NUOVI SERVIZI NELLE BIBLIOTECHE DEL SUD OVEST MILANESE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "NUOVI SERVIZI NELLE BIBLIOTECHE DEL SUD OVEST MILANESE"

Transcript

1 PROGETTO NUOVI SERVIZI NELLE BIBLIOTECHE DEL SUD OVEST MILANESE Messaggistica all utenza Utilizzo della Carta Regionale dei Servizi Navigazione internet integrata Aree wi-fi in biblioteca Il presente documento illustra sinteticamente obiettivi, soluzioni e ripartizione dei costi per l avvio di alcuni nuovi servizi nelle biblioteche del sud ovest milanese. Si tratta di servizi a valore aggiunto, che mirano a completare il modello di cooperazione bibliotecaria nel nostro territorio attraverso l offerta di nuove opportunità di accesso alle biblioteche da parte dei cittadini. Il progetto è attuativo dell articolo 3 dello Statuto in quanto volto ad incrementare la qualità e il valore dei servizi bibliotecari (art. 3 comma 3) e a costruire un unica rete bibliotecaria del territorio dotata di un identità comune di servizio (art. 3 comma 4). come obiettivo la qualità dei servizi al pubblico.

2 Il Consiglio di amministrazione sottopone all attenzione dei comuni alcuni nuovi servizi, in parte già noti ai bibliotecari ed oggetto di studio da parte di due comitati scientifici, con l intento di completare entro il 2009 l avvio di tutti i servizi che qualificano il nostro modello di cooperazione territoriale, secondo le intenzioni a suo tempo espresse dai fondatori. Si tratta di attività a valore aggiunto che utilizzano la tecnologia per innalzare la qualità dei servizi offerti e per ampliarli, in un ottica di rinnovamento ed evoluzione che guarda alle esigenze dell utenza, alla facilità di accesso ai servizi, alle modalità di consumo culturale emergente, alla percezione di qualità che dovrebbe sempre qualificare l azione delle pubbliche amministrazioni. Alcuni di questi servizi comportano costi che non rientrano nella quota base (la quota di adesione pro capite fissata a 0,90 ad abitante) e devono essere valutati. Lo scopo di questo documento, quindi è duplice: illustrare i nuovi servizi e presentare la ripartizione dei costi necessaria alla loro realizzazione. I servizi in questione riguardano: la messaggistica all utente l utilizzo della CRS Carta Regionale dei Servizi come tessera di accesso alle biblioteche l adeguamento a norma di legge del sistema di navigazione internet offerto al pubblico la creazione di aree wi-fi in biblioteca Il pacchetto che sottoponiamo all attenzione dei Comuni non è chiuso: ciascuno potrà, alla luce delle proprie valutazioni, scegliere di attivare in tutto o in parte i nuovi servizi, accollandosi soltanto la quota-parte di costo relativa. Al fine di rendere operative le scelte effettuate, fra la Fondazione e i singoli Comuni fondatori saranno sottoscritte apposite convenzioni. Il Consiglio di Amministrazione, tuttavia, auspica che il presente documento venga approvato da tutti i comuni fondatori, per continuare a offrire uno standard di servizio omogeneo su tutto il territorio del sud ovest milanese, in un ottica di fattiva cooperazione che ha come obiettivo la qualità dei servizi al pubblico e la loro integrazione. Questi servizi sono in parte finanziati dal bilancio della Fondazione, in parte da contributi regionali, ma per essere attivati richiedono di essere co-finanziati dai comuni che decideranno di attivarli, con un contributo di scopo che esula dalla quota di adesione ordinaria. Il Presidente arch. Emilio Guastamacchia 2

3 MESSAGGISTICA ALL UTENZA qualità ed efficienza a portata di clic Il servizio nasce dall esigenza di comunicare in maniera semplice e veloce con l utenza riducendo i costi a carico dei Comuni e ottimizzando le procedure. Il progetto nasce dalla collaborazione con il sistema bibliotecario Brianza Biblioteche e si avvale della collaborazione di tre partner tecnologici: Mediatech Group, che fornisce alla Fondazione il software Q-Series e che ha sviluppato l applicazione che legge i dati sulle prenotazioni, i prestiti, i ritardi per passarli alla piattaforma di invio; Ribes Informatica, società di Ivrea specializzata in servizi di comunicazione, che gestisce il software che traduce i dati in uscita da Q-Series e li passa a Vodafone in formato standard; Vodafone, che è proprietaria del canale di trasmissione e fornisce gli sms alla Fondazione. La soluzione tecnica adottata, denominato BiblioSMS di Vodafone, riprende un progetto per le Biblioteche di Roma (e in dotazione anche al Comune di Bologna) e costituisce un nuovo canale di comunicazione tra gli utenti e il sistema bibliotecario nell ottica di: migliorare la qualità del servizio offerto risparmiare sui costi di gestione ottimizzare i tempi Funzioni La piattaforma è stata sviluppata per gestire tre tipi di funzione: invio di avviso di documento prenotato disponibile per il ritiro invio di messaggi a gruppi di utenti (per pubblicizzare iniziative della biblioteca e del Comune) invio di avviso di scadenza prestito (solleciti) Tipi di messaggi gestiti sms (comprese le ricevute di consegna) messaggio nell area personale dell utente in Q (in automatico, senza intervento dell operatore) 3

4 Lo stato dell arte Sono state effettuate 4 sessioni di formazione (17 marzo, aprile, 6 maggio) alle quali hanno partecipato tutte le biblioteche. E stato realizzato un manualetto per gli operatori scaricabile a: Il servizio è in fase di test in tutte le biblioteche. Il test prevede l invio a titolo sperimentale per tutto il mese di maggio 2009 di messaggi di disponibilità per i documenti prenotati dall utenza via e sms. La sperimentazione è accompagnata da un azione di sensibilizzazione da parte dei bibliotecari affinché l utenza lasci il proprio numero di cellulare e indirizzo , nonché il consenso all invio di informazioni su iniziative culturali, come previsto dalla normativa. Nel mese di maggio 2009 è previsto un invio (a titolo sperimentale) di sms. Ad ogni biblioteca è stato caricato un credito proporzionale al numero di prenotazioni effettuate nel Il costo dell invio è a carico della Fondazione. A partire da giugno il servizio di messaggistica entrerà a regime, per gli sms è necessario definire in via preliminare la ripartizione dei costi. Funzionamento della piattaforma I messaggi sono inviati quando le opere prenotate giungono nella biblioteca in cui l utente ha chiesto di ritirarle. L operatore, con una procedura semplice e veloce, crea i messaggi e li invia. Il software di dialogo con Q-Series si comporta diversamente in base ai dati in nostro possesso: a) se l utente ha solo l indirizzo , il programma copia il messaggio nell elenco delle da inviare; b) se l utente ha solo il numero di cellulare il programma copia il messaggio nell elenco sms da inviare c) se l utente ha sia l indirizzo sia il numero di cellulare, il programma è impostato per copiare il messaggio nell elenco . La priorità accordata agli tende a garantire il massimo risparmio economico. Pertanto almeno in questa fase gli sms saranno inviati solo agli utenti privi di indirizzo o a coloro che indicheranno espressamente il cellulare come canale preferenziale di contatto. Si fa notare che l efficacia del servizio, pur elevata in generale, è maggiore con gli sms perché raggiungono immediatamente il destinatario se il cellulare è acceso, mentre l efficacia dell dipende dalla frequenza con cui si controlla la casella di posta e va valutata in considerazione del fatto che i documenti prenotati restano in giacenza solo 7 giorni dal momento dell invio del messaggio. In ogni caso, almeno nella fase d avvio, è prioritario il contenimento dei costi. Valutazioni più puntuali sull efficacia del servizio e sull opportunità di intensificare l invio di sms potranno essere fatte in seguito. 4

5 Possibili futuri sviluppi prenotare o rinnovare un prestito via SMS servizio di informazione in base a specifici interessi dell utenza ricevere richieste e inviare risposte via SMS, attraverso un servizio di consulenza on line (tipo Chiedi al bibliotecario ) Inoltre, a regime, sarà possibile contestualmente all invio del messaggio cambiare status ai documenti in Q-Series (da IN TRANSITO a IN ATTESA DI RITIRO) per migliorarne la tracciabilità. I vantaggi I vantaggi del nuovo servizio sono di natura: economica l invio dei messaggi sostituisce le telefonate all utente (attualmente a carico dei Comuni), abbattendo considerevolmente i costi di telefonia. Più intensivo sarà l uso della piattaforma di messaggistica e maggiore sarà il risparmio. Il costo di un sms è pari a circa la metà del solo scatto alla risposta. gestionale l invio dei messaggi in luogo delle telefonate abbatte considerevolmente il tempo da destinare a questa operazione. In caso di contestazioni da parte dell utente, la possibilità di consultare l archivio dei messaggi inviati garantisce maggiormente gli operatori. prestazionale l invio dei messaggi migliora l efficacia e la percezione di qualità del servizio bibliotecario, sia per la tempestività sia perchè l uso delle tecnologie digitali contribuisce a rendere l immagine di un servizio pubblico capace di stare al passo con i tempi (e con le prestazioni) di altri servizi pubblici e privati come banche, ospedali ecc. Costi del servizio e loro ripartizione I costi di sviluppo e adattamento della piattaforma ammontano a circa oltre IVA e saranno ripartiti al 50% fra Fondazione Per Leggere e Brianza Biblioteche. Il canone annuo per l uso della piattaforma Vodafone è pari a circa 2500 IVA compresa e per il 2009 è a carico del bilancio della Fondazione. L invio dei messaggi tramite non genera costi aggiuntivi perchè è compreso nel costo della connettività, già a carico della Fondazione. Il costo per singolo sms è pari a 0, IVA (ovvero 0,064 IVA compresa). Questa tariffa, particolarmente vantaggiosa, è quella attualmente applicata da Vodafone al Comune di Monza ed è stata ottenuta grazie alla collaborazione con Brianza Biblioteche. Il costo dell invio di sms non può al momento essere assorbito dalla Fondazione e richiede dunque una ripartizione fra i Comuni 5

6 Simulazione dei costi da sostenere Limitatamente al solo servizio in fase di test (invio di avvisi di disponibilità per documenti prenotati) possiamo fornire le seguenti stime, calcolate sul numero di prenotazioni soddisfatte nel 2008: Biblioteche dove la copia è richiesta Prenotazioni soddisfatte 2008 % copertura prenotazioni senza e- mail con cell. Costo invio sms a utenti senza con cell Costo ipotetico per invio di soli sms Abbiategrasso ,1% ,58 566,08 Albairate ,6% ,24 104,06 Arconate ,0% ,74 137,28 Arluno ,5% ,17 198,14 Assago ,0% ,21 159,04 Bareggio ,7% ,19 510,46 Basiglio ,5% ,34 114,56 Bernate ,9% ,18 53,63 Besate ,6% ,85 65,15 Rinasco ,5% ,82 300,10 Boffalora ,9% ,70 73,22 Bubbiano ,5% ,18 85,12 Buccinasco ,4% ,74 305,22 Buscate ,8% ,35 105,54 Casarile ,7% ,78 60,35 Cassinetta ,3% 78 4,99 19,71 Castano ,5% ,31 312,00 Cesano ,8% ,39 357,38 Cisliano ,2% ,17 35,33 Corbetta ,8% ,98 229,06 Corsico ,8% ,52 564,22 Corsico Fono ,9% ,18 48,13 Corsico Raga ,9% ,01 40,45 Cuggiono ,8% ,39 177,79 Cusago ,4% ,39 56,70 Gaggiano ,7% ,30 182,78 Gudo 88 14,8% 38 2,43 5,63 Inveruno ,7% ,92 314,94 Lacchiarella ,5% ,96 99,14 Locate ,4% ,25 167,30 Magenta ,4% ,99 785,98 Magnago ,6% ,94 91,01 Marcallo ,3% ,49 94,98 Mesero ,2% ,94 53,57 Motta ,8% ,02 153,22 Nosate 85 54,1% 10 0,64 5,44 Opera ,4% ,12 253,18 Ossona ,2% ,25 139,07 Ozzero ,3% 52 3,33 11,26 Pieve ,9% ,18 98,82 Robecchetto ,1% ,66 114,88 Robecco ,5% ,98 56,64 Rosate ,7% ,54 144,26 Rozzano ,9% ,81 948,16 Santo Stefano ,5% ,91 65,22 Sedriano ,2% ,91 170,62 Trezzano ,3% ,83 257,15 Turbigo ,9% ,30 148,86 Vanzaghello ,1% ,45 130,94 Vermezzo ,8% ,92 53,25 Vernate ,1% 144 9,22 30,08 Vittuone ,5% ,46 240,19 Zelo 36 55,6% 13 0,83 2,30 Zibido ,4% ,78 70,34 Totale ,1% , ,94 6

7 In sostanza, per garantire questo servizio nel 2008 avremmo speso meno di euro IVA compresa, con una incidenza sulla quota per abitante annua di 0,006 euro. Se si ipotizzasse l invio di un sms per ogni prenotazione effettuata nel 2008 avremmo speso euro, con una incidenza sulla quota per abitante annua di 0,019 euro. Naturalmente si tratta di una stima soggetta ad alcune variabili: numero di prenotazioni (attualmente in crescita costante), numero di contatti e cellulare posseduti. Per quanto riguarda le altre funzioni, che saranno attivate nei prossimi mesi, possiamo dare le seguenti indicazioni di massima: invio di messaggi singoli a gruppi di utenti, per pubblicizzare iniziative della biblioteca e del Comune Questa funzione, disponibile entro la fine di maggio 2009, riguarda iniziative di stretta pertinenza comunale, pertanto si configura come servizio on demand, i cui costi saranno a carico dei Comuni che vorranno utilizzarlo. Il programma gestisce per ciascuna biblioteca un portafoglio sms, che può essere finalizzato a questa funzione. invio di avviso di scadenza prestito Questa funzione, i cui tempi di rilascio non sono ancora prevedibili, riguarda i messaggi da inviare in automatico alla scadenza dei prestiti. Non si tratta di un vero e proprio messaggio di sollecito ma di un messaggio di cortesia che inviterà al rinnovo o alla restituzione in tempo utile e per non incorrere in eventuali sanzioni (come la sospensione dal prestito per periodi limitati o eventuali sanzioni pecuniarie). L invio di questi messaggi, che sarà gestito centralmente dalla Fondazione e avrà cadenza quotidiana, risponde a una logica gestionale (evitare che i documenti in ritardo di restituzione vengano sollecitati telefonicamente dalle biblioteche, con costi elevati e spreco di tempo) e di tutela delle raccolte delle biblioteche, che sono un bene pubblico. Inoltre, c è anche una componente di educazione dell utente, che deve abituarsi a rispettare le poche regole previste da un servizio bibliotecario amichevole, accessibile ed efficiente. La simulazione dei costi per questa funzione, effettuata alla fine del 2007 su un campione di 10 giorni, ci dice che l invio nel giorno di scadenza del prestito di sms di sollecito agli utenti privi di contatto avrebbe generato, su base annua, un costo complessivo pari a euro. % utenti contattabili solo con documenti in scadenza cellulare scadenza 14/ scadenza 15/ ,9% scadenza 16/ ,9% scadenza 17/ ,0% scadenza 19/ ,0% scadenza 20/ ,0% scadenza 21/ ,5% scadenza 22/ ,4% scadenza 23/ ,3% scadenza 24/ ,7% TOTALE ,7% 7

8 Si tratta di un costo non trascurabile, che potrebbe essere in parte compensato istituendo sanzioni pecuniarie per i ritardi accumulati (come avviene in altri Sistemi Bibliotecari). Questo costo va considerato anche in relazione alla necessità di inviare una lettera formale di sollecito agli utenti che dopo 30 giorni dalla scadenza non hanno ancora restituito i documenti presi in prestito: nel 2008, a titolo di sperimentazione, la Fondazione ha effettuato 2 tornate di spedizione a tutti gli utenti in ritardo di consegna da oltre 30 giorni, predisponendo una lettera di sollecito. Oltre all obiettivo di far rientrare dal prestito un numero ingente di opere scadute (circa ), ci si proponeva di alleggerire il carico di lavoro e i costi delle biblioteche, che generalmente effettuano queste operazioni telefonando o inviando una lettera con la posta ordinaria. A tal fine è stata sottoscritta la tariffa PostaTarget di Poste Italiane, che garantisce sensibili risparmi a fronte però di spedizioni quantitativamente consistenti. Complessivamente sono state inviate quasi lettere, per un costo complessivo di euro (compreso il costo delle buste e della carta). La percentuale di opere restituite dopo il sollecito è risultata superiore al 60%, segno che l iniziativa ha prodotto un risultato positivo. Gli avvisi di scadenza inviati tramite messaggistica ed elettronica potrebbero ridurre significativamente i costi dell invio centralizzato delle lettere di sollecito formale, rendendo così compatiile questo servizio offerto a tutte le biblioteche con il bilancio della Fondazione RIEPILOGO COSTI ATTIVITA COSTO (IVA inclusa) CHI PAGA costi di sviluppo e adattamento della piattaforma (una tantum) a carico della Fondazione canone annuo per l uso della piattaforma 2500 a carico della Fondazione avvisi di disponibilità via sms 3000 da ripartire fra i comuni (solo a utenti privi di ) avvisi di scadenza prestiti via sms da ripartire fra i comuni (solo a utenti privi di ) invio centralizzato lettere di sollecito (stima su a carico della Fondazione base annua) invio sms per iniziative dei comuni e delle biblioteche secondo quantità servizio on demand a carico dei Comuni che ne faranno uso TOTALE IVA compresa Tolti i costi di sviluppo, se si deciderà di lasciare ai Comuni la decisione di aderire o meno al servizio (anche attivando selettivamente le funzioni previste) il costo per ciascun comune sarà proporzionale al consumo di sms e l invio delle lettere di sollecito resterà a carico di ciascun Comune. Se viceversa si deciderà di implementare omogeneamente il servizio su tutto il territorio, l attivazione del servizio inciderebbe sulla quota annua di adesione nella misura di 8

9 euro 0,04 ad abitante a partire dal

10 Utilizzo della Carta Regionale dei Servizi e Navigazione internet integrata La fondazione ha ottenuto un finanziamento dalla Regione Lombardia per la realizzazione di un sistema integrato per l accesso ai servizi bibliotecari e la navigazione internet mediante carta regionale dei servizi nelle biblioteche del sud ovest milanese. E stata in proposito siglata con Lombardia Informatica una convenzione. Lombardia informatica opera su mandato della Regione Lombardia per realizzare progetti che hanno lo scopo di far diventare la CRS chiave di accesso preferenziale ai servizi di egovernment, e ha individuato i Sistemi Bibliotecari Lombardi come fornitori di servizi basati sulla CRS. Il nostro progetto si propone quindi come best practice in questo settore della Pubblica Amministrazione Lombarda. I risultati che il progetto mira a realizzare: consentire l uso della CRS come tessera di iscrizione e di accesso ai servizi bibliotecari, nel rispetto del diritto di tutti i cittadini di accedervi senza restrizioni dovute alla loro condizione di cittadinanza o residenza; offrire a tutti gli iscritti alle biblioteche un accesso uniforme a Internet, attraverso modalità di servizio e regole omogenee, in ogni punto di servizio della rete bibliotecaria del sud ovest milanese; utilizzare l anagrafica già esistente nel gestionale Q-Series senza effettuare una seconda registrazione di dati personali ma integrando quelli già raccolti con i dati necessari ad abilitare l accesso a internet ricondurre alla Fondazione la responsabilità di gestione, raccolta e conservazione dei dati relativi alla navigazione internet a norma di legge (Decreto Pisanu antiterrorismo); mettere a disposizione dell utenza una piattaforma che preveda l autenticazione dell utente attraverso la CRS carta regionale dei servizi Per la realizzazione di questo prototipo ci si avvale della collaborazione di tre partner tecnologici: Mediatech Group, e curerà l integrazione del driver della CRS con il software Q- Series NEST2, a cui spetterà il compito di implementare gli apparati di rete che gestiranno l autenticazione degli utenti a norma di legge e le regole di navigazione (filtri) Internavigare s.r.l., cui spetterà l adattamento e l installazione del software Interbiblio nelle biblioteche. 10

11 LA CRS COME TESSERA DI ISCRIZIONE ALLA BIBLIOTECA e-government dalle parole ai fatti Il progetto prevede l integrazione nella piattaforma gestionale Q-Series del software rilasciato da Regione Lombardia per l utilizzo della Carta Regionale dei Servizi. L integrazione porterà Q-Series, nelle sue diverse interfacce e funzionalità, ad accettare l invio di dati da parte della Carta Regionale dei Servizi. Ciò consentirà agli utenti di utilizzare la Carta Regionale dei Servizi in sostituzione dell attuale tessera di iscrizione alla biblioteca per le procedure di iscrizione, aggiornamento della scheda utente, prestito, restituzione, prenotazione e rinnovo, comprese le funzioni che l utente può esprimere autonomamente in biblioteca o da remoto, come ad esempio l avvio di sessioni di navigazione internet a norma di legge, il prestito e la restituzione self check (con attivazione e disattivazione dell antitaccheggio ove previsto), o come la prenotazione ed il rinnovo da casa e tutte le funzioni implementabili in futuro a partire dall autenticazione effettuata con smart card su Q series. Questa modalità di accesso ai servizi non sarè esclusiva, poiché è necessario tutelare il diritto al servizio di pubblica lettura anche per le persone che non sono in possesso della CRS o che non ne hanno diritto (residenti fuori Lombardia, stranieri) e per le fasce di utenza (ad esempio bambini al di sotto dei 10 anni) per i quali si valuterà se consentire un accesso differenziato, mediante la tessera attualmente in uso. L integrazione della CRS consentirà alla Fondazione di abbandonare la produzione e personalizzazione delle tessere di iscrizione, onerosa in termini economici e di lavoro, che resterà residuale (solo per chi non possiede la CRS). La realizzazione del servizio e la sua messa a regime verrà accompagnata da una specifica campagna di informazione presso gli utenti delle biblioteche tesa a promuovere l uso della CRS. 11

12 NAVIGAZIONE INTERNET INTEGRATA sicurezza e personalizzazione dei servizi Nel 2008 è stato costituito un gruppo di lavoro interno che ha predisposto le linee guida per l armonizzazione dei regolamenti comunali delle biblioteche del sud ovest milanese. L art. 14 di questo testo contiene le norme generali per l accesso alle postazioni di navigazione internet. Un secondo gruppo di lavoro ha redatto un testo ( Disposizioni per l uso di internet nelle biblioteche del sud ovest milanese ) che fissa il codice di comportamento e le modalità d accesso che gli utenti dovranno sottoscrivere all atto dell iscrizione al servizio di navigazione. Entrambi i testi sono stati approvati dall Assemblea Generale della Fondazione il 20 gennaio Navigare a norma di legge La piattaforma di autenticazione ha come scopo consentire all infrastruttura tecnologica di Fondazione per Leggere il rispetto delle direttive tracciate dal Decreto Legge 27 luglio 2005 n. 144 (Decreto Pisanu), che impone ai gestori di postazioni di accesso pubblico ad Internet l identificazione degli utenti e la tracciabilità degli accessi. Le disposizioni regolamentari approvate dall Assemblea Generale prevedono che per accedere alle postazioni gli utenti debbano essere iscritti alla biblioteca e sottoscrivere un apposito modulo di iscrizione al servizio di navigazione internet. Gli operatori delle biblioteche dovranno integrare i dati personali già presenti in Q-Series con le informazioni strettamente necessarie ad abilitare il servizio di navigazione ed effettuare una copia del documento di identità, che sarà conservato con i moduli di iscrizione presso la sede della Fondazione. All atto dell iscrizione, agli utenti sarà distribuita copia delle disposizioni che regolano il servizio, del Manifesto IFLA per internet e delle raccomandazioni per la sicurezza dei minori in rete ad uso dei genitori. La soluzione individuata La soluzione prevede l utilizzo di una versione personalizzata del software Internav 2008 Biblio per la gestione delle postazioni di navigazione in biblioteca (fino a un massimo di 500 postazioni) e l implementazione di una piattaforma centralizzata per l autenticazione e la gestione dei crediti di navigazione degli utenti, il content filtering, la gestione dei logfile e dei report, dei crediti. Il software, opportunamente adattato, sarà installato sulle postazioni locali, consentendo il controllo degli accessi e la gestione in sicurezza delle macchine, ma l autenticazione e la registrazione dei dati di navigazione avverranno su server centrale, che conterrà anche le informazioni relative a crediti, profili di navigazione, diritti. 12

13 Con il passaggio in produzione della piattaforma, quindi, sarà per tutti gli utenti possibile accedere a internet in qualsiasi biblioteca della rete con le medesime credenziali e diritti, in relazione al loro profilo-utente. Le modalità di autenticazione Attualmente gli utenti sono già in possesso di credenziali di accesso all opac della Fondazione. Tali credenziali in una prima fase saranno richieste anche per l accesso ad Internet. A partire da una data che dovrà essere concordata, ai cittadini che ne sono in possesso sarà richiesto l uso della CRS e del PIN personale. Con tempistica da definire, questa diventerà progressivamente la modalità di autenticazione prevalente (non esclusiva però, per i motivi già esposti). Quando l utente inserirà nel lettore di smart card la propria CRS e digiterà il PIN, la chiamata sarà inoltrata alla piattaforma centrale, che verificherà le credenziali e i diritti di navigazione prima di dare avvio alla navigazione. La registrazione dei dati di navigazione inizierà ad avvenuta autenticazione. Il rilascio del PIN Per l accesso alla navigazione internet sarà dunque necessario utilizzare la CRS e relativo PIN. Questo codice, simile a quello dei bancomat e carte di credito (4 cifre) viene attualmente rilasciato dagli uffici delle ASL (per via del fatto che la CRS è principalmente, oggi, tessera di accesso al servizio sanitario). I tempi del rilascio sono orientativamente variabili fra 2 e 3 settimane. Per ovviare a questa criticità, Lombardia Informatica ha previsto, per tutti i Comuni della Fondazione Per Leggere, la possibilità di istituire un punto di rilascio del PIN presso gli uffici dell anagrafe comunale. Questa possibilità è subordinata alla sottoscrizione di una convenzione fra Lombardia e Informatica e i Comuni interessati Stato dell arte e tempistica A luglio 2008 è stato realizzato un test preliminare, per verificare l integrazione fra l anagrafica del software Q-Series e il server centrale di autenticazione, e la possibilità di associare specifiche informazioni (ad esempio l età) a profili di content filtering differenziati. Il 28 aprile 2009 si è dato ufficialmente avvio ai lavori, con una riunione a cui hanno partecipato tutti i partner tecnologici. Il 18 maggio vengono installati i primi apparati presso la nostra server farm di Milano. 13

14 Si prevede la realizzazione di un test di utilizzo della navigazione centralizzata con 3 biblioteche fra giugno e luglio 2009 e l avvio del servizio a settembre 2009, preceduto da alcune sedute di formazione del personale. Per quanto riguarda l integrazione nella piattaforma gestionale Q-Series del driver CRS, si prevede entro settembre 2009 un test di utilizzo della CRS come tessera di iscrizione, e una fase di utilizzo sperimentale della CRS come tessera di accesso ai servizi a fianco della tessera tradizionale fra ottobre e dicembre La sostituzione della tessera di iscrizione con CRS (fatti salvi i casi in cui sarà consentito l uso della modalità attuale) è previsto da gennaio Costi del servizio e loro ripartizione I costi di start-up sono ripartiti secondo il seguente principio: la Fondazione si fa carico delle spese legate all implementazione dell infrastruttura centrale, i Comuni di quelle che riguardano la propria biblioteca. I costi di sviluppo e adattamento della piattaforma ammontano a euro oltre IVA, e sono coperti per il 70% dal finanziamento regionale di euro La quota rimanente (euro ) è a carico del bilancio della Fondazione. La Fondazione distribuirà inoltre 150 lettori di smart card che sono stati donati dalla Regione Lombardia. Per completare lo start-up del servizio, i Comuni dovranno farsi carico dell acquisto di una scheda di recovery da installare su ogni postazione destinata alla navigazione al pubblico (costo indicativo: euro 40 oltre IVA cadauna) e dei costi di installazione e configurazione del software Interbiblio nella propria biblioteca (500 euro oltre IVA per sedi fino a 10 postazioni, 1000 euro oltre IVA per sedi fra 10 e 20 postazioni, 1500 euro oltre IVA per sedi con più di 20 postazioni). I costi a regime riguardano le seguenti voci: assistenza e manutenzione infrastruttura centrale (servizio autenticazione / firewalling / logging e reporting / content filtering, sicurezza): euro annui IVA compresa servizio di helpdesk in tele-assistenza da remoto, aggiornamenti software per eventuali cambiamenti della normativa per il software Interbiblio: euro annui IVA compresa. 14

15 RIEPILOGO COSTI ATTIVITA COSTO (IVA inclusa) CHI PAGA costi di sviluppo e adattamento della a carico della Fondazione piattaforma (una tantum) (in parte coperti con acquisto delle recovery card (una per postazione) installazione e configurazione software nelle biblioteche manutenzione e assistenza annua infrastruttura centrale manutenzione, aggiornamento e assistenza software 48 cad. (una tantum) 600 / 1200 / 1800 (una tantum, in base a n postazioni) finanziamento Regionale a carico dei comuni a carico dei comuni da ripartire fra i comuni da ripartire fra i comuni Tolti i costi di start-up, e posto che in questo caso (contrariamente al servizio di messaggistica) è più difficile pensare di lasciare ai Comuni la decisione di aderire o meno al servizio, l avvio della navigazione internet centralizzata inciderebbe sulla quota annua di adesione nella misura di euro 0,036 ad abitante. 15

16 Aree wi-fi in biblioteca Questa funzione, che può essere integrata con l infrastruttura di autenticazione e navigazione centralizzata che abbiamo descritto, non sarà oggetto di attivazione nel Ci è sembrato doveroso, anche in considerazione dello sviluppo e della diffusione di tecnologie mobili di comunicazione, soprattutto nelle fasce giovanili e nell utenza professionale, tenere conto di questa possibilità come sviluppo futuro. Ci sono alcune biblioteche della nostra rete che hanno già autonomamente avviato sperimentazioni e anche veri e propri servizi, affiancandoli alle postazioni fisse di navigazione. Il valore aggiunto della nostra soluzione risiede tuttavia nella possibilità di integrare le due soluzioni in una sola piattaforma. L area wi-fi, in ogni caso, ha tutte le caratteristiche per essere considerata un servizio on demand che i Comuni potranno decidere autonomamente di attivare o meno. 16

17 RIEPILOGO Messaggistica ATTIVITA COSTO (IVA inclusa) CHI PAGA costi di sviluppo e adattamento della piattaforma (una tantum) a carico della Fondazione canone annuo per l uso della piattaforma 2500 a carico della Fondazione avvisi di disponibilità via sms 3000 da ripartire fra i comuni (solo a utenti privi di ) avvisi di scadenza prestiti via sms da ripartire fra i comuni (solo a utenti privi di ) invio centralizzato lettere di sollecito (stima su a carico della Fondazione base annua) invio sms per iniziative dei comuni e delle biblioteche secondo quantità servizio on demand a carico dei Comuni che ne faranno uso TOTALE IVA compresa Navigazione centralizzata internet ATTIVITA COSTO (IVA inclusa) CHI PAGA costi di sviluppo e adattamento della a carico della Fondazione piattaforma (una tantum) (in parte coperti con acquisto delle recovery card (una per postazione) installazione e configurazione software nelle biblioteche manutenzione e assistenza annua infrastruttura centrale manutenzione, aggiornamento e assistenza software 48 cad. (una tantum) 600 / 1200 / 1800 (una tantum, in base a n postazioni) finanziamento Regionale a carico dei comuni a carico dei comuni da ripartire fra i comuni da ripartire fra i comuni Tolti i costi di start-up, l avvio dei due servizi (messaggistica e navigazione internet centralizzata) incide sulla quota annua di adesione nella misura di euro 0,076 ad abitante. NOTA BENE L uso della CRS come strumento di autenticazione comporta per i Comuni l opportunità di sottoscrivere una convenzione con Lombardia Informatica per istituire presso gli uffici dell anagrafe un punto di rilascio del PIN. 17

Biblioteca di Inveruno Carta dei Servizi

Biblioteca di Inveruno Carta dei Servizi COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano Biblioteca di Inveruno Carta dei Servizi 1. Finalità e principi generali 1.1 Finalità della Biblioteca La Biblioteca di Inveruno è il centro informativo della comunità

Dettagli

Conoscere per agire: adulti responsabili per territori sostenibili. Soggetti Proponenti. www.e2sco.it. Capofila. Partner

Conoscere per agire: adulti responsabili per territori sostenibili. Soggetti Proponenti. www.e2sco.it. Capofila. Partner Conoscere per agire: adulti responsabili per territori sostenibili. Soggetti Proponenti AZIENDA MULTISERVIZI ABBIATENSE GESTIONI AMBIENTALI S.p.A. Capofila www.amaga.it www.e2sco.it www.consorzionavigli.it

Dettagli

Carta dei Servizi Biblioteca Comunale di Corbetta

Carta dei Servizi Biblioteca Comunale di Corbetta Carta dei Servizi Biblioteca Comunale di Corbetta Denominazione ed elementi identificativi Biblioteca Comunale Ugo Parini indirizzo: piazza 25 aprile 10 20011 Corbetta (MI) telefono: 024543152/4 fax :

Dettagli

Oggetto: APPROVAZIONE DELLA 'CARTA DEI SERVIZI' PER LA BIBLIOTECA COMUNALE. Verbale di deliberazione di Giunta Comunale

Oggetto: APPROVAZIONE DELLA 'CARTA DEI SERVIZI' PER LA BIBLIOTECA COMUNALE. Verbale di deliberazione di Giunta Comunale Città di Corbetta G.C. Numero 31 Data 06/02/2013 Oggetto: APPROVAZIONE DELLA 'CARTA DEI SERVIZI' PER LA BIBLIOTECA COMUNALE Copia Verbale di deliberazione di Giunta Comunale L anno 2013, addì 6 del mese

Dettagli

Giuseppina Rognone. Clelia Furiosi, Nevia La Francesca, Silvia Mincuzzi. Simonetta Mungioli. Nicoletta Simini, Milena Brambilla

Giuseppina Rognone. Clelia Furiosi, Nevia La Francesca, Silvia Mincuzzi. Simonetta Mungioli. Nicoletta Simini, Milena Brambilla RIUNIONE PLENARIA DELLE BIBLIOTECHE Abbiategrasso, 28 marzo 2012 Elenco presenti: Bi bli ot eca Abbi at egrasso Al bairat e e Mesero Arl uno Bareggi o Besat e e Bubbi ano Boff al ora sopra Ti ci no Bucci

Dettagli

CRITERI PER I PROGETTI TERRITORIALI DI MILANO Edizione 2015*

CRITERI PER I PROGETTI TERRITORIALI DI MILANO Edizione 2015* CRITERI PER I PROGETTI TERRITORIALI DI MILANO Edizione 2015* * I criteri sono stati approvati dal Consiglio di amministrazione nella riunione del 24 febbraio 2015, con applicazione dal 2015 ed esclusa

Dettagli

ELABORAZIONE DATI DA QUESTIONARIO DI CUSTOMER

ELABORAZIONE DATI DA QUESTIONARIO DI CUSTOMER Numero di questionari compilati: 331 Sito Visitatori Questionari Percentule Palazzo Trotti 146 35 23,97% Villa Gallarati Scotti 717 98 13,67% Al banchetto degli dei. Gli affreschi viventi di Palazzo Trotti

Dettagli

CRITERI PER I PROGETTI TERRITORIALI DI MILANO Edizione 2014

CRITERI PER I PROGETTI TERRITORIALI DI MILANO Edizione 2014 CRITERI PER I PROGETTI TERRITORIALI DI MILANO Edizione 2014 1. Territorio di intervento 2. Aree filantropiche di pertinenza dei progetti 3. Presentazione delle domande di contributo 4. Documenti da allegare

Dettagli

BILANCIO DI MANDATO 2006-2010

BILANCIO DI MANDATO 2006-2010 BILANCIO DI MANDATO 2006-2010 FONDAZIONE PER LEGGERE BILANCIO DI MANDATO 2006-2010 a cura di Stefano Parise Edizioni Fondazione Per Leggere 2011 Edizioni Fondazione Per Leggere via Ticino 72 - Abbiategrasso

Dettagli

LULE società cooperativa sociale o.n.l.u.s. PROFILO

LULE società cooperativa sociale o.n.l.u.s. PROFILO LULE soc. coop. soc. o.n.l.u.s. PROFILO CHI SIAMO La cooperativa LULE è una cooperativa sociale fondata nel marzo 2001 da un gruppo di professionisti con competenze diverse nelle discipline attinenti le

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI 2014

CARTA DEI SERVIZI 2014 CARTA DEI SERVIZI 2014 ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA INDICE: PREMESSA 2 METODOLOGIA DI LAVORO 2 ARTICOLAZIONE DELLE RESPONSABILITA 3 IL PERCORSO DI CURA 3 COME OTTENERE LE CURE DOMICILIARI 3 I PRINCIPI

Dettagli

Istruzioni per l uso. Legenda. Abbreviazioni Scuola Statale Scuola Paritaria LR Scuola Legalmente Riconosciuta FP Centro di formazione Professionale

Istruzioni per l uso. Legenda. Abbreviazioni Scuola Statale Scuola Paritaria LR Scuola Legalmente Riconosciuta FP Centro di formazione Professionale 1 Istruzioni per l uso Il territorio della provincia di Milano è suddiviso in 11 ambiti funzionali per quanto riguarda gli Istituti secondari superiori e in 13 circoscrizioni per quanto riguarda i Centri

Dettagli

Riunione plenaria delle biblioteche del sud ovest milanese Abbiategrasso, 17 giugno 2009 ore 9.30 13.00

Riunione plenaria delle biblioteche del sud ovest milanese Abbiategrasso, 17 giugno 2009 ore 9.30 13.00 Riunione plenaria delle biblioteche del sud ovest milanese Abbiategrasso, 17 giugno 2009 ore 9.30 13.00 Una copia in formato PDF di questo verbale è presente sui desktop remoti di tutti i bibliotecari

Dettagli

INFORMAZIONI SUL SETTORE SUD - OVEST

INFORMAZIONI SUL SETTORE SUD - OVEST BUONGIORNO SONO GREGORIO CORTESE COORDINATORE PER LA PROVINCIA DI MILANO SETTORE SUD-OVEST INFORMAZIONI SUL SETTORE SUD - OVEST SETTORE CHE COME ESTENSIONE VA DALL ABBIATENSE AL BINASCHINO NUMERO DI ABITANTI

Dettagli

PASSAGGIO ALLA CARTA REGIONALE DEI SERVIZI:

PASSAGGIO ALLA CARTA REGIONALE DEI SERVIZI: PASSAGGIO ALLA CARTA REGIONALE DEI SERVIZI: ISCRIVERE GLI UTENTI CON LA CRS Manuale per il bibliotecario rev. 02 6 aprile 2010 PASSAGGIO ALLA CRS COME TESSERA DI ISCRIZIONE ALLA BIBLIOTECA La sostituzione

Dettagli

PROGETTO PER L INTRODUZIONE DI APPARECCHI E-READER E/O TABLET NELLE BIBLIOTECHE DEL SUD OVEST MILANESE

PROGETTO PER L INTRODUZIONE DI APPARECCHI E-READER E/O TABLET NELLE BIBLIOTECHE DEL SUD OVEST MILANESE PROGETTO PER L INTRODUZIONE DI APPARECCHI E-READER E/O TABLET NELLE BIBLIOTECHE DEL SUD OVEST MILANESE Elaborato dal Comitato collezioni e dal focus group e-book della Fondazione Febbraio 2015 www.fondazioneperleggere.it

Dettagli

Capitolo 8. Alcune riflessioni conclusive

Capitolo 8. Alcune riflessioni conclusive Capitolo 8 Alcune riflessioni conclusive Il quaderno ha sviluppato le premesse per effettuare approfondimenti tematici. Le considerazioni di seguito presentate non intendono avere carattere di esaustività,

Dettagli

Progetto per l unificazione del Sistema Bibliotecario Provinciale Vicentino. e adesione al Polo Regionale Veneto

Progetto per l unificazione del Sistema Bibliotecario Provinciale Vicentino. e adesione al Polo Regionale Veneto Progetto per l unificazione del Sistema Bibliotecario Provinciale Vicentino Sommario 1 OBIETTIVI DEL PROGETTO... 2 2 SOLUZIONE PROPOSTA... 2 2.1 Assessment... 3 2.2 Articolazione del progetto... 5 2.3

Dettagli

SISTEMA BIBLIOTECARIO PROVINCIALE

SISTEMA BIBLIOTECARIO PROVINCIALE SISTEMA BIBLIOTECARIO PROVINCIALE NORME DI FUNZIONAMENTO DELLA RETE BIBLIOTECARIA INDICE Art. 1 - Oggetto e definizioni pag. 3 Art. 2 - Iscrizione al servizio prestito pag. 3 Art. 3 - Modalità di iscrizione

Dettagli

Progetto Calore Pulito 2010 - Linee guida per l informatizzazione

Progetto Calore Pulito 2010 - Linee guida per l informatizzazione Progetto Calore Pulito 2010 - Linee guida per l informatizzazione Premessa Ad oggi le procedure di informatizzazione, con inserimento manuale dei dati di controllo degli impianti termici, regolate attraverso

Dettagli

2. LUOGO DI ESECUZIONE

2. LUOGO DI ESECUZIONE OGGETTO: BANDO PER L ACCREDITAMENTO DI SOGGETTI CHE EROGANO PRESTAZIONI ASSISTENZIALI A CARATTERE DOMICILIARE A FAVORE DI DISABILI E ANZIANI RESIDENTI NELL'AMBITO TERRITORIALE DEL MAGENTINO I Comuni dell

Dettagli

PQ 31G/ PROCEDURA REGOLAMENTO DI ACCOGLIENZA ED ACCESSO ALLA RSA DON GIUSEPPE CUNI DI MAGENTA

PQ 31G/ PROCEDURA REGOLAMENTO DI ACCOGLIENZA ED ACCESSO ALLA RSA DON GIUSEPPE CUNI DI MAGENTA Pag. 1 di 5 REGOLAMENTO DI ACCOGLIENZA ED ACCESSO ALLA RSA DON GIUSEPPE CUNI DI MAGENTA Oggetto Art. 1 Il Servizio Art. 2 L Utenza Art. 3 La domanda di Accoglienza Art. 4 Il Processo di Accoglienza Art.

Dettagli

Direzione Regionale della Lombardia

Direzione Regionale della Lombardia Prot. 2010/59172 Direzione Regionale della Lombardia Attivazione della Direzione Provinciale I di Competenza territoriale per la registrazione degli atti notarili e degli atti emessi dagli Ufficiali roganti

Dettagli

PASSEPARTOUT BEAUTY CARATTERISTICHE AGENDA APPUNTAMENTI IL PLANNING GRAFICO LA GESTIONE DELLE RISORSE L APPUNTAMENTO

PASSEPARTOUT BEAUTY CARATTERISTICHE AGENDA APPUNTAMENTI IL PLANNING GRAFICO LA GESTIONE DELLE RISORSE L APPUNTAMENTO PASSEPARTOUT BEAUTY Passepartout Beauty è il software per centri estetici, centri benessere, centri termali, saloni di acconciatura e per tutte le strutture che si occupano di benessere e bellezza. Molto

Dettagli

MODALITA SPERIMENTALI PER L EROGAZIONE DEL VOUCHER SOCIALE A FAVORE DELLE FAMIGLIE CON FIGLI FREQUENTANTI ASILO NIDO O MICRONIDO (Dgr. n.

MODALITA SPERIMENTALI PER L EROGAZIONE DEL VOUCHER SOCIALE A FAVORE DELLE FAMIGLIE CON FIGLI FREQUENTANTI ASILO NIDO O MICRONIDO (Dgr. n. AMBITO TERRITORIALE DELL ABBIATENSE Comuni di Abbiategrasso, Albairate, Besate, Bubbiano, Calvignasco, Cassinetta di Lugagnano, Cisliano, Gaggiano, Gudo Visconti, Morimondo, Motta Visconti, Ozzero, Rosate,

Dettagli

ARGOMENTI. Euro.PA s.r.l.

ARGOMENTI. Euro.PA s.r.l. INIZIATIVE A BANDA LARGA CONNESSIONI IN RETE PER UN NUOVO MODELLO DI SVILUPPO DELL ALTOMILANESE 14 NOVEMBRE 2012 ARGOMENTI 1. La banda Larga nell Altomilanese; 2. Progetti di connessione in rete: i finanziamenti

Dettagli

Il problema di partenza

Il problema di partenza Il problema di partenza Uno dei fattori che inibiscono l accesso ai consumi culturali è la sovrabbondanza di informazione, ben al di sopra della capacità di assorbimento del potenziale fruitore. Questo

Dettagli

ASSEMBLEA GENERALE Verbale della seduta del 24 gennaio 2008

ASSEMBLEA GENERALE Verbale della seduta del 24 gennaio 2008 ASSEMBLEA GENERALE Verbale della seduta del 24 gennaio 2008 L anno duemilasette addì 24 gennaio 2008 si è riunita, in seconda convocazione l Assemblea Generale della Fondazione Per Leggere Biblioteche

Dettagli

22 Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 12 - Martedì 18 marzo 2014

22 Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 12 - Martedì 18 marzo 2014 22 Bollettino Ufficiale D.d.s. 13 marzo 2014 - n. 2139 Approvazione dell avviso per l assegnazione della dote scuola - Anno scolastico 2014/2015, ai sensi della d.g.r. n. X/1320 del 31 gennaio 2014 IL

Dettagli

Disabilità destinata agli alunni disabili che frequentano precorsi di istruzione in scuole paritarie che applicano una retta.

Disabilità destinata agli alunni disabili che frequentano precorsi di istruzione in scuole paritarie che applicano una retta. ASSEGNAZIONE DELLA DOTE SCUOLA COMPONENTI BUONO SCUOLA, DISABILITA E CONTRIBUTO PER L ACQUISTO DEI LIBRI DI TESTO E/O DOTAZIONI TECNOLOGICHE ANNO SCOLASTICO 2014/2015 INDICAZIONI GENERALI PREMESSA Il sistema

Dettagli

N 1-2012 ANNUARIO METROPOLI MILANO 2012 PRESENTAZIONE GUIDO PODESTÀ SECONDA EDIZIONE CIVICA

N 1-2012 ANNUARIO METROPOLI MILANO 2012 PRESENTAZIONE GUIDO PODESTÀ SECONDA EDIZIONE CIVICA N 1-2012 ANNUARIO METROPOLI MILANO 2012 PRESENTAZIONE GUIDO PODESTÀ CIVICA SECONDA EDIZIONE CON GLI ULTIMI AGGIORNAMENTI DEI COMUNI MILANESI E GLI ELETTI CAMERA E SENATO MARZO 2012 A CURA DI DANIELE COMERO

Dettagli

COMUNE DI TREMEZZINA REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI PRESTITO BIBLIOTECARIO PROVINCIALE

COMUNE DI TREMEZZINA REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI PRESTITO BIBLIOTECARIO PROVINCIALE COMUNE DI TREMEZZINA REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI PRESTITO BIBLIOTECARIO PROVINCIALE Approvato con deliberazione di Consiglio n. 24 del 02.04.2014 Iscrizione al servizio È possibile effettuare l iscrizione

Dettagli

NOTIZIE ISTITUZIONALI > Ricerca personale per il progetto di valorizzazione

NOTIZIE ISTITUZIONALI > Ricerca personale per il progetto di valorizzazione Anno I - Numero 3-15 marzo 2007 Anno I - Numero 20-13 dicembre 2007 Il prossimo numero di Per Leggere Info sarà diffuso giovedì 10 gennaio 2008. Tanti auguri a tutti! Questa copia è di Biblioteca di NOTIZIE

Dettagli

Consorzio Biblioteche Padovane Associate

Consorzio Biblioteche Padovane Associate Consorzio Biblioteche Padovane Associate Via Matteotti 71-35031 Abano Terme (Pd) - c.f. 80024440283 - partita iva 53690284 049.8602506; fax 049.8618729; www.bpa.pd.it mail: info@bpa.pd.it CARTA DEI SERVIZI

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA approvata con Deliberazione della Giunta Comunale n. 75 del 01/12/2011

CARTA DEI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA approvata con Deliberazione della Giunta Comunale n. 75 del 01/12/2011 COMUNE DI MONTEVEGLIO BIBLIOTECA COMUNALE Provincia di Bologna "M. ZAGNONI" CARTA DEI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA approvata con Deliberazione della Giunta Comunale n. 75 del 01/12/2011 in vigore dal 01/01/2012

Dettagli

CRS: un opportunità per le Biblioteche Lombarde

CRS: un opportunità per le Biblioteche Lombarde 23 Maggio 2008 CRS: un opportunità per le Biblioteche Lombarde daniele.crespi@lispa.it CRS : La diffusione Come accedere ai servizi online 2 Lettore smart card 1 PC connesso ad Internet 4 PDL & CRS Manager

Dettagli

Carta dei servizi del Polo Bibliotecario Ferrarese approvata dal Comitato di gestione il 03/12/2013

Carta dei servizi del Polo Bibliotecario Ferrarese approvata dal Comitato di gestione il 03/12/2013 Carta dei servizi del Polo Bibliotecario Ferrarese approvata dal Comitato di gestione il 03/12/2013 Le istituzioni aderenti al Polo Bibliotecario Ferrarese stabiliscono di adottare alcuni principi comuni

Dettagli

Disciplinare per l uso dei sistemi informativi nell Unione Reno Galliera e nei comuni aderenti

Disciplinare per l uso dei sistemi informativi nell Unione Reno Galliera e nei comuni aderenti Disciplinare per l uso dei sistemi informativi nell Unione Reno Galliera e nei comuni aderenti Approvato con Delibera di Giunta N. 19 del 29/06/2010 Parte I Aspetti generali e comportamentali... 2 Art.

Dettagli

PIANO ATTUATIVO PROVINCIALE RIPARTO DEI CONTRIBUTI REGIONALI AI SISTEMI BIBLIOTECARI LOCALI

PIANO ATTUATIVO PROVINCIALE RIPARTO DEI CONTRIBUTI REGIONALI AI SISTEMI BIBLIOTECARI LOCALI PROVINCIA DI VARESE ATTIVITA CULTURALI, TURISTICHE E PROMOZIONALI, SPORTIVE Biblioteche e audiovisivi LEGGE REGIONALE N 81/85 NORME IN MATERIA DI BIBLIOTECHE E DI ARCHIVI STORICI DI ENTI LOCALI E DI INTERESSE

Dettagli

Basic Standard Suite WEB. Contatto. fidelizzare

Basic Standard Suite WEB. Contatto. fidelizzare Basic Standard Suite WEB organizzare collaborazione Memorizzare Comunicare CONDIVISIONE QuALSIASI Contatto fidelizzare Dovunque Gestione ricerca Attività File è la soluzione software di nuova concezione

Dettagli

Direttrice A Nosate - Bernate Ticino 2.2.1. dell Alto Milanese, percorrendo da nord a sud i territori delle province di

Direttrice A Nosate - Bernate Ticino 2.2.1. dell Alto Milanese, percorrendo da nord a sud i territori delle province di / / CAP2 Fagnano Olona aeroporto di Malpensa linea ferroviaria Milano-Novara Ticino Nosate Vanzaghello Castano Primo SP 128 canale Villoresi Turbigo Ponte Ticino Buscate Cuggiono SP 12 Inveruno naturale

Dettagli

AVVISO PER L ASSEGNAZIONE DELLA DOTE SCUOLA ANNO SCOLASTICO 2011/2012

AVVISO PER L ASSEGNAZIONE DELLA DOTE SCUOLA ANNO SCOLASTICO 2011/2012 AVVISO PER L ASSEGNAZIONE DELLA DOTE SCUOLA ANNO SCOLASTICO 2011/2012 ALLEGATO A INDICAZIONI GENERALI Il sistema di Dote Scuola della Regione Lombardia comprende diverse componenti in cui rientrano: per

Dettagli

INFORMASALUTE MILANO. I Servizi Sanitari di. e Provincia. Accesso al Servizio Sanitario Nazionale per i cittadini non comunitari

INFORMASALUTE MILANO. I Servizi Sanitari di. e Provincia. Accesso al Servizio Sanitario Nazionale per i cittadini non comunitari Progetto cofinanziato da UNIONE EUROPEA ISTITUTO NAZIONALE SALUTE, MIGRAZIONI E POVERTÀ MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELL INTERNO Fondo Europeo per l'integrazione dei cittadini di Paesi terzi INFORMASALUTE

Dettagli

AVVISO PER L ASSEGNAZIONE DELLA DOTE SCUOLA ANNO SCOLASTICO 2013/2014

AVVISO PER L ASSEGNAZIONE DELLA DOTE SCUOLA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 AVVISO PER L ASSEGNAZIONE DELLA DOTE SCUOLA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INDICAZIONI GENERALI PREMESSA Il sistema di Dote Scuola della Regione Lombardia comprende le seguenti componenti: per i percorsi di

Dettagli

Sindacato Territoriale Pensionati - Milano

Sindacato Territoriale Pensionati - Milano Sindacato Territoriale Pensionati - Milano 1 Congresso Fnp Milano Legnano Magenta Centro Congressi dei Padri Oblati di Rho Relazione del Segretario Generale Anna Matilde Tombini Unire le generazioni per

Dettagli

Carta Regionale dei Servizi GUIDA ALLA CRS

Carta Regionale dei Servizi GUIDA ALLA CRS Carta Regionale dei Servizi GUIDA ALLA CRS Versione 1.1 - Febbraio 2008 INDICE 1 INTRODUZIONE 3 2 PROGETTO CRS NELLE BIBLIOTECHE 4 2.1 Postazioni Internet CRS Ready 5 2.2 Eldy per le biblioteche 6 2.3

Dettagli

Direzione generale per gli studi la statistica e i sistemi informativi

Direzione generale per gli studi la statistica e i sistemi informativi MIUR AOODGSSSI REGISTRO UFFICIALE Prot. 2172 del 19.04.2011 - USCITA Alle Istituzioni Scolastiche Statali LORO SEDI OGGETTO PROGETTI DI INNOVAZIONE TECNOLOGICA PER LE ISTITUZIONI SCOLASTICHE. Come è noto

Dettagli

Nuovo Minori Web. Modalità di accesso al gestionale. A cura di Leonello Gallotti & Roberto Lari Gestione Assi di Lombardia Informatica

Nuovo Minori Web. Modalità di accesso al gestionale. A cura di Leonello Gallotti & Roberto Lari Gestione Assi di Lombardia Informatica Nuovo Minori Web Modalità di accesso al gestionale. A cura di Leonello Gallotti & Roberto Lari Gestione Assi di Lombardia Informatica Milano, marzo 2015 Normativa Il D.Lgs. 196/2003 sulla Privacy prevede,

Dettagli

Normativa Tesseramento atleti con firma elettronica

Normativa Tesseramento atleti con firma elettronica Normativa Tesseramento atleti con firma elettronica 1. CARATTERISTICHE E PROPRIETÀ DEL DISPOSITIVO PER LA FIRMA DIGITALE (DFD) Il dispositivo per la firma digitale adottato da FIP è sviluppato e fornito

Dettagli

COMUNE DI BALLAO ALLEGATO ALLA DELIBERA G.C. N.11/06.04.2012

COMUNE DI BALLAO ALLEGATO ALLA DELIBERA G.C. N.11/06.04.2012 COMUNE DI BALLAO Piazza E. Lussu n.3 ~ 09040 Ballao (Cagliari) ~ 070/957319 ~ Fax 070/957187 C.F. n.80001950924 ~ P.IVA n.00540180924 ~ c/c p. n.16649097 ALLEGATO ALLA DELIBERA G.C. N.11/06.04.2012 PIANO

Dettagli

Consorzio Biblioteche Padovane Associate

Consorzio Biblioteche Padovane Associate Consorzio Biblioteche Padovane Associate Via Matteotti 71, 35031 Abano Terme (Pd) - c.f. 80024440283 - p.iva 00153690284 tel. 049.8602506 - fax 049.8600967 - www.bpa.pd.it - info@bpa.pd.it CARTA DEI SERVIZI

Dettagli

Brochure prodotto Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici Servizi di connessione ABB

Brochure prodotto Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici Servizi di connessione ABB Brochure prodotto Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici Servizi di connessione ABB Servizi di connessione Prodotti a supporto del business Per sfruttare al meglio una rete di ricarica per veicoli

Dettagli

Scheda Prodotto. LEGALMAIL componenti aggiuntive. Posta Elettronica Certificata

Scheda Prodotto. LEGALMAIL componenti aggiuntive. Posta Elettronica Certificata Scheda Prodotto LEGALMAIL componenti aggiuntive Posta Elettronica Certificata ll cliente che aderisce al Servizio Legalmail ha la possibilità di richiedere l attivazione di una serie di componenti opzionali,

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA

CARTA DEI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA COMUNE DI CASTELLO DI SERRAVALLE BIBLIOTECA COMUNALE CARTA DEI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA approvata con Deliberazione della Giunta Comunale n. 9 del 09/02/2012 in vigore dal 13/02/2012 Biblioteca Comunale

Dettagli

PROVINCIA DI BERGAMO PROTOCOLLO OPERATIVO DEL SISTEMA INFORMATIVO PER LA GESTIONE DEI SERVIZI BIBLIOTECARI DELLA PROVINCIA DI BERGAMO B-EVOLUTION

PROVINCIA DI BERGAMO PROTOCOLLO OPERATIVO DEL SISTEMA INFORMATIVO PER LA GESTIONE DEI SERVIZI BIBLIOTECARI DELLA PROVINCIA DI BERGAMO B-EVOLUTION PROVINCIA DI BERGAMO PROTOCOLLO OPERATIVO DEL SISTEMA INFORMATIVO PER LA GESTIONE DEI SERVIZI BIBLIOTECARI DELLA PROVINCIA DI BERGAMO B-EVOLUTION SOMMARIO PREMESSA pag. 2 PROTEZIONE E TUTELA DEI DATI PERSONALI

Dettagli

CITTA METROPOLITANA E SISTEMA WELFARE UN QUADRO D INSIEME E QUALCHE PROPOSTA

CITTA METROPOLITANA E SISTEMA WELFARE UN QUADRO D INSIEME E QUALCHE PROPOSTA CITTA METROPOLITANA E SISTEMA WELFARE UN QUADRO D INSIEME E QUALCHE PROPOSTA QUALCHE CONSIDERAZIONE SUL RAPPORTO REGIONE COMUNI IN SANITA (vedi pubblicazione ASTRID «La Sanità in Italia») MODELLO LOMBARDO:

Dettagli

DESCRIZIONE DELLA CARTA

DESCRIZIONE DELLA CARTA PRESENTAZIONE Il Comune di Pisa, da sempre protagonista attivo del processo di riforma e di innovazione tecnologica della pubblica amministrazione, offre oggi ai propri cittadini un nuovo strumento per

Dettagli

PIANO INVESTIMENTI PER ZONE

PIANO INVESTIMENTI PER ZONE 5082 interventi vari di rete fognaria nelle vie Garibaldi SP, Moro, ecc. in comune di Cuggiono 5091 rifacimento del depuratore di Besate PIANO INVESTIMENTI PER ZONE Depurazione CUGGIONO BESATE lavori di

Dettagli

L adesione al progetto CEI-Bib: obiettivi, strumenti e prime esperienze di Francesca Maria D Agnelli e Giovanni Silvestri

L adesione al progetto CEI-Bib: obiettivi, strumenti e prime esperienze di Francesca Maria D Agnelli e Giovanni Silvestri L adesione al progetto CEI-Bib: obiettivi, strumenti e prime esperienze di Francesca Maria D Agnelli e Giovanni Silvestri Il contributo presentato in occasione del Convegno dedicato al Progetto per le

Dettagli

CONSUNTIVO RESPONSABILE: DOTT. EMANUELE TONELLI

CONSUNTIVO RESPONSABILE: DOTT. EMANUELE TONELLI CONSUNTIVO RESPONSABILE: DOTT. EMANUELE TONELLI Centro di costo: 1. Servizi Informatici Telematici e SIT SETTORE: SISTEMI INFORMATIVI RESPONSABILE: Dott. Tonelli Emanuele Centro di Costo: Servizi Informatici

Dettagli

http://www.buildingthefuture.eu/it/accesso-servizio-fatturazione-elettronica-pa

http://www.buildingthefuture.eu/it/accesso-servizio-fatturazione-elettronica-pa Gentile Cliente, come comunicato con le nostre precedenti newsletter e seminari, Building The Future S.r.l. in collaborazione con il Partner tecnologico Teamsystem ha realizzato un servizio WEB based che

Dettagli

MANUALE PER IL CARICAMENTO DEI DATI DELLE FATTURE SANITARIE redatto dall ORDINE DEI MEDICI DI FIRENZE aggiornamento al 16/12/2015

MANUALE PER IL CARICAMENTO DEI DATI DELLE FATTURE SANITARIE redatto dall ORDINE DEI MEDICI DI FIRENZE aggiornamento al 16/12/2015 MANUALE PER IL CARICAMENTO DEI DATI DELLE FATTURE SANITARIE redatto dall ORDINE DEI MEDICI DI FIRENZE aggiornamento al 16/12/2015 Accedere al sito www.sistemats.it Nella home page del sito, cliccare sul

Dettagli

GUIDA AI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA CIVICA DI BASSANO DEL GRAPPA

GUIDA AI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA CIVICA DI BASSANO DEL GRAPPA GUIDA AI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA CIVICA DI BASSANO DEL GRAPPA SALE PER IL PUBBLICO Sala di consultazione Sono esposte opere di consultazione quali enciclopedie, dizionari, repertori, atlanti. Uno spazio

Dettagli

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE PASSEPARTOUT PLAN Passepartout Plan è l innovativo software Passepartout per la gestione dei servizi. Strumento indispensabile per una conduzione organizzata e precisa dell attività, Passepartout Plan

Dettagli

REGOLAMENTO OPERAZIONE A PREMIO

REGOLAMENTO OPERAZIONE A PREMIO REGOLAMENTO OPERAZIONE A PREMIO Il sottoscritto, Consorzio del Centro Commerciale Le Befane, con sede a Rimini Via Caduti di Nassiriya, 20 P.I. 03539390405 - al fine di incentivare l affluenza dei visitatori

Dettagli

Alessandro Rossi. Da Marzo 2013 ed attualmente in corso Comuni di Vermezzo, Zelo Surrigone, Gudo Visconti (MI)

Alessandro Rossi. Da Marzo 2013 ed attualmente in corso Comuni di Vermezzo, Zelo Surrigone, Gudo Visconti (MI) F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Alessandro Rossi Indirizzo Via Lodovico Ariosto 1, 27100, Pavia E-mail ale636@libero.it Telefono 338/1214945 Nazionalità

Dettagli

CASA DELLA CONOSCENZA - BIBLIOTECA COMUNALE C. PAVESE

CASA DELLA CONOSCENZA - BIBLIOTECA COMUNALE C. PAVESE Allegato A alla Deliberazione della Giunta comunale n. 35 del 02.05.2013 CARTA DEI SERVIZI CASA DELLA CONOSCENZA - BIBLIOTECA COMUNALE C. PAVESE Le Finalità della Biblioteca di Casalecchio di Reno La Biblioteca

Dettagli

Dote Sport. Le risorse finanziarie destinate alla Dote Junior non potranno andare a compensare fabbisogni relativi alla Dote Teen e viceversa.

Dote Sport. Le risorse finanziarie destinate alla Dote Junior non potranno andare a compensare fabbisogni relativi alla Dote Teen e viceversa. Dote Sport Con D.G.R. X/3731 del 19 giugno 2015 sono stati approvati i criteri e le modalità per l assegnazione della Dote Sport, misura prevista dall art. 5 della l.r. 1 ottobre 2014, n. 26 che intende

Dettagli

SOLUZIONE ICT: SOFTWARE GESTIONALE INTRODUZIONE SINTESI DEL CASO AZIENDALE

SOLUZIONE ICT: SOFTWARE GESTIONALE INTRODUZIONE SINTESI DEL CASO AZIENDALE SOLUZIONE ICT: SOFTWARE GESTIONALE INTRODUZIONE Non vi è dubbio che nello scenario economico attuale per incrementare il proprio vantaggio competitivo sia importante focalizzare l attenzione sugli aspetti

Dettagli

POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA

POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA Descrizione del servizio Pag. 1/10 SOMMARIO 1) Cosa è la Posta Certificata... 3 2) Come funziona la Posta Certificata... 4 3) Cosa acquista il Cliente... 6 3.1 Dominio di

Dettagli

Elenco nuove implementazioni relative al Menu bibliotecario

Elenco nuove implementazioni relative al Menu bibliotecario FLUXUS - release 8.1 Elenco nuove implementazioni relative al Menu bibliotecario Sommario Invio preavviso scadenza... 2 Modificata scheda materiale... 2 Modificata scheda utente... 3 Nuova gestione delle

Dettagli

SOCIETA NAZIONALE DI MUTUO SOCCORSO CESARE POZZO

SOCIETA NAZIONALE DI MUTUO SOCCORSO CESARE POZZO SOCIETA NAZIONALE DI MUTUO SOCCORSO CESARE POZZO Presentazione 1 Edizione Gennaio 2014 CHI SIAMO La Società nazionale di mutuo soccorso Cesare Pozzo, con i suoi143.000 soci e con l esperienza accumulata

Dettagli

UNA SOLUZIONE COMPLETA

UNA SOLUZIONE COMPLETA P! investimento UNA SOLUZIONE COMPLETA La tua azienda spende soldi per l ICT o li investe sull ICT? Lo scopo dell informatica è farci lavorare meglio, in modo più produttivo e veloce, e questo è l obiettivo

Dettagli

DISPOSIZIONI PER L USO DI INTERNET NELLE BIBLIOTECHE DEL SUD OVEST MILANESE

DISPOSIZIONI PER L USO DI INTERNET NELLE BIBLIOTECHE DEL SUD OVEST MILANESE DISPOSIZIONI PER L USO DI INTERNET NELLE BIBLIOTECHE DEL SUD OVEST MILANESE La biblioteca di Corbetta mette a disposizione dell utenza postazioni pubbliche collegate a internet. L uso di Internet in biblioteca

Dettagli

1. selezionare la biblioteca di lavoro

1. selezionare la biblioteca di lavoro SOLLECITI AI LETTORI L attività di ricerca dei prestiti in ritardo non restituiti e di invio dei solleciti multipli può essere eseguita attraverso la pagina Prestiti in corso del menu Circolazione. Ogni

Dettagli

Roma, 21 dicembre 2009

Roma, 21 dicembre 2009 Roma, 21 dicembre 2009 Professionisti alle prese con la configurazione e la gestione quotidiana della PEC. Dopo essersene dotati ed averne comunicato l indirizzo all Ordine, entro lo scorso 29 novembre,

Dettagli

Gestione del servizio di raccolta e spedizione della corrispondenza

Gestione del servizio di raccolta e spedizione della corrispondenza Città di Castel Maggiore Bologna Area affari generali e servizi istituzionali Servizio segreteria generale e presidenza del consiglio Gestione del servizio di raccolta e spedizione della corrispondenza

Dettagli

AVVISO PER L ASSEGNAZIONE DELLA DOTE SCUOLA PER LE COMPONENTI CONTRIBUTO PER L ACQUISTO DI LIBRI DI TESTO E/O DOTAZIONI TECNOLOGICHE E BUONO SCUOLA

AVVISO PER L ASSEGNAZIONE DELLA DOTE SCUOLA PER LE COMPONENTI CONTRIBUTO PER L ACQUISTO DI LIBRI DI TESTO E/O DOTAZIONI TECNOLOGICHE E BUONO SCUOLA AVVISO PER L ASSEGNAZIONE DELLA DOTE SCUOLA PER LE COMPONENTI CONTRIBUTO PER L ACQUISTO DI LIBRI DI TESTO E/O DOTAZIONI TECNOLOGICHE E BUONO SCUOLA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 INDICAZIONI GENERALI PREMESSA

Dettagli

SIST Sistema Informativo Sanitario Territoriale. Manuale utente. Medici Specialisti

SIST Sistema Informativo Sanitario Territoriale. Manuale utente. Medici Specialisti SIST Sistema Informativo Sanitario Territoriale Manuale utente Medici Specialisti Versione 1.1 21 Novembre 2014 Indice dei Contenuti INDICE DEI CONTENUTI... 2 1. INTRODUZIONE... 3 2. IL SISTEMA INFORMATIVO

Dettagli

COMUNE DI ROSSANO VENETO PROVINCIA DI VICENZA

COMUNE DI ROSSANO VENETO PROVINCIA DI VICENZA COMUNE DI ROSSANO VENETO PROVINCIA DI VICENZA Rep. Gen. n 423 del 15/09/2015 DETERMINAZIONE DI IMPEGNO DI SPESA N 214 DEL 15/09/2015 OGGETTO: CANONE DI MANUTENZIONE E ASSISTENZA PROGRAMMA DI GESTIONE SISTEMI

Dettagli

L addetto all Ufficio Protocollo riceve quotidianamente la posta pervenuta tramite servizio postale

L addetto all Ufficio Protocollo riceve quotidianamente la posta pervenuta tramite servizio postale Tempestività dei pagamenti delle pubbliche amministrazioni. Relazione tecnica sulle misure organizzative da adottare in attuazione dell articolo 9 del decreto legge 1 luglio 2009, n. 78, convertito con

Dettagli

(omissis) L Ufficio di Presidenza, unanime, delibera

(omissis) L Ufficio di Presidenza, unanime, delibera REGIONE PIEMONTE BU12 21/03/2013 Deliberazione dell Ufficio di Presidenza del Consiglio Regionale 8 febbraio 2013, n. 22/2013 Gruppi consiliari. Prime disposizioni attuative del capo III della legge regionale

Dettagli

L amministratore deve infine poter decidere di inibire sulle postazioni utente programmi considerati a rischio o non graditi.

L amministratore deve infine poter decidere di inibire sulle postazioni utente programmi considerati a rischio o non graditi. Progetto Internet 1 - Premessa La predisposizione e la gestione delle postazioni internet per gli utenti è un servizio fondamentale per le biblioteche di pubblica lettura. È necessario elaborare uno strumento

Dettagli

La tua guida per accedere al Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE)

La tua guida per accedere al Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE) La tua guida per accedere al Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE) GESTIONE ACCESSO SEMPLIFICATO AI SERVIZI (GASS) Di cosa si tratta? È una nuova modalità di accesso online ai servizi socio-sanitari, tramite

Dettagli

ALLEGATO TECNICO. http://servizidemografici.comune palermo.it/

ALLEGATO TECNICO. http://servizidemografici.comune palermo.it/ ALLEGATO TECNICO Alla Convenzione-quadro tra il Comune di Palermo e le altre Pubbliche Amministrazioni e/o Enti gestori di Pubblico servizio o altro Ente avente titolo per l accesso, per via telematica,

Dettagli

Oggetto: riepilogo circolare

Oggetto: riepilogo circolare Oggetto: riepilogo circolare Direzione Generale per interventi in materia di edilizia scolastica, per la gestione dei fondi strutturali per l istruzione e per l innovazione digitale. Avviso pubblico rivolto

Dettagli

COMUNE DI TREZZO SULL ADDA

COMUNE DI TREZZO SULL ADDA COMUNE DI TREZZO SULL ADDA CAPITOLATO D APPALTO PER L AGGIORNAMENTO, LA MANUTENZIONE, L HOSTING, LA GESTIONE DELLE STATISTICHE E L INTRODUZIONE DI NUOVE FUNZIONALITA DEL SITO INTERNET DEL COMUNE DI TREZZO

Dettagli

C O M U N E D I B R I O S C O

C O M U N E D I B R I O S C O C O M U N E D I B R I O S C O PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA Ai Genitori degli alunni che intendono utilizzare il servizio di refezione scolastica Premesso che: per poter utilizzare il servizio di

Dettagli

SIPEM ACCESSO AL SISTEMA ED UTILIZZO DELLA CHIAVETTA DI FIRMA. Rev 1.1. Sistema Informativo Pratiche Edilizie e Monitoraggio municipale

SIPEM ACCESSO AL SISTEMA ED UTILIZZO DELLA CHIAVETTA DI FIRMA. Rev 1.1. Sistema Informativo Pratiche Edilizie e Monitoraggio municipale SIPEM Sistema Informativo Pratiche Edilizie e Monitoraggio municipale ACCESSO AL SISTEMA ED UTILIZZO DELLA CHIAVETTA DI FIRMA Rev 1.1 Il presente documento è attualmente in fase di lavorazione. Ancitel,

Dettagli

Marketing e Comunicazione

Marketing e Comunicazione Revisione: 6.7.0 2 Indice dei contenuti Prefazione Parte I 0 4 1 Barra Verticale... 8 Analisi... 9 Analisi - Vendite... con fidelity 9 Analisi Fidelity... Net 14 Analisi - Segnalazione... al cliente 15

Dettagli

OGGETTO: MODELLO CUD DAL 2013 L INPS LO TRASMETTERÀ IN MODALITÀ TELEMATICA

OGGETTO: MODELLO CUD DAL 2013 L INPS LO TRASMETTERÀ IN MODALITÀ TELEMATICA OGGETTO: MODELLO CUD DAL 2013 L INPS LO TRASMETTERÀ IN MODALITÀ TELEMATICA L INPS: a) con la circolare n. 32 del 26 febbraio scorso (allegato 1) ha: - comunicato che, dal corrente anno, assolverà all obbligo

Dettagli

Comune di Imola Provincia di Bologna Via Mazzini n. 4 40026 Imola Tel. 0542-602111-Fax 602289

Comune di Imola Provincia di Bologna Via Mazzini n. 4 40026 Imola Tel. 0542-602111-Fax 602289 Comune di Imola Provincia di Bologna Via Mazzini n. 4 40026 Imola Tel. 0542-602111-Fax 602289. DISPOSIZIONI PER L ACCESSO AI SERVIZIO INTERNET - Approvato con delibera C.C. n. 294 del 25.11.1999 CO.RE.CO.

Dettagli

Le caselle pec avranno la forma nomeutente@pec.vostrodominio.it, oppure nomeutente@pec.it

Le caselle pec avranno la forma nomeutente@pec.vostrodominio.it, oppure nomeutente@pec.it Sintesi Convenzione Aruba Grazie all'accordo stretto da Confcommercio-Imprese per l Italia con Aruba Pec, gestore di posta elettronica certificata accreditato presso il CNIPA in data 12/10/2006, gli Associati

Dettagli

SERVIZIO DI MESSAGGISTICA ALL UTENTE. Manuale per l operatore

SERVIZIO DI MESSAGGISTICA ALL UTENTE. Manuale per l operatore SERVIZIO DI MESSAGGISTICA ALL UTENTE Manuale per l operatore rev. 02 giugno 2010 SOMMARIO COME USARE IL PROGRAMMA PER LA MESSAGGISTICA...3 COSA BISOGNA FARE PRIMA DI INIZIARE A UTILIZZARE IL PROGRAMMA...3

Dettagli

Comune di San Giustino Provincia di Perugia

Comune di San Giustino Provincia di Perugia Comune di San Giustino Provincia di Perugia BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL PALAZZETTO DELLO SPORT DI SAN GIUSTINO CAPOLUOGO - C.I.G. n. Z8D09C286B. 1. Ente proponente: Comune di San

Dettagli

Servizi Legalmail componenti e funzionalità opzionali

Servizi Legalmail componenti e funzionalità opzionali Servizi Legalmail componenti e funzionalità opzionali ll cliente che aderisce al Servizio Legalmail ha la possibilità di richiedere l attivazione di una serie di componenti opzionali, gratuite e a pagamento,

Dettagli

Allegato O C.C.N.L. Accordo attuativo sulla previdenza complementare

Allegato O C.C.N.L. Accordo attuativo sulla previdenza complementare In data 29 gennaio 2000 Allegato O C.C.N.L. Accordo attuativo sulla previdenza complementare ANCE FENEAL UIL FILCA CISL FILLEA - CGIL tra e quali Parti unitariamente intese come Parti istitutive rispettivamente

Dettagli

CITTÀ DI CORBETTA Prov. di Milano

CITTÀ DI CORBETTA Prov. di Milano Documento n 3A Capitolato Speciale Descrittivo e Prestazionale Schema contratto PROCEDURA RISTRETTA PER LA SELEZIONE DI COOPERATIVE DI TIPO B PER LA PRESENTAZIONE DI UN PROGETTO SOCIALE DI INSERIMENTO

Dettagli

CONVENZIONE ATTUATIVA

CONVENZIONE ATTUATIVA CAVACURTA, CORNO GIOVINE, FOMBIO E MALEO CONVENZIONE ATTUATIVA PER LA GESTIONE ASSOCIATA DELLA FUNZIONE TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE ASSOCIATA

Dettagli

SOCIETA AEROPORTI ROMAGNA SPA VIALE ALDO MORO 30 - BOLOGNA C.F.

SOCIETA AEROPORTI ROMAGNA SPA VIALE ALDO MORO 30 - BOLOGNA C.F. RELAZIONE SULLA GESTIONE AL BILANCIO D ESERCIZIO AL 31/12/2011 Signori Azionisti, il Bilancio chiuso al 31 dicembre 2011, che sottoponiamo alla Vostra attenzione, formato dallo Stato Patrimoniale, dal

Dettagli