Auto Moto Perf. Group Ricambi R&D Qualità Acquisti Mktg ARD

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Auto Moto Perf. Group Ricambi R&D Qualità Acquisti Mktg ARD"

Transcript

1 GESTIONE AZIENDALE - a.a. 2007/ Cognome Nome Matricola Esercizio 1 VaiPiano è un azienda leader nel settore dei sistemi frenanti, che opera oggi in 3 continenti con siti produttivi in 9 nazioni; è presente con propri uffici commerciali anche in Svezia, Francia e Stati Uniti e commercializza i propri prodotti in 70 Paesi. L'Azienda conta sulla zione di oltre 4500 dipendenti, quasi il 10% dei quali è composto da ingegneri e specialisti di prodotto impegnati in ricerca e sviluppo: questo a testimonianza dell importanza della componente innovativa per il business di VaiPiano. Recentemente, la spinta verso la ricerca di base ha portato alla creazione di un unità specializzata nella meccatronica denominata Advanced Research Development (ARD) sotto il diretto controllo del Direttore Ricerca e Sviluppo. Tra le funzioni a supporto dell Amministratore Delegato sono l Internal Audit, le Risorse Umane, l Ufficio Legale e l Ufficio IT. Le altre unità organizzative hanno lo scopo di presidiare le principali aree di business di VaiPiano. In particolare, il mercato delle auto e dei veicoli commerciali è responsabile dell 80% del fatturato complessivo; il 12% proviene invece dal mercato delle moto; il 7% dal mercato delle auto da corsa. Questi tre mercati hanno ognuno una business unit dedicata: si tratta delle Business Unit Auto, Moto e del cosiddetto Performance Group. Vi è poi un unità esplicitamente dedicata al mercato dei ricambi (responsabile dell 1% del fatturato). Completano il quadro l Ufficio Qualità, l Ufficio Acquisti e il Marketing. In azienda l Ufficio Acquisti occupa un ruolo di primo piano. Questo a causa dell elevata incidenza degli acquisti sia in termini economici che di qualità e innovatività del prodotto finito. Tutto questo si riflette anche nell organizzazione dell ufficio stesso, che riporta direttamente all Amministratore Delegato ed è decisamente articolata. L operato dell Ufficio Acquisti non è valutato solo in termini di costo complessivo: viene monitorata anche la qualità ed il livello di servizio garantiti ai clienti interni. Un unità denominata Marketing di Acquisto si occupa di ricercare e selezionare potenziali fornitori. Da essa dipendono un unità di staff che si occupa dell ottimizzazione dei fornitori e tre uffici dedicati ai fornitori di ghisa, alluminio e viterie. Vi è poi un unità che si occupa dell acquisto di materiali ausiliari, suddivisa in Servizi Generali, Macchinari, Utensilerie e Materiali e Attrezzature di Processo (ogni sottocategoria ha il proprio responsabile). Data poi la specificità di alcuni componenti legati ai diversi business, vi sono unità dedicate agli acquisti per le Auto e i Veicoli Commerciali, le Moto e il settore Racing. Infine, poichè il processo di centralizzazione dell Ufficio Acquisti cominciato due anni fa non è ancora stato completato, rimangono alcuni responsabili acquisti di area geografica. In particolare, Polonia, Brasile, Messico e Spagna hanno il proprio Direttore Acquisti, il quale risponde direttamente al Direttore Acquisti di gruppo. Data la rilevanza degli Acquisti, uno dei ruoli di maggior spicco in azienda è quello del Direttore Acquisti (altrimenti detto CPO- Chief Purchasing Officer), che gestisce il budget generale di acquisto ed ha competenze trasversali sulle diverse tipologie di acquisto. Il CPO fa inoltre parte del Board of Directors e quindi discute a pari livello con gli altri Direttori. Molto importanti sono anche i buyer (ovvero i responsabili dell acquisto di particolari categorie merceologiche). Essi svolgono infatti un fondamentale ruolo di interfaccia verso l esterno (tra i fornitori e l impresa) e verso l interno (con le varie funzione aziendali). Il CPO ha deciso di mantenere tre profili differenti di buyer: la prima tipologia di buyer ha una funzione prettamente commerciale: si tratta in genere di un laureato in economia che ha il compito di negoziare con i fornitori il prezzo più basso possibile, sulla base delle specifiche tecniche fornite dalla Ricerca e Sviluppo. Per fare ciò, egli deve seguire una procedura strettamente formalizzata ed implementata nel sistema informativo aziendale, che prevede tra l altro l uso di tool specifici, come le aste elettroniche. Il secondo tipo di buyer è invece costituito dai laureati in Ingegneria, che hanno solitamente competenze sia tecniche che commerciali e sono quindi in grado di comprendere tutte le caratteristiche dei beni acquistati. Perciò, essi sono anche incaricati di ricercare nuovi fornitori e discutere delle specifiche tecniche di prodotto, coordinandosi con la Ricerca e Sviluppo. Ogni unità dell Ufficio Acquisti fa poi capo ad un Senior Buyer (terza tipologia), il quale non è altro che un buyer esperto delle diverse categorie merceologiche facenti capo ad ogni unità. Oltre a poter gestire il budget della propria unità, il Senior Buyer si occupa di coordinare e valutare il lavoro del proprio team di buyer. Ogni Senior Buyer risponde al CPO e deve raggiungere precisi obiettivi di costo e livello di servizio. 1. Disegnare l organigramma di VaiPiano. Organizzazione: Semplice Funzionale Divisionale X Ibrida Matrice : Organigramma: AD IA UL RU IT Auto Moto Perf. Group Ricambi R&D Qualità Acquisti Mktg ARD

2 2. Disegnare l organigramma dell Ufficio Acquisti di VaiPiano. Organizzazione Ufficio Acquisti: Semplice Funzionale Divisionale X Ibrida Matrice : Organigramma: Acquisti Auto Moto Racing Marketing Materiali Polonia Brasile Messico Spagna d Acquisto ausiliari ottimizz. Ghisa Servizi 3. Per ogni ruolo dell Ufficio Acquisti di VaiPiano, specificare il grado di specializzazione orizzontale e verticale relativamente agli altri ruoli e il meccanismo di coordinamento adottato. Specializzazione orizzontale Specializzazione verticale Meccanismo di coordinamento Buyer Economista X Alta Media Bassa X Alta Media Bassa Standardizzazione delle competenze, Standardizzazione dei processi e Supervisione diretta Buyer Ingegnere Alta X Media Bassa X Alta Media Bassa Standardizzazione delle competenze, Supervisione diretta e mutuo adattamento con la R&S Senior Buyer Alta X Media Bassa Alta X Media Bassa Standardizzazione degli obiettivi e supervisione diretta CPO Alta Media X Bassa Alta Media X Bassa Standardizzazione degli obiettivi e mutuo adattamento con gli altri direttori L ing. Maserati, Direttore degli Acquisti di Gruppo, partecipando alle riunioni del Board of Directors si è recentemente reso conto di quanto sia importante per VaiPiano presidiare il rapporto con alcuni grandi clienti, appartenenti per la maggior parte al segmento delle automobili di lusso o comunque di alta gamma. Tali clienti hanno spesso più divisioni di prodotto e si rivolgono quasi sempre a VaiPiano per equipaggiare l intero portafoglio: automobili di serie, da corsa e in alcuni casi motociclette. Inoltre, data la dimensione e il prestigio di questi clienti, essi richiedono una forte personalizzazione dei prodotti di VaiPiano, soprattutto per i

3 componenti delle auto da corsa. Il Board ha infatti deliberato la creazione di un ruolo organizzativo esplicitamente dedicato a gestire la relazione con questi grandi clienti in modo trasversale alle divisioni di prodotto. Questo Client Manager avrà una delega decisionale di pari grado rispetto a quella dei Direttori di Divisione e di Funzione attualmente presenti. Maserati si chiede quindi se non possa essere utile prevedere delle figure simili all interno degli Acquisti. Infatti, molto spesso i grandi clienti hanno necessità del tutto simili su tutta la gamma di beni e servizi richiesti (siano essi relativi ad auto, moto e settore corse): materiali ad alte prestazioni, qualità di conformità non inferiore al 99%, progettazione ad hoc dei componenti, servizi di assistenza, ecc. Tutto ciò si riflette sui beni e servizi acquistati da VaiPiano. Maserati ha però dei vincoli di budget: non è stata prevista per il 2008 l assunzione di nuove persone, né tantomeno la ristrutturazione dell organizzazione della funzione acquisti. 4. Che tipo di organizzazione a livello di gruppo si configura con l introduzione della figura del Client Manager? Giustificare la risposta. Organizzazione a matrice 5. Tenendo conto dei vincoli: ossia che non è possibile assumere nuove persone né ristrutturare l organizzazione, quali alternative ha a disposizione Maserati per presidiare le esigenze dei grandi clienti a livello di funzione Acquisti? 6. Quali piani potrebbe invece mettere in atto per il prossimo anno, se non ci fossero più i vincoli? Iniziative attuali: Maserati ha a disposizione le seguenti alternative: - ruoli di collegamento: in questo caso non sono molto indicati, poichè si tratta di interfacciare più funzioni e divisioni interne agli Acquisti; - manager integratori: non avendo la possibilità di istituire un ruolo nuovo potrebbe incaricare alcune persone del proprio staff (in particolare del Marketing di Acquisto) di presidiare l acquisto di tutti i beni e servizi utili a produrre i sistemi per i grandi clienti. In questo caso potrebbe sfruttare una politica di incentivazione mirata; - team interfunzionali: per fare in modo che tutti i buyer che acquistano per i grandi clienti si coordinino tra di loro, condividendo esperienze simili. Questo progetto potrebbe essere presentato come un pilota per testare la capacità dei buyer di coordinarsi mutuamente. Piani futuri: Potendo richiedere l allocazione di nuove risorse Maserati dovrebbe valutare la possibilità di replicare l organizzazione a matrice all interno degli acquisti. In particolare, il Client Manager lato acquisti dovrebbe interagire strettamente con il Client Manager lato vendite. Nel caso in cui il livello di complessità lo permettesse, le due figure potrebbero addirittura essere fuse in una sola nel medio periodo. Per valutare l iniziativa migliore Maserati si potrebbe ovviamente basare sui risultati ottenuti nel 2008 con i manager integratori o i team interfunzionali. Esercizio 2 Il Dott. Black, Amministratore Delegato della, è chiuso da ore nel suo ufficio per meditare sulle considerazione emerse durante un intensa riunione del Consiglio di Amministrazione in cui si è parlato di un tema scottante: la relazione con la, uno dei principali fornitori dell azienda. La produce e commercializza biciclette da parecchi anni e si è sempre distinta nel settore per l elevata qualità dei suoi prodotti e in particolare sulle biciclette fuoristrada (mountain-bike). La strategia perseguita impone di focalizzarsi internamente sulle core competence, in particolare sulla progettazione e produzione di tubolari (struttura principale della bicicletta) e corone (ingranaggi anteriori e posteriori che trasmettono il movimento dai pedali alla ruota posteriore tramite la catena). Fattori principali dei tubolari sono la leggerezza e l aerodinamicità, mentre per quanto riguarda le corone i fattori principali sono la leggerezza e la resistenza/durata. Tutti gli altri componenti (es. pedali, cambio, ruote, freni ) sono esternalizzati a fornitori terzi e la ne cura successivamente l assemblaggio complessivo. La è un fornitore di cambi distintosi negli ultimi anni per le sue capacità innovative. Proprio per questo motivo, qualche anno fa il Dott. Black ha insistito per la formalizzazione di un contratto quadro di fornitura con la. Le due aziende hanno inizialmente to sulla progettazione dei rispettivi componenti per migliorarne l integrazione. I

4 risultati sono stati finora piuttosto buoni ed il mercato ha reagito positivamente al lancio dei prodotti in co-branding. E bene notare che in questo settore, anche se un prodotto presenta marchi congiunti (come nel caso + ), i clienti sono molto sensibili alle prestazioni delle singoli parti della bicicletta e sono fedeli ai singoli componenti più che al prodotto nel suo insieme. A fronte di una sempre più feroce concorrenza da parte dei produttori asiatici, ci si è subito resi conto del fatto che le prestazioni dei prodotti dovevano essere migliorate, in particolare proprio l interazione tra i meccanismi del cambio della e le corone della potrebbe essere oggetto di una riprogettazione. Il Dott. Black sa bene che uno sforzo leale e trasparente da parte delle due aziende potrebbe portare a dei vantaggi sicuri per entrambe le parti, mentre un atteggiamento passivo e poco convinto non cambierebbe la situazione attuale per nessuno. D altro canto, è anche consapevole del fatto che nel caso di un impegno forte da parte della e di un impegno scarso o parziale da parte della potrebbero scaturire effetti disastrosi. Il prodotto finale sarebbe totalmente coerente con le caratteristiche dei meccanismi progettati dal fornitore e, al contrario, il cambio tradizionale non riprogettato a dovere provocherebbe guasti frequenti alle corone per usura del materiale. I consumatori sarebbero indubbiamente pronti a contestare le corone e a lodare i cambi del fornitore, fino all estremo di acquistare biciclette di altre marche purchè montino cambi ; in questo modo il fornitore perderebbe alcuni profitti derivanti dalle vendite Spike-bike ma ne recupererebbe una parte grazie alle vendite di altre marche. Specularmente, lo stesso identico problema si verificherebbe per il fornitore nel caso in cui esso collabori lealmente e si comporti in modo più opportunistico. Domande: 1. Si analizzi il caso esposto in termini di teoria dei giochi. In particolare, si illustri la matrice dei pay-off che potrebbe costruire il Dott. Black (utilizzare punteggi da -1 a 2 per i pay-off in cui -1 rappresenta il ritorno peggiore e 2 il ritorno maggiore). Identificare le alternative dominanti, le soluzioni efficienti e le soluzioni di equilibrio (Nash). Infine si determini la soluzione del gioco. Matrice dei Payoff 2,2-1,1 1,-1 0,0 Alternative dominanti Alternativa dominante Spike- Soluzioni Efficienti e di Equilibrio Efficiente Equilibrio Alternativa dominante X Equilibrio Soluzione

5 2. Indicare quale struttura richiama tra i classici della teoria dei giochi: Il dilemma del prigioniero Il gioco del dispetto Il gioco delle coppie Il gioco del pollo Nessuno Motivazione Assomiglia ad un gioco delle coppie, perché le scelte simmetriche sono entrambe soluzioni di equilibrio, ma non sono entrambe efficienti. 3. Si identifichi la soluzione del gioco, sfruttando l'esistenza delle alternative dominanti. Nel caso non esistano alternative dominanti utilizzare sia il criterio ottimistico MaMa, sia il criterio pessimistico MaMin. MaMa MaMin Calcoli Payoff simmetrici: stessa scelta utilizzando lo stesso criterio Ma Ma Ma (2,1) =2 Ma Min Ma (-1,0)=0 4. Nel caso in cui il comportamento di zione o non zione fosse direttamente e immediatamente osservabile, avrebbe un vantaggio il first mover? Quale decisione prenderebbe? Il first mover ha un vantaggio. Chi muove per primo decide di re, ed essendo il suo comportamento osservabile, induce anche il secondo a re.

6 Nella parte finale del Consiglio di Amministrazione un altro dubbio ha turbato i presenti. Alcuni dirigenti della Spike-, partecipando all ultima fiera della bicicletta di Chicago, hanno percepito il rischio di una possibile zione tra la e la Xi-long, uno dei principali concorrenti della. La Xi-long è un azienda giapponese del tutto simile alla, sia per quanto riguarda le dimensioni (fatturato, dipendenti, filiali ) che per quanto riguarda i modelli dei prodotti. Negli ultimi mesi è diventata sempre più aggressiva sul mercato ed è noto che abbia più volte contattato la con il forte intento di instaurare una zione nella progettazione dei componenti. Il Dott. Black sa che un azienda come la non ha il budget sufficiente per giocare sui due tavoli e quindi dovrà scegliere tra re con la oppure, in alternativa, con la Xi-long. Nel caso in cui la non partecipi attivamente al processo di innovazione esiste il forte rischio che la cerchi nuovi sbocchi proprio alleandosi con il concorrente giapponese. Questo provocherebbe dei risultati equivalenti al caso precedente in cui la si applichi realmente al progetto di zione con la e quest ultima non collabori attivamente: la non otterrebbe alcun miglioramento sui propri prodotti e si troverebbe in svantaggio rispetto alla Xi-long, mentre la otterrebbe alcuni vantaggi derivanti dai modelli giapponesi. Nel caso in cui la si impegni attivamente nel progetto di innovazione e la allochi invece risorse alla relazione con la Xi-long lo scenario sarebbe disastroso: non solo perderebbe credibilità sul mercato finale, ma si troverebbe di fronte una crescita impetuosa del concorrente giapponese. La invece acquisterebbe una quota di mercato forte grazie alle vendite della Xi-long e alla zione, sfruttata opportunisticamente, della. 5. Si analizzi il caso esposto in termini di teoria dei giochi. In particolare, si illustri la matrice dei pay-off che potrebbe costruire il Dott. Black (utilizzare punteggi da -1 a 2 per i pay-off in cui -1 rappresenta il ritorno peggiore e 2 il ritorno maggiore). Identificare le alternative dominanti, le soluzioni efficienti e le soluzioni di equilibrio (Nash). Infine si determini la soluzione del gioco. Matrice dei Payoff con Spike- con Spike- con Xi-long 2,2-1,1-2,2 1,-1 0,0-1,1 Matrice dei Payoff con Efficiente Equilibrio con con Xilong Equilibrio con Spike- con Spike- con Xilong X X Soluzione : alternativa dominante di re con Xi-long. Spike-bike: sceglie di conseguenza di non re

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Edizione italiana a cura di G. Soda Capitolo 6 La progettazione della struttura organizzativa: specializzazione e coordinamento Jones, Organizzazione

Dettagli

CAPITOLO 3. Elementi fondamentali della struttura organizzativa

CAPITOLO 3. Elementi fondamentali della struttura organizzativa CAPITOLO 3 Elementi fondamentali della struttura organizzativa Agenda La struttura organizzativa Le esigenze informative Tipologia di strutture Struttura funzionale Struttura divisionale Struttura per

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

Classificazioni dei sistemi di produzione

Classificazioni dei sistemi di produzione Classificazioni dei sistemi di produzione Sistemi di produzione 1 Premessa Sono possibili diverse modalità di classificazione dei sistemi di produzione. Esse dipendono dallo scopo per cui tale classificazione

Dettagli

Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale

Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale Mergers & Acquisitions Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale Di Michael May, Patricia Anslinger e Justin Jenk Un controllo troppo affrettato e una focalizzazione troppo rigida sono la

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti

Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti Come gestire la scontistica per massimizzare la marginalità di Danilo Zatta www.simon-kucher.com 1 Il profitto aziendale è dato da tre leve: prezzo per

Dettagli

tratto da Economia e Management delle Imprese (DiBernardo, Gandolfi, Tunisini) A cura di Tonino Pencarelli Linda Gabbianelli

tratto da Economia e Management delle Imprese (DiBernardo, Gandolfi, Tunisini) A cura di Tonino Pencarelli Linda Gabbianelli tratto da Economia e Management delle Imprese (DiBernardo, Gandolfi, Tunisini) A cura di Tonino Pencarelli Linda Gabbianelli Organizzazione come sistema Ambiente interno Missione strategica Sistema tecnico

Dettagli

Lezione 3. La struttura divisionale; la struttura a matrice e la struttura orizzontale

Lezione 3. La struttura divisionale; la struttura a matrice e la struttura orizzontale Lezione 3 La struttura divisionale; la struttura a matrice e la struttura orizzontale 1 LA STRUTTURA FUNZIONALE ALTA DIREZIONE Organizzazione Sistemi informativi Comunicazione Programmazione e controllo

Dettagli

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 Pag. 33 (diffusione:581000) La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è

Dettagli

Capitolo 15 LE SCELTE DI ORGANIZZAZIONE. G. Airoldi, G. Brunetti, V. Coda Corso di economia aziendale Il Mulino, 2005

Capitolo 15 LE SCELTE DI ORGANIZZAZIONE. G. Airoldi, G. Brunetti, V. Coda Corso di economia aziendale Il Mulino, 2005 Capitolo 15 LE SCELTE DI ORGANIZZAZIONE G. Airoldi, G. Brunetti, V. Coda Corso di economia aziendale Il Mulino, 2005 1 L ASSETTO ORGANIZZATIVO, IL COMPORTAMENTO ORGANIZZATIVO In organizzazione il centro

Dettagli

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco Il canale distributivo Prima e dopo Internet Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco La distribuzione commerciale Il canale distributivo è un gruppo di imprese

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

Business Process Modeling Caso di Studio

Business Process Modeling Caso di Studio Caso di Studio Stefano Angrisano, Consulting IT Specialist December 2007 2007 IBM Corporation Sommario Perché l architettura SOA? Le aspettative del Cliente. Ambito applicativo oggetto dell introduzione

Dettagli

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse CERVED RATING AGENCY Politica in materia di conflitti di interesse maggio 2014 1 Cerved Rating Agency S.p.A. è specializzata nella valutazione del merito creditizio di imprese non finanziarie di grandi,

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Comprendere, gestire, organizzare e migliorare i processi di business Caso di studio a cura della dott. Danzi Francesca e della prof. Cecilia Rossignoli 1 Business process Un

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking

ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking INFORMAZIONE FORMAZIONE E CONSULENZA benchmark ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking ACQUISTO DI SERVIZI DI TRASPORTO MERCI E DI LOGISTICA DI MAGAZZINO In collaborazione con Acquisto di

Dettagli

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque L'attuale ambiente di business è senz'altro maturo e ricco di opportunità, ma anche pieno di rischi. Questa dicotomia si sta facendo sempre più evidente nel mondo dell'it, oltre che in tutte le sale riunioni

Dettagli

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT LEAR ITALIA MES/LES PROJECT La peculiarità del progetto realizzato in Lear Italia da Hermes Reply è quello di integrare in un unica soluzione l execution della produzione (con il supporto dell RFID), della

Dettagli

DEFINIZIONE DEL PIANO DI COMUNICAZIONE INTERNA Fare della Vostra Azienda il Miglior Posto in cui Lavorare

DEFINIZIONE DEL PIANO DI COMUNICAZIONE INTERNA Fare della Vostra Azienda il Miglior Posto in cui Lavorare DEFINIZIONE DEL PIANO DI COMUNICAZIONE INTERNA Fare della Vostra Azienda il Miglior Posto in cui Lavorare Creating Your Future Impostazione e Linee Guida Obiettivi Questo documento illustra l approccio

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La sicurezza non è negoziabile Nestlé è convinta che il successo a lungo termine possa essere raggiunto soltanto grazie alle sue persone. Nessun

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

General Motors: la storia della nascita e della crescita di una giant firm 1

General Motors: la storia della nascita e della crescita di una giant firm 1 General Motors: la storia della nascita e della crescita di una giant firm 1 Centralized control with decentralized responsibility (Johnson and Kaplan, 1987) 1. Dalla nascita fino al 1920 La General Motors,

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

Il Business Process Management: nuova via verso la competitività aziendale

Il Business Process Management: nuova via verso la competitività aziendale Il Business Process Management: nuova via verso la competitività Renata Bortolin Che cosa significa Business Process Management? In che cosa si distingue dal Business Process Reingeneering? Cosa ha a che

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

Il CIO del futuro Report sulla ricerca

Il CIO del futuro Report sulla ricerca Il CIO del futuro Report sulla ricerca Diventare un promotore di cambiamento Condividi questo report Il CIO del futuro: Diventare un promotore di cambiamento Secondo un nuovo studio realizzato da Emerson

Dettagli

2- Identificazione del processo. (o dei processi) da analizzare. Approcci: Esaustivo. In relazione al problema. Sulla base della rilevanza

2- Identificazione del processo. (o dei processi) da analizzare. Approcci: Esaustivo. In relazione al problema. Sulla base della rilevanza PROCESS MAPPING (2) Approcci: 2- Identificazione del processo Esaustivo (o dei processi) da analizzare Mappatura a largo spettro (es.: vasta implementazione di un ERP) In relazione al problema ad es. i

Dettagli

LA PROGETTAZIONE AZIENDALE

LA PROGETTAZIONE AZIENDALE Riassunti del testo di H. Mintzberg, La progettazione dell'organizzazione aziendale A cura di Francesco Lo Piparo SDC LA PROGETTAZIONE AZIENDALE CAPITOLO PRIMO: gli elementi di base della progettazione

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli

Che cos è la Qualità?

Che cos è la Qualità? Che cos è la Qualità? Politecnico di Milano Dipartimento di Elettrotecnica 1 La Qualità - Cos è - La qualità del prodotto e del servizio - L evoluzione del concetto di qualità - La misura della qualità

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

Automotive Business Intelligence. La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno.

Automotive Business Intelligence. La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno. Automotive Business Intelligence La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno. Prendere decisioni più consapevoli per promuovere la crescita del vostro business. Siete pronti ad avere

Dettagli

Gli immobili sono nel nostro DNA.

Gli immobili sono nel nostro DNA. Gli immobili sono nel nostro DNA. FBS Real Estate. Valutare gli immobili per rivalutarli. FBS Real Estate nasce nel 2006 a Milano, dove tuttora conserva la sede legale e direzionale. Nelle prime fasi,

Dettagli

Cap.1 - L impresa come sistema

Cap.1 - L impresa come sistema Cap.1 - L impresa come sistema Indice: L impresa come sistema dinamico L impresa come sistema complesso e gerarchico La progettazione del sistema impresa Modelli organizzativi per la gestione Proprietà

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

Project Management Office per centrare tempi e costi

Project Management Office per centrare tempi e costi Project Management Office per centrare tempi e costi Il Project Management Office (PMO) rappresenta l insieme di attività e strumenti per mantenere efficacemente gli obiettivi di tempi, costi e qualità

Dettagli

ghd crea una comunità online professionale che si dedica all acconciatura. Grazie a hybris.

ghd crea una comunità online professionale che si dedica all acconciatura. Grazie a hybris. ghd crea una comunità online professionale che si dedica all acconciatura. Grazie a hybris. Sin dal lancio, avvenuto dieci anni fa, il marchio ghd è diventato sinonimo di prodotti di hair styling di fascia

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

Parole Chiave: Sviluppo di un nuovo prodotto, MSNP, design di prodotto, Stage-Gate

Parole Chiave: Sviluppo di un nuovo prodotto, MSNP, design di prodotto, Stage-Gate 6.1 Metodi per lo sviluppo di nuovi prodotti (MSNP) Parole Chiave: Sviluppo di un nuovo prodotto, MSNP, design di prodotto, Stage-Gate Questo capitolo presenta alcune metodologie per gestire al meglio

Dettagli

IL VANTAGGIO COMPETITIVO NEI SETTORI MATURI

IL VANTAGGIO COMPETITIVO NEI SETTORI MATURI IL VANTAGGIO COMPETITIVO NEI SETTORI MATURI Cap. XII di R. Grant A cura di: Paola Bisaccioni INDICE Maturità e peculiarità dei settori maturi I fattori critici di successo L implementazione strategica

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

THE PAST IS THE PAST, THE PRESENT WON T LAST, BUT THE FUTURE IS IN OUR HANDS... www.fast-concept.com

THE PAST IS THE PAST, THE PRESENT WON T LAST, BUT THE FUTURE IS IN OUR HANDS... www.fast-concept.com THE PAST IS THE PAST, THE PRESENT WON T LAST, BUT THE FUTURE IS IN OUR HANDS... SINTESI DELLA RIVOLUZIONARIA TECNOLOGIA DI RIDLEY Basta il suono della parola velocità (FAST), perché il battito del vostro

Dettagli

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto Mini Guida Lotta alle frodi nella RC Auto Guida realizzata da Con il patrocinio ed il contributo finanziario del LOTTA ALLE FRODI NELLA RC AUTO Le frodi rappresentano un problema grave per il settore della

Dettagli

Cos è l Ingegneria del Software?

Cos è l Ingegneria del Software? Cos è l Ingegneria del Software? Corpus di metodologie e tecniche per la produzione di sistemi software. L ingegneria del software è la disciplina tecnologica e gestionale che riguarda la produzione sistematica

Dettagli

1. QUAL È LO SCOPO DI QUESTO MODULO?

1. QUAL È LO SCOPO DI QUESTO MODULO? Percorso B. Modulo 4 Ambienti di Apprendimento e TIC Guida sintetica agli Elementi Essenziali e Approfondimenti (di Antonio Ecca), e slide per i formatori. A cura di Alberto Pian (alberto.pian@fastwebnet.it)

Dettagli

REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE

REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE 28.12.2006 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 379/5 REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE del 15 dicembre 2006 relativo all applicazione degli articoli 87 e 88 del trattato agli aiuti d

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

Criteri per la definizione e valutazione di un nuovo prodotto Aspetti di base ed elementi di discussione a cura di Michele Tamma

Criteri per la definizione e valutazione di un nuovo prodotto Aspetti di base ed elementi di discussione a cura di Michele Tamma Criteri per la definizione e valutazione di un nuovo prodotto Aspetti di base ed elementi di discussione a cura di Michele Tamma Aprile 2005 Definire un nuovo prodotto: Metterne a fuoco il concept, ovvero

Dettagli

L azienda e la sua gestione P R O F. S A R T I R A N A

L azienda e la sua gestione P R O F. S A R T I R A N A L azienda e la sua gestione P R O F. S A R T I R A N A L azienda può essere considerata come: Un insieme organizzato di beni e persone che svolgono attività economiche stabili e coordinate allo scopo di

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

Le nostre proposte Advisory. La consulenza patrimoniale professionale

Le nostre proposte Advisory. La consulenza patrimoniale professionale Le nostre proposte Advisory La consulenza patrimoniale professionale Le nostre proposte Advisory la consulenza patrimoniale su misura per voi Cosa vi offriamo? Desiderate beneficiare di un monitoraggio

Dettagli

COME CERCARE CLIENTI E VENDERE MEGLIO ALL ESTERO

COME CERCARE CLIENTI E VENDERE MEGLIO ALL ESTERO COME CERCARE CLIENTI E VENDERE MEGLIO ALL ESTERO Tutte le aziende ed attività economiche hanno bisogno di nuovi clienti, sia per sviluppare il proprio business sia per integrare tutti quei clienti, che

Dettagli

LA POLITICA DI PRODOTTO

LA POLITICA DI PRODOTTO LA POLITICA DI PRODOTTO COS E UN PRODOTTO? LE FASI PER LA DEFINIZIONE DELLA POLITICA DI PRODOTTO CLASSIFICAZIONE EVENTUALE LANCIO DI NUOVI PRODOTTI DEFINIZIONE DELLA POLITICA DI MARCA DEFINIZIONE DELLA

Dettagli

May Informatica S.r.l.

May Informatica S.r.l. May Informatica S.r.l. Brochure Aziendale Copyright 2010 May Informatica S.r.l. nasce con il preciso scopo di dare soluzioni avanzate alle problematiche legate all'information Technology. LA NOSTRA MISSIONE

Dettagli

LA PROGETTAZIONE SECONDO LA ISO 9001: 2000 (Giorgio Facchetti)

LA PROGETTAZIONE SECONDO LA ISO 9001: 2000 (Giorgio Facchetti) LA PROGETTAZIONE SECONDO LA ISO 9001: 2000 (Giorgio Facchetti) Uno degli incubi più ricorrenti per le aziende certificate l applicazione del requisito relativo alla progettazione in occasione dell uscita

Dettagli

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria IT Plant Solutions IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria s Industrial Solutions and Services Your Success is Our Goal Soluzioni MES e IT per integrare e sincronizzare i processi Prendi

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo AVVISO FOR.TE 3/12 OFFERTA FORMATIVA CAPAC POLITECNICO DEL COMMERCIO E DEL TURISMO CF4819_2012 Sicurezza: formazione specifica basso rischio - aggiornamento 4 ore Lavoratori che devono frequentare il modulo

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

ATTUAZIONE DEL PROGETTO E IL MANAGEMENT: alcune definizioni e indicazioni generali

ATTUAZIONE DEL PROGETTO E IL MANAGEMENT: alcune definizioni e indicazioni generali ATTUAZIONE DEL PROGETTO E IL MANAGEMENT: alcune definizioni e indicazioni generali Cos è un progetto? Un iniziativa temporanea intrapresa per creare un prodotto o un servizio univoco (PMI - Project Management

Dettagli

Vodafone Case Study Pulitalia

Vodafone Case Study Pulitalia Quello con Vodafone e un vero è proprio matrimonio: un lungo rapporto di fiducia reciproca con un partner veramente attento alle nostre esigenze e con un account manager di grande professionalità. 1 Il

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA - organizzare e gestire l insieme delle attività, utilizzando una piattaforma per la gestione aziendale: integrata, completa, flessibile, coerente e con un grado di complessità

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Università degli Studi di Parma Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Prof.ssa Paola Schwizer Anno accademico

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA novembre 2004 FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA CICLO DI FORMAZIONE SUL RUOLO E SULLA VALORIZZAZIONE DELLA MARCA NELLA VITA AZIENDALE 3, rue Henry Monnier F-75009 Paris www.arkema.com TEL (+33)

Dettagli

Evoluzione Risk Management in Intesa

Evoluzione Risk Management in Intesa RISCHIO DI CREDITO IN BANCA INTESA Marco Bee, Mauro Senati NEWFIN - FITD Rating interni e controllo del rischio di credito Milano, 31 Marzo 2004 Evoluzione Risk Management in Intesa 1994: focus iniziale

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Ing. Francesco Porzio Padova, 5 Giugno 2013 f.porzio@porzioepartners.it

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

SALARY SURVEY 2015. Technology. Specialists in technology recruitment www.michaelpage.it. Technology

SALARY SURVEY 2015. Technology. Specialists in technology recruitment www.michaelpage.it. Technology SALARY SURVEY 2015 Specialists in technology recruitment www.michaelpage.it Salary Survey 2015 Gentili clienti, abbiamo il piacere di presentarvi i nuovi studi di retribuzione relativi all anno 2015. Michael

Dettagli

Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post

Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post AGENZIA SANITARIA E SOCIALE REGIONALE ACCREDITAMENTO IL RESPONSABILE PIERLUIGI LA PORTA Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post D.Lgs. 229/99 I principi introdotti dal DLgs 502/92 art. 8

Dettagli

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani AIM Italia Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani Perché AIM Italia I mercati di Borsa Italiana AIM Italia si aggiunge all offerta di mercati regolamentati di Borsa Italiana MTA MTF 3 Perché

Dettagli

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:!

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:! Scrum descrizione I Principi di Scrum I Valori dal Manifesto Agile Scrum è il framework Agile più noto. E la sorgente di molte delle idee che si trovano oggi nei Principi e nei Valori del Manifesto Agile,

Dettagli