Tabella 1 - ITALIA - Interscambio commerciale per il totale delle attività economiche 1 (mln di euro)

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Tabella 1 - ITALIA - Interscambio commerciale per il totale delle attività economiche 1 (mln di euro)"

Transcript

1 Sommario 1. Interscambio commerciale Italia - Federazione Russa 1 2. Interscambio commerciale agroalimentare Italia - Federazione Russa 3 3. I principali prodotti agroalimentari importati ed esportati da e verso la Federazione Russa 6 4. Italia: il ruolo della Federazione Russa come cliente/fornitore di prodotti agroalimentari Federazione Russa: il ruolo dell Italia come cliente/fornitore di prodotti agroalimentari Interscambio commerciale Italia - Federazione Russa L interscambio commerciale totale dell Italia con la Federazione Russa ha mostrato nel 2012 un saldo negativo di 8,3 miliardi di euro, in peggioramento del 9,7% rispetto al 2011: i numeri evidenziano un export per 10 miliardi di euro, in aumento del 7,4% sul 2011, e un import per 18,3 miliardi di euro, in crescita dell 8,4% sul Rispetto all anno precedente è rallentato il ritmo di crescita di import e export da e per la Federazione Russa. Nel 2011, infatti, le esportazioni erano aumentate del 17,7% e le importazioni del 15,5%. Negli ultimi cinque anni, gli scambi con la Federazione Russa hanno mostrato dinamiche più accentuate rispetto all intero interscambio commerciale italiano: le esportazioni hanno segnato, nel periodo , un aumento medio annuo del 2,3%, maggiore rispetto al +1,9% dell intero export italiano (ma inferiore rispetto alla dinamica dell export extra-ue); analogamente, le importazioni hanno registrato un aumento (+4,6% medio annuo) maggiore rispetto al +1,5% fatto registrare dall intero import italiano (l import extra-ue ha mostrato un +3,4%). Tabella 1 - ITALIA - Interscambio commerciale per il totale delle attività economiche 1 (mln di euro) 2012 Peso % Var. % Var. % T.v.m.a.* '12/'11 '11/'10 '07-'12 Import Saldo Import Import Import Import Totale, di cui ,0 100,0 3,7-5,6 11,4 9,3 1,9 1,5 UE ,7 52,9-0,7-7,1 8,9 7,1-0,3-0,1 Extra-Ue ,3 47,1 9,2-3,9 14,8 11,9 5,0 3,4 Russia ,6 4,8 7,4 8,4 17,7 15,5 2,3 4,6 * T.v.m.a: tasso di variazione medio annuo. Fonte: elaborazioni Ismea su dati Istat 1 Sono considerate le seguenti attività economiche (Ateco 2007): A- Prodotti dell agricoltura, della silvicoltura e della pesca; B- Prodotti dell'estrazione di minerali da cave e miniere; C- Prodotti delle attività manifatturiere; D- Energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata; E- Prodotti delle attività di trattamento dei rifiuti e risanamento; J- Prodotti delle attività dei servizi di informazione e comunicazione; M- Prodotti delle attività professionali, scientifiche e tecniche; R- Prodotti delle attività artistiche, sportive, di intrattenimento e divertimento; S- Prodotti delle altre attività di servizi; V- Merci dichiarate come provviste di bordo, merci nazionali di ritorno e respinte, merci varie. 1

2 Grafico 1 - ITALIA Interscambio commerciale con la Federazione Russa, (milioni di euro) '12/'11; 7,4% '12/'11; 8,4% Totale export Totale import Nota: nei riquadri è indicata la dinamica dei flussi nel 2012 rispetto al Fonte: elaborazioni Ismea su dati Istat Tabella 2 - Graduatoria e peso percentuale sul totale degli scambi in valore dei principali paesi clienti e fornitori dell'italia per il totale delle attività economiche, 2012 Import Graduatoria Paese Partner Peso % Graduatoria Paese Partner Peso % 1 Germania 12,5 1 Germania 14,6 2 Francia 11,1 2 Francia 8,3 3 Stati Uniti 6,8 3 Cina 6,5 4 Svizzera 5,9 4 Paesi Bassi 5,4 5 Regno Unito 4,9 5 Russia 4,8 Fonte: elaborazioni Ismea su dati Istat Totale attività economiche 9 Russia 2,6 5 Russia 4,8 Gli scambi commerciali con la Federazione Russa hanno un ruolo abbastanza importante nell ambito dell intero interscambio italiano. In effetti, nel 2012 le esportazioni italiane in Russia sono risultate pari al 2,6% dell intero export italiano e il paese era 9 nella graduatoria dei clienti (13 nel 2010 e 11 nel 2011). Sul fronte dell import l incidenza è stata del 4,8% e il paese è risultato 5 nella graduatoria dei fornitori (stessa posizione nel 2011 e 7 nel 2010). 2

3 2. Interscambio commerciale agroalimentare Italia - Federazione Russa Nel 2012, sul fronte del commercio agroalimentare con la Federazione Russa, l Italia mostra un avanzo di 271 milioni di euro, prodotto esclusivamente dal settore dell industria alimentare, con 306 milioni di euro, mentre il settore agricolo ha segnato un deficit, seppure limitato, di 35 milioni di euro. Nel complesso, l avanzo dell interscambio agroalimentare è diminuito del 6,7% rispetto al 2011: le esportazioni sono risultate pari a 620 milioni di euro e sono aumentate del 6,8%, mentre le importazioni, pari a 349 milioni di euro, sono cresciute del 20,4%. L export verso la Russia è cresciuto di più rispetto alle esportazioni agroalimentari complessive, ma di meno rispetto a quelle dirette verso i paesi terzi. Rispetto all anno precedente è stata inoltre registrata una decelerazione degli scambi agroalimentari con la Russia: nel 2011, infatti, le esportazioni erano aumentate del 20,3% e le importazioni del 64,7%. Le dinamiche di medio periodo ( ) mostrano degli scambi agroalimentari con la Russia molto vivaci (l export è cresciuto in media ogni anno del 9,7%, l import dell 11,3%). Tabella 3 - ITALIA - Interscambio commerciale dei prodotti AGROALIMENTARI 1 con la Federazione Russa (milioni di euro) 2012 Peso % Var. % Var. % T.v.m.a.* '12/'11 '11/'10 '07-'12 Import Saldo Import Import Import Import Totale, di cui ,0 100,0 5,4-2,4 8,7 11,2 6,0 3,9 UE ,5 71,5 2,7-0,7 6,7 8,0 5,4 3,6 Extra-Ue ,5 28,5 11,1-6,5 13,3 19,5 7,4 4,8 Russia ,9 0,9 6,8 20,4 20,3 64,7 9,7 11,3 1 Prodotti dell'agricoltura, della silvicoltura e della pesca (Ateco 2007, attività economica A) e Prodotti alimentari, bevande e tabacco (Ateco 2007, attività economica CA). * Tasso di variazione medio annuo. Fonte: elaborazioni Ismea su dati Istat Grafico 2 - ITALIA - Interscambio commerciale agroalimentare con la Federazione Russa, (milioni di euro) '12/'11; 20,4% agroalimentare '12/'11; 6,8% Import agroalimentare Nota: nei riquadri è indicata la dinamica dei flussi nel 2012 rispetto al Fonte: elaborazioni Ismea su dati Istat 3

4 Grafico 3 - ITALIA - Ruolo degli scambi di prodotti agroalimentari con la Federazione Russa, 2012 (%) 2,5 2,0 2,0 1,9 1,9 % 1,5 1,0 1,2 0,7 0,9 0,5 0,0 Import Scambi di prodotti agricoli Italia - Russia vs/scambi totali agricoli Scambi di prodotti alimentari Italia - Russia vs/scambi totali alimentari Scambi di prodotti agroalimentari Italia - Russia vs/scambi totali agroalimentari Fonte: elaborazioni Ismea su dati Istat Nel 2012 le importazioni di prodotti agroalimentari dalla Federazione Russa hanno inciso per solo lo 0,9% sul totale dell import agroalimentare italiano (per i prodotti agricoli, l incidenza seppur di poco sale all 1,2%). Maggiore è stato il ruolo delle esportazioni che hanno rappresentato l 1,9% del totale delle esportazioni agroalimentare italiane. Tabella 4 - Graduatoria e peso percentuale sul totale degli scambi agroalimentari in valore dei principali paesi clienti e fornitori dell'italia, 2011 Import Graduatoria Paese Partner Peso % Graduatoria Paese Partner Peso % 1 Germania 18,6 1 Germania 14,9 2 Francia 11,9 2 Francia 14,5 3 Stati Uniti 8,5 3 Spagna 9,6 4 Regno Unito 8,2 4 Paesi Bassi 9,1 5 Svizzera 4,0 5 Austria 3,5 Fonte: elaborazioni Ismea su dati Istat Totale agroalimentare 12 Russia 1,9 27 Russia 0,9 4

5 Tabella 5 - ITALIA - Interscambio commerciale dei prodotti dell AGRICOLTURA 1 con la Federazione Russa (milioni di euro) Import Saldo Import Import Import Import Agricoltura* ,0 100,0-0,2-5,5 3,3 17,0 4,3 4,5 UE ,1 57,1-1,6-2,4 0,9 11,0 3,6 4,5 Extra-Ue ,9 42,9 5,7-9,5 14,4 25,3 7,4 4,4 Russia ,0 1,2 11,5 0,5 8,8 287,2 4,0 7,0 1 Prodotti dell'agricoltura, della silvicoltura e della pesca (Ateco 2007, attività economica A). * Tasso di variazione medio annuo. Fonte: elaborazioni Ismea su dati Istat Tabella 6 - ITALIA - Interscambio commerciale dei prodotti dell INDUSTRIA ALIMENTARE 1 con la Federazione Russa (milioni di euro) 1 Prodotti alimentari, bevande e tabacco (Ateco 2007, attività economica CA). * Tasso di variazione medio annuo. Fonte: elaborazioni Ismea su dati Istat 2012 Peso % Var. % '12/'11 Var. % '11/'10 T.v.m.a.* '07-' Peso % Var. % Var. % T.v.m.a.* '12/'11 '11/'10 '07-'12 Import Saldo Import Import Import Import Ind. Aliment.* ,0 100,0 6,7-0,9 10,1 8,6 6,4 3,7 UE ,7 78,1 4,0-0,1 8,6 7,0 5,9 3,3 Extra-Ue ,3 21,9 11,9-3,8 13,1 14,4 7,4 5,1 Russia ,9 0,7 5,8 41,9 23,2 1,6 11,2 16,2 Nel 2012, sono aumentate le esportazioni in Russia di prodotti dell industria alimentare (+5,8%) e, soprattutto, di prodotti dell agricoltura (+11,5%). Dal lato delle importazioni, invece, l incremento è da imputare quasi esclusivamente ai prodotti alimentari (+41,9%), mentre i prodotti agricoli sono rimasti stazionari (+0,5%). Rispetto al 2011 l import agricolo ha perso slancio per effetto, principalmente, della riduzione delle importazioni di cereali, dopo il boom registrato l anno precedente. È aumentato, invece, il tasso di crescita delle importazioni di prodotti lavorati. Per quanto riguarda le esportazioni hanno rallentato quelle dei prodotti dell industria alimentare mentre sono aumentate ad un ritmo leggermente maggiore quelle dei prodotti del settore primario. 5

6 3. I principali prodotti agroalimentari importati ed esportati da e verso la Federazione Russa Le tabelle 7 e 8 mostrano le esportazioni italiane (valore, peso percentuale e dinamica) verso la Federazione Russa per i principali gruppi di prodotto e per i prodotti più importanti. Tabella 7 - Esportazioni italiane verso la Federazione Russa per i principali gruppi di prodotti (migliaia di euro) 2012 Var. % 000 '11/'10 '12/'11 Bevande alcoliche e non alcoliche ,9 13,8-8,6 Frutta fresca e secca ,2 4,6 6,9 Pasta, pane e prodotti della pasticceria e biscotteria ,9 19,1 18,8 Carni fresche, congelate, conservate, stagionate, secche e salate ,4 23,6-3,6 Cacao e sue preparazioni ,9 38,2 72,0 Latte e derivati, uova, miele ,6 45,6 19,5 Preparazioni di ortaggi, legumi e frutta ,9 33,2-5,0 Caffè, the e spezie ,9 20,2 21,2 Grassi e oli animali o vegetali ,5 19,1 18,7 Preparazioni alimentari diverse ,3 38,2 9,2 Altri prodotti ,5 33,0 11,0 Fonte: elaborazioni Ismea su dati Global Trade Atlas Poco meno di ¼ delle esportazioni italiane in Russia è costituito da bevande alcoliche e non alcoliche prevalentemente costituite da vini e spumanti (67% circa) e da vermut (22%). Un ruolo importante è rivestito anche dalla frutta fresca e secca (prevalentemente mele, pere, uva da tavola, pesche, nettarine e kiwi), che rappresenta il 14,2% delle esportazioni, da pasta, pane e prodotti della pasticceria e biscotteria che rappresentano il 10,9% e dalle carni fresche, congelate, conservate, stagionate, secche e salate, che incidono per il 9,4% sull intero export italiano. 6

7 Tabella 8 - Esportazioni italiane verso la Federazione Russa per i principali prodotti (migliaia di euro) (segue) Prodotti 000 su tot. Agroalim. su tot. Gruppo su Italia '11/'10 '12/'11 Bevande alcoliche e non alcoliche - di cui: ,9 100,0 2,3 13,8-8,6 - Vini e mosti ,6 66,6 2,1 13,6-15,1 - Vermut e altri vini di uve fresche, preparati con piante o con sostanze aromatiche ,5 22,1 19,3 18,0 1,7 Frutta fresca e secca - di cui: ,2 100,0 2,9 4,6 6,9 - M ele e pere fresche ,5 38,9 3,7 27,8-12,0 - Uve fresche ,6 25,2 3,6-19,0 48,1 - Pesche e nettarine e prugne fresche ,9 20,4 4,2-29,6 59,2 - Kiwi freschi ,9 13,4 3,0 16,6-19,4 Pasta, pane e prodotti della pasticceria e biscotteria - di cui: ,9 100,0 1,8 19,1 18,8 - Paste alimentari, anche cotte o farcite ,5 59,5 1,9 16,9 17,7 - Prodotti della panetteria, della pasticceria e biscotteria Carni fresche, congelate, conservate, stagionate, secche e salate - di cui: ,1 37,4 1,7 22,6 20, ,4 100,0 3,1 23,6-3,6 - Carni bovine congelate ,9 30,6 8,8-10,6-36,3 - Lardo fresco, congelato, salato ,6 27,4 19,5 143,1 29,0 - Frattaglie di bovini, ovicaprini, suini, equini, fresche, refrigerate o congelate ,1 22,8 17,0 63,8 18,5 - Carni suine congelate ,9 9,3 3,1 285,8 15,9 - Prosciutti disossati, speck, culatelli e bresaole ,9 9,1 0,8 20,9 29,7 Cacao e sue preparazioni - di cui: ,9 100,0 3,2 38,2 72,0 - Cioccolata e altre preparazioni alimentari contenenti cacao ,9 99,5 3,3 37,9 71,6 Latte e derivati, uova, miele - di cui: ,6 100,0 1,5 45,6 19,5 - Formaggi e latticini ,4 96,5 1,6 46,5 22,2 Preparazioni di ortaggi, legumi e frutta - di cui: ,9 100,0 1,0 33,2-5,0 - Preparazioni e conserve di pomodoro ,8 37,7 0,8 7,9 16,8 - Succhi di frutta, ortaggi e legumi ,5 29,9 1,6 43,3-27,0 Caffè, the e spezie - di cui: ,9 100,0 2,8 20,2 21,2 - Caffè ,7 96,5 2,8 18,3 19,8 Grassi e oli animali o vegetali - di cui: ,5 100,0 1,6 19,1 18,7 - Olio di oliva ,1 47,3 1,1 0,8 19,1 - Olio di palma ,1 24,1 10,9 65,7 38,0 Preparazioni alimentari diverse ,3 100,0 1,4 38,2 9,2 Panelli, farine e mangimi - di cui: ,1 100,0 2,2 17,5-1,4 - Preparazioni dei tipi utilizzati per l'alimentazione degli animali 2012 Var. % ,5 73,8 3,1 40,0-4,9 7

8 Tabella 8 - (segue) Esportazioni italiane verso la Federazione Russa per i principali prodotti (migliaia di euro) 2012 Var. % Prodotti 000 su tot. su tot. su '11/'10 '12/'11 Agroalim. Gruppo Italia Prep. di carni, pesci, molluschi e crostacei - di cui: ,5 100,0 1,2 156,4-16,6 - Preparazioni di carni e frattaglie bovine non cotte, preparazioni di carni e frattaglie suini, prosciutti cotti e ,7 48,2 2,0 445,4-38,3 omogeneizzati Ortaggi e legumi freschi e secchi - di cui: ,4 100,0 0,7 35,2 41,8 - Insalate (escl. lattughe), bietole da costa, cardi e spinaci ,7 51,2 1,2 93,7 37,5 Semi e frutti oleosi - di cui: ,1 100,0 1,6 189,3-35,1 - Semi di barbabietola da zucchero e di ortaggi destinati alla semina ,9 76,6 2,7 265,5-47,8 Tabacchi - di cui: ,1 100,0 1,9-54,3 86,3 - Tabacchi, greggi o (non lavorati) cascami di tabacco ,1 97,7 2,4-54,3 81,9 Fiori e piante ornamentali - di cui: ,8 100,0 0,7-7,0 83,2 - Piante, alberi e materiale di propagazione ,7 92,2 0,9-6,3 84,8 Zucchero e prodotti a base di zucchero ,7 100,0 1,3 13,1 31,0 Gomme, resine e altri succhi ,7 100,0 2,0-40,1 275,7 Cereali - di cui: ,4 100,0 0,4 26,6 22,6 - Riso ,4 98,3 0,5 27,3 21,0 Altri prodotti di origine animale ,3 100,0 1,7 7,2-4,7 Sfarinati (semole e farine), amidi e malto ,2 100,0 0,6 178,2-20,9 Fonte: elaborazioni Ismea su dati Global Trade Atlas Le tabelle 9 e 10 mostrano le importazioni italiane (valore, peso percentuale e dinamica) dalla Federazione Russa per i principali gruppi di prodotto e per i prodotti più importanti. Tabella 9 - Importazioni italiane dalla Federazione Russa per i principali gruppi di prodotti (migliaia di euro) 2012 Var. % 000 '11/'10 '12/'11 Import Grassi e oli animali o vegetali ,1-15,5 34,8 Panelli, farine e mangimi ,1 34,9 50,4 Cereali ,0 +**** -21,7 Ortaggi e legumi freschi e secchi ,2-7,1 53,5 Semi e frutti oleosi ,7 80,6 67,4 Zucchero e prodotti a base di zucchero ,4 11,4 260,4 Bevande alcoliche e non alcoliche ,5-33,1 74,2 Frutta fresca e secca ,3-62,8 87,7 Pesci, molluschi e crostacei vivi, freschi, cong., secchi, salati e affum ,3 - +**** Cacao e sue preparazioni 336 0,1-11,4-22,3 Altri prodotti 843 0,3 22,1 19,2 **** Variazione percentuale a 4 cifre. Fonte: elaborazioni Ismea su dati Global Trade Atlas 8

9 Le importazioni italiane dalla Federazione Russa sono piuttosto concentrate: poco meno di 1/3 sono costituite da grassi e oli animali e vegetali (olio di colza e ravizzone e di girasole), il 29,1% da panelli, farine e mangimi, e il 26% da cereali (in massima parte frumento tenero). Tabella 10 - Importazioni italiane dalla Federazione Russa per i principali prodotti (migliaia di euro) Prodotti 000 ****** Var. % a 4 cifre. Fonte: elaborazioni Ismea su dati Global Trade Atlas su tot. Agroalim. su tot. Gruppo su Import Italia '11/'10 '12/'11 Grassi e oli animali o vegetali - di cui: ,1 100,0 3,3-15,5 34,8 - Oli di girasole, di cartamo o di cotone e loro frazioni, anche raffinati (ma non modificati chimicamente) - Oli di ravizzone, di colza o di senapa e loro frazioni, anche raffinati (ma non modificati chimicamente) ,3 84,6 31,6-20,2 257, ,8 15,4 10,7 5,4-69,5 Panelli, farine e mangimi - di cui: ,1 100,0 4,9 34,9 50,4 - Panelli e altri residui solidi, anche macinati o agglomerati in forma di pellet, dell'estrazione di grassi e di oli vegetali (escl. quelli dell'estrazione di olio di soia e di olio di arachide) - Residui della fabbricazione degli amidi e residui simili, polpe di barbabietole, cascami di canne da zucchero e altri cascami della fabbricazione dello zucchero ,9 78,9 46,8 29,9 54, ,1 21,0 18,1 54,2 35,5 Cereali - di cui: ,0 100,0 3,3 +**** -21,7 - Frumento ,1 57,8 3,0 886,3-44,6 - Granturco ,8 41,5 5,3-147,1 Ortaggi e legumi freschi e secchi - di cui: ,2 100,0 1,5-7,1 53,5 - Legumi da granella, secchi, sgranati, anche decorticati o spezzati ,8 93,7 9,0-14,7 70,1 Semi e frutti oleosi - di cui: ,7 100,0 1,3 80,6 67,4 - Semi di lino, anche frantumati ,5 54,6 60,3 31,0 25,9 - Fave di soia, anche frantumate ,8 38,6 1,1 - - Zucchero e prodotti a base di zucchero - di cui: ,4 100,0 0,3 11,4 260,4 - Sottoprodotti delle bietole ,1 77,8 13,3-840,7 Bevande alcoliche e non alcoliche - di cui: ,5 100,0 0,1-33,1 74,2 - Vodka 930 0,3 64,8 0,3-53,4 189,4 - Birra di malto 498 0,2 34,7 0,1-8,2 0,8 Frutta fresca e secca ,3 100,0 0,05-62,8 87,7 Pesci, molluschi e crostacei vivi, freschi, cong., secchi, salati e affum Var. % 933 0,3 100,0 0,03 - +**** Cacao e sue preparazioni 336 0,1 100,0 0,04-11,4-22,3 9

10 4. Italia: il ruolo della Federazione Russa come cliente/fornitore di prodotti agroalimentari Nel 2012 la Federazione Russa è risultato per l Italia 12 tra i Paesi clienti e 27 tra i Paesi fornitori di prodotti agroalimentari. Individuati i principali gruppi di prodotti agroalimentari che l Italia esporta in Russia, la tabella 11 indica per ogni gruppo di prodotto il delle esportazioni (in valore) verso la Federazione Russa sul totale delle esportazioni italiane del 2012: ad esempio, l Italia ha esportato in Russia il 3,2% di cacao e sue preparazioni complessivamente esportati nel Un analoga interpretazione va fatta per i principali gruppi di prodotti agroalimentari che l Italia importa dalla Federazione Russa: l Italia ha importato (in valore) dalla Russia il 4,9% di panelli, farine e mangimi complessivamente importati nel Tabella 11 - Incidenza percentuale della Federazione Russa sul complesso delle esportazioni o importazioni italiane (in valore) relative ai principali gruppi di prodotti, 2012 (%) italiano Import italiano Fonte: elaborazioni Ismea su dati Global Trade Atlas Russia su totale Russia su totale Totale agroalimentare 1,9 Totale agroalimentare 0,9 Cacao e sue preparazioni 3,2 Panelli, farine e mangimi 4,9 Carni fresche, congelate, conservate, stagionate, secche e salate 3,1 Grassi e oli animali o vegetali 3,3 Frutta fresca e secca 2,9 Cereali 3,3 Caffè, the e spezie 2,8 Ortaggi e legumi freschi e secchi 1,5 Bevande alcoliche e non alcoliche 2,3 Semi e frutti oleosi 1,3 Panelli, farine e mangimi 2,2 Zucchero e prodotti a base di zucchero 0,3 Gomme, resine e altri succhi 2,0 Bevande alcoliche e non alcoliche 0,1 Tabacchi 1,9 Altri prodotti di origine animale 0,1 Pasta, pane e prodotti della pasticceria e biscotteria 1,8 Frutta fresca e secca 0,0 Altri prodotti di origine animale 1,7 Cacao e sue preparazioni 0,0 Semi e frutti oleosi 1,6 Altri prodotti di origine vegetale 0,0 Grassi e oli animali o vegetali 1,6 Pesci, molluschi e crostacei vivi, freschi, cong., secchi, salati e affum. Latte e derivati, uova, miele 1,5 Preparazioni alimentari diverse 0,0 Preparazioni alimentari diverse 1,4 Tabacchi 0,0 Altri prodotti di origine vegetale 1,3 Sfarinati (semole e farine), amidi e malto 0,0 Zucchero e prodotti a base di zucchero 1,3 Preparazioni di ortaggi, legumi e frutta 0,0 Preparazioni di carni, pesci, molluschi e crostacei Preparazioni di ortaggi, legumi e frutta 1,0 1,2 Fiori e piante ornamentali 0,0 Carni fresche, congelate, conservate, stagionate, secche e salate 0,0 0,0 10

11 5. Federazione Russa: il ruolo dell Italia come cliente/fornitore di prodotti agroalimentari Nella tabella 12 viene analizzato il ruolo dell Italia come cliente e fornitore di prodotti agroalimentari della Federazione Russa. Pertanto viene riportato il del prodotto italiano sul totale delle importazioni in valore russe del Ad esempio, nel 2012 la Federazione Russa ha importato dall Italia il 13,7% delle bevande alcoliche e non alcoliche complessivamente importate. Un analoga interpretazione va fatta per i principali gruppi di prodotti agroalimentari che la Federazione Russa esporta in Italia: nel 2012, la Federazione Russa ha esportato in Italia l 11,5% di panelli, farine e mangimi complessivamente esportati. Per la Russia, l Italia è 11 tra i Paesi fornitori e 9 tra i Paesi clienti di prodotti agroalimentari. Tabella 12 - Incidenza percentuale della Federazione Russa sul complesso delle esportazioni o importazioni italiane (in valore) relative ai principali gruppi di prodotti, 2012 (%) Import russo russo Italia su totale Fonte: elaborazioni Ismea su dati Global Trade Atlas (dati Customs Committee of Russia) Italia su totale Totale agroalimentare 3,3 Totale agroalimentare 2,4 Bevande alcoliche e non alcoliche 13,7 Panelli, farine e mangimi 11,5 Pasta, pane e prodotti della pasticceria e biscotteria 10,7 Altri prodotti di origine vegetale 8,5 Caffè, the e spezie 4,8 Ortaggi e legumi freschi e secchi 6,5 Cacao e sue preparazioni 4,8 Grassi e oli animali o vegetali 6,0 Preparazioni di carni, pesci, molluschi e crostacei 4,0 Semi e frutti oleosi 3,5 Grassi e oli animali o vegetali 4,0 Cereali 1,7 Frutta fresca e secca 3,5 Frutta fresca e secca 1,4 Preparazioni di ortaggi, legumi e frutta 3,4 Zucchero e prodotti a base di zucchero 1,1 Tabacchi 2,3 Bevande alcoliche e non alcoliche 0,4 Semi e frutti oleosi 2,3 Altri prodotti di origine animale 0,2 Altri prodotti di origine animale 2,1 Cacao e sue preparazioni 0,1 Latte e derivati, uova, miele 2,1 Preparazioni alimentari diverse 0,1 Panelli, farine e mangimi 2,0 Preparazioni di ortaggi, legumi e frutta 0,1 Preparazioni alimentari diverse 2,0 Tabacchi 0,1 Sfarinati (semole e farine), amidi e malto 1,7 Caffè, the e spezie 0,0 Zucchero e prodotti a base di zucchero 1,6 Pasta, pane e prodotti della pasticceria e biscotteria Fiori e piante ornamentali 1,5 Sfarinati (semole e farine), amidi e malto 0,0 Cereali 1,1 Carni fresche, congelate, conservate, stagionate, secche e salate Pesci, molluschi e crostacei vivi, freschi, cong., secchi, salati e affum. 1,0 Animali vivi 0,0 0,0 0,0 11

7. Gli scambi mondiali di prodotti agroalimentari: paesi competitor e mercati di sbocco

7. Gli scambi mondiali di prodotti agroalimentari: paesi competitor e mercati di sbocco 7. Gli scambi mondiali di prodotti agroalimentari: paesi competitor e mercati di sbocco IN SINTESI Le esportazioni mondiali di prodotti agroalimentari sono piuttosto concentrate con i primi 10 paesi che

Dettagli

L INTERSCAMBIO DI PRODOTTI AGROALIMENTARI TRA I PAESI AGRONET : STATO DELL ARTE, TREND E PROSPETTIVE FUTURE

L INTERSCAMBIO DI PRODOTTI AGROALIMENTARI TRA I PAESI AGRONET : STATO DELL ARTE, TREND E PROSPETTIVE FUTURE L INTERSCAMBIO DI PRODOTTI AGROALIMENTARI TRA I PAESI AGRONET : STATO DELL ARTE, TREND E PROSPETTIVE FUTURE Direttore Area Agricoltura e Industria alimentare Nomisma spa I TEMI DI APPROFONDIMENTO Gli scambi

Dettagli

agroalimentare I trimestre 2014

agroalimentare I trimestre 2014 AGRItrend Evoluzione e cifre sull agro-alimentare La bilancia commerciale agroalimentare I trimestre 2014 A 8 LA BILANCIA COMMERCIALE AGROALIMENTARE A differenza di quanto riscontrato nel corso del 2013,

Dettagli

Codici ATECO AGRICOLTURA - SILVICOLTURA - PESCA COLTIVAZIONI AGRICOLE - PRODUZIONE DI PRODOTTI ANIMALI CACCIA E SERVIZI CONNESSI

Codici ATECO AGRICOLTURA - SILVICOLTURA - PESCA COLTIVAZIONI AGRICOLE - PRODUZIONE DI PRODOTTI ANIMALI CACCIA E SERVIZI CONNESSI Codici ATECO AGRICOLTURA - SILVICOLTURA - PESCA COLTIVAZIONI AGRICOLE - PRODUZIONE DI PRODOTTI ANIMALI CACCIA E SERVIZI CONNESSI Tipo D.I.A. 01. 11. 10 Coltivazione di cereali (escluso il riso) 01. 11.

Dettagli

DINAMICA DEL COMMERCIO AGROALIMENTARE MONDIALE: ATTORI E DETERMINANTI

DINAMICA DEL COMMERCIO AGROALIMENTARE MONDIALE: ATTORI E DETERMINANTI DINAMICA DEL COMMERCIO AGROALIMENTARE MONDIALE: ATTORI E DETERMINANTI Anna Carbone (Università della Tuscia) Antonella Finizia (Ismea) Workshop del Gruppo 2013 L agroalimentare italiano nel commercio mondiale:

Dettagli

COMMERCIO CON L ESTERO DEI PRODOTTI AGROALIMENTARI 2014

COMMERCIO CON L ESTERO DEI PRODOTTI AGROALIMENTARI 2014 APPORTO CREA 1. logo crea CMYN. eps 2. logo crea Pantone. eps PANTONE 3015 U PANTONE 363 U 1 COMMERCIO CON L ESTERO DEI PRODOTTI AGROALIMENTARI 2014 Consiglio per la ricerca in agricoltura e l analisi

Dettagli

ESPORTAZIONI 2014/4 ESPORTAZIONI 2013

ESPORTAZIONI 2014/4 ESPORTAZIONI 2013 ITALIANE DI PRODOTTI AGROALIMENTARI IN RUSSIA RELATIVE AI CODICI DOGANALI INSERITI NELLE SANZIONI APPROVATE DAL GOVERNO DELLA FEDERAZIONE RUSSA IN DATA 7.8.2014 CATEGORIA *)***) (note ultima pagina) CODICE

Dettagli

I dati dell export piemontese di prodotti alimentari

I dati dell export piemontese di prodotti alimentari I dati dell export piemontese di prodotti alimentari Novara, 29 Ottobre 2015 Corso L export prodotti alimentari di origine animale e vegetale 1 L industria alimentare piemontese in cifre (industria alimentare

Dettagli

IL MERCATO AGROALIMENTARE CANADESE & IL MADE IN ITALY ASCAL BOVA ITALIAN TRADE COMMISSIONER

IL MERCATO AGROALIMENTARE CANADESE & IL MADE IN ITALY ASCAL BOVA ITALIAN TRADE COMMISSIONER IL MERCATO AGROALIMENTARE CANADESE & IL MADE IN ITALY ASCAL BOVA ITALIAN TRADE COMMISSIONER Avvertenze I dati utilizzati sono gli ultimi disponibili, eccetto ove indicato. Le fonti sono istituti statistici

Dettagli

I FLUSSI DI ESPORTAZIONE DEL COMPARTO AGROALIMENTARE ITALIANO. Milano, 6 ottobre 2015

I FLUSSI DI ESPORTAZIONE DEL COMPARTO AGROALIMENTARE ITALIANO. Milano, 6 ottobre 2015 I FLUSSI DI ESPORTAZIONE DEL COMPARTO AGROALIMENTARE ITALIANO Milano, 6 ottobre 2015 INFORMAZIONI GENERALI Export Il settore agroalimentare ha continuato a registrare negli ultimi anni una costante crescita

Dettagli

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano Rapporto annuale ISMEA Rapporto annuale 2012 2. L agricoltura italiana a confronto con l Ue IN SINTESI Nel 2011, secondo i conti economici dell agricoltura pubblicati da Eurostat, il reddito agricolo italiano

Dettagli

Bilancia agroalimentare

Bilancia agroalimentare Bilancia agroalimentare 1. Interscambio commerciale L interscambio commerciale totale dell Italia con la Polonia ha mostrato nel 2011 un avanzo di circa 1,8 miliardi di euro, in aumento del 37,4% rispetto

Dettagli

Antonella Finizia, Ismea

Antonella Finizia, Ismea Tendenze del commercio agroalimentare mondiale e ruolo del Made in Italy Rapporto presentato al Convegno Il commercio agroalimentare mondiale e ruolo del Made in Italy Expo 2015 - Milano, 26 giugno 2015

Dettagli

Legge 598/94. Disciplina delle attività rientranti nei settori della trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli

Legge 598/94. Disciplina delle attività rientranti nei settori della trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli Legge 598/94 Disciplina delle attività rientranti nei settori della trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli (classificazione ISTAT 1991) 15.11.1 Produzione di carne, non di volatili,

Dettagli

L INDUSTRIA ALIMENTARE ITALIANA IN CINA

L INDUSTRIA ALIMENTARE ITALIANA IN CINA L INDUSTRIA ALIMENTARE ITALIANA IN CINA DANIELE ROSSI Direttore Generale 18 marzo 2013 L Industria Alimentare Italiana Stime 2012 FATTURATO 130 MILIARDI. E il 2 settore manufatturiero in Italia: insieme

Dettagli

16.12.2004 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea C 310/395 B. ALLEGATI AL TRATTATO CHE ADOTTA UNA COSTITUZIONE PER L'EUROPA

16.12.2004 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea C 310/395 B. ALLEGATI AL TRATTATO CHE ADOTTA UNA COSTITUZIONE PER L'EUROPA 16.12.2004 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea C 310/395 B. ALLEGATI AL TRATTATO CHE ADOTTA UNA COSTITUZIONE PER L'EUROPA C 310/396 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea 16.12.2004 ALLEGATO I

Dettagli

Bilancia agroalimentare

Bilancia agroalimentare Bilancia agroalimentare Interscambio commerciale agroalimentare 1. Gli scambi Italia-Cina 1.1. La bilancia commerciale agroalimentare italiana Nel 2011, la bilancia commerciale agroalimentare ha presentato

Dettagli

COMMERCIO ALL INGROSSO DI FRUTTA E ORTAGGI CONSERVATI COMMERCIO ALL INGROSSO DI PRODOTTI DI SALUMERIA

COMMERCIO ALL INGROSSO DI FRUTTA E ORTAGGI CONSERVATI COMMERCIO ALL INGROSSO DI PRODOTTI DI SALUMERIA STUDIO DI SETTORE WM21E ATTIVITÀ 46.31.20 COMMERCIO ALL INGROSSO DI FRUTTA E ORTAGGI CONSERVATI ATTIVITÀ 46.32.20 COMMERCIO ALL INGROSSO DI PRODOTTI DI SALUMERIA ATTIVITÀ 46.33.10 COMMERCIO ALL INGROSSO

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 17.5.2012 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 130/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) N. 418/2012 DELLA COMMISSIONE del 16 maggio 2012 che modifica il regolamento

Dettagli

Attività C.1.1. Attività C.1.1

Attività C.1.1. Attività C.1.1 Attività C.1.1 Attività C.1.1 Realizzazione di una indagine sullo stato dell'arte sulla legge e l'attuazione di procedure di qualità in campo economico euro-mediterraneo. Progetto AgroMed Quality Parte

Dettagli

NUMERI CHIAVE DELLA FILIERA BIOLOGICA dalla produzione al consumatore: il ruolo dell ortofrutta

NUMERI CHIAVE DELLA FILIERA BIOLOGICA dalla produzione al consumatore: il ruolo dell ortofrutta NUMERI CHIAVE DELLA FILIERA BIOLOGICA dalla produzione al consumatore: il ruolo dell ortofrutta Silvia ZUCCONI Coordinatore Area Agroalimentare NOMISMA > SUPERFICI BIO SUPERFICI BIOLOGICHE (milioni di

Dettagli

Elaborazione flash. Osservatorio MPI Confartigianato Sicilia 11/12/2015

Elaborazione flash. Osservatorio MPI Confartigianato Sicilia 11/12/2015 Elaborazione flash Osservatorio MPI Confartigianato 11/12/2015 SPECIALE NATALE 2015 L'artigianato alimentare ed il made in Italy di prodotti alimentari e bevande in Al III trimestre 2015 il settore dell

Dettagli

Incremento dell export agroalimentare: importante valorizzare i prodotti DOP e IGP

Incremento dell export agroalimentare: importante valorizzare i prodotti DOP e IGP Incremento dell export agroalimentare: importante valorizzare i prodotti e IGP Fra gli obiettivi del Governo a sostegno dell economia e dell occupazione, c è l incremento, entro il 2020, dell export agroalimentare

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 PRODUZIONI ALIMENTARI Processo Trasformazione e produzione alimentare Sequenza di processo Progettazione,

Dettagli

REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) N. 924/2013 DELLA COMMISSIONE

REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) N. 924/2013 DELLA COMMISSIONE L 254/6 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 26.9.2013 REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) N. 924/2013 DELLA COMMISSIONE del 25 settembre 2013 recante apertura e modalità di gestione di contingenti tariffari

Dettagli

Il sistema agroalimentare

Il sistema agroalimentare ENAA 2015/2016 Il sistema agroalimentare Obiettivo: conoscere le principali componenti e caratteristiche del sistema agroalimentare italiano. SETTORE PRIMARIO Forme di conduzione e occupazione

Dettagli

Al Dipartimento di Prevenzione della ASL.. per il tramite del Comune di.. Allegato

Al Dipartimento di Prevenzione della ASL.. per il tramite del Comune di.. Allegato Modulo per la notifica all Autorità competente delle attività in campo alimentare soggette a registrazione ai sensi dell articolo 6 del Regolamento (CE) n. 852/2004 Allegato Al Dipartimento di Prevenzione

Dettagli

CATEGORIA *)***) (note ultima pagina)

CATEGORIA *)***) (note ultima pagina) INSERITI NELLE SANZIONI APPROVATE DAL GOVERNO DELLA FEDERAZIONE RUSSA IN DATA 7.8.2014 E SUCCESSIVE MODIFICHE DEL 20.08.2014, ED EMENDATE CON DECRETO N. 625 DEL 25.06.2015. CATEGORIA *)***) (note ultima

Dettagli

Per l Expo tutto l agroalimentare italiano in un click

Per l Expo tutto l agroalimentare italiano in un click Per l Expo tutto l agroalimentare italiano in un click - 14 gennaio 2015 - L Italia, campione del mangiar bene e del buon vino, leader mondiale nella sicurezza alimentare e nell eco-sostenibilità delle

Dettagli

DOP E IGP: I NUMERI DELLA QUALITA. Il contesto internazionale dei prodotti a marchio distintivo

DOP E IGP: I NUMERI DELLA QUALITA. Il contesto internazionale dei prodotti a marchio distintivo DOP E IGP: I NUMERI DELLA QUALITA Bologna, 12 settembre 2008 Il contesto internazionale dei prodotti a marchio distintivo Maurizio Esposito MIPAAF Dipartimento Politiche di Sviluppo Le produzioni con marchio

Dettagli

L industria del Made in Italy e la route to market verso l internazionalizzazione. Spunti su come l Europa ci può aiutare

L industria del Made in Italy e la route to market verso l internazionalizzazione. Spunti su come l Europa ci può aiutare Milano, 28 aprile 2014 L industria del Made in Italy e la route to market verso l internazionalizzazione. Spunti su come l Europa ci può aiutare Paolo De Castro Presidente Commissione Agricoltura e Sviluppo

Dettagli

IL MERCATO RETAIL DEI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA

IL MERCATO RETAIL DEI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA IL MERCATO RETAIL DEI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA NICOLA LASORSA - ISMEA 12 settembre 2015 www.ismea.it www.ismeaservizi.it IL VALORE DEL MERCATO BIO AL CONSUMO IN ITALIA -2014 STIMA DEL MERCATO RETAIL

Dettagli

COMUNICATO STAMPA 31 Maggio 2013 ore 11.00

COMUNICATO STAMPA 31 Maggio 2013 ore 11.00 COMUNE DI REGGIO CALABRIA SERVIZIO STATISTICA www.reggiocal.it/statistica ANTICIPAZIONE DELLA VARIAZIONE DEGLI INDICI DEI PREZZI AL CONSUMO CITTA DI REGGIO CALABRIA MESE DI MAGGIO 2013 Nel mese di Maggio,

Dettagli

Il sottoscritto... nato a (prov.. ) il (gg/mm/aa)... residente in.. (prov...) via/piazza.. n... c.a.p... codice fiscale... Tel... Fax e.mail..

Il sottoscritto... nato a (prov.. ) il (gg/mm/aa)... residente in.. (prov...) via/piazza.. n... c.a.p... codice fiscale... Tel... Fax e.mail.. Modulo per la notifica all Autorità competente delle attività in campo alimentare soggette a registrazione ai sensi dell articolo 6 del Regolamento (CE) n. 852/853/854 2004 S.C.I.A. di notifica Igienico

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 PRODUZIONI ALIMENTARI Processo Sequenza di processo Area di Attività Qualificazione regionale Referenziazioni

Dettagli

Gli acquisti domestici di prodotti biologici confezionati in Italia nella GDO

Gli acquisti domestici di prodotti biologici confezionati in Italia nella GDO Maggio 2012 In sintesi Il quadro internazionale dell agricoltura biologica Nel 2010, secondo gli ultimi dati disponibili, l agricoltura biologica a livello mondiale ha sostanzialmente confermato l estensione

Dettagli

SCHEMA DI DIETA PRIVA DI GLUTINE (per scuola materna elementare - media)

SCHEMA DI DIETA PRIVA DI GLUTINE (per scuola materna elementare - media) Dipartimento Cure Primarie Area Dipartimentale salute donna e bambino UOS Pediatria Territoriale Est SCHEMA DI DIETA PRIVA DI GLUTINE (per scuola materna elementare - media) Merenda di metà mattina Latte

Dettagli

Il mercato cinese dei prodotti agroalimentari

Il mercato cinese dei prodotti agroalimentari Il mercato cinese dei prodotti agroalimentari Il mercato cinese dei prodotti agroalimentari Il settore alimentare cinese sta progressivamente cambiando grazie all aumento del potere d acquisto e all evoluzione

Dettagli

3. L industria alimentare italiana a confronto con l Ue

3. L industria alimentare italiana a confronto con l Ue Rapporto annuale 2012 3. L industria alimentare italiana a confronto con l Ue IN SINTESI Nel 2011, la contrazione della domanda interna nonostante la tenuta di quella estera ha determinato un calo dell

Dettagli

La similarità delle categorie merceologiche dei flussi di esportazioni e di importazioni di prodotti alimentari nell ambito dell Unione Europea

La similarità delle categorie merceologiche dei flussi di esportazioni e di importazioni di prodotti alimentari nell ambito dell Unione Europea La similarità delle categorie merceologiche dei flussi di esportazioni e di importazioni di prodotti alimentari nell ambito dell Unione Europea Angela Mariani, Rosa Maria Fanelli, and Angela Di Nocera

Dettagli

Osservatorio SANA 2015 L AGROALIMENTARE BIOLOGICO ITALIANO ALL ESTERO SILVIA ZUCCONI - Nomisma

Osservatorio SANA 2015 L AGROALIMENTARE BIOLOGICO ITALIANO ALL ESTERO SILVIA ZUCCONI - Nomisma Osservatorio SANA 2015 L AGROALIMENTARE BIOLOGICO ITALIANO ALL ESTERO SILVIA ZUCCONI - Nomisma Progetto promosso da: Con il patrocinio di: OSSERVATORIO SANA 2015 OSSERVATORIO SANA 2015 a cura di OBIETTIVI

Dettagli

ANALISI CONGIUNTURALE INTERSCAMBIO ITALIA RUSSIA

ANALISI CONGIUNTURALE INTERSCAMBIO ITALIA RUSSIA ANALISI CONGIUNTURALE INTERSCAMBIO ITALIA RUSSIA GIUGNO 2014 CONTENUTI E NOTE METODOLOGICHE Lo studio che segue, curato dall Agenzia ICE di Mosca, e di tipo congiunturale e analizza in dettaglio, per tavole

Dettagli

CONSUMI E DIMENSIONI DEL

CONSUMI E DIMENSIONI DEL CONSUMI E DIMENSIONI DEL BIOLOGICO IN ITALIA FABIO DEL BRAVO ISMEA 12 settembre 2015 www.ismea.it www.ismeaservizi.it AGENDA Il contesto Le dinamiche recenti Il valore del mercato bio Il ruolo della GDO

Dettagli

Allegato A) Consigli per la TIPOLOGIA e La QUALITA degli ALIMENTI

Allegato A) Consigli per la TIPOLOGIA e La QUALITA degli ALIMENTI Allegato A) Consigli per la TIPOLOGIA e La QUALITA degli ALIMENTI 1 Sede legale : Via Mazzini, 117-28887 Omegna (VB) Tel. +39 0323.5411 0324.4911 fax +39 0323.643020 e-mail: protocollo@pec.aslvco.it -

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 PRODUZIONI ALIMENTARI Processo Trasformazione e produzione alimentare Sequenza di processo Progettazione,

Dettagli

Cosa spiega le differenze nei consumi

Cosa spiega le differenze nei consumi I consumi di prodotti agro-alimentari: differenziazioni nello spazio e nel tempo Cosa spiega le differenze nei consumi tra individui diversi tra paesi diversi per uno stesso individuo, o per uno stesso

Dettagli

Il made in Italy nel commercio con l estero dei prodotti agroalimentari

Il made in Italy nel commercio con l estero dei prodotti agroalimentari L agroalimentare italiano nel commercio mondiale: Specializzazione, competitività e dinamiche Il made in Italy nel commercio con l estero dei prodotti agroalimentari Roberto Henke (Inea) Gruppo di lavoro:

Dettagli

LA BORSA MERCI TELEMATICA ITALIANA AL SERVIZIO DEL COMPARTO SUINICOLO. Reggio Emilia, 25 febbraio 2015

LA BORSA MERCI TELEMATICA ITALIANA AL SERVIZIO DEL COMPARTO SUINICOLO. Reggio Emilia, 25 febbraio 2015 AL SERVIZIO DEL COMPARTO SUINICOLO Reggio Emilia, 25 febbraio 2015 Cos è la Borsa Merci Telematica Italiana È il mercato telematico regolamentato dei prodotti agricoli, agroenergetici, agroalimentari,

Dettagli

EXPO: PARLATO E BRUNO PRESENTANO IL RAPPORTO CREA SUL COMMERCIO ESTERO

EXPO: PARLATO E BRUNO PRESENTANO IL RAPPORTO CREA SUL COMMERCIO ESTERO EXPO: PARLATO E BRUNO PRESENTANO IL RAPPORTO CREA SUL COMMERCIO ESTERO 5144-01:07:15/13:05 - milano, (agra press) - nel 2014 per l'agroalimentare le esportazioni, pari a circa 35 miliardi di euro, sono

Dettagli

Giovanni Peira. Università degli studi di Torino

Giovanni Peira. Università degli studi di Torino Giovanni Peira Università degli studi di Torino L agricoltura dalla parte del consumatore Domanda e offerta di prodotti agroalimentari: il punto di vista del consumatore. 2 dicembre 2008, Torino 1 Evoluzione

Dettagli

Le tendenze e gli scenari futuri per l agro-alimentare lombardo

Le tendenze e gli scenari futuri per l agro-alimentare lombardo Le tendenze e gli scenari futuri per l agro-alimentare lombardo Roberto Pretolani Dipartimento di Economia, Management e Metodi quantitativi Università degli Studi di Milano Regione Lombardia, 4 dicembre

Dettagli

PRODOTTI ALIMENTARI. Return on Investment (ROI) (%) 5,6 3,7 Return on Sales (ROS) (%) 4,6 3,2 Return on Equity (ROE) (%) 6,0 1,4

PRODOTTI ALIMENTARI. Return on Investment (ROI) (%) 5,6 3,7 Return on Sales (ROS) (%) 4,6 3,2 Return on Equity (ROE) (%) 6,0 1,4 L INDUSTRIA ALIMENTARE E IL COMMERCIO CON L ESTERO DEI PRODOTTI ALIMENTARI 1. L Industria alimentare (Indagine sui bilanci delle imprese) Gli ultimi anni sono stati caratterizzati da un aumentato interesse

Dettagli

Roma, 29 luglio 2004. CIRCOLARE n. 40/D. Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI. e, p.c.

Roma, 29 luglio 2004. CIRCOLARE n. 40/D. Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI. e, p.c. Roma, 29 luglio 2004 Protocollo: 2368 Rif.: Allegati: 1 CIRCOLARE n. 40/D Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI e, p.c. Alle Direzioni delle Circoscrizioni doganali Agli Uffici delle

Dettagli

OSSERVATORIO SANA 2015

OSSERVATORIO SANA 2015 Progetto promosso da: Progetto realizzato da: Progetto realizzato con il patrocinio di: OSSERVATORIO SANA 2015 A CURA DI NOMISMA L AGROALIMENTARE BIOLOGICO ITALIANO ALL ESTERO La filiera biologica italiana

Dettagli

Riproduzione delle piante Lavorazione delle sementi per la semina Estrazione di sale

Riproduzione delle piante Lavorazione delle sementi per la semina Estrazione di sale Riproduzione delle piante Lavorazione delle sementi per la semina Estrazione di sale Produzione di carne non di volatili e di prodotti della macellazione (attività dei mattatoi) Produzione di carne di

Dettagli

Paniere dell'indice dei prezzi al consumo per l'intera collettività nazionale - Anno 2008 coefficienti di ponderazione - base dicembre 2007 = 100

Paniere dell'indice dei prezzi al consumo per l'intera collettività nazionale - Anno 2008 coefficienti di ponderazione - base dicembre 2007 = 100 Riso 1.064 Pane 13.504 Pasta 5.808 Cereali e farine 590 Pasticceria 4.905 Biscotti dolci 2.742 Biscotti salati 1.709 Alimenti dietetici 374 Altri cereali e piatti pronti 2.505 Carne bovina fresca 18.572

Dettagli

L Italia. in Russia. I numeri della presenza italiana in Russia. Esportazioni (2008): 10,5 miliardi (3% del totale export Italia)

L Italia. in Russia. I numeri della presenza italiana in Russia. Esportazioni (2008): 10,5 miliardi (3% del totale export Italia) L Italia in Russia I numeri della presenza italiana in Russia Esportazioni (2008): 10, miliardi (3% del totale export Italia) La Russia è il 7 paese cliente dell Italia (dopo Germania, Francia, Spagna,

Dettagli

! " $ #% &' ) * * + ,, -'./.''' # "

!  $ #% &' ) * * + ,, -'./.''' # ! " $ % &' ( ) * * +,, -'./.'''..'' " , 1! " 2 ( 2 3 $ 4 4! 1 5.6 7 $ 2 $ 8, + " + $ + + La piramide alimentare del celiaco 9 + : / Verdure tal quali o conservate sott olio o sott aceto o surgelate Frutta

Dettagli

CUORE & ALIMENTAZIONE

CUORE & ALIMENTAZIONE 5 Convegno Socio-Scientifico ASPEC Teatro «Antonio Ghirelli» - Salerno, 27 Giugno 2015 CUORE & ALIMENTAZIONE Annapaola Campana Unità Operativa di Oncoematologia Presidio Ospedaliero Pagani (SA) CAUSE DI

Dettagli

I dati Import-Export. 1 semestre 2014

I dati Import-Export. 1 semestre 2014 I dati Import-Export 1 semestre 2014 Import, Export e bilancia commerciale (valori in euro) Provincia di Mantova, Lombardia e Italia, 1 semestre 2014 (dati provvisori) import 2014 provvisorio export saldo

Dettagli

PRODOTTI DOP E IGP: PRESENTE, FUTURO, FATTORE DI COMPETITIVITA

PRODOTTI DOP E IGP: PRESENTE, FUTURO, FATTORE DI COMPETITIVITA Accademia dei Georgofili Firenze, 2 dicembre 2014 PRODOTTI DOP E IGP: PRESENTE, FUTURO, FATTORE DI COMPETITIVITA PAOLO DE CASTRO Commissione Agricoltura e Sviluppo Rurale del Parlamento Europeo LA CRESCITA

Dettagli

I MERCATI TELEMATICI DELLE BIOMASSE

I MERCATI TELEMATICI DELLE BIOMASSE I MERCATI TELEMATICI DELLE BIOMASSE Camera di Commercio Firenze Borsa Merci Telematica Italiana CONSORZIO DELLE CAMERE DI COMMERCIO SOMMARIO 1. La Borsa Merci Telematica Italiana.. 2 2. I mercati telematici....

Dettagli

Studio di Economia e consulenza Aziendale s.r.l. Aliquote IVA: Assoggettamento ed aliquote per gli alimenti

Studio di Economia e consulenza Aziendale s.r.l. Aliquote IVA: Assoggettamento ed aliquote per gli alimenti News per i Clienti dello studio del 17 settembre 2014 Ai gentili clienti Loro sedi Aliquote IVA: Assoggettamento ed aliquote per gli alimenti (Art. 16 del D.P.R. n. 633/72) Gentile cliente, con la presente

Dettagli

Il mercato tedesco del vino

Il mercato tedesco del vino Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Ufficio di Berlino Nota Settoriale Il mercato tedesco del vino Berlino, marzo 2013 2 INDICE 1. Importanza del mercato

Dettagli

Settore delle Industrie Alimentari e Bevande

Settore delle Industrie Alimentari e Bevande Settore delle Industrie Alimentari e Bevande Tendenze e prospettive strategiche Gennaio 2015 La rilevanza del settore agroalimentare In Italia il processo di produzione e distribuzione di prodotti agroalimentari

Dettagli

Schema della dieta ipoproteica 1

Schema della dieta ipoproteica 1 Schema della dieta ipoproteica 1 Consigli generali: 1. Consumare settimanalmente come secondi piatti: Carne Pesce (fresco e surgelato) Formaggio fresco Prosciutto cotto al naturale Uova Legumi (freschi

Dettagli

COMMERCIO CON L ESTERO

COMMERCIO CON L ESTERO 17 novembre 014 Settembre 014 COMMERCIO CON L ESTERO Rispetto al mese precedente, a settembre 014 si rileva un aumento sia delle esportazioni (+1,5%) sia delle importazioni (+1,6%). L aumento congiunturale

Dettagli

0.946.293.492. Accordo commerciale tra la Confederazione Svizzera e la Repubblica francese. Traduzione 1

0.946.293.492. Accordo commerciale tra la Confederazione Svizzera e la Repubblica francese. Traduzione 1 Traduzione 1 0.946.293.492 Accordo commerciale tra la Confederazione Svizzera e la Repubblica francese Conchiuso il 28 novembre 1967 Entrato in vigore il 1 gennaio 1968 Il Governo della Confederazione

Dettagli

DIFFICOLTA DI ALIMENTAZIONE

DIFFICOLTA DI ALIMENTAZIONE DIFFICOLTA DI ALIMENTAZIONE Corso di tecniche di assistenza di base per caregivers Maggio Dicembre 2012 FABBISOGNO ENERGETICO Il fabbisogno energetico è individuale e dipende da: Sesso Peso Altezza Età

Dettagli

APPENDICE METODOLOGICA

APPENDICE METODOLOGICA Appendice METODOLOGICa APPENDICE METODOLOGICA 1.1 I dati di base utilizzati e la classificazione merceologica Il database impiegato nel Rapporto 2013 non presenta marcate differenze rispetto a quello

Dettagli

Elaborazione flash. Interscambio Italia e Lombardia con Stati Uniti d America Anno 2014-valori in milioni di euro Saldo commercio estero

Elaborazione flash. Interscambio Italia e Lombardia con Stati Uniti d America Anno 2014-valori in milioni di euro Saldo commercio estero Elaborazione flash Osservatorio MPI Confartigianato Lombardia 26/05/2015 Verso il TTIP. L export lombardo negli Stati Uniti d America Il Made in Lombardia verso gli Usa nei settori di Micro e Piccola Impresa

Dettagli

Studio elaborato per LA FILIERA AGROALIMENTARE ITALIANA FORMAZIONE DEL VALORE E DEI PREZZI ALIMENTARI LUNGO LA FILIERA

Studio elaborato per LA FILIERA AGROALIMENTARE ITALIANA FORMAZIONE DEL VALORE E DEI PREZZI ALIMENTARI LUNGO LA FILIERA Studio elaborato per LA FILIERA AGROALIMENTARE ITALIANA FORMAZIONE DEL VALORE E DEI PREZZI ALIMENTARI LUNGO LA FILIERA Roma, 3 Aprile, 2014 1 PARTE PRIMA La filiera agroalimentare italiana: operatori,

Dettagli

5: ALIMENTI INTRODUZIONE

5: ALIMENTI INTRODUZIONE 5: ALIMENTI INTRODUZIONE Gli alimenti rappresentano tutto ciò di cui l uomo necessita per il mantenimento delle proprie funzioni vitali. A fronte di questa importanza, manca una corretta educazione alimentare

Dettagli

APPENDICE METODOLOGICA

APPENDICE METODOLOGICA APPENDICE METODOLOGICA APPENDICE METODOLOGICA Il commercio agroalimentare delle regioni italiane 1. I dati di base utilizzati e la classificazione merceologica. 1.1 Italia La banca dati sul commercio

Dettagli

Allegato 1 del Programma di Cooperazione Italia-Malta 2014-2020: Elenco delle figure e delle immagini

Allegato 1 del Programma di Cooperazione Italia-Malta 2014-2020: Elenco delle figure e delle immagini Allegato 1 del Programma di Cooperazione Italia-Malta 2014-2020: Elenco delle figure e delle immagini Fig. 1 - Area del programma di cooperazione Italia-Malta 2014-2020 Fonte: Eurostat - GISCO 2013 Tab.

Dettagli

ESTRAZIONE DELL OLIO ESSICCAZIONE DECORTICAZIONE ESTRAZIONE CON SOLVENTE RISCALDAMENTO ESTRAZIONE PER PRESSATURA FARINE RETTIFICA

ESTRAZIONE DELL OLIO ESSICCAZIONE DECORTICAZIONE ESTRAZIONE CON SOLVENTE RISCALDAMENTO ESTRAZIONE PER PRESSATURA FARINE RETTIFICA LI DI SEMI Numerose specie vegetali hanno semi o frutti oleosi; l olio di semi può essere destinato all industria alimentare (previa raffinazione), all industria cosmetica, farmaceutica, chimica; il residuo

Dettagli

Provincia di Forlì - Cesena

Provincia di Forlì - Cesena 1 Il settore avicolo si presenta Marzo 2013 Introduzione: il settore avicunicolo in carni avicole 19% carni ovicaprine 3% La produzione avicola italiana si compone per oltre il 57% da carne di pollo, per

Dettagli

L OFFERTA E LA DOMANDA DI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA

L OFFERTA E LA DOMANDA DI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA L OFFERTA E LA DOMANDA DI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA Fabio Del Bravo ISMEA Bologna, 6 settembre 2014 www.ismea.it www.ismeaservizi.it AGENDA 1. Come cambiano i consumi alimentari e che ruolo ha assunto

Dettagli

DELEGAZIONE DI COMO - Delegato: Giorgio Rinaldi CORSO DI QUALIFICAZIONE PROFESSIONALE PER SOMMELIER 3 LIVELLO TECNICA DELL'ABBINAMENTO CIBO - VINO

DELEGAZIONE DI COMO - Delegato: Giorgio Rinaldi CORSO DI QUALIFICAZIONE PROFESSIONALE PER SOMMELIER 3 LIVELLO TECNICA DELL'ABBINAMENTO CIBO - VINO DELEGAZIONE DI COMO - Delegato: Giorgio Rinaldi CORSO DI QUALIFICAZIONE PROFESSIONALE PER SOMMELIER 3 LIVELLO TECNICA DELL'ABBINAMENTO CIBO - VINO Il corso si tiene presso: SHERATON LAKE COMO HOTEL Via

Dettagli

Le dinamiche del commercio agro-alimentare e il Made in Italy. Renato Pieri Milano, 5 marzo 2015

Le dinamiche del commercio agro-alimentare e il Made in Italy. Renato Pieri Milano, 5 marzo 2015 Le dinamiche del commercio agro-alimentare e il Made in Italy Renato Pieri Milano, 5 marzo 2015 FONTE DEI DATI I dati utilizzati sono di fonte ISTAT nella classificazione: SH6 (a sei cifre) in ambito regionale

Dettagli

Tavola rotonda. Efficienza energetica: tecnologie smart per la food industry. Milano, 8 aprile 2015

Tavola rotonda. Efficienza energetica: tecnologie smart per la food industry. Milano, 8 aprile 2015 Tavola rotonda Efficienza energetica: tecnologie smart per la food industry Milano, 8 aprile 2015 Nata nel 1962 per iniziativa di un gruppo di imprenditori, l Associazione Nazionale Imprenditori Coibentazioni

Dettagli

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano Rapporto annuale ISMEA Rapporto annuale 2012 8. Italia: la domanda estera e la bilancia commerciale agroalimentare IN SINTESI Nonostante la situazione di stagnazione e in alcuni casi di recessione di molti

Dettagli

LA DINAMICA DEI PREZZI AL DETTAGLIO DELL AGROALIMENTARE

LA DINAMICA DEI PREZZI AL DETTAGLIO DELL AGROALIMENTARE Settimana 18 24 giugno 2012 numero 1/12 6 luglio 2012 LA DINAMICA DEI PREZZI AL DETTAGLIO DELL AGROALIMENTARE L andamento dei prezzi al dettaglio nella settimana compresa tra il 18-24 giugno, rispetto

Dettagli

FEDERALIMENTARE: MENTRE I CONCORRENTI VANNO IN TUTTO IL MONDO, NOI RISCHIAMO DI ESSERE SEMPRE E SOLO IN VENDITA

FEDERALIMENTARE: MENTRE I CONCORRENTI VANNO IN TUTTO IL MONDO, NOI RISCHIAMO DI ESSERE SEMPRE E SOLO IN VENDITA FEDERALIMENTARE: MENTRE I CONCORRENTI VANNO IN TUTTO IL MONDO, NOI RISCHIAMO DI ESSERE SEMPRE E SOLO IN VENDITA Il segnale di allarme arriva in occasione della presentazione di uno studio Federalimentare-Ismea

Dettagli

Manuale operativo per l agriturismo

Manuale operativo per l agriturismo giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATOB alla Dgr n. 1483 del 05 agosto 2014 pag. 1/7 Manuale operativo per l agriturismo Le informazioni riportate nel seguente manuale operativo sono inerenti a disposizioni

Dettagli

Indice nazionale dei prezzi al consumo nel novembre 2010

Indice nazionale dei prezzi al consumo nel novembre 2010 Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale di statistica UST Comunicato stampa Embargo: 03.12.2010, 9:15 www.ust150anni.ch 5 Prezzi N. 0352-1012-70 Indice nazionale dei prezzi al consumo nel

Dettagli

Capitolo 24. Risultati economici delle imprese

Capitolo 24. Risultati economici delle imprese Capitolo 24 Risultati economici delle imprese 24. Risultati economici delle imprese Per saperne di più... Eurostat. http://europa. eu.int/comm/eurostat. Imf. World economic outlook. Washington: 2012.

Dettagli

REGIONE MOLISE ASSESSORATO POLITICHE AGRICOLE E AGROALIMENTARI - PROGRAMMAZIONE FORESTALE - SVILUPPO RURALE - PESCA PRODUTTIVA TUTELA DELL AMBIENTE

REGIONE MOLISE ASSESSORATO POLITICHE AGRICOLE E AGROALIMENTARI - PROGRAMMAZIONE FORESTALE - SVILUPPO RURALE - PESCA PRODUTTIVA TUTELA DELL AMBIENTE REGIONE MOLISE ASSESSORATO POLITICHE AGRICOLE E AGROALIMENTARI - PROGRAMMAZIONE FORESTALE - SVILUPPO RURALE - PESCA PRODUTTIVA TUTELA DELL AMBIENTE PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE - MOLISE 2014-2020 BANDO

Dettagli

Alimentazione e reflusso gastrico

Alimentazione e reflusso gastrico Cause Il reflusso gastrico è causato dal reflusso del contenuto acido dello stomaco nell esofago. Questo succede per esempio con una pressione troppo forte sullo stomaco o perché il muscolo superiore di

Dettagli

01-Carni e preparazioni di carne Prodotti lattieri e uova di volatili

01-Carni e preparazioni di carne Prodotti lattieri e uova di volatili Interscambio commerciale Italia-Costa Rica 'CTCI'- 2011 (Valori in Euro, dati cumulati) Divisioni IMP2011 EXP2011 01-Carni e preparazioni di carne 0 164.484 02-Prodotti lattieri e uova di volatili 0 519.461

Dettagli

Dott.ssa Marcella Camellini

Dott.ssa Marcella Camellini Dott.ssa Marcella Camellini ALIMENTAZIONE Aumentare il consumo di frutta fresca, verdure e ortaggi di tutti i tipi, privi di grassi e ricchi di vitamine, minerali e fibre. Privilegiare gli oli vegetali,

Dettagli

COME E CAMBIATA LA SPESA DELLE FAMIGLIE

COME E CAMBIATA LA SPESA DELLE FAMIGLIE GLI EFFETTI DELLA CRISI: EROSIONE DEL CETO MEDIO E CRESCITA DELLA POVERTA COLLOCAZIONE SOCIALE DELLE FAMIGLIE IN BASE AL REDDITO, AI COMPORTAMENTI DI CONSUMO E AGLI STILI DI VITA COME E CAMBIATA LA SPESA

Dettagli

Disciplinare Sistema IT01 100% Qualità Originale Italiana Made in Italy Certificate Appendice

Disciplinare Sistema IT01 100% Qualità Originale Italiana Made in Italy Certificate Appendice Disciplinare Sistema IT01 100% Qualità Originale Italiana Made in Italy Certificate Appendice Parte A.A. Appendice Settore Agroalimentare Pagina 1/5 APPENDICE I SETTORE AGROALIMETARE 1 - Obiettivo Il presente

Dettagli

Il mercato delle Dop e Igp in Italia nel 2007

Il mercato delle Dop e Igp in Italia nel 2007 Il mercato delle Dop e Igp in Italia nel 2007 Ismea Direzione Mercati e Risk management e.deruvo@ismea.it (06 85568460) 1 Il mercato delle Dop e Igp in Italia nel 2007 1. I riconoscimenti Alla fine di

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL MARCHIO COLLETTIVO ORIGINE NEL COMUNE CARAGLIO

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL MARCHIO COLLETTIVO ORIGINE NEL COMUNE CARAGLIO ART. 1 REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL MARCHIO COLLETTIVO ORIGINE NEL COMUNE CARAGLIO Il Comune di Caraglio, nell intento di promuovere i beni ed i servizi prodotti sul territorio comunale, adotta un marchio

Dettagli

Patrizia Giuliotti Delegato Commerciale. CNA Roma e Lazio 18 gennaio 2013

Patrizia Giuliotti Delegato Commerciale. CNA Roma e Lazio 18 gennaio 2013 FARE BUSINESS CON IL CANADA Patrizia Giuliotti Delegato Commerciale AMBASCIATA DEL CANADA CNA Roma e Lazio 18 gennaio 2013 Agenda Ambasciata del Canada in Italia Perché il Canada Rapporti commerciali Canada

Dettagli

Il Mercato dei prodotti Agroalimentari Biologici in GERMANIA INCOMING OPERATORI ESTERI AL SANA

Il Mercato dei prodotti Agroalimentari Biologici in GERMANIA INCOMING OPERATORI ESTERI AL SANA Il Mercato dei prodotti Agroalimentari Biologici in GERMANIA INCOMING OPERATORI ESTERI AL SANA Bologna 12 15 settembre 2015 1. Dimensione del mercato tedesco. La Germania, con oltre 80,5 milioni di abitanti,

Dettagli

NOTE CONGIUNTURALI NATALITÀ E MORTALITÀ DELLE IMPRESE IN PROVINCIA DI MODENA ANNO 2010 3 TRIMESTRE

NOTE CONGIUNTURALI NATALITÀ E MORTALITÀ DELLE IMPRESE IN PROVINCIA DI MODENA ANNO 2010 3 TRIMESTRE NOTE CONGIUNTURALI NATALITÀ E MORTALITÀ DELLE IMPRESE IN PROVINCIA DI MODENA ANNO 3 TRIMESTRE Camera di Commercio di Modena Via Ganaceto, 134 41100 Modena Tel. 059 208423 http://www.mo.camcom.it Natalità

Dettagli

Comunicato stampa. Per ulteriori informazioni:

Comunicato stampa. Per ulteriori informazioni: Comunicato stampa Presentato il secondo numero di AgrOsserva l Osservatorio Ismea- Unioncamere sulla congiuntura dell agroalimentare italiano Agricoltura sempre più sacrificata nella catena del valore

Dettagli

Alimenti. Gruppi Alimentari

Alimenti. Gruppi Alimentari Alimenti Gli alimenti sono tutto ciò che viene utilizzato come cibo dalla specie umana. Un dato alimento non contiene tutti i nutrienti necessari per il mantenimento di un corretto stato fisiologico La

Dettagli