RICOGNIZIONE, MAPPATURA E ANALISI DEL TURISMO NEI PARCHI E RISERVE NATURALI DELLA REGIONE LAZIO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RICOGNIZIONE, MAPPATURA E ANALISI DEL TURISMO NEI PARCHI E RISERVE NATURALI DELLA REGIONE LAZIO"

Transcript

1 REPORT FINALE SULLE ATTIVITA RELATIVE AL PROGETTO RICOGNIZIONE, MAPPATURA E ANALISI DEL TURISMO NEI PARCHI E RISERVE NATURALI DELLA REGIONE LAZIO Dipartimento Ambiente Settore Turismo Sostenibile e Parchi Marzo 2010

2 1. La creazione di un quadro conoscitivo: mappatura del turismo Il turismo nelle aree protette del Lazio: l offerta ricettiva I turistici presenti nei territori Come le aree protette sono percepite dal punto di vista turistico La percezione dei turisti: indagine sulla domanda turistica potenziale Il campione intervistato Profilo dei turisti Elaborazione CTS su Questionari per turisti potenziale delle AAPP Lazio Le condizioni per poter scegliere un Area Protetta del Lazio per la vacanza Il punto di vista dei referenti delle aree protette II punto di vista dei produttori Il campione intervistato Le prospettive di sviluppo La vocazione turistica di ciascuna area protetta del Lazio I nuovi trend della domanda turistica: le motivazioni di vacanza legate alla natura I turismi emergenti Il cicloturismo Gli sport fluviali Escursionismo e trekking I turismi trasversali Il turismo enogastronomico Il turismo culturale Il turismo scolastico Il rafforzamento della qualità: il turismo accessibile Individuazione di possibili scenari di sviluppo turistico Quali prodotti in quali territori: la specifica vocazione turistica di ciascuna area Le possibilità di specializzazione delle Aree Protette Laziali La costruzione dei prodotti turistici

3 1. La creazione di un quadro conoscitivo: mappatura del turismo Al fine di poter disporre di un quadro conoscitivo per sviluppare una strategia turistica sostenibile, è stato necessario censire l offerta turistica presente nelle aree protette della Regione Lazio, realizzando una mappatura dell offerta turistica allargata, comprendendo le strutture ricettive e le imprese che offrono turistici. La costruzione di un sistema di offerta turistica competitivo nelle Aree Protette della Regione Lazio deve essere in grado non solo di valorizzare le risorse presenti sul territorio, ma anche di lavorare alla qualità sia delle strutture ricettive (alberghiere ed extralberghiere) che dei : in un mercato turistico sempre più competitivo questi due elementi costituiscono delle discriminanti nella scelta dei turisti che decidono di visitare le aree protette. 1.1 Il turismo nelle aree protette del Lazio: l offerta ricettiva Per poter lavorare ad un offerta competitiva ed individuare le linee operative attraverso cui procedere è pertanto indispensabile avere chiaro il quadro di quanto è presente sul territorio sia in termini di strutture ricettive che di. Creare un quadro conoscitivo dell offerta turistica di ogni area protetta presente nel Lazio è un azione fondamentale che è stata svolta attraverso varie attività di rilevamento che hanno coinvolto diversi attori territoriali. La prima di queste riguarda l analisi delle strutture ricettive presenti sul territorio. E stato creato un quadro informativo delle strutture presenti in ogni area protetta attraverso l utilizzo di un database di partenza fornito dall ARP. Il file iniziale conteneva 675 strutture: 233 b&b (34,5%), 237 hotel (35,1%), 51 agriturismi (7,5%), 91 case per ferie (13,5%) 29 camping (4,3 %), 16 residence (2,4 %), 12 affittacamere (1,8%), 5 pensioni (0,75%) e 1 ostello (0,15%). Per ognuna struttura, sono stati trovati i recapiti (numero di telefono, sito web ed ) attraverso una ricerca desk (tramite internet e i recall telefonici 1 ), al fine di creare una mailing aggiornata di tutte le strutture ricettive presenti nelle Aree Protette del Lazio. Ciò ha permesso da un lato di fare il punto sul numero di strutture presenti sul territorio e dall altro di avere una lista di contatti aggiornata che potrà essere utilizzata anche per altre attività. Durante la ricerca ci sono state delle difficoltà nel reperimento delle informazioni: il sito web di molti esercizi non era rintracciabile on line e spesso non si sono avuti a disposizione numeri di telefono utili. Senza dubbio questo tipo di difficoltà offre degli spunti di riflessione sulla bassa capacità delle strutture presenti nelle aree protette di essere rintracciabili sia on che off line. Ulteriori criticità riguardano il tipo di informazioni contenute nel database di partenza: molte delle strutture indicate non sono più attive e pertanto sono stati rilevati degli elementi di criticità per l aggiornamento del database (sia per l indisponibilità a rintracciare i contatti e- mail o fax, sia per la non volontà - da parte di alcuni titolari di strutture - di fornire informazioni, inoltre vari numeri di telefono a disposizione non erano corretti). L indagine ha comunque permesso di procedere all implementazione del database che è stato ampliato di 268 strutture grazie a: - una ricerca effettuata sul sito web - l utilizzo di file forniti dall ARP. 1 Nel caso di contatti telefonici non andati a buon fine (senza risposta, non era presente il referente della struttura per le informazioni) è stato effettuato un recall. 3

4 Il database finale è pertanto composto da 943 strutture, ed è così suddiviso: Tipologia N strutture % B&B ,7% hotel ,8% agriturismo ,5% case per ,8% ferie camping 39 4,1% residence 19 2% affittacamere 18 1,9% ostelli 5 0,5% pensioni 5 0,5% rifugio 1 0,1% Elaborazione CTS Va detto che non di tutte le 943 strutture censite è stato possibile reperire dei contatti telefonici: la ricerca online e telefonica (più l effettivo recall) ha portato alla creazione di una mailing list di 557 contatti aggiornati a febbraio Al fine di censire i presenti sul territorio di ogni area protetta e collocati nei pressi delle singole strutture ricettive è stato predisposto un questionario per il rilevamento dei ricettivi e territoriali. Il questionario è stato inoltrato via fax e via mail alla mailing delle strutture ricettive a disposizione a cui è seguito un recall per sollecitarne la restituzione. I titolari delle strutture ricettive in questo caso erano tenuti a rispondere a domande riguardanti l accessibilità o meno alla loro struttura (distanza dalle stazioni ferroviarie, portuali e dagli aeroporti), i aggiuntivi offerti (noleggio bici e attrezzature sportive, parcheggio, strutture per praticare sport, ecc.) le caratteristiche generali dell esercizio (numero di stanze, di bagni, presenza o meno di un ristorante all interno della struttura, ecc.) e infine l utilizzo della struttura (tipologia di clientela, periodo di maggior e minor richiesta e dei dati riguardanti il rilevamento delle presenze). In totale si è avuta una restituzione dei questionari del 23,7 %: delle 557 strutture effettivamente contattate, solo 132 hanno risposto al questionario. 4

5 Le strutture ricettive che hanno risposto al questionario Affittacamere agriturismo B&B camping casa per ferie hotel ostello residence rifugio TOT Antica città di Fregellae e Lago S. Giovanni Incarico Appia Antica Bracciano e Martigliano Castelli Romani Decima Malafede Gianola e Monte di Scauri (Riviera di Ulisse) Laghi Lungo e Ripa sottile Lago di Canterno 1 1 Lago di Posta Fibreno 2 2 Lago di Vico Macchia di gattaceca - Macchia del Barco 1 1 Macchiatonda 1 1 Montagne della Duchessa Monte Catillo Monte Mario Monte Orlando Monte Rufeno Monti Aurunci Monti Lucretili 1 1 Monti Navegna e Cervia 1 1 Monti Simbruini Pineto Selva del Lamone Tenuta di Acquafredda Tevere Farfa Tuscania Valle dei Casali 1 1 Valle dell'aniene Veio Totale Elaborazione CTS su Questionari per titolari di strutture ricettive AAPP Lazio I risultati emersi dalla compilazione del questionario, sono stati inseriti in una matrice al fine di procedere a delle elaborazioni relative sia alle aree protette che ai presenti: dall analisi dei questionari sono emersi numerosi spunti interessanti che hanno permesso di comprendere quali sono i punti di forza e di debolezza nell offerta ricettiva delle aree protette del Lazio. 5

6 Dato su cui soffermarsi è la tipologia di struttura: in termini percentuali è elevato il numero di strutture extra-alberghiere che hanno risposto al questionario, anche se alcune aree hanno sicuramente delle criticità dovute alla poca presenza di esercizi ricettivi sia extralberghieri che alberghieri (Aguzzano, Laurentino Acqua Cetosa, Monti Navegna, Canale Monterano). Tipologia N Strutture % hotel 41 31% B&B 39 30% agriturismo 29 22% casa per ferie 10 8% camping 8 6% affittacamere 2 2% ostello 1 1% residence 1 1% rifugio 1 1% TOT % Elaborazione CTS su Questionari per titolari di strutture ricettive AAPP Lazio Rispetto all accessibilità, uno dei primi dati emersi dall indagine è che molte strutture, nonostante siano distanti da porti e aeroporti, sono comunque raggiungibili attraverso stazioni ferroviarie che distano pochi chilometri dall esercizio. La maggior parte si dichiara accessibile anche a persone disabili (71 su 132, il 53,7%). Molte strutture censite hanno avviato la loro attività nell ultimo decennio (di 66 che hanno reso noto questo dato, 38 indicano come periodo di inizio attività il decennio ) e ancora di più sono quelle che hanno dichiarato di avere un periodo di apertura che copre quasi tutto l anno (57 esercizi sono aperti sempre, 31 da 11 a 9 mesi). Ai titolari delle strutture è stato inoltre chiesto di indicare le lingue parlate; anche in questo caso il dato è confortante: delle 100 strutture che hanno risposto a questa domanda, il 77% ha al suo interno addetti che parlano l inglese, il 48% conosce anche il francese (68 strutture). 6

7 Le lingue parlate nelle strutture ricettice censite Altro 9% Tedesco 14% Inglese 77% Spagnolo 23% Francese 48% Numero di rispondenti: 100 Elaborazione CTS su Questionari per titolari di strutture ricettive AAPP Lazio I dati emersi dalla compilazione dei questionari restituiscono una realtà delle AAPP laziali in cui senza dubbio emerge un potenziale da sfruttare, con la presenza significativa di strutture extra alberghiere sul territorio, che sono state recentemente avviate e che sono aperte durante l intero arco dell anno ed esprimono una buona apertura al mercato estero (grazie alla conoscenza di 1 o più lingue). La presenza significativa di una ricettività extralberghiera tuttavia non è una motivazione sufficiente ad incentivare un turista a scegliere di passare dei giorni in un area protetta. Quest ultimo deve comunque poter usufruire di determinati che servono a qualificare l offerta turistica territoriale. Solitamente chi sceglie di visitare un area protetta è un turista che ama la natura e vuole poter realizzare in un contesto ambientale significativo delle attività legate per lo più alla vacanza attiva (trekking, mountain bike, ecc.). Il rafforzamento dei turisti presenti sui territori protetti, oltre che una riqualificazione di quanto è sul territorio in termini di ricettività, è senza dubbio una condizione imprescindibile. I titolari delle strutture ricettive dovrebbero, in tal senso, dialogare maggiormente con il territorio circostante, anche al fine di attivare una serie di che ormai sono fondamentali e soddisfano le esigenze di un turista sempre più consapevole di ciò che vuole fare nel corso della sua vacanza. Si fa riferimento nello specifico a legati alla possibilità di praticare attività sportive sul territorio, quali la possibilità di noleggiare biciclette e attrezzature sportive, la presenza di un o di guida turistica. A tal proposito attraverso i questionari è stato possibile verificare lo stato dei interni ed esterni alle strutture ricettive presenti nelle aree protette: 108 strutture sono fornite di parcheggio, 10 di sauna, 53 di noleggio bici, 25 di noleggio auto (anche esterno), 43 (32,5% del 7

8 campione) mettono a disposizione guide turistiche (non sempre della struttura, ma sanno indicare dove poter usufruire di questo o), 38 guide ambientali( 28,7%), 24 possono fornire di trasporto (bus, navette di accompagnamento. Percentuali significative ma non determinanti se si pensa all effettiva quantità di risorse ambientali e culturali presenti nelle Aree Protette del Lazio. Per quanto riguarda la possibilità di praticare attività sportive sia internamente che esternamente alla strutture ricettive, 46 affermano di offrire al turista la possibilità di fare sport. La maggior parte degli esercizi (66 su 132) dichiara che è possibile realizzare escursioni nell area protetta e 80 strutture indicano la possibilità di effettuare visite guidate a siti archeologici e storici, oltre che la presenza di elementi di attrazione nelle vicinanze (spiagge, musei, laghi, città e borghi di rilievo storico, ecc.). Alle strutture ricettive è stato chiesto, inoltre, di evidenziare la presenza o meno di punti vendita di prodotti tipici: 42 dichiarano di possederne uno o altrimenti hanno indicato dove poter acquistare i prodotti offerti dal territorio. Infine, 18 casi hanno reso noto di possedere dei laboratori visitabili dai turisti. Da questa prima analisi dei risultati dei questionari emerge come l offerta turistica analizzata attraverso il campione non sempre offra al turista significativi da un punto di vista quantitativo. La maggior parte degli esercizi ricettivi che ha compilato il questionario, inoltre, non è di grandi dimensioni e si tratta per lo più di strutture extra alberghiere che sono in linea con la tipologia di turista che va in vacanza nelle Aree Protette, amante della natura e dello sport all aria aperta, che spesso non si muove in grandi gruppi ma sceglie per pernottare piccole realtà - come un agriturismo o un b&b - ma che comunque possano offrirgli ciò di cui ha bisogno ( turistici in un contesto autentico). Il 60,6% degli esercizi dichiara di possedere un ristorante aperto sia a pranzo che a cena e il 67,5% offre al turista un menu tipico del luogo, in alcuni casi (il 47,5%) adatto anche a persone con esigenze alimentari specifiche (vegetariani e celiaci in maggioranza). Infine, per quanto riguarda la ristorazione è stato chiesto di indicare l eventuale conoscenza del marchio Natura in campo : 31 strutture su 132, il 23,5%, ha risposto di essere consapevole dell esistenza del marchio. Gli ultimi dati presenti sul questionario riguardano l utilizzazione della struttura. Gli esercenti hanno dovuto dichiarare la tipologia di cliente che maggiormente richiede di pernottare all interno delle proprie strutture. Le risposte hanno rivelato una clientela mista dal punto di vista della provenienza: i turisti infatti sono sia italiani che stranieri, con una leggera maggioranza di italiani (108 su 132 questionari) che viaggiano spesso accompagnati dalla famiglia. Altro dato da evidenziare sono i periodi in cui i clienti sono maggiormente presenti: l estate è la stagione in cui si concentrano le presente nelle aree protette e l inverno il periodo con meno frequentatori. È stato chiesto anche se esista un periodo in cui la richiesta dei turisti superi la disponibilità delle strutture; anche in questo caso 66 su 132 strutture hanno evidenziato l estate come il periodo di maggiore concentrazione di turisti. Infine, è stato chiesto di evidenziare l andamento delle presenze negli ultimi 5 anni, privilegiando le categorie stabile/in aumento/in calo e specificando numericamente il dato. La maggior parte delle strutture (51 su 132) ha indicato di poter valutare il proprio andamento stabile ma solo 28, il 21,2%, è in grado di rilevare numericamente le presenze. 8

9 IL QUESTIONARIO SOMMINISTRATO AI TITOLARI DELLE STRUTTURE RICETTIVE DATI STRUTTURA Referente Struttura: Ruolo: Denominazione struttura: Categoria (stelle): Indirizzo: Telefono: Cellulare : Fax: Sito web: Data Inizio attività: Periodo di apertura. Dal al Marchi o certificazioni di qualità e/o ambientale (es. ISO 9001, EU Ecolabel, ecc.): Area protetta di riferimento: Lingue parlate: ACCESSIBILITÁ 1. Stazione ferroviaria più vicina: Distanza km: 2. Aeroporto più vicino: Distanza km: 3. Porto più vicino: Distanza km: 4. Accessibilità persone con disabilità o esigenze specifiche: SERVIZI 5. Può indicarci di quali disponete? Specificare le modalità di espletamento del o a. Parcheggio b. Sauna c. Noleggio biciclette d. Noleggio auto e. Noleggio altre tipologie f. Guida turistica g. Guida ambientale h. Accompagnamento i. Strutture per praticare sport j. Possibilità di praticare sport in strutture apposite k. Possibilità di realizzare escursioni, attività sportive l. Possibilità di praticare attività sportive con istruttore m. Noleggio attrezzature sportive 9

10 n. Possibilità di realizzare visite guidate c/o siti archeologici, storici o. Risorse presenti nelle vicinanze (spiagge, musei, ecc.) p. Punto vendita prodotti tipici q. Laboratorio visitabile r. Altro (specificare) SERVIZI DI RICETTIVITA TURISTICA E RISTORAZIONE 6. Prezzo a persona/notte Min. Max 7. Numero camere: 8. Numero posti letto: 9. Numero bagni: 10. Tipo di o offerto: B&B OB HB FB 11. La struttura dispone di un ristorante? Si No 12. Il ristorante è riservato alla clientela della struttura ricettiva? Si No 13. Può indicare la tipologia di o offerto? Pranzo Cena Prezzo pasto Min. Max 13.1 Menu tipico (specificare): 13.2 Menu per persone con esigenze alimentari specifiche (specificare): 14. Conosce i prodotti con il marchio natura in campo? Si No UTILIZZAZIONE STRUTTURA 15. Che tipologia di clientela avete? (es. italiani, stranieri, giovani, famiglie, etc.) 16. In quale periodo dell anno maggiormente si concentrano le presenze? 17. C è un periodo dell anno in cui la richiesta supera la vostra disponibilità? 18. Qualè il periodo in cui c è minore richiesta? 19. Com è l andandamento delle presenze negli ultimi 5 anni? in crescita in calo stabile 19.1 Può indicare le presenze rilevate negli ultimi anni? Com è l andandamento della clientela del ristorante negli ultimi 5 anni? in crescita in calo stabile 20.1 Può indicare le i coperti serviti negli ultimi anni? Note: Compilato da: Data: La ringraziamo per la collaborazione! 10

11 1.2 I turistici presenti nei territori Per avere un quadro esaustivo dei messi a disposizione sul territorio è stato utile contattare telefonicamente le sedi di ogni area protetta somministrando ai referenti individuati (mailing è contenuta nell allegato n.2) un questionario per rilevare le necessarie informazioni sui presenti all interno di ogni area. Il questionario individua i che un area protetta dovrebbe fornire ai propri visitatori e che possono senza dubbio incentivare il turismo. Le domande poste erano aperte al fine di permettere agli intervistati di fornire maggiori particolari utili all indagine. Ad alcune aree protette il questionario è stato spedito tramite mezzo fax (Appia Antica, Bracciano e Martignano, e le riserve che fanno capo all Ente Regionale Roma Natura). Dall analisi dei 33 questionari è emersa la presenza, in tutte le aree protette, di itinerari e sentieri per l escursionismo, che risulta essere dunque lo sport maggiormente praticabile. La maggior parte dei sentieri è alla portata di tutti e percorribile sia con mountain bike (19 Aree protette indicano la possibilità di utilizzare il mezzo bike) che con i cavalli (in 12 aree è possibile fare trekking a cavallo o comunque trovare maneggi e centri ippici); in 10 zone sono praticabili sport acquatici. La possibilità di ricevere lezioni da un istruttore (solo 8 intervistati indicano il dato) é legata soprattutto all attività di associazioni esterne all Ente di gestione. I presenti nelle Aree Protette del Lazio itinerari/sentieri 33 guide turistiche 32 escursioni vacanza attiva 30 visite di risorse culturali, ambientali 29 guide ambientali 29 escursioni siti archeologici 26 centri visita 24 attività sportive con istruttore 8 strutture sportive 8 noleggio bici 8 noleggio attrezzature sportive 4 noleggio altre tipologie Elaborazione CTS su Questionari per rilevamento dei nelle AAPP I Centri Visita e gli Info Point risultano fra le strutture destinate alla comunicazione e all informazione del pubblico più diffuse e utilizzate da tutti i parchi per l accoglienza dei turisti. Tuttavia, nonostante queste strutture siano considerate tra i canali di informazione e promozione più importanti ed efficaci in loco, vere e proprie vetrine o porte dei parchi, non sempre riescono ad assolvere la necessaria funzione di accoglienza e di indirizzo, anche a fini 11

12 turistici, nei confronti del pubblico: le zone protette del Lazio risultano ancora non tutte dotate di questo o: 24 dichiarano di possederlo, ma di fatto molti centri visita sono ancora in fase di realizzazione. Le guide, altro o fondamentale, sono presenti in 32 aree su 33. Anche se non tutti gli Enti sono dotati di Guide Ufficiali, si appoggiano ad associazioni e cooperative che prestano questo o. Lo stesso si può dire della guida ambientale una figura ancora in via di attuazione e sostituita dagli addetti della riserva/parco. Per poter offrire ai visitatori un ampia offerta di è importante poter creare dei punti per il noleggio delle biciclette (sport molto praticato nelle aree protette). Solo 8 aree dichiarano di possedere questo o. A seconda della vocazione turistica di ogni area sarebbe importante creare dei punti noleggio di altre tipologie, ad esempio attrezzature sportive come canoe, barche, in caso la zona fosse lacustre. Questi punti sono carenti in tutte le aree protette, solo 4 dichiarano di poter mettere a disposizione questo tipo di o. Nelle maggior parte delle aree protette è possibile fare escursioni (risposta indicata da 30 su 33 aree protette), visite guidate che non siano solo naturalistiche. La maggior parte del campione (29 su 33) indica anche la presenza di altre risorse nelle vicinanze: mare, spiagge, monumenti, borghi e siti archeologici rilevanti, terme, musei, monumenti ecc. Questo dato è fondamentale per analizzare il territorio: le aree protette non sono zone isolate ma hanno comunque nelle vicinanze una fonte di risorse da poter sfruttare, per rendere maggiormente accattivante il territorio. Di seguito sono riportati i censiti in ogni area protetta: sono indicate oltre alla presenza o meno degli stessi, anche eventuali informazioni aggiuntive che gli intervistati hanno ritenuto significativo segnalare. Nel caso in cui non ci siano commenti, ma il campione abbia comunque risposto in modo affermativa alla presenza dei è riportata una. 12

13 Area Protetta Di Riferimento Centri Visita Itinerari /Sentieri Guida Turistica Guida Ambientale Biciclette Sport Fluviali Equitazione Altri Sport Altri AGUZZANO ANTICA CITTA' di FREGELLAE E LAGO S. GIOVANNI INCARICO sentiero natura "Conoscere il parco", sentiero ciclabile visite gratuite, a pagamento presso associazioni visite gratuite, a pagamento presso associazioni impianto sportivo guardia parco guardia parco in costruzione parcheggio camping in costruzione APPIA ANTICA 7 centri a piedi, in bici, "sentiero natura" aree didattiche, capanno birdwatching BRACCIANO - MARTIGNANO ciclovie dei boschi e dei laghi, sentieri naturalistici tramite associazioni tramite cooperative maneggi esterni, altre strutture battello sul lago CANALE MONTERANO 4 itinerari (rosso,giallo,grigio,verde) guardia parco centro benessere, maneggi CASTELLI ROMANI parco mobile punti info in tutti i comuni, centro visita in via di preparazione in fase di allestimento canoe tramite associazioni maneggi carta escursionistica, aree di sosta 13

14 DECIMA - MALAFEDE GIANOLA E MONTI DI SCAURI (Riviera di Ulisse) sentiero natura "valle di Perna" 3 principali visite gratuite, a pagamento presso associazioni guardia parco e associazioni di zona visite gratuite, a pagamento presso associazioni guardia parco e associazioni di zona centri ippici, centro pesca sportiva, circolo sportivo fare la spesa in fattoria LAGHI LUNGO E RIPASOTTILE "sentiero Ripasottile", "sentiero Lago Lungo", Cammino di San Francesco, piste ciclabili guardia parco centro ornitologico, foresteria in via di costruzione, laboratorio educazione ambientale LAGO DI CANTERNO in via di costruzione vari, modulari da km, pista ciclabile personale della riserva personale della riserva, per la sentieristica CAI di Alatri bus navetta LAGO DI POSTA FIBRENO LAGO DI VICO LAURENTINO ACQUA CETOSA 4 sentieri natura, incubatorio ittico e museo etnografico (aperti su richiesta) escursionistici, percorsi natura, punto di avvistamento fauna selvatica, percorso ciclabile non esclusivo sentiero natura "fosso del ciuccio" guardia parco personale della riserva visite gratuite, a pagamento presso associazioni personale della riserva visite gratuite, a pagamento presso associazioni tramite cooperative presso il campeggio della riserva cavalli tramite privati calcio, tennis, pallavolo 14

15 MACCHIA DI GATTACECA - MACCHIA DEL BARCO MACCHIATONDA MONTAGNE DELLA DUCHESSA MONTE CATILLO MONTE MARIO percorsi ciclabili, 3 sentieri rosso, blu, giallo "sentiero natura", Zona A (maggior pregio naturalistico): accessibile con automezzi, fruibile con carrozzine e un tratto adibito a non vedenti percorsi naturalistici, percorsi CAI, rete di ippovie, percorsi ciclabili 3 principali, 0 in tutto (4 non segnati 3 sentieri partenza Monte Mario arrivo: Collina dell'osservatorio, Collina della Farnesina, Collina Villa Madama e stadio olimpico guardia parco su richiesta oppure funzionari riserva guardia parco su richiesta oppure funzionari riserva tramite associazioni esterno personale della riserva guardia parco su richiesta oppure funzionari riserva visite gratuite, a pagamento presso associazioni personale della riserva guardia parco su richiesta oppure funzionari riserva visite gratuite, a pagamento presso associazioni centro ippico fattoria didattica, Istituto sperimentele zootecnica sentieri accessibili a persone con disabilità rifugi attrezzati laboratorio di educazione ambientale Monte NAVEGNA E MONTE CERVIA 2 ma non attivi 9 sentieri media percorrenza personale della Regione Lazio ostello in via di costruzione, carta dei sentieri MONTE ORLANDO (Riviera di Ulisse) 3 principali, percorso fitness a Gaeta guardia parco e associazioni di zona guardia parco e associazioni di zona centro fitness bus navetta, complesso S.Angelo messo a disposizione per manifestazioni ed eventi 15

16 MONTE RUFENO MONTI AURUNCI "sentiero dei briganti", "sentiero natura in fiore", 3 piste ciclabili guida della regione Lazio sono in procinto di attivare guide proprie, per adesso tramite associazioni di zona sono in procinto di attivare guide proprie, per adesso tramite associazioni di zona esterno "percorso salute" (attrezzature palestra) orto botanico centro educazione ambientale, complesso vivaistico del Parco, ostello per 5 pax MONTI LUCRETILI diversi in via di attuazione alcuni accessibili a diversamente abili guardia parco e associazioni di zona guardia parco e associazioni di zona maneggi sul territorio, guida cartacea del parco MONTI SIMBRUINI sentieri turistici ed escursionistici anche per esperti guardia parco guardia parco attività di educazione ambientale PINETO sentiero natura "Il Costone" visite gratuite, a pagamento presso associazioni visite gratuite, a pagamento presso associazioni calcio presso cooperativa biblioteca comunale "Casa del Parco" SELVA DEL LAMONE 6 sentieri, 2 sentieri/piste ciclabili, 7/8 percorribili senza aiuto guardia parco personale riserva e cooperative di zona persona di un'associazione con patentino foresteria in funzione a breve TENUTA DEI MASSIMI visite gratuite, a pagamento presso associazioni visite gratuite, a pagamento presso associazioni fare la spesa in fattoria, laboratorio del sughero 16

17 TENUTA DI ACQUAFREDDA sentiero natura "La Torre" visite gratuite, a pagamento presso associazioni visite gratuite, a pagamento presso associazioni fare la spesa in fattoria TEVERE FARFA "sentiero del fiume", Nazzano - Torrita (con battello) tramite cooperative di zona escursioni in battello a pannelli solari TUSCANIA VALLE DEI CASALI VALLE DELL'ANIENE in via di costruzione sentiero esterno sentiro natura "Il fiume porta" e "Cervelletta", 2 piste ciclabili visite gratuite, a pagamento presso associazioni visite gratuite, a pagamento presso associazioni visite gratuite, a pagamento presso associazioni visite gratuite, a pagamento presso associazioni centro sportivo centro sportivo, centro pesca sportiva, impianto sportivo UISP fare la spesa in fattoria VEIO equestre, geologico, "del biotipo del Follettino" gite in mountain bike organizzate Elaborazione CTS su Questionari per rilevamento dei nelle AAPP esterno esterno area pic nic, educazione ambientale, pubblicazioni 17

18 Area protetta di riferimento: Denominazione Indirizzo: RILEVAMENTO DEI SERVIZI NELLE AREE PROTETTE DEL LAZIO DATI Referente: Telefono: Cellulare : Fax: Può indicarci di quali ci sono nel territorio? Centri Visita Itinerari/Sentieri Guida turistica Guida ambientale Noleggio biciclette Noleggio altre tipologie Sport praticabili Possibilità di praticare sport in strutture apposite Possibilità di realizzare escursioni, attività sportive SERVIZI Possibilità di praticare attività sportive con istruttore Noleggio attrezzature sportive Possibilità di realizzare visite guidate c/o siti archeologici, storici Risorse presenti nelle vicinanze (spiagge, musei, ecc.) Altro (specificare) Sito web: Note: Compilato da: Data: 18

19 2 Come le aree protette sono percepite dal punto di vista turistico Sulla base delle finalità della ricerca, è necessario da un lato rilevare il punto di vista dei turisti potenziali delle Aree Protette della Regione Lazio, dall altro prendere in considerazione il punto di vista degli stakeholder, dal mondo imprenditoriale turistico (con il questionario rivolto ai titolari di strutture ricettive) a quello degli imprenditori ad esso collegati (produttività locali, artigianato, ecc). Obiettivo generale è stato di avere un quadro relativo al turismo e alle relazioni tra lo sviluppo turistico e l esistenza delle Aree Protette. 2.1 La percezione dei turisti: indagine sulla domanda turistica potenziale La domanda turistica potenziale è generalmente definita come l insieme dei potenziali consumatori che, in base al loro reddito e alla loro capacità e potenzialità, non hanno ancora esplicitato un acquisto. In questo senso, si è ritenuto interessante indagare se e come, a livello regionale, le Aree protette sono percepite da un punto di vista turistico. A tal fine, il mercato potenziale è stato indagato attraverso una specifica survey che ha esplorato i seguenti aspetti: l orientamento verso le aree protette come destinazione di vacanza; i bisogni espressi in termini di turistici richiesti e di aspettative di soddisfazione degli stessi; Al fine di suddividere la domanda potenziale in gruppi omogenei e significativi, gli aspetti indagati sono stati: la motivazione turistica prevalente; i fattori che influiscono nella determinazione di una vacanza; le modalità di informazione; le variabili socio-demografiche come sesso, età, istruzione, professione, condizione occupazionale Una volta definito il questionario2, esso è stato informatizzato e inoltrato attraverso una DEM3 alla mailing di associati CTS del Lazio. Tale metodo è stato scelto perché permette di ottenere campioni estremamente numerosi in tempi brevi, con economie di scala; dalla parte di chi partecipa all indagine, si ha inoltre un tempo illimitato per rispondere alle domande, rendendo più confortevole l intervista. L illustrazione di quanto emerso dall indagine realizzata è preceduta dalla descrizione del campione auto selezionato. Il campione intervistato Il campione è composto da 509 unità, di cui il 67% di sesso femminile e il 33% maschile. Per ciò che riguarda l età, si tratta di un campione prevalentemente adulto: le fasce di età numericamente prevalenti sono infatti quella anni (38%) e quella (45% ); il restante 30% del campione si divide tra coloro che hanno dai 18 ai 24 anni (17%). Per ciò che concerne la provenienza territoriale il 98% dei turisti intervistati risiede nel Lazio. Altre informazioni utili a descrivere il campione sono il livello di scolarizzazione, la posizione occupazionale e il settore nel quale si opera. Per ciò che riguarda il primo aspetto, il 47% degli intervistati ha dichiarato di avere il diploma, il 51% la laurea e il 2% la licenza media. Coloro che detengono un alta scolarizzazione sono in 2 Allegato pagina 22 3 Il Direct Marketing ha permesso un invio di una agli iscritti CTS della Regione Lazio 19

20 percentuale soprattutto le donne. La posizione occupazionale vede il 36% del campione nel settore impiegatizio, mentre il restante si divide tra studenti (21%) e liberi professionisti (13%) dirigenti (8%) e pensionati (7%) laddove i disoccupati (4%) costituiscono categorie residuali. Profilo dei turisti Al fine di tracciare il profilo dei turisti potenziali che vivono nel Lazio e sono interessati a fare una vacanza nelle aree protette laziali gli è stato chiesto come trascorrono il loro tempo libero. Interessante è in questa sede rilevare come il 45% degli intervistati parta solitamente, nei momenti di riposo, per brevi gite e weekend fuori porta e sia interessato al proprio benessere in senso olistico ( facendo sport ed attività all aria aperta per il 23%, e andando in palestra e in centri fitness per il 18%). Come trascorri il tuo tempo libero? leggo libri e riviste 53% parto per brevi gite, weekend fuori porta 45% navigo in internet 37% visito mostre e musei 32% ascolto musica e vado a concerti 25% faccio sport, attività all'aria aperta 23% vado in palestra, centri fitness 18% faccio shopping 10% vado per locali 6% 0% 10% 20% 30% 40% 50% 60% Elaborazione CTS su Questionari per turisti potenziale delle AAPP Lazio Si è inoltre chiesto ai partecipanti all indagine quale sia la tipologia di vacanza preferita e a quale territorio venga associata. A conferma del fatto che il patrimonio artistico e culturale rappresenta una motivazione di vacanza che va ad arricchire l esperienza del viaggio, il 45% del campione intervistato pone tra le sue scelte di vacanze preferite un itinerario alla scoperta di luoghi di interesse artistico e culturale. Ad attrarre i turisti culturali, non c è solo un interesse specifico per la visita di monumenti, chiese, musei, ma anche la scoperta dell atmosfera della città e dei luoghi che si vogliono conoscere anche per le loro tradizioni, per l enogastronomia e l artigianato. In seconda ed in terza posizione si collocano la vacanza che associa natura e cultura con il 20% delle risposte e la vacanza attiva (13%); questi risultati ai fini del presente lavoro offrono spunti interessanti in considerazione del fatto che le aree protette del Lazio di per sé vocate a soddisfare le esigenze di un turista che ama il contatto con la natura e poter fare esperienze e svolgere attività nel contesto ambientale protetto, spesso sono vicine a centri storici di tutto 20

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 Arrivi 2.016.536 Presenze 8.464.905 PROVINCIA IN COMPLESSO Arrivi: superata

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

I rapporto sul turismo attivo in Sardegna

I rapporto sul turismo attivo in Sardegna Agenzia Governativa Regionale Sardegna Promozione I rapporto sul turismo attivo in Sardegna Le potenzialità dell altra stagione Agenzia Governativa Regionale Sardegna Promozione 1 Il turismo attivo in

Dettagli

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Maggio 2012 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 15

Dettagli

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo Valutazione Crediti e proposte Progetti Area Turismo a cura di Bruno Turra Questo documento intende affrontare l analisi delle priorità di valutazione nell area turismo individuandone le principali componenti

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001 REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001 Proponente SUSANNA CENNI DIPARTIMENTO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Pubblicita

Dettagli

ENTE BILATERALE TURISMO TOSCANO ANALISI DEI FABBISOGNI FORMATIVI E PROFESSIONALI IN TOSCANA 2010

ENTE BILATERALE TURISMO TOSCANO ANALISI DEI FABBISOGNI FORMATIVI E PROFESSIONALI IN TOSCANA 2010 ANALISI DEI FABBISOGNI FORMATIVI E PROFESSIONALI IN TOSCANA 2010 INDICE Introduzione pag. 3 Il campione di indagine. pag. 4 L'indagine: ANALISI DEI FABBISOGNI FORMATIVI E PROFESSIONALI IN TOSCANA. EVOLUZIONE,

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera. realizzata per l Ufficio federale della cultura

Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera. realizzata per l Ufficio federale della cultura Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della cultura UFC Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera realizzata per l Ufficio federale della cultura Luglio 2014 Rapport_I Indice

Dettagli

Osservatorio sul turismo giovanile

Osservatorio sul turismo giovanile Osservatorio Turisticmo Giovanile 2013 2013 Osservatorio sul turismo giovanile A cura di Iscom Group 1/49 Osservatorio Turisticmo Giovanile 2013 Sommario 1 Vacanze con gli under 18... 6 1.1 Propensione

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

Svolgimento a cura di Fabio Ferriello e Stefano Rascioni Pag. 1 a 6

Svolgimento a cura di Fabio Ferriello e Stefano Rascioni Pag. 1 a 6 Svolgimento a cura di Fabio Ferriello e Stefano Rascioni Pag. 1 a 6 Esame di Stato 2015 Istituto Professionale - Settore servizi Indirizzo Servizi per l enogastronomia e l ospitalità alberghiera Articolazione

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

I Turisti in Campania Comportamento di Consumo e Soddisfazione Percepita

I Turisti in Campania Comportamento di Consumo e Soddisfazione Percepita I Turisti in Campania Comportamento di Consumo e Soddisfazione Percepita (maggio 2008) Codice Prodotto- OSPS10-R03-D01 Copyright 2008 Osservatorio del Turismo della Campania Tutti i diritti riservati Osservatorio

Dettagli

wewelcomeyou fate la vostra scelta

wewelcomeyou fate la vostra scelta wewelcomeyou fate la vostra scelta State cercando la vostra prossima destinazione per l estate? Volete combinare spiagge splendide con gite in montagna e nella natura? Desiderate un atmosfera familiare

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi La Regione Puglia nel percorso del POAT DAGL Laboratori e sperimentazioni per il miglioramento della qualità della

Dettagli

QUESTIONARIO CANDIDATURA ITALIANA GIOCHI DELLA XXXII OLIMPIADE 2020

QUESTIONARIO CANDIDATURA ITALIANA GIOCHI DELLA XXXII OLIMPIADE 2020 QUESTIONARIO CANDIDATURA ITALIANA GIOCHI DELLA XXXII OLIMPIADE 2020 documento redatto sulla base del questionario CIO Candidature Acceptance Procedure Games of the XXXI Olympiad 2016 PREMESSA ESTRATTO

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze

COMUNICATO STAMPA. Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze COMUNICATO STAMPA Torino, 23 maggio 2006 Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze Il turismo in Piemonte continua a crescere. Nel 2005 gli arrivi di turisti che hanno

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Rapporto annuale Giugno 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. scpa Committente:

Dettagli

Sintesi Report n 15 - Eventi enogastronomici come motivazioni di vacanza

Sintesi Report n 15 - Eventi enogastronomici come motivazioni di vacanza Sintesi Report n 15 - Eventi enogastronomici come motivazioni di vacanza Gli eventi organizzati in provincia di Trento che hanno al loro centro una proposta enogastronomica sono, nell arco dell anno, numerosi.

Dettagli

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 La spesa complessiva

Dettagli

MA NDO VAI... ROMANI IN MOVIMENTO TRA CRISI ECONOMICA E MODELLI ALTERNATIVI

MA NDO VAI... ROMANI IN MOVIMENTO TRA CRISI ECONOMICA E MODELLI ALTERNATIVI MA NDO VAI... ROMANI IN MOVIMENTO TRA CRISI ECONOMICA E MODELLI ALTERNATIVI In questa fermata Audimob, l analisi dei dati si sofferma sui comportamenti in mobilità dei romani e dei residenti nei comuni

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE

INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE Ricerca condotta dall Ufficio della Consigliera di Parità sul personale part time dell Ente (luglio dicembre 007) INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA!

FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA! FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA! Febbio (1200-2063 m.) Comune di Villa Minozzo, alle pendici del Monte Cusna; località inserita nel meraviglioso contesto

Dettagli

Spiegami e dimenticherò, mostrami e

Spiegami e dimenticherò, mostrami e PROGETTO Siracusa e Noto anche in lingua dei segni Spiegami e dimenticherò, mostrami e ricorderò, coinvolgimi e comprenderò. (Proverbio cinese) Relatrice: Prof.ssa Bernadette LO BIANCO Project Manager

Dettagli

La gita è riservata ai soci di Ostia in Bici XIII in regola con l iscrizione. Il numero minimo di partecipanti è fissato a 10, il massimo a 20.

La gita è riservata ai soci di Ostia in Bici XIII in regola con l iscrizione. Il numero minimo di partecipanti è fissato a 10, il massimo a 20. Versione del 9/3/2015 Pag.1 di 5 FIAB - Ostia in Bici XIII Il Salento in bici 20-28 giugno 2015 Panoramica Una settimana nel Salento: un omaggio ad una delle bellezze d Italia, che ci racconterà di natura,

Dettagli

Le problematiche del turismo: uno sguardo interdisciplinare. Roberto Furlani WWF Italia Ufficio Turismo

Le problematiche del turismo: uno sguardo interdisciplinare. Roberto Furlani WWF Italia Ufficio Turismo Roberto Furlani WWF Italia Ufficio Turismo Secondo l Organizzazione Mondiale per il Turismo, le Alpi accolgono ogni anno il 12% circa del turismo mondiale. Parallelamente le Alpi rappresentano anche uno

Dettagli

INFORMAZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI

INFORMAZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI INFORMAZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI Ogni programma è preceduto da una testatina contenente, in forma sintetica, le informazioni relative al viaggio. Lo spazio a disposizione nella scheda è limitato

Dettagli

6. Le ricerche di marketing

6. Le ricerche di marketing Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Corso di Laurea in Lingue e Cultura per l Impresa 6. Le ricerche di marketing Prof. Fabio Forlani Urbino, 29/III/2011

Dettagli

VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20

VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20 MOD.COM/VIT COMUNE di VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20 1 SEMESTRE (scrivere a macchina o in stampatello) 2 SEMESTRE 01 Denominazione del Villaggio Turistico

Dettagli

A ROMA DA PAPA FRANCESCO. Roma 31 Ottobre 2015

A ROMA DA PAPA FRANCESCO. Roma 31 Ottobre 2015 A ROMA DA PAPA FRANCESCO Roma 31 Ottobre 2015 Il Programma definitivo della giornata sarà disponibile sul sito www.ucid.it A ROMA DA PAPA FRANCESCO - Roma, 31 Ottobre 2015 PROPOSTE DI ACCOGLIENZA OPZ.

Dettagli

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Dicembre 2007 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 3 La

Dettagli

Attravers Arna e Sentieri Aperti

Attravers Arna e Sentieri Aperti La XII^ Circoscrizione ARNA del Comune di Perugia, con le Associazioni del territorio, presenta: Attravers Arna e Sentieri Aperti Edizione 2009 Cinque camminate mattutine tra sapori, colori e suoni nella

Dettagli

CONOSCERE la VALLE DEL LANZA UOMO E NATURA

CONOSCERE la VALLE DEL LANZA UOMO E NATURA CONOSCERE la VALLE DEL LANZA UOMO E NATURA Escursioni di Educazione Ambientale per la Scuola Media Proposte per l A.S. 2014-2015 Itinerari escursionistici disponibili (eco)sistema della Diga di Gurone.

Dettagli

SCIARE AL CORNO ALLE SCALE

SCIARE AL CORNO ALLE SCALE SCIARE AL CORNO ALLE SCALE IL CORNO ALLE SCALE SPORT INVERNALI PER TUTTI E A TUTTI I LIVELLI, CALDA OSPITALITÀ E PIACEVOLI MOMENTI DI SVAGO E DI RELAX: È CIÒ CHE OFFRE IL CORNO ALLE SCALE, LA STAZIONE

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

INDICE TITOLO I - OGGETTO DEL TESTO UNICO TITOLO II - ORGANIZZAZIONE TURISTICA REGIONALE TITOLO III - STRUTTURE RICETTIVE

INDICE TITOLO I - OGGETTO DEL TESTO UNICO TITOLO II - ORGANIZZAZIONE TURISTICA REGIONALE TITOLO III - STRUTTURE RICETTIVE Legge Regionale 16 luglio 2007, n. 15 Testo unico delle leggi regionali in materia di turismo. (approvata con deliberazione del Consiglio regionale n VIII/397 del 03/07/2007 e pubblicata nel Bollettino

Dettagli

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI!

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI! ESTATE 2015 EVENTI LABORATORI ESCURSIONI Con il patrocinio di: In collaborazione con www.sopraesottoilmare.net ESTATE 2015 UNA PROPOSTA INNOVATIVA SOPRA E SOTTO IL MARE PROPONE UN ATTIVITA UNICA IN ITALIA

Dettagli

La sostenibilità dello sviluppo turistico: il caso delle Dolomiti patrimonio naturale dell Unesco

La sostenibilità dello sviluppo turistico: il caso delle Dolomiti patrimonio naturale dell Unesco n. 2-2011 La sostenibilità dello sviluppo turistico: il caso delle Dolomiti patrimonio naturale dell Unesco Mariangela Franch, Umberto Martini, Maria Della Lucia Sommario: 1. Premessa - 2. L approccio

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA SCHEDA DI PRESENTAZIONE DELL IDEA IMPRENDITORIALE

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA SCHEDA DI PRESENTAZIONE DELL IDEA IMPRENDITORIALE V MOD2 FR GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA SCHEDA DI PRESENTAZIONE DELL IDEA IMPRENDITORIALE INIZIATIVE DI FRANCHISI NG DECRETO LEGISLATIVO 185/00 TITOLO II Introduzione Questa guida è stata realizzata per

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

Istituto per il Credito Sportivo

Istituto per il Credito Sportivo Istituto per il Credito Sportivo REGOLAMENTO SPAZI SPORTIVI SCOLASTICI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SUI MUTUI AGEVOLATI DELL ISTITUTO PER IL CREDITO SPORTIVO INDICE 1. Perché vengono concessi contributi

Dettagli

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA I DESTINATION CENTER I Destination Center COS è UN DESTINATION CENTER? SHOPPING SPORT DIVERTIMENTO Un Destination Center e una combinazione di aree tematiche,

Dettagli

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE l originale www.casadelcammino.it for SI RINGRAZIANO IN MODO

Dettagli

Federazione Italiana Canottaggio Ufficio Comunicazione & Marketing QUESTIONARIO CENSIMENTO C.A.S.

Federazione Italiana Canottaggio Ufficio Comunicazione & Marketing QUESTIONARIO CENSIMENTO C.A.S. Federazione Italiana Canottaggio Ufficio Comunicazione & Marketing QUESTIONARIO CENMENTO C.A.S. Ringraziamo per aver prontamente risposto al nostro questionario relativo ai Centri di Avviamento al Canottaggio

Dettagli

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso L'ULTIMO PARADISO Lasciarsi alle spalle la vita caotica della città a partire alla volta di località tranquille, senza rumori nel completo relax sentendosi in paradiso,

Dettagli

6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI

6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI dell Ambiente del 6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI In questo capitolo esporremo i risultati che ci sembrano di maggior interesse tra quelli emersi dall elaborazione dei dati restituitici dagli

Dettagli

Gran Fondo PUNT DEL DIAU

Gran Fondo PUNT DEL DIAU LANZO TORINESE - SABATO 04 OTTOBRE 2014 Gran Fondo PUNT DEL DIAU REGOLAMENTO LA GARA GRAN FONDO DI CORSA IN MONTAGNA PUNT DEL DIAU avrà una lunghezza di circa km.25 e un dislivello positivo di circa 1450

Dettagli

Soluzioni di risparmio

Soluzioni di risparmio Soluzioni di risparmio Alla ricerca delle spese nascoste Visibile Gestita totalmente Aereo Treno Gestita tradizionalmente Servizi generalmente prenotati in anticipo e approvati dal line manager Meno potenziale

Dettagli

VISITE GUIDATE AGLI SCAVI di OSTIA ANTICA

VISITE GUIDATE AGLI SCAVI di OSTIA ANTICA VISITE GUIDATE AGLI SCAVI di OSTIA ANTICA MODULO PER I GRUPPI Nel presente modulo sono indicati i possibili percorsi per la Visita Guidata agli Scavi di Ostia Antica e la relativa Scheda di Prenotazione

Dettagli

ATTIVITÀ GRATUITE A BENEFICIO DI ALTRI

ATTIVITÀ GRATUITE A BENEFICIO DI ALTRI 23 luglio 2014 Anno 2013 ATTIVITÀ GRATUITE A BENEFICIO DI ALTRI Vengono diffusi oggi i risultati della prima rilevazione sul lavoro volontario, frutto della convenzione stipulata tra Istat, CSVnet (rete

Dettagli

Magica Sardegna dal blu del mare al Gennargentu 19-27 Settembre 2015-9 giorni / 8 notti

Magica Sardegna dal blu del mare al Gennargentu 19-27 Settembre 2015-9 giorni / 8 notti Club Alpino Italiano Sezione di Valenza Davide e Luigi Guerci Magica Sardegna dal blu del mare al Gennargentu 19-27 Settembre 2015-9 giorni / 8 notti Sabato 19 settembre 2015 Viaggio andata Ritrovo dei

Dettagli

Sviluppare le competenze per far crescere la competitività delle imprese e l occupazione nel Sud

Sviluppare le competenze per far crescere la competitività delle imprese e l occupazione nel Sud capitale umano, formato a misura dei fabbisogni delle imprese possa contribuire alla crescita delle imprese stesse e diventare così un reale fattore di sviluppo per il Mezzogiorno. Occorre, infatti, integrare

Dettagli

Scopriamo insieme il

Scopriamo insieme il Scopriamo insieme il SettemariClub Sol Falcó Durante la visita tecnica della struttura, porta con te questo Mini Book inspection, potrà esserti utile. In molti casi, le notizie contenute nel Mini Book

Dettagli

DOVE. Comune di Milano www.comune.milano.it/parcocolombo parcocolombo@comune.milano.it

DOVE. Comune di Milano www.comune.milano.it/parcocolombo parcocolombo@comune.milano.it DOVE L area interessata dalla raccolta di idee si trova in via Cardellino 15 (nota anche come ex Campo Colombo), quartiere Inganni-Lorenteggio. Ha una superficie complessiva di circa 20.000 mq. ed è identificata

Dettagli

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI 1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI La Provincia è un istituzione pubblica territoriale; gli organi di governo sono eletti dalla popolazione residente nel territorio e hanno il compito

Dettagli

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE CULTURA e SVILUPPO FESR 2014-2020 Sintesi DICEMBRE 2014 1. Inquadramento e motivazioni Il Ministero dei Beni, delle

Dettagli

SMART MOVE: un autobus per amico

SMART MOVE: un autobus per amico SMART MOVE: un autobus per amico "SMART MOVE" è la campagna internazionale promossa dall'iru (International Road Transport Union) in tutti i Paesi europei con l'obiettivo di richiamare l'attenzione di

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli

In collaborazione Gestionale per Hotel

In collaborazione Gestionale per Hotel In collaborazione Gestionale per Hotel Caratteristica Fondamentali E un programma di gestione alberghiera facile e intuitivo, in grado di gestire le prenotazioni, il check-in, i conti e le partenze in

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

MEETING & CONFERENCE ENNA. www.hotelfedericoenna.it

MEETING & CONFERENCE ENNA. www.hotelfedericoenna.it MEETING & CONFERENCE ENNA www.hotelfedericoenna.it Ci presentiamo Il Federico II Palace Hotel Spa & Congress, sorge a Enna circondato da immense vallate che creano una cornice naturale di verde, ma anche

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

AUTOVALUTAZIONE: RISULTATI DEI QUESTIONARI GENITORI-ALUNNI ALUNNI- DOCENTI. COMMISSIONE AUTOVALUTAZIONE Catalani-Ginesi

AUTOVALUTAZIONE: RISULTATI DEI QUESTIONARI GENITORI-ALUNNI ALUNNI- DOCENTI. COMMISSIONE AUTOVALUTAZIONE Catalani-Ginesi Ministero della Pubblica Istruzione Istituto Comprensivo Statale C. Carminati Via Dante, 4-2115 Lonate Pozzolo (Va) AUTOVALUTAZIONE: RISULTATI DEI QUESTIONARI GENITORI-ALUNNI ALUNNI- DOCENTI COMMISSIONE

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Itinerario ciclopedonale lungo il fiume Brenta

Itinerario ciclopedonale lungo il fiume Brenta PREMESSA L itinerario lungo il corso del fiume Brenta è motivato dalla presenza di un area di notevole interesse ambientale che merita una sua specifica valorizzazione anche a livello di turismo minore

Dettagli

Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE

Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE ITALIA Problematiche chiave Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE La performance degli italiani varia secondo le caratteristiche socio-demografiche

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI RIMBORSI DELLE SPESE SOSTENUTE DAL PERSONALE DIPENDENTE INVIATO IN MISSIONE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI RIMBORSI DELLE SPESE SOSTENUTE DAL PERSONALE DIPENDENTE INVIATO IN MISSIONE I REGOLAMENTI PROVINCIALI: N. 59 PROVINCIA DI PADOVA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI RIMBORSI DELLE SPESE SOSTENUTE DAL PERSONALE DIPENDENTE INVIATO IN MISSIONE Approvato con D.G.P. in data 19.4.2012

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Franco Leccese 84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma Telefono 3461722196 Fax Email Nazionalità

Dettagli

www.mt-consulting.it Inserire un disegno BANDO DAT DAT MORBEGNO: Mo.Ma Tel 0342-615355 e-mail dottirinzoni@mt-consulting.it

www.mt-consulting.it Inserire un disegno BANDO DAT DAT MORBEGNO: Mo.Ma Tel 0342-615355 e-mail dottirinzoni@mt-consulting.it Inserire un disegno BANDO DAT DAT MORBEGNO: Mo.Ma I PROMOTORI I promotori del progetto DAT COMUNE DI MORBEGNO ENTE CAPOFILA TRAONA DAZIO- CIVO MELLO CERCINO COSIO VALTELLINO - MANTELLO ROGOLO - VALMASINO

Dettagli

Gli stranieri: un valore economico per la società. Dati e considerazioni su una realtà in continua evoluzione

Gli stranieri: un valore economico per la società. Dati e considerazioni su una realtà in continua evoluzione Gli stranieri: un valore economico per la società. Dati e considerazioni su una realtà in continua evoluzione Con il patrocinio di e dal Ministero degli Affari Esteri Rapporto annuale sull economia dell

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

In collaborazione con:

In collaborazione con: In collaborazione con: DAY CAMP Peschiera del Garda dal 15 al 20 giugno / dal 22 al 27 giugno / dal 29 giugno al 4 luglio Centro Sportivo Parc Hotel Paradiso Borgo Roma dal 15 al 20 giugno Centro Sportivo

Dettagli

il fiorire del S E C C H I A progetto di integrazione socio-spaziale Corte Ospitale Rubiera 25 maggio 2007

il fiorire del S E C C H I A progetto di integrazione socio-spaziale Corte Ospitale Rubiera 25 maggio 2007 il fiorire del S E C C H I A progetto di integrazione socio-spaziale Corte Ospitale Rubiera 25 maggio 2007 Fiorire del Secchia La costruzione di un Parco Aperto Obbiettivi: Salvaguardare l ambientale;

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

16 Tronchetti - esercizi per busto. 17 Sbarre per potenziamento. 21 Tronchetti per tonificazione

16 Tronchetti - esercizi per busto. 17 Sbarre per potenziamento. 21 Tronchetti per tonificazione Riscaldamento Anello Anello Anello 1 2 3 1 25 2 24 23 22 3 4 21 20 5 6 7 18 8 9 10 15 11 12 13 14 19 17 16 Defaticamento 1 2 3 4 Piattaforme per stiramento arti inferiori Twister per tonificazione busto

Dettagli

L.R. 23 marzo 2000, n. 42. Testo unico delle Leggi Regionali in materia di turismo.

L.R. 23 marzo 2000, n. 42. Testo unico delle Leggi Regionali in materia di turismo. L.R. 23 marzo 2000, n. 42 Testo unico delle Leggi Regionali in materia di turismo. INDICE Titolo I - IL SISTEMA ORGANIZZATIVO DEL TURISMO Capo I - Disposizioni generali Art. 1 - Oggetto Art. 2 - Funzioni

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Adam Asmundo POLITICHE PUBBLICHE Attraverso confronti interregionali si presenta una analisi sulle diverse tipologie di trattamenti pensionistici e sul possibile

Dettagli

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale SERVIZIO SANITARIO REGIONALE BASILICATA Azienda Sanitaria Locale di Potenza INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP Relazione Generale A cura degli Uffici URP

Dettagli

Ufficio studi IL LAVORO NEL TURISMO

Ufficio studi IL LAVORO NEL TURISMO Ufficio studi I dati più recenti indicano in oltre 1,4 milioni il numero degli occupati nelle imprese del turismo. Il 68% sono dipendenti. Per conto dell EBNT (Ente Bilaterale Nazionale del Turismo) Fipe,

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015!

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA L'Archeotour, giunto quest'anno alla sua XI edizione, è un'iniziativa del Rotary Club Cagliari per far conoscere

Dettagli

VALUTAZIONE DI RISULTATO E DI IMPATTO del progetto Diesis

VALUTAZIONE DI RISULTATO E DI IMPATTO del progetto Diesis Obiettivo Competitività Regionale e Occupazione Programma Operativo Nazionale Azioni di Sistema (FSE) 2007-2013 [IT052PO017] Obiettivo Convergenza Programma Operativo Nazionale Governance e Azioni di Sistema

Dettagli

IL RUOLO DEL TURISMO NELL ECONOMIA LUCANA

IL RUOLO DEL TURISMO NELL ECONOMIA LUCANA IL RUOLO DEL TURISMO NELL ECONOMIA LUCANA 1 Unioncamere Basilicata RAPPORTO ANNUALE 2002 DELL OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE IL RUOLO DEL TURISMO NELL ECONOMIA LUCANA Il ruolo del turismo nell economia

Dettagli