i quaderni di Sicura

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "i quaderni di Sicura"

Transcript

1 i quaderni di Sicura Bologna - Sicura novembre quaderno n.1 IL CONTROLLO UFFICIALE NELLE RIVENDITE DEI PRODOTTI ETNICI SUGGERIMENTI PER ISPEZIONI ANNONARIE Luigi Piscitelli Dipartimento Veterinario - ASL di Milano a cura di: in collaborazione con: 1 50

2 Progetto: Mauro Ferri, Veterinario dirigente, Dipartimento di Sanità Pubblica, Azienda USL di Modena Testi: Luigi Piscitelli, Veterinario dirigente, Dipartimento veterinario, Azienda SL di Milano Grafica, impaginazione: Mauro Ferri Revisione: Luigi Piscitelli, Mauro Ferri Immagini: Mauro Ferri, Luigi Piscitelli, fonti web (citate) Per riferirsi a questa pubblicazione:: Piscitelli L., 2014 Il controllo ufficiale nelle rivendite dei prodotti etnici: suggerimenti per ispezioni annonarie. I quaderni di Sicura, n 1; Alimenti & Salute. Regione Emilia-Romagna, Direzione generale sanità e politiche sociali. Servizio veterinario e igiene degli alimenti; Viale Aldo Moro Bologna. Quaderno tecnico edito solo in formato *.pdf per il download gratuito dal sito in data

3 Presentazione Nei negozi, nei laboratori e nei ristoranti giungono nel nostro Paese, sempre più prodotti alimentari pressoché da ogni parte del mondo, anche con ingredienti inusuali, in confezioni e con etichette originali scritte nelle lingue più disparate. Ciò pone nuove sfide a chi deve garantire la sicurezza alimentare e la tutela degli interessi del consumatore, con nuovi contenuti e nuovi metodi di approccio al metodo e ai contenuti delle attività ispettive. Il cosiddetto <cibo etnico> costituisce una categoria estremamente generica e multiforme dove ingredienti di origine animale e vegetale, già noti al consumatore locale ma preparati secondo usanze esotiche o assolutamente nuovi, riflettono ad un tempo sia gli interessi di cittadini stranieri ospiti del nostro Paese sia la curiosità e l'evoluzione del gusto di un consumatore nazionale sempre più attento al recupero dei gusti e dei sapori tradizionali ma anche curioso ed aperto alle proposte della globalizzazione. Occorreva quindi contribuire all'approfondimento di queste esigenze, nel solco di un interesse già proposto con successo ai frequentatori di <Sicura> lo scorso settembre 2013, con un breve ma partecipatissimo corso tenuto proprio dall Autore (che ringraziamo per la disponibilità) che ora offre una larga condivisione dei suoi originali ed interessanti suggerimenti con questo primo Quaderno tecnico di Sicura pubblicato nel sito Alimenti-Salute. Si tratta di una piccola ma significativa svolta del sito tematico dedicato alla sicurezza alimentare per rivolgersi con la massima praticità operativa agli ispettori ed ai tecnici ufficiali del Dipartimento di prevenzione (Servizio Veterinario, Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione) ma anche ai consulenti ed agli operatori privati della sicurezza alimentare, per il comune interesse della sicurezza e della tutela del consumatore. Giorgio Nannetti Direttore Area Dipartimentale Veterinaria Dipartimento di Sanità Pubblica Azienda USL di MODENA 11 novembre

4 Indice 1 - INTRODUZIONE DESTINATARI 6 3- OBIETTIVI METODO STRUMENTI AMBITI DELLA ISPEZIONE O.S.A. E COLLABORATORI APPROCCIO ALL'ISPEZIONE ETICHETTA MATRICI ALIMENTARI INFORMAZIONI SUPPLETIVE CODICI A BARRE TRADURRE DAL CINESE? DAL RUSSO? DAL ESERCITAZIONI I M.O.C.A POSTFAZIONE 45 Appendice I: Codici Paesi E.A.N 46 Appendice II: un esempio di glossario P.O.A. in cinese

5 1 - INTRODUZIONE Fino a non troppi anni fa il cibo in commercio era sostanzialmente limitato alle realtà produttive locali e gli alimenti provenienti fuori dal territorio costituivano una parte trascurabile degli interessi alimentari locali. In un mercato in cui il cibo extraregionale costituiva un esigua parte delle derrate circolanti, quelle provenienti dall estero rappresentavano una vera rarità. Naturalmente anche l orientamento dei consumatori condizionava le strategie dei produttori nazionali i quali tendevano a concentrarsi sulle produzioni primarie del territorio e sulle trasformazioni radicate nelle tradizioni locali. Oggigiorno, grazie al progresso della scienza e della tecnica sono cambiate non solo le tecniche produttive ma anche le regole di mercato collocandosi prima fra tutte la legge della domanda e dell offerta. Nell arco temporale di pochi anni c è stato uno stravolgimento del ventaglio di cibo disponibile per il consumatore grazie a trasporti che stanno rendendo sempre più piccolo il mondo e rendono possibile che ad esempio sul mercato di Milano giungano prodotti ittici freschi dall Australia che dopo frazionamento e incassettamento sono ri-destinati al mercato di Hong Kong. Inevitabilmente e contestualmente, di fronte ad un cambiamento così veloce, anche le figure pubbliche ufficiali preposte alla prevenzione igienico-sanitaria devono aggiornare ed integrare, attraverso percorsi formativi, il proprio bagaglio culturale. Basti pensare che fino a pochi anni or sono il vecchio ordinamento universitario della facoltà di Medicina Veterinaria non prevedeva un corso d esame sull igiene dei prodotti della pesca mentre per la stessa materia oggi si sono resi necessari dei corsi di specializzazione post-laurea in Allevamento, igiene, patologia delle specie acquatiche e controllo dei prodotti derivati. L integrazione europea ha velocemente contribuito alla sprovincializzazione dei mercati alimentari indirizzandosi verso una politica comune di sicurezza alimentare e di tutela dei consumatori (pacchetto igiene), dando maggiore impulso alla circolazione intra-europea dei prodotti alimentari. È indubbio che il pacchetto igiene abbia favorito la circolazione di cibo in ambito comunitario, contribuendo all evoluzione del gusto dei consumatori ma anche indirizzando gli addetti ai controlli all approfondimento di conoscenze più adatte ai controlli ufficiali in un mondo sempre più globalizzato. Naturalmente un ruolo importante è da attribuire anche alla presenza di immigrati che a volte più che una nicchia costituiscono una frazione importante del mercato nazionale come ci ricordano i dati EUROSTAT che per l'italia indicano la presenza di oltre 4,8 milioni di stranieri praticamente da tutti i continenti a volte concentrati in grandi centri come Roma ( unità, 9,5% del totale), Milano ( , 10,5% ), Torino ( , 8,9%) senza dimenticare che a volte in piccoli centri a forte vocazione manifatturiera le percentuali sono anche superiori ed è pertanto normale che per effetto di tali situazioni l'intera collettività dei consumatori si trovi a beneficiare della circolazione di alimenti di origine sia europea che extraeuropei.). Questi dati confermano ulteriormente la predisposizione da parte prodotti da qualunque parte del mondo e a favorire l interesse e la arricchendone le abitudini alimentari. Questa guida si basa su lunghe strutturata in modo semplice, al fine di condividere metodi e strumenti nuovi prodotti alimentari del mercato ad accogliere curiosità dei consumatori esperienze personali ed è favorevoli all ispezione sui

6 2 - DESTINATARI DELLA GUIDA Considerando le specifiche competenze dei Servizi Veterinari (SVET) relative agli alimenti di origine animale (carne, uova, latte, pesce, miele) e quelle dei Servizi Igiene degli Alimenti e Nutrizione (SIAN) relative a quelli di origine vegetale, verrebbe spontaneo separare le due attività. La realtà prevede invece una costante azione interdisciplinare tra i due Servizi, questo perché spesso durante le ispezioni possono emergere aspetti di contestuale competenza sia degli operatori del SIAN che del SVET, aspetti da individuare e definire senza interruzioni e/o dilazioni, a tutela contestuale degli interessi del consumatore e dell OSA. Pertanto gli operatori veterinari, medici, biologi, tecnici della prevenzione, liberi professionisti, consulenti degli OSA, tutti potranno trovare benefici nell applicare i metodi suggeriti per gestire gli approfondimenti tecnici di cui parleremo L utilità di questi metodi trova riscontro sia durante un ispezione ufficiale sia durante una consulenza nell interesse dell OSA, per trovare risposte adeguate e sollecite esaminando prodotti ad esempio interamente confezionati ed etichettati in lingue straniere (cinese, arabo, indi, filippino,...). 3 - OBIETTIVI Questa guida vuole facilitare l approccio all identificazione delle matrici alimentari dei prodotti etnici durante la visita ispettiva, suggerendo nuove possibilità per controlli visivi e documentali spesso resi complessi dalle barriere linguistiche di presentazioni ed etichette in lingue straniere delle quali poter valutare la congruenza con le etichettature in italiano. 4 - METODO ISPETTIVO Un ispezione annonaria pianificata ed una svolta in via d'urgenza non presentano sostanziali differenze metodologiche dato che ambedue richiedono una adatta pianificazione, dalla individuazione di un obiettivo alla predisposizione di strumenti adatti a conseguirlo. In diverse circostanze rimane comunque indispensabile l approfondimento post-ispettivo per individuare eventuali <non conformità> altrimenti non evidenziabili. 5 - STRUMENTI UTILI Per un applicazione più efficace della presente guida torna utile dotarsi di strumenti da utilizzare sia in fase ispettiva sia in fase post-ispettiva. Durante un'ispezione non è infrequente ritrovarsi ad operare in ambienti angusti, poco illuminati, con presenza eccessiva di vapore, con numero elevato di operatori e in tali situazioni occorre spesso districarsi tra tanti prodotti che richiedono una valutazione sul posto per accertarne la regolarità o eventuale difformità quali presenza di sovrapposizioni di etichette, etichette originali ed europee discordanti, caratteri o ideogrammi talmente piccoli da essere illeggibili, alimenti travasati in contenitori diversi dall originale, matrici alimentari di difficile identificazione ecc. Situazioni le quali a volte richiedono il congelamento della scena e approfondimenti successivi. Ma alcuni dispositivi (Figg. 1-5), di modestissimo ingombro, possono esserci di grande aiuto nei controlli e facilitarci il lavoro: una torcia a luce LED, una lente d ingrandimento con luce LED, un coltellino, una fotocamera digitale ormai di buona qualità anche in 6-50

7 uno smartphone o in un tab/tablet che hanno il vantaggio di integrarla in utilissimi programmi (APP), spesso gratuiti, e a loro volta integrabili con i programmi del PC in ufficio. Fig. 1 - Cinque strumenti da campo importanti Fig. 2 - Torcia LED: piccolo ingombro 7-50

8 Fig. 3 doppia lente con illuminazione LED Fig. 4 - doppia lente con illuminazione LED Fig. 5 - coltellino (circa 4 cm, chiuso): per la rimozione di etichette adesive, per aprire imballaggi ecc. 8-50

9 6 - AMBITI DELL ISPEZIONE L ispezione inizia già nell approssimarsi alla sede dell attività da controllare e permette di ottenere il massimo profitto se l esame sarà progressivo sulla raccolta di informazioni circa coerenze o discrepanze rispetto all ambito formale oggetto dell ispezione; ad esempio una pescheria, una macelleria, un market con laboratorio, un laboratorio, una erboristeria, un ristorante tutti si annunciano con una insegna che preannuncia determinati servizi e prodotti, anche se in realtà ogni attività avrà caratteristiche specifiche e peculiari, anche promiscue. Per fare un esempio potremmo prendere in considerazione un mini market progressivamente così rappresentabile: Insegna Spazio espositivo su marciapiede, davanti alla vetrina Vetrina Banco della cassa Spazio di vendita Espositori Scaffali Celle frigorifere Pallet, bulk, scatoloni Laboratorio Magazzino Spogliatoio Servizi igienici Cortile non accessibile al pubblico Durante un sopralluogo potremmo riscontrare un apparente congruità delle varie informazioni e una complessiva regolarità, controllando progressivamente dall'ingresso ai servizi igienici, salvo poi verificare che una uscita secondaria fa accedere ad un cortiletto interno con depositi estemporanei di prodotti e segni di improvvisate preparazioni con attrezzature e strumenti inadatti. 7 - O.S.A. E COLLABORATORI Le attività e le rivendite di prodotti etnici possono essere caratterizzate da gestori ma soprattutto da collaboratori con scarsa conoscenza della lingua italiana e quest aspetto può essere acuito dall elevato turnover del personale. Le barriere linguistiche costituiscono un problema di notevole entità soprattutto durante la formazione igienico-sanitaria del personale se non ci si avvale di strutture o campagne informative facilitate da strutture adatte alla mediazione culturale. La preparazione e l erogazione di un corso per alimentaristi di origine straniera può dare un miglior risultato se è curata anche la mediazione linguistico-culturale. A tal fine gli organizzatori dei corsi possono avvantaggiarsi della collaborazione di servizi sociali di enti locali e/o di associazioni impegnate nella intermediazione culturale in genere facilmente individuabili sul territorio. Promuovere o erogare 9-50

10 corsi di formazione tenendo conto di tali possibilità (Fig. 6) non solo rafforza il processo d integrazione ma contribuisce a rendere più consapevole e sostanziale l impegno richiesto all OSA nella sicurezza alimentare e nella tutela del consumatore. Preparare una lezione per un pubblico non ancora esperto della lingua italiana può sembrare un percorso difficile ma in realtà può essere relativamente semplice per un formatore pianificare il suo intervento rivolgendosi ad un ente/associazione suggerita dagli stessi utenti ed anche ricorrendo in proprio a strumenti e risorse disponibili on line per inserire nella lezione quantomeno alcune immagini emblematiche ed alcune parole-chiave nella lingua madre dei presenti (Fig. 7) per aiutarli a fermare l attenzione su punti focali. Fig. 6 - Particolare da un volantino di promozione di un corso redatto anche in Spagnolo per rivolgersi ad una comunità sudamericana Fig. 7 Slide tratta da una lezione organizzata per un aula di futuri OSA di origine cinese 10-50

11 8 - APPROCCIO ALL ISPEZIONE In caso d ispezioni improvvise, in esercizi nei quali non siamo conosciuti, ad esempio per precedenti visite, potremmo dover interagire con addetti con poca familiarità con l italiano e/o con l attività di controllo. Nel qual caso è fondamentale non solo identificarsi ma anche presentarsi per spiegare i motivi della visita in modo da facilitare l avvio e lo svolgimento del sopralluogo mentre lasciando ai nostri primi interlocutori la possibilità di chiamare qualcuno più adatto a presenziare. Nella presentazione, oltre ad esibire doverosamente la tessera aziendale di riconoscimento, può essere pertanto utile esibire anche un biglietto che spieghi l appartenenza del controllore e lo scopo della sua visita, in testo bilingue. Assolta la formalità della presentazione con la tessera aziendale, al biglietto rimarrebbe un compito di ufficiosa cortesia ricorrendo per la traduzione del testo ad un ente/associazione di intermediazione per predisporre gli stampati che servono (Fig. 8, 9) senza eccessive preoccupazioni formali (ad es.: traduzione ufficializzata da un Consolato etc...). FIG. 8 - un testo bilingue (ita/arab) predisposto per essere esibito con la tessera di riconoscimento aziendale Fig. 9 - un testo bilingue (ita/cin) predisposto per essere esibito con la tessera di riconoscimento aziendale 11-50

12 9 - ETICHETTA Obbligatoria in lingua italiana ai sensi del D.lgvo 109/1992, dal prossimo 14 dicembre 2014 entrerà in vigore il Regol. CE 1169/2011 e sostanzialmente l assenza di etichetta europea sulle confezioni comporta specifici provvedimenti amministrativi. Tendenzialmente l attenzione ispettiva è incentrata sull'accertamento della presenza dell etichetta in italiano ma la presenza/assenza di un etichetta conforme non può costituire lo scopo principale di una attività ispettiva che è orientata soprattutto alla prevenzione dei rischi per il consumatore e pertanto rivolta a verificare cosa abbia scritto il produttore nella etichetta originale e come ciò corrisponda alla traduzione in italiano. L esame comparato dell etichetta in italiano con quella originale permette la verifica dell univocità degli ingredienti dichiarati dal produttore che ovviamente devono quantomeno corrispondere in ambedue le lingue. L etichettatura deve perciò corrispondere alle caratteristiche stabilite dalle normative vigenti e riportare le pertinenti informazioni circa ingredienti, fabbricante, autorizzazione del Paese di origine, accreditamento CE dello stabilimento, temperatura di conservazione, T di conservazione dopo apertura confezione, etc.... Un prodotto alimentare extra CE potrebbe riportare gli estremi di una corretta etichettatura Sulla confezione originale In una etichetta supplementare apposta sulla confezione (in genere, un autoadesivo) e nel secondo caso il posizionamento dell'autoadesivo potrebbe aver complicato o nascosto parti importanti della confezione originale MATRICI ALIMENTARI Il primo passo nell approccio ispettivo si basa sull identificazione della matrice alimentare del prodotto in esame, per poterlo inquadrare nell ambito normativo di specifico riferimento. Un operatore del SVET focalizzerà la sua attenzione sugli alimenti di origine animale (latte, latticini, uova, ovo-prodotti, carne suina, carne bovina, carne ovi-caprina, carni avicole, miele, pesci, crostacei, molluschi, anfibi, ) mentre uno operatore del SIAN avrà interessi per altre matrici e quindi ognuno avrà interesse per <parole chiave> da ricercare nella lingua originale e nella traduzione italiana. Normalmente ci si aspetta che il confezionamento e la presentazione dei prodotti anticipino e aiutino l esame degli ingredienti in etichetta ma dobbiamo considerare che l ambito normativo/autorizzativo in cui operano i produttori extraeuropei riflette approcci alla sicurezza alimentare e alla tutela del consumatore anche molto diversi da quelli europei e pertanto può avvenire che presentazioni, confezioni, suggerimenti d uso, etichettatura originale ed in italiano siano anche discordanti e/o confondenti. E opportuno pertanto prevedere di saper affrontare e risolvere casi concreti di: a - Matrice non ammessa nei prodotti importati da determinati Paesi extracomunitari b- Matrice indicata e non contenuta c- Matrice contenuta e non indicata d - Matrici elencate sommariamente 12-50

13 Di seguito possiamo considerare alcuni casi studio per ognuno dei quattro tipi di casistica: a- Matrice non ammessa, indicata solo nella confezione originale Un prodotto potrebbe non avere un etichetta in lingua italiana ma l'esame dell'elenco degli ingredienti riportato sulla confezione originale potrebbe indicare chiaramente, in una lingua straniera comprensibile, la presenza di una matrice vietata come nel caso della Fig. 10. Fig. 10 Tra gli ingredienti elencati in Cinese e Inglese è presente la <carne bovina> la cui importazione dalla Cina è vietata b- Matrice indicata ma non contenuta Le informazioni sulla confezione potrebbero non solo suggerire ma enfatizzare la presenza di un ingrediente di origine animale. Grafica, testi, slogan e immagini sono elementi importanti ma possono indurre in inganno. Di seguito il caso di un prodotto che si propone come <carne di capra/agnello> dato che sul fronte della confezione (Fig. 11) è proposta la fotografia di una capra, incombente su un primo piano di costine alla griglia con un peperone; ma sul retro risulta che (Fig. 12) l etichetta originale e quella italiana sono concordi nel dichiarare una preparazione esclusivamente a base di soya e condimento, senza elencare ingredienti di origine animale. Una ricerca sul web (vedremo più avanti come) ci conferma che il prodotto è venduto anche on line enfatizzandone la natura vegetariana:

14 Fig.11 La foto di una capra troneggia l'immagine di costine alla griglia di produzione cinese, In realtà niente POA. Vedere fig. successiva Fig Il prodotto della Fig. 11 all'esame delle etichette si rivela proteina di soja, tofu, aromatizzato agnello. Niente accenni a <carne> anche nel testo cinese 14-50

15 c- Matrice contenuta ma non indicata Che un ingrediente non sia compreso fra quelli citati in etichetta ma verosimilmente presente nel contenuto rimanda inevitabilmente ad ogni opportuna ed utile considerazione sugli effetti possibili, prioritariamente sui possibili rischi per il consumatore e sulla sua tutela dalle frodi ma qui con i seguenti Esempi 1 e 2 possiamo limitarci al fatto di una possibile constatazione visiva della presenza di ingredienti che in etichetta non sono contemplati. Esempio n. 1: una piccola confezione trasparente contenente gamberetti secchi (Fig. 13) di origine africana ed etichettati come tali ma solo in inglese e quindi senza etichetta in italiano. Ad un esame visivo più attento si scopre che in mezzo ai gamberetti (dichiarati in etichetta), sono presenti in realtà specie sistematicamente ben diverse dai gamberetti, come piccoli granchi, piccoli pesci etc.... Ma è straordinaria la presenza anche di un piccolo pesce palla (Tetraodontide) specie di cui è vietata l immissione in commercio ai sensi del Reg. CE 854/2004, All. III, Cap. II, lett. G (Prodotti della pesca velenosi). Fig l etichetta (solo in Inglese) riporta come unico ingrediente <gamberetti> seccati ma ad una ispezione visiva si scopre che sono contenuti anche granchi (B) e soprattutto piccoli pesci in frammenti e uno intero (A) che in questo caso è di una specie proibita per il consumo (Reg. CE 854/2004, All. III, Cap. II, lett. g, prodotti della pesca velenosi) Esempio n. 2: una elegante piccola confezione (Fig. 14) in gran parte trasparente contenente una fetta di qualcosa di verosimilmente essiccato per il quale sulla confezione non troviamo indicazioni dato che manca anche l etichetta in Italiano. Abbiamo quindi già accertato una grave irregolarità ma sappiamo di dover andar oltre e definire l'ambito del reale rischio alimentare che sta emergendo. Per il resto sul fronte e sul retro della confezione sono presenti solo ideogrammi e una infruttuosa trascrizione in Inglese (sul fronte) di quello che potrebbe essere un marchio. Sul fronte della confezione l attenzione potrebbe essere attratta anche dal disegno stilizzato di un personaggio di aspetto arabeggiante, come a suggerire un uso tipico nell area mediorientale. Dovendo approfondire e ricorrere a questo punto alla lettura degli ideogrammi stampati sul fronte e sul retro della confezione (un metodo suggerito a pag. 24), usando ovviamente una buona lente con luce LED per individuare ideogrammi chiave per i POA, non senza sorpresa, sul retro della confezione, (Fig. 15) nella seconda riga di quella che sembra un corposo elenco ingredienti, si riconoscono gli ideogrammi 豬 肉, che indicano <carne suina> (da dx a

16 sx, ovviamente). Non possiamo ovviamente pretendere di tradurre tutte le scritte della confezione ma basandoci su Mancanza di etichetta in italiano Presenza degli ideogrammi 豬 肉 (carne suina) non ci limiteremo ai provvedimenti relativi all accertamento dell infrazione sulla etichettatura dato che disponiamo di un elemento importante per prevedere che un eventuale impegno dell OSA ad etichettare correttamente il prodotto dovrà necessariamente eliminare ogni dubbio e cioè: Spiegare la presenza e il contesto degli ideogrammi 豬 肉 (carne suina) e in mancanza di adeguati chiarimenti non resterà che il sequestro con notizia di reato per fondato sospetto di importazione illegale in forza dell Art.12 legge 283/62, dato che la carne di maiale non può essere importata dalla Cina in forza della Decisione Comunitaria 994/02. Fig. 14 Una preparazione alimentare per gusti arabeggianti? Vedi Figura seguente

17 Fig Ideogrammi indicanti <carne, suino> in una preparazione proposta come di gusto arabeggiante? d- Matrici sommariamente dichiarate Fra la miriade di prodotti etnici circolanti si può trovare di tutto, com è il caso di un preparato in polvere, forse polvere lievitante (Fig. 16), confezionato in busta trasparente e con una presentazione/etichetta davvero approssimativa, dove una presumibile denominazione del prodotto in lingua esotica si affianca ad una parvenza di termini pseudo-europei e con una lapidaria lista di ingredienti indefinibili che terminano per di più con un inquietante <etc.>. Fig Davvero molto sommario: tutto incomprensibile, ed anche un <etc>

18 11 - INFORMAZIONI SUPPLETIVE Oltre ad informazioni per il consumatore (etichetta, suggerimenti d uso, ) sulle confezioni possono esserne riportate altre di carattere puramente commerciale ma non per questo meno importanti come i CODICI A BARRE, IMMAGINI, SLOGANS, NUMERI DI TELEFONO, SITI WEB, che a vario titolo direttamente o indirettamente possono essere usate per confermare o confutare le informazioni acquisite dalla semplice etichetta. Una telefonata all'importatore o al produttore, una visita al loro sito web possono essere determinanti per acquisire altre informazioni, una raccomandazione d'uso potrebbe far dubitare di alcuni ingredienti ma in genere sono i codici a barre che possono portarci direttamente ad informazioni importanti sul prodotto in esame CODICI A BARRE Un attenta analisi e laddove possibile l'uso del codice a barre possono fornire una serie di dati di estrema utilità. Infatti i codici a barre sono un insieme di elementi grafici a contrasto elevato disposti in modo da poter essere letti da un sensore a scansione e decodificati per restituire l'informazione digitale che contegno. La lettura è possibile ovviamente con gli strumenti professionali allo scopo destinati (laser) ma ora anche con i tablet e gli smartphone dotati di fotocamera la cui funzionalità è potenziata da opportune applicazioni (APP), piccoli software che arricchiscono la dotazione di serie. Sostanzialmente accenneremo qui al fatto che i codici a barre si dividono in due gruppi (codici lineari e bidimensionali o QR), suggeriamo letture integrative per saperne di più e consigliamo l'uso di PC, smarthone/tablet per leggerli e identificare meglio i prodotti. 1 - Codici a barre lineari Tra i tipi più diffusi troviamo il codice EAN (European Article Number) e in particolare l'ean13 (13 cifre) che viene utilizzato in EU nella grande distribuzione, ma esistono anche altri standard come l UPC (Universal Product Code) a 12 cifre diffuso nell'area economica nordamericana ed altri dedicati ad esempio a particolari merceologie (farmaci) o ad un uso esclusivamente aziendale interno per la gestione delle fasi di produzione e logistica. Ciò che qui interessa è la possibilità di ricorrere alla lettura analogica del codice EAN utilizzando le cifre riportate alla base delle barre per individuare ad esempio il Paese in cui si è registrato il produttore (identificato dalle prime 2-3 cifre) e quindi dove verosimilmente il prodotto è stato fabbricato. Nella Fig. 17 la serie numerica del codice lineare inizia con 690 e siccome le serie (vedi appendice) sono attribuite alla Cina questo ci aiuta a stabilire la provenienza del prodotto. Ma le 2-3 cifre potrebbero indicare semplicemente un paese in cui il produttore ha registrato la sua sede legale ma con produzione altrove ma in tal caso sulla confezione si potrà scoprire un importante <Made in...>. Fig. 17 Esempi di codici a barre lineari 18-50

19 Al termine di questo capitolo sono consigliati alcuni link a pagine di approfondimento sui codici a barre che, se del tipo EAN, sinteticamente sono così strutturati: Le prime 7 cifre formano la cd. Global Location Number, all incirca numerazione globale dell indicazione luogo. Questo numero di base viene assegnato su richiesta nei singoli paesi da un ente autorizzato. Ad ogni paese sono assegnati uno o più codici identificativi: sono le prime 3 cifre del codice EAN (cfr. tabella). Le successive 4 cifre rappresentano l'indirizzo del produttore oppure del fornitore. Le ulteriori 5 cifre si riferiscono all'articolo stesso. Per esempio possono significare: cioccolatini assortiti, 100 g, confezione regalo. L'ultimo numero serve solamente come verifica, in modo che il computer possa accorgersi di un'eventuale "svista". Le cifre iniziali della serie vengono assegnate a merci confezionate all interno del negozio, come ad. es. formaggi, carni Codici a barre bidimensionali, Codice QR Sono codici a barre a 2 dimensioni, indicati come codice QR (in inglese QR Code, abbreviazione di Quick Response Code), basati su moduli neri disposti all'interno di uno schema di forma quadrata (Fig. 18). Sono impiegati per memorizzare informazioni generalmente destinate a essere lette tramite uno smartphone o un tab connesso alla rete. In un solo crittogramma sono contenuti caratteri numerici o alfanumerici che permettono di immagazzinare una gran quantità di informazioni e di farle leggere rapidamente Fig. 18 Un codice QR 3 - Per saperne di più Se si digitano sul browser preferito le parole <codici a barre> o <bar code> si otterrà una gran quantità di pagine web dedicate a quesito argomento e per approfondirlo potrebbero essere utili, fra i tanti, i seguenti link: https://www.centroconsumatori.it/48v183d282.html 19-50

20 4- Leggere i codici a barre con PC, smartphone e tablet Per quanto riguarda la possibilità di lettura di codici barre bilineari e QR col PC in ufficio è da precisare molto brevemente che la scelta dei lettori e dei programmi utilizzabili richiede competenze informatiche specifiche. Una volta installati strumento e programma il loro uso non è dissimile da quello di tablet e smartphone che però ovviamente, fatto non trascurabile, sono utilizzabili direttamente sul posto della ispezione, se esiste una copertura internet. Col PC dell'ufficio, digitando sul browser preferito la sequenza numerica del codice a barre, è spesso possibile acquisire una serie di informazioni utili correlate al prodotto con l apertura di una serie di pagine web correlate (Fig 19, 20), ovviamente se il prodotto figura in un catalogo on line del produttore o di un e-commerce. Fig. 19 Risultato di ricerca sul web usando la sequenza numerica di un codice EAN (vedi figura seguente) Fig. 20 (segue da precedente) il prodotto si rivela/conferma <meduse sotto sale> 20-50

Funzioni principali di Dropbox

Funzioni principali di Dropbox ICT Rete Lecco Generazione Web - Progetto FARO Dropbox "Un luogo per tutti i tuoi file, ovunque ti trovi" Dropbox è il servizio di cloud storage più popolare, uno tra i primi a fare la sua comparsa nel

Dettagli

MANUALE DI CORRETTA PRASSI IGIENICA PER GLI ESERCIZI DI MACELLERIA

MANUALE DI CORRETTA PRASSI IGIENICA PER GLI ESERCIZI DI MACELLERIA MANUALE DI CORRETTA PRASSI IGIENICA PER GLI ESERCIZI DI MACELLERIA (a norma dell art. 8 del Regolamento CE 852/2004 sull igiene dei prodotti alimentari) SOMMARIO Presentazione... 4 1.0 Scopo e campo di

Dettagli

IMPARIAMO WORD. Nella prima lezione abbiamo digitato un breve testo e abbiamo imparato i comandi base per formattarlo, salvarlo e stamparlo.

IMPARIAMO WORD. Nella prima lezione abbiamo digitato un breve testo e abbiamo imparato i comandi base per formattarlo, salvarlo e stamparlo. II^ lezione IMPARIAMO WORD Nella prima lezione abbiamo digitato un breve testo e abbiamo imparato i comandi base per formattarlo, salvarlo e stamparlo. Oggi prendiamo in esame, uno per uno, i comandi della

Dettagli

ShellMemory. Sistema operativo Microsoft Windows 98 o superiore Libreria SAPI e voce sintetica Casse audio

ShellMemory. Sistema operativo Microsoft Windows 98 o superiore Libreria SAPI e voce sintetica Casse audio Progetto Software to Fit - ShellMemory Pagina 1 Manuale d'uso ShellMemory Memory è un gioco didattico realizzato con l'obiettivo di aiutare l'alunno ad esercitare la capacità di memorizzazione o le capacità

Dettagli

INDICE MODLO DOMANDE. epico! è distribuito nelle seguenti versioni:

INDICE MODLO DOMANDE. epico! è distribuito nelle seguenti versioni: INDICE Il programma... 3 La videata principale... 4 Il menu File... 7 º Esportare i file... 10 La finestra della Risposta... 12 º Tutti i modi per inserire il testo... 13 º I Collegamenti... 13 Modelli

Dettagli

MODULO DOMANDE INDICE

MODULO DOMANDE INDICE INDICE INDICE... 2 IL PROGRAMMA... 3 LA VIDEATA PRINCIPALE... 4 IL MENU FILE... 7 Esportare i file... 9 LA FINESTRA DELLA RISPOSTA... 11 TUTTI I MODI PER INSERIRE IL TESTO... 11 I Collegamenti... 12 MODELLI

Dettagli

Cos è GIOELCOTT. Modalità d uso del software

Cos è GIOELCOTT. Modalità d uso del software Giornale Elettronico dei Lavori e Gestione delle Planimetrie con l uso di Coni Ottici GIOELAV + GIOELCOTT (Versione 2.0.0) Cos è GIOELAV? E una piattaforma software, residente in cloud, per la registrazione

Dettagli

IL CONTROLLO UFFICIALE NELLE RIVENDITE DEI PRODOTTI ETNICI

IL CONTROLLO UFFICIALE NELLE RIVENDITE DEI PRODOTTI ETNICI IL CONTROLLO UFFICIALE NELLE RIVENDITE DEI PRODOTTI ETNICI lpiscitelli@asl.milano.it BOLOGNA 11 Novembre 2014 Dr. Luigi Piscitelli Dirigente Veterinario contenuti di questa presentazione Globalizzazione

Dettagli

MOFING KIDs. 19.1- Come Avviare MoFing KIDS. Connesione WiFi: scegliere Controllo Genitori

MOFING KIDs. 19.1- Come Avviare MoFing KIDS. Connesione WiFi: scegliere Controllo Genitori MOFING KIDs 19.1- Come Avviare MoFing KIDS Connesione WiFi: scegliere Controllo Genitori ->cliccare su impostazioni ->cliccare Wifi e cliccare, a fianco di OFF, nella parte scura per accendere il Wifi

Dettagli

LeggiXme. Installazione Il programma richiede che nel computer sia installato il Framework 3.5, una raccolta di librerie Microsoft di libero utilizzo.

LeggiXme. Installazione Il programma richiede che nel computer sia installato il Framework 3.5, una raccolta di librerie Microsoft di libero utilizzo. LeggiXme Installazione Il programma richiede che nel computer sia installato il Framework 3.5, una raccolta di librerie Microsoft di libero utilizzo. Il programma può funzionare anche se è installato solo

Dettagli

Creare e formattare i documenti

Creare e formattare i documenti Università di L Aquila Facoltà di Biotecnologie Esame di INFORMATICA Elaborazione di testi Creare e formattare i documenti 1 IL WORD PROCESSOR I programmi per l elaborazione di testi ( detti anche di videoscrittura

Dettagli

E ora, col cuore leggero per lo scampato pericolo, andiamo ad approfondire, e a scoprire:

E ora, col cuore leggero per lo scampato pericolo, andiamo ad approfondire, e a scoprire: di Pier Francesco Piccolomini 1 Dopo aver spiegato come si accende il computer e come si usano mouse e tastiera, con questa terza puntata della nostra guida entriamo trionfalmente all interno del PC, dove

Dettagli

Book 1. Conoscere i computer. Cos'è un dispositivo: Hardware, Software, Sistemi operativi e Applicazioni.

Book 1. Conoscere i computer. Cos'è un dispositivo: Hardware, Software, Sistemi operativi e Applicazioni. Book 1 Conoscere i computer Cos'è un dispositivo: Hardware, Software, Sistemi operativi e Applicazioni. Centro Servizi Regionale Pane e Internet Redazione a cura di Roger Ottani, Grazia Guermandi, Sara

Dettagli

Il browser Microsoft Edge

Il browser Microsoft Edge Il browser Microsoft Edge Il nuovo browser della Microsoft, rilasciato con la versione Windows 10, è Microsoft Edge. Esso sembra offrire nuovi modi per trovare contenuti, leggere e scrivere sul Web. Per

Dettagli

CONTROLLO COMMERCIALE E IGIENICO ANNONARIO DI UN SUPERMERCATO CON ANNESSA MACELLERIA E PESCHERIA

CONTROLLO COMMERCIALE E IGIENICO ANNONARIO DI UN SUPERMERCATO CON ANNESSA MACELLERIA E PESCHERIA CONTROLLO COMMERCIALE E IGIENICO ANNONARIO DI UN SUPERMERCATO CON ANNESSA MACELLERIA E PESCHERIA Gli orari delle attività commerciali e il turno di riposo settimanale 1.1 Le nuove disposizioni europee:

Dettagli

SpesaModerna Per ANDROID

SpesaModerna Per ANDROID SpesaModerna Per ANDROID Presentazione Questo manuale vuole essere un punto di inizio per l'utilizzo dell'applicazione Spesamoderna.it per Smartphone e tablet con sistema operativo Android. L'applicazione,

Dettagli

APPROFONDIMENTI MODULO 7: ALIMENTAZIONE LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA - REVISIONE 1997 ISTITUTO NAZIONALE DELLA NUTRIZIONE

APPROFONDIMENTI MODULO 7: ALIMENTAZIONE LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA - REVISIONE 1997 ISTITUTO NAZIONALE DELLA NUTRIZIONE APPROFONDIMENTI MODULO 7: ALIMENTAZIONE LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA - REVISIONE 1997 ISTITUTO NAZIONALE DELLA NUTRIZIONE 1) CONTROLLA IL PESO E MANTIENITI ATTIVO Pesarsi almeno una

Dettagli

L essenziale da sapere per rendere usabile un sito web

L essenziale da sapere per rendere usabile un sito web L essenziale da sapere per rendere usabile un sito web I principi base dell usabilità 5 8 linee guida per scrivere per il web 7 10 linee guida per l e-commerce 10 Pagina 2 I PRINCIPI BASE DELL USABILITÀ

Dettagli

Modalità d uso del software

Modalità d uso del software Giornale Elettronico dei Lavori e Gestione delle Planimetrie con l uso di Coni Ottici GIOELAV + GIOEMAP (Versione 2.0.1) Cos è GIOELAV? E una piattaforma software, residente in cloud, per la registrazione

Dettagli

Formazione e Apprendimento in Rete Open source. Il cloud computing. Dropbox e Google Drive ambienti di condivisione e collaborazione

Formazione e Apprendimento in Rete Open source. Il cloud computing. Dropbox e Google Drive ambienti di condivisione e collaborazione Formazione e Apprendimento in Rete Open source Il cloud computing Dropbox e Google Drive ambienti di condivisione e collaborazione Formazione insegnanti Generazione Web Lombardia Il Cloud, metafora per

Dettagli

Per il FrameWork 3.5: http://www.microsoft.com/downloads/en/details.aspx?familyid=d0e5dea7-ac26-4ad7-b68cfe5076bba986&displaylang=en

Per il FrameWork 3.5: http://www.microsoft.com/downloads/en/details.aspx?familyid=d0e5dea7-ac26-4ad7-b68cfe5076bba986&displaylang=en LeggiXme Installazione... 2 Esecuzione... 2 Per fare qualcosa in più... 3 Menù File... 3 Menù Modifica... 4 Menù Visualizza... 4 Menù Audio... 5 Pulsante Correttore Ortografico... 5 Menù Evidenzia e Riassumi...

Dettagli

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Approfondimento SVILUPPO DI DATABASE

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Approfondimento SVILUPPO DI DATABASE APPROFONDIMENTO ICT Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto Approfondimento SVILUPPO DI DATABASE ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE IN CAMPANIA SVILUPPO DI DATABASE INTRODUZIONE

Dettagli

La posta elettronica. ICT per la terza età Le video lezioni della Fondazione Mondo Digitale

La posta elettronica. ICT per la terza età Le video lezioni della Fondazione Mondo Digitale La posta elettronica ICT per la terza età Le video lezioni della Fondazione Mondo Digitale Diapositiva Introduzione Posta elettronica E mail Elettronica Posta In questo argomento del nostro corso impareremo

Dettagli

Scheda di recensione delle App per la comunicazione

Scheda di recensione delle App per la comunicazione Scheda di recensione delle App per la comunicazione Il numero di app per la comunicazione acquistabili anche in Italia è cresciuto molto in questi anni. Fra le app, si trovano soluzioni semplici e con

Dettagli

Microsoft Word Avanzato

Microsoft Word Avanzato Microsoft Word Avanzato Rev. 2 SOMMARIO INTRODUZIONE 2 LA FORMATTAZIONE AVANZATA 2 GLI STILI 2 INDICI E SOMMARIO 3 I MODELLI DI WORD 4 MODELLI PERSONALIZZATI 4 STRUMENTI AVANZATI 5 GLOSSARIO 5 FORMATTAZIONE

Dettagli

Comune di Padova. Manuale pagine NoProfit. Guida alla redazione di pagine web per la sezione NoProfit di Padovanet

Comune di Padova. Manuale pagine NoProfit. Guida alla redazione di pagine web per la sezione NoProfit di Padovanet Comune di Padova Manuale pagine NoProfit Guida alla redazione di pagine web per la sezione NoProfit di Padovanet 1 2 1. INTRODUZIONE 1.1 Il Cms del NoProfit - Plone Che cos'è Plone? 1.2 Ruolo utenti Qual

Dettagli

3. Gestione di un sistema operativo a interfaccia grafica (elementi di base) 3.1 Software

3. Gestione di un sistema operativo a interfaccia grafica (elementi di base) 3.1 Software Pagina 29 di 47 3. Gestione di un sistema operativo a interfaccia grafica (elementi di base) 3.1 Software Come abbiamo già detto in precedenza, l informatica si divide in due grandi mondi : l hardware

Dettagli

CONOSCI MEGLIO IL WEB.

CONOSCI MEGLIO IL WEB. CONOSCI MEGLIO IL WEB. CONOSCI MEGLIO IL WEB. di Stefania Pompigna Il mondo virtuale offre infinite opportunità ed infinite insidie. E meglio scoprirle, capirle ed impararle. GUIDA SULLA TORTUOSA STRADA

Dettagli

Manuale Piattaforma Didattica

Manuale Piattaforma Didattica Manuale Piattaforma Didattica Ver. 1.2 Sommario Introduzione... 1 Accesso alla piattaforma... 1 Il profilo personale... 3 Struttura dei singoli insegnamenti... 4 I Forum... 5 I Messaggi... 7 I contenuti

Dettagli

Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 6.0)

Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 6.0) Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 6.0) Nota Bene: Si raccomanda di leggere queste dispense di fronte al computer, provando passo dopo passo le funzionalità descritte. Per

Dettagli

Sistema PASSADOREKey

Sistema PASSADOREKey Sistema PASSADOREKey Guida operativa 1 INDICE -1- Descrizione del sistema PASSADORE Key... 3-2- Dispositivi PASSADORE Key... 4-3- Accesso al Servizio IB - Internet Banking Banca Passadore... 6-3.1 -Passo

Dettagli

Codici a barre. Marco Dell Oro. January 4, 2014

Codici a barre. Marco Dell Oro. January 4, 2014 Codici a barre Marco Dell Oro January 4, 2014 1 Cosa sono i codici a barre I codici a barre sono dei codici utilizzati nel settore della produzione e del commercio, oltre che nel settore pubblicitario

Dettagli

IRISPen Air 7. Guida rapida per l uso. (Windows & Mac OS X)

IRISPen Air 7. Guida rapida per l uso. (Windows & Mac OS X) IRISPen Air 7 Guida rapida per l uso (Windows & Mac OS X) La Guida rapida per l'uso viene fornita per aiutarvi a iniziare a usare IRISPen Air TM 7. Leggere la guida prima di utilizzare lo scanner e il

Dettagli

Struttura del software e guida all uso

Struttura del software e guida all uso 2 Struttura del software e guida all uso Introduzione Il kit Impariamo l inglese con la LIM è composto da un CD-ROM interattivo per lavorare con la LIM e da un libro. All interno di questa sezione sono

Dettagli

3.3 Formattazione. Formattare un testo. Copyright 2008 Apogeo. Formattazione del carattere

3.3 Formattazione. Formattare un testo. Copyright 2008 Apogeo. Formattazione del carattere 3.3 Formattazione Formattare un testo Modificare la formattazione del carattere Cambiare il font di un testo selezionato Modificare la dimensione e il tipo di carattere Formattazione del carattere In Word,

Dettagli

BANCA DATI PREPARATI PERICOLOSI

BANCA DATI PREPARATI PERICOLOSI BANCA DATI PREPARATI PERICOLOSI Manuale operativo ISS FORMULA v.1.26. 1 CONFIGURAZIONE MINIMA RICHIESTA...2 2 INSTALLAZIONE DEL PROGRAMMA...3 3 DEFINIZIONI...4 4 FINESTRA INIZIALE DEL PROGRAMMA...5 5 COME

Dettagli

Unità di apprendimento 8 il giappone

Unità di apprendimento 8 il giappone 84 lezioni digitali Unità di apprendimento 8 il giappone tempi In aula: da 4 a 5 ore luoghi Aula con lavagna LIM o PC con videoproiettore Per alcune attività è necessaria la connessione Internet contenuti

Dettagli

Reference Word avanzato (Versione Office 2003)

Reference Word avanzato (Versione Office 2003) Reference Word avanzato (Versione Office 2003) Copyright Sperlinga Rag. Alessio., tutti i diritti riservati. Questa copia è utilizzabile dallo studente soltanto per uso personale e non può essere impiegata

Dettagli

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop...

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop... Kobo Desktop Manuale Utente INDICE Informazioni Generali... 4 Installare Kobo Desktop su Windows... 5 Installare Kobo Desktop su Mac... 6 Comprare ebook con Kobo Desktop... 8 Usare la Libreria di Kobo

Dettagli

Nonni su Internet. VII edizione - a.s. 2008-2009. Progetto ideato e organizzato da Fondazione Mondo Digitale. Responsabile

Nonni su Internet. VII edizione - a.s. 2008-2009. Progetto ideato e organizzato da Fondazione Mondo Digitale. Responsabile VII edizione - a.s. 2008-2009 Progetto ideato e organizzato da Fondazione Mondo Digitale Responsabile Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro r.santoro@ mondodigitale.org Per aderire al progetto contattare:

Dettagli

INDICE PROGRAMMA CORSO

INDICE PROGRAMMA CORSO INDICE PROGRAMMA CORSO PRIMA LEZIONE: Componenti di un computer: Hardware, Software e caratteristiche delle periferiche. SECONDA LEZIONE: Elementi principali dello schermo di Windows: Desktop, Icone, Mouse,

Dettagli

Unità di apprendimento 6 la regione russa: la russia

Unità di apprendimento 6 la regione russa: la russia 64 lezioni digitali Unità di apprendimento 6 la regione russa: la russia tempi In aula: 6 ore luoghi Aula con lavagna LIM o PC con videoproiettore Per alcune attività è necessaria la connessione Internet

Dettagli

SCRUTINIO WEB MANUALE D USO. Scrutinio Web. Manuale d uso - Docente. Versione 1.2.0 del 12-12-2011. Pagina 1 di 12

SCRUTINIO WEB MANUALE D USO. Scrutinio Web. Manuale d uso - Docente. Versione 1.2.0 del 12-12-2011. Pagina 1 di 12 Scrutinio Web Manuale d uso - Docente Versione 1.2.0 del 12-12-2011 Pagina 1 di 12 Sommario PREMESSA... 4 Requisiti minimi... 4 USO DEL PROGRAMMA... 5 Accesso Docente... 5 Registrazione Valutazione ed

Dettagli

Nuova ECDL ONLINE COLLABORATION

Nuova ECDL ONLINE COLLABORATION PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER Nuova ECDL ONLINE COLLABORATION CONCETTI FONDAMENTALI USO DI DISPOSITIVI MOBILI APPLICAZIONI SINCRONIZZAZIONE 4. COLLABORAZIONE MOBILE 4.1. Concetti fondamentali 4.1.1 Identificare

Dettagli

6HQRQVLDYYLDDXWRPDWLFDPHQWHIDUHFOLFVX

6HQRQVLDYYLDDXWRPDWLFDPHQWHIDUHFOLFVX 6HQRQVLDYYLDDXWRPDWLFDPHQWHIDUHFOLFVX LE FUNZIONALITÀ DELLE LAVAGNE INTERATTIVE MULTIMEDIALI (LIM) LIM e nuove tecnologie nella scuola Nell ambito del progetto del Gruppo RCS di predisposizione di strumenti

Dettagli

Integrazione sbarco del pescato

Integrazione sbarco del pescato Integrazione sbarco del pescato ATTO ESECUTIVO MIPAAF SIN PER LA REALIZZAZIONE DEL SISTEMA DI INTEGRAZIONE DELLE COMPONENTI HARDWARE E SOFTWARE NECESSARIE PER L EVOLUZIONE DELLE MODALITÀ DI COMUNICAZIONE

Dettagli

Guida alla compilazione del questionario elettronico

Guida alla compilazione del questionario elettronico Sommario 1. Il questionario elettronico... 1 1.1 Prerequisiti... 1 1.2 Accesso al questionario elettronico... 2 1.2.1 Procedura di primo accesso per i rispondenti... 3 1.2.2 Procedura di cambio/recupero

Dettagli

www.informarsi.net MODULO 6 ECDL - EIPASS STRUMENTI DI PRESENTAZIONE - PRESENTATIONS Microsoft PowerPoint http://www.informarsi.net/ecdl/powerpoint/

www.informarsi.net MODULO 6 ECDL - EIPASS STRUMENTI DI PRESENTAZIONE - PRESENTATIONS Microsoft PowerPoint http://www.informarsi.net/ecdl/powerpoint/ MODULO 6 ECDL - EIPASS STRUMENTI DI PRESENTAZIONE - PRESENTATIONS Microsoft PowerPoint http:///ecdl/powerpoint/ INTERFACCIA UTENTE TIPICA DI UN SOFTWARE DI PRESENTAZIONE APERTURA E SALVATAGGIO DI UNA PRESENTAZIONE

Dettagli

Corso di Informatica

Corso di Informatica Corso di Informatica Lez. 6 di 12 Docente: valter.rolando@med.unipmn.it IL FOGLIO ELETTRONICO (II) Imposta Pagina Stampa Elenchi Ordinamenti e Filtri Subtotali Novara, 8 giugno 2007 1 IMPOSTA PAGINA Parte

Dettagli

Corso base Percorso 2

Corso base Percorso 2 Rete Scuola Digitale Veneta Piano Regionale di Formazione Scuola Digitale Veneto Corso base Percorso 2 Lavorare con dispositivi personali destinati ad essere usati dai singoli partecipanti al processo

Dettagli

ARCHITETTURA FISICA DEL SISTEMA

ARCHITETTURA FISICA DEL SISTEMA PROGETTO EBLA+ L uso dei contenitori EBLAplus ti aiuterà a gestire i tuoi documenti in modo facile e organizzato. Potrai in ogni momento, dal tuo dispositivo mobile, controllare quali documenti compongono

Dettagli

Sistema Web. Gestione Documenti Elettronici

Sistema Web. Gestione Documenti Elettronici GUIDA RAPIDA Sistema Web CONSORZIO CO.D.IN. M A R C H E Gestione Documenti Elettronici INDICE Capitolo 1: Avvio Applicazione Capitolo 2: Autenticazione Utente e Accesso al Sistema Capitolo 3: Navigazione

Dettagli

MODULE 4 BASIC IT SKILLS

MODULE 4 BASIC IT SKILLS MODULE 4 BASIC IT SKILLS Nel modulo 4 abbiamo preparato una guida per le competenze informatiche di base che condurrà passo dopo passo i principianti che vogliono imparare a usare Word e Internet o da

Dettagli

Intenti del laboratorio di informatica

Intenti del laboratorio di informatica Intenti del laboratorio di informatica Il corso di prima alfabetizzazione informatica è finalizzato al superamento del Divario Digitale e alla diffusione delle buone pratiche informatiche tra la popolazione.

Dettagli

18. Cercare, scaricare, organizzare e condividere le fotografie digitali

18. Cercare, scaricare, organizzare e condividere le fotografie digitali 18. Cercare, scaricare, organizzare e condividere le fotografie digitali 18. Cercare, scaricare, organizzare e condividere le fotografie digitali In questo capitolo impareremo a cercare immagini su Internet,

Dettagli

L etichettatura dei prodotti alimentari. Paola Rebufatti Laboratorio Chimico Camera di Commercio Torino

L etichettatura dei prodotti alimentari. Paola Rebufatti Laboratorio Chimico Camera di Commercio Torino L etichettatura dei prodotti alimentari Paola Rebufatti Laboratorio Chimico Camera di Commercio Torino Milano, 6 marzo 2015 ETICHETTATURA qualunque menzione, indicazione, marchio di fabbrica o commerciale,

Dettagli

XFACILE / XTOTEM Pagina 1. Presentazione

XFACILE / XTOTEM Pagina 1. Presentazione XFACILE / XTOTEM Pagina 1 Presentazione XFACILE / XTOTEM Pagina 2 Presentazione XFACILE XTOTEM è un sistema studiato per gestire Siti Internet e Pannelli Informativi. Con XTOTEM si possono disegnare e

Dettagli

Excel Guida introduttiva

Excel Guida introduttiva Excel Guida introduttiva Informativa Questa guida nasce con l intento di spiegare in modo chiaro e preciso come usare il software Microsoft Excel. Questa è una guida completa creata dal sito http://pcalmeglio.altervista.org

Dettagli

INTERNET EXPLORER Breve manuale d uso

INTERNET EXPLORER Breve manuale d uso INTERNET EXPLORER Breve manuale d uso INDICE INTRODUZIONE... 3 COME IMPOSTARE LA PAGINA INIZIALE... 3 LA WORK AREA... 3 LE VOCI DI MENU... 5 IL MENU FILE... 5 IL MENU MODIFICA... 6 IL MENU VISUALIZZA...

Dettagli

La Piattaforma la Piattaforma La Piattaforma

La Piattaforma la Piattaforma  La Piattaforma In un mercato globale è sempre più importante conoscere ciò che si sta per acquistare, la provenienza delle materie prime e la catena produttiva (o filiera di produzione) associata al prodotto che si intende

Dettagli

UltraSMS. Introduzione. 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni

UltraSMS. Introduzione. 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni UltraSMS Introduzione 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni 2. Gestire Contatti 2.1 Inserire/modificare/cancellare un contatto 2.2 Importare i contatti da Outlook 2.3 Creare una lista di numeri

Dettagli

BANCA DATI PREPARATI PERICOLOSI. Manuale operativo ISS FORMULA v.1.25. Configurazione minima richiesta:

BANCA DATI PREPARATI PERICOLOSI. Manuale operativo ISS FORMULA v.1.25. Configurazione minima richiesta: BANCA DATI PREPARATI PERICOLOSI Manuale operativo ISS FORMULA v.1.25. Configurazione minima richiesta Installazione del programma Definizioni Finestra iniziale del programma Come compilare Configurazione

Dettagli

UltraSMS. Introduzione. 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni

UltraSMS. Introduzione. 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni UltraSMS Introduzione 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni 2. Gestire Contatti 2.1 Inserire/modificare/cancellare un contatto 2.2 Importare i contatti da Outlook 2.3 Creare una lista di numeri

Dettagli

Definizione e struttura della comunicazione

Definizione e struttura della comunicazione Definizione e struttura della comunicazione Sono state date molteplici definizioni della comunicazione; la più semplice e comprensiva è forse questa: passaggio di un'informazione da un emittente ad un

Dettagli

Guida all uso! Moodle!

Guida all uso! Moodle! Guida all uso della piattaforma online Moodle Guida Piattaforma Moodle v. 1.3 1. Il primo accesso Moodle è un CMS (Course Management System), ossia un software Open Source pensato per creare classi virtuali,

Dettagli

Capitolo 1 Operazioni preliminari

Capitolo 1 Operazioni preliminari Manuale Utente Contenuti Capitolo 1 Operazioni preliminari... 1 Installazione... 1 Registrazione e login... 1 Test compatibilità... 2 Capitolo 2 Il Market... 4 Capitolo 3 Al Cinema... 6 Capitolo 4 Opzioni...

Dettagli

Libretto e71/e73 pro:

Libretto e71/e73 pro: Libretto e71/e73 pro: Annotare il proprio numero IMEI inserito nel vano batteria per questioni di sicurezza è necessario nel caso di denuncia. Si consiglia l'uso del codice pin della sim card e il pin

Dettagli

UP Mobile Rivoluziona il tuo sistema di pagamento

UP Mobile Rivoluziona il tuo sistema di pagamento UP Mobile Rivoluziona il tuo sistema di pagamento Rivoluziona il tuo modo di fare acquisti Il Mobile Payment del Gruppo Banca Sella: una nuova frontiera per fare acquisti Con Mobile Payment si intendono

Dettagli

il Mac e lo studio legale: primi passi in EasyLex

il Mac e lo studio legale: primi passi in EasyLex _tutorial Come approcciare il software per la gestione degli studi legali che accompagna gli utenti della Mela dai lontani tempi di Mac OS Francesco Pignatelli il Mac e lo studio legale: primi passi in

Dettagli

Pratica guidata 9 Tablet

Pratica guidata 9 Tablet Pratica guidata 9 Tablet Usare l applicazione Play Store per cercare ed installare applicazioni Cercare, aggiornare e rimuovere applicazioni Centro Servizi Regionale Pane e Internet Redazione a cura di

Dettagli

STRUMENTI. Impostare una pubblicazione. I programmi di pubblicazione. Come progettare una pubblicazione. Creare una nuova pubblicazione

STRUMENTI. Impostare una pubblicazione. I programmi di pubblicazione. Come progettare una pubblicazione. Creare una nuova pubblicazione STRUMENTI Impostare una pubblicazione I programmi di pubblicazione I programmi di pubblicazione o desktop publishing consentono di creare e stampare pubblicazioni di vario genere, come ad esempio brochure,

Dettagli

TRADUTTRICE E TRADUTTORE

TRADUTTRICE E TRADUTTORE Aggiornato il 9 luglio 2009 TRADUTTRICE E TRADUTTORE 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 6 5. COMPETENZE... 8 Quali competenze sono necessarie?...

Dettagli

Virtual meeting istruzioni per l uso v 1.0 del 10 aprile 2012 - by LucioTS

Virtual meeting istruzioni per l uso v 1.0 del 10 aprile 2012 - by LucioTS Qui di seguito le istruzioni per partecipare ai virtual meeting 3rotaie. Il software (ad uso gratuito per scopi non commerciali) scelto è TeamViewer (scaricabile da http://www.teamviewer.com) che la momento

Dettagli

Nonni su Internet. VI edizione - a.s. 2007-2008. Progetto ideato e organizzato da Fondazione Mondo Digitale. Referenti:

Nonni su Internet. VI edizione - a.s. 2007-2008. Progetto ideato e organizzato da Fondazione Mondo Digitale. Referenti: VI edizione - a.s. 2007-2008 Progetto ideato e organizzato da Fondazione Mondo Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Per aderire al progetto contattare: dott.ssa Cecilia Stajano

Dettagli

CyberLink. PowerDVD Mobile. Guida per l'utente

CyberLink. PowerDVD Mobile. Guida per l'utente CyberLink PowerDVD Mobile Guida per l'utente Copyright e limitazioni Tutti i diritti riservati. Non è consentito riprodurre nessuna porzione della presente pubblicazione, memorizzarla in un sistema di

Dettagli

Centro Iniziative Sociali Municipio III

Centro Iniziative Sociali Municipio III Centro Iniziative Sociali Municipio III C.I.S Municipio III Corso di informatca Roberto Borgheresi C ORSO BASE DI I NFORMATICA Centro Iniziative Sociali Municipio III Coordinatore: Roberto Borgheresi Insegnanti:

Dettagli

BEST TECHNOLOGY INNOVATION INNOV@RETAIL

BEST TECHNOLOGY INNOVATION INNOV@RETAIL PANE, latte INTEGRALE,Ticket,CIABATTE,SPUGNA, ESPOSITORE M3, DETERSIVO,NIKE,TONNO,SCARPE DA GINNASTICA, IL PRODOTTO Carne, PADIGLIONE,Prosciutto,BAR, SPAGHETTI, CHE CERCAVI Acqua, PANNA,S.BENEDETTO,SuccoDi

Dettagli

Albano Squizzato ingsquizzato@libero.it. Moodle-manuale. manuale per il docente. Generazione Web 2013-14 - G9

Albano Squizzato ingsquizzato@libero.it. Moodle-manuale. manuale per il docente. Generazione Web 2013-14 - G9 Albano Squizzato ingsquizzato@libero.it Moodle-manuale manuale per il docente Generazione Web 2013-14 - G9 Come utilizzare Moodle La versatilità di Moodle consente la totale personalizzazione dell interfaccia,

Dettagli

CONOSCENZE ABILITÀ CONOSCENZE ABILITÀ METODOLOGIA/ STRATEGIE COMUNI EUROPEE Comunicazione in lingua straniera

CONOSCENZE ABILITÀ CONOSCENZE ABILITÀ METODOLOGIA/ STRATEGIE COMUNI EUROPEE Comunicazione in lingua straniera ISTITUTO COMPRENSIVO 3-VICENZA DIPARTIMENTO DI LINGUE STRANIERE CURRICOLO DI INGLESE SCUOLA PRIMARIA Fine classe terza Fine classe quinta COMPETENZE CHIAVE COMPETENZE SPECIFICHE CONOSCENZE ABILITÀ CONOSCENZE

Dettagli

Guida per l utilizzo del Data Base

Guida per l utilizzo del Data Base Guida per l utilizzo del Data Base Specifico per catalogare e gestire la vostra collezione di modelli ferroviari Requisiti di sistema e installazione Collezione Treni 2011 è progettato per funzionare con

Dettagli

SPIGA Sistema di Protocollo Informatico e Gestione Archivi

SPIGA Sistema di Protocollo Informatico e Gestione Archivi SPIGA Sistema di Protocollo Informatico e Gestione Archivi Modulo Gestione Protocollo Manuale Utente Manuale Utente del modulo Gestione Protocollo Pag. 1 di 186 SPIGA...1 Modulo Gestione Protocollo...1

Dettagli

LeggiXme_SP. Introduzione...2. Installazione...2. Esecuzione...2. Per fare qualcosa in più...3. Menù Modifica...4. Menù Visualizza...4. Menù Audio...

LeggiXme_SP. Introduzione...2. Installazione...2. Esecuzione...2. Per fare qualcosa in più...3. Menù Modifica...4. Menù Visualizza...4. Menù Audio... LeggiXme_SP Introduzione...2 Installazione...2 Esecuzione...2 Per fare qualcosa in più...3 Menù File...3 Menù Modifica...4 Menù Visualizza...4 Menù Audio...5 Il Correttore Ortografico...5 Menù Evidenzia

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO Bienvenue, Welcome, Willkommen, Benvenuti alle Cinque Terre.

UNITA DI APPRENDIMENTO Bienvenue, Welcome, Willkommen, Benvenuti alle Cinque Terre. Denominazione: Prodotti Competenze mirate assi culturali professionali cittadinanza UNITA DI APPRENDIMENTO Bienvenue, Welcome, Willkommen, Benvenuti alle Cinque Terre. Presentazione turistica multimediale

Dettagli

Dipartimento di Prevenzione. Servizio di Igiene degli Alimenti e Nutrizione

Dipartimento di Prevenzione. Servizio di Igiene degli Alimenti e Nutrizione Procedura: RILASCIO CERTIFICAZIONE /ATTESTAZIONE PER L ESPORTAZIONE DI ALIMENTI DI ORIGINE VEGETALE 1 INDICE pag. 1) Scopo e Campo di applicazione 3 2) Riferimenti Legislativi 3 3) Modalità Operative 3

Dettagli

SERVIZI, AVVISI, CATEGORIE E DOCUMENTI SUL WEB MANUALE E LINEE GUIDA

SERVIZI, AVVISI, CATEGORIE E DOCUMENTI SUL WEB MANUALE E LINEE GUIDA SERVIZI, AVVISI, CATEGORIE E DOCUMENTI SUL WEB MANUALE E LINEE GUIDA Sunto Manuale tecnico, linee guida sugli obblighi di legge in materia di pubblicazione sul web e consigli per una comunicazione efficace

Dettagli

COOLPIX: P520, S9500, S6500, S5200, AW110 0 75 97

COOLPIX: P520, S9500, S6500, S5200, AW110 0 75 97 1 Wireless Mobile Utility (Android) Manuale d uso Installare la Wireless Mobile Utility sul proprio dispositivo intelligente (smartphone o tablet) per scaricare foto da una fotocamera o per scattare foto

Dettagli

La dieta deve assicurare al nostro organismo, oltre alle proteine, i grassi, i carboidrati e l energia

La dieta deve assicurare al nostro organismo, oltre alle proteine, i grassi, i carboidrati e l energia 8. Varia spesso le tue scelte a tavola 58 La dieta deve assicurare al nostro organismo, oltre alle proteine, i grassi, i carboidrati e l energia da essi apportata, anche altri nutrienti indispensabili,

Dettagli

Operazioni di base per l inserimento del testo

Operazioni di base per l inserimento del testo Office automation dispensa n.2 su Word Pagina 1 di 13 Operazioni di base per l inserimento del testo Usando un elaboratore di testi è consigliabile seguire alcune regole di scrittura che permettono di

Dettagli

Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 7.0)

Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 7.0) Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 7.0) Nota Bene: Si raccomanda di leggere queste dispense di fronte al computer, provando passo dopo passo le funzionalità descritte. Per

Dettagli

ACCREDITAMENTO. Gestione informatizzata dell iter, dalla domanda alla visita ispettiva. Manuale Utente

ACCREDITAMENTO. Gestione informatizzata dell iter, dalla domanda alla visita ispettiva. Manuale Utente ACCREDITAMENTO Gestione informatizzata dell iter, dalla domanda alla visita ispettiva Manuale Utente versione 13.1 Aggiornata il 16 Febbraio 2009 pag. 2 di118 Sommario 1. Introduzione...5 1.1. Obiettivo...5

Dettagli

Tablet a scuola? Alberto Panzarasa

Tablet a scuola? Alberto Panzarasa Tablet a scuola? Alberto Panzarasa Programma Utilizzo tablet Gmail e googledrive Utilizzo table6t nella didattica Batteria prima del primo utilizzo è consigliabile tenere il dispositivo in carica per almeno

Dettagli

Feed RSS: strumenti indispensabili per il reporter

Feed RSS: strumenti indispensabili per il reporter Reportage Feed RSS: strumenti indispensabili per il reporter Per un fotogiornalista il lavoro di progettazione del servizio e di documentazione è fondamentale. Internet mette a disposizione strumenti molto

Dettagli

Inizia da Qui BlackBerry Curve 9300 Series

Inizia da Qui BlackBerry Curve 9300 Series Benvenuti in BlackBerry! Impara a conoscere il nuovo smartphone BlackBerry Curve. Esplorazione tasti 2010 Research In Motion Limited. Tutti i diritti riservati. BlackBerry, RIM, Research In Motion, SureType,

Dettagli

UP Mobile è gratuito e si scarica da Google Play e da Apple Store.

UP Mobile è gratuito e si scarica da Google Play e da Apple Store. Arriva un modo tutto nuovo di fare acquisti e pagamenti, senza dover utilizzare denaro contante o carta di credito bensì inquadrando un QR Code con il proprio smartphone (un codice a barre bidimensionale,

Dettagli

Oggetto: autocontrollo nelle industrie alimentari indicazioni a seguito delle modifiche al D.Lvo 155/97

Oggetto: autocontrollo nelle industrie alimentari indicazioni a seguito delle modifiche al D.Lvo 155/97 Direzione Sanità Pubblica Settore Vigilanza e Controllo Alimenti di Origine Animale Prot. n. /27.004 Torino, lì Ai Responsabili del SIAN delle ASL del Piemonte Ai Responsabili del Servizio Veterinario

Dettagli

B C. Wireless Mobile Utility (ios) Manuale d'uso D600, D5200 0 2 19 D3200 0 20 37. Nikon 1: V2, J3, S1 0 38 53

B C. Wireless Mobile Utility (ios) Manuale d'uso D600, D5200 0 2 19 D3200 0 20 37. Nikon 1: V2, J3, S1 0 38 53 1 Wireless Mobile Utility (ios) Manuale d'uso Installare la Wireless Mobile Utility sul proprio dispositivo ios (iphone, ipad o ipod touch) per scaricare foto da una fotocamera o per scattare foto in remoto.

Dettagli

Informazioni per installazione ed avviamento Data Domus

Informazioni per installazione ed avviamento Data Domus Informazioni per installazione ed avviamento Data Domus La procedura per utilizzare Data Domus si divide in 2 fasi 1. Installazione 2. Configurazione Installazione Una volta in possesso del file di installazione,

Dettagli

Manuale di Picto Selector

Manuale di Picto Selector Manuale di Picto Selector INDICE DEI CONTENUTI 1. Scaricare ed installare il programma.... 1 2. Avvio del programma per la prima volta.... 6 3. Creare la nostra prima tabella di comunicazione... 8 4. Salvare

Dettagli