Linfomi e neoplasie emopoietiche

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Linfomi e neoplasie emopoietiche"

Transcript

1 Tumori neuroepiteliali o Gliomi Tumori dei nervi cranici e spinali Tumori delle meningi Linfomi e neoplasie emopoietiche Tumori a cellule l germinali Tumori della regione sellare Metastasi Scaricato da 1

2 1. Tumori astrocitici 2. Tumori oligodendrogliali 3. Tumori ependimali 4. Tumori misti 5. Tumori neuroepiteliali di origine incerta 6. Tumori dei plessi corioidei 7. Tumori neuronali e misti neurogliali l 8. Tumori pineali 9. Tumori embrionali Basso Grado: Astrocitoma pilocitico (grado I) benigno (grado I) tipicoi dlb del bambinobi sede tipica: cervelletto talora interessamento del II nervo cranico prognosi benigna Astrocitoma (grado II) varianti principali: fibrillare, gemistocitico, protoplasmatico p rappresenta il 10-15% dei tumori endocranici picco di incidenza: anni localizzazione tipica: emisferi cerebrali possibili recidive dopo chirurgia Scaricato da 2

3 Alto grado Astrocitoma anaplastico (grado III) Glioblastoma multiforme (grado IV) maligno (grado III) incidenza max: anni prognosi infausta altamente maligno picco di incidenza: anni prognosi infausta rappresentano il 5% dei gliomi picco di incidenza: anni localizzazioni principali: emisferi cerebrali e tronco lentissima evoluzione Oligodendroglioma (grado II) Oligodendroglioma anaplastico (grado III) Scaricato da 3

4 Tumori ependimali rappresentano il 5-10% dei gliomi incidenza: bambini e giovani adulti localizzazione principale: ventricoli (principalmente IV ventricolo) Subependimoma (grado I) Ependimoma mixopapillare Ependimoma (grado II) Ependimoma anaplastico (grado III) Oligoastocitoma misto (grado II) Oligoastrocitoma anaplastico (grado III) altro (es. ependimo-astrocitoma) Spongioblastoma polare (grado IV) Astroblastoma (grado IV) Gliomatosis cerebri (grado IV) Scaricato da 4

5 Papilloma (grado I) Carcinoma (grado III) Pineocitoma i Pineoblastoma Forma mista Medulloepitelioma Tumori Neuro Ectodermici Primitivi (PNET) - medulloblastoma - tumore cerebrale neuroectodermico primitivo Neuroblastoma Retinoblastoma Ependimoblastoma Scaricato da 5

6 maligno (grado IV) varianti: melanocitico, medullomioblastoma, desmoplastico rappresenta il 15-20% dei tumori del SNC tipico dell infanzia prevalenza nel sesso M rappresenta il tumore più frequente della fossa cranica posteriore può dare metastasi per via liquorale Schwannoma (neurinoma, neurilemmoma) Neurofibroma Tumore maligno della guaina del nervo periferico (MPNST) o schwannoma maligno Scaricato da 6

7 Neurinoma dell acustico rappresenta l 80% dei tumori dell APC se bilaterale è patognomonico di NF2) Grado WHO Sottotipo istologico Caratteristiche istologiche I Meningoteliale Fibroblastico Transizionale Angiomatoso Microcistico Secretorio Psammomatoso Non soddisfano i criteri per il grado II e III II (atipico) III (anaplastico) Cordoide Acellule chiare Papillare Rabdoide 4 o più mitosi per 10 hpf e/o 3 o più dei seguenti criteri: Aumentata cellularità, cellule piccole, necrosi, nucleoli prominenti, capacità di infiltrazione. 20 o più mitosi per hpf e/o caratteristiche citologiche di malignità come cellule simili a cellule di carcinoma, melanoma, sarcoma. Scaricato da 7

8 benigno (grado I) rappresenta il 15-20% dei tumori endocranici Incidenza max: anni F>M (tumori ormono - dipendenti) lento accrescimento comprime il parenchima cerebrale senza infiltrarlo localizzazione parasagittale più frequente possibilità di recidiva dopo asportazione totale (infiltrazione dei canali haversiani dell osso) evoluzione maligna (grado III) raro carattere infiltrante recidiva anche dopo asportazione totale Scaricato da 8

9 Germinoma Carcinoma embrionale Coriocarcinoma Teratoma Tumore a cellule germinali miste Linfomi e neoplasie ematopoietiche Linfoma maligno primitivo Plasmacitoma Sarcoma granulocitico Altro Adenoma ipofisario Benigni incidenza: anni secernenti (ACTH, GH, PRL) non secernenti Carcinoma ipofisario Craniofaringioma origina da residui embrionali dell adenoipofisi incidenza max: bambini crescita lentanon infiltrante Scaricato da 9

10 singola multipla Cisti della tasca di Rathke Epidermoide Dermoide Cisti colloide del terzo ventricolo Cisti enterogena Cisti neurogliale Tumore a cellule l granulari (coristoma, it adenocitoma) Amartoma neuronale ipotalamico Eterotopia naso-gliale Granuloma plasmacellulare Scaricato da 10

11 Sindrome da ipertensione endocranica Cefalea Altre manifestazioni: Disturbi visivi Vomito Bradicardia Deficit VI n. c. Papilla da stasi Torpore Crisi epilettiche focali Anisocoria Deficit di moto, deficit della sensibilità Sindromi dipendenti dalla sede e dalle dimensioni della lesione (sindromi: frontale, parietale, temporale, occipitale, chiasmatica, cerebellare, disturbi del linguaggio, ecc.) Scaricato da 11

12 Tumori Frontali Regione prefrontale Sindrome prefrontale: disturbi della memoria facile irritabilità tratti moriatici afasia di Broca (se dominante) Area di Broca Scaricato da 12

13 Base del lobo frontale Alla sindrome prefrontale si aggiungono: anosmia omolaterale al tumore disturbi visivi mono- o bilaterali sindrome di Foster Kennedy (atrofia ottica omolaterale + papilledema controlaterale) Giro precentrale (area motoria) emiparesi controlaterale crisi motorie jacksoniane o generalizzate Lobulo paracentrale emiparesi arto inferiore controlaterale possibili crisi motorie jacksoniane Scaricato da 13

14 Lobo parietale parestesie emisoma controlaterale emianestesia controlaterale astereognosia afasia sensoriale (se dominante) Lobo temporale crisi uncinate (allucinazioni olfattive e gustative) allucinazioni uditive pseudoassenze temporali afasia sensoriale (se dominante) Scaricato da 14

15 Lobo occipitale emianopsia laterale omonima quadrantopsia allucinazioni Tumori dei nuclei della base Nuclei della base (capsula interna) Controlateralmente si ha: emiparesi emianestesia emianopsia Scaricato da 15

16 Tumori endoventricolari Ipertensione endocranica: tardiva se ventricoli laterali precoce se III o IV ventricolo -Crisi epilettiche (V.L.) -Deficit visus (III) -Segni cerebellari (IV) Tumori della regione sellare sindrome chiasmatica turbe endocrinologiche (se secernenti) chiasma adenoipofisi neuroipofisi Scaricato da 16

17 sindrome cerebellare statica (verme) sindrome cerebellare dinamica (emisferica) Tumori cerebellari Tumori del tronco Sindromi alterne S. di Weber: paralisi i omolaterale l III nc, emipiramidalismo controlaterale S. di Millard-Gubler: deficit omolaterale VI-VII nc, emipiramidalismo controlaterale Scaricato da 17

18 Tumori APC distrurbi uditivi e dell equilibrio parestesie o algie del V nc paralisi periferica VII nc atassia cerebellare compromissione nervi misti (IX, X, XI) Diagnosi Clinica Neurofisiologica: : EEG, PEV Neuroradiologica: Rx, TC e RM (con e senza m.d.c.), angiografia, angio-rm Medicina nucleare: : SPECT, PET Scaricato da 18

19 Terapia Chirurgia: asportazione radicale ove possibile Scaricato da 19

20 Terapia Radioterapia: gamma-knife, radiochirurgia stereotassica Chemioterapia Scaricato da 20

TUMORI DEL SISTEMA NERVOSO CENTRALE. Dott. Giorgio Trapella Neurochirurgia

TUMORI DEL SISTEMA NERVOSO CENTRALE. Dott. Giorgio Trapella Neurochirurgia TUMORI DEL SISTEMA NERVOSO CENTRALE Dott. Giorgio Trapella Neurochirurgia TUMORI CEREBRALI CLASSIFICAZIONE WHO DEI TUMORI DEL SNC Tumori neuroepiteliali Tumori non-neuroepiteliali TUMORI CEREBRALI CLASSIFICAZIONE

Dettagli

TUMORI DEL SNC SARA VARANESE, MD PHD

TUMORI DEL SNC SARA VARANESE, MD PHD TUMORI DEL SNC SARA VARANESE, MD PHD CLINICA I tumori cerebrali intesi come processi espansivi endocranici possono presentare sintomi che possiamo definire: IPERTENSIONE ENDOCRANICA - Papilla da stasi

Dettagli

Classificazione WHO. Adenomi ipofisari

Classificazione WHO. Adenomi ipofisari I TUMORI CEREBRALI EPIDEMIOLOGIA L incidenza dei tumori cerebrali dipende dallo sviluppo socio-economico dei paesi considerati(10:100.000 Svezia,Usa 2:100.000 Cina, India) anche se alcune differenze non

Dettagli

CLASSIFICAZIONE DEI TUMORI ENDOCRANICI

CLASSIFICAZIONE DEI TUMORI ENDOCRANICI TUMORI ENDOCRANICI Neoplasie che si sviluppano all interno del cranio, prendendo origine sia dal tessuto nervoso (encefalo e nervi cranici), sia dai suoi involucri (meningi e cranio), sia da strutture

Dettagli

Tumori astrocitici diffusi

Tumori astrocitici diffusi Tumori astrocitici diffusi Diagnosi e Grading Principali categorie di neoplasie del SNC Gliomi Neoplasie neuronali Tumori misti glioneuronali Tumori primitivi neuroectodermici Neoplasie delle cellule germinali

Dettagli

TUMORI endocranici e spinali

TUMORI endocranici e spinali TUMORI endocranici e spinali Tumori: epidemiologia Prevalenza ( primari + metastatici): 100/100.000 Incidenza: 30/100.000/anno Tumori spinali/tumori endocranici=1/7 Responsabili dell 1% di tutti i decessi

Dettagli

LA FONTE. Martedì, 15 Maggio 2012

LA FONTE. Martedì, 15 Maggio 2012 LA FONTE Martedì, 15 Maggio 2012 I TUMORI DEL CERVELLO di Giuseppe Zora Sistema Nervoso Centrale S N C Anatomia Fisiologia Patologie neoplastiche Sistema Nervoso Centrale Sistema Nervoso Centrale Il Cervello

Dettagli

XIX Convegno di Strabologia e Neuro-Oftalmologia Casi clinici strabologici e neuroftalmologici Bosisio Parini 17 marzo 2012

XIX Convegno di Strabologia e Neuro-Oftalmologia Casi clinici strabologici e neuroftalmologici Bosisio Parini 17 marzo 2012 UNITA di STRABOLOGIA e NEURO- Cefalea vomito diplopia e poi Francesco Polenghi XIX Convegno di Strabologia e Neuro-Oftalmologia Casi clinici strabologici e neuroftalmologici Bosisio Parini 17 marzo 2012

Dettagli

Quali sono i tipi istologici di tumore cerebrale più frequenti in età pediatrica? Quali sono le ricadute pratiche degli studi biologici?

Quali sono i tipi istologici di tumore cerebrale più frequenti in età pediatrica? Quali sono le ricadute pratiche degli studi biologici? Quali sono i tipi istologici di tumore cerebrale più frequenti in età pediatrica? Quali sono le ricadute pratiche degli studi biologici? DIAGNOSTICA ANATOMO- PATOLOGICA I. Morra Servizio di Anatomia Patologica

Dettagli

Patologie del chiasma

Patologie del chiasma Patologie del chiasma Visual pathways in the chiasm Intracranial relationships of the optic nerve Fixation of the chiasm Patologie chiasmatiche La funzione del chiasma ottico può essere alterata dalla

Dettagli

Tumori cerebrali: quadro clinico e diagnosi

Tumori cerebrali: quadro clinico e diagnosi Tumori cerebrali: quadro clinico e diagnosi Dott.ssa Anna Pisanello UOC Neurologia Arcispedale Santa Maria Nuova Reggio Emilia Tumori endocranici primitivi: patologia di nicchia? Epidemiologia dei tumori

Dettagli

1. Incidenza. 2. Definizione

1. Incidenza. 2. Definizione 1. Incidenza L incidenza di tumori cerebrali maligni e dei tumori del sistema nervoso centrale nel mondo è di 3.7 ogni 100.000 persone/anno tra gli uomini e di 2.6 ogni 100.000 persone/anno tra le donne.

Dettagli

D.A.P. - Università degli Studi di Bari

D.A.P. - Università degli Studi di Bari D.A.P. - Università degli Studi di Bari CLASSIFICAZIONE TUMORI SNC WHO 2000 PRIMITIVI TUMORI NEUROEPITELIALI TUMORI delle MENINGI TUMORI A CELLULE GERMINALI TUMORI della REGIONE SELLARE LINFOMI SECONDARI

Dettagli

Tumori del sistema nervoso centrale

Tumori del sistema nervoso centrale Tumori del sistema nervoso centrale Eterogeneità epidemiologica Eterogeneità biologica Eterogeneità di imaging Eterogeneità di prognosi Andrea Salmaggi Classificazione WHO 2007 (1) Tumori del tessuto

Dettagli

I sostanziali principi operativi della nostra attività neuro-oncologica si ispirano a linee guida

I sostanziali principi operativi della nostra attività neuro-oncologica si ispirano a linee guida prof. Andrea Talacchi Responsabile di SSF : Chirurgia dei tumori endocranici a sede critica Dipartimento di Scienze Neurologiche e del Movimento - Università di Verona Linee guida per il trattamento dei

Dettagli

Disturbi ossessivi compulsivi? Sono disturbi invalidanti? Trattamento farmacologico?

Disturbi ossessivi compulsivi? Sono disturbi invalidanti? Trattamento farmacologico? ALCUNE DOMANDE DEL COMPITO SCRITTO DI NEUROLOGIA DEL 31 GENNAIO Mielite trasversa, caratteristiche cliniche. SLA Lobo più colpito nel morbo d Alzheimer Sede più frequente di emorragia intraparenchimale

Dettagli

Ipertensione endocranica e neoplasie cerebrali

Ipertensione endocranica e neoplasie cerebrali Clinica Neurologica Università di Perugia Direttore Prof. Paolo Calabresi Ipertensione endocranica e neoplasie cerebrali Corso Neurologia Anno Accademico 2013/2014 Circolazione del liquido cerebro-spinale

Dettagli

Patologie delle vie ottiche postchiamsatiche e della corteccia visiva

Patologie delle vie ottiche postchiamsatiche e della corteccia visiva Patologie delle vie ottiche postchiamsatiche e della corteccia visiva Optic radiation: anatomy Patologie delle vie ottiche postchiamsatiche e della corteccia visiva Caratterizzati da emianopsia omonima.

Dettagli

TERAPIA CHIRURGICA DEI TUMORI CEREBRALI. www.fisiokinesiterapia.biz

TERAPIA CHIRURGICA DEI TUMORI CEREBRALI. www.fisiokinesiterapia.biz TERAPIA CHIRURGICA DEI TUMORI CEREBRALI www.fisiokinesiterapia.biz T. Benigno T.Maligno distinzione istologica, ma con implicazione prognostica minore rispetto ai distretti extracranici può essere in una

Dettagli

Ricovero 24/12/2009 Diagnosi: 1912 tum mal lobo temporale - Procedure: 8703 TAC capo 8891 RMN encefalo

Ricovero 24/12/2009 Diagnosi: 1912 tum mal lobo temporale - Procedure: 8703 TAC capo 8891 RMN encefalo Femmina di 69 anni Ricovero 24/12/2009 Diagnosi: 1912 tum mal lobo temporale - Procedure: 8703 TAC capo 8891 RMN encefalo Ricovero 07/01/2010 1912 tum mal lobo temporale 4011 ipertensione essenziale benigna

Dettagli

PATOLOGIE CEREBRALI. 1. tumori cerebrali 2. infezioni del SNC 3. malattie degenerative

PATOLOGIE CEREBRALI. 1. tumori cerebrali 2. infezioni del SNC 3. malattie degenerative PATOLOGIE CEREBRALI 1. tumori cerebrali 2. infezioni del SNC 3. malattie degenerative 1. INQUADRAMENTO CLINICO E NEUROPSICOLOGICO DEI TUMORI CEREBRALI ü QUADRO CLINICO GENERALE ü EPIDEMIOLOGIA ü GLIOMI:

Dettagli

I tumori della testa e del collo in prossimità di aree sensibili: progressi in neurochirurgia

I tumori della testa e del collo in prossimità di aree sensibili: progressi in neurochirurgia I tumori della testa e del collo in prossimità di aree sensibili: progressi in neurochirurgia Lorenzo Genitori U.O.C di Neurochirurgia Coordinamento Regionale Ospedale Pediatrico Anna Meyer Policlinico

Dettagli

*Gliomi, meningiomi (extracerebrali), adenomi ipofisari, neurinomi **piu del 10% dei tumori cerebrali originano da Ca polmonari.

*Gliomi, meningiomi (extracerebrali), adenomi ipofisari, neurinomi **piu del 10% dei tumori cerebrali originano da Ca polmonari. CAUSE DI LESIONI CEREBRALI 1. tumori 2. malattie cerebro-vascolari 3. traumi cranici 4. infezioni 5. malattie degenerative 6. intossicazioni 7. fattori genetici/congeniti TUMORI Neoplasia= massa di cellule

Dettagli

Direttore. Comitato scientifico. Maria Federica FERRIO. Università Cattolica del Sacro Cuore, Roma. Istituto Superiore di Sanità, Roma

Direttore. Comitato scientifico. Maria Federica FERRIO. Università Cattolica del Sacro Cuore, Roma. Istituto Superiore di Sanità, Roma NEUROSCIENZE 5 Direttore Massimiliano VISOCCHI ISTITUTO DI NEUROCHIRURGIA Università Cattolica del Sacro Cuore, Roma Comitato scientifico Giuseppe MARANO NEUROSCIENZE DI BASE Istituto Superiore di Sanità,

Dettagli

L IPERTENSIONE ENDOCRANICA:

L IPERTENSIONE ENDOCRANICA: L IPERTENSIONE ENDOCRANICA: L ipertensione endocranica consiste generalmente in un aumento della pressione all interno della scatola cranica, che può essere dovuto generalmente a tre fattori: ---aumento

Dettagli

Capitolo 19. Tumori cerebrali pediatrici. Cesare Colosimo, Maria Carmela Sciandra, Eleonora Antichi, Annibale Botto, Rosalinda Calandrelli

Capitolo 19. Tumori cerebrali pediatrici. Cesare Colosimo, Maria Carmela Sciandra, Eleonora Antichi, Annibale Botto, Rosalinda Calandrelli Capitolo 19 Tumori cerebrali pediatrici Cesare Colosimo, Maria Carmela Sciandra, Eleonora Antichi, Annibale Botto, Rosalinda Calandrelli Introduzione Dopo le leucemie, i tumori cerebrali pediatrici (TCP)

Dettagli

Cancro del testicolo

Cancro del testicolo Cancro del testicolo ti 1 Anatomia 2 1 Epidemiologia ed Eziologia 1 2% dei tumori maligni 9 pazienti su 10 guariscono Incidenza 3/100000 in Italia Maggior frequenza nella terza quarta decade 3 Fattori

Dettagli

dr Sherkat Trattamento dei gliomi maligni Terapie combinate

dr Sherkat Trattamento dei gliomi maligni Terapie combinate Trattamento dei gliomi maligni Terapie combinate Epidemiologia Epidemiologia - 1 Incidenza delle neoplasie cerebrali In Europa 5 casi su 100.000 abitanti/anno 2% di tutte le morti per cancro Negli ultimi

Dettagli

Maurizia Rasura. UOS Stroke Unit Azienda Ospedaliera Sant Andrea. Facoltà di Medicina e Psicologia, Sapienza Università, Roma

Maurizia Rasura. UOS Stroke Unit Azienda Ospedaliera Sant Andrea. Facoltà di Medicina e Psicologia, Sapienza Università, Roma DISABILITÀ DEL PAZIENTE CON ICTUS CARDIOEMBOLICO O Maurizia Rasura UOS Stroke Unit Azienda Ospedaliera Sant Andrea Facoltà di Medicina e Psicologia, Sapienza Università, Roma Fibrillazione Atriale (FA)

Dettagli

RUOLO DELL IMAGING TEMPESTIVO RICONOSCIMENTO LESIONE ESPANSIVA LOCALIZZAZIONE TOPOGRAFICA (SOVRA O SOTTO TENTORIALE -INTRA O EXTRA ASSIALE)

RUOLO DELL IMAGING TEMPESTIVO RICONOSCIMENTO LESIONE ESPANSIVA LOCALIZZAZIONE TOPOGRAFICA (SOVRA O SOTTO TENTORIALE -INTRA O EXTRA ASSIALE) Dr L.Romano RUOLO DELL IMAGING TEMPESTIVO RICONOSCIMENTO LESIONE ESPANSIVA LOCALIZZAZIONE TOPOGRAFICA (SOVRA O SOTTO TENTORIALE -INTRA O EXTRA ASSIALE) CARATTERIZZAZIONE DELLA LESIONE VALUTAZIONE DEGLI

Dettagli

Meeting Internazionale: EDEMA DELLA PAPILLA OTTICA

Meeting Internazionale: EDEMA DELLA PAPILLA OTTICA Meeting Internazionale: EDEMA DELLA PAPILLA OTTICA Le forme procrastinabili: i tumori C. Mosci*, F.B.Lanza* * S.C. Oculistica Oncologica, Ospedali Galliera, Genova EDEMA PAPILLARE: CAUSE NEOPLASTICHE 1)

Dettagli

METASTASI CEREBRALI IL CONTROLLO DEI SINTOMI. ANTONIO MONTINARO Direttore U.O. Neurochirurgia Ospedale V.Fazzi

METASTASI CEREBRALI IL CONTROLLO DEI SINTOMI. ANTONIO MONTINARO Direttore U.O. Neurochirurgia Ospedale V.Fazzi METASTASI CEREBRALI IL CONTROLLO DEI SINTOMI ANTONIO MONTINARO Direttore U.O. Neurochirurgia Ospedale V.Fazzi V.Fazzi - Lecce L attuale trattamento delle metastasi cerebrali viene focalizzato sul singolo

Dettagli

Outline. Roma, 9-11 novembre 2012

Outline. Roma, 9-11 novembre 2012 Outline TC e RM: quando e come eseguirle Come distinguere varianti della norma e adenomi ipofisari Le altre lesioni: neoplasie, malformazioni e flogosi Il follow-up e la diagnosi di recidiva Take-home

Dettagli

NEUROFIBROMATOSI TIPO 1 Clinica e genetica

NEUROFIBROMATOSI TIPO 1 Clinica e genetica Oncologia pediatrica e..altro Siena 8 novembre 2014 NEUROFIBROMATOSI TIPO 1 Clinica e genetica Rossella Vivarelli CLINICA PEDIATRICA AOU SENESE Neurofibromatosi di tipo 1 (NF1) markers clinici principali:

Dettagli

CITOLOGIA DEI TUMORI MAMMARI. Prof. Paola Maiolino

CITOLOGIA DEI TUMORI MAMMARI. Prof. Paola Maiolino CITOLOGIA DEI TUMORI MAMMARI Prof. Paola Maiolino L indagine citologica dei tumori mammari è poco applicata in medicina veterinaria e da molti è considerata poco attendibile. Ciò è legato: alla notevole

Dettagli

Cap 2 - Principali tipi di cancro

Cap 2 - Principali tipi di cancro Cap 2 - Principali tipi di cancro PRINCIPALI TIPI DI CANCRO Ogni cellula presente nell organismo può potenzialmente andare incontro a mutazioni e diventare cancerosa, dando origine a moltissime varianti

Dettagli

I tumori dell encefalo e del Sistema Nervoso Centrale Parte I I Tecniche di registrazione. Silvia Patriarca Registro Tumori Piemonte

I tumori dell encefalo e del Sistema Nervoso Centrale Parte I I Tecniche di registrazione. Silvia Patriarca Registro Tumori Piemonte I tumori dell encefalo e del Sistema Nervoso Centrale Parte I I Tecniche di registrazione Silvia Patriarca Registro Tumori Piemonte Camerino 2013 Regole di registrazione Ai tumori cerebrali si applicano

Dettagli

Neuro-oncologia medica

Neuro-oncologia medica 1 Neuro-oncologia medica 13 lezione Prof. R. Cotrufo 25/05/2007 La neuro-oncologia può essere affrontata sotto molti punti di vista, naturalmente è importante la valutazione epidemiologica della patologia

Dettagli

TUMORI DEL MEDIASTINO RISULTATI DELLA TERAPIA CHIRURGICA

TUMORI DEL MEDIASTINO RISULTATI DELLA TERAPIA CHIRURGICA III CONVEGNO DI CHIRURGIA TORACICA ONCOLOGICA Potenza 25 GIUGNO 2009 TUMORI DEL MEDIASTINO RISULTATI DELLA TERAPIA CHIRURGICA Antonello Casaletto U.O.D. Chirurgia Toracica Azienda Ospedaliera Regionale

Dettagli

ALTRI TUMORI BRONCO-POLMONARI

ALTRI TUMORI BRONCO-POLMONARI Università degli Studi di Perugia Chirurgia Toracica Aziende Ospedaliere di Perugia e Terni Scuola di Specializzazione in Chirurgia Toracica Direttore: Prof. Francesco Puma ALTRI TUMORI BRONCO-POLMONARI

Dettagli

Criteri generali per la valutazione di idoneità del donatore

Criteri generali per la valutazione di idoneità del donatore Testo Definitivo - operativo dal 1 marzo 2005 Criteri generali per la valutazione di idoneità del donatore Premessa L esito di un trapianto da donatore cadavere dipende da molteplici fattori, legati in

Dettagli

Tumori della tiroide. Eziopatogenesi, diagnosi e terapia

Tumori della tiroide. Eziopatogenesi, diagnosi e terapia Tumori della tiroide Eziopatogenesi, diagnosi e terapia - PRIMITIVI benigni maligni -SECONDARI Tumori primitivi maligni Origine dalla cellula follicolare Differenziati (papillifero( e follicolare) Indifferenziati

Dettagli

Tumori cerebrali infantili

Tumori cerebrali infantili Articolo sistema nervoso centrale Tumori cerebrali infantili John Crawford, MD, MS* Dichiarazione dell autore Il Dott. Crawford dichiara l assenza di conflitto di interesse relativamente al presente articolo.

Dettagli

Classificazione WHO 1999 neoplasie della vescica 1998 neoplasie della pelvi e dell uretere*

Classificazione WHO 1999 neoplasie della vescica 1998 neoplasie della pelvi e dell uretere* Classificazione WHO 1999 neoplasie della vescica 1998 neoplasie della pelvi e dell uretere* Tumori primitivi e metastasi Istogenesi Morfologia * Le neoplasie che originano dalla pelvi renale e dall uretere

Dettagli

METASTASI CEREBRALI. RADIOTERAPIA NEL TRATTAMENTO MULTIMODALE DELLE METASTASI OSSEE E CEREBRALI Presidente: dott. G. Silvano

METASTASI CEREBRALI. RADIOTERAPIA NEL TRATTAMENTO MULTIMODALE DELLE METASTASI OSSEE E CEREBRALI Presidente: dott. G. Silvano 1 RADIOTERAPIA NEL TRATTAMENTO MULTIMODALE DELLE METASTASI OSSEE E CEREBRALI Presidente: dott. G. Silvano Taranto, 16-17 Marzo 2007 2 definizione Le metastasi cerebrali sono neoplasie che originano in

Dettagli

Cos è un tumore cerebrale

Cos è un tumore cerebrale I Tumori Cerebrali Cos è un tumore cerebrale Il cervello è costituito da due tipi di cellule: i neuroni, o cellule nervose e cellule che costituiscono l impalcatura entro la quale sono alloggiati i neuroni.

Dettagli

PERCORSI DIAGNOSTICO-TERAPEUTICI E ASSISTENZIALI PER I PAZIENTI AFFETTI DA TUMORI DEL SISTEMA NERVOSO CENTRALE

PERCORSI DIAGNOSTICO-TERAPEUTICI E ASSISTENZIALI PER I PAZIENTI AFFETTI DA TUMORI DEL SISTEMA NERVOSO CENTRALE PERCORSI DIAGNOSTICO-TERAPEUTICI E ASSISTENZIALI PER I PAZIENTI AFFETTI DA TUMORI DEL SISTEMA NERVOSO CENTRALE A cura di Giuseppe Lombardi e Vittorina Zagonel L approccio multidisciplinare integrato è

Dettagli

Le neoplasie renali. fabrizio dal moro

Le neoplasie renali. fabrizio dal moro Le neoplasie renali fabrizio dal moro Le neoplasie renali Epidemiologia - INCIDENZA: 7,5/100.000 - Maschi/Femmine: 2:1 - Fascia d et d età più colpita: 5-6 decade Le neoplasie renali Classificazione -

Dettagli

Screening dei gliomi cerebrali nei pazienti con sindrome di Ollier/Maffucci: come, quando e perché?

Screening dei gliomi cerebrali nei pazienti con sindrome di Ollier/Maffucci: come, quando e perché? Screening dei gliomi cerebrali nei pazienti con sindrome di Ollier/Maffucci: come, quando e perché? Dott. Giannantonio Spena Neurochirurgo Clinica Neurochirurgica Spedali Civili e Università di Brescia

Dettagli

TUMORI CEREBRALI IN ETA PEDIATRICA: DALLA CLINICA AL TRATTAMENTO. Torino, 27 novembre 2010

TUMORI CEREBRALI IN ETA PEDIATRICA: DALLA CLINICA AL TRATTAMENTO. Torino, 27 novembre 2010 Gliomi ipotalamo- chiasmatici Dr. Christian Carlino Dr.ssa Anna Mussano Dr.ssa Maria Eleonora Basso TUMORI CEREBRALI IN ETA PEDIATRICA: DALLA CLINICA AL Torino, 27 novembre 2010 Gliomi di basso grado 30-40%

Dettagli

Criteri generali per la valutazione di idoneità del donatore

Criteri generali per la valutazione di idoneità del donatore Criteri generali per la valutazione di idoneità del donatore Premessa L esito di un trapianto da donatore cadavere dipende da molteplici fattori, legati in parte alle condizioni del ricevente ed in parte

Dettagli

TUMORI CEREBRALI IN ETA PEDIATRICA: DALLA CLINICA AL TRATTAMENTO. Torino, 27 novembre 2010

TUMORI CEREBRALI IN ETA PEDIATRICA: DALLA CLINICA AL TRATTAMENTO. Torino, 27 novembre 2010 Tumori a cellule germinali Dr.ssa Anna Mussano Dr.ssa Erica Romano TUMORI CEREBRALI IN ETA PEDIATRICA: DALLA CLINICA AL Torino, 27 novembre 2010 Introduzione ETA D INSORGENZA RADIOTERAPIA SITO D INSORGENZA

Dettagli

Tumori endocranici. Enrico Granieri

Tumori endocranici. Enrico Granieri Tumori endocranici Enrico Granieri Astrocitoma: cellule fusiformi Oligodendroglioma: Cellule con nuclei uniformi circondati da citoplasma chiaro (aspetto a uovo fritto ) Ependimoma: rosette perivascolari

Dettagli

Domande relative alla specializzazione in: Neurochirurgia

Domande relative alla specializzazione in: Neurochirurgia Domande relative alla specializzazione in: Neurochirurgia Domanda #1 (codice domanda: n.1061) : Il meningioma intracranico: A: presenta sovente un ispessimento della dura adiacente (dural tail) B: ha un

Dettagli

STROKE E NEOPLASIE CEREBRALI

STROKE E NEOPLASIE CEREBRALI LEZIONE STROKE E NEOPLASIE CELEBRALI DOTT. AUGUSTO FRACASSO Indice 1 STROKE E NEOPLASIE CEREBRALI ---------------------------------------------------------------------------------- 3 2 STROKE ISCHEMICO

Dettagli

Informazioni per i pazienti

Informazioni per i pazienti A cura di: Alicia Tosoni 28 maggio 2015 Gruppo di lavoro Linea Guida AIOM 2014 NEOPLASIE CEREBRALI Coordinatore: Alba Brandes Oncologia Medica - Ospedale Bellaria - Bologna Segretario scientifico: Enrico

Dettagli

Caratteristiche generali

Caratteristiche generali Caratteristiche generali Tumori Cerebrali Primitivi Secondari Primitivi Tumori Neuroectodermici Sono costituiti da elementi cellulari di derivazione dal neuroepitelio - da elementi indifferenziati presenti

Dettagli

Istituto Nazionale Neurologico Carlo Besta di Milano

Istituto Nazionale Neurologico Carlo Besta di Milano I tumori cerebrali AIMaC è grata a (British Association of Cancer United Patients and their families and friends, www;cancerbacup.org.uk) per aver concesso in esclusiva l'utilizzazione di questo libretto

Dettagli

CORSO DI ENDOCRINOLOGIA SCIENZE INFERMIERISTICHE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI

CORSO DI ENDOCRINOLOGIA SCIENZE INFERMIERISTICHE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI CORSO DI ENDOCRINOLOGIA SCIENZE INFERMIERISTICHE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI DR. R. GIANNATTASIO ASL NA1 CENTRO LEZIONE 2 IPOFISI NAPOLI, 01/03/2011 IPOFISI PESO 600 mg LOCALIZZATA NELLA SELLA TURCICA

Dettagli

LE NEOPLASIE DIFFERENZIATE DELLA TIROIDE Paolo Fracchia SOC ORL ASL AL Casale Monferrato

LE NEOPLASIE DIFFERENZIATE DELLA TIROIDE Paolo Fracchia SOC ORL ASL AL Casale Monferrato LE NEOPLASIE DIFFERENZIATE DELLA TIROIDE Paolo Fracchia SOC ORL ASL AL Casale Monferrato 19 marzo-2 aprile 2011 INTRODUZIONE Il carcinoma papillare ed il carcinoma follicolare della tiroide, definiti carcinomi

Dettagli

Azienda Ospedaliera Universitaria San Martino Genova

Azienda Ospedaliera Universitaria San Martino Genova Azienda Ospedaliera Universitaria San Martino Genova U.O. Clinica Neurochirurgica e Neurotraumatologica Direttore: Prof. R. Spaziante IDROCEFALO Dr. Sergio Gennaro DEFINIZIONE Il termine idrocefalo deriva

Dettagli

LE NEOPLASIE PANCREATICHE

LE NEOPLASIE PANCREATICHE 2 CONGRESSO NAZIONALE SIEMG VIBO LE NEOPLASIE PANCREATICHE BLUNDO LUIGI SONO CONSIDERATE LA SECONDA CAUSA PIU FREQUENTE DI MORTE PER CANCRO CIRCA IL 90% DEI TUMOR DEL PANCREAS SONO ADENOCARCINOMI DUTTALI

Dettagli

Scaricato da www.sunhope.it 1

Scaricato da www.sunhope.it 1 Primitivi TUMORI SPINALI Secondari Derivazione da: osso, connettivo, strutture nervose, vasi, patologie sistemiche TUMORI SPINALI Sede Extradurali. Intradurali extra- ed intramidollari. Extradurali benigni

Dettagli

METASTASI POLMONARI. Terapia Oncologica. Dott. Marcello Tiseo Unità Operativa di Oncologia Medica Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma

METASTASI POLMONARI. Terapia Oncologica. Dott. Marcello Tiseo Unità Operativa di Oncologia Medica Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma METASTASI POLMONARI Terapia Oncologica Dott. Marcello Tiseo Unità Operativa di Oncologia Medica Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma Metastasi polmonari: EPIDEMIOLOGIA Prevalenza nelle autopsie di

Dettagli

Tiroide. laterali uniti da un segmento. continua con una propaggine. laringe. circa40mmeilpesointornoai20. ad età e fattori geografici

Tiroide. laterali uniti da un segmento. continua con una propaggine. laringe. circa40mmeilpesointornoai20. ad età e fattori geografici Tiroide La tiroide è formata da due lobi laterali uniti da un segmento trasversale (istmo) che si continua con una propaggine (lobo piramidale) aderente alla laringe L altezza media della tiroide è di

Dettagli

LA SINDROME DI VON HIPPEL-LINDAU. Conoscere per Curare

LA SINDROME DI VON HIPPEL-LINDAU. Conoscere per Curare LA SINDROME DI VON HIPPEL-LINDAU Conoscere per Curare 1) Che cos è VHL? La sindrome di Von Hippel-Lindau è una rara malattia a carattere ereditario che determina una predisposizione allo sviluppo di neoplasie

Dettagli

IL NODULO TIROIDEO: CLINICA E INQUADRAMENTO DIAGNOSTICO.

IL NODULO TIROIDEO: CLINICA E INQUADRAMENTO DIAGNOSTICO. IL NODULO TIROIDEO: CLINICA E INQUADRAMENTO DIAGNOSTICO. DR. R. GIANNATTASIO DIRIGENTE MEDICO I LIVELLO UO MEDICINA NUCLEARE E CMM - PSI ELENA D AOSTA PSI NAPOLI EST NAPOLI, 14/05 E 11/06 2009 NODULO TIROIDEO

Dettagli

Linee Guida AIOM 2007. Neoplasie Cerebrali

Linee Guida AIOM 2007. Neoplasie Cerebrali Linee Guida AIOM 2007 Neoplasie Cerebrali Aggiornamento: dicembre 2007 Responsabile: Alba A. Brandes Estensori: Fabio Calbucci Marco Leonardi Michele Reni Federica Spagnolli Alicia Tosoni Revisori indicati

Dettagli

Il punto di vista del Pediatra ospedaliero

Il punto di vista del Pediatra ospedaliero Torino, 27 novembre 2010 Tumori cerebrali in età pediatrica: dalla clinica al trattamento Il punto di vista del Pediatra ospedaliero Dott. Luigi Besenzon Dott. Nicola Sardi Pediatria, Ospedale SS. Annunziata,

Dettagli

Modulo 2. Diagnostica per immagini APPROFONDIMENTO

Modulo 2. Diagnostica per immagini APPROFONDIMENTO Modulo 2 Diagnostica per immagini APPROFONDIMENTO Istotipi Eventuale meno sottotitolo frequenti Carcinoma neuroendocrino a grandi cellule Neoplasia maligna a grandi cellule caratterizzata da un pattern

Dettagli

Indice delle illustrazioni Guida per lo studente Presentazione dell opera

Indice delle illustrazioni Guida per lo studente Presentazione dell opera xi INDICE GENERALE Indice delle illustrazioni Guida per lo studente Presentazione dell opera xiii xvii xviii SEZIONE A: ANATOMIA DESCRITTIVA 1 Visione d insieme 4 Midollo spinale 8 Tronco dell encefalo

Dettagli

www.ilmatt.com NEUROCHIRURGIA Appunti di lezioni 2007

www.ilmatt.com NEUROCHIRURGIA Appunti di lezioni 2007 NEUROCHIRURGIA Appunti di lezioni 2007 1 MALATTIE CEREBROVASCOLARI ICTUS CEREBRALE L ictus è la principale causa di invalidità e comporta un 20% di mortalità entro 1 mese dall evento. La distinzione fondamentale

Dettagli

LE NEOPLASIE DIFFERENZIATE DELLA TIROIDE

LE NEOPLASIE DIFFERENZIATE DELLA TIROIDE LE NEOPLASIE DIFFERENZIATE DELLA TIROIDE P. Iacovoni Direttore S.O.C. di Chirurgia S.Ragusa Direttore S.O.C. Otorinolaringoiatria Ospedale di Acqui Terme Neoplasie differenziate della tiroide Il cancro

Dettagli

TUMORI DEL RENE PROF. H. JALLOUS FONDAZIONE I.R.C.C.S. POLICLINICO SAN MATTEO - PAVIA

TUMORI DEL RENE PROF. H. JALLOUS FONDAZIONE I.R.C.C.S. POLICLINICO SAN MATTEO - PAVIA TUMORI DEL RENE PROF. H. JALLOUS FONDAZIONE I.R.C.C.S. POLICLINICO SAN MATTEO - PAVIA CLASSIFICAZIONE (I) 1. TUMORI PRIMITIVI - EPITELIALI - MESENCHIMALI - EMBRIONALI 2. TUMORI SECONDARI www.fisiokinesiterapia.biz

Dettagli

Il Nodulo Tiroideo. "Diagnostica Citologica"

Il Nodulo Tiroideo. Diagnostica Citologica Il Nodulo Tiroideo "Diagnostica Citologica" FNAC Con il termine di FNAC (Fine Needle Aspiration Cytology) si intende un prelievo citologico eseguito mediante un ago definito sottile (a partire da 22G ),

Dettagli

CASO CLINICO. Resezione chirurgica e esame istologico: glioblastoma multiforme

CASO CLINICO. Resezione chirurgica e esame istologico: glioblastoma multiforme CASO CLINICO Bambina di 8 anni Manifestazione acuta: linguaggio incomprensibile e sguardo fisso per 10 minuti collasso di 30 secondi con attacco epilettico generalizzato tonico-clonico vomito e stato di

Dettagli

Neoplasia renale: quali alternative? Dott Fulvio Lagana Urologia O.C.Dolo

Neoplasia renale: quali alternative? Dott Fulvio Lagana Urologia O.C.Dolo Neoplasia renale: quali alternative? Dott Fulvio Lagana Urologia O.C.Dolo Neoplasia renale Fino al 50% dei casi riscontri incidentali Costante aumento dell incidenza di nuove diagnosi Aumento dell eta

Dettagli

Capitolo 1 Neuropsicologia: introduzione e cenni storici 1 1.1 Ambito della neuropsicologia 1 1.2 Nascita della neuropsicologia: cenni storici 2

Capitolo 1 Neuropsicologia: introduzione e cenni storici 1 1.1 Ambito della neuropsicologia 1 1.2 Nascita della neuropsicologia: cenni storici 2 9788871929422 I_XX_Layout 1 13/02/13 15:56 Pagina V Prefazione Introduzione all edizione italiana XV XVII Capitolo 1 Neuropsicologia: introduzione e cenni storici 1 1.1 Ambito della neuropsicologia 1 1.2

Dettagli

L IPERTENSIONE ENDOCRANICA

L IPERTENSIONE ENDOCRANICA Sbobinatura di Neurologia del 5 novembre 2002 13:30-15:30 Prof Gaini L IPERTENSIONE ENDOCRANICA Il prof. ricorda che i tumori endocranici non verranno spiegati a lezione, ma saranno comunque argomento

Dettagli

LE MASSE RENALI BENIGNE E MALIGNE

LE MASSE RENALI BENIGNE E MALIGNE LE MASSE RENALI BENIGNE E MALIGNE 2008 Libero Barozzi Impossibile visualizzare l'immagine. La memoria del computer potrebbe essere insufficiente per aprire l'immagine oppure l'immagine potrebbe essere

Dettagli

NEOPLASIE CEREBRALI. M. Leonardi M. Reni F. Spagnolli A. Tosoni

NEOPLASIE CEREBRALI. M. Leonardi M. Reni F. Spagnolli A. Tosoni 09S0364_LINEE guida_1_880 29-09-2009 11:43 Pagina 357 NEOPLASIE CEREBRALI Coordinatore: Estensori: Alba A. Brandes F. Calbucci M. Leonardi M. Reni F. Spagnolli A. Tosoni Società Scientifiche che si sono

Dettagli

LINEE GUIDA PER L ACCERTAMENTO DELLA SICUREZZA DEL DONATORE DI ORGANI

LINEE GUIDA PER L ACCERTAMENTO DELLA SICUREZZA DEL DONATORE DI ORGANI I DOCUMENTI 118 CENTRO NAZIONALE TRAPIANTI LINEE GUIDA PER L ACCERTAMENTO DELLA SICUREZZA DEL DONATORE DI ORGANI Il testo delle linee guida è stato approvato dal Centro Nazionale Trapianti nella riunione

Dettagli

EDU-FAD. Le Neoplasie del Sistema Nervoso Centrale. Educazione Medica Continua in Oncologia. a cura della Dottoressa Alba Brandes

EDU-FAD. Le Neoplasie del Sistema Nervoso Centrale. Educazione Medica Continua in Oncologia. a cura della Dottoressa Alba Brandes Associazione Italiana di Oncologia Medica EDU-FAD Educazione Medica Continua in Oncologia Le Neoplasie del Sistema Nervoso Centrale a cura della Dottoressa Alba Brandes EDU-FAD Educazione Medica Continua

Dettagli

Ecografia del surrene

Ecografia del surrene Ecografia del surrene Metodica di studio Anatomia ecografia Quadri patologici Congresso SIEMG Up-Date Vibo Valentia 01-03 maggio 2014 Visibilità ecografia Sonde convex multifrequenza 2-5 Mhz Surrene destro

Dettagli

I Tumori della Parete Toracica

I Tumori della Parete Toracica I Tumori della Parete Toracica Dott. Luca Ampollini Chirurgia Toracica Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma I Martedi dell Ordine 6 marzo 2012 Definizione Comprendono: Neoplasie primitive benigne

Dettagli

Tabella 1a RTM. Anno 2002. Frequenza assoluta dei casi incidenti di tumore maligno per età e sede. MASCHI.

Tabella 1a RTM. Anno 2002. Frequenza assoluta dei casi incidenti di tumore maligno per età e sede. MASCHI. 108 Registro Tumori della provincia di Modena, Anno 2002 Tabella 1a RTM. Anno 2002. Frequenza assoluta dei casi incidenti di tumore maligno per età e sede. MASCHI. ICD-10 Sede 0-4 5-9 10-14 15-19 20-24

Dettagli

EDEMA CEREBRALE 25/06/2010 ASPETTI NEUROCHIRURGICI DEL TRATTAMENTO DELL EDEMA CEREBRALE. Scaricato da www.sunhope.it 1. Napoli, 23 Maggio 2009

EDEMA CEREBRALE 25/06/2010 ASPETTI NEUROCHIRURGICI DEL TRATTAMENTO DELL EDEMA CEREBRALE. Scaricato da www.sunhope.it 1. Napoli, 23 Maggio 2009 ASPETTI NEUROCHIRURGICI DEL TRATTAMENTO DELL EDEMA CEREBRALE Napoli, 23 Maggio 2009 EDEMA CEREBRALE Non è una entità patogenetica bensì una reazione dell encefalo a diverse noxae patogene, sia locali che

Dettagli

CONFERENZA STATO REGIONI SEDUTA DEL 26 NOVEMBRE 2003

CONFERENZA STATO REGIONI SEDUTA DEL 26 NOVEMBRE 2003 CONFERENZA STATO REGIONI SEDUTA DEL 26 NOVEMBRE 2003 Repertorio Atti n. 1876 del 26 novembre 2003 Oggetto : Accordo tra il Ministro della salute, le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano sul

Dettagli

LE FACOMATOSI O SINDROMI NEUROCUTANEE

LE FACOMATOSI O SINDROMI NEUROCUTANEE LE FACOMATOSI O SINDROMI NEUROCUTANEE Sono malattie ereditarie caratterizzate da mal formazioni e tumori a partenza da vari organi, ma soprattutto della cute e del sistema nervoso centrale. Sclerosi tuberosa

Dettagli

Analisi delle caratteristiche in risonanza magnetica di 35 neoplasie intracraniche del cane confermate istologicamente e confronto con la letteratura

Analisi delle caratteristiche in risonanza magnetica di 35 neoplasie intracraniche del cane confermate istologicamente e confronto con la letteratura Analisi delle caratteristiche in risonanza magnetica di 35 neoplasie intracraniche del cane confermate istologicamente e confronto con la letteratura RIASSUNTO In medicina veterinaria il ricorso alla diagnostica

Dettagli

Ipotalamo ed ipofisi anteriore o adenoipofisi

Ipotalamo ed ipofisi anteriore o adenoipofisi Ipotalamo ed ipofisi anteriore o adenoipofisi i Ormoni dell ipofisi anteriore, organi bersaglio ed effetti fisiologici Vie di segnale intracellulare coinvolte negli effetti mediati dagli ormoni ipotalamo-ipofisari

Dettagli

TUMORI CEREBRALI IN ETA PEDIATRICA: DALLA CLINICA AL TRATTAMENTO. Torino, 27 novembre 2010

TUMORI CEREBRALI IN ETA PEDIATRICA: DALLA CLINICA AL TRATTAMENTO. Torino, 27 novembre 2010 Tumori infiltranti pontini Dr.ssa Anna Mussano Dr. Stefano Vallero TUMORI CEREBRALI IN ETA PEDIATRICA: DALLA CLINICA AL Torino, 27 novembre 2010 Introduzione Neoplasie del tronco encefalico: circa 15%

Dettagli

Principi di codifica delle neoplasie. Piera Vicari Registro Tumori Piemonte Corso per operatori dei Registri Reggio Emilia dicembre 2007

Principi di codifica delle neoplasie. Piera Vicari Registro Tumori Piemonte Corso per operatori dei Registri Reggio Emilia dicembre 2007 Principi di codifica delle neoplasie Piera Vicari Registro Tumori Piemonte Corso per operatori dei Registri Reggio Emilia dicembre 2007 Perché codificare Dare un nome girasole tulipano iris margherita

Dettagli

Indice generale. Sistema nervoso 1. Introduzione 1. Elementi costitutivi del sistema nervoso 17. Midollo spinale e nervi spinali 47

Indice generale. Sistema nervoso 1. Introduzione 1. Elementi costitutivi del sistema nervoso 17. Midollo spinale e nervi spinali 47 IX Indice generale Sistema nervoso 1 Introduzione 1 GeneralitaÁ 2 Sviluppo e organizzazione 2 Circuiti funzionali 2 Topografia del SN 4 Sviluppo e organizzazione dell'encefalo 6 Sviluppo dell'encefalo

Dettagli

Metastasi cerebrali: il ruolo del neurochirurgo. E. Pierangeli,, C. Pizzoni

Metastasi cerebrali: il ruolo del neurochirurgo. E. Pierangeli,, C. Pizzoni Metastasi cerebrali: il ruolo del neurochirurgo. E. Pierangeli,, C. Pizzoni Neurochirurgia SS. Annunziata Taranto Direttore Prof. a c. Enrico Pierangeli Epidemiologia MTX = 50% lesioni espansive endocraniche,

Dettagli

Nausea, torcicollo, diplopia: sintomi inquietanti. P. Capozzi

Nausea, torcicollo, diplopia: sintomi inquietanti. P. Capozzi Nausea, torcicollo, diplopia: sintomi inquietanti P. Capozzi La storia clinica di Giulia, una bambina di nata nel 1995, esordiva agli inizi di dicembre 2002 con torcicollo, cefalea occipitale e saltuari

Dettagli

Meccanismi Biochimici delle Neurodegenerazioni

Meccanismi Biochimici delle Neurodegenerazioni Meccanismi Biochimici delle Neurodegenerazioni Lesson1 Lesson2 Lesson3 Lesson4 Lesson5 Lesson6 INDEX Intro Aggregazione proteica: ripiegamento delle proteine sistema di controllo qualità delle proteine

Dettagli

Il Nodulo Tiroideo dalla diagnosi alla Terapia

Il Nodulo Tiroideo dalla diagnosi alla Terapia Il Nodulo Tiroideo dalla diagnosi alla Terapia Genova Voltri 15 Dicembre 2012 Luca Anselmi Anatomia Patologica Sestri Ponente Percorso Diagnostico Terapeutico Multidisciplinare ENDOCRINOLOGO RADIOLOGO

Dettagli

Radioterapia Stereotasica: DEFINIZIONE

Radioterapia Stereotasica: DEFINIZIONE Radioterapia Stereotasica: DEFINIZIONE La Radioterapia Stereotassica è una tecnica utilizzata per il trattamento di lesioni individuate attraverso metodi stereotassici accurati che, avvalendosi delle tre

Dettagli

Criteri generali per la valutazione di idoneità del donatore

Criteri generali per la valutazione di idoneità del donatore Revisione definitiva in vigore dal 9 giugno 2008 Criteri generali per la valutazione di idoneità del donatore Premessa L esito di un trapianto da donatore cadavere dipende da molteplici fattori, legati

Dettagli