2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente."

Transcript

1 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott APPROFONDIMENTI: E. Frontaloni SCHEDE DIDATTICHE: C. Elliott PAGINE: di schede didattiche PREZZO: 8,30 ISBN:

2 L AUTORE Claudio Elliott è nato a Griffith, in Australia, ma vive in Italia da quando aveva otto anni. Attualmente vive a Potenza, dove insegna Lettere in una scuola secondaria di primo grado. Scrive articoli su importanti riviste italiane e da qualche anno è un affermato autore di narrativa per ragazzi. Per Raffaello ha scritto Il barcone della speranza (2007) Contenuto Se ogni scuola è lo specchio della propria città,questa scuola media riflette una società fatta di corruzione e malaffare. I professori fanno quello che possono per arginare le prepotenze degli alunni, ma lasciar correre è spesso la soluzione più indolore e a portata di mano. A Simone, però, fare il bullo con i compagni non basta più: a quella scuola serve una lezione da ricordare per sempre! E così, assieme a due compagni, compie un irruzione a tarda sera, spacca computer e materiale didattico, strappa registri, filma la sua impresa con il cellulare e manda il video su internet. Presto il cerchio delle indagini dei Carabinieri si stringe attorno al ragazzo. A questo punto padre Benedetto, il professore di religione, decide di intervenire. La sua idea è quella di mettere i ragazzi a confronto attraverso una competizione serrata ma genuina: un weekend di gare sportive intitolato I giorni della Tartaruga. Grazie a uno stile veloce, serrato, che attrae il lettore e lo trasporta nel vivo della storia, il romanzo mostra tutti i lati del bullismo e del vandalismo giovanile, aiutandoci a comprendere il fenomeno e offrendo spunti di riflessione mai banali. Tematiche Rapporto costruttivo di insegnanti che adottano strategie e modalità educative per contenere l aggressività dei propri allievi anche con l aiuto dello sport. Il romanzo, pur essendo di fantasia, come premesso nella pagina introduttiva dall autore, ci offre una vasta gamma delle problematiche giovanili del nostro tempo, che purtroppo sono reali: Disagio esistenziale nei giovani provenienti da famiglie colpite da una qualche forma di malattia (di un figlio e/o altro). 2

3 Mancanza di colloquio con genitori e/o adulti in genere (anche insegnanti), per maturare una capacità di giudizio più equilibrata e una crescita armonica. Importanza dell amicizia e della scelta di una figura positiva in cui riporla, vista la tendenza dell adolescente ad imitarne il comportamento. Episodi di sopraffazione, specie nel gruppo, sin da ragazzini: prime avvisaglie di veri e propri atti di bullismo e/o di vandalismo. Bullismo consolidato nei più grandi perpetrato con intenzionalità e persistenza su vittime incapaci di difendersi. Attrazione dei giovani verso l uso della violenza per stravolgere le regole. Simone il protagonista... a scuola Simone è un ragazzo disturbato e che disturba. Il suo comportamento, tipico del bullo, si delinea sin dalle prime pagine. Chi prende di mira Simone con le sue angherie? C è una qualche ragione in questa sua scelta? Spiegala. Completa i riquadri raccontando, in breve, cosa fa Simone alla sua vittima, come reagiscono gli altri compagni e l insegnante. Davide Simone Gli altri alunni La gran parte della classe La Prof. Si busca... Ride e... Difendono... Non... Chiede a... 3

4 Per il lessico Com è chiamata la gran parte della classe? Trova altre figure retoriche come questa e trascrivile sul quaderno. Spiega il significato di queste espressioni riscrivendole con altre parole. Spiega il significato di queste espressioni riscrivendole con altre parole. _ Città malavitosa _ I bambini mangiano pane e malaffare _ Ho l etichetta nera - dice Simone. _ Acqua fresca - rispose la prof _ Il preside propone: una nota sul registro?

5 Simone in famiglia I GENITORI Quali sono i progetti che i genitori hanno sull avvenire del figlio, una volta terminata la scuola media? Simone invece che cosa avrebbe voluto fare? Cosa sogna per il suo futuro? La nonna Che rapporto ha Simone con lei? Come interviene quando si parla del futuro di Simone? Il fratello malato Che cosa ha Giulio, il fratello di Simone? Come definisci il comportamento di Simone nei suoi confronti? Barra la casella giusta ed elimina quella intrusa. corretto sensibile affettuoso maleducato 5

6 In ogni famiglia ci sono i doveri per tutti... GIOCA PER CAPIRE Metti in ordine numerico le 33 lettere e troverai due doveri dei genitori e due dei figli. A5. A9. A17. A23. B27. B28. C4. C19. D2. D30. E1. E7. E112. E14. E16. E25. E29. E33. I31. L21. M8. N10. N13. O20. O26. R6. R15. R24. R32. S18. T11. T22. U3. Davide... tutto ciò che non è Simone... Delinea, in breve, il ragazzino prescelto da Simone come vittima. Il suo carattere: IN POSITIVO IN NEGATIVO LA SUA FAMIGLIA: SORELLA GENITORI

7 La sorella di Davide e... Padre Benedetto Sono due personaggi protagonisti e gli ideatori di un progetto che incanalerà le tendenze violente e distruttive di Simone e i suoi seguaci. Ora, se sei stato un lettore attento, saprai spiegare cosa sta a significare l appellativo I giorni della Tartaruga... Da chi era capeggiata La squadra dei Leoni?... Da chi era capeggiata La squadra delle Gazzelle (e cos era per Simone il capo della squadra)?... Che cosa fa la sorella di Davide (professione) e come interviene sul fratello per aiutarlo a superare le angherie di Simone?. Davide si è confidato con lei, lei si appoggerà al prof. di religione, padre Benedetto. Insieme fungeranno da operatori amici e daranno il via, con l appoggio del Preside e degli insegnanti, alla gara sportiva I giorni della Tartaruga con lo scopo di... continua tu 7

8 Ci riusciranno, secondo te?... In cosa sono cambiati, alla fine, i vandali della scuola? Ogni persona una storia Cosa pensi di Padre Benedetto? Secondo te il fatto che il sacerdote non denunci i veri colpevoli degli atti di vandalismo a scuola (che aveva individuato), ma cerchi di recuperarli mettendo a punto il progetto I giorni della Tartaruga c entra qualcosa con il suo passato? Oppure si comporta così solo perché è un prete e li perdona? Ricorda lo scambio verbale che ha con il maresciallo dopo aver incontrato il padre di Massimo ti aiuterà a formulare la risposta in modo più completo. 8

Prodotti dell attività laboratoriale. Bullismo: una realtà da non sottovalutare. scuola secondaria 1 grado Pinocchio cl 2B prof. G.

Prodotti dell attività laboratoriale. Bullismo: una realtà da non sottovalutare. scuola secondaria 1 grado Pinocchio cl 2B prof. G. Prodotti dell attività laboratoriale Bullismo: una realtà da non sottovalutare scuola secondaria 1 grado Pinocchio cl 2B prof. G. Fava MOTIVAZIONE DEL PERCORSO E DELLE SCELTE ATTUATE Classe: II B N. ALUNNI:

Dettagli

BU B L U LIS I MO: che h e cos'è?

BU B L U LIS I MO: che h e cos'è? Siamo convinti che di questi argomenti non se ne parli mai troppo ed abbiamo trovato molto utile la presenza a scuola degli adulti disponibili all'incontro perché ci fa capire che non siamo soli, nel bene

Dettagli

Si verifica quando qualcuno compie atti di

Si verifica quando qualcuno compie atti di CYBER BULLISMO E IL TERMINE USATO PER INDICARE IL BULLISMO ONLINE Si verifica quando qualcuno compie atti di vessazione, umiliazione, molestia, diffamazione, o azioni aggressive nei confronti di un altro,

Dettagli

BULLISMO: COSA PUO FARE LA SCUOLA?

BULLISMO: COSA PUO FARE LA SCUOLA? BULLISMO: COSA PUO FARE LA SCUOLA? LUOGHI COMUNI SUL BULLISMO IL BULLISMO ESISTE SOLO NEI CONTESTI DEGRADATI IL BULLISMO E UNA QUESTIONE TRA MASCHI LA VIOLENZA FISICA VA CONTRASTATA, LE ALTRE PREPOTENZE

Dettagli

LA RETE SIAMO NOI QUESTIONARIO N

LA RETE SIAMO NOI QUESTIONARIO N LA RETE SIAMO NOI QUESTIONARIO N CIAO! Abbiamo bisogno di te. Vogliamo sapere come i ragazzi e le ragazze della tua età usano il cellulare e la rete Internet. Non scrivere il tuo nome. 1. Sei? 1 Un ragazzo

Dettagli

Relazione sui risultati dell indagine nelle scuole del Medio Polesine

Relazione sui risultati dell indagine nelle scuole del Medio Polesine PROGETTO BULLISMO Relazione sui risultati dell indagine nelle scuole del Medio Polesine A cura di Gianluca Gini Facoltà di Psicologia, Università degli Studi di Padova L attenzione per il fenomeno del

Dettagli

La Rete siamo noi. L uso del cellulare, i rischi del bullismo elettronico

La Rete siamo noi. L uso del cellulare, i rischi del bullismo elettronico Difensore Civico Regione Emilia-Romagna CORECOM Regione Emilia-Romagna La Rete siamo noi L uso del cellulare, i rischi del bullismo elettronico Elena Buccoliero, sociologa Ufficio del Difensore civico

Dettagli

Il Bullismo. Cos è? I protagonisti. http://www.squarciagola.net/cyberbullismo/images/fbfiles/imag es/bullismo.jpg

Il Bullismo. Cos è? I protagonisti. http://www.squarciagola.net/cyberbullismo/images/fbfiles/imag es/bullismo.jpg Il Bullismo Cos è? Il bullismo è un comportamento violento che può implicare molestie verbali (parolacce o dicerie sulla vittima), aggressioni fisiche, anche dovute a discriminazioni etniche, confessionali

Dettagli

QUESTIONARIO CONCORSO CORTOMETRAGGI - ZONA 4 SCUOLE SUPERIORI E CENTRI GIOVANI

QUESTIONARIO CONCORSO CORTOMETRAGGI - ZONA 4 SCUOLE SUPERIORI E CENTRI GIOVANI QUESTIONARIO CONCORSO CORTOMETRAGGI - ZONA 4 SCUOLE SUPERIORI E CENTRI GIOVANI Definizione e Forme Di Cyber-Violenza Definizione di violenza (OMS 2002) L uso intenzionale della forza fisica o del potere,

Dettagli

CANOVACCIO PER LA CONDUZIONE DELL ANIMAZIONE TEATRALE NELLE SCUOLE SECONDARIE DI PRIMO GRADO

CANOVACCIO PER LA CONDUZIONE DELL ANIMAZIONE TEATRALE NELLE SCUOLE SECONDARIE DI PRIMO GRADO CANOVACCIO PER LA CONDUZIONE DELL ANIMAZIONE TEATRALE NELLE SCUOLE SECONDARIE DI PRIMO GRADO Durata complessiva: max. 1h30-2h Persone necessarie: un attore, un attrice, uno/due animatore/i (nel caso di

Dettagli

I COMPORTAMENTI PROBLEMATICI

I COMPORTAMENTI PROBLEMATICI I COMPORTAMENTI PROBLEMATICI Per comportamenti problematici si intendono pratiche quali il fumo, il bere alcoolici, il consumo di cannabinoidi e situazioni di aggressività come il bullismo. In questa sede

Dettagli

AUTORI: ALUNNI DELLE CLASSI QUINTE

AUTORI: ALUNNI DELLE CLASSI QUINTE FEBBRAIO 2014 ANNO III N. 7 SCUOLA PRIMARIA STATALE DI GRANTORTO AUTORI: ALUNNI DELLE CLASSI QUINTE Questo numero parla di un argomento un po scottante : IL BULLISMO! I PROTAGONISTI LA VITTIMA Nel mese

Dettagli

LA CASA DI NONNA ITALIA

LA CASA DI NONNA ITALIA dai 9 anni SERIE BLU scuola primaria LA CASA DI NONNA ITALIA UN RACCONTO SULLA COSTITUZIONE AUTORE: P. Valente SCHEDE DIDATTICHE: P. Valente ILLUSTRAZIONI: M. Bizzi PAGINE: 128 PREZZO: 7,50 ISBN: 978-88-472-1409-5

Dettagli

LA RICHIESTA DI AIUTO DEL GENITORE PER IL FIGLIO ADOLESCENTE. Prof.ssa Carla Guatteri

LA RICHIESTA DI AIUTO DEL GENITORE PER IL FIGLIO ADOLESCENTE. Prof.ssa Carla Guatteri LA RICHIESTA DI AIUTO DEL GENITORE PER IL FIGLIO ADOLESCENTE Prof.ssa Carla Guatteri IL CASO DI K. K. È UNA RAGAZZA ITALIANA IL SUO PERCORSO SCOLASTICO ALL INTERNO DEL NOSTRO ISTITUTO INIZIO CONCLUSIONE

Dettagli

ASPETTI PSICOLOGICI ED EMOZIONALI DEL BULLISMO E DISAGIO GIOVANILE: COME CONTRASTARE IL FENOMENO

ASPETTI PSICOLOGICI ED EMOZIONALI DEL BULLISMO E DISAGIO GIOVANILE: COME CONTRASTARE IL FENOMENO ASPETTI PSICOLOGICI ED EMOZIONALI DEL BULLISMO E DISAGIO GIOVANILE: COME CONTRASTARE IL FENOMENO A cura di Dr.ssa Silvia Testi e Dr.ssa Valeria Salsi Aspetti psicologici del Bullo e della Vittima Quale

Dettagli

Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ

Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ Flavia Volta, Sognando la felicità Copyright 2014 Edizioni del Faro Gruppo Editoriale Tangram Srl Via Verdi, 9/A 38122 Trento www.edizionidelfaro.it info@edizionidelfaro.it

Dettagli

Conflitto e mediazione tra pari: una proposta per prevenire e gestire il bullismo Dott. Mirko Q. Antoncecchi

Conflitto e mediazione tra pari: una proposta per prevenire e gestire il bullismo Dott. Mirko Q. Antoncecchi Conflitto e mediazione tra pari: una proposta per prevenire e gestire il bullismo Dott. Mirko Q. Antoncecchi Introduzione al fenomeno. Il bullo è un individuo che usa la propria forza o il proprio potere

Dettagli

Torino, 18 ottobre 2013 - Centro Incontri della Regione Piemonte

Torino, 18 ottobre 2013 - Centro Incontri della Regione Piemonte Giammaria de Paulis Autore del libro Facebook: genitori alla riscossa Torino, 18 ottobre 2013 - Centro Incontri della Regione Piemonte in una stanza dove sia accesa soltanto una candela, basta una mano

Dettagli

TI PARLO SE TU MI ASCOLTI

TI PARLO SE TU MI ASCOLTI Teatro Laboratorio Alkestis Soc. Coop. Centro di Ricerca e Sperimentazione TI PARLO SE TU MI ASCOLTI progetto di promozione del rispetto dell'infanzia e di contrasto alla violenza sui minori a cura di

Dettagli

Questionario DAPHNE: Qualcosa di te

Questionario DAPHNE: Qualcosa di te Questionario DAPHNE: Qualcosa di te Questo questionario ci dirà qualcosa di te, della tua famiglia, e di come ti senti riguardo a te stesso. È strutturato in quattro sezioni. Il questionario è segreto

Dettagli

GIOVANI E FELICITA Bisogna farcela, si deve guardare avanti

GIOVANI E FELICITA Bisogna farcela, si deve guardare avanti GIOVANI E FELICITA Bisogna farcela, si deve guardare avanti (riflessione di un giovane) Considerazioni in merito agli incontri con giovani di una Scuola Media della Lombardia PRIMA DELL INCONTRO Secondo

Dettagli

Questura di Piacenza

Questura di Piacenza Questura di Piacenza Ufficio Relazioni con il Pubblico Atti di intimidazione, sopraffazione, oppressione fisica o psicologica commessi da un soggetto "forte" (bullo) nei confronti di uno "debole" (vittima)

Dettagli

Aggressività: violenza, furti e bullismo

Aggressività: violenza, furti e bullismo Aggressività: violenza, furti e bullismo Numero del Questionario Completato Attenzione! Ogni questionario completato deve riportare il numero progressivo di compilazione (es. per primo questionario completato

Dettagli

Il campione regionale

Il campione regionale Difensore Civico Regione Emilia-Romagna CORECOM Regione Emilia-Romagna La Rete siamo noi Iniziative per un uso sicuro della rete Internet e del cellulare da parte dei minori Dati regionali Il campione

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Relazione finale Progetto : NOI, AMICI SPECIALI ins. Gallo Maria classe L1

Relazione finale Progetto : NOI, AMICI SPECIALI ins. Gallo Maria classe L1 Relazione finale Progetto : NOI, AMICI SPECIALI ins. Gallo Maria classe L1 Quando si è trattato di definire un progetto da realizzare per la conclusione del primo anno DOL ho cercato d focalizzare le caratteristiche

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE GIOVANNI XXIII PIANIGA (VE) REDAZIONE DI RISTRETTI CASA DI RECLUSIONE DUE PALAZZI - PADOVA

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE GIOVANNI XXIII PIANIGA (VE) REDAZIONE DI RISTRETTI CASA DI RECLUSIONE DUE PALAZZI - PADOVA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE GIOVANNI XXIII PIANIGA (VE) REDAZIONE DI RISTRETTI CASA DI RECLUSIONE DUE PALAZZI - PADOVA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE GIOVANNI XXIII PIANIGA (VE) Anno scolastico 2012/2013

Dettagli

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi, di professione astrofisica, è senza dubbio l autrice fantasy italiana più amata. All

Dettagli

SCHERZO..LITIGIO...BULLISMO...?

SCHERZO..LITIGIO...BULLISMO...? IL BULLISMO SCHERZO..LITIGIO...BULLISMO...? M. è il più bravo della classe. Prende regolarmente in giro L. perché studia poco e rischia la bocciatura. Il primo giorno di scuola un ragazzo di quinta, nell

Dettagli

COME RILEVARE IL FENOMENO DEL BULLISMO?

COME RILEVARE IL FENOMENO DEL BULLISMO? COME RILEVARE IL FENOMENO DEL BULLISMO? Perché cercare di prevenire il bullismo? Aggressività e passività sono condotte reattive, modalità inadeguate di rapportarsi agli altri. Nell immediato comportano

Dettagli

Il Libro dei Sopravvissuti

Il Libro dei Sopravvissuti Il Libro dei Sopravvissuti Cathy Freeman: una GRANDE atleta Nel 2000 ha partecipato alle Olimpiadi di Sydney: è stata la porta bandiera e ha acceso la fiamma olimpica Ha vinto la gara dei 400 metri da

Dettagli

Numero Verde per l ascolto ascolto, la consulenza e la prevenzione del bullismo: primi risultati

Numero Verde per l ascolto ascolto, la consulenza e la prevenzione del bullismo: primi risultati Numero Verde per l ascolto ascolto, la consulenza e la prevenzione del bullismo: primi risultati Laura Volpini 28 Marzo 2007 Università di Roma La Sapienza Il perché del numero verde: Richiesta da parte

Dettagli

Come ti immagini gi insegnanti?

Come ti immagini gi insegnanti? a Come ti immagini gi insegnanti? Quello dell insegnante è un ruolo complesso, in cui entrano in gioco diverse caratteristiche della persona che lo esercita e della posizione che l insegnante occupa nella

Dettagli

RELAZIONE DESCRITTIVA DEL PROGETTO

RELAZIONE DESCRITTIVA DEL PROGETTO C I R C O L O D I D A T T I C O D I S A N T A G A T A L I B A T T I A T I PROGETTO NO AL BULLISMO Percorso di prevenzione dei fenomeni di bullismo A.S. 2011-2012 RELAZIONE DESCRITTIVA DEL PROGETTO PREMESSA

Dettagli

Nella palestra la parete attrezzata fu presto pronta e Simone si appassionò tantissimo.

Nella palestra la parete attrezzata fu presto pronta e Simone si appassionò tantissimo. Nella palestra la parete attrezzata fu presto pronta e Simone si appassionò tantissimo. Gli sembrava di scalare il mondo e di salire in alto nel cielo, oltre le nuvole, per vedere la terra dallo spazio.

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

Editore: Forum Prevenzione Via Talvera, 4 I 39100 Bolzano 0471 324 801 www.forum-p.it. Grafica: Gruppe Gut Gestaltung Giugno 2010. Con il sostegno di:

Editore: Forum Prevenzione Via Talvera, 4 I 39100 Bolzano 0471 324 801 www.forum-p.it. Grafica: Gruppe Gut Gestaltung Giugno 2010. Con il sostegno di: Editore: Forum Prevenzione Via Talvera, 4 I 39100 Bolzano 0471 324 801 www.forum-p.it Grafica: Gruppe Gut Gestaltung Giugno 2010 Con il sostegno di: Intendenza scolastica italiana, tedesca ladina Downlo

Dettagli

Un sms per dire NO al bullismo

Un sms per dire NO al bullismo MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA MINISTERO DELL INTERNO UFFICIO SCOLASTICO REGIONE ABRUZZO BULLISMO e CYBERBULLISMO CHI FA COSA Con il Patrocinio dell Ordine degli Psicologi dell

Dettagli

Scuola secondaria di 1 grado

Scuola secondaria di 1 grado ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Monsignor Saba Via Buscaglia, snc 09030 ELMAS (CA) Tel 070/2135088 Fax 070/243511 e-mail caic84400e@istruzione.it;a.flaviani@tiscali.it; sito web: www.scuolaelmas.it Scuola

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO GIOVANNI CALO VIALE M. D UNGHERIA, 86 74013 GINOSA TA

ISTITUTO COMPRENSIVO GIOVANNI CALO VIALE M. D UNGHERIA, 86 74013 GINOSA TA ISTITUTO COMPRENSIVO GIOVANNI CALO VIALE M. D UNGHERIA, 86 74013 GINOSA TA Tel.099/8290470 Fax 099/8290471 Codice meccanografico: TAIC82600L Codice fiscale: 90122060735 E-mail TAIC82600L@istruzione.it

Dettagli

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi.

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Nome studente Data TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO B1.1 (Medio 1) 1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Es. Ieri sera non ti (noi-chiamare) abbiamo chiamato

Dettagli

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO ENGLISH FRANCAIS ITALIANO 1 ITALIAN L idea L idea nasce in seno al segretariato del Consiglio delle Conferenze Episcopali d Europa (CCEE). All indomani dell elezione di Papa Francesco, del Papa venuto

Dettagli

SPORTELLO DI CONSULTAZIONE PSICOLOGICA PER ALUNNI, INSEGNANTI E GENITORI

SPORTELLO DI CONSULTAZIONE PSICOLOGICA PER ALUNNI, INSEGNANTI E GENITORI TI DIAMO ASCOLTO (BIENNIO2014/2015-2015/2016) SPORTELLO DI CONSULTAZIONE PSICOLOGICA PER ALUNNI, INSEGNANTI E GENITORI OBIETTIVI DEL SERVIZIO FINALITÀ : Offrire un luogo all interno del contesto scolastico

Dettagli

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1)

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Cos è il virtu@le? Un giorno entrai di fretta e molto affamato in un ristorante. Scelsi un tavolo lontano da tutti,

Dettagli

COSTRUIAMO INSIEME IL BENESSERE A SCUOLA

COSTRUIAMO INSIEME IL BENESSERE A SCUOLA ISTITUTO COMPRENSIVO Luigi Pirandello Fonte Nuova (RM) Progetti in materia di didattica integrativa e innovativa, anche attraverso il prolungamento dell orario scolastico, finalizzati alla prevenzione

Dettagli

I segreti della mente

I segreti della mente Vittorino Andreoli I segreti della mente Capire, riconoscere, affrontare i segnali della psiche Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2013 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-06413-2 Prima edizione:

Dettagli

Bulle, bulloni e svitati

Bulle, bulloni e svitati 2970 ± TOPOCONSIGLI La storia che avete appena Letto tratta di bullismo, un argomento difficile ma comune nel mondo dei ragazzi. noi vogliamo parlarne con voi per far chiarezza e aiutarvi a superare Le

Dettagli

LEGGI QUESTE PAGINE, POTRANNO ESSERTI UTILI A CAPIRE E RICONOSCERE IL BULLISMO... Cosa fa un bullo? Sai cos è il BULLISMO?

LEGGI QUESTE PAGINE, POTRANNO ESSERTI UTILI A CAPIRE E RICONOSCERE IL BULLISMO... Cosa fa un bullo? Sai cos è il BULLISMO? LEGGI QUESTE PAGINE, POTRANNO ESSERTI UTILI A CAPIRE E RICONOSCERE IL BULLISMO... Ehi, ti è mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza? Cosa fa un bullo? Prende a calci e

Dettagli

PROPOSTE DIDATTICHE (a cura di L. Acciaroli e V. Rossanese)

PROPOSTE DIDATTICHE (a cura di L. Acciaroli e V. Rossanese) PROPOSTE DIDATTICHE (a cura di L. Acciaroli e V. Rossanese) Le pagine-laboratorio che presentiamo si riferiscono alla analisi, riflessione, produzione delle storie che sono state premiate nel concorso.

Dettagli

MI PRESENTO. ( da adattare all età dello studente e alla limitazione del funzionamento) 0 1 2 3 Più di 3

MI PRESENTO. ( da adattare all età dello studente e alla limitazione del funzionamento) 0 1 2 3 Più di 3 ISO 9001:2000 Certificato N 2607 Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto di Istruzione Superiore Statale CESARE PESENTI Via Ozanam, 27 24126 Bergamo 035-319416 035-319351 e-mail

Dettagli

Guida didattica all unità 3 Vi presento i miei

Guida didattica all unità 3 Vi presento i miei Destinazione Italiano Livello 1 Guida didattica all unità 3 Vi presento i miei 1. Proposta di articolazione dell unità 1. Prima di iniziare le attività con correzione automatica, l insegnante può svolgere

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

PROMUOVERE LA LETTURA. UN DIVERSO APPROCCIO PER CREARE LETTORI AUTENTICI A scuola e non solo

PROMUOVERE LA LETTURA. UN DIVERSO APPROCCIO PER CREARE LETTORI AUTENTICI A scuola e non solo PROMUOVERE LA LETTURA. UN DIVERSO APPROCCIO PER CREARE LETTORI AUTENTICI A scuola e non solo di Silvia Blezza Picherle (15 dicembre 2014) Di seguito vengono indicati alcuni principi teorici che costituiscono

Dettagli

E Penelope si arrabbiò

E Penelope si arrabbiò Carla Signoris E Penelope si arrabbiò Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2014 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07262-5 Prima edizione: maggio 2014 Seconda edizione: maggio 2014 E Penelope si

Dettagli

CIRCOLO DIDATTICO DI GUARDIAGRELE Modesto Della Porta a.s. 2010-20112011 IN VIAGGIO VERSO L ALTRO Laboratorio di educazione emotivo-affettiva e relazionale. MOTIVAZIONE Il bullismo è un azione di prepotenza,

Dettagli

LUPI DIETRO GLI ALBERI

LUPI DIETRO GLI ALBERI dai 7 anni LUPI DIETRO GLI ALBERI Roberta Grazzani Illustrazioni di Franca Trabacchi Serie Azzurra n 133 Pagine: 176 Codice: 978-88-566-2952-1 Anno di pubblicazione: 2014 L Autrice Scrittrice milanese

Dettagli

DALL ALTRA PARTE DEL MARE

DALL ALTRA PARTE DEL MARE PIANO DI LETTURA dai 9 anni DALL ALTRA PARTE DEL MARE ERMINIA DELL ORO Illustrazioni di Giulia Sagramola Serie Arancio n 149 Pagine: 128 Codice: 566-3278-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE La scrittrice

Dettagli

13 dicembre 2008 Napoli, vittima di atti di bullismo a dodici anni non va più a scuola - Il Mattino.

13 dicembre 2008 Napoli, vittima di atti di bullismo a dodici anni non va più a scuola - Il Mattino. COSA E IL BULLISMO? 13 dicembre 2008 Napoli, vittima di atti di bullismo a dodici anni non va più a scuola - Il Mattino. NAPOLI (12 dicembre) - Un ragazzo di 12 anni non va più a scuola da alcuni giorni

Dettagli

CIBI BUONI = CIBI GIUSTI

CIBI BUONI = CIBI GIUSTI UNITÀ DI APPRENDIMENTO CIBI BUONI = CIBI GIUSTI Comprendente: UDA CONSEGNA AGLI STUDENTI PIANO DI LAVORO SCHEMA RELAZIONE INDIVIDUALE Pagina 1 di 13 UDA Denominazione UNITA DI APPRENDIMENTO Cibi buoni

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA ALTINO

SCUOLA PRIMARIA ALTINO SCUOLA PRIMARIA ALTINO PROGETTO CONTINUITA : MANGIA SANO E VAI LONTANO Incontro con i bambini di 5 anni delle scuole dell infanzia di Altino Durante gli incontri di continuità con la Scuola dell Infanzia

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO 1 DON BOSCO MELLONI

ISTITUTO COMPRENSIVO 1 DON BOSCO MELLONI ISTITUTO COMPRENSIVO 1 DON BOSCO MELLONI Presidenza Corso Garibaldi,142 Portici (NA)Tel.Fax081/475580 Via Roma, 32 -Portici (NA) Tel. 081/482463 Fax 081/471036 C.F. 95169940632 - Cod. Istituto NAIC8CA00L

Dettagli

ELABORAZIONE DATI QUESTIONARIO

ELABORAZIONE DATI QUESTIONARIO ELABORAZIONE DATI QUESTIONARIO 1) Età media: 16 2) Sesso: M: 86% F: 14% 3) Regione di residenza: Piemonte 4) Classe frequentata: 1^: 37 2^: 43 3^: 27 4^: 16 5^: 25 5) Il numero medio di ore giornaliere

Dettagli

DIRITTI UMANI E CULTURA DI PACE L.R. 55/1999 VOUCHER EDUCATIVI CARATTERISTICHE DEL PERCORSO

DIRITTI UMANI E CULTURA DI PACE L.R. 55/1999 VOUCHER EDUCATIVI CARATTERISTICHE DEL PERCORSO TITOLO PERCORSO Ente no profit Sede legale Referente progetto DIRITTI UMANI E CULTURA DI PACE LIBERI DI ESSERE A ZIGZAG SOS BAMBINO INTERNATIONAL ADOPTION ONLUS Via Monteverdi 2/A Vicenza (VI) Federica

Dettagli

1) MOTIVAZIONE SCOLASTICA: promuovere le risorse personali degli studenti per aiutarli a stare e andare bene a scuola.

1) MOTIVAZIONE SCOLASTICA: promuovere le risorse personali degli studenti per aiutarli a stare e andare bene a scuola. Passo dopo Passo Insieme supporta la motivazione scolastica dei preadolescenti, promuovendo percorsi che mettano al centro le risorse personali dei ragazzi e offrendo progetti di formazione e sensibilizzazione

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA. Segreteria Direttore Generale Via Assarotti 40. Prot.n. 5598/B32 Genova, 29 dicembre 2006

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA. Segreteria Direttore Generale Via Assarotti 40. Prot.n. 5598/B32 Genova, 29 dicembre 2006 16122 Genova MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA LIGURIA Segreteria Direttore Generale Via Assarotti 40 Prot.n. 5598/B32 Genova, 29 dicembre 2006

Dettagli

L integrazione scolastica degli alunni con disabilità è un [ ] processo di crescita per gli alunni con disabilità e per i loro compagni.

L integrazione scolastica degli alunni con disabilità è un [ ] processo di crescita per gli alunni con disabilità e per i loro compagni. L integrazione scolastica degli alunni con disabilità è un [ ] processo di crescita per gli alunni con disabilità e per i loro compagni. la presenza di alunni disabili non è un incidente di percorso, un

Dettagli

Dott.ssa Gitana Giorgi psicologo, psicoterapeuta, specialista in psicologia clinica

Dott.ssa Gitana Giorgi psicologo, psicoterapeuta, specialista in psicologia clinica (Progetto presentato nel bando di concorso Giovani Protagonisti promosso dal Ministero della Gioventù, approvato con decreto del Capo Dipartimento del 30/12/2008 e finanziato con decreto del 16/12/2010)

Dettagli

Violenza sui minori: i professionisti si interrogano

Violenza sui minori: i professionisti si interrogano Violenza sui minori: i professionisti si interrogano Focus territoriale Modalità di intervento a favore di minori vittime di violenza: come gli psicologi del Servizio Psicologico della Azienda Sanitaria

Dettagli

prof. Gaetano De Leo Università La Sapienza - Roma

prof. Gaetano De Leo Università La Sapienza - Roma Indicatori di disagio e devianza minorile: aspetti psico-giuridici prof. Gaetano De Leo Università La Sapienza - Roma Una questione centrale in quest area delicata e complessa che si rende evidente quando

Dettagli

Romanzi, avventure,parole,figure. Le ore azzurre delle letture tu senza orologio le misurerai. I libri non finiscono mai B. Tognolini LIBRI A..

Romanzi, avventure,parole,figure. Le ore azzurre delle letture tu senza orologio le misurerai. I libri non finiscono mai B. Tognolini LIBRI A.. ISTITUTO COMPRENSIVO U. FERRARI DI CASTELVERDE SCUOLA DELL INFANZIA DI CORTE DE FRATI Romanzi, avventure,parole,figure. Le ore azzurre delle letture tu senza orologio le misurerai. I libri non finiscono

Dettagli

REPORT DEI QUESTIONARI

REPORT DEI QUESTIONARI IN-FORM-AZIONE Mostra interattiva organizzata dall AO San Gerardo di Monza - Dipartimento di Salute Mentale 20-24 febbraio 2006 Liceo Casiraghi Parco Nord Cinisello B. REPORT DEI QUESTIONARI Durante lo

Dettagli

QUESTIONARIO STUDENTI

QUESTIONARIO STUDENTI Ministero della Pubblica Istruzione CEDE Centro Europeo Dell Educazione Italia Italiano QUESTIONARIO STUDENTI Nome della scuola Codice studente Data di nascita / / 198 Mese Giorno Anno Consorzio internazionale

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO E. DE AMICIS DI ANZOLA DELL'EMILIA. PROGETTO ACCOGLIENZA scuola secondaria

ISTITUTO COMPRENSIVO E. DE AMICIS DI ANZOLA DELL'EMILIA. PROGETTO ACCOGLIENZA scuola secondaria ISTITUTO COMPRENSIVO E. DE AMICIS DI ANZOLA DELL'EMILIA PROGETTO ACCOGLIENZA scuola secondaria 1^ Fase ad Aprile Continuità : visita alla Scuola Secondaria da parte dei ragazzi del nostro Istituto, con

Dettagli

I.I.S. "PAOLO FRISI" Via Otranto Angolo via Cittadini, 1-20157 - MILANO www.ipsfrisi.it

I.I.S. PAOLO FRISI Via Otranto Angolo via Cittadini, 1-20157 - MILANO www.ipsfrisi.it I.I.S. "PAOLO FRISI" Via Otranto Angolo via Cittadini, 1-20157 - MILANO www.ipsfrisi.it PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE DI I.R.C. Anno Scolastico: 2014-15 CLASSI QUINTA DOCENTI Manganini Cristina

Dettagli

Giovani protagonisti del futuro

Giovani protagonisti del futuro 2011 Giovani protagonisti del futuro Indagine sul disagio giovanile e interventi di prevenzione Daniela Pavoncello Logo della Gioventu.jpg Logo ISFOL.jpg INDAGINE SUL DISAGIO GIOVANILE E INTERVENTI DI

Dettagli

IL BULLISMO NELLA SCUOLA. Dott.ssa Michela Zancaner Dott.ssa Carolina Valentino

IL BULLISMO NELLA SCUOLA. Dott.ssa Michela Zancaner Dott.ssa Carolina Valentino IL BULLISMO NELLA SCUOLA Dott.ssa Michela Zancaner Dott.ssa Carolina Valentino IL BULLISMO CHE COS È IL BULLISMO? Elementi per riconoscere un vero atto di bullismo: L INTENZIONALITA dell atto avviene quando

Dettagli

«IL PIÙ FORTE SONO IO!» Progetto di prevenzione e di contrasto dello spaccio di droga e del bullismo nelle scuole

«IL PIÙ FORTE SONO IO!» Progetto di prevenzione e di contrasto dello spaccio di droga e del bullismo nelle scuole «IL PIÙ FORTE SONO IO!» Progetto di prevenzione e di contrasto dello spaccio di droga e del bullismo nelle scuole PERCHÉ UN PROGETTO DI PREVENZIONE? Perché da una delle indagini svolte recentemente in

Dettagli

attività Camminare insieme Il ruolo dei genitori nel momento della scelta formativa dei propri figli

attività Camminare insieme Il ruolo dei genitori nel momento della scelta formativa dei propri figli QUADERNO DI LAVORO PER I GENITORI attività Camminare insieme Il ruolo dei genitori nel momento della scelta formativa dei propri figli Percorso per genitori di studenti/studentesse in uscita dalla scuola

Dettagli

Aurora 2000 staff formativo

Aurora 2000 staff formativo FormAzione Aurora 2000 fa parte del Consorzio Provinciale SIS e della rete nazionale CGM - Welfare Italia, il cui obiettivo è quello di favorire l inclusione sociale e lo sviluppo nel territorio dell area

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO A. BATTELLI NOVAFELTRIA

ISTITUTO COMPRENSIVO A. BATTELLI NOVAFELTRIA ISTITUTO COMPRENSIVO A. BATTELLI NOVAFELTRIA Scheda progetto prevista dall art. 2 c. 6 D. 44del 01/02/01 Da allegare al Programma Annuale SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO

Dettagli

Luciano Giacomello. Intervento: La qualità delle relazioni: una testimonianza

Luciano Giacomello. Intervento: La qualità delle relazioni: una testimonianza Luciano Giacomello Intervento: La qualità delle relazioni: una testimonianza Nota: gli interventi del Formatore Sig. Giacomello e del Sig. Comi non vogliono essere un monologo a senso unico ma una serie

Dettagli

Associazione per la Tutela del Bambino La Fionda di Davide ODV

Associazione per la Tutela del Bambino La Fionda di Davide ODV FIONDA/NEWS Pubblicazione non periodica dell Associazione per la Tutela del Bambino La Fionda di Davide ODV Tutti i diritti riservati. Marchio registrato 01/ 2011 EDITORIALE/ L OTTIMISMO DEI BAMBINI 1

Dettagli

PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA

PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA ISTITUTO SCOLASTICO COMPRENSIVO SCUOLA DELL INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA DI 1 GRADO MINEO PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA Anno scolastico 2013/2014 Premessa Educare, sostenere e incrementare attività

Dettagli

Indice. Imparare a imparare

Indice. Imparare a imparare Indice Imparare a imparare Perché fai una cosa? 8 Attività 1 Il termometro della motivazione 8 Attività 2 Quantità o qualità? 9 Attività 3 Tante motivazioni per una sola azione 10 Organizzare il tempo

Dettagli

NESSUNO NASCE BULLO! Bulli si diventa Famiglia e scuola insieme per impedirlo a cura di Enrica Maria Bianchi, Viviana Rossi, Barbara Urdanch

NESSUNO NASCE BULLO! Bulli si diventa Famiglia e scuola insieme per impedirlo a cura di Enrica Maria Bianchi, Viviana Rossi, Barbara Urdanch NESSUNO NASCE BULLO! Bulli si diventa Famiglia e scuola insieme per impedirlo a cura di Enrica Maria Bianchi, Viviana Rossi, Barbara Urdanch Fatti valere! o Cosa vuoi che sia! Non farci caso! Sono solo

Dettagli

La gestione delle emozioni: interventi educativi e didattici. Dott.ssa Monica Dacomo

La gestione delle emozioni: interventi educativi e didattici. Dott.ssa Monica Dacomo La gestione delle emozioni: interventi educativi e didattici Dott.ssa Monica Dacomo Attività per la scuola secondaria di I grado Chi o cosa provoca le nostre emozioni? Molti pensano che siano le altre

Dettagli

UN REGALO INASPETTATO

UN REGALO INASPETTATO PIANO DI LETTURA dai 5 anni UN REGALO INASPETTATO FERDINANDO ALBERTAZZI Illustrazioni di Barbara Bongini Serie Bianca n 64 Pagine: 48 Codice: 566-0469-6 Anno di pubblicazione: 2012 L AUTORE Scrittore e

Dettagli

E-TUTOR Claudia Dorigoni (a.s. 2010/2011) Cognome e Nome: Ambrosanio Raffaella, Brigatti Erika, D Alessandro Maria Concetta

E-TUTOR Claudia Dorigoni (a.s. 2010/2011) Cognome e Nome: Ambrosanio Raffaella, Brigatti Erika, D Alessandro Maria Concetta E-TUTOR Claudia Dorigoni (a.s. 2010/2011) Cognome e Nome: Ambrosanio Raffaella, Brigatti Erika, D Alessandro Maria Concetta Area di studio: Contesti di vita e relazioni Titolo dell argomento: Stabilire

Dettagli

Scheda informativa Bullismo e Cyber bullismo

Scheda informativa Bullismo e Cyber bullismo Scheda informativa Bullismo e Cyber bullismo Cosa è il bullismo Per bullismo si intendono tutte quelle azioni di sistematica prevaricazione e sopruso, che possono avvenire sia negli ambienti frequentati

Dettagli

Amicizia, amore, sesso: parliamone adesso.

Amicizia, amore, sesso: parliamone adesso. Anna Contardi Ass.Italiana Persone Down www.aipd.it Amicizia, amore, sesso: parliamone adesso. Esperienze di educazione sessuale per adolescenti con disabilità intellettiva Premessa Esisteun diritto alla

Dettagli

PROMECO SERT- AUSL FERRARA

PROMECO SERT- AUSL FERRARA PROMECO Promeco è un servizio pubblico gestito congiuntamente da Comune e Azienda Usl di Ferrara in un rapporto di convenzione con la Provincia di Ferrara. Progetta e svolge interventi educativi con tutte

Dettagli

Venite tutti a casa mia. Ragazzi, perché non ascoltiamo un po di musica? Quanti CD hai?

Venite tutti a casa mia. Ragazzi, perché non ascoltiamo un po di musica? Quanti CD hai? TEMPO LIBERO Venite tutti a casa mia Ragazzi, perché non ascoltiamo un po di musica? Ho molti CD di musica ska; tanti di musica punk-rock, pochi invece di altri generi. Per me la musica ska è la più divertente

Dettagli

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LE DONNE KIT DI ANIMAZIONE

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LE DONNE KIT DI ANIMAZIONE Gruppo G.R.E.M Piemonte e Valle d Aosta Attività di animazione: LE DONNE KIT DI ANIMAZIONE Il kit, pensato per l animazione di bambini, ragazzi e adulti sul tema delle donne è così composto: - 1 attività

Dettagli

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini grafica di Gianluigi Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini Anno scolastico 2010_ 2011 Perché questa scelta? Il libro è un contesto abitato dai bambini sin dalla più tenera età; è

Dettagli

Bullismo, rischio di devianza, procedimenti amministrativi

Bullismo, rischio di devianza, procedimenti amministrativi Bullismo, rischio di devianza, procedimenti amministrativi Elena Buccoliero Sassuolo 18 ottobre e 22 novembre 2010 BULLISMO = Prepotenze ripetute e continuate tra ragazzi non di pari forza, in cui chi

Dettagli

Resta in Ascolto: Intervento sul bullismo ed i comportamenti aggressivi

Resta in Ascolto: Intervento sul bullismo ed i comportamenti aggressivi 1 Resta in Ascolto: Intervento sul bullismo ed i comportamenti aggressivi INTRODUZIONE L Associazione Family Time nasce con l obiettivo di offrire un contributo alla tutela dei minori e delle loro famiglie.

Dettagli

ROMA - Si è tenuta questa mattina, negli studi Rai, la conferenza stampa di Braccialetti rossi, la nuova fiction di Rai Uno che andrà in onda da

ROMA - Si è tenuta questa mattina, negli studi Rai, la conferenza stampa di Braccialetti rossi, la nuova fiction di Rai Uno che andrà in onda da ROMA - Si è tenuta questa mattina, negli studi Rai, la conferenza stampa di Braccialetti rossi, la nuova fiction di Rai Uno che andrà in onda da questa settimana ogni domenica alle 21.10. La serie, ambientata

Dettagli