Seminario LA VALUTAZIONE DI INCIDENZA marzo 2004, Regione Abruzzo, L Aquila

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Seminario LA VALUTAZIONE DI INCIDENZA 24-25-26 marzo 2004, Regione Abruzzo, L Aquila"

Transcript

1 Seminario LA VALUTAZIONE DI INCIDENZA marzo 2004, Regione Abruzzo, L Aquila MATERIALI PER L INTERPRETAZIONE DEI DATI ZOOLOGICI (VERTEBRATI TETRAPODI TERRESTRI E INVERTEBRATI) NELLE VALUTAZIONI D IMPATTO AMBIENTALE F. Fraticelli (Bioparco di Roma) Il presente documento ha lo scopo di fornire i riferimenti bibliografici, sia cartacei, sia informatizzati, per una interpretazione di base delle valutazioni d impatto ambientale nei confronti dei vertebrati tetrapodi terrestri e degli invertebrati. Per quanto possibile si è cercato di far riferimento a testi italiani, di recente pubblicazione e di facile reperimento. Si forniscono inoltre gli indirizzi a cui rivolgersi per reperire questi documenti. I testi e i documenti consigliati hanno lo scopo di fornire, oltre le indispensabili conoscenze di base, dati sulla presenza, la distribuzione, lo status e, ove possibile, le indicazioni gestionali per le specie minacciate in Italia, con una specifica attenzione nei confronti delle specie inserite negli allegati della direttiva CEE 79/409 Direttiva uccelli e della direttiva CEE 92/43 Direttiva habitat. Testi di base I seguenti testi possono essere utili per reperire concetti di base di ecologia: Massa R. & Ingegnoli V Biodiversità, estinzione e conservazione. UTET, Torino. Primack R. B. & Carotenuto L Conservazione della natura. Zanichelli, Bologna. Per l ecologia del paesaggio il seguente testo fornisce dati circostanziati: Farina A Ecologia del paesaggio. Principi, metodi e applicazioni. UTET, Torino Dati generali sulla fauna italiana sono reperibili su : Minelli A., Chemini C., Argano R. & Ruffo S. (Eds.) La fauna d Italia. Touring Editore, Milano e Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio, Roma. Aspetti normativi specifici per la fauna sono reperibili sul seguente testo:

2 Spegnesi M. & Zambotti L Raccolta delle norme nazionali e internazionali per la conservazione della fauna selvatica e degli habitat. Quad. Cons. Natura, 1, Min. Ambiente, Roma e Ist. Naz. Fauna Anfibi e rettili La check list degli anfibi e dei rettili italiani è inserita all interno di: Dati sulla distribuzione degli anfibi e dei rettili italiani sono disponibili su: Societas Herpetologica Italica Atlante provvisorio degli anfibi e rettili italiani. Annali Museo Civico di Storia naturale G. Doria, Genova. Vol. XCI. Alla pubblicazione della versione definitiva le cartine di distribuzione saranno disponibili sul sito: Ulteriori dati sulla distribuzione reale e potenziale degli anfibi e rettili italiani sono disponibili sul sito: Lo status, in un ottica internazionale, degli anfibi e dei rettili italiani è disponibile sul sito: degli animali d Italia. WWF, Roma. Al momento attuale non sono disponibili action plan su specie di anfibi e rettili che siano presenti nell Italia centrale. Uccelli Dati generali sugli uccelli italiani sono disponibili su: Brichetti P. & Fracasso G Ornitologia italiana. 1 Gavidae Falconidae. Alberto Perdisia Editore, Bologna. I volumi successivi dovrebbero essere pubblicati in tempi brevi. La check list degli anfibi e dei rettili italiani è inserita all interno:

3 La check list redatta da il Centro Italiano Studi ornitologici e la Commissione Ornitologica Italiana presenta dati più dettagliati e aggiornati. I documenti di riferimento sono disponibili sui siti: e Sul sito sono disponibili le check list regionali italiane, compresa quella relativa all Abruzzo. Dati alla distribuzione degli uccelli italiani sono disponibili su: Meschini E. & Frugis S. (a cura di) Atlante degli uccelli nidificanti in Italia. Suppl. Ricerche Biologia Selvaggina, INFS, n. 20. Ulteriori dati sulla distribuzione reale e potenziale degli uccelli italiani sono disponibili sul sito: Per dati storici di distribuzione degli uccelli in Abruzzo consultare la ristampa anastatica di: De Leone N Uccelli d Abruzzo e Molise. Dall osservazione alla conservazione. Cogecstre edizioni, Penne. Lo status, in un ottica internazionale, degli uccelli italiani è disponibile sul sito: degli animali d Italia. WWF, Roma. Per quanto riguarda gli uccelli, al momento attuale, sono disponibili i seguenti action plan: Zenatello M. & Baccetti N Piano d azione nazionale per il Chiurlottello (Numenius tenuirostris). Quad. Cons. Natura, 7. Min. Ambiente, Roma e Ist. Az. Fauna Serra G., Melega L. & Baccetti N Piano d azione nazionale per il Gabbiano corso (Larus audouinii). Quad. Cons. Natura, 6. Min. Ambiente, Roma e Ist. Az. Fauna Andreotti A Piano d azione nazionale per il Pollo sultano (Porphyrio porphyrio). Quad. Cons. Natura, 8. Min. Ambiente, Roma e Ist. Az. Fauna

4 Mammiferi Dati generali sui mammiferi italiani sono disponibili sui seguenti testi: Boitani L., Lovari S.& Vigna Taglianti A Fauna d Italia. Mammalia III. Carnivora Artiodactyla. Calderoni, Bologna. Spegnesi M. De Marinis A. M Mammiferi d Italia. Quad. Cons. Natura, 14. Min. Ambiente, Roma e Ist. Az. Fauna La check list dei mammiferi italiani è inserita all interno: Dati sulla distribuzione reale e potenziale dei mammiferi italiani sono disponibili sul sito: Lo status, in un ottica internazionale, dei mammiferi italiani è disponibile sul sito: degli animali d Italia. Vertebrati. WWF, Roma. Per quanto riguarda i mammiferi, al momento attuale, sono disponibili i seguenti action plan: Genovesi P Piano d azione nazionale per la conservazione del Lupo (canis lupus). Quad. Cons. Natura, 13. Min. Ambiente, Roma e Ist. Az. Fauna Dupré E., Monaco A. & Pedrotti L Piano d azione nazionale per il Camoscio appenninico (Rupicapra pirenaica ornata). Quad. Cons. Natura, 10. Min. Ambiente, Roma e Ist. Az. Fauna Trocchi V. & Riga F Piano d azione nazionale per la lepre italica (Lepus corsicanus). Quad. Cons. Natura, 9. Min. Ambiente, Roma e Ist. Az. Fauna Invertebrati Dati l elevatissimo numero di specie d invertebrati che vivono nel nostro Paese, i non elevati livelli di conoscenza e l assoluto bisogno di specifici specialisti per le valutazioni relative alle varie specie, l unico testo consigliabile è:

5 Cerfolli F., Detrassi F. & Petretti F Libro rosso degli animali d Italia. Invertebrati. WWF, Roma. Indirizzi utili Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio. Servizio conservazione della Natura. Via Capitan Bavastro Roma Istituto Nazionale per la Fauna Selvatica. Via Ca Fornacetta Ozzano dell Emilia (Bologna). WWF Italia. Via Po Roma. Per esperti in erpetologia si consiglia di contattare la Societas Herpetologica Italica: Per esperti in ornitologia si consiglia di contattare il Centro Italiano Studi Ornitologici: Per esperti in termologia e di entomologia si consiglia di contattare l Unione Zoologica Italiana: Per esperti in entomologia si consiglia di contattare l Associazione Entomologica Romana:

Dipartimento Biologia e Biotecnologie. Luigi Boitani. Il monitoraggio della biodiversità nella

Dipartimento Biologia e Biotecnologie. Luigi Boitani. Il monitoraggio della biodiversità nella Dipartimento Biologia e Biotecnologie Luigi Boitani Il monitoraggio della biodiversità nella rete N2000 dell Emilia Romagna Biodiversità in Italia Roma 25 26 Febbraio 2014 Biodiversità in regione Emilia-Romagna

Dettagli

LE IMMISSIONI FAUNISTICHE

LE IMMISSIONI FAUNISTICHE LE IMMISSIONI FAUNISTICHE La fauna italiana, nella sua attuale configurazione, è in parte il risultato di trasformazioni storiche e recenti di origine antropica. Tra le azioni operate dall uomo che hanno

Dettagli

Silvano Toso. ISTITUTO SUPERIORE PER LA PROTEZIONE E LA RICERCA AMBIENTALE ed OSSERVATORI FAUNISTICI REGIONALI

Silvano Toso. ISTITUTO SUPERIORE PER LA PROTEZIONE E LA RICERCA AMBIENTALE ed OSSERVATORI FAUNISTICI REGIONALI Silvano Toso ISTITUTO SUPERIORE PER LA PROTEZIONE E LA RICERCA AMBIENTALE ed OSSERVATORI FAUNISTICI REGIONALI L Istituto Superiore per Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA) è un ente pubblico di ricerca

Dettagli

Via Ulisse Aldrovandi 18 00197 Roma Ufficio: 06 67109279 Istituzionale: massimo.capula@comune.roma.it. Luogo e data di nascita: Roma, 13/08/1956

Via Ulisse Aldrovandi 18 00197 Roma Ufficio: 06 67109279 Istituzionale: massimo.capula@comune.roma.it. Luogo e data di nascita: Roma, 13/08/1956 INFORMAZIONI PERSONALI MASSIMO CAPULA Via Ulisse Aldrovandi 18 00197 Roma Ufficio: 06 67109279 Istituzionale: massimo.capula@comune.roma.it Nazionalità: Italiana Luogo e data di nascita: Roma, 13/08/1956

Dettagli

La detenzione di animali esotici

La detenzione di animali esotici La detenzione di animali esotici La Legge regionale n. 89/1990, all articolo 1, definisce gli animali esotici: tutte le specie di mammiferi, uccelli, rettili e anfibi facenti parte della fauna selvatica

Dettagli

Cignini Bruno Data di nascita 17/02/1952 Dirigente Beni Culturali e Ambientali

Cignini Bruno Data di nascita 17/02/1952 Dirigente Beni Culturali e Ambientali INFORMAZIONI PERSONALI Nome Cignini Bruno Data di nascita 17/02/1952 Qualifica Amministrazione Dirigente Beni Culturali e Ambientali COMUNE DI ROMA Incarico attuale Dirigente - Direzione "Promozione e

Dettagli

Conferenza Nazionale LA BIODIVERSITÀ IN ITALIA Stato di conservazione e monitoraggio. Mammiferi

Conferenza Nazionale LA BIODIVERSITÀ IN ITALIA Stato di conservazione e monitoraggio. Mammiferi Conferenza Nazionale LA BIODIVERSITÀ IN ITALIA Stato di conservazione e monitoraggio Mammiferi Status, criticità e potenzialità emersi dal 3 Rapporto Direttiva Habitat Adriano Martinoli1,2, Daniele Paoloni1

Dettagli

17/12/2012. Una sfida e un occasione. Monitoraggio della biodiversità per il 3 Rapporto della Direttiva Habitat. Obiettivo finale.

17/12/2012. Una sfida e un occasione. Monitoraggio della biodiversità per il 3 Rapporto della Direttiva Habitat. Obiettivo finale. Una sfida e un occasione Monitoraggio della biodiversità per il 3 Rapporto della Direttiva Habitat verso un sistema nazionale di monitoraggio, per una conservazione basata sulla conoscenza Piero Genovesi,

Dettagli

D I C H I A R A Z I O N E D INTENTI

D I C H I A R A Z I O N E D INTENTI D I C H I A R A Z I O N E D INTENTI E PROGRAMMA DI AZIONE P E R L A R E A L I Z Z A Z I O N E D I A T T I V I T À F I N A L I Z Z A T E A L L A C O N S E R V A Z I O N E D I O R S O L U P O L I N C E (Ursus

Dettagli

ASPETTI FLORO-VEGETAZIONALI

ASPETTI FLORO-VEGETAZIONALI - ASPETTI FLORO-VEGETAZIONALI - pag. 1 ASPETTI FLORO-VEGETAZIONALI PARTE 1 a - ANALISI 1 FLORA E VEGETAZIONE Dati disponibili che verranno utilizzati per il presente lavoro: Documento anno Note, possibilità

Dettagli

RIPRISTINO E CREAZIONE EX-NOVO DI SITI RIPRODUTTIVI PER LE POPOLAZIONI ANFIBI TORRENTE CHISONE. A cura di Daniele Seglie, Ph.D. WWF Sezione pinerolese

RIPRISTINO E CREAZIONE EX-NOVO DI SITI RIPRODUTTIVI PER LE POPOLAZIONI ANFIBI TORRENTE CHISONE. A cura di Daniele Seglie, Ph.D. WWF Sezione pinerolese Comune di Villar Perosa WWF Sezione pinerolese con il patrocinio di Comunità montana Valli Chisone e Germanasca Istituto comprensivo F. Marro Villar Perosa in collaborazione con Comune di San Germano Chisone

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome PEDROTTI LUCA FRANCESCO Indirizzo VIA ANZANI, 7 20135 MILANO Telefono +39 329 4175141 Fax E-mail luca.pedrotti@libero.it; luca.pedrotti@stelviopark.it

Dettagli

Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi

Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi Titolo dello studio: Atti del Convegno-Seravella 2.3.2001 sulla biodiversità coltivata Titolo dello studio: Indagine sui popolamenti ittici dei corsi d acqua nel territorio

Dettagli

Alla ricerca delle piante minacciate

Alla ricerca delle piante minacciate Estinzione e conservazione Unità didattica 4 Alla ricerca delle piante minacciate Durata 4 ore (1 ora al giorno) Materiali - Liste rosse (vedi nelle note per gli insegnanti) - computer - quaderno di scienze

Dettagli

1. La Direttiva «Habitat» 1

1. La Direttiva «Habitat» 1 1. La Direttiva «Habitat» 1 1.1 Introduzione Il 21 maggio 1992 la Commissione Europea ha deliberato la «Direttiva relativa alla conservazione degli habitat naturali e seminaturali e della flora e della

Dettagli

LA/IL TECNICO FAUNISTICO

LA/IL TECNICO FAUNISTICO LA/IL TECNICO FAUNISTICO 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 6 5. COMPETENZE... 7 Quali competenze sono necessarie?... 7 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti lavorativi...

Dettagli

La biodiversità italiana

La biodiversità italiana Ente Nazionale Protezione Animali Ente morale - Onlus La biodiversità italiana Le ragioni della ricchezza biologica, le cause della sua riduzione A cura dell'ufficio ambiente dell'enpa 25 novembre 2005

Dettagli

REGOLAMENTO CONCORSO FOTOGRAFICO Obiettivo Parco del Lanza I edizione

REGOLAMENTO CONCORSO FOTOGRAFICO Obiettivo Parco del Lanza I edizione REGOLAMENTO CONCORSO FOTOGRAFICO Obiettivo Parco del Lanza I edizione. ORGANIZZAZIONE Il Parco Locale di Interesse Sovracomunale Valle del Lanza organizza la prima edizione del concorso fotografico Obiettivo

Dettagli

Indagine conoscitiva sul sistema dei fontanili del Parco Agricolo Sud Milano

Indagine conoscitiva sul sistema dei fontanili del Parco Agricolo Sud Milano Altri studi condotti dal Parco integrati con il Sitpas U. Ceriani - Direttore del Parco Agricolo Sud Milano, Provincia di Milano M. Cont - Funzionario Agronomo del Parco Agricolo Sud Milano, Provincia

Dettagli

Bibliografia. A.A.V.V. Il percorso partecipato del Sistema Ligure INFEA verso la qualità, ARPAL, 2005.

Bibliografia. A.A.V.V. Il percorso partecipato del Sistema Ligure INFEA verso la qualità, ARPAL, 2005. Bibliografia SIC-7 27-10-2006 8:06 Pagina 139 Bibliografia Bibliografia minima A.A.V.V. Il percorso partecipato del Sistema Ligure INFEA verso la qualità, ARPAL, 2005. G. Bateson, Mente e natura. Un unità

Dettagli

Parco Nazionale del Gran Paradiso

Parco Nazionale del Gran Paradiso Parco Nazionale del Gran Paradiso Titolo dello studio: Campagne Inanellamento avifauna a Pianosa Copertura temporale: 2001-2003-2004-2005 inanellamento, avifauna, pianosa Titolo dello studio: Censimento

Dettagli

Struttura, obiettivi e strategia dei Piani di Gestione dei Siti Natura 2000. Fulvio CERFOLLI, PhD

Struttura, obiettivi e strategia dei Piani di Gestione dei Siti Natura 2000. Fulvio CERFOLLI, PhD Struttura, obiettivi e strategia dei Piani di Gestione dei Siti Natura 2000 Fulvio CERFOLLI, PhD Che cos e un PIANO DI GESTIONE di un sito Natura 2000? E uno strumento di pianificazione del territorio

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE d iniziativa del Sen. Pasquale Sollo

DISEGNO DI LEGGE d iniziativa del Sen. Pasquale Sollo DISEGNO DI LEGGE d iniziativa del Sen. Pasquale Sollo INTRODUZIONE DI DISPOSIZIONI PER UNA RAZIONALIZZAZIONE DELLA TUTELA PENALE DELLA FAUNA SELVATICA PROTETTA ONOREVOLI SENATORI. Il presente disegno di

Dettagli

ELENCO MATERIALE AGOSTO 2003

ELENCO MATERIALE AGOSTO 2003 ELENCO MATERIALE AGOSTO 2003 1. ARTISTI VALSOLDESI IN POLONIA NEL 600 E 700 MARIUSZ KARPOWICZ COMUNITA MONTANA ALPI LEPONTINE, AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE, SAMPIETRO EDITORE 2. SALVAGUARDIA ANFIBI REGIONE

Dettagli

Gli spiaggiamenti dei Cetacei protocolli di intervento. 1 Corso Regionale. maggio 2008

Gli spiaggiamenti dei Cetacei protocolli di intervento. 1 Corso Regionale. maggio 2008 Gli spiaggiamenti dei Cetacei protocolli di intervento 1 Corso Regionale maggio 2008 PROMOSSO DA: Regione Sardegna Assessorato Difesa Ambiente Rete Aree Protette Provincia Olbia-Tempio Settore Ambiente

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI STEFANO MAUGERI ESPERIENZA LAVORATIVA ISTRUZIONE E FORMAZIONE. Nome Indirizzo

INFORMAZIONI PERSONALI STEFANO MAUGERI ESPERIENZA LAVORATIVA ISTRUZIONE E FORMAZIONE. Nome Indirizzo F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo STEFANO MAUGERI Telefono Ufficio 0863/21131-06/5126314 Fax Ufficio 0853/912132-06/51883879 E-mail

Dettagli

Amministrazione Provinciale dell Aquila

Amministrazione Provinciale dell Aquila Amministrazione Provinciale dell Aquila Settore Politiche Ambientali Risorse Naturali ed Energetiche PROGRAMMA CORSO DI ABILITAZIONE PER SELECONTROLLORI PRINCIPI DI CONOSCENZA DELLA FAUNA SELVATICA a)

Dettagli

Direttiva 79/409/CEE "Conservazione degli uccelli selvatici"

Direttiva 79/409/CEE Conservazione degli uccelli selvatici Si prefigge la protezione, la gestione e la regolazione di tutte le specie di uccelli viventi naturalmente allo stato selvatico nel territorio europeo degli Stati membri Gli Stati membri devono adottare

Dettagli

sis i tema m o ga g ni n c i o o d i d i a ree p r p ot o ette

sis i tema m o ga g ni n c i o o d i d i a ree p r p ot o ette La Lombardia è stata la prima regione a dotarsi di un sistema organico di aree protette (l.r. 86/1983), che comprende: 24 Parchi regionali, 13 Parchi naturali, 65 Riserve naturali, 32 Monumenti naturali.

Dettagli

GLI INDICATORI AMBIENTALI

GLI INDICATORI AMBIENTALI GLI INDICATORI AMBIENTALI L identificazione e l utilizzo di adeguati indicatori ambientali si dimostra indispensabile per misurare e tenere sotto controllo il miglioramento delle prestazioni ambientali

Dettagli

La Rete Natura 2000. nelle Marche. Alfredo Fermanelli http://natura.regione.marche.it

La Rete Natura 2000. nelle Marche. Alfredo Fermanelli http://natura.regione.marche.it La Rete Natura 2000 nelle Marche Alfredo Fermanelli http://natura.regione.marche.it Direttiva Habitat (art. 2) Salvaguardia biodiversità mediante la conservazione degli habitat naturali, flora e fauna

Dettagli

LIFE07 Kick-off Meeting. Introduzione

LIFE07 Kick-off Meeting. Introduzione LIFE07 Kick-off Meeting Introduzione Slide n 1 LIFE07 Kick-off Meeting, Roma, 3 marzo 2009 LIFE + : Obiettivi generali LIFE cofinanzia interventi ambientali che... contribuiscano all attuazione, all aggiornamento

Dettagli

2^ SESSIONE ANNO 2016

2^ SESSIONE ANNO 2016 Allegato n. 1 alla determinazione dirigenziale n. 28/3 di data 18 febbraio 2016 BANDO PER L AMMISSIONE ALL ESAME PER L ISCRIZIONE AL RUOLO DEI CONDUCENTI DI VEICOLI ADIBITI A SERVIZI PUBBLICI NON DI LINEA

Dettagli

OFFERTA DIDATTICA DEL MUSEO DI ZOOLOGIA Anno scolastico 2013/2014

OFFERTA DIDATTICA DEL MUSEO DI ZOOLOGIA Anno scolastico 2013/2014 OFFERTA DIDATTICA DEL MUSEO DI ZOOLOGIA Anno scolastico 2013/2014 Il Museo di Zoologia dell Università di Padova conserva le collezioni storiche del Dipartimento di Biologia, esponendo i reperti di maggior

Dettagli

Filosofia e guida alla lettura della pubblicazione Lo svernamento degli uccelli acquatici in Emilia- Romagna 1994-2009

Filosofia e guida alla lettura della pubblicazione Lo svernamento degli uccelli acquatici in Emilia- Romagna 1994-2009 Carlo Giannella Filosofia e guida alla lettura della pubblicazione Lo svernamento degli uccelli acquatici in Emilia- Romagna 1994-2009 Bologna 3 dicembre2010 Highlights 344 pagine 126 taxa 28 autori dei

Dettagli

oltre i confini L esperienza del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi Nino Martino Direttore del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi

oltre i confini L esperienza del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi Nino Martino Direttore del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi Workshop AIDAP: Classificare per Innovare la Gestione delle Aree Protette Torino 19 Maggio 2008 Nino Martino Direttore del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi Andare oltre i confini L esperienza del Parco

Dettagli

PIENO DI VITA, PIENO DI NATURA.

PIENO DI VITA, PIENO DI NATURA. PIENO DI VITA, PIENO DI NATURA. Lavatera triloba. Foto: Gianluigi Bacchetta Gipetus barbatus. Foto: Domenico Ruiu Il bioparco rappresenta l evoluzione culturale del giardino zoologico e dell orto botanico.

Dettagli

Assessorato Ambiente/Ecologia Regione Lombardia Museo Civico di Storia Naturale di Grosseto. Stazione Ornitologica Modenese

Assessorato Ambiente/Ecologia Regione Lombardia Museo Civico di Storia Naturale di Grosseto. Stazione Ornitologica Modenese SETTORE Q: DIDATTICA DELLE SCIENZE TITOLO AUTORE CASA EDITRICE LUOGO E ANNO DI PUBBLICAZIONE "AQUILE" - L'aquila reale e il Biancone in provincia di Piacenza ACQU'ARIA ARGOMENTI DI SCIENZE E GEOGRAFIA

Dettagli

VALUTAZIONE DELLA STATO DI CONSERVAZIONE DEI SIC O ZPS GESTITI DAL WWF ITALIA E DAL CORPO FORESTALE DELLO STATO

VALUTAZIONE DELLA STATO DI CONSERVAZIONE DEI SIC O ZPS GESTITI DAL WWF ITALIA E DAL CORPO FORESTALE DELLO STATO VALUTAZIONE DELLA STATO DI CONSERVAZIONE DEI SIC O ZPS GESTITI DAL WWF ITALIA E DAL CORPO FORESTALE DELLO STATO PREMESSA Il Sistema Oasi WWF Italia è attualmente costituito da 118 oasi, di cui 77 sono

Dettagli

PIANO DI GESTIONE della Zone di Protezione Speciale (ZPS) ARTICOLAZIONE DEL PIANO

PIANO DI GESTIONE della Zone di Protezione Speciale (ZPS) ARTICOLAZIONE DEL PIANO PIANO DI GESTIONE della Zone di Protezione Speciale (ZPS) ARTICOLAZIONE DEL PIANO Articolazione del piano (1/4) Secondo l Allegato B della Deliberazione della Giunta Regionale del Veneto n. 4241 del 30

Dettagli

Il monitoraggio di habitat e specie nei siti gestiti dal Corpo Forestale dello Stato

Il monitoraggio di habitat e specie nei siti gestiti dal Corpo Forestale dello Stato Il monitoraggio di habitat e specie nei siti gestiti dal Corpo Forestale dello Stato Dott. Marco Panella Ufficio per la Biodiversità Corpo Forestale dello Stato m.panella@corpoforestale.it * * 2 * * 3

Dettagli

Art. 1 (Istituzione) 2. Il parco è classificato ai sensi dell art. 10, comma 1 della legge regionale 14 luglio 2003, n. 10 come parco marino.

Art. 1 (Istituzione) 2. Il parco è classificato ai sensi dell art. 10, comma 1 della legge regionale 14 luglio 2003, n. 10 come parco marino. Legge regionale 21 aprile 2008, n. 11 Istituzione del Parco Marino Regionale Costa dei Gelsomini. (BUR n. 8 del 16 aprile 2008, supplemento straordinario n. 2 del 29 aprile 2008) Art. 1 (Istituzione) 1.

Dettagli

Progetto di ricerca Censimento e distribuzione degli Anfibi nel territorio del Parco dell Appennino Lucano Val d Agri - Lagonegrese

Progetto di ricerca Censimento e distribuzione degli Anfibi nel territorio del Parco dell Appennino Lucano Val d Agri - Lagonegrese Progetto di ricerca Censimento e distribuzione degli Anfibi nel territorio del Parco dell Appennino Lucano Val d Agri - Lagonegrese Nel 2011 l Ente Parco dell Appennino lucano, Val d Agri e Lagonegrese,

Dettagli

degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati Ai Consiglieri Nazionali Ai componenti il Comitato Amministratore AGROTECNICI/ENPAIA LORO SEDI e-mail

degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati Ai Consiglieri Nazionali Ai componenti il Comitato Amministratore AGROTECNICI/ENPAIA LORO SEDI e-mail Roma, 12 marzo 2013 Prot. n. 1130/ARA OR/ml Oggetto: competenze professionali in valutazioni di incidenza ambientale. Direttiva n. 92/43/CEE e DPR n. 357/1997. Circolare pubblica. Ai Presidenti dei Collegi

Dettagli

Oasi naturalistica del Parco del Roccolo

Oasi naturalistica del Parco del Roccolo AMICI DEL PARCO DEL ROCCOLO Organizzazione di volontariato - C.F. : 93034320163 Sede Legale: via San Martino 11, 24047 Treviglio (BG). Sede operativa: Parco del Roccolo, Via del Bosco, Treviglio (BG).

Dettagli

Ornitologia e Fauna. Nature Point Srl P.za S.Benco 3-34122 Trieste Tel.e fax +39 040 364230 e-mail naturepoint@libero.it

Ornitologia e Fauna. Nature Point Srl P.za S.Benco 3-34122 Trieste Tel.e fax +39 040 364230 e-mail naturepoint@libero.it Ornitologia e Fauna Uccelli del Friuli Venezia Giulia di B.Dentesani 20 CO.EL Editrice. Una guida illustrata sugli Uccelli del Friuli Venezia Giulia con nozioni didattiche e aggiornate. L autore propone

Dettagli

COMMISSIONE CONSERVAZIONE Societas Herpetologica Italica. Documento sulle Aree di Rilevanza Erpetologica (ARE) italiane

COMMISSIONE CONSERVAZIONE Societas Herpetologica Italica. Documento sulle Aree di Rilevanza Erpetologica (ARE) italiane COMMISSIONE CONSERVAZIONE Societas Herpetologica Italica Documento sulle Aree di Rilevanza Erpetologica (ARE) italiane a cura di A.Gentilli, V.Ferri, L.Di Tizio, C.Scoccianti, G.Stagni e P.Ventrella, Giugno

Dettagli

in uno stato di conservazione soddisfacente e che può, inoltre, contribuir ein modo significativo alla coerenza della rete ecologica Natura 2000, al

in uno stato di conservazione soddisfacente e che può, inoltre, contribuir ein modo significativo alla coerenza della rete ecologica Natura 2000, al Premessa e Fonte dati Uno degli aspetti della qualità di un territorio è la naturalità del paesaggio, dove per naturalità si intende il grado di diversità ecologica e biologica dell ambiente. Tale indicatore

Dettagli

I parchi naturali. Fulco Pratesi DIFENSORI DELLA NATURA 384 PERCORSO INTERDISCIPLINARE: L AMBIENTE

I parchi naturali. Fulco Pratesi DIFENSORI DELLA NATURA 384 PERCORSO INTERDISCIPLINARE: L AMBIENTE DIFENSORI DELLA NATURA I parchi naturali Fulco Pratesi Notizie Un parco naturale è una zona di estensione variabile, ove si sul testo trovano riunite diverse caratteristiche naturali di elevata importanza,

Dettagli

Atlante delle specie faunistiche indicatrici di qualità ambientale nel territorio della Provincia di Milano

Atlante delle specie faunistiche indicatrici di qualità ambientale nel territorio della Provincia di Milano UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PAVIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA ANIMALE Atlante delle specie faunistiche indicatrici di qualità ambientale nel territorio della Provincia di Milano A cura di: Dott. Alberto Meriggi

Dettagli

PROPOSTE DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E CULTURA ECOLOGICA

PROPOSTE DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E CULTURA ECOLOGICA SEZIONE DI ASTI SETTORE EDUCAZIONE AMBIENTALE PROPOSTE DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E CULTURA ECOLOGICA Provincia di Alessandria Provincia di Asti Comune di Asti UNA PENNA PER AMICO Ormai da diversi anni la

Dettagli

proposta di legge n. 376

proposta di legge n. 376 REGIONE MARCHE 1 ASSEMBLEA LEGISLATIVA proposta di legge n. 376 a iniziativa del Consigliere Solazzi presentata in data 25 novembre 2013 TUTELA DEL PATRIMONIO ZOOTECNICO SOGGETTO A PREDAZIONE pdl 376 REGIONE

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDE TE DELLA REPUBBLICA

DECRETO DEL PRESIDE TE DELLA REPUBBLICA DECRETO DEL PRESIDE TE DELLA REPUBBLICA 27 ottobre 2011, n. 209 Regolamento recante istituzione di Zone di protezione ecologica del Mediterraneo nord-occidentale, del Mar Ligure e del Mar Tirreno. (11G0252)

Dettagli

Gli ecosistemi naturali del Tevere.

Gli ecosistemi naturali del Tevere. Gli ecosistemi naturali del Tevere. Il tratto Marconi Ostiense San Paolo Alessia Cerqua In questo tratto fluviale, caratterizzato dalla presenza di sponde naturali, la vegetazione ripariale presente appare

Dettagli

La Politica Agricola Comune, i Programmi di Sviluppo Rurale e la Rete Natura 2000 Stato attuale e quadro post 2013

La Politica Agricola Comune, i Programmi di Sviluppo Rurale e la Rete Natura 2000 Stato attuale e quadro post 2013 La Politica Agricola Comune, i Programmi di Sviluppo Rurale e la Rete Natura 2000 Stato attuale e quadro post 2013 Luigi Servadei Ministero Luogo e delle datapolitiche Agricole, D.G. Sviluppo Rurale Rete

Dettagli

GESTIONE DELLE RISORSE UMANE

GESTIONE DELLE RISORSE UMANE Titolo del pag. 1 di 6 Titolo del I N D I C E 1. SCOPO 2. GENERALITÀ 3. CAMPO DI APPLICAZIONE 4. LISTA DI DISTRIBUZIONE 5. DETERMINAZIONE DEL FABBISOGNO 6. SELEZIONE DEL PERSONALE 7. ITER DI INSERIMENTO

Dettagli

L assicurazione della qualità nelle PMI: Strumenti necessari per svolgere efficacemente questo ruolo in azienda

L assicurazione della qualità nelle PMI: Strumenti necessari per svolgere efficacemente questo ruolo in azienda Area Tecnical e Professional L assicurazione della qualità nelle PMI: Strumenti necessari per svolgere efficacemente questo ruolo in azienda Bologna 26 e 27 Febbraio 2015 9.00-13.00 e 14.00-18.00 Il Responsabile

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA N. 1546 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa del senatore MACCANICO COMUNICATO ALLA PRESIDENZA L 8 MAGGIO 2007 Riconoscimento del carattere nazionale al Bioparco di Roma

Dettagli

Il lupo è un mammifero appartenente alla famiglia dei canidi, come la volpe, lo sciacallo e il cane, di cui è un progenitore. Ci sono due specie di

Il lupo è un mammifero appartenente alla famiglia dei canidi, come la volpe, lo sciacallo e il cane, di cui è un progenitore. Ci sono due specie di Il lupo è un mammifero appartenente alla famiglia dei canidi, come la volpe, lo sciacallo e il cane, di cui è un progenitore. Ci sono due specie di lupo nel mondo: il lupo grigio (Canis Lupus) e il lupo

Dettagli

BIOSICUREZZA IN ALLEVAMENTI SUINI

BIOSICUREZZA IN ALLEVAMENTI SUINI CASTELNUOVO RANGONE (MO) 12-13 maggio 2010 FORLI 3-4 giugno 2010 BIOSICUREZZA IN ALLEVAMENTI SUINI Silvano Natalini Servizio Veterinario e Igiene Alimenti MOTIVAZIONI E OBIETTIVI DELL INIZIATIVA FORMATIVA

Dettagli

Art. 1. Oggetto. 1. La presente legge detta norme sulla detenzione e sul commercio degli animali esotici.

Art. 1. Oggetto. 1. La presente legge detta norme sulla detenzione e sul commercio degli animali esotici. L.R. 24 luglio 2002, n. 12 ( 1). Norme sulla detenzione e sul commercio di animali esotici. (giurisprudenza) (1) Pubblicata nel B.U. Marche 1 agosto 2002, n. 87. Art. 1 Oggetto. 1. La presente legge detta

Dettagli

- che attualmente il Lazio è interessato da 6 aree protette nazionali e da 69 aree protette regionali

- che attualmente il Lazio è interessato da 6 aree protette nazionali e da 69 aree protette regionali OGGETTO: PROPOSTA DI ISTITUZIONE DEL MONUMENTO NATURALE ''LAGHETTO IN LOC. SEMBLERA MONTEROTONDO SCALO'' AI SENSI DELL'ART. 6 DELLA LEGGE REGIONALE 6 OTTOBRE 1997 N. 29 E SS.MM.II. - APPROVAZIONE DELLA

Dettagli

David Bianco - Ente di gestione per i Parchi e la Biodiversità Emilia Orientale

David Bianco - Ente di gestione per i Parchi e la Biodiversità Emilia Orientale Parco Regionale dei Gessi Bolognesi e Calanchi dell Abbadessa Parchi e Riserve dell Emilia Romagna David Bianco - Ente di gestione per i Parchi e la Biodiversità Emilia Orientale Che cosa fa un Parco naturale?

Dettagli

COMUNE DI MESSINA Regolamento della Biblioteca Giuridica

COMUNE DI MESSINA Regolamento della Biblioteca Giuridica COMUNE DI MESSINA Regolamento della Biblioteca Giuridica Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 6 del del 9/2/05 pubblicata all albo pretorio dal 20/2/05 Ripubblicato dal 3/3/05 al 18/3/05

Dettagli

Corso Base Marche e Umbria per Operatori Regionali TAM.

Corso Base Marche e Umbria per Operatori Regionali TAM. Corso Base Marche e Umbria per Operatori Regionali TAM. Il corso è aperto a tutti i Soci delle Marche e dell Umbria che siano iscritti da almeno 2 anni al CAI. Il corso è aperto anche ai Soci di altre

Dettagli

Aracnofauna della Sardegna

Aracnofauna della Sardegna Consorzio 21 Edificio 2- Polaris Programma Master and Back Loc. Piscina Manna 09010 Pula Programma di Tirocinio: Aracnofauna della Sardegna 1. Soggetto Proponente (Operante in Sardegna) Ragione Sociale:

Dettagli

I punti di partenza: Direttiva Uccelli selvatici (79/409/CEE) 194 specie di Uccelli (allegato I) e specie migratrici

I punti di partenza: Direttiva Uccelli selvatici (79/409/CEE) 194 specie di Uccelli (allegato I) e specie migratrici I punti di partenza: Direttiva Uccelli selvatici (79/409/CEE) 194 specie di Uccelli (allegato I) e specie migratrici Direttiva Habitat (92/43/CEE) 220 tipi di habitat (Al.I) e oltre 800 specie (Al.II)

Dettagli

Deliberazione del Consiglio di Gestione

Deliberazione del Consiglio di Gestione Deliberazione del Consiglio di Gestione Numero 26 del 26-04-2012 Oggetto: APPROVAZIONE DEL "REGOLAMENTO PER L'ACCESSO E L'U= TILIZZO DEL SITO WEB SEGNALAZIONI RETTILI E ANFI= BI" L'anno duemiladodici il

Dettagli

Daniele Valfrè Guardiaparco, Riserva Naturale Montagne della Duchessa

Daniele Valfrè Guardiaparco, Riserva Naturale Montagne della Duchessa Lo scorso mese di maggio una delegazione della Regione Lazio, composta da dirigenti, naturalisti e guardiaparco, si è recata in visita ufficiale presso alcuni Parchi Nazionali ucraini, nell area dei Carpazi,

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE CONTRATTI INFORMATICI

SOFTWARE GESTIONE CONTRATTI INFORMATICI SOFTWARE GESTIONE CONTRATTI INFORMATICI Gestione Contratti Informatici NORMATIVA LA STIPULA DEI CONTRATTI DAL 1 GENNAIO 2013: Decreto legge 179/2012: Ulteriori misure urgenti per la crescita del Paese

Dettagli

Seminario e corso di aggiornamento sull applicazione dei DPR 412/93 e 551/99. Servizi ed attività ENEA sull attuazione DPR 412/93.

Seminario e corso di aggiornamento sull applicazione dei DPR 412/93 e 551/99. Servizi ed attività ENEA sull attuazione DPR 412/93. Seminario e corso di aggiornamento sull applicazione dei DPR 412/93 e 551/99 Servizi ed attività ENEA sull attuazione DPR 412/93 Camillo Calvaresi Bologna, 19 settembre 2003 Sala Auditorium della Regione

Dettagli

LA PROBLEMATICA DELLA CATTURA DI UCCELLI SELVATICI DA UTILIZZARE COME RICHIAMI VIVI NELL AMBITO DELLA NORMATIVA ITALIANA ED EUROPEA. Jacopo G.

LA PROBLEMATICA DELLA CATTURA DI UCCELLI SELVATICI DA UTILIZZARE COME RICHIAMI VIVI NELL AMBITO DELLA NORMATIVA ITALIANA ED EUROPEA. Jacopo G. LA PROBLEMATICA DELLA CATTURA DI UCCELLI SELVATICI DA UTILIZZARE COME RICHIAMI VIVI NELL AMBITO DELLA NORMATIVA ITALIANA ED EUROPEA Jacopo G. Cecere LA LEGGE 157/92 La Legge n. 157 dell 11 febbraio 1992

Dettagli

1. PROGETTO DI EDUCAZIONE, DIVULGAZIONE E INFORMAZIONE CONOSCI L ORSO BRUNO (Art. 5)

1. PROGETTO DI EDUCAZIONE, DIVULGAZIONE E INFORMAZIONE CONOSCI L ORSO BRUNO (Art. 5) PARTE SECONDA PROGETTO DI EDUCAZIONE, DIVULGAZIONE E INFORMAZIONE CONOSCI L ORSO BRUNO 1 1. PROGETTO DI EDUCAZIONE, DIVULGAZIONE E INFORMAZIONE CONOSCI L ORSO BRUNO (Art. 5) 1.1. ATTRIBUZIONE DI UN INCARICO

Dettagli

AllarmeNatura: più di 500.000 firme in tutta Europa!

AllarmeNatura: più di 500.000 firme in tutta Europa! DONA ISCRIVITI RINNOVA News e storie La Lipu Il mondo degli uccelli Le Oasi e i Centri Come puoi aiutarci Cerca... AllarmeNatura: più di 500.000 firme in tutta Europa! Etichettato sotto allarmenatura petizioni

Dettagli

Guida per l inserimento dei dati delle collezioni museali nel portale ANMS-Coll Map.

Guida per l inserimento dei dati delle collezioni museali nel portale ANMS-Coll Map. Guida per l inserimento dei dati delle collezioni museali nel portale ANMS-Coll Map. A cura di Vincenzo Vomero e Stefano Martellos Questa guida ha lo scopo di fornire un primo aiuto per una più rapida

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE CONTRATTI INFORMATICI

SOFTWARE GESTIONE CONTRATTI INFORMATICI s.r.l. LA SUITE SOFTWARE SOFTWARE GESTIONE CONTRATTI INFORMATICI Gestione Contratti Informatici NORMATIVA LA STIPULA DEI CONTRATTI DAL 1 GENNAIO 2013: Decreto legge 179/2012: Ulteriori misure urgenti per

Dettagli

ALLEGATO A: LINEE GUIDA PER L ATTUAZIONE DELLE PRIORITÀ D INTERVENTO

ALLEGATO A: LINEE GUIDA PER L ATTUAZIONE DELLE PRIORITÀ D INTERVENTO ALLEGATO A: LINEE GUIDA PER L ATTUAZIONE DELLE D INTERVENTO PER LA CONSERVAZIONE DELL ORSO BRUNO MARSICANO Riduzione degli impatti legati alle attività antropiche (rif. azioni A1, A3, A4 e A5 del PATOM)

Dettagli

Base di lavoro. Idea principale

Base di lavoro. Idea principale Base di lavoro Idea principale «Gli esseri viventi vivono in relazione tra loro e con l ambiente che li ospita, all interno di particolari ecosistemi dotati di un equilibrio ben preciso. Tutti gli organismi

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Inserire una fotografia (facoltativo) Informazioni personali Cognome(i/)/Nome(i) GENTILE Leonardo Indirizzo(i) Corso Umberto I, 132 67030 Scontrone (AQ) Telefono(i) +39 086487740

Dettagli

INCONTRI CON IL MARE

INCONTRI CON IL MARE INCONTRI CON IL MARE Progetti didattici per le scuole 2011-2012 2012 Fondazione Cetacea Onlus Centro di Educazione Ambientale Via Torino 7/A- 47838 Riccione Tel.0541/691557-fax 0541/475830 www.fondazionecetacea.org

Dettagli

ESPERIENZA LAVORATIVA

ESPERIENZA LAVORATIVA F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo UGO ZILIANI Poggio alle Volpi, 16 - Cascina Terme (PI) Telefono 02 64 69 294 Fax 02 99 98 92 04

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Il seguente documento è una copia dell'atto. La validità legale è riferita esclusivamente al fascicolo in formato PDF firmato digitalmente. Parte prima Decreti Regolamenti e decreti Assessorato Difesa

Dettagli

Elenco Libri Biblioteca sede di via Bombrini - GE ecologia, bioviversità, desertificazione

Elenco Libri Biblioteca sede di via Bombrini - GE ecologia, bioviversità, desertificazione Elenco Libri Biblioteca sede di via Bombrini - GE ecologia, bioviversità, desertificazione Codice Titolo Primo autore ISBN/ISSN Data Ochrophyta; Phaeophyceae e Xanthophyceae; 3942 ambienti di transizione

Dettagli

ATTIVITA DI DOCUMENTAZIONE L.285/97

ATTIVITA DI DOCUMENTAZIONE L.285/97 ATTIVITA DI DOCUMENTAZIONE L.285/97 1) Banca dati dei progetti annualità 2012 2) Analisi dei piani di zona delle città riservatarie e dei piani regionali socio-sanitari 2012 STATO d IMPLEMENTAZIONE della

Dettagli

IL DIRIGENTE RENDE NOTO

IL DIRIGENTE RENDE NOTO AVVISO PUBBLICO PER L AFFIDAMENTO DI QUATTRO INCARICHI DI COLLABORAZIONE OCCASIONALE CON IL MUSEO CIVICO DI ZOOLOGIA PER LA CURA, SALVAGUARDIA E GESTIONE DELLE COLLEZIONI NATURALISTICHE DEL MUSEO CIVICO

Dettagli

La digitalizzazione della Pubblica Amministrazione ed il dato territorlale

La digitalizzazione della Pubblica Amministrazione ed il dato territorlale Scuola di Dottorato Il Codice dell Amministrazione Digitale: le origini Alberto Leoni Università IUAV di Venezia a.leoni1@stud.iuav.it 1. I Fondamenti Normativi: Scaletta di Intervento La Direttiva Europea

Dettagli

LEO Africa, Selati Game Reserve, Sud Africa & Universita IULM, Milano, Italy

LEO Africa, Selati Game Reserve, Sud Africa & Universita IULM, Milano, Italy LEO Africa, Selati Game Reserve, Sud Africa & Universita IULM, Milano, Italy LEO Africa e un programma di volontariato incentrato nello specifico sul monitoraggio e conservazione di leoni e rinoceronti

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 20 maggio 2014, n. 943

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 20 maggio 2014, n. 943 19287 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 20 maggio 2014, n. 943 P.C.T.E. Grecia Italia 2007/2013 Progetto BIG. Accordo con il Dipartimento di Biologia ed il Museo Orto Botanico dell Università degli

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE IL CONSIGLIO COMUNALE PREMESSO che il Comune di Bentivoglio, nell ambito dei principi giuridici e indirizzi fissati dalle Leggi, dai Regolamenti e dal proprio Statuto promuove il diritto alla presenza,

Dettagli

ELENCO ATTIVITÀ DI ORIENTAMENTO

ELENCO ATTIVITÀ DI ORIENTAMENTO ELENCO ATTIVITÀ DI ORIENTAMENTO Come previsto dall'accordo di tra la Provincia e l'università degli Studi di Torino nell'ambito del Piano Provinciale di Orientamento cofinanziato dal Fondo Sociale Europeo

Dettagli

Servizi Integrati. Per realizzare una ef cace AAI devono essere svolti i seguenti passi:

Servizi Integrati. Per realizzare una ef cace AAI devono essere svolti i seguenti passi: Analisi di Prodotto Scheda 1/10 Analisi i inizialei i dei processi Aziendali ambientale secondo operativa 15033 Introduzione: L Analisi (AAI) è una dettagliata e metodica indagine dello stato dell Organizzazione

Dettagli

8. Mercato immobiliare

8. Mercato immobiliare 8. Mercato immobiliare Indice delle tabelle 8.1 Andamento dei prezzi medi di vendita del mercato residenziale a Roma e Milano. Serie storica dal 1986 al 2002. 8.2 Andamento dei prezzi medi di vendita del

Dettagli

Assicurazione di qualità dei dati di monitoraggio ecologico delle acque superficiali interne

Assicurazione di qualità dei dati di monitoraggio ecologico delle acque superficiali interne Assicurazione di qualità dei dati di monitoraggio ecologico delle acque superficiali interne Stato ecologico dei fiumi ai sensi della Direttiva 2000/60/CE: valutazione della qualità del dato ISPRA 30 novembre

Dettagli

RELAZIONE ATTIVITA COMMISSIONE CONSERVAZIONE BIENNIO 2006-2007

RELAZIONE ATTIVITA COMMISSIONE CONSERVAZIONE BIENNIO 2006-2007 RELAZIONE ATTIVITA COMMISSIONE CONSERVAZIONE BIENNIO 2006-2007 - Sintesi redatta per l Assemblea di Roma (26/01/2008) - Indice 1. Attività svolta nel periodo 2006/2007.... pag. 1 2. Attività futura.. pag.

Dettagli

Finalità. L offerta formativa prepara il selecontrollore per l iscrizione a due diverse sezioni dell Albo, a scelta del candidato:

Finalità. L offerta formativa prepara il selecontrollore per l iscrizione a due diverse sezioni dell Albo, a scelta del candidato: Dipartimento V Agricoltura ed ambiente rurale U.O. Ambiente rurale e naturale, gestione faunistica Provincia di Lodi Via Fanfulla, 14 26900 Lodi C.F. 92514470159 tel. 0371.442.1 fax 0371.416027 pec: provincia.lodi@pec.regione.lombardia.it

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo ANTONIO ALUIGI VIA MARCONI 165-16011 ARENZANO (Genova), Italia Telefono 0108590300 Fax 0108590064

Dettagli

Introduzione alla Gestione Forestale Sostenibile nelle Aree Protette [22.09.2011 Piano Vomano di Crognaleto TE]

Introduzione alla Gestione Forestale Sostenibile nelle Aree Protette [22.09.2011 Piano Vomano di Crognaleto TE] Centro Ricerche Floristiche dell Appennino Introduzione alla Gestione Forestale Sostenibile nelle Aree Protette [22.09.2011 Piano Vomano di Crognaleto TE] Centro Ricerche Floristiche dell Appennino (CRFA)

Dettagli

I monitoraggi a medio e lungo termine condotti da AsOER: specie, aree e metodi

I monitoraggi a medio e lungo termine condotti da AsOER: specie, aree e metodi I monitoraggi a medio e lungo termine condotti da AsOER: specie, aree e metodi Roberto Tinarelli 29.03.2014 - I monitoraggi a medio e lungo termine condotti da AsOER: specie, aree e metodi Un Associazione

Dettagli

Ai Dirigenti Scolastici Scuole primarie statali e non statali di Bergamo. Ai Docenti di Scienze

Ai Dirigenti Scolastici Scuole primarie statali e non statali di Bergamo. Ai Docenti di Scienze Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Provinciale di Bergamo Area D. Ufficio Supporto alla Didattica Via Pradello 12 24121 Bergamo Tel. 035/284111 Fax 035/242974 e-mail: usp.bg@istruzione.it

Dettagli

Lo studio geografico. Finalità, metodi, strumenti

Lo studio geografico. Finalità, metodi, strumenti Dipartimento Interateneo Territorio AIIG- Sezione Piemonte cristiano.giorda@unito.it Lo studio geografico Finalità, metodi, strumenti Finalità Che cos è la geografia? Che fini ha lo studio geografico?

Dettagli