PIANO OFFERTA FORMATIVA Istituto G. ROSSELLO Scuola dell Infanzia Paritaria

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PIANO OFFERTA FORMATIVA Istituto G. ROSSELLO Scuola dell Infanzia Paritaria"

Transcript

1 PIANO OFFERTA FORMATIVA Istituto G. ROSSELLO Scuola dell Infanzia Paritaria via C. Goldoni, Milano Tel/fax: cell

2 2 Istituto G. ROSSELLO - Scuola dell Infanzia Paritaria Parificata INDICE UN PO DI STORIA STRUTTURE SERVIZI - Mensa - Pre - Post-scuola ORGANIZZAZIONE DIDATTICA PROGETTO EDUCATIVO - Mete educative - Stile educativo - Metodologia - Risorse umane - Rapporto Scuola - Famiglia CRITERI GENERALI DA SEGUIRE PER LA RILEVAZIONE DEGLI APPRENDIMENTI RAPPORTI CON IL TERRITORIO REGOLAMENTO D ISTITUTO IN SEGRETERIA COSA FARE IN CASO DI FUNZIONI - OBIETTIVO PIANO DELLE ATTIVITÀ COMMISSIONI CALENDARIO SCOLASTICO SCUOLA PRIMARIA AS 2015/16

3 PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Il Piano dell Offerta Formativa (POF) elaborato dai docenti della Scuola dell Infanzia G. ROSSELLO è il documento d identità della Scuola stessa. In esso si trovano indicazioni relative alla storia, ai servizi, ai criteri di verifica e valutazione degli esiti scolastici. Con questo documento vogliamo: rendere trasparenti le scelte culturali, educative, organizzative che contraddistinguono il nostro Istituto; aprire la strada a una nuova intesa con i genitori e a rinnovate forme di collaborazione; aiutare le famiglie a comprendere e a servirsi dei meccanismi della scuola istituzione; capire e poter rispondere con strumenti appropriati alle domande formative che mutano con rapidità; Accompagnano il POF La Carta dei Servizi Il Regolamento Il Calendario Scolastico Il Progetto Educativo d Istituto (PEI) Il Piano delle attività La Programmazione

4 4 Istituto G. ROSSELLO - Scuola dell Infanzia Paritaria Parificata UN PO DI STORIA La Scuola G. Rossello prende nome da Santa Maria Giuseppa Rossello, fondatrice dell Istituto Figlie di Nostra Signora della Misericordia di Savona. Esse furono chiamate a Milano dai Padri Stimmatini che operavano nella Parrocchia di Santa Croce. Vi giunsero nel 1921 per assistere i bambini dell asilo e collaborare con i Padri nell opera educativa dei giovani. Fu loro affidato l oratorio femminile. Le origini della Scuola G. Rossello risalgono all anno dopo, il 1922; la sua sede storica è l attuale, a Milano, in via Carlo Goldoni 68, precisamente in quel rione anticamente chiamato Acquabella. All inizio la costruzione era piccola e i suoi locali adibiti ad asilo infantile, a scuola di lavoro e ricamo e a doposcuola. Nel 1924 iniziò il corso di pianoforte. In seguito lo stabile si ingrandì notevolmente, accorpando un ala di nuovissima costruzione, i cui locali furono adibiti a scuola elementare; siamo nel Da notare che, sin dall inizio, nelle aule della scuola materna ed elementare la scolaresca era mista: maschile e femminile. All insegnamento tradizionale si affiancarono corsi di educazione psicomotoria, lingua straniera (inglese), ed educazione musicale proposti da docenti specializzati. Dall anno scolastico 2002/03 anche i bambini della Scuola dell Infanzia partecipano alle gare non competitive della Scuola Primaria, le cosiddette Rosselliadi, cimentandosi in un percorso ginnico adatto a ogni fascia di età. Dall anno scolastico 2004/05 i bambini dell ultimo anno partecipano, in continuità con la Scuola Primaria, anche alle gare competitive. La Scuola G. Rossello è quindi una solida istituzione, permeata da grandi valori educativi, formativi e cristiani, grazie all eredità lasciata dalla Fondatrice della Congregazione delle Figlie della Misericordia di Savona, di cui la Scuola fa parte insieme con altre in tutto il mondo.

5 STRUTTURE Gli edifici scolastici non sono di recente costruzione, ma nel corso degli anni sono stati effettuati interventi di ristrutturazione e di adeguamento alle esigenze dei bambini e degli adulti che vi operano, per cui gli stabili sono già a norma di legge; altri interventi comunque sono previsti per rendere sempre più accogliente e vivibile l ambiente scolastico. La scuola ha al suo interno spazi aperti e chiusi in cui il bambino può muoversi liberamente svolgendo attività ludico-ricreative e didattiche assistite. Lo spazio scuola è suddiviso in: Spogliatoio attrezzato con armadietti singoli e doppi e con servizi adiacenti. Tre aule adibite alle attività didattiche e gioco ricreative con ulteriori servizi. Salone adibito alla ricreazione e al congedo, attrezzato di giochi adeguati all età (costruzioni, casetta, libri) Locale mensa. Sala ginnica per l attività psicomotoria. Giardino con palestrina, biciclette, tricicli, castello, nave, scivoli, dondoli e giochi liberi Cappella per i momenti di preghiera. I bambini si muovono all interno della scuola con completa autonomia; aiutati da contrassegni personali, utilizzando materiale scolastico a loro affidato con indipendenza.

6 6 Istituto G. ROSSELLO - Scuola dell Infanzia Paritaria Parificata SERVIZI Mensa La scuola è dotata di una cucina ristrutturata recentemente con tecniche moderne e condotta da una ditta privata che prepara quotidianamente in loco i piatti precedentemente elencati in un menù settimanale, seguendo le indicazioni dietetiche e rispettando eventuali diete per esigenze particolari. Pre - post scuola : pre-scuola : post scuola. I genitori possono usufruire di questo servizio previa iscrizione del bambino e versamento della quota di partecipazione. Il servizio è gestito da personale religioso. ORGANIZZAZIONE DIDATTICA ORARIO: entrata 8.30/9.15 cerchio e preghiera 9.15/9.45 attività 9.45/11.00 pranzo 11.20/ a uscita a uscita 15.30/15.45 Nella Scuola dell Infanzia operano tre insegnanti di sezione con orario di sei ore giornaliere. L orario è strutturato per favorire la possibilità d intervento e di ascolto nei confronti dei bambini soprattutto in momenti importanti come il pasto e l uso dei servizi igienici. Si ritiene fondamentale la presenza degli educatori in ogni momento di vita scolastica del bambino, senza favorire deleghe temporanee. La giornata comincia alle 9.15: i bambini si raccolgono in cerchio per una breve preghiera e canti.

7 Segue lo svolgimento delle attività didattiche che si conclude con momenti di gioco spontaneo e/o disegno libero. Il pranzo viene servito alle Al termine, dopo la ricreazione, i bambini, quando non svolgono attività di sezione, si suddividono per interclassi e/o per età e svolgono attività specifiche. Nella scuola è la docente stessa che svolge le lezioni di religione, attività che segue la programmazione didattica della Scuola dell Infanzia. La Scuola dell Infanzia propone, per tutti i bambini, divisi per età, un corso di Educazione motoria tenuto da un insegnante specialista e un laboratorio di Ballo. Per tutte e tre le fasce d età è previsto un laboratorio di Lingua Inglese con cadenza tri-settimanale. Per i bambini di 4-5 anni è offerto un laboratorio di avvicinamento alla musica, facoltativo, tenuto da un'insegnante specializzata. Sono previste inoltre 10 incontri, facoltativi, anche per i più piccoli. PROGETTO EDUCATIVO Le finalità educative e gli obiettivi istituzionali della scuola fanno riferimento a quanto scritto in proposito nelle Indicazioni nazionali per la Scuola dell Infanzia, oltre a quanto contenuto nel Regolamento dell Autonomia. In particolare si pone l accento sulla formazione integrale dei bambini, nel rispetto del ruolo educativo della famiglia. La Scuola Rossello è una scuola cattolica aperta ad accogliere alunni con altro credo religioso nel rispetto reciproco delle diversità. Si propone come obiettivo ultimo favorire la piena realizzazione della persona secondo il piano di Dio.A questa meta finale intende pervenire attraverso la proposta di valori attinti dal Vangelo e dalla cultura, orientandoli alla formazione integrale del bambino, per aiutarlo a crescere nella consapevolezza: della sua dignità di persona originale, libera, responsabile; della sua vocazione a vivere in comunione con Dio e con i fratelli; della sua responsabilità come membro di una società pluralista, in continua evoluzione.

8 8 Istituto G. ROSSELLO - Scuola dell Infanzia Paritaria Parificata Il gruppo di progettazione segnala che: dal punto di vista sociologico è necessario operare il recupero di autentici valori cristiani; dal punto di vista psicologico si avverte l esigenza di attenuare la fragilità che porta da un lato a non accettare la minima frustrazione e dall altro al bisogno immediato di gratificazione. È fondamentale l integrazione delle competenze e delle abilità. Applicando le esigenze enunciate e considerato che, in non pochi casi, occorre dare soddisfazione a bisogni primari, la Scuola agisce per dare sicurezza e benessere agli alunni e per condurre le loro famiglie all acquisizione di una consapevole e responsabile funzione educativa. Per raggiungere questi risultati ci si muove in direzione di un ampliamento delle opportunità educative. Attraverso le attività curricolari con le relative espansioni si punta a fornire agli alunni: nell area affettivo - relazionale a. la promozione dell autostima attraverso il fare e il saper fare; b. l ascolto e il coinvolgimento emotivo; c. lo sviluppo della curiosità intellettuale; d. il rispetto delle regole. nell area cognitiva: a. le abilità strumentali di base; b. l alfabetizzazione informatica; c. l arricchimento e lo sviluppo disciplinare e trasversale; d. un metodo di lavoro efficiente; e. linguaggi specifici efficaci. Il rapporto Docente - Bambino - Genitori è impostato sulla base dell effettiva reciprocità e di un assunzione di responsabilità che costituiscono il nucleo di qualsiasi attività formativa.

9 Un educazione efficace e integrale considera centrali i bisogni e le ragioni dell allievo e non si riferisce in astratto ai programmi: è la struttura che si adegua alla persona dell educando e non viceversa. Docenti, alunni e genitori sono impegnati in un comune processo formativo attraverso l assunzione delle responsabilità specifiche di ciascuno. Il raggiungimento degli obiettivi educativi e didattici avviene anche attraverso le seguenti iniziative: 1. Rosselliadi, gare ginnico - sportive 2. Rappresentazione natalizia 3. Concorso - manifestazione per la Giornata della Santa Rossello, per i 5 anni 4. Momenti di preghiera-riflessione nei periodi liturgici significativi (Avvento, Natale, Quaresima, mese di maggio) per i 5 anni. In quanto Scuola Cattolica l Istituto è e vuole essere una comunità educante, cioè un unione di persone motivate che individuano una precisa e circostanziata offerta formativa, risultato di una proposta di tutte le componenti della scuola: le religiose, i docenti, i genitori e gli alunni. Mete educative Le fonti che ispirano il servizio sono: - La Costituzione italiana - Il Vangelo - Lo stile di misericordia della Santa Maria Giuseppa Rossello Il Progetto educativo, che esprime l identità della Scuola, ha come ideali imprescindibili: - Un attenzione privilegiata alla persona in tutte le sue dimensioni ed estensioni - Favorire e accompagnare lo sviluppo armonico della personalità del bambino. - Promuovere e guidare ogni bambino verso l autonomia spontanea, offrendo nuove esperienze, assecondando i ritmi di vita propri dell infanzia.

10 10 Istituto G. ROSSELLO - Scuola dell Infanzia Paritaria Parificata Agli operatori, laici e religiosi, si chiede: - Testimonianza di vita - Professionalità sempre aggiornata - Collaborazione fra tutte le componenti (insegnanti, genitori, bambini) per creare un ambiente educativo in un clima di affetto, serenità e gioia. Stile educativo Il bambino, considerato soggetto attivo e protagonista della propria crescita, non è visto come un semplice esecutore di consegne previste e prestabilite. Quindi, sul piano pedagogico sono necessariamente da giustificare gli obiettivi, le scelte metodologiche, gli strumenti. Per rendere l esperienza scolastica positiva, si ritiene fondamentale non trascurare il bambino nella sua individualità, porgendo attenzione alle sue specifiche esigenze, ai suoi bisogni, sia nel rapporto con gli altri sia nella modalità e nei tempi di apprendimento. Bisogna inoltre promuovere esperienze di gruppo perché attraverso queste il bambino sia in grado di superare l egocentrismo sociale-morale, logico-affettivo. La vita di gruppo favorisce la socializzazione, lo sviluppo della capacità di collaborazione e di lavoro comune, e la disponibilità a stare e ad aiutare i coetanei. Metodologia Come metodo educativo fondamentale nelle attività svolte in riferimento alle aree di apprendimento e agli specifici laboratori viene valorizzato il gioco come risorsa privilegiata di apprendimento e di relazione. Elemento essenziale nella crescita di un bambino, gli consente di sviluppare le principali capacità, quelle senso-motorie, quelle socio-affettive, quelle costruttive, quelle espressive e quelle intellettuali, giacché implica la completa partecipazione di tutta la personalità. Giocando, i bambini usano le mani, i sensi, il corpo, la testa e riescono, proprio in virtù del coinvolgimento attivo dell intera persona, a coordinare movimenti, a orientarsi nello spazio e nel tempo, ad operare collegamenti tra cose ed eventi, a scoprire nessi casuali. Come supporto per il percorso formativo del bambino, si integra il gioco con un ulteriore strumento: il libro. Esso offre, per ogni area di apprendimento,

11 stimoli che possano concretizzarsi sia nell approccio manuale (manipolazione, pittura, collage ecc) sia nell approccio grafico. Questo strumento è pensato per ogni fascia di età, perché adeguato alle capacità del bambino. Non meno importanti sono i laboratori organizzati per sezione e/o intersezione. I bambini potranno scoprire nuove forme di conoscenza utilizzando vari materiali; essi avranno modo di esplorare fino in fondo la propria realtà. Infatti, attraverso l esplorazione e la ricerca, confrontando situazioni, ponendo problemi, costruendo ipotesi, osservando la realtà e sperimentando diversi materiali e non, facendo nuove scoperte, i bambini possono soddisfare i loro bisogni esplorativi e di curiosità. Ulteriore strumento di esperienza sono i laboratori teatrale e quello musicale, sia spontaneo che indotto, attraverso il gioco di ruolo e simbolico, l uso creativo di oggetti, l interpretazione di filastrocche, canzoni e poesie, recitazione, mimica e gestuale, recitazione e canto con il ritmo corporeo, con gesti e piccoli strumenti ritmici. Foto o riprese video potranno essere fatte durante lo svolgimento delle proposte didattiche, come documentazione di tali attività. Il ruolo dell educatore è attivo sia nella guida delle attività, sia nell osservazione, sia nella conversazione sia offre al bambino l opportunità di raggiungere le Finalità della Scuola dell Infanzia: Maturare la propria identità Conquistare la propria autonomia Sviluppare le proprie competenze Compito dell educatore è quello di intervenireefficacemente e attivamente nelle sue periodiche conquiste. Nel corso dell anno vengono tenute dalle Insegnanti i colloqui individuali. Per tutti i Genitori dei bambini nati entro il 30 aprile, che volessero anticipare l ingresso alla scuola Primaria, è previsto un colloquio nel mese di dicembre con l equipe dei docenti per valutarne l opportunità. Fino ad allora i bambini seguiranno la programmazione didattica relativa all età di appartenenza.

12 12 Istituto G. ROSSELLO - Scuola dell Infanzia Paritaria Parificata Risorse umane Le figure di riferimento per il bambino durante la sua vita scolastica sono molteplici: la famiglia è il nucleo e la fonte primaria dell educazione del bambino.ad essa compete condivisione dello stile educativo intrapreso dalla scuola, continuità formativa dei valori affettivi e morali, collaborazione con i docenti e la comunità scolastica. gli educatori e la direttrice sono attuatori del percorso del bambino. Essi si caratterizzano per professionalità e preparazione pedagogica; testimoni della propria vita e pedagogica; testimoni della propria vita e delle proprie scelte essi sono consapevoli dell esempio e del sostegno apportato alla crescita del bambino. Essi sono attenti alla propria crescita professionale attraverso aggiornamenti e sono costantemente aperti alla collaborazione con i propri colleghi e con le famiglie. il personale ausiliario è parte integrante della vita scolastica del bambino: condivide e collabora a instaurare rapporti positivi con i bambini e con le loro famiglie. Rapporto scuola-famiglia La scuola dell infanzia G. Rossello ritiene fondamentale la collaborazione delle famiglie. Si è istituito un comitato dei genitori (Comitato Rossello), che è parte integrante e attivo nell organizzazione dei momenti ricreativi della scuola. Queste occasioni di incontro favoriscono la socializzazione tra le famiglie, accomunate dalla medesima scelta educativa, e una continuità tra la vita scolastica e la vita familiare con il medesimo obiettivo: una crescita comune del bambino e delle famiglie stesse.

13 CRITERI GENERALI DA SEGUIRE PER LA RILEVAZIONE DEGLI APPRENDIMENTI (verifiche) Strumento principale per le verifiche nella scuola dell infanzia è la valutazioneosservazione. Oggetto dell osservazione sono gli apprendimenti del bambino nel loro divenire quotidiano, nei loro processi: l attenzione è rivolta agli stili cognitivi, alla qualità e non alla quantità delle conoscenze acquisite. L osservazione è pedagogicamente attendibile e didatticamente efficace quando non è diretta esclusivamente al bambino, ma al bambino in relazione, ossia alla rete di rapporti coi quali egli amplia i suoi campi di esperienza, soddisfa le proprie esigenze, alimenta la sua crescita. L indagine così non resta vincolata ai segmenti dei diversi versanti di sviluppo, ma li recupera e, passando trasversalmente, conferisce loro unicità e dinamicità. I termini di riferimento divengono indicatori di situazioni comportamentali colte nella loro processualità per cui l attenzione è rivolta più ai processi che ai risultati, con la triplice possibilità di: Conoscere i bambini. Valutare l incidenza del percorso didattico. Controllare i ritmi evolutivi di ciascun bambino. RAPPORTI CON IL TERRITORIO L Istituto ha stabilito un rapporto di reciproca collaborazione con: 1. la Parrocchia di Santa Croce per incontri formativi con le famiglie per una reciproca fruizione delle infrastrutture - sala della Comunità (cinema, teatro) - oratorio. 2. il Comune di Milano per migliorare la struttura scolastica

14 14 Istituto G. ROSSELLO - Scuola dell Infanzia Paritaria Parificata per i trasporti e le visite ATM per sviluppare progetti con il consiglio di zona per progetti di educazione stradale e ambientale per conoscere ed apprendere (musei e attività laboratoriali) Lo stretto rapporto che ci lega all AGESC fa sì che i nostri spazi siano utilizzati per gli incontri. PROGETTI ATTUATI NELL ANNO SCOLASTICO a. Momenti vita comunitaria Benedizione dell anno scolastico Castagnata nel mese di ottobre Incontro di preghiera e cena di Avvento Festa di carnevale S. Messa di chiusura anno scolastico in Santa Croce e pizzata di fine anno a scuola b. Scuola Scuola aperta nei mesi di novembre, gennaio e febbraio Rosselliadi Incontri di continuità Scuola Estiva fino a metà luglio c. Teatro Story-Telling per i bambini di 4-5 anni Teatro/laboratorio in lingua inglese per tutte le fasce d età Spettacoli teatrali a scuola per tutte le fasce d età Rappresentazione natalizia dei bambini di tutte le fasce d età in teatro Spettacolo di fine anno d. Arte Visita alla mostra Segantini a Palazzo Reale con i bambini di 5 anni

15 e. Uscite didattiche Biblioteca Comunale di via Valvassori Peroni con i bambini di 4-5 anni Gita di fine anno a Expo Milano 2015 per tutte le fasce d età f. Iniziative di sensibilizzazione a tematiche sociali e varie Nozioni di Primo Soccorso laboratorio tenuto dall Associazione Salvamento Academy INIZIATIVE EXTRASCOLASTICHE Scuola Estiva dal 1 luglio al 3 luglio (gestita dalle insegnanti) Campus teatrale dal 6 luglio al 10 luglio REGOLAMENTO DI ISTITUTO La Scuola Rossello, comunità educante che si fonda sulla collaborazione di tutte le sue componenti (insegnanti, genitori, alunni), identifica l ambiente educativo in un clima di affetto, serenità e gioia, permeato di autentici valori umani e cristiani, quali: il rispetto, l accoglienza, la fraternità, la laboriosità, la sincerità, la generosità, la pace. A tale scopo, tutti siamo tenuti a osservare, con puntualità e senso di responsabilità, il seguente regolamento. La Scuola Rossello intende essere, in un clima di semplicità e di serietà, un ambiente educativo dove ogni rapporto sia ispirato al rispetto reciproco, alla lealtà, all amore fraterno. Orario d ingresso: dalle ore 8.30 alle Orario di uscita: 1 a uscita alle ore a uscita dalle alle Per il miglior funzionamento della Scuola e per la sicurezza dei bambini, i genitori sono vivamente pregati di rispettare gli orari sia dell ingresso sia dell uscita e di non sostare all ingresso delle aule o nel salone quando accompagnano o ritirano i fanciulli. I genitori sono invitati alla puntualità

16 16 Istituto G. ROSSELLO - Scuola dell Infanzia Paritaria Parificata nel rispetto di ognuno e del lavoro di tutti. Il bambino che entri a scuola dopo le 9.15 è tenuto ad avvisare anticipatamente le insegnanti. I genitori, in spirito di collaborazione con le insegnanti, devono controllare ogni giorno la bacheca e le tasche porta-avvisi. I genitori potranno comunicare con gli insegnanti per un colloquio previo appuntamento. A tutti i genitori è chiesta la collaborazione piena nell educazione dei loro figli, nella condivisione del progetto educativo della Scuola e pertanto sono vivamente invitati a partecipare agli incontri formativi e di preghiera, alle assemblee di classe, a leggerne i verbali. Per le attività di Educazione Psicomotoria i bambini dovranno presentarsi in tuta. Le scarpe da ginnastica, riposte in un apposito sacchetto di stoffa, vengono lasciate a scuola. Il grembiule e la tuta della scuola si ritengono importanti per favorire il senso di appartenenza dei bambini al gruppo. I capi di vestiario ad uso scolastico ( tute, grembiuli) saranno segnati dal proprio nome o da un altro contrassegno facilmente riconoscibile dal bambino e dall insegnante. Tutti i bambini hanno il dovere di conservare il decoro dei locali e dei mobili della Scuola: saranno responsabili dei guasti che a questi arrecheranno. L abbigliamento del personale della Scuola e di chi vi accede sia semplice, decoroso, conforme al carattere dell ambiente. Ai genitori non è permesso accedere alle aule durante le ore di attività. La Direttrice è disponibile a incontrare i genitori previo appuntamento.

17 IN SEGRETERIA I Servizi Amministrativi, oltre a garantire il supporto organizzativo alla realizzazione dei progetti della Scuola, si occupano di gestione del personale, amministrazione degli alunni, contabilità e bilancio, protocollo, archivi, rapporto con il pubblico. L ufficio di segreteria della nostra Scuola gestisce molte operazioni con procedure informatiche. UFFICIO ALUNNI Certificazioni Assicurazione Fascicoli Personali Infortuni Cedole librarie informazioni sulla Dote Scuola UFFICIO PERSONALE Stipendi Ricostruzione carriera Certificati di servizio Assenze/Permessi All Ufficio di Segreteria ci si può rivolgere nei seguenti orari: da lunedì a venerdì ore 8.15/10.00 e ore 15.30/ Per colloqui con la Direttrice Didattica è preferibile chiedere un appuntamento. Certificati e copie conformi potranno essere richiesti anche solo telefonicamente e rilasciati entro tre giorni. Durante il periodo delle iscrizioni degli alunni verranno attivate tutte le procedure per garantire il soddisfacimento dell utenza in tempi celeri.

18 18 Istituto G. ROSSELLO - Scuola dell Infanzia Paritaria Parificata COME FARE IN CASO DI Iscrizione al primo anno di Scuola dell Infanzia Nel mese di novembre si tiene Scuola aperta. Entro il 31 gennaio dell anno di riferimento va effettuata l iscrizione. Tutti i genitori dei bambini iscritti saranno invitati a una riunione orientativa che si tiene solitamente nel mese di maggio. Iscrizioni al II, III, IV anno di Scuola dell Infanzia Riconfermare l iscrizione ogni anno entro il 31 gennaio. Per i bambini dell ultimo anno saranno organizzati degli incontri di continuità con la prima classe della scuola Primaria per conoscere le future insegnanti. Infortuni A partire dal giorno dell infortunio seguire le indicazioni fornite dalla scuola stessa, che inoltrerà denuncia all Ente Assicurativo su apposito modulo FUNZIONI - OBIETTIVO Ad alcuni docenti aventi caratteristiche di professionalità, di buona volontà e di disponibilità personale sono state attribuite particolari funzioni di coordinamento. Per quest anno sono stati individuati alcuni insegnanti che svolgono le seguenti funzioni: gestione del Piano dell Offerta Formativa che comprende il coordinamento delle attività del piano. L organizzazione degli orari. Interventi diretti ai bambini che riguardano le attività di inserimento e di integrazione. Continuità educativa. La progettazione curricolare e la documentazione didattica.

19 Rapporti con le famiglie con cui s intende favorire la relazione costruttiva scuola-famiglia (Direttrice) La formazione in servizio dei docenti (Direttrice) L integrazione dei nuovi docenti (Direttrice) L organizzazione degli spazi (Direttrice) PIANO DELLE ATTIVITÀ Gruppi di lavoro Scuola dell Infanzia: POF Il gruppo di lavoro POF ha il compito di elaborare il Piano dell Offerta Formativa per sviluppare in maniera unitaria, coerente e congruente la proposta formativa. FESTE NATALE - CARNEVALE FINE ANNO Per festeggiare il S. Natale ogni anno viene messa in scena una rappresentazione a cui segue un rinfresco per lo scambio degli auguri.viene organizzato inoltre un incontro di preghiera a cui segue una cena insieme famiglie e insegnanti. A Carnevale viene organizzata una serata che comprende la cena, i giochi e i travestimenti tipici di tale ricorrenza. A conclusione di un anno di lavoro i bambini presentano lo spettacolo finale con rinfresco e infine tutti hanno il piacere di ritrovarsi insieme a scuola per una pizza. COMMISSIONI Comitato Rossello (direttrice, docenti, genitori) Continuità (direttrice, docenti) POF (docenti) Commissione tempo libero (genitori) Commissione sport (direttrice, docenti, genitori)

20 CALENDARIO SCOLASTICO 2015/16 Giovedì 3 sett Inizio Scuola Infanzia 3 e 4 settembre Orario: CON MENSA Da lunedì 7 settembre Orario completo Giovedì 29 ottobre Castagnata a scuola Sabato 21 novembre Open Day Lunedì 7 dicembre Martedì 8 dicembre Venerdì 18 dicembre Da mercoledì 23 dicembre a mercoledì 6 gennaio 2016 Mercoledì 10 febbraio Giov. 11 e ven. 12 febb. Da mercoledì 23 marzo a mercoledì 30 marzo Lunedì 25 aprile Sabato 28 maggio Giovedì 2 giugno Venerdì 3 giugno Martedì 7 giugno Giovedì 9 giugno Venerdì 17 giugno Martedì 30 giugno Sant Ambrogio Festa dell Immacolata Spettacolo Natale anni Vacanze natalizie Festa di carnevale a scuola orario: Vacanze di carnevale Apertura Rosselliadi Rosselliadi Vacanze pasquali Festa nazionale Spettacolo fine anno Remigini Festa della Repubblica Sospensione delle lezioni Spettacolo fine anno 3-4 anni Festa S. Rossello (Messa+ Pizzata ) Gita fine anno Ultimo giorno Sc. Infanzia

21 Scuola dell Infanzia Paritaria G. ROSSELLO via C. Goldoni, Milano tel/fax: cell

Scuola dell InfanzIa paritaria angelo pedretti Via Capersegno 17 Presezzo. P.O.F. Piano Offerta Formativa. Anno Scolastico 2015/16

Scuola dell InfanzIa paritaria angelo pedretti Via Capersegno 17 Presezzo. P.O.F. Piano Offerta Formativa. Anno Scolastico 2015/16 Scuola dell InfanzIa paritaria angelo pedretti Via Capersegno 17 Presezzo P.O.F. Piano Offerta Formativa Anno Scolastico 2015/16 Saluto di benvenuto Carissimi genitori e bambini, benvenuti nella nostra

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO AVIGLIANO CENTRO PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ANNO SCOLASTICO 2014/2015

ISTITUTO COMPRENSIVO AVIGLIANO CENTRO PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 ISTITUTO COMPRENSIVO AVIGLIANO CENTRO PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 Un bambino, un insegnante, un libro e una penna possono cambiare il mondo. Malala Yousafzai Premio Nobel per

Dettagli

CONTINUITÀ EDUCATIVO- DIDATTICA

CONTINUITÀ EDUCATIVO- DIDATTICA CONTINUITÀ EDUCATIVO- DIDATTICA mediante momenti di raccordo pedagogico, curriculare e organizzativo fra i tre ordini di scuola, promuove la continuità del processo educativo, condizione essenziale per

Dettagli

Scuola dell Infanzia

Scuola dell Infanzia MILANO La Scuola di tutti... la Scuola per ciascuno Scuola dell Infanzia SCUOLA COME SECONDA CASA Scuola Primaria DAL FARE AL SAPER FARE INSIEME Scuola Secondaria di Primo Grado SCUOLA PONTE VERSO NUOVE

Dettagli

Fondazione. L Asilo di Vignola. Scuola dell Infanzia paritaria Vittorio Emanuele II e Garibaldi. Estratto dal P.O.F. A.S.

Fondazione. L Asilo di Vignola. Scuola dell Infanzia paritaria Vittorio Emanuele II e Garibaldi. Estratto dal P.O.F. A.S. Fondazione L Asilo di Vignola Scuola dell Infanzia paritaria Vittorio Emanuele II e Garibaldi Estratto dal P.O.F. A.S. 2009/2010 La scuola dell infanzia è gestita dalla Fondazione L Asilo di Vignola che

Dettagli

Scuola dell Infanzia PAOLA DI ROSA Scuola Primaria SAN GIUSEPPE

Scuola dell Infanzia PAOLA DI ROSA Scuola Primaria SAN GIUSEPPE Scuola dell Infanzia PAOLA DI ROSA Scuola Primaria SAN GIUSEPPE Scuola dell Infanzia Paola di Rosa Scuola Primaria San Giuseppe La vera educazione è apertura alla realtà nella sua ricchezza la scuola è

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

2 FINALITA FORMATIVE DELLA SCUOLA PRIMARIA

2 FINALITA FORMATIVE DELLA SCUOLA PRIMARIA 2 FINALITA FORMATIVE DELLA SCUOLA PRIMARIA Il nostro impianto educativo vuol porre al centro la ricerca del sé nella scoperta della necessità dell altro. Noi siamo tutti gli altri che abbiamo incontrato

Dettagli

ASILO NIDO NAVAROLI PIANO DI OFFERTA FORMATIVA (P.O.F.) ANNO SCOLASTICO 2014-2015

ASILO NIDO NAVAROLI PIANO DI OFFERTA FORMATIVA (P.O.F.) ANNO SCOLASTICO 2014-2015 ASILO NIDO NAVAROLI PIANO DI OFFERTA FORMATIVA (P.O.F.) ANNO SCOLASTICO 2014-2015 INDICE Il Piano dell Offerta Formativa 1 Presentazione del Asilo Nido Navaroli 1-2 La nostra idea di bambino 3 Partecipazione

Dettagli

COS E IL MICRONIDO PICCOLI PASSI E COSA OFFRE

COS E IL MICRONIDO PICCOLI PASSI E COSA OFFRE 1 COS E IL MICRONIDO PICCOLI PASSI E COSA OFFRE La Scuola dell Infanzia Silvio Moretti offre il servizio di Micro-nido ai bambini residenti e non, in età compresa dai 18 ai 36 mesi. Il nido nasce per far

Dettagli

La scuola dell infanzia è la risposta al diritto all educazione dei bambini dai 3 ai 6 anni METODOLOGIA

La scuola dell infanzia è la risposta al diritto all educazione dei bambini dai 3 ai 6 anni METODOLOGIA La scuola dell infanzia è la risposta al diritto all educazione dei bambini dai 3 ai 6 anni PRINCIPI EDUCATIVI E LINEE GUIDA Rispetto dell unità psico-fisica del bambino; centralità educativa del fare

Dettagli

Scuola dell Infanzia A. Gallo Via Flero, 29

Scuola dell Infanzia A. Gallo Via Flero, 29 Comune di Brescia Settore Scuole dell Infanzia Scuola dell Infanzia A. Gallo Via Flero, 29 Piano Offerta Formativa anno scolastico 2013/2014 PROGETTO EDUCATIVO Profilo territorio La scuola comunale dell

Dettagli

Scuola dell Infanzia: Orario settimanale

Scuola dell Infanzia: Orario settimanale p.za S. M. Ausiliatrice, 60 Roma INTEGRAZIONE P.O.F. ANNO SCOLASTICO 2015-2016 Premessa Il presente documento è una integrazione al POF valido per il triennio 2013-2015. Di seguito sono presentati i dati

Dettagli

Piano di Offerta Formativa A.S. 2015/2016

Piano di Offerta Formativa A.S. 2015/2016 Piano di Offerta Formativa A.S. 2015/2016 Collegio docenti Ente Morale Asilo Infantile 1 luglio 2015 Cos è il Piano dell Offerta Formativa: P.O.F E il documento fondamentale che ogni scuola autonoma predispone

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO. 1. I riferimenti pedagogici a cui la Scuola dell Infanzia Stella Mattutina fa riferimento

PROGETTO EDUCATIVO. 1. I riferimenti pedagogici a cui la Scuola dell Infanzia Stella Mattutina fa riferimento PROGETTO EDUCATIVO 1. I riferimenti pedagogici a cui la Scuola dell Infanzia Stella Mattutina fa riferimento Nella Scuola dell Infanzia Stella Mattutina l azione educativa mira al raggiungimento delle

Dettagli

SCUOLA PARITARIA SAN GIUSEPPE. Estratto del Piano di Offerta Formativa

SCUOLA PARITARIA SAN GIUSEPPE. Estratto del Piano di Offerta Formativa SUORE CARMELITANE DI S. TERESA DI FIRENZE PRATO SCUOLA PARITARIA SAN GIUSEPPE Estratto del Piano di Offerta Formativa SCUOLA DELL INFANZIA www.istitutosangiuseppe.com La Scuola dell Infanzia San Giuseppe

Dettagli

GIORNO DOPO GIORNO. PER IMPARARE, CONOSCERE E CRESCERE INSIEME. A.S. 2015/2016

GIORNO DOPO GIORNO. PER IMPARARE, CONOSCERE E CRESCERE INSIEME. A.S. 2015/2016 GIORNO DOPO GIORNO. PER IMPARARE, CONOSCERE E CRESCERE INSIEME. A.S. 2015/2016 8.15: ingresso a scuola 8.20: inizio lezioni 10.20 / 10.40 : ricreazione 12.20/14.20: pranzo e pausa con giochi in classe

Dettagli

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA.

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. (Cfr. Indicazioni nazionali per il curricolo Sc. Infanzia D.P.R. dell 11-02-2010) Il sé e l altro Le grandi domande,

Dettagli

AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA

AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA DON AGOSTINO ROSCELLI P:zza Paolo da Novi,11 16129 Genova ANNO SCOLASTICO 2014 2015 La scuola dell infanzia non è scuola dell obbligo,

Dettagli

PROGETTO D ISTITUTO: IN CONTINUITA SCUOLA INFANZIA SCUOLA PRIMARIA. Anno scolastico 2015/2016

PROGETTO D ISTITUTO: IN CONTINUITA SCUOLA INFANZIA SCUOLA PRIMARIA. Anno scolastico 2015/2016 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CESALPINO PROGETTO D ISTITUTO: IN CONTINUITA SCUOLA INFANZIA SCUOLA PRIMARIA Anno scolastico 2015/2016 MOTIVAZIONE La continuità didattica è parte determinante del processo

Dettagli

Scuola Primaria Trento TROVA

Scuola Primaria Trento TROVA Scuola Primaria Trento TROVA Carissimi genitori e bambini, sono lieto di farvi giungere il mio più cordiale saluto e, al tempo stesso, presentarvi il Collegio Arcivescovile. È una scuola di lunga tradizione

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI

PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI FESTE E RICORRENZE Le feste rappresentano esperienze belle e suggestive da vivere e ricordare per

Dettagli

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA BAROLO

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA BAROLO CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA BAROLO L ISTITUZIONE SCOLASTICA E IL NUOVO SISTEMA DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE L Istituzione Scolastica ha proceduto alla definizione del proprio Curricolo operando l essenzializzazione

Dettagli

Istituto Comprensivo "Alfredo Sassi" Scuola dell Infanzia

Istituto Comprensivo Alfredo Sassi Scuola dell Infanzia Istituto Comprensivo "Alfredo Sassi" Renate Veduggio - Briosco Scuola dell Infanzia Anno scolastico 2014/15 RACCONTO LA MIA SCUOLA PRESENTAZIONE La scuola dell infanzia dell Istituto Comprensivo di Renate

Dettagli

IN VIAGGIO CON ULISSE PROGETTO DIDATTICO

IN VIAGGIO CON ULISSE PROGETTO DIDATTICO IN VIAGGIO CON ULISSE PROGETTO DIDATTICO ANNO SCOLASTICO 2015/2016 Il tema scelto vuole trasmettere ai bambini l importanza del patrimonio letterario classico. Inoltre, presentando la figura dell EROE,

Dettagli

SCHEDE PROGETTUALI SCUOLA DELL INFANZIA

SCHEDE PROGETTUALI SCUOLA DELL INFANZIA ALLEGATO 2 PTOF 2016/2019 SCHEDE PROGETTUALI SCUOLA DELL INFANZIA INDICE ACCOGLIENZA CONTINUITÀ SI/SP LINGUA INGLESE ATTIVITA MOTORIA EDUCAZIONE MUSICALE LABORATORIO TEATRALE 1 ACCOGLIENZA Integrazione

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Anno scolastico 2012 / 2013 Scuola Comunale dell infanzia Pollicinia Via Roma Potenza Tel. 0971 / 273041 DOVE SIAMO CHI SIAMO Potenza, capoluogo di regione, è la città della

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SANTA MARIA DELLE GRAZIE P.E.I. Progetto Educativo d Istituto

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SANTA MARIA DELLE GRAZIE P.E.I. Progetto Educativo d Istituto SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SANTA MARIA DELLE GRAZIE P.E.I. Progetto Educativo d Istituto ANNO SCOLASTICO 2011/2012 IL PROGETTO EDUCATIVO (P.E.I.) è il documento fondamentale che espone l orientamento

Dettagli

LABORATORIO DI ANIMAZIONE TEATRALE TEATRO DEI GENITORI

LABORATORIO DI ANIMAZIONE TEATRALE TEATRO DEI GENITORI LABORATORIO DI ANIMAZIONE TEATRALE TEATRO DEI GENITORI Anno scolastico 2013/2014 PREMESSA Negli ultimi anni il rapporto scuola-famiglie è notevolmente mutato. I genitori sentendosi, a giusta ragione, parte

Dettagli

PRIMAVERA PROGETTO EDUCATIVO-DIDATTICO A.S. 2010/2011

PRIMAVERA PROGETTO EDUCATIVO-DIDATTICO A.S. 2010/2011 Scuola dell Infanzia Paritaria Cuore Immacolato di Maria Via Martiri d Otranto, 27 Lecce SEZIONE PRIMAVERA PRIMAVERA PROGETTO EDUCATIVO-DIDATTICO A.S. 2010/2011 1 La cura dell istruzione è AMORE (Sapienza

Dettagli

DALLA TESTA AI PIEDI

DALLA TESTA AI PIEDI PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO ANNUALE SCUOLA DELL INFANZIA A. MAGNANI BALIGNANO DALLA TESTA AI PIEDI ALLA SCOPERTA DEL NOSTRO CORPO Anno scolastico 2013-14 MOTIVAZIONI Il corpo è il principale strumento

Dettagli

CURRICOLO il sapere, il saper fare, il saper essere. SAPERE, SAPER ESSERE SAPER FARE COMPETENZA VALORIZZAZIONE

CURRICOLO il sapere, il saper fare, il saper essere. SAPERE, SAPER ESSERE SAPER FARE COMPETENZA VALORIZZAZIONE CURRICOLO Il Curricolo è il complesso organizzato delle esperienze di apprendimento che una scuola intenzionalmente progetta e realizza per gli alunni al fine di conseguire le mete formative desiderate.

Dettagli

Istituto Comprensivo Cepagatti anno scolastico 2015-2016

Istituto Comprensivo Cepagatti anno scolastico 2015-2016 Finalità della Scuola del primo ciclo Compito fondamentale della scuola del primo ciclo d istruzione, che comprende la Scuola Primaria e la Scuola Secondaria di primo grado, è la promozione del pieno sviluppo

Dettagli

1)PROGETTO PSICOMOTRICITÀ EDUCATIVA E PREVENTIVA NIDO E MATERNA

1)PROGETTO PSICOMOTRICITÀ EDUCATIVA E PREVENTIVA NIDO E MATERNA 1)PROGETTO PSICOMOTRICITÀ EDUCATIVA E PREVENTIVA NIDO E MATERNA Servizio Nido e Servizio Scuola dell Infanzia Target: tutti i bambini del Centro Infanzia (servizio Nido e Scuola dell Infanzia) di tutte

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA MARIA AUSILIATRICE

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA MARIA AUSILIATRICE 1 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA MARIA AUSILIATRICE VIA DON BOSCO,57-57124 - LIVORNO TEL.0586444269 Email fmacolline@gmail.com 2 L anno scolastico 2014/2015 prevede un percorso formativo che vuole aiutare

Dettagli

L EDUCAZIONE AFFETTIVA SESSUALE NELLA SCUOLA PRIMARIA

L EDUCAZIONE AFFETTIVA SESSUALE NELLA SCUOLA PRIMARIA L EDUCAZIONE AFFETTIVA SESSUALE NELLA SCUOLA PRIMARIA FINALITA L educazione all affettività rappresenta per l alunno un percorso di crescita psicologica e di consapevolezza della propria identità personale

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA DELL INFANZIA STATALE NICCOLINI

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA DELL INFANZIA STATALE NICCOLINI PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA DELL INFANZIA STATALE NICCOLINI ANNO SCOLASTICO 2014/2015 INSEGNANTE Rofrano Barbara PROGETTAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA L insegnamento della religione

Dettagli

IL RISPETTO DEI DIRITTI PROPRI DI OGNI PERSONA E DI OGNI BAMBINO, E IL SEGRETO PIU PROFONDO DELLA VERA PACE

IL RISPETTO DEI DIRITTI PROPRI DI OGNI PERSONA E DI OGNI BAMBINO, E IL SEGRETO PIU PROFONDO DELLA VERA PACE PROGETTO EDUCATIVO IL RISPETTO DEI DIRITTI PROPRI DI OGNI PERSONA E DI OGNI BAMBINO, E IL SEGRETO PIU PROFONDO DELLA VERA PACE IDENTITA DELLA SCUOLA La Scuola dell Infanzia parrocchiale S.Giuseppe vuole

Dettagli

ASILO NIDO SANTA FAUSTINA KOWALSKA

ASILO NIDO SANTA FAUSTINA KOWALSKA Associazione Dives in Misericordia ASILO NIDO SANTA FAUSTINA KOWALSKA CARTA DEI SERVIZI La seguente CARTA DEI SERVIZI è stata redatta facendo riferimento alla delibera della Giunta Regionale della Campania

Dettagli

PER CRESCERE UN BAMBINO CI VUOLE UN INTERO VILLAGGIO (proverbio africano)

PER CRESCERE UN BAMBINO CI VUOLE UN INTERO VILLAGGIO (proverbio africano) Cervignano del Friuli PER CRESCERE UN BAMBINO CI VUOLE UN INTERO VILLAGGIO (proverbio africano) 1 PRESENTAZIONE CHI SIAMO Il Nido è un Servizio Comunale, gestito da personale della Cooperativa ITACA, in

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA INFANZIA SCUOLA PRIMARIA

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA INFANZIA SCUOLA PRIMARIA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CESALPINO Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1 grado Via Porta Buia - Arezzo Tel. 0575/20626 Fax 0575/28056 e mail: media.cesalpino@tin.it sito internet: www.iccesalpino.it

Dettagli

Scuola dell Infanzia

Scuola dell Infanzia MILANO La Scuola di tutti... la Scuola per ciascuno Scuola dell Infanzia SCUOLA COME SECONDA CASA Scuola Primaria DAL FARE AL SAPER FARE INSIEME Scuola Secondaria di Primo Grado SCUOLA PONTE VERSO NUOVE

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI BALANGERO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI BALANGERO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI BALANGERO PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA Scuola Primaria Anno scolastico 2013/2014 Il Collegio dei Docenti della Scuola Primaria dell Istituto Comprensivo di Balangero condivide

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO MARTIRI DELLA LIBERTA - SESTO SAN GIOVANNI Scuola dell'infanzia "E. Marelli 20099 SESTO SAN GIOVANNI (MI)- VIA CAVALLOTTI, 88

ISTITUTO COMPRENSIVO MARTIRI DELLA LIBERTA - SESTO SAN GIOVANNI Scuola dell'infanzia E. Marelli 20099 SESTO SAN GIOVANNI (MI)- VIA CAVALLOTTI, 88 ISTITUTO COMPRENSIVO MARTIRI DELLA LIBERTA - SESTO SAN GIOVANNI Scuola dell'infanzia "E. Marelli 20099 SESTO SAN GIOVANNI (MI)- VIA CAVALLOTTI, 88 I nostri spazi 5 sezioni 2 bagni con servizi igienici

Dettagli

Titolo CARTA DEI SERVIZI CONTATTI ANNO SCOLASTICO 2014/2015 SCUOLA DELL INFANZIA MONUMENTO AI CADUTI ZERO BRANCO

Titolo CARTA DEI SERVIZI CONTATTI ANNO SCOLASTICO 2014/2015 SCUOLA DELL INFANZIA MONUMENTO AI CADUTI ZERO BRANCO CONTATTI Inseri re q ui il m essag gio. N on su per are le d ue o tr e fr asi. Scuola dell Infanzia Monumento ai caduti Via Trento Trieste 16 31059 ZERO BRANCO tel e fax 0422.97032 e-mail: scuolainfanziazero@libero.it

Dettagli

Istituto Comprensivo di Sedegliano. Tutti a scuola. Piccola guida alle nostre scuole primarie

Istituto Comprensivo di Sedegliano. Tutti a scuola. Piccola guida alle nostre scuole primarie Istituto Comprensivo di Sedegliano Tutti a scuola Piccola guida alle nostre scuole primarie gennaio 2010 Istituto Comprensivo di Sedegliano Presentazione Questo opuscolo contiene alcune informazioni utili

Dettagli

Programmazione di religione cattolica

Programmazione di religione cattolica Programmazione di religione cattolica Istituto Comprensivo P. Gobetti Trezzano sul Naviglio Anno Scolastico 2012/2013 INSEGNANTE: Franca M. CAIATI Obiettivi specifici di Apprendimento Questi obiettivi

Dettagli

e ilgioco com inciò..

e ilgioco com inciò.. e ilgioco com inciò.. PROGETTO EDUCATIVO 1.1 PRESENTAZIONE GENERALE Il progetto CRD si rivolge a bambini/e e ragazzi/e della scuola primaria e secondaria di primo grado del paese con attività diurne presso

Dettagli

Scuola dell Infanzia Statale ARCOBALENO DAI MILLE COLORI Tressano di Castellarano (RE) LA NOSTRA SCUOLA.

Scuola dell Infanzia Statale ARCOBALENO DAI MILLE COLORI Tressano di Castellarano (RE) LA NOSTRA SCUOLA. Scuola dell Infanzia Statale ARCOBALENO DAI MILLE COLORI Tressano di Castellarano (RE) LA NOSTRA SCUOLA. LA SCUOLA DELL INFANZIA Il nostro sistema scolastico è riuscito attraverso una felice convergenza

Dettagli

proporre iniziative comuni per realizzare la continuità attraverso le fasi dell accoglienza e la formazione delle classi iniziali;

proporre iniziative comuni per realizzare la continuità attraverso le fasi dell accoglienza e la formazione delle classi iniziali; CONTINUITA' Il concetto di continuità nella scienza educativa, si riferisce a uno sviluppo e a una crescita dell individuo che si realizza senza macroscopici salti o incidenti. La continuità nasce dall

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO STATALE FILIPPO MEDA DI INVERIGO

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO STATALE FILIPPO MEDA DI INVERIGO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO STATALE FILIPPO MEDA DI INVERIGO Tel. 031. 607321 - E-mail: sms.inverigo@tiscali.it - Sito: www.icsinverigo.gov.it Direzione e Segreteria dell Istituto Comprensivo: Via

Dettagli

Istituto Comprensivo Poggiomarino1-Capoluogo. Piano dell offerta formativa

Istituto Comprensivo Poggiomarino1-Capoluogo. Piano dell offerta formativa Istituto Comprensivo Poggiomarino1-Capoluogo Piano dell offerta formativa Istituto Comprensivo Poggiomarino1-Capoluogo I PROGETTI DIDATTICI INDIRIZZI GENERALI DELLA SCUOLA LE STRUTTURE IL CURRICOLO P.O.F

Dettagli

Istituto Comprensivo N 5 Via Pirandello 12 40026 Imola (BO)

Istituto Comprensivo N 5 Via Pirandello 12 40026 Imola (BO) Istituto Comprensivo N 5 Via Pirandello 4006 Imola (BO) dal Piano dell Offerta Formativa che: esplicita la nostra progettazione curricolare, extracurricolare educativa ed organizzativa e si configura,

Dettagli

PROGETTO RACCORDO SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA

PROGETTO RACCORDO SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA PROGETTO RACCORDO SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA FINALITÀ Creare le condizioni ed i presupposti per un sereno passaggio dei bambini dalla Scuola dell Infanzia alla scuola primaria, con particolare

Dettagli

Scuola dell Infanzia Madre Mazzarello. Scuola dell Infanzia:

Scuola dell Infanzia Madre Mazzarello. Scuola dell Infanzia: Scuola dell Infanzia Madre Mazzarello Scuola dell Infanzia: Scuola dell Infanzia Madre Mazzarello L ingresso e appello L arrivo a scuola ogni mattina è un momento delicato, i bambini vivono il distacco

Dettagli

Istituto Comprensivo di Porto Viro. Scuola Primaria

Istituto Comprensivo di Porto Viro. Scuola Primaria Istituto Comprensivo di Porto Viro Scuola Primaria La nostra MISSION ciò che vogliamo essere MISSION La nostra scuola è un ambiente educativo per l apprendimento: spazio di incontro ed integrazione di

Dettagli

I.C. FUTURA SCUOLA PRIMARIA

I.C. FUTURA SCUOLA PRIMARIA I.C. FUTURA SCUOLA PRIMARIA FINALITÀ TRASVERSALI Sviluppa autostima Sviluppa competenze disciplinari e trasversali Impara a cooperare e vivere in gruppo Impara a superare ansie e difficoltà Impara a conoscere

Dettagli

Istituto Comprensivo Donadoni via Torquato Tasso Bergamo. Scuole per l'infanzia - Scuola Primaria - Scuola Potenziata - Scuola Secondaria di 1

Istituto Comprensivo Donadoni via Torquato Tasso Bergamo. Scuole per l'infanzia - Scuola Primaria - Scuola Potenziata - Scuola Secondaria di 1 SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA DELL'INFANZIA La scuola dell infanzia per bambini dai 3 ai 6 anni di età non è obbligatoria, ma è di fondamentale importanza per la promozione di competenze essenziali, quali:

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER L INTEGRAZIONE

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER L INTEGRAZIONE PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER L INTEGRAZIONE FINALITA Il presente documento denominato Protocollo di Accoglienza è un documento che nasce da una più dettagliata esigenza d informazione relativamente all

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI REVELLO SCUOLA PRIMARIA REVELLO - ENVIE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI REVELLO SCUOLA PRIMARIA REVELLO - ENVIE ISTITUTO COMPRENSIVO DI REVELLO SCUOLA PRIMARIA REVELLO - ENVIE ISCRIZIONI ANNO SCOLASTICO 2014/2015 OFFERTA FORMATIVA Ogni alunno ha diritto ad un intervento educativo e didattico che rispetti la sua

Dettagli

Scuola dell Infanzia: Orario settimanale

Scuola dell Infanzia: Orario settimanale p.za S. M. Ausiliatrice, 60 Roma INTEGRAZIONE P.O.F. ANNO SCOLASTICO 2014-2015 Premessa Il presente documento è una integrazione al POF valido per il triennio 2013-2015. Di seguito sono presentati i dati

Dettagli

ISTITUTO CESARE ARICI SCUOLA PRIMARIA PARITARIA. Progetto integrazione diversamente abili

ISTITUTO CESARE ARICI SCUOLA PRIMARIA PARITARIA. Progetto integrazione diversamente abili ISTITUTO CESARE ARICI SCUOLA PRIMARIA PARITARIA Progetto integrazione diversamente abili Anno scolastico 2010/2011 Istituto Cesare Arici - Via Trieste, 17-25121 - Brescia tel. 030.42432 fax 030.2400638

Dettagli

SCUOLA MARIA SS. DEL BUON CONSIGLIO Via delle Vigne Nuove, 104 ROMA ISTITUTO SUORE DEGLI ANGELI PROGETTO EDUCATIVO

SCUOLA MARIA SS. DEL BUON CONSIGLIO Via delle Vigne Nuove, 104 ROMA ISTITUTO SUORE DEGLI ANGELI PROGETTO EDUCATIVO SCUOLA MARIA SS. DEL BUON CONSIGLIO Via delle Vigne Nuove, 104 ROMA ISTITUTO SUORE DEGLI ANGELI PROGETTO EDUCATIVO Anno scolastico 2014-2015 1 PREMESSA La SCUOLA CATTOLICA svolge la sua missione educativa

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA Scuola dell Infanzia di VESTRENO A.S. 2013/2014

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA Scuola dell Infanzia di VESTRENO A.S. 2013/2014 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA Scuola dell Infanzia di VESTRENO A.S. 2013/2014 Insegnante: BARINDELLI PAOLA PREMESSA: L insegnamento della Religione Cattolica nella scuola dell Infanzia

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO CENTRI ESTIVI 2013 Centro estivo nido d infanzia La lumaca sull amaca, Settimana di equitazione Soggiorno marino

PROGETTO EDUCATIVO CENTRI ESTIVI 2013 Centro estivo nido d infanzia La lumaca sull amaca, Settimana di equitazione Soggiorno marino PROGETTO EDUCATIVO CENTRI ESTIVI 2013 Centro estivo nido d infanzia La lumaca sull amaca, Settimana di equitazione Soggiorno marino 1 #%&$'()))**+, * CONCETTI DI RIFERIMENTO La proposta dei centri estivi

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO SEGNI

ISTITUTO COMPRENSIVO SEGNI ISTITUTO COMPRENSIVO SEGNI Scuola dell infanzia Programmazione Religione Cattolica Anno scolastico 2013 2014 Insegnante:BINACO MARIA CRISTINA Motivazione dell itinerario annuale Il percorso per l I.R.C.

Dettagli

FINALITA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

FINALITA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA I.C.S. MAREDOLCE FINALITA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA La nostra scuola dell Infanzia con la sua identità specifica sotto il profilo pedagogico e metodologico-organizzativo persegue: l acquisizione di capacità

Dettagli

Per costruire e migliorare il rapporto di collaborazione Scuola /Famiglia

Per costruire e migliorare il rapporto di collaborazione Scuola /Famiglia Istituto Comprensivo - Monte Urano Via Vittorio Alfieri 1 - Monte Urano - prov. Ascoli Piceno - cap.63015 telefono 0734/840605 Fax 0734/840880 Per costruire e migliorare il rapporto di collaborazione Scuola

Dettagli

Guida alla didattica e ai servizi infanziasaonara@libero.it

Guida alla didattica e ai servizi infanziasaonara@libero.it Scuola dell Infanzia Parrocchia S. Martino Saonara (Pd) Guida alla didattica e ai servizi infanziasaonara@libero.it Carissimi genitori, l ambiente e le persone a cui affidare l educazione dei vostri figli

Dettagli

Scuola dell Infanzia Madre Mazzarello. Scuola dell Infanzia Anno formativo 2013-2014

Scuola dell Infanzia Madre Mazzarello. Scuola dell Infanzia Anno formativo 2013-2014 Scuola dell Infanzia Anno formativo 2013-2014 Scuola dell Infanzia Paritaria Madre Mazzarello La mia giornata scolastica La nostra giornata scolastica è Suddivisa nei seguenti momenti: - accoglienza, gioco

Dettagli

ASILO NIDO LANCETTI PIANO DI OFFERTA FORMATIVA

ASILO NIDO LANCETTI PIANO DI OFFERTA FORMATIVA ASILO NIDO LANCETTI PIANO DI OFFERTA FORMATIVA ANNO 2015-2016 INDICE Presentazione del nido Obiettivi del nido Gli spazi Gli atelier Gli spazi esterni Il rapporto con le famiglie La formazione delle insegnanti

Dettagli

L'OFFERTA FORMATIVA DELLE NOSTRE SCUOLE

L'OFFERTA FORMATIVA DELLE NOSTRE SCUOLE L'OFFERTA FORMATIVA DELLE NOSTRE SCUOLE 4. LA SCUOLA DELL INFANZIA 4.1 L OFFERTA FORMATIVA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA LA SCUOLA DELL INFANZIA rimane aperta dalle ore 8.00 alle ore 15.45 ed offre un servizio

Dettagli

risorsa per il territorio

risorsa per il territorio 14 gennaio 2016 docenti Obiettivi strutture risorsa per il territorio Scuola primaria via Monte Velino Scuola primaria via Colletta Scuola secondaria primo grado via Monte Velino Nuova elaborazione A breve

Dettagli

Anno Scolastico 2007 2008. Progetto di Tirocinio Animazione Musicale

Anno Scolastico 2007 2008. Progetto di Tirocinio Animazione Musicale Istituto di Istruzione Superiore L.R. D.M. 14/06/1946 e Paritario provvedimento del 28/02/2001 "Gesù Eucaristico" Indirizzi: Socio-Psico-Pedagogico Linguistico via Monte, 52-75019 Tricarico MT tel. + fax

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. FERRARI VERCELLI

ISTITUTO COMPRENSIVO G. FERRARI VERCELLI ISTITUTO COMPRENSIVO G. FERRARI VERCELLI Dirigente Scolastico: Dott. Fulvia Cantone Scuola dell Infanzia MOTTA DE CONTI A.S. 2015-2016 2016 CRESCERE INSIEME. PER ESSERE CITTADINI DEL MONDO: promuovere

Dettagli

Dalla rete tante idee per costruire a Natale

Dalla rete tante idee per costruire a Natale Dalla rete tante idee per costruire a Natale Il Natale è un momento speciale per i bambini e per gli adulti, educare al senso di appartenenza alla propria comunità, con le proprie scelte di fede e di valori,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DON MILANI Scuola Statale dell Infanzia Bruno Munari 2015-2016

ISTITUTO COMPRENSIVO DON MILANI Scuola Statale dell Infanzia Bruno Munari 2015-2016 ISTITUTO COMPRENSIVO DON MILANI Scuola Statale dell Infanzia Bruno Munari 2015-2016 Via di Pontaldo, 2 PRATO tel. 0574 635112 E mail info@donmilani.prato.it Sito web:www.donmilani.prato.gov.it Dirigente

Dettagli

Scuola Secondaria di Primo Grado G. Schiaparelli Origgio

Scuola Secondaria di Primo Grado G. Schiaparelli Origgio PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ISTITUTO COMPRENSIVO A. MANZONI UBOLDO Scuola Secondaria di Primo Grado G. Schiaparelli Origgio Le tue aspirazioni si realizzeranno solo se sarai capace di amore e comprensione

Dettagli

IDENTITA ISCRIZIONE INSERIMENTO FORMAZIONE DELLE SEZIONI

IDENTITA ISCRIZIONE INSERIMENTO FORMAZIONE DELLE SEZIONI IDENTITA La Scuola dell Infanzia S. Teresa accoglie bambini/e dai 3 ai 6 anni e dai 2 anni e 6 mesi, in caso di disponibilità di posti. E Scuola CATTOLICA in quanto si ispira ai valori evangelici e propone

Dettagli

- La scuola è aperta dal mese di settembre al mese di giugno in piena sintonia con il calendario scolastico regionale;

- La scuola è aperta dal mese di settembre al mese di giugno in piena sintonia con il calendario scolastico regionale; REGOLAMENTO INTERNO DELLA SCUOLA PRIMARIA Art. 1 Funzionamento della scuola - La scuola è aperta dal mese di settembre al mese di giugno in piena sintonia con il calendario scolastico regionale; - L orario

Dettagli

SEZIONE PRIMAVERA ENTE GESTORE. Finalità e percorsi formativi della Sezione Primavera

SEZIONE PRIMAVERA ENTE GESTORE. Finalità e percorsi formativi della Sezione Primavera SEZIONE PRIMAVERA ENTE GESTORE l Ente Giuridico CASA MARIA AUSILIATRICE delle Salesiane di Don Bosco, con sede in Varese, Piazza Libertà, 9, in persona del Legale Rappresentante pro tempore Vilma Maria

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO Premessa La Scuola Cattolica si differenzia da ogni altra scuola che si limita a formare l uomo, mentre essa si propone

Dettagli

FONDAZIONE SCUOLA MATERNA FRANCESCO GALLICCIOLLI. Via A.Locatelli,25 Rovetta (BG) Tel.0346/72027 - Fax 0346/76540

FONDAZIONE SCUOLA MATERNA FRANCESCO GALLICCIOLLI. Via A.Locatelli,25 Rovetta (BG) Tel.0346/72027 - Fax 0346/76540 FONDAZIONE SCUOLA MATERNA FRANCESCO GALLICCIOLLI Via A.Locatelli,25 Rovetta (BG) Tel.0346/72027 - Fax 0346/76540 e-mail: scuolamaternarovetta@virgilio.it Sito: www.asilogallicciolli.191.it Il PROGETTO

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE. Scuola dell INFANZIA Via Nigoline, n 16 SCUOLA DELL INFANZIA 25030 ADRO. Mail Segreteria : Bsic835008@istruzione.

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE. Scuola dell INFANZIA Via Nigoline, n 16 SCUOLA DELL INFANZIA 25030 ADRO. Mail Segreteria : Bsic835008@istruzione. Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Statale di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di Primo Grado Via Nigoline, 16 25030 ADRO (BS) ISTITUTO COMPRENSIVO

Dettagli

L istituto comprensivo include : quattro scuole dell infanzia due plessi di scuola primaria la scuola secondaria di primo grado.

L istituto comprensivo include : quattro scuole dell infanzia due plessi di scuola primaria la scuola secondaria di primo grado. Offerta formativa L istituto comprensivo include : quattro scuole dell infanzia due plessi di scuola primaria la scuola secondaria di primo grado Vi operano Il dirigente scolastico La collaboratrice del

Dettagli

Sezioni VERDE e GIALLA PROGETTO ALIMENTAZIONE COSA MANGIO OGGI?

Sezioni VERDE e GIALLA PROGETTO ALIMENTAZIONE COSA MANGIO OGGI? Sezioni VRD e GIALLA PROGTTO ALIMNTAZION COSA MANGIO OGGI? IL Bruco Maisazio, personaggio che ha accompagnato i bambini nel progetto di continuità nido-infanzia, quest anno ci porterà alla scoperta dei

Dettagli

Insegnando. Dentro la realtà per la crescita della persona SCUOLA PRIMARIA PARITARIA DON LUIGI MONZA

Insegnando. Dentro la realtà per la crescita della persona SCUOLA PRIMARIA PARITARIA DON LUIGI MONZA E d u c a r e Insegnando Dentro la realtà per la crescita della persona SCUOLA PRIMARIA PARITARIA DON LUIGI MONZA PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA a.s. 2012-13 (estratto) L istituzione scolastica è espressione

Dettagli

CRESCERE CON IL RITMO GIUSTO LABORATORIO DI PROPEDEUTICA MUSICALE

CRESCERE CON IL RITMO GIUSTO LABORATORIO DI PROPEDEUTICA MUSICALE CRESCERE CON IL RITMO GIUSTO LABORATORIO DI PROPEDEUTICA MUSICALE Docente Responsabile: Prof. Marco Carnevale A.S. 2015/2016 ISTITUTO COMPRENSIVO n. 2 ALBINO BERNARDINI SINISCOLA PROGETTO POTENZIAMENTO

Dettagli

PROGETTO DI PRATICA PSICOMOTORIA

PROGETTO DI PRATICA PSICOMOTORIA PROGETTO DI PRATICA PSICOMOTORIA EDUCATIVO-PREVENTIVA anno scolastico 2012/2013 Scuola dell Infanzia Don Antonio Dalla Croce Monteforte d Alpone a cura di: Sara Franchi PREMESSA La proposta di questo progetto

Dettagli

Asilo Nido PROGETTO PEDAGOGICO

Asilo Nido PROGETTO PEDAGOGICO Asilo Nido PROGETTO PEDAGOGICO 1) FINALITA Il nostro Asilo Nido è una scuola di ispirazione cristiana, è gestito dalla Cooperativa Sociale Casa Famiglia Agostino Chieppi ed è parte integrante del Plesso

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE IRC SCUOLA DELL INFANZIA

PIANO DI LAVORO ANNUALE IRC SCUOLA DELL INFANZIA PIANO DI LAVORO ANNUALE IRC SCUOLA DELL INFANZIA 1 ANNO SCOLASTICO 2009/2010 L educazione religiosa nella scuola dell infanzia concorre alla formazione integrale del bambino, promovendo la maturazione

Dettagli

P. O. F. delle nostre SCUOLE dell'infanzia

P. O. F. delle nostre SCUOLE dell'infanzia P. O. F. delle nostre SCUOLE dell'infanzia FINALITA ESPRESSE NEGLI ORIENTAMENTI Promuovere lo sviluppo delle identità (permette al bambino di imparare a stare bene e sentirsi sicuro nell affrontare nuove

Dettagli

PROGETTI PREVISTI PROGETTO ACCOGLIENZA

PROGETTI PREVISTI PROGETTO ACCOGLIENZA PROGETTI PREVISTI L elaborazione del curricolo vuole rispondere alla complessità della realtà in cui i bambini si trovano a vivere. Nell arco dell anno si alternano progetti trasversali a progetti laboratoriali,

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO ORATORIO SAN VIGILIO - SPIAZZO - ANNO PASTORALE 2013-2014

PROGETTO EDUCATIVO ORATORIO SAN VIGILIO - SPIAZZO - ANNO PASTORALE 2013-2014 PROGETTO EDUCATIVO ORATORIO SAN VIGILIO - SPIAZZO - ANNO PASTORALE 2013-2014 Chi vuole fare sul serio qualcosa, trova una strada; gli altri, una scusa. (Proverbio Africano) Come un uomo saggio che trae

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA DI ALSENO

SCUOLA DELL INFANZIA DI ALSENO SCUOLA DELL INFANZIA DI ALSENO PROGETTO ACCOGLIENZA MOTIVAZIONE L Ingresso alla Scuola dell Infanzia costituisce l inizio di un nuovo cammino, che vede il bambino il più delle volte alla sua prima esperienza

Dettagli

Scuola dell Infanzia Leonessa Via Palazzina, 27

Scuola dell Infanzia Leonessa Via Palazzina, 27 Comune di Brescia Settore Pubblica Istruzione Servizio scuole dell infanzia Scuola dell Infanzia Leonessa Via Palazzina, 27 Piano Offerta Formativa anno scolastico 2012/2013 PROGETTO EDUCATIVO Profilo

Dettagli

Cresco.. con Gesù!!! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Percorso di educazione alla religione cattolica Anno 2010/2011

Cresco.. con Gesù!!! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Percorso di educazione alla religione cattolica Anno 2010/2011 Cresco.. con Gesù!!! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Percorso di educazione alla religione cattolica Anno 2010/2011 1 Unità di apprendimento: La creazione del mondo Motivazione Aiutare

Dettagli

TEL. 0781/670230. Gruppo Folk della Scuola - Processione di S.Ponziano

TEL. 0781/670230. Gruppo Folk della Scuola - Processione di S.Ponziano Gruppo Folk della Scuola - Processione di S.Ponziano ISCRIZIONI Le iscrizioni alla Scuola Primaria F. Ciusa per l A.S. 2016-2017, si effettueranno in modalità on-line o presso gli Uffici della Segreteria

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA G.Rodari RAPAGNANO

SCUOLA PRIMARIA G.Rodari RAPAGNANO Sezione 1 DESCRITTIVA ISTITUTO COMPRENSIVO MONTE URANO SCUOLA PRIMARIA G.Rodari RAPAGNANO OFFERTA FORMATIVA A.S. 2013/2014 1.1 Denominazione del Progetto Indicare Codice e denominazione del progetto LaboratoriaMENTE

Dettagli