2007/2012 AMMINISTRAZIONE MOSCHERINI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "2007/2012 AMMINISTRAZIONE MOSCHERINI"

Transcript

1

2

3 DELLE ATTIVITÀ AMMINISTRATIVE, DEI PROGETTI, DEGLI INTERVENTI E DELLE OPERE REALIZZATE 2007/2012 AMMINISTRAZIONE MOSCHERINI

4 Prima ristampa Finito di stampare nel mese di gennaio 2012 Tutti i diritti di riproduzione, anche parziale, sono riservati Testi, foto e progetti Si ringraziano tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione di questo volume, in particolare dirigenti, funzionari e dipendenti del Comune di Civitavecchia e delle società partecipate Progetto e realizzazione: Publicom Consulting Srl Referenze fotografiche: Agenzia di stampa Seapress, Archivio privato Publicom, Ufficio stampa del Comune di Civitavecchia, Walter Petretto, Massimiliano Magrì, Annamaria Colucci, Luciano Giobbi, Tino Romano, Luca Riccioni

5 Cinque anni di duro lavoro e stabilità Giovanni Moscherini Sindaco di Civitavecchia Cari civitavecchiesi, questa pubblicazione vuole essere una occasione per tracciare un sintetico bilancio su quanto realizzato dall amministrazione comunale da quando sono stato eletto Sindaco. Abbiamo fatto molto. E molto c è ancora da fare: la realizzazione di un complessivo progetto di rinascita di una città come Civitavecchia richiede necessariamente almeno un decennio. Oggi possiamo dire di aver completato con successo la prima parte del lavoro, la FASE 1 in cui abbiamo risanato l esistente, fronteggiando una congiuntura negativa senza precedenti e offrendo risposte concrete a diverse emergenze, da quella dell occupazione, a quella abitativa. Nel contempo abbiamo progettato la città del futuro, con opere da realizzare nel breve e nel medio termine. Per questo, siamo convinti che il secondo mandato sia necessario per portare a termine i numerosi progetti avviati, così come è stato nella mia personale esperienza di manager ed amministratore pubblico con la costruzione del nostro grande porto, che in dieci anni è diventato un esempio a livello internazionale: da piccolo scalo di collegamento per la Sardegna a primo porto del Mediterraneo per le crociere e capolinea delle Autostrade del Mare. Anche allora, i primi anni furono necessari per demolizioni e progettazioni, per attrarre finanziamenti pubblici ed investitori privati. Gli straordinari frutti di tanto duro lavoro si sono raccolti dopo 5 anni, con la realizzazione delle infrastrutture necessarie al boom dei traffici che poi puntualmente si è registrato, consentendo al Porto di Roma di diventare un porto di livello europeo, al quale deve corrispondere una città moderna, di respiro europeo. Sono pienamente fiducioso nel fatto che dopo aver acquisito, nei primi anni da Sindaco anche una nuova esperienza nell amministrazione di una città complessa come Civitavecchia, che forse non a caso per troppo tempo, finora, non aveva avuto una giunta capace di portare a termine l intera consiliatura, la Fase 2 sarà quella della definitiva Rinascita, in cui finalmente le mille potenzialità di questo splendido territorio saranno tradotte in sviluppo e lavoro. Lo sento come un dovere personale, un debito di riconoscenza nei confronti di una città dove sono arrivato oltre 15 anni fa e che mi ha accolto come mai si sarebbe aspettato un apolide come me, fino a darmi l onore di essere eletto primo cittadino. Un onore e un onere che voglio dimostrare di aver meritato, impegnandomi ancora di più per costruire una prospettiva ed un futuro migliore per i nati nel terzo millennio.

6

7 indice GLI ANNI DEL RISANAMENTO RIFORME, SVILUPPO ECONOMICO E OCCUPAZIONE GRANDI OPERE E INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE INTERVENTI PER LA VIABILITÀ, TRAFFICO, PARCHEGGI SERVIZIO IDRICO, RIFIUTI, PULIZIA E MANUTENZIONE POLITICHE PER L AMBIENTE E TUTELA DEL PATRIMONIO POLITICHE SOCIALI, ASSOCIAZIONISMO E SOLIDARIETÀ COMMERCIO, TURISMO, SPETTACOLI ED EVENTI SCUOLA, POLITICHE CULTURALI E GIOVANILI POLITICHE PER LO SPORT, IMPIANTI SPORTIVI ALLEGATO: SCHEDA CAMPAGNA DI ASCOLTO LA TUA IDEA PER CIVITAVECCHIA

8 FASE1: GLI ANNI DEL RISANAMENTO E DELLA PROGRAMMAZIONE Nel 2007, quando Gianni Moscherini è stato eletto Sindaco di Civitavecchia al primo turno, con oltre il 55% dei consensi, la città veniva da tre amministrazioni che, per motivi diversi, non avevano concluso il loro mandato, dando origine ad altrettanti commissariamenti in pochi anni, di cui due nel giro di otto mesi. Il progetto di riorganizzazione e rinascita della città è stato avviato in un contesto di difficoltà finanziarie e tagli di trasferimenti da parte dello Stato. Dopo anni di amministrazioni in posizione di debolezza nei confronti delle grandi aziende presenti in città, a partire da Enel, il Sindaco Moscherini ha ottenuto dal colosso elettrico un accordo senza precedenti per Civitavecchia. Il primo obiettivo perseguito dal Sindaco è stato quello di riaprire il negoziato con Enel per concordare una nuova convenzione, che sottoscritta in pochi mesi ha consentito al Comune di Civitavecchia di beneficiare di un addendum di 10 milioni di euro al precedente accordo e di ulteriori contributi da parte della spa elettrica per oltre 50 milioni di euro in 4 anni e 3,5 mln di euro annui come adeguamento Ici concordato tra le parti, per arrivare alla quota annua dell'imposta di circa 8 milioni. Enel inoltre ha confermato la partecipazione al tavolo della salute promosso dalla Regione, l'impegno dei 500 mila euro annui per l università e di 1 milione di euro all anno per contribuire alla gestione dell Osservatorio Ambientale. Per le imprese locali, il Sindaco ha chiesto ed ottenuto la garanzia del coinvogimento delle aziende del territorio nella manutenzione della centrale di Tvn, nei corsi di formazione e nella corretta qualificazione delle imprese. Senza dimenticare l attenzione per la sicurezza, che ha portato il primo cittadino ad ordinare la chiusura degli impianti dopo la tragica morte di un operaio nel cantiere, per far luce sulle condizioni di lavoro ed i rischi a cui erano esposti i lavoratori durante la conversione della centrale. Parallelamente, l'amministrazione ha avviato il piano di riforma dei servizi pubblici locali, che ha portato alla costituzione della holding multiservizi, della società del patrimonio, valorizzato a garanzia degli investimenti comuni, e delle società operative territoriali, che si occupano dei vari tipi di servizi. Con l acuirsi della crisi economica, il sistema-comune, con le sue società, ha consentito di occupare complessivamente circa mille persone, offrendo risposte dirette alla situazione occupazionale sempre più difficile. Sono stati stabilizzati 13 videoterminalisti, 3 istruttori di vigilanza, 3 educatori asilo nido, 1 insegnante scuola materna, 1 conduttore mezzi, 3 educatrici, 6 operatori socio-assistenziali e 75 operatori di Città Pulita. La spesa per i servizi sociali ha garantito, negli anni, risposte concrete alle famiglie disagiate, sempre più numerose: è stata anche affrontata l'emergenza abitativa, con la realizzazione del Villaggio della Solidarietà, fino all'accordo con l'ater per la costruzioni di nuovi immobili per l'edilizia popolare. Nonostante un quadro di vincoli sempre più stringenti alla spesa pubblica e di scarsità di risorse, l'amministrazione non ha mai aumentato le aliquote delle imposte di propria competenza, riuscendo anzi anche a ridurre l'indebitamento del Pincio, che nel 2006 aveva sfondato il tetto dei 70 milioni di euro. 6 INTRODUZIONE - FASE 1: GLI ANNI DEL RISANAMENTO E DELLA PROGRAMMAZIONE

9 Il breve periodo è stato gestito procedendo con le manutenzioni ordinarie e straordinarie di strade, reti e infrastrutture e con la riqualificazione delle principali aree di pregio del centro storico e non solo. La Marina è e sarà il nuovo fiore all'occhiello di Civitavecchia. Il biglietto da visita della città, che poi, ai turisti italiani e stranieri di passaggio e, ogni giorno, ai cittadini, consentirà di usufruire del nuovo mercato, del nuovo lungoporto, delle piazze ripensate e recuperate. Le basi per la Rinascita di Civitavecchia sono state gettate: la Piattaforma Logistica Italia per la creazione di nuova occupazione per i nati del terzo millennio, le Terme che dopo decenni di stallo diventeranno realtà, non semplicemente nell'accezione tradizionale del termalismo, ma come una vera e propria cittadella termale, con servizi di accoglienza ed infrastrutture per attrarre turisti da tutto il mondo; e poi ancora il progetto Arrow Bio per lo smaltimento dei rifiuti, la bonifica e la riqualificazione dell'area Italcementi, i progetti previsti nel PIAU presentato lo scorso anno, fino al consolidamento del rapporto sinergico con il porto, che consentirà di creare nuove occasioni di lavoro e di sviluppo. Per completare il grande e complesso progetto di Rinascita, che cambierà radicalmente il volto della città nel prossimo decennio, è necessaria la continuità dell'azione amministrativa. Il secondo mandato, come accadde in porto, sarà quello delle realizzazioni delle opere e dei progetti e della creazione dei posti di lavoro. Siamo già partiti, interrompere il percorso avviato, significherebbe ripartire da zero e perdere tanti anni preziosi per la città. RIDUZIONE DELL INDEBITAMENTO PIAU Il Programma Innovativo in Ambito Urbano Porti e Stazioni è stato presentato ad Urban Promo Il piano è stato presentato anche alla Regione Lazio per accedere a finanziamenti comunitari. La posizione del porto di Civitavecchia nel Mediterraneo e la sua localizzazione rispetto al sistema delle grandi reti internazionali fanno della città un nodo di potenziale eccellenza, che vanta interessanti opportunità di sviluppo legate principalmente ai traffici internazionali, sia merci che passeggeri. Con riguardo ai flussi passeggeri, Civitavecchia è il primo porto in Italia per traffico crociere; in relazione ai flussi di traffico merci, attuali e potenziali, il porto potrebbe acquisire un ruolo strategico, intercettando la domanda di traffico in aumento, con soluzioni di capacità portuale e retroportuale adeguate ai livelli di servizio richiesti. Tali opportunità sono, peraltro, rafforzate dalla possibilità di espandere l area retro-portuale nella zona a Nord della città, senza che ciò generi interferenze con il contesto cittadino. Civitavecchia presenta condizioni che consentono l innescarsi di processi sinergici e di sviluppo armonico tra il porto e la città, tra lo spazio urbano e l area commerciale e industriale. Affinché la città sfrutti al massimo il suo potenziale, l Amministrazione si è impegnata in un importante lavoro di riqualificazione del territorio, attraverso progetti di sviluppo, infrastrutturale e non, volti a creare le condizioni per la crescita economica e sociale della città, del porto e dell area industriale retroportuale. Tra le iniziative in corso, il Comune ha attivato importanti azioni di marketing territoriale per presentare, sul mercato internazionale, un progetto per lo sviluppo di un sistema logistico competitivo. 7

10 Programma Innovativo in Ambito Urbano 8 INTRODUZIONE - FASE 1: GLI ANNI DEL RISANAMENTO E DELLA PROGRAMMAZIONE

11 9

12

13 CIVITAVECCHIA SI RIORGANIZZA RIFORME, SVILUPPO ECONOMICO E OCCUPAZIONE

14 CIVITAVECCHIA SI RIORGANIZZA HOLDING - RIFORMA DEI SERVIZI PUBBLICI La riforma dei servizi pubblici locali è realtà, con la creazione di Civitavecchia Infrastrutture, la società in cui è confluito il patrimonio comunale e che rimarrà al 100% dell ente locale, e di Hcs, la holding multiservizi da cui dipendono le società operative territoriali che svolgono i servizi pubblici locali. Controllando e comprimendo i costi dei nuovi organi amministrativi, è stata creata nuova occupazione, stabilizzando ampie fasce di precariato e offrendo una risposta immediata e concreta, per quanto nelle possibilità del Comune, a numerosi civitavecchiesi che avevano perso il posto di lavoro. Nel suo complesso, oggi il sistema comune-partecipate occupa circa 1000 persone, affermandosi come la principale azienda del territorio. La holding può legittimamente aspirare a diventare la multiservizi di riferimento di tutto l alto Lazio, gestendo direttamente o attraverso le sue SOT il servizio idrico, i rifiuti e l igiene urbana, il trasporto pubblico, le farmacie comunali, vari servizi di assistenza. Nuove società potranno essere costituite per altri settori che necessitano di una gestione ispirata a criteri di efficienza e produttività. La cessione al privato del 60% di Hcs consentirà alla collettività, sotto lo stretto controllo del consiglio comunale, di beneficiare di servizi migliori, erogati da un azienda guidata da chi ha esperienze specifiche e capitali da investire. PIATTAFORMA LOGISTICA ITALIA La nuova frontiera dello sviluppo è nella logistica. Soltanto con la condivisione di forze politiche e sociali, di associazioni imprenditoriali e delle istituzioni centrali e del territorio, sarà possibile realizzare il progetto destinato a creare le opportunità lavorative per i giovani del È nostro dovere nel limite delle nostre possibilità e competenze dare risposte concrete all emergenza occupazionale attuale, tracciando nel contempo le linee dello sviluppo dei prossimi anni. La strada da intraprendere è quella di una sinergia reale e sempre più stretta tra la città ed il porto. Il progetto su cui puntare è quello della Piattaforma Logistica Italia: ulteriore crescita dello scalo, aeroporto a Tarquinia e Distripark per lavorazione, stoccaggio e smistamento delle merci. Non si tratta di immaginare un semplice interporto, che potrebbe sfruttare il terminal container che abbiamo realizzato, ma di cambiare approccio: fare arrivare non solo prodotti per il mercato romano, ma insediare nel nostro retroporto industrie di lavorazione ed assemblaggio, sfruttando la possibilità di avere 12 CIVITAVECCHIA SI RIORGANIZZA RIFORME, SVILUPPO ECONOMICO E OCCUPAZIONE

15 fondali adatti alle navi di ultima generazione ed ampi spazi a disposizione a ridosso dello scalo, che in Italia non ha nessun altro. Così, in meno di 10 anni, creeremo 6000 nuovi posti di lavoro, per i quali saranno attivati immediatamente percorsi formativi ad hoc, d'intesa con la Regione. Non è utopia. E' pensare in grande per una città che ha tutte le potenzialità per diventare il cuore della logistica del Paese, così come facemmo con le crociere: arrivavano poche decine di navi l anno e nessuno credeva che in un tempo brevissimo saremmo potuti diventare il primo porto del Mediterraneo, come invece è stato. TERME Dopo settant anni Civitavecchia riavrà le sue terme. Non solo un impianto termale pubblico, ma una vera e propria città delle terme e del wellness, con servizi e novità in grado di attrarre turisti non solo da Roma e del centro Italia, ma da tutto il mondo. Nei primi quattro anni di amministrazione è stato portato a conclusione un iter che sembrava infinito. L apertura delle terme è prevista per il 2013, mentre intanto è iniziata la riqualificazione della Ficoncella, con i suoi bagni miracolosi ai quali i civitavecchiesi sono tanto affezionati e che rimarranno a disposizione dei cittadini. Nei primi mesi del 2012, dopo l espletamento del relativo bando pubblico per la manifestazione di interesse, pubblicato ad inizio dicembre, dovrà essere predisposta e sottoscritta la convenzione tra il Comune e l impresa che dovrà realizzare e poi gestire l opera. INTERVENTI E POLITICHE DI SVILUPPO PROTOCOLLO D'INTESA CITTÀ - PORTO Una vera città portuale non può astrarsi dal suo porto e un vero porto non può prescindere dalle esigenze della città in cui insiste. È secondo questa filosofia che il Sindaco Gianni Moscherini ed il Presidente dell'autorità Portuale Pasqualino Monti hanno sottoscritto un protocollo di intesa per lo sviluppo dello scalo e del territorio. Un documento che da un lato guarda nell immediato al completamento delle opere del Prg portuale, dall altro mira a dare stabilità e creare nuove occasioni di lavoro per il futuro, rilanciando il territorio. Un intesa strategica per la città, di cui il porto è il principale volano di sviluppo e occupazione. Per la prima volta è stato possibile firmare un accordo congiunto, indicando cosa fare in ambito portuale, dai piccoli interventi come la riunificazione della Marina che andrà a riappropriarsi del Forte Michelangelo e del porto storico, fino a grandi progetti che daranno lavoro alle prossime generazioni. Il piano segue due direttrici: da un lato la realizzazione ed il completamento dell attuale piano regolatore portuale, con la costruzione della darsena traghetti e servizi ed il prolungamento dell'antemurale, fino alla realizzazione della darsena energetico grandi masse e dei terminal crociere; dall altro la predisposizione e l approvazione della Piattaforma logistica Italia, a nord della centrale di Torrevaldaliga. Dall abbattimento dei sili del grano alla realizzazione dell oceanario, dalla necessità di trovare spazi adeguati per pesca sportiva e diportisti, alla riqualificazione della Frasca fino allo sviluppo del traffico container: il protocollo di intesa va a disegnare le connessioni tra porto e città nel presente, a medio termine e nel futuro. 13

16 CONSULTA PER LO SVILUPPO E L'OCCUPAZIONE Il Sindaco ha promosso la Consulta permanente per lo Sviluppo e l'occupazione. Ne fanno parte, insieme al Comune di Civitavecchia, Autorità Portuale, Enel, Tirreno Power, Federlazio, Cna, Legacoop, Confcommercio, organizzazioni sindacali, consorzi delle imprese locali, la Cpc, le associazioni imprenditoriali. Sono stati invitati a partecipare anche la Regione, le Provincie di Roma e Viterbo, i sindaci di Allumiere, Santa Marinella, Tarquinia e Tolfa. Numerose le questioni affrontate: dall'accordo con il porto, con le prospettive di lavoro derivanti dall'avvio delle grandi opere previste, alle questioni industriali: il progetto di riconversione a biomasse del IV gruppo di Torre Sud, le manutenzioni della centrale Enel di Tvn, la realizzazione delle prescrizioni per l'enel. E poi, il rilancio di turismo, commercio e servizi. Il termalismo, i patti territoriali, per i quali è finalmente possibile passare alla fase realizzativa. Le altre opere pubbliche del territorio, come la realizzazione del tratto laziale del corridoio tirrenico, appena avviato. La consulta permanente sarà uno degli strumenti attraverso i quali sarà delineato il quadro strategico che la città ed il territorio vogliono disegnare per lo sviluppo, fatto di operazioni concrete, con regole certe ed accelerando i processi. SPORTELLO UNICO PER LE IMPRESE Una vera e propria rivoluzione nei rapporti tra imprenditori e pubblica amministrazione. E stavolta il Comune di Civitavecchia è decisamente all avanguardia e nel pieno rispetto dei tempi previsti dalle normative. Dallo scorso mese di ottobre, il SUAP, lo Sportello Unico Attività Produttive è l'unico ufficio del Pincio al quale presenterare, per via telematica, ogni istanza, comunicazione e relativi allegati inerenti l inizio delle attività imprenditoriali soggette sia all istituto della Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA ), sia all istituto del rilascio di un titolo autorizzatorio. Cambiano radicalmente i rapporti tra imprese e Comune, con il Suap che è diventato l unico interlocutore dell imprenditore, che non dovrà più girare da un ufficio all altro per le pratiche ed i procedimenti che possono riguardare diversi settori dell amministrazione. UFFICIO LEGALITÀ Confermando la massima attenzione alla trasparenza ed alla legalità degli atti e degli appalti, è stato stipulato a Palazzo Valentini un protocollo di intesa tra la Prefettura di Roma e il Comune di Civitavecchia per la prevenzione dei tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata nel settore degli appalti pubblici di lavori, servizi e forniture. È stato istituito l ufficio legalità, che opera in coordinamento con la prefettura. L'intesa poggia su tre punti fondamentali: il monitoraggio preventivo dei bandi di gara, il monitoraggio delle imprese partecipanti e aggiudicatarie dell appalto ed il controllo nella fase esecutiva dell opera. Sempre sul fronte della legalità, è stato predisposto il regolamento per il riconoscimento delle agevolazioni fiscali alle imprese o ai cittadini che hanno sporto denuncia nei confronti di tentativi di estorsione o di usura compiuti ai loro danni. Inoltre, sul fronte del contenzioso, sono stati recuperati circa 50mila euro per sanzioni amministrative. POLIZIA MUNICIPALE Più sicurezza e controllo in città anche grazie all ampliamento dell organico della Polizia Municipale. Dopo anni di vigili con contratto a tempo determinato, è stato indetto un concorso pubblico che ha consentito l assunzione di 15 nuovi agenti, 14 CIVITAVECCHIA SI RIORGANIZZA RIFORME, SVILUPPO ECONOMICO E OCCUPAZIONE

17 passo necessario per poter procedere successivamente alla effettiva istituzione del vigile di quartiere, così come previsto dal programma dell amministrazione, per garantire maggiore controllo del territorio e vicinanza ai cittadini, dal centro ai quartieri periferici. Sono stati realizzati numerosi corsi di aggiornamento professionale per tutti gli appartenenti al Corpo, oltre a corsi di difesa personale. Gli agenti sono stati dotati di strumenti di autotutela come il bastone estensibile ed il parco auto è stato rinnovato con l acquisto di 10 nuovi mezzi, di cui uno in dotazione alla Protezione Civile. all informazione dei cittadini sono stati pubblicati on-line l Albo Pretorio, gli incarichi conferiti dall amministrazione, le delibere di Giunta e sono state adottate procedure informatiche per la richiesta di accesso agli atti. L Amministrazione ha anche adottato la posta elettronica certificata e la firma digitale per tutti gli atti. AMMINISTRAZIONE DIGITALE E SERVIZI AI CITTADINI L Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) è stato reso più accessibile con un adeguata struttura aperta al pubblico e potenziando i servizi offerti. Il portale internet istituzionale del Comune (www.comune.civitavecchia.rm.it) è stato completamente ripensato nella struttura, al fine di migliorare l accessibilità alle informazioni in linea con le prescrizioni del Ministero della Funzione Pubblica. Nel rispetto della trasparenza amministrativa e del diritto 15

18

19 CIVITAVECCHIA CAMBIA VOLTO GRANDI OPERE E INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE

20 LA MARINA DI CIVITAVECCHIA PRIMA COSTO COMPLESSIVO AREA INTERVENTO mq La nuova Marina rappresenta il segnale più evidente di come sia cambiato il volto della città, che da mezzo secolo aspirava ad avere una passeggiata sul mare. Dove prima correva un fascio di binari ferroviari, poi sostituito da una distesa di automobili parcheggiate, ora è nato uno splendido lungomare, che diventa un continuum tra Piazza degli Eventi e, più a sud, piazza Betlemme e lungomare Thaon de Revel. Oltre metri quadrati di area pedonale che si affacciano direttamente sull acqua, mentre sopra, al livello di viale Garibaldi, è nata una vera e propria terrazza panoramica da cui si può scendere al livello più vicino al mare, frequentato da famiglie, bambini, turisti e civitavecchiesi che possono finalmente vivere il più stretto connubio fra il mare e la città. È stata realizzato un piano del verde dedicato, con la piantumazione di palme, alberi e aiuole. Una volta completata - dopo che i lavori sono ripresi grazie al diretto intervento del Sindaco, che ha fatto ricorso allo strumento eccezionale dell ordinanza per motivi di sicurezza pubblica - Civitavecchia potrà godere di una Marina tra le più belle del Tirreno. Un prossimo intervento riguarderà il rafforzamento e la ristrutturazione della barriera soffolta, con il ripascimento della spiaggia con nuova sabbia. Sono previsti inoltre il raddoppio della passeggiata Thaon de Revel verso mare, il prolungamento della passeggiata a mare fino a Punta del Pecoraro e la realizzazione di uno stadio del surf sull acqua. 18 CIVITAVECCHIA CAMBIA VOLTO GRANDI OPERE E INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE

21 DOPO prova da inserire testo prova da inserire testo prova da inserire testo prova da inserire testo prova da inserire testo prova da inserire testo prova da inserire testo prova da inserire testo prova da inserire testo prova da inserire testo prova da inserire testo prova da inserire testo prova da inserire testo prova da inserire testo prova da inserire testo prova da inserire testo prova da inserire testo prova da inserire testo prova da inserire testo prova da inserire testo prova da inserire testo prova da inserire testo prova da inserire testo prova da inserire testo prova da inserire testo prova da inserire testo prova da inserire testo prova da inserire testo prova da inserire testo prova da inserire testo prova 19

22 20 CIVITAVECCHIA CAMBIA VOLTO GRANDI OPERE E INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE

23 21

24 CITTADELLA DELLA MUSICA PRIMA COSTO COMPLESSIVO AREA INTERVENTO mq Civitavecchia ha il suo auditorium. Anzi, qualcosa di più. Una cittadella della musica e della cultura. Dopo un iter avviato nel lontano 1984, con l inizio del recupero dell ex infermeria presidiaria (stabile del 1523), l amministrazione Moscherini ha individuato nella realizzazione di questo piccolo grande gioiello una delle priorità della propria azione. Dopo un restauro accurato che ha trasformato la struttura in un vero e proprio gioiello architettonico incastonato nelle antiche mura difensive della città realizzate dal Sangallo, la sala intitolata al Premio Oscar Ennio Morricone e quella che porta il nome della senatrice Mafalda Molinari, sono state arredate e dotate di tutto il necessario scegliendo gli stessi professionisti che hanno curato la Scala di Milano e la Fenice di Venezia. Una struttura dove non è solo possibile assistere a spettacoli ed esibizioni, ascoltando musica, ma anche imparare e fare cultura. Per questo nella Cittadella è stata appena aperta anche una sala di registrazione, che consentirà a cantanti e musicisti locali di poter eseguire le loro opere e di frequentare corsi e master tenuti da docenti di fama nazionale. Sarà, dunque, un luogo di produzione di cultura musicale, un fiore all occhiello per la città, incastonato nelle mura di Antonio da Sangallo, restaurate, tra un giardino curato in ogni dettaglio ed il vecchio ospedale, con punti di ritrovo, un centro di intrattenimento musicale, sale prove, uffici e la biblioteca. 22 CIVITAVECCHIA CAMBIA VOLTO GRANDI OPERE E INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE

25 DOPO 23

26 24 CIVITAVECCHIA CAMBIA VOLTO GRANDI OPERE E INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE

27 25

28 COMPLETAMENTO TRINCEA FERROVIARIA PRIMA COSTO COMPLESSIVO AREA INTERVENTO mq Appena insediata, l'amministrazione comunale ha risolto il contenzioso con l impresa che ha permesso di riprendere e concludere i lavori, interrotti da mesi, consentendo di richiudere definitivamente una ferita che lacerava il centro cittadino, Dopo le inaugurazioni dei primi due tratti, adibiti provvisoriamente a parcheggio, la Giunta Moscherini ha reperito le risorse finanziarie necessarie all'arredo urbano ed alla illuminazione, non previsti nel progetto originario e completato il terzo tratto con la realizzazione della rotatoria di via Isonzo. È stato anche coperto e adibito ad area pubblica con panchine ed aiuole il triangolo tra via Buonarroti e Corso Centocelle. Al momento tutta la parte di trincea coperta è già pienamente fruibile. Per il futuro, l'elaborato definitivo prevede che il tratto tra il Pincio e Corso Centocelle divenga area pedonale, con la realizzazione di una pista ciclabile e di costruzioni leggere per attività sociali di giovani e anziani, l'installazione di giochi per i bambini. Nel tratto tra Corso Centocelle e Via Bernini saranno installate fioriere, aiuole spartitraffico, così come tra i parcheggi del terzo tratto, tra Via Bernini e Via Isonzo. 26 CIVITAVECCHIA CAMBIA VOLTO GRANDI OPERE E INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE

29 DOPO 27

30 NUOVO MERCATO PRIMA COSTO COMPLESSIVO AREA INTERVENTO mq Entro febbraio il mercato sarà terminato. Quando venne costruita la darsena della pesca in porto, con la demolizione delle superfetazioni occupate dai pescatori, si registrarono mesi di proteste e malumori. A piazza R. Margherita sta accadendo lo stesso. Dopo i tentativi di diverse amministrazioni, finalmente il mercato, che in buona parte non era da anni più neppure in regola con le norme igienico-sanitarie, tornerà ad essere un punto di ritrovo ed un'area di commercio vitale per il centro della città. Mercato ittico, San Lorenzo e la nuova Piazza Regina Margherita saranno la principale opera di riqualificazione del centro storico. In particolare, sarà interamente recuperato lo storico mercato del pesce, ospitato in uno stabile risalente ai primi del '900, caratterizzato da particolari architettonici di interesse come il torrino, concepito completamente a vetri. La piazza di mattina ospiterà il mercato, su un unico livello, senza marciapiedi e senza la copertura attuale, poi per il resto della giornata sarà un isola pedonale che darà nuova vita a tutta quella parte storica della città che gravita attorno agli spazi attualmente soffocati dalle vecchie strutture di mercato. Sarà una realtà di grande pregio, a beneficio degli operatori, dei cittadini che da sempre amano farvi la spesa e dei turisti che numerosissimi chiedono di poter visitare il traditional market. 28 CIVITAVECCHIA CAMBIA VOLTO GRANDI OPERE E INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE

31 DOPO 29

32 CENTRO CITTADINO Corso Marconi PRIMA COSTO COMPLESSIVO AREA INTERVENTO mq Corso Marconi torna ad essere la via dello shopping, dopo l'intervento che ha visto il rifacimento di tutta la pavimentazione con decori di pregio, il rivestimento dei pilastri con lastre di travertino, la controsoffittatura, con ripristino dell impianto elettrico ed il rinforzo dei solai dei portici, con l'installazione del necessario sistema antipiccione, che ha risolto il problema della nidificazione degli storni e quello del guano. Infine, sono state realizzate rampe di accesso per disabili lungo tutti i punti di collegamento dell intera area. Un intervento analogo ha riguardato il piccolo tratto di Sottoportici del Consolato, finora mai interessato da piccoli ma necessari lavori di riqualificazione. Il progetto del Centro Commerciale Naturale, che coinvolgerà anche via Trieste, le vie limitrofe e tutto il centro storico in una politica comune di promozione costituirà un primo passo per il rilancio economico delle attività commerciali che potranno finalmente intercettare i flussi turistici del porto in transito nella città. 30 CIVITAVECCHIA CAMBIA VOLTO GRANDI OPERE E INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Comune di San Giustino STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Presentazione pubblica del 19.02.2015 IPOTESI PROGETTUALI CONSIDERAZIONI PRELIMINARI TUTELARE L ACCESSIBILITÀ AI

Dettagli

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale 1 Maria Giovanna Piva * * Presidente del Magistrato alle Acque di Venezia Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale Da moltissimi anni il Magistrato alle Acque opera per

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE

ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE In relazione all attività di gestione svolta nell anno 2011, si riportano i dati riguardanti le undici aree cimiteriali di Roma Capitale: Verano, Flaminio, Laurentino,

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

PRESENTAZIONE INTERVENTO PARCO COMMERCIALE AREA EX-SMA

PRESENTAZIONE INTERVENTO PARCO COMMERCIALE AREA EX-SMA PRESENTAZIONE INTERVENTO PARCO COMMERCIALE AREA EX-SMA 1 Realizzazione Parco Commerciale Osimo (AN) STRADA CLUENTINA 57/A 62100 MACERATA Indice INTRODUZIONE ALL INTERVENTO DESCRIZIONE GENERALE DELL INTERVENTO

Dettagli

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U.

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. DISCIPLINA DEI LIMITI E DEI RAPPORTI RELATIVI ALLA FORMAZIONE DI NUOVI STRUMENTI URBANISTICI

Dettagli

ALLEGATO A) ALLA DELIBERAZIONE DI G.C. DEL COMUNE DI BRESCIA IN DATA 23.11.2005 N. 1178/45828 P.G.

ALLEGATO A) ALLA DELIBERAZIONE DI G.C. DEL COMUNE DI BRESCIA IN DATA 23.11.2005 N. 1178/45828 P.G. ALLEGATO A) ALLA DELIBERAZIONE DI G.C. DEL COMUNE DI BRESCIA IN DATA 23.11.2005 N. 1178/45828 P.G. CRITERI E PROCEDURA PER IL RILASCIO DI CONCESSIONI DI OCCUPAZIONE SUOLO PUBBLICO PER L INSTALLAZIONE DI

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 La spesa complessiva

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche

Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche Schede rilievo SCHEDA RILIEVO BARRIERE ARCHITETTONICHE SPAZI - strade Vinci Toiano CENTRO ABITATO Sant

Dettagli

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro A Sua Eccellenza il Signor Prefetto di Roma OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro Signor Prefetto, come abbiamo concordato nei nostri precedenti incontri, Le scrivo

Dettagli

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ LE SOLUZIONI AMBIENTALI INTEGRATE DI UN GRUPPO LEADER SOLYECO GROUP ha reso concreto un obiettivo prezioso: conciliare Sviluppo e Ambiente. Questa è la mission

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

(Omissis) Art. 1. (Campo di applicazione).

(Omissis) Art. 1. (Campo di applicazione). DECRETO MINISTERIALE 2 aprile 1968, n. 1444 (pubblicato nella g. u. 16 aprile 1968, n. 97). Limiti inderogabili di densità edilizia, di altezza, di distanza fra i fabbricati e rapporti massimi tra spazi

Dettagli

RENDICONTO DI FINE MANDATO

RENDICONTO DI FINE MANDATO MAGGIO 2014 RENDICONTO DI FINE MANDATO ASSESSORATO LL.PP. E VIABILITA ANNO 2009 Sistemazione aiuola via Zanchi per messa in sicurezza fermata ATB Manutenzione straordinaria spalcatura barriera verde Impianti

Dettagli

8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE. Prof. Pier Luigi Carci

8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE. Prof. Pier Luigi Carci 8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE Prof. Pier Luigi Carci Introduzione Introduzione Le opere di urbanizzazione costituiscono tutte le strutture e i servizi necessari per rendere un nuovo insediamento adatto

Dettagli

Messa in Sicurezza e Riqualificazione della viabilità e dei percorsi pedonali del centro urbano di Castelnovo ne Monti Via Bagnoli

Messa in Sicurezza e Riqualificazione della viabilità e dei percorsi pedonali del centro urbano di Castelnovo ne Monti Via Bagnoli Bisi & Merkus Studio Associato Messa in Sicurezza e Riqualificazione della viabilità e dei percorsi pedonali del centro urbano di Castelnovo ne Monti Via Bagnoli Comune di castelnovo ne monti \ Progettista

Dettagli

LISTA PROGETT I- Fonte di finanziamento: REGIONE

LISTA PROGETT I- Fonte di finanziamento: REGIONE N. Denominazione Livello di Progett Gen Set Cat Importo in migliaia di euro 1. Pavimentazione ed arredo urbano vie, piazze, centro storico, via Bixio, Cancellieri, Dei Mille, Esecutiva 1 1 1 959 VIA CAVOUR

Dettagli

TITOLO I Ambito di applicazione. TITOLO II Disposizioni generali.

TITOLO I Ambito di applicazione. TITOLO II Disposizioni generali. Regolamento d uso del verde Adottato dal Consiglio Comunale nella seduta del 17.7.1995 con deliberazione n. 173 di Reg. Esecutiva dal 26.10.1995. Sanzioni approvate dalla Giunta Comunale nella seduta del

Dettagli

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO Taviano Città dei Fiori (Lecce Italy) Decreto sindacale 02 lì 22 gennaio 2014 Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO VISTA la legge 191/98, recante modifiche

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

Nuovo Piano Casa Regione Lazio. Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12

Nuovo Piano Casa Regione Lazio. Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12 Nuovo Piano Casa Regione Lazio Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12 AMBITO DI APPLICAZIONE (Art. 2) La Legge si applica agli edifici: Legittimamente realizzati

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * *

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * * COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci ina 1 L Amministrazione comunale di Ronco Scrivia (provincia di Genova) intende integrare la dotazione

Dettagli

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE Nuovo collegamento sottomarino a 500 kv in corrente continua SAPEI (Sardegna-Penisola Italiana) SCHEDA N. 178 LOCALIZZAZIONE CUP:

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

C M Y K C M Y K. 5. La normativa

C M Y K C M Y K. 5. La normativa 5. La normativa 5.1 Il quadro normativo Numerose sono le norme di riferimento per la pianificazione e la progettazione delle strade. Vengono sinteticamente enunciate quelle che riguardano la regolazione

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

DOVE. Comune di Milano www.comune.milano.it/parcocolombo parcocolombo@comune.milano.it

DOVE. Comune di Milano www.comune.milano.it/parcocolombo parcocolombo@comune.milano.it DOVE L area interessata dalla raccolta di idee si trova in via Cardellino 15 (nota anche come ex Campo Colombo), quartiere Inganni-Lorenteggio. Ha una superficie complessiva di circa 20.000 mq. ed è identificata

Dettagli

alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE Atelier Castello

alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE Atelier Castello alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE novantanove Atelier Castello o- vata- ove alberi ABBIAMO RIDOTTO L AREA PEDONALE DELIMITANDO I BRACCI A FILO DELLE TORRI DEL CASTELLO. IN QUESTO MODO LA PIAZZA CON I

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

COMUNICAZIONE DI APERTURA FILIALI, SUCCURSALI E ALTRI PUNTI VENDITA DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (Ai sensi della L.R. 30/03/1988 n. 15 e s.m.i.

COMUNICAZIONE DI APERTURA FILIALI, SUCCURSALI E ALTRI PUNTI VENDITA DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (Ai sensi della L.R. 30/03/1988 n. 15 e s.m.i. CODICE PRATICA *CODICE FISCALE* GGMMAAAA HH:MM Mod. Comunale (Modello 1088 Versione 001 2015) Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP: COMUNICAZIONE

Dettagli

Articoli 6 e 8 dello Statuto; articoli 2, 3 e 4 del Regolamento per gli istituti di partecipazione

Articoli 6 e 8 dello Statuto; articoli 2, 3 e 4 del Regolamento per gli istituti di partecipazione Proposta di iniziativa popolare concernente il programma di recupero urbano laurentino e l'inserimento del Fosso della Cecchignola nella componente primaria della rete ecologica e destinazione dell'intera

Dettagli

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E FUOCO DEL VIGILI Meno carte più sicurezza Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E Premessa La semplificazione per le procedure di prevenzione incendi entra in vigore

Dettagli

DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLE DIMENSIONI DELLE STRADE ED ALLE DISTANZE DI RISPETTO STRADALI E DEI TRACCIATI FERROVIARI DI PROGETTO

DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLE DIMENSIONI DELLE STRADE ED ALLE DISTANZE DI RISPETTO STRADALI E DEI TRACCIATI FERROVIARI DI PROGETTO DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLE DIMENSIONI DELLE ED ALLE DISTANZE DI RISPETTO STRADALI E DEI TRACCIATI FERROVIARI DI PROGETTO (articolo 70 della legge provinciale 5 settembre 1991, n. 22 articolo 64 della

Dettagli

PRIT: contesto e strategie

PRIT: contesto e strategie PRIT: contesto e strategie A cura di Paolo Ferrecchi Bologna, 23 novembre 2007 Cabina di regia per il coordinamento delle politiche di programmazione e per il PTR: incontro tematico su Mobilità e Infrastrutture

Dettagli

Gli oneri concessori

Gli oneri concessori Laboratorio di di Progettazione Esecutiva dell Architettura 2 Modulo di Estimo Integrazione al costo di produzione: gli oneri concessori Proff. Coll. Renato Da Re Federica Di Piazza Gli oneri concessori

Dettagli

g) prescrivere orari e riservare spazi per i veicoli utilizzati per il carico e lo scarico di cose;

g) prescrivere orari e riservare spazi per i veicoli utilizzati per il carico e lo scarico di cose; articolo 7: Regolamentazione della circolazione nei centri abitati 1. Nei centri abitati i comuni possono, con ordinanza del sindaco: a) adottare i provvedimenti indicati nell'art. 6, commi 1, 2 e 4; b)

Dettagli

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti pubblici ecologici Olbia, 17 maggio 2013 Gli appalti pubblici coprono una quota rilevante del PIL, tra il 15 e il 17%: quindi possono

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

Dr. Maurizio Apicella

Dr. Maurizio Apicella Dr. Maurizio Apicella Nato a Campagna (SA) il 2.2.1962 Residente in Roma Coniugato con 2 figli FORMAZIONE 1985 Laurea in Giurisprudenza, Università di Salerno 1987 Master Formez per Consulenti di Direzione

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 111 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI Modifiche al codice della strada, di cui al decreto

Dettagli

QUADRO GENERALE DELLE PARTICELLE CATASTALI RICADENTI NELLA PERIMETRAZIONE DELLA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DELL'AREA COLLINARE

QUADRO GENERALE DELLE PARTICELLE CATASTALI RICADENTI NELLA PERIMETRAZIONE DELLA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DELL'AREA COLLINARE QUADRO GENERALE DELLE PARTICELLE CATASTALI RICADENTI NELLA PERIMETRAZIONE DELLA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DELL'AREA COLLINARE foglio mappale dimensione in mq 23 42 1.388 mq 23 35 1.354 mq 23

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI 1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI La Provincia è un istituzione pubblica territoriale; gli organi di governo sono eletti dalla popolazione residente nel territorio e hanno il compito

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese l unione fa la forza per restituire valore aggiunto alla produzione 1 Il Consorzio Il Consorzio CO.PA.VIT. è nato nel 2008 a partire da un iniziativa

Dettagli

COMUNE DI ROVELLASCA

COMUNE DI ROVELLASCA COMUNE DI ROVELLASCA Provincia di COMO REGOLAMENTO SERVIZIO DI VOLONTARIATO CIVICO COMUNALE Approvato con deliberazione C.C. n. 5 del 13.04.2015 Ripubblicato all Albo pretorio dal 13.05.2015 al 28.05.2015

Dettagli

PRIORITY. Precedenza

PRIORITY. Precedenza www.italy-ontheroad.it PRIORITY Precedenza Informazioni generali e consigli. Ciao, sono Namauel Sono una voce amica che prova ad aiutarti, con qualche consiglio, nella circolazione stradale. Mi rivolgo

Dettagli

Scheda 4 «Territorio e Turismo sostenibile» IL TERRITORIO CULTURALE ED ECONOMICO. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Scheda 4 «Territorio e Turismo sostenibile» IL TERRITORIO CULTURALE ED ECONOMICO. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Scheda 4 «Territorio e Turismo sostenibile» IL TERRITORIO TERRITORIO CULTURALE ED ECONOMICO GREEN JOBS Formazione e Orientamento L uomo è il principale agente di trasformazione del territorio sia direttamente,

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

Data Tipo Codice bilancio Capitolo-Articolo Note Previsione 2011- Accer. Impegnato al 08-08-2011 E 1011060 E 75-0

Data Tipo Codice bilancio Capitolo-Articolo Note Previsione 2011- Accer. Impegnato al 08-08-2011 E 1011060 E 75-0 Numer o Data Tipo Codice bilancio Capitolo-Articolo Note Previsione 2011- Accer. Impegnato al 08-08-2011 Previsione 2012 Previsione 2013 1 16/08/2011 E 1011060 E 75-0 1011060: ADDIZIONALE COMUNALE ALL'IRPEF

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Maggio 2012 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 15

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

LA VALUTAZIONE PUBBLICA. Altri ponti. di Pierluigi Matteraglia

LA VALUTAZIONE PUBBLICA. Altri ponti. di Pierluigi Matteraglia LA VALUTAZIONE PUBBLICA Altri ponti di Pierluigi Matteraglia «Meridiana», n. 41, 2001 I grandi ponti costruiti recentemente nel mondo sono parte di sistemi di attraversamento e collegamento di zone singolari

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

PRESENT past A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E

PRESENT past A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E past PRESENT A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E Anni di esperienza e di tradizione nel settore dell edilizia, sono le nostre più care prerogative per offrire sempre il meglio

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

PISTE CICLABILI IN SEDE PROPRIA

PISTE CICLABILI IN SEDE PROPRIA Infrastrutture Give Cycling a Push INFRASTRUTTURE / COLLEGAMENTI DELLA RETE PISTE CICLABILI IN SEDE PROPRIA Visione d insieme Una pista ciclabile in sede propria è l infrastruttura ciclabile di qualità

Dettagli

SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf

SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf OGGETTO: Organizzazione Zona a Traffico Limitato Centro storico IL SINDACO Premesso che, per fronteggiare le

Dettagli

2013-2018 ROMA CAPITALE

2013-2018 ROMA CAPITALE 2013-2018 ROMA CAPITALE Proposte per il governo della città Sintesi stampa IL VINCOLO DELLE RISORSE ECONOMICO-FINANZIARIE Il debito del Comune di Roma al 31/12/2011 ammonta a 12,1 miliardi di euro; di

Dettagli

6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI

6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI dell Ambiente del 6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI In questo capitolo esporremo i risultati che ci sembrano di maggior interesse tra quelli emersi dall elaborazione dei dati restituitici dagli

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE UNIVERSITA' DEGLI STUDI SASSARI UFFICIO TECNICO LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE, RESTAURO CONSERVATIVO E ADEGUAMENTO NORMATIVO DELL EDIFICIO SITO IN SASSARI IN LARGO PORTA NUOVA DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

REGOLAMENTO STRUTTURE TEMPORANEE -

REGOLAMENTO STRUTTURE TEMPORANEE - REGOLAMENTO STRUTTURE TEMPORANEE - 1 2 Art. 1 - OGGETTO E DEFINIZIONI 1. Il presente regolamento disciplina la collocazione su suolo pubblico e privato delle strutture temporanee a servizio di locali ad

Dettagli

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo Valutazione Crediti e proposte Progetti Area Turismo a cura di Bruno Turra Questo documento intende affrontare l analisi delle priorità di valutazione nell area turismo individuandone le principali componenti

Dettagli

Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6

Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6 Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6 1010203 240/21 SPESE MANUTENZIONE IMMOBILI ED 17.424,61 17.424,61 17.424,61 IMPIANTI UFFICI COMUNALI 1010203 400/10 SPESE PER

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Articolo 1 Oggetto 1. Il presente disciplinare regolamenta la concessione e l utilizzo del Marchio La Sardegna Compra Verde.

Dettagli

CLASSIFICAZIONE DEI SERVIZI PUBBLICI

CLASSIFICAZIONE DEI SERVIZI PUBBLICI CLASSIFICAZIONE DEI SERVIZI PUBBLICI Il presente documento contiene la classificazione dei servizi pubblici adottata per l iniziativa Mettiamoci la faccia. Si tratta di una classificazione e non di una

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

SCHEDA 1: PROGRAMMA TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE 2013/2015 DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNE DI ALCAMO

SCHEDA 1: PROGRAMMA TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE 2013/2015 DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNE DI ALCAMO SCHEDA : PROGRAMMA TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE 0/05 DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNE DI ALCAMO QUADRO DELLE RISORSE DISPONIBILI ARCO TEMPORALE DI VALIDITÀ DEL PROGRAMMA TIPOLOGIE RISORSE Disponibilità finanziaria

Dettagli

OPERAZIONE TAVINA. gli 8 motivi per cui pensiamo sia senza senso CEMENTO E SOLO CEMENTO

OPERAZIONE TAVINA. gli 8 motivi per cui pensiamo sia senza senso CEMENTO E SOLO CEMENTO CEMENTO E SOLO CEMENTO Il futuro di Salò non può essere ancora di mattoni, di seconde case, di case vuote e di case invendute. La volumetria approvata (oltre 250 appartamenti) corrisponde a circa il 10%

Dettagli

MOD. A DOMANDA TIPO. Al Comune di Mandanici Via Roma n. 20 98020 Mandanici (ME)

MOD. A DOMANDA TIPO. Al Comune di Mandanici Via Roma n. 20 98020 Mandanici (ME) MOD. A DOMANDA TIPO Al Comune di Mandanici Via Roma n. 20 98020 Mandanici (ME) Il sottoscritto (cognome e nome)..., nato a..., prov...., il... codice fiscale..., partita I.V.A.... e residente a..., prov....,

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE 6 PARTE PRIMA LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE Sezione I LEGGI REGIONALI LEGGE REGIONALE 17 settembre 2013, n. 16. Norme in materia di prevenzione delle cadute dall alto. Il Consiglio

Dettagli

Anagrafe, Stato Civile, Elettorale. n. 5 monitor n. 3 stampanti laser di rete n. 3 stampanti ad aghi n. 1 calcolatrice n. 3 apparecchi telefonici

Anagrafe, Stato Civile, Elettorale. n. 5 monitor n. 3 stampanti laser di rete n. 3 stampanti ad aghi n. 1 calcolatrice n. 3 apparecchi telefonici Indicazione delle dotazioni strumentali, anche informatiche, che corredano le stazioni di lavoro nell automazione dell ufficio Segreteria SS.DD. - Affari Generali Anagrafe, Stato Civile, Elettorale Segreteria,

Dettagli

I PROGETTI PER IL NODO FERROVIARIO DI GENOVA

I PROGETTI PER IL NODO FERROVIARIO DI GENOVA I PROGETTI PER IL NODO FERROVIARIO DI GENOVA Intervista all Ing. Mercatali di RFI Metrogenova.com ha recentemente incontrato l ingegner Gianfranco Mercatali, Direttore Compartimentale Infrastruttura di

Dettagli

Il Sindaco presenta la sua Giunta

Il Sindaco presenta la sua Giunta Comunicato stampa Il Sindaco presenta la sua Giunta Il primo cittadino ha svelato i nomi e le deleghe degli assessori che comporranno la Giunta. «Scelte condivise ha commentato Checchi, adottate sulla

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI AVVISO PUBBLICO PER L USO TEMPORANEO E SUPERFICIARIO DI UN AREA PUBBLICA SITA NEL PZ9 POLIGONO DEL GENIO Vista: IL DIRIGENTE la presenza

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

OPERE INTERNE (art. 9 L.R. 37/85)

OPERE INTERNE (art. 9 L.R. 37/85) timbro protocollo AL RESPONSABILE Area delle Politiche Infrastrutturali e del Territorio DEL COMUNE DI SPADAFORA (ME) OPERE INTERNE (art. 9 L.R. 37/85) OGGETTO: Comunicazione opere interne ai sensi dell

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

l_debellis@libero.it PUBBLICA AMMINSTRAZIONE - REGIONE MARCHE

l_debellis@libero.it PUBBLICA AMMINSTRAZIONE - REGIONE MARCHE CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome PASQUALE DE BELLIS Indirizzo Via Piave, nr. 20-60027 Osimo Stazione (AN) ITALIA Telefono 347 8228478 071 7819651 Fax E-mail pasquale.de.bellis@regione.marche.it

Dettagli

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Saint-Gobain, attraverso i suoi marchi, sviluppa e produce nuove generazioni di materiali con un approccio moderno e completo al mercato delle costruzioni:

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR Indice degli articoli Art. 1 Definizioni...2 Art. 2 Oggetto ed ambito di applicazione...2 Art. 3 Deroghe al divieto di circolazione

Dettagli