (SWIFT) per lo scambio dei messaggi. I message type FIN finora impiegati (in breve MT) dell applicazione FIN della SWIFT continueranno a essere utilizzati parallelamente ai nuovi messaggi basati su XML (in breve MX) fino a nuova comunicazione. Trasmissioni FileAct della SWIFT FileAct rappresenta un metodo per la condivisione di qualsiasi file tramite la rete SWIFT. Il formato dei file deve tuttavia essere stato concordato tra il mittente e il destinatario. Anche i file in formato SEPA possono essere trasmessi tramite FileAct. La futura standardizzazione in «Europa» non ha ripercussioni su un interfaccia FileAct di SWIFT esistente. Sicurezza dei dati EBICS L «Electronic Banking Internet Communication Standard» (EBICS) indica uno standard di sicurezza idoneo a un contesto multibanca per il trasferimento di dati relativi al traffico dei pagamenti tramite Internet. Poiché anche la presentazione di ordini di pagamento SEPA viene supportata tramite l EBICS, vi sono buone probabilità che l EBICS possa stabilirsi come standard a livello europeo con la nuova denominazione «European Banking Internet Communication Standard». Qual è la compatibilità rispetto alle modalità di pagamento alternative, per es. PayPal? PayPal è una modalità di pagamento alternativa principalmente per piccoli importi collegati ad acquisti online effettuati tramite piattaforme Internet. PayPal, in qualità di società affiliata della piattaforma Internet ebay, si assume la responsabilità della gestione della modalità di pagamento. Le parti di una transazione di pagamento eseguono la reciproca identificazione tramite i relativi indirizzi ; altre caratteristiche di identificazione (per es. coordinate bancarie e numero di conto) sono note solo al gestore. Gli addebiti sulle carte di credito, i bonifici e in parte gli addebiti diretti consentono a un cliente di provvedere alla liquidità del proprio conto PayPal. 2.2 Armonizzazione del traffico dei pagamenti in Svizzera Situazione di partenza Perché si rende necessaria un armonizzazione delle procedure per la Svizzera? Con l armonizzazione delle procedure relative al traffico dei pagamenti in Svizzera vengono perseguiti, in conformità alle decisioni della Banca nazionale svizzera, i seguenti obiettivi principali: riduzione della molteplicità delle procedure per bonifici e addebiti; utilizzo di uno standard tecnico unitario (ISO 20022); 5

6 esigenza del cliente di una maggiore automatizzazione nell elaborazione di documenti giustificativi (polizze di versamento) e messaggi di pagamento; base per un attuazione semplificata dei requisiti normativi futuri. In che cosa consiste la molteplicità nel traffico dei pagamenti svizzeri? Sebbene il volume di transazioni in Svizzera sia assai contenuto rispetto a grandi comunità monetarie (per es. dollaro USA, euro), vengono gestiti due sistemi di traffico dei pagamenti (SIC e PostFinance), utilizzati più di dieci standard e formati, supportate circa dieci procedure e impiegati sette diversi documenti giustificativi. Perché la piazza finanziaria svizzera ha deciso di passare al nuovo standard ISO 20022? L utilizzo dei messaggi relativi al traffico dei pagamenti basati sull ISO offre le più svariate possibilità di trasmettere i contenuti di dati di maggiore entità in maniera strutturata. I nuovi riferimenti «End-to-End» supportano per es. il riconoscimento automatico di un pagamento per datori d ordine e beneficiari, in quanto essi devono essere fondamentalmente sempre inoltrati da tutte le banche partecipanti all ordinante del pagamento e al beneficiario. Per quale motivo ci troviamo attualmente nella fase opportuna per effettuare la migrazione? La piattaforma tecnica del sistema di clearing svizzero deve essere sostituita. Tramite la contemporanea introduzione dello standard tecnico unitario secondo l ISO 20022, vengono poste le basi affinché i clienti e le banche siano preparati alle ripercussioni del regolamento concernente la SEPA valido a partire da ottobre Dove posso trovare i quadri di riferimento per un bonifico futuro secondo lo standard svizzero? Le raccomandazioni svizzere per i messaggi tra banca e cliente sono contenute nelle Business Rules and Implementation Guidelines e pubblicate sul sito Internet della SIX all indirizzo Le raccomandazioni svizzere per i bonifici si basano sui modelli europei? Sì, il modello è il quadro di riferimento per l esecuzione di un SEPA Credit Transfer fissato dal Consiglio europeo per i pagamenti (EPC) Ripercussioni sul mercato svizzero La Svizzera si appresta ad abolire il formato DTA per gli ordini di pagamento? Sì, in futuro nel mercato non sarà più disponibile il formato DTA svizzero. Presso il Credit Suisse nella fase transitoria può tuttavia continuare a presentare tutti gli ordini di pagamento come file nel formato DTA. Ciò nonostante, in futuro il DTA verrà sostituito da messaggi secondo lo standard ISO (XML). A partire da quando il formato DTA svizzero verrà sostituito dall XML? Per una fase transitoria che avrà luogo a partire dal 2016 in Svizzera è previsto un utilizzo in parallelo dei vecchi e dei nuovi formati. Secondo le conoscenze attuali il formato DTA non sarà più supportato dal mercato svizzero a partire dalla metà del Che cosa accadrà con riferimento al formato PVR/PVBR? L armonizzazione riguarda anche lo standard di spedizione per le entrate di pagamento PVR o PVBR (PVBR = polizza di versamento bancario con numero di riferimento). L armonizzazione eliminerà le polizze di versamento arancioni e modificherà inoltre il sistema dei numeri di riferimento e il formato dei file per le entrate di pagamento. Sarà disponibile un alternativa alla polizza di versamento arancione con numero di riferimento? Sì, i gruppi di lavoro specialistici della piazza finanziaria svizzera hanno definito l alternativa futura, basata sulla nuova polizza di versamento con numero di riferimento e codice dato. A partire da quando potrà essere utilizzata la nuova polizza di versamento con codice dato? Per un periodo transitorio a partire dal terzo trimestre 2018 si potranno elaborare in Svizzera le tradizionali polizze di versamento arancioni con numero di riferimento, oltre che le nuove polizze di versamento con codice dato. Questa fase parallela termina nel primo trimestre del A partire da qui la vecchia documentazione non verrà più elaborata e verranno accettati esclusivamente i nuovi documenti. In futuro saranno ancora disponibili file PVBR con i dettagli in merito alle entrate di pagamento? Sì, per i beneficiari svizzeri continuerà a essere disponibile un file PVBR, basato sull avviso di bonifico in XML (camt.54), per l armonizzazione automatica delle entrate di pagamento. 6

7 Perché viene creata una nuova polizza di versamento con codice dato? Lo sviluppo di una nuova polizza di versamento con codice dato si prefigge due obiettivi principali: creazione di un chiaro valore aggiunto per i clienti con l integrazione di un codice a barre bidimensionale (codice QR). Con l ausilio del codice QR i clienti possono per es. ottimizzare la propria logistica nell ambito della fatturazione e utilizzare inoltre il codice a barre per le informazioni di spedizione, per la gestione del proprio output; adempimento ai requisiti normativi in materia di trasparenza relativamente a beneficiari e datori d ordine su tutte le polizze di versamento. Che cos è un codice Quick Response (codice QR)? Il codice QR è composto da punti neri e bianchi disposti all interno di un quadrato. Con tale procedura i dati possono essere rappresentati graficamente. Nel codice QR i dati vengono memorizzati ripetutamente e possono pertanto essere ancora letti anche dopo una perdita fino al 30% (per es. a causa di scarsa pulizia o danneggiamento). A partire da quando la nuova polizza di versamento con codice dato sostituirà le polizze di versamento rosse? In base alla pianificazione attuale, le polizze di versamento rosse esistenti verranno rimpiazzate dalla futura polizza di versamento con codice dato nel periodo compreso tra il 2018 e il Durante questo periodo i nuovi e i vecchi documenti giustificativi saranno in uso parallelamente. Fino a quando si potranno ricevere ancora le tradizionali polizze di versamento rosse e arancioni? Potrà ordinare le tradizionali polizze di versamento nel corso dei prossimi anni ma prevedibilmente entro e non oltre la fine del 2019 presso la sua banca principale. Cosa accadrà con riferimento al sistema di addebitamento diretto tradizionale? Affinché tutti gli operatori di mercato possano beneficiare di una semplificazione, le soluzioni di addebito esistenti delle banche (LSV+/BDD) verranno sostituite dopo una fase parallela di due anni. Per quanto tempo ancora saranno disponibili LSV+/BDD? Le procedure verranno offerte fino al Quando verrà introdotto il nuovo sistema di addebitamento diretto? Il nuovo sistema di addebitamento diretto sarà disponibile a partire dal Che aspetto avrà il nuovo sistema di addebitamento diretto? Continuerà a essere presente un sistema di addebitamento diretto nelle due forme con diritto di contestazione (analogamente alla LSV+ di un tempo) e senza diritto di contestazione (analogamente al vecchio BDD). Lo scopo è adattare alla fattura elettronica il sistema di addebitamento diretto. Le specificazioni al riguardo sono attualmente in fase di elaborazione da parte dei gruppi di lavoro incaricati. Ulteriori informazioni saranno disponibili a partire da metà Ripercussioni per la clientela commerciale svizzera A partire da quando in Svizzera dovrà essere utilizzato l IBAN per i pagamenti? Dal 31 marzo 2020 gli istituti finanziari in Svizzera non potranno più elaborare bonifici o avvisi di prelevamento svizzeri senza IBAN. Il Credit Suisse raccomanda pertanto sin d ora alla propria clientela di impiegare l IBAN come numero di conto per tutti i pagamenti. A partire da quando la sola indicazione dell IBAN faciliterà i pagamenti in euro dalla Svizzera verso l Europa? A partire dal 31 ottobre 2016 per tutti i pagamenti europei in euro varrà la sola indicazione del numero di conto IBAN per identificare le coordinate di conto e bancarie del beneficiario. L IBAN può essere indicato a livello mondiale come numero di conto? Sì, esso verrà considerato al pari di ogni altro numero di conto. Gli ordini di pagamento internazionali continueranno tuttavia a necessitare, oltre che dell IBAN, dei dati relativi all istituto finanziario del beneficiario (per es. mediante BIC). L IBAN è disponibile anche per i conti postali? Sì, per ogni numero di conto postale è disponibile un IBAN. Per la conversione si rivolga alla sua banca principale in Svizzera. Quali vantaggi offre l armonizzazione per i clienti svizzeri? Numeri di conto univoci riducono la probabilità di errori di registrazione e diminuiscono il numero di domande di chiarimento o di rifiuti da parte delle banche; da ciò ne deriva una più rapida disponibilità dei mezzi finanziari e costi inferiori. I riferimenti comuni dei clienti consentono una maggiore automatizzazione nella contabilizzazione delle entrate di pagamento nel software di contabilità per il beneficiario. 7

8 I report standardizzati e i messaggi di stato ai fini dell elaborazione ampliano le possibilità a sua disposizione per l utilizzo delle funzioni di Cash Management, anche per soluzioni di software standard. Il codice QR e la riduzione della molteplicità di documenti giustificativi aumentano il tasso di riconoscimento e la possibilità dell elaborazione automatizzata delle polizze di versamento anche da parte del cliente. Le integrazioni manuali ai fini della contabilizzazione vengono ridotte. Con l armonizzazione del panorama del traffico dei pagamenti tutti gli attori sulla piazza finanziaria svizzera possono continuare a beneficiare di soluzioni convenienti di traffico dei pagamenti Formati Che cos è l ISO 20022? Con la denominazione UNIFI (ISO 20022), l Organizzazione internazionale di Standardizzazione ha definito una specificazione basata su XML per i tipi di messaggi relativamente alle transazioni finanziarie. Lo standard ISO crea nuovi formati unitari per lo scambio di messaggi relativi alle transazioni finanziarie tra il cliente e la banca nonché tra le banche. XML significa extensible Markup Language. I messaggi sono definiti in una struttura a tre livelli (A/B/C-Level). Ecco un esempio con l ausilio di un messaggio pain.001 «Credit Transfer»: A-Level (livello del messaggio), B-Level (da parte del debitore), C-Level (da parte del beneficiario). Quale tipo di messaggi è richiesto in base alle operazioni tra cliente e banca? I messaggi Payments Initiation (pain) sono messaggi tra il cliente e l istituto finanziario. In conformità all ISO 20022: pain.001 per ordini di pagamento, pain.002 per report di stato, pain.008 per ordini di addebito. In conformità all ISO 20022, i messaggi di Cash Management (camt) vengono utilizzati tra il cliente e l istituto finanziario nonché tra gli istituti finanziari. Quale tipo di messaggi viene utilizzato tra gli istituti finanziari? In conformità all ISO 20022, i messaggi Payments Clearing e Settlement (pacs) vengono utilizzati esclusivamente per la trasmissione di ordini e i report di stato tra gli istituti bancari. Come viene attuato l ISO in Svizzera? La Svizzera definisce un proprio standard specifico all interno del Paese per i messaggi XML tra il cliente e la banca nonché tra le banche. Lo standard tuttavia si ispira da vicino alle specificazioni per i bonifici e gli addebiti SEPA. Quali organismi definiscono lo standard svizzero per i messaggi relativi al traffico dei pagamenti XML? Esistono gruppi di esperti e organi di decisione composti da rappresentanti della piazza finanziaria svizzera preposti alla definizione dei messaggi tra banca e cliente secondo l ISO in Svizzera. Esistono diverse versioni dello standard svizzero per i messaggi relativi al traffico dei pagamenti? Sì, in seguito ad aggiornamenti periodici dello standard svizzero per bonifici, addebiti e informazioni relative al conto nel mercato svizzero saranno presenti sia le versioni attuali che quelle precedenti. In base alle conoscenze di cui disponiamo oggi, gli aggiornamenti periodici verranno effettuati con una frequenza annuale. 3. Orientamento del Credit Suisse 3.1 Aspetti generali Come verrà attuata l armonizzazione del traffico dei pagamenti da parte del Credit Suisse? Il Credit Suisse approfitta delle evoluzioni del mercato per orientare in maniera ottimale la propria infrastruttura per il traffico dei pagamenti alle esigenze del cliente. Le vecchie applicazioni verranno sostituite da nuovi sistemi conformi all ISO I lavori di progetto saranno conclusi puntualmente nel momento in cui verrà effettuata l armonizzazione del mercato svizzero, ossia a partire dal Quali obiettivi persegue il Credit Suisse con la sostituzione dell infrastruttura per il traffico dei pagamenti? Il Credit Suisse garantirà che: in un ambiente moderno, stabile ed efficiente per il traffico dei pagamenti le disposizioni del mercato svizzero vengano attuate tempestivamente; la gestione dei prodotti esistenti per il traffico dei pagamenti venga mantenuta in maniera affidabile e senza interferenze fino alla relativa sospensione; i canali elettronici supportino i nuovi formati basati sull ISO per la comunicazione tra cliente e banca; il passaggio dalle vecchie alle nuove procedure venga comunicato a tempo debito ai clienti, accompagnato da un supporto specialistico ai clienti e attuato in maniera affidabile. 8

9 3.2 Offerta del Credit Suisse relativa all XML secondo l ISO Il Credit Suisse può già ricevere messaggi XML secondo l ISO 20022? Sì, tramite i canali esistenti Direct Link e Direct Exchange già oggi la clientela commerciale può trasmettere bonifici secondo lo standard svizzero e addebiti SEPA mediante messaggi «pain». I clienti possono già ricevere messaggi XML dal Credit Suisse secondo l ISO 20022? Sì, tramite i canali esistenti Direct Link e Direct Exchange le mettiamo a disposizione le conferme relative alle transazioni SEPA Direct Debit come messaggi «pain.002» nello standard SEPA. Il Credit Suisse può ricevere anche messaggi XML europei secondo l ISO 20022? In vista della standardizzazione in Europa, a partire dal settembre 2014 il Credit Suisse offrirà una «piattaforma clienti ISO 20022», tramite la quale potranno essere trasmessi messaggi XML secondo l ISO 20022, in base all esigenza del cliente, in ulteriori forme nazionali. La «piattaforma clienti ISO 20022» del Credit Suisse è multimandante? Sì, la piattaforma clienti per l ISO verrà realizzata in versione multimandante e consente un offerta di formati globale, sia per i clienti Singlebanking del Credit Suisse che per i clienti Multibanking. Quali messaggi supporterà la «piattaforma clienti ISO 20022»? Oltre ai nuovi messaggi ISO in merito all inizializzazione di pagamento (Payment initiation; pain.001/008), alle informazioni relative al conto (Electronic account information; camt.052/053) nonché alla conferma di stato (Payment status report; pain.002) verranno supportati i seguenti altri formati: SWIFT Payment Messages (MT101, MT103); SWIFT Account Reporting Messages (MT940, MT942). 3.3 Offerta SEPA del Credit Suisse Presso il Credit Suisse è già disponibile un offerta per i SEPA Credit Transfer? Sì, già oggi può predisporre l elaborazione dei suoi pagamenti verso l Europa come SEPA Credit Transfer. Deve esclusivamente adempiere alle disposizioni per un pagamento SEPA rispondendo ai seguenti requisiti: predisposizione di un bonifico in euro; utilizzo dei numeri di conto IBAN nel suo ordine; utilizzo del BIC (codice SWIFT) per la banca del beneficiario; selezione del codice di spesa «SHA» («Suddivisione delle spese»); nessuna integrazione di istruzioni di esecuzione come Express oppure vie di pagamento speciali. Come può un cliente conferire un ordine di tipo SEPA Credit Transfer? Inizializzi il suo pagamento come di consueto, in via elettronica tramite Online Banking, Direct Link o Direct Exchange oppure sotto forma di ordine cartaceo. Quando viene ricevuto il mio SEPA Credit Transfer dal beneficiario? Dal 1 gennaio 2012 per i SEPA Credit Transfer l accredito al beneficiario deve avvenire il giorno successivo all addebito dell ordinante del pagamento, indipendentemente dal fatto che questo sia stato elaborato a livello nazionale o transfrontaliero all interno dell Europa. È necessario tuttavia prestare attenzione anche agli orari di chiusura delle accettazioni dei singoli istituti bancari per la trasmissione dei pagamenti SEPA. Presso il Credit Suisse è già disponibile un offerta per gli addebiti di base SEPA (Core Direct Debit)? Sì, già oggi tramite il Credit Suisse può presentare gli incassi derivanti dagli addebiti di base SEPA in euro. Come può un cliente commerciale impartire addebiti di tipo SEPA Direct Debit? La trasmissione dell addebito SEPA viene effettuata tramite la sua interfaccia Direct Link o Direct Exchange al Credit Suisse. I messaggi di report di stato relativi ai suoi addebiti le verranno ovviamente rispediti tramite il medesimo canale. Il Credit Suisse dovrà adeguare la propria offerta SEPA sulla base delle regolamentazioni SEPA? No, l attuale offerta SEPA per Credit Transfer e Direct Debit (addebito di base) risponde completamente alle disposizioni europee, che a partire dal 1 febbraio 2014 dovranno essere obbligatoriamente rispettate da tutte le banche europee per i pagamenti in euro all interno dei Paesi aderenti all UE/al SEE con un termine di implementazione di sei mesi. 9

10 I bonifici e gli addebiti SEPA possono essere impartiti anche in altre monete? No. I pagamenti SEPA possono essere impartiti solo in euro. I pagamenti nelle altre monete europee continueranno a essere possibili solo con un bonifico estero. Il Credit Suisse esegue i pagamenti di elevato ammontare in euro anche tramite il sistema SEPA? Per i pagamenti di elevato ammontare in euro con IBAN e BIC in un Paese aderente all UE/al SEE il Credit Suisse ne raccomanda l elaborazione tramite un «sistema di clearing in tempo reale». 4. Necessità d azione per i clienti 4.1 Necessità d azione immediata per la clientela commerciale Cosa devo fare in qualità di cliente svizzero (cliente commerciale e consumatore) del Credit Suisse e/o altre banche svizzere? Gli utenti dei prodotti per il traffico dei pagamenti svizzero non hanno alcuna necessità d azione immediata. Posso, in qualità di cliente, continuare a utilizzare i prodotti esistenti per il traffico dei pagamenti? Sì, le prestazioni di servizi per il traffico dei pagamenti del Credit Suisse (per es. DTA, LSV+/BDD, PVBR, ecc.) per bonifici e addebiti continueranno ovviamente a essere disponibili. Anche l attuale offerta SEPA del Credit Suisse risponde alle disposizioni vincolanti a partire dal 1 febbraio 2014 per i Paesi europei relativamente ai pagamenti in euro con un termine d implementazione di sei mesi. Esistono per la clientela commerciale ragionevoli misure preparatorie in vista della successiva armonizzazione del traffico dei pagamenti in Svizzera? Sì, sono previste le chiare modifiche seguenti alle quali può prepararsi. Analizzi in quali modalità e per quali funzioni si affida a soluzioni software e/o canali elettronici per eseguire il suo traffico dei pagamenti. Pianifichi eventuali attività con riferimento al tempo necessario e ai costi e si riservi per tempo un budget per il 2015 o gli anni successivi. Qualora comunichi in via elettronica con il Credit Suisse e/o altre banche svizzere, tale interfaccia deve poter essere idonea allo scambio dei vecchi e dei nuovi messaggi, o esclusivamente dei nuovi tipi di messaggio. Gestisca i suoi debitori e/o creditori in un software standard, richieda al suo fornitore software informazioni in merito all ulteriore procedura per l aggiornamento della soluzione attuale. Nel caso in cui elabori i suoi debitori e/o creditori in un sistema ERP individuale, il suo reparto specialistico IT può informarsi preventivamente tramite il sito Internet della SIX in merito agli adeguamenti e alle scadenze imminenti (www.iso-payments.ch/www.migration-pt.ch). Probabilmente dovrà analizzare la qualità della sua banca dati di partner e clienti con riferimento all IBAN. Dal 31 marzo 2020 le banche in Svizzera non potranno più elaborare bonifici o avvisi di prelevamento svizzeri senza IBAN. L utilizzo del numero di conto IBAN viene già oggi raccomandato fortemente. Pertanto è ragionevole per lei la rinuncia ai formati proprietari ogniqualvolta sia possibile. Eventualmente pianifichi le sue scorte di moduli (per es. prestampati di bozze di moduli) in vista della conversione dei documenti giustificativi a partire dal A tal proposito presti attenzione al fatto che anche il suo hardware (per es. lettori per polizze di versamento, stampanti) potrebbe essere interessato da un cambio dei documenti giustificativi. Quali azioni devo intraprendere in qualità di cliente commerciale svizzero di un gruppo europeo e/o con relazioni bancarie con banche situate nell UE/nel SEE? Qualora la sua azienda pur essendo un organizzazione internazionale utilizzi esclusivamente i prodotti per il traffico dei pagamenti svizzero nonché l attuale offerta SEPA del Credit Suisse, non ha alcuna necessità d azione immediata. Esistono ragionevoli misure preparatorie in vista delle successive modifiche nell ambito del traffico dei pagamenti in Svizzera (vedere formulazioni della domanda «Cosa devo fare in qualità di cliente svizzero (cliente commerciale e consumatore) del Credit Suisse e/o altre banche svizzere?»). Qualora la sua azienda, oltre ai prodotti per il traffico dei pagamenti svizzero, utilizzi anche l offerta di altre banche situate nell UE/nel SEE per bonifici e/o addebiti, vi è un immediata necessità d azione in considerazione del regolamento (UE) nonché dei termini prestabiliti a partire dall agosto 2014 o dall ottobre Per ulteriori dettagli la invitiamo a contattare i suoi istituti bancari all estero. Quale offerta ha predisposto il Credit Suisse nel caso in cui, dopo il mese di agosto 2014, in un gruppo internazionale le soluzioni IT specifiche per la Svizzera relativamente al traffico dei pagamenti non potessero più essere gestite? Saremo lieti di offrirle una consulenza in merito all offerta del Credit Suisse relativa alla nuova «piattaforma clienti ISO 20022». Per i dettagli, il suo interlocutore presso la Banca la metterà in contatto con i nostri specialisti corrispondenti. 10

11 4.2 Modifiche a medio termine alle quali i clienti possono prepararsi tempestivamente Sono interessato dagli adeguamenti software in qualità di cliente commerciale? Sì, nel caso in cui si affidi a soluzioni software e/o canali elettronici per gestire il suo traffico dei pagamenti. Deve utilizzare soluzioni software attuali che possano trasmettere, elaborare e archiviare i nuovi e i vecchi formati o esclusivamente i nuovi formati in XML secondo l ISO In qualità di cliente commerciale devo conoscere realmente i dettagli tecnici relativi all ISO ? No, l attuazione della programmazione basata su XML secondo l ISO verrà garantita dal suo fornitore software per i suoi software di contabilità o dal suo fornitore IT. Con un aggiornamento della release le novità verranno introdotte nel suo computer/nella sua EED. Che cosa cambierà con l ISO rispetto agli standard e ai formati attuali? L introduzione dell ISO modifica notevolmente la struttura di un ordine di pagamento elettronico. La chiarezza del vecchio messaggio di pagamento limitato in maniera proporzionale in base ai dati e altamente strutturato andrà persa. Tuttavia verrà offerta una molteplicità di nuove caratteristiche (per es. riferimenti SAP, riferimenti dei clienti End-to-End, ecc.), che possono essere comprese nell invio del nuovo messaggio. Quando posso adeguare le mie soluzioni software in qualità di cliente commerciale? Diversi partner software offrono già oggi soluzioni che riconoscono contemporaneamente i nuovi messaggi XML e i vecchi formati. Si informi presso il suo partner software e la sua banca, le conversioni sono già possibili. In che misura i dati dei miei clienti e dei miei partner sono interessati dall obbligo dell IBAN? Il numero di conto IBAN diventerà una caratteristica obbligatoria di un ordine per bonifici e addebiti in Svizzera e in Europa. Per poter garantire in futuro un esecuzione senza difficoltà dei suoi ordini, lei dovrà provvedere a inserire nelle sue banche dati di partner e clienti, nei suoi ordini permanenti e nei suoi modelli di pagamento i numeri di conto IBAN. A partire da quando l IBAN dovrà essere obbligatoriamente utilizzato? Per i pagamenti in euro verso l Europa l IBAN dovrà essere obbligatoriamente contenuto nell ordine a partire dal 1 febbraio 2014, con un termine d implementazione di sei mesi. Per i pagamenti in Svizzera ci si aspetta già oggi l IBAN. Le banche lo dovranno utilizzare al più tardi dal 31 marzo In che misura i dati dei clienti e dei partner sono interessati dall obbligo del BIC (codice SWIFT)? I codici BIC (indirizzo SWIFT di un istituto finanziario) sostituiscono in Europa e a livello internazionale i codici banca nazionali. Verifichi a tale riguardo le sue banche dati di partner e clienti, i suoi ordini permanenti e i suoi modelli di pagamento. Per i pagamenti in Svizzera il BIC non sostituirà i numeri di clearing esistenti. A partire da quando il BIC dovrà essere obbligatoriamente utilizzato? A partire dal 1 febbraio 2014, nei Paesi aderenti all UE/al SEE, si potrà rinunciare all indicazione del BIC per i pagamenti in euro nazionali tramite la SEPA. A partire dal 1 febbraio 2014 l utilizzo del BIC continuerà tuttavia a essere obbligatorio per i pagamenti transfrontalieri in euro verso l Europa. Solo a partire dal 1 febbraio 2016 vi si potrà rinunciare anche per i pagamenti transfrontalieri in euro tramite la SEPA. Per tutti gli altri pagamenti internazionali il BIC rimarrà obbligatorio. Devo già effettuare modifiche per le mie soluzioni DTA, LSV+/BDD esistenti? No, oltre a un orientamento coerente all IBAN e al BIC non devono essere effettuate altre modifiche. 5. Supporto a lei offerto da parte del Credit Suisse Ha domande in merito alle nostre raccomandazioni relative alla standardizzazione del traffico dei pagamenti nell UE/nel SEE e in Svizzera? Il suo consulente clientela o il suo ufficio di supporto, unitamente ai nostri specialisti, sono volentieri a sua disposizione in caso di domande. Dov è possibile reperire informazioni attuali in merito alle evoluzioni del mercato e alle ripercussioni sui clienti? Consulti il nostro sito Internet sul tema all indirizzo: Provvederemo costantemente a mettere a disposizione all interno del sito le informazioni attuali. Attivi sin d ora il News Ticker Service e la informeremo attivamente e tempestivamente sulle novità tramite mail. 11

12 I vostri interlocutori Per ottenere supporto e consulenza personale, potete telefonare ai seguenti numeri: Clientela privata: (dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle 17.30) Clientela commerciale: (dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle 17.30) CREDIT SUISSE AG Casella postale CH-8070 Zurigo 1 Le conversazioni telefoniche possono essere registrate. Il presente documento è stato allestito a scopo informativo e ad uso esclusivo del destinatario. Non si fornisce alcuna garanzia circa l affidabilità e la completezza del documento e si declina qualsiasi responsabilità per eventuali perdite derivanti dal suo utilizzo. Il presente documento non può essere distribuito negli Stati Uniti né consegnato a US Person (ai sensi della Regulation S dello US Securities Act del 1933 nella versione vigente). Questo vale anche per altre giurisdizioni, ad eccezione dei casi le cui circostanze siano conformi alle leggi applicabili. Copyright 2015 Credit Suisse Group AG e/o società collegate. Tutti i diritti riservati. SNLS

Come riscuotere elettronicamente i crediti in euro SEPA di base per gli addebiti diretti e SEPA per gli addebiti

Come riscuotere elettronicamente i crediti in euro SEPA di base per gli addebiti diretti e SEPA per gli addebiti Schema SEPA per gli addebiti diretti Beneficiari Come riscuotere elettronicamente i crediti in euro SEPA di base e SEPA per gli addebiti diretti B2B (SEPA Core e B2B Direct Debit) per beneficiari di pagamenti

Dettagli

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI.

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. BancoPosta www.bancoposta.it numero gratuito: 800 00 33 22 COME CAMBIANO INCASSI E PAGAMENTI CON LA SEPA PER I TITOLARI DI CONTI CORRENTI BANCOPOSTA DEDICATI

Dettagli

Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA. Informati, ti riguarda!

Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA. Informati, ti riguarda! Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA Informati, ti riguarda! 3 La SEPA (Single Euro Payments Area, l Area unica dei pagamenti in euro) include 33 Paesi: 18 Paesi della

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO 150 BONIFICI ITALIA ED ESTERO (import/export) Aggiornamento al 03 novembre 2014

FOGLIO INFORMATIVO 150 BONIFICI ITALIA ED ESTERO (import/export) Aggiornamento al 03 novembre 2014 INFORMAZIONI SU CREDIVENETO Denominazione e forma giuridica CREDITO COOPERATIVO INTERPROVINCIALE VENETO Società Cooperativa Società Cooperativa per Azioni a Resp. Limitata Sede Legale e amministrativa:

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO N. 38/006 Relativo a: Operazioni di pagamento non rientranti in un contratto quadro ai sensi del D.LGS. N.

FOGLIO INFORMATIVO N. 38/006 Relativo a: Operazioni di pagamento non rientranti in un contratto quadro ai sensi del D.LGS. N. INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di BUCCINO Società Cooperativa fondata nel 1982 Sede legale in Buccino, Piazza Mercato Loc. Borgo, cap. 84021 Tel.: 0828-752200 Fax: 0828-952377 [e-mail

Dettagli

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica Cassa di

Dettagli

Conti e carte Panoramica delle condizioni

Conti e carte Panoramica delle condizioni Conti e carte Panoramica delle condizioni Situazione 1.4.2015 Indice Note generali 3 Offerte pacchetti: Bonviva 4 Offerte pacchetti: Viva 5 Gamma dei Conti privati 6 Gamma dei Conti di risparmio 6 Traffico

Dettagli

Bonifici provenienti dall estero. Il servizio consente di incassare i propri crediti attraverso bonifici provenienti da banca estere.

Bonifici provenienti dall estero. Il servizio consente di incassare i propri crediti attraverso bonifici provenienti da banca estere. 18/05/2009 FOGLIO INFORMATIVO ai sensi della delibera CICR 4.3.2003 e istruzioni di vigilanza di Banca d Italia in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari Bonifici provenienti dall

Dettagli

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Informazioni su CheBanca! Denominazione Legale: CheBanca! S.p.A. Capitale Sociale: Euro 220.000.000 i.v. Sede Legale: Via Aldo Manuzio, 7-20124 MILANO

Dettagli

CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA. Malattia maternità decesso (assegno) invalidità

CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA. Malattia maternità decesso (assegno) invalidità COMMISSIONE AMMINISTRATIVA PER LA SICUREZZA SOCIALE DEI LAVORATORI MIGRANTI E 104 CH (1) CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA Malattia maternità

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Definizioni La vendita dei prodotti offerti sul nostro sito web www.prada.com (di seguito indicato come il Sito") è disciplinata dalle seguenti Condizioni Generali di

Dettagli

Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking.

Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking. Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking. Servizi via internet, cellulare e telefono per aziende ed enti. Informazioni sulla banca. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza

Dettagli

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio Deutsche Bank db Corporate Banking Web Guida al servizio INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. SPECIFICHE DI SISTEMA... 4 3 MODALITÀ DI ATTIVAZIONE E DI PRIMO COLLEGAMENTO... 4 3. SICUREZZA... 5 4. AUTORIZZAZIONE

Dettagli

Ordini di pagamento a favore di terzi Italia (Bonifici Assegni di traenza Assegni circolari)

Ordini di pagamento a favore di terzi Italia (Bonifici Assegni di traenza Assegni circolari) FOGLIO INFORMATIVO ai sensi della delibera CICR 4.3.2003 e istruzioni di vigilanza di Banca d Italia in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari Informazioni sulla Banca Ordini di

Dettagli

QUANTO PUÒ COSTARE IL FIDO. Servizio non commercializzato unitamente al conto corrente, si rinvia al foglio informativo del relativo contratto

QUANTO PUÒ COSTARE IL FIDO. Servizio non commercializzato unitamente al conto corrente, si rinvia al foglio informativo del relativo contratto INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Barlassina Società Cooperativa Via C. Colombo, 1/3 20825 BARLASSINA (MB) Tel.: 036257711 - Fax: 0362564276 Email: info@bccbarlassina.it - Sito internet:

Dettagli

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA procede alla raccolta di domande al fine di effettuare selezioni per eventuali assunzioni con contratto subordinato, a tempo determinato, relativamente al Festival Areniano

Dettagli

293,10 Non previsto. Servizio non commercializzato unitamente al conto corrente, si rinvia al foglio informativo del relativo contratto

293,10 Non previsto. Servizio non commercializzato unitamente al conto corrente, si rinvia al foglio informativo del relativo contratto Questo conto è particolarmente adatto per chi al momento dell apertura del conto pensa di svolgere un numero bassissimo di operazioni o non può stabilire, nemmeno orientativamente, il tipo o il numero

Dettagli

ECC-Net: Travel App2.0

ECC-Net: Travel App2.0 ECC-Net: Travel App2.0 In occasione del 10 anniversario dell ECC- Net, la rete dei centri europei per i consumatori lancia la nuova versione dell ECC- Net Travel App. Quando utilizzare questa applicazione?

Dettagli

Package di Conto Corrente Conto Genius First Non Residenti

Package di Conto Corrente Conto Genius First Non Residenti LG00000NEW.bmp Foglio Informativo n. CC90 Aggiornamento n. 035 Data ultimo aggiornamento 01.10.2014 Norme per la trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari ai sensi degli artt. 115

Dettagli

Il conto corrente in parole semplici

Il conto corrente in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il conto corrente in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il conto corrente dalla A alla Z conto corrente Il conto corrente bancario

Dettagli

L offerta PostFinance per le associazioni

L offerta PostFinance per le associazioni L offerta PostFinance per le associazioni PostFinance: il cassiere delle associazioni svizzere Sono oltre 80 000 le associazioni che hanno scelto PostFinance per la gestione finanziaria. Grande o piccola,

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

Aggiornamento 2010. Assumere in Europa. una guida per i datori di lavoro. eures.europa.eu. Commissione europea

Aggiornamento 2010. Assumere in Europa. una guida per i datori di lavoro. eures.europa.eu. Commissione europea Aggiornamento 2010 Assumere in Europa una guida per i datori di lavoro eures.europa.eu Commissione europea Né la Commissione europea né alcuna persona che agisca a nome della Commissione europea è responsabile

Dettagli

SEZIONE I - DISPOSIZIONI GENERALI. 1 di 5

SEZIONE I - DISPOSIZIONI GENERALI. 1 di 5 CONTRATTO QUADRO PER LO SVOLGIMENTO DEI SERVIZI DI PAGAMENTO A VALERE SUL CONTO CORRENTE (Contratto per persone fisiche che agiscono per scopi estranei all attività imprenditoriale o professionale) Mod.

Dettagli

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati Dipartimento federale di giustizia e polizia DFGP Ufficio federale di giustizia UFG Ambito direzionale Diritto pubblico Settore di competenza Progetti e metodologia legislativi 1 gennaio 2015 Aiuto alle

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

FISCALI. con il cd. decreto «salva Italia» (D.L. 6

FISCALI. con il cd. decreto «salva Italia» (D.L. 6 Guida ai NOVITÀ CIRCOLAZIONE del CONTANTE: LIMITAZIONI NAZIONALI e COMUNITARIE Analisi della circolazione del contante alla luce degli interventi chiarificatori offerti dal Mef, dall Agenzia delle Entrate,

Dettagli

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life 3 Indice 1. Autorizzazione e valori depositati 4 2. Apertura di un deposito 4 3. Autorizzazione di iscrizione

Dettagli

LINEE GUIDA PER L'EFFETTUAZIONE DEI PAGAMENTI ELETTRONICI A FAVORE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI E DEI GESTORI DI PUBBLICI SERVIZI

LINEE GUIDA PER L'EFFETTUAZIONE DEI PAGAMENTI ELETTRONICI A FAVORE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI E DEI GESTORI DI PUBBLICI SERVIZI LINEE GUIDA PER L'EFFETTUAZIONE DEI PAGAMENTI ELETTRONICI A FAVORE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI E DEI GESTORI DI PUBBLICI SERVIZI ex articolo 5, comma 4 del decreto legislativo 7 marzo 2005. n. 82 e

Dettagli

Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014

Quadro di valutazione L'Unione dell'innovazione 2014 Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014 Quadro di valutazione dei risultati dell'unione dell'innovazione per la ricerca e l'innovazione Sintesi Versione IT Imprese e industria Sintesi Quadro

Dettagli

L idea. 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta

L idea. 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta Guardare oltre L idea 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta I nostri moduli non hanno altrettante combinazioni possibili, ma la soluzione è sempre una, PERSONALIZZATA

Dettagli

4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI)

4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) 4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Tutte le persone che abitano o esercitano un attività lucrativa in Svizzera sono per principio

Dettagli

LE PMI RIMANGONO LOCALI MA DIVENTANO INTERNAZIONALI

LE PMI RIMANGONO LOCALI MA DIVENTANO INTERNAZIONALI LE PMI RIMANGONO LOCALI MA DIVENTANO INTERNAZIONALI OPUSCOLO Opportunità di ricerca transnazionale Vi interessa la ricerca europea? Research*eu è il mensile della direzione generale della Ricerca per essere

Dettagli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli 008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari applicabili all esecuzione di transazioni su titoli Indice Preambolo... 3 A Direttive generali... 4 Art. Base legale... 4 Art. Oggetto... 5 B

Dettagli

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Firmato digitalmente da Sede legale Via Nazionale, 91 - Casella Postale 2484-00100 Roma - Capitale versato Euro

Dettagli

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Il presente modulo, sottoscritto e corredato della documentazione necessaria, può essere: consegnato in un qualunque Ufficio Postale

Dettagli

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A.

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A. Mobile Messaging SMS Copyright 2015 VOLA S.p.A. INDICE Mobile Messaging SMS. 2 SMS e sistemi aziendali.. 2 Creare campagne di mobile marketing con i servizi Vola SMS.. 3 VOLASMS per inviare SMS da web..

Dettagli

La Direttiva Europea sui servizi di pagamento (PSD) e il Credito Cooperativo. Compendio sulle nuove regole dei Servizi di Pagamento

La Direttiva Europea sui servizi di pagamento (PSD) e il Credito Cooperativo. Compendio sulle nuove regole dei Servizi di Pagamento La Direttiva Europea sui servizi di pagamento (PSD) e il Credito Cooperativo Compendio sulle nuove regole dei Servizi di Pagamento Versione 1.0, 16 febbraio 2010 Indice 1 Premessa... 7 1.1 Contenuti di

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Ordinativo informatico locale - Revisione e normalizzazione del protocollo sulle regole tecniche ed obbligatorietà dell utilizzo nei servizi di tesoreria PREMESSA L

Dettagli

Bando regionale per il sostegno di:

Bando regionale per il sostegno di: Bando regionale per il sostegno di: Programma Operativo Regionale Competitività regionale e occupazione F.E.S.R. 2007/2013 Asse 1 Innovazione e transizione produttiva Attività I.3.2 Adozione delle tecnologie

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli Le migliori condizioni per il suo patrimonio 2-3 Sommario 01 Il nostro modello dei prezzi 4 02 La nostra gestione patrimoniale 5 03 La

Dettagli

3- Dove e come posso richiederla ed attivarla?

3- Dove e come posso richiederla ed attivarla? FAQ ITALO PIU 1- Cos è la Carta Italo Più? 2- Cosa puoi fare con Italo Più? 3- Dove e come posso acquistarla? 4- Quanto costa? 5- Come posso ricaricare la carta? 6- Dove posso controllare il saldo ed i

Dettagli

Il numero dei parlamentari: dati e comparazioni (AA.SS. 1178, 1633, 2821, 2848, 2891 e 2893)

Il numero dei parlamentari: dati e comparazioni (AA.SS. 1178, 1633, 2821, 2848, 2891 e 2893) N. 26 - Il numero dei parlamentari: dati e comparazioni (AA.SS. 1178, 1633, 2821, 2848, 2891 e 2893) 1. IL NUMERO DEI PARLAMENTARI NELLE DIVERSE COSTITUZIONI La scelta del numero dei parlamentari è un

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

Disposizioni UE sulla sicurezza sociale

Disposizioni UE sulla sicurezza sociale Aggiornamento 2010 Disposizioni UE sulla sicurezza sociale I diritti di coloro che si spostano nell Unione europea ANNI di coordinamento UE in materia di sicurezza sociale Commissione europea Disposizioni

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO

CONTRATTO DI SERVIZIO Il presente contratto si basa su un accordo quadro stipulato fra l Associazione provinciale delle organizzazioni turistiche dell'alto Adige (LTS), le Associazioni e i Consorzi turistici dell Alto Adige

Dettagli

Informazione per persone che soggiornano temporaneamente in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS.

Informazione per persone che soggiornano temporaneamente in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS. Informazione per persone che soggiornano temporaneamente in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS. Gettiamo dei ponti Istituzione comune LAMal Gibelinstrasse 25 casella

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Al vostro livello. Tre clienti tre storie di successo.

Al vostro livello. Tre clienti tre storie di successo. Al vostro livello. Tre clienti tre storie di successo. Reiner Gfeller. Responsabile Asset Management. Allianz Suisse Immobiliare SA. La Allianz Suisse Immobiliare SA collabora dal 2011 con Livit. L azienda

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

GUIDA PER L UTENTE. Direttiva 2005/36/CE. Tutto quello che vorreste sapere sul riconoscimento delle qualifiche professionali 66 DOMANDE 66 RISPOSTE

GUIDA PER L UTENTE. Direttiva 2005/36/CE. Tutto quello che vorreste sapere sul riconoscimento delle qualifiche professionali 66 DOMANDE 66 RISPOSTE GUIDA PER L UTENTE Direttiva 2005/36/CE Tutto quello che vorreste sapere sul riconoscimento delle qualifiche professionali 66 DOMANDE 66 RISPOSTE Il presente documento è stato elaborato a fini informativi.

Dettagli

Access Key per i vostri UBS Online Services Istruzioni

Access Key per i vostri UBS Online Services Istruzioni ab Access Key per i vostri UBS Online Services Istruzioni www.ubs.com/online ab Disponibile anche in tedesco, francese e inglese. Dicembre 2014. 83378I (L45365) UBS 2014. Il simbolo delle chiavi e UBS

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

Informazione per persone che hanno la loro dimora abituale in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS.

Informazione per persone che hanno la loro dimora abituale in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS. Informazione per persone che hanno la loro dimora abituale in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS. Gettiamo dei ponti Istituzione comune LAMal Gibelinstrasse 25 casella

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata

Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica IL MINISTRO PER L'INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE - Visto l articolo 17

Dettagli

UN CORDIALE BENVENUTO DAL SUO PARTNER PER IL LEASING BMW FINANCIAL SERVICES.

UN CORDIALE BENVENUTO DAL SUO PARTNER PER IL LEASING BMW FINANCIAL SERVICES. BMW Financial Services Piacere di guidare UN CORDIALE BENVENUTO DAL SUO PARTNER PER IL LEASING BMW FINANCIAL SERVICES. CONGRATULAZIONI. Grazie mille per la fiducia da lei riposta in BMW Financial Services

Dettagli

Artoni Europe: ampliata la copertura geografica del servizio di import/export in Europa

Artoni Europe: ampliata la copertura geografica del servizio di import/export in Europa 03 NOV 2014 Artoni Europe: ampliata la copertura geografica del servizio di import/export in Europa Da oggi Artoni Europe, servizio internazionale di Artoni Trasporti, raggiunge ben 32 paesi Europei con

Dettagli

LE NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE DAL 01 GENNAIO 2013 (Art. 1, commi da 324 a 335 ** Legge di Stabilità 2013 n. 228 del 24.12.2012)

LE NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE DAL 01 GENNAIO 2013 (Art. 1, commi da 324 a 335 ** Legge di Stabilità 2013 n. 228 del 24.12.2012) LE NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE DAL 01 GENNAIO 2013 (Art. 1, commi da 324 a 335 ** Legge di Stabilità 2013 n. 228 del 24.12.2012) Condividere la conoscenza è un modo per raggiungere l immortalità (Tensin

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA. 1. Definizioni

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA. 1. Definizioni CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Definizioni La vendita dei prodotti a marchio Church s conclusa a distanza attraverso il sito web www.churchfootwear.com (di seguito indicato come il Sito") è disciplinata

Dettagli

Internet Banking Aggiornato al 13.01.2015

Internet Banking Aggiornato al 13.01.2015 Foglio informativo INTERNET BANKING INFORMAZIONI SULLA BANCA Credito Cooperativo Mediocrati Società Cooperativa per Azioni Sede legale ed amministrativa: Via Alfieri 87036 Rende (CS) Tel. 0984.841811 Fax

Dettagli

Tavola 1 Incidenti stradali, morti e feriti

Tavola 1 Incidenti stradali, morti e feriti PRINCIPALI EVIDENZE DELL INCIDENTALITÀ STRADALE IN ITALIA I numeri dell incidentalità stradale italiana Nel 2011, in Italia si sono registrati 205.638 incidenti stradali, che hanno causato 3.860 morti

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

Proposta di adesione al servizio Telemaco per l accesso alla consultazione ed alla trasmissione di pratiche

Proposta di adesione al servizio Telemaco per l accesso alla consultazione ed alla trasmissione di pratiche Proposta di adesione al servizio Telemaco per l accesso alla consultazione ed alla trasmissione di pratiche Il/la sottoscritto/a Cognome e Nome Codice Fiscale Partita IVA Data di nascita Comune di nascita

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT

FINANZIAMENTI IMPORT Aggiornato al 01/01/2015 N release 0004 Pagina 1 di 8 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: BANCA INTERPROVINCIALE S.p.A. Forma giuridica: Società per Azioni Sede legale e amministrativa:

Dettagli

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari Circ.-CFB 98/2 Commerciante di valori mobiliari Pagina 1 Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari (Commerciante di valori mobiliari)

Dettagli

Evoluzione della fattura elettronica a livello internazionale e sua utilità

Evoluzione della fattura elettronica a livello internazionale e sua utilità Evoluzione della fattura elettronica a livello internazionale e sua utilità 6 settembre 2012 Bruno Koch Situazione iniziale tipica in una città campione Numero di abitanti: 100 000 Volume di fatture: ricevute

Dettagli

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE I rapporti di Eurydice PREMESSA Questo breve rapporto sull adozione dei libri di testo è nato in seguito a una specifica richiesta all unità italiana

Dettagli

Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza

Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza X-Pay Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza Agenda CartaSi e l e-commerce Chi è CartaSi CartaSi nel mercato Card Not Present I vantaggi I vantaggi offerti da X-Pay I vantaggi offerti da

Dettagli

Circolare n. 1 del 6 febbraio 2015

Circolare n. 1 del 6 febbraio 2015 Circolare n. 1 del 6 febbraio 2015 Logo pagopa per il sistema dei pagamenti elettronici a favore delle pubbliche amministrazioni e dei gestori di pubblici servizi. Premessa L Agenzia per l Italia Digitale

Dettagli

GAM. I nostri servizi di società di gestione

GAM. I nostri servizi di società di gestione GAM I nostri servizi di società di gestione Una partnership con GAM assicura i seguenti vantaggi: Forniamo sostanza e servizi di società di gestione in Lussemburgo Offriamo servizi di alta qualità abbinati

Dettagli

La revisione dell accertamento doganale

La revisione dell accertamento doganale Adempimenti La revisione dell accertamento doganale di Marina Zanga L accertamento doganale delle merci L accertamento delle merci dichiarate in dogana nell ambito delle operazioni di import/ export da

Dettagli

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Versione 9.0 del 09/03/2015 Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 1 INDICE PREMESSA... 3 1. Significato di Best Execution... 3 2. I Fattori di

Dettagli

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI PARTE VI > IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI Rimborsi risultanti dal modello Unico Rimborsi eseguiti su richiesta 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI Accredito su conto corrente

Dettagli

Deutsche Bank Easy. db contocarta. Guida all uso.

Deutsche Bank Easy. db contocarta. Guida all uso. Deutsche Bank Easy. Guida all uso. . Le caratteristiche. è il prodotto di Deutsche Bank che si adatta al tuo stile di vita: ti permette di accedere con facilità all operatività tipica di un conto, con

Dettagli

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica.

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. Studio FORM FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. We believe in what we create This is FORM power La soluzione FORM permette di realizzare qualsiasi documento in formato

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

0,00 EUR Canone mensile. 0,00 EUR Canone/forfait/spese trimestrali. 0,00 EUR Spese annue per conteggio interessi e competenze (*)

0,00 EUR Canone mensile. 0,00 EUR Canone/forfait/spese trimestrali. 0,00 EUR Spese annue per conteggio interessi e competenze (*) CONTO CORRENTE WEBANK L offerta commerciale della Banca contempla prodotti, servizi e attività differenti che si contraddistinguono per specifiche caratteristiche (es. i prodotti contraddistinti dal marchio

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

molto più lontano Intelligent solutions for HGV drivers

molto più lontano Intelligent solutions for HGV drivers Servizi che vi portano molto più lontano Intelligent solutions for HGV drivers L innovazione al servizio dell autotrasporto: AS 24 apre la strada 1 a rete europea di stazioni dedicate ai mezzi pesanti,

Dettagli

Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche

Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche Se la Banca non ci fosse... Come accade per tutte quelle aziende che servono in ogni momento

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

I PAGAMENTI INTERNAZIONALI IN UN OTTICA LEGALE E CONTRATTUALE

I PAGAMENTI INTERNAZIONALI IN UN OTTICA LEGALE E CONTRATTUALE I PAGAMENTI INTERNAZIONALI IN UN OTTICA LEGALE E CONTRATTUALE Una delle maggiori difficoltà che devono affrontare gli imprenditori che operano con l estero è l individuazione delle condizioni di pagamento

Dettagli

Contribuite anche voi al nostro successo.

Contribuite anche voi al nostro successo. Entusiasmo da condividere. Contribuite anche voi al nostro successo. 1 Premi Nel 2009 e nel 2012, PostFinance è stata insignita del marchio «Friendly Work Space» per la sua sistematica gestione della salute.

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

UN CORDIALE BENVENUTO DAL SUO PARTNER PER IL LEASING.

UN CORDIALE BENVENUTO DAL SUO PARTNER PER IL LEASING. UN CORDIALE BENVENUTO DAL SUO PARTNER PER IL LEASING. mini financial services CONGRATULAZIONI. Grazie mille per la fiducia riposta in MINI Financial Services e congratulazioni per l acquisto della sua

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete

Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete CG di BKW I per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

Il Credito. in parole semplici. La SCELTA e i COSTI. I DIRITTI del cliente. I CONTATTI utili. Il credito ai consumatori dalla A alla Z

Il Credito. in parole semplici. La SCELTA e i COSTI. I DIRITTI del cliente. I CONTATTI utili. Il credito ai consumatori dalla A alla Z LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il Credito ai consumatori in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il credito ai consumatori dalla A alla Z ISSN 2384-8871 (stampa) ISSN

Dettagli