i quaderni di Sicura

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "i quaderni di Sicura"

Transcript

1 i quaderni di Sicura Bologna - Sicura novembre quaderno n.1 IL CONTROLLO UFFICIALE NELLE RIVENDITE DEI PRODOTTI ETNICI SUGGERIMENTI PER ISPEZIONI ANNONARIE Luigi Piscitelli Dipartimento Veterinario - ASL di Milano a cura di: in collaborazione con: 1 50

2 Progetto: Mauro Ferri, Veterinario dirigente, Dipartimento di Sanità Pubblica, Azienda USL di Modena Testi: Luigi Piscitelli, Veterinario dirigente, Dipartimento veterinario, Azienda SL di Milano Grafica, impaginazione: Mauro Ferri Revisione: Luigi Piscitelli, Mauro Ferri Immagini: Mauro Ferri, Luigi Piscitelli, fonti web (citate) Per riferirsi a questa pubblicazione:: Piscitelli L., 2014 Il controllo ufficiale nelle rivendite dei prodotti etnici: suggerimenti per ispezioni annonarie. I quaderni di Sicura, n 1; Alimenti & Salute. Regione Emilia-Romagna, Direzione generale sanità e politiche sociali. Servizio veterinario e igiene degli alimenti; Viale Aldo Moro Bologna. Quaderno tecnico edito solo in formato *.pdf per il download gratuito dal sito in data

3 Presentazione Nei negozi, nei laboratori e nei ristoranti giungono nel nostro Paese, sempre più prodotti alimentari pressoché da ogni parte del mondo, anche con ingredienti inusuali, in confezioni e con etichette originali scritte nelle lingue più disparate. Ciò pone nuove sfide a chi deve garantire la sicurezza alimentare e la tutela degli interessi del consumatore, con nuovi contenuti e nuovi metodi di approccio al metodo e ai contenuti delle attività ispettive. Il cosiddetto <cibo etnico> costituisce una categoria estremamente generica e multiforme dove ingredienti di origine animale e vegetale, già noti al consumatore locale ma preparati secondo usanze esotiche o assolutamente nuovi, riflettono ad un tempo sia gli interessi di cittadini stranieri ospiti del nostro Paese sia la curiosità e l'evoluzione del gusto di un consumatore nazionale sempre più attento al recupero dei gusti e dei sapori tradizionali ma anche curioso ed aperto alle proposte della globalizzazione. Occorreva quindi contribuire all'approfondimento di queste esigenze, nel solco di un interesse già proposto con successo ai frequentatori di <Sicura> lo scorso settembre 2013, con un breve ma partecipatissimo corso tenuto proprio dall Autore (che ringraziamo per la disponibilità) che ora offre una larga condivisione dei suoi originali ed interessanti suggerimenti con questo primo Quaderno tecnico di Sicura pubblicato nel sito Alimenti-Salute. Si tratta di una piccola ma significativa svolta del sito tematico dedicato alla sicurezza alimentare per rivolgersi con la massima praticità operativa agli ispettori ed ai tecnici ufficiali del Dipartimento di prevenzione (Servizio Veterinario, Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione) ma anche ai consulenti ed agli operatori privati della sicurezza alimentare, per il comune interesse della sicurezza e della tutela del consumatore. Giorgio Nannetti Direttore Area Dipartimentale Veterinaria Dipartimento di Sanità Pubblica Azienda USL di MODENA 11 novembre

4 Indice 1 - INTRODUZIONE DESTINATARI 6 3- OBIETTIVI METODO STRUMENTI AMBITI DELLA ISPEZIONE O.S.A. E COLLABORATORI APPROCCIO ALL'ISPEZIONE ETICHETTA MATRICI ALIMENTARI INFORMAZIONI SUPPLETIVE CODICI A BARRE TRADURRE DAL CINESE? DAL RUSSO? DAL ESERCITAZIONI I M.O.C.A POSTFAZIONE 45 Appendice I: Codici Paesi E.A.N 46 Appendice II: un esempio di glossario P.O.A. in cinese

5 1 - INTRODUZIONE Fino a non troppi anni fa il cibo in commercio era sostanzialmente limitato alle realtà produttive locali e gli alimenti provenienti fuori dal territorio costituivano una parte trascurabile degli interessi alimentari locali. In un mercato in cui il cibo extraregionale costituiva un esigua parte delle derrate circolanti, quelle provenienti dall estero rappresentavano una vera rarità. Naturalmente anche l orientamento dei consumatori condizionava le strategie dei produttori nazionali i quali tendevano a concentrarsi sulle produzioni primarie del territorio e sulle trasformazioni radicate nelle tradizioni locali. Oggigiorno, grazie al progresso della scienza e della tecnica sono cambiate non solo le tecniche produttive ma anche le regole di mercato collocandosi prima fra tutte la legge della domanda e dell offerta. Nell arco temporale di pochi anni c è stato uno stravolgimento del ventaglio di cibo disponibile per il consumatore grazie a trasporti che stanno rendendo sempre più piccolo il mondo e rendono possibile che ad esempio sul mercato di Milano giungano prodotti ittici freschi dall Australia che dopo frazionamento e incassettamento sono ri-destinati al mercato di Hong Kong. Inevitabilmente e contestualmente, di fronte ad un cambiamento così veloce, anche le figure pubbliche ufficiali preposte alla prevenzione igienico-sanitaria devono aggiornare ed integrare, attraverso percorsi formativi, il proprio bagaglio culturale. Basti pensare che fino a pochi anni or sono il vecchio ordinamento universitario della facoltà di Medicina Veterinaria non prevedeva un corso d esame sull igiene dei prodotti della pesca mentre per la stessa materia oggi si sono resi necessari dei corsi di specializzazione post-laurea in Allevamento, igiene, patologia delle specie acquatiche e controllo dei prodotti derivati. L integrazione europea ha velocemente contribuito alla sprovincializzazione dei mercati alimentari indirizzandosi verso una politica comune di sicurezza alimentare e di tutela dei consumatori (pacchetto igiene), dando maggiore impulso alla circolazione intra-europea dei prodotti alimentari. È indubbio che il pacchetto igiene abbia favorito la circolazione di cibo in ambito comunitario, contribuendo all evoluzione del gusto dei consumatori ma anche indirizzando gli addetti ai controlli all approfondimento di conoscenze più adatte ai controlli ufficiali in un mondo sempre più globalizzato. Naturalmente un ruolo importante è da attribuire anche alla presenza di immigrati che a volte più che una nicchia costituiscono una frazione importante del mercato nazionale come ci ricordano i dati EUROSTAT che per l'italia indicano la presenza di oltre 4,8 milioni di stranieri praticamente da tutti i continenti a volte concentrati in grandi centri come Roma ( unità, 9,5% del totale), Milano ( , 10,5% ), Torino ( , 8,9%) senza dimenticare che a volte in piccoli centri a forte vocazione manifatturiera le percentuali sono anche superiori ed è pertanto normale che per effetto di tali situazioni l'intera collettività dei consumatori si trovi a beneficiare della circolazione di alimenti di origine sia europea che extraeuropei.). Questi dati confermano ulteriormente la predisposizione da parte prodotti da qualunque parte del mondo e a favorire l interesse e la arricchendone le abitudini alimentari. Questa guida si basa su lunghe strutturata in modo semplice, al fine di condividere metodi e strumenti nuovi prodotti alimentari del mercato ad accogliere curiosità dei consumatori esperienze personali ed è favorevoli all ispezione sui

6 2 - DESTINATARI DELLA GUIDA Considerando le specifiche competenze dei Servizi Veterinari (SVET) relative agli alimenti di origine animale (carne, uova, latte, pesce, miele) e quelle dei Servizi Igiene degli Alimenti e Nutrizione (SIAN) relative a quelli di origine vegetale, verrebbe spontaneo separare le due attività. La realtà prevede invece una costante azione interdisciplinare tra i due Servizi, questo perché spesso durante le ispezioni possono emergere aspetti di contestuale competenza sia degli operatori del SIAN che del SVET, aspetti da individuare e definire senza interruzioni e/o dilazioni, a tutela contestuale degli interessi del consumatore e dell OSA. Pertanto gli operatori veterinari, medici, biologi, tecnici della prevenzione, liberi professionisti, consulenti degli OSA, tutti potranno trovare benefici nell applicare i metodi suggeriti per gestire gli approfondimenti tecnici di cui parleremo L utilità di questi metodi trova riscontro sia durante un ispezione ufficiale sia durante una consulenza nell interesse dell OSA, per trovare risposte adeguate e sollecite esaminando prodotti ad esempio interamente confezionati ed etichettati in lingue straniere (cinese, arabo, indi, filippino,...). 3 - OBIETTIVI Questa guida vuole facilitare l approccio all identificazione delle matrici alimentari dei prodotti etnici durante la visita ispettiva, suggerendo nuove possibilità per controlli visivi e documentali spesso resi complessi dalle barriere linguistiche di presentazioni ed etichette in lingue straniere delle quali poter valutare la congruenza con le etichettature in italiano. 4 - METODO ISPETTIVO Un ispezione annonaria pianificata ed una svolta in via d'urgenza non presentano sostanziali differenze metodologiche dato che ambedue richiedono una adatta pianificazione, dalla individuazione di un obiettivo alla predisposizione di strumenti adatti a conseguirlo. In diverse circostanze rimane comunque indispensabile l approfondimento post-ispettivo per individuare eventuali <non conformità> altrimenti non evidenziabili. 5 - STRUMENTI UTILI Per un applicazione più efficace della presente guida torna utile dotarsi di strumenti da utilizzare sia in fase ispettiva sia in fase post-ispettiva. Durante un'ispezione non è infrequente ritrovarsi ad operare in ambienti angusti, poco illuminati, con presenza eccessiva di vapore, con numero elevato di operatori e in tali situazioni occorre spesso districarsi tra tanti prodotti che richiedono una valutazione sul posto per accertarne la regolarità o eventuale difformità quali presenza di sovrapposizioni di etichette, etichette originali ed europee discordanti, caratteri o ideogrammi talmente piccoli da essere illeggibili, alimenti travasati in contenitori diversi dall originale, matrici alimentari di difficile identificazione ecc. Situazioni le quali a volte richiedono il congelamento della scena e approfondimenti successivi. Ma alcuni dispositivi (Figg. 1-5), di modestissimo ingombro, possono esserci di grande aiuto nei controlli e facilitarci il lavoro: una torcia a luce LED, una lente d ingrandimento con luce LED, un coltellino, una fotocamera digitale ormai di buona qualità anche in 6-50

7 uno smartphone o in un tab/tablet che hanno il vantaggio di integrarla in utilissimi programmi (APP), spesso gratuiti, e a loro volta integrabili con i programmi del PC in ufficio. Fig. 1 - Cinque strumenti da campo importanti Fig. 2 - Torcia LED: piccolo ingombro 7-50

8 Fig. 3 doppia lente con illuminazione LED Fig. 4 - doppia lente con illuminazione LED Fig. 5 - coltellino (circa 4 cm, chiuso): per la rimozione di etichette adesive, per aprire imballaggi ecc. 8-50

9 6 - AMBITI DELL ISPEZIONE L ispezione inizia già nell approssimarsi alla sede dell attività da controllare e permette di ottenere il massimo profitto se l esame sarà progressivo sulla raccolta di informazioni circa coerenze o discrepanze rispetto all ambito formale oggetto dell ispezione; ad esempio una pescheria, una macelleria, un market con laboratorio, un laboratorio, una erboristeria, un ristorante tutti si annunciano con una insegna che preannuncia determinati servizi e prodotti, anche se in realtà ogni attività avrà caratteristiche specifiche e peculiari, anche promiscue. Per fare un esempio potremmo prendere in considerazione un mini market progressivamente così rappresentabile: Insegna Spazio espositivo su marciapiede, davanti alla vetrina Vetrina Banco della cassa Spazio di vendita Espositori Scaffali Celle frigorifere Pallet, bulk, scatoloni Laboratorio Magazzino Spogliatoio Servizi igienici Cortile non accessibile al pubblico Durante un sopralluogo potremmo riscontrare un apparente congruità delle varie informazioni e una complessiva regolarità, controllando progressivamente dall'ingresso ai servizi igienici, salvo poi verificare che una uscita secondaria fa accedere ad un cortiletto interno con depositi estemporanei di prodotti e segni di improvvisate preparazioni con attrezzature e strumenti inadatti. 7 - O.S.A. E COLLABORATORI Le attività e le rivendite di prodotti etnici possono essere caratterizzate da gestori ma soprattutto da collaboratori con scarsa conoscenza della lingua italiana e quest aspetto può essere acuito dall elevato turnover del personale. Le barriere linguistiche costituiscono un problema di notevole entità soprattutto durante la formazione igienico-sanitaria del personale se non ci si avvale di strutture o campagne informative facilitate da strutture adatte alla mediazione culturale. La preparazione e l erogazione di un corso per alimentaristi di origine straniera può dare un miglior risultato se è curata anche la mediazione linguistico-culturale. A tal fine gli organizzatori dei corsi possono avvantaggiarsi della collaborazione di servizi sociali di enti locali e/o di associazioni impegnate nella intermediazione culturale in genere facilmente individuabili sul territorio. Promuovere o erogare 9-50

10 corsi di formazione tenendo conto di tali possibilità (Fig. 6) non solo rafforza il processo d integrazione ma contribuisce a rendere più consapevole e sostanziale l impegno richiesto all OSA nella sicurezza alimentare e nella tutela del consumatore. Preparare una lezione per un pubblico non ancora esperto della lingua italiana può sembrare un percorso difficile ma in realtà può essere relativamente semplice per un formatore pianificare il suo intervento rivolgendosi ad un ente/associazione suggerita dagli stessi utenti ed anche ricorrendo in proprio a strumenti e risorse disponibili on line per inserire nella lezione quantomeno alcune immagini emblematiche ed alcune parole-chiave nella lingua madre dei presenti (Fig. 7) per aiutarli a fermare l attenzione su punti focali. Fig. 6 - Particolare da un volantino di promozione di un corso redatto anche in Spagnolo per rivolgersi ad una comunità sudamericana Fig. 7 Slide tratta da una lezione organizzata per un aula di futuri OSA di origine cinese 10-50

11 8 - APPROCCIO ALL ISPEZIONE In caso d ispezioni improvvise, in esercizi nei quali non siamo conosciuti, ad esempio per precedenti visite, potremmo dover interagire con addetti con poca familiarità con l italiano e/o con l attività di controllo. Nel qual caso è fondamentale non solo identificarsi ma anche presentarsi per spiegare i motivi della visita in modo da facilitare l avvio e lo svolgimento del sopralluogo mentre lasciando ai nostri primi interlocutori la possibilità di chiamare qualcuno più adatto a presenziare. Nella presentazione, oltre ad esibire doverosamente la tessera aziendale di riconoscimento, può essere pertanto utile esibire anche un biglietto che spieghi l appartenenza del controllore e lo scopo della sua visita, in testo bilingue. Assolta la formalità della presentazione con la tessera aziendale, al biglietto rimarrebbe un compito di ufficiosa cortesia ricorrendo per la traduzione del testo ad un ente/associazione di intermediazione per predisporre gli stampati che servono (Fig. 8, 9) senza eccessive preoccupazioni formali (ad es.: traduzione ufficializzata da un Consolato etc...). FIG. 8 - un testo bilingue (ita/arab) predisposto per essere esibito con la tessera di riconoscimento aziendale Fig. 9 - un testo bilingue (ita/cin) predisposto per essere esibito con la tessera di riconoscimento aziendale 11-50

12 9 - ETICHETTA Obbligatoria in lingua italiana ai sensi del D.lgvo 109/1992, dal prossimo 14 dicembre 2014 entrerà in vigore il Regol. CE 1169/2011 e sostanzialmente l assenza di etichetta europea sulle confezioni comporta specifici provvedimenti amministrativi. Tendenzialmente l attenzione ispettiva è incentrata sull'accertamento della presenza dell etichetta in italiano ma la presenza/assenza di un etichetta conforme non può costituire lo scopo principale di una attività ispettiva che è orientata soprattutto alla prevenzione dei rischi per il consumatore e pertanto rivolta a verificare cosa abbia scritto il produttore nella etichetta originale e come ciò corrisponda alla traduzione in italiano. L esame comparato dell etichetta in italiano con quella originale permette la verifica dell univocità degli ingredienti dichiarati dal produttore che ovviamente devono quantomeno corrispondere in ambedue le lingue. L etichettatura deve perciò corrispondere alle caratteristiche stabilite dalle normative vigenti e riportare le pertinenti informazioni circa ingredienti, fabbricante, autorizzazione del Paese di origine, accreditamento CE dello stabilimento, temperatura di conservazione, T di conservazione dopo apertura confezione, etc.... Un prodotto alimentare extra CE potrebbe riportare gli estremi di una corretta etichettatura Sulla confezione originale In una etichetta supplementare apposta sulla confezione (in genere, un autoadesivo) e nel secondo caso il posizionamento dell'autoadesivo potrebbe aver complicato o nascosto parti importanti della confezione originale MATRICI ALIMENTARI Il primo passo nell approccio ispettivo si basa sull identificazione della matrice alimentare del prodotto in esame, per poterlo inquadrare nell ambito normativo di specifico riferimento. Un operatore del SVET focalizzerà la sua attenzione sugli alimenti di origine animale (latte, latticini, uova, ovo-prodotti, carne suina, carne bovina, carne ovi-caprina, carni avicole, miele, pesci, crostacei, molluschi, anfibi, ) mentre uno operatore del SIAN avrà interessi per altre matrici e quindi ognuno avrà interesse per <parole chiave> da ricercare nella lingua originale e nella traduzione italiana. Normalmente ci si aspetta che il confezionamento e la presentazione dei prodotti anticipino e aiutino l esame degli ingredienti in etichetta ma dobbiamo considerare che l ambito normativo/autorizzativo in cui operano i produttori extraeuropei riflette approcci alla sicurezza alimentare e alla tutela del consumatore anche molto diversi da quelli europei e pertanto può avvenire che presentazioni, confezioni, suggerimenti d uso, etichettatura originale ed in italiano siano anche discordanti e/o confondenti. E opportuno pertanto prevedere di saper affrontare e risolvere casi concreti di: a - Matrice non ammessa nei prodotti importati da determinati Paesi extracomunitari b- Matrice indicata e non contenuta c- Matrice contenuta e non indicata d - Matrici elencate sommariamente 12-50

13 Di seguito possiamo considerare alcuni casi studio per ognuno dei quattro tipi di casistica: a- Matrice non ammessa, indicata solo nella confezione originale Un prodotto potrebbe non avere un etichetta in lingua italiana ma l'esame dell'elenco degli ingredienti riportato sulla confezione originale potrebbe indicare chiaramente, in una lingua straniera comprensibile, la presenza di una matrice vietata come nel caso della Fig. 10. Fig. 10 Tra gli ingredienti elencati in Cinese e Inglese è presente la <carne bovina> la cui importazione dalla Cina è vietata b- Matrice indicata ma non contenuta Le informazioni sulla confezione potrebbero non solo suggerire ma enfatizzare la presenza di un ingrediente di origine animale. Grafica, testi, slogan e immagini sono elementi importanti ma possono indurre in inganno. Di seguito il caso di un prodotto che si propone come <carne di capra/agnello> dato che sul fronte della confezione (Fig. 11) è proposta la fotografia di una capra, incombente su un primo piano di costine alla griglia con un peperone; ma sul retro risulta che (Fig. 12) l etichetta originale e quella italiana sono concordi nel dichiarare una preparazione esclusivamente a base di soya e condimento, senza elencare ingredienti di origine animale. Una ricerca sul web (vedremo più avanti come) ci conferma che il prodotto è venduto anche on line enfatizzandone la natura vegetariana:

14 Fig.11 La foto di una capra troneggia l'immagine di costine alla griglia di produzione cinese, In realtà niente POA. Vedere fig. successiva Fig Il prodotto della Fig. 11 all'esame delle etichette si rivela proteina di soja, tofu, aromatizzato agnello. Niente accenni a <carne> anche nel testo cinese 14-50

15 c- Matrice contenuta ma non indicata Che un ingrediente non sia compreso fra quelli citati in etichetta ma verosimilmente presente nel contenuto rimanda inevitabilmente ad ogni opportuna ed utile considerazione sugli effetti possibili, prioritariamente sui possibili rischi per il consumatore e sulla sua tutela dalle frodi ma qui con i seguenti Esempi 1 e 2 possiamo limitarci al fatto di una possibile constatazione visiva della presenza di ingredienti che in etichetta non sono contemplati. Esempio n. 1: una piccola confezione trasparente contenente gamberetti secchi (Fig. 13) di origine africana ed etichettati come tali ma solo in inglese e quindi senza etichetta in italiano. Ad un esame visivo più attento si scopre che in mezzo ai gamberetti (dichiarati in etichetta), sono presenti in realtà specie sistematicamente ben diverse dai gamberetti, come piccoli granchi, piccoli pesci etc.... Ma è straordinaria la presenza anche di un piccolo pesce palla (Tetraodontide) specie di cui è vietata l immissione in commercio ai sensi del Reg. CE 854/2004, All. III, Cap. II, lett. G (Prodotti della pesca velenosi). Fig l etichetta (solo in Inglese) riporta come unico ingrediente <gamberetti> seccati ma ad una ispezione visiva si scopre che sono contenuti anche granchi (B) e soprattutto piccoli pesci in frammenti e uno intero (A) che in questo caso è di una specie proibita per il consumo (Reg. CE 854/2004, All. III, Cap. II, lett. g, prodotti della pesca velenosi) Esempio n. 2: una elegante piccola confezione (Fig. 14) in gran parte trasparente contenente una fetta di qualcosa di verosimilmente essiccato per il quale sulla confezione non troviamo indicazioni dato che manca anche l etichetta in Italiano. Abbiamo quindi già accertato una grave irregolarità ma sappiamo di dover andar oltre e definire l'ambito del reale rischio alimentare che sta emergendo. Per il resto sul fronte e sul retro della confezione sono presenti solo ideogrammi e una infruttuosa trascrizione in Inglese (sul fronte) di quello che potrebbe essere un marchio. Sul fronte della confezione l attenzione potrebbe essere attratta anche dal disegno stilizzato di un personaggio di aspetto arabeggiante, come a suggerire un uso tipico nell area mediorientale. Dovendo approfondire e ricorrere a questo punto alla lettura degli ideogrammi stampati sul fronte e sul retro della confezione (un metodo suggerito a pag. 24), usando ovviamente una buona lente con luce LED per individuare ideogrammi chiave per i POA, non senza sorpresa, sul retro della confezione, (Fig. 15) nella seconda riga di quella che sembra un corposo elenco ingredienti, si riconoscono gli ideogrammi 豬 肉, che indicano <carne suina> (da dx a

16 sx, ovviamente). Non possiamo ovviamente pretendere di tradurre tutte le scritte della confezione ma basandoci su Mancanza di etichetta in italiano Presenza degli ideogrammi 豬 肉 (carne suina) non ci limiteremo ai provvedimenti relativi all accertamento dell infrazione sulla etichettatura dato che disponiamo di un elemento importante per prevedere che un eventuale impegno dell OSA ad etichettare correttamente il prodotto dovrà necessariamente eliminare ogni dubbio e cioè: Spiegare la presenza e il contesto degli ideogrammi 豬 肉 (carne suina) e in mancanza di adeguati chiarimenti non resterà che il sequestro con notizia di reato per fondato sospetto di importazione illegale in forza dell Art.12 legge 283/62, dato che la carne di maiale non può essere importata dalla Cina in forza della Decisione Comunitaria 994/02. Fig. 14 Una preparazione alimentare per gusti arabeggianti? Vedi Figura seguente

17 Fig Ideogrammi indicanti <carne, suino> in una preparazione proposta come di gusto arabeggiante? d- Matrici sommariamente dichiarate Fra la miriade di prodotti etnici circolanti si può trovare di tutto, com è il caso di un preparato in polvere, forse polvere lievitante (Fig. 16), confezionato in busta trasparente e con una presentazione/etichetta davvero approssimativa, dove una presumibile denominazione del prodotto in lingua esotica si affianca ad una parvenza di termini pseudo-europei e con una lapidaria lista di ingredienti indefinibili che terminano per di più con un inquietante <etc.>. Fig Davvero molto sommario: tutto incomprensibile, ed anche un <etc>

18 11 - INFORMAZIONI SUPPLETIVE Oltre ad informazioni per il consumatore (etichetta, suggerimenti d uso, ) sulle confezioni possono esserne riportate altre di carattere puramente commerciale ma non per questo meno importanti come i CODICI A BARRE, IMMAGINI, SLOGANS, NUMERI DI TELEFONO, SITI WEB, che a vario titolo direttamente o indirettamente possono essere usate per confermare o confutare le informazioni acquisite dalla semplice etichetta. Una telefonata all'importatore o al produttore, una visita al loro sito web possono essere determinanti per acquisire altre informazioni, una raccomandazione d'uso potrebbe far dubitare di alcuni ingredienti ma in genere sono i codici a barre che possono portarci direttamente ad informazioni importanti sul prodotto in esame CODICI A BARRE Un attenta analisi e laddove possibile l'uso del codice a barre possono fornire una serie di dati di estrema utilità. Infatti i codici a barre sono un insieme di elementi grafici a contrasto elevato disposti in modo da poter essere letti da un sensore a scansione e decodificati per restituire l'informazione digitale che contegno. La lettura è possibile ovviamente con gli strumenti professionali allo scopo destinati (laser) ma ora anche con i tablet e gli smartphone dotati di fotocamera la cui funzionalità è potenziata da opportune applicazioni (APP), piccoli software che arricchiscono la dotazione di serie. Sostanzialmente accenneremo qui al fatto che i codici a barre si dividono in due gruppi (codici lineari e bidimensionali o QR), suggeriamo letture integrative per saperne di più e consigliamo l'uso di PC, smarthone/tablet per leggerli e identificare meglio i prodotti. 1 - Codici a barre lineari Tra i tipi più diffusi troviamo il codice EAN (European Article Number) e in particolare l'ean13 (13 cifre) che viene utilizzato in EU nella grande distribuzione, ma esistono anche altri standard come l UPC (Universal Product Code) a 12 cifre diffuso nell'area economica nordamericana ed altri dedicati ad esempio a particolari merceologie (farmaci) o ad un uso esclusivamente aziendale interno per la gestione delle fasi di produzione e logistica. Ciò che qui interessa è la possibilità di ricorrere alla lettura analogica del codice EAN utilizzando le cifre riportate alla base delle barre per individuare ad esempio il Paese in cui si è registrato il produttore (identificato dalle prime 2-3 cifre) e quindi dove verosimilmente il prodotto è stato fabbricato. Nella Fig. 17 la serie numerica del codice lineare inizia con 690 e siccome le serie (vedi appendice) sono attribuite alla Cina questo ci aiuta a stabilire la provenienza del prodotto. Ma le 2-3 cifre potrebbero indicare semplicemente un paese in cui il produttore ha registrato la sua sede legale ma con produzione altrove ma in tal caso sulla confezione si potrà scoprire un importante <Made in...>. Fig. 17 Esempi di codici a barre lineari 18-50

19 Al termine di questo capitolo sono consigliati alcuni link a pagine di approfondimento sui codici a barre che, se del tipo EAN, sinteticamente sono così strutturati: Le prime 7 cifre formano la cd. Global Location Number, all incirca numerazione globale dell indicazione luogo. Questo numero di base viene assegnato su richiesta nei singoli paesi da un ente autorizzato. Ad ogni paese sono assegnati uno o più codici identificativi: sono le prime 3 cifre del codice EAN (cfr. tabella). Le successive 4 cifre rappresentano l'indirizzo del produttore oppure del fornitore. Le ulteriori 5 cifre si riferiscono all'articolo stesso. Per esempio possono significare: cioccolatini assortiti, 100 g, confezione regalo. L'ultimo numero serve solamente come verifica, in modo che il computer possa accorgersi di un'eventuale "svista". Le cifre iniziali della serie vengono assegnate a merci confezionate all interno del negozio, come ad. es. formaggi, carni Codici a barre bidimensionali, Codice QR Sono codici a barre a 2 dimensioni, indicati come codice QR (in inglese QR Code, abbreviazione di Quick Response Code), basati su moduli neri disposti all'interno di uno schema di forma quadrata (Fig. 18). Sono impiegati per memorizzare informazioni generalmente destinate a essere lette tramite uno smartphone o un tab connesso alla rete. In un solo crittogramma sono contenuti caratteri numerici o alfanumerici che permettono di immagazzinare una gran quantità di informazioni e di farle leggere rapidamente Fig. 18 Un codice QR 3 - Per saperne di più Se si digitano sul browser preferito le parole <codici a barre> o <bar code> si otterrà una gran quantità di pagine web dedicate a quesito argomento e per approfondirlo potrebbero essere utili, fra i tanti, i seguenti link: https://www.centroconsumatori.it/48v183d282.html 19-50

20 4- Leggere i codici a barre con PC, smartphone e tablet Per quanto riguarda la possibilità di lettura di codici barre bilineari e QR col PC in ufficio è da precisare molto brevemente che la scelta dei lettori e dei programmi utilizzabili richiede competenze informatiche specifiche. Una volta installati strumento e programma il loro uso non è dissimile da quello di tablet e smartphone che però ovviamente, fatto non trascurabile, sono utilizzabili direttamente sul posto della ispezione, se esiste una copertura internet. Col PC dell'ufficio, digitando sul browser preferito la sequenza numerica del codice a barre, è spesso possibile acquisire una serie di informazioni utili correlate al prodotto con l apertura di una serie di pagine web correlate (Fig 19, 20), ovviamente se il prodotto figura in un catalogo on line del produttore o di un e-commerce. Fig. 19 Risultato di ricerca sul web usando la sequenza numerica di un codice EAN (vedi figura seguente) Fig. 20 (segue da precedente) il prodotto si rivela/conferma <meduse sotto sale> 20-50

E ora, col cuore leggero per lo scampato pericolo, andiamo ad approfondire, e a scoprire:

E ora, col cuore leggero per lo scampato pericolo, andiamo ad approfondire, e a scoprire: di Pier Francesco Piccolomini 1 Dopo aver spiegato come si accende il computer e come si usano mouse e tastiera, con questa terza puntata della nostra guida entriamo trionfalmente all interno del PC, dove

Dettagli

SpesaModerna Per ANDROID

SpesaModerna Per ANDROID SpesaModerna Per ANDROID Presentazione Questo manuale vuole essere un punto di inizio per l'utilizzo dell'applicazione Spesamoderna.it per Smartphone e tablet con sistema operativo Android. L'applicazione,

Dettagli

CONOSCI MEGLIO IL WEB.

CONOSCI MEGLIO IL WEB. CONOSCI MEGLIO IL WEB. CONOSCI MEGLIO IL WEB. di Stefania Pompigna Il mondo virtuale offre infinite opportunità ed infinite insidie. E meglio scoprirle, capirle ed impararle. GUIDA SULLA TORTUOSA STRADA

Dettagli

La Piattaforma la Piattaforma La Piattaforma

La Piattaforma la Piattaforma  La Piattaforma In un mercato globale è sempre più importante conoscere ciò che si sta per acquistare, la provenienza delle materie prime e la catena produttiva (o filiera di produzione) associata al prodotto che si intende

Dettagli

INTERNET EXPLORER Breve manuale d uso

INTERNET EXPLORER Breve manuale d uso INTERNET EXPLORER Breve manuale d uso INDICE INTRODUZIONE... 3 COME IMPOSTARE LA PAGINA INIZIALE... 3 LA WORK AREA... 3 LE VOCI DI MENU... 5 IL MENU FILE... 5 IL MENU MODIFICA... 6 IL MENU VISUALIZZA...

Dettagli

Obiettivo Principale: Aiutare gli studenti a capire cos è la programmazione

Obiettivo Principale: Aiutare gli studenti a capire cos è la programmazione 4 LEZIONE: Programmazione su Carta a Quadretti Tempo della lezione: 45-60 Minuti. Tempo di preparazione: 10 Minuti Obiettivo Principale: Aiutare gli studenti a capire cos è la programmazione SOMMARIO:

Dettagli

PORTALE PER GESTIONE REPERIBILITA Manuale e guida O.M. e ufficio distribuzione

PORTALE PER GESTIONE REPERIBILITA Manuale e guida O.M. e ufficio distribuzione PORTALE PER GESTIONE REPERIBILITA Manuale e guida O.M. e ufficio distribuzione Portale Numero Verde Vivisol pag. 1 di 31 INDICE 1. INTRODUZIONE...3 2. SCHERMATA PRINCIPALE...4 3. REPERIBILITÀ...5 4. RICERCA

Dettagli

INDICE PROGRAMMA CORSO

INDICE PROGRAMMA CORSO INDICE PROGRAMMA CORSO PRIMA LEZIONE: Componenti di un computer: Hardware, Software e caratteristiche delle periferiche. SECONDA LEZIONE: Elementi principali dello schermo di Windows: Desktop, Icone, Mouse,

Dettagli

Cambiare il Sistema Informativo

Cambiare il Sistema Informativo Cambiare il Sistema Informativo avvertenze e consigli per la partenza ex-novo o per la sostituzione di quello esistente Febbraio 2008 1 Contenuti Premessa Caratteristiche di un buon Sistema Informativo

Dettagli

Integrazione sbarco del pescato

Integrazione sbarco del pescato Integrazione sbarco del pescato ATTO ESECUTIVO MIPAAF SIN PER LA REALIZZAZIONE DEL SISTEMA DI INTEGRAZIONE DELLE COMPONENTI HARDWARE E SOFTWARE NECESSARIE PER L EVOLUZIONE DELLE MODALITÀ DI COMUNICAZIONE

Dettagli

3. Gestione di un sistema operativo a interfaccia grafica (elementi di base) 3.1 Software

3. Gestione di un sistema operativo a interfaccia grafica (elementi di base) 3.1 Software Pagina 29 di 47 3. Gestione di un sistema operativo a interfaccia grafica (elementi di base) 3.1 Software Come abbiamo già detto in precedenza, l informatica si divide in due grandi mondi : l hardware

Dettagli

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Approfondimento SOFTWARE PER L ARCHIVIAZIONE

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Approfondimento SOFTWARE PER L ARCHIVIAZIONE APPROFONDIMENTO ICT Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto Approfondimento SOFTWARE PER L ARCHIVIAZIONE ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE IN CAMPANIA INDICE SOFTWARE PER

Dettagli

PRIVACY E SICUREZZA http://www.moviwork.com http://www.moviwork.com de.co dsign&communication di Celestina Sgroi

PRIVACY E SICUREZZA http://www.moviwork.com http://www.moviwork.com de.co dsign&communication di Celestina Sgroi PRIVACY E SICUREZZA LA PRIVACY DI QUESTO SITO In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano. Tale politica

Dettagli

Installare un nuovo programma

Installare un nuovo programma Installare un nuovo programma ICT per la terza età Le video lezioni della Fondazione Mondo Digitale Diapositiva Introduzione Installare un nuovo programma sul computer installazione Quando acquistiamo

Dettagli

ShellMemory. Sistema operativo Microsoft Windows 98 o superiore Libreria SAPI e voce sintetica Casse audio

ShellMemory. Sistema operativo Microsoft Windows 98 o superiore Libreria SAPI e voce sintetica Casse audio Progetto Software to Fit - ShellMemory Pagina 1 Manuale d'uso ShellMemory Memory è un gioco didattico realizzato con l'obiettivo di aiutare l'alunno ad esercitare la capacità di memorizzazione o le capacità

Dettagli

1. I database. La schermata di avvio di Access

1. I database. La schermata di avvio di Access 7 Microsoft Access 1. I database Con il termine database (o base di dati) si intende una raccolta organizzata di dati, strutturati in maniera tale che, effettuandovi operazioni di vario tipo (inserimento

Dettagli

RACCORDO TRA LE COMPETENZE CONFRONTO E RACCORDO TRA IL PROFILO DI FINE QUINTA INIZIO PRIMA MEDIA FINE PRIMA

RACCORDO TRA LE COMPETENZE CONFRONTO E RACCORDO TRA IL PROFILO DI FINE QUINTA INIZIO PRIMA MEDIA FINE PRIMA RACCORDO TRA LE COMPETENZE Poiché l'informatica nella scuola media è trasversale si punterà maggiore attenzione sulla tecnologia. Competenze primaria Competenza secondaria di primo grado 1. UTILIZZA OGGETTI

Dettagli

gl i n A pp u mini-manuale operativo Compilazione dei Menù & Gestione Articoli www.touristorganizer.com

gl i n A pp u mini-manuale operativo Compilazione dei Menù & Gestione Articoli www.touristorganizer.com gl i i t n A pp u di mini-manuale operativo Compilazione dei Menù & Gestione Articoli www.touristorganizer.com COMPILAZIONE DEI MENU Tourist Organizer consente la creazione di infiniti menu per i quali

Dettagli

Centro Iniziative Sociali Municipio III

Centro Iniziative Sociali Municipio III Centro Iniziative Sociali Municipio III C.I.S Municipio III Corso di informatca Roberto Borgheresi C ORSO BASE DI I NFORMATICA Centro Iniziative Sociali Municipio III Coordinatore: Roberto Borgheresi Insegnanti:

Dettagli

MODULO DOMANDE INDICE

MODULO DOMANDE INDICE INDICE INDICE... 2 IL PROGRAMMA... 3 LA VIDEATA PRINCIPALE... 4 IL MENU FILE... 7 Esportare i file... 9 LA FINESTRA DELLA RISPOSTA... 11 TUTTI I MODI PER INSERIRE IL TESTO... 11 I Collegamenti... 12 MODELLI

Dettagli

Io taobao, tu taobai?... 1. Cos è Taobao?... 1. L iscrizione passo passo... 1. Fare acquisti... 6. Come pagare?... 7

Io taobao, tu taobai?... 1. Cos è Taobao?... 1. L iscrizione passo passo... 1. Fare acquisti... 6. Come pagare?... 7 Guida all acquisto su Taobao Io taobao, tu taobai?... 1 Cos è Taobao?... 1 L iscrizione passo passo... 1 Fare acquisti... 6 Come pagare?... 7 Pagamento con carta di credito estera, si noti bene che le

Dettagli

SH.Invoice è un software pratico e completo per la gestione della fatturazione di professionisti e imprese.

SH.Invoice è un software pratico e completo per la gestione della fatturazione di professionisti e imprese. Presentazione: SH.Invoice è un software pratico e completo per la gestione della fatturazione di professionisti e imprese. Il programma si distingue per la rapidità e l elasticità del processo di gestione

Dettagli

7. Microsoft Access. 1) Introduzione a Microsoft Access

7. Microsoft Access. 1) Introduzione a Microsoft Access 1) Introduzione a Microsoft Access Microsoft Access è un programma della suite Microsoft Office utilizzato per la creazione e gestione di database relazionali. Cosa è un database? Un database, o una base

Dettagli

INTERNET EXPLORER. Breve manuale d'uso

INTERNET EXPLORER. Breve manuale d'uso INTERNET EXPLORER Breve manuale d'uso INDICE INTRODUZIONE... 3 COME IMPOSTARE LA PAGINA INIZIALE...3 LA WORK AREA... 3 LE VOCI DI MENU... 5 IL MENU FILE... 5 IL MENU MODIFICA... 6 IL MENU VISUALIZZA...

Dettagli

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri.

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri. 6 LEZIONE: Algoritmi Tempo della lezione: 45-60 Minuti. Tempo di preparazione: 10-25 Minuti (a seconda che tu abbia dei Tangram disponibili o debba tagliarli a mano) Obiettivo Principale: Spiegare come

Dettagli

PIÙ IN DETTAGLIO Come si crea una scuola virtuale? Come viene associato un insegnate alla scuola? Cos è il Codice scuola?

PIÙ IN DETTAGLIO Come si crea una scuola virtuale? Come viene associato un insegnate alla scuola? Cos è il Codice scuola? PIÙ IN DETTAGLIO Come si crea una scuola virtuale? Quando si compila il modulo di registrazione, selezionare l opzione scuola.una volta effettuata la registrazione, si può accedere a un ambiente molto

Dettagli

Quando lanciamo il programma, ci si presenterà la maschera iniziale dove decideremo cosa vogliamo fare.

Quando lanciamo il programma, ci si presenterà la maschera iniziale dove decideremo cosa vogliamo fare. SOFTWARE CELTX Con questo tutorial cercheremo di capire, e sfruttare, le potenzialità del software CELTX, il software free per la scrittura delle sceneggiature. Intanto diciamo che non è solo un software

Dettagli

9) si ritorna alla maschera di fig. 6, nella quale si clicca su "Salva modifiche" per completare l operazione.

9) si ritorna alla maschera di fig. 6, nella quale si clicca su Salva modifiche per completare l operazione. Fig. 8 La finestra Gestione file con il file appena caricato 9) si ritorna alla maschera di fig. 6, nella quale si clicca su "Salva modifiche" per completare l operazione. Fig. 9 Il corso con la nuova

Dettagli

Bisanzio Software Srl AMICA IMPORTA. Come importare dati nella famiglia di prodotti AMICA GESTIONALE (www.amicagestionale.it)

Bisanzio Software Srl AMICA IMPORTA. Come importare dati nella famiglia di prodotti AMICA GESTIONALE (www.amicagestionale.it) Bisanzio Software Srl AMICA IMPORTA Come importare dati nella famiglia di prodotti AMICA GESTIONALE (www.amicagestionale.it) Nicola Iarocci 10/05/2010 AMICA IMPORTA Stato del documento: BOZZA Stato del

Dettagli

LEGGI IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO

LEGGI IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO MODULO 6 IGIENE E SICUREZZA SUL LAVORO LEGGI IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO Introduzione La prevenzione degli infortuni lavorativi e delle malattie professionali è stata sempre al centro dell interesse

Dettagli

Guida rapida all acquisto di traduzioni Con centinaia di agenzie di traduzione e migliaia di traduttori freelance presenti sul territorio nazionale, non è facile orientarsi nel mercato delle traduzioni,

Dettagli

6HQRQVLDYYLDDXWRPDWLFDPHQWHIDUHFOLFVX

6HQRQVLDYYLDDXWRPDWLFDPHQWHIDUHFOLFVX 6HQRQVLDYYLDDXWRPDWLFDPHQWHIDUHFOLFVX LE FUNZIONALITÀ DELLE LAVAGNE INTERATTIVE MULTIMEDIALI (LIM) LIM e nuove tecnologie nella scuola Nell ambito del progetto del Gruppo RCS di predisposizione di strumenti

Dettagli

Pratica guidata 8 Tablet

Pratica guidata 8 Tablet Pratica guidata 8 Tablet Usare l applicazione Gmail per la posta elettronica Utilizzare la posta elettronica con l applicazione Gmail Centro Servizi Regionale Pane e Internet Redazione a cura di Roger

Dettagli

WORD 97 SCRIVERE UNA TESI DI LAUREA

WORD 97 SCRIVERE UNA TESI DI LAUREA WORD 97 SCRIVERE UNA TESI DI LAUREA PASSO 1 Per prima cosa pensiamo al formato generale della pagina: i margini richiesti da una tesi sono quasi sempre più ampi di quelli di un testo normale. Apriamo ora

Dettagli

Apros s.r.l. è lieta di presentarvi

Apros s.r.l. è lieta di presentarvi Apros s.r.l. è lieta di presentarvi Apros Configurator è uno strumento facile ed intuitivo nel suo utilizzo, che vi permetterà di realizzare in breve tempo il dimensionamento di canne fumarie e renderà

Dettagli

Guida Utente PS Contact Manager GUIDA UTENTE

Guida Utente PS Contact Manager GUIDA UTENTE GUIDA UTENTE Installazione...2 Prima esecuzione...5 Login...7 Registrazione del programma...8 Inserimento clienti...9 Gestione contatti...11 Agenti...15 Archivi di base...16 Installazione in rete...16

Dettagli

Manuale dell utente. ecmfad.com. L essenziale per la Formazione a Distanza (FAD)

Manuale dell utente. ecmfad.com. L essenziale per la Formazione a Distanza (FAD) Manuale dell utente ecmfad.com L essenziale per la Formazione a Distanza (FAD) 1 Primo ingresso Questa è la 2 edizione del Manuale dell utente relativo alla nuova piattaforma di formazione a distanza.

Dettagli

Il Segretariato Sociale: uno strumento in via di estinzione? di Silvia Clementi*

Il Segretariato Sociale: uno strumento in via di estinzione? di Silvia Clementi* Il Segretariato Sociale: uno strumento in via di estinzione? di Silvia Clementi* Il segretariato sociale ha una storia e una tradizione che hanno accompagnato la professione dalla sua nascita, e pertanto

Dettagli

ESPERTI IN FINANZIAMENTI PER LA FARMACIA APOFIN SOCIÉTÉ DE FINANCEMENT SA FINANZIERUNGSGESELLSCHAFT AG

ESPERTI IN FINANZIAMENTI PER LA FARMACIA APOFIN SOCIÉTÉ DE FINANCEMENT SA FINANZIERUNGSGESELLSCHAFT AG ESPERTI IN FINANZIAMENTI PER LA FARMACIA APOFIN SOCIÉTÉ DE FINANCEMENT SA FINANZIERUNGSGESELLSCHAFT AG APOFIN SOCIÉTÉ DE FINANCEMENT SA FINANZIERUNGSGESELLSCHAFT AG Avete un progetto d installazione, acquisto,

Dettagli

Come costruire il piano commerciale

Come costruire il piano commerciale Come costruire il piano commerciale Definire un piano commerciale per la propria impresa è importante: quando mancano idee chiare e obiettivi, infatti, spesso l azione di vendita viene sviluppata in modo

Dettagli

È una pagina web a cui chiunque può iscriversi e condividere informazioni con altre persone, di solito amici e familiari.

È una pagina web a cui chiunque può iscriversi e condividere informazioni con altre persone, di solito amici e familiari. di Pier Francesco Piccolomini Facebook l hai sentito nominare di sicuro. Quasi non si parla d altro. C è chi lo odia, chi lo ama, chi lo usa per svago, chi per lavoro. Ma esattamente, questo Facebook,

Dettagli

Tutorial di FPM c. Poderico Luigi

Tutorial di FPM c. Poderico Luigi Poderico Luigi Introduzione Per rendere più agevole l utilizzo di FPM c, specialmente per chi lo usa per la prima volta, proponiamo di seguito un esempio d utilizzo del programma. Partendo dalla formulazione

Dettagli

Il sofware è inoltre completato da una funzione di calendario che consente di impostare in modo semplice ed intuitivo i vari appuntamenti.

Il sofware è inoltre completato da una funzione di calendario che consente di impostare in modo semplice ed intuitivo i vari appuntamenti. SH.MedicalStudio Presentazione SH.MedicalStudio è un software per la gestione degli studi medici. Consente di gestire un archivio Pazienti, con tutti i documenti necessari ad avere un quadro clinico completo

Dettagli

BARRA LATERALE AD APERTURA AUTOMATICA...

BARRA LATERALE AD APERTURA AUTOMATICA... INDICE 1) SOMMARIO... 1 2) PRIMO AVVIO... 1 3) BARRA LATERALE AD APERTURA AUTOMATICA... 2 4) DATI AZIENDALI... 3 5) CONFIGURAZIONE DEL PROGRAMMA... 4 6) ARCHIVIO CLIENTI E FORNITORI... 5 7) CREAZIONE PREVENTIVO...

Dettagli

Guide alla Guida http://www.rmastri.it/guide.html - Progetto WEBpatente 2011

Guide alla Guida http://www.rmastri.it/guide.html - Progetto WEBpatente 2011 Installazione di WEBpatente 4.0 in rete Le caratteristiche tecniche di WEBpatente 4.0 offline ne consentono l'uso all'interno di una rete locale. Una sola copia del programma, installata in un PC con particolari

Dettagli

DIGITAL MARKETING. Un codice qr esposto consente di espandere lo spazio espositivo della vetrina e di renderla attiva 24 h su 24 e 7 giorni su 7

DIGITAL MARKETING. Un codice qr esposto consente di espandere lo spazio espositivo della vetrina e di renderla attiva 24 h su 24 e 7 giorni su 7 DIGITAL MARKETING Un codice qr esposto consente di espandere lo spazio espositivo della vetrina e di renderla attiva 24 h su 24 e 7 giorni su 7 Con un codice qr è possibile mettere in atto promozioni e

Dettagli

Istituto Nazionale Previdenza Sociale. Osservatorio. Lavoro Nero

Istituto Nazionale Previdenza Sociale. Osservatorio. Lavoro Nero Osservatorio Lavoro Nero Sommario Introduzione... 2 La revisione delle procedure informatiche... 3 Osservatorio del Lavoro Nero... 6 La nuova piattaforma... 6 Analisi della posizione del lavoratore - post

Dettagli

Manuale d uso Manutenzione impianti termici Ver. 1.0.6 [05/01/2015]

Manuale d uso Manutenzione impianti termici Ver. 1.0.6 [05/01/2015] Manuale d uso Manutenzione impianti termici Ver. 1.0.6 [05/01/2015] Realizzato e distribuito da LeggeraSoft Sommario Panoramica... 2 Menù principale... 2 Link Licenza... 3 Link Dati del tecnico... 3 Link

Dettagli

PIANO PER LA COMUNICAZIONE E LA PARTECIPAZIONE

PIANO PER LA COMUNICAZIONE E LA PARTECIPAZIONE Comune di Ronco Scrivia (Provincia di Genova) PIANO PER LA COMUNICAZIONE E LA PARTECIPAZIONE INTRODUZIONE Il Piano per la comunicazione e la partecipazione è uno strumento flessibile e quindi in condizione

Dettagli

Allegato 2. Anna Magnani II anno Classe C2 Tutor: Isa Maria Sozzi RELAZIONE FINALE

Allegato 2. Anna Magnani II anno Classe C2 Tutor: Isa Maria Sozzi RELAZIONE FINALE Allegato 2 Anna Magnani II anno Classe C2 Tutor: Isa Maria Sozzi RELAZIONE FINALE Il progetto è stato modificato rispetto alla griglia di progettazione presentata a giugno. Il tempo che è stato possibile

Dettagli

CORSI DI FORMAZIONE CONTINUA AD INIZIATIVA INDIVIDUALE PER LAVORATORI OCCUPATI

CORSI DI FORMAZIONE CONTINUA AD INIZIATIVA INDIVIDUALE PER LAVORATORI OCCUPATI CORSI DI FORMAZIONE CONTINUA AD INIZIATIVA INDIVIDUALE PER LAVORATORI OCCUPATI SCHEDA CORSO N. TITOLO DEL CORSO AGENZIA FORMATIVA INFORMATICA 1 Corso base di Informatica CITTA STUDI S.P.A. 2 Informatica

Dettagli

UP Mobile è gratuito e si scarica da Google Play e da Apple Store.

UP Mobile è gratuito e si scarica da Google Play e da Apple Store. Arriva un modo tutto nuovo di fare acquisti e pagamenti, senza dover utilizzare denaro contante o carta di credito bensì inquadrando un QR Code con il proprio smartphone (un codice a barre bidimensionale,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELL AULA INFORMATICA

REGOLAMENTO PER L USO DELL AULA INFORMATICA MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ANTONINO CAPONNETTO Via Socrate, 11 90147 PALERMO 091-533124 Fax 091-6914389 - c.f.: 97164800829 cod. Min.: PAIC847003 email: paic847003@istruzione.it

Dettagli

Prefazione. Nuovi contenuti

Prefazione. Nuovi contenuti Prefazione Il presente volume, corredato di esercitazioni e di simulazioni d esame interattive, si propone come testo di riferimento per coloro che vogliono conseguire la Patente ECDL. La Patente Europea

Dettagli

Introduzione. Pagina: 1 di 8. Data creazione 10/06/2011 10.59.00

Introduzione. Pagina: 1 di 8. Data creazione 10/06/2011 10.59.00 Introduzione Il nuovo Codice del Processo Amministrativo prevede che i difensori costituiti forniscano copia in via informatica di tutti gli atti di parte depositati e, ove possibile, dei documenti prodotti

Dettagli

La sicurezza su lavoro: prevenzione e protezione. Le misure generali di tutela, la formazione e la sorveglianza sanitaria

La sicurezza su lavoro: prevenzione e protezione. Le misure generali di tutela, la formazione e la sorveglianza sanitaria La sicurezza su lavoro: prevenzione e protezione Le misure generali di tutela, la formazione e la sorveglianza sanitaria 0 Presentazione La valutazione dei rischi è il presupposto necessario per l adozione

Dettagli

Il Responsabile della Qualità e della Sicurezza alimentare nella filiera agro-alimentare

Il Responsabile della Qualità e della Sicurezza alimentare nella filiera agro-alimentare Job Area: I master di Alta Specializzazione Il Responsabile della Qualità e della Sicurezza alimentare nella filiera agro-alimentare IL MASTER TI PREPARA A RIVESTIRE IL RUOLO DI ESPERTO NELLA PROGETTAZIONE,

Dettagli

GUIDA UTENTE WEB PROFILES

GUIDA UTENTE WEB PROFILES GUIDA UTENTE WEB PROFILES GUIDA UTENTE WEB PROFILES... 1 Installazione... 2 Primo avvio e registrazione... 5 Utilizzo di web profiles... 6 Gestione dei profili... 8 Fasce orarie... 13 Log siti... 14 Pag.

Dettagli

La soluzione intelligente per gestire la vostra flotta taxi

La soluzione intelligente per gestire la vostra flotta taxi La soluzione intelligente per gestire la vostra flotta taxi Dite addio ai vostri vecchi terminali di bordo, alle ore passate vicino alle colonnine in attesa di una chiamata, alle polemiche con i colleghi

Dettagli

www.offertesicurezza.it il portale che mette in contatto in modo veloce ed automatico domanda ed offerta

www.offertesicurezza.it il portale che mette in contatto in modo veloce ed automatico domanda ed offerta Offertesicurezza www.offertesicurezza.it il portale che mette in contatto in modo veloce ed automatico domanda ed offerta 1 Cos è e perché offerte sicurezza Con il sito www.offertesicurezza.it abbiamo

Dettagli

Introduzione. Pagina: 1 di 8. Data creazione 22/12/2010 12.17.00

Introduzione. Pagina: 1 di 8. Data creazione 22/12/2010 12.17.00 Introduzione Il nuovo Codice del Processo Amministrativo prevede che i difensori costituiti forniscano copia in via informatica di tutti gli atti di parte depositati e, ove possibile, dei documenti prodotti

Dettagli

La procedura «GestCorr» consente di : -Archiviare documenti in entrata e creare documenti in uscita; -Accedere ai documenti con estrema semplicità e

La procedura «GestCorr» consente di : -Archiviare documenti in entrata e creare documenti in uscita; -Accedere ai documenti con estrema semplicità e La procedura «GestCorr» consente di : -Archiviare documenti in entrata e creare documenti in uscita; -Accedere ai documenti con estrema semplicità e velocità; -Eliminare la movimentazione del cartaceo;

Dettagli

Biografia linguistica

Biografia linguistica EAQUALS-ALTE Biografia linguistica (Parte del Portfolio Europeo delle Lingue di EAQUALS-ALTE) I 1 BIOGRAFIA LINGUISTICA La Biografia linguistica è un documento da aggiornare nel tempo che attesta perché,

Dettagli

Guida per il partecipante

Guida per il partecipante CORSO DI ALFABETIZZAZIONE DIGITALE PER CITTADINI Primo Livello COMPUTER/TABLET Guida per il partecipante Indice dei contenuti Introduzione al corso... 2 Destinatari dei Corsi... 2 Obiettivi del corso...

Dettagli

Sistema Web. Gestione Documenti Elettronici

Sistema Web. Gestione Documenti Elettronici GUIDA RAPIDA Sistema Web CONSORZIO CO.D.IN. M A R C H E Gestione Documenti Elettronici INDICE Capitolo 1: Avvio Applicazione Capitolo 2: Autenticazione Utente e Accesso al Sistema Capitolo 3: Navigazione

Dettagli

FDE- 712. Modulo per la sostituzione dei floppy disk nei pannelli DLsistemi modello DL104 Nuovo software per la gestione dei programmi

FDE- 712. Modulo per la sostituzione dei floppy disk nei pannelli DLsistemi modello DL104 Nuovo software per la gestione dei programmi FDE- 712 Modulo per la sostituzione dei floppy disk nei pannelli DLsistemi modello DL104 Nuovo software per la gestione dei programmi Figura 1 Vista la progressiva scomparsa dei dischi floppy, adatti al

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Art. 15, comma 3, lett. a) e b) Legge 6 agosto 2008, n. 133 Caratteristiche tecniche e tecnologiche libri di testo PREMESSA Il libro di testo, nella sua versione a stampa, on line e mista, costituisce

Dettagli

Capitolo 1 Operazioni preliminari

Capitolo 1 Operazioni preliminari Manuale Utente Contenuti Capitolo 1 Operazioni preliminari... 1 Installazione... 1 Registrazione e login... 1 Test compatibilità... 2 Capitolo 2 Il Market... 4 Capitolo 3 Al Cinema... 6 Capitolo 4 Opzioni...

Dettagli

02 L Informatica oggi. Dott.ssa Ramona Congiu

02 L Informatica oggi. Dott.ssa Ramona Congiu 02 L Informatica oggi Dott.ssa Ramona Congiu 1 Introduzione all Informatica Dott.ssa Ramona Congiu 2 Che cos è l Informatica? Con il termine Informatica si indica l insieme dei processi e delle tecnologie

Dettagli

Sistema PASSADOREKey

Sistema PASSADOREKey Sistema PASSADOREKey Guida operativa 1 INDICE -1- Descrizione del sistema PASSADORE Key... 3-2- Dispositivi PASSADORE Key... 4-3- Accesso al Servizio IB - Internet Banking Banca Passadore... 6-3.1 -Passo

Dettagli

Le caratteristiche must have del software gestionale ideale

Le caratteristiche must have del software gestionale ideale Le caratteristiche must have del software gestionale ideale ww.microsa Quali sono i principali elementi da tenere in considerazione per la scelta del Quali software sono i ottimale? principali elementi

Dettagli

Modelli di Share point

Modelli di Share point Modelli di Share point Avendo tempo e voglia di giocare con la struttura di un cms si ha l impressione di avere a che fare con qualcosa di simile alle care vecchie costruzioni lego: alcuni pezzi preconfezionati

Dettagli

5.4. Il PIM nella scuola secondaria di II grado

5.4. Il PIM nella scuola secondaria di II grado 5.4. Il PIM nella scuola secondaria di II grado Percorso didattico: Accogliere e orientare Autore Corrado Marchi e Franca Regazzoni Scuola Scuola secondaria di secondo grado Classi Prima, terza, quarta

Dettagli

IMPARIAMO WORD. Nella prima lezione abbiamo digitato un breve testo e abbiamo imparato i comandi base per formattarlo, salvarlo e stamparlo.

IMPARIAMO WORD. Nella prima lezione abbiamo digitato un breve testo e abbiamo imparato i comandi base per formattarlo, salvarlo e stamparlo. II^ lezione IMPARIAMO WORD Nella prima lezione abbiamo digitato un breve testo e abbiamo imparato i comandi base per formattarlo, salvarlo e stamparlo. Oggi prendiamo in esame, uno per uno, i comandi della

Dettagli

Risparmiare sulla bolletta del telefono

Risparmiare sulla bolletta del telefono Livello scolare: 1 biennio Risparmiare sulla bolletta del telefono Abilità interessate In situazioni problematiche, individuare relazioni significative tra grandezze di varia natura (per esempio variazione

Dettagli

GUIDA ALL USO 4 STAR PRESENTA LA RUBRICA VOCALE UN SOLO NUMERO PER CHIAMARE CHI VUOI.

GUIDA ALL USO 4 STAR PRESENTA LA RUBRICA VOCALE UN SOLO NUMERO PER CHIAMARE CHI VUOI. GUIDA ALL USO 4 STAR PRESENTA LA RUBRICA VOCALE UN SOLO NUMERO PER CHIAMARE CHI VUOI. INDICE TUTTO SULLA TUA RUBRICA 02 COS È IL SERVIZIO RUBRICA 02 PER UTILIZZARE IL SERVIZIO 03 ALCUNE INFORMAZIONI UTILI

Dettagli

CAPITOLO VI. Internet Termini più usati Apparecchiature necessarie Software necessari Avviare Internet explorer Avviare Outlook Express

CAPITOLO VI. Internet Termini più usati Apparecchiature necessarie Software necessari Avviare Internet explorer Avviare Outlook Express CAPITOLO VI Internet Termini più usati Apparecchiature necessarie Software necessari Avviare Internet explorer Avviare Outlook Express 45 46 INTERNET INTERNET è un collegamento in tempo reale tra i computer

Dettagli

Capitolo 1 GESTIONE DEL SOFTWARE APPLICATIVO:

Capitolo 1 GESTIONE DEL SOFTWARE APPLICATIVO: Capitolo 1 GESTIONE DEL SOFTWARE APPLICATIVO: IL WORD PROCESSOR SOMMARIO 1. Introduzione. - 2. Requisiti di base per le operazioni di Word Processing. - 3. La creazione di un documento di testo. - 4. La

Dettagli

Carni bovine Regolamento CE 1760/2000 identificazione e registrazione dei bovini etichettatura delle carni bovine disposizioni comuni

Carni bovine Regolamento CE 1760/2000 identificazione e registrazione dei bovini etichettatura delle carni bovine disposizioni comuni Carni bovine Le carni bovine, a seconda della modalità con cui vengono vendute, possono essere sottoposte sia alle norme di carattere generale sull etichettatura dei prodotti alimentari sia a quelle specifiche

Dettagli

MANUALE D'USO DEL PROGRAMMA IMMOBIPHONE

MANUALE D'USO DEL PROGRAMMA IMMOBIPHONE 1/6 MANUALE D'USO DEL PROGRAMMA IMMOBIPHONE Per prima cosa si ringrazia per aver scelto ImmobiPhone e per aver dato fiducia al suo autore. Il presente documento istruisce l'utilizzatore sull'uso del programma

Dettagli

Scadenziario e Rubrica

Scadenziario e Rubrica Scadenziario e Rubrica Breve panoramica Lo Scadenziario è un software creato con lo scopo di avere sempre sotto controllo i propri impegni e le proprie attività da svolgere. Quante volte ci si dimentica

Dettagli

disponibili nel pacchetto software.

disponibili nel pacchetto software. Modulo syllabus 4 00 000 00 0 000 000 0 Modulo syllabus 4 DATABASE 00 000 00 0 000 000 0 Richiede che il candidato dimostri di possedere la conoscenza relativa ad alcuni concetti fondamentali sui database

Dettagli

L essenziale da sapere per rendere usabile un sito web

L essenziale da sapere per rendere usabile un sito web L essenziale da sapere per rendere usabile un sito web I principi base dell usabilità 5 8 linee guida per scrivere per il web 7 10 linee guida per l e-commerce 10 Pagina 2 I PRINCIPI BASE DELL USABILITÀ

Dettagli

Gestione Informatizzata degli Esami di teoria per il Conseguimento e la Revisione della patente di guida A e B

Gestione Informatizzata degli Esami di teoria per il Conseguimento e la Revisione della patente di guida A e B Gestione Informatizzata degli Esami di teoria per il Svolgimento Esami Guida Operativa Esaminatore Aggiornamenti Gennaio 2011 INDICE Gestione degli Esami di Teoria per il 1. INTRODUZIONE ALL USO DELLA

Dettagli

5. Fondamenti di navigazione e ricerca di informazioni sul Web

5. Fondamenti di navigazione e ricerca di informazioni sul Web 5. Fondamenti di navigazione e ricerca di informazioni sul Web EIPASS Junior SCUOLA PRIMARIA Pagina 43 di 47 In questo modulo sono trattati gli argomenti principali dell universo di Internet, con particolare

Dettagli

Procedure per la registrazione imprese alimentari LINEE GUIDA

Procedure per la registrazione imprese alimentari LINEE GUIDA Procedure per la registrazione imprese alimentari LINEE GUIDA NORMATIVA DI RIFERIMENTO Regolamento CE 852/2004 Regolamento CE 853/2004 Linee guida sancite dall accordo Stato-Regioni rep. n. 2470 e 2477

Dettagli

Vodafone Case Study UnoPiù. Utilizziamo Vodafone da quando in azienda ci sono i cellulari. E da allora abbiamo sempre avuto un unico operatore.

Vodafone Case Study UnoPiù. Utilizziamo Vodafone da quando in azienda ci sono i cellulari. E da allora abbiamo sempre avuto un unico operatore. Utilizziamo Vodafone da quando in azienda ci sono i cellulari. E da allora abbiamo sempre avuto un unico operatore. L esperienza di Vodafone ci è utile anche per comprendere meglio quali tra le tante tecnologie

Dettagli

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell Art. 13 del D.LGS. 196/2003 (C.D. Codice Privacy)

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell Art. 13 del D.LGS. 196/2003 (C.D. Codice Privacy) Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell Art. 13 del D.LGS. 196/2003 (C.D. Codice Privacy) Prima di accedere al sito internet di Sigla Srl ( www.siglacredit.it ) e di utilizzarne le

Dettagli

CONOSCENZE ABILITÀ CONOSCENZE ABILITÀ METODOLOGIA/ STRATEGIE COMUNI EUROPEE Comunicazione in lingua straniera

CONOSCENZE ABILITÀ CONOSCENZE ABILITÀ METODOLOGIA/ STRATEGIE COMUNI EUROPEE Comunicazione in lingua straniera ISTITUTO COMPRENSIVO 3-VICENZA DIPARTIMENTO DI LINGUE STRANIERE CURRICOLO DI INGLESE SCUOLA PRIMARIA Fine classe terza Fine classe quinta COMPETENZE CHIAVE COMPETENZE SPECIFICHE CONOSCENZE ABILITÀ CONOSCENZE

Dettagli

CREAZIONE DI UN DB RELAZIONALE IN ACCESS

CREAZIONE DI UN DB RELAZIONALE IN ACCESS CONTENUTI: CREAZIONE DI UN DB RELAZIONALE IN ACCESS Definizione della chiave primaria di una tabella Creazione di relazioni fra tabelle Uso del generatore automatico di Query A) Apertura del DB e creazione

Dettagli

Direttiva di primo livello, 2004/39/CE, (MiFID) relativa ai mercati degli strumenti finanziari.

Direttiva di primo livello, 2004/39/CE, (MiFID) relativa ai mercati degli strumenti finanziari. Torniamo ai nostri lettori con una edizione del nostro Bollettino Informativo interamente dedicata alla nuova disciplina comunitaria che riguarda i mercati, gli strumenti finanziari ed i servizi di investimento:

Dettagli

DIPARTIMENTO TECNICO-PROFESSIONALE INDIRIZZO SERVIZI PER L'ENOGASTRONOMIA SETTORE CUCINA. Programmazione disciplinare condivisa secondo biennio

DIPARTIMENTO TECNICO-PROFESSIONALE INDIRIZZO SERVIZI PER L'ENOGASTRONOMIA SETTORE CUCINA. Programmazione disciplinare condivisa secondo biennio Istituto Professionale di Stato per i Servizi per l Enogastronomia e Ospitalità Alberghiera Aurelio Saffi Firenze DIPARTIMENTO TECNICO-PROFESSIONALE INDIRIZZO SERVIZI PER L'ENOGASTRONOMIA SETTORE CUCINA

Dettagli

La App. La app S.H.A.W è scaricabile gratuitamente dai principali market (App Store e Google Play Market.

La App. La app S.H.A.W è scaricabile gratuitamente dai principali market (App Store e Google Play Market. E! L obiettivo La App S.H.A.W. è stata ideata per la sicurezza delle donne, ma anche pensata e realizzata per rispondere alla richiesta di informazioni e strumenti efficaci per la prevenzione della violenza

Dettagli

Tecnologie e sistemi per la business integration. www.xdatanet.com

Tecnologie e sistemi per la business integration. www.xdatanet.com Tecnologie e sistemi per la business integration www.xdatanet.com X DataNet, X costruttori DataNet, costruttori di softwaredi software Costruiamo Costruiamo soluzioni tecnologiche soluzioni tecnologiche

Dettagli

Guida rapida per i corsisti

Guida rapida per i corsisti Guida rapida per i corsisti Premessa La piattaforma utilizzata per le attività a distanza è Moodle, un software per la gestione di corsi online. Dal punto di vista dello studente, si presenta come un sito

Dettagli

Guida Rapida all uso del portale www.tiinvito.com v.1.0 (beta)

Guida Rapida all uso del portale www.tiinvito.com v.1.0 (beta) Guida Rapida all uso del portale www.tiinvito.com v.1.0 (beta) 1 PREMESSA Lo scopo del portale è quello di semplificare le operazioni di gestione degli invitati ad un evento (es. un Matrimonio) mediante

Dettagli

PROGETTO PER LA TRASMISSIONE DOCUMENTI RELATIVI ALL APPROVAZIONE DELLE MANIFESTAZIONI IN FORMA DIGITALE

PROGETTO PER LA TRASMISSIONE DOCUMENTI RELATIVI ALL APPROVAZIONE DELLE MANIFESTAZIONI IN FORMA DIGITALE PROGETTO PER LA TRASMISSIONE DOCUMENTI RELATIVI ALL APPROVAZIONE DELLE MANIFESTAZIONI IN FORMA DIGITALE L approvazione di una manifestazione nazionale od internazionale comporta spesso la trasmissione

Dettagli

TUTORIAL AGENDINA MOBILE

TUTORIAL AGENDINA MOBILE TUTORIAL AGENDINA MOBILE Per chi preferisce scrivere i servizi a lavoro e non possiede o non utilizza un PC o MAC portatile, l'agenda Del Macchinista ha la possibilità di essere sincronizzata con un Agendina

Dettagli

Questa lezione tratta il sistema HACCP e la sua applicazione come viene presentata dal Codex Alimentarius

Questa lezione tratta il sistema HACCP e la sua applicazione come viene presentata dal Codex Alimentarius Questa lezione tratta il sistema HACCP e la sua applicazione come viene presentata dal Codex Alimentarius 1 Il Codex ha accettato il sistema HACCP come il migliore strumento per garantire la sicurezza

Dettagli

ISTRUZIONI D USO AREA RISERVATA UTENTE

ISTRUZIONI D USO AREA RISERVATA UTENTE Il Portale degli Agenti e dei Mediatori d Affari ISTRUZIONI D USO AREA RISERVATA UTENTE Esserciconta è una iniziativa di: 4 TO BE s.r.l. Viale Risorgimento n. 2, 42121 Reggio Emilia (RE) tel. +39.0522.1606435

Dettagli