BLACKBOARD. Considerazioni logiche sui mercati finanziari

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BLACKBOARD. Considerazioni logiche sui mercati finanziari"

Transcript

1 Milano, 04/05/ BLACKBOARD. Considerazioni logiche sui mercati finanziari Osservazione degli andamenti, pensando alle conseguenze. Organizzazione del documento Premessa Banche Centrali, liquidità Tassi e inflazione Listini azionari e rotazioni FX R&O - Rischi ed Opportunità Today s Special Assetto tattico di portafoglio Appunti di Tanfrein Premessa Un espressione spesso riassuntiva di molte occasioni della nostra vita è: Non vedi la foresta per colpa degli alberi Dunque un richiamo a rivalutare l impianto strategico delle nostre decisioni. Ed è quello che -in questa fase- i mercati stanno cercando di non farci fare: alzare la testa e cercare di capire, pensando ai valori sul campo, al di là delle considerazioni di breve e delle lenti colorate che abbiamo addosso. Abbiamo il naso troppo dentro il segnale, un evidente problema di prospettiva. 1

2 Ci sono alcuni macro elementi che risultano evidentissimi. Elenchiamoli così, in ordine quasi sparso, per poi vederne le conseguenze: Potere delle banche centrali Enorme massa di liquidità che si riversa sui mercati Nel mondo occidentale i rendimenti obbligazionari scendono e raggiungono livelli a volte paradossali. Non c è inflazione, parliamo in questo caso di USA, Giappone, Euro/Europa, in Area Euro manca pure il lavoro Gli utili aziendali ci sono, e le aziende non riescono ad esercitare il loro pricing power Alcuni focolai di tensioni geo-politiche che non vorrei stessimo un po sottovalutando Ce ne sarebbero altre, tipo almeno il generalizzato rigurgito anti-europeista, ma possono bastare i primi 6 ewlencati, per farci alzare la testa e guardare all orizzonte. Cerchiamo di procedere con ordine. Siamo nel solco del tapering della FED (annuncio di riduzione degli stimoli monetari di altri 10 mld USD, portando l intervento della banca centrale americana a solo 45 mld USD/mese di nuova liquidità. Capiamoci: è comunque nuova liquidità aggiuntiva, che si aggiunge alla già enorme massa di liquido in circolazione e che si riversa sui mercati azionari ed obbligazionari alla (disperata) ricerca di rendimento. Ovvio quindi che nessuno, per il momento, parli più dell enorme massa di debito pubblico in circolazione, con oltretutto bassissima inflazione e crescita. Un trigger inquietante. Si cercano rendimenti su mercati tesi, spesso vicini ai massimi (quelli azionari) e con rendimenti bassissimi (obbligazionari), la volatilità quotidiana è ovviamente la prima ed inevitabile conseguenza. Più un albero è grande e più prende vento, dice un proverbio olandese. Anche il Giappone, oltre 1 anno fa, ha intrapreso la strada dell espansione monetaria, al fine di generare inflazione e far ripartire l economia, erodendo la massa di debito pubblico in circolazione. Questo è il solco in cui si trova anche l Area Euro, dove infatti la BCE ha allo studio una qualche forma non convenzionale di easing monetario: sperando che non serva solo a fare comperare tempo alle banche, ma che trovi il modo di alimentare l economia produttiva reale. Di fatto, i listini azionari dei paesi occidentali crescono e sono vicini ai massimi di sempre: vediamo anche l effetto rotazione del tipo compro il mercato che è rimasto più indietro, oppure velocissime rotazioni settoriali merceologiche. Espressioni di mercati in cerca di sbocchi (obbligati) e nuovi stimoli. A disagio e preoccupati. Ma così aumenta per certo la volatilità di breve e si rischiano territori inesplorati. Sui listini azionari, nel seguito una piccola analisi. Sul mercato obbligazionario governativo, Italia e Spagna vicini al rendimento 3% sul 10 anni. I tassi americani a 10 al 2.58%: hanno fatto un movimento di rialzo nei mesi scorsi dal 2.20% con obiettivo presunto al 2.70% in poco tempo, ma sono tornati indietro. Certo che è logico attenderseli al 3% con la fine del tapering (ottobre?) 2

3 Il segmento primario corporate ha emissioni continue e ricerca di rendimento anche in deroga ad evidenti rischi. Sbaglierò, ma la bassa inflazione, è una conseguenza di medio termine della delocalizzazione produttiva. Quando si accentrano le produzioni a basso valore aggiunto in paesi non sviluppati (alla ricerca di basso costo del lavoro), di fatto si sceglie un aumento della disoccupazione di breve termine e strutturale. A livello statistico, ogni 100 componenti di una popolazione avremo piuttosto 5 ingegneri aerospaziali, piuttosto che 50, viceversa pensando ai lavori più semplici. Certo, ma se questi vengono delocalizzati, occorre formare una nuova generazione a valore aggiunto con un sistema di valori adeguato e scolastico di eccellenza. Ci sarebbe anche un tema ecologico nella delocalizzazione, ma lo accenniamo solo, riservandoci approfondirlo presto. Il criterio NIMBY che si usa in campo petrolifero, ha contagiato anche altri settori merceologici: Not-In-My-BackYard. Spostiamo pure le produzioni a basso valore aggiunto e alto potere inquinante lontano dalle nostre mani e dai nostri occhi eppoi ci ritroviamo la Cina come I paese inquinante al mondo E solo un esempio, ci torneremo. La stagione degli utili americani mostra sorprese positive: oltre il 77% dei risultati supera le attese degli analisti. Quindi le aziende (quelle che restano operative) vanno bene (A) perché si sono ristrutturate, anche con riduzione dei posti di lavoro, (B) perché sono diminuiti i concorrenti. Ma nessuno di loro pensa ad alzare i prezzi, perché sono mercati che premiano le quote di mercato, quindi i volumi piuttosto che i margini. Banche Centrali, liquidità Tutto come previsto, la riduzione di 10 mld USD al mese sulle iniezioni di liquiditò al sistema. I dati sulla produzione USA sono piuttosto belli, con alcuni disturbi dati dalla pessima stagione meteo invernale, ma la disoccupazione scende. Soft-landing confermato. La BCE è tornata in cameretta sua per studiare altre soluzioni che allontanino lo spettro della deflazione. Tassi e inflazione Qui di seguito una comparativa dei tassi nominali sui titoli di stato a 10 anni (fonte Bloomberg): Tassi Governativi 10Y (in %) 4 mag 02 apr 14 feb 25 gen USA ,65 2,75 SVIZZERA ,93 1,00 GERM ,54 1,65 ITA ,40 3,84 GIAPP ,63 0,63 3

4 Quindi un movimento importante di ulteriore riduzione dei rendimenti che sembra più il frutto di esigenze di acquisto che non di valutazione di sostenibilità nel medio periodo. Qui di seguito il grafico del rendimento di un titolo governativo decennale italiano (BTP 4.75% Agosto 2023, che cerca nuovi minimi sui rendimenti, ben sotto la soglia storica di rendimento del debito pubblico italiano che si attesta al 4%: ma adesso c è l Euro Listini azionari e rotazioni In questo mese, violentissimi scossoni soprattutto a 2 settori: Biotech e Tecnologici. Perché? Quelli cresciuti di più, spesso con rapporto P/E > 100. In apparenza la preferenza si è spostata su settori tradizionali, meno tesi. Il P/E è popolarissimo ed indica la sostenibilità delle quotazioni, in relazione all andamento della redditività aziendale. Un P/E di 14 indicherebbe un rendimento di poco superiore al 7%, con un P/E di 100, siamo all 1%! OK, ma il tema resta la prevedibilità del denominatore che, in caso di aziende nuove su settori nuovi, è difficilmente prevedibile con analisi storiche. Era capitato anche con la quotazione di FB: come posso capire quanto vale FaceBook, se non so definire nemmeno i confini del suo mercato? Eh già Il rebound (riallineamento) sembra sia stato rapido comunque e, seppure il NASDAQ, navighi in acque perigliose, senza brutte novità esterne, il barometro segna ancora bel tempo (che non significa totale assenza di nuvole). Poi, sui Tech andrebbero fatti molti distinguo, perché Microsoft ha multipli da società colosso alimentare (P/E 2013 Microsoft 14.0, Nestlè 21.5, Coca Cola 19.9), e non la si può certo paragonare ad una garage-company da Silicon Valley. Ma si sa, il mercato è sveltissimo e nel breve non guarda troppo per il sottile. Si torna al tema foresta-alberi. Su tutti i settori, quelli che oggi riteniamo meritevoli sono: Global (Healthcare), USA (Trasporti, Tecnologia, Alimentare), Europa (Finanziari, Infrastrutture di telecomunicazioni, Industriali). 4

5 Nella figura che segue, una rapida valutazione della volatilità e della consistenza dei listini azionari in fase di crescita, negli ultimi 3 anni. I sentieri mostrano divergenze importanti e spiegano le delusioni di chi abbia investito forte sui mercati asiatici (eccezion fatta per una breve parentesi sul Giappone). La volatilità dell Area Euro è molto alta, superiore a quella degli altri 2 indici S&P 500 EURO STOXX 50 SHANGHAI 300 FX Persiste un Euro forte soprattutto vs USD. Poco altro da segnalare. Cross valutario 4 mag 2 apr EURUSD EURJPY EURGBP EURCHF EURAUD USDJPY

6 R&O - Rischi ed Opportunità Lo scorso mese avevamo qui riportato considerazioni sulla situazione Ucraina. Gli sviluppi non sono positivi e si converge verso una situazione difficilmente sanabile senza conseguenze, anche se il rischio guerra (che non sia quella civile) sembra poco plausibile perché non giova a nessuno. Quanto cinismo c è in questa considerazione però Tutti gli equilibri diplomatici sono dinamici e qui non si fa eccezione. Qui il tempo è una pessima medicina e le divisioni diventano più profonde. Ovvio che la Russia voglia assicurarsi spazi di tranquillità, con l Europa in mezzo al vocione degli USA. E la Germania che in prima battuta è più coinvolta, sia per le relazioni commerciali con l Ucraina, sia per quelle con la Russia Oggi questo comunque rappresenta una mina inesplosa sul sentiero dei mercati ed influenza negativamente il contesto di breve. E speriamo solo di quello. Today s Special In occasione della visita del premier cinese Xi Jinping a fine marzo, con la Merkel hanno parlato della linea ferroviaria, YUXINOU RAILWAY Chongqing (CHI) Duisburg (GER). Una linea ferroviaria solo cargo già operativa (definita New Silk Road) che in oltre km e 16 gg di viaggio porta un convoglio di 700 metri e 50 container dal distretto produttivo cinese specializzato in elettronica al cuore della Germania (lontano dal mare), attraversando Cina, Kazakistan, Russia (tappa a Mosca), Bielorussia, Polonia e Germania. Con metà del tempo di una nave cargo e metà del prezzo di un trasporto aereo. Il treno Yuxinou è messo in linea dalla Trans Eurasia Logistics GmbH, joint venture fra Deutsche Bahn e Russian Railways. Oggi la frequenza è 3 viaggi alla settimana. Per il momento, solo il viaggio di andata è a pieno carico (Apple, HP, Acer hanno come fornitore la Foxconn che ha una sede nel polo industriale di Chongqing). Per il ritorno, occorre organizzarsi intanto, per non farsi mancare nulla, Volkswagen ha inaugurato a Duisburg un centro logistico di mq 6

7 Mi viene una considerazione: chissenefrega quanto guadagna il Sig. Moretti, AD di Ferrovie dello Stato Italiane!!! Io vorrei invece che lo Stato Italiano e le FSI entrassero in progetti come questi, che facciano sentire che esiste un impianto strategico e politico sui trasporti. Eppoi, che guadagnino pure soldi proporzionati ai vantaggi che portano alla nazione. Pretendere troppo, eh?? Intanto noi siamo ingolfati avanti-indietro di TIR carichi di frutta e verdura sulla A1. Assetto tattico di portafoglio Poche le idee nuove, rispetto alla nota del mese precedente. Sull obbligazionario, le riduzioni di spread fra aree diverse governative e il contenimento dei default rate sui corporate, rende problematico individuare titoli con rendimento non banali. Cerchiamo fra i corporate/high yield, tenendo a freno al duration complessivo di portafoglio, rassegnandoci alla volatilità e stando attenti alla liquidità dei titoli. Potrebbe essere il caso di acquistare i fondi su questi temi Sovraesposizione ragionata di azionario. Tanta selettività sui titoli ed umiltà, senza spaventarsi. Andare contro i mercati non è mai sano, ma concentriamoci sulle cose che DEVONO salire, lasciando stare il fragore della volatilità nel breve. Pazienza. America favorita, nonostante tutto, ma in gran spolvero l Italia, curando le possibili cessioni di aziende di stato. E stagione di M&A sul Pharma, che poi è anche un tema di lungo periodo. Quindi qualche buon occasione sembra esserci. 7

8 Restano a nostro avviso bellissimi i Tech (alcuni di loro), come anche il settore del lusso che tiene benissimo. Come sempre, Cuore caldo e testa fredda. Buona Fortuna. L esperienza è il nome che si da ai propri errori, ed è il tipo di insegnante più difficile: prima ti fa l'esame, poi ti spiega la lezione. (Oscar Wilde, l impareggiabile) FTSEMIB BTP 10 anni 3,05% EURIBOR 3m 0,339% EURUSD 1,3867 SAIPEM 19,30 Eur Appunti di TANFREIN (30/4/) Mese di aprile riflessivo sul mercato azionario Italia, sostanzialmente una X calcistica, mentre continua il recupero dei BTP decennali, con un ragguardevole 3,05% circa, che solo 6 mesi fa non era facile immaginare. Un record dopo l'altro per i tassi Italia, con un discreto beneficio per i conti pubblici, anche se la curva è stata ormai assestata, il tasso fisso è prevalente e le emissioni a breve sono state controllate. Ne riparleremo se e quando ripartirà l'inflazione. Un primo aiuto è venuto dal calo dei tassi Usa, contro le previsioni generali: da 3.30 al 2,75%. Il secondo dalla conferma di una deflazione Europea sempre più presente. Il terzo, ma non ultimo, dal solito Draghi con un semplice annuncio di probabile QE cui, per la prima volta, i Tedeschi hanno opposto solo timidi appunti. Anzi, in qualche caso, c'è stata timida accondiscendenza: forse la crisi Ucraina, forse un tasso di inflazione sempre più misero, ma pare che anche oltre il Reno si incominci a ragionare. Dopo i dati di maggio, la BCE potrà forse essere più esplicita, speriamo anche sul come intenderà intervenire e potremo così provare a farci un idea sugli effetti pratici di tali mosse. E speriamo che gli effetti possano farsi sentire anche sul ciclo economico, cosa di cui abbiamo un gran bisogno. Dipenderà molto dal se ma soprattutto dal come essa interverrà sul mercato. Anche le molte riflessioni in atto sulle ipotesi di monetizzare o meno gli utili fin qui accumulati potranno essere più serene. Al momento è più no che si. Sul fronte valutario, la crisi Ucraina ed i dati contrastati sul mercato Usa (meno case e meno PIL rispetto alle previsioni) mantengono l'euro forte, nonostante tutto, dando 8

9 spazio a possibili ragionamenti di diversificazione nei portafogli. L'Euro oltre 1,40/45 è sostenibile probabilmente solo per i tedeschi, pertanto sarà con ogni probabilità un ulteriore dato verificato dalla BCE per disegnare le mosse future. Finora, negli ultimi 5 anni abbiamo assistito alle svalutazioni, in ordine temporale, di Dollaro USA, Sterlina, Yen ormai forse tocca a noi. Altro fattore determinante sui mercati è la piena e forte aspettativa degli strateghi e gestori delle grandi società di gestione estere sul fatto, straordinario di per sé, che questa volta l'italia sia finalmente sulla strada di una riforma sufficientemente concreta e profonda del sistema paese. Configurando quindi un Italia investibile : probabilmente ci credono più loro di noi, ma questo è normale! Non dobbiamo credere che si sbaglino loro per forza: quando il soggetto depresso inizia il percorso di guarigione è il bravo medico che prima di lui vede i miglioramenti e la via della guarigione. E noi siamo sicuramente molto, molto depressi. Certamente non sarà facile e le battaglie già in atto per difendere le posizioni consolidate dai cambiamenti, la dicono lunga sulle difficoltà ed i tempi necessari. In un paese dove il 62% dei funzionari pubblici fa parte del 5% più ricco della popolazione ed il 27% fa parte del quel 1% contro cui si sono scagliati i famosi militanti di Occupy Wall Street (fonte pagine 99we), le riforme della pubblica amministrazione e la sburocratizzazione del sistema (cui deriva la battaglia contro la corruzione) diventano opere titaniche pari alle fatiche dell'ercole di Ellenica memoria. Così come la battaglia contro la disoccupazione non sarà banale; alcuni anni fa a questo proposito, quando essa era ancora ufficialmente all'8% e c'era chi ci credeva ancora, dicevamo che questo sarebbe stato il problema dei problemi; fin dalle crisi di fine anni 80 ed anni 90, congiunturali e non epocali come questa, era evidente come ad ogni uscita dalla recessione, il sistema aumentava la produttività grazie all'innovazione tecnologica che -di fatto- in un economia manifatturiera di base come quella italiana, voleva dire sostituire dipendenti cui non potevi diminuire gli stipendi, con macchine con un costo per unità di prodotto inferiore. E così che oggi l'italia è uno dei primi paesi al mondo (notizia positiva) per lo sviluppo e l'innovazione dei settori della robotica e della meccatronica industriale. Perciò le imprese che rimarranno, e che sono sopravvissute anche grazie alla deflazione del costo del lavoro che ormai ha raggiunto livelli non comprimibili, ma ampiamente in linea con gli altri paesi, queste imprese dicevamo, quando ricominceranno a crescere probabilmente lo faranno come negli anni 50: assumendo personale, ma anche acquistando macchine (che speriamo di fare noi). Forse prima o poi si capirà che l'occupazione, in questo sistema economico, la fanno crescere i nuovi insediamenti industriali, di imprese nuove o già esistenti, che possono sorgere solo con meno burocrazia, meno corruzione, più trasparenza, meno costi esterni, migliori trasporti, In due parole, con un miglior sistema paese e, soprattutto (vedendo quello che succede all'estero) minor carico fiscale complessivo. 9

10 Comunque noi restiamo fiduciosi e continuiamo a pensare che si possa ancora fare qualche buon affare, come d'altronde la pensano in Blackrock, Goldman Sachs, Bnp Paribas, ecc ecc ecc. P.S. Finchè ci credono loro -vero o non vero- Buon Lavoro, quando smetteranno loro -a torto o ragione- beh... Maggio mese importante; FED, BCE, ELEZIONI EUROPEE ED AMMINISTRATIVE, UCRAINA, arrivederci a giugno , LUCA GIOVANELLI Mob

NOTA FINANZIARIA. 31 marzo 2014 (weekly) I MERCATI FINANZIARI NELLA SCORSA SETTIMANA

NOTA FINANZIARIA. 31 marzo 2014 (weekly) I MERCATI FINANZIARI NELLA SCORSA SETTIMANA I MERCATI FINANZIARI NELLA SCORSA SETTIMANA MERCATO MONETARIO E MERCATO OBBLIGAZIONARIO La scorsa settimana ha visto un andamento differenziato dei tassi tra area euro ed area dollaro: se infatti quelli

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 5 maggio 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 5 maggio 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Strategia d investimento obbligazionaria Bollettino mensile no. maggio A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Disclaimer: tutte le informazioni e le opinioni contenute in questo documento rivestono unicamente

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria

Strategia d investimento obbligazionaria Strategia d investimento obbligazionaria Valutazione del mercato Analisi delle variabili del reddito fisso Strategia d investimento per gli asset obbligazionari Bollettino mensile no. 8 agosto A cura dell

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria

Strategia d investimento obbligazionaria Strategia d investimento obbligazionaria Valutazione del mercato Analisi delle variabili del reddito fisso Strategia d investimento per gli asset obbligazionari Bollettino mensile no. 6 giugno A cura dell

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 4 aprile 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 4 aprile 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Strategia d investimento obbligazionaria Bollettino mensile no. 4 aprile A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Disclaimer: tutte le informazioni e le opinioni contenute in questo documento rivestono unicamente

Dettagli

Fondo Raiffeisen Strategie Fonds

Fondo Raiffeisen Strategie Fonds Relazione Semestrale al 30.06.2014 Fondo ADVAM Partners SGR S.p.A. Sede Legale: Via Turati 9, 20121 Milano Tel 02.620808 Telefax 02.874984 Capitale Sociale Euro 2.200.000 i.v. Codice Fiscale, Partita IVA

Dettagli

Alla ricerca del rendimento perduto

Alla ricerca del rendimento perduto Milano, 10 aprile 2012 Alla ricerca del rendimento perduto Dalle obbligazioni alle azioni. La ricerca del rendimento perduto passa attraverso un deciso cambio di passo nella composizione dei portafogli

Dettagli

KAIROS PARTNERS SGR S.p.A.

KAIROS PARTNERS SGR S.p.A. KAIROS PARTNERS SGR S.p.A. Relazione Semestrale al 30.06.2015 FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO MOBILIARE APERTO Kairos Income Kairos Partners SGR S.p.A. Sede Legale: Via San Prospero 2, 20121 Milano Tel 02.777181

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 8 agosto 2015 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 8 agosto 2015 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Strategia d investimento obbligazionaria Bollettino mensile no. 8 agosto 2015 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Disclaimer: tutte le informazioni e le opinioni contenute in questo documento rivestono

Dettagli

Morning Call 21 LUGLIO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Grecia, ha effettuato il rimborso per 6,8mld a Fmi, Bce e Banca di Grecia

Morning Call 21 LUGLIO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Grecia, ha effettuato il rimborso per 6,8mld a Fmi, Bce e Banca di Grecia Morning Call 21 LUGLIO 2015 Sotto i riflettori Indie FtseMib: andamento I temi del giorno L analisi dei mercati Grecia, ha effettuato il rimborso per 6,8mld a Fmi, Bce e Banca di Grecia Prosegue la tendenza

Dettagli

Morning Call 4 SETTEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori

Morning Call 4 SETTEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori Morning Call 4 SETTEMBRE 2015 Sotto i riflettori Indice FtseMib: andamento I temi del giorno Macro: Pmi dei servizi (Area euro) in miglioramento, Ism non manifatturiero (Usa) in calo sotto i 60 punti Bce:

Dettagli

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE I dati utilizzati per le elaborazioni sono aggiornati al 31/03/201 Pagina 1 Questa

Dettagli

La crisi iniziata nel 2007

La crisi iniziata nel 2007 La crisi iniziata nel 2007 In questa lezione: Analizziamo lo scoppio della crisi finanziaria. Studiamo l effetto della crisi finanziaria sull economia reale. 300 L origine della Crisi Nell autunno del

Dettagli

IL CONTESTO Dove Siamo

IL CONTESTO Dove Siamo IL CONTESTO Dove Siamo INFLAZIONE MEDIA IN ITALIA NEGLI ULTIMI 60 ANNI Inflazione ai minimi storici oggi non è più un problema. Tassi reali a: breve termine (1-3 anni) vicini allo 0 tassi reali a medio

Dettagli

DAILY 27.02.2015. venerdì 27 febbraio 2015-1 -

DAILY 27.02.2015. venerdì 27 febbraio 2015-1 - DAILY 27.02.2015 venerdì 27 febbraio 2015-1 - Oro, strumento di copertura Ieri abbiamo visto ancora un super Dollaro nonostante i dati sull inflazione particolarmente tranquilli e richieste di sussidio

Dettagli

2014 meglio del 2013?

2014 meglio del 2013? S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La congiuntura economica 2014 meglio del 2013? Roberto Cesarini Intesa Sanpaolo Private Banking 20 marzo 2014 - Milano Contesto 1/2 Quadro economico in lento

Dettagli

Morning Call 15 APRILE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Le nuove stime del Fondo Monetario Internazionale, Pil Italia 2015 a +0,5%, +1,1% nel 2016

Morning Call 15 APRILE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Le nuove stime del Fondo Monetario Internazionale, Pil Italia 2015 a +0,5%, +1,1% nel 2016 Morning Call 15 APRILE 2015 Sotto i riflettori Irs a 5 anni: andamento I temi del giorno Le nuove stime del Fondo Monetario Internazionale, Pil Italia 2015 a +0,5%, +1,1% nel 2016 Pil della Cina nel primo

Dettagli

Asset allocation: settembre 2015. www.adviseonly.com www.adviseonly.com/blog

Asset allocation: settembre 2015. www.adviseonly.com www.adviseonly.com/blog Asset allocation: settembre 2015 /blog Come sono andati i mercati? Il rallentamento della Cina, la crisi in Grecia, il crollo delle materie prime e la moderata crescita dell economia americana hanno sollevato

Dettagli

2014 : Fondi o Etf? Mono o multimarca?

2014 : Fondi o Etf? Mono o multimarca? 2014 : Fondi o Etf? Mono o multimarca? Venerdì 29 novembre 2013 In questo Diario di Bordo parliamo in sintesi: MERCATO OBBLIGAZIONARIO. MEGLIO FONDI O ETF? MEGLIO OPERARE CON UNA SOLA SOCIETA DI GESTIONE

Dettagli

VIEW SUI MERCATI (16/04/2015)

VIEW SUI MERCATI (16/04/2015) VIEW SUI MERCATI (16/04/2015) STOXX600 Europe Lo STOXX600 ha superato l importante resistenza toccata nel 2007 a quota 400, confermando le nostre previsioni di un mese fa. Il trend di medio-lungo periodo

Dettagli

Questo ciclo è esemplificativo di quelli degli altri future su indici azionari che seguo.

Questo ciclo è esemplificativo di quelli degli altri future su indici azionari che seguo. Prima di parlare dei problemi dell Euro, facciamo prima un breve aggiornamento ciclico. Vediamo il Ciclo settimanale per l Eurostoxx future iniziato il 12 luglio intorno alle ore 16:30 (dati a 15 minuti

Dettagli

LYXOR UCITS ETF IBOXX $ TREASURIES 1-3Y

LYXOR UCITS ETF IBOXX $ TREASURIES 1-3Y Verso fine gennaio 2009 avevo introdotto un Portafoglio in Etf. Ricordo che questo portafoglio, è stato concepito per essere tenuto fino alla completa uscita dalla crisi. Introdurrò in questo report un

Dettagli

Morning Call 4 NOVEMBRE 2014 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: Ism manifatturiero in rialzo ad ottobre sopra le attese a 59

Morning Call 4 NOVEMBRE 2014 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: Ism manifatturiero in rialzo ad ottobre sopra le attese a 59 Morning Call 4 NOVEMBRE 2014 Sotto i riflettori Eur/Jpy: andamento I temi del giorno Macro: Ism manifatturiero in rialzo ad ottobre sopra le attese a 59 Tassi: Treasury a 10 anni in lieve rialzo al 2,35%;

Dettagli

FR0010222224 LU0613540185 FR0010344853 LU0533032859

FR0010222224 LU0613540185 FR0010344853 LU0533032859 Vediamo di aggiornare l Etf Portfolio in ottica di Investimento, che avevo introdotto a fine gennaio 2009. (a fondo articolo metto anche un portafoglio per chi inizia adesso, chiaramente con differenti

Dettagli

Morning Call 18 DICEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: Ifo tedesco in calo a dicembre a 108,70

Morning Call 18 DICEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: Ifo tedesco in calo a dicembre a 108,70 Morning Call 18 DICEMBRE 2015 Sotto i riflettori Curva a scadenza dei Treasury: oggi e al 30 settembre 2015 I temi del giorno L analisi dei mercati Macro: Ifo tedesco in calo a dicembre a 108,70 Mercati

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 6 giugno 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 6 giugno 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Strategia d investimento obbligazionaria Bollettino mensile no. 6 giugno 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Disclaimer: tutte le informazioni e le opinioni contenute in questo documento rivestono

Dettagli

I punti di forza del mercato azionario europeo rispetto al resto del mondo

I punti di forza del mercato azionario europeo rispetto al resto del mondo I punti di forza del mercato azionario europeo rispetto al resto del mondo No. 5 - Settembre 2013 2 I punti di forza del mercato azionario europeo rispetto al resto del mondo Con il mercato obbligazionario

Dettagli

La congiuntura. internazionale

La congiuntura. internazionale La congiuntura internazionale N. 1 GIUGNO 2015 Il primo trimestre del 2015 ha portato con sé alcuni cambiamenti nelle dinamiche di crescita delle maggiori economie: alla moderata ripresa nell Area euro

Dettagli

Il SENTIMENT E LA PSICOLOGIA

Il SENTIMENT E LA PSICOLOGIA CAPITOLO 2 Il SENTIMENT E LA PSICOLOGIA 2.1.Cosa muove i mercati? Il primo passo operativo da fare nel trading è l analisi del sentiment dei mercati. Con questa espressione faccio riferimento al livello

Dettagli

LO SPREAD IN CALO NON GUARISCE

LO SPREAD IN CALO NON GUARISCE 43 ALLEGATO i dossier www.freefoundation.com LO SPREAD IN CALO NON GUARISCE TUTTI I MALI DEI TITOLI DI STATO Editoriale de Il Giornale, 5 marzo 2012 5 marzo 2012 a cura di Renato Brunetta 2 Passata o quasi

Dettagli

Oggi, 7 novembre 2013, la BCE ha deciso di tagliare i tassi di riferimento di 25 bp, ossia li ha portati allo 0,25%.

Oggi, 7 novembre 2013, la BCE ha deciso di tagliare i tassi di riferimento di 25 bp, ossia li ha portati allo 0,25%. Oggi, 7 novembre 2013, la BCE ha deciso di tagliare i tassi di riferimento di 25 bp, ossia li ha portati allo 0,25%. Questa decisione ha colto abbastanza di sorpresa il mercato, non era nelle stime/previsioni:

Dettagli

Partiamo dal Bund e vediamo il Ciclo Trimestrale ed il Ciclo Settimanale: (Ricordo che il 21 aprile è chiuso).

Partiamo dal Bund e vediamo il Ciclo Trimestrale ed il Ciclo Settimanale: (Ricordo che il 21 aprile è chiuso). Vediamo un analisi della situazione Ciclica su Bund ed Euro/Dollaro. Partiamo dal Bund e vediamo il Ciclo Trimestrale ed il Ciclo Settimanale: (Ricordo che il 21 aprile è chiuso). (Il grafico è realizzato

Dettagli

i dossier USA, GIAPPONE E EUROPA: POLITICHE ECONOMICHE A CONFRONTO www.freefoundation.com www.freenewsonline.it 6 marzo 2013 a cura di Renato Brunetta

i dossier USA, GIAPPONE E EUROPA: POLITICHE ECONOMICHE A CONFRONTO www.freefoundation.com www.freenewsonline.it 6 marzo 2013 a cura di Renato Brunetta 357 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com USA, GIAPPONE E EUROPA: POLITICHE ECONOMICHE A CONFRONTO 6 marzo 2013 a cura di Renato Brunetta INDICE 2 Usa: il «sequestro» Cosa è successo negli

Dettagli

Morning Call 12 NOVEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: oggi l inflazione in Germania e Francia e la. nell Area euro

Morning Call 12 NOVEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: oggi l inflazione in Germania e Francia e la. nell Area euro Morning Call 12 NOVEMBRE 2015 Sotto i riflettori Rendimento Btp a 10 anni: andamento I temi del giorno Macro: oggi l inflazione in Germania e Francia e la produzione industriale nell Area euro Tassi: per

Dettagli

MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO

MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO RELAZIONE SEMESTRALE AL 29/06/2007 98 MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO NOTA ILLUSTRATIVA SULLA RELAZIONE SEMESTRALE DEL FONDO AL 29 GIUGNO 2007 Signori Partecipanti, il semestre

Dettagli

Europa: oggi i prezzi al consumo nel Regno Unito. Stati Uniti: oggi le nuove costruzioni abitative ed i permessi edilizi.

Europa: oggi i prezzi al consumo nel Regno Unito. Stati Uniti: oggi le nuove costruzioni abitative ed i permessi edilizi. Morning Call 18 AGOSTO 2015 Sotto i riflettori Rendimento del Bund a 10 anni: andamento I temi del giorno Questa mattina scende di oltre il 6,0% la Borsa di Shanghai su timori di ulteriori svalutazioni

Dettagli

ILR con. Posizione. attuale.

ILR con. Posizione. attuale. ILR con il gestore G. Spinola del 16/04/15 Trend vs. Msci World Dal lancio ( 15/02/93 ) al 16/04/15. Posizione attuale. 63% %* in Azioni (profilo di rischio teoricoo del portafoglio mediamente in lineaa

Dettagli

La situazione dell investitore è chiaramente scomoda e occorre muoversi su due fronti:

La situazione dell investitore è chiaramente scomoda e occorre muoversi su due fronti: Analisti e strategisti di mercato amano interpretare le dinamiche dei mercati azionari in termini di fasi orso, fasi toro, cercando una chiave interpretativa dei mercati, a dimostrazione che i prezzi non

Dettagli

Fondo Raiffeisen Strategie Fonds

Fondo Raiffeisen Strategie Fonds Relazione Semestrale al 30.06.2013 Fondo ADVAM Partners SGR S.p.A. Sede Legale: Via Turati 9, 20121 Milano Tel 02.620808 Telefax 02.874984 Capitale Sociale Euro 1.903.000 i.v. Codice Fiscale, Partita IVA

Dettagli

Rassegna stampa - TENDERCAPITAL

Rassegna stampa - TENDERCAPITAL Rassegna stampa - TENDERCAPITAL Rassegna del 22/05/2014 INDICE TENDERCAPITAL 21/05/2014 Fondi & Sicav È sempre grande America 21/05/2014 Fondi & Sicav Nel complesso benino 21/05/2014 Fondi & Sicav Il vero

Dettagli

Morning Call 11 NOVEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: in Italia la produzione industriale a settembre in crescita dell 1,7% su base annua

Morning Call 11 NOVEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: in Italia la produzione industriale a settembre in crescita dell 1,7% su base annua Morning Call 11 NOVEMBRE 2015 Sotto i riflettori Eur/Usd: andamento a 5 giorni I temi del giorno Macro: in Italia la produzione industriale a settembre in crescita dell 1,7% su base annua Tassi: le aspettative

Dettagli

Gli effetti dell aumento della curva dei tassi nel mercato del fixed income

Gli effetti dell aumento della curva dei tassi nel mercato del fixed income S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La congiuntura economica Gli effetti dell aumento della curva dei tassi nel mercato del fixed income Angelo Drusiani Banca Albertini Syz & C. SpA - Milano

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 3 Marzo 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

La congiuntura. internazionale

La congiuntura. internazionale La congiuntura internazionale N. 2 LUGLIO 2015 Il momento del commercio mondiale segna un miglioramento ad aprile 2015, ma i volumi delle importazioni e delle esportazioni sembrano muoversi in direzioni

Dettagli

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza Dopo aver letto attentamente il seguente articolo giornalistico, Il rischio debito affonda le Borse, il candidato risponda ai seguenti quesiti tenento conto che la risposta corretta è una soltanto. FRANCOFORTE.

Dettagli

Europa: oggi i prezzi al consumo tedeschi e francesi e le minute della Bce. Stati Uniti: oggi le vendite al dettaglio.

Europa: oggi i prezzi al consumo tedeschi e francesi e le minute della Bce. Stati Uniti: oggi le vendite al dettaglio. Morning Call 13 AGOSTO 2015 Sotto i riflettori Rendimento del benchmark tedesco a 2 anni: andamento I temi del giorno L analisi dei mercati Market movers Cina: terza svalutazione per lo yuan, nuova parità

Dettagli

Morning Call 1 SETTEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori

Morning Call 1 SETTEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori Morning Call 1 SETTEMBRE 2015 Sotto i riflettori Spread Btp/Bund a 10 anni: andamento I temi del giorno Macro Area euro: inflazione in ripresa in Italia, +0,2% a/a l indice nazionale e +0,5% a/a quello

Dettagli

Morning Call 7 SETTEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori

Morning Call 7 SETTEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori Morning Call 7 SETTEMBRE 2015 Sotto i riflettori Euribor ad 1 mese: andamento I temi del giorno Macro Usa: sotto le attese i nuovi occupati ad agosto a +173mila unità, tasso di disoccupazione al 5,1% Tassi:

Dettagli

Il contesto attuale e le prospettive dei mercati

Il contesto attuale e le prospettive dei mercati Il contesto attuale e le prospettive dei mercati Petrolio, progressivo rialzo... Brent dal 2010 Fonte: Bloomberg 2 Tassi, in aumento l interbancario... Euribor 3 mesi e tasso Bce a confronto Fonte: Bloomberg

Dettagli

Breve approfondimento sulla situazione Greca

Breve approfondimento sulla situazione Greca Breve approfondimento sulla situazione Greca 15 Giugno 2015 2 Premessa Quattro mesi di colloqui tra la Grecia e i suoi creditori non sono bastati a raggiungere un accordo per sbloccare gli aiuti al governo

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria

Strategia d investimento obbligazionaria Strategia d investimento obbligazionaria Valutazione del mercato Analisi delle variabili del reddito fisso Strategia d investimento per gli asset obbligazionari Bollettino mensile no. 7 luglio A cura dell

Dettagli

MERCATI-Ambrosetti A.M. SIM: commento giugno 2015, stabile l esposizione azionaria complessiva

MERCATI-Ambrosetti A.M. SIM: commento giugno 2015, stabile l esposizione azionaria complessiva Data Pubblicazione 04/06/2015 Sito Web www.impresamia.com MERCATI-Ambrosetti A.M. SIM: commento giugno 2015, stabile l esposizione azionaria complessiva Commento mensile di Giugno 2015 a firma di Alessandro

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 1 Gennaio 2013 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 1 Gennaio 2013 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Strategia d investimento obbligazionaria Bollettino mensile no. 1 Gennaio A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Strategia d investimento obbligazionaria Considerazioni riassuntive degli indicatori analizzati

Dettagli

L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 2014 E PRIMO TRIMESTRE 2015

L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 2014 E PRIMO TRIMESTRE 2015 L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 201 E PRIMO TRIMESTRE 201 1 FOCUS CONSUNTIVO 201 Il 201 si è chiuso con un bilancio complessivamente soddisfacente: il quadro di sintesi riferito agli indicatori

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria

Strategia d investimento obbligazionaria Strategia d investimento obbligazionaria Bollettino mensile no. 5 - Maggio A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Disclaimer: tutte le informazioni e le opinioni contenute in questo documento rivestono

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 8 agosto 15 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

pag. 1 Antonio Cesarano Responsabile Ufficio Market Strategy Milano 23 ottobre 2014

pag. 1 Antonio Cesarano Responsabile Ufficio Market Strategy Milano 23 ottobre 2014 pag. 1 Antonio Cesarano Responsabile Ufficio Market Strategy Milano 23 ottobre 2014 Quadro macro globale 60 ISM manif atturiero Usa PMI manif atturiero Germania PMI manif atturiero Cina 55 50 45 Fonte:

Dettagli

Crescita della moneta e inflazione

Crescita della moneta e inflazione Crescita della moneta e inflazione Alcune osservazioni e definizioni L aumento del livello generale dei prezzi è detto inflazione. Ultimi 60 anni: variazione media del 5% annuale. Effetto: i prezzi sono

Dettagli

Morning Call 14 GENNAIO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: cresce la produzione industriale in Italia, in forte calo l inflazione nel Regno Unito

Morning Call 14 GENNAIO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: cresce la produzione industriale in Italia, in forte calo l inflazione nel Regno Unito Morning Call 14 GENNAIO 2015 Sotto i riflettori Rendimento del Btp a 10 anni: andamento I temi del giorno Macro: cresce la produzione industriale in Italia, in forte calo l inflazione nel Regno Unito Tassi:

Dettagli

DAILY 14.01.2015. mercoledì 14 gennaio 2015-1 -

DAILY 14.01.2015. mercoledì 14 gennaio 2015-1 - DAILY 14.01.2015 mercoledì 14 gennaio 2015-1 - Aumenta l attesa Nella giornata di ieri il Dax-future è uscito al rialzo dalla figura triangolare descritta da diversi giorni. Adesso è giusto verificare

Dettagli

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015)

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) La Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) 1 ECONOMIA IN ITALIA In Italia, dopo tre cali annuali consecutivi (2012-2,8%, 2013-1,7%, 2014-0,4%), il CSC prevede una crescita del PIL dell 1%. quest

Dettagli

Previsioni di Mercato Raiffeisen

Previsioni di Mercato Raiffeisen Previsioni di Mercato Raiffeisen di Raiffeisen Capital Management per Cassa Raiffeisen di Brunico Marzo 2015 Rischio? Quale rischio? Le prime settimane dell anno nuovo sono state caratterizzate dai temi

Dettagli

Economia. La parola economia viene dal Greco antico oikos nomia: le regole che governano la casa

Economia. La parola economia viene dal Greco antico oikos nomia: le regole che governano la casa Economia La parola economia viene dal Greco antico oikos nomia: le regole che governano la casa DIECI PRINCIPI DELL ECONOMIA Così come in una famiglia, anche in una economia si devono affrontare molte

Dettagli

ADESSO VI SPIEGHIAMO COME IL CICLO ECONOMICO NEGATIVO TRAVOLGERÀ RENZI (prima puntata)

ADESSO VI SPIEGHIAMO COME IL CICLO ECONOMICO NEGATIVO TRAVOLGERÀ RENZI (prima puntata) 994 ADESSO VI SPIEGHIAMO COME IL CICLO ECONOMICO NEGATIVO TRAVOLGERÀ RENZI (prima puntata) 11 gennaio 2016 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Il Popolo della Libertà

Dettagli

Comitato Investimenti 11.1.2016

Comitato Investimenti 11.1.2016 Comitato Investimenti 11.1.2016 1 SNAPSHOT Il 2016 non dovrebbe presentare delle sorprese nell'euro-zona, con ciò il Comitato Investimenti intende un rialzo dei rendimenti, perché l'inflazione è modesta

Dettagli

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI PRIMO TRIMESTRE 2013

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI PRIMO TRIMESTRE 2013 ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI PRIMO TRIMESTRE 2013 1. IL QUADRO MACROECONOMICO I primi dati delle indagini congiunturali indicano una ripresa della crescita economica mondiale ancora modesta e disomogenea

Dettagli

TASSI DI CAMBIO AVVENIMENTI DI QUESTA SETTIMANA. Analisi Settimanale dei Mercati

TASSI DI CAMBIO AVVENIMENTI DI QUESTA SETTIMANA. Analisi Settimanale dei Mercati Il vulcano ha eruttato durante la settimana poiché i problemi di solvibilità del debito nella periferia dell Europa hanno creato il panico in tutto il mondo ed i mercati finanziari hanno avuto comportamenti

Dettagli

Morning Call 18 GIUGNO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Oggi l incontro dei Ministri delle Finanze dell Area euro: nessun accordo su Atene

Morning Call 18 GIUGNO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Oggi l incontro dei Ministri delle Finanze dell Area euro: nessun accordo su Atene Morning Call 18 GIUGNO 2015 Sotto i riflettori Cambio Eur/Usd: andamento I temi del giorno Oggi l incontro dei Ministri delle Finanze dell Area euro: nessun accordo su Atene Il Fomc riduce di 25bp le proiezioni

Dettagli

Random Note 1/2015. Qui di seguito le nostre principali assunzioni relativamente agli scenari macroeconomici:

Random Note 1/2015. Qui di seguito le nostre principali assunzioni relativamente agli scenari macroeconomici: Random Note 1/2015 OUTLOOK 2015 : VERSO LA NORMALIZZAZIONE? La domanda a cui, con la nostra analisi di inizio anno, cerchiamo di dare una risposta è se nel 2015 assisteremo ad un ritorno alla normalizzazione

Dettagli

Scenario economico e politiche

Scenario economico e politiche Scenario economico e politiche Fedele De Novellis Bergamo, 14 giugno 2013 www.refricerche.it Schema generale Rallentamento economia globale nel 2012 (crisi della periferia europea) Reazione politiche monetarie

Dettagli

giugno 2016 sotto lo 0,30%, il dicembre 2016 a ridosso dello 0,40%.

giugno 2016 sotto lo 0,30%, il dicembre 2016 a ridosso dello 0,40%. Morning Call 12 AGOSTO 2014 Sotto i riflettori Rendimento Schatz tedesco a 2 anni: andamento I temi del giorno Moody s abbassa le stime per il Pil italiano: -0,1% a/a nel 2014; più ottimista l Ocse Situazione

Dettagli

QUANTITATIVE EASING I principali commenti delle testate internazionali e nazionali

QUANTITATIVE EASING I principali commenti delle testate internazionali e nazionali a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi Presidente Il Popolo della Libertà 864 QUANTITATIVE EASING I principali commenti delle testate internazionali e nazionali

Dettagli

Focus Market Strategy

Focus Market Strategy Valute emergenti: rand, lira e real 30 luglio 2015 Atteso un recupero verso fine anno Contesto di mercato Il comparto delle valute emergenti è tornato nuovamente sotto pressione negli ultimi mesi complice

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria

Strategia d investimento obbligazionaria Strategia d investimento obbligazionaria Valutazione del mercato Analisi delle variabili del reddito fisso Strategia d investimento per gli asset obbligazionari Bollettino mensile no. 11 novembre A cura

Dettagli

FARE SOLDI CON IL FOREX TRADING E LA LEVA FINANZIARIA

FARE SOLDI CON IL FOREX TRADING E LA LEVA FINANZIARIA Marco Calì FARE SOLDI CON IL FOREX TRADING E LA LEVA FINANZIARIA Edizione Gennaio 2008 Tutti i diritti sono riservati a norma di legge. Nessuna parte di questo libro può essere riprodotta con alcun mezzo.

Dettagli

Gardoni Finanza Consulenza finanziaria indipendente

Gardoni Finanza Consulenza finanziaria indipendente Cosa ci dobbiamo aspettare dai mercati obbligazionari nel 2015? Intervista a Paul Read (Co-Head di Invesco Fixed Interest Henley Gestore di Invesco Euro Corporate Bond, Invesco Pan European High Income

Dettagli

Questo ciclo è esemplificativo di quelli degli altri future su indici azionari che seguo.

Questo ciclo è esemplificativo di quelli degli altri future su indici azionari che seguo. Prima della 2 puntata sui problemi dell Euro, facciamo prima un breve aggiornamento ciclico. Vediamo il Ciclo settimanale per l Eurostoxx future iniziato il 24 luglio intorno alle ore 20:30 (dati a 15

Dettagli

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE I dati utilizzati per le elaborazioni sono aggiornati al 30/04/201 Pagina 1 Questa

Dettagli

Europa: oggi nessun dato di rilievo. Stati Uniti: oggi l indice dell attività nazionale elaborato dalla Fed di Chicago.

Europa: oggi nessun dato di rilievo. Stati Uniti: oggi l indice dell attività nazionale elaborato dalla Fed di Chicago. Morning Call 24 AGOSTO 2015 Sotto i riflettori Indice di Borsa di Shanghai: andamento I temi del giorno Proseguono le tensioni sui mercati: questa mattina Shanghai segna un -8,7% e il Nikkei segue con

Dettagli

Club Finanza d Impresa 10 dicembre 2013 Relatore : Michael Palatiello

Club Finanza d Impresa 10 dicembre 2013 Relatore : Michael Palatiello Club Finanza d Impresa 10 dicembre 2013 Relatore : Michael Palatiello Chi siamo Wings Partners è una società attiva nell'analisi finanziaria dei rischi di cambio delle valute e delle oscillazioni dei prezzi

Dettagli

GLI ANDAMENTI TERRITORIALI 35 Macroarea Nord 35 Macroarea Centro 36 Macroarea Sud1 40 Macroarea Sud2 43

GLI ANDAMENTI TERRITORIALI 35 Macroarea Nord 35 Macroarea Centro 36 Macroarea Sud1 40 Macroarea Sud2 43 RAPPORTO BANCHE SOMMARIO E CONCLUSIONI 3 LA CONGIUNTURA BANCARIA IN EUROPA 7 L attivo bancario 8 Gli impieghi 8 I crediti deteriorati 14 I titoli in portafoglio 17 Le azioni e partecipazioni 19 Le passività

Dettagli

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale - l Euro/Dollaro si è indebolito ed ha chiuso sotto l importante soglia psicologica di 1,35 - l Oro ha arrestato il recupero dopo i minimi del 31 dicembre

Dettagli

Morning Call 6 FEBBRAIO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Le previsioni della Commissione Ue: Pil Italia al +0,6% nel 2015, +1,3% nel 2016

Morning Call 6 FEBBRAIO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Le previsioni della Commissione Ue: Pil Italia al +0,6% nel 2015, +1,3% nel 2016 Morning Call 6 FEBBRAIO 2015 Sotto i riflettori Spread Btp/Bund a 10 anni: andamento I temi del giorno Le previsioni della Commissione Ue: Pil Italia al +0,6% nel 2015, +1,3% nel 2016 L analisi dei mercati

Dettagli

Febbraio 2016. market monitor. Analisi del settore edile: performance e previsioni

Febbraio 2016. market monitor. Analisi del settore edile: performance e previsioni Febbraio 2016 market monitor Analisi del settore edile: performance e previsioni Esonero di responsabilità I contenuti del presente documento sono forniti ad esclusivo scopo informativo. Ogni informazione

Dettagli

COSA BOLLE SUL FRONTE SVIZZERO (Chi ci guadagna e chi ci perde)

COSA BOLLE SUL FRONTE SVIZZERO (Chi ci guadagna e chi ci perde) 861 COSA BOLLE SUL FRONTE SVIZZERO (Chi ci guadagna e chi ci perde) 19 gennaio 2015 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi Presidente Il Popolo della Libertà EXECUTIVE

Dettagli

BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE

BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE Ad aprile continua la flessione della domanda di credito da parte di famiglie e imprese: -3% i prestiti, -9% i mutui richiesti dalle famiglie;

Dettagli

Morning Call 20 OTTOBRE 2014 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: oggi i dati degli ordinativi e del fatturato in Italia

Morning Call 20 OTTOBRE 2014 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: oggi i dati degli ordinativi e del fatturato in Italia Morning Call 20 OTTOBRE 2014 Sotto i riflettori Spread Btp/Bund a 10 anni: andamento I temi del giorno Macro: oggi i dati degli ordinativi e del fatturato in Italia Tassi: spread in calo dai massimi, Btp/Bund

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 3 marzo 2012 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

L economia australiana brilla sulle altre

L economia australiana brilla sulle altre L economia australiana brilla sulle altre 28 marzo 2011 Le stime sulla crescita per molti paesi sviluppati hanno subito una flessione a causa della tragedia che continua a investire il Gippone, uno dei

Dettagli

Snam e i mercati finanziari

Snam e i mercati finanziari Snam e i mercati finanziari Nel corso del 2012 i mercati finanziari europei hanno registrato rialzi generalizzati, sebbene in un contesto di elevata volatilità. Nella prima parte dell anno le quotazioni

Dettagli

8a+ Investimenti Sgr. Latemar

8a+ Investimenti Sgr. Latemar 8a+ Investimenti Sgr Fondo Comune d Investimento Mobiliare Aperto Latemar RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2007 Sede Legale: Varese, Piazza Monte Grappa 4 Tel 0332-251411 Telefax 0332-251400 Capitale

Dettagli

RAPPORTO CER Aggiornamenti

RAPPORTO CER Aggiornamenti RAPPORTO CER Aggiornamenti 12 marzo 2015 Timidi segnali di risveglio I dati di gennaio 2015 1 confermano, al netto di alcuni salti statistici, il lento miglioramento nella dinamica delle più importanti

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 1 Gennaio 214 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

MIGLIORA PER LE IMPRESE ITALIANE L ACCESSO AI FINANZIAMENTI

MIGLIORA PER LE IMPRESE ITALIANE L ACCESSO AI FINANZIAMENTI MIGLIORA PER LE IMPRESE ITALIANE L ACCESSO AI FINANZIAMENTI Silvano Carletti * Nei suoi primi cinque appuntamenti (l ultimo a fine settembre 2015) il Targeted Longer-Term Refinancing Operations (TLTRO)

Dettagli

Ritardi di pagamento in Cina: nel 2014, l 80% delle imprese ne è colpito

Ritardi di pagamento in Cina: nel 2014, l 80% delle imprese ne è colpito Hong Kong / Parigi, 12 marzo 2015 Ritardi di pagamento in Cina: nel 2014, l 80% delle imprese ne è colpito Nel 2015 prevista una crescita più lenta e un aumento dei prestiti in sofferenza Un nuovo studio

Dettagli

DAILY 01.10.2014. mercoledì 1 ottobre 2014-1 -

DAILY 01.10.2014. mercoledì 1 ottobre 2014-1 - DAILY 01.10.2014 mercoledì 1 ottobre 2014-1 - Dollaro sempre più forte In questi giorni il Dollar index sta consumando la rottura della linea del Piave, che da qualche settimana avevo sottoposto alla vostra

Dettagli

Veloce e Fragile. Le dinamiche dell economia britannica

Veloce e Fragile. Le dinamiche dell economia britannica Veloce e Fragile Le dinamiche dell economia britannica 2 maggio, 2011 Rimbalzo nel primo trimestre per il Regno Unito? Come è già stato precedentemente sottolineato, l economia britannica è un economia

Dettagli

Europa: oggi le prime stime sui Pmi di Francia, Germania ed Area euro. Stati Uniti: oggi nessun dato di rilievo.

Europa: oggi le prime stime sui Pmi di Francia, Germania ed Area euro. Stati Uniti: oggi nessun dato di rilievo. Morning Call 21 AGOSTO 2015 Sotto i riflettori Indice di volatilità sul Dax: andamento I temi del giorno Mercati nervosi: nuove elezioni in Grecia, economia cinese in rallentamento, valute dei Paesi emergenti

Dettagli

Morning Call 9 OTTOBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Fed: dai verbali la conferma della prudenza della Banca centrale nel rialzo dei tassi

Morning Call 9 OTTOBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Fed: dai verbali la conferma della prudenza della Banca centrale nel rialzo dei tassi Morning Call 9 OTTOBRE 2015 Sotto i riflettori Spread Btp/Bund a 10 anni: andamento I temi del giorno Fed: dai verbali la conferma della prudenza della Banca centrale nel rialzo dei tassi Tassi: spread

Dettagli

(LA RESPONSABILITÀ DELLA VERSIONE ITALIANA DEGLI ARTICOLI PUBBLICATI NEL BLOG DEL PROFESSOR NAVARRO È DEL UNA DELLE MILLE RAGIONI PER INDIGNARSI

(LA RESPONSABILITÀ DELLA VERSIONE ITALIANA DEGLI ARTICOLI PUBBLICATI NEL BLOG DEL PROFESSOR NAVARRO È DEL UNA DELLE MILLE RAGIONI PER INDIGNARSI (LA RESPONSABILITÀ DELLA VERSIONE ITALIANA DEGLI ARTICOLI PUBBLICATI NEL BLOG DEL PROFESSOR NAVARRO È DEL TRADUTTORE, MICHELE ORINI) UNA DELLE MILLE RAGIONI PER INDIGNARSI Vicenç Navarro 13/01/2014 Se

Dettagli