Codifica dati e istruzioni. Lezione 9. Codifica dati e istruzioni. Codifica dati e istruzioni. Codifica binaria dell informazione

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Codifica dati e istruzioni. Lezione 9. Codifica dati e istruzioni. Codifica dati e istruzioni. Codifica binaria dell informazione"

Transcript

1 24//22 Codifica dati e istruzioni Lezione 9 Codifica dell informazione Algoritmi = istruzioni + dati. Per scrivere un programma che descriva un algoritmo è necessario rappresentare istruzioni e dati utilizzando un formato che il calcolatore sia in grado di: Memorizzare Elaborare Trasmettere 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 2 Codifica dati e istruzioni Alfabeto dei simboli Esempio: cifre, Esempio: cifre,, 2,, 9, separatore decimale (,), separatore delle migliaia (.), segno positivo (+) e negativo (-). Regole di composizione (sintassi) che definiscono le sequenze di cifre (parole) ammissibili: Esempio:.234,5 è la rappresentazione di un numero reale. Esempio:,23,45 non lo è. Codifica dati e istruzioni Codice (semantica): insieme di regole che ad ogni configurazione ammissibile associa un entità di informazione.234,5 = x x x + 4 x + 5 x -,23,45 =? Lo stesso alfabeto può essere utilizzato con codici diversi: 23,456 = x x + 3 x + 4 x x x -3 (IT) 23,456 = x x x x x + 5 x (UK) 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 3 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 4 Codifica binaria dell informazione Il calcolatore utilizza un alfabeto binario: usiamo dispositivi elettronici digitali in grado di assumere due solo stati: acceso/spento, ON/OFF, /, VERO/FALSO. Un alfabeto binario non limita le funzionalità di un calcolatore. Il simbolo o cifra binaria si indica con bit (da Binary digit): quantità d informazione che si ottiene selezionando una configurazione da un insieme che ne contiene due. La risposta SI oppure NO a una domanda porta bit di informazione. Codifica binaria dell informazione Il calcolatore tratta diversi tipi di dati (numeri, caratteri, ecc.) tutti rappresentati con la codifica binaria. Problema: assegnare un codice univoco a tutti gli oggetti compresi in un insieme predefinito. Esempio: associare un codice binario ai giorni della settimana. 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 5 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 6 Corso Informatica A Allievi Gestionali prof. C. Silvano

2 24//22 Codifica binaria dell informazione Quanti oggetti diversi posso codificare con parole binarie composte da k bit? bit: 2 = 2 stati (, ) 2 oggetti 2 bit: 2 2 = 4 stati (,,, ) 4 oggetti 3 bit: 2 3 = 8 stati (,,,,,,, ) 8 oggetti k bit: 2 k stati 2 k oggetti Codifica binaria dell informazione Se passiamo da una parola binaria di k bit ad una parola di k+ bit si raddoppia il numero di oggetti che si possono rappresentare (2 k+ ). 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 7 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 8 Codifica binaria dell informazione Quanti bit mi servono per codificare N oggetti: N 2 k k log 2 N k = log 2 N Ipotesi implicita: le parole di un codice hanno tutte la stessa lunghezza. Definire un codice Identificare due insiemi: Insieme delle configurazioni ammissibili; Insieme degli oggetti da rappresentare. Associare gli elementi dei due insiemi 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 9 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano Esempio Associare una codifica binaria ai giorni della settimana. Quanti bit devono avere le parole binarie usate per identificare i giorni della settimana (7 oggetti diversi)? k = log 2 7 = 3 Esempio Insieme delle configurazioni ammissibili LUN MAR VEN MER GIO SAB DOM Insieme degli oggetti da codificare 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 2 Corso Informatica A Allievi Gestionali prof. C. Silvano 2

3 24//22 Esempio Byte Codice LUN MAR VEN MER GIO SAB DOM bit rappresenta 2 stati: oppure. Byte rappresenta 8 bit 2 8 = 256 stati KiloByte [KB] = 2 Byte = 24 Byte 3 Byte MegaByte [MB] = 2 2 Byte = Byte 6 Byte GigaByte [GB] = 2 3 Byte 9 Byte TeraByte [TB] = 2 4 Byte 2 Byte 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 3 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 4 Codifica binaria dei caratteri Quanti sono gli oggetti da rappresentare? 26 lettere maiuscole 26 lettere minuscole cifre Circa 3 simboli d interpunzione (, ; ) Circa 3 caratteri di controllo (EOF, CR, ) Totale circa 2 oggetti complessivi k = log 2 2 = 7. Codifica binaria dei caratteri Codice ASCII (American Standard Code for Information Interchange) utilizza 7 bit può rappresentare 2 7 = 28 caratteri detti caratteri ASCII Standard. Codice ASCII esteso utilizza 8 bit ( Byte) può rappresentare 2 8 = 256 caratteri detti caratteri ASCII estesi. Tale codice comprende i caratteri ASCII standard e alcuni caratteri semigrafici (cornici, lettere nazionali, simboli matematici, ecc.) Codice UNICODE utilizza 6 bit (2 Byte) 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 5 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 6 Codifica binaria delle istruzioni Quante sono le istruzioni da codificare? Quanti bit devono avere le sequenze di bit (parole binarie) usate per identificare le istruzioni? Quale codifica (codice operativo) assegnare alle sequenze di bit che rappresentano le istruzioni? Codifica binaria delle istruzioni Esempio: Insieme delle istruzioni composto da istruzioni: NOP LOAD STORE ADD SUB MUL DIV BRANCH JUMP FUNC_CALL RETURN 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 7 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 8 Corso Informatica A Allievi Gestionali prof. C. Silvano 3

4 24//22 Codifica binaria delle istruzioni Servono k = log 2 = 4 bit: ISTRUZIONE CODICE OPERATIVO NOP LOAD STORE ADD SUB MUL DIV BRANCH JUMP FUNC_CALL RETURN Codifica binaria delle istruzioni Oltre al codice operativo è necessario fare riferimento ai dati necessari per l esecuzione dell istruzione. Esempio ADD ha bisogno che sia specificato dove leggere i due dati da sommare (operandi sorgente) e dove scrivere il risultato (operando destinazione) Il numero dei dati da specificare è variabile, in funzione delle istruzioni. Esempio: NOP JUMP R ADD R, R, R2 Codice operativo Codice operativo Codice operativo Registro Registro Registro 2 Registro 3 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 9 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 2 Codifica binaria delle istruzioni Esempio: Banco di registri (Register File) composto da 6 registri (R, R,, R5) servono k = log 2 6 = 4 bit: REGISTRO R R R2 R3 R4 R5 R6 R7 INDIRIZZO REGISTRO R8 R9 R R R2 R3 R4 R5 INDIRIZZO NOP JUMP R ADD R, R, R2 Esempio 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 2 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 22 Notazione posizionale Consideriamo i numeri interi assoluti (numeri naturali più lo zero). Notazione posizionale in base b: Alfabeto: c i { b-} c k c k- c c rappresenta: N = c k x b k + c k- x b k- + + c x b = Σ (i= k) c i x b i c bit meno significativo c k bit più significativo Notazione posizionale Basi più frequentemente utilizzate: base 2 : c i {, } base 8: c i {,, 2, 3, 4, 5, 6, 7} base : c i {,, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9} base 6: c i {,, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, A, B, C, D, E, F} 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 23 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 24 Corso Informatica A Allievi Gestionali prof. C. Silvano 4

5 24//22 Codifica binaria Numeri binari: base b = 2 Alfabeto binario: cifre c i {, } (c k c c ) 2 rappresenta: N = Σ (i= k) c i x 2 i Conversione binario decimale Dato il numero N espresso in base 2, basta riscriverlo secondo la notazione posizionale utilizzando cifre e potenze della base. Esempi: N = 2 N = x x x 2 + x 2 = 3 N = 2 N = x x x x x 2 + x 2 = 37 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 25 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 26 Conversione decimale binario Si calcolano i resti della divisione per due finché il risultato di una divisione diventa zero: Esempio: N = : 2 = resto R = b = : 2 = 5 resto R = b = 5 : 2 = 2 resto R 2 = b 2 = 2 : 2 = resto R 3 = b 3 = : 2 = resto R 4 = b 4 = Conversione decimale binario Esempio: N = 8 8 : 2 = 9 resto R = b = 9 : 2 = 4 resto R = b = 4 : 2 = 2 resto R 2 = b 2 = 2 : 2 = resto R 3 = b 3 = : 2 = resto R 4 = b 4 = 8 = 2 23 = 2 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 27 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 28 Codifica ottale Utile per rappresentare sinteticamente i valori binari. Numeri ottali: base b = 8 Alfabeto ottale: cifre c i {,, 2, 3, 4, 5, 6, 7} (c k c c ) 8 rappresenta: N = Σ (i= k) c i x 8 i Conversione ottale decimale Dato il numero N espresso in base 8, basta riscriverlo secondo la notazione posizionale utilizzando cifre e potenze della base. Esempi: N = N = 3 x x x 8 = = 236 N = 46 8 N = x x x 8 + x 8 = = 87 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 29 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 3 Corso Informatica A Allievi Gestionali prof. C. Silvano 5

6 24//22 Conversione decimale ottale Si calcolano i resti della divisione per otto finché il risultato di una divisione diventa zero: Esempio: N = : 8 = 86 resto R = b = 4 86 : 8 = 23 resto R = b = 2 23 : 8 = 2 resto R 2 = b 2 = 7 2 : 8 = resto R 3 = b 3 = 2 Conversione ottale binario Ogni cifra ottale corrisponde a tre cifre binarie: [], [], 2 [], 3 [] 4 [], 5 [], 6 [], 7 [] E sufficiente ricordarsi (o derivare) la rappresentazione binaria dei numeri da a 7. Esempio: N = [] [] [] = = //22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 3 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 32 Conversione binario ottale Suddividere le cifre binarie (partendo da destra verso sinistra) tenendo conto che tre cifre binarie corrispondono a una cifra ottale N = 2 [] [] [] = Codifica esadecimale Utile per rappresentare sinteticamente i valori binari. Numeri esadecimali: base b = 6 Alfabeto esadecimale: cifre c i {,, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, A, B, C, D, E, F} (c k c c ) 6 rappresenta: N=Σ (i= k) c i x 6 i N = 2 [] [] [][]= //22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 33 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 34 Conversione esadecimale decimale Dato il numero N espresso in base 6, basta riscriverlo secondo la notazione posizionale utilizzando cifre e potenze della base. Esempi: N = EC 6 N = 4 x x 6 = = 236 N = 33 6 N = 3 x x 6 + x 6 = = 87 Conversione decimale esadecimale Si calcolano i resti della divisione per sedici finché il risultato di una divisione diventa zero: Esempio: N = : 6 = 93 resto R = b = 4 93 : 6 = 5 resto R = b = 3 (D) 5 : 6 = resto R 2 = b 2 = = 5D4 6 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 35 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 36 Corso Informatica A Allievi Gestionali prof. C. Silvano 6

7 24//22 Conversione esadecimale binario Ogni cifra esadecimale corrisponde a quattro cifre binarie: [], [], 2 [], 3 [] 4 [], 5 [], 6 [], 7 [] 8 [], 9 [], A[], B [] C [], D [], E [], F [] E sufficiente ricordarsi (o derivare) la rappresentazione binaria su 4 bit dei numeri da a 5. N = [] [] [] = 2 Conversione binario esadecimale Suddividere le cifre binarie (partendo da destra verso sinistra) tenendo conto che quattro cifre binarie corrispondono a una cifra esadecimale. N = 2 [] [] [] = N = 2 [] [] []= //22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 37 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 38 Codifica binaria su n bit Con una sequenza di n bit si possono rappresentare 2 n numeri interi assoluti da a 2 n -. Esempio: n = 4 bit 2 4 = 6 numeri interi assoluti da a 5. La lunghezza delle sequenze di bit adottate stabilisce il massimo numero che può essere rappresentato. 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 39 Rappresentazione dei numeri interi assoluti da a 5 per diverse basi Base 2 Base 8 Base Base N b A 3 B 4 2 C 5 3 D 6 4 E 7 5 F 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 4 Codifica binaria su n+ bit Se passiamo da una sequenza di lunghezza n bit ad una sequenza di n+ bit si raddoppiano i numeri che si possono rappresentare (2 n+ ). Esempio: n = 4 bit 2 4 = 6 numeri da a 5. n = 5 bit 2 5 = 32 numeri da a 3. 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 4 Codifica binaria su 2n bit Se raddoppiamo la lunghezza di una sequenza da n bit a 2n bit i numeri che si possono rappresentare aumentano esponenzialmente (2 2n ) Esempio: n = 4 bit 2 4 = 6 numeri da a 5. n = 8 bit 2 8 = 256 numeri da a 255. Esempio: Con 32 bit si possono rappresentare 2 32 numeri naturali da a = x 9. Con 64 bit si possono rappresentare 2 64 numeri naturali da a = 6 x 8 =,6 x 9 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 42 Corso Informatica A Allievi Gestionali prof. C. Silvano 7

8 24//22 Addizione binaria Addizione binaria tra due bit (a + b): oltre al bit di somma S occorre memorizzare il bit di riporto R (carry): a b S R Addizione binaria su n bit Addizione binaria tra due numeri interi assoluti di lunghezza n bit: si allineano i due numeri in colonne da destra verso sinistra (cioè partendo dal bit meno significativo); si eseguono le somme bit a bit da destra verso sinistra considerando per ogni colonna (successiva alla colonna corrispondente al bit meno significativo) il riporto generato dalla colonna alla sua destra 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 43 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 44 Addizione binaria tra due bit ai e bi con riporto in ingresso Ri ai bi Ri Si Ri+ Esempio 4 bit: a = b = R A 5 B 3 A+B 8 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 45 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 46 Overflow Se si considerano due numeri interi assoluti rappresentati su n bit si verifica la condizione di overflow ogni volta che il risultato supera 2 n - Esempio 4 bit: a = b = R A 5 B A+B 6 Rappresentazione dei numeri interi relativi (o con segno) Codifica modulo e segno Codifica in complemento a due 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 47 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 48 Corso Informatica A Allievi Gestionali prof. C. Silvano 8

9 24//22 Codifica modulo e segno Soluzione: indicare il segno seguito dal valore assoluto. bit per indicare il segno (convenzione: positivo e negativo) Restanti(n-) bit per rappresentare il modulo (o valore assoluto) del numero Indispensabile indicare il numero n di bit utilizzati Esempio: 4 bit +6 = ms 6 = ms Problema: ci sono 2 rappresentazioni dello zero: Esempio: 4 bit + = ms = ms Codifica modulo e segno Con una sequenza di n bit si possono rappresentare 2 n numeri interi assoluti da a 2 n -. Con una sequenza di n bit si possono rappresentare con la codifica modulo e segno 2 n- numeri interi relativi compresi nell intervallo da (2 n- ) a 2 n- -. Esempio: 4 bit 6 numeri interi assoluti da a 5 4 bit 5 numeri interi relativi da 7 a 7 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 49 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 5 Diverse interpretazioni della codifica binaria su 4 bit Rappres. numeri interi assoluti Rappr. numeri interi relativi (modulo e segno) 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano Codifica in complemento a due Alfabeto binario: Anche il segno è rappresentato da o Indispensabile indicare il numero n di bit utilizzati Complemento a due: Date le sequenze di n bit, per rappresentare il numero X si utilizza il valore binario corrispondente a 2 n + x Esempio: 4 bit = 22 [] C2 4 bit = [] C2 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 52 Codifica in complemento a due Con una sequenza di n bit si possono rappresentare con la codifica in complemento a due 2 n numeri interi relativi compresi nell intervallo da 2 n- a 2 n- -. Esempio: 4 bit 6 numeri interi relativi da 8 a 7 Notare: c è una sola rappresentazione dello zero: 4 bit: + = C2 (mentre C2 = -8 ) Ciò impedisce il bilanciamento tra numeri positivi e negativi: 4 bit: zero + 7 numeri positivi (fino a 7) + 8 numeri negativi (fino a 8). Codifica in complemento a due Primo metodo pratico per calcolare la rappresentazione di X a partire da quella di X: Effettuare il complemento di ogni bit di X e aggiungere. Esempio: 4 bit +6 = C2 Complemento di tutti i bit: C2 Aggiungere : ( + ) = C2 =-6 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 53 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 54 Corso Informatica A Allievi Gestionali prof. C. Silvano 9

10 24//22 Codifica in complemento a due Secondo metodo pratico per calcolare la rappresentazione di X a partire da quella di X: Partendo da destra verso sinistra, lasciare invariati tutti i bit fino al primo compreso, e complementare tutti gli altri bit. Esempio: 4 bit +6 = C2 Gli ultimi due bit rimangono invariati Complementare gli altri 2 bit: C2 =-6 Codifica in complemento a due Data la rappresentazione di un numero su n bit, la rappresentazione dello stesso numero su n+ bit si ottiene aggiungendo a sinistra un bit uguale al bit più significativo (operazione di estensione del segno). Esempio: Rappresentazione di 6 su 4 bit = C2 Rappresentazione di 6 su 5 bit = C2 Rappresentazione di 6 su 8 bit = C2 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 55 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 56 Diverse interpretazioni della codifica binaria su 4 bit Rappres. numeri interi assoluti Rappr. numeri interi relativi (modulo e segno) Rappr. numeri interi relativi (complemento a due) //22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 57 Osservazioni In entrambe le rappresentazioni (MS e C2) i numeri positivi iniziano con, quelli negativi con (è come se il primo bit rappresentasse il segno del numero). 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 58 Osservazioni Maggiore vantaggio della notazione in complemento a due: la sottrazione tra due numeri (a b) si effettua come somma algebrica a + (-b) C2. Esempi: 4 6 = 4 + (-6) C2 = + = = (-2) C2 7 3 = 7 + (-3) C2 = + = [] = +4 Somma algebrica Si consideri l operazione di somma algebrica di due numeri interi di n bit dotati di segno e rappresentati in complemento a due Il risultato dell addizione è corretto, a patto che cada nel campo dei valori rappresentabili (-2 n- N 2 n- ), pur di trascurare l eventuale riporto in uscita dal bit più significativo. 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 59 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 6 Corso Informatica A Allievi Gestionali prof. C. Silvano

11 24//22 Esempi = + = = = (-5)+ (-2) = + = [] = -7-3 (-7) = (-3)+ 7 = + = [] = +4-7 = (-7)+ (-) = + = [] = (-3) = = + = = +5 Overflow/underflow Il segnale di riporto in uscita non è sufficiente per indicare un overflow/underflow di una somma algebrica di numeri interi con segno. Si ha superamento di capacità se: Sommando due numeri positivi si ottiene un risultato negativo (generazione di overflow) Sommando due numeri negativi si ottiene un risultato positivo (generazione di underflow) 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 6 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 62 Esempi = + = = -5 NO! OVERFLOW! -4-6 = (-4)+ (-6) = + = [] = 6 NO! UNDERFLOW! Rappresentazione dei numeri reali Problema: per una rappresentazione esatta di molti numeri di questo tipo sarebbe richiesto un numero di cifre illimitato (esempio: /3 =, Oppure π =3, ) Per rappresentare tali numeri con una sequenza di bit di lunghezza finita a uso di un calcolatore è necessario approssimare tali numeri con numeri razionali con un numero di cifre decimali ridotto e prefissato, ma comunque sufficiente a garantire il grado di precisione richiesto. 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 63 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 64 Rappresentazione dei numeri razionali Rappresentazione in virgola fissa Rappresentazione in virgola mobile (floating point) Rappresentazione binaria in virgola fissa Esempi:, 2 = x x x x 2-4 =,5 +,25 +,625 =,6875, 2 = x 2 + x2 + x x x 2-3 = 2 + +,5 +,25 = 3,625 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 65 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 66 Corso Informatica A Allievi Gestionali prof. C. Silvano

12 24//22 Rappresentazione in virgola mobile Usata spesso (anche in decimale) per rappresentare numeri molto grandi o molto piccoli (esempio,35 x 56 ). Rappresentazione in virgola mobile: N = ± M x b ±e Mantissa: parte frazionaria compresa tra e Esponente: numero intero (positivo, negativo o nullo) Rappresentazione binaria in virgola mobile N = s x M x 2 e Rappresentazione della mantissa M in modulo e segno: bit per il segno s e m bit per la mantissa M Rappresentazione dell esponente e polarizzato: n bit per l esponente s ( bit) e (n-bit) M (m-bit) 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 67 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 68 Rappresentazione binaria in virgola mobile Convenzioni adottate: Rappresentazione normalizzata della mantissa secondo lo standard IEEE (Institute of Electrical and Electronic Engineers): numero binario la cui parte intera è sempre pari a (nel campo degli m bit della mantissa compare solo la parte frazionaria). Esponente polarizzato su n bit ottenuto sommando all esponente originario una costante (bias) che lo renda sempre positivo (eliminando quindi il segno dell esponente) Esempio Rappresentazione in virgola mobile su 6-bit del numero decimale 5,5 supponendo n =7, m= 8 e bias = 64 Rappresentazione binaria: (,) 2 Rappresentazione normalizzata: (,) 2 x ( ) 2 Esponente polarizzato: (2) +(64) =(66) cioè ( ) 2 + ( ) 2 = ( ) 2 ( bit) (7-bit) (8-bit) 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 69 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 7 Overflow/underflow La rappresentazione in virgola mobile può dar luogo a overflow(underflow) dell esponente quando il valore dell esponente supera il massimo (minimo) previsto dalla convenzione adottata per la rappresentazione del numero Esempio: n = 7 bit l esponente non polarizzato del numero originario può variare tra 64 e +63. Rappresentazione in virgola mobile Standard IEEE per uniformare la gestione della rappresentazione dei numeri in virgola mobile. Quattro formati per la rappresentazione dei numeri in virgola mobile: Formati base Singola precisione (32 bit) Doppia precisione (64 bit) Formati estesi Singola precisione Doppia precisione 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 7 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 72 Corso Informatica A Allievi Gestionali prof. C. Silvano 2

13 24//22 Eseguire le seguenti conversioni di base: (92) base 3 (92) base 5 (523,5) base 2 (523,5) base 8 (,) 2 base 8 (,2) 3 base Dato che (79) = (42) b determinare il valore della base b. 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 73 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 74 Scrivere una tabella che esprima la codifica binaria su 3 bit e le corrispondenti rappresentazioni: dei numeri interi assoluti; dei numeri interi relativi in MS; dei numeri interi relativi in C2. Dati i seguenti numeri decimali: 23456, 89765, 67489,, 233, Si trasformino in base 2; Si trasformino in base 3; Si trasformino in base 5; Si trasformino in base 7. 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 75 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 76 Dare l'interpretazione, fornendone il corrispondente valore in base completo di segno, del numero binario nei seguenti casi: Numeri interi assoluti; Numeri interi relativi in MS; Numeri interi relativi in C2. Calcolare il numero minimo di bit necessari per codificare 48.. informazioni utilizzando un alfabeto binario. Calcolare il numero minimo di bit necessari per codificare informazioni utilizzando un alfabeto binario. 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 77 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 78 Corso Informatica A Allievi Gestionali prof. C. Silvano 3

14 24//22 Dato il valore in modulo e segno -77, fornirne la codifica binaria in complemento a 2 utilizzando il minor numero di bit e ipotizzando che il valore fornito (il valore -77) sia espresso nelle seguenti basi: Base 8 Base Base 6 Dati i seguenti numeri: (23456) 7, (2345) 5, (2767) 8, (), (C2CF) 6 Convertire ciascuno in decimale e in binario. 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 79 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 8 Calcolare il risultato delle seguenti operazioni binarie tra numeri interi con segno rappresentati in complemento a due su 8 bit. Scrivere l equivalente rappresentazione dei numeri e del risultato in decimale (verificando la correttezza del risultato ottenuto) Svolgere le operazioni A+B e A-B, in aritmetica binaria utilizzando la rappresentazione in complemento a due, dei seguenti valori numerici (espressi in base ), identificando la presenza di un eventuale overflow: A=(4) e B=(26) A=(2) e B=(74) A=(2) e B=() A=(-2) e B=(24) 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 8 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 82 Calcolare il risultato dell operazione binaria di moltiplicazione tra i seguenti due numeri interi assoluti a = b = rappresentati su 4 bit. Scrivere l equivalente rappresentazione dei numeri e del risultato in decimale (verificando la correttezza del risultato ottenuto). 24//22 Corso Informatica A - Allievi Gestionali - prof. C. Silvano 83 Corso Informatica A Allievi Gestionali prof. C. Silvano 4

LA CODIFICA DELL INFORMAZIONE. Introduzione ai sistemi informatici D. Sciuto, G. Buonanno, L. Mari, McGraw-Hill Cap.2

LA CODIFICA DELL INFORMAZIONE. Introduzione ai sistemi informatici D. Sciuto, G. Buonanno, L. Mari, McGraw-Hill Cap.2 LA CODIFICA DELL INFORMAZIONE Introduzione ai sistemi informatici D. Sciuto, G. Buonanno, L. Mari, McGraw-Hill Cap.2 Codifica dati e istruzioni Per scrivere un programma è necessario rappresentare istruzioni

Dettagli

Codifica e aritmetica binaria

Codifica e aritmetica binaria Codifica e aritmetica binaria Corso ACSO prof. Cristina Silvano, Politecnico di Milano Codifica binaria dell informazione Il calcolatore utilizza un alfabeto binario: usiamo dispositivi elettronici digitali

Dettagli

Introduzione ai sistemi informatici 1

Introduzione ai sistemi informatici 1 Informatica Pietro Storniolo storniolo@csai.unipa.it http://www.pa.icar.cnr.it/storniolo/info8 La codifica dell informazione Codifica dati e istruzioni Algoritmo descrizione della soluzione di problema

Dettagli

La Rappresentazione dell Informazione

La Rappresentazione dell Informazione MASTER Information Technology Excellence Road (I.T.E.R.) La Rappresentazione dell Informazione Maurizio Palesi Salvatore Serrano Master ITER Informatica di Base Maurizio Palesi, Salvatore Serrano 1 L Informatica

Dettagli

Codifica binaria. Rappresentazioni medianti basi diverse

Codifica binaria. Rappresentazioni medianti basi diverse Codifica binaria Rappresentazione di numeri Notazione di tipo posizionale (come la notazione decimale). Ogni numero è rappresentato da una sequenza di simboli Il valore del numero dipende non solo dalla

Dettagli

La codifica binaria. Fondamenti di Informatica. Daniele Loiacono

La codifica binaria. Fondamenti di Informatica. Daniele Loiacono La codifica binaria Fondamenti di Informatica Introduzione q Il calcolatore usa internamente una codifica binaria (0 e 1) per rappresentare: i dati da elaborare (numeri, testi, immagini, suoni, ) le istruzioni

Dettagli

La codifica binaria. Informatica B. Daniele Loiacono

La codifica binaria. Informatica B. Daniele Loiacono La codifica binaria Informatica B Introduzione Il calcolatore usa internamente una codifica binaria ( e ) per rappresentare: i dati da elaborare le istruzioni dei programmi eseguibili Fondamenti di codifica

Dettagli

Rappresentazione dell informazione

Rappresentazione dell informazione Rappresentazione dell informazione Problema che coinvolge aspetti filosofici Interessa soprattutto distinguere informazioni diverse Con un solo simbolo è impossibile Pertanto l insieme minimo è costituito

Dettagli

Algoritmi Istruzioni che operano su dati. Per scrivere un programma è necessario. che l esecutore automatico sia in grado di.

Algoritmi Istruzioni che operano su dati. Per scrivere un programma è necessario. che l esecutore automatico sia in grado di. Codifica di Dati e Istruzioni Fondamenti di Informatica Codifica dell Informazione Prof. Francesco Lo Presti Algoritmi Istruzioni che operano su dati Per scrivere un programma è necessario rappresentare

Dettagli

modificato da andynaz Cambiamenti di base Tecniche Informatiche di Base

modificato da andynaz Cambiamenti di base Tecniche Informatiche di Base Cambiamenti di base Tecniche Informatiche di Base TIB 1 Il sistema posizionale decimale L idea del sistema posizionale: ogni cifra ha un peso Esempio: 132 = 100 + 30 + 2 = 1 10 2 + 3 10 1 + 2 10 0 Un numero

Dettagli

La codifica dell informazione

La codifica dell informazione La codifica dell informazione Algoritmo Codifica dati e istruzioni descrizione della soluzione di problema scritta in modo da poter essere eseguita da un esecutore (eventualmente diverso dall autore dell

Dettagli

1.2f: Operazioni Binarie

1.2f: Operazioni Binarie 1.2f: Operazioni Binarie 2 18 ott 2011 Bibliografia Questi lucidi 3 18 ott 2011 Operazioni binarie Per effettuare operazioni è necessario conoscere la definizione del comportamento per ogni coppia di simboli

Dettagli

Codifica binaria dell informazione

Codifica binaria dell informazione Codifica binaria dell informazione Marco D. Santambrogio marco.santambrogio@polimi.it Ver. aggiornata al 13 Agosto 2014 Un obiettivo per domarli tutti 2 Obiettivi Rappresentazione dell informazione Da

Dettagli

Analogico vs. Digitale. LEZIONE II La codifica binaria. Analogico vs digitale. Analogico. Digitale

Analogico vs. Digitale. LEZIONE II La codifica binaria. Analogico vs digitale. Analogico. Digitale Analogico vs. Digitale LEZIONE II La codifica binaria Analogico Segnale che può assumere infiniti valori con continuità Digitale Segnale che può assumere solo valori discreti Analogico vs digitale Il computer

Dettagli

Codifica dell informazione

Codifica dell informazione Programmazione M-Z Ingegneria e Scienze Informatiche - Cesena A.A. 2016-2017 Codifica dell informazione Pietro Di Lena - pietro.dilena@unibo.it There are 10 types of people in this world: understand binary

Dettagli

La codifica. dell informazione

La codifica. dell informazione 00010010101001110101010100010110101000011100010111 00010010101001110101010100010110101000011100010111 La codifica 00010010101001110101010100010110101000011100010111 dell informazione 00010010101001110101010100010110101000011100010111

Dettagli

La codifica binaria. Informatica B. Daniele Loiacono

La codifica binaria. Informatica B. Daniele Loiacono La codifica binaria Informatica B Introduzione Il calcolatore usa internamente una codifica binaria (0 e 1) per rappresentare: i dati da elaborare (numeri, testi, immagini, suoni, ) le istruzioni dei programmi

Dettagli

Codifica dell Informazione

Codifica dell Informazione Francesco Folino CODIFICA DI DATI E ISTRUZIONI Algoritmi Istruzioni che operano su dati Per scrivere un programma è necessario rappresentare dati e istruzioni in un formato tale che l esecutore automatico

Dettagli

Sommario. I Sistemi di numerazione Posizionale e non Posizionale (1/2) I Codici. I Codici I Sistemi di numerazione Posizionali e non posizionali

Sommario. I Sistemi di numerazione Posizionale e non Posizionale (1/2) I Codici. I Codici I Sistemi di numerazione Posizionali e non posizionali Corso di Laurea in Ingegneria Civile Politecnico di Bari Sede di Foggia Fondamenti di Informatica Anno Accademico 2011/2012 docente: Prof. Ing. Michele Salvemini Sommario I Codici I Sistemi di numerazione

Dettagli

Codifica dell Informazione

Codifica dell Informazione Introduzione all Informatica Fabrizio Angiulli Codifica dell Informazione CODIFICA DI DATI E ISTRUZIONI Algoritmi Istruzioni che operano su dati Per scrivere un programma è necessario rappresentare dati

Dettagli

Programma del corso. Rappresentazione delle Informazioni. Introduzione agli algoritmi. Architettura del calcolatore

Programma del corso. Rappresentazione delle Informazioni. Introduzione agli algoritmi. Architettura del calcolatore Programma del corso Introduzione agli algoritmi Rappresentazione delle Informazioni Architettura del calcolatore Reti di Calcolatori (Reti Locali, Internet) Elementi di Programmazione Rappresentazione

Dettagli

Rappresentazione di dati: numerazione binaria. Appunti per la cl. 3 Di A cura del prof. Ing. Mario Catalano

Rappresentazione di dati: numerazione binaria. Appunti per la cl. 3 Di A cura del prof. Ing. Mario Catalano Rappresentazione di dati: numerazione binaria Appunti per la cl. 3 Di A cura del prof. Ing. Mario Catalano Rappresentazione binaria Tutta l informazione interna ad un computer è codificata con sequenze

Dettagli

Sistemi di Elaborazione delle Informazioni

Sistemi di Elaborazione delle Informazioni Sistemi di Elaborazione delle Informazioni Rappresentazione dell Informazione 1 Il bit Si consideri un alfabeto di 2 simboli: 0, 1 Che tipo di informazione si può rappresentare con un bit? 2 Codifica binaria

Dettagli

Codifica di Dati e Istruzioni. Architetture dei Calcolatori (Lettere. Sistema di Codifica: Numeri Interi (Decimali) Sistemi di Codifica.

Codifica di Dati e Istruzioni. Architetture dei Calcolatori (Lettere. Sistema di Codifica: Numeri Interi (Decimali) Sistemi di Codifica. Codifica di Dati e Istruzioni Architetture dei Calcolatori (Lettere A-I) Codifica dell Informazione e Aritmetica Binaria Prof. Francesco Lo Presti Algoritmi Istruzioni che operano su dati Per scrivere

Dettagli

Somma di numeri binari

Somma di numeri binari Fondamenti di Informatica: Codifica Binaria dell Informazione 1 Somma di numeri binari 0 + 0 = 0 0 + 1 = 1 1 + 0 = 1 1 + 1 = 10 Esempio: 10011011 + 00101011 = 11000110 in base e una base Fondamenti di

Dettagli

Lezione 2. Rappresentazione dell informazione

Lezione 2. Rappresentazione dell informazione Architetture dei calcolatori e delle reti Lezione 2 Rappresentazione dell informazione A. Borghese, F. Pedersini Dip. Scienze dell Informazione (DSI) Università degli Studi di Milano L 2 1/29 Terminologia!

Dettagli

Codifica dei Numeri. Informatica ICA (LC) 12 Novembre 2015 Giacomo Boracchi

Codifica dei Numeri. Informatica ICA (LC) 12 Novembre 2015 Giacomo Boracchi Codifica dei Numeri Informatica ICA (LC) 12 Novembre 2015 Giacomo Boracchi giacomo.boracchi@polimi.it Rappresentazione dei Numeri Codifica dei Numeri in Base 10 Le cifre che abbiamo a disposizione sono

Dettagli

Definizione operativa di informazione. Codifica dell informazione. Alfabeto, sintassi e semantica. Codifica binaria dell informazione

Definizione operativa di informazione. Codifica dell informazione. Alfabeto, sintassi e semantica. Codifica binaria dell informazione Definizione operativa di informazione Codifica dell informazione Architetture dei Calcolatori (lettere A-I) E necessario rappresentare istruzioni e dati in un formato che il calcolatore sia in grado di

Dettagli

Codifica dell informazione

Codifica dell informazione Codifica dell informazione Architetture dei Calcolatori (lettere A-I) Definizione operativa di informazione E necessario rappresentare istruzioni e dati in un formato che il calcolatore sia in grado di

Dettagli

I.4 Rappresentazione dell informazione

I.4 Rappresentazione dell informazione I.4 Rappresentazione dell informazione Università di Ferrara Dipartimento di Economia e Management Insegnamento di Informatica Ottobre 13, 2015 Argomenti Introduzione 1 Introduzione 2 3 L elaboratore Introduzione

Dettagli

Codifica dell informazione

Codifica dell informazione Codifica dell informazione Gli algoritmi sono costituiti da istruzioni (blocchi sequenziali, condizionali, iterativi) che operano su dati. Per trasformare un programma in una descrizione eseguibile da

Dettagli

La codifica. dell informazione

La codifica. dell informazione La codifica dell informazione (continua) Codifica dei numeri Il codice ASCII consente di codificare le cifre decimali da 0 a 9 fornendo in questo modo un metodo per la rappresentazione dei numeri Il numero

Dettagli

Calcolatori Elettronici Parte III: Sistemi di Numerazione Binaria

Calcolatori Elettronici Parte III: Sistemi di Numerazione Binaria Anno Accademico 2001/2002 Calcolatori Elettronici Parte III: Sistemi di Numerazione Binaria Prof. Riccardo Torlone Università di Roma Tre Numeri e numerali! Numero: entità astratta! Numerale: stringa di

Dettagli

Conversione di base. Conversione decimale binario. Si calcolano i resti delle divisioni per due

Conversione di base. Conversione decimale binario. Si calcolano i resti delle divisioni per due Conversione di base Dato N>0 intero convertirlo in base b dividiamo N per b, otteniamo un quoto Q 0 ed un resto R 0 dividiamo Q 0 per b, otteniamo un quoto Q 1 ed un resto R 1 ripetiamo finché Q n < b

Dettagli

Corso di Architettura degli Elaboratori

Corso di Architettura degli Elaboratori Corso di Architettura degli Elaboratori Codifica dell'informazione: Numeri Binari (lucidi originali della Prof.ssa Zacchi e del Prof. Balossino, rivisti dal Prof. Baldoni) 1 Codifica dell'informazione?

Dettagli

Rappresentazione di numeri relativi (interi con segno) Rappresentazione di numeri interi relativi (con N bit) Segno e Valore Assoluto

Rappresentazione di numeri relativi (interi con segno) Rappresentazione di numeri interi relativi (con N bit) Segno e Valore Assoluto Rappresentazione di numeri relativi (interi con segno) E possibile estendere in modo naturale la rappresentazione dei numeri naturali ai numeri relativi. I numeri relativi sono numeri naturali preceduti

Dettagli

L'Informazione e la sua Codifica. Maurizio Palesi

L'Informazione e la sua Codifica. Maurizio Palesi L'Informazione e la sua Codifica Maurizio Palesi 1 L Informatica Cos è l Informatica? Studio sistematico degli algoritmi che descrivono e trasformano l informazione: la loro teoria, analisi, progetto,

Dettagli

Introduzione ai sistemi informatici 3/ed Donatella Sciuto, Giacomo Buonanno, Luca Mari. Copyright 2005 The McGraw-Hill Companies srl

Introduzione ai sistemi informatici 3/ed Donatella Sciuto, Giacomo Buonanno, Luca Mari. Copyright 2005 The McGraw-Hill Companies srl Capitolo 2 L informazione e la sua codifica Informatica e Informazione La codifica dell informazione Informazione e Informatica Informatica e telecomunicazione Cos è l informatica? lo studio sistematico

Dettagli

Codifica. Rappresentazione di numeri in memoria

Codifica. Rappresentazione di numeri in memoria Codifica Rappresentazione di numeri in memoria Rappresentazione polinomiale dei numeri Un numero decimale si rappresenta in notazione polinomiale moltiplicando ciascuna cifra a sinistra della virgola per

Dettagli

Rappresentazione e Codifica dell Informazione

Rappresentazione e Codifica dell Informazione Rappresentazione e Codifica dell Informazione Capitolo 1 Chianese, Moscato, Picariello, Alla scoperta dei fondamenti dell informatica un viaggio nel mondo dei BIT, Liguori editore. Sistema di numerazione

Dettagli

Esercitazioni su rappresentazione dei numeri e aritmetica. Interi unsigned in base 2

Esercitazioni su rappresentazione dei numeri e aritmetica. Interi unsigned in base 2 Esercitazioni su rappresentazione dei numeri e aritmetica Salvatore Orlando & Marta Simeoni Interi unsigned in base 2 Si utilizza un alfabeto binario A = {0,1}, dove 0 corrisponde al numero zero, e 1 corrisponde

Dettagli

Sistema Numerico Decimale

Sistema Numerico Decimale Sistema Numerico Decimale 10 digits d = [0,1,2,3,4,5,6,7,8,9] 734 = 7 * 10 2 + 3 * 10 1 + 4 * 10 0 0.234 = 2 * 10-1 + 3 * 10-2 + 8 * 10-3 In generale un numero N con p digits(d) interi ed n digits frazionari

Dettagli

Lezione 3. I numeri relativi

Lezione 3. I numeri relativi Lezione 3 L artimetcia binaria: i numeri relativi i numeri frazionari I numeri relativi Si possono rappresentare i numeri negativi in due modi con modulo e segno in complemento a 2 1 Modulo e segno Si

Dettagli

Fondamenti di Informatica

Fondamenti di Informatica Corso di Fondamenti di Informatica http://www.dei.unipd.it/~satta/teach/java/index.html Giorgio Satta Dipartimento di Ingegneria dell Informazione http://www.dei.unipd.it/~satta satta@dei.unipd.it Fond.

Dettagli

Introduzione e Nozioni di Base. Prof. Thomas Casali

Introduzione e Nozioni di Base. Prof. Thomas Casali Università degli studi di Bologna Facoltà di Economia Sede di Forlì Introduzione e Nozioni di Base Corso di Laurea in Economia di Internet Prof. Thomas Casali thomas@casali.biz La rappresentazione digitale

Dettagli

Sistemi di Numerazione Binaria

Sistemi di Numerazione Binaria Sistemi di Numerazione Binaria NB.1 Numeri e numerali Numero: entità astratta Numerale : stringa di caratteri che rappresenta un numero in un dato sistema di numerazione Lo stesso numero è rappresentato

Dettagli

Sistemi di Numerazione Binaria

Sistemi di Numerazione Binaria Sistemi di Numerazione Binaria NB.1 Numeri e numerali Numero: entità astratta Numerale : stringa di caratteri che rappresenta un numero in un dato sistema di numerazione Lo stesso numero è rappresentato

Dettagli

Rappresentazione numeri relativi e reali

Rappresentazione numeri relativi e reali Rappresentazione numeri relativi e reali Lezione 2 Rappresentazione numeri relativi Rappresentazione numeri reali Rappresentazione in Modulo e Segno Rappresentare separatamente il segno (mediante un bit

Dettagli

Fondamenti di Informatica - 1. Prof. B.Buttarazzi A.A. 2011/2012

Fondamenti di Informatica - 1. Prof. B.Buttarazzi A.A. 2011/2012 Fondamenti di Informatica - 1 Prof. B.Buttarazzi A.A. 2011/2012 I numeri reali Sommario Conversione dei numeri reali da base 10 a base B Rappresentazione dei numeri reali Virgola fissa Virgola mobile (mantissa

Dettagli

Programma del corso. Rappresentazione delle Informazioni. Introduzione agli algoritmi. Architettura del calcolatore. Elementi di Programmazione

Programma del corso. Rappresentazione delle Informazioni. Introduzione agli algoritmi. Architettura del calcolatore. Elementi di Programmazione Programma del corso Introduzione agli algoritmi Rappresentazione delle Informazioni Architettura del calcolatore Elementi di Programmazione Rappresentazione dell informazione Varie rappresentazioni sono

Dettagli

Rappresentazione dei Numeri

Rappresentazione dei Numeri Rappresentazione dei Numeri Rappresentazione dei Numeri Il sistema numerico binario è quello che meglio si adatta alle caratteristiche del calcolatore Il problema della rappresentazione consiste nel trovare

Dettagli

Sistemi di Numerazione Binaria

Sistemi di Numerazione Binaria Sistemi di Numerazione Binaria BIN.1 Numeri e numerali Numero: entità astratta Numerale : stringa di caratteri che rappresenta un numero in un dato sistema di numerazione Lo stesso numero è rappresentato

Dettagli

L'informazione e la sua codifica

L'informazione e la sua codifica L'informazione e la sua codifica Corso di Informatica CdL: Chimica Claudia d'amato claudia.damato@di.uniba.it Informatica e telecomunicazione Cos è l informatica informatica? lo studio sistematico degli

Dettagli

Lezione 4. Sommario. L artimetica binaria: I numeri relativi e frazionari. I numeri relativi I numeri frazionari

Lezione 4. Sommario. L artimetica binaria: I numeri relativi e frazionari. I numeri relativi I numeri frazionari Lezione 4 L artimetica binaria: I numeri relativi e frazionari Sommario I numeri relativi I numeri frazionari I numeri in virgola fissa I numeri in virgola mobile 1 Cosa sono inumeri relativi? I numeri

Dettagli

Interi positivi e negativi

Interi positivi e negativi Definizioni: numerali e numeri Un numerale è solo una stringa di cifre Un numerale rappresenta un numero solo se si specifica un sistema di numerazione Lo stesso numerale rappresenta diversi numeri in

Dettagli

Rappresentazione dell informazione

Rappresentazione dell informazione Rappresentazione dell informazione La codifica delle informazioni codifica forma adatta per essere trattata dall elaboratore INFORMAZIONI DATI interpretazione G. Di Modica Fondamenti di Informatica 2 Informazioni

Dettagli

Aritmetica dei Calcolatori Elettronici

Aritmetica dei Calcolatori Elettronici Aritmetica dei Calcolatori Elettronici Prof. Orazio Mirabella L informazione Analogica Segnale analogico: variabile continua assume un numero infinito di valori entro l intervallo di variazione intervallo

Dettagli

Calcolo numerico e programmazione Rappresentazione dei numeri

Calcolo numerico e programmazione Rappresentazione dei numeri Calcolo numerico e programmazione Rappresentazione dei numeri Tullio Facchinetti 16 marzo 2012 10:54 http://robot.unipv.it/toolleeo Rappresentazione dei numeri nei calcolatori

Dettagli

Rappresentazione delle Informazioni. Prof. Francesco Accarino IIS Altiero Spinelli Via Leopardi 132 Sesto San Giovanni

Rappresentazione delle Informazioni. Prof. Francesco Accarino IIS Altiero Spinelli Via Leopardi 132 Sesto San Giovanni Rappresentazione delle Informazioni IIS Altiero Spinelli Via Leopardi 132 Sesto San Giovanni La rappresentazione delle Informazioni Nella vita di tutti i giorni siamo abituati ad usare vari tipi di informazioni,

Dettagli

Pag. 1. La Rappresentazione e la Codifica delle informazioni (parte 2) Tipi di dati. Informatica Facoltà di Medicina Veterinaria

Pag. 1. La Rappresentazione e la Codifica delle informazioni (parte 2) Tipi di dati. Informatica Facoltà di Medicina Veterinaria 1 Università degli studi di Parma Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Informatica a.a. 2012/13 Tipi di dati Informatica Facoltà di Medicina Veterinaria La Rappresentazione e la Codifica delle

Dettagli

Calcolatori Elettronici Parte II: Sistemi di Numerazione Binaria. Prof. Riccardo Torlone Università di Roma Tre

Calcolatori Elettronici Parte II: Sistemi di Numerazione Binaria. Prof. Riccardo Torlone Università di Roma Tre Calcolatori Elettronici Parte II: Sistemi di Numerazione Binaria Prof. Riccardo Torlone Università di Roma Tre Unità di misura Attenzione però, se stiamo parlando di memoria: 1Byte = 8 bit 1K (KiB: KibiByte)

Dettagli

04 Aritmetica del calcolatore

04 Aritmetica del calcolatore Aritmetica del calcolatore Numeri a precisione finita - con un numero finito di cifre - non godono della proprietà di chiusura - le violazioni creano due situazioni distinte: - overflow - underflow Pagina

Dettagli

Lezione 2. Rappresentazione dell informazione

Lezione 2. Rappresentazione dell informazione Architetture dei calcolatori e delle reti Lezione 2 Rappresentazione dell informazione A. Borghese, F. Pedersini Dip. Scienze dell Informazione (DSI) Università degli Studi di Milano L 2 1/30 Alcune unità

Dettagli

Informatica. Informatica. Grandezze digitali. Grandezze analogiche

Informatica. Informatica. Grandezze digitali. Grandezze analogiche LEZIONI 2 e 3 Rappresentazione dell informazione 1 LEZIONI 2 e 3 Rappresentazione dell informazione 2 Informatica Informatica informatica informazione mezzi fisici logici LA RAPPRESENTAZIONE DELLE INFORMAZIONI

Dettagli

Calcolatori Elettronici Parte II: Sistemi di Numerazione Binaria. Prof. Riccardo Torlone Università di Roma Tre

Calcolatori Elettronici Parte II: Sistemi di Numerazione Binaria. Prof. Riccardo Torlone Università di Roma Tre Calcolatori Elettronici Parte II: Sistemi di Numerazione Binaria Prof. Riccardo Torlone Università di Roma Tre Unità di misura Attenzione però, se stiamo parlando di memoria: n 1Byte = 8 bit n 1K (KiB:

Dettagli

Informazione binaria: - codici binari, notazione binaria/ottale/esadecimale -

Informazione binaria: - codici binari, notazione binaria/ottale/esadecimale - Informazione binaria: - codici binari, notazione binaria/ottale/esadecimale - Percorso di Preparazione agli Studi di Ingegneria Università degli Studi di Brescia Docente: Massimiliano Giacomin ... Algoritmi,

Dettagli

Conversione binario-decimale. Interi unsigned in base 2. Esercitazioni su rappresentazione. dei numeri e aritmetica

Conversione binario-decimale. Interi unsigned in base 2. Esercitazioni su rappresentazione. dei numeri e aritmetica Esercitazioni su rappresentazione dei numeri e aritmetica Salvatore Orlando & Marta Simeoni Interi unsigned in base 2 I seguenti numeri naturali sono rappresentabili usando il numero di bit specificato?

Dettagli

Unità aritmetica e logica

Unità aritmetica e logica Aritmetica del calcolatore Capitolo 9 Unità aritmetica e logica n Esegue le operazioni aritmetiche e logiche n Ogni altra componente nel calcolatore serve questa unità n Gestisce gli interi n Può gestire

Dettagli

Rappresentazione dei numeri interi in un calcolatore

Rappresentazione dei numeri interi in un calcolatore Corso di Calcolatori Elettronici I Rappresentazione dei numeri interi in un calcolatore Prof. Roberto Canonico Università degli Studi di Napoli Federico II Dipartimento di Ingegneria Elettrica e delle

Dettagli

Rappresentazione dell Informazione

Rappresentazione dell Informazione Rappresentazione dell Informazione Rappresentazione delle informazioni in codice binario Caratteri Naturali e Reali positivi Interi Razionali Rappresentazione del testo Una stringa di bit per ogni simbolo

Dettagli

Algebra di Boole e porte logiche

Algebra di Boole e porte logiche Algebra di Boole e porte logiche Dott.ssa Isabella D'Alba Corso PENTEST MIND PROJECT 2016 Algebra di Boole e porte logiche (I parte) Algebra di Boole I Sistemi di Numerazione (Posizionali, Non posizionali)

Dettagli

La codifica binaria. Sommario

La codifica binaria. Sommario La codifica binaria Prof. Alberto Borghese Dipartimento di Scienze dell Informazione borghese@dsi.unimi.it Università degli Studi di Milano 1/44 Sommario Rappresentazione binaria dell Informazione Conversione

Dettagli

La "macchina" da calcolo

La macchina da calcolo La "macchina" da calcolo Abbiamo detto che gli algoritmi devono essere scritti in un linguaggio "comprensibile all'esecutore" Se il nostro esecutore è il "calcolatore", questo che linguaggio capisce? che

Dettagli

Codice binario. Codice. Codifica - numeri naturali. Codifica - numeri naturali. Alfabeto binario: costituito da due simboli

Codice binario. Codice. Codifica - numeri naturali. Codifica - numeri naturali. Alfabeto binario: costituito da due simboli Codice La relazione che associa ad ogni successione ben formata di simboli di un alfabeto il dato corrispondente è detta codice. Un codice mette quindi in relazione le successioni di simboli con il significato

Dettagli

Interi unsigned in base 2. Esercitazioni su rappresentazione dei numeri e aritmetica. Conversione binario-decimale

Interi unsigned in base 2. Esercitazioni su rappresentazione dei numeri e aritmetica. Conversione binario-decimale Arch. Elab. A M. Simeoni 1 Interi unsigned in base 2 Si utilizza un alfabeto binario A = {0,1}, dove 0 corrisponde al numero zero, e 1 corrisponde al numero uno d n1...d 1 d 0 con di d i {0,1} Esercitazioni

Dettagli

Rappresentazione di numeri reali. Architetture dei Calcolatori (Lettere. Perché la rappresentazione in virgola mobile

Rappresentazione di numeri reali. Architetture dei Calcolatori (Lettere. Perché la rappresentazione in virgola mobile Rappresentazione di numeri reali Architetture dei Calcolatori (Lettere A-I) Rappresentazione in Virgola Mobile Prof. Francesco Lo Presti Con un numero finito di cifre è possibile rappresentare solo un

Dettagli

Rappresentazione numeri reali

Rappresentazione numeri reali Rappresentazione numeri reali I numeri reali rappresentabili in un calcolatore sono in realtà numeri razionali che approssimano i numeri reali con un certo grado di precisione Per rappresentare un numero

Dettagli

Codifica dell'informazione

Codifica dell'informazione Codifica dell'informazione Iniziamo con una premessa di carattere matematico combinatorio. Codifica di dati con un alfabeto finito Sia A = { a 1,, a k } un insieme (alfabeto) di k simboli, chiamati lettere.

Dettagli

Rappresentazione dei dati in memoria

Rappresentazione dei dati in memoria Rappresentazione dei dati in memoria La memoria Una memoria deve essere un insieme di oggetti a più stati. Questi oggetti devono essere tali che: le dimensioni siano limitate il tempo necessario per registrare

Dettagli

La Rappresentazione dell Informazione. Prof.Ing.S.Cavalieri

La Rappresentazione dell Informazione. Prof.Ing.S.Cavalieri La Rappresentazione dell Informazione Prof.Ing.S.Cavalieri Codifica dell Informazione Un sistema numerico è determinato da: Un insieme finito di cifre (simboli) Un insieme finito di regole: on posizionali:

Dettagli

Sistemi di Numerazione

Sistemi di Numerazione Sistemi di Numerazione Corso Università Numeri e Numerali Il numero cinque 5 V _ Π Arabo Romano Maya Greco Cinese Il sistema decimale Sistemi Posizionali 1 10 3 + 4 10 2 + 9 10 1 + 2 10 0 Sistemi Posizionali

Dettagli

Rappresentazione dei Dati

Rappresentazione dei Dati Parte II I computer hanno una memoria finita. Quindi, l insieme dei numeri interi e reali che si possono rappresentare in un computer è necessariamente finito 2 Codifica Binaria Tutti i dati usati dagli

Dettagli

Fondamenti di Informatica - 1. Prof. B.Buttarazzi A.A. 2011/2012

Fondamenti di Informatica - 1. Prof. B.Buttarazzi A.A. 2011/2012 Fondamenti di Informatica - 1 Prof. B.Buttarazzi A.A. 2011/2012 Sommario Rappresentazione dei numeri naturali (N) Rappresentazione dei numeri interi (Z) Modulo e segno In complemento a 2 Operazioni aritmetiche

Dettagli

Rappresentazione di Numeri Reali. Rappresentazione in virgola fissa (fixed-point) Rappresentazione in virgola fissa (fixed-point)

Rappresentazione di Numeri Reali. Rappresentazione in virgola fissa (fixed-point) Rappresentazione in virgola fissa (fixed-point) Rappresentazione di Numeri Reali Un numero reale è una grandezza continua Può assumere infiniti valori In una rappresentazione di lunghezza limitata, deve di solito essere approssimato. Esistono due forme

Dettagli

Fondamenti di Programmazione. Sistemi di rappresentazione

Fondamenti di Programmazione. Sistemi di rappresentazione Fondamenti di Programmazione Sistemi di rappresentazione Numeri e numerali Il numero cinque 5 V _ Π 五 Arabo Romano Maya Greco Cinese Il sistema decimale Sistemi posizionali 1 10 3 + 4 10 2 + 9 10 1 + 2

Dettagli

INFORMATICA GENERALE E BASI DI DATI PER ARCHIVI AUDIOVISIVI (PRIMO MODULO) Claudio Piciarelli A.A. 2013/2014

INFORMATICA GENERALE E BASI DI DATI PER ARCHIVI AUDIOVISIVI (PRIMO MODULO) Claudio Piciarelli A.A. 2013/2014 INFORMATICA GENERALE E BASI DI DATI PER ARCHIVI AUDIOVISIVI (PRIMO MODULO) Claudio Piciarelli A.A. 2013/2014 Lezione 1 La codifica dell informazione Cos è l informatica? Dipende dai punti di vista Per

Dettagli

Aritmetica dei Calcolatori

Aritmetica dei Calcolatori Aritmetica dei Calcolatori Luca Abeni e Luigi Palopoli February 18, 2016 Informazione nei Computer Un computer è un insieme di circuiti elettronici......in ogni circuito, la corrente può passare o non

Dettagli

Esercizi. Soluzioni degli esercizi. Soluzioni degli esercizi. Soluzioni degli esercizi

Esercizi. Soluzioni degli esercizi. Soluzioni degli esercizi. Soluzioni degli esercizi Esercizi Convertire in formato decimale i seguenti numeri binari: 11, 101011, 1100, 111111, 10101010 Convertire in formato decimale i seguenti numeri ottali: 12, 23, 345, 333, 560 Convertire in formato

Dettagli

Codifica di informazioni numeriche

Codifica di informazioni numeriche Università di Roma La Sapienza Dipartimento di Informatica e Sistemistica Codifica di informazioni numeriche Fondamenti di Informatica - Ingegneria Elettronica Leonardo Querzoni querzoni@dis.uniroma1.it

Dettagli

Programma del corso. Introduzione Rappresentazione delle Informazioni Calcolo proposizionale Architettura del calcolatore Reti di calcolatori

Programma del corso. Introduzione Rappresentazione delle Informazioni Calcolo proposizionale Architettura del calcolatore Reti di calcolatori Programma del corso Introduzione Rappresentazione delle Informazioni Calcolo proposizionale Architettura del calcolatore Reti di calcolatori Codifica dell informazione Il calcolatore memorizza ed elabora

Dettagli

Argomenti trattati: Rappresentazione dell informazione. Proprietà di una codifica: Codifica: Teoria generale

Argomenti trattati: Rappresentazione dell informazione. Proprietà di una codifica: Codifica: Teoria generale Rappresentazione dell informazione I calcolatori gestiscono dati di varia natura: testi, immagini, suoni, filmati, nei calcolatori rappresentati con sequenze di bit: mediante un opportuna codifica presentiamo

Dettagli

Esame di Informatica. Facoltà di Scienze Motorie LE UNITA DI MISURA (1/4) LE UNITA DI MISURA (3/4) LE UNITA DI MISURA (2/4) Lezione 2

Esame di Informatica. Facoltà di Scienze Motorie LE UNITA DI MISURA (1/4) LE UNITA DI MISURA (3/4) LE UNITA DI MISURA (2/4) Lezione 2 LE UNITA DI MISURA (1/4) Facoltà di Scienze Motorie Esame di Informatica A.A. 2010/11 Lezione 2 La più piccola unità di misura usata in informatica è il bit (Binary digit), cioè numero binario. Due stati:

Dettagli

La Rappresentazione dell Informazione

La Rappresentazione dell Informazione La Rappresentazione dell Informazione Maurizio Palesi Sommario In questo documento sarà trattato il modo in cui, in un calcolatore, vengono rappresentati i vari generi di informazione (testi, numeri interi,

Dettagli

Abilità Informatiche e Telematiche

Abilità Informatiche e Telematiche Abilità Informatiche e Telematiche (Laurea Triennale + Laurea Magistrale) Marco Pedicini mailto:marco.pedicini@uniroma3.it Corso di Laurea Magistrale in Informazione, Editoria e Giornalismo, Università

Dettagli

3) Rappresentazione dei dati in memoria. Lab.Calc. AA2006/07

3) Rappresentazione dei dati in memoria. Lab.Calc. AA2006/07 3) Rappresentazione dei dati in memoria Lab.Calc. AA26/7 La memoria Una memoria deve essere un insieme di oggetti a più stati. Questi oggetti devono essere tali che: le dimensioni siano limitate il tempo

Dettagli

Aritmetica dei Calcolatori

Aritmetica dei Calcolatori Aritmetica dei Calcolatori Luca Abeni e Luigi Palopoli February 25, 2015 Informazione nei Computer Un computer è un insieme di circuiti elettronici......in ogni circuito, la corrente può passare o non

Dettagli

Calcolatori: Rappresentazione dei Dati e Aritmetica binaria

Calcolatori: Rappresentazione dei Dati e Aritmetica binaria Calcolatori: Rappresentazione dei Dati e Aritmetica binaria 1 Codifica dell Informazione Ad un calcolatore le informazioni sono fornite, ad esempio tramite tastiera, come sequenze di caratteri alfanumerici

Dettagli

Argomenti trattati. Informazione Codifica Tipo di un dato Rappresentazione dei numeri Rappresentazione dei caratteri e di altre informazioni

Argomenti trattati. Informazione Codifica Tipo di un dato Rappresentazione dei numeri Rappresentazione dei caratteri e di altre informazioni Argomenti trattati Informazione Codifica Tipo di un dato Rappresentazione dei numeri Rappresentazione dei caratteri e di altre informazioni Informazione mi dai il numero di Andrea? 0817651831 Il numero

Dettagli

Memorizzazione dei dati

Memorizzazione dei dati Memorizzazione dei dati Argomento: rappresentazione e memorizzazione dei dati in un computer. I tipi di dati considerati includono testo, valori numerici, immagini, audio e video. 1 Brookshear Informatica

Dettagli

Rappresentazione dell informazione. Argomenti trattati: Codifica: Teoria generale. Proprietà di una codifica:

Rappresentazione dell informazione. Argomenti trattati: Codifica: Teoria generale. Proprietà di una codifica: Rappresentazione dell informazione I calcolatori gestiscono dati di varia natura: testi, immagini, suoni, filmati, nei calcolatori rappresentati con sequenze di bit: mediante un opportuna codifica presentiamo

Dettagli