1.3 Le principali dinamiche del mercato turistico

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "1.3 Le principali dinamiche del mercato turistico"

Transcript

1 1.3 Le principali dinamiche del mercato turistico Il presente paragrafo contiene un analisi delle principali caratteristiche quantitative e qualitative dell industria dell ospitalità degli otto comuni che formano le città tardo barocche del Val di Noto. L intento è quello di disegnare un quadro di massima delle vocazioni e delle potenzialità di sviluppo in chiave turistica delle otto città, al fine di programmare adeguatamente strategie e piani di azione, in un contesto socio-economico integrato e sostenibile. Sono state analizzate le potenzialità dell offerta ricettiva e le condizioni di sviluppo della domanda turistica nell area, prima con riferimento alle caratteristiche di mercato dei rispettivi territori provinciali e poi su base comunale, per procedere, infine, ad un confronto diretto tra i comuni oggetto di indagine La provincia di Catania L offerta di ricettività nella provincia di Catania è costituita da un elevato numero di strutture extralberghiere di modeste dimensioni (279 strutture con una disponibilità complessiva di poco più di 9600 posti letto) e da un totale di 95 esercizi alberghieri che coprono il 54% delle disponibilità di pernottamento nelle destinazioni turistiche della provincia. L offerta alberghiera mostra una netta prevalenza di ricettività medio-alta composta da strutture alberghiere a 4 stelle (19 strutture) e 3 stelle (40 strutture) che nell insieme costituiscono circa il 70% dei posti letto disponibili nell area. Al contrario, la ricettività complementare risulta differenziata, seppur con un netto primato dei campeggi che da soli contano il 54% dei posti letto distribuiti su appena 12 strutture e dei 152 bed & breakfast che nell insieme offrono ospitalità a circa 890 potenziali clienti. Associazione Mecenate 90 62

2 Graff I e II Composizione dell offerta ricettiva PROVINCIA DI CATANIA DISTRIBUZIONE DELL'OFFERTA NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI 5 stelle 5% residenze 14% 1 stella 3% 2 stelle 4% 3 stelle 40% 4 stelle 34% ostelli 1,8% PROVINCIA DI CATANIA DISTRIBUZIONE DELL'OFFERTA NEGLI ESERCIZI EXTRALBERGHIERI turismo rurale 2,1% case per ferie 0,2% rifugi 0,8% villaggi turistici 5,5% affittacamere 4,4% alloggi agrituristici 5,7% appartamenti per vacanze 15,4% campeggi 54,8% bed & breakfast 9,3% Fonte: elaborazione Mecenate 90 su dati AAPIT Catania N. letti, anno 2004 Con una netta prevalenza di turisti di provenienti da paesi europei- Francia e Germania in testa, seguite da Spagna, Regno Unito e Svizzera, tanto per numeri di arrivi quanto per presenze totali- la domanda turistica internazionale della provincia di Catania risulta inferiore rispetto a quella domestica a sua volta largamente influenzata da un elevato turismo intraregionale. Riflessione a parte merita l elevato numero di presenze statunitensi rilevate tanto in riferimento ai dati provinciali quanto a quelli dei singoli comuni di Caltagirone, Militello in Val di Catania e Catania, fenomeno direttamente Associazione Mecenate 90 63

3 connesso alla vicinanza con la base militare americana di Sigonella. Buono anche il numero e la permanenza media di giapponesi, canadesi e israeliani il cui numero di arrivi nel solo 2004 si attesta sull ordine delle registrazioni. Tab I Domanda turistica internazionale per Paese di residenza: i primi 20 per numero di presenze PROVINCIA DI CATANIA Paese di residenza arrivi presenze Stati Uniti d'america Germania Francia Spagna Regno Unito Altri Paesi Europei Svizzera e Liechtenstein Paesi Bassi Belgio Polonia Austria Canada Israele Giappone Svezia Australia Russia Danimarca Ungheria Grecia TOT PRIMI 20 PAESI ALTRI PAESI TOTALE STRANIERI Fonte: elaborazione Mecenate 90 su dati AAPIT Catania Anno 2004 Con una permanenza media nelle strutture alberghiere che oscilla tra i due ed i tre giorni e che in quelle extralberghiere arriva fino ai cinque, i turisti italiani (siciliani a parte) provengono prevalentemente dalle regioni del centro-sud e sud, eccezion fatta per piemontesi, veneti e romagnoli giunti in gran numero negli ultimi anni. Per quanto concerne la stagionalità dei flussi turistici, infine, l esame dell andamento nel 2004 delle presenze rilevate nelle destinazioni turistiche catanesi mostra una bassa stagionalità per il turismo incoming e, al contrario, un impennata nel conteggio di arrivi e presenze italiane nei mesi che vanno da luglio a settembre. Associazione Mecenate 90 64

4 Tab II Domanda turistica interna per regione di provenienza PROVINCIA DI CATANIA Regione di provenienza arrivi presenze Sicilia Lazio Lombardia Campania Puglia Veneto Emilia Romagna Calabria Piemonte Toscana Sardegna Liguria Abruzzo Marche Friuli Venezia Giulia Umbria Balilicata Trento Bolzano Molise Val D'Aosta TOTALE ITALIANI Fonte: elaborazione Mecenate 90 su dati AAPIT Catania - Anno 2004 Graf III - Andamento mensile dei flussi turistici PROVINCIA DI CATANIA STAGIONALITA' DELLA DOMANDA TOTALE STRANIERI TOTALE ITALIANI TOTALE GENERALE Fonte: elaborazione Mecenate 90 su dati AAPIT Catania Tot presenze 2004 Associazione Mecenate 90 65

5 I comuni di Catania, Caltagirone e Militello in Val di Catania a) Catania Catania si caratterizza per un equilibrata composizione della struttura quantitativa e qualitativa dell industria dell ospitalità tanto in riferimento al numero di strutture quanto a quello dei posti letto disponibili. In linea con la media provinciale per quanto riguarda la composizione qualitativa dell offerta alberghiera medio-alta (6 alberghi a 4 stelle pari a 892 posti letto e 11 alberghi a 3 stelle per un totale di 599 posti letto) Catania vanta altresì due grandi strutture di alta qualità (2 alberghi a 5 stelle che offrono nel complesso 560 posti letto). L offerta ricettiva complementare, infine, si caratterizza per una netta prevalenza di disponibilità nei quattro camping del capoluogo che nel complesso offrono più di 2300 posti letto. Graff I e II Composizione dell offerta ricettiva COMUNE DI CATANIA DISTRIBUZIONE DELL'OFFERTA ALBERGHIERA 2 stelle 5% 1 stella 12% residenze 5% 5 stelle 22% 3 stelle 23% 4 stelle 33% COMUNE DI CATANIA DISTRIBUZIONE DELL'OFFERTA EXTRALBERGHIERA case per ferie 0,7% ostelli 5,2% alloggi agrituristici 1,7% Bed & Breakfast 4,2% campeggi 79,4% affittacamere 6,8% appartamenti per vacanze 2,0% Fonte: elaborazione Associazione Mecenate 90 su dati AAPIT Catania - N. letti 2004 Associazione Mecenate 90 66

6 La domanda turistica internazionale è in linea con quanto osservato in riferimento ai dati provinciali, seppur con qualche differenza nel posizionamento dei primi cinque paesi di origine degli arrivi nell anno 2004 (ultimi dati disponibili). Tab I Domanda turistica internazionale per Paese di residenza: i primi 20 per numero di presenze COMUNE DI CATANIA Paese di residenza arrivi presenze Stati Uniti d'america Spagna Germania Francia Regno Unito Altri Paesi Europei Svizzera e Liechtenstein Paesi Bassi Belgio Giappone Australia Austria Polonia Svezia Danimarca Canada Grecia Altri Paesi dell'asia Irlanda Cina TOT PRIMI 20 PAESI ALTRI PAESI TOTALE STRANIERI Fonte: elaborazione Associazione Mecenate 90 su dati AAPIT Catania - anno 2004 Si conferma altresì il primato di turisti siciliani tra gli arrivi italiani nell area, con Lazio, Lombardia e Campania che mantengono rispettivamente la seconda, terza e quarta posizione della classifica provinciale, mentre la Puglia scende dal quarto al nono posto preceduta da Veneto, Piemonte e Calabria. Ancora in linea con i dati provinciali, infine, il flusso di arrivi e presenze italiane e straniere nei 12 mesi dell anno Associazione Mecenate 90 67

7 Tab II Domanda turistica interna per regione di provenienza COMUNE DI CATANIA Regione di provenienza arrivi presenze Sicilia Lazio Lombardia Campania Emilia Romagna Veneto Piemonte Calabria Puglia Toscana Liguria Sardegna Friuli Venezia Giulia Abruzzo Marche Umbria Balilicata Trento Bolzano Molise Val D'Aosta TOTALE ITALIANI Fonte: elaborazione Associazione Mecenate 90 su dati AAPIT Catania - anno 2004 Graf III Andamento mensile dei flussi turistici COMUNE DI CATANIA STAGIONALITA' DELLA DOMANDA TOTALE STRANIERI TOTALE ITALIANI TOTALE GENERALE Fonte: elaborazione Associazione Mecenate 90 su dati AAPIT Catania - anno 2004 Associazione Mecenate 90 68

8 b) Caltagirone e Militello in Val di Catania 33 Con due alberghi e 18 strutture complementari, i comuni di Caltagirone e Militello in Val di Catania contano un totale di 484 posti letto dei quali 227 suddivisi tra le quattro tipologie di strutture ricettive extralberghiere. Graff IV e V Composizione dell offerta ricettiva COMUNI DI CALTAGIRONE E MILITELLO IN VAL DI CATANIA DISTRIBUZIONE DELL'OFFERTA ALBERGHIERA 3 stelle 29% 4 stelle 71% COMUNI DI CALTAGIRONE E MILITELLO IN VAL DI CATANIA DISTRIBUZIONE DELL'OFFERTA EXTRALBERGHIERA Turismo rurale 11% affittacamere 17% Bed & Breakfast 44% alloggi agrituristici 28% Fonte: elaborazione Associazione Mecenate 90 su dati AAPIT Catania N. letti anno 2004 Sono ancora i turisti europei a costituire i principali visitatori stranieri dell area, con l eccezione degli immancabili statunitensi che qui raggiungono il record in permanenza media nelle strutture ricettive (fino a 17 giorni nel 2004 e 9 nel 2003). 33 I dati comunali di Caltagirone e Militello in Val di Catania sono stati analizzati in forma congiunta in quanto non disponibili dati statistici specifici per ciascun comune di fonte AAPIT Catania. Associazione Mecenate 90 69

9 Tab III Domanda turistica internazionale per Paese di residenza: i primi 20 per numero di presenze COMUNI DI CALTAGIRONE E MILITELLO Paese di residenza arrivi presenze Stati Uniti d'america Germania Paesi Bassi Francia Svizzera e Liechtenstein Belgio Giappone Spagna Regno Unito Austria Altri Paesi Europei Canada Australia Svezia Argentina Danimarca Croazia Paesi dell'africa Mediterranea Israele Ungheria TOT PRIMI 20 PAESI ALTRI PAESI TOTALE STRANIERI Fonte: elaborazione Associazione Mecenate 90 su dati AAPIT Catania Anno 2004 Ancora consistente appare il fenomeno migratorio di corto raggio (i siciliani che pernottano nelle strutture ricettive dell area contano fino alle presenze registrate nel solo 2004), con una classifica degli arrivi turistici italiani che mostra una netta prevalenza di visitatori calabresi seguiti da lombardi e laziali. Interessante, infine, l andamento del flusso turistico nel corso dell anno 2004, con un picco di presenze nei mesi di aprile, maggio e giugno che si mantiene, seppur con alcune oscillazioni, elevato fino all inizio della stagione invernale. Associazione Mecenate 90 70

10 Tab. 1.3.IV Domanda turistica interna per regione di provenienza COMUNI DI CALTAGIRONE E MILITELLO Regione di provenienza arrivi presenze Sicilia Calabria Lombardia Lazio Veneto Emilia Romagna Puglia Campania Piemonte Toscana Liguria Marche Abruzzo Umbria Sardegna Friuli Venezia Giulia Trento Balilicata Molise Bolzano Val D'Aosta 2 4 TOTALE ITALIANI Fonte: elaborazione Associazione Mecenate 90 su dati AAPIT Catania Anno 2004 Graf VI Andamento mensile dei flussi turistici COMUNI DI CALTAGIRONE E MILITELLO IN VAL DI CATANIA STAGIONALITA' DELLA DOMANDA TOTALE STRANIERI TOTALE ITALIANI TOTALE GENERALE Fonte: elaborazione Associazione Mecenate 90 su dati AAPIT Catania Tot presenze, 2004 Associazione Mecenate 90 71

11 1.3.2 La provincia di Siracusa L assetto dell industria dell ospitalità nella provincia di Siracusa mostra una buona presenza di capacità ricettiva nelle strutture alberghiere di medio-alta qualità mentre tra gli esercizi complementari sono i campeggi, i bed & breakfast e gli agriturismi a fornire la gran parte dei posti letto disponibili nell area. Graff I e II Composizione dell offerta ricettiva PROVINCIA DI SIRAUSA DISTRIBUZIONE DELL'OFFEERTA ALBERGHIERA Residence 1 Stelle 5% 6% 2 Stelle 6% 5 Stelle 1% 4 Stelle 35% 3 Stelle 47% PROVINCIA DI SIRACUSA DISTRIBUZIONE DELL'OFFERTA EXTRALBERGHIERA Bed & Breakfast 13% Agriturismo 13% Turismo Rurale 1% Affittacamere 5% Case Vacanze 4% Case per Ferie 1% Ostelli 1% Campeggi 62% Fonte: elaborazione Mecenate 90 su dati AAPIT Siracusa N. Letti, anno 2004 I visitatori francesi sono i protagonisti del turismo incoming nella provincia, tanto per numero di arrivi quanto per presenze e, dunque, permanenza media nelle strutture ricettive, seguiti da tedeschi, americani, spagnoli, dai sudditi del Regno Unito e dagli svizzeri. Al pari di quanto osservato in riferimento alla provincia di Catania, anche in questo caso il turismo internazionale mostra una bassa propensione alla stagionalità, al contrario di quanto emerge dall analisi dei flussi mensili dei visitatori italiani che si dimostrano altamente influenzati dalle attrattività Associazione Mecenate 90 72

12 balneari-naturalistiche delle destinazioni siciliane, generando picchi di domanda nel corso della stagione estiva. Tab I Domanda turistica internazionale per Paese di residenza: i primi 20 per numero di presenze PROVINCIA DI SIRACUSA Paese di residenza Arrivi Presenze Francia Germania Spagna Stati Uniti d'america Regno Unito Paesi Bassi Svizzera e Liechtenstein Giappone Belgio Austria Altri Paesi Europei Grecia Canada Russia Svezia Danimarca Australia Altri Paesi dell'asia Polonia Norvegia TOT PRIMI 20 PAESI ALTRI PAESI TOTALE STRANIERI Fonte: elaborazione Mecenate 90 su dati AAPIT Siracusa Anno 2004 Il fenomeno dei flussi turistici di prossimità risulta elevato, i visitatori siciliani, infatti, sono primi tanto per numero di arrivi quanto per presenze, seguiti da lombardi e laziali. Associazione Mecenate 90 73

13 Tab II Domanda turistica interna per regione di provenienza PROVINCIA DI SIRACUSA Regione di provenienza Arrivi Presenze Sicilia Lombardia Lazio Campania Calabria Emilia Romagna Puglia Piemonte Veneto Toscana Liguria Marche Abruzzo Friuli Venezia Giulia Basilicata Umbria Sardegna Trento Bolzano Molise Val D'Aosta TOTALE ITALIANI Fonte: elaborazione Mecenate 90 su dati AAPIT Siracusa Anno 2004 Graf III Andamento mensile dei flussi turistici PROVINCIA DI SIRACUSA STAGIONALITA' DELLA DOMANDA Totale Italiani Totale Stranieri Totale Generale Fonte: elaborazione Mecenate 90 su dati AAPIT Siracusa Tot presenze, anno 2004 Associazione Mecenate 90 74

14 I comuni di Palazzolo Acreide e Noto a) Palazzolo Acreide Si rileva la netta prevalenza della disponibilità ricettiva tra gli esercizi extralberghieri rispetto agli alberghieri nel comune di Palazzolo Acreide, che conta tre alberghi di livello qualitativo medio-basso e tre tipologie di strutture complementari. Graff I e II Composizione dell offerta ricettiva COMUNE DI PALAZZOLO ACREIDE DISTRIBUZIONE DELL'OFFERTA ALBERGHIERA 1 stella 29% 3 Stelle 49% 2 Stelle 22% COMUNE DI PALAZZOLO ACREIDE DISTRIBUZIONE DELL'OFFERTA EXTRALBERGHIERA Bed & Breakfast 5% Agriturismo 19% Campeggi 76% Fonte: elaborazione Mecenate 90 su dati AAPIT Siracusa N. letti, anno 2004 In linea con i dati provinciali, la gran parte dei visitatori stranieri è di nazionalità tedesca o francese, seguono turisti provenienti da altri paesi europei e dagli Stati Uniti d America. Tra gli italiani che decidono di trascorrere le loro vacanze a Palazzolo Acreide non mancano i conterranei, seguiti da visitatori provenienti da Lombardia, Lazio e Calabria, tutti accomunati da una netta prevalenza di soggiorni estivi e primaverili a differenza degli stranieri che si distribuiscono più equamente nel corso dell anno Associazione Mecenate 90 75

15 Tab I Domanda turistica internazionale per Paese di residenza: i primi 20 per numero di presenze COMUNE DI PALAZZOLO ACREIDE Paese di residenza Arrivi Presenze Germania Francia Altri Paesi Europei Spagna Norvegia Paesi Bassi Belgio Croazia Regno Unito Svizzera e Liechtenstein Stati Uniti d'america Austria Russia Altri Paesi 5 39 Ungheria 6 18 Grecia 2 12 Polonia 4 11 Argentina 3 7 Finlandia 2 3 Irlanda 2 2 TOT PRIMI 20 PAESI ALTRI PAESI TOTALE STRANIERI Fonte: elaborazione Mecenate 90 su dati AAPIT Siracusa Anno 2004 Tab II Domanda turistica interna per regione di provenienza COMUNE DI PALAZZOLO ACREIDE Regione di provenienza Arrivi Presenze Sicilia Lombardia Lazio Veneto Calabria Puglia Campania Liguria Piemonte Marche Toscana Emilia Romagna Sardegna Umbria Abruzzo 7 19 Basilicata 6 18 Friuli Venezia Giulia 6 16 Trento 5 9 Bolzano 2 2 TOTALE ITALIANI Fonte: elaborazione Mecenate 90 su dati AAPIT Siracusa Anno 2004 Associazione Mecenate 90 76

16 Graf III Andamento mensile dei flussi turistici COMUNE DI PALAZZOLO ACREIDE STAGIONALITA' DELLA DOMANDA Totale Italiani Totale Stranieri Totale Generale Fonte: elaborazione Mecenate 90 su dati AAPIT Siracusa Tot presenze, anno 2004 b) Noto Buona la capacità ricettiva del solo comune di Noto che con 16 strutture alberghiere, delle quali ben 9 di qualità media, e 54 extralberghiere conta un massimo di 2047 posti letto disponibili nei periodi di alta stagione. Graff IV e V Composizione dell offerta ricettiva COMUNE DI NOTO DISTRIBUZIONE OFFERTA ALBERGHIERA 2 Stelle 9,2% 1 Stella 0,9% 3 Stelle 89,9% Associazione Mecenate 90 77

17 COMUNE DI NOTO DISTRIBUZIONE OFFERTA EXTRALBERGHIERA Bed & Breakfast 20% Affittacamere 13% Case Vacanze 2% Agriturismo 20% Campeggi 36% Ostelli 9% Fonte: elaborazione Mecenate 90 su dati AAPIT Siracusa N. letti, anno 2004 Un turismo di mass market, dunque, quello di Noto, con una buona consistenza della domanda incoming formata prevalentemente da visitatori francesi e tedeschi e caratterizzata da una decisa assenza di stagionalità a riprova di una domanda turistica attratta dalle numerose risorse culturali, complice il clima mite tipico delle destinazioni siciliane. A differenza di quanto osservato in riferimento tanto agli altri comuni del Val di Noto quanto della provincia nel suo complesso, pur confermandosi la predominanza dei flussi turistici di prossimità, nei confini comunali di Noto il primato per numero di presenze nella domanda turistica nazionale appartiene alla Lombardia seguita da Piemonte, Campania, Lazio ed Emilia Romagna. Un turismo, quello di provenienza italiana che pur registrando ancora alti picchi di domanda nelle presenze estive, si mantiene ben al di sopra di quello straniero anche nei mesi che vanno da aprile ad ottobre, registrando valori in aumento nei mesi primaverili, con punte di eccellenza in luglio ed agosto ed un brusco riallineamento ai valori primaverili nel mese di settembre. Associazione Mecenate 90 78

18 Tab III Domanda turistica internazionale per Paese di residenza: i primi 20 per numero di presenze COMUNE DI NOTO Paese di residenza Arrivi Presenze Germania Francia Russia Regno Unito Svizzera e Liechtenstein Paesi Bassi Spagna Stati Uniti d'america Canada Belgio Altri Paesi Europei Austria Slovenia Polonia Australia Irlanda Giappone Grecia Israele Altri Paesi dell'asia TOT PRIMI 20 PAESI ALTRI PAESI TOTALE STRANIERI Fonte: elaborazione Mecenate 90 su dati AAPIT Siracusa Anno 2004 Tab IV Domanda turistica interna per regione di provenienza COMUNE DI NOTO Regione di provenienza Arrivi Presenze Lombardia Sicilia Piemonte Campania Lazio Emilia Romagna Calabria Puglia Veneto Toscana Val D'Aosta Liguria Umbria Marche Abruzzo Friuli Venezia Giulia Basilicata Sardegna Trento Bolzano Molise TOTALE ITALIANI Fonte: elaborazione Mecenate 90 su dati AAPIT Siracusa Anno 2004 Associazione Mecenate 90 79

19 Graf VI Andamento mensile dei flussi turistici COMUNE DI NOTO STAGIONALITA' DELLA DOMANDA Totale Italiani Totale Stranieri Totale Generale Fonte: elaborazione Mecenate 90 su dati AAPIT Siracusa Tot presenze, anno La provincia di Ragusa La provincia di Ragusa è dotata di un offerta ricettiva di media qualità, con più di 5400 posti letto a disposizione in strutture alberghiere a tre stelle e quasi 1400 in strutture classificate a quattro stelle, mentre nel comparto extralberghiero sono oltre 4000 i posti disponibili per turisti che scelgano di soggiornare nei parchi-campeggio dell area. La disponibilità del sistema dell ospitalità locale è caratterizzata, infatti, da un cospicuo numero di posti letto in strutture alberghiere (57% dell intera offerta ricettiva provinciale) per un totale di poco più di 7250 posti distribuiti su una cinquantina di hotel. Associazione Mecenate 90 80

20 Graff I e II Composizione dell offerta ricettiva PROVINCIA DI RAGUSA DISTRIBUZIONE DELL'OFFERTA ALBERGHIERA 2 stelle 5% 1stella 1% 4 stelle 19% 3 stelle 75% PROVINCIA DI RAGUSA DISTRIBUZIONE DELL'OFFERTA EXTRALBERGHIERA Aziende agrituristiche 5% Case per vacanza 3% Bed & Breakfast 14% Case per Ferie 1% Affittacamere 2% Parchi di campeggio 74% Villaggi turistici 1% Fonte: elaborazione Mecenate 90 su dati AAPIT Ragusa N. letti, anno 2004 Associazione Mecenate 90 81

21 L esame dei flussi turistici provinciali mostra, tanto per numero di arrivi quanto per presenze complessive, una netta prevalenza dei visitatori italiani sugli stranieri. Ai vertici della classifica internazionale troviamo Francia e Germania, seguite, con netto distacco, da svizzeri, belgi, austriaci, inglesi e olandesi. Il turismo interno all isola costituisce ancora una volta la caratteristica predominante della domanda domestica, mentre lombardi, campani e laziali sono i visitatori più numerosi tra gli italiani. Tab I Domanda turistica internazionale per Paese/continente di residenza 34 PROVINCIA DI RAGUSA Paese di residenza Arrivi Presenze Francia Germania Svizzera Belgio Austria Regno Unito Paesi Bassi Spagna Stati Uniti d'america Giappone Svezia Africa ALTRI TOTALE STRANIERI Fonte: elaborazione Mecenate 90 su dati AAPIT Ragusa anno La lista è esaustiva, la voce ALTRI contiene arrivi e presenze di visitatori per i quali non è stato individuato dall AAPIT Ragusa il rispettivo Paese di provenienza a causa della difficile interpretazione delle informazioni fornite. Associazione Mecenate 90 82

22 Tab II Domanda turistica interna per regione di provenienza 35 PROVINCIA DI RAGUSA Regione di provenienza Arrivi Presenze Sicilia Lombardia Campania Lazio Toscana Emilia-Romagna Liguria Calabria Piemonte Veneto ALTRI TOTALE ITALIANI Fonte: elaborazione Mecenate 90 su dati AAPIT Ragusa anno 2004 Un impennata della domanda di visitatori italiani nella stagione estiva conferma la netta prevalenza delle preferenze per il prodotto mare tra le motivazioni primarie del turismo interno all isola, mentre la domanda internazionale si connota con un alta stagione turistica in primavera, estate e autunno e un basso profilo nei mesi invernali. Graf III Andamento mensile dei flussi turistici PROVINCIA DI RAGUSA STAGIONALITA' DELLA DOMANDA TOTALE ITALIANI TOTALE STRANIERI TOTALE GENERALE Fonte: elaborazione Mecenate 90 su dati AAPIT Ragusa Tot presenze, anno La lista è esaustiva, la voce ALTRI contiene arrivi e presenze di visitatori per i quali non è stata individuata dall AAPIT Ragusa la rispettiva regione di residenza a causa della difficile interpretazione delle informazioni fornite. Associazione Mecenate 90 83

23 I comuni di Ragusa, Modica e Scicli a) Ragusa Il mercato turistico del ragusano vanta il 65% di disponibilità in strutture alberghiere, delle quali un buon 88% costituite da hotel a 3 stelle 36, ed un insieme di esercizi complementari che nel complesso possono ospitare fino a 2300 persone di cui oltre l 80% disponibili nei due grandi parchi campeggio presenti sul territorio. Si conferma la netta prevalenza di turismo domestico, mentre gli arrivi e le presenze straniere nel comune di Ragusa, decisamente più contenuti, sono costituiti soprattutto da francesi e tedeschi i cui flussi congiunti non raggiungono le oltre presenze registrate dai siciliani nel solo Graff I e II Composizione dell offerta ricettiva COMUNE DI RAGUSA DISTRIBUZIONE RICETTIVITA' ALBERGHIERA 2 stelle 3% 4 stelle 9% 3 stelle 88% COMUNE DI RAGUSA DISTRIBUZIONE OFFERTA EXTRALBERGHIERA Case per vacanza 1% Affittacamere 1% Aziende agrituristiche 4% Bed & Breakfast 9% Case per Ferie 1% Parchi di campeggio 84% Fonte: elaborazione Mecenate 90 su dati AAPIT Ragusa N. letti, anno La sola struttura del Club Méditerranée conta circa 1600 posti letto. Associazione Mecenate 90 84

24 Tab I Domanda turistica internazionale per Paese di origine 37 COMUNE DI RAGUSA Paese di residenza Arrivi Presenze Francia Germania Belgio Austria Svizzera Regno Unito Paesi Bassi Stati Uniti d'america Spagna Svezia Giappone ALTRI TOTALE STRANIERI Fonte: elaborazione Mecenate 90 su dati AAPIT Ragusa anno 2004 Tab II Domanda turistica interna per regione di provenienza 38 COMUNE DI RAGUSA Regione di provenienza Arrivi Presenze Sicilia Lombardia Campania Lazio Toscana Emilia Romagna Piemonte Calabria Liguria ALTRI TOTALE ITALIANI Fonte: elaborazione Mecenate 90 su dati AAPIT Ragusa anno 2004 b) Modica Il 71% degli alberghi di Modica è a 3 stelle, mentre le strutture ricettive ordinarie dedicate alle fasce di reddito medio-alto sono appena il 15%. Più varia la struttura delle disponibilità complementari che contano un buon numero di posti letto in piccoli bed & breakfast, case per vacanza, agriturismi 37 La lista è esaustiva, la voce ALTRI contiene arrivi e presenze di visitatori per i quali non è stato individuato dall AAPIT Ragusa il rispettivo Paese di provenienza a causa della difficile interpretazione delle informazioni fornite. 38 La lista è esaustiva, la voce ALTRI contiene arrivi e presenze di visitatori per i quali non è stata individuata dall AAPIT Ragusa la rispettiva regione di residenza a causa della difficile interpretazione delle informazioni fornite. Associazione Mecenate 90 85

25 e campeggi. Graff III e IV Composizione dell offerta ricettiva COMUNE DI MODICA DISTRIBUZIONE OFFERTA ALBERGHIERA 2 stelle 8% 1stella 6% 4 stelle 15% 3 stelle 71% COMUNE DI MODICA DISTRIBUZIONE OFFERTA EXTRALBERGHIERA Bed & Breakfast 33% Aziende agrituristiche 11% Parchi di campeggio 19% Case per vacanza 18% Villaggi turistici 7% Case per ferie 3% Affittacamere 9% Fonte: elaborazione Mecenate 90 su dati AAPIT Ragusa N. letti, anno 2004 c) Scicli Il mercato turistico di Scicli è prevalentemente orientato alla ricettività alberghiera di medio-alta e alta qualità e si caratterizza per la presenza di oltre 800 posti letto ubicati in due grandi strutture a quattro stelle a fronte di un centinaio di letti disponibili nei numerosi bed & breakfast locali. Associazione Mecenate 90 86

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 Arrivi 2.016.536 Presenze 8.464.905 PROVINCIA IN COMPLESSO Arrivi: superata

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Rapporto annuale Giugno 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. scpa Committente:

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE OSSERVATORIO TURISTICO DELLA REGIONE MARCHE INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Settembre 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Committente: Unioncamere Marche Termine

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze

COMUNICATO STAMPA. Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze COMUNICATO STAMPA Torino, 23 maggio 2006 Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze Il turismo in Piemonte continua a crescere. Nel 2005 gli arrivi di turisti che hanno

Dettagli

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Adam Asmundo POLITICHE PUBBLICHE Attraverso confronti interregionali si presenta una analisi sulle diverse tipologie di trattamenti pensionistici e sul possibile

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

Popolazione e famiglie

Popolazione e famiglie 23 dicembre 2013 Popolazione e famiglie L Istat diffonde oggi nuovi dati definitivi del 15 Censimento generale della popolazione e delle abitazioni. In particolare vengono rese disponibili informazioni,

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni)

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni) ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Gli immobili in Italia - 2015 ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Nel presente capitolo è analizzata la distribuzione territoriale

Dettagli

Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione "titolo" della form di ricerca

Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione titolo della form di ricerca Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione "titolo" della form di ricerca CATEGORIA TITOLO AREA GEOGRAFICA Vigneto/produzione/consumi Superfici vitate

Dettagli

Lo spettacolo dal vivo in Sardegna. Rapporto di ricerca 2014

Lo spettacolo dal vivo in Sardegna. Rapporto di ricerca 2014 Lo spettacolo dal vivo in Sardegna Rapporto di ricerca 2014 2014 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Redazione a cura della Presidenza Direzione generale della Programmazione unitaria e della Statistica regionale

Dettagli

I trasferimenti ai Comuni in cifre

I trasferimenti ai Comuni in cifre I trasferimenti ai Comuni in cifre Dati quantitativi e parametri finanziari sulle attribuzioni ai Comuni (2012) Nel 2012 sono stati attribuiti ai Comuni sotto forma di trasferimenti, 9.519 milioni di euro,

Dettagli

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Dicembre 2007 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 3 La

Dettagli

DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO

DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO (Deliberazione ARG/com 202/08 - Primo report) Dal 1 luglio 2007 tutti i clienti

Dettagli

IL RUOLO DEL TURISMO NELL ECONOMIA LUCANA

IL RUOLO DEL TURISMO NELL ECONOMIA LUCANA IL RUOLO DEL TURISMO NELL ECONOMIA LUCANA 1 Unioncamere Basilicata RAPPORTO ANNUALE 2002 DELL OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE IL RUOLO DEL TURISMO NELL ECONOMIA LUCANA Il ruolo del turismo nell economia

Dettagli

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF Finalmente una buona notizia in materia di tasse: nel 2015 la stragrande maggioranza dei Governatori italiani ha deciso di non aumentare l addizionale regionale

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014 14 luglio 2014 Anno 2013 LA POVERTÀ IN ITALIA Nel 2013, il 12,6% delle famiglie è in condizione di povertà relativa (per un totale di 3 milioni 230 mila) e il 7,9% lo è in termini assoluti (2 milioni 28

Dettagli

I rapporto sul turismo attivo in Sardegna

I rapporto sul turismo attivo in Sardegna Agenzia Governativa Regionale Sardegna Promozione I rapporto sul turismo attivo in Sardegna Le potenzialità dell altra stagione Agenzia Governativa Regionale Sardegna Promozione 1 Il turismo attivo in

Dettagli

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Maggio 2012 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 15

Dettagli

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE CULTURA e SVILUPPO FESR 2014-2020 Sintesi DICEMBRE 2014 1. Inquadramento e motivazioni Il Ministero dei Beni, delle

Dettagli

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA FORMAZIONE PER LA PA FINANZIATA DAL FSE PARTE II - CAPITOLO 2 LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA PROGRAMMAZIONE DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME

Dettagli

Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della scuola statale A.S. 2013/2014

Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della scuola statale A.S. 2013/2014 Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della statale A.S. 2013/2014 Premessa In questo Focus viene fornita un anticipazione dei dati relativi all a.s. 2013/2014 relativamente

Dettagli

L AGRITURISMO IN SICILIA: STATO DELL ARTE E PROSPETTIVE

L AGRITURISMO IN SICILIA: STATO DELL ARTE E PROSPETTIVE Regione Siciliana P R O G E T T O D I R I C E R C A L AGRITURISMO IN SICILIA: STATO DELL ARTE E PROSPETTIVE Ricerche nell ambito delle attività istituzionali dell Osservatorio sul Sistema dell Economia

Dettagli

1) Progetti di Servizio civile nazionale da realizzarsi in ambito regionale per l avvio di complessivi 3.516 volontari.

1) Progetti di Servizio civile nazionale da realizzarsi in ambito regionale per l avvio di complessivi 3.516 volontari. Avviso agli enti. Presentazione di progetti di servizio civile nazionale per complessivi 6.426 volontari (parag. 3.3 del Prontuario contenente le caratteristiche e le modalità per la redazione e la presentazione

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

Dagli indicatori alla Governance dello sviluppo del contesto campano

Dagli indicatori alla Governance dello sviluppo del contesto campano N UCLEO DI VALUTAZIONE E VERIFICA DEGLI I NVESTIMENTI PUBBLICI Dagli indicatori alla Governance dello sviluppo del contesto campano Melania Cavelli Sachs NVVIP regione Campania Conferenza AIQUAV, Firenze,

Dettagli

REGOLAZIONE REGIONALE DELLA GENERAZIONE ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI. Aggiornamento al 31 dicembre 2013

REGOLAZIONE REGIONALE DELLA GENERAZIONE ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI. Aggiornamento al 31 dicembre 2013 REGOLAZIONE REGIONALE DELLA GENERAZIONE ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI Aggiornamento al 31 dicembre 2013 Marzo 2014 REGOLAZIONE REGIONALE DELLA GENERAZIONE ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI Aggiornamento

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

Osservatorio sul turismo giovanile

Osservatorio sul turismo giovanile Osservatorio Turisticmo Giovanile 2013 2013 Osservatorio sul turismo giovanile A cura di Iscom Group 1/49 Osservatorio Turisticmo Giovanile 2013 Sommario 1 Vacanze con gli under 18... 6 1.1 Propensione

Dettagli

1.3 IMPORTAZIONE/ESPORTAZIONE DEI RIFIUTI SPECIALI

1.3 IMPORTAZIONE/ESPORTAZIONE DEI RIFIUTI SPECIALI 1.3 IMPORTAZIONE/ESPORTAZIONE DEI RIFIUTI SPECIALI L analisi dettagliata del rapporto tra importazione ed esportazione di rifiuti speciali in Veneto è utile per comprendere quali tipologie di rifiuti non

Dettagli

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 1 Rapporto Mensile sul Sistema Elettrico Consuntivo dicembre 2014 Considerazioni di sintesi 1. Il bilancio energetico Richiesta di energia

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

MILLE CANTIERI PER LO SPORT. 150 milioni di euro di finanziamenti a tasso zero per mettere a nuovo gli impianti sportivi di base

MILLE CANTIERI PER LO SPORT. 150 milioni di euro di finanziamenti a tasso zero per mettere a nuovo gli impianti sportivi di base 150 milioni di euro di finanziamenti a tasso zero per mettere a nuovo gli impianti sportivi di base 500 spazi sportivi scolastici e 500 impianti di base, pubblici e privati «1000 Cantieri per lo Sport»

Dettagli

Istituto per il Credito Sportivo

Istituto per il Credito Sportivo Istituto per il Credito Sportivo REGOLAMENTO SPAZI SPORTIVI SCOLASTICI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SUI MUTUI AGEVOLATI DELL ISTITUTO PER IL CREDITO SPORTIVO INDICE 1. Perché vengono concessi contributi

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale. Miriam Tagliavia Marzo 2011

Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale. Miriam Tagliavia Marzo 2011 Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale Marzo 2011 2 Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale Il Dipartimento per le Comunicazioni, uno dei

Dettagli

Unione Province Italiane. Una proposta per il riassetto delle Province

Unione Province Italiane. Una proposta per il riassetto delle Province Unione Province Italiane Una proposta per il riassetto delle Province Assemblea Unione Province Italiane Roma - 06 dicembre 2011 A cura di: Prof. Lanfranco Senn Dott. Roberto Zucchetti Obiettivi dello

Dettagli

LA SPESA PER CONSUMI DELLE FAMIGLIE

LA SPESA PER CONSUMI DELLE FAMIGLIE 8 luglio 2015 LA SPESA PER CONSUMI DELLE FAMIGLIE Anno 2014 Dopo due anni di calo, nel 2014 la spesa media mensile per famiglia in valori correnti risulta sostanzialmente stabile e pari a 2.488,50 euro

Dettagli

Obiettivi Europa 2020 e Indicatori di Posizione della Sardegna e dell'italia Valori degli indicatori aggiornati all'ultimo anno disponibile

Obiettivi Europa 2020 e Indicatori di Posizione della Sardegna e dell'italia Valori degli indicatori aggiornati all'ultimo anno disponibile Obiettivi Europa 2020 e Indicatori di Posizione della e dell'italia Valori degli indicatori aggiornati all'ultimo anno disponibile Fonti: Eurostat - Regional statistic; Istat - Politiche di Sviluppo e

Dettagli

Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014

Quadro di valutazione L'Unione dell'innovazione 2014 Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014 Quadro di valutazione dei risultati dell'unione dell'innovazione per la ricerca e l'innovazione Sintesi Versione IT Imprese e industria Sintesi Quadro

Dettagli

La cittadinanza in Europa. Deborah Erminio

La cittadinanza in Europa. Deborah Erminio La cittadinanza in Europa Deborah Erminio Dicembre 2012 La normativa per l acquisizione della cittadinanza nei diversi Paesi dell Unione europea varia considerevolmente da paese a paese e richiama diversi

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE TASSE IMPOSTE SANZIONI COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE (DA COMPILARE A CURA DEL CONCESSIONARIO DELLA BANCA O DELLE POSTE) FIRMA Autorizzo addebito sul conto corrente

Dettagli

Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura

Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura Introduzione Gli indicatori calcolati sugli anni di vita persi per morte prematura (PYLLs) combinano insieme le informazioni relative alla numerosità

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

ATTIVITA DELLA REGIONE LIGURIA NELL AMBITO DEGLI STUDI E INDAGINI SULLA MICROZONAZIONE SISMICA

ATTIVITA DELLA REGIONE LIGURIA NELL AMBITO DEGLI STUDI E INDAGINI SULLA MICROZONAZIONE SISMICA STUDI DI MICROZONAZIONE SISMICA: TEORIA ED APPLICAZIONI AOSTA, Loc. Amérique Quart (AO), 18-19 Ottobre 2011 Assessorato OO.PP., Difesa Suolo e Edilizia Residenziale Pubblica - Servizio Geologico ATTIVITA

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014 Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE v. 1.6 16 giugno 2014 Indice Indice...2 1. Introduzione...3 1.1 Il debito informativo del Co.Ge.A.P.S....3 1.2 Il debito informativo regionale...3

Dettagli

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA procede alla raccolta di domande al fine di effettuare selezioni per eventuali assunzioni con contratto subordinato, a tempo determinato, relativamente al Festival Areniano

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

Caratteristiche fisiche e modalità di gestione delle Tessere Sanitarie Carta nazionale dei servizi (TS-CNS) -documento tecnico-

Caratteristiche fisiche e modalità di gestione delle Tessere Sanitarie Carta nazionale dei servizi (TS-CNS) -documento tecnico- Caratteristiche fisiche e modalità di gestione delle Tessere Sanitarie Carta nazionale dei servizi (TS-CNS) -documento tecnico- PREMESSA... 3 1. CARATTERISTICHE FISICHE DELLE TS-CNS... 3 1.1. Fronte TS-CNS

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

l'?~/?: /;/UI,"lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ";1

l'?~/?: /;/UI,lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ;1 MIUR - Ministero dell'istruzione dell'untversùà e della Ricerca AOODGPER - Direzione Generale Personale della Scuola REGISTRO UFFICIALE Prot. n. 0006768-27/0212015 - USCITA g/~)/rir. (" J7rti///Nt4Ik0"i

Dettagli

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO BANDO PUBBLICO N. 2 PER IL FINANZIAMENTO DI PERCORSI FORMATIVI INDIVIDUALI MEDIANTE ASSEGNAZIONE

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

ECC-Net: Travel App2.0

ECC-Net: Travel App2.0 ECC-Net: Travel App2.0 In occasione del 10 anniversario dell ECC- Net, la rete dei centri europei per i consumatori lancia la nuova versione dell ECC- Net Travel App. Quando utilizzare questa applicazione?

Dettagli

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie Agricoltura Bio nel mondo: la superficie L agricoltura biologica occupa una superficie di circa 37,04 milioni di ettari nel 2010. Le dimensioni a livello globale sono rimaste pressoché stabili rispetto

Dettagli

speciale Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli)

speciale Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli) 2013 Maggio Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli) Note introduttive Tabella Lordo Netto 2013 Il contributo di solidarietà Introdotto con il Dl n. 138/2011 (legge

Dettagli

INDICE TITOLO I - OGGETTO DEL TESTO UNICO TITOLO II - ORGANIZZAZIONE TURISTICA REGIONALE TITOLO III - STRUTTURE RICETTIVE

INDICE TITOLO I - OGGETTO DEL TESTO UNICO TITOLO II - ORGANIZZAZIONE TURISTICA REGIONALE TITOLO III - STRUTTURE RICETTIVE Legge Regionale 16 luglio 2007, n. 15 Testo unico delle leggi regionali in materia di turismo. (approvata con deliberazione del Consiglio regionale n VIII/397 del 03/07/2007 e pubblicata nel Bollettino

Dettagli

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A.

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Firenze, 27 novembre 2013 Classificazione Consip Public indice Il Programma per la razionalizzazione degli acquisti Focus: Convenzione per

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

Gli immigrati stranieri: il loro aumento negli anni 90 secondo le diverse fonti

Gli immigrati stranieri: il loro aumento negli anni 90 secondo le diverse fonti LA POPOLAZIONE 17 Gli immigrati stranieri: il loro aumento negli anni 90 secondo le diverse fonti Significato. La presenza nella popolazione di cittadini stranieri è ormai diventata di una certa consistenza

Dettagli

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo Valutazione Crediti e proposte Progetti Area Turismo a cura di Bruno Turra Questo documento intende affrontare l analisi delle priorità di valutazione nell area turismo individuandone le principali componenti

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 Analisi statistiche Giugno 2012 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI Anni 2009-2011 Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT

Dettagli

6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI

6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI dell Ambiente del 6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI In questo capitolo esporremo i risultati che ci sembrano di maggior interesse tra quelli emersi dall elaborazione dei dati restituitici dagli

Dettagli

REPOR DIREZIONE GENERALE UFFICIO

REPOR DIREZIONE GENERALE UFFICIO M Innovazione Conoscenza RETE REPOR RT ATTIVITA PATENT LIBRARY ITALIA 213 DIREZIONE GENERALE LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE UFFICIO ITALIANO BREVETTI E I Sommario Introduzione... 3 I servizi erogati dalla Rete...

Dettagli

Istruzioni per la compilazione

Istruzioni per la compilazione ARBITRO BANCARIO FINANZIARIO ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL RICORSO - RISOLUZIONE STRAGIUDIZIALE DELLE CONTROVERSIE RICORSO ALL ARBITRO BANCARIO FINANZIARIO Istruzioni per la compilazione ATTENZIONE:

Dettagli

Protagonista dello sviluppo locale

Protagonista dello sviluppo locale Bic Umbria Protagonista dello sviluppo locale Sviluppo Italia Bic Umbria promuove, accelera e diffonde lo sviluppo produttivo e imprenditoriale nella regione. È controllata da Sviluppo Italia, l Agenzia

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower Previsioni Q1 14 Manpower sull Occupazione Italia Indagine Manpower Previsioni Manpower sull Occupazione Italia Indice Q1/14 Previsioni Manpower sull Occupazione in Italia 1 Confronto tra aree geografiche

Dettagli

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI COS E CRES: CLIMA RESILIENTI PROGETTO DI KYOTO CLUB VINCITORE DI UN BANDO DEL MINISTERO DELL AMBIENTE SUI PROGETTI IN MATERIA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E SVILUPPO SOSTENIBILE OBIETTIVI DEL PROGETTO CRES

Dettagli

Dai rapporti temporanei all occupazione stabile: un percorso sempre più incerto?

Dai rapporti temporanei all occupazione stabile: un percorso sempre più incerto? Dai rapporti temporanei all occupazione stabile: un percorso sempre più incerto? di Anna de Angelini La maggior flessibilità in entrata introdotta dalla normativa sui rapporti di lavoro a partire seconda

Dettagli

ATTIVITÀ GRATUITE A BENEFICIO DI ALTRI

ATTIVITÀ GRATUITE A BENEFICIO DI ALTRI 23 luglio 2014 Anno 2013 ATTIVITÀ GRATUITE A BENEFICIO DI ALTRI Vengono diffusi oggi i risultati della prima rilevazione sul lavoro volontario, frutto della convenzione stipulata tra Istat, CSVnet (rete

Dettagli

AVVISO 2/14 1 Scadenza COMMERCIO TURISMO - SERVIZI PIANI FINANZIABILI, MA NON FINANZIATI PER MANCANZA DI RISORSE SETTORIALI/TERRITORIALI

AVVISO 2/14 1 Scadenza COMMERCIO TURISMO - SERVIZI PIANI FINANZIABILI, MA NON FINANZIATI PER MANCANZA DI RISORSE SETTORIALI/TERRITORIALI PIEMONTE - VALLE D'AOSTA LIGURIA UNIONE COMMERCIO E TURISMO PROVINCIA DI 1 PF1335_PR418_av214_1 SAVONA ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI DELLA 2 PF1085_PR313_av214_1 PROVINCIA DI ALESSANDRIA ASCOM-BRA ASSOCIAZIONE

Dettagli

ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA

ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA Promuovere la Sicilia del vino di qualità come se fosse una grande azienda, dotata di obiettivi, strategia e know-how specifico. Ecco il segreto dell associazione

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

Stima delle presenze irregolari. Vari anni

Stima delle presenze irregolari. Vari anni Stima delle presenze irregolari. Vari anni Diciottesimo Rapporto sulle migrazioni (FrancoAngeli). Fondazione Ismu. Dicembre 2012 Capitolo 1.1: Gli aspetti statistici Tab. 1 - La presenza straniera in Italia.

Dettagli

Informativa prot. n.23715 DELL'11.06.2012 - CL. 16.01.04/ F.1.16

Informativa prot. n.23715 DELL'11.06.2012 - CL. 16.01.04/ F.1.16 Informativa prot. n.23715 DELL'11.06.2012 - CL. 16.01.04/ F.1.16 D ordine del Direttore generale dr. Mario Guarany, si comunica che ai sensi dell articolo 30 del decreto legge 6 dicembre 2011 n. 201, convertito,

Dettagli

I dati Import-Export. 1 semestre 2014

I dati Import-Export. 1 semestre 2014 I dati Import-Export 1 semestre 2014 Import, Export e bilancia commerciale (valori in euro) Provincia di Mantova, Lombardia e Italia, 1 semestre 2014 (dati provvisori) import 2014 provvisorio export saldo

Dettagli

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 REGOLAMENTO DEL PREMIO LETTERARIO LA GIARA PER I NUOVI TALENTI DELLA NARRATIVA ITALIANA 1) Il Premio fa capo alla Direzione Commerciale Rai, nel cui ambito

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

Vorrei un inform@zione

Vorrei un inform@zione Touring Club Italiano Vorrei un inform@zione Come rispondono gli uffici informazioni delle destinazioni turistiche italiane e straniere Dossier a cura del Centro Studi TCI Giugno 2007 SOMMARIO Alcune premesse

Dettagli

GESTIONE OPERATIVA DEI PROGETTI FINANZIATI CON FONDI EUROPEI. Dott. Nicola ZERBONI

GESTIONE OPERATIVA DEI PROGETTI FINANZIATI CON FONDI EUROPEI. Dott. Nicola ZERBONI GESTIONE OPERATIVA DEI PROGETTI FINANZIATI CON FONDI EUROPEI Dott. Nicola ZERBONI Dottore Commercialista in Milano Finanziamenti europei 2007/2013 e contrasto alle irregolarità e alle frodi nei fondi Diretta

Dettagli

Salentini nel mondo. Le statistiche ufficiali. Provincia di Lecce

Salentini nel mondo. Le statistiche ufficiali. Provincia di Lecce Salentini nel mondo Le statistiche ufficiali Provincia di Lecce 1 I SALENTINI NEL MONDO, OGGI 150 ANNI DI PARTENZE DAL SALENTO I TRASFERIMENTI ALL ESTERO NEL TERZO MILLENNIO 2 I SALENTINI NEL MONDO, OGGI

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI 1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI La Provincia è un istituzione pubblica territoriale; gli organi di governo sono eletti dalla popolazione residente nel territorio e hanno il compito

Dettagli

VI Rapporto su enti locali e terzo settore

VI Rapporto su enti locali e terzo settore COORDINAMENTO Michele Mangano VI Rapporto su enti locali e terzo settore A cura di Francesco Montemurro, con la collaborazione di Giulio Mancini IRES Lucia Morosini Roma, marzo 2013 2 Indice 1. PREMESSA...

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi La Regione Puglia nel percorso del POAT DAGL Laboratori e sperimentazioni per il miglioramento della qualità della

Dettagli

Migrazioni dall Africa: scenari per il futuro Alessio Menonna

Migrazioni dall Africa: scenari per il futuro Alessio Menonna Migrazioni dall Africa: scenari per il futuro Alessio Menonna Il modello Attraverso un modello che valorizza un insieme di dati relativi ai tassi di attività e alla popolazione prevista nel prossimo ventennio

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Osservatorio Nazionale del turismo INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE rapporto annuale Giugno 2009 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. scpa Committente: Unioncamere per Osservatorio

Dettagli

Cooperazione, non profit e imprenditoria sociale: economia e lavoro

Cooperazione, non profit e imprenditoria sociale: economia e lavoro Cooperazione, non profit e imprenditoria sociale: economia e lavoro Cooperazione, non profit e imprenditoria sociale: economia e lavoro Il presente Rapporto è stato realizzato da un gruppo di ricerca congiunto

Dettagli

ISBN 978-88-88343-65-5

ISBN 978-88-88343-65-5 2008 osservatorio del turismo della regione calabria 2008 le nuvole - editoria e arti visive via F.lli Cervi 17/L - 87100 Cosenza www.lenuvole.it - e.mail: info@lenuvole.it ISBN 978-88-88343-65-5 REGIONE

Dettagli

Italia e Unione Europea: una valutazione comparata della gestione dei rifiuti

Italia e Unione Europea: una valutazione comparata della gestione dei rifiuti una valutazione comparata della gestione dei rifiuti Parte una valutazione comparata della gestione dei rifiuti La Commissione europea nell Aprile del 01 ha presentato gli esiti di una ricerca eseguita

Dettagli

La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana

La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana Convegno Associazione Italiana di Economia Sanitaria La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana Giampaolo Vitali Ceris-CNR, Moncalieri Torino, 30 Settembre 2010 1 Agenda Caratteristiche

Dettagli