Bilancio al 31 dicembre 2004

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Bilancio al 31 dicembre 2004"

Transcript

1

2

3 Bilancio al 31 dicembre 2004

4 Missione Perseguire la soddisfazione dei nostri clienti nell industria dell energia, affrontando ogni sfida con soluzioni sicure, affidabili ed innovative. Ci affidiamo a team competenti e multi-locali in grado di fornire uno sviluppo sostenibile per la nostra azienda e per le comunità dove operiamo Bilancio 2004 I nostri valori Impegno alla sicurezza, integrità, apertura, flessibilità, integrazione, innovazione, qualità, competitività, lavoro di gruppo, umiltà, internazionalizzazione. La Saipem é presente nei seguenti paesi EUROPA Italia, Francia, Belgio, Croazia, Germania, Gran Bretagna, Irlanda, Lussemburgo, Norvegia, Olanda, Portogallo, Spagna, Svizzera, Turchia AMERICHE Argentina, Brasile, Canada, Equador, Messico, Perù, U.S.A., Venezuela C.S.I. Astrakan, Azerbaijan, Georgia, Kazakhstan, Russia AFRICA Algeria, Angola, Camerun, Congo, Egitto, Gabon, Libia, Marocco, Nigeria, Sudan MEDIO ORIENTE Abu Dhabi, Arabia Saudita, Dubai, Iran, Oman, Qatar, Sharjah ESTREMO ORIENTE ED OCEANIA Australia, Cina, India, Indonesia, Malesia, Singapore, Thailandia La Saipem é soggetta all attività di direzione e coordinamento dell Eni S.p.A.

5 sommario Relazioni e bilancio consolidato del Gruppo Saipem 2 Lettera agli Azionisti 4 Organi sociali e di controllo della Saipem S.p.A 7 Struttura partecipativa del Gruppo Saipem 9 Relazione sull andamento della gestione del Gruppo Saipem 10 Nota sull andamento del titolo Saipem S.p.A. 12 Glossario 14 Andamento operativo 14 Le acquisizioni ed il portafoglio 16 Gli investimenti per settore di attività: 17 Costruzioni Mare 27 Perforazioni Mare 31 Leased FPSO 33 Costruzioni Terra 37 Perforazioni Terra 40 Liquefied Natural Gas (L.N.G.) 42 Maintenance Modification and Operation (M.M.O.) 44 Commento ai risultati economico finanziari 44 Risultati economici 50 Situazione patrimoniale e finanziaria 53 Attività di ricerca e sviluppo 55 Qualità, salute, sicurezza e ambiente 58 Risorse umane 62 Sistema informativo 63 Relazione sulla Corporate Governance 75 Altre informazioni 75 Acquisto di azioni proprie 75 Piani di incentivazione 76 Fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura dell esercizio 77 Rapporti con parti correlate 79 Evoluzione prevedibile della gestione (per impatto IFRS) 80 Introduzione dei principi contabili internazionali 82 Stato patrimoniale e conto economico riclassificati 85 Bilancio consolidato al 31 dicembre Stato patrimoniale e conto economico consolidati 93 Nota integrativa e prospetti 135 Relazione della Società di Revisione sul bilancio consolidato Assemblea degli Azionisti del 29 aprile 2005 L avviso di convocazione è stato pubblicato sui quotidiani: Il sole 24 ore, il Corriere della Sera e La Repubblica del 26 marzo Relazioni e bilancio della Saipem S.p.A. 137 Relazione sull andamento della gestione della Saipem S.p.A. 138 Commento ai risultati economico finanziari 138 Risultati economici 140 Situazione patrimoniale e finanziaria 142 Evoluzione prevedibile della gestione 142 Azioni proprie detenute da Saipem S.p.A. 142 Partecipazioni detenute dagli Amministratori, dai Sindaci e dai Direttori Generali nell emittente e nelle società da questa controllate 143 Stock grant e stock option attribuite agli Amministratori e ai Direttori Generali 145 Rapporti con le imprese controllate, le collegate, la controllante e le altre imprese del Gruppo Eni 146 Situazione delle partecipazioni 148 Andamento economico delle principali partecipate 152 Altre informazioni 153 Stato Patrimoniale e Conto Economico Riclassificati 155 Bilancio della Saipem S.p.A. al 31 dicembre Stato patrimoniale e conto economico 161 Nota integrativa e prospetti 216 Proposte del Consiglio di Amministrazione all Assemblea degli Azionisti 217 Relazione del Collegio Sindacale 218 Relazione della Società di Revisione sul bilancio 219 Riassunto delle deliberazioni Assembleari

6 lettera agli azionisti Signori Azionisti, l esercizio 2004 si è chiuso con risultati che hanno ancora una volta collocato la Vostra Società ai vertici della propria industria. In termini operativi sono stati completati in sicurezza e con successo progetti nel corso dei quali sono state eseguite operazioni che hanno comportato il superamento di diversi record sia di sollevamenti pesanti in posizionamento dinamico che di posa di strutture in acque profonde. foto (da sinistra): Hugh James O Donnell, Amministratore Delegato Pietro Franco Tali, Presidente Jacques Yves Léost, consigliere Saipem S.p.A. e Presidente Saipem s.a.presidente Saipem s.a.n LETTERA AGLI AZIONISTI 2

7 Degno di nota anche il recupero, per conto Repsol incaricata dal Governo spagnolo, di circa tonnellate di fuel oil dal relitto della petroliera Prestige affondata in circa quattromila metri d acqua. Il successo di detta operazione ha reso note le competenze della Vostra Società in un panorama più ampio dell industria di riferimento ed ha rafforzato ulteriormente l immagine di Saipem come l operatore di avanguardia per operazioni marine in condizioni estreme. Ai successi operativi si sono accompagnati risultati economico finanziari che hanno consentito di assorbire l impatto della rivalutazione dell euro sul dollaro USA che, per l esercizio 2004, ha determinato una riduzione dei ricavi, in termini di euro equivalenti, di circa 450 milioni e un impatto negativo sul risultato operativo stimato in circa 80 milioni di euro. In particolare, i ricavi 2004 hanno raggiunto i milioni di euro (4.231 milioni nel 2003), il risultato operativo è stato di 290 milioni di euro (303 milioni nel 2003) e il risultato netto, grazie a un migliore andamento della gestione finanziaria e delle partecipazioni, ha raggiunto i 197 milioni di euro (196 milioni nel 2003). L indebitamento finanziario netto è diminuito di 87 milioni di euro con un rapporto debiti/capitale proprio che è sceso al 58% dal 70% di fine Particolarmente positiva l acquisizione di nuove commesse che, nonostante l ulteriore rafforzamento dell euro, ha consentito di rimpiazzare i contratti eseguiti nel corso dell esercizio e di incrementare il portafoglio ordini che raggiunge a fine 2004 i milioni di euro (5.225 milioni di euro a fine 2003). Per quanto riguarda l articolazione dei ricavi e dei margini fra le linee di business in cui opera la Vostra Società, le Costruzioni Mare hanno contribuito per il 63% dei ricavi e per il 56% dei margini (60% dei ricavi e 54% dei margini nel 2003) a conferma del posizionamento di eccellenza raggiunto dalla Vostra Società in questo settore; le Costruzioni Terra hanno rappresentato il 14% dei ricavi e il 12% dei margini (18% dei ricavi e 17% dei margini nel 2003): la diminuzione dei volumi e dei margini associati è da correlare al completamento di importanti commesse in Kazakhstan e in Arabia Saudita solo parzialmente compensate dalla piena operatività dei progetti in Nord Africa e del Progetto Sakhalin II in Russia; le Perforazioni hanno espresso il 10% dei ricavi e il 21% dei margini (11% dei ricavi e 19% dei margini nel 2003) con un sensibile miglioramento dei margini grazie al recupero di efficienza nell operatività di alcuni impianti e a tariffe giornaliere più alte rispetto all esercizio precedente; il Liquefied Natural Gas (LNG), il Maintenance Modification and Operation (MMO) e il Leased FPSO hanno complessivamente espresso il 13% dei ricavi e l 11% dei margini (11% dei ricavi e 10% dei margini nel 2003). Gli investimenti tecnici dell esercizio sono stati destinati per 107 milioni di euro al mantenimento e upgrading del parco mezzi esistente, per 56 milioni alla costruzione di mezzi e attrezzature per specifici progetti (principalmente Kashagan offshore e Sakhalin onshore) e per 24 milioni di euro al rafforzamento delle basi e cantieri operativi in West Africa e all approntamento di un nuovo cantiere di fabbricazione in Kazakhstan. È proseguito nel corso del 2004 lo sviluppo qualitativo e quantitativo delle competenze ingegneristiche e di project management nei poli altamente competitivi di Rijeka (Croazia), Chennai (India) e Jakarta (Indonesia), che a fine 2004 contavano complessivamente 800 risorse, rappresentando circa il 23% delle circa risorse ingegneristiche di Gruppo. Gli investimenti della Oil Industry sono previsti per il 2005 in ulteriore, anche se contenuta, crescita rispetto al 2004 e sono attesi indirizzarsi in misura prevalente verso aree geografiche e segmenti di mercato in cui la Vostra Società conta un buon posizionamento competitivo. Il timing dell acquisizione di nuove commesse è anche funzione dei tempi, spesso lunghi, che le Oil Company necessitano per risolvere le problematiche di natura tecnologica e politica associate allo sviluppo dei grandi depositi di idrocarburi. Il buon andamento del mercato di riferimento comunque e la credibilità e competitività della Vostra Società, particolarmente per progetti complessi in aree di frontiera, offrono prospettive di acquisizione di nuove commesse che consentano il mantenimento di un elevato portafoglio ordini. L elemento di preoccupazione per il 2005 non deriva, come d altronde per il 2004, dal mercato bensì dall andamento del dollaro USA. La rivalutazione dell euro ha un effetto negativo sui risultati della Vostra Società sia perché i profitti generati dai contratti in dollari USA risultano minori in euro equivalenti (effetto translation) sia per una pressione sui margini derivante dalla circostanza che il 70% circa dei ricavi è espresso in dollari USA mentre i costi delle strutture in Italia e Francia e la quasi totalità degli ammortamenti, per complessivi LETTERA AGLI AZIONISTI

8 milioni(*), sono espressi in euro. L effetto combinato di detti fenomeni è stimato per il 2005 avere un impatto negativo sul risultato operativo di 38 milioni di euro circa. D altronde, l elevato livello del portafoglio ordini di fine 2004 e la buona intonazione complessiva del mercato di riferimento fanno prevedere per il 2005 volumi in ulteriore crescita e per i mercati e per le aree in cui la concorrenza statunitense è meno presente è possibile, anche se con gradualità, un adeguamento dei prezzi ai nuovi livelli del rapporto di cambio euro/dollaro USA. Le attese per il 2005 sono per risultati che confermino, con spazi di miglioramento, i risultati del Proseguirà nel 2005 la strategia volta all ulteriore rafforzamento della presenza Saipem nelle aree strategiche con il previsto completamento e messa in marcia del cantiere di fabbricazione di Kurik in Kazakhstan, così come l ulteriore sviluppo di competenze ingegneristiche in paesi ad efficiente struttura di costo. Nel 2005 la Saipem adotterà nella redazione del bilancio consolidato i nuovi principi contabili internazionali (IFRS). Stante la portata dei cambiamenti introdotti, gli effetti dell applicazione di detti principi sullo stato patrimoniale e sul conto economico della Saipem sono ancora in fase di valutazione. Particolarmente complesso appare il trattamento delle operazioni di copertura dal rischio di cambio, avuto riguardo alla specificità del business in cui opera Saipem ed ai rigidi requisiti richiesti dallo IAS 39 per poter considerare specifiche le coperture. La combinazione di questi due aspetti potrebbe indurre a non considerare come specifiche alcune coperture poste in essere con conseguente necessità di contabilizzare i costi e i ricavi ai cambi spot e a rappresentare in bilancio le coperture stesse al loro valore normale (fair value). Con esclusione dell impatto dello IAS 39 che potrebbe comportare una volatilità nei risultati trimestrali, le analisi fin qui effettuate fanno ritenere che l applicazione degli IFRS determinerà una variazione in aumento, non materiale, del patrimonio netto iniziale ed un aumento dell utile netto in misura equivalente alla cessazione dell ammortamento del goodwill realtivo all acquisizione della Bouygues Offshore. Il Consiglio di Amministrazione confermando una politica di distribuzione di circa un terzo degli utili netti consolidali propone all Assemblea degli Azionisti un dividendo di 0,150 euro per le azioni ordinarie e di 0,180 euro per le azioni di risparmio (2003: 0,148 euro e 0,178 euro rispettivamente). per il Consiglio di Amministrazione Il Presidente Pietro Franco Tali (*) La cessazione dell ammortamento del goodwill relativo all acquisizione della Bouygues Offshore in forza dell applicazione dei nuovi principi contabili internazionali (IFRS) ridurrà i costi di struttura denominati in euro dai 600 milioni del 2004 ai previsti 560 milioni del CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE Presidente Pietro Franco Tali Amministratore Delegato Hugh James O Donnell Consiglieri Franco Bruni Francesco Gatti Roberto Jaquinto Jacques Yves Léost Marco Mangiagalli Marco Reboa Ian Wybrew-Bond COLLEGIO SINDACALE Presidente Gaetano Troina Sindaci Effettivi Paolo Andrea Colombo Fabio Venegoni Sindaci Supplenti Lorenzo Caprio Bruno Maier SOCIETA DI REVISIONE PricewaterhouseCoopers S.p.A. LETTERA AGLI AZIONISTI 4

9

10 struttura partecipativa del Gruppo Saipem 7 STRUTTURA PARTECIPATIVA DEL GRUPPO 8

11 Relazione sull andamento della gestione del Gruppo Saipem 9

12 nota sull andamento del titolo Saipem S.p.A. Al 31 dicembre 2004, le azioni ordinarie Saipem hanno registrato, presso la Borsa Valori di Milano, una quotazione di 8,864 euro, con un incremento del 37% rispetto alla chiusura dell anno precedente, contro un incremento dell indice SPMIB del 15% registrato nello stesso periodo. Le tensioni sui livelli dei prezzi degli idrocarburi, causate, dal lato della domanda, dalla crescita economica della Cina e dell India, nonché, dal lato dell offerta, da fattori di incertezza, tra cui il protrarsi del conflitto in Medio Oriente, e le tensioni in Russia, Africa e Venezuela, hanno contribuito a sostenere per buona parte dell anno l andamento dei titoli energetici. In questo contesto il titolo Saipem, dopo aver segnato il minimo a 6,161 euro a metà gennaio, ha fatto registrare una crescita pressoché ininterrotta fino a toccare ai primi di ottobre il massimo storico a quota 9,418 euro. Nell ultimo trimestre dell anno, il forte deterioramento delle quotazioni del dollaro americano verso l euro, unito ad un relativo indebolimento del prezzo degli idrocarburi, hanno fatto ripiegare le quotazioni di Saipem. Le quantità trattate nell anno sono state superiori a 882 milioni, rispetto ai 586 milioni dell anno 2003, con un controvalore degli scambi pari a quasi milioni di euro, quasi il doppio rispetto ai milioni di euro del Le azioni di risparmio, di numero esiguo ( ) e convertibili alla pari in azioni ordinarie, hanno chiuso l anno con una crescita di circa il 25% rispetto alla quotazione di fine 2003, con un livello trascurabile delle quantità trattate. Nei primi mesi del 2005, la ripresa delle quotazioni degli idrocarburi e la conferma del trend di crescita degli investimenti delle Oil company hanno influenzato positivamente il titolo Saipem, che, sorretto anche dalla pubblicazione dei risultati dell esercizio 2004, ha fatto registrare il 4 marzo 2005 la quotazione record di 10, NOTA SULL ANDAMENTO DEL TITOLO

13 Principali dati ed indici di Borsa 31 dicembre 31 dicembre 31 dicembre 31 dicembre 31 dicembre Capitale sociale (in euro) Numero azioni ordinarie Numero azioni di risparmio Capitalizzazione di Borsa (in milioni di euro) Dividendo lordo unitario azioni ordinarie (euro) 0,062 0,127 0,144 0,148 0,150 azioni di risparmio (euro) 0,077 0,157 0,174 0,178 0,180 Prezzo/utile per azione (*) azioni ordinarie 32,63 14,39 14,88 14,68 19,84 azioni di risparmio 31,92 13,94 16,72 15,86 19,57 Prezzo/cash flow per azione (*) azioni ordinarie 12,08 6,74 6,34 6,27 8,94 azioni di risparmio 11,81 6,53 7,12 6,77 8,82 (*) valori riferiti al bilancio consolidato. Quotazioni alla Borsa Valori di Milano (valori espressi in ) Azioni Ordinarie massima 7,19 7,60 7,66 7,31 9,42 minima 3,21 4,16 4,68 5,24 6,16 media 5,43 6,22 6,41 6,30 7,93 fine periodo 5,93 5,49 6,40 6,46 8,86 Azioni di Risparmio massima 7,19 7,49 13,71 7,48 9,45 minima 3,30 5,32 5,05 5,80 6,60 media 5,43 6,51 7,38 6,71 8,14 fine periodo 5,80 5,32 7,19 6,98 8,74 11 NOTA SULL ANDAMENTO DEL TITOLO

14 glossario Il glossario dei termini finanziari e delle attività petrolifere è consultabile sul sito internet dell Eni all indirizzo (pagina Notizie). Di seguito sono elencati quelli di uso più ricorrente. TERMINI FINANZIARI Leverage: Misura il grado di indebitamento della società ed è calcolato come rapporto tra l indebitamento finanziario netto e il patrimonio netto comprensivo degli interessi di terzi azionisti. Margine di Attività: Risultato Operativo prima delle spese generali. Roace: Indice di rendimento del capitale investito calcolato come rapporto tra l utile netto prima degli interessi di terzi azionisti aumentato degli oneri finanziari netti correlati all indebitamento finanziario netto, dedotto il relativo effetto fiscale, e il capitale investito netto medio. ATTIVITÀ OPERATIVE Acque convenzionali: Profondità d acqua inferiori ai 500 metri. Acque profonde: Profondità d acqua superiori ai 500 metri. Buckle detection: Sistema che, basandosi sull utilizzo di onde elettromagnetiche, nel corso della posa è in grado di segnalare il collasso o la deformazione della condotta posata sul fondo. Bundles: Fasci di cavi. Commissioning: insieme delle operazioni necessarie per la messa in esercizio di un gasdotto, degli impianti e delle relative apparecchiature. Deck: Area di coperta, o ponte di lavoro, di una piattaforma su cui sono montati gli impianti di processo, le apparecchiature, i moduli alloggio e le unità di perforazione. Decommissioning: operazioni richieste per mettere fuori servizio un gasdotto o un impianto o le apparecchiature collegate. Viene effettuato alla fine della vita utile dell impianto in seguito ad un incidente, per ragioni tecniche o economiche, per motivi di sicurezza e ambientali. Dynamic Positioning Heavy Lifting Vessel (Nave per grandi sollevamenti posizionata dinamicamente): Mezzo navale dotato di gru di elevata capacità di sollevamento in grado di mantenere una posizione definita rispetto ad un certo sistema di riferimento con elevata precisione mediante la gestione di propulsori (eliche), in modo da annullare le forzanti ambientali (vento, moto ondoso, corrente). EPC (Engineering, Procurement, Construction): Contratto tipico del settore costruzioni terra avente per oggetto la realizzazione di impianti nel quale la società fornitrice del servizio svolge le attività di ingegneria, approvvigionamento dei materiali e di costruzione. Si parla di contratto chiavi in mano quando l impianto è consegnato pronto per l avviamento ovvero già avviato. EPIC (Engineering, Procurement, Installation, Construction): Contratto tipico del settore costruzioni mare avente per oggetto la realizzazione di un progetto complesso nel quale la società fornitrice del servizio ( global or main contractor, normalmente una società di costruzioni o un consorzio) svolge le attività di ingegneria, approvvigionamento dei materiali, di costruzione degli impianti e delle relative infrastrutture, di trasporto al sito di installazione e delle attività preparatorie per l avvio degli impianti. Facilities: Servizi, strutture e installazioni ausiliarie necessarie per il funzionamento degli impianti primari. Flare: alta struttura metallica utilizzata per bruciare il gas che si separa dall olio nei pozzi ad olio, quando non è possibile utilizzarlo sul posto o trasportarlo altrove. Floatover: Metodo di installazione di moduli di piattaforme marine senza l esecuzione di operazioni di sollevamento. Un mezzo navale specifico trasporta il modulo da installare, si posiziona internamente ai punti di sostegno, varia il proprio assetto operando sulle casse di zavorra e abbassandosi posa il modulo sui punti di sostegno. Una volta che il modulo è a contatto con i punti di sostegno, il mezzo navale si sfila e si provvede ad assicurare il modulo alla struttura di supporto. FPSO vessel: Sistema galleggiante di produzione, stoccaggio e trasbordo (Floating Production, Storage and Offloading), costituito da una petroliera di grande capacità, in grado di disporre di un impianto di trattamento degli idrocarburi di notevole dimensioni. Questo sistema, che viene ormeggiato a prua per mantenere una posizione geostazionaria, è in effetti una piattaforma temporaneamente fissa, che collega le teste di pozzo sottomarine, mediante collettori verticali (riser) dal fondo del mare, ai sistemi di bordo di trattamento, stoccaggio e trasbordo. GNL: Gas naturale liquefatto, ottenuto a pressione atmosferica con raffreddamento del gas naturale a 160 C. Il gas viene liquefatto per facilitarne il trasporto dai luoghi di estrazione a quelli di trasformazione e consumo. Una tonnellata di GNL corrisponde a metri cubi di gas. Gunitatura (concrete coating): Rivestimento e zavorramento di condotte posate sul fondo del mare mediante cemento armato in modo da proteggere l esterno della condotta da urti e corrosioni. Hydrocracking (impianto di): Impianto all interno del quale viene realizzato il processo di separazione delle grosse molecole di idrocarburi. Hydrotesting: Operazione eseguita con acqua pompata ad alta pressione (più alta della pressione operativa) nelle condotte per verificarne la piena operatività e per assicurare che siano prive di difetti. Jacket: Struttura reticolare inferiore di una piattaforma fissata mediante pali a fondo mare. 12 GLOSSARIO

15 Jack-up: Unità marina mobile di tipo autosollevante, per la perforazione dei pozzi offshore, dotata di uno scafo e di gambe a traliccio. J-laying (posa a J ): Posa di una condotta utilizzando una rampa di varo quasi verticale per cui la condotta assume una configurazione a J. Questo tipo di posa è adatta ad alti fondali. Midstream: Settore costituito dalle attività dedicate alla costruzione e gestione di infrastrutture per il trasporto idrocarburi. Mooring buoy: Sistema di ormeggio in mare aperto. Offshore/Onshore: Il termine offshore indica un tratto di mare aperto e, per estensione, le attività che vi si svolgono; onshore è riferito alla terra ferma e, per estensione, alle attività che vi si svolgono. Ombelicale: Cavo flessibile di collegamento che, in un unico involucro, contiene cavi e tubi flessibili. Pig: apparecchiatura che viene utilizzata per pulire, raschiare e ispezionare una condotta. Piggy backed pipeline: pipeline di piccolo diametro, posto al di sopra di un altro pipeline di diametro maggiore, destinato al trasporto di altri prodotti rispetto a quello trasportato dalla linea principale. Pile: Lungo e pesante palo di acciaio che viene infisso nel fondo del mare; l insieme di più pali costituisce una fondazione per l ancoraggio di una piattaforma fissa o di altre strutture offshore. Pipe-in-pipe: Condotta sottomarina, formata da due tubazioni coassiali, per il trasporto di fluidi caldi (idrocarburi). Il tubo interno ha la funzione di trasportare il fluido. Nell intercapedine tra i due tubi si trova del materiale coibente per ridurre lo scambio termico con l ambiente esterno. Il tubo esterno assicura la protezione meccanica dalla pressione dell acqua. Pre-commissioning: Comprende il lavaggio e l essiccamento della condotta. Pre-drilling template: Struttura di appoggio per una piattaforma di perforazione. Pulling: Operazione di intervento su un pozzo per eseguire manutenzioni e sostituzioni marginali. Riser: Collettore utilizzato nei pozzi offshore con testa pozzo sottomarina per collegarla con la superficie. ROV (Remotely operating vehicle): Mezzo sottomarino senza equipaggio guidato e alimentato via cavo, utilizzato per attività di ispezione e per lavori subacquei. S-laying (posa a S ): Posa di una condotta mediante l avanzamento della nave sfruttando le qualità elastiche dell acciaio, per cui la condotta assume una configurazione a S, con una estremità sul fondo e l altra tenuta in tensione a bordo della nave. La posa a S viene utilizzata per i fondali mediobassi. SPAR: Sistema di produzione galleggiante, ancorato al fondo marino mediante un sistema di ancoraggio semi-rigido, costituito da uno scafo cilindrico verticale che supporta la struttura di una piattaforma. Spool: inserto di collegamento tra una tubazione sottomarina e il riser di una piattaforma, o comunque inserto per collegare due estremità di tubazioni. SURF facilities: Insieme di condotte ed attrezzature che collegano un pozzo od un sistema sottomarino con un impianto galleggiante. Template: Struttura sottomarina rigida e modulare sulla quale vengono a trovarsi tutte le teste pozzo del giacimento. Tendons: Tubi tiranti e stabilizzanti utilizzati per tensionare le Tension leg platform per permettere alla piattaforma la necessaria stabilità per la sua operatività Tension leg platform (TLP): Piattaforma galleggiante di tipo fisso, mantenuta in posizione tramite un sistema tensionato di ancoraggio a cassoni di zavorra collocati a fondo mare. Il campo di applicazione di queste piattaforme è quello degli alti fondali. Tie-in: collegamento di una condotta di produzione ad un pozzo sottomarino o semplicemente giunzione di due tratti di pipelines. Topside: Parte emersa di una piattaforma. Trunkline: condotta utilizzata per il trasporto di greggio proveniente dai grandi depositi di stoccaggio ai luoghi di produzione, alle raffinerie, ai terminali costieri. Trenching: Scavo di trincea, scavo eseguito per la posa di condotte a terra e a mare. Upstream/Downstream: Il termine upstream riguarda le attività di esplorazione e produzione idrocarburi. Il termine downstream riguarda le attività inerenti il settore petrolifero che si collocano a valle della esplorazione e produzione. Wellhead (testa pozzo): Struttura fissa che assicura la separazione del pozzo dall ambiente esterno. Workover: Operazione di intervento su un pozzo per eseguire consistenti manutenzioni e sostituzioni delle attrezzature di fondo, che convogliano i fluidi di giacimento in superficie. 13 GLOSSARIO

16 andamento operativo Ordini acquisiti per area geografica Le acquisizioni ed il portafoglio Gruppo Saipem Ordini acquisiti nell esercizio chiuso al 31 Dicembre 2004 (milioni di ) AFRICA DEL NORD 176 AFRICA OCCIDENTALE 988 AMERICA 130 (*) RUSSIA ITALIA 131 RESTO EUROPA RESTO ASIA 788 (*) l area Russia comprende anche Kazakhstan e Azerbaijan Importi % Importi % Saipem S.p.A Imprese del Gruppo Totale Costruzioni Mare Perforazioni Mare Leased FPSO Costruzioni Terra Perforazioni Terra Liquefied Natural Gas Maintenance Modification and Operation Totale Italia Estero Totale Gruppo Eni Terzi Totale ANDAMENTO OPERATIVO

17 Il Gruppo Saipem, nel corso del 2004, ha acquisito nuovi contratti per complessivi milioni di euro (4.298 milioni di euro nel 2003). Delle acquisizioni complessive, il 62% riguarda le attività Costruzioni Mare, il 14% le Costruzioni Terra, l 8% il Liquefied Natural Gas, il 7% la Maintenance Modification and Operation, il 6% le Perforazioni Terra, il 2% le Perforazioni Mare e l 1% la Leased FPSO. Le acquisizioni all estero hanno rappresentato il 97% e le acquisizioni di contratti da imprese del Gruppo Eni il 10% del totale. Infine le acquisizioni della Capogruppo Saipem S.p.A. sono state il 29 % di quelle complessive. Gruppo Saipem Portafoglio Ordini al 31 Dicembre 2004 (milioni di ) Portafoglio Ordini per area geografica Importi % Importi % Saipem S.p.A Imprese del Gruppo Totale Costruzioni Mare Perforazioni Mare Leased FPSO Costruzioni Terra Perforazioni Terra Liquefied Natural Gas Maintenance Modification and Operation Totale Italia Estero Totale Gruppo Eni Terzi Totale AFRICA DEL NORD 341 AFRICA OCCIDENTALE AMERICA 127 (*) RUSSIA ITALIA 1 RESTO EUROPA RESTO ASIA 918 (*) l area Russia comprende anche Kazakhstan e Azerbaijan Il portafoglio ordini residuo alla fine dell esercizio ha raggiunto il valore di milioni di euro, registrando un incremento dell 1,6% rispetto a quello di fine esercizio Per quanto riguarda l articolazione per settori di attività, il 62% è attribuibile alle attività Costruzioni Mare, il 15% alle Costruzioni Terra, l 8% al Liquefied Natural Gas, il 6% alle Perforazioni Mare e alle Perforazioni Terra, il 2% al Leased FPSO e l 1% alla Maintenance Modification and Operation. La Capogruppo Saipem S.p.A. ha in carico il 28% del portafoglio ordini residuo. La quasi totalità degli ordini è verso committenti esteri, mentre quelli verso le imprese del Gruppo Eni rappresentano il 6 % del portafoglio totale. 15 ANDAMENTO OPERATIVO

18 Gli investimenti Gli investimenti tecnici dell esercizio ammontano a 187 milioni di euro (262 nel 2003) e le acquisizioni di partecipazioni in Società a 12 milioni di euro. Gli investimenti tecnici hanno riguardato il mantenimento e l upgrading di mezzi per le Costruzioni e Perforazioni Mare e Terra, Liquefied Natural Gas e Maintenance Modification and Operation per 107 milioni di euro, la costruzione e l acquisto di equipment a fronte di contratti specifici per 56 milioni di euro e investimenti di potenziamento delle strutture operative in Kazakhstan e in West Africa per 24 milioni di euro. In sintesi, gli investimenti dell esercizio presentano la seguente articolazione: (milioni di ) PER ENTITÀ Saipem S.p.A Altre imprese del Gruppo Totale PER UNITA DI BUSINESS Costruzioni Mare Perforazioni Mare Leased FPSO 55 Costruzioni Terra Perforazioni Terra 6 11 Liquefied Natural Gas 5 6 Maintenance Modification and Operation 4 2 Altri Totale PER NATURA Acquisizioni societarie Investimenti tecnici FPSO 55 Totale Gli investimenti relativi alle singole attività sono descritti nei paragrafi che seguono. Gli altri investimenti riguardano le unità delle Sedi e sono prevalentemente afferenti alla diffusione del nuovo sistema informativo integrato di gruppo SAP R3i nelle società controllate e all aggiornamento dell hardware informatico. Analizzando i singoli settori di attività: 16 ANDAMENTO OPERATIVO

19 costruzioni mare Condotte posate (km) - Italia Estero Totale km Strutture installate (ton.) - Italia Estero Totale ton Quadro generale Il Gruppo Saipem dispone di un importante flotta navale tecnologicamente all avanguardia e nel contempo di grande versatilità, e di competenze ingegneristiche e di project management di eccellenza. Queste distintive capacità e competenze, unitamente a una forte e radicata presenza in mercati strategici di frontiera, assicurano alla Saipem un modello industriale particolarmente adatto per i progetti EPIC (Engineering, Procurement, Installation, Construction). Tra i mezzi navali semisommergibili che utilizzano le tecnologie più avanzate spiccano, per la loro particolare importanza, il Saipem 7000 con posizionamento dinamico, una potenza di sollevamento di tonnellate e la capacità di posa di condotte in acque ultra profonde con il sistema a J, idoneo a mantenere in sospensione durante la posa un peso complessivo di tonnellate. Fra gli altri mezzi si citano il Castoro Sei, idoneo per la posa di condotte di grande diametro, la Field Development Ship (FDS), nave speciale per lo sviluppo di campi sottomarini in acque profonde, dotata di posizionamento dinamico e di gru per il sollevamento fino a 600 tonnellate nonché di un sistema per la posa di condotte in verticale fino a una profondità di metri e il mezzo navale Saipem 3000 in grado di posare linee flessibili, ombelicali e sistemi di ormeggio in acque profonde e installare strutture fino a tonnellate. La Saipem può inoltre vantare una valida posizione nel mercato delle attività sottomarine, disponendo di mezzi tecnologicamente molto sofisticati, come i veicoli subacquei telecomandati, e di tecnologie di intervento, con l assistenza di robot specificamente equipaggiati, su condotte in acque profonde. 17 ANDAMENTO OPERATIVO

20 Nel settore Costruzioni Mare operano, oltre alla Capogruppo: la Saipem s.a., le sue dirette controllate Saibos Construções Maritimas, Bos Congo, Petromar, StarGulf, PT Sofresid Indonesia e le collegate Bos Shelf e Offshore Design Engineering. Inoltre operano la Saipem U.K., la Saipem Inc., la Saipem (Malaysia), la Saipem Asia, la PT Saipem Indonesia, la Saipem Luxembourg, la Saipem (Portugal) Comércio Marítimo Lda, la Sonsub, I Intermare Sarda, la Saipem Contracting (Nigeria), la Saipem Energy International S.p.A., la ERS Equipment Rental & Services, la Saipem Mediterranean Services, la Moss Maritime. Il contesto di mercato Nel corso del 2004, l elevato tasso di crescita degli investimenti delle compagnie petrolifere ha determinato un progressivo miglioramento del quadro di mercato delle costruzioni mare e ha generato aspettative positive di medio periodo. Gli investimenti negli sviluppi in alte profondità e nello sfruttamento intensivo delle riserve di gas difficilmente accessibili avranno riflessi positivi sui segmenti dei sistemi di produzione flottanti e sottomarini. Il mercato delle condotte di largo diametro sta attraversando un ciclo espansivo di medio periodo; tuttavia il 2004 ha fatto registrare una leggera contrazione principalmente a causa del crollo dell attività nel Mare del Nord. Asia Pacifico e Medio Oriente sono le aree nelle quali nel corso del 2004 si è concentrata più della metà della posa mondiale di trunkline, con una crescita rilevante rispetto all anno precedente. L attività nel Golfo del Messico e nel Mediterraneo ha subito un calo, mentre il mercato dell Africa Occidentale si è confermato marginale. Per quanto riguarda l attività di posa delle condotte di piccolo diametro, il 2004 ha mostrato una moderata crescita grazie al positivo andamento in Asia Pacifico, America Latina, Mediterraneo e Medio Oriente, che ha controbilanciato la contrazione del Golfo del Messico, che comunque si conferma l area più importante a livello mondiale. Il settore delle piattaforme fisse di dimensioni medio-grandi è risultato in crescita, con l area dell Asia Pacifico che si riconferma la più importante in termini di volumi produttivi. Il mercato delle piattaforme di piccole dimensioni ha invece subito un calo, essenzialmente ascrivibile alla contrazione dell attività nel Golfo del Messico. I sistemi di produzione galleggianti (FPSO, TLP, Spar e Semisommergibili) hanno fatto registrare nel corso del 2004 un andamento positivo, principalmente dovuto al buon livello di attività nel Golfo del Messico e in Africa Occidentale. L America Latina, nonostante le iniziali incertezze di tipo politico-istituzionale, ha avuto buoni volumi di attività, al pari dell Asia Pacifico. Il settore delle installazioni sottomarine ha subito nel 2004 una fase di contrazione, che si prevede venga rapidamente superata. Le installazioni in acque profonde, effettuate quasi esclusivamente in Brasile, Golfo del Messico ed Africa Occidentale, stanno attraversando una fase di crescita, che si prevede continuerà nel lungo periodo. Nell offshore brasiliano, il mercato sembra essersi stabilizzato sui livelli di attività degli ultimi anni. Nel 2004 l Africa Occidentale - la regione dalle maggiori potenzialità - ha mostrato un momentaneo rallentamento rispetto all anno precedente, mentre l attività nel Golfo del Messico si è mantenuta su livelli molto elevati. In quest ultima area si prevede una progressiva redistribuzione delle attività sottomarine dalle basse alle alte profondità, che dovrebbe compensare il calo produttivo dei segmenti tradizionali. Anche nell ambito delle basse profondità il mercato ha mostrato una lieve flessione. Nel Mare del Nord si è registrato il calo delle installazioni, finalizzate allo sfruttamento dei campi marginali. Tuttavia l area continua a rappresentare più della metà del mercato mondiale. La crescita dell Asia Pacifico è da intendere come l inizio di una fase di rapido sviluppo, che però, date le ridotte dimensioni di questo mercato, non dovrebbe attrarre un elevato volume di investimenti. 18 ANDAMENTO OPERATIVO

COMUNICATO STAMPA DEL 28 LUGLIO 2004 SITUAZIONE TRIMESTRALE AL 30 GIUGNO 2004

COMUNICATO STAMPA DEL 28 LUGLIO 2004 SITUAZIONE TRIMESTRALE AL 30 GIUGNO 2004 COMUNICATO STAMPA DEL 28 LUGLIO 2004 SITUAZIONE TRIMESTRALE AL 30 GIUGNO 2004 Il Consiglio di Amministrazione della Saipem S.p.A. in data odierna ha esaminato la situazione trimestrale consolidata del

Dettagli

MISSIONE I NOSTRI VALORI

MISSIONE I NOSTRI VALORI Bilancio 2005 MISSIONE Perseguire la soddisfazione dei nostri clienti nell industria dell energia, affrontando ogni sfida con soluzioni sicure, affidabili ed innovative. Ci affidiamo a team competenti

Dettagli

Relazione semestrale al 30 giugno 2006

Relazione semestrale al 30 giugno 2006 Relazione semestrale al 30 giugno 2006 MISSIONE Perseguire la soddisfazione dei nostri clienti nell industria dell energia, affrontando ogni sfida con soluzioni sicure, affidabili ed innovative. Ci affidiamo

Dettagli

COMUNICATO STAMPA SITUAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2002

COMUNICATO STAMPA SITUAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2002 COMUNICATO STAMPA SITUAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2002 Il Consiglio di Amministrazione della Saipem S.p.A. in data odierna ha esaminato la situazione trimestrale consolidata del Gruppo (non oggetto

Dettagli

RELAZIONE TRIMESTRALE AL 30 SETTEMBRE 2000 RELAZIONE TRIMESTRALE

RELAZIONE TRIMESTRALE AL 30 SETTEMBRE 2000 RELAZIONE TRIMESTRALE RELAZIONE TRIMESTRALE AL 30 SETTEMBRE 2000 RELAZIONE TRIMESTRALE AL 30 SETTEMBRE 2000 RELAZIONE TRIMESTRALE AL 30 SETTEMBRE 2000 SOMMARIO Principali dati economico-finanziari 1 Principali dati operativi

Dettagli

COMUNICATO STAMPA SAIPEM: il CdA approva il resoconto intermedio al 31 marzo 2013, risultati secondo previsioni.

COMUNICATO STAMPA SAIPEM: il CdA approva il resoconto intermedio al 31 marzo 2013, risultati secondo previsioni. COMUNICATO STAMPA SAIPEM: il CdA approva il resoconto intermedio al 31 marzo 2013, risultati secondo previsioni. Confermate le attese sui risultati per il 2013 comunicate il 29 gennaio 2013 Pur in un mercato

Dettagli

Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2008

Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2008 Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2008 Società per Azioni San Donato Milanese, Via Martiri di Cefalonia 67 Capitale sociale euro 441.410.900 i.v. Registro Imprese di Milano, c. f. 00825790157

Dettagli

SOMMARIO BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2001

SOMMARIO BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2001 SOMMARIO RELAZIONI E BILANCIO CONSOLIDATO DEL GRUPPO SAIPEM Lettera agli Azionisti 3 Organi sociali e di controllo della Saipem S.p.A. 4 Struttura partecipativa del Gruppo Saipem 5 Relazione sull andamento

Dettagli

Saipem: il CDA approva la relazione trimestrale al 31 marzo 2007

Saipem: il CDA approva la relazione trimestrale al 31 marzo 2007 Società per Azioni San Donato Milanese, Via Martiri di Cefalonia 67 Capitale sociale euro 441.410.900 i.v. Registro Imprese di Milano, c. f. 00825790157 Tel. +39-025201 Fax +39-0252054295 www.saipem.eni.it

Dettagli

Area Progetti Sviluppi Petroliferi (progetti eseguiti)

Area Progetti Sviluppi Petroliferi (progetti eseguiti) Area Progetti Sviluppi Petroliferi (progetti eseguiti) SETH Progettazione di dettaglio, servizi di approvvigionamento e costruzione di una piattaforma di 82 m di profondità, inclusa assistenza durante

Dettagli

SOMMARIO BILANCIO AL 31 DICEMBRE 1998 SOMMARIO

SOMMARIO BILANCIO AL 31 DICEMBRE 1998 SOMMARIO SOMMARIO RELAZIONI E BILANCIO CONSOLIDATO DELLA SAIPEM Risultati dell anno 3 Lettera agli Azionisti 4 Organi sociali e di controllo della Saipem S.p.A. 5 Struttura partecipativa del Gruppo Saipem 6 Relazione

Dettagli

ORGANI SOCIALI E DI CONTROLLO DI SAIPEM SpA. SOCIETË DI REVISIONE PricewaterhouseCoopers SpA MISSIONE I NOSTRI VALORI

ORGANI SOCIALI E DI CONTROLLO DI SAIPEM SpA. SOCIETË DI REVISIONE PricewaterhouseCoopers SpA MISSIONE I NOSTRI VALORI Relazione finanziaria semestrale consolidata al 30 giugno 2009 MISSIONE Perseguire la soddisfazione dei nostri Clienti nellõindustria dellõenergia, affrontando ogni sfida con soluzioni sicure, affidabili

Dettagli

2 incontro di vertice MAE Gruppo TREVI. Farnesina 05.Nov. 2012

2 incontro di vertice MAE Gruppo TREVI. Farnesina 05.Nov. 2012 2 incontro di vertice MAE Gruppo TREVI Farnesina 05.Nov. 2012 1. Gruppo TREVI 2. Dati Finanziari 3. Settore Fondazioni 4. Settore Perforazioni Central Reclamation Lavori di Fondazioni (HONG KONG) 2 Gruppo

Dettagli

Saipem: il CdA approva la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2009

Saipem: il CdA approva la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2009 Società per Azioni San Donato Milanese, Via Martiri di Cefalonia 67 Capitale sociale euro 441.410.900 i.v. Registro Imprese di Milano, c. f. 00825790157 Tel. +39-025201 Fax +39-0252054295 www.saipem.eni.it

Dettagli

Relazione Finanziaria Annuale 2010 Missione Perseguire la soddisfazione dei nostri Clienti nellõindustria dellõenergia, affrontando ogni sfida con soluzioni sicure, affidabili e innovative. Ci affidiamo

Dettagli

BILANCIO AL 31 DICEMBRE 1999 SOMMARIO

BILANCIO AL 31 DICEMBRE 1999 SOMMARIO SOMMARIO RELAZIONI E BILANCIO CONSOLIDATO DELLA SAIPEM Lettera agli Azionisti 3 Organi sociali e di controllo della Saipem S.p.A. 4 Struttura partecipativa del Gruppo Saipem 5 Relazione sull andamento

Dettagli

RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2000 SOMMARIO

RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2000 SOMMARIO RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2000 RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2000 SOMMARIO RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2000 Risultati del semestre 3 Organi sociali e di controllo della SAIPEM S.p.A.

Dettagli

MISSIONE I NOSTRI VALORI

MISSIONE I NOSTRI VALORI Bilancio 2007 MISSIONE Perseguire la soddisfazione dei nostri Clienti nell industria dell energia, affrontando ogni sfida con soluzioni sicure, affidabili e innovative. Ci affidiamo a team competenti e

Dettagli

Relazione Finanziaria Annuale 2008

Relazione Finanziaria Annuale 2008 Relazione Finanziaria Annuale 2008 Edizione del 24-28 aprile 2009 Missione Perseguire la soddisfazione dei nostri Clienti nellõindustria dellõenergia, affrontando ogni sfida con soluzioni sicure, affidabili

Dettagli

COMUNICATO STAMPA SAIPEM: Previsioni riviste sui risultati del 2012 e previsioni per l esercizio 2013

COMUNICATO STAMPA SAIPEM: Previsioni riviste sui risultati del 2012 e previsioni per l esercizio 2013 COMUNICATO STAMPA SAIPEM: Previsioni riviste sui risultati del 2012 e previsioni per l esercizio 2013 Previsioni 2012 in leggero calo dopo l esame dell andamento e delle prospettive dei contratti in portafoglio

Dettagli

Esercizio 2014. Numero dipendenti 3.053 3.170

Esercizio 2014. Numero dipendenti 3.053 3.170 Cementir Holding: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati 2014 Il Gruppo ha chiuso il 2014 superando gli obiettivi di margine operativo lordo e indebitamento finanziario netto Ricavi a 948,0

Dettagli

RAPPORTO 2013. sulla presenza delle imprese di costruzione italiane nel mondo

RAPPORTO 2013. sulla presenza delle imprese di costruzione italiane nel mondo RAPPORTO 2013 sulla presenza delle imprese di costruzione italiane nel mondo A CURA DELLA DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI E DELL UFFICIO LAVORI ALL ESTERO E RELAZIONI INTERNAZIONALI Crescita

Dettagli

Saipem: il CdA approva la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2012 RISULTATI IN CRESCITA RISPETTO AL 1 SEMESTRE 2011

Saipem: il CdA approva la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2012 RISULTATI IN CRESCITA RISPETTO AL 1 SEMESTRE 2011 Saipem: il CdA approva la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno RISULTATI IN CRESCITA RISPETTO AL 1 SEMESTRE L Utile netto del ammonta a 242 milioni di euro: +7,6% rispetto al corrispondente periodo

Dettagli

Report sul gas naturale

Report sul gas naturale Report sul gas naturale A) Focus Energia B) Produzione Gas Naturale C) Consumo Gas Naturale D) Riserve Gas Naturale E) Il Commercio Mondiale di Gas Naturale F) I prezzi G) Il Nord America H) L Europa I)

Dettagli

SINTESI DEI RISULTATI

SINTESI DEI RISULTATI SINTESI DEI RISULTATI I dati relativi alle imprese di costruzioni che hanno preso parte all Indagine Ance 2013 sull internazionalizzazione confermano la dinamicità del settore, nonostante la crisi in atto.

Dettagli

Workshop Fondazione Istud sul IV Capitalismo. Stresa, 25 Novembre 2011

Workshop Fondazione Istud sul IV Capitalismo. Stresa, 25 Novembre 2011 Workshop Fondazione Istud sul IV Capitalismo Stresa, 25 Novembre 2011 I Primi Passi di una storia lunga oltre 50 anni 1957 - Chiesa di San Andrea in Bagnolo 1957 - Davide Trevisani decide di creare a Cesena

Dettagli

Informazioni per settore di attività

Informazioni per settore di attività 31 Utile per azione L utile per azione semplice di 0,632 euro è determinato dividendo l utile dell esercizio 2013 di competenza di Saipem SpA per il numero medio ponderato delle azioni dell impresa in

Dettagli

COMUNICATO STAMPA SOCOTHERM: Il Consiglio di Amministrazione approva il Bilancio Consolidato e il Bilancio d Esercizio 2006

COMUNICATO STAMPA SOCOTHERM: Il Consiglio di Amministrazione approva il Bilancio Consolidato e il Bilancio d Esercizio 2006 COMUNICATO STAMPA SOCOTHERM: Il Consiglio di Amministrazione approva il Bilancio Consolidato e il Bilancio d Esercizio 2006 Ricavi consolidati a 280 Mln di Euro in aumento dell 8% rispetto al 2005 nonostante

Dettagli

SAIPEM: il CdA approva la relazione finanziaria al 30 giugno 2014

SAIPEM: il CdA approva la relazione finanziaria al 30 giugno 2014 SAIPEM: il CdA approva la relazione finanziaria al 30 giugno San Donato Milanese, 29 luglio - Il Consiglio di Amministrazione di Saipem S.p.A. ha oggi esaminato la Relazione Finanziaria Semestrale consolidata

Dettagli

SOMMARIO RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 1999 SOMMARIO

SOMMARIO RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 1999 SOMMARIO SOMMARIO RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 1999 Risultati del semestre 3 Organi sociali e di controllo della Saipem S.p.A. 3 Struttura partecipativa del Gruppo Saipem 4 Relazione sull andamento della gestione

Dettagli

GAS PLUS S.p.A.: Il Consiglio di Amministrazione approva la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2010.

GAS PLUS S.p.A.: Il Consiglio di Amministrazione approva la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2010. Milano, 6 Agosto 2010 COMUNICATO STAMPA GAS PLUS S.p.A.: Il Consiglio di Amministrazione approva la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2010. Significativo incremento dei volumi di gas venduto

Dettagli

ENI ANNUNCIA I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2006 MIGLIORE PERFORMANCE TRA LE MAJOR NELLA CRESCITA ORGANICA DELLA PRODUZIONE DI IDROCARBURI

ENI ANNUNCIA I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2006 MIGLIORE PERFORMANCE TRA LE MAJOR NELLA CRESCITA ORGANICA DELLA PRODUZIONE DI IDROCARBURI Società per Azioni Roma, Piazzale Enrico Mattei, 1 Capitale sociale euro 4.005.358.876 i. v. Registro Imprese di Roma, c. f. 00484960588 Tel. +39-0659821 Fax +39-0659822141 www.eni.it ENI ANNUNCIA I RISULTATI

Dettagli

Relazione finanziaria 1 trimestre. Documentazione integrativa al comunicato stampa sull andamento della gestione al 31 marzo 2015

Relazione finanziaria 1 trimestre. Documentazione integrativa al comunicato stampa sull andamento della gestione al 31 marzo 2015 Relazione finanziaria 1 trimestre Documentazione integrativa al comunicato stampa sull andamento della gestione al 31 marzo 3 Osservazioni sull andamento della gestione Vendite e consumi interni 1 trimestre

Dettagli

ESAMINATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE I RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2015

ESAMINATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE I RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2015 ESAMINATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE I RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO RICAVI IN PROGRESSO, IN PARTICOLARE IN INDIA E MAROCCO SOSTANZIALE STABILITA DEI VOLUMI DI VENDITA DI CEMENTO: LA DEBOLEZZA

Dettagli

Commento ai risultati economico-finanziari di Eni SpA

Commento ai risultati economico-finanziari di Eni SpA Commento ai risultati economico-finanziari di Eni SpA Operazioni straordinarie Nel 2010 sono state effettuate le seguenti operazioni straordinarie: - fusione di Messina Fuels SpA; l atto di fusione è stato

Dettagli

Blocco OML 116 Produzione La produzione è fornita dal giacimento Agbara che nel 2014 ha prodotto circa 1.000 barili/giorno di petrolio in quota Eni.

Blocco OML 116 Produzione La produzione è fornita dal giacimento Agbara che nel 2014 ha prodotto circa 1.000 barili/giorno di petrolio in quota Eni. Nigeria Exploration & Production Eni è presente in Nigeria dal 1962; nel 2014 la produzione di idrocarburi in quota Eni è stata di 135 mila boe/giorno. L attività è condotta su di una superficie sviluppata

Dettagli

Saipem: Relazione finanziaria semestrale 2015 e piano di rilancio Riposizionare Saipem per competere e creare valore nel nuovo scenario

Saipem: Relazione finanziaria semestrale 2015 e piano di rilancio Riposizionare Saipem per competere e creare valore nel nuovo scenario Saipem: Relazione finanziaria semestrale e piano di rilancio Riposizionare Saipem per competere e creare valore nel nuovo scenario San Donato Milanese, 28 luglio - Il Consiglio di Amministrazione di Saipem

Dettagli

Rapporto sulla presenza delle imprese di costruzioni italiane nel mondo - 2015

Rapporto sulla presenza delle imprese di costruzioni italiane nel mondo - 2015 Rapporto sulla presenza delle imprese di costruzioni italiane nel mondo - 2015 Roma, 5 ottobre 2015 Direzione Affari Economici e Centro Studi Ufficio Lavori all Estero Relazioni Internazionali Le 38 imprese

Dettagli

LA NOVITÀ NELL ENERGIA, DA 70 ANNI.

LA NOVITÀ NELL ENERGIA, DA 70 ANNI. LA NOVITÀ NELL ENERGIA, DA 70 ANNI. IL GRUPPO ERG UNA REALTÀ MULTIENERGY DA OLTRE 70 ANNI IL GRUPPO ERG È UN PUNTO DI RIFERIMENTO NEL MERCATO ENERGETICO ITALIANO Il Gruppo, dal 2002, si è articolato in

Dettagli

Relazione trimestrale. al 30 settembre

Relazione trimestrale. al 30 settembre Relazione trimestrale al 30 settembre 2005 Relazione trimestrale al 30 settembre 2005 sommario Principali dati 2 Criteri di redazione 4 Risultati economico-finanziari Conto economico 5 6 Utile operativo

Dettagli

Relazione trimestrale al 30 settembre 2006

Relazione trimestrale al 30 settembre 2006 Relazione trimestrale al 30 settembre 2006 Relazione trimestrale al 30 settembre 2006 Sommario 1 Principali dati 2 Criteri di redazione Risultati economico-finanziari 3 Conto economico 4 Utile operativo

Dettagli

Rendiconto finanziario riclassificato

Rendiconto finanziario riclassificato Rendiconto finanziario Lo del rendiconto finanziario è la sintesi dello statutory al fine di consentire il collegamento tra il rendiconto finanziario, che esprime la variazione delle disponibilità liquide

Dettagli

Dati di sintesi Snam Relazione finanziaria annuale 2012

Dati di sintesi Snam Relazione finanziaria annuale 2012 Dati di sintesi Il gruppo Snam LA STORIA 1941-1999 La grande opera di metanizzazione dell Italia e di costruzione di gasdotti di importazione Dal 1941 Snam (Società Nazionale Metanodotti) opera in modo

Dettagli

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE I DATI RELATIVI AL 2014 Nel 2014 l economia mondiale ha mantenuto lo stesso ritmo di crescita (+3,1%) dell anno precedente (+3,1%).

Dettagli

Middle East and North Africa Energy

Middle East and North Africa Energy Middle East and North Africa Energy Chatham House, London 25th January 2016 https://www.chathamhouse.org/conferences/middle-east-and-north-africa-energy Intervento dell AD Claudio Descalzi Signore e signori

Dettagli

Resoconto intermedio di gestione al 30 settembre 2015

Resoconto intermedio di gestione al 30 settembre 2015 Resoconto intermedio di gestione al 30 settembre Approvato dal Consiglio di Amministrazione nella riunione del 27 ottobre Saipem: il CdA approva i risultati del e dei Londra, 27 ottobre - Il Consiglio

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. De Longhi S.p.A.: RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2015

COMUNICATO STAMPA. De Longhi S.p.A.: RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2015 Treviso, 31 luglio 2015 COMUNICATO STAMPA De Longhi S.p.A.: RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2015 Il Consiglio di Amministrazione di De Longhi S.p.A. ha approvato i risultati consolidati del primo semestre

Dettagli

RAPPORTO 2012. sulla presenza delle imprese di costruzione italiane nel mondo

RAPPORTO 2012. sulla presenza delle imprese di costruzione italiane nel mondo RAPPORTO 2012 sulla presenza delle imprese di costruzione italiane nel mondo A CURA DELLA DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI E DELL UFFICIO LAVORI ALL ESTERO E RELAZIONI INTERNAZIONALI Espansione

Dettagli

RAPPORTO 2015. sulla presenza delle imprese di costruzione italiane nel mondo

RAPPORTO 2015. sulla presenza delle imprese di costruzione italiane nel mondo RAPPORTO 2015 sulla presenza delle imprese di costruzione italiane nel mondo A CURA DELLA DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI E DELL UFFICIO LAVORI ALL ESTERO E RELAZIONI INTERNAZIONALI Dieci anni

Dettagli

Audizione SAIPEM Commissioni congiunte Attività Produttive della Camera dei Deputati Industria del Senato della Repubblica lunedì 16 novembre 2015

Audizione SAIPEM Commissioni congiunte Attività Produttive della Camera dei Deputati Industria del Senato della Repubblica lunedì 16 novembre 2015 Audizione SAIPEM Commissioni congiunte Attività Produttive della Camera dei Deputati e Industria del Senato della Repubblica Saipem: un'eccellenza italiana nel Mondo (1 di 2) Filmato 2 Saipem: un'eccellenza

Dettagli

Audizione 13 a Commissione Permanente Territorio, ambiente, beni ambientali

Audizione 13 a Commissione Permanente Territorio, ambiente, beni ambientali Audizione 13 a Commissione Permanente Territorio, ambiente, beni ambientali Le problematiche ambientali connesse alla prospezione, ricerca, coltivazione ed estrazione di idrocarburi liquidi in mare, anche

Dettagli

Rapporto Ice 2009-2010. L Italia nell economia internazionale. 2007 2008 2009 (1) quota Var % 2008/2009

Rapporto Ice 2009-2010. L Italia nell economia internazionale. 2007 2008 2009 (1) quota Var % 2008/2009 234 contributi L Italia nei mercati internazionali dell energia: effetti della crisi e strategie delle imprese nazionali di Matteo Verda * La crisi e i mercati dell energia La contrazione dell economia

Dettagli

Fabrizio Pediconi, Agente Generale Coface. Analisi Rischio Paese e Assicurazione dei Crediti: il punto di Coface per Assolombarda

Fabrizio Pediconi, Agente Generale Coface. Analisi Rischio Paese e Assicurazione dei Crediti: il punto di Coface per Assolombarda Fabrizio Pediconi, Agente Generale Coface Analisi Rischio Paese e Assicurazione dei Crediti: il punto di Coface per Assolombarda 1 Coface- Rischio Paese 2011 Assolombarda 09/03/2011 La missione di Coface

Dettagli

Università Carlo Cattaneo - LIUC Corso di Laurea di Ingegneria Gestionale

Università Carlo Cattaneo - LIUC Corso di Laurea di Ingegneria Gestionale Castellanza, 5 Ottobre 2009 Università Carlo Cattaneo - LIUC Corso di Laurea di Ingegneria Gestionale Percorso di eccellenza in Energy Management Petrolio,Trading & Risk Management Fabio Di Benedetto Riferimenti

Dettagli

Comunicato stampa. 4 maggio 2011

Comunicato stampa. 4 maggio 2011 Comunicato stampa 4 maggio 2011 Alstom realizza un utile operativo conforme alle previsioni per l esercizio 2010/2011 e registra ordini in forte aumento nel secondo semestre Tra il 1 o aprile 2010 e il

Dettagli

Relazione trimestrale al 30 settembre 2005

Relazione trimestrale al 30 settembre 2005 Relazione trimestrale al 30 settembre 2005 Buzzi Unicem S.p.A. Sede: Casale Monferrato (AL) Via Luigi Buzzi 6 Capitale sociale 118.265.497,80 Registro delle Imprese di Alessandria n. 00930290044 Indice

Dettagli

MICOPERI SPA COMPANY PROFILE. Marzo 2015 MICOPERI.COM

MICOPERI SPA COMPANY PROFILE. Marzo 2015 MICOPERI.COM MICOPERI SPA COMPANY PROFILE Marzo 2015 DISCLAIMER ED OBIETTIVI DEL DOCUMENTO Questo documento ( Presentazione della Società ) è stato redatto a supporto dell emissione di obbligazioni da parte di Micoperi

Dettagli

Atlante Statistico dell Energia. RIE per AGI

Atlante Statistico dell Energia. RIE per AGI Atlante Statistico dell Energia RIE per AGI Settembre 215 ENERGIA E AMBIENTE 14 Emissioni totali di CO2 principali nei paesi Europei 12 1 mln tonn. 8 6 4 2 199 1992 1994 1996 1998 2 22 24 26 28 21 212

Dettagli

TREVI- Finanziaria Industriale S.p.A.

TREVI- Finanziaria Industriale S.p.A. TREVI- Finanziaria Industriale S.p.A. Relazione Trimestrale Consolidata III Trimestre 2002 TREVI Finanziaria Industriale S.p.A. Sede Sociale Cesena (FC) - Via larga 201 - Capitale Sociale Euro 32.000.000

Dettagli

8 Il Gruppo Snam. Il Gruppo Snam

8 Il Gruppo Snam. Il Gruppo Snam 8 Il Gruppo Snam Il Gruppo Snam Il Gruppo Snam 9 LA STORIA 1941-1999 La grande opera di metanizzazione dell Italia e di costruzione di gasdotti di importazione Dal 1941 Snam (Società Nazionale Metanodotti)

Dettagli

Comunicato stampa OMC 2015 PER UN INDUSTRIA OIL&GAS A IMPATTO ZERO SI CHIUDE CON NUMERI RECORD: 21 MILA PRESENZE

Comunicato stampa OMC 2015 PER UN INDUSTRIA OIL&GAS A IMPATTO ZERO SI CHIUDE CON NUMERI RECORD: 21 MILA PRESENZE Comunicato stampa OMC 2015 PER UN INDUSTRIA OIL&GAS A IMPATTO ZERO SI CHIUDE CON NUMERI RECORD: 21 MILA PRESENZE L Offshore Mediterranean Conference & Exhibition di Ravenna si è confermata ancora una volta

Dettagli

Economia e politica dell ambiente e dell energia A.A. 2012-2013. Modulo IVa Le industrie energetiche: Le fonti fossili

Economia e politica dell ambiente e dell energia A.A. 2012-2013. Modulo IVa Le industrie energetiche: Le fonti fossili Economia e politica dell ambiente e dell energia A.A. 2012-2013 Modulo IVa Le industrie energetiche: Le fonti fossili Gli stadi dell attività energetica (in generale) Scoperta Estrazione Trasformazione

Dettagli

TAP Trans Adriatic Pipeline

TAP Trans Adriatic Pipeline TAP Trans Adriatic Pipeline Giampaolo Russo AD TAP Italia Audizione nell ambito dell esame congiunto del Pacchetto Unione dell energia Senato della Repubblica 10ª Commissione «Industria, commercio, turismo»

Dettagli

Obbligo di visto per gli stranieri che entrano in Ucraina. Paese Visto richiesto/non richiesto Nota *

Obbligo di visto per gli stranieri che entrano in Ucraina. Paese Visto richiesto/non richiesto Nota * Obbligo di visto per gli stranieri che entrano in Ucraina Paese /non richiesto Nota * 1. Austria Visto non richiesto per un soggiorno 2. Afghanistan DP titolari di passaporti diplomatici SP titolari di

Dettagli

C o s t r u z i o n i E l e t t r o m e c c a n i c h e B r e s c i a n e R E S O C O N T O I N T E R M E D I O D I G E S T I O N E

C o s t r u z i o n i E l e t t r o m e c c a n i c h e B r e s c i a n e R E S O C O N T O I N T E R M E D I O D I G E S T I O N E C o s t r u z i o n i E l e t t r o m e c c a n i c h e B r e s c i a n e R E S O C O N T O I N T E R M E D I O D I G E S T I O N E AL 31 MARZO 2015 Cembre S.p.A. Sede in Brescia - via Serenissima, 9 Capitale

Dettagli

PIAGGIO: APPROVATO IL PROGETTO DI BILANCIO 2006

PIAGGIO: APPROVATO IL PROGETTO DI BILANCIO 2006 COMUNICATO STAMPA Riunito il Consiglio di Amministrazione PIAGGIO: APPROVATO IL PROGETTO DI BILANCIO 2006 RICAVI 1.607,4 MLN (+10,7% SU 2005) EBITDA 204 MLN, PARI AL 12,7% DEL FATTURATO (+10,4% SU 2005)

Dettagli

Sensori induttivi miniaturizzati. Riduci le dimensioni e aumenta le prestazioni!

Sensori induttivi miniaturizzati. Riduci le dimensioni e aumenta le prestazioni! Sensori induttivi miniaturizzati Riduci le dimensioni e aumenta le prestazioni! AZIENDA Grazie alla sua visione per l innovazione e la valorizzazione tecnologica, Contrinex continua a fissare nuovi standard

Dettagli

DANIELI & C. OFFICINE MECCANICHE S.p.A. COMUNICATO STAMPA GRUPPO DANIELI BILANCIO CONSOLIDATO AL 30.06.2012

DANIELI & C. OFFICINE MECCANICHE S.p.A. COMUNICATO STAMPA GRUPPO DANIELI BILANCIO CONSOLIDATO AL 30.06.2012 DANIELI & C. OFFICINE MECCANICHE S.p.A. Sede in Buttrio (UD) via Nazionale n. 41 Capitale sociale Euro 81.304.566 i.v. Numero iscrizione al Registro Imprese di Udine e codice fiscale: 00167460302 www.danieli.com

Dettagli

BANCA SISTEMA: +22% UTILE NETTO NEI PRIMI NOVE MESI DEL 2015 1

BANCA SISTEMA: +22% UTILE NETTO NEI PRIMI NOVE MESI DEL 2015 1 COMUNICATO STAMPA BANCA SISTEMA: +22% UTILE NETTO NEI PRIMI NOVE MESI DEL 2015 1 Performance commerciale: +20% turnover factoring nei primi nove mesi 2015 a/a Outstanding CQS/CQP al 30 settembre 2015 pari

Dettagli

31 dicembre 2015. Cash flow operativo 7.285 (826) Investimenti 4.733 5.462

31 dicembre 2015. Cash flow operativo 7.285 (826) Investimenti 4.733 5.462 Gefran, il CdA approva il progetto di bilancio al 31 dicembre 2015 Fatturato in diminuzione dell 11% rispetto al 2014. EBITDA a 5,8 milioni di Euro. EBIT negativo di 630 mila Euro. Posizione finanziaria

Dettagli

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE 2 L INDUSTRIA MONDIALE DELLA MACCHINA UTENSILE 8

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE 2 L INDUSTRIA MONDIALE DELLA MACCHINA UTENSILE 8 L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE 2 I DATI RELATIVI AL 2011 2 LE ESPORTAZIONI 4 LE CARATTERISTICHE STRUTTURALI 6 La macchina utensile 6 La robotica 7 L INDUSTRIA

Dettagli

IL CONTESTO ENERGETICO MONDIALE. Francesco Asdrubali

IL CONTESTO ENERGETICO MONDIALE. Francesco Asdrubali IL CONTESTO ENERGETICO MONDIALE Francesco Asdrubali INDICE FATTORI DOMINANTI DEL PANORAMA ENERGETICO MONDIALE CRESCITA ECONOMICA CRESCITA DELLA POPOLAZIONE PREZZI CO2 PRICING DOMANDA E OFFERTA DI ENERGIA

Dettagli

saipem La collaboration al servizio del business Elisa Albertini, TLC Infrastructure Architect Alessandro Tintori, ICT Project Management Manager

saipem La collaboration al servizio del business Elisa Albertini, TLC Infrastructure Architect Alessandro Tintori, ICT Project Management Manager La collaboration al servizio del business Elisa Albertini, TLC Infrastructure Architect Alessandro Tintori, ICT Project Management Manager 46.200 persone * 124 nazionalità > 60 nazioni * Al 31 marzo 2013

Dettagli

PIRELLI Società per azioni. Sede in Milano, Viale Sarca n. 222. Capitale Sociale Euro 1.042.408.785,08

PIRELLI Società per azioni. Sede in Milano, Viale Sarca n. 222. Capitale Sociale Euro 1.042.408.785,08 Relazione Trimestrale al 31 Marzo 2001 PIRELLI Società per azioni Sede in Milano, Viale Sarca n. 222 Capitale Sociale Euro 1.042.408.785,08 Registro delle Imprese di Milano n. 00886890151 2 PIRELLI S.p.A.

Dettagli

DATI CONSORZIATI RAFFRONTO DATI STORICI GENN- SETT 14 VS GENN- SETT 13

DATI CONSORZIATI RAFFRONTO DATI STORICI GENN- SETT 14 VS GENN- SETT 13 DATI CONSORZIATI RAFFRONTO DATI STORICI GENN- SETT 14 VS GENN- SETT 13 - VENDITE PER PRODOTTO GENN- SETT 14 VS 13 2013 2014 var. var % Asti docg 38.220.269 37.358.438-861.831-2,3% Moscato d'asti docg 14.082.178

Dettagli

R E L A Z I O N E S E M E S T R A L E a l 3 0 g i u g n o 2 0 0 1

R E L A Z I O N E S E M E S T R A L E a l 3 0 g i u g n o 2 0 0 1 RELAZIONE SEMESTRALE al 30 giugno 2001 MISSIONE L Eni è una delle società energetiche integrate più importanti del mondo; opera nelle attività del petrolio e del gas naturale, della generazione di energia

Dettagli

News Release. Utile ante special item in leggero calo per BASF; confermate le previsioni per il 2016

News Release. Utile ante special item in leggero calo per BASF; confermate le previsioni per il 2016 News Release Primo trimestre 2016/Assemblea annuale degli azionisti Utile ante special item in leggero calo per BASF; confermate le previsioni per il 2016 29 aprile 2016 Jennifer Moore-Braun Phone: +49

Dettagli

De Longhi S.p.A. Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2010

De Longhi S.p.A. Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2010 De Longhi S.p.A. Organi societari * Consiglio di amministrazione GIUSEPPE DE'LONGHI FABIO DE'LONGHI ALBERTO CLÒ ** RENATO CORRADA ** SILVIA DE'LONGHI CARLO GARAVAGLIA DARIO MELO GIORGIO SANDRI SILVIO SARTORI

Dettagli

edizione approvata dal Consiglio di Amministrazione il 30 marzo 2005

edizione approvata dal Consiglio di Amministrazione il 30 marzo 2005 edizione approvata dal Consiglio di Amministrazione il 30 marzo 2005 Bilancio 2004 Bilancio 2004 Missione L Eni è una delle società energetiche integrate più importanti al mondo; opera nelle attività

Dettagli

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 Giugno. (ai sensi dell art. 154-ter del D.lgs 58/98)

Relazione Finanziaria Semestrale al 30 Giugno. (ai sensi dell art. 154-ter del D.lgs 58/98) Relazione Finanziaria Semestrale al 30 Giugno 2015 (ai sensi dell art. 154-ter del D.lgs 58/98) INDICE PREMESSA... 4 RELAZIONE FINANZIARIA SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2015... 5 HIGHLIGHTS DEL PERIODO... 6

Dettagli

TITOLO GLOBAL ADVERTISING EXPENDITURE FORECAST JUNE

TITOLO GLOBAL ADVERTISING EXPENDITURE FORECAST JUNE 10 Fonte Elaborazioni ANES Monitor su dati ZENITH OPTIMEDIA 2 10 Previsione della spesa pubblicitaria globale e PIL 2014-2017 (%) ZenithOptimedia (una delle più grandi centrali media del mondo) prevede

Dettagli

comunicato stampa PRINCIPALI RISULTATI CONSOLIDATI DELL ESERCIZIO 2013 (VS ESERCIZIO 2012): IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA

comunicato stampa PRINCIPALI RISULTATI CONSOLIDATI DELL ESERCIZIO 2013 (VS ESERCIZIO 2012): IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO E IL PROGETTO DI BILANCIO SEPARATO AL 31 DICEMBRE 2013 PRINCIPALI RISULTATI CONSOLIDATI DELL ESERCIZIO 2013 (VS ESERCIZIO 2012): RICAVI NETTI:

Dettagli

Studio di Impatto Ambientale e Sociale Capitolo 1 Introduzione

Studio di Impatto Ambientale e Sociale Capitolo 1 Introduzione Studio di Impatto Ambientale e Sociale Capitolo 1 Introduzione Pagina 2 di 10 INDICE 1 INTRODUZIONE 3 1.1 Descrizione e Generalità del Progetto 3 1.1.1 Premessa 3 1.1.2 Ubicazione del Progetto 4 1.2 Proponente

Dettagli

SINTESI DEI PRINCIPALI CONTENUTI DEL I VOLUME DELLA RELAZIONE ANNUALE STATO DEI SERVIZI

SINTESI DEI PRINCIPALI CONTENUTI DEL I VOLUME DELLA RELAZIONE ANNUALE STATO DEI SERVIZI SINTESI DEI PRINCIPALI CONTENUTI DEL I VOLUME DELLA RELAZIONE ANNUALE STATO DEI SERVIZI LO SCENARIO INTERNAZIONALE PETROLIO: DOMANDA ANCORA IN CRESCITA, PREZZO DEL BARILE AI MINIMI Nel 2014 la domanda

Dettagli

RAPPORTO 2010 SULLA PRESENZA DELLE IMPRESE DI COSTRUZIONE ITALIANE NEL MONDO

RAPPORTO 2010 SULLA PRESENZA DELLE IMPRESE DI COSTRUZIONE ITALIANE NEL MONDO RAPPORTO 2010 SULLA PRESENZA DELLE IMPRESE DI COSTRUZIONE ITALIANE NEL MONDO OTTOBRE 2010 a cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi e dell Ufficio Lavori all Estero e Relazioni Internazionali

Dettagli

Il gas naturale i rigassificatori la politica energetica. Livorno, 29 marzo 2008 Comitato contro il rigassificatore offshore

Il gas naturale i rigassificatori la politica energetica. Livorno, 29 marzo 2008 Comitato contro il rigassificatore offshore Il gas naturale i rigassificatori la politica energetica Livorno, 29 marzo 2008 Comitato contro il rigassificatore offshore 1 Sono utilizzati non pareri di ambientalisti ma documenti di: Autorità come:

Dettagli

La riduzione della quota di mercato dell Italia nel commercio mondiale

La riduzione della quota di mercato dell Italia nel commercio mondiale Import/export La riduzione della quota di mercato dell Italia nel commercio mondiale di Alfonso Ghini (*) Un analisi della situazione di importazione ed esportazione dei paesi più importanti, mette in

Dettagli

SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE

SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva la relazione al 30 giugno 2009 SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE

Dettagli

STORIA/GEOGRAFIA LE RISERVE DI MINERALI: PAESI DETENTORI, PRODUTTORI E CONSUMATORI.

STORIA/GEOGRAFIA LE RISERVE DI MINERALI: PAESI DETENTORI, PRODUTTORI E CONSUMATORI. SCUOLA 21 classe 2^ OPA STORIA/GEOGRAFIA LE RISERVE DI MINERALI: PAESI DETENTORI, PRODUTTORI E CONSUMATORI. Tra i maggiori detentori di risorse minerarie figurano i quattro più vasti paesi del mondo: Russia

Dettagli

OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE

OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE 8 luglio 2013 Anno 2012 OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE Nel 2012 gli operatori che hanno effettuato vendite di beni all estero sono 207.920, in lieve aumento (+0,3%) rispetto al 2011. Al netto dei

Dettagli

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Partner Nome dell azienda SAIPEM Settore

Dettagli

Risultato operativo oltre 1,3 mld (+8%) con forte crescita del segmento danni (+26,6%) Utile netto sale a 603 mln (+6,3%)

Risultato operativo oltre 1,3 mld (+8%) con forte crescita del segmento danni (+26,6%) Utile netto sale a 603 mln (+6,3%) 10/05/2013 COMUNICATO STAMPA Risultati consolidati al 31 marzo 2013 1 Risultato operativo oltre 1,3 mld (+8%) con forte crescita del segmento danni (+26,6%) Utile netto sale a 603 mln (+6,3%) Vita: solida

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Risultati al 31 Marzo 2010

COMUNICATO STAMPA. Risultati al 31 Marzo 2010 COMUNICATO STAMPA Risultati al 31 Marzo 2010 Vendite di cemento e di calcestruzzo preconfezionato in diminuzione rispettivamente del 19,6% e del 14,1% La domanda debole e le avverse condizioni climatiche

Dettagli

2012 Scenari Energetici al 2040

2012 Scenari Energetici al 2040 212 Scenari Energetici al Sommario Fondamentali a livello globale 2 Settore residenziale e commerciale 3 Settore dei trasporti 4 Settore industriale 5 Produzione di energia elettrica 6 Emissioni 7 Offerta

Dettagli

comunicato stampa IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA LA RELAZIONE FINANZIARIA SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2015

comunicato stampa IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA LA RELAZIONE FINANZIARIA SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2015 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA LA RELAZIONE FINANZIARIA SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2015 PRINCIPALI RISULTATI CONSOLIDATI DEL PRIMO SEMESTRE 2015 (VS PRIMO SEMESTRE 2014*): RICAVI NETTI: 226,0 MILIONI

Dettagli

ALLA SCOPERTA DEL CILE ATTRAVERSO I SUOI SETTORI INDUSTRIA. www.prochile.gob.cl

ALLA SCOPERTA DEL CILE ATTRAVERSO I SUOI SETTORI INDUSTRIA. www.prochile.gob.cl ALLA SCOPERTA DEL CILE ATTRAVERSO I SUOI SETTORI INDUSTRIA www.prochile.gob.cl Il Cile sorprende per la sua geografia diversificata. Le sue montagne, valli, deserti, boschi e migliaia di chilometri di

Dettagli

Bolzoni SpA Relazione Trimestrale al 31.03.2008 Attività del Gruppo

Bolzoni SpA Relazione Trimestrale al 31.03.2008 Attività del Gruppo Attività del Gruppo Il Gruppo Bolzoni è attivo da oltre sessanta anni nella progettazione, produzione e commercializzazione di attrezzature per carrelli elevatori e per la movimentazione industriale. Lo

Dettagli

K I W I. DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità.

K I W I. DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità. K I W I DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità. in sintesi Superficie mondiale di kiwi: 160.000 ettari Produzione mondiale di kiwi: 1,3

Dettagli