Relazione illustrativa sul Programma Annuale per l esercizio finanziario anno 2015

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Relazione illustrativa sul Programma Annuale per l esercizio finanziario anno 2015"

Transcript

1 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI GUALTIERI Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado Comuni di Boretto e Gualtieri Via Dante Alighieri, Gualtieri (RE) -Tel Fax Relazione illustrativa sul Programma Annuale per l esercizio finanziario anno 2015 La presente relazione viene presentata al Consiglio d Istituto in allegato allo schema di Programma Annuale relativo all e.f che costituisce il documento di programmazione politico-gestionale dell istituto, strettamente collegato al Piano dell Offerta Formativa. I riferimenti normativi per la redazione del P.A. sono: 1. Il Decreto Interministeriale 44/2001 (Regolamento di contabilità delle Istituzioni Scolastiche), 2. le Circolari Ministeriali n. 173 del 10 dicembre 2001, n. 118 del 30 ottobre 2002, 3. la Legge 27 dicembre 2006 (legge finanziaria 2007), l art. 1, comma 601, 4. il Decreto Ministeriale n. 21 del 1 marzo 2007, 5. la nota n. 151 del emanata dalla Direzione Generale per la Politica Finanziaria e per il Bilancio, 6. Circolare MIUR prot. n del 16 dicembre 2014 Istruzioni per la predisposizione del P.A. per l esercizio finanziario 2015 Due sono i principi fondamentali, stabiliti dal citato D.I. 44/2001, che devono guidare la predisposizione del P.A.: Le risorse assegnate dallo Stato, costituenti la dotazione finanziaria di Istituto comprensive delle risorse calcolate dal Ministero in base ai parametri della scuola e le risorse calcolate autonomamente sulla base di specifiche disposizioni di legge sono utilizzate, senza altro vincolo di destinazione che quello prioritario per lo svolgimento delle attività di istruzione, di formazione e di orientamento proprie dell istituzione interessata, come previste ed organizzate nel piano dell offerta formativa (P.O.F.), nel rispetto delle competenza attribuite o delegate alle regioni e agli enti locali dalla normativa vigente (art. 1 c. 2) La gestione finanziaria delle istituzioni scolastiche si esprime in termini di competenza ed è improntata a criteri di efficacia, efficienza ed economicità e si conforma ai principi della trasparenza, annualità, universalità, integrità, unità, veridicità (art. 2 c. 2) Il P.A. deve pertanto essere strettamente collegato con le attività di istruzione, formazione e di orientamento stabilite dal POF e, nel perseguire le finalità previste, è necessario attenersi a criteri di efficacia, efficienza ed economicità. 1

2 FUNZIONIGRAMMA DELLA SCUOLA Compiti e funzioni degli Operatori della Scuola DIRIGENTE SCOLASTICO Dott.ssa MARIANGELA FONTANESI Assicura la gestione unitaria dell Istituzione scolastica e la finalizza all obiettivo della qualità dei processi formativi, ne ha legale rappresentanza, è responsabile della gestione delle risorse finanziarie, strumentali e dei risultati del servizio; Pianifica, gestisce e controlla le diverse attività; nel rispetto delle competenze degli OO.CC., dirige, coordina e valorizza le risorse umane; organizza l attività scolastica secondo criteri di efficienza e di efficacia formative; adotta i provvedimenti di gestione delle risorse e del personale; assicura la qualità della efficienza organizzativa; contribuisce a creare un clima di collaborazione tra tutte le componenti scolastiche; facilita una progettualità funzionale alla qualità del servizio scolastico; facilita una decisionalità diffusa; collabora con le risorse culturali, professionali, sociali ed economiche del territorio, per l esercizio della libertà di insegnamento, intesa anche come libertà di ricerca e innovazione metodologica e didattica, per l esercizio della libertà di scelta educativa delle famiglie e per l attuazione del diritto all apprendimento da parte degli alunni; presenta al Consiglio di istituto relazione sulla direzione e il coordinamento dell attività formativa, organizzativa e amministrativa al fine di garantire la più ampia informazione. INSEGNANTI COLLABORATORI Maestra BALDINI CARLA (1 Collaboratore) Sostituisce il Dirigente Scolastico in caso di assenza o impedimento; collabora e coadiuva il Dirigente alla efficace ed efficiente organizzazione del servizio scolastico. INSEGNANTI CON FUNZIONI STRUMENTALI AL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Prof. Cantoni Ivan Area P.O.F. Prof.ssa Artoni Daniela Area Valutazione/Autovalutazione di istituto Prof.ssa Cantoni Maria Grazia Area Intercultura Prof.ssa Mazzuca Maria Teresa - Continuità /Orientamento Maestra Benassi Elena Area BES (Bisogni Educativi Speciali) Prof.ssa Foti Giuseppina Area Ambiente; INSEGNANTI CON INCARICHI SPECIFICI Prof.ssa Cantoni Maria Grazia IO IMPARO COSI CONSIGLIO DI ISTITUTO E GIUNTA ESECUTIVA Si occupa prevalentemente degli aspetti organizzativi gestionali; esercita le funzioni attribuite dalla normativa vigente COLLEGIO DEI DOCENTI Si occupa prevalentemente degli aspetti educativi didattici; esercita le funzioni stabilite dalla normativa e dai contratti di lavoro 2

3 INSEGNANTI REFERENTI DEI PLESSI Infanzia di Gualtieri Ferrari Marzia Infanzia di S. Vittoria Migliorini Simona Primaria di Boretto Benassi Elena Primaria di S. Vittoria Bianchini Francesca Primaria di Gualtieri Scaravelli Gabriella Secondaria di Boretto Zambini Maria Rosa Secondaria di Gualtieri Alfieri Elena DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI E AMMINISTRATIVI Rag. Rossella Zanoli collabora con il Dirigente e sovrintende, con autonomia operativa, nell ambito delle direttive di massima impartite e degli obiettivi assegnati, ai servizi amministrativi ed ai servizi generali dell istituzione scolastica, coordinando il relativo personale; promuove e verifica i risultati conseguiti dalla attività del personale A.T.A.; è responsabile nella definizione e nella esecuzione degli atti di ragioneria e di economato; predispone tutti gli atti relativi alle riunioni della Giunta Esecutiva e del Consiglio di Istituto e alle delibere del Consiglio stesso; controlla tutti gli atti predisposti dal personale dell Ufficio di Segreteria. ASSISTENTI AMMINISTRATIVI Svolgono attività di diretta e immediata collaborazione con il Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi nelle varie attività, sostituendolo nei casi di assenza; hanno competenza diretta della tenuta dell archivio e del protocollo; gestiscono rapporti con il pubblico e con il personale interno. COLLABORATORI SCOLASTICI Puliscono e predispongono l ambiente scolastico idoneo all accoglimento degli alunni e degli insegnanti; sorvegliano gli alunni nelle aule, negli spazi comuni, in occasione di momentanea assenza degli insegnanti e durante l intervallo; controllano e segnalano eventuali disfunzioni; collaborano con i docenti dei vari plessi. Il Dirigente scolastico è Titolare dal 01/09/2014 Il primo collaboratore del Dirigente usufruisce dall esonero parziale dal servizio. L organico di fatto del personale docente è costituito da 89 unità, di cui n. 9 docenti nella scuola dell infanzia, n. 47 docenti nella scuola primaria, n. 31 docenti nella scuola secondaria di I grado n. 6 docenti specializzati di IRC. L organico di fatto del personale ATA è costituito da 20 unità così distribuite: n. 1 Direttore dei Servizi Generali Amministrativi n. 5 Assistenti amministrativi n. 15 Collaboratori scolastici. 3

4 OBIETTIVI DEL PROGRAMMA ANNUALE Garantire la continuità della erogazione del servizio scolastico. Garantire l'efficienza del servizio scolastico attraverso l'utilizzo razionale e flessibile delle risorse umane e didattiche. Rendere operativi gli obblighi sulla sicurezza Operare per il miglioramento della qualità dell'offerta formativa attraverso: o il potenziamento dei sussidi necessari e dell innovazione tecnologica, o la realizzazione efficace ed efficiente dei progetti curricolari ed extracurricolari, o la progettazione collegiale della didattica e per ambiti disciplinari, o la ricerca relativa alle varie discipline, oggetto d insegnamento/apprendimento e o la formazione e la valorizzazione del personale. PRESENTAZIONE ISTITUTO COMPRENSIVO DI GUALTIERI L Istituto Comprensivo Statale di Gualtieri raccoglie l utenza proveniente dai due Comuni di Gualtieri e di Boretto (prov. di RE), collocati sulla sponda meridionale del fiume Po. L Istituto si compone di: n. 2 plessi di scuola dell infanzia, n. 3 plessi di scuola primaria, n. 2 sedi di scuola secondaria di I grado e più precisamente: Gualtieri n. 1 primaria, n. 1 secondaria di I grado, n. 1 infanzia Santa Vittoria n. 1 primaria, n.1 infanzia Boretto n. 1 primaria, n.1 secondaria di I grado. Gli edifici scolastici risalgono, alcuni ai primi decenni del Novecento e altri agli anni Sessanta, pertanto sono soggetti a continui interventi di manutenzione ed adeguamenti in itinere consoni alla normativa vigente sulla sicurezza. Le palestre sono così distribuite: Boretto: n.1 per la scuola primaria, n.1 per la scuola secondaria I grado Gualtieri: n.1 per la scuola primaria e secondaria I grado S.Vittoria: n.1 collocata nello storico Palazzo Greppi (esterna alla scuola). Il servizio mensa è presente presso: scuola primaria di Gualtieri, con un nuovo edificio annesso alla scuola secondaria e inaugurato nell anno scolastico 2008/09; le scuole dell infanzia di Gualtieri e S. Vittoria. 4

5 La scuola secondaria di I di Gualtieri è dotata di un Laboratorio Multimediale in comodato d uso da Amministrazione Comunale- Consorzio Bonifica Bentivoglio Enza - AVIS e Banca Reggiana. La scuola secondaria di 1 grado di Boretto è dotata di un Laboratorio Scientifico, di un Laboratorio Multimediale donato dalla Famiglia Becchi di Boretto nell a.s.2010/11 La distribuzione dei plessi sul territorio di due Comuni e su un bacino di utenza assai vasto, rende necessari un servizio di trasporto degli alunni gestito dalle Amministrazioni Locali. Il territorio d utenza, inoltre, è già da anni soggetto ad un immigrazione sia interna che da Paesi extracomunitari che, pur favorendo gli aspetti prioritari di una comunità scolastica eterogenea, pone l esigenza di approcci differenziati a seconda dei vari bisogni individuali. Non mancano casi di alunni in difficoltà e bisognosi di un sostegno sociale, anche in considerazione della contingenza economica non particolarmente favorevole. E in questo quadro che la scuola svolge il suo ruolo, cercando di dare risposte le più esaurienti possibili al bisogno di alfabetizzazione e formazione culturale e civica della sua utenza, in collaborazione con gli Enti Locali e le altre istituzioni e organizzazioni presenti sul territorio. Nel contesto delle attività didattiche si presta costante attenzione alle attese degli studenti e delle loro famiglie, per quanto possibile anche rispetto alle future competenze professionali, secondo una logica della qualità. Si attua come ogni anno un controllo di gestione, tendente a monitorare i vari processi, cercando di garantire il massimo di continuità tra progettazione didattica e programmazione finanziaria, in una logica di efficacia sul piano del raggiungimento degli obiettivi formativi e di efficienza sul piano dell ottimizzazione delle risorse. In ottemperanza del D.lgs 81/08 e successive integrazioni, è stato nominato in ogni plesso un addetto alla sicurezza, in base alle normative vigenti e la squadra di emergenza e pronto soccorso. Sono state attuate, le procedure previste dal D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 che prevede la formazione del personale e l adeguamento del sistema informatico. Tutte le risorse destinate al funzionamento dell Istituto saranno utilizzate nel quadro di una flessibilità gestionale che sostenga e favorisca la flessibilità didattica, al fine di garantire una migliore offerta del servizio all utenza. 5

6 A) La popolazione scolastica: Nell anno scolastico 2014/15 risultano iscritti n alunni distribuiti su 47 classi così ripartite: Scuola dell Infanzia: n. 106 alunni n. 4 sezioni Scuola Primaria: n. 566 alunni n. 6 prime n. 6 seconde n. 5 terze n. 5 quarte n. 6 quinte Scuola Secondaria I grado: n. 342 alunni n. 5 prime n. 5 seconde n. 6 terze Risultano iscritti n. 287 alunni non italiani (28,31 % della popolazione scolastica). DATI TECNICI CONTABILI Per effettuare una corretta programmazione sono necessarie alcune operazioni preliminari. E indispensabile, infatti - individuare l esatto ammontare di tutte le entrate e i relativi finanziatori - determinare i costi delle Attività e dei Progetti - calcolare l avanzo di amministrazione - stabilire l entità del fondo di riserva L attività di programmazione si concretizza in un documento contabile denominato PROGRAMMA ANNUALE sul quale poggia tutta l attività finanziaria dell Istituto. Il Programma Annuale è evidenziato nel Modello A, che riporta il totale delle entrate aggregate per provenienza (Stato, Enti territoriali, privati) e il quadro delle uscite organizzate per Attività e Progetti (spese funzionamento e investimento, spese per compensi spettanti al personale dipendente e per progetti da realizzare). Il Dirigente Scolastico predispone il Programma Annuale, la Giunta Esecutiva lo presenta, accompagnato da un apposita relazione e dal parere di regolarità contabile dei Revisori, (se è stata effettuata la visita) al Consiglio di Istituto. (art. 2 comma 3 D.I. n. 44/2001) I riferimenti normativi per la predisposizione del Programma Annuale sono contenuti nel D.I n. 44/2001 denominato regolamento di contabilità e nelle disposizioni annuali del MIUR; queste ultime trovano esplicazione nella nota prot. n del 16 dicembre 2014 con la quale il predetto Ministero ha fornito indicazioni riepilogative per la redazione del Programma Annuale delle Istituzioni Scolastiche per l anno Nella suddetta nota si comunica che la risorsa su cui questa Istituzione Scolastica può fare affidamento per redigere il predetto documento contabile ammonta a Tale risorsa è 6

7 stata calcolata sulla base del decreto ministeriale n. 21/2007 per il periodo gennaio/agosto 2015 e potrà essere oggetto di integrazione e modificazioni. Nella stessa si afferma espressamente che le Istituzioni Scolastiche non possono iscrivere importi in entrata a carico del MIUR se non dopo specifica comunicazione. In sintesi è stata garantita l assegnazione per l anno 2015 periodo gennaio-agosto 2015 : - Funzionamento amministrativo/didattico Quota per appalti servizi pulizia periodo gennaio/giugno ,27 L ulteriore somma di costituisce l assegnazione base per le supplenze brevi e saltuarie al netto degli oneri riflessi a carico dell amministrazione e dell IRAP (lordo dipendente). In applicazione dell art. 7, comma 38, del decreto legge 6 luglio 2012, n. 95 (spending review), convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 135, che ha esteso il cd. Cedolino Unico anche alle citate supplenze, detta somma di ,07 non deve essere prevista in bilancio, né, ovviamente accertata. I fondi per il Miglioramento dell Offerta formativa (MOF), che comprende il Fondo dell Istituzione Scolastica e le somme per gli incarichi specifici, le funzioni strumentali, le ore eccedenti per la sostituzione dei colleghi assenti disponibili, per il periodo gennaio/agosto 2015, è pari ad euro ,65 lordo dipendente, così suddivisi: - euro ,88 lordo dipendente per il Fondo delle istituzioni scolastiche; - euro 2.536,74 lordo dipendente per le funzioni strumentali all offerta formativa - euro 1.384,93 lordo dipendente per gli incarichi specifici del personale ATA; - euro 1.528,10 lordo dipendente per la remunerazione delle ore eccedenti l orario settimanali d obbligo effettuate in sostituzione dei colleghi assenti. Con comunicazione successive, questa Direzione generale potrà disporre eventuali integrazioni alla risorsa finanziaria di cui sopra anche per le misure incentivanti per i progetti relativi le aree a rischio. Con comunicazioni successive, il MIUR potrà disporre eventuali integrazioni alla risorsa assegnata, da accertare nel Programma Annuale secondo le istruzioni che verranno di volta in volta impartite: - in generale, per il periodo settembre-dicembre contratti per il servizio di pulizia, per il periodo settembre-dicembre per l arricchimento e l ampliamento dell offerta formativa ai sensi della legge 440/1997 per l esercizio finanziario Inoltre codesta Direzione comunicherà eventuali ulteriori somme, integrative della dotazione finanziaria di ,09 assegnate per le supplenze brevi e saltuarie che non dovranno essere previste in bilancio né ovviamente accertate. 7

8 La GIUNTA ESECUTIVA procede all'esame delle singole fonti di finanziamento che si prevedono per l anno finanziario 2015, costituite da: ENTRATE Agg Voce Importi r 01 Avanzo di amministrazione al ,29 01 Non vincolato 4.401,27 02 Vincolato ,02 02 Finanziamenti dallo Stato ,27 01 Dotazione ordinaria ,27 04 Finanziamento da Enti Locali 2.788,90 05 Comune Contributi da privati 1.050,00 04 Altri vincolati 1.050,00 07 Altre entrate 7,71 01 Interessi attivi 7,71 Totale entrate , Avanzo di amministrazione al L Avanzo di amministrazione è costituito da tutte le somme che, affluite nel bilancio della scuola degli esercizi precedenti, non sono state impegnate e sono rimaste perciò disponibili per l Istituzione scolastica. L avanzo è suddiviso in : 01 non vincolato che comprende tutte le economie provenienti da finanziamenti che non avevano una destinazione vincolata e che la scuola è perciò libera di utilizzare per finanziare qualsiasi Attività o Progetto 02 vincolato - che comprende tutte le economie derivanti da finanziamenti a finalizzazione vincolata e che devono essere utilizzati per la stessa Attività o Progetto.. L avanzo di amministrazione al è così di seguito costituito 8

9 Aggr. Voce Importo Vincolato Importo non vincolato Attività ,37 0,00 A 01 Funzionamento amministrativo generale ,50 A 02 Funzionamento didattico generale 8.378,72 A 03 Spese di personale 2.080,15 Aree a rischio Processo migratorio a.s 2011/ ,35 Corso Patentino a.s. 2011/ P Progetti P 01 Infanzia Gualtieri laboratori a progetto 1.301,75 P 02 Infanzia S. Vittoria laboratori a progetto 988,02 P 03 Primaria Boretto laboratori a progetto ,76 P 04 Primaria Gualtieri laboratori a progetto 1.953,77 P 05 Primaria S. Vittoria laboratori a progetto 3.355,01 P 06 Secondaria 1 Boretto laboratori a progetto 8.376,58 P 07 Secondaria 1 Gualtieri laboratori a progetto 4.167,99 P 08 ICARO PUNTO ASCOLTO P 09 Farinsieme 216,84 P 10 Integrazione alunni diversamente abili 1.060,99 P 12 Formazione/Aggiornamento 4.649,67 P 13 Sicurezza nelle scuole 3.383,13 P 14 Uscite didattiche e viaggi d istruzione 1.138,43 P 15 Laboratori alunni ,67 P 16 Educazione Motoria scuola primaria 0,04 R FONDO RISERVA 300,00 A Z Disponibilità da programmare 4.401,27 Totale generale , ,27 02 Finanziamenti dello Stato 01 Dotazione ordinaria ,27 Finanziamento per spese funzionamento amministrativodidattico Finanziamento quota alunni diversamente abili Finanziamento per contratto fornitura servizi di pulizia periodo gennaio-giugno ,00 264, ,27 9

10 04 Finanziamenti da Enti Locali 2.788,90 05 Comune Gualtieri Vantaggi per la Scuola (PUNTI COOP) 378,00 Scuole di Boretto Comune Gualtieri Convenzione Personale ATA scuole Infanzia 05 Comune Boretto Contributo per materiale pulizie e segreteria 05 Contributi da privati 1.050,00 04 Gruppo Ginnastica S.Vittoria Contributo per Progetto Madrelinguista francese scuola secondaria Gualtieri Genitore S. Vittoria - Contributo per Progetto Madrelinguista francese scuola secondaria Gualtieri 07 Altre entrate 7,71 01 Interessi Interessi maturati sul c.c. Banca d Italia 7,71 Totale Entrate ,88 TOTALE COMPLESSIVO ENTRATE Si procede alla proposta della suddivisione delle poste finanziarie che compongono il Programma Annuale 2015: SPESE Aggr. Voce A Attività ,52 A01 Funzionamento amministrativo generale ,48 A02 Funzionamento didattico generale ,99 A03 Spese di personale 3.991,05 P Progetti ,65 P01 Infanzia Gualtieri - laboratori a progetto 1.301,75 P02 Infanzia S. Vittoria - laboratori a progetto 988,02 P03 Primaria Boretto - laboratori a progetto ,76 P04 Primaria Gualtieri - laboratori a progetto 1.953,77 P05 Primaria S.Vittoria - laboratori a progetto 3.355,01 1 P06 Secondaria di 1 grado Boretto - laboratori a progetto 8.376,58 P07 Secondaria di 1 grado Gualtieri laboratori a progetto 5.953,03 P08 Icaro - Punto d Ascolto 0,00 P10 Integrazione alunni diversamente abili 1.324,99 P12 Formazione aggiornamento 4.649,67 P13 Sicurezza nelle scuole 3.383,13 P14 Uscite didattiche e viaggi d istruzione 1.138,43 P15 Laboratori alunni ,51 10

11 Fondo di riserva R R98 Fondo di riserva 300,00 Totale spese ,17 Z01 Disponibilità finanziaria da programmare 500,00 Totale a pareggio ,17 ATTIVITA La spesa per Attività prevista complessivamente in ,52 è comprensiva di: Avanzo di amministrazione non vincolato 3.901,27 Avanzo di amministrazione vincolato ,37 Dotazione ordinaria MIUR ,27 Comuni 2.410,90 Interessi attivi 7,71 La spesa per il funzionamento amministrativo generale è prevista in ,48 Rimborso spese Dirigente Scolastico per viaggi 200,00 Beni di consumo Spese per acquisto materiale: carta, cancelleria stampati ,74 Spese per acquisto riviste e pubblicazioni per uso amministrativo 500,00 Spese per acquisto materiale di consumo 4.050,00 Acquisto di servizi ed utilizzo di beni di terzi Assistenza tecnica informatica 2.000,00 Manutenzione ordinaria laboratori e Hardware 2.500,00 Noleggi fotocopiatori 2.500,00 Licenze d uso di software 2.500,00 Servizi di pulizia scuole ,74 Altre spese Oneri postali 1.000,00 Carte e valori bollati 100,00 Rimborso spese per Revisori 1.000,00 Spese di gestione Banca di Tesoreria 500,00 Beni d investimento Hardware 2.000,00 In questa attività di funzionamento amministrativo sono confluiti: ,50 Avanzo di amministrazione vincolato ,27 Dotazione ordinaria 500,00 Comune Boretto 7,71 Interessi attivi Banca d Italia 11

12 La spesa per il funzionamento didattico generale è prevista in ,99 Beni di consumo Materiale informatico e software 779,99 Acquisto di servizi ed utilizzo di beni di terzi Manutenzione ordinaria Hardware 3.000,00 Beni d investimento Attrezzature (LIM) 3.900,00 Hardware 6.600,00 In questa attività di funzionamento amministrativo sono confluiti: 2.000,00 Dotazione ordinaria Avanzo di amministrazione non vincolato 8.378,72 Avanzo di amministrazione vincolato La previsione complessiva per le spese di personale di ,33 è così giustificata: Processo Migratorio avanzo 2011/ ,15 Funzioni miste personale A.T.A. a.s. 2013/ ,90 Corso PATENTINO a.s.2011/12 non realizzato 634,80. In questa attività. di Spese per il Personale sono confluiti: I Fondi Processo Migratorio assegnati dal M.I.U.R sono a disposizione dei docenti dell Istituto per la realizzazione di Progetti per favorire l integrazione degli alunni stranieri.. Corso PATENTINO rimanenza a.s. 2011/12 per corso non effettuato I Fondi per Funzioni Miste sono erogati dal Comune di Gualtieri per il pagamento di un compenso forfetario ai Collaboratori scolastici che svolgono servizi particolari riguardanti le mense scolastiche a.s. 2014/15 PROGETTI La spesa per i Progetti, prevista complessivamente in ,65 è comprensiva di: Avanzo di amministrazione vincolato ,65 Dotazione ordinaria. 264,00 Comune 378,00 Privati e Genitori ,00 Nei Progetti che si indicano di seguito, vengono realizzate tutte le attività inerenti a Laboratori obbligatori (effettuati in orario curriculari) ed a quelli facoltativi (effettuati in orario opzionale) le cui linee programmatiche e gli itinerari didattici sono contenuti nel POF per l anno scolastico 2014/15 e relative schede di carattere tecnico. 12

13 P 1 Infanzia di Gualtieri - laboratori a progetto I progetti sono finanziati con : avanzo anni precedenti fondi SABAR 2013 e ,75 P 2 Infanzia di Santa Vittoria - laboratori a progetto I progetti sono finanziati con : avanzo anni precedenti fondi SABAR 2013 e ,02 P 3 Primaria Boretto - laboratori a progetto I progetti sono finanziati con : avanzo anno precedente fondi Comune di Boretto- SABAR 2013 e ,58 P 4 Primaria Gualtieri - laboratori a progetto I progetti sono finanziati con : avanzo anno precedente Progetto MOSTRISCHIO - SABAR ,77 P 5 Primaria S. Vittoria - laboratori a progetto I progetti sono finanziati con : avanzo anni precedenti SABAR 2013 e Comitati genitori ,01 P 6 Secondaria 1 grado Boretto - laboratori a progetto I progetti sono finanziati con : avanzo anni precedenti SABAR 2013 e Comune di Boretto ,58 P 7 Secondaria 1 grado Gualtieri - laboratori a progetto I progetti sono finanziati con : avanzo anno precedente SABAR LEGACOOP - Comitato genitori S. Vittoria e Privati Vantaggi COOP - Avanzo non vincolato 5.953,03 P 8 Icaro Punto d ascolto 0,00 P 10 Integrazione Alunni diversamente abili scuole dell Istituto Finanziato con fondi dello Stato 1.324,99 Acquisto materiale tecnico specialistico P 12 Formazione Aggiornamento Avanzo anni precedenti - Fondi Legge 440/97 autonomia ,67 Comuni di Boretto e Gualtieri P 13 Sicurezza nelle scuole Avanzo anno precedente dotazione ordinaria ,13 Consulenza per la valutazione dei rischi, redazione piano programmatico, sopralluoghi presso le strutture (legge 626/94) P 14 Uscite didattiche e viaggi d istruzione 1.138,43 Avanzo finanziato con contributi del Comune di Boretto e Scuole 13

14 P 15 Laboratori alunni scuole dell Istituto ,51 Avanzo finanziato con contributo di Genitori, Associazioni, COOP Vantaggi per la scuola Queste risorse permettono la realizzazione delle attività per le quali non è possibile attingere dai fondi del MIUR (acquisto materiale di facile consumo, informatico) manutenzione dei laboratori, noleggio fotocopiatori e acquisto di attrezzature per laboratori). FONDO DI RISERVA R/R98 Fondo di riserva Il Fondo di riserva è previsto per. 300,00 Z-Z01 Disponibilità finanziaria da programmare Differenza tra residuo attivo ,00 e Residuo passivo da radiare A conclusione della presente relazione si invita il Consiglio d Istituto, come previsto dall art.17 del D.I. n. 44 del 01/02/2001 a stabilire il limite del fondo per le minute spese da anticipare al Direttore dei Servizi Amministrativi In fase di predisposizione si sono previsti 200,00. Gualtieri, 03 febbraio 2015 Il Direttore dei S.G.A. Rossella Zanoli Il Presidente della Giunta Esecutiva Dott.ssa Mariangela Fontanesi 14

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione.

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione. RELAZIONE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO AL CONTO CONSUNTIVO 2013 La presente relazione illustra l andamento della gestione dell istituzione scolastica e i risultati conseguiti in relazione agli obiettivi programmati

Dettagli

Mod B (art. 2 c. 6) SCHEDA ILLUSTRATIVA FINANZIARIA Esercizio finanziario 2015. Progetto/attività A A01 Funzionamento amministrativo generale ENTRATE

Mod B (art. 2 c. 6) SCHEDA ILLUSTRATIVA FINANZIARIA Esercizio finanziario 2015. Progetto/attività A A01 Funzionamento amministrativo generale ENTRATE A A01 Funzionamento amministrativo generale Aggr. Voce Sotto voce ENTRATE 01 Avanzo di amministrazione presunto 31.551,42 01 Non vincolato 30.426,92 02 Vincolato 1.124,50 02 Finanziamenti dello Stato 52.872,58

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA Via Albergati 30 40069 Zola Predosa (BO) Tel. 051/755355 755455 - Fax 051/753754 E-mail: BOIC86400N@istruzione.it - C.F. 80072450374 Pec : boic86400n@pec.istruzione.it

Dettagli

Prot. N. 931 /E7 Volterra, 14 aprile 2014 INTESA CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO

Prot. N. 931 /E7 Volterra, 14 aprile 2014 INTESA CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO ISTITUTO d ISTRUZIONE SUPERIORE GIOSUÈ CARDUCCI LICEO CLASSICO, SCIENTIFICO, SOCIO-PSICO-PEDAGOGICO V.le Trento e Trieste n 26-56048 - Volterra (PI) - tel. 0588 86055 - fax 0588 90203 ISTITUTO STATALE

Dettagli

Mod B (art. 2 c. 6) SCHEDA ILLUSTRATIVA FINANZIARIA Esercizio finanziario 2015. Progetto/attività A A01 Funzionamento amministrativo generale ENTRATE

Mod B (art. 2 c. 6) SCHEDA ILLUSTRATIVA FINANZIARIA Esercizio finanziario 2015. Progetto/attività A A01 Funzionamento amministrativo generale ENTRATE A A01 Funzionamento amministrativo generale Aggr. Voce Sotto voce ENTRATE 01 Avanzo di amministrazione presunto 2.572,26 02 Vincolato 2.572,26 01 Funzionamento amministrativo e didattico - Dematerializzazione

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. CADUTI DI NASSIRIYA

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. CADUTI DI NASSIRIYA A A01 Funzionamento amministrativo generale Aggr. Voce Sotto voce ENTRATE 01 Avanzo di amministrazione presunto 15.000,00 01 Non vincolato 11.602,54 02 Vincolato 3.397,46 02 Finanziamenti dello Stato 1.500,00

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale PUGLIA ISTITUTO COMPRENSIVO RESTA - DE DONATO GIANNINI

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale PUGLIA ISTITUTO COMPRENSIVO RESTA - DE DONATO GIANNINI A A01 Funzionamento amministrativo generale Aggr. Voce Sotto voce ENTRATE 01 Avanzo di amministrazione presunto 17.715,12 01 Non vincolato 17.162,78 01 Ecc da FF non vincolati 2.697,58 02 CC famm alunni

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO Report Progetto ERGO VALUTO SUM PON Valutazione e miglioramento (Codice 1-3-FSE-2009-3) Anno Scolastico 2012-2013 Relatore

Dettagli

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 3 SAN BERNARDINO BORGO TRENTO Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di Primo Grado Centro Territoriale Permanente Via G. Camozzini, 5 37126 Verona (VR) Tel.

Dettagli

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva di Biasio Santa Croce, 1299-30135 VENEZIA Ufficio III Personale della Scuola

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 0434520104 0434520089

ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 0434520104 0434520089 ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 04345204 0434520089 PROT. n. 199/B19 Pordenone, 15 gennaio 2014 Ai Sigg. Genitori Oggetto:

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

GRUPPO DI LAVORO PER L INCLUSIONE DSA/BES/HANDICAP

GRUPPO DI LAVORO PER L INCLUSIONE DSA/BES/HANDICAP SCUOLA PRIMARIA PARITARIA SCUOLA PRIMARIA PARITARIA via Camillo de Lellis, 4 35128 Padova tel. 049/8021667 fax 049/850617 e-mail: primaria@donboscopadova.it website: www.donboscopadova.it GRUPPO DI LAVORO

Dettagli

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali L Istituto Leopoldo Pirelli si propone di potenziare la cultura dell inclusione per rispondere in modo efficace alle necessità di

Dettagli

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Area 1 Gestione P.O.F. Prof.ssa Casertano Brigida Area 1 Monitoraggio e Valutazione del P.O.F. Prof. Spalice Giovanni Area 2 Sostegno alla funzione Docenti Prof. Rocco

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

Presentazione Progetto Sport di Classe

Presentazione Progetto Sport di Classe Presentazione Progetto Sport di Classe a sostegno dell attività motoria e sportiva nella scuola 1 GOVERNANCE dello sport a scuola MIUR - CONI - Promuove il riconoscimento in ambito scolastico del valore

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I grado. SCHEDA DI MONITORAGGIO PROGETTO P.O.F. a.s.

ISTITUTO COMPRENSIVO di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I grado. SCHEDA DI MONITORAGGIO PROGETTO P.O.F. a.s. ISTITUTO COMPRENSIVO di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I grado Sede Centrale: Scuola Media Statale "San Francesco d'assisi" Via Jonghi, 3-28877 ORNAVASSO (VB) - cod. fiscale 84009240031

Dettagli

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6 54 Distretto Scolastico ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE AD INDIRIZZO MUSICALE De Amicis Baccelli di Sarno (Sa) Sede Legale: Corso G. Amendola, 82 - C.M.: SAIC8BB008 - C.F.:94065840657 E mail:saic8bb008@istruzione.it

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

I RAPPORTI TRA DIRIGENTE SCOLASTICO E DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ED

I RAPPORTI TRA DIRIGENTE SCOLASTICO E DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ED I RAPPORTI TRA DIRIGENTE SCOLASTICO E DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ED AMMINISTRATIVI: QUALE CONVIVENZA PER LA MIGLIORE FUNZIONALITÀ DELL ISTITUZIONE SCOLASTICA 1 A cura di Maria Michela Settineri IL

Dettagli

Regolamento G.L.I. L'azione del G.L.I. può essere riassunta in competenze di tipo organizzativo, progettuale, valutativo e consultivo.

Regolamento G.L.I. L'azione del G.L.I. può essere riassunta in competenze di tipo organizzativo, progettuale, valutativo e consultivo. Regolamento G.L.I. Art. 1 Costituzione del G.L.I. (Gruppo di Lavoro per l Inclusione) Ai sensi della Direttiva Ministeriale del 27 dicembre 2012 (Strumenti d intervento per alunni con bisogni educativi

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALEPER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ 2013 / 2014 / 2015

PROGRAMMA TRIENNALEPER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ 2013 / 2014 / 2015 Istituto Comprensivo Statale Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I Grado Piazzale della Civiltà Tel. 0828/941197 fax. 0828/941197 84069 ROCCADASPIDE (Salerno) C.M. SAIC8AH00L Email-dirdirocca@tiscali.it

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI ISTITUTO COMPRENSIVO SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO v. Marconi, 62 15058 VIGUZZOLO (AL) Tel. 0131/898035 Fax 0131/899322 Voip 0131974289 Mobile 3454738373 E_mail: info@comprensivoviguzzolo.it

Dettagli

RILEVAZIONE COMPETENZE LINGUISTICHE ITALIANO L2 ALUNNI STRANIERI I.C. Leonardo da Vinci

RILEVAZIONE COMPETENZE LINGUISTICHE ITALIANO L2 ALUNNI STRANIERI I.C. Leonardo da Vinci RILEVAZIONE COMPETENZE LINGUISTICHE ITALIANO L2 ALUNNI STRANIERI I.C. Leonardo da Vinci di Sorbolo-Mezzani a.s. 2013-2014 PREMESSA Essere alfabetizzati nella nostra lingua costituisce un buon indicatore,

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi ISTITUTO COMPRENSIVO DANTE ALIGHIERI 20027 RESCALDINA (Milano) Via Matteotti, 2 - (0331) 57.61.34 - Fax (0331) 57.91.63 - E-MAIL ic.alighieri@libero.it - Sito Web : www.alighierirescaldina.it Regolamento

Dettagli

Organici scuola personale ATA A.S. 2013-2014 Scheda di approfondimento

Organici scuola personale ATA A.S. 2013-2014 Scheda di approfondimento Organici scuola personale ATA A.S. 2013-2014 Scheda di approfondimento Indice (cliccabile) Premessa Terziarizzazione Regole per la definizione degli organici di ciascun profilo o DSGA o Assistenti Tecnici

Dettagli

RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA 1

RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA 1 UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA ISTITUTO COMPRENSIVO C. LEVI MANIACE RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA 1 AUTOANALISI D ISTITUTO Anno scolastico 2012/2013 RELAZIONE In data

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE ESPERTI PON- FSE - 2007-IT 05 1 PO007 Competenze per lo sviluppo Annualità 2014 IL DIRIGENTE SCOLASTICO

BANDO DI SELEZIONE ESPERTI PON- FSE - 2007-IT 05 1 PO007 Competenze per lo sviluppo Annualità 2014 IL DIRIGENTE SCOLASTICO ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE LUIGI EINAUDI Distr. Sc. n 9 - Via V. Veneto 89822 SERRA SAN BRUNO (VV) FONDI STRUTTURALI 2007-2013 PEC: vvis003008@pec.istruzione.it PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE FONDO

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

CONVENZIONE. Tra. Istituto Comprensivo 22 Alberto Mario

CONVENZIONE. Tra. Istituto Comprensivo 22 Alberto Mario ISTITUTO COMPRENSIVO 22 ALBERTO MARIO Piazza Sant Eframo Vecchio, 130-80137 NAPOLITel. 0817519375FAX: 0817512716 C.M. NAIC8BT00NCodice fiscale 80022520631 e-mail: naic8bt00n@istruzione.it naic8bt00n@pec.istruzione.it

Dettagli

Verbale del Consiglio di Istituto del 2 ottobre 2013

Verbale del Consiglio di Istituto del 2 ottobre 2013 Anno scolastico 2013-2014 Verbale n. 1 Verbale del Consiglio di Istituto del 2 ottobre 2013 Il 2 Ottobre 2013, alle ore 16.30, si riunisce il Consiglio di Istituto del Comprensivo 1 di Frosinone nell aula

Dettagli

PROTOCOLLO DIVERS-ABILITÀ

PROTOCOLLO DIVERS-ABILITÀ PROTOCOLLO DIVERS-ABILITÀ Amministrazione Comunale Amministrazione Scolastica Zanica I.C. Zanica Commissione Inter-istituzionale La Commissione Inter-istituzionale è una commissione mista tecnico-politica

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE V. BACHELET

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE V. BACHELET VERBALE n. 8 DEL CONSIGLIO DI ISTITUTO dell Istituto di Istruzione Superiore V. Bachelet di Abbiategrasso in data 11 ottobre 2013 Il giorno 11 ottobre 2013 alle ore 18.00 nella Sala Professori dell Istituto,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO UGO FOSCOLO VESCOVATO SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA' A.S. 2013/14

ISTITUTO COMPRENSIVO UGO FOSCOLO VESCOVATO SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA' A.S. 2013/14 STTUTO COMPRENSVO UGO FOSCOLO SCUOLA SECONDARA D 1 GRADO PANO ANNUALE DELLE ATTVTA' A.S. 2013/14 PROT. N. 5991 /A-19 Vescovato, 19/09/2013 Data Giorno Sedi scolastiche Classi Orario Durata ATTVTA' COLLEGO

Dettagli

AUTOVALUTAZIONE: RISULTATI DEI QUESTIONARI GENITORI-ALUNNI ALUNNI- DOCENTI. COMMISSIONE AUTOVALUTAZIONE Catalani-Ginesi

AUTOVALUTAZIONE: RISULTATI DEI QUESTIONARI GENITORI-ALUNNI ALUNNI- DOCENTI. COMMISSIONE AUTOVALUTAZIONE Catalani-Ginesi Ministero della Pubblica Istruzione Istituto Comprensivo Statale C. Carminati Via Dante, 4-2115 Lonate Pozzolo (Va) AUTOVALUTAZIONE: RISULTATI DEI QUESTIONARI GENITORI-ALUNNI ALUNNI- DOCENTI COMMISSIONE

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza COPIA COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza N. 64 del Reg. Delib. N. 6258 di Prot. Verbale letto approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE f.to Antecini IL SEGRETARIO COMUNALE f.to Scarpari N. 433 REP.

Dettagli

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti M.I.U.R. - Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Comprensivo Via Casalotti n. 259-00166 Roma tel. 06 61560257 fax 06 61566568 - C.F. 97714450588 Cod. mecc. RMIC8GM00D Plesso scuola primaria:

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Oggetto: presentazione disponibilità per lo svolgimento delle attività connesse alla realizzazione del POF - Anno Scolastico 2011/2012.

Oggetto: presentazione disponibilità per lo svolgimento delle attività connesse alla realizzazione del POF - Anno Scolastico 2011/2012. Circolare interna n. 25 Ai docenti Al DSGA Alla segreteria alunni Alla segreteria docenti E, p.c. ai collaboratori scolastici Ve Mestre, 15 settembre 2011 Oggetto: presentazione disponibilità per lo svolgimento

Dettagli

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria Adriana Volpato P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria 19 Dicembre 2011 STRUMENTO didattico educativo individua gli strumenti fa emergere il vero alunno solo con DIAGNOSI consegnata si redige

Dettagli

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale.

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale. PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA NORME DI COMPORTAMENTO DOCENTI: I docenti si impegnano a: 1. Fornire con il comportamento in classe esempio di buona condotta ed esercizio di virtù. 2. Curare la chiarezza

Dettagli

VIA GREI, 7-32030 CESIOMAGGIORE (BL) TEL.

VIA GREI, 7-32030 CESIOMAGGIORE (BL) TEL. ISTITUTO COMPRENSIVO DI CESIOMAGGIORE sc. dell Infanzia di Pez, sc. primarie di Cesio, Soranzen, San Gregorio nelle Alpi, sc. sec. di I gr. di Cesiomaggiore VIA GREI, 7-32030 CESIOMAGGIORE (BL) TEL. e

Dettagli

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 CRITERI GENERALI PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI La formazione delle classi e l assegnazione delle risorse di organico deve essere coerente: - con gli interventi

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze VISTO il decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, recante approvazione del testo

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO P. CARMINE. Regolamento. del gruppo di lavoro sull handicap. Regolamento GLHI. Ai sensi dell art. 15 c.

ISTITUTO COMPRENSIVO P. CARMINE. Regolamento. del gruppo di lavoro sull handicap. Regolamento GLHI. Ai sensi dell art. 15 c. ISTITUTO COMPRENSIVO P. CARMINE Regolamento Regolamento GLHI del gruppo di lavoro sull handicap Ai sensi dell art. 15 c. L 104/92 Approvato dal Consiglio di stituto in data 08/07/2013 1 Gruppo di Lavoro

Dettagli

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1-

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1- All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI Art. 1- Diritti e doveri degli studenti I diritti e i doveri degli studenti sono disciplinati dagli art. 2 e 3 del D.P.R. 21

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE E SUI RISULTATI CONSEGUITI IN RIFERIMENTO AGLI OBIETTIVI PROGRAMMATI. Esercizio Finanziario 2010

RELAZIONE ILLUSTRATIVA SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE E SUI RISULTATI CONSEGUITI IN RIFERIMENTO AGLI OBIETTIVI PROGRAMMATI. Esercizio Finanziario 2010 Liceo Tecnico Chimica Industriale Meccanica Elettrotecnica e Automazione Elettronica e Telecomunicazioni Istituto Tecnico Industriale Statale Alessandro Volta Via Assisana, 40/E - loc. Piscille - 06087

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F.

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Giovanni Caboto GAETA CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. A.S. 2013-2014 1. Richiesta per accedere alle Funzioni strumentali al P.O.F.

Dettagli

Prot. N. 3156/B33 Crema, 24 Novembre 2014

Prot. N. 3156/B33 Crema, 24 Novembre 2014 MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA Istituto Comprensivo Crema Uno Via Borgo S.Pietro 8-26013 Crema (CR) Tel. 0373-256238 Fax 0373-250556 E-mail ufficio: segreteriacircolo1@libero.it

Dettagli

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola Scheda di lettura del contratto annuale integrativo del 15 luglio 2010. Di cosa si tratta Si tratta della possibilità

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria SCHEDA PROGETTO (ex art. 9 CCNL 2006-2009) Dati identificativi dell'istituto Nome scuola/tipologia Scuola

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale LIGURIA ISTITUTO COMPRENSIVO I.C.

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale LIGURIA ISTITUTO COMPRENSIVO I.C. A A01 Funzionamento amministrativo generale Aggr. ENTRATE Voce Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017 Anno 2018 Anno 2019 01 Avanzo di amministrazione presunto 4.842,06 01 Non vincolato 2.574,47 02 Vincolato 2.267,59

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

Rapporto di Autovalutazione. GUIDA all autovalutazione

Rapporto di Autovalutazione. GUIDA all autovalutazione Rapporto di Autovalutazione GUIDA all autovalutazione Novembre 2014 INDICE Indicazioni per la compilazione del Rapporto di Autovalutazione... 3 Format del Rapporto di Autovalutazione... 5 Dati della scuola...

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE Ten. R. RIGHETTI 85025 M E L F I (Potenza) Via Galileo Galilei, 11 C.M.: PZIS007006 C.F.: 85000490764. Verbale n.

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE Ten. R. RIGHETTI 85025 M E L F I (Potenza) Via Galileo Galilei, 11 C.M.: PZIS007006 C.F.: 85000490764. Verbale n. ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE Ten. R. RIGHETTI 85025 M E L F I (Potenza) Via Galileo Galilei, 11 C.M.: PZIS007006 C.F.: 85000490764 Tel. 0972/24479-24480 Fax 0972/24424 e-mail:pzis007006@istruzione.it

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO ISCRIZIONE

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO ISCRIZIONE Gentili genitori entro il 28 febbraio dovete provvedere alla iscrizione dei Vostri figli alla classe successiva. Al momento della iscrizione le famiglie sono chiamate a versare alcune tasse ministeriali

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

Classe di abilitazione - A076 Trattamento Testi, Calcolo, Contabilità elettronica ed applicazioni industriali

Classe di abilitazione - A076 Trattamento Testi, Calcolo, Contabilità elettronica ed applicazioni industriali Classe di abilitazione - A076 Trattamento elettronica ed applicazioni industriali Calendario e modalità di delle prove Per lo degli esami sono previste più date in tre diversi periodi (maggio/giugno 2015,

Dettagli

QUALE SIGNIFICATO HA LA FIRMA DEL PDP DA PARTE DELLO STUDENTE / GENITORE E DEI DOCENTI?

QUALE SIGNIFICATO HA LA FIRMA DEL PDP DA PARTE DELLO STUDENTE / GENITORE E DEI DOCENTI? FAQ: AREA DELLA PROGRAMMAZIONE (PDP) QUAL È LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO SUI DSA NELLA SCUOLA? Al momento è in vigore la Legge 170 che regola in modo generale i diritti delle persone con DSA non soltanto

Dettagli

ISTITUTI PROFESSIONALI

ISTITUTI PROFESSIONALI ISTITUTI PROFESSIONALI Settore Industria e Artigianato Indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica Nell indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica sono confluiti gli indirizzi del previgente ordinamento

Dettagli

Il bilancio delle scuole, questo sconosciuto

Il bilancio delle scuole, questo sconosciuto PROGRAMMA EDUCATION FGA WORKING PAPER N. 21 (2/2010) Il bilancio delle scuole, questo sconosciuto Susanna Granello Direttore della rivista «Esperienze amministrative» 1 Fondazione Giovanni Agnelli, 2010

Dettagli

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011 Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

RELAZIONE FINALE PROGETTO IDA VENUTI UN FORMATORE AID NELLA TUA SCUOLA

RELAZIONE FINALE PROGETTO IDA VENUTI UN FORMATORE AID NELLA TUA SCUOLA RELAZIONE FINALE PROGETTO IDA VENUTI UN FORMATORE AID NELLA TUA SCUOLA A CURA DELLA DOTT.SSA MARIANGELA BRUNO (LOGOPEDISTA E FORMATRICE AID) ANNO SCOLASTICO 2011-2012 1 INDICE 1. ARTICOLAZIONE DEL PROGETTO...

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57

Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57 DOMANDA DI ISCRIZIONE Al Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57 _l_ sottoscritt in qualità di padre

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

La/Il sottoscritta/o.. (cognome e nome) madre padre.. dell alunna/o.. (cognome e nome) CHIEDE L iscrizione dell... stess alunn per l a.s.

La/Il sottoscritta/o.. (cognome e nome) madre padre.. dell alunna/o.. (cognome e nome) CHIEDE L iscrizione dell... stess alunn per l a.s. n..reg.iscriz. n..matr. MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO Liceo Classico e Linguistico Statale ARISTOFANE 00139 ROMA - VIA MONTE RESEGONE, 3 068181809 - FAX

Dettagli

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO 1 INTRODUZIONE Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida. Lo schema proposto di seguito è stato sviluppato nell ambito del progetto Miglioramento delle performance

Dettagli

Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Che cos è il Bisogno Educativo Speciale? Il Bisogno Educativo Speciale rappresenta

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Istituto Comprensivo 1 F. GRAVA CONEGLIANO PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Anno scolastico 2012/ 2013 A pagina 2 PIANO OFFERTA FORMATIVA PER LA SCUOLA MEDIA A pagina 9 PIANO OFFERTA FORMATIVA PER LA SCUOLA

Dettagli

Avviso prot. n. AOODGAI/11666 del 31.07.2012 conferenze informative territoriali

Avviso prot. n. AOODGAI/11666 del 31.07.2012 conferenze informative territoriali Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia Direzione Generale UFFICIO III - Politiche formative e rete scolastica U.O. 2: Fondi Strutturali dell

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA Repertorio Unione Terre di Pianura n. 7 del 30/04/2010 CONVENZIONE TRA I COMUNI DI BARICELLA, BUDRIO, GRANAROLO DELL EMILIA, MINERBIO E L UNIONE DI COMUNI TERRE DI PIANURA PER IL CONFERIMENTO DELLE FUNZIONI

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA RISULTANZE MONITORAGGIO GENITORI A.S. 2012-13

SCUOLA DELL INFANZIA RISULTANZE MONITORAGGIO GENITORI A.S. 2012-13 SCUOLA DELL INFANZIA RISULTANZE MONITORAGGIO GENITORI A.S. 2012-13 STRUTTURE PULIZIA AMBIENTI 12 10 8 6 4 2 servizio di pulizia efficiente 10 0,0 AMBIENTI ADEGUATI ALLA FUNZIONE 10 9 8 7 6 5 4 3 2 1 AMBIENTI

Dettagli

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE)

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Locale LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) ELEMENTI DI CONTABILITA RIFERITI ALLA FASE DELLA SPESA

Dettagli

Pro-seguire INSIEME! - La Valigia delle Rime -

Pro-seguire INSIEME! - La Valigia delle Rime - Pro-seguire INSIEME! - La Valigia delle Rime - Progetto Continuità" Scuola dell Infanzia - Scuola Primaria 2010-11 11 Anno Scolastico 2010 Funzioni Strumentali A. Rubino Scuola Infanzia P. Stramonio Scuola

Dettagli

RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA

RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA Il giorno 23 del mese di aprile dell anno 2013,

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

Unione Europea Fondo Sociale Europeo

Unione Europea Fondo Sociale Europeo Unione Europea Fondo Sociale Europeo M.P.I. LICEO SCIENTIFICO STATALE G. D Alessandro Via S.Ignazio di Loyola - BAGHERIA www.lsdalessandro.it e-mail liceodalessandro@istruzione.it PEC paps09000v@postacertificata.org

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

ELEMENTI DI NOVITÀ E DI CAMBIAMENTO

ELEMENTI DI NOVITÀ E DI CAMBIAMENTO Ufficio XVI - Ambito territoriale per la provincia di Reggio Emilia Ufficio Educazione Fisica e Sportiva ELEMENTI DI NOVITÀ E DI CAMBIAMENTO Prof. PAOLO SECLÌ Docente di Attività motoria per l età evolutiva

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli