L importanza della chirurgia dei turbinati

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L importanza della chirurgia dei turbinati"

Transcript

1 Cattedra di Otorinolaringoiatria Facoltà di Medicina e Chirurgia Università degli Studi di Foggia L importanza della chirurgia dei turbinati Pasquale Cassano

2 FILTRARE RISCALDARE UMIDIFICARE STERILIZZARE FUNZIONI DEL NASO RISUONATORE DIFESA RESPIRATORIA OLFATTORIA

3 Clearance muco-ciliare

4 EPITELIO COLONNARE PSEUDOSTRATIFICATO CILIATO MEMBRANA BASALE Linfoide Ghiandolare LAMINA PROPRIA Vasale (Sinusoidi cavernosi)

5 Istopatologia del turbinato ipertrofico Arch Otolaryngol Head Neck Surg Jun;132(6): The histopathology of the hypertrophic inferior turbinate. Berger G, Gass S, Ophir D. OBJECTIVE: To analyze the quantitative and qualitative characteristics of the hypertrophic inferior turbinate (IT). DESIGN: A prospective, non randomized, controlled, morphometric study. SETTING: University-affiliated hospital.subjects Seventeen patients with refractory IT hypertrophy and 12 with normal ITs. INTERVENTIONS: Twenty ITs were removed from patients with refractory IT hypertrophy and 14 from patients with normal ITs. MAIN OUTCOME MEASURES: The soft tissue and bony elements and the relative proportions of the soft tissueconstituents of the hypertrophic and normal ITs were measured and compared. The Bonferroni correction was used to adjust for multiple comparisons. Qualitative assessment was performed to assess possible pathologic changes in all IT tissues. RESULTS: The hypertrophic ITs were significantly wider. The medial mucosal layer, which thickened from a mean +/- SD of / mm to / mm(p</=.001), made the greatest contribution to the total increase in the width of the IT (64.4%). The enlargement in width of the lateral mucosal layer from 0.91+/ mm to /- 031 mm was of borderline statistical significance. The portion of the medial, lateral, and inferior layers of the lamina propria that houses inflammatory cells enlarged significantly in patients with IT hypertrophy compared with healthy control subjects. The relative proportion of the connective tissue, sub mucosal glands, and arteries remained unchanged, whereas that ofvenous sinusoids increased significantly in all aspects of the hypertrophic mucosa. Fibrosis, inflammation, and engorged venous sinusoids were noted in hypertrophic ITs, yet there was no evidence of tissue destruction. CONCLUSION: Understanding the histopathology of the hypertrophic IT is imperative for the development and management of IT reduction surgery.

6 Istopatologia del turbinato ipertrofico Rhinology 2006; 44(4):234-8 Chronic inferior turbinate enlargment and the implication for surgical intervention Farmer SE, Eccles R. Sarebbe più corretto parlare di Allargamento del turbinato in quanto non vi è evidenza di ipertrofia cellulare ma solo di iperplasia cellulare, edema tissutale e congestione vascolare

7 COSA FARE? Dottore, non respiro bene con il naso?

8 1) DIAGNOSI

9 Rinomanometria Anteriore Attiva

10

11

12 Ipertrofia dei turbinati inferiori Turbinato inferiore normale Turbinato inferiore ipertrofico Riniti allergiche: Cause allergiche specifiche Rinopatie vasomotorie: Cause aspecifiche: variazioni di temperatura o di umidità, impiego di farmaci vasocostrittori e variazioni ormonali 5/15 Ostruzione cronica delle fosse nasali: Cause anatomiche: ipertrofia adenoidea, deviazione del setto e iperplasia della bolla etmoidale

13 Ipertrofia dei turbinati La diagnosi di ostruzione nasale da ipertrofia dei turbinati può essere posta solo dopo esclusione di alterazioni strutturali (deviazione del setto nasale, atresie congenite più o meno accentuate, stenosi cicatriziali post-chirurgiche, ecc.) o patologie neoformative (poliposi nasale, tumori maligni, ecc.).

14 Terapia medica La terapia medica è particolarmente indicata nelle patologie vasomotorie allergiche o comunque cito-dipendenti

15 Terapia medica Int J Immunopathol Pharmacol Jan-Mar;26(1): The role of nasal cytology in the management of inferior turbinate hypertrophy. Cassano M, Maselli Del Giudice A, Russo G, Russo L, Ciprandi G. Department of Otorhinolaryngology, University of Foggia, Foggia Italy. Abstract Inferior turbinate hypertrophy (ITH) is the main cause of nasal obstruction symptom. This study aimed at investigating whether a particular cellular pattern could be a predictive factor for failure of medical treatment for ITH in patients with rhinitis. Globally, 258 patients with chronic nasal obstruction due to ITH were evaluated by: visual analogue scale assessment of symptoms, skin prick tests, fiber-endoscopy, active anterior rhinomanometry, and nasal cytology. All patients were treated with drugs for 3 months and then re-evaluated. The symptom improvement depended on the different cellular pattern. There was improvement in: 54 (51.4 percent) patients with allergic rhinitis, 72 (69.2 percent) with non-allergic rhinitis with neutrophils (NARNE), 15 (42.8 percent) with non-allergic rhinitis with eosinophils (NARES), and 9 (64.3 percent) with non-allergic rhinitis with mast cells/non-allergic rhinitis with eosinophils and mast cells (NARMA/NARESMA). The non-responders (108; 41.9 percent) were therefore directed towards surgical treatment. Both patients with allergic rhinitis and patients affected by NARES had a higher failure rate to medical treatment compared with NARMA and NARESMA groups (pless than0.01). In conclusion, elevated number of eosinophils, in the nasal secretion of both allergic (allergic rhinitis) and non-allergic (NARES) patients with ITH, can be associated to a higher medical treatment failure rate.

16 Prognosi citologica nell ipertrofia dei turbinati OBIETTIVO Valutare se un particolare infiltrato cellulare in soggetti con rinite allergica o non allergica cellulomediata,è predittivo di un fallimento della terapia medica e quindi conduce con maggiore probabilità ad una risoluzione chirurgica Cassano M et al, 2012

17 Prognosi citologica nell ipertrofia dei turbinati Anamnesi con symptom score RAA Prick test Rinofibroscopia Citologia nasale 258 pazienti con ipertrofia dei turbinati inferiori Cassano M et al, 2012

18 Prognosi citologica nell ipertrofia dei turbinati 258 pazienti con ipertrofia dei turbinati inferiori 105 (40.7%) Rinite allergica 35 (13.6%) NARES 104 (40.3%) NARNE 8 (3.1%) NARMA 6 (2.3%) NARESMA 153 (59.3%) Rinite non allergica cellulo-mediata Cassano M et al, 2012

19 Prognosi citologica nell ipertrofia dei turbinati 258 pazienti con ipertrofia dei turbinati inferiori Terapia medica di almeno tre mesi con : Antistaminici per via generale (levocetirizina 1/die) Corticosteroidi topici (mometasone furoato 2/die) Anticolinergici (Ipratropium bromide 2/die in caso di abbondante rinorrea) Cassano M et al, 2012

20 Symptom score prima del trattamento Nasal Obstruction Itching Rhinorrhea Sneezing Nasal Cytology ALLERGIA NARES NARMA/NARESMA NARNE TOTAL Median Min Max Median Min Max Median Min Max Median Min Max Cassano M et al, 2012

21 Symptom score post- trattamento Nasal Cytology ALLERGIA NARES NARMA/NARESMA NARNE TOTAL Median Nasal Obstrucion Min Max Median Itching Min Max Median Rhinorrhea Min Max Median Sneezing Min Max Cassano M et al, 2012

22 RAA pre e post-trattamento Cassano M et al, 2012

23 Percentuale di fallimento terapeutico nelle sottoclassi citologiche Il confronto statistico (chi-quadro e diseguaglianza di Bonferroni) tra i gruppi Allergy e Nares con gli altri gruppi facevano emergere una differenza statisticamente significativa (p<0.01) Cassano M et al, 2012

24 Correlazione lineare di Pearson tra resistenze RAA pre e post trattamento

25 Prognosi citologica nell ipertrofia dei turbinati CONCLUSIONI La citologia nasale può essere utile per definire una prognosi del trattamento medico dell ipertrofia dei turbinati La presenza di una elevata quota di eosinofili nel paziente con rinite allergica o con rinite non allergica (NARES) è accompagnata da una maggiore probabilità di fallimento della terapia medica I risultati dell esame citologico tuttavia non devono indurci a by-passare la terapia medica ma servono per chiarire al paziente le possibilità di risoluzione. Cassano M et al, 2012

26 Punto di non ritorno Fallimento della terapia medica

27 Indicazione alla chirurgia

28 Istopatologia del turbinato ipertrofico Arch Otolaryngol Head Neck Surg Jun;132(6): The histopathology of the hypertrophic inferior turbinate. Berger G, Gass S, Ophir D. OBJECTIVE: To analyze the quantitative and qualitative characteristics of the hypertrophic inferior turbinate (IT). DESIGN: A prospective, non randomized, controlled, morphometric study. SETTING: University-affiliated hospital.subjects Seventeen patients with refractory IT hypertrophy and 12 with normal ITs. INTERVENTIONS: Twenty ITs were removed from patients with refractory IT hypertrophy and 14 from patients with normal ITs. MAIN OUTCOME MEASURES: The soft tissue and bony elements and the relative proportions of the soft tissueconstituents of the hypertrophic and normal ITs were measured and compared. The Bonferroni correction was used to adjust for multiple comparisons. Qualitative assessment was performed to assess possible pathologic changes in all IT tissues. RESULTS: The hypertrophic ITs were significantly wider. The medial mucosal layer, which thickened from a mean +/- SD of / mm to / mm(p</=.001), made the greatest contribution to the total increase in the width of the IT (64.4%). The enlargement in width of the lateral mucosal layer from 0.91+/ mm to /- 031 mm was of borderline statistical significance. The portion of the medial, lateral, and inferior layers of the lamina propria that houses inflammatory cells enlarged significantly in patients with IT hypertrophy compared with healthy control subjects. The relative proportion of the connective tissue, sub mucosal glands, and arteries remained unchanged, whereas that ofvenous sinusoids increased significantly in all aspects of the hypertrophic mucosa. Fibrosis, inflammation, and engorged venous sinusoids were noted in hypertrophic ITs, yet there was no evidence of tissue destruction. CONCLUSION: Understanding the histopathology of the hypertrophic IT is imperative for the development and management of IT reduction surgery.

29 EPITELIO COLONNARE PSEUDOSTRATIFICATO CILIATO MEMBRANA BASALE Linfoide Ghiandolare LAMINA PROPRIA Vasale (Sinusoidi cavernosi)

30 TECNICHE CHIRURGICHE Turbinectomia totale Turbinectomia parziale Turbinoplastica Elettrocauterizzazione Coaugulazione intraturbinale Decongestione sottomucosa dei turbinati Laser (Argon Plasma, Nd:YAG NEODIMIO-YAG, Diodi, CO2, KTP) Radiofrequenze Neurectomia del n.vidiano

31 Terapia Chirurgica A. Interventi extramucosi demolitivi Turbinectomia totale/subtotale Turbinectomia parziale (turbinotomia, decorticazione del turbinato) Trimming extramucoso con microdebrider ( microabrasion ) B. Interventi extramucosi di superficie Diatermocoagulazione (elettrocauterizzazione) Chemocauterizzazione (cauterizzazione chimica) Criochirurgia Laserchirurgia Argon Plasma C. Interventi extramucosi di riposizionamento Lateralizzazione (lussazione laterale, lateral outfracture ) Conco-antropessia D. Interventi sottomucosi Turbinectomia sottomucosa (resezione sottomucosa del cornetto osseo) Turbinoplastica (decongestione sottomucosa) : Iniezione di corticosteroidi Iniezione di sostanze sclerosanti Diatermocoagulazione Laserchirurgia Radiofrequenza Coblation Microdebrider

32 OBIETTIVO DELLA CHIRURGIA DEI TURBINATI Diminuire il disturbo preservando la funzione APPROCCI CHIRURGICI RADICALI L allargamento indiscriminato del lume nasale non e sinonimo di respirazione nasale ottimale

33 Interventi EXTRAMUCOSI

34 TURBINECTOMIA TOTALE Rimozione totale del turbinato VANTAGGI Effetti nel miglioramento della respirazione immediati SVANTAGGI Emorragie post-operatorie 5-8% Croste nasali, a volte anche dopo mesi, Sinechie 6-12% Possible rinite atrofica Secchezza nasale e cefalea Sintomatologia ostruttiva paradossa EMPTY NOSE SYNDROME Tecnica dannosa

35 TURBINECTOMIA PARZIALE Resezioni orizzontali inferiori Resezioni diagonali Resezioni della testa Resezione della coda Rimodellamento VANTAGGI E SVANTAGGI Simili ma meno marcati di quelli della turbinectomia totale

36 ELETTROCAUTERIZZAZIONE PRIMA METODICA DI TRATTAMENTO DELL IPERTROFIA DEI TURBINATI INFERIORI Cauterizzazione della parete mediale in direzione rostro caudale Heider e crusel 1845 Von Bruns e Volotolini (corrrenti galvaniche) Oggi mono e bipolare VANTAGGI SVANTAGGI Basso rischio di sanguinamento peri e post operatorio Necrosi e fibrosi tissutale Facile e rapida esecuzione Atrofia o metaplasia della mucosa Anestesia locale Perdita apparato ciliare Alterazione della clearance e del TMC Frequenti croste e sinechie turbino-settali Esiti più invalidanti della malattia di partenza

37 ELETTROCAUTERIZZAZIONE Temperatura C Campo elettrico ad alta densità attraverso il tessuto Vaporizzazione dei fluidi intra e extra cellulari Dessicazione e denaturazione del tessuto Necrosi tissutale Profondità 0,6-3,5 mm

38 LASER Turbinectomie parziali o totali e resezioni intraturbinali CO2 Neomidio-Yag Diodi KTP Argon plasma VANTAGGI Buona emostasi Anestesia locale SVANTAGGI Ampie escare e croste con alterazioni a volte irreversibili dell epitelio di rivestimento Diffusa degenerazione della sottomucosa e sostituzione con tessuto di granulazione Alterazione della funzione

39 Interventi SOTTOMUCOSI

40 COAUGULAZIONE INTRATURBINALE Infissione di elettrodi mono o bipolari sottomucosa Corrente elettrica Coaugulazione dei sinusoidi venosi FIBROSI SOTTOMUCOSA SVANTAGGI Risultati limitati nel tempo Difficile valutare l entità dell azione in profondità Secrezione nasale cronica Sanguinamento e croste nel postoperatorio VANTAGGI Facile e rapida esecuzione Anestesia locale Ripetibile

41 DECONGESTIONE SOTTOMUCOSA (Tecnica di Sulsenti) Incisione sulla testa del turbinato Scollamento dei tessuti molli rasente il bordo osseo esteso fino alla coda del turbinato ed evitando lesioni della mucosa Introduzione nel tunnel di pinza weil o microdebrider Rimozione del tessuto erettile in eccesso Eventuale lateralizzazione del turbinato VANTAGGI Buoni risultati a lungo termine Integrità della mucosa SVANTAGGI Sanguinamento A volte tamponamento Anestesia generale TECNICA MAGGIORMENTE CONSIGLIATA IN LETTERATURA

42

43 TURBINOPLASTICA Tecniche che intervengono su osso e parenchima attraverso un numero limitato di incisioni. ANTERIORE: incisione sul margine infero-mediale con sollevamento di flap mucoso, asportazione di osso e parenchima vascolare, accostamento dei lembi PARZIALE INFERIORE: asportazione di cuneo longitudinale della porzione inferiore del turbinato SVANTAGGI Sanguinamento intraoperatorio Anestesia Generale Tamponamento Nasale (?) VANTAGGI Buoni risultati a lungo termine Preservazione dell integrità mucosa

44 Turbinoplastica

45

46 Materiali e metodi 150 Pazienti diagnosi strumentale e citologica pre-trattamento GRUPPO A 75 pz (laser) GRUPPO B 75 pz (turbinoplastica) Diagnosi strumentale citologica a distanza a uno e tre mesi dal trattamento. Obiettivo: valutazione delle modifiche cito-funzionali della mucosa nasale dei pazienti trattati con laser vs pazienti trattati con turbinoplastica a uno e a tre mesi

47 Modificazioni rinomanometriche Cassano M. et al, 2010

48 Trasporto muco-ciliare Cassano M. et al, 2010

49 Cellule ciliate alterate Cassano M. et al, 2010

50 Rapporto mucipare/ciliate Cassano M. et al, 2010

51 Conclusioni La turbinoplastica endoscopica consente una migliore preservazione della mucosa del turbinato inferiore rispetto alla tecnica laser Se associata all out-fracture della porzione ossea consente ottimi risultati funzionali con un ripristino della funzionalità del trasporto muco-ciliare in tempi brevi La laser-terapia, comportando un traumatismo maggiore per la mucosa di superficie dovrebbe essere limitata ai casi in cui non sia consigliabile effettuare l anestesia generale.

52 RADIOFREQUENZE Infissione degli elettrodi Energia a bassa frequenza Lesioni termiche del tessuto ipertrofico intraturbinale Fibrosi e cicatrizzazione Riduzione volumetrica del turbinato VANTAGGI Facile e rapida esecuzione Preservazione della mucosa Anestesia locale Ripetibile nel tempo No tamponamento nasale SVANTAGGI Risultati limitati nel tempo Tecnica piu utilizzata

53 Non tutte le RF sono identiche Spettro delle RF : dalle frequenze audio fino a infrarosso e microonde (10 KHz MHz) NON tutte le apparecchiature a RF in commercio sono tra loro equivalenti. Esse si differenziano per frequenza, tensione e modo di funzionamento (monopolare o bipolare) e nella energia totale inviata al tessuto

54 COBLATION Determina elettrodissociazione Temperature tra i 40 e 70 Immersione elettrodo in film conduttivo Disattivazione prima dell estrazione dal turbinato

55 Coblation Strato di vapore ionizzato o plasma ~ 120 micron Energia ionica utilizzata per rompere i legami molecolari del tessuto Riduzione a gas e ossidi Minima penetrazione termica micron

56 Confronto Coblation - Bovie Coblation Diatermia - Dissociazione molecolare -Vaporizzazione cellulare Centigradi Centigradi - Bipolare -Generalmente monopolare - Danno termico limitato -Danno termico importante

57 Diatermia a confronto con Coblation ECh. convenzionale Coblation

58 TURBINATI

59 Tunnelizzazione dei Turbinati Secondo la dimensione del turbinato si creano due o tre canali Non sovrapporre le lesioni E possibile osservare immediatamente una riduzione volumetrica parziale (MAX 15 gg) Turbinates

60 Riduzione dei Turbinati Una rapida ripresa della respirazione normale per pazienti affetti da ipertrofia dei turbinati. Dolore e formazione di croste minima determina una elevata tollerabilità da parte dei pazienti La rapidità dell intervento riduce il fastidio Il piccolo punto di inserimento aumenta la precisione e il controllo Procedura ideale per la SO o per l ambulatorio Turbinates

61 DECONGESTIONE/ABLAZIONE SOTTOMUCOSA DEI TURBINATI

62 Riduzione dei turbinati ReFlex Ultra 45

63 Protocollo Chirurgico arthrocare La consolle riconosce tutti i manipoli. Per il ReFlex Ultra 45 imposta i valori su: 4 Ablazione e 2 Coagulo Entrare nel turbinato a pedale premuto fino all ultima tacca sul Wand Si esegue un trattamento retrogrado a tre step con ablazione per 10 sec. per ogni step ottenendo (ma tratt.a la demande ) Si ottengono almeno tre lesioni per tunnel generato (si fanno due tunnel paralleli)

64 Riduzione dei Turbinati Fino al 50% di riduzione dell ostruzione nasale entro la prima settimana dal trattamento. Rafforzamento della riduzione a 3, 6 e 12 mesi Soddisfazione del paziente che si incrementa nel tempo. I punteggi della VAS evidenziano un continuo miglioramento dei sintomi a 3, 6 e 12 mesi Bäck LJJ, Hytönen ML, Malmberg HO, Ylikoski JS. Submucosal bipolar radiofrequency thermal ablation of inferior turbinates: A long-term follow-up with subjective and objective assessment. The Laryngoscope 2002; 112:

65 Riduzione dei turbinati Pre-OP Immediate Post-OP After 1-2 days After 1 week After 3-4 weeks

66 COMPARAZIONE Sistemi basati su COBLATION Temperature Da 40 C C a 70 C Sistemi elettrochirurgici Convenzionali: elettrobisturi Più di 400 C Profondità danno termico Effetto sui tessuti target Effetti sui tessuti circostanti Minima Rimozione delicata, dissoluzione Minima dissoluzione Profonda Rapido riscaldamento, carbonizzazione, bruciatura, taglio Bruciatura e carbonizzazione non sotto controllo

67 COMPARAZIONE Sistemi basati su COBLATION Sistemi elettrochirurgici Convenzionali: Laser CO2 e a DIODI Temperature Da 40 C C a 70 C Fino a 400 C Profondità danno termico Minima Profonda Effetto sui tessuti target Rimozione delicata, dissoluzione Rapido riscaldamento con carbonizzazione. Effetti sui tessuti circostanti Minima dissoluzione Bruciatura e carbonizzazione

68 ALTRI GENERATORI DI RADIOFREQUENZE Ellman Surgitron Celon CelonLab ENT Somnus

69 NEURECTOMIA DEL NERVO VIDIANO (Tecnica totalmente extraturbinale) Legatura del nervo (soppressione dell attività parasimpatica) Transantrale, Transsettale, Transpalatale. Miglioramento della rinorrea immediato. Alto rischio di complicanze (sanguinamento)

70 TECNICHE Complicanze intraoperatorie Complicanze Post-operatorie Efficacia nel tempo Elettrocauterizzazione Turbinectomia Turbinoplastica Laser Coaugulazione intraturbinale Decongestione sottomucosa Radiofrequenze costi

71 TECNICHE CHIRURGICHE MUCOSA Elettrocauterizzazione Turbinectomia Turbinoplastica Laser SOTTOMUCOSA Coaugulazione intraturbinale Decongestione sottomucosa Radiofrequenze

72 METODO SOTTOMUCOSO PRECISA E MIRATA CONDOTTA CHIRURGICA Riduzione del tessuto erettile patologico e deconnessione innervazione secretivo-vasomotoria Rispetto della mucosa nasale Rispetto delle formazioni ghiandolari annesse Conservazione della vascolarizzazione ed innervazione Riduzione volumetrica del turbinato ragionevole TECNICHE MAGGIORMENTE CONSIGLIATE

73 LETTERATURA Non esiste metodica ideale Tutte hanno complicanze a breve o lungo termine RICERCA CLINICA PROGRESSO TECNOLOGIA REALI BENEFICI PER IL PAZIENTE

74 LETTERATURA Dal 1965 ad oggi circa 700 lavori

75 LETTERATURA Riporta i risultati della chirurgia dei turbinati su 382 pazienti assegnati in maniera randomizzata alle seguenti terapie: -Elettrocauterizzazione (62) -Crioterapia (58) -Causticazione con laser (54) -Resezione submucosa senza out-fracture (69) -Resezione submucosa con out-fracture (94) -Turbinectomia (45) Follow-up da 1 a 4 anni con: Rinomanometria Rinometria acustica Tempo di trasporto mucociliare Symptom score IgA secretorie CONCLUSIONE: La resezione submucosa con out-fracture consente i migliori risultati in termini di aumento del flusso respiratorio, mantenimento della funzionalità respiratoria nasale e basse conplicanze

76 STUDI COMPARATIVI Comparative study of the effects of submucosal cauterization of the inferior turbinate with or without outfracture Antonio Celso Nunes Nassif FilhoI; Comparative study on the long-term effectiveness between coblation- and microdebrider-assisted partial turbinoplasty. Lee JY, Lee JD. Comparison of chemical cautery (AgNo3) and steroid spray against SMD (submucosal diathermy) in the treatment of symptomatic inferior turbinate hypertrophy (ITH). Kafle P Comparison of long term results after Ho:YAG and diode laser treatment of hyperplastic inferior nasal turbinatesronald Sroka, PhD 1 *, Philip Janda, Comparison of microdebrider-assisted inferior turbinoplasty and submucosal resection for Children with hypertrophic inferior turbinates Yu-Lin Chen Comparison of radiofrequency tissue volume reduction and submucosal resection with microdebrider in inferior turbinate hypertrophy Zeynep Kizilkaya,MD

77 Mancanza di trials clinici randomizzati controllati Cochrane Database Syst Rev Dec 8;(12):CD Inferior turbinate surgery for nasal obstruction in allergic rhinitis after failed medical treatment. Jose J, Coatesworth AP. BACKGROUND: Allergic rhinitis is a highly prevalent disease that results from an IgE-mediated hypersensitivity reaction of the nasal mucosa to inhaled allergens. It is primarily treated by allergen avoidance and medical treatment, but when these measures fail to control symptoms then surgery to the inferior turbinates of nose is often performed. It is unclear whether these procedures are beneficial in the long term or indeed whether the risks outweigh the benefits. OBJECTIVES: To assess the effectiveness of inferior turbinate surgery on unrelieved or partially relieved nasal obstruction in patients after maximal medical treatment of proven allergic rhinitis, to compare the results using different surgical techniques and to measure short and longterm results. SEARCH STRATEGY: We searched the following databases from their inception for published, unpublished and ongoing trials: the Cochrane Ear, Nose and Throat Disorders Group Trials Register; the Cochrane Central Register of Controlled Trials (CENTRAL) (The Cochrane Library 2010, Issue 2); PubMed; EMBASE; CINAHL; LILACS; KoreaMed; IndMed; PakMediNet; CAB Abstracts; Web of Science; BIOSIS Previews; CNKI; mrct (Current Controlled Trials); ClinicalTrials.gov; ISRCTN; ICTRP (International Clinical Trials Registry Platform); Cambridge Scientific Abstracts; Google and additional sources for published and unpublished trials. We modelled subject strategies for databases on the search strategy designed for CENTRAL. The date of the most recent search was 6 July SELECTION CRITERIA: Randomised controlled trials of inferior turbinate surgery versus continued medical treatment for proven allergic rhinitis, or comparisons between one technique of inferior turbinate surgery versus another technique, after maximal medical treatment. DATA COLLECTION AND ANALYSIS: Both authors independently screened the search results and assessed the full text of potentially relevant studies. We attempted to contact trial authors for additional information. MAIN RESULTS: There were no studies that fulfilled the inclusion criteria of the review. AUTHORS' CONCLUSIONS: This review highlights the need for randomised controlled trials to evaluate the role of inferior turbinate surgery for nasal obstruction in allergic rhinitis after failed medical treatment. Future trials needs to be rigorous in design and delivery, separate adults from paediatric patients, not combine allergic with non-allergic patients and last long enough to determine long-term results and complications.

78 Mancanza di trials clinici randomizzati controllati 3. Laryngoscope Sep;119(9): Surgical management of adult inferior turbinate hypertrophy: a systematic review of the evidence. Batra PS, Seiden AM, Smith TL. Section of Nasal and Sinus Disorders, Head and Neck Institute, Cleveland Clinic OBJECTIVES/HYPOTHESIS: The evidence-based medicine (EBM) schema advocates critical appraisal of the scientific literature for treatment of diseases. The objective of this review was to analyze the role of surgery for symptomatic adult inferior turbinate hypertrophy (ITH) by focusing on the following question: In adults with nasal airway obstruction (NAO) from documented ITH having failed medical therapy, does inferior turbinate surgery improve disease-specific quality of life, symptoms, and/or objective parameters with minimum 6-month follow-up?. STUDY DESIGN: Evidence-based review. METHODS: Articles for inclusion were identified by query of appropriate search terms in the PubMed database. The articles were reviewed independently by two authors and assigned an evidence level based on standard EBM guidelines. RESULTS: The search yielded 514 abstracts for review, retrieved 143 abstracts for full review, and included 96 articles in the report. The majority of the articleswere assigned level 4 (75) or level 5 (18) evidence. One report was assigned level 1 and two reports were assigned level 2. Median number of patients reported was 50 (range, 1-533). Subjective assessment parameters were reported in 80 studies. Objective parameters were evaluated in 36 studies, including acousticrhinometry or rhinomanometry (26) and mucociliary function (8). Overwhelming data supported efficacy of surgery for NAO from ITH with positive results reported in 93 studies. CONCLUSIONS: The literature provides considerable level 4 and 5 evidence for efficacy of surgery for adult symptomatic ITH. Given the paucity of level 1 and 2 data, future studies should focus on prospective studies with matched control groups for comparison.

79

80

81

82 MALATTIE CON DIFETTO DELLA CLEARANCE MUCO-CILIARE CONGENITE A) SINDROME DI KARTAGENER B) MUCOVISCIODOSI C) SINDROME DELLE CIGLIE IMMOBILI ACQUISITE A) FLOGOSI RINOSINUSALI CRONICHE B) FLOGOSI VIRALI ACUTE C) RINITE ALLERGICA D) POLIPOSI NASALE E) IPERYROFIA ADENOIDEA

83 RINOPATIE VASOMOTORIE - iter diagnostico - ANAMNESI (familiare, socio-ambientale, personale) TESTS CUTANEI RAST siero TPN SPECIFICO ESAME RINOLOGICO RINOCITOGRAMMA + - rinopatia vasomotoria non allergica eosinofila rinopatia vasomotoria distonica

84 RINOCITOGRAMMA Tecnica dello scraping : campioni di mucosa nasale mediante raschiamento (curette di plastica) Colorazione con la metodica di Giemsa Lettura per campi Studio della composizione della cellularità nel secreto nasale ed in particolare valutazione dell eosinofilia (significativa se > 20 % in tre conte successive)

85 DI COSA ABBIAMO BISOGNO? Microscopio ottico Nikon E600 con funzione a contrasto di fase Microscopio ottico Nikon E500 con funzione a contrasto di fase

86 DI COSA ABBIAMO BISOGNO?

87 SCRAPING

88 Rhino Probe

89 SCRAPING

90 PREPARAZIONE DEL VETRINO

91 PREPARAZIONE DEL VETRINO

92 COLORAZIONE DI MAY GRUNWALD S GIEMSA May Grunwald s puro 3 May Grunwald s diluito 1/1 6 Acqua distillata 1 Giemsa diluito 1/10 30

93 CITOLOGIA NASALE c.ciliate c.mucipare spore neutrofili plasmacellula batteri

94 Prognosi citologica nell ipertrofia dei turbinati OBIETTIVO Valutare se un particolare infiltrato cellulare in soggetti con rinite allergica o non allergica cellulomediata,è predittivo di un fallimento della terapia medica e quindi conduce con maggiore probabilità ad una risoluzione chirurgica Cassano M et al, 2012

95 Prognosi citologica nell ipertrofia dei turbinati Anamnesi con symptom score RAA Prick test Rinofibroscopia Citologia nasale 258 pazienti con ipertrofia dei turbinati inferiori Cassano M et al, 2012

96 Prognosi citologica nell ipertrofia dei turbinati 258 pazienti con ipertrofia dei turbinati inferiori 105 (40.7%) Rinite allergica 35 (13.6%) NARES 104 (40.3%) NARNE 8 (3.1%) NARMA 6 (2.3%) NARESMA 153 (59.3%) Rinite non allergica cellulo-mediata Cassano M et al, 2012

97 Prognosi citologica nell ipertrofia dei turbinati 258 pazienti con ipertrofia dei turbinati inferiori Terapia medica di almeno tre mesi con : Antistaminici per via generale (levocetirizina 1/die) Corticosteroidi topici (mometasone furoato 2/die) Anticolinergici (Ipratropium bromide 2/die in caso di abbondante rinorrea) Cassano M et al, 2012

LA SOLUZIONE AI NODULI BENIGNI DELLA TIROIDE

LA SOLUZIONE AI NODULI BENIGNI DELLA TIROIDE LA SOLUZIONE AI NODULI BENIGNI DELLA TIROIDE www.modilite.info MODILITE In Italia la patologia nodulare tiroidea è piuttosto frequente ed è spesso asintomatica. Circa l 80% dei noduli tiroidei sono benigni

Dettagli

LA deviazione del setto nasale e le sinusiti croniche.

LA deviazione del setto nasale e le sinusiti croniche. LA deviazione del setto nasale e le sinusiti croniche. LA deviazione del setto La respirazione umana passa dal naso e dalla bocca. L Otorinolaringoiatra ha il compito di consentire il corretto passaggio

Dettagli

LA CITOLOGIA NASALE A cura di Carlo De Luca Direttore dell Unità Operativa di Otorinolaringoiatria Clinica Villa Maria - Campobasso

LA CITOLOGIA NASALE A cura di Carlo De Luca Direttore dell Unità Operativa di Otorinolaringoiatria Clinica Villa Maria - Campobasso LA CITOLOGIA NASALE A cura di Carlo De Luca Direttore dell Unità Operativa di Otorinolaringoiatria Clinica Villa Maria - Campobasso INTRODUZIONE Questo articolo ha solo uno scopo pratico di rapida consultazione,

Dettagli

Rinite allergica: quando, come e perché curarsi

Rinite allergica: quando, come e perché curarsi 1 / 8 2 / 8 La mucosa polvere manifesta rappresenta su dell infanzia. 6. rinite Nella e nasale allergica con peli popolazione il congestione quinto di a animali. seguito è definita disturbo pediatrica

Dettagli

COCHRANE LIBRARY E CLINICAL EVIDENCE: DOVE E COME TROVARE REVISIONI SISTEMATICHE IORI RITA 2008

COCHRANE LIBRARY E CLINICAL EVIDENCE: DOVE E COME TROVARE REVISIONI SISTEMATICHE IORI RITA 2008 COCHRANE LIBRARY E CLINICAL EVIDENCE: DOVE E COME TROVARE REVISIONI SISTEMATICHE IORI RITA 2008 2 Too much information, too little time THE COCHRANE LIBRARY - Pubblicazione elettronica aggiornata ogni

Dettagli

Le pratiche chirurgiche oggi impiegate per liberare il naso sono infatti precise ed efficaci.

Le pratiche chirurgiche oggi impiegate per liberare il naso sono infatti precise ed efficaci. Un tempo gli interventi chirurgici in grado di liberare" il naso, favorendo una corretta respirazione, richiedevano tempi operatori e post - operatori lunghi e causavano ai paziente diversi disagi durante

Dettagli

Il supporto del chirurgo generale. Giovanni Sgroi Direttore Dipartimento Scienze Chirurgiche U.O. Chirurgia Generale 2ª ed Oncologica A.O.

Il supporto del chirurgo generale. Giovanni Sgroi Direttore Dipartimento Scienze Chirurgiche U.O. Chirurgia Generale 2ª ed Oncologica A.O. Il supporto del chirurgo generale Giovanni Sgroi Direttore Dipartimento Scienze Chirurgiche U.O. Chirurgia Generale 2ª ed Oncologica A.O. Treviglio Rispettando il principio del trattamento guidato dai

Dettagli

Terapie ablative locali dell HCC

Terapie ablative locali dell HCC 1 Terapie ablative locali dell HCC V. Arienti, L. Baldini, S. Pretolani Centro di Ricerca e Formazione in Ecografia Internistica ed Interventistica Divisione di Medicina Interna - Ospedale Maggiore Bologna

Dettagli

La st rument azione chirurgica. Prof. Robert o Mont isci Chirurgia vascolare - Policlinico

La st rument azione chirurgica. Prof. Robert o Mont isci Chirurgia vascolare - Policlinico La st rument azione chirurgica Prof. Robert o Mont isci Chirurgia vascolare - Policlinico L elettrochirurgia Nella seconda metà del XIX secolo, la scoperta del fatto che una corrente elettrica

Dettagli

DOLORE PSICHE E QUALITA DI VITA

DOLORE PSICHE E QUALITA DI VITA Convegno Nazionale Società Italiana di Chirurgia Ginecologica Endometriosi: patologia, clinica ed impatto sociale Sabato 8 Marzo 2014 - Bergamo ENDOMETRIOSI DOLORE PSICHE E QUALITA DI VITA A. Signorelli

Dettagli

IPERTROFIA DEI TURBINATI

IPERTROFIA DEI TURBINATI IPERTROFIA DEI TURBINATI Trattamento dei turbinati I turbinati sono delle strutture che si trovano all interno di ciascuna delle fosse nasali, sono strutture ossee rivestite di mucosa ipervascolarizzata.

Dettagli

Tavola Rotonda: Trattamenti escissionali a confronto

Tavola Rotonda: Trattamenti escissionali a confronto Convegno Nazionale GISCI 2007 Tavola Rotonda: Trattamenti escissionali a confronto G.Garozzo Catania 3-4 Maggio 2007 Il trattamento escissionale è sempre il gold standard nella terapia della CIN? L avvento

Dettagli

In base alle informazioni ricevute, in piena consapevolezza e libertà decisionale esprimo: il mio consenso a sottopormi alla procedura di:

In base alle informazioni ricevute, in piena consapevolezza e libertà decisionale esprimo: il mio consenso a sottopormi alla procedura di: Il sottoscritto Dott... dichiara di avere fornito informazioni complete e comprensibili al Sig/Sig.ra al riguardo della necessità/opportunità di sottoporsi a POLIPECTOMIA, MUCOSECTOMIA, DISSEZIONE SOTTOMUCOSA

Dettagli

QUANDO IL NASO SI RIBELLA:

QUANDO IL NASO SI RIBELLA: QUANDO IL NASO SI RIBELLA: La tecnica La causa più frequente della difficoltà respiratoria è rappresentata dall ipertrofia dei turbinati. I turbinati non sono una patologia o un nemico da combattere che

Dettagli

MALATTIA TROMBOEMBOLICA VENOSA 2014 : NUOVI FARMACI = NUOVI PERCORSI? Rino Migliacci

MALATTIA TROMBOEMBOLICA VENOSA 2014 : NUOVI FARMACI = NUOVI PERCORSI? Rino Migliacci MALATTIA TROMBOEMBOLICA VENOSA 2014 : NUOVI FARMACI = NUOVI PERCORSI? Rino Migliacci Choice of Initial Anticoagulant Regimen in Patients With Proximal DVT In patients with acute DVT of the leg, we

Dettagli

Trattamenti conservativi della lombalgia: dalla diagnosi alla risoluzione del problema

Trattamenti conservativi della lombalgia: dalla diagnosi alla risoluzione del problema Trattamenti conservativi della lombalgia: dalla diagnosi alla risoluzione del problema Utilizzo della Diatermia nelle sindromi lombalgiche Bologna, 19 20 Novembre 2011 Trattamenti conservativi della lombalgia:

Dettagli

I COSTI RAPPRESENTANO UN PROBLEMA IN CHIRURGIA LAPAROSCOPICA?

I COSTI RAPPRESENTANO UN PROBLEMA IN CHIRURGIA LAPAROSCOPICA? I COSTI RAPPRESENTANO UN PROBLEMA IN CHIRURGIA LAPAROSCOPICA? M.M. Lirici SESSIONE SIC-SICE Sistema ABC ACTIVITY BASED COSTING Gli elementi che generano il costo sono quelli che richiedono una prestazione

Dettagli

Gli Antidepressivi nella depressione maggiore. Trieste, 26 Febbraio 2009

Gli Antidepressivi nella depressione maggiore. Trieste, 26 Febbraio 2009 Gli Antidepressivi nella depressione maggiore Trieste, 26 Febbraio 2009 PRINCIPI GENERALI (I) Gli antidepressivi dovrebbero essere prescritti nei soggetti con depressione maggiore di intensità media-grave

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI. CLINICA OTORINOLARINGOIATRICA (Dir. Prof. Francesco Meloni)

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI. CLINICA OTORINOLARINGOIATRICA (Dir. Prof. Francesco Meloni) UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI CLINICA OTORINOLARINGOIATRICA (Dir. Prof. Francesco Meloni) SINUSITI E POLIPOSI Per sinusite si intende un processo infiammatorio dei seni paranasali a decorso acuto o

Dettagli

Terapia di stimolazione del midollo spinale (SCS): documento informativo

Terapia di stimolazione del midollo spinale (SCS): documento informativo Terapia di stimolazione del midollo spinale (SCS): documento informativo Che cos è la terapia SCS? La stimolazione del midollo spinale (SCS) è un opzione chirurgica che potrebbe apportare un miglioramento

Dettagli

Clinica Otorinolaringoiatrica (Dir. Prof. Francesco Meloni) RINITI CRONICHE. Le riniti croniche sono schematicamente riassumibili in:

Clinica Otorinolaringoiatrica (Dir. Prof. Francesco Meloni) RINITI CRONICHE. Le riniti croniche sono schematicamente riassumibili in: Università degli studi di sassari Clinica Otorinolaringoiatrica (Dir. Prof. Francesco Meloni) RINITI CRONICHE Le riniti croniche sono schematicamente riassumibili in: rinite ipertrofica rinite medicamentosa

Dettagli

GRADE applicato alle Linee Guida ARIA

GRADE applicato alle Linee Guida ARIA GRADE applicato alle Linee Guida ARIA Sergio Bonini Professor di Medicina Interna Seconda Università di Napoli INMM-CNR, ARTOV, Roma se.bonini@gmail.com The ARIA initiative was developed As a state-of-the-art

Dettagli

Il trattamento laser HeLP delle emorroidi: indicazioni e note di tecnica. Dott. Alessandro MASTROMARINO

Il trattamento laser HeLP delle emorroidi: indicazioni e note di tecnica. Dott. Alessandro MASTROMARINO WORKSHOP IL LASER NELLE EMORROIDI E VARICI DEGLI ARTI INFERIORI. UNA SOLUZIONE MODERNA PER UN ANTICO PROBLEMA. Il trattamento laser HeLP delle emorroidi: indicazioni e note di tecnica Dott. Alessandro

Dettagli

LE CURE TERMALI. Le cure inalatorie

LE CURE TERMALI. Le cure inalatorie LE CURE TERMALI Le cure inalatorie LE ACQUE TERMALI DI COMANO Curano la pelle, migliorano la vita L acqua di Comano è un acqua oligominerale caratterizzata dalla presenza di sali di bicarbonato, calcio,

Dettagli

La valutazione clinica per la certificazione dei dispositivi medici

La valutazione clinica per la certificazione dei dispositivi medici Ordine degli Ingegneri di Monza e Brianza Monza, 9 marzo 2011 La valutazione clinica per la certificazione dei dispositivi medici Dott. Ing. Luca Radice Presidente commissione Bioingegneria Ordine Ingegneri

Dettagli

Alla ricerca delle prove di efficacia

Alla ricerca delle prove di efficacia Ozzano dell Emilia EBVM e accesso a informazioni evidence-based 14 marzo 2009 Claudio Fabbri Biblioteca Centralizzata Polo Scientifico-Didattico di Rimini Università degli Studi di Bologna Alla ricerca

Dettagli

La citologia nasale è una metodica diagnostica di grande utilità in ambito rinoallergologico. 1-2

La citologia nasale è una metodica diagnostica di grande utilità in ambito rinoallergologico. 1-2 CITOLOGIA NASALE IN PEDIATRIA: NUOVE ACQUISIZIONI Matteo Gelardi Department of Otolaryngology, University of Bari, Italy INTRODUZIONE La citologia nasale è una metodica diagnostica di grande utilità in

Dettagli

Report dei gruppi di lavoro >> [ Mieloma multiplo ]

Report dei gruppi di lavoro >> [ Mieloma multiplo ] Report dei gruppi di lavoro >> [ Mieloma multiplo ] Relatore: M.T. PETRUCCI 27-28 ottobre 2008 Borgo S. Luigi Monteriggioni (Siena) Mieloma multiplo - Copyright FSE 1 Gruppo di lavoro 2 [ Mieloma multiplo]

Dettagli

SIMPOSIO SATELLITE BUDESONIDE: ALTRE INDICAZIONI DR.RAFFAELLO SOSTEGNI UOA GASTROENTEROLOGIA OSPEDALE MAURIZIANO UMBERTO I TORINO

SIMPOSIO SATELLITE BUDESONIDE: ALTRE INDICAZIONI DR.RAFFAELLO SOSTEGNI UOA GASTROENTEROLOGIA OSPEDALE MAURIZIANO UMBERTO I TORINO SIMPOSIO SATELLITE BUDESONIDE: ALTRE INDICAZIONI DR.RAFFAELLO SOSTEGNI UOA GASTROENTEROLOGIA OSPEDALE MAURIZIANO UMBERTO I TORINO BUDESONIDE:ALTRI IMPIEGHI Rettocolite ulcerosa Pouchite Riduzione out-put

Dettagli

Jennifer Foglietta Oncologia medica- Perugia

Jennifer Foglietta Oncologia medica- Perugia QUESITO GRADE 3: Nelle pazienti operate con carcinoma mammario HR+ in premenopausa, il trattamento ormonale adiuvante con exemestane +soppressione ovarica è raccomandato rispetto a tamoxifen + soppressione

Dettagli

La terapia farmacologica

La terapia farmacologica La terapia farmacologica Angelo Bianchetti Gruppo di Ricerca Geriatrica, Brescia Dipartimento Medicina e Riabilitazione, Istituto Clinico S.Anna, Brescia Gli outcome del trattamento del delirum Prevenzione

Dettagli

Sintesi delle conoscenze scientifiche sull efficacia comparativa di EPO in pazienti con anemia da malattia renale cronica

Sintesi delle conoscenze scientifiche sull efficacia comparativa di EPO in pazienti con anemia da malattia renale cronica Sintesi delle conoscenze scientifiche sull efficacia comparativa di EPO in pazienti con anemia da malattia renale cronica Laura Amato Rosella Saulle Zuzana Mitrova 1. Revisione della letteratura P Adulti

Dettagli

Gli obiettivi del terzo modulo possono essere così riassunti: Illustrare i segni associati alla rinite acuta, differenziandone le principali forme

Gli obiettivi del terzo modulo possono essere così riassunti: Illustrare i segni associati alla rinite acuta, differenziandone le principali forme 1 Gli obiettivi del terzo modulo possono essere così riassunti: Illustrare i segni associati alla rinite acuta, differenziandone le principali forme cliniche Descrivere le possibili complicanze che possono

Dettagli

Evacuazione chirurgica della cavità uterina: manovra ormai obsoleta? Dott.ssa Chiodo

Evacuazione chirurgica della cavità uterina: manovra ormai obsoleta? Dott.ssa Chiodo Dott.ssa Chiodo Dott. Galli Dott. Luerti NO! Dati ISTAT 2006 (66.308 pz) RCU (95%) Tp Med (3%) altro (2%) Letteratura Cochrane Database Syst Rev. 2010 Jan 20;(1. ) Medical treatments for incomplete miscarriage

Dettagli

Medicina Occidendale e Medicina Orientale: due mondi a confronto

Medicina Occidendale e Medicina Orientale: due mondi a confronto Medicina Occidendale e Medicina Orientale: due mondi a confronto Agopuntura, quali evidenze? 1972: Viaggio di Nixon in Cina La stampa internazionale incomincia ad interessarsi della agopuntura Nixon incontra

Dettagli

Ambulatorio di Chirurgia Plastica

Ambulatorio di Chirurgia Plastica via Nazario Sauro, 32-30014 Cavarzere (VE) - Tel. 0426 316111 - Fax 0426 316445 Ambulatorio di Chirurgia Plastica Redatto da: - Medico specialista, - Coord. Amministrativa - Coord. Infermieristica - Personale

Dettagli

L ETICA del CONTROLLO nel TRIAL CLINICO. Luigi Saccà, Università Federico II. Assemblea COLMED/09, Roma, 1 Giugno 2012

L ETICA del CONTROLLO nel TRIAL CLINICO. Luigi Saccà, Università Federico II. Assemblea COLMED/09, Roma, 1 Giugno 2012 L ETICA del CONTROLLO nel TRIAL CLINICO Luigi Saccà, Università Federico II Assemblea COLMED/09, Roma, 1 Giugno 2012 thestudylacksadequatecontrol ClinicalTrial.gov A service ofthe U.S. NIH CHARACTERISTICS

Dettagli

L accesso alla Cochrane è consentito solo dal PC collegati alla rete della struttura tramite controllo dell indirizzo IP.

L accesso alla Cochrane è consentito solo dal PC collegati alla rete della struttura tramite controllo dell indirizzo IP. La Cochrane Library è il principale prodotto della Cochrane Collaboration. Si tratta di un Database che raccoglie tutte le revisioni sitematiche (RS) prodotte dalla Cochrane Collaboration ed i protocolli

Dettagli

Lesioni ghiandolari in campioni bioptici. Giovanni Negri Bolzano

Lesioni ghiandolari in campioni bioptici. Giovanni Negri Bolzano Lesioni ghiandolari in campioni bioptici Giovanni Negri Bolzano Pap test di invio con lesione ghiandolare in 40% dei casi AIS puro in 50.6% dei coni Colposcopia negativa in 24% dei casi Biopsia negativa

Dettagli

Trattamento chirurgico. Oggi

Trattamento chirurgico. Oggi Trattamento chirurgico dei Tumori neuroendocrini gastroenteropancreatici Oggi giancarlo pansini simona bonazza di maestro in maestro una introduzione The Neuroendocrine System and Its Tumors An Overview

Dettagli

Aspetti economici della terapia di stimolazione del midollo spinale (SCS)

Aspetti economici della terapia di stimolazione del midollo spinale (SCS) Aspetti economici della terapia di stimolazione del midollo spinale (SCS) L impatto del dolore cronico In Europa, il dolore cronico colpisce 1 adulto su 5 1. I casi di dolore cronico di origine neuropatica

Dettagli

Diagnosi precoce: utopia o realtà?

Diagnosi precoce: utopia o realtà? Diagnosi precoce: utopia o realtà? Valter Torri Laboratorio di Metodologia per la Ricerca Clinica Dipartimento di Oncologia Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri IRCCS, Milano è il 3% del totale

Dettagli

TRATTAMENTO DELL ADENOCARCINOMA T1 (ADENOMA CANCERIZZATO) Il parere del chirurgo: Vincenzo Trapani

TRATTAMENTO DELL ADENOCARCINOMA T1 (ADENOMA CANCERIZZATO) Il parere del chirurgo: Vincenzo Trapani TRATTAMENTO DELL ADENOCARCINOMA T1 (ADENOMA CANCERIZZATO) Il parere del chirurgo: Vincenzo Trapani Adenoma cancerizzato/carcinoma colorettale iniziale (pt1) DEFINIZIONE Lesione adenomatosa comprendente

Dettagli

Angelo Maurizio Clerici U.O.C. Neurologia Direttore Prof. Giorgio Bono Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi Università degli Studi dell Insubria

Angelo Maurizio Clerici U.O.C. Neurologia Direttore Prof. Giorgio Bono Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi Università degli Studi dell Insubria Angelo Maurizio Clerici U.O.C. Neurologia Direttore Prof. Giorgio Bono Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi Università degli Studi dell Insubria Disease Oriented-Therapy (if available) Primarily life-prolongation

Dettagli

RUSSARE. Il russamento, soprattutto se abituale, è stato recentemente riconosciuto come patologia e come fattore di rischio per malattie gravi.

RUSSARE. Il russamento, soprattutto se abituale, è stato recentemente riconosciuto come patologia e come fattore di rischio per malattie gravi. RUSSARE Circa il 30% della popolazione adulta dei paesi industrializzati russa con un'incidenza doppia negli uomini rispetto alle donne La percentuale sale al 60% tra i maschi in età superiore ai 60 anni.russare

Dettagli

APPROPRIATEZZA della EGDS

APPROPRIATEZZA della EGDS APPROPRIATEZZA della EGDS Dr. P. Montalto U.O.C. Gastroenterologia OSPEDALE SAN JACOPO. GASTROENTEROLOGIA NELL ANZIANO Pisa, 28 settembre 2013 Totale: 60.626.442 abitanti ³65 anni: 12.301.537 abitanti

Dettagli

LA SOLUZIONE AI NODULI BENIGNI DELLA TIROIDE

LA SOLUZIONE AI NODULI BENIGNI DELLA TIROIDE LA SOLUZIONE AI NODULI BENIGNI DELLA TIROIDE www.modilite.info MODILITE In Italia la patologia nodulare tiroidea è piuttosto frequente ed è spesso asintomatica. Circa l 80% dei noduli tiroidei sono benigni

Dettagli

Negli ultimi anni la chirurgia protesica

Negli ultimi anni la chirurgia protesica Artroprotesi coxo-femorale: riabilitazione precoce mediante Tecarterapia Antonio Alberti Cristiano Fusi Negli ultimi anni la chirurgia protesica dell anca si è evoluta: il chirurgo dispone di tecniche

Dettagli

Terapia chirurgica orale

Terapia chirurgica orale CHIRURGIA ORALE Studio Santoro Terapia chirurgica orale La chirurgia orale è quella branca dell Odontoiatria che si occupa di varie problematiche inerenti la necessità di avulsione di elementi dentari

Dettagli

Esposizioni ai campi elettromagnetici nelle attività sanitarie

Esposizioni ai campi elettromagnetici nelle attività sanitarie Esposizioni ai campi elettromagnetici nelle attività sanitarie Dr. R. Di Liberto r.diliberto@smatteo.pv.it Struttura Complessa di Fisica Sanitaria Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo di Pavia 1 Le

Dettagli

EAC ED ICTUS EPIDEMIOLOGIA CLINICA

EAC ED ICTUS EPIDEMIOLOGIA CLINICA Terza causa di morte (10-12%) e prima di disabilità Prevalenza 6,5% (tra i 65-84 aa.) 194.000 Ictus/anno 907.000 Disabili SPREAD 2003 EAC ED ICTUS EPIDEMIOLOGIA CLINICA Stenosi carotidea Sintomatologia

Dettagli

La chirurgia: come, quando e quale

La chirurgia: come, quando e quale La chirurgia: come, quando e quale V. Ziparo Facoltà di Medicina e Psicologia Dipartimento Medico-Chirurgico e Medicina Translazionale Azienda Ospedaliera Sant Andrea Epidemiologia dell Adenocarcinoma

Dettagli

INFORMAZIONI MEDICHE PER L INTERVENTO CHIRURGICO DI CORREZIONE MORFOLOGICA E FUNZIONALE DI SETTO E PIRAMIDE NASALE

INFORMAZIONI MEDICHE PER L INTERVENTO CHIRURGICO DI CORREZIONE MORFOLOGICA E FUNZIONALE DI SETTO E PIRAMIDE NASALE UNITA OPERATIVA COMPLESSA DI OTORINOLARINGOIATRIA Direttore: Carlo Alicandri Ciufelli NOTA ORL 33 Revisione 1 del 09.09.2010 Pagina 1 di 5 INFORMAZIONI MEDICHE PER L INTERVENTO CHIRURGICO DI CORREZIONE

Dettagli

Metodi per il dosaggio dei D-Dimeri

Metodi per il dosaggio dei D-Dimeri Metodi per il dosaggio dei D-Dimeri Metodi immunologici ELISA classici ELISA modificati Agglutinazione su vetrino Turbidimetrici/nefelometri Su sangue in toto Fonti di variabilità tra metodi per il dosaggio

Dettagli

Aspirazione e taglio con la radiofrequenza

Aspirazione e taglio con la radiofrequenza ATMOS RS 221 Aspirazione e taglio con la radiofrequenza PRECISIONE MASSIMA Interventi Plastica delle palpebre Rinoplastica Epilazione Lifting facciale Otoplastica Taglio, Ablazione superficiale Mammoplastica

Dettagli

Endpointse disegni di studio nella malattia avanzata: valore clinico Vs valore statistico G. PAPPAGALLO

Endpointse disegni di studio nella malattia avanzata: valore clinico Vs valore statistico G. PAPPAGALLO Endpointse disegni di studio nella malattia avanzata: valore clinico Vs valore statistico G. PAPPAGALLO Endpoint surrogati e outcome nella malattia metastatica Giovanni L. Pappagallo Ufficio di Epidemiologia

Dettagli

Le nuove frontiere dell elettroterapia: l Horizontal Therapy

Le nuove frontiere dell elettroterapia: l Horizontal Therapy Le nuove frontiere dell elettroterapia: l Horizontal Therapy Horizontal Therapy. Terapia di recente acquisizione nell ambito dell elettroterapia, brevettata dalla casa produttrice Hako-Med a partire da

Dettagli

Anita Andreano e Antonio Russo

Anita Andreano e Antonio Russo DEFINIZIONE DI UN SET DI INDICATORI DEL PROCESSO DI DIAGNOSI E CURA DEL TUMORE POLMONARE TRAMITE METODO DELPHI-MODIFICATO E PRESENTAZIONE DEGLI INDICATORI CALCOLATI SULLA POPOLAZIONE DI DUE ASL DELLA PROVINCIA

Dettagli

L importanza della diagnosi precoce in età pediatrica E PIOZZI

L importanza della diagnosi precoce in età pediatrica E PIOZZI L importanza della diagnosi precoce in età pediatrica E PIOZZI ETA Pediatrica L età pediatrica comprende la fascia 018 anni In termini oftalmologici la diagnosi precoce riduce la fascia ideale per la diagnosi

Dettagli

Aspetti Critici degli Studi Clinici nel SNC

Aspetti Critici degli Studi Clinici nel SNC Aspetti Critici degli Studi Clinici nel SNC SSFA, Milano 10 settembre 2012 Eva J Runggaldier Clin. Ops. Therapeutic Area Leader Medical Affairs & Clinical Operations Roche SpA Summary Status della Ricerca

Dettagli

IL TRATTAMENTO DELLA POLIPOSI NASALE : DIAGNOSI E TERAPIA

IL TRATTAMENTO DELLA POLIPOSI NASALE : DIAGNOSI E TERAPIA IL TRATTAMENTO DELLA POLIPOSI NASALE : DIAGNOSI E TERAPIA Sono state formulate molte ipotesi sulla eziopatogenesi della poliposi rinosinusale, ma purtroppo nessuna, tuttora, consente di curare la patologia

Dettagli

Ranitidina. Enrico Valletta UOC Pediatria Forlì. lunedì 31 maggio 2010

Ranitidina. Enrico Valletta UOC Pediatria Forlì. lunedì 31 maggio 2010 Ranitidina Enrico Valletta UOC Pediatria Forlì 1 Christian Albert Theodor Billroth (Bergen auf Rügen, 26 agosto 1829 Abbazia, 6 febbraio 1894) 2 3 4 5 Ranitidina Indicazioni Esofagite Iperacidità gastrica

Dettagli

MA...CI SONO TRATTAMENTI CONSERVATIVI CHE DANNO ESITI ESTETICI CHE SONO PEGGIORI UNA MASTECTOMIA

MA...CI SONO TRATTAMENTI CONSERVATIVI CHE DANNO ESITI ESTETICI CHE SONO PEGGIORI UNA MASTECTOMIA I PICCOLI TUMORI SONO CURABILI CON TRATTAMENTI CONSERVATIVI E IN ITALIA GLI INDICATORI RELATIVI SONO BUONI PER TUTTI MA...CI SONO TRATTAMENTI CONSERVATIVI CHE DANNO ESITI ESTETICI CHE SONO PEGGIORI UNA

Dettagli

SOMMARIO MALATTIE DELL ORECCHIO E DISTURBI DELL UDITO

SOMMARIO MALATTIE DELL ORECCHIO E DISTURBI DELL UDITO SOMMARIO MALATTIE DELL ORECCHIO E DISTURBI DELL UDITO ELEMENTI DI FISICA ACUSTICA ANATOMO-FISIOLOGIA DELL ORECCHIO Anatomia dell orecchio Orecchio esterno Orecchio medio Orecchio interno Nervo acustico

Dettagli

EPICONDILITE: MA CHE COSA E ESATTAMENTE? DIAGNOSI E TERAPIA

EPICONDILITE: MA CHE COSA E ESATTAMENTE? DIAGNOSI E TERAPIA EPICONDILITE: MA CHE COSA E ESATTAMENTE? DIAGNOSI E TERAPIA Dott. Stefano Folzani Responsabile f.f. Servizio di Radiologia Ospedale di Suzzara Dott. Gianluca Castellarin Responsabile Ortopedia III Ospedale

Dettagli

LA CHIRURGIA NELLE GRAVI DEFORMITA VERTEBRALI NEUROLOGICHE E NEUROMUSCOLARI

LA CHIRURGIA NELLE GRAVI DEFORMITA VERTEBRALI NEUROLOGICHE E NEUROMUSCOLARI LA CHIRURGIA NELLE GRAVI DEFORMITA VERTEBRALI NEUROLOGICHE E NEUROMUSCOLARI M. Brayda-Bruno Spine Care Group U.O. Chirurgia Vertebrale III - Scoliosi IRCCS Istituto Ortopedico Galeazzi MILANO Deformità

Dettagli

La Sperimentazione in Chirurgia. Paolo Bruzzi Epidemiologia Clinica IST - Genova

La Sperimentazione in Chirurgia. Paolo Bruzzi Epidemiologia Clinica IST - Genova La Sperimentazione in Chirurgia Paolo Bruzzi Epidemiologia Clinica IST - Genova Difficolta metodologiche Le innovazioni in chirurgia mal si prestano alla valutazione attraverso studi randomizzati per:

Dettagli

Budget Impact Analysis (claudio.jommi@pharm.unipmn.it) Claudio Jommi @ Università del Piemonte Orientale, Economia e Regolazione del Farmaco pag.

Budget Impact Analysis (claudio.jommi@pharm.unipmn.it) Claudio Jommi @ Università del Piemonte Orientale, Economia e Regolazione del Farmaco pag. Budget Impact Analysis (claudio.jommi@pharm.unipmn.it) pag. 1 Confronto tra CEA e BIA La CEA stima i costi e l efficacia incrementali lifetime di una nuova terapia, rispetto ai trattamenti attualmente

Dettagli

TERAPIA FOCALE IN URO-ONCOLOGIAONCOLOGIA TUMORI DEL RENE Alessandro Volpe Ospedale Maggiore della Carità, Università del Piemonte Orientale, Novara < 50 anni > 75 anni RCC MIGRAZIONE DI STADIO STAGE I

Dettagli

Revisioni Sistematiche e Linee Guida: DOVE REPERIRLE?

Revisioni Sistematiche e Linee Guida: DOVE REPERIRLE? Revisioni Sistematiche e Linee Guida: DOVE REPERIRLE? Rita Iori Arcispedale Santa Maria Nuova Biblioteca Medica Reggio Emilia Chiara Bassi Ce.V.E.A.S Centro per la Valutazione della Efficacia dell Assistenza

Dettagli

Sindrome di Meniere ed allergia

Sindrome di Meniere ed allergia Sindrome di Meniere ed allergia Simonetta Masieri DIPARTIMENTO DI CLINICA NEUROLOGICA E OTORINOLARINGOIATRICA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA SAPIENZA Sindrome di Meniere Acufeni Fullness Vertigini Ipoacusia

Dettagli

Sabato 21 Febbraio 2015 TITOLO DEL CORSO: Novità nella gestione e nella terapia di alcune patologie croniche

Sabato 21 Febbraio 2015 TITOLO DEL CORSO: Novità nella gestione e nella terapia di alcune patologie croniche AGGIORNAMENTO OBBLIGATORIO MEDICI DI MEDICINA GENERALE Sabato 21 Febbraio 2015 TITOLO DEL CORSO: Novità nella gestione e nella terapia di alcune patologie croniche Responsabile del corso Dr. : Tesei Fiorenzo

Dettagli

Il ruolo della EBM nel miglioramento della qualita della ricerca

Il ruolo della EBM nel miglioramento della qualita della ricerca Il ruolo della EBM nel miglioramento della qualita della ricerca Alessandro Liberati Centro Cochrane italiano XIII Riunione Annuale Network Cochrane italiano Workshop Napoli, 4 Novembre 2008 Contenuto

Dettagli

PLASMA FREDDO+ DIATERMIA CAPACITIVA. L unico dispositivo sicuro e indolore per la Rigenerazione Superficiale e Profonda della Cute

PLASMA FREDDO+ DIATERMIA CAPACITIVA. L unico dispositivo sicuro e indolore per la Rigenerazione Superficiale e Profonda della Cute PLASMA FREDDO+ DIATERMIA CAPACITIVA L unico dispositivo sicuro e indolore per la Rigenerazione Superficiale e Profonda della Cute INNOVATIVA ECONOMICA INDOLORE DI FACILE UTILIZZO PORTATILE PLASMA FREDDO

Dettagli

Sperimentazione Clinica: ruolo e responsabilità dell Infermiere

Sperimentazione Clinica: ruolo e responsabilità dell Infermiere Sperimentazione Clinica: ruolo e responsabilità dell Infermiere Documenti per lo studio Giuseppe Caracciolo, Cardiologist e Clinical Research Physician, Menarini Ricerche Alessandra Milani, Coordinatore

Dettagli

CANCRO DEL POLMONE. 1. Epidemiologia 2. Anatomia Patologica 3. Clinica. 4. Diagnostica 5. Stadiazione 6. Tecnica Chirurgica.

CANCRO DEL POLMONE. 1. Epidemiologia 2. Anatomia Patologica 3. Clinica. 4. Diagnostica 5. Stadiazione 6. Tecnica Chirurgica. CANCRO DEL POLMONE Prof. Francesco PUMA CANCRO DEL POLMONE 1. Epidemiologia 2. Anatomia Patologica 3. Clinica 4. Diagnostica 5. Stadiazione 6. Tecnica Chirurgica Iter Diagnostico A Stadiazione Istotipo

Dettagli

Termoablazione con Radiofrequenza dei Noduli Tiroidei Benigni

Termoablazione con Radiofrequenza dei Noduli Tiroidei Benigni Termoablazione con Radiofrequenza dei Noduli Tiroidei Benigni Introduzione Numerose evidenze scientifiche hanno documentato, nel corso dell ultimo decennio, l efficacia del trattamento dei noduli solidi

Dettagli

L immunoterapia specifica nelle allergie respiratorie

L immunoterapia specifica nelle allergie respiratorie L immunoterapia specifica nelle allergie respiratorie Nelle ultime decadi la prevalenza delle malattie allergiche dell apparato respiratorio (asma bronchiale e rinite allergica) è progressivamente aumentata.

Dettagli

Asma e Rinite Allergica: per un controllo bilanciato

Asma e Rinite Allergica: per un controllo bilanciato PROGETTO ARIA ITALIA GESTIONE DELLA RINITE ALLERGICA E DEL SUO IMPATTO SULL ASMA ALLERGIC RHINITIS IMPACT ON AND ITS AST H MA TM Asma e Rinite Allergica: per un controllo bilanciato in collaborazione con

Dettagli

Che cosa influenza le aspettative dei pazienti?

Che cosa influenza le aspettative dei pazienti? La medicina impossibile Sanità tra realtà e utopia la medicina generale Torino, 13 giugno 2015 GUIDO GIUSTETTO Medico di Medicina Generale Presidente Ordine Medici Chirurghi e Odontoiatri - Torino Che

Dettagli

FERITE APERTE DA MORSO

FERITE APERTE DA MORSO FERITE APERTE DA MORSO dal primo soccorso alla chirurgia ricostruttiva Dott. Roberto Pedrale Dott. Igor Valtorta - Dott. Filippo Boriani Istituto di Chirurgia Plastica Ricostruttiva Università degli Studi

Dettagli

Medicazioni a pressione negativa: Proposta di un registro regionale. L. Traldi & P.L. Ipponi

Medicazioni a pressione negativa: Proposta di un registro regionale. L. Traldi & P.L. Ipponi Medicazioni a pressione negativa: Proposta di un registro regionale L. Traldi & P.L. Ipponi DO YOU SPEAK NEGATIVE PRESSURE WOUND THERAPY LANGUAGE POTENZIALITÀ DELLA NPWT IN CHIRURGIA GENERALE: TRA EVIDENZA

Dettagli

S. Bernasconi. Clinica Pediatrica. Università di Parma.

S. Bernasconi. Clinica Pediatrica. Università di Parma. S. Bernasconi Clinica Pediatrica Università di Parma sbernasconi@ao.pr.it Cianfarani 2008 2001 2003 Per poter accedere al trattamento con GH in individui nati SGA è necessario rispondere ai seguenti criteri:

Dettagli

VIO S. Sistema di chirurgia HF per interventi in clinica o nello studio medico privato CHIRURGIA AD ALTA FREQUENZA

VIO S. Sistema di chirurgia HF per interventi in clinica o nello studio medico privato CHIRURGIA AD ALTA FREQUENZA VIO S Sistema di chirurgia HF per interventi in clinica o nello studio medico privato CHIRURGIA AD ALTA FREQUENZA VIO 300 S e VIO 200 S: La perfezione su misura della chirurgia HF. Con il sistema HF VIO,

Dettagli

La chirurgia del Carcinoma Differenziato della Tiroide

La chirurgia del Carcinoma Differenziato della Tiroide La chirurgia del Carcinoma Differenziato della Tiroide Sottotitolo: Il Buono, il Brutto e il Cattivo Dott. Michele Minuto U.O.S. Chirurgia Endocrina (Chirurgia 1) IRCCS A.O.U. San Martino-IST L epidemiologia

Dettagli

Acute Asthma in the Emergency Department: a neglected cause of Acute Respiratory Failure in the Elderly?

Acute Asthma in the Emergency Department: a neglected cause of Acute Respiratory Failure in the Elderly? Acute Asthma in the Emergency Department: a neglected cause of Acute Respiratory Failure in the Elderly? Rodolfo Ferrari, Fabrizio Giostra, Giorgio Monti, Mario Cavazza Unità Operativa di Medicina d'urgenza

Dettagli

ECOMIOGRAFIA FUNZIONALE DEL MUSCOLO DENERVATO: RISULTATI PRELIMINARI

ECOMIOGRAFIA FUNZIONALE DEL MUSCOLO DENERVATO: RISULTATI PRELIMINARI Dipartimento di Scienze Medico Diagnostiche e Terapie Speciali Istituto di Radiologia Università di Padova ECOMIOGRAFIA FUNZIONALE DEL MUSCOLO DENERVATO: RISULTATI PRELIMINARI Riccardo Zanato Roberto Stramare

Dettagli

LE META-ANALISI. Graziella D Arrigo, Fabio Provenzano, Claudia Torino, Carmine Zoccali, Giovanni Tripepi

LE META-ANALISI. Graziella D Arrigo, Fabio Provenzano, Claudia Torino, Carmine Zoccali, Giovanni Tripepi G Ital Nefrol 2011; 28 (5): 531-536 MASTER IN EPIDEMIOLOGIA CLINICA LE META-ANALISI Graziella D Arrigo, Fabio Provenzano, Claudia Torino, Carmine Zoccali, Giovanni Tripepi CNR-IBIM, Unità di Ricerca di

Dettagli

TERAPIE BIOLOGICHE PER IL TRATTAMENTO DEL MORBO DI CROHN (CD). Studente: Di Savino Augusta Corso di Immunologia Molecolare A.

TERAPIE BIOLOGICHE PER IL TRATTAMENTO DEL MORBO DI CROHN (CD). Studente: Di Savino Augusta Corso di Immunologia Molecolare A. TERAPIE BIOLOGICHE PER IL TRATTAMENTO DEL MORBO DI CROHN (CD). Studente: Di Savino Augusta Corso di Immunologia Molecolare A.A 2007/2008 LE TERAPIE BIOLOGICHE: possono avere una maggiore efficacia terapeutica;

Dettagli

I bambini alle terme e l uso inalatorio delle acque termali. Guido Brusoni

I bambini alle terme e l uso inalatorio delle acque termali. Guido Brusoni I bambini alle terme e l uso inalatorio delle acque termali Guido Brusoni XVIII Congresso Nazionale SIPPS - Un infanzia da difendere: il ruolo del Pediatra - Lecce, 28 31 ottobre 2006 Acque termali di

Dettagli

Emorragia da farmaci anticoagulanti: reversal quando e come?

Emorragia da farmaci anticoagulanti: reversal quando e come? Emorragia da farmaci anticoagulanti: reversal quando e come? R. Albisinni UOC Medicina Infettivologica e dei Trapianti Ospedale Monaldi Seconda Università di Napoli Introduzione La terapia anticoagulante

Dettagli

Banche dati secondarie per Medicina

Banche dati secondarie per Medicina Banche dati secondarie per Medicina di Laura Colombo Ultimo aggiornamento: agosto 2012 Sommario Cochrane library Linee guida (metamotori e siti web) Cochrane Library Profilo Banca dati bibliografica (a

Dettagli

La rinosinusite nel bambino: una patologia troppo spesso sottovalutata

La rinosinusite nel bambino: una patologia troppo spesso sottovalutata La rinosinusite nel bambino: una patologia troppo spesso sottovalutata Mario La Rosa Dipartimento di Pediatria, Università degli Studi di Catania UO di Broncopneumologia, Allergologia e Fibrosi Cistica

Dettagli

INFORMAZIONI MEDICHE PER L INTERVENTO CHIRURGICO PER POLIPOSI NASO-SINUSALE

INFORMAZIONI MEDICHE PER L INTERVENTO CHIRURGICO PER POLIPOSI NASO-SINUSALE UNITA OPERATIVA COMPLESSA DI OTORINOLARINGOIATRIA Direttore: Carlo Alicandri Ciufelli NOTA ORL 31 Revisione 1 del 09.09.2010 Pagina 1 di 5 INFORMAZIONI MEDICHE PER L INTERVENTO CHIRURGICO PER POLIPOSI

Dettagli

INTERVENTO PER SINDROME DEL TUNNEL CARPALE

INTERVENTO PER SINDROME DEL TUNNEL CARPALE INTERVENTO PER SINDROME DEL TUNNEL CARPALE 2 Il nervo mediano, evidenziato in giallo, risulta compresso a livello del polso e del palmo della mano dal legamento traverso del corpo ispessito. L intervento

Dettagli

Chirurgia delle emorroidi e del prolasso rettale con metodica indolore Dott. Andrea Conti

Chirurgia delle emorroidi e del prolasso rettale con metodica indolore Dott. Andrea Conti Chirurgia delle emorroidi e del prolasso rettale con metodica indolore Dott. Andrea Conti Le emorroidi sono delle strutture anatomiche che si hanno fin dalla nascita: sono dei cuscinetti artero-venosi

Dettagli

Risonanza magnetica cardiaca confronto con le metodiche tradizionali: Ruolo attuale nella clinica,indicazioni,limiti

Risonanza magnetica cardiaca confronto con le metodiche tradizionali: Ruolo attuale nella clinica,indicazioni,limiti Risonanza magnetica cardiaca confronto con le metodiche tradizionali: Ruolo attuale nella clinica,indicazioni,limiti CAD VALVULOPATIA MIOCARDIOPATIA ecocardiografia + +++ ++ SPECT +++ - - MRI ++ + +++

Dettagli

Imbriano Letizia, Podda Livia, Rendace Lidia, Lucchese Franco*, Campanelli Alessandra, D Antonio Fabrizia, Trebbastoni Alessandro, de Lena Carlo

Imbriano Letizia, Podda Livia, Rendace Lidia, Lucchese Franco*, Campanelli Alessandra, D Antonio Fabrizia, Trebbastoni Alessandro, de Lena Carlo VI Convegno IL CONTRIBUTO DELLE UNITA DI VALUTAZIONEALZHEIMER (UVA) NELL ASSISTENZA DEI PAZIENTI CON DEMENZA Centro Disturbi della Memoria, Unità Valutativa Alzheimer (UVA), Dipartimento di Neurologia

Dettagli

La Radioterapia nel trattamento delle metastasi ossee: sempre la frazione unica? PierCarlo Gentile

La Radioterapia nel trattamento delle metastasi ossee: sempre la frazione unica? PierCarlo Gentile La Radioterapia nel trattamento delle metastasi ossee: sempre la frazione unica? PierCarlo Gentile 90% dei pazienti affetti da neoplasie riferisce la comparsa di una sintomatologia algica associata. EBRT

Dettagli

LESIONI FOCALI BENIGNE

LESIONI FOCALI BENIGNE Sardinian Research Group in Advanced Ultra-Sound Medical Application LESIONI FOCALI BENIGNE M. Carboni, G.Virgilio, D. Sirigu, M A. Barracciu, L. Loi, P. Cucciari, G.Campisi, V.Migaleddu. Ala Birdi, 04

Dettagli