Ceramiche invetriate tardo antiche ed alto medievali da Genova

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ceramiche invetriate tardo antiche ed alto medievali da Genova"

Transcript

1 * Ceramiche invetriate tardo antiche ed alto medievali da Genova Da più di 20 anni si conducono a Genova ricerche di archeologia urbana che hanno permesso di delineare un quadro pur lacunoso delle fasi di vita della città ed in particolare di quella romana, che le fonti antiche scarsamente menzionano (MELLI 1988a); negli ultimi anni l'incremento delle ristrutturazioni urbanistiche ha motivato più consistenti interventi in punti nevralgici della città antica. Nella chiesa detta delle Scuole Pie (MELLI 1988b), un intervento di emergenza, a seguito dei lavori di ristrutturazione dell'edificio, ha messo in luce, in uno dei limitati saggi esplorati, una potente sequenza stratigrafica in posto databile da epoca augustea al tardo medioevo, sigillata dai pavimenti della chiesa settecentesca. Lo strato a crescita continua da cui provengono le ceramiche invetriate (nn. 1-4 del catalogo), inquadrabile in base al materiale associato al IV-V d.c., sigillava livelli di distruzione di un edificio probabilmente una domus e di successiva frequentazione dell'area fino al III d.c. Lo strato era tagliato in parte da una fossa con materiali di VIII-IX secolo. Negli scavi della domus di Piazza Matteotti (TINÈ BERTOCCHI 1976), all'estremo limite nord della città romana per quanto sinora ricostruita si sono messi in luce alcuni ambienti di abitazione impiantati tra epoca tardo repubblicana e l'età augustea su livelli agricoli repubblicani. Dopo un periodo di parziale abbandono con crolli e mancata manutenzione dell'edificio, in epoca tardo antica si registra un riuso degli ambienti con ristrutturazioni edilizie. Le ceramiche invetriate (nn del catalogo) provengono da livelli in posto ed in parte rimaneggiati, databili tra IV e VI secolo. Nell area dell ex convento di S. Silvestro (FOSSATI-GARDINI 1976), sulla collina di Castello, occupata dall'epoca preromana (VI-V a.c.) fino alla seconda guerra mondiale, scavi programmati a partire dagli anni '60 hanno permesso di ricostruirne le varie fasi di occupazione, fondamentali per lo studio della storia della città. I frammenti di boccale invetriato (n. 11 del catalogo) provengono da livelli di spianamento e calpestio in relazione con la prima cinta medievale (X secolo) dell'insediamento vescovile. [104] Tali livelli coprono la fossa di fondazione del muro, a cui si appoggiano e sono tagliati dalla fondazione di un'altra struttura, con materiali di XIV secolo. Il numero limitato di esemplari di ceramiche invetriate databili tra il IV e VI d.c. presenti a Genova, non appare solamente imputabile all'esiguità degli scavi finora condotti nell'area della città romana, ma, confrontata con la quantità di altre classi di materiali tardo-antichi, da mensa e da cucina, quali ad esempio le ceramiche sigillate, sembra suggerire una caratterizzazione del commercio ancora incentrato sulle importazioni marittime, con particolare apertura ai mercati nord africani, analogamente a quanto si riscontra a Luni (Luni 1977). L'inquadramento degli impasti in tre classi principali, due gravitanti su area padana orientale o ligure orientale, il terzo su Ventimiglia, conferma peraltro gli stretti contatti di Genova con tali aree, ed in particolare con Milano. Quanto alle forme, i vasi a listello trovano confronti in area ligure con esemplari da Ventimiglia (LAMBOGLIA 1950, pp ; GANDOLFI 1986, pp ) e Luni (Luni 1977, pp. 270; 396; ), anche nella ceramica comune, mentre la frammentarietà degli altri pezzi impedisce più puntuali rimandi. I frammenti di boccale da S. Silvestro provenienti in base all'analisi degli impasti dal Lazio (MANACORDA et al., 1986, pp ), costituiscono, nel X-XI secolo, le prime * Le schedature dei materiali degli scavi di Genova, Scuole Pie e Genova, Piazza Matteotti sono in corso da parte, rispettivamente, di Marco Biagini ed Emilio Bellatalla, che hanno redatto schede di catalogo (RA) di alcune ceramiche invetriate. La tavola dei materiali è stata elaborata da Laura Tomasi.

2 importazioni di invetriate anteriori all'arrivo delle ceramiche islamiche (MANNONI 1968/69, pp ) 1. CATALOGO Scuole Pie 1. Frammento di vaso a listello (S.P. 809). Dim. diam. orlo cm. 27. Invetriatura marrone sulla parete interna. Impasto marrone chiaro, molto depurato, duro. (Campione analisi 216). 2. Parete di forma aperta (S.P. 814). Vetrina verde, a tratti opaca, densa, bollosa, sulla parete interna, su quella esterna, piccole chiazze di vetrina lucida. Impasto bicolore arancio/grigio ricco di piccoli inclusi calcarei. (Campione analisi 217). [105] 1 I frammenti di boccale in un primo momento erano stati datati al IX secolo (MANNONI 1985, p. 92) mentre una recente revisione ne porta l'inquadramento fra la seconda metà del X e la prima metà dell'xi secolo. Si ringrazia L. Paroli per la determinazione e datazione dei frammenti in questione.

3 [106] 3. Frammento di olla (S.P. 813). Orlo a tesa con motivo ad onda graffito e inciso sotto vetrina. Dim.: diam. orlo cm. 22. Vetrina verde oliva, bollosa, lucida. Impasto bicolore arancio/grigio con minuti inclusi micacei e calcarei. (Campione analisi 218). Cfr. per la decorazione: GANDOLFI 1987, 294 e fig. 23,2; ROTH-RUB1 1985, 14, fig Olpe (S.P. 673, 811, 812). Ansa a nastro con costolatura mediana, spalla arrotondata. Vetrina verde oliva lucida, bollosa, distribuita non uniformemente sulla parete esterna. Piccole sbavature all'interno. Impasto da arancio a grigio, ricco di piccoli inclusi calcarei. (Campione analisi 219). Piazza Matteotti 5. Frammento di vaso a listello (MAT. 710). Dim.: diam. orlo cm. 18. Vetrina giallo/verdastra, poco coprente, distribuita non uniformemente sulla parete interna. Impasto a sandwich con nucleo grigio e superfici camoscio.

4 Sono visibili inclusi calcarei e micacci. (Campione analisi 220). 6. Frammento di coppa (MAT. 454). Orlo obliquo con bordo superiore arrotondato, pendulo. Bordo inferiore piatto. Dim.: diam. orlo cm. 17,5. Vetrina giallo/verdastra opaca e bollosa sulla parete interna e a chiazze sull'orlo. Impasto come n Frammento di vaso a listello (MAT. G.III). Dim.: diam. orlo cm. 26. Vetrina giallo/verdastra bollosa su canale dell'orlo e tracce sulla parete interna. Impasto come nn. 5 e 6, ma più depurato. 8. Frammento di coppa o catino (MAT. S.L.). Orlo ingrossato ed estroflesso, collo modanato e listello piano. Dim.: diam. orlo cm. 16. Vetrina verde bollosa sulla fascia esterna dell'orlo e colature trasparenti all'interno della parete. Impasto come n Frammento di bacino o coppa (MAT. 345) Orlo introflesso e appiattito. Dim.: diam. orlo cm. 14. Vetrina gialla bollosa, sparsa non uniformemente sulla parete esterna. Impasto grigio al nucleo e rosa/camoscio sulle superfici, duro, molto ricco di inclusi calcarei. [107] 10. Frammento di olla (MAT. 453). Corto orlo a testa piana, parete subverticale. Decorazione a rotella sull'orlo, il labbro e parte della parete. Dim.: diam. orlo cm. 15. Vetrina pesante verde all'esterno e chiazze sull'orlo e la parte interna. Impasto grigio al nucleo e arancio sulle superfici, duro, molto ricco di inclusi calcarei. (Campione analisi 221) San Silvestro 11. Frammenti di uno o più boccali (S.S. 1355; 1200; 1943; 1339; 1987). Restano parte dell'orlo, con labbro diritto, arrotondato; dell'ansa a nastro; del ponticello e del fondo piatto, distinto. Dim.: diam. orlo cm. 7; diam. fondo cm 7,4. Vetrina verdastra, opaca, sottile, sulle superfici esterne. Impasto depurato rosa/camoscio, a tratti sfumato di grigio, con piccoli inclusi. (Campione analisi 1869, 1870). ALEXANDRE GARDINI - PIERA MELLI Bibliografia S. FOSSATI, A. GARDINI, 1976, Genova-S. Silvestro, in Archeologia in Liguria. Scavi e scoperte , Genova, pp D. GANDOLFI, 1986, La pietra ollare a Ventimiglia, Rivista di Studi Liguri, LII, 1-4, gennaiodicembre 1986, pp

5 N. LAMBOGLIA, 1950, Gli scavi di Albintimilium e la cronologia della ceramica romana, Bordighera. Luni 1977 = Scavi di Luni, II, Roma MANACORDA et al = D. MANACORDA, L. PAROLI, A. MOLINARI, M. RICCI, D. ROMEI, La ceramica medievale di Roma nella stratigrafia della Crypta Balbi, in La ceramica medievale nel Mediterraneo Orientale, Atti del III Congresso Internazionale (Siena-Faenza 8-13 ottobre 1984), Firenze, pp T. MANNONI, , La ceramica medievale a Genova e nella Liguria, (Studi Genuensi VII), Genova. T. MANNONI, 1985, Ceramiche invetriate altomedievali in Liguria, in La ceramica invetriata tardoromana e alto medievale, Atti del Convegno (Como 14 marzo 1981), Como pp [108] P. MELLI, 1988a, Trent'anni di archeologia urbana a Genova: contributo allo studio della storia della città, in Archeologia in Liguria III.2. Scavi e scoperte , a cura di P. Melli, Genova, pp P. MELLI, 1988b, Genova. Intervento di emergenza nella chiesa delle Scuole Pie, ibidem, pp K. ROTH-RUBI, 1985, Die glasierte Keramik der Spätantike in der Schweiz, in La ceramica invetriata tardoromana ed alto medievale, Atti del convegno (Como 14 marzo 1981) Como, pp F. TINÈ BERTOCCHI, 1976, Genova-Piazza Matteotti, in Archeologia in Liguria. Scavi e scoperte , Genova, pp [109]

I lavori per la realizzazione di un parcheggio nel centro storico, nei pressi di Palazzo de Curtis e

I lavori per la realizzazione di un parcheggio nel centro storico, nei pressi di Palazzo de Curtis e Pannello 1 I lavori per la realizzazione di un parcheggio nel centro storico, nei pressi di Palazzo de Curtis e nelle vicinanze della strada basolata di età imperiale messa in luce negli anni 60 del secolo

Dettagli

Ceramica invetriata altomedievale e medievale da alcuni siti della Sabina

Ceramica invetriata altomedievale e medievale da alcuni siti della Sabina Ceramica invetriata altomedievale e medievale da alcuni siti della Sabina Negli ultimi anni numerosi indagini archeologiche sia scavi che "survey" stanno gettando luce sulle produzioni ceramiche della

Dettagli

Ceramica invetriata da Vada Sabatia

Ceramica invetriata da Vada Sabatia Ceramica invetriata da Vada Sabatia 1. Il centro di Vada Sabatia sorge nel II secolo a.c. nel punto di innesto costiero della via Aemilia Scauri (poi Iulia Augusta) che, dall'entroterra piemontese e ligure,

Dettagli

CINQUE BOCCALI DI MAIOLICA ARCAICA DA UN POZZO IN PIAZZA MARCONI A BRESCELLO (RE)

CINQUE BOCCALI DI MAIOLICA ARCAICA DA UN POZZO IN PIAZZA MARCONI A BRESCELLO (RE) Ivan Chiesi 181 CINQUE BOCCALI DI MAIOLICA ARCAICA DA UN POZZO IN PIAZZA MARCONI A BRESCELLO (RE) Ivan Chiesi LO SCAVO Lavori edili eseguiti dalla ditta Bonini e Bussolati di Parma nel comparto N-E del

Dettagli

www.archeologiametodologie.com

www.archeologiametodologie.com Università degli Studi di Genova Facoltà di Lettere e Filosofia Corso di laurea in Conservazione dei Beni Culturali A.A. 2005-2006 Tesi di Laurea in Metodologie della Ricerca Archeologica LA PRODUZIONE

Dettagli

INDAGINE ARCHEOLOGICA IN LOCALITA PODERE FONTE RINALDI PECCIOLI (PI)

INDAGINE ARCHEOLOGICA IN LOCALITA PODERE FONTE RINALDI PECCIOLI (PI) INDAGINE ARCHEOLOGICA IN LOCALITA PODERE FONTE RINALDI PECCIOLI (PI) Nei primi mesi del 2004 la sezione pecciolese del Gruppo Archeologico Tectiana, fino a qual momento presente come realtà locale ma ancora

Dettagli

Attività di prospezione archeologica sul sito di Podere Castellina (Scarlino, GR)

Attività di prospezione archeologica sul sito di Podere Castellina (Scarlino, GR) Attività di prospezione archeologica sul sito di Podere Castellina (Scarlino, GR) LAP&T (Laboratorio di Archeologia dei Paesaggi e Telerilevamento), Dipartimento di Archeologia, Università di Siena) La

Dettagli

Piazza Sant Antonino Piacenza. Scavo in prossimità di Porta del Paradiso a nord dell ingresso della chiesa di Sant Antonino

Piazza Sant Antonino Piacenza. Scavo in prossimità di Porta del Paradiso a nord dell ingresso della chiesa di Sant Antonino Piazza Sant Antonino Piacenza. Scavo in prossimità di Porta del Paradiso a nord dell ingresso della chiesa di Sant Antonino Dai dati di scavo è stato possibile ipotizzare quanto segue: Fase I: IX-X sec.

Dettagli

Ceramica a vetrina pesante degli scavi del castello di Montella (AV)

Ceramica a vetrina pesante degli scavi del castello di Montella (AV) Ceramica a vetrina pesante degli scavi del castello di Montella (AV) Gli scavi condotti dal Dipartimento di Discipline Storiche dell'università di Napoli Federico II nel castello del Monte di Montella

Dettagli

V. VETRI ALTOMEDIEVALI DAGLI SCAVI DELL OSPEDALE DI SANTA MARIA DELLA SCALA A SIENA 1

V. VETRI ALTOMEDIEVALI DAGLI SCAVI DELL OSPEDALE DI SANTA MARIA DELLA SCALA A SIENA 1 V. VETRI ALTOMEDIEVALI DAGLI SCAVI DELL OSPEDALE DI SANTA MARIA DELLA SCALA A SIENA 1 PREMESSA 1. Il presente lavoro è frutto della collaborazione di Mariacristina Galgani e Marja Mendera: la prima ha

Dettagli

LA CERAMICA A VERNICE ROSSA di Maria Aprosio

LA CERAMICA A VERNICE ROSSA di Maria Aprosio 4. LA CERAMICA A VERNICE ROSSA di Maria Aprosio 1 Lippolis 1984, pp. 31-34. 2 Goudineau 1968, pp. 320-322. 3 Lamboglia 1950, p. 69. 4 Cristofani 1972, p. 506. 5 Palermo 1990, pp. 114-115. 6 Cristofani

Dettagli

Parco Novi Sad. Analisi preventive del rischio archeologico

Parco Novi Sad. Analisi preventive del rischio archeologico MUSEO CIVICO ARCHEOLOGICO ETNOLOGICO Parco Novi Sad Analisi preventive del rischio archeologico Analisi dei campioni indisturbati dei sondaggi meccanici a carotaggio continuo luglio 2007 Parco Novi Sad

Dettagli

Enrico Cirelli, Elvira Lo Mele La cultura materiale di San Severo alla luce delle nuove scoperte archeologiche

Enrico Cirelli, Elvira Lo Mele La cultura materiale di San Severo alla luce delle nuove scoperte archeologiche Enrico Cirelli, Elvira Lo Mele La cultura materiale di San Severo alla luce delle nuove scoperte archeologiche [A stampa in La basilica ritrovata. I restauri dei mosaici antichi di San Severo a Classe,

Dettagli

Esempi di tecniche decorative con le. argille nelle collezioni del MIC. Percorso tematico per il corso. Dipingere con gli ingobbi

Esempi di tecniche decorative con le. argille nelle collezioni del MIC. Percorso tematico per il corso. Dipingere con gli ingobbi Esempi di tecniche decorative con le argille nelle collezioni del MIC Percorso tematico per il corso Dipingere con gli ingobbi Faenza settembre 2011 A cura di Anna Lega SALA DIDATTICA: IMPASTO MARMORIZZATO

Dettagli

AA.VV., Entella. Ricognizioni topografiche e scavi 1983-1986, Annali della Scuola Normale Superiore di Pisa, S. III, XVI, 1986, 1075-1174.

AA.VV., Entella. Ricognizioni topografiche e scavi 1983-1986, Annali della Scuola Normale Superiore di Pisa, S. III, XVI, 1986, 1075-1174. AA.VV., Entella. Ricognizioni topografiche e scavi 1983-1986, Annali della Scuola Normale Superiore di Pisa, S. III, XVI, 1986, 1075-1174. M. Giangiulio - M. Lombardo, Ricognizione esplorativa 1983 G.

Dettagli

Nora. Il foro romano

Nora. Il foro romano Università degli Studi di Padova - Dipartimento di Archeologia Nora. Il foro romano Storia di un area urbana dall età fenicia alla tarda antichità 1997-2006 Volume II.2 - I materiali romani E GLI ALTRI

Dettagli

Fabrateria Nova: la rinascita di una città scomparsa del Lazio antico

Fabrateria Nova: la rinascita di una città scomparsa del Lazio antico COMUNE DI SAN GIOVANNI INCARICO COMUNE DI FALVATERRA PROVINCIA DI FROSINONE POLITICHE GIOVANILI COMUNE DI PASTENA Fabrateria Nova: la rinascita di una città scomparsa del Lazio antico Indagini topografiche

Dettagli

Le ceramiche comuni di età romana

Le ceramiche comuni di età romana Le ceramiche comuni di età romana Alessandro Quercia Introduzione Le ceramiche comuni di età romana 1 costituiscono di gran lunga la categoria ceramica maggiormente attestata nello scavo di via Sacchi:

Dettagli

LE INDAGINI ARCHEOLOGICHE ALL INTERNO DELL OSPEDALE DI SANTA MARIA DELLA SCALA A SIENA

LE INDAGINI ARCHEOLOGICHE ALL INTERNO DELL OSPEDALE DI SANTA MARIA DELLA SCALA A SIENA LE INDAGINI ARCHEOLOGICHE ALL INTERNO DELL OSPEDALE DI SANTA MARIA DELLA SCALA A SIENA In questo volume, frutto del lavoro di dottorato di Federico Cantini, sono presentati i risultati dell elaborazione

Dettagli

ATTESTAZIONI DI TERRA SIGILLATA TARDA MEDIO-ADRIATICA A TRENTO

ATTESTAZIONI DI TERRA SIGILLATA TARDA MEDIO-ADRIATICA A TRENTO Roberta Oberosler 79 ATTESTAZIONI DI TERRA SIGILLATA TARDA MEDIO-ADRIATICA A TRENTO Roberta Oberosler Gli studi più recenti sulla presenza di terra sigillata nel capoluogo trentino hanno permesso di approfondire

Dettagli

GRUPPOARCHEOLOGICO ROMAilO. Acura di Marco Mengoli

GRUPPOARCHEOLOGICO ROMAilO. Acura di Marco Mengoli GRUPPOARCHEOLOGICO ROMAilO TIPOLOGIE DEIMONUMENTI FUNERARI DI ROMA ANTICA Acura di Marco Mengoli presente si tenterà didescrivere in breve alcune tipologie classiche dei monumentifunerari romani per quanto

Dettagli

Tarquinia, complesso monumentale : ceramica di impasto di epoca villanoviana e orientalizzante

Tarquinia, complesso monumentale : ceramica di impasto di epoca villanoviana e orientalizzante XVII International Congress of Classical Archaeology, Roma 22-26 Sept. 2008 Session: Tra importazione e produzione locale: lineamenti teoretici e applicazioni pratiche per l individuazione di modelli culturali...

Dettagli

CERAMICA A PARETI SOTTILI:

CERAMICA A PARETI SOTTILI: CERAMICA A PARETI SOTTILI: con questo termine si indica un tipo di ceramica fine da mensa, con funzione prevalentemente potoria, caratterizzata dall'estrema sottigliezza delle pareti, che va da un minimo

Dettagli

La ceramica a vetrina pesante altomedievale e medievale dal castello di Scorano (Capena, Roma)

La ceramica a vetrina pesante altomedievale e medievale dal castello di Scorano (Capena, Roma) La ceramica a vetrina pesante altomedievale e medievale dal castello di Scorano (Capena, Roma) Le indagini archeologiche condotte al castello di Scorano (cfr. supra, pp. 419-420, figg. 1-2) (GAZZETTI et

Dettagli

L'archeologia. Ed in effetti è la scienza che studia le civiltà e le cultre umane del

L'archeologia. Ed in effetti è la scienza che studia le civiltà e le cultre umane del L'archeologia Archeologia significa discorso (logos) sull'antico (archeos) ed è una parola di derivazione greca. Infatti si suole ritenere che il primo scavo archeologico sia stato quello condotto dagli

Dettagli

III. I VETRI. BAUMGARTNER, KRUEGER 1988, p

III. I VETRI. BAUMGARTNER, KRUEGER 1988, p III. I VETRI Nelle stratigrafie di metà VII-XV secolo del castello di Montarrenti sono stati rinvenuti 74 frammenti vitrei *. Tra le forme riconsciute compaiono tre bicchieri con parete liscia, uno con

Dettagli

Le aree europee orientali nel Tre-Quattrocento1

Le aree europee orientali nel Tre-Quattrocento1 Vittorio Franchetti Pardo Le aree europee orientali nel Tre-Quattrocento Illustrazioni Uno dei castelli che marca la presenza dell Ordine Teutonico nei territori russi (da V. Kostosin, Architettura russa

Dettagli

Breve guida per diventare un valente archeologo, con qualche domanda per vedere quanto sei bravo. Nome e cognome. Classe

Breve guida per diventare un valente archeologo, con qualche domanda per vedere quanto sei bravo. Nome e cognome. Classe Comune di Anzola dell Emilia Breve guida per diventare un valente archeologo, con qualche domanda per vedere quanto sei bravo Nome e cognome Classe Forse avete già sentito la parola archeologia, oppure

Dettagli

Contesti ceramici dai Fori Imperiali

Contesti ceramici dai Fori Imperiali Contesti ceramici dai Fori Imperiali a cura di BAR International Series 2455 2013 Published by Archaeopress Publishers of British Archaeological Reports Gordon House 276 Banbury Road Oxford OX2 7ED England

Dettagli

Dall area del Grande Palazzo proviene una colonna romana del II secolo d.c.

Dall area del Grande Palazzo proviene una colonna romana del II secolo d.c. GRANDE PALAZZO Palatium Magnum Il Grande o Sacro Palazzo fu impiantato dall imperatore Costantino (324-337). Come modello fu assunto il Palazzo di Diocleziano a Spalato. Si estendeva per 100.000 mq fra

Dettagli

PARCHEGGIO. Verifica preventiva

PARCHEGGIO. Verifica preventiva FIRENZE Piazzaa del Carmine PARCHEGGIO INTERRATO PROGETTO PRELIMINARE 0 Verifica preventiva dell interesse archeologico (d. Lgs. 163/2006, art. 95 96) SOMMARIO Premessa... 1 Inquadramento archeologico...

Dettagli

22 agosto 2009. Mirabella Eclano. Archeotour. La vita quotidiana. Un giorno ad Aeclanum.

22 agosto 2009. Mirabella Eclano. Archeotour. La vita quotidiana. Un giorno ad Aeclanum. 22 agosto 2009 Mirabella Eclano La vita quotidiana. Un giorno ad Aeclanum. La visita propone l incontro con la storia avvicinandosi al quotidiano, scoprendo come si viveva. Il percorso muove dalla visita

Dettagli

Terza Conferenza Italiana di Archeologia Medievale. L Archeologia Medievale in Italia nell ultimo trentennio: un bilancio

Terza Conferenza Italiana di Archeologia Medievale. L Archeologia Medievale in Italia nell ultimo trentennio: un bilancio Università degli Studi di Cassino Dipartimento di Filologia e Storia Cattedra di Archeologia Medievale Terza Conferenza Italiana di Archeologia Medievale L Archeologia Medievale in Italia nell ultimo trentennio:

Dettagli

LA FORNACE DI SANT'ARPINO*

LA FORNACE DI SANT'ARPINO* LA FORNACE DI SANT'ARPINO* * L'articolo è tratto da uno dei cartelli esplicativi preparati dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici delle province di Caserta e Benevento in collaborazione con l'architetto

Dettagli

Associazioni ceramiche nei contesti della prima fase longobarda di Brescia - S. Giulia

Associazioni ceramiche nei contesti della prima fase longobarda di Brescia - S. Giulia Gian Pietro Brogiolo, Serena Massa, Brunella Portulano, Mariagrazia Vitali 15 Associazioni ceramiche nei contesti della prima fase longobarda di Brescia - S. Giulia Introduzione Presentiamo in questa sede

Dettagli

Il disegno archeologico della ceramica

Il disegno archeologico della ceramica Il disegno archeologico della ceramica Cynthia Mascione, Arianna Luna Il disegno affianca la schedatura dei reperti, è utile all articolazione della tipologia, accompagna e illustra in fase di edizione

Dettagli

IL MUSEO AQUARIA SI PRESENTA

IL MUSEO AQUARIA SI PRESENTA IL MUSEO AQUARIA SI PRESENTA Il Museo Archeologico Aquaria è molto giovane ed è nato per l intraprendenza di un gruppo di appassionati di archeologia di Gallignano, piccola frazione di Soncino. Anche i

Dettagli

Pompei: Progetto Regio VI Filippo Coarelli-Fabrizio Pesando

Pompei: Progetto Regio VI Filippo Coarelli-Fabrizio Pesando The Journal of Fasti Online Published by the Associazione Internazionale di Archeologia Classica Piazza San Marco, 49 I-00186 Roma Tel. / Fax: ++39.06.67.98.798 / 06.69.78.91.19 http://www.aiac.org; http://www.fastionline.org

Dettagli

La pianta incisa da S. Duperac e data alle stampe dal Lafrery nel 1566

La pianta incisa da S. Duperac e data alle stampe dal Lafrery nel 1566 napoli la tavola strozzi illustra il trionfo navale di Ferrante d Aragona del 1464 restituendo una immagine frontale della città da Castel dell Ovo sino al baluardo del Carmine La pianta incisa da S. Duperac

Dettagli

Le ceramiche rivestite di rosso della villa di Aiano-Torraccia di Chiusi (San Gimignano, Siena): uno studio archeologico e archeometrico

Le ceramiche rivestite di rosso della villa di Aiano-Torraccia di Chiusi (San Gimignano, Siena): uno studio archeologico e archeometrico Antonia Fumo Le ceramiche rivestite di rosso della villa di Aiano-Torraccia di Chiusi (San Gimignano, Siena): uno studio archeologico e archeometrico The Journal of Fasti Online Published by the Associazione

Dettagli

Report di evento Crollo in Via Dall Ongaro, Monteverde, Roma.

Report di evento Crollo in Via Dall Ongaro, Monteverde, Roma. Report di evento Crollo in Via Dall Ongaro, Monteverde, Roma. Il 26 marzo 2015, intorno alle ore 12.00, è avvenuto il crollo di una porzione del versante, alto una decina di metri, prospiciente il giardino

Dettagli

OSTIA ANTICA DAL CASTRUM ALLA CITTA IMPERIALE. Un viaggio nel tempo tra Storia e curiosità.

OSTIA ANTICA DAL CASTRUM ALLA CITTA IMPERIALE. Un viaggio nel tempo tra Storia e curiosità. OSTIA ANTICA DAL CASTRUM ALLA CITTA IMPERIALE Un viaggio nel tempo tra Storia e curiosità. Prof.sse Cinque Caterina, Martani Rita, Rossi Francesca V., Sabatini Francesca, Tarsi Stefania Ficana e il re

Dettagli

Indagini archeologiche in via del Lavatore n.31: testimonianze di epoca medioevale e rinascimentale

Indagini archeologiche in via del Lavatore n.31: testimonianze di epoca medioevale e rinascimentale The Journal of Fasti Online (ISSN 1828-3179) Published by the Associazione Internazionale di Archeologia Classica Piazza San Marco, 49 I-00186 Roma Tel. / Fax: ++39.06.67.98.798 http://www.aiac.org; http://www.fastionline.org

Dettagli

POLITECNICO DI TORINO FACOLTA' DI ARCHITETTURA 2 Corso di Laurea in Architettura Tesi meritevoli di pubblicazione

POLITECNICO DI TORINO FACOLTA' DI ARCHITETTURA 2 Corso di Laurea in Architettura Tesi meritevoli di pubblicazione POLITECNICO DI TORINO FACOLTA' DI ARCHITETTURA 2 Corso di Laurea in Architettura Tesi meritevoli di pubblicazione Le terrecotte architettoniche nelle coperture degli edifici templari arcaici sicelioti.

Dettagli

IL PIANO PER LA CITTÀ DI VIENNA DEL 1858 VIENNA OGGI

IL PIANO PER LA CITTÀ DI VIENNA DEL 1858 VIENNA OGGI IL PIANO PER LA CITTÀ DI VIENNA DEL 1858 VIENNA OGGI IL RING DI VIENNA L'azione urbanistica più nota della Vienna del XIX secolo èla realizzazione del RING (1859.1872), nella quale si esprimono gli elementi

Dettagli

SCUOLA NORMALE SUPERIORE DI PISA Laboratorio di Storia, Archeologia e Topografia del Mondo Antico

SCUOLA NORMALE SUPERIORE DI PISA Laboratorio di Storia, Archeologia e Topografia del Mondo Antico SCUOLA NORMALE SUPERIORE DI PISA Laboratorio di Storia, Archeologia e Topografia del Mondo Antico QUARTE GIORNATE INTERNAZIONALI DI STUDI SULL AREA ELIMA (Erice, 1-4 dicembre 2000) ATTI I Pisa 2003 Il

Dettagli

3. I REPERTI ARCHEOLOGICI

3. I REPERTI ARCHEOLOGICI 3. I REPERTI ARCHEOLOGICI Nel corso dello scavo archeologico di Gorfigliano sono stati recuperati più di 4300 frammenti ceramici e altri reperti archeologici, che si caratterizzano essenzialmente per il

Dettagli

Scheda N. 347. museo DEFINIZIONE : Deposito Museale. Comune Oppeano Frazione Localita Via Roma 13

Scheda N. 347. museo DEFINIZIONE : Deposito Museale. Comune Oppeano Frazione Localita Via Roma 13 Scheda N. 347 Deposito Museale archeologico Destinazione Attuale : Deposito Museale di Oppeano Comune Oppeano Localita Via Roma 13 Datazione Unico ambiente ubicato all'interno della Biblioteca comunale

Dettagli

GENOVA AL TEMPO DEGLI EMBRIACI:

GENOVA AL TEMPO DEGLI EMBRIACI: Il Progetto GENOVA AL TEMPO DEGLI EMBRIACI: UNA CAPITALE DEL MEDITERRANEO Mostre, convegno, percorsi e manifestazioni Museo di Sant Agostino Ottobre 2015 Lo Scenario Genova medievale e il suo ruolo nel

Dettagli

Repertorio dei beni storico ambientali 1

Repertorio dei beni storico ambientali 1 Repertorio dei beni storico ambientali 1 Indice Casate... 3 Oberga... 4 Pagliarolo... 5 Fontanelle... 6 Travaglino... 7 Oratorio di San Rocco... 8 Calvignano... 9 Castello... 10 Valle Cevino... 11 Repertorio

Dettagli

MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA CULTURALI Dirigente - Segretariato Generale - Servizio II - Ispettorato

MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA CULTURALI Dirigente - Segretariato Generale - Servizio II - Ispettorato INFORMAZIONI PERSONALI Nome Roffia Elisabetta Data di nascita 19/04/1947 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio II Fascia MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA CULTURALI

Dettagli

LA NOSTRA IPOTESI SEMBRA GIUSTA...

LA NOSTRA IPOTESI SEMBRA GIUSTA... LABORATORIO ARCHEOLOGICO DEGLI ALUNNI DI 3 a - 4 a A - 4 a B DELLA Scuola Primaria di Sedegliano Anno Scolastico 2009-2010 LA NOSTRA IPOTESI SEMBRA GIUSTA... Le fotografie sono state scattate nel corso

Dettagli

Introduzione all archeologia percorso per le classi terze della scuola primaria

Introduzione all archeologia percorso per le classi terze della scuola primaria Introduzione all archeologia percorso per le classi terze della scuola primaria SINTESI DEL PRIMO INCONTRO Nel presentare ai bambini la parola archeologia, si scopre che essi l associano, quasi invariabilmente,

Dettagli

Gli scavi nel battistero di S. Giovanni Battista a Mariano Comense (CO) Laura Simone Zopfi e Paul Blockley

Gli scavi nel battistero di S. Giovanni Battista a Mariano Comense (CO) Laura Simone Zopfi e Paul Blockley The Journal of Fasti Online Published by the Associazione Internazionale di Archeologia Classica Piazza San Marco, 49 I-00186 Roma Tel. / Fax: ++39.06.67.98.798 http://www.aiac.org; http://www.fastionline.org

Dettagli

BASILICA DI SANTA SOFIA LA NECROPOLI

BASILICA DI SANTA SOFIA LA NECROPOLI BASILICA DI SANTA SOFIA LA NECROPOLI BASILICA DI SANTA SOFIA LA NECROPOLI L odierna basilica di Santa Sofia si erge nel centro della principale necropoli dell antica città di Serdica. Questa zona presenta

Dettagli

LE ANFORE ARCAICHE DI KAMARINA

LE ANFORE ARCAICHE DI KAMARINA PARCO ARCHEOLOGICO TERRACQUEO DI KAMARINA LE ANFORE ARCAICHE DI KAMARINA SCHEDE DIDATTICHE REGIONE SICILIANA Assessorato dei beni culturali e dell identità siciliana 1 A Il PADIGLIONE DELLE ANFORE Il Padiglione

Dettagli

Municipio Roma X Parco Regionale dell Appia Antica LE VILLE SUBURBANE IN ETA ROMANA

Municipio Roma X Parco Regionale dell Appia Antica LE VILLE SUBURBANE IN ETA ROMANA Municipio Roma X Parco Regionale dell Appia Antica LE VILLE SUBURBANE IN ETA ROMANA Dalla tarda età repubblicana le ampie aree verdi che si affacciavano lungo le vie consolari, al di fuori dell antica

Dettagli

LA STORIA pagine per l insegnante Per far capire agli alunni il concetto di Storia, mostriamo loro un immagine allegorica e guidiamoli a comprenderne

LA STORIA pagine per l insegnante Per far capire agli alunni il concetto di Storia, mostriamo loro un immagine allegorica e guidiamoli a comprenderne LA STORIA pagine per l insegnante Per far capire agli alunni il concetto di Storia, mostriamo loro un immagine allegorica e guidiamoli a comprenderne la simbologia con domande stimolo: - Perché la Storia

Dettagli

4) VILLE DI ETA ROMANA Con il termine villa venivano definiti inizialmente, in età romana, gli edifici ubicati nelle campagne, esterni, pertanto,

4) VILLE DI ETA ROMANA Con il termine villa venivano definiti inizialmente, in età romana, gli edifici ubicati nelle campagne, esterni, pertanto, 4) VILLE DI ETA ROMANA Con il termine villa venivano definiti inizialmente, in età romana, gli edifici ubicati nelle campagne, esterni, pertanto, alle mura delle città; questi edifici si caratterizzavano

Dettagli

Ann Mus civ Rovereto Sez : Arch, St, Sc nat Vol 23 (2007) 51-87 2008 CLAUDINE MARCONI & MILENA ANESI STUDIO PRELIMINARE DEI REPERTI CERAMICI PROVENIENTI DAI SETTORI B E C DELLO SCAVO DI LOPPIO-S ANDREA

Dettagli

Ci hanno impressionato le grandi fosse rotondeggianti dove i romani facevano la calce: le calcare.

Ci hanno impressionato le grandi fosse rotondeggianti dove i romani facevano la calce: le calcare. Secondo noi le cose significative della zona archeologica di Villa Clelia sono molte: innanzitutto la cappella di San Cassiano, di cui oggi restano solo le fondamenta in sassi arrotondati, di forma quadrata.

Dettagli

Figura 1 - Inquadramento lotto d'intervento

Figura 1 - Inquadramento lotto d'intervento Indice 1. Inquadramento...2 2. Consistenza degli edifici esistenti...4 3. Regole urbanistiche e ambientali...4 4. Assetto planivolumetrico...6 5. Ubicazione e descrizione dell'area...6 6. Opere di urbanizzazione

Dettagli

Bibliografia in ordine alfabetico

Bibliografia in ordine alfabetico Bibliografia in ordine alfabetico S.Adani in Atlante dei Beni Culturali dell Emilia Romagna I beni artistici. I beni degli artigianati storici Milano 1993 pp. 185-216. C.Armani

Dettagli

E8. Il rilievo materico e del degrado

E8. Il rilievo materico e del degrado Università degli Studi di Bergamo Corso di Laurea in ingegneria Edile A.A. 2014/2015 E8. Il rilievo materico e del degrado Corso Integrato di CONOSCENZA DEL COSRUITO STORICO Modulo di FONDAMENTI DI RESTAURO

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

Tre casi per l elaborazione di una metodologia: strategie progettuali

Tre casi per l elaborazione di una metodologia: strategie progettuali 9. Scheda Cavriana 125-137.qxp:00+01-ok+okGM 28-11-2011 0:18 Pagina 125 Parte seconda Tre casi per l elaborazione di una metodologia: strategie progettuali 9. Scheda Cavriana 125-137.qxp:00+01-ok+okGM

Dettagli

Archeologia a scuola

Archeologia a scuola Archeologia a scuola Progetto per attività didattiche archeologiche per le scuole primarie e secondarie proposto da: Museo di Archeologia per Roma UNIVERSITA DI ROMA TOR VERGATA Piccoli Archeologi Progetto

Dettagli

CONSIDERAZIONI di Storia ed Archeologia

CONSIDERAZIONI di Storia ed Archeologia CONSIDERAZIONI di Storia ed Archeologia 2010 CONSIDERAZIONI DI STORIA ED ARCHEOLOGIA RIVISTA ANNUALE DIRETTA DA GIANFRANCO DE BENEDITTIS Comitato di redazione Alfonsina RUSSO Paolo MAURIELLO Stefania CAPINI

Dettagli

IL VILLAGGIO RUPESTRE DELLA GRAVINA MADONNA DELLA SCALA A MASSAFRA (TARANTO)

IL VILLAGGIO RUPESTRE DELLA GRAVINA MADONNA DELLA SCALA A MASSAFRA (TARANTO) ROBERTO CAPRARA FRANCO DELL AQUILA IL VILLAGGIO RUPESTRE DELLA GRAVINA MADONNA DELLA SCALA A MASSAFRA (TARANTO) Contributi di Pasquale Acquafredda, Andrea Caprara, Domenico Caragnano, Antonio Greco, Giulio

Dettagli

Proposte didattiche del Museo Civico di Pizzighettone

Proposte didattiche del Museo Civico di Pizzighettone Proposte didattiche del Museo Civico di Pizzighettone Il Museo Civico di Pizzighettone è uno fra i più antichi della provincia di Cremona: inaugurato nel 1907 in seguito a donazioni private, dopo il 25

Dettagli

2- scuola in via dei Marsi 58

2- scuola in via dei Marsi 58 2- scuola in via dei Marsi 58 MATRICOLA EDIFICIO 3332, 3333 MUNICIPIO III ARCHIVIO CONSERVATORIA posizione 1105-1433 CATASTO foglio 615 part. 87, 101 TIPO DI SCUOLA Scuola dell infanzia DENOMINAZIONE ATTUALE

Dettagli

CATALOGO DEL PATRIMONIO

CATALOGO DEL PATRIMONIO REGIONE EMILIA ROMAGNA CODICI CATALOGO DEL PATRIMONIO Tipo scheda OA CODICE UNIVOCO Numero di catalogo generale 11356 OGGETTO OGGETTO Oggetto boccale Tipologia oggetto arcaico LOCALIZZAZIONE GEOGRAFICO-AMMINISTRATIVA

Dettagli

I materiali estratti e lavorati da Toscana Pietra sono pietre arenarie, calcaree e altre tipiche della

I materiali estratti e lavorati da Toscana Pietra sono pietre arenarie, calcaree e altre tipiche della profilo aziendale i la storia La storia di Toscana Pietra inizia nel 1969 quando dopo anni di esperienza nell estrazione di pietra arenaria e calcarea, il signor Urbano Sercecchi fondò un azienda in grado

Dettagli

Classe 2 N Ha adottato il Colombario Costantiniano Con il progetto: Adotta un monumento I professori: Susanna Arganelli Alessandra Primicieli Michele

Classe 2 N Ha adottato il Colombario Costantiniano Con il progetto: Adotta un monumento I professori: Susanna Arganelli Alessandra Primicieli Michele Classe 2 N Ha adottato il Colombario Costantiniano Con il progetto: Adotta un monumento I professori: Susanna Arganelli Alessandra Primicieli Michele Marinaccio Il Colombario Costantiniano è situato nel

Dettagli

Due tombe d età imperiale rinvenute in via dell Acqua Bullicante a Roma

Due tombe d età imperiale rinvenute in via dell Acqua Bullicante a Roma The Journal of Fasti Online Published by the Associazione Internazionale di Archeologia Classica Piazza San Marco, 49 I-00186 Roma Tel. / Fax: ++39.06.67.98.798 / 06.69.78.91.19 http://www.aiac.org; http://www.fastionline.org

Dettagli

KOS: VIII/IX ΜISSIONE (2008)

KOS: VIII/IX ΜISSIONE (2008) KOS: VIII/IX ΜISSIONE (2008) Nel corso del 2008 sono state svolte due diverse missioni, in primavera (dal 27 marzo al 6 aprile) e in estate (dal 1 agosto al 2 settembre). Le due campagne sono state dirette

Dettagli

GLI SCRITTI DI TOBIA ALDINI

GLI SCRITTI DI TOBIA ALDINI LORENZO ALDINI GLI SCRITTI DI TOBIA ALDINI Mi è sembrato doveroso ricordare la figura di Tobia Aldini, mio padre, nell anno della sua scomparsa, attraverso il profilo bibliografico da cui si legge il percorso

Dettagli

Nuove ricerche nell area archeologica di S. Omobono a Roma

Nuove ricerche nell area archeologica di S. Omobono a Roma RICERCHE SUPPLEMENTI Collana del Dipartimento di Archeologia e Storia delle Arti 3 Nuove ricerche nell area archeologica di S. Omobono a Roma a cura di Nicola Terrenato Università della Calabria 2012 Direttore

Dettagli

Il centro storico di Castellaneta

Il centro storico di Castellaneta Il centro storico di Castellaneta La parte più antica di Castellaneta si trova sul punto più alto, il colle Archinto (241 metri s. l. m.) ed è circondato da due lati dalla gravina. Il centro storico mantiene

Dettagli

Una guida all analisi di mercato Le fonti per la stima dei valori

Una guida all analisi di mercato Le fonti per la stima dei valori Una guida all analisi di mercato Le fonti per la stima dei valori Lo scopo delle slide Lo scopo della slide che seguono è quello presentare in modo critico alcune delle fonti attualmente disponibili per:

Dettagli

LA PRODUZIONE CERAMICA AD "ALBINTIMILIUM" (LIGURIA) IN EPOCA TARDO ROMANA: ANALISI CHIMICHE E MINERALOGICHE

LA PRODUZIONE CERAMICA AD ALBINTIMILIUM (LIGURIA) IN EPOCA TARDO ROMANA: ANALISI CHIMICHE E MINERALOGICHE LA PRODUZIONE CERAMICA AD "ALBINTIMILIUM" (LIGURIA) IN EPOCA TARDO ROMANA: ANALISI CHIMICHE E MINERALOGICHE Un recente lavoro sulla ceramica comune di Albintimilium (area del Cardine) ha permesso di evidenziare

Dettagli

Attività dell Università degli Studi di Macerata ad Hadrianopolis (Albania)

Attività dell Università degli Studi di Macerata ad Hadrianopolis (Albania) Roberto Perna Attività dell Università degli Studi di Macerata ad Hadrianopolis (Albania) Tra il 13 luglio ed il 12 agosto del 2007 una équipe dell Università degli Studi di Macerata (Dipartimento di Scienze

Dettagli

I GRAFFITI DEL PALAZZO ARCIVESCOVILE DI GENOVA Italo Pucci

I GRAFFITI DEL PALAZZO ARCIVESCOVILE DI GENOVA Italo Pucci I GRAFFITI DEL PALAZZO ARCIVESCOVILE DI GENOVA Italo Pucci E controverso se il primitivo Palazzo Arcivescovile si trovasse ove si trova l attuale oppure fosse presso il chiostro di S. Lorenzo in corrispondenza

Dettagli

Nell ambito della missione archeologica del sito di Paikuli, si è scelto di utilizzare una metodologia di rilievo finalizzata sia allo studio del

Nell ambito della missione archeologica del sito di Paikuli, si è scelto di utilizzare una metodologia di rilievo finalizzata sia allo studio del La prima fase dell attività topografica e di rilevamento si é svolta nel periodo che va dal 25 Settembre al 25 Ottobre 2006 ed é stata realizzata da Angela Bizzarro e Alessandro Tilia. L immagine rappresenta

Dettagli

La città di Cosa-Ansedonia tra la romanizzazione e il basso medioevo: una discussione su COSA V

La città di Cosa-Ansedonia tra la romanizzazione e il basso medioevo: una discussione su COSA V Archeologia Medievale XXXII, 2005, pp. 489-494 NOTE E DISCUSSIONI Emanuele Vaccaro La città di Cosa-Ansedonia tra la romanizzazione e il basso medioevo: una discussione su COSA V Il volume curato da E.

Dettagli

LA CASA DEI PITHOI A SERRA DI VAGLIO. UNA SPERIMENTAZIONE DI AMBIENTE 3D OPEN SOURCE PER LA FRUIZIONE DI BENI ARCHEOLOGICI.

LA CASA DEI PITHOI A SERRA DI VAGLIO. UNA SPERIMENTAZIONE DI AMBIENTE 3D OPEN SOURCE PER LA FRUIZIONE DI BENI ARCHEOLOGICI. LA CASA DEI PITHOI A SERRA DI VAGLIO. UNA SPERIMENTAZIONE DI AMBIENTE 3D OPEN SOURCE PER LA FRUIZIONE DI BENI ARCHEOLOGICI. Francesca Cantone, Angelo Chianese, Vincenzo Moscato, Saverio Serafino Università

Dettagli

RILIEVO DI MASSIMA DEGLI IMMOBILI

RILIEVO DI MASSIMA DEGLI IMMOBILI COMUNE DI CISLIANO Provincia di Milano OGGETTO: Ampliamento scuola primaria di Cisliano - CUP J81E15001290004 PROGETTO PRELIMINARE PER APPALTO INTEGRATO COMPLESSO ai sensi dell art. 53 comma 2 lett. C)

Dettagli

IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE ITALIANO

IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE ITALIANO UBH MARKET REPORT IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE ITALIANO Primo Trimestre 2010 Aprile 2010 Sembra rallentare la tendenza alla discesa dei comuni non capoluogo, si rianima il mercato dei capoluoghi.

Dettagli

Saggi di indagine stratigrafica eseguiti sulle facciate del fabbricato sito in Via Villafalletto n 6-14 Saluzzo (Cuneo)

Saggi di indagine stratigrafica eseguiti sulle facciate del fabbricato sito in Via Villafalletto n 6-14 Saluzzo (Cuneo) Chiara Bettinzoli Conservazione e restauro opere d arte Via Mons. Romero n 5-10022 Carmagnola ( To ) P.I. 08461530019 - Tel. 338/ 6811593 Saggi di indagine stratigrafica eseguiti sulle facciate del fabbricato

Dettagli

Cavriana Museo Archeologico dell Alto Mantovano

Cavriana Museo Archeologico dell Alto Mantovano Cavriana Museo Archeologico dell Alto Mantovano Cavriana Museo Archeologico dell Alto Mantovano Il Museo Archeologico dell Alto Mantovano, fondato nel 1967 e allestito a cura del Gruppo Archeologico Cavriana,

Dettagli

Progetto di Riqualificazione Cromatica di Fortunago

Progetto di Riqualificazione Cromatica di Fortunago Progetto di Riqualificazione Cromatica di Fortunago Il Progetto di Riqualificazione Cromatica per il Comune di Fortunago vuole essere uno strumento attivo per conservare in maniera ottimale il centro storico

Dettagli

L evoluzione del reticolo idrografico

L evoluzione del reticolo idrografico L evoluzione del reticolo idrografico romano e l urbanizzazione Uno studio dell uso del suolo in relazione al reticolo secondario del settore sud-est della Capitale, dall Unità d Italia ad oggi I depositi

Dettagli

I CONTENITORI DA TRASPORTO A PISA COME INDICATORI DELLE ROTTE COMMERCIALI MEDITERRANEE TRA X E XIV SECOLO.

I CONTENITORI DA TRASPORTO A PISA COME INDICATORI DELLE ROTTE COMMERCIALI MEDITERRANEE TRA X E XIV SECOLO. Beatrice Fatighenti I CONTENITORI DA TRASPORTO A PISA COME INDICATORI DELLE ROTTE COMMERCIALI MEDITERRANEE TRA X E XIV SECOLO. INTRODUZIONE Con questo contributo si intende affrontare il tema, poco trattato

Dettagli

Il sistema informativo territoriale della Carta del Rischio

Il sistema informativo territoriale della Carta del Rischio Il sistema informativo territoriale della Carta del Rischio 1 Il Sistema Informativo Territoriale della Carta del Rischio. Gisella Capponi, Direttore dell Istituto Superiore per la Conservazione ed il

Dettagli

ARCHEODIDATTICA ARCHEODIDATTICA. Attività 2014-2015. Francesca Germini 3383856043 - Monica Lupparelli 3479483789

ARCHEODIDATTICA ARCHEODIDATTICA. Attività 2014-2015. Francesca Germini 3383856043 - Monica Lupparelli 3479483789 ARCHEODIDATTICA ARCHEODIDATTICA Attività 2014-2015 COS È ARCHEODIDATTICA Costituita nel 2006 da personale specializzato in archeologia con esperienza nella didattica museale, propone attività scientifiche

Dettagli

1) PREMESSA 2) DESCRIZIONE DELLE VARIANTI

1) PREMESSA 2) DESCRIZIONE DELLE VARIANTI 1) PREMESSA Il Comune di Lajatico si è dotato di Piano Strutturale approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 37 del 27.09.2006 e di Regolamento Urbanistico approvato con delibera di Consiglio Comunale

Dettagli

Alla Soprintendenza per i Beni Archeologici del Lazio Via Pompeo Magno, 2 00192 Roma

Alla Soprintendenza per i Beni Archeologici del Lazio Via Pompeo Magno, 2 00192 Roma Al Sindaco del Comune di Ciampino All Assessore all Assetto del Territorio All Assessore al Patrimonio All Assessore all Ambiente All Assessore alle Infrastrutture All Assessore alla Cultura All Assessore

Dettagli

Arco di luci "Natale"

Arco di luci Natale 109.704 Arco di luci "Natale" Attrezzi necessari: seghetto da traforo o seghetto alternativo carta vetrata lima colla per legno righello, matita pennello e colori acrilici Cenno Lavorando con i kit della

Dettagli

AGRICOLTURA 1. Laura Cassata. Titolo: Autore: Percorsi didattici associati: A) i piccoli materiali della terra AVVERTENZA:

AGRICOLTURA 1. Laura Cassata. Titolo: Autore: Percorsi didattici associati: A) i piccoli materiali della terra AVVERTENZA: Titolo: AGRICOLTURA 1 Autore: Laura Cassata Percorsi didattici associati: A) i piccoli materiali della terra AVVERTENZA: Le domande che seguono si ispirano al percorso o ai percorsi indicati e hanno come

Dettagli

AGENTUR FÜR ENERGIE SÜDTIROL - KlimaHaus

AGENTUR FÜR ENERGIE SÜDTIROL - KlimaHaus FAQ sulla delibera per la prestazione energetica nell edilizia in Provincia Autonoma di Bolzano (Delibera della giunta provinciale del 04.03.2013 n. 362 incluso modifiche della delibera del 27.12.2013

Dettagli