PIANO REGIONALE DI AZIONE AMBIENTALE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PIANO REGIONALE DI AZIONE AMBIENTALE 2008-2010"

Transcript

1 REGIONE EMILIA ROMAGNA PIANO REGIONALE DI AZIONE AMBIENTALE CONSORZIO PARCO REGIONALE BOSCHI DI CARREGA PROGETTO ESECUTIVO A SCUOLA DI BIODIVERSITA : percorsi di partecipazione linea B del bando

2 REGIONE EMILIA ROMAGNA PIANO REGIONALE DI AZIONE AMBIENTALE Bando per la concessione di contributi per la realizzazione di progetti di educazione ambientale da realizzarsi da parte dei Parchi e delle Riserve regionali CONSORZIO PARCO REGIONALE BOSCHI DI CARREGA Centro Parco Casinetto via Olma Sala Baganza - (PR) tel fax PROGETTO ESECUTIVO A SCUOLA DI BIODIVERSITA : percorsi di partecipazione linea B del bando Ente Capofila PARCO REGIONALE BOSCHI DI CARREGA Via Olma SALA BAGANZA Responsabile del progetto: Dott.ssa Enrica Montanini Partner con quota di cofinanziamento Provincia di Parma (Assessorato Agricoltura e Alimentazione) Comune di Collecchio Comune di Felino Comune di Fornovo Comune di Sala Baganza Coop Consumatori Nord Est Parco dei Cento Laghi Parco Nazionale Appennino Tosco Emiliano Parco Fluviale Regionale del Taro Altri partner Consorzio delle Cooperative di Solidarietà Sociale di Parma Corpo Forestale dello Stato Fondazione MUSEO ETTORE GUATELLI Forum Solidarietà/Centro Servizi per il Volontariato in Parma-Distretto Economia Solidale Polo Scolastico Agroindustria

3 1. RELAZIONE TECNICA 1.1 Dati generali Il progetto è rivolto a diverse tipologie di utenti: - cittadini della Provincia di Parma, singoli o organizzati in Associazioni (ambientaliste, dei consumatori ) - guide, operatori e volontari delle aree protette - insegnanti e alunni di scuole dell infanzia, primaria e secondaria - operatori e utenti di Cooperative Sociali - agricoltori, operatori di fattorie didattiche, aziende agricole, agriturismi Il territorio interessato è, in generale, il territorio provinciale con particolare attenzione ai comuni consorziati del CEA capofila (Comuni di Collecchio, Felino, Fornivo, Sala Baganza). 1.2 Finalità e obiettivi Le motivazioni e la situazione di partenza intorno a cui il progetto è costruito sono le seguenti: 1. sul territorio provinciale esistono da alcuni enti e soggetti che si occupano di attività di formazione e conservazione in tema di agrobiodiversità. Le attività promosse da questi possono essere meglio coordinate e potenziate attraverso la creazione di progetti in rete al fine di avere maggiore visibilità e devono trasformarsi in veri e propri progetti educativi; 2. inoltre, nonostante l esistenza di una rete di produttori locali attenti alla qualità dei propri prodotti (antiche varietà, metodi di produzione sostenibili, distribuzione dei prodotti in mercati locali) e di piccole realtà di economia locale solidale (gruppi di acquisto, distretto di economia solidale )sono ancora poco diffusi tra la popolazione i comportamenti critici rispetto ai consumi alimentari; 3. infine, per il Parco e per altre Aree Protette del territorio, la gestione sostenibile del bosco è spesso argomento di confronto e conflitto con le comunità locali; i tagli del bosco e la raccolta della legna, gli aspetti legati alla interpretazione del paesaggio forestale ed alla presenza del legno morto nel sottobosco, sono tutti elementi per cui si ritiene importante aumentare e migliorare la qualità dell informazione ed intervenire con azioni educative. Una ulteriore motivazione deriva dall esperienza produttiva ed educativa che il Parco ha sviluppato grazie alla gestione del Vivaio Forestale Scodogna che, negli ultimi anni, ha promosso esperienze nella formazione degli adulti nel campo del recupero di antiche varietà di frutta e nelle gestione sostenibile del paesaggio e del bosco, nonché dalla realizzazione di progetti per le scuole. Sulla base di questi presupposti sono state individuate le sue finalità generali e gli obiettivi specifici del progetto, come di seguito descritto. Le finalità generali sono la diffusione della cultura della tutela della biodiversità, delle buone pratiche agricole, della cura del territorio, della gestione sostenibile del verde e degli habitat forestali.

4 Altre finalità sono la traduzione dei valori trasmessi in termini di corretti comportamenti e stili di vita sostenibili e di offrire l opportunità di dare un contributo concreto alla cura del territorio. Si tratta di un progetto che coinvolge il cittadino a vari livelli: come gestore del territorio in ambito sia pubblico che privato (cura e manutenzione del verde); come educatore, nella costruzione di relazioni fra scuola e società civile; come consumatore per la valorizzazione e diffusione delle antiche varietà agricole locali e per la promozione delle filiere corte. Gli obiettivi specifici sono: 1. l informazione, la responsabilizzazione e il coinvolgimento attivo dei cittadini e del mondo della scuola nella gestione sostenibile delle risorse agricole e forestali; 2. la conservazione della biodiversità agricola e forestale; 3. la promozione di comportamenti sostenibili legati alla partecipazione, alla cura del territorio e ai consumi alimentari; 4. la maggiore partecipazione e condivisione, da parte delle comunità locali, di scelte di gestione sostenibile del territorio; 5. la realizzazione di una rete di soggetti che, a livello locale, interagiscono e collaborano ad una gestione sostenibile del territorio in ambito locale e alla tutela ed incremento della sua biodiversità; 6.l attivazione di percorsi educativi per la scuola fortemente legati alle problematiche ambientali locali; 7. la sperimentazione di nuovi strumenti comunicativi e di partecipazione; l esplorazione di approcci innovativi di educazione alla sostenibilità che, passando attraverso le scienze sociali ed antropologiche, contribuiscano a formare una cultura più profonda ed interiorizzata del rapporto tra uomo e territorio. 1.3 Motivazioni della partnership L individuazione dei partners del progetto è stata effettuata sulla base di una rete di collaborazioni già esistenti da alcuni anni fra il CEA capofila e altri Enti e soggetti presenti nel territorio provinciale, con cui si intendono consolidare i rapporti e sviluppare maggiori sinergie rispetto alle attività connesse alla conservazione e gestione della biodiversità in ambito agricolo e forestale e in relazione alle attività legate all educazione alla sostenibilità. In particolare il presente progetto è in sinergia con un altro progetto attivo in provincia di Parma, in atto da alcuni mesi, la Scuola Verde della Biodiversità, che prevede un coordinamento fra Enti e altri soggetti che sono impegnati sulle tematiche della gestione sostenibile del verde e della biodiversità. 1.4 Azioni previste, fasi di realizzazione, metodologie, prodotti e tempi di attuazione Le azioni previste nell ambito del progetto sono rivolte alle diverse tipologie di utenti indicati al punto 1.1 e prevedono gli strumenti educativi di seguito sinteticamente illustrati:

5 - realizzazione di spazi pubblici e comuni destinati ad orti, frutteti ed arboreti, da utilizzare in particolare per attività e progetti didattico-educativi; - realizzazione di momenti e iniziative di informazione, promozione e commercializzazione di prodotti agricoli locali di antiche varietà, con la finalità di educare i cittadini a consumi critici e sostenibili; - informazione ed educazione del cittadino alla lettura del paesaggio ed alla conservazione della biodiversità in ambito forestale; - percorsi didattici con le scuole sui temi dell agrobiodiversità, dei consumi consapevoli e della gestione sostenibile delle foreste; - organizzazione di incontri e seminari per adulti sugli stessi temi; - produzione di materiali didattici e informativi Descrizione di dettaglio delle singole azioni AZIONE 1 - TUTELA DELL AGROBIODIVERSITA E CREAZIONE DI SPAZI PARTECIPATIVI - Attività volte alla diffusione, conoscenza e valorizzazione delle varietà locali orticole, frutticole e forestali; - attività finalizzate alla sensibilizzazione ed educazione sui temi della tutela e recupero dell agrobiodiversità e dell agricoltura sostenibile rivolte ad enti, cittadini, scolaresche, associazioni, agricoltori, gestori di fattorie didattiche ed agriturismi; - attività finalizzate al coinvolgimento attivo e alla responsabilizzazione dei cittadini e degli studenti nella cura e gestione del territorio. Fase 1 Incontri per il coinvolgimento di Comuni e Comunità locali (cittadini e Associazioni) per l individuazione di aree destinabili ad orti, siepi e frutteti didattici. Fase 2 Progettazione degli orti, siepi e giardini da parte del Polo scolastico dell agroindustria con la supervisione e tutoraggio del personale del Parco e esperti esterni: la progettazione diventa percorso didattico-educativo con il coinvolgimento attivo di docenti e studenti.la progettazione comprende: sopralluoghi con le classi nelle aree individuate dai Comuni, incontri formativi in classe sulla progettazione e sulla valorizzazione didattica di orti e frutteti,realizzazione di un progetto esecutivo per ciascuno spazio verde a cura degli studenti, con la supervisione di tutor e docenti, partecipazione degli studenti nella fase di semina-piantagione. Fase 3 Corsi sull orticoltura e la frutticoltura con specificità sulle antiche varietà, la conservazione della biodiversità e l adozione di pratiche sostenibili rivolti a cittadini, insegnanti, volontari e operatori di CEA e Aree Protette, gestori di agriturismi e fattorie didattiche, agricoltori. Nell ambito dei corsi (2/3 incontri ciascuno) sono previste lezioni teoriche e pratiche supportate da materiale didattico informativo, con giornate dedicate alla realizzazione degli orti e/o frutteti presso le aree individuate, con la

6 collaborazione di associazioni di volontariato e scolaresche. Fase 4 Organizzazione e realizzazione di una giornata seminariale sull Ortoterapia aperta ad operatori del sociale e delle aree protette. Questa attività vuole contribuire a potenziare la consapevolezza che il lavorare con il verde, a contatto con la natura, è un valido strumento terapeutico attraverso cui rafforzare e riscoprire l innata affinità e il legame che sentiamo verso l ambiente e il territorio. Si tratta di un elemento chiave ai fini di sviluppare ed aumentare il senso di responsabilità individuale, a beneficio della qualità della vita e della tutela della biodiversità. Fase 5 Attività volte alla valorizzazione antropologica e della valenza sociale degli orti privati e sociali, al fine di valorizzarli come luoghi di incontro, confronto, aggregazione: - predisposizione e allestimento presso il Museo Ettore Guatelli di una creazione originale sul tema Orti d arti, con coinvolgimento di scuole, associazioni culturali, circoli di anziani, privati cittadini. Si tratta di una mostra mista composta da: mostra fotografica sugli orti, opere verdi, sculture a tema, filmati, ecc. con laboratorio per i bambini nella giornata di presentazioneinaugurazione e serata con balli popolari d Orti Dancing ; - realizzazione di un video con interviste ai cittadini che lavorano negli orti sociali; - animazione (l Orto come palcoscenico) presso l orto del Museo Guatelli e l orto sociale di Fornovo, per 4 classi e visita al Museo Guatelli. - Laboratorio a tema funzionale alla predisposizione della giornata orti d arte per 4 classi - animazioni presso un orto sociale di Parma con contenuti fortemente legati alla tradizione: pratiche legate al lunario, detti, aneddoti popolari e dialettali, con la partecipazione di un gruppo musicale tradizionale di fisarmoniche. - Realizzazione di un Ortobolario parmigiano per le scuole, opuscoletto con detti dialettali, pratiche tradizionali e indicazioni pratiche per realizzare piccoli orti per i giardini scolastici o per i balconi. Fase 6 L orto, il frutteto e la siepe come laboratori della sostenibilità: ideazione e realizzazione di percorsi didattici rivolti alle scuole dell infanzia o primarie. Prevedono attività in classe e all aperto nelle aree realizzate nella fase 1 del progetto, con il coinvolgimento di associazioni di volontariato e degli studenti del polo scolastico dell agroindustria per le attività pratiche. Sono previsti: 4 incontri per ciascuna classe (uscite/laboratori sull orto e il frutteto con attività applicative). Le classi coinvolte saranno 2 per Comune (Collecchio, Felino e Sala Baganza) per un totale di 6 classi. Saranno inoltre realizzati supporti didattici esclusivi per il progetto (schede didattiche, giochi. Fase 7 Realizzazione di un opuscolo divulgativo-educativo sull orticoltura e gli orti

7 didattici. Fase 8 Avvio di cantieri scuola residenziali nella Foresta Demaniale dell'alta Val Parma, per la realizzazione di progetti e di attività forestali, con il coinvolgimento degli studenti del Polo Scolastico dell Agroindustria: - coinvolgimento dei tecnici della Comunità Montana per la definizione di progetti ed attività da realizzare in Foresta; - attività forestali con gli studenti: incontri residenziali per la raccolta semi di specie arboree autoctone (abeti bianchi, rossi, sorbi ecc.); incontri di formazione residenziali per la creazione di un arboreto in loc. la Vezzosa (Comune di Corniglio); realizzazione arboreo tramite la semina di piantine nelle località individuate dai tecnici della Comunità Montana Appennino Parma Est AZIONE 2 - CONSUMI CONSAPEVOLI: LA BIODIVERSITA AL MERCATO Attività di sensibilizzazione ed educazione dei cittadini e di scolaresche; promozione delle Aziende e delle realtà locali che si occupano di tutela dell agrobiodiversità e consumi consapevoli; promozione dei prodotti locali a km zero. Fase 1 Realizzazione di momenti divulgativi (incontri e giornate mercato, feste degli agricoltori custodi) con presentazione delle aziende dell Associazione Agricoltori Custodi ai Comuni, alle Comunità locali e alle Associazioni o gruppi di consumatori. Fase 2 L Agrobiodiversità va a scuola. Progettazione e realizzazione di un corso di formazione per insegnanti sull agrobiodiversità, consumi consapevoli, sostenibilità in agricoltura. Fase 3 Progettazione e realizzazione di un percorso didattico per le scuole. Sono previsti: 3 incontri per classe, con uscite presso aziende e presso un supermercato. Le classi coinvolte saranno 2 per Comune (Collecchio, Felino, Fornovo e Sala Baganza) per un totale di 8 classi. Saranno inoltre realizzati supporti didattici esclusivi per il progetto (schede didattiche, giochi ) AZIONE 3 - IL BOSCO SOSTENIBILE L azione prevede interventi didattico educativi finalizzati a comunicare le basi scientifiche della gestione sostenibile degli ecosistemi forestali, con riferimento particolare agli habitat legati al legno morto, e all importanza della biodiversità degli ecosistemi forestali. Fase 1 Redazione e stampa di un opuscolo divulgativo sulla gestione forestale e la

8 biodiversità degli ecosistemi forestali del territorio. Fase 2 Organizzazione di visite guidate didattiche per adulti nel Parco sul sentiero del Legno morto. Itinerario guidato con attività di osservazione e animazione per bambini. Fase 3 Predisposizione e realizzazione di un percorso educativo per la scuola riguardante il "legno che vive", su itinerari nel bosco individuati ad hoc dal Parco Boschi di Carrega. Sono previsti 2 incontri per classe. Le classi coinvolte saranno 8 sul territorio provinciale. AZIONE 4 - DIFFUSIONE DEI RISULTATI FASE 1 Analisi, valutazione e relazione sui risultati del progetto, tramite gli indicatori illustrati al capitolo 1.6 della presente relazione tecnica. FASE 2 Diffusione dei risultati del progetto tramite (vedi quadro 15 della scheda): - produzione di un multimediale di testimonianza delle attività svolte; - articoli di giornale e pagine web dedicate al Progetto 1.5 Risultati attesi Il principale risultato che si intende perseguire con il progetto è sostanzialmente la creazione di una rete di soggetti della società civile (cittadini, associazioni, istituzioni e scuole) che operano con l obiettivo comune della conservazione della biodiversità e che si fanno carico di gestire aree e piccole parti di territorio. In particolare i risultati attesi rispetto alla situazione di partenza sono: - una maggiore diffusione, sensibilità, comprensione ed attenzione della popolazione rispetto ai valori che il progetto vuole trasmettere in tema di biodiversità in ambito agricolo e forestale e di consumi critici, intesi come attenzione a scelte sostenibili e consapevoli - la partecipazione attiva nel tempo delle comunità locali alla cura del territorio e alla tutela ed incremento della biodiversità a livello locale - la realizzazione e il consolidamento della rete e dell interazione fra soggetti pubblici e privati che operano nella formazione relativa alla biodiversità - il rafforzamento del legame fra il mondo della scuola e dell extrascuola - il favorire il collegamento diretto fra agricoltori e consumatori attraverso la promozione di filiere corte 1.6 Indicatori di verifica Gli indicatori e le modalità che si prevede di utilizzare per la verifica dei risultati del

9 progetto sono: - il numero di soggetti adulti coinvolti e partecipanti alle diverse iniziative - il numero di insegnanti, di istituti scolastici e di classi/studenti coinvolti - il numero di Aziende/Agricoltori Custodi coinvolti - il numero e la tipologia di aree, spazi pubblici e privati destinati al progetto - il numero di copie di materiali divulgativi-educativi prodotti nell ambito del progetto (opuscoli, depliant, ecc.) 1.6 Prodotti per la divulgazione dei risultati Per la divulgazione dei risultati saranno realizzati: - un multimediale con immagini, brevi video e descrizione dei percorsi didattici e delle iniziative svolte da mettere a disposizione per la divulgazione a tutti i partner del progetto - divulgazione a mezzo stampa e pagine web di estratti del prodotto multimediale 1.7 Valenze innovative del progetto Le valenze innovative del Progetto sono: - la sperimentazione di strumenti di partecipazione che vedono le comunità locali impegnate nella cura del territorio e nella tutela della biodiversità; - l esplorazione di approcci innovativi di educazione alla sostenibilità che, passando attraverso le scienze sociali ed antropologiche, contribuiscano a formare una cultura più profonda ed interiorizzata del rapporto tra uomo e territorio (vedi azione 1, fasi 4 e 5); - il coinvolgimento di soggetti appartenenti a diverse categorie, nel campo educativo, della solidarietà sociale, istituzionale e produttivo, (Coop, Consorzio Cooperative di Solidarietà Sociale, Comuni ) con l obiettivo di creare una vera e propria rete sul territorio

10

A SCUOLA CON GUSTO. Progetto di educazione alimentare, sensoriale e del gusto

A SCUOLA CON GUSTO. Progetto di educazione alimentare, sensoriale e del gusto A SCUOLA CON GUSTO Progetto di educazione alimentare, sensoriale e del gusto Il progetto A SCUOLA CON GUSTO Il progetto A SCUOLA CON GUSTO, giunto oggi alla quarta edizione, mira ad avvicinare adulti e

Dettagli

CURA E GESTIONE DEL VERDE, AGROBIODIVERSITA

CURA E GESTIONE DEL VERDE, AGROBIODIVERSITA Week End Verdi nei Parchi del Ducato incontri, esperienze, laboratori dedicati alla biodiversità nei Parchi del Ducato in collaborazione con Provincia di Parma CURA E GESTIONE DEL VERDE, AGROBIODIVERSITA

Dettagli

P.O. Marittimo Italia Francia Bambini e Prodotti di Eccellenza. Genova 19 novembre 2010

P.O. Marittimo Italia Francia Bambini e Prodotti di Eccellenza. Genova 19 novembre 2010 P.O. Marittimo Italia Francia Bambini e Prodotti di Eccellenza Grazia Manca U.O.Informazione Comunitaria Dipartimento della Multifunzionalità dell Azienda Agricola e delle Filiere Agroalimentari per lo

Dettagli

PROGRAMMA DI EDUCAZIONE ALIMENTARE, AMBIENTALE E SULLA RURALITÀ

PROGRAMMA DI EDUCAZIONE ALIMENTARE, AMBIENTALE E SULLA RURALITÀ allegato A alla determinazione n. 139/SA del 18 marzo 2013 BANDO PUBBLICO CAMPU MAISTU DIDATTICA IN FATTORIA SULCIS IGLESIENTE ANNO SCOLASTICO 2012/2013 PROGRAMMA DI EDUCAZIONE ALIMENTARE, AMBIENTALE E

Dettagli

Il significato di un alleanza tra AVIS e Scuola

Il significato di un alleanza tra AVIS e Scuola ASSEMBLEA NAZIONALE AVIS Seminario di studio e di ricerca progettuale AVIS - SCUOLA Il significato di un alleanza tra AVIS e Scuola Piero Cattaneo Scuola Secondaria 1 grado Griffini Casalpusterlengo Università

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PICCOLE GUIDE, SULLE PISTE DELL APPENNINO

SCHEDA PROGETTO PICCOLE GUIDE, SULLE PISTE DELL APPENNINO SCHEDA PROGETTO PICCOLE GUIDE, SULLE PISTE DELL APPENNINO Percorsi educativi e di ricerca, alla scoperta della Biodiversità e degli Equilibri Naturali nei Parchi Nazionali. I Proponenti del Progetto Promosso

Dettagli

INDICE MiColtivo, Orto a Scuola. I Progetti della Gente. p. 3. Soggetti coinvolti. p. 4. Obiettivi. p. 5. Descrizione. p. 6. Fasi attuative. p.

INDICE MiColtivo, Orto a Scuola. I Progetti della Gente. p. 3. Soggetti coinvolti. p. 4. Obiettivi. p. 5. Descrizione. p. 6. Fasi attuative. p. maggio 2012 INDICE MiColtivo, Orto a Scuola p. 3 p. 4 p. 5 p. 6 p. 9 p. 10 p. 11 p. 12 p. 16 I Progetti della Gente Soggetti coinvolti Obiettivi Descrizione Fasi attuative I numeri MiColtivo Rete sul territorio

Dettagli

PROVINCIA DI GENOVA ASSESSORATO ALL AGRICOLTURA PERCORSI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE TRA STORIA, PRODUZIONI LOCALI, GIARDINI, ORTI E CULTURA ALIMENTARE

PROVINCIA DI GENOVA ASSESSORATO ALL AGRICOLTURA PERCORSI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE TRA STORIA, PRODUZIONI LOCALI, GIARDINI, ORTI E CULTURA ALIMENTARE PROVINCIA DI GENOVA ASSESSORATO ALL AGRICOLTURA AALLLL AA RRI IICCEERRCCAA DDEELL GGUUSSTTOO IIVV I LLaa RReet ttee ddeeggl lli ii oor rt tti ii ssccool ll aasst tti iicci ddeel lll llaa PPr roovvi iinncci

Dettagli

L Orto dei Bambini. Per trasmettere l amore e il rispetto della terra.

L Orto dei Bambini. Per trasmettere l amore e il rispetto della terra. L Orto dei Bambini Per trasmettere l amore e il rispetto della terra. Premessa L idea dell orto didattico nasce dal desiderio di attivare iniziative socio-culturalieducative che comprendessero l area naturalistica.

Dettagli

ADM Associazione Didattica Museale. Progetto Vederci Chiaro!

ADM Associazione Didattica Museale. Progetto Vederci Chiaro! ADM Associazione Didattica Museale Progetto Vederci Chiaro! Chi siamo? Dal 1994 l'adm, Associazione Didattica Museale, è responsabile del Dipartimento dei Servizi Educativi del Museo Civico di Storia Naturale

Dettagli

Educazione Rurale per un futuro sostenibile Proposte per le scuole

Educazione Rurale per un futuro sostenibile Proposte per le scuole WWF Italia Riserva Naturale Ripa Bianca di Jesi Via Zanibelli, 2 60035 Jesi e-mail: info@riservaripabianca.it sito: www.riservaripabianca.it Tel. / Fax. 0731 619213 Cell. 334 6047703 Educazione Rurale

Dettagli

Il Progetto Orti per EXPO

Il Progetto Orti per EXPO #scuolaallaperto Il Progetto Orti per EXPO Francesca Ossola ERSAF Ente Regionale Servizi all Agricoltura e alle Foreste 5 novembre 2014 L'orto scolastico ha una forte valenza educativa, consentendo ai

Dettagli

AVVISO DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE INVITO ALLA PRESENTAZIONE DI IDEE PROGETTO PER LA SSL (termine ultimo: 14/09/2015)

AVVISO DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE INVITO ALLA PRESENTAZIONE DI IDEE PROGETTO PER LA SSL (termine ultimo: 14/09/2015) Pag. 1 di 6 Spett. Le GAL L ALTRA ROMAGNA S.CONS.AR.L. Viale Roma, 24 47027 Sarsina (FC) AVVISO DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE INVITO ALLA PRESENTAZIONE DI IDEE PROGETTO PER LA SSL (termine ultimo: 14/09/2015)

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO GRAZIE TAVERNELLE ANCONA. Anno scolastico 2011/2012

ISTITUTO COMPRENSIVO GRAZIE TAVERNELLE ANCONA. Anno scolastico 2011/2012 ISTITUTO COMPRENSIVO GRAZIE TAVERNELLE ANCONA Anno scolastico 2011/2012 Relazione finale Delle insegnanti Marzoli Valeria, Tartaglini Giovanna FUNZIONE STRUMENTALE SCIENZA NATURA - AMBIENTE 1 PREMESSA

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI FRANCAVILLA DI SICILIA PROGETTO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE VIVERE IL TERRITORIO A.S. 2013/14

ISTITUTO COMPRENSIVO DI FRANCAVILLA DI SICILIA PROGETTO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE VIVERE IL TERRITORIO A.S. 2013/14 ISTITUTO COMPRENSIVO DI FRANCAVILLA DI SICILIA PROGETTO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE VIVERE IL TERRITORIO A.S. 2013/14 Referente del progetto: Rigano Salvatrice Gruppo del progetto: Tosto Graziella, Cantarella

Dettagli

Festival degli Alberi RamificAzioni nel territorio italiano

Festival degli Alberi RamificAzioni nel territorio italiano Festival degli Alberi RamificAzioni nel territorio italiano Un progetto artistico itinerante a cura di Marco Solari Festival degli Alberi RamificAzioni nel territorio italiano Un iniziativa che, tramite

Dettagli

PROGETTO ORTO SOLIDALE. Orto del Sorriso

PROGETTO ORTO SOLIDALE. Orto del Sorriso PROGETTO ORTO SOLIDALE Orto del Sorriso INDICAZIONI GENERALI DEL PROGETTO: Il progetto di Orto Solidale Orto del Sorriso nasce dal desiderio di riscattare il termine LAVORO dandogli una valenza positiva.

Dettagli

GRUPPO NATURALISTICO del FORMIGGINI

GRUPPO NATURALISTICO del FORMIGGINI LICEO A. F. FORMIGGINI SCIENTIFICO E CLASSICO SCHEDA DI PRESENTAZIONE DI PROGETTO DIDATTICO P.O.F. a.s. 2015/2016 Titolo del progetto: GRUPPO NATURALISTICO del FORMIGGINI " NUTRIRE l uomo. senza danneggiare

Dettagli

CEA CAIRO MONTENOTTE

CEA CAIRO MONTENOTTE CEA CAIRO MONTENOTTE Enti di riferimento: Comunw di Cairo M.tte (capofila), Altare, Carcare, Dego e Piana Crixia. Data di inizio attività: Dicembre 2009 Sede/Come raggiungerci: Corso Italia, 45 Cairo Montenotte

Dettagli

CIBO DA FIABA. Concorso letterario per la Scuola Elementare - 1 a edizione

CIBO DA FIABA. Concorso letterario per la Scuola Elementare - 1 a edizione CIBO DA FIABA Concorso letterario per la Scuola Elementare - 1 a edizione CULTURA CHE NUTRE Saperi, sapori, odori del mondo agricolo (Percorsi didattici scuola - fattoria) Si ringraziano il Dirigente TERESA

Dettagli

Solidarietà e ambiente

Solidarietà e ambiente Incontro del 15/04/2011 Solidarietà e ambiente sui banchi di scuola Relatore: Giuliana Scarpa Fd Federazione Trentina della Cooperazione Ufficio Educazione Cooperativa 1 Museo Tridentino di Scienze Naturali

Dettagli

FORMULARIO PRESENTAZIONE PROGETTO

FORMULARIO PRESENTAZIONE PROGETTO Allegato 2 FORMULARIO PRESENTAZIONE PROGETTO 1. DENOMINAZIONE DEL SOGGETTO COMUNE DI PESCIA P.I. /C.F. 00141930479 Indirizzo: P.zzA Mazzini, 1 Località PESCIA CAP 51017 Provincia PT Tel: 0572 4920/492328

Dettagli

Provincia di Modena. Provincia di Bologna. Provincia di Ravenna

Provincia di Modena. Provincia di Bologna. Provincia di Ravenna Provincia di Modena Provincia di Bologna Provincia di Ravenna Struttura partnership Regional co-ordinator Emilia-Romagna Provincia di Modena Co-operating partners Provincia di Bologna Provincia di Ravenna

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale F. Surico Scuola Primaria anno scolastico 2009/2010 Programmazione Cittadinanza e Costituzione

Istituto Comprensivo Statale F. Surico Scuola Primaria anno scolastico 2009/2010 Programmazione Cittadinanza e Costituzione Istituto Comprensivo Statale F. Surico Scuola Primaria anno scolastico 2009/2010 Programmazione Cittadinanza e Costituzione PREMESSA Cittadinanza e Costituzione è una disciplina di studio introdotta in

Dettagli

BANDO L. R. 28/96 2006/2007

BANDO L. R. 28/96 2006/2007 BANDO L. R. 28/96 2006/2007 Relazione progetto GIOCAFRICANDO Giocattoli, strumenti africani e favole Premessa L associazione Il Cerchio di Gesso ha attivato un accordo di programma che ha coinvolto, nella

Dettagli

ISTITUTO SCOLASTICO COMPRENSIVO

ISTITUTO SCOLASTICO COMPRENSIVO ISTITUTO SCOLASTICO COMPRENSIVO VIA UGO BASSI Via U. Bassi n 30-62012 CIVITANOVA MARCHE Tel. 0733 772163- Fax 0733 778446 mcic83600n@istruzione.it, MCIC83600N@PEC.ISTRUZIONE.IT www.iscviaugobassi.gov.it

Dettagli

Agenda 21 dei Comuni Est Ticino

Agenda 21 dei Comuni Est Ticino Agenda 21 dei Comuni Est Ticino Territorio, Agricoltura, Società in una prospettiva Sostenibile Simone Rossoni Laboratorio 21 Comune di Corbetta capofila di Agenda 21 Est Ticino 06/02/2012 15 Comuni coinvolti

Dettagli

Corso di formazione COMUNICAZIONE ED EDUCAZIONE ALIMENTARE per IMPRENDITORI AGRICOLI OPERATORI FATTORIA DIDATTICA PREMESSA

Corso di formazione COMUNICAZIONE ED EDUCAZIONE ALIMENTARE per IMPRENDITORI AGRICOLI OPERATORI FATTORIA DIDATTICA PREMESSA Via Montesanto, 15/6 34170 Gorizia Centralino 0481-3861 E-mail ersa@ersa.fvg.it Codice fiscale e partita IVA 00485650311 Servizio divulgazione, assistenza Corso di formazione COMUNICAZIONE ED EDUCAZIONE

Dettagli

A scuola con il cigno. proposte per la scuola A.S. 2013 2014

A scuola con il cigno. proposte per la scuola A.S. 2013 2014 A scuola con il cigno proposte per la scuola A.S. 2013 2014 1 Centro di educazione ambientale Varese Ligure e Val di Vara Il Centro svolge attività educative in materia di educazione ambientale e sviluppo

Dettagli

FOCUS GROUP: LA VALORIZZAZIONE DEI PRODOTTI AGRICOLI ATTRAVERSO LE FILIERE CORTE E MODALITA DI COMMERCIALIZZAZIONE

FOCUS GROUP: LA VALORIZZAZIONE DEI PRODOTTI AGRICOLI ATTRAVERSO LE FILIERE CORTE E MODALITA DI COMMERCIALIZZAZIONE FOCUS GROUP: LA VALORIZZAZIONE DEI PRODOTTI AGRICOLI ATTRAVERSO LE FILIERE CORTE E MODALITA DI COMMERCIALIZZAZIONE Progettiamo insieme il piano di azione locale leader verso il 2020: partecipa anche tu!

Dettagli

RESTARTAPP. Missione. Obiettivo. Destinatari. Formula e contenuti

RESTARTAPP. Missione. Obiettivo. Destinatari. Formula e contenuti RESTARTAPP ReStartApp è il primo campus per le nuove imprese dell Appennino: un progetto dedicato ai giovani in possesso di idee d impresa o start up originali e innovative, che vedono nel territorio appenninico

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SAN DANIELE DEL FRIULI CURRICOLO CITTADINANZA E COSTITUZIONE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SAN DANIELE DEL FRIULI CURRICOLO CITTADINANZA E COSTITUZIONE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SAN DANIELE DEL FRIULI CURRICOLO CITTADINANZA E COSTITUZIONE MODELLO DI MATRICE ADOTTATA PER LA COSTRUZIONE DEL CURRICOLO CITTADINANZA E COSTITUZIONE Periodo di riferimento Traguardi

Dettagli

Orto Didattico a scuola

Orto Didattico a scuola Orto Didattico a scuola LABORATORIO : alimentare, realizzazione di un orto a scuola, uscita didattica, percorso: giochiamo con gli alimenti BAMBINI DI 2 anni e mezzo, 3-4-5 anni A. S. 2015-2016 PREMESSA

Dettagli

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA Dear Mr. Secretary General, I m pleased to confirm that ALKEDO ngo supports the ten principles of the UN Global Compact, with the respect to the human

Dettagli

A LEZIONE SUL TETTO VERDE DELLA PROVINCIA DI FORLI -CESENA 2^ EDIZIONE Anno scolastico 2008/2009

A LEZIONE SUL TETTO VERDE DELLA PROVINCIA DI FORLI -CESENA 2^ EDIZIONE Anno scolastico 2008/2009 Provincia di Forlì-Cesena Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna Corpo Forestale dello Stato Bando di accesso ai CORSI DI FORMAZIONE PER DOCENTI A LEZIONE SUL TETTO VERDE

Dettagli

Agricoltura Sociale in Lombardia

Agricoltura Sociale in Lombardia Agricoltura Sociale in Lombardia - SEMINIAMO IL FUTURO - Marinella Bonomelli 6 solchi tracciati Aziende agricole Orti e giardini collettivi Strutture socio-sanitarie Fattorie didattiche Strutture socio

Dettagli

PROGETTO CITTADINANZA E COSTITUZIONE

PROGETTO CITTADINANZA E COSTITUZIONE PROGETTO CITTADINANZA E COSTITUZIONE SICUREZZA E RISPETTO DELLE REGOLE FINALITA e OBIETTIVI DEL PROGETTO Le direttive comunitarie in tema di salute e sicurezza sul luogo di lavoro sottolineano la necessità

Dettagli

ATTIVITA PER IL TURISMO SCOLASTICO NEL PARCO REGIONALE DELLE VALLI DEL CEDRA E DEL PARMA PER GLI ANNI SCOLASTICI 2009/2010 E 2010/2011

ATTIVITA PER IL TURISMO SCOLASTICO NEL PARCO REGIONALE DELLE VALLI DEL CEDRA E DEL PARMA PER GLI ANNI SCOLASTICI 2009/2010 E 2010/2011 ATTIVITA PER IL TURISMO SCOLASTICO NEL PARCO REGIONALE DELLE VALLI DEL CEDRA E DEL PARMA PER GLI ANNI SCOLASTICI 2009/2010 E 2010/2011 BANDO DI GARA PER L IDEAZIONE GRAFICA E LA STAMPA DI UN DEPLIANT INFORMATIVO

Dettagli

UNA LIM PER TUTTI PREMESSA

UNA LIM PER TUTTI PREMESSA UNA LIM PER TUTTI PREMESSA Nelle scuole dei Comuni di Tavarnelle Val di Pesa e Barberino Val d Elsa si è venuta rafforzando negli ultimi anni la collaborazione tra scuola e famiglie. La nascita del Comitato

Dettagli

8.2.2 Codice e titolo della misura Mis. 2 - Servizi di consulenza, di sostituzione e di assistenza alla gestione delle aziende agricole (art 15)

8.2.2 Codice e titolo della misura Mis. 2 - Servizi di consulenza, di sostituzione e di assistenza alla gestione delle aziende agricole (art 15) 8.2 DESCRIZIONE DELLA MISURA 8.2.2 Codice e titolo della misura Mis. 2 - Servizi di consulenza, di sostituzione e di assistenza alla gestione delle aziende agricole (art 15) 8.2.2.1 Base Giuridica Art.

Dettagli

Programma di Cooperazione Transfrontaliera Italia/Francia Marittimo 2007-2013

Programma di Cooperazione Transfrontaliera Italia/Francia Marittimo 2007-2013 Programma di Cooperazione Transfrontaliera Italia/Francia Marittimo 2007-2013 ACRONIMO PROGETTO TITOLO PROGETTO OBIETTIVO GENERALE DESCRIZIONE DEL PROGETTO Co.R.E.M. COOPERAZIONE DELLE RETI ECOLOGICHE

Dettagli

Apertura pomeridiana della scuola e potenziamento del tempo scolastico

Apertura pomeridiana della scuola e potenziamento del tempo scolastico SCUOLA SECONDARIA Titolo progetto Obiettivi Azione Area Competenze Anni di riferimento Ore previste Docente Responsabile Laboratorio Uomo- Ambiente la classe del xxi secolo Migliorare metodi e strumenti

Dettagli

PROGETTO "FATTORIE DIDATTICHE- SATU PO IMPARAI- PROGRAMMA TRIENNALE DI EDUCAZIONE ALIMENTARE,

PROGETTO FATTORIE DIDATTICHE- SATU PO IMPARAI- PROGRAMMA TRIENNALE DI EDUCAZIONE ALIMENTARE, PROGETTO "FATTORIE DIDATTICHE- SATU PO IMPARAI- PROGRAMMA TRIENNALE DI EDUCAZIONE ALIMENTARE, AMBIENTALE E SULLA RURALITÀ" mod. Relazione.dot Versione 3.10 del 25.10.2011 PAG.1 DI 5 AREA: Cultura DIRIGENTE:

Dettagli

1. opuscoli informativi di carattere scientifico e divulgativo; 2. azioni di coinvolgimento diretto dei cittadini.

1. opuscoli informativi di carattere scientifico e divulgativo; 2. azioni di coinvolgimento diretto dei cittadini. SCHEDA PROGETTO - A 5 Assessorato della Difesa dell Ambiente Servizio Sviluppo Sostenibile, Autorità Ambientale e Politiche Comunitarie MISURA RIFERIMENTO: Misura 1.6 Energia (Riferimento:Complemento di

Dettagli

ADM Associazione Didattica Museale. Progetto Educare alla Scienza con le mani e con il cuore

ADM Associazione Didattica Museale. Progetto Educare alla Scienza con le mani e con il cuore ADM Associazione Didattica Museale Progetto Educare alla Scienza con le mani e con il cuore Chi siamo? Dal 1994 l'adm, Associazione Didattica Museale, è responsabile dei Servizi Educativi del Museo Civico

Dettagli

PROGETTO INTERCULTURALE DI RETE

PROGETTO INTERCULTURALE DI RETE CENTRO DI ALFABETIZZAZIONE IN ITALIANO L2 Istituto Comprensivo C. Angiolieri Siena Centro di Alfabetizzazione Italiano L2 C. Angiolieri Scuola Secondaria di II grado Scuola Secondaria di I grado Scuola

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA ROMA CAPITALE E AGENZIA DELLE ENTRATE E GUARDIA DI FINANZA E FONDAZIONE PER L EDUCAZIONE FINANZIARIA E AL RISPARMIO

PROTOCOLLO D INTESA TRA ROMA CAPITALE E AGENZIA DELLE ENTRATE E GUARDIA DI FINANZA E FONDAZIONE PER L EDUCAZIONE FINANZIARIA E AL RISPARMIO Direzione Regionale del Lazio PROTOCOLLO D INTESA TRA ROMA CAPITALE DIPARTIMENTO SERVIZI EDUCATIVI E SCOLASTICI, GIOVANI E PARI OPPORTUNITA E AGENZIA DELLE ENTRATE DIREZIONE REGIONALE DEL LAZIO E GUARDIA

Dettagli

Con il patrocinio di. Proposte didattiche di EDUCAZIONE ALLA SOSTENIBILTA per le Scuole dell Infanzia, A.S. 2015 2016

Con il patrocinio di. Proposte didattiche di EDUCAZIONE ALLA SOSTENIBILTA per le Scuole dell Infanzia, A.S. 2015 2016 Con il patrocinio di Proposte didattiche di EDUCAZIONE ALLA SOSTENIBILTA per le Scuole dell Infanzia, A.S. 2015 2016 Gentile insegnante, anche per il presente anno scolastico il Centro di Educazione alla

Dettagli

UN ORTO DI CLASSE Curare la terra, nutrire la vita.

UN ORTO DI CLASSE Curare la terra, nutrire la vita. UN ORTO DI CLASSE Curare la terra, nutrire la vita. Progetto rivolto alle classi della scuola primaria e secondaria di primo grado dell Emilia Romagna a.s. 2014-2015 Novità 2014/15 KIT PER ORTO DEL CONTADINO

Dettagli

T.E.R.R.A. TRADIZIONI ECCELLENZE RACCHIUSE E RADICATE NELL ALIMENTAZIONE

T.E.R.R.A. TRADIZIONI ECCELLENZE RACCHIUSE E RADICATE NELL ALIMENTAZIONE COMUNE DI BRUINO Provincia di Torino CAP 10090 Piazza Municipio, n. 3 - Tel. 011 9094411 - Fax 011 9084541 www.comune.bruino.to.it - e-mail ambiente.ecologia@comune.bruino.to.it Settore Urbanistica, Lavori

Dettagli

PICENTINI IN LUCE. Dall economia agricola all economia dell immaginario, dal Cinema Moderno a Giffoni Multimedia Valley

PICENTINI IN LUCE. Dall economia agricola all economia dell immaginario, dal Cinema Moderno a Giffoni Multimedia Valley PICENTINI IN LUCE Dall economia agricola all economia dell immaginario, dal Cinema Moderno a Giffoni Multimedia Valley Seminario di studio per insegnanti ed operatori culturali Laboratori didattici per

Dettagli

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015 UFFICIO SERVIZIO CIVILE SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015 Titolo progetto Trieste La terra ci insegna Ambito/settore di intervento Tipologia destinatari Singoli cittadini e famiglie residenti nei

Dettagli

SAPERI IN CAMPAGNA PROGRAMMA INTERREGIONALE COMUNICAZIONE ED EDUCAZIONE ALIMENTARE PROGRAMMA OPERATIVO 2005. Allegato alla deliberazione n.

SAPERI IN CAMPAGNA PROGRAMMA INTERREGIONALE COMUNICAZIONE ED EDUCAZIONE ALIMENTARE PROGRAMMA OPERATIVO 2005. Allegato alla deliberazione n. PROGRAMMA INTERREGIONALE COMUNICAZIONE ED EDUCAZIONE ALIMENTARE PROGRAMMA OPERATIVO 2005 SAPERI IN CAMPAGNA 1 PREMESSA Le nuove generazioni e la Sardegna: un rapporto che occorrerebbe rinsaldare attraverso

Dettagli

MEDICINA POPOLARE. Istituzione scolastica capofila: Istituto comprensivo di Pianoro (Bologna) Scuola secondaria di primo grado Vincenzo Neri

MEDICINA POPOLARE. Istituzione scolastica capofila: Istituto comprensivo di Pianoro (Bologna) Scuola secondaria di primo grado Vincenzo Neri MEDICINA POPOLARE Istituzione scolastica capofila: Istituto comprensivo di Pianoro (Bologna) Scuola secondaria di primo grado Vincenzo Neri Museo: Museo di arti e mestieri Pietro Lazzarini di Pianoro Altri

Dettagli

Anno scolastico 2014-2015

Anno scolastico 2014-2015 DIREZIONE DIDATTICA STATALE 17 CIRCOLO VIA CASTIGLIONE CAGLIARI POF Anno scolastico 2014-2015 VERIFICA E VALUTAZIONE DELLE ATTIVITA Nella cornice educativa delineata si è inserita la MACROPROGETTUALITÀ

Dettagli

EXPO 2015 WWF: LE BUONE ABITUDINI ALIMENTARI FANNO BENE AL PIANETA EVENTI SUL TERRITORIO PER EXPO 2015 OASI WWF PERSANO

EXPO 2015 WWF: LE BUONE ABITUDINI ALIMENTARI FANNO BENE AL PIANETA EVENTI SUL TERRITORIO PER EXPO 2015 OASI WWF PERSANO EXPO 2015 WWF: LE BUONE ABITUDINI ALIMENTARI FANNO BENE AL PIANETA EVENTI SUL TERRITORIO PER EXPO 2015 OASI WWF PERSANO TUTELA DELLA BIODIVERSITA ED AGRICOLTURA BIOLOGICA Domenica 25 Ottobre 2015 con inizio

Dettagli

Progetto Life INF/2010/272 FARENAIT - FARE RETE PER NATURA 2000 IN ITALIA

Progetto Life INF/2010/272 FARENAIT - FARE RETE PER NATURA 2000 IN ITALIA Progetto Life INF/2010/272 FARENAIT - FARE RETE PER NATURA 2000 IN ITALIA Campagna di educazione ambientale LA MIA TERRA VALE! Gli studenti adottano il loro territorio Seconda edizione 2013-2014 Premessa

Dettagli

Piano di Sviluppo Locale 2014-2020 GAL Tuscia Romana. Crescere insieme: opportunità e risorse

Piano di Sviluppo Locale 2014-2020 GAL Tuscia Romana. Crescere insieme: opportunità e risorse Piano di Sviluppo Locale 2014-2020 GAL Tuscia Romana Crescere insieme: opportunità e risorse MISURA 4 INVESTIMENTI IN IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI P1-6 4 MISURA 4 Investimenti in immobilizzazioni materiali

Dettagli

CEA RISERVA NATURALE DEI CALANCHI DI ATRI

CEA RISERVA NATURALE DEI CALANCHI DI ATRI Progetto didattico area Biodiversità Cuccioli, germogli e ragazzi... Giocare, esplorare, proteggere!!!! CEA RISERVA NATURALE DEI CALANCHI DI ATRI SCHEDA DESCRITTIVA DEL PROGRAMMA DELLE ATTIVITA DESTINATARI

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 2514 Seduta del 17/10/2014

DELIBERAZIONE N X / 2514 Seduta del 17/10/2014 DELIBERAZIONE N X / 2514 Seduta del 17/10/2014 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI PAOLA BULBARELLI MARIA CRISTINA

Dettagli

Attori principali e sedi operative per la realizzazione delle FD. Preparazione delle visite nelle Fattorie Didattiche

Attori principali e sedi operative per la realizzazione delle FD. Preparazione delle visite nelle Fattorie Didattiche Attori da coinvolgere nella Rete di Aziende e Fattorie Didattiche ATTORI DA COINVOLGERE Associazioni agricole (Coldiretti, CIA,Confagricoltura, UCE, altri) Associazione Agriturismi Ufficio Scolastico regionale

Dettagli

PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE COMUNE DI SANTA TERESA GALLURA SOLARIA Società Cooperativa UFFICIO PUBBLICA ISTRUZIONE PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE Premessa L alimentazione ha assunto nella società in cui viviamo oggi un ruolo fondamentale

Dettagli

MUSEsplorandO: processi e tecnologie per una didattica in ambiente museale IL PROGETTO. Flaviano Fanfani

MUSEsplorandO: processi e tecnologie per una didattica in ambiente museale IL PROGETTO. Flaviano Fanfani MUSEsplorandO: processi e tecnologie per una didattica in ambiente museale IL PROGETTO Flaviano Fanfani La Scienza in pochi click!! Tutte le opportunita o eventi che ti aiutano a viaggiare nel meraviglioso

Dettagli

SCHEDA PROGETTO - A 3. Assessorato della Difesa dell Ambiente. Servizio Sviluppo Sostenibile, Autorità Ambientale e Politiche Comunitarie

SCHEDA PROGETTO - A 3. Assessorato della Difesa dell Ambiente. Servizio Sviluppo Sostenibile, Autorità Ambientale e Politiche Comunitarie SCHEDA PROGETTO - A 3 Assessorato della Difesa dell Ambiente Servizio Sviluppo Sostenibile, Autorità Ambientale e Politiche Comunitarie MISURA RIFERIMENTO: Misura 1.4 Gestione integrata dei rifiuti, bonifica

Dettagli

LA PARTECIPANZA AGRARIA DI NONANTOLA: MILLE ANNI DI STORIA TRA ARCHEOLOGIA E AMBIENTE

LA PARTECIPANZA AGRARIA DI NONANTOLA: MILLE ANNI DI STORIA TRA ARCHEOLOGIA E AMBIENTE LA PARTECIPANZA AGRARIA DI NONANTOLA: MILLE ANNI DI STORIA TRA ARCHEOLOGIA E AMBIENTE Scuola: Istituto comprensivo Fratelli Cervi - Scuola secondaria di I grado Dante Alighieri di Nonantola (Modena) MUSEO:

Dettagli

superato le partenze), solo nel 1993.

superato le partenze), solo nel 1993. BANDO PER L ASSEGNAZIONE DEI CONTRIBUTI PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PRESENTATI DA ASSOCIAZIONI, ENTI, ISTITUTI IN ATTUAZIONE DEGLI OBIETTIVI DEL PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE SAPERE I SAPORI -

Dettagli

FRUTTA NELLE SCUOLE REGIONE DEL VENETO. Veronica Bertoldo tel. 041/2795628 mail: veronica.bertoldo@regione.veneto.it

FRUTTA NELLE SCUOLE REGIONE DEL VENETO. Veronica Bertoldo tel. 041/2795628 mail: veronica.bertoldo@regione.veneto.it FRUTTA NELLE SCUOLE REGIONE DEL VENETO Veronica Bertoldo tel. 041/2795628 mail: veronica.bertoldo@regione.veneto.it PROGRAMMA COMUNITARIO CON COFINANZIAMENTO NAZIONALE Progetto di educazione alimentare

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO I.C. ALBERTO MANZI

MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO I.C. ALBERTO MANZI Modello per la proposta di progetti d Istituto Titolo progetto Anno scolastico di realizzazione Scuola: sede o plesso Responsabile del progetto: solo un nominativo Destinatari: classi o gruppi (non meno

Dettagli

Week End Verdi nei Parchi del Ducato

Week End Verdi nei Parchi del Ducato Week End Verdi nei Parchi del Ducato incontri, esperienze, laboratori dedicati alla biodiversità in collaborazione con la Provincia di Parma CURA E GESTIONE DEL VERDE, AGROBIODIVERSITA COME POTARE LE PIANTE

Dettagli

PROGETTO ATTIVITÀ EDUCATIVE ISTITUTI SCOLASTICI ASSOCIAZIONE DEI COMUNI DI FONNI OLIENA - ORGOSOLO

PROGETTO ATTIVITÀ EDUCATIVE ISTITUTI SCOLASTICI ASSOCIAZIONE DEI COMUNI DI FONNI OLIENA - ORGOSOLO PROGETTO ATTIVITÀ EDUCATIVE ISTITUTI SCOLASTICI ASSOCIAZIONE DEI COMUNI DI FONNI OLIENA - ORGOSOLO È ormai noto che la base per orientare le future generazioni verso lo sviluppo sostenibile è l educazione

Dettagli

IDENTIKIT delle FATTORIE DIDATTICHE della Regione EMILIA-ROMAGNA

IDENTIKIT delle FATTORIE DIDATTICHE della Regione EMILIA-ROMAGNA IDENTIKIT delle FATTORIE DIDATTICHE della Regione EMILIA-ROMAGNA Ottobre 2009 Sono passati dieci anni dall avvio del progetto regionale Fattorie Didattiche che ha creato nel periodo un apertura di dialogo

Dettagli

ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico 2012-2013 PROGETTO TEATRO

ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico 2012-2013 PROGETTO TEATRO ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico 2012-2013 PROGETTO TEATRO Il progetto teatro nasce dalla necessità di avvicinare gli alunni al mondo teatrale perché

Dettagli

Servizi per l agricoltura e lo sviluppo rurale

Servizi per l agricoltura e lo sviluppo rurale Servizi per l agricoltura e lo sviluppo rurale ISIS NEWTON VARESE La storia La fondazione dell ITIS di Varese risale agli anni Quaranta (settori meccanico, elettrico, tessile) L'IPSIA di Varese, nata tra

Dettagli

PROGETTO D ISTITUTO, ATTUATO IN TUTTI GLI ORDINI DI SCUOLA, IN COLLABORAZIONE CON GLI ENTI LOCALI

PROGETTO D ISTITUTO, ATTUATO IN TUTTI GLI ORDINI DI SCUOLA, IN COLLABORAZIONE CON GLI ENTI LOCALI ISTITUTO COMPRENSIVO Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I I. O. Griselli Via Roma, 55-56040 MONTESCUDAIO(PI) Tel. 0586/650053 - Fax 0586/650488 e-mail: istcomp.griselli@tiscali.it Web: www.istitutogriselli.it

Dettagli

TANA LIBERA TUTTI! GIOCHI IN COMUNE

TANA LIBERA TUTTI! GIOCHI IN COMUNE PROGETTO TANA LIBERA TUTTI! GIOCHI IN COMUNE Azioni di prevenzione e contrasto delle dipendenze da gioco d azzardo lecito (L.R. 8/2013) A cura di Licia Allegretta - Francesca Fiini Centro Servizi per il

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Scuola dell Infanzia - Primaria - Secondaria 1 Grado C. F. 80006670626 C. M. BNIC804009 Viale Europa, 13 Tel / Fax

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Scuola dell Infanzia - Primaria - Secondaria 1 Grado C. F. 80006670626 C. M. BNIC804009 Viale Europa, 13 Tel / Fax ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Scuola dell Infanzia - Primaria - Secondaria 1 Grado C. F. 80006670626 C. M. BNIC804009 Viale Europa, 13 Tel / Fax 0824.851030 e-mail icpontelandolfo@tiscali.it sito web www.icspontelandolfo.it

Dettagli

Istituto Comprensivo statale Corrado Alvaro Chiaravalle Centrale. Progetto Coltivare. in continuità. Una favola d orto

Istituto Comprensivo statale Corrado Alvaro Chiaravalle Centrale. Progetto Coltivare. in continuità. Una favola d orto Istituto Comprensivo statale Corrado Alvaro Chiaravalle Centrale Progetto Coltivare. in continuità Una favola d orto Mai più le parole senza le cose, mai più le parole e le cose senza le azioni (Giuseppina

Dettagli

Disturbi dello Spettro Autistico: Sperimentazione di un progetto integrato nella Provincia di Piacenza 16-10-2012

Disturbi dello Spettro Autistico: Sperimentazione di un progetto integrato nella Provincia di Piacenza 16-10-2012 Disturbi dello Spettro Autistico: Sperimentazione di un progetto integrato nella Provincia di Piacenza 16-10-2012 CENTRO SERVIZI AUTISMO C.T.S. Centro Territoriale di Servizi per le disabilità U.S.T. XIV

Dettagli

PROGETTO LEGALITÁ - Io, cittadino nel Mondo

PROGETTO LEGALITÁ - Io, cittadino nel Mondo PROGETTO LEGALITÁ - Io, cittadino nel Mondo Premessa Educare alla legalità significa elaborare e diffondere un'autentica cultura dei valori civili (Circolare Ministeriale n 302/93) Con tale progetto la

Dettagli

Provincia di Pordenone

Provincia di Pordenone REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone SETTORE POLITICHE DEL LAVORO E POLITICHE SOCIALI Regolamento Forum delle Fattorie Sociali della Provincia di Pordenone Art. 1 1. Con la finalità di sviluppare

Dettagli

MISURA 2 Promozione del successo scolastico attraverso strumenti didattici innovativi;

MISURA 2 Promozione del successo scolastico attraverso strumenti didattici innovativi; ALLEGATO A AVVISO PUBBLICO per le scuole statali e paritarie di ogni ordine e grado della Regione Lazio, per la presentazione di progetti rispondenti alle priorità di cui al punto 6.1 dell Allegato alla

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CAPACCIO PAESTUM

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CAPACCIO PAESTUM ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CAPACCIO PAESTUM Località Villaggio 84047 CAPACCIO (SA) - C.M. SAIC8AZ00C Tel. 0828725413/0828724471 Fax. 0828720747/0828724771 e-mail SAIC8AZ00C@istruzione.it Ascolta i bambini

Dettagli

Provincia di Parma Assessorato Coordinamento Politiche Sociali e Sanitarie

Provincia di Parma Assessorato Coordinamento Politiche Sociali e Sanitarie Prot. n. 20905 del 07/03/2007 BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE ASSOCIAZIONI PROMOSSE DA CITTADINI STRANIERI PER LA REALIZZAZIONE DELLA MANIFESTAZIONE LE SETTIMANE DEL MIGRANTE ATTO DI G.P.117

Dettagli

Promozione della cultura della sicurezza nelle scuole

Promozione della cultura della sicurezza nelle scuole Promozione della cultura della sicurezza nelle scuole Le reti per la promozione della cultura della sicurezza nelle scuole Uno strumento che si ritiene fondamentale per dare compiuta attuazione alle iniziative

Dettagli

Azioni di sensibilizzazione ed educazione alla mondialità

Azioni di sensibilizzazione ed educazione alla mondialità Azioni di sensibilizzazione ed educazione alla mondialità I annualità Obiettivi. costruire capacità di comunicazione e dialogo interculturale tra gli studenti delle scuole secondarie superiori italiane;.

Dettagli

In collaborazione con. www.progettoscuola.expo2015.org www.expo2015.org

In collaborazione con. www.progettoscuola.expo2015.org www.expo2015.org In collaborazione con ti, ia! n o r P za, v en t r a p www.progettoscuola.expo2015.org www.expo2015.org MONZA APRIPISTA DEL PROGETTO: UN CONCORSO E 100 IDEE PER LA FASE PILOTA Sono state le scuole dell

Dettagli

Progetto di comunicazione ed educazione alimentare per le scuole della provincia di Mantova

Progetto di comunicazione ed educazione alimentare per le scuole della provincia di Mantova Progetto di comunicazione ed educazione alimentare per le scuole della provincia di Mantova Anno scolastico 2008/2009 Per l anno scolastico 2008/2009 la propone una serie di attività, di educazione alimentare

Dettagli

ANIMA MUNDI PER HERA RIMINI TOCCA A NOI!

ANIMA MUNDI PER HERA RIMINI TOCCA A NOI! Tocca a Noi! è il programma di educazione ambientale che Hera Rimini propone alle Scuole Infanzia e Primarie della Provincia di Rimini per l anno scolastico 2005/2006. Tocca a Noi! nasce in continuità

Dettagli

1. Azioni di sistema. 2. Azioni di sostegno alla domiciliarità. 3. Azioni di sostegno alla vita indipendente. 4. Azioni di inclusione sociale

1. Azioni di sistema. 2. Azioni di sostegno alla domiciliarità. 3. Azioni di sostegno alla vita indipendente. 4. Azioni di inclusione sociale 1 AREE DI INTERVENTO E PROGETTI 1. Azioni di sistema Formazione Coordinamento e monitoraggio Trasporti 2. Azioni di sostegno alla domiciliarità Moduli respiro 3. Azioni di sostegno alla vita indipendente

Dettagli

Partner. Ente capofila

Partner. Ente capofila Partner Provincia di Brescia Comune di Brescia Uffi cio Scolastico Provinciale Associazione Comuni Bresciani Camera di Commercio di Brescia Centro Oratori Bresciani Comunità Montana della Valle Trompia

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE BEATO CONTARDO FERRINI. B E S : Ben-Essere-a Scuola a.s. 2015/16

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE BEATO CONTARDO FERRINI. B E S : Ben-Essere-a Scuola a.s. 2015/16 L I.C. Ferrini di Olgiate Olona è assegnatario di un contributo da parte della Fondazione Comunitaria del Varesotto per la realizzazione del Progetto: B E S : Ben-Essere-a Scuola a.s. 2015/16 INFORMAZIONI

Dettagli

VALLE DI SUSA. UN VIAGGIO ATTRAVERSO LE ALPI

VALLE DI SUSA. UN VIAGGIO ATTRAVERSO LE ALPI LE RISORSE CULTURALI E PAESAGGISTICHE DI UN TERRITORIO: UNA VALORIZZAZIONE A RETE VALLE DI SUSA. UN VIAGGIO ATTRAVERSO LE ALPI piano di valorizzazione culturale integrata Valle di Susa.Tesori di Arte e

Dettagli

I programmi della Fondazione per l Educazione Finanziaria e al Risparmio. Monica Rivelli

I programmi della Fondazione per l Educazione Finanziaria e al Risparmio. Monica Rivelli I programmi della Fondazione per l Educazione Finanziaria e al Risparmio Monica Rivelli La Fondazione per l educazione finanziaria e al Risparmio La costituzione della Fondazione per l Educazione Finanziaria

Dettagli

Aula Digitale per Tutti

Aula Digitale per Tutti Premessa Progetto Aula digitale per tutti Il progetto si inserisce nella fase attuale di introduzione delle Lavagne Interattive Multimediali nelle scuole. Con la sua attuazione intende promuovere interventi

Dettagli

Scheda sintetica. (8 ottobre 2003)

Scheda sintetica. (8 ottobre 2003) INDAGINE SUL PARTENARIATO GENITORI-SCUOLA Scheda sintetica (8 ottobre 2003) 1. E la prima indagine sociologica sul campo effettuata in Italia. E stata basata su una ricognizione delle esperienze di partenariato

Dettagli

Un sapore che si arricchisce mescolando profumi e colori

Un sapore che si arricchisce mescolando profumi e colori Un sapore che si arricchisce mescolando profumi e colori Un sogno, una visione condivisa «Dietro le cose come sono c è anche una promessa, l esigenza di come dovrebbero essere, c è la potenzialità di una

Dettagli

Piano formativo scolastico in materia di tutela ambientale delle Guardie Ecologiche Volontarie ed Onorarie della Provincia di Milano

Piano formativo scolastico in materia di tutela ambientale delle Guardie Ecologiche Volontarie ed Onorarie della Provincia di Milano Piano formativo scolastico in materia di tutela ambientale delle Guardie Ecologiche Volontarie ed Onorarie della Provincia di Milano Settore Protezione Civile GEV Introduzione Il Piano ha lo scopo di prevenire

Dettagli

Scuola Teatro Natura

Scuola Teatro Natura PROPOSTE DI GITE SCOLASTICHE PER SCUOLE ELEMENTARI E MEDIE 8-13 ANNI Scuola Teatro Natura Teatro del Montevaso presso Tenuta Agroforestale del Montevaso - chianni 1/5 SCUOLA TEATRO NATURA PERCORSI PER

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA M.I.U.R.

PROTOCOLLO D INTESA TRA M.I.U.R. PROTOCOLLO D INTESA TRA M.I.U.R. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca e ItaliaNostra onlus Associazione nazionale per la tutela del patrimonio storico, artistico e naturale VISTO

Dettagli