FORTE DOLLARO TV DEBOLE IL MWC BE SPECIALIST CONSUMER ELECTRONICS HV E CANALE CONTRO MAIOCCHI RACCONTA PIACE ANCORA PERCHÉ IL CANALE INDIRETTO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FORTE DOLLARO TV DEBOLE IL MWC BE SPECIALIST CONSUMER ELECTRONICS HV E CANALE CONTRO MAIOCCHI RACCONTA PIACE ANCORA PERCHÉ IL CANALE INDIRETTO"

Transcript

1 CONSUMER ELECTRONICS APRILE 2015 PERCHÉ IL CANALE INDIRETTO PIACE ANCORA MAIOCCHI RACCONTA LA NUOVA MONDADORI EDITORIALE DUESSE - Anno XXII - n. 4 - Poste Italiane s.p.a.- Spedizione in Abbonamento Postale - D.L. 353/2003 (conv. In L. 27/02/2004 n 46) art.1, comma 1, DCB Milano COSA HA INSEGNATO IL MWC HV E CANALE QUALE PARTNERSHIP? BE SPECIALIST LA NUOVA IMPRONTA DI SBS TV DEBOLE CONTRO DOLLARO FORTE Le SFIDE del MONDO della CE per far tornare i conti di una CATEGORIA TV sempre PIÙ POVERA di profittabilità e intrappolata dai tagli prezzo, sono sempre più importanti. Ma, ora c è anche L APPREZZAMENTO della VALUTA AMERICANA. Cosa succederà?

2 Tutte le notizie su e sulla pagina FACEBOOK di Trade Consumer Electronics Editoriale IL PAGABANCOMAT SI È INCEPPATO Q Questa è l espressione che ha usato un direttore acquisti qualche giorno fa. E non si riferiva al circuito di debito con il quale un titolare di conto corrente può compiere acquisti di beni e servizi con addebito diretto sul suo conto corrente, ma al meccanismo con cui i retailer del canale si finanziano attraverso la raccolta di contributi, fee e altri extra dai vari brand. Quindi, dopo averlo detto per anni, ora sembra che sia veramente arrivato il momento dei no da parte dell industria soprattutto hi-tech; quella che oggi è indubbiamente più povera e quindi non è più nelle condizioni di erogare migliaia e migliaia di euro (per l appunto, tipo Bancomat) alla distribuzione. Questo significa che diverse aziende stanno iniziando a fare delle scelte d investimento, anzi delle selezioni nette. Questo è già un buon punto, ma speriamo che una volta per tutte sarà una visione strategica e di medio-lungo periodo a guidare e non, come troppo spesso accade, logiche di mero volume o ancor peggio di miope tatticismo, fino ad assurdi personalismi. Perché, diciamolo, il canale eldom è oggi così per cominciare zoppicante e poco virtuoso in grande parte per questi processi perversi. Molte risorse sono state probabilmente sperperate, certamente troppe sono state usate per alimentare sfide promozionali e quote di mercato di questa o quell insegna, ma soprattutto per tenere in vita player commerciali piccoli e grandi - già con uno stato di salute molto compromesso, se non addirittura fosco. Ma, non è tutto, perché anche il canale deve a questo punto fortemente rimettere a tema il proprio modello di business. Se, non l ha fatto per altre enne ragioni che avrebbero già dovuto negli ultimi anni spingerlo in questa direzione, oggi ci sembra che non abbia (aggiungiamo anche in questo caso: finalmente!) alternative. D altronde come ha ben sintetizzato un category: Avremo sempre più a che fare con brand alla EasyJet e sempre meno alla AirFrance. O lo capiamo o sarà veramente dura per noi Elena Reguzzoni Aprile 2015 TRADE CONSUMER ELECTRONICS 3

3 Sommario 24 2 MEGAPIXEL 22 COPERTINA TV DEBOLE CONTRO DOLLARO FORTE Un business sotto pressione, che oggi fa i conti anche con un cambio quasi alla pari tra la moneta USA e l euro palto/istock/thinkstock; Gabylya/iStock/Thinkstock CONTROLLO TOUCHSCREEN 39 PUNTI AF CONNETTIVITà WI-FI ATTUALITÀ 28 Tutti i pregi del canale indiretto L affiliazione e ridistribuzione assicurano una fetta aggiuntiva di fatturato e maggiore presidio del territorio PRODOTTI E MERCATI 36 Cosa ha insegnato il MWC 2015? La conferma di un business forte con alta competititvità e focalizzazione sulla fascia media degli smartphone, un minore interesse per i tablet e tanta attenzione e risorse per i wearable 47 L alternativa possibile Android Tv, Ambilight e produzione cinese sono le armi che mette in campo TP Vision per contrastare il dualismo coreano del mercato italiano 48 Eldom e major una relazione da rafforzare Il mercato home video ha al suo interno trend positivi dati da alcuni segmenti e dall ecommerce. Tendenze su cui è possibile intensificare la partnership tra insegne CE e le società audiovisive DISTRIBUZIONE 54 Non solo cultura Mondadori Retail rivede i concept degli store, introducendo altri mondi, in primis servizi technical e ristorazione, ma con il libro sempre al centro del business i am READY TO IMPRESS i am NiKON d5500. Il fotografo Andrius Aleksandravičius utilizza al massimo il suo talento artistico. Prova anche tu a dare libero sfogo all ispirazione e alla fantasia e sfrutta le numerose possibilità offerte dalla Nikon D5500 per tradurre le tue idee in fotografie incredibili. Questa fotocamera è dotata di un innovativo monitor touchscreen ad angolazione variabile, della connessione Wi-Fi integrata * e si caratterizza per un corpo maneggevole ed estremamente leggero. Grazie al sensore da 24.2 MP, ai 39 punti di messa a fuoco e ad una gamma ISO estendibile fino a , con la Nikon D5500 puoi ottenere immagini di qualità superiore in qualsiasi condizione. Fatti ispirare e porta la tua fotografia ad un livello superiore. Non ti servono tante idee, solo una nuova prospettiva. Foto realizzata da Andrius Aleksandravičius. Andrius Aleksandravičius Scopri di più su nikonreflex.it 48 4 TRADE CONSUMER ELECTRONICS Aprile ANNI GARANZIA Nital Card assicura 4 anni di garanzia e assistenza più accurata con ricambi originali. Infoline Per estendere la garanzia a 4 anni è necessario registrare il prodotto via web alle condizioni riportate all interno della confezione o su * Per la condivisione di immagini è necessario un dispositivo smart con opzione Wi-Fi attivata.

4 Sommario RUBRICHE 8 News 20 Un caffè con Roberto Rocchi, direttore commerciale di Toshiba Global Commerce Solutions (TGCS) Italia 34 Focus Intervista a Luigi Viscomi e Marco Visconti, rispettivamente direttore commerciale e category manager di SBS 45 Vis à Vis Intervista a Michele Piemontese, amministratore delegato di Woox Innovations 52 Vis à Vis Intervista a Lorenzo Ferrari Ardicini, vicepresidente di CG Entertainment 74 Si parla di ECCO GLI EXTRA DELLA DIGITAL EDITION LE SOLUZIONI OMINICANALE DI TGCS I DATI GFK TV PRODOTTI E SOLUZIONI ESPOSITIVE DI SBS I DATI GFK SUL MOBILE PHOTOGALLERY DELL EVENTO DI TP VISION C M Y CM MY CY CMY 34 K 45 Disponibile gratuitamente su App Store, Windows Store e Google Play, arricchita da contenuti extra TRADE CONSUMER ELECTRONICS Aprile 2015

5 News Poltrone Tutte le notizie su e sulla pagina FACEBOOK di Trade Consumer Electronics Veronica Scandola {Telefonia} FALIVENE BUSINESS DEVELOPMENT MANAGER DI CUSTOM Si è chiusa dopo pochi mesi la collaborazione di Gianrio Falivene con Aba Service, ma il manager rimane nel mondo mobile. Nel dettaglio Falivene ha assunto la carica di business development manager presso Custom con il compito di implementare una nuova BU dedicata ai device mobile per il mercato consumer. Custom non è una società nota al mondo technical, «ma si tratta di una realtà di eccellenza italiana: è infatti una società di riferimento anche a livello internazionale per lo sviluppo e la commercializzazione di periferiche B2B di stampa e di altre periferiche per l automazione di determinati processi, anche all interno pv con la BU mobile solution. Parliamo di casse touch, registratori di cassa, chioschi digitali, stampanti per i biglietti aerei, phablet per gli addetti vendita» precisa il manager: «Proprio grazie all area mobile solution Custom ha stretto forti relazioni nel Far East con produttori e soprattutto ha sviluppato al proprio interno un forte knowhow in termini di controllo qualità e sviluppo software. Una esperienza che ora Custom vuole sfruttare aprendo una BU dedicata ai prodotti mobile consumer». {CE&ged} YANNICK FIERLING NUOVO A.D. DI HAIER EUROPE Haier Europe, attiva in 30 paesi europei con 8 uffici nazionali: in Francia, Italia, Germania, Spagna, Regno Unito, Russia, Benelux e Polonia, ha nominato Yannick Fierling alla carica di amministratore delegato. Il manager succede a René Aubertine e si vedrà affidata la gestione complessiva di Haier Europe, la guida europea di Haier Group. Fierling approda in Haier dopo quindici anni passati in Whirlpool, dove ha recentemente coperto le cariche di General Manager del dipartimento Fabric Care e vice Presidente di Whirlpool EMEA. In Whirlpool, Fierling ha occupato posizioni di crescente responsabilità sia in Europa che in Nord America. Yannick Fierling, ha cosi commentato la sua nomina: «Sono entusiasta dell opportunità di guidare Haier in una nuova ambiziosa fase di sviluppo sul mercato europeo. Haier è inimitabile nella comprensione delle esigenze dei clienti e nella sua determinazione nel creare prodotti innovativi che semplificano e migliorano la vita quotidiana. L azienda è ben posizionata nel mercato e pronta a svolgere un ruolo di primo piano nell industria europea degli apparecchi elettrodomestici». {CE&ged} NUOVO INGRESSO IN HISENSE Il team di Hisense si amplia con l ingresso di Veronica Scandola, che assume il ruolo di national account manager del canale consumer per il bianco e il bruno. La manager ha alle spalle diverse esperienze professionali maturate in multinazionali come Philips, Sagem. Nel 2004 entra in Brother Italia dove - fino al occupa il ruolo di sales manager consumer channel. Scandola proviene da Esprinet, realtà in cui ha occupato la poltrona di national key account consumer. {Home Video} CHIARA MOLOGNI IN KOCH MEDIA Chiara Mologni entra in Koch Media Italia in qualità di Movie Digital Manager & New Media, assumendo la responsabilità delle vendite digitali, delle vendite edicola e delle vendite speciali inerenti l area HE dell azienda diventando, inoltre, parte integrante del team operante nell ambito della distribuzione dei diritti tv. Chiara Mologni, 37 anni, vanta un esperienza in aziende come RCS e Moviemax. Umberto Bettini, Country Manager Koch Media Italia, ha detto: «Chiara vanta una lunga esperienza nella gestione delle vendite digitali e televisive e nell implementazione di attività speciali legate all Home Entertainment». {Servizi} CLAUDIO MAGNANI IN REINVENTA Claudio Magnani dopo numerosi anni di esperienza nel retail eldom tradizionale e un anno nella divisione commerce del gruppo Banzai, è approdato in Reinventa, un network di professionisti dedicati alla formazione e alla consulenza. «Ci occupiamo principalmente di risorse umane, anche se preferisco parlare di formazione e di sviluppo delle persone all interno di organizzazioni anche molto diverse, dalle strutture gerarchizzate di aziende molto strutturate, agli staff dei pv», precisa Magnani: «Oltre ai più classici interventi di formazione, ci occupiamo di coaching, in particolare corsi di team coaching, di sviluppo organizzativo bilancio delle competenze, valutazione delle performance e del potenziale -, fino all analisi dei processi di team. Ogni consulente è focalizzato più su certi settori, nel mio caso è maggiormente il mondo retail». Reinventa utilizza attraverso consulenti senior i principali test comportamentali, come l MBTI, il Success Insights e Insights Discovery utilizzati anche in aula come acceleratori dei vari percorsi di apprendimento. «Mi piace dire che reinventiamo le competenze e valorizziamo le caratteristiche dei singoli come dei team per rispondere alle sfide molto complesse alle quali oggi qualsiasi impresa deve fare fronte» conclude Magnani. 8 TRADE CONSUMER ELECTRONICS Aprile 2015

6 News Italia Tutte le notizie su e sulla pagina FACEBOOK di Trade Consumer Electronics EDITORIALE DUESSE LANCIA SI AMPLIA L OFFERTA DI ED CORPORATE ED Corporate, distributore di prodotti tecnologici come le fotocamere Kodak o lo storage di Philips ha recentemente siglato una partnership per la distribuzione esclusiva in Italia con AEG Communication, brand specializzato nella produzione di prodotti per la comunicazione wireless e della telefonia domestica e mobile con una gamma che offre apparecchi cordless e corded di design, ma anche cellulari e smartphone anche per un utenza senior oltre che a prodotti innovativi come cordless domestici con interfaccia touch e sistema operativo Android. I device AEG Communication sono prodotti, distribuiti o venduti da Binatone Electronics Ltd., licenziatario ufficiale per prodotti per la comunicazione con il marchio AEG. AEG è un marchio registrato usato sotto licenza di Electrolux AB. {HQ} GFK SI TRASFERISCE IN VIA TORTONA 33 Lo scorso 16 marzo GfK Retail and Technology ha inaugurato la sua nuova sede di Milano in via Tortona, 33. L azienda sottolinea che con La nuova sede intende aprirsi alla città, non solo ai Clienti. Via Tortona 33 diventerà un luogo in cui gli attori che determinano il cambiamento socio e psico-culturale potranno trovare ospitalità, dal mondo delle imprese alle università, al popolo dell arte, dei media, della comunicazione e dello spettacolo. GfK quale sigla dell eccellenza nella produzione della conoscenza, non solo nella ricerca di mercato. Quindi creatività, rottura degli schemi, fertilizzazioni continue, alla ricerca di sempre più inediti portatori d acqua. Sede in cui gli ambienti si aprono, accolgono, fanno sentire comodi e benvenuti. Dal 16 Marzo le porte metaforicamente spariranno. Veniteci a visitare, ne saremo felici. Il nuovo numero di telefono sarà: mentre gli indirizzi rimarranno uguali a quelli attuali. {Strategie} ASSURANT SOLUTIONS ITALIA ENTRA IN Assurant Solutions Italia è entrata a far parte di associazione no profit creata per studiare le tecnologie e le modalità per creare nuovi mercati e per costituire un ecosistema in ambito residenziale che miri all efficienza energetica. nel breve termine si è focalizzata sullo sviluppo di un mercato di servizi a valore aggiunto postcontatore per il consumatore domestico e per la smart home. «L ingresso nell associazione è per noi fondamentale» ha commentato Marco Prada, managing director di Assurant Solutions Italia «Assurant Solutions sta lavorando attraverso applicazioni, servizi e prodotti assicurativi per semplificare il modo in cui i consumatori acquistano programmi di protezione a supporto dei loro dispositivi, smart device e smart appliance, e le loro smart home». Marco Prada Ènato il programma per tutti quelli che amano la nuova cultura popolare in tutte le sue forme. Dieci minuti al giorno, dal lunedì al venerdì, sul canale YouTube dedicato. Con notizie, ospiti, interviste ad attori e cast internazionali del cinema e dei serial, sviluppatori del mondo dei videogame, esclusive set visit, recensioni dei prodotti hi-tech, o dell ultimo gadget a cui non si può proprio rinunciare. Non mancheranno tutti gli eventi più importanti del mondo, seguiti in diretta con inviati speciali, a partire dal prossimo Festival di Cannes, passando per il mondo nerd del Lucca Comics e del Comic Con di San Diego, fino al CES di Las Vegas. BreaKing Pop, la tua dose quotidiana di cultura pop. FILM SERIAL VIDEOGAMES COMICS TECH {Internet} L ITALIANO È SEMPRE PIÙ MOBILE CONNECTED Sono quasi 29 milioni gli italiani che si sono collegati ad Internet via Pc e mobile almeno una volta nel mese di gennaio, ovvero il 54% della popolazione sopra i 2 anni e hanno trascorso e in Rete in media 48 ore e 50 min. Ciò emerge da Audiweb di Nielsen per il digital audience. Il dato più interessante è che gli italiani si connettono sempre più via smartphone o tablet. Nel giorno medio coloro che si collegano solo attraverso mobile device sono 9,4 milioni. In generale sono stati 17,6 milioni gli italiani che hanno utilizzato smartphone e tablet per connettersi, ovvero il 40,5% degli italiani tra i 18 e i 74 anni. THIS IS NOT A WATCH 689 calorie bruciate questa mattina con canzoni a mia disposizione. 5 selfie di gruppo alla festa e 25 notifiche il giorno dopo. Le immagini fotografiche sono intese a titolo esemplificativo. 10 TRADE CONSUMER ELECTRONICS Aprile 2015

7 News Internazionali Tutte le notizie su e sulla pagina FACEBOOK di Trade Consumer Electronics {Strategie} LE MOSSE DI LG PER SPINGERE L OLED Secondo quanto riportato dalla Reuters LG Electronics avrebbe espresso l intenzione di collaborare con aziende cinesi e giapponesi nel tentativo di rendere l OLED la tecnologia principale nel mercato dei flat Tv. LG Electronics non ha però specificato in cosa consisterebbe questa partnership e con quali aziende sarebbe entrata in contatto. La sua affiliata LG Display Co Ltd è l unico produttore di pannelli in grado di produrre in massa pannelli OLED, ed entrambe le XIOAMI ANNUNCIA IL SUO SMART-WATCH E LE SMART SHOES Xioami ha rivelato due dei progetti a cui sta lavorando, entrambi incentrati su prodotti wearable. Il primo uno smartwatch che oltre a includere i soliti sensori di movimento e rilevatori cardio, dovrebbe avere un quadrante rotondo ed essere in metallo satinato. Inoltre sembra che il team di Xioami abbia trovato una soluzione per allungare la durata della batteria, se fosse così avrebbe superato molti degli altri produttori di orologi intelligenti, compresa Apple. Ma l azienda guidata e fondata da Lei Jun - che ad oggi è il primo produttore di smartphone nel mercato cinese, superando Samsung - vuole ampliare il suo raggio d azione, dopo i mobile device, gli accessori high tech e i Mi Band, ha annunciato infatti la realizzazione di scarpe sportive smart. {Bilanci} SONY: PROFIT DI 3,7 MILIARDI DI EURO ENTRO IL 2018 Sony Corp punta ad aumentare il suo utile operativo di 25 volte nell arco di tre anni, cioè un target di utile operativo consolidato di oltre 500 miliardi di yen (3,7 miliardi di euro) per il Gruppo Sony nel FY2017, concentrandosi sui suoi settori più redditizi come i sensori di immagine CMOS, i videogame (Playstation) e sul business dell intrattenimento (Pictures and Music). Questo ha affermato il CEO Kazuo Hirai delineando la strategia del brand giapponese fino al L azienda ha sottolineato di voler curare con attenzione il business di smartphone e Tv, ove Sony metterà la massima priorità nel limitare i rischi e garantire i profitti. Dopo lo spin off del suo business Tv, dello scorso anno, Sony indica il 1 Ottobre 2015 come data di inizio della prossima fase di questo processo di riorganizzazione, scorporando la business unit Audio Video in una società controllata interamente autonoma. Sony intende anche prepararsi per lo spin off di altre divisioni aziendali in futuro. Per le business unit che sono già operanti come società, Sony si muoverà per aumentare ulteriormente i loro livelli di autonomia. società sono i maggiori sostenitori della tecnologia per il mercato televisivo. Alcuni produttori di TV cinesi come Skyworth Digital Holdings Ltd e Konka Group Co Ltd utilizzano OLED, ma gli analisti dicono che la tecnologia ha bisogno di essere più ampiamente utilizzata dai produttori per poter decollare. Di contro Samsung ha ribadito l intenzione di non produrre televisori OLED nell immediato futuro perché la tecnologia non è ancora pronta per il consumo di massa. Ikea ha lanciato dei mobili con wifi Qi per la ricarica ad induzione di mobile device {IT} L AUDIO SUI DEVICE HP SARÀ BANG & OLUFSEN HP in questi anni ha sempre posto molta attenzione alla parte audio dei propri device, in particolare nei suoi prodotti top di gamma, così dopo Beats, acquistata recentemente da Apple, il colosso americano ha scelto un nuovo partner tecnologico d eccellenza in questa area, si tratta della danese Bang & Olufsen che da ora in poi curerà il comparto audio su alcuni dei device HP. Così i prossimi PC, tablet e accessori Hewlett Packard potranno contare sull esperienza di Bang & Olufsen e dell altro marchio proprietario B&O PLAY, fornendo il massimo dell esperienza audio possibile in queste categorie. Siamo entusiasti di lavorare con Bang & Olufsen per creare esperienze audio eccezionali per i nostri clienti ha detto Ron Coughlin, Senior Vice President di HP Personal Systems. I primi PC con sistemi Bang & Olufsen e B&O PLAY arriveranno sul mercato nel corso di questa primavera, le serie che ne beneficeranno sono Spectre, OMEN, ENVY e Pavilion. 12 TRADE CONSUMER ELECTRONICS Aprile 2015

8 News Internazionali Tutte le notizie su e sulla pagina FACEBOOK di Trade Consumer Electronics APPLE PRONTA A SFIDARE SPOTIFY La musica è uno dei settori che Apple ha decisamente rivoluzionato con l ipod e itunes, ma che oggi sembra soffrire la concorrenza dei servizi in streaming e proprio su questo fronte la società guidata da Tim Cook avrebbe importanti novità. Secondo quanto riferisce il sito 9to5Mac, infatti, Apple starebbe lavorando - insieme alla controllata Beats - ad un aggiornamento di BeatsMusic per offrire un servizio di musica in streaming in grado di competere con Spotify o simili, tanto che dalle indiscrezioni il servizio dovrebbe essere multipiattaforma, quindi non solo dedicato ai possessori di dispositivi Apple, ma dovrebbe essere disponibile anche su Andorid e Windows. Il debutto dovrebbe avvenire a settembre, in concomitanza con l arrivo dell ios 9 e del nuovo iphone, e dovrebbe avere un costo di 7,99 dollari al mese, contro i 9,99 dollari di Spotify. I rumors lasciano però diverse incognite. {Tendenze} GFK, NEL 2015 SI VENDERANNO 51 MILIONI DI WEARABLE I dati di GfK mostrano che lo scorso anno sono stati venduti a livello globale 13,5 milioni di health & fitness trackers e 4,1 milioni di smartwatch. Con tutte le grandi aziende che intendono entrare nel mercato quest anno, GfK prevede che il mercato dei wearable salirà a 51,2 milioni di vendite nel tre volte le dimensioni del con entrambi i segmenti che avranno uguale importanza. L anno scorso, le vendite di health & fitness trackers (HFT), con un peso del 77%, erano il doppio degli smartwatch. Questo è da imputare, in parte, al prezzo medio di vendita {Accordi} L AV DI PIONEER PASSA AD ONKYO Si è concluso lo scorso 2 marzo, il passaggio di tutte le attività della BU home entertainment di Pioneer ad Onkyo. In particolare a livello europeo come riportato in una nota ufficiale - i prodotti AV per la casa e le cuffie nonché gli articoli ad esse associati saranno distribuiti da Pioneer & Onkyo Europe GmbH. {Lanci} WINDOWS 10 ARRIVA IN ESTATE significativamente per gli HFT, rendendo questi dispositivi più accessibili rispetto agli smartwatch. Un altro motivo della maggiore popolarità degli HFT (secondo un sondaggio di GfK su possessori di smartphone in China, Germania, Sud Corea, UK e USA) è il fatto che la maggioranza dei consumatori vede attualmente il monitoraggio delle attività come la funzione più importante di un indossabile, smartwatch compresi. GfK prevede che il mercato smartwatch, in particolare, continuerà a crescere in maniera massiccia, sostenuto anche dalla crescita di dispositivi indipendenti che includono una scheda SIM per collegarsi direttamente alle reti cellulari - rendendo questi più simili agli smartphone. L indagine di GfK ha rilevato che oltre la metà (56%) dei possessori di smartphone intervistati nei cinque paesi vedono questa come una capacità importante che li renderebbe più propensi ad acquistare un smartwatch, in quanto dà loro la libertà di lasciare il proprio smartphone a casa. Inoltre la crescita potrebbe essere guidata da dispositivi progettati più alla moda (ad esempio con un form factor simile agli orologi analogici) o con sensori inclusi in prodotti di gioielleria, per renderli più interessanti per il pubblico femminile, un segmento importante che finora non è stato presidiato. L estate 2015 sarà segnata dall arrivo di Windows 10, l atteso aggiornamento del sistema operativo di Microsoft, che come ricordiamo punta ad offrire un unico OS per tutti i tipi di dispositivi, che siano PC, smartphone, tablet o Xbox. L annuncio è arrivato nel corso del WinHEC Summit a Shenzhen in Cina. Il colosso di Redmond ha reso noto che Windows 10 arriverà in 190 paesi e sarà gratuito per chi ha Windows 7, 8.1 e Windows Phone 8.1. Si potrà fare l aggiornamento anche da copie non originali. Una scelta, questa, dettata dal fatto che Microsoft vuole sanare una volta per tutte una situazione ben consolidata in molte parti del mondo, basti pensare che in Cina sono pirata un quarto dei software per PC. Tra le novità oltre al ritorno della barra menu start, all integrazione dell assistente vocale Cortana e al pensionamento di Explorer in favore di Project Spartan arriverà Windows Hello un sistema di sicurezza che dovrebbe sostituire la classica autenticazione via password, attraverso sistemi biometrici, ovvero il riconoscimento di volto, iride o impronta digitale. 14 TRADE CONSUMER ELECTRONICS Aprile 2015

9 Tutte le notizie su e sulla pagina FACEBOOK di Trade Consumer Electronics News Distribuzione GoActivity {Associazioni} AIRES FESTEGGIA 10 ANNI Ottobre 2005: nasce l Associazione Italiana Retailer Elettrodomestici Specializzati (Aires) grazie alla volontà e all impegno delle principali realtà distributive del canale technical, quali Elite, Euronics, Expert, Gre, Mediamarket e Unieuro. 10 anni di presenza significativa in un mercato radicalmente cambiato, 10 anni di scelte importanti, 10 anni sempre in prima linea con nuove idee, innovativi progetti e rinnovate alleanze, 10 anni di servizi sempre più customer oriented, 10 anni da protagonisti per rappresentare a gran voce la volontà corale e le esigenze del comparto dell elettronica di consumo, sintetizza una nota ufficiale. Aires ricorda anche i numeri che l Associazione rappresenta: un fatturato 2014 pari a 9,7 miliardi, con circa addetti, presenti {Consumi} TIEPIDI SEGNALI POSITIVI Tiepidi segnali positivi da Confcommercio. A gennaio il dato della disoccupazione è stato stabile e si è anche registrato un calo dei prezzi dei beni e servizi ad alta frequenza d acquisto. L incremento più elevato c è stato per i beni e i servizi per la mobilità, per i beni e i servizi ricreativi e per la casa. Le variazioni negative più pesanti si sono avute per gli alimentari, per bevande e tabacchi e per i beni e i servizi per la cura della persona. I centro studi prevede inoltre l uscita dalla deflazione a marzo, in tempi più rapidi rispetto alle stime precedenti, però è da attribuirsi agli effetti sui prezzi dei carburanti derivanti dalla ripresa del prezzo del petrolio e dal deprezzamento dell euro. {Tendenze} IL CONSUMATORE CHIEDE PIÙ TECNOLOGIA IN NEGOZIO Uno studio promosso da Epson e con interviste a un campione di donne e uomini tra i 18 e gli oltre 50 anni, evidenzia che per il 56% degli intervistati la velocità dei pagamenti e assenza di lunghe code alle casse sono tra i principali fattori che hanno un impatto positivo sull immagine dell insegna, preceduto soltanto dalla competenza degli addetti alle vendite. Nello specifico per il campione italiano vi sono nell ordine: postazioni self service per ricerche e ordini, pagamenti rapidi senza coda e addetti alle vendite competenti. Il 67% del campione che afferma che il retail deve dotarsi di tecnologia evoluta per migliorare l esperienza d acquisto. in oltre punti vendita. Aires è la portavoce della quasi totalità delle insegne di elettronica ed elettrodomestici specializzati e dal 2013 aderisce a Confcommercio Imprese per l Italia. Tra i principali obiettivi di Aires, certamente quello di lavorare in modo concreto per la modernizzazione e l evoluzione del commercio, promuovendo attivamente lo sviluppo tecnologico del Paese. Supportare e sostenere l innovazione in un settore, quello della tecnologia, ad alto tasso di cambiamento, è una sfida che Aires, attraverso i propri associati, ha saputo cogliere con entusiasmo e portare avanti, con tenacia, quotidianamente, si legge sempre nella nota. {Dati} NON È VERO CHE AI GIOVANI NON PIACE IL NEGOZIO FISICO GfK ha realizzato una ricerca su oltre giovani shopper selezionati in 10 paesi, per analizzare le aspettative dei consumatori tra i 16 e i 20 anni sia nei confronti dei negozi fisici sia online.da qui emerge che non ci sono grandi differenze fra quanti shopper adulti (22-65 anni) hanno intenzione nel futuro di continuare ad acquistare nei tradizionali negozi e quanti giovani clienti. In Italia questa percentuale è particolarmente vicina, anzi praticamente uguale: 67% per gli shopper adulti e 66% per gli young. Un dato che sfata diversi luoghi comuni, in primis quello che i negozi fisici non hanno futuro. Ma, i retailer non devono limitarsi a compiacersi di questa tendenza, perché non solo l acquisto online sta crescendo in particolare fra questa generazione, ma in più essa dimostra aspettative crescenti nei confronti dell esperienza di acquisto che già oggi viene vissuta in termini assolutamente omnicanali. NUOVO STORE EURONICS A CARMAGNOLA (TO) Lo scorso 19 marzo, ha aperto a Carmagnola, in provincia di Torino, il 25 punto vendita di Dimo Spa, socio Euronics che opera in Piemonte, Liguria, Valle d Aosta ed Emilia Romagna. Il nuovo store si trova in Via Sommariva nell ampliamento del Parco Commerciale Il Conte di Carmagnola che verrà inaugurato domani. Il nuovo punto vendita ha una superficie di mq di cui oltre mq dedicati alla vendita e occupa 28 addetti. Questo store rappresenta una ulteriore tappa del programma di sviluppo della nostra azienda e che arriva dopo le aperture a Reggio Emilia nel novembre 2014 e a Modena nel dicembre 2014 evidenzia Dimo Spa. Aprile 2015 TRADE CONSUMER ELECTRONICS 17

10 News Entertainment TUTTE LE NOTIZIE POSSONO ESSERE COMMENTATE SU Tutte le notizie su e sulla pagina FACEBOOK di Trade Consumer Electronics IL MERCATO VIDEOLUDICO HARDWARE VALE 67 MILIARDI DI DOLLARI Secondo una ricerca condotta da Jon Peddie Research, il mercato videoludico mondiale hardware è valso, nel 2014, 67 miliardi di dollari e la fetta più importante è rappresentata dal formato PC con il 33%, seguito dagli smartphone con il 23%, dalle console che detengono il 16% e dai tablet con l 11%. Citando invece i dati di Open Gaming Alliance, pare che il mercato software sia vicino ai 26 miliardi di dollari, per un totale che si avvicina ai 100 miliardi di dollari. JPR inoltre prevede per l anno in corso grossi margini di crescita. {HE Digitale} {HE Digitale} SONY PRONTA A LANCIARE PLAYSTATION VUE IN NORD AMERICA Sony alla fine di marzo ha lanciato in Nord America il proprio servizio Vue, si tratta in pratica di una piattaforma video esclusiva per PlayStation, fruibile sia attraverso PS3 sia via PS4, che consente di accedere a 75 canali. L obiettivo di Sony è quello di distribuire il servizio nel resto del mondo entro la fine del 2015, per poi eventualmente esportarlo anche su sistemi mobile terze parti. APPLE, TRA MUSICA IN STREAMING E TV ONLINE Rumors insistenti vedono Apple impegnata in progetti riguardanti due aree fondamentali per il suo business: la musica con un servizio di streaming e i video con il lancio di una serie di canali Tv via internet. La musica è uno dei settori che Apple ha decisamente rivoluzionato con l ipod e itunes, ma che oggi sembra soffrire la concorrenza dei servizi in streaming e proprio su questo fronte la società guidata da Tim Cook avrebbe importanti novità. Secondo quanto riferisce il sito 9to5Mac, infatti, Apple starebbe lavorando - insieme alla controllata Beats - ad un aggiornamento di BeatsMusic per offrire un servizio in grado di competere con Spotify, l annuncio dovrebbe essere fatto a giugno in concomitanza con la presentazione dell ios 9 e del nuovo iphone, e secondo gli ultimi rumor il costo dovrebbe allinearsi a quello di Spotify, ovvero 9,99 dollari mensili. Per quanto riguarda l Apple Tv, secondo quanto riporta il Wall Street Journal, Apple sarebbe in trattative con vari network Usa per lanciare il suo servizio di Tv online. L offerta sarebbe disponibile sui vari dispositivi Apple, tra cui Apple Tv, e conterebbe 25 canali, come Abc e Cbs. Il gruppo di Cupertino nel frattempo è diventato partner di Hbo per Hbo, il servizio vod dedicato ai non abbonati alla cable, il cui lancio è previsto in aprile. {Game} NINTENDO, NOVITÀ IN ARRIVO Nintendo ha annunciato ufficialmente di essere al lavoro su un nuovo hardware. «Come prova del fatto che Nintendo continui a mantenere un fortissimo entusiasmo relativo agli hardware dedicati al gaming, posso confermare che l azienda sta attualmente sviluppando un sistema dedicato che abbraccerà un concept completamente nuovo, al momento sotto il nome in codice di NX», ha dichiarato il presidente della multinazionale Satoru Iwata. Ma, le novità non finiscono qua, presto Super Mario & Co. arriveranno su mobile device, grazie ad un accordo firmato con DeNA, un gigante del mercato mobile. Nintendo ha commentato ufficialmente: «L alleanza è stata stretta con l obiettivo di completare il business dell azienda e allargare il bacino di utenza di Nintendo al vastissimo mercato mondiale di smart device». Al momento non ci saranno porting di titoli già esistenti, ma software creati ex novo e l accordo include tutte le IP di Nintendo, che ha acquisito il 10% di DeNA, mentre quest ultima detiene ora l 1,24% dell azienda nipponica. In Usa 142 milioni di consumatori utilizzano ancora un lettore Dvd o Blu-ray 18 TRADE CONSUMER ELECTRONICS Aprile 2015

11 Un caffè con NON CI SONO LIMITI PER CHI LI ACCETTA (proverbio zen) C 20 TRADE CONSUMER ELECTRONICS Aprile 2015 ROBERTO ROCCHI DIRETTORE COMMERCIALE DI TOSHIBA GLOBAL COMMERCE SOLUTIONS (TGCS) ITALIA ome vede oggi la convivenza tra rete fisica e canale online? La convivenza e integrazione tra rete fisica e canale online la riteniamo come uno degli elementi alla base dell approccio omnicanale di cui siamo stati tra i primi promotori. Adottando questo approccio si consente ai clienti di passare impercettibilmente da un canale all altro (negozi, e-commerce, call center ecc.) in un unica esperienza di acquisto. La tecnologia del retailer, ad esempio, può permettere ai clienti di iniziare l acquisto online e trasferire il carrello della spesa a una transazione in negozio. In questo senso, l esperienza omnicanale può essere intesa come priva di canali : il cliente infatti non si rende conto dell esistenza di canali diversi, ma percepisce semplicemente l esperienza di acquisto. Tutti i canali sono abilitati da un insieme di servizi tecnologici comuni, da un unico set di dati e da una visibilità che va oltre il singolo retailer. L omnicanale utilizza dati centrali e opera all interno dell infrastruttura aziendale per agevolare l integrazione con applicazioni e punti di contatto esistenti e futuri, senza replicare i dati tra le applicazioni. Come è possibile superare le difficoltà che nascono da questa convivenza? Le difficoltà che nascono da questa convivenza possono essere superate passando da uno scenario multicanale ad uno scenario omnicanale. Nell acquisto multicanale, i clienti utilizzano diversi canali che funzionano in modo indipendente l uno dall altro (a livello operativo, tecnologico ecc.); in questo modo la creazione di un esperienza di shopping coerente risulta difficile. Se la soluzione non è ben integrata, può porre problemi ai processi di business quali l acquisto cross-channel, la consultazione delle scorte di magazzino, l evasione degli ordini e i resi, irritando sia i clienti che chiedono di più, sia il personale che non dispone degli strumenti per rispondere alle esigenze degli acquirenti. Oltre ad apportare vantaggi tecnici ed architetturali, l omnicanale migliora considerevolmente i processi di business dello store. Oggi l e-commerce non è più solo web ma è anche mobile come può il canale tradizionale presidiare anche questa area? Nel mondo del retail l influenza dei dispositivi mobili va oltre il mobile commerce. Entro il 2016, la tecnologia mobile influenzerà oltre il 20% delle vendite al dettaglio totali, indipendentemente dal fatto che i clienti acquistino effettivamente i prodotti. I retailer devono pertanto fornire un esperienza del marchio coerente e omogenea. Devono seguire una serie di best practice e implementare tecnologie che consentano di superare i miti comuni riguardanti il mobile commerce. In questo modo sarà possibile costruire rapporti con i consumatori più profondi, duraturi, leali e basati sulla fiducia. La tecnologia mobile rappresenta il vero punto di connessione del retail omnicanale. Anche se il negozio rimane il luogo principale in cui scoprire, confrontare e acquistare i prodotti, i clienti chiedono livelli di personalizzazione, comodità e controllo sempre maggiori. La tecnologia mobile rende possibile questo tipo di partecipazione dei clienti nel processo di acquisto e consente ai retailer di mantenere con essi un collegamento durevole, ovunque essi si trovino, così il trade potrà concentrare gli investimenti su soluzioni mobili che offrano la migliore esperienza per i consumatori e il maggior ritorno economico. IL TRADE NON DEVE PUNTARE SU UNA STRATEGIA MULTICHANNEL MA SU UN APPROCCIO OMNICHANNEL Qual è il punto vendita 3.0 che il consumatore oggi vorrebbe? Il punto vendita 3.0 che il consumatore oggi vorrebbe è quello che consente allo shopper una esperienza fluida. Oggi molti clienti passano da un canale all altro con estrema naturalezza, spesso andando avanti e indietro senza nemmeno pensarci. Si parla di shopping cross-channel proprio quando questo passaggio avviene nel corso di un unica esperienza di acquisto. I clienti chiedono ai retailer un esperienza coerente, indipendentemente dal luogo o dal canale; si aspettano di usufruire di funzionalità cross-channel, ma non sono preoccupati né tantomeno consapevoli del fatto che un retailer sia o meno omnicanale. I retailer, da parte loro, hanno l esigenza di trattare tutti i canali allo stesso modo, adottando tecnologie che non siano specifiche per un canale o un punto di contatto. È questa la potenzialità offerta da un vero approccio omnicanale, il futuro del retail. L omnicanale rivoluziona il retail, trasformandolo da un Point of Sale transazionale a un Point of Commerce. Il futuro del retail risiede in un vero approccio omnicanale. Consente ai retailer di adottare nuove tecnologie e canali di pari passo all evoluzione delle aspettative di acquisto dei clienti, offrendo interazioni efficienti e la capacità costante di eseguire transazioni indipendentemente dal canale. La vostra offerta come si colloca in questo scenario? A livello globale forniamo Applicazioni per le nostre soluzioni omnichannel che chiamiamo TCx Gravity Link, che fornisce un modo naturale per progredire verso uno stato finale omnichannel. Tra le soluzioni che derivano dall approccio omnichannel, segnalerei check out evoluto, couponing, mobile proximity marketing. Si tratta di una soluzione omnichannel, nell ambito delle store operation, e che permette l ingaggio del cliente ancor prima che acceda in negozio. Quindi il mobile uno dei primi punti di contatto che accompagna lo shopper lungo tutto il percorso da prima dell accesso in store al post acquisto. (a.c.) Bus ness Garanzia3 Estensione del servizio tecnico BCM Gestione post vendita in store TEST OK Sistemi integrati per le attività di assistenza tecnica OPERA Installazione a domicilio QUICK RAEE Gestione dei raee publicimage.it Bus ness State cercando di migliorare la redditività dei vostri fatturati? Vi siete posti degli obiettivi per soddisfare al meglio i vostri clienti? Noi si. Da 16 anni operiamo per creare valore a produttori e distributori di elettronica. Un impegno costante che segue l evoluzione dei mercati, il cambiamento degli stili di consumo e le attese dei clienti finali. Un know how completo studiato anche in collaborazione con i consumatori e validato in 6 nazioni europee. Oggi conosciamo profondamente questo mercato. Siete pronti a condividere questa conoscenza? Anche dopo l acquisto (anzi, soprattutto) QR code

12 Cover story TV DEBOLE CONTRO europea era forte era un vantaggio (anche importante) e assicurava alle sedi europee una sorta di buffer di redditività, mentre al contrario oggi l apprezzamento della valuta statunitense ha degli impatti negativi diretti sulla catena del valore di molte sedi locali, Italia inclusa. Una sfida che rischia di rendere ancora più debole quest area di business, ma anche il modello commerciale ed economico su cui si è basata negli ultimi 20 anni. Ma, andiamo per gradi. DOLLARO FORTE UN AREA DI BUSINESS SOTTO FORTE PRESSIONE, PER IL CALO DEI VOLUMI DI FATTURATO E PER UN EROSIONE SEMPRE PIÙ FORTE DELLE REDDITIVITÀ A LIVELLO SIA INDUSTRIALE SIA COMMERCIALE. MOLTI BRAND O ABBANDONANO IL PRESIDIO DI QUESTA CATEGORIA O NE RIVEDONO IL MODELLO DISTRIBUTIVO. MA, NON È TUTTO PERCHÈ ORA LA CATEGORIA DEVE ANCHE FAR TORNARE I CONTI CON UN CRESCENTE GAP DI CAMBIO CHE SEMBRA ANTICIPATORE DI RIALZI DI LISTINI, MA SARÀ COSÌ? di Elena Reguzzoni È vero il tv non è più la prima categoria per giro d affari del mondo hi-tech, sorpassata da tempo dagli smartphone (che oggi generano quasi il doppio delle vendite del re del salotto), ma rappresenta tuttora indubbiamente uno dei prodotti core del canale e su cui non a caso continuano a convergere molte attenzioni. In modo particolare ora che non solo l industria Tv si scontra con un erosione sempre più evidente dei margini - e ciò per un numero crescente di brand non è più giustificabile e soprattutto sostenibile - e con situazioni d incertezza crescente sul fronte dell andamento sia della domanda finale (soprattutto in certi mercati) sia degli approvvigionamenti (in primis di pannelli), ma deve anche fare i conti con un dollaro sempre più forte e un euro in lento, ma costante deprezzamento. Non va dimenticato che le multinazionali del mondo CE (come, peraltro, la grande maggioranza dei brand del mondo technical) acquistano i componenti e spesso i prodotti finiti in dollari, ma poi vendono nelle varie parti del mondo i prodotti nella valuta locale, nel nostro caso euro. È quindi ovvio che quando la moneta palto/istock/thinkstock; Gabylya/iStock/Thinkstock SELL OUT A DIVERSE VELOCITÀ Iniziamo con il dire che almeno a livello mondiale, dopo un 2013 di debole crescita, lo scorso anno il mercato Tv è ritornato a vedere tassi di incremento più vivaci. Va però detto che questa inversione di tendenza è stata guidata dalle vendite riportate in grande parte in due aree: Nord America e l area dell Asia Pacific. Mercati in cui il sell out è stato trainato a sua volta soprattutto da un cambio generazionale, negli USA e in Canada dei flat Tv di prima generazione e nei paesi dell area del Pacifico India in testa dei vecchi CRT. Ciò, assieme alla crescita del peso dei grandi formati e all accelerazione nell affermazione dei modelli ultra HD (6,4 milioni di pezzi nel 2014), anche se con tassi diversi nei differenti mercati, porta a stime ottimistiche sull anno in corso. DisplaySearch ha proiettato per esempio un mercato Tv anche nel 2015 in rialzo, precisamente a 239 milioni di pezzi, in crescita quindi del 7% sul 2014 con i modelli 4K che dovrebbero raggiungere quota 32 milioni di unità. Un recupero che ha toccato e toccherà però come detto - soprattutto alcuni mercati, in cui non rientrano il Vecchio Continente, nè l Italia, dal momento che lo scorso anno il nostro mercato ha riportato un ennesima contrazione del giro d affari della vendita di Tv, anche se a un solo digit (-2,7% per la precisione) a fronte di un sell out a pezzi praticamente stabile (+0,6%). Tutto ciò però non deve trarre in inganno, visto che è solo frutto della graduale normalizzazione dei volumi che nel 2013 con il terzo calo importante dopo il picco del 2010 hanno portato questo mercato a livelli via via vicini a una domanda fisiologica, per quanto lo scorso anno le iniezioni di promozioni anche molto aggressive non sono certo mancate. «Probabilmente lo scorso anno siamo arrivati a dei livelli più fisiologici di volume di vendite da cui crediamo non ci discosteremo molto anche nel 2015, ma va detto che in questi ultimi cinque anni abbiamo assistito a una evidente e preoccupante erosione del prezzo medio, dai 403 euro del 2010 ai 356 euro del 2014» osserva Alessandro De Fazio, account manager presso GfK. Un calo di oltre l 11% che pesa già da solo, ma ancora di più perché è stato ottenuto con un mix di vendita via via più alto, anche se va detto VENDITE A VALORE TV 2010: MLD DI EURO VENDITE A VALORE TV 2014: MLD DI EURO Fonte: Gfk 22 TRADE CONSUMER ELECTRONICS Aprile 2015 Aprile 2015 TRADE CONSUMER ELECTRONICS 23

13 Cover story il 32 rimane tuttora (un altro dato non certo positivo) il formato più venduto nel mercato italiano con un prezzo medio di circa 250 euro. A parte ciò, nel 2010 i Tv pari o superiori ai 40 pesavano il 12,7% a unità, lo scorso anno quasi il 35%. Anche i modelli HD ready che coprivano oltre il 57% dei volumi venduti, nel 2014 sono scesi al 40%, compressi dalle referenze Full HD salite a una share del 58%, ma anche dai primi passi di quelle Ultra Definite (2%). Se mai si aveva un dubbio, ora «possiamo dire definitivamente che pur di mantenere certi volumi si è sacrificato il valore» conferma De Fazio. E questo anche perché nonostante la forte contrazione di questa categoria in cinque anni il valore delle vendite di Tv è passato da 2,9 miliardi di euro a 1,7 miliardi la distribuzione continua a riconoscere a questa categoria un ruolo magari non più di assoluto primato, ma sempre e comunque centrale in termini sia di traffico sia di fatturato. Una rilevanza all interno del mondo technical che sembra essere ora sotto osservazione non solo per il calo delle vendite di questa categoria, ma ancora di più per la compressione costante delle marginalità. Questo è oggi il vero nemico del business Tv. Un dinamica avversa che tra l altro ora tocca in pieno l industria, incidendo così di molto sui termini della questione. UN BUSINESS SEMPRE MENO APPETIBILE Come abbiamo quindi detto il quadro generale che l industria del mondo principale della CE, il Tv, si trova ad affrontare è decisamente complesso. Non c è nulla che renda più evidente questa situazione come il graduale PESO A PEZZI < = : PESO A PEZZI <= : PREZZO MEDIO TV 2010: 403 EURO PREZZO MEDIO TV 2014: 356 EURO Fonte: Gfk PESO A PEZZI >28 = : abbandono di questo business da parte di brand anche di primo piano. Sony è certamente il primo esempio con l impacchettamento lo scorso autunno dell area Tv in una società separata per una più facile vendita. Ma, prima ci sono state le decisioni di Grundig, JVC, Thomson, Pioneer, Hitachi, Philips e di molti brand locali pensiamo a Mivar in Italia - e più recentemente quelle di Sharp e di Toshiba, a cui si aggiungono le voci ricorrenti (anche se smentite) su un medesimo ripensamento di presidio o quanto meno di modello distributivo della categoria Tv da parte anche di Panasonic. Il panorama dei marchi che presidiano questo mercato è quindi profondamente cambiato, concentrandosi certamente intorno ai due colossi coreani, ma vendendo anche via via l addio dei marchi giapponesi ed europei a fronte per ora di un passaggio solo parziale di testimone ai player cinesi. Una dinamica, quest ultima, non certo di poco conto. D altronde l industria sui Tv si trova alle prese con un erosione sempre più evidente dei margini a seguito di un confronto competitivo estremamente aggressivo e sempre più difficile a causa di un panorama fluttuante e incerto sia sul fronte della domanda finale (soprattutto in certi mercati) sia dell offerta di componenti, pannelli in testa. Un elemento quest ultimo, assolutamente determinante dal momento che da solo il display rappresenta il 70-80% del costo finale di cessione di un Tv. Negli ultimi anni tra l altro la complessità della mappa e delle politiche dei produttori di pannelli ha reso ancora più instabile la gestione di questa linea di costo e quindi le marginalità dei Tv. Questo spiega perché oggi i brand che hanno fabbriche dirette di pannelli i due leader coreani in testa - sono in una situazione favorevole rispetto a quelli PESO A PEZZI >28 = : che devono ricorrere a forniture in OEM. Inoltre negli anni i volumi sono diventati la prima forza negoziale nei confronti dei produttori di pannelli, quindi tanto più un azienda è grande tanto più ottiene prezzi vantaggiosi e quindi può contare su maggiori margini. Questo vuol dire che i due big coreani non sono solo favoriti dal fatto di avere fabbriche di pannelli dirette, ma anche da questo meccanismo di scala. Le disponibilità di pannelli e i relativi costi sono, pertanto, indubbiamente due elementi in grado di condizionare le quote di mercato, ma stanno diventando soprattutto il fattore più importante nel determinare la profittabilità dei brand dei Tv. Non a caso DisplaySearch indica nell impennata del costo dei display la causa primaria dell erosione degli utili degli ultimi due anni dell industria dei Tv, anche dei due colossi di Seul che però si sono potuti rifare con la crescita delle redditività intascate dalle sorelle Samsung Display e LG Display. D altronde la dinamica è a dondolo: quando i prezzi dei pannelli sono alti soffrono i produttori di Tv, ma salgono i profit delle aziende di display, e viceversa. Ma al di là di questa dinamica, la necessità dell industria dei Tv di recuperare valore è sotto gli occhi di tutti, anche fra gli A brand, la cui volontà di sostenere margini più sani li sta spingendo a togliere il piede dall acceleratore delle fasce entry per focalizzarsi ancora di più su quelle medio alte o premium. I grandi marchi sono anche in testa nel continuo lancio di nuove feature, nuovi formati ed elementi di distintività anche estetica per sostenere il valore della loro offerta e quindi la profittabilità. Questo però significa investimenti, un attività che manco a dirlo ha bisogno buone redditività per essere alimentata IL PESO DEL DOLLARO Nel business Tv quindi i profitti fanno sempre più fatica ad arrivare. Ma, non è tutto perché, ciliegina sulla torta, ora l industria deve fare anche i conti con un dollaro sempre più forte rispetto all euro. Come abbiamo già ricordato i brand Tv acquistano i pannelli e i componenti nella valuta americana, ma poi vendono alle varie subsidiary il prodotto finito nella valuta locale, PESO A PEZZI > : PESO A PEZZI > : 23,4% 4,9% 28,4% 34,1% 12,7% 34,7% Fonte: Gfk L IMPATTO DEL DOLLARO VISTO DA ANDREA DELLA BELLA, CATEGORY MANAGER DI EXPERT ITALY Abbiamo visto comportamenti un po più moderati, ma bisogna vedere cosa succederà da aprile in poi. Perché tutti noi sappiamo che o rieduchiamo prima noi stessi e poi il consumatore al valore e alla qualità del prodotto Tv per giustificare un prezzo più alto per compensare almeno la svalutazione dell euro sul dollaro, oppure saremo veramente in seria difficoltà, ma non perché non venderemo, ma perché perderemo troppo. Dico ciò, ma sappiamo già che non c è nessuna vera e reale volontà di cambiare. Anche se siamo consapevoli che l industria come era 5-6 anni fa non c è più: sono meno, hanno meno risorse e oggi con il dollaro vicino alla parità ne avranno ancor meno, e in più hanno sempre meno voglia di investire risorse in un mercato dove l 80% dei Tv è venduto sotto i 499 euro. Ma, incoscientemente continuiamo a pensare di poter adottare il medesimo modello commerciale del Mi chiedo, quante Sharp devono lasciare il mercato per farci ragionare?. ANDREA MUSELLA, HEAD OF SALES DI TCL MULTIMEDIA punti di gap di cambio su un mercato che già perde non sono assorbibili da nessuno, neanche da brand con altri business; quindi il rialzo dei prezzi sembra essere l unica strada. Poi questo è il mercato dell assurdo e quindi tutto può essere, ma al di là di quello che succederà, la cosa che va capita è che siamo di fronte a un cambio epocale di cui dobbiamo farci carico, noi dell industria, ma anche il trade che invece pensa solo a strumentalizzare qualsiasi cosa per portare a casa prezzi più bassi e condizioni più alte. Oggi non ci sono più risorse per dire sì a certe richieste, ma certi category e buyer sembrano rimasti al 2010 e sembra che non si rendano conto che quando una Sony si dice pronta a uscire dai Tv, qualcosa vorrà ben dire. LUCIANO TISIOTTO, DIRETTORE COMMERCIALE DI IRES-SME Il deprezzamento dell euro è una sorta di spada di Damocle sul mercato Tv. La strada più ovvia sembra quella del rialzo dei prezzi perché un assorbimento da parte di industria e della distribuzione è improponibile in una categoria che ha marginalità già molto basse. Ma, questo significa che andremo a proporre Tv a prezzi più alti e che quindi caleranno le vendite. La questione è quindi se il mercato ce la farà a vedere contrarsi i volumi puntando ad avvicinarsi ai medesimi livelli di valore del 2014 vendendo più caro oppure come sempre si faranno scelte incoscienti. Cosa succederà in questi mesi prossimi è difficile da prevedere. Di certo le scelte che verranno fatte dai due leader saranno assolutamente condizionanti, in questo caso però in maniera diretta della futura sostenibilità di questo business. MICHELE USLENGHI, SALES DIRECTOR DI TP VISION Tutti comprendiamo che ci dovranno essere dei nuovi posizionamenti, ma rimane una grande punto di domanda: Quanto l aumento dei prezzi impatterà sulle vendite? Credo che se riusciremo a tenere questa contrazione entro certi livelli perché saremo capaci di legittimare finalmente agli occhi dei consumatori il valore dei prodotti che proponiamo e di non farci troppo condizionare dalle contro-cifre della scorsa primavera, il mercato possa riuscire a non cedere alle solite derive e a tornare a logiche anche più sane di business, oppure ricadrà nella solita trappola mortale. 24 TRADE CONSUMER ELECTRONICS Aprile 2015 Aprile 2015 TRADE CONSUMER ELECTRONICS 25

14 Cover story PERCHÉ IL DOLLARO FORTE? È semplice, la BCE ha deciso di stampare sessanta miliardi di euro ogni mese da marzo 2015 a settembre 2016, per un totale di oltre miliardi di euro, con cui acquistare titoli di Stato pubblici. In altre parole è stato applicato nell Eurozona il famoso Quantitative easing (Qe), ovvero quel meccanismo che prevede la creazione di un flusso di denaro per produrre una dose massiccia di liquidità allo scopo di combattere la deflazione e promuovere la crescita. Questo meccanismo porta infatti l euro a deprezzarsi ovvero ci vogliono meno dollari e meno yen per comprare un euro e ciò rende le mete/i mercati europei più economici e i prodotti/le aziende made in Italy più competitivi e attrattivi. Già quindi di per sé questo meccanismo porta a un rafforzamento della valuta americana vs quella europea, ma in più la Federal Reserve sta lavorando da tempo per alzare i tassi americani quindi in direzione opposta a quella della BCE e anche questa scelta monetaria rafforza il dollaro rispetto all euro. nel nostro caso euro. È ovvio che quando la nostra valuta è stata forte nei confronti di quella americana i conti delle country italiane ne hanno avuto un beneficio (anche importante) permettendo, per iniziare, ai vari brand di avere le risorse per finanziare promozioni pazze e le richieste crescenti di extra da parte del trade. Al contrario oggi l apprezzamento crescente del dollaro che sembra essere, tra l altro a continuare per una precisa e deliberata politica monetaria della BCE (vedi box) sta creando (non poche) nuove preoccupazioni. La svalutazione dell euro a fronte dell apprezzamento del dollaro ha in questa prima fase spinto quasi tutti i brand a farsi carico del gap valutario grazie alla presenza nelle varie società di sistemi di protezione delle fluttuazioni delle varie monete che hanno però un arco temporale. Pertanto è difficile che questa sarà la strada che l industria potrà permettersi di continuare a percorrere, tanto che l opzione di un rialzo dei listini sembra essere l unica soluzione possibile per un industria che ha già a che fare con un business debole; e infatti è quella già preannunciata da alcuni player e presentata come una via (forzata) per invertire una tendenza ormai diventata ingestibile per tutti, ritornando a focalizzare altre leve oltre al prezzo, a cominciare dal prodotto e dal servizio. Come sempre la posizione del leader e la sua coerenza nel tempo avranno in questo mercato un peso assolutamente determinante. Le mosse dell avvio d anno sembrano essere indici di una politica del colosso coreano attenta al profit vs market share. Ma, nello stesso tempo non si può sottovalutare che un rialzo dei listini con le nuove gamme avrà degli impatti sulle vendite: da anni si sta educando la domanda a prezzi decrescenti a parità di prestazioni (ma, pure con feature superiori) e le risorse dei brand e delle insegne sono state praticamente travasate solo sul prezzo e molto poco sull argomentazione di quelle qualità che giustificano scale di prezzo differenti. In altre parole, come ha detto qualcuno: Ora il re Tv è nudo con tutte le sue debolezze. Detto ciò un rialzo dei listini e dei prezzi è una strada difficile perché va presa all interno di un panorama competitivo estremamente aggressivo e affamato di fatturati. Ma, soprattutto presenta un grande punto di domanda, perché davanti a un calo molto probabile del sell out e al pericolo di un ulteriore abbassamento del mix di vendita questo mercato ha troppo spesso insegnato che la reazione è quella di cercare di vendere a tutti i costi tagliando i prezzi anche quando non ha le risorse per poterselo permettere. E sappiamo tutti non solo che questa è un eventualità purtroppo drammaticamente probabile (le previsioni dei volumi fatte da alcuni brand vicine alla parità sul 2014 già sono un bel campanello d allarme!), ma anche che basta un player a spezzare la fragile catena virtuosa che questo mercato può decidere di attivare. I prossimi mesi diranno quale politica vincerà, ma soprattutto se industria e retail hanno compreso quale posta è veramente in gioco Cattura l azione, passa ad Extreme PESO HD READY 2010: PESO FULL HD 2010: PESO HD READY 2014: PESO FULL HD 2014: 57,2% 42,3% 39,6% 58,1% Registra video 4K Ultra HD 1 sulla tua action camera con le schede di memoria microsdhc /microsdxc SanDisk Extreme. Fonte: Gfk 26 TRADE CONSUMER ELECTRONICS Aprile SanDisk Corporation. Tutti i diritti riservati. SanDisk e SanDisk Extreme sono marchi commerciali di SanDisk Corporation, registrati negli Stati Uniti e in altri Paesi. I marchi e i loghi microsd, microsdhc e microsdxc sono marchi commerciali di SD-3C, LLC. 1 Richiesto dispositivo compatibile. Il supporto per video in Full HD (1.920 x 1.080) e 4K Ultra HD (3.840 x 2.160) può variare in base al dispositivo host utilizzato, alle caratteristiche dei file e ad altri fattori. Fare riferimento al sito web: La classe di velocità UHS 3 indica una prestazione concepita per supportare la ripresa di video in tempo reale con dispositivi host abilitati all'uhs. RACCONTA STORIE DI VITA CON LE SCHEDE DI MEMORIA Affida i tuoi ricordi a

15 Sotto la lente TUTTI I PREGI DEL CANALE INDIRETTO IN UN PERIODO DI VACCHE MAGRE QUESTA AREA DI BUSINESS VIVE UNA SECONDA PRIMAVERA. D ALTRONDE ASSICURA UNA FETTA AGGIUNTIVA DI FATTURATO, CONSENTE UN PIÙ CAPILLARE PRESIDIO DEL TERRITORIO SENZA ECCESSIVE ESPOSIZIONI FINANZIARIE E CREA MASSA CRITICA, ANCHE SE QUEST ULTIMA NON PUÒ ESSERNE IL SOLO O PRINCIPALE MOTORE di Aldo Cattaneo Che lo scenario distributivo italiano stia subendo una profonda metamorfosi è un dato di fatto e la mappa della distribuzione allegata al numero di marzo di Trade Consumer Electronics ci parla di un numero di insegne presente nel nostro Paese sempre più ridotto: nel 2014 si contavano 8 insegne, mentre nel 2010 erano ben 15. E il 2015 si è aperto con la migrazione della compagine del consorzio Elite all interno del gruppo Expert, fatto che ha ridotto ulteriormente i gruppi del canale eldom. In tutto questo scenario però il numero di punti vendita non si è ridotto così drasticamente come si potrebbe pensare, anche perché oggi come oggi chiudere un punto vendita costa e significa perdere fatturato, per quanto poco. Così abbiamo visto un travaso di negozi da una ragione sociale all altra il tutto a volte in nome di una non meglio precisata massa L AFFILIAZIONE E LA RIDISTRIBUZIONE SONO UN AREA CHE CONTINUA A RITAGLIARSI FETTE DI FATTURATO IN QUALCHE MODO STABILI, E QUINDI FORSE ANCHE SOLIDE critica indispensabile per sostenere il business. Un business che comunque è passato da un giro d affari di 10 miliardi di euro nel 2010 agli 8,4 miliardi del La volontà di contrastare la contrazione dei fatturati e l esigenza di vantare una numerica che in qualche modo riesca a generare volumi e un giro d affari, in grado di mettere sul tavolo in fase di acquisto un peso il più possibile corposo è uno dei primi motori che permettono all affiliazione e alla ridistribuzione di essere due aree di business che non hanno perso interesse, nonostante in molti affermino che l intermediazione è in crisi. «L affiliazione» afferma Luigi Fusco COO di SGM Distribuzione «è per noi un aspetto assolutamente strategico perché vogliamo essere quanto più presenti sul territorio nazionale sia con i negozi diretti che con i nostri partner. L Italia è un paese articolato da un punto di vista geografico con tanti centri di medio/piccole dimensioni che vanno presidiati per essere vicini al consumatore finale anche in un ottica di multicanalità, in modo da essere il più vicino possibile al cliente creando opportunità di sviluppo per i nostri partner». Non a caso, con il passaggio dell insegna Unieuro alla socità forlinese il canale indiretto ha subito una forte accellerazione con il lancio di quella che alcuni player hanno definito una vera campagna acquisti. Anche Gianni Malerba, area manager responsabile franchising di Siem socio Euronics conferma la strategicità di questa area di business: «La ridistribuzione, ed in particolare l affiliazione, ha sempre svolto un ruolo importante e strategico nella nostra azienda. Infatti fin dai primi anni 80 Matteo La Torre, presidente della Siem S.p.A., ha sempre creduto in questo business. Prova ne è che l affiliazione riveste un ruolo fondamentale. Grazie agli oltre 80 affiliati, suddivisi fra Puglia, Basilicata, parte della Campania, Abruzzo e Molise, abbiamo una copertura territoriale che con la sola rete di punti vendita diretti non potremmo mai avere. Nel nostro giro d affari la ridistribuzione copre circa il 18% del fatturato totale, con una quota di affiliazione che supera il 90%». LE DINAMICHE TRAINANTI In questi tempi grigi una voce sembra oggi rappresentare una fonte virtuosa per diversi retail è quella dell affiliazione e ridistribuzione, un area che continua a ritagliarsi fette di fatturato in qualche modo stabili, e quindi forse anche solide. «Quello dell affiliazione e della redistribuzione» spiega Enzo Motta, responsabile distribuzione di Galimberti socio Euronics «è un business strategico e non tattico, dove la finalità è la diffusione di un brand come Euronics oltre che essere un supporto per l incremento e lo sviluppo del fatturato della società, per questo non può essere una cosa sporadica, improvvisata. Inoltre l affiliazione è un attività storica del nostro gruppo, attività che si è ulteriormente ampliata e rafforzata con l acquisizione di Derta. Questo canale oggi pesa circa il 20/25% del giro d affari». L altra faccia della medaglia dell affiliazione è rappresentato da tutto un panorama di realtà medio piccole che in questa contingenza economica non riescono a permettersi di affrontare il mercato senza le spalle coperte. Questa dinamica alimenta la crescente richiesta di stipulare contratti di affiliazione o di cambiarli per ottenere condizioni migliori, dal momento che il mondo delle reti indirette è sempre in movimento e aperta a campagne acquisti. Inoltre come spiega Antonio Mammola, titolare di Dical socio GRE «Il mercato è sempre più competitivo e la concorrenza sempre più spietata, le insegne nazionali cercano di coprire gli spazi rimasti sia direttamente che tramite il canale d affiliazione. Per chi ha già una propria rete l affiliazione può rappresentare comunque un opportunità per incrementare i fatturati, ma l affiliazione non può avere successo se non è sostenuta da un sistema di gestione moderno e con un livello di attenzione pari a quello dedicato agli store diretti». 28 TRADE CONSUMER ELECTRONICS Aprile 2015 Aprile 2015 TRADE CONSUMER ELECTRONICS 29

16 Sotto la lente LA PAROLA AGLI AFFILIANTI GIANNI MALERBA AREA MANAGER RESPONSABILE FRANCHISING DI SIEM, SOCIO EURONICS «Grazie all esperienza ultraventennale nella gestione della ridistribuzione, la Siem ha raggiunto un livello tale di attenzione verso la sua rete di affiliati che non vi sono differenze sostanziali; questo è reso possibile anche grazie ad una fortissima squadra di agenti (6 e un Area Manager) costantemente aggiornata dai nostri category e dai fornitori. Le regole e tutte le indicazioni commerciali sulla gestione del punto vendita vengono trasferite agli affiliati con lo stesso metodo usato per la nostra rete. Il cliente che entra in un punto vendita Affiliato Euronics non troverà nessuna differenza con un punto vendita Euronics diretto. L unica eccezione è data dalla profondità di gamma (punti vendita di proprietà più grandi), ma l affiliato può richiedere tutti i prodotti che gli verranno consegnati entro 24 ore grazie al sistema informatico on-line». TRASPARENZA E SERIETÀ In questa ricerca di nuove opportunità da entrambi le parti si innesca un processo delicato che deve avere nella convergenza degli obiettivi e nella trasparenza i principali motori. «La differenza sostanziale rispetto alla nostra rete Trony» sottolinea Salvatore Fanni amministratore delegato di Jumbo spa socio GRE «è la complessità nella gestione dei singoli imprenditori che sono i nostri affiliati perché non sempre sono sintonizzati sulla strategia dell insegna. Questo ci costringe a moltiplicare l attenzione e il focus su queste realtà. Anche il cambio generazionale a cui stanno andando incontro i nostri affiliati ci sta creando qualche grattacapo. Le nuove generazioni spesso sono convinte che offrendo solo alcune categorie di prodotto, ad esempio telefonia o IT, si riesca a sostenere il business, mentre l esperienza ci dice che non ci si può sbilanciare troppo su queste famiglie, dimenticando magari il bianco, perché si perdono redditività e marginalità molto preziose di questi tempi e quando non si colgono certe ANTONIO MAMMOLA TITOLARE DICAL, SOCIO GRE «La Dical non ha una tradizione di gestione diretta di punti vendita, ma nasce come piattaforma di ridistribuzione che negli anni è cresciuta e si è specializzata nello studio e nella realizzazione di progetti di affiliazione. Sicuramente è fondamentale conoscere i sistemi di conduzione dei punti vendita diretti, anche perché i risultati della gestione di questi incidono sui risultati della Dical, ma il nostro obiettivo principale è sempre stato quello di diventare specialisti nella ridistribuzione, perciò abbiamo concentrato le risorse nello sviluppo delle tecniche di gestione di quest ultima». dinamiche si creano problemi». Di certo l attività di affiliazione, e spesso anche di ridistribuzione, non può fermarsi semplicemente alla consegna della merce nelle quantità e nei tempi stabiliti, come conferma Mammola «Noi stabiliamo sin dall inizio con i nostri affiliati un rapporto di piena fiducia, sostenendoli a 360 gradi in tutte le fasi dell attività commerciale. Non ci poniamo come semplice piattaforma che fornisce un prodotto, ma garantiamo loro il know-how completo, dal commerciale al marketing, necessario per intraprendere questo lavoro. Ciò comporta una serie di direttive che loro sono tenuti a seguire, oltre al vincolo d acquisto del 100% dei prodotti in assortimento». NESSUNA DIFFERENZA Una cosa che emerge da tutte le realtà interpellate è che il programma di affiliazione non è molto diverso dall attività tradizionale dei negozi di proprietà, perché negli anni (quasi) tutti hanno cercato di operare una LUIGI FUSCO COO DI SGM DISTRIBUZIONE «Un partner Unieuro può accedere alle nostre promozioni, alle nostre attività di formazione, può diventare un punto di ritiro delle nostre vendite online, riceve i benefici delle nostre attività di comunicazione che sono ormai costanti su tutto il territorio. Inoltre è affiancato da una rete di agenti e di sales man che li supportano con attività di consulenza e analisi di mercato, il tutto in sinergia con la nostra rete di punti vendita diretti. In realtà sui partner c è un attenzione particolare proprio perché vogliamo che anche in questi punti vendita si preservi il valore dell insegna Unieuro ed è importante che il partner si proponga al consumatore sposando la nostra filosofia». scelta qualitativa sia dei negozi diretti che di quelli in franchising. Dove a tutti viene garantito un supporto nella logistica, nel marketing, nella costruzione della griglia e nella formazione del personale coinvolgendo l imprenditore e la sua organizzazione nella crescita professionale all interno di una realtà più grande. «Grazie all esperienza ultraventennale nella gestione della ridistribuzione, Siem ha raggiunto un livello tale di attenzione verso la sua rete di affiliati che non vi sono differenze sostanziali» precisa Malerba di Siem «questo è reso possibile anche grazie ad una fortissima squadra di agenti (6 e un area manager) costantemente aggiornata dai nostri category e dai fornitori. Le regole e tutte le indicazioni commerciali sulla gestione del punto vendita vengono trasferite agli affiliati con lo stesso metodo usato per la nostra rete. Il cliente che entra in un punto vendita affiliato Euronics non troverà nessuna differenza con un punto vendita Euronics diretto. L unica eccezione è data dalla profondità di gamma (punti vendita di proprietà più grandi), ma l affiliato può richiedere tutti i prodotti che gli verranno consegnati entro 24 ore grazie al sistema informatico on-line». Allo stesso tempo l affiliante oggi è molto più consapevole di avere a che fare in molti casi con realtà radicate sul territorio con una storicità importante e una conoscenza approfondita del bacino d utenza, tutti aspetti che rappresentano un reale valore aggiunto al di là del mero fatturato. «Le politiche che cerchiamo di realizzare con i partner» spiega Fusco di SGM «sono le stesse dei punti vendita diretti. La soddisfazione del partner si concretizza nela possibilità di stare sul mercato con gli stessi benefici di chi appartiene a una grande insegna nazionale. Noi non proponiamo una formula magica, ma garantiamo un affiancamento concreto, mettendo a disposizione il nostro know how e tutta la nostra capacità di comunicazione e marketing. Naturalmente anche l imprenditore deve fare la sua parte nella cura della sua clientela, perché è il consumatore finale che decide se una scelta è vincente o meno». PRESIDIO DEL TERRITORIO «Non dimentichiamo che una delle funzioni della rete di affiliati è quella di presidiare quelle aree che sarebbe complesso coprire con punti vendita diretti anche perché la Sardegna vede molti paesi medio-piccoli che in molti casi per noi è più conveniente presidiare con un affiliato: dove non c è un Trony, c è un Sinergy» in questo modo Fanni sintetizza uno dei ruoli che gli affiliati svolgono per OCCORRE METTERE IN CAMPO UNA SERIE DI STRUMENTI DI PRESIDIO E DI AFFIANCAMENTO DEGLI AFFILIATI PER ACCOMPAGNARE LE VARIE REALTÀ SU UN PERCORSO VIRTUOSO CHE PRESERVI TRA L ALTRO ANCHE IL VALORE DELL INSEGNA la società affiliante e cioè il presidio del territorio, ma questo avviene anche con un occhio all efficienza della propria logistica, perché un espansione non ragionata potrebbe portare più problemi che vantaggi come conferma Motta di Galimberti: «Se la rete di proprietà e quella degli affiliati è ben equilibrata si riesce a presidiare il territorio senza eccessive criticità operative e logistiche. Per questo anche l espansione deve tenere conto di questi aspetti». Inolte i partner locali «permettono di creare un contatto, in un modo o in un altro, tra l insegna e il consumatore finale» sottolinea Fusco di SGM. IL VALORE DELL INSEGNA Uno degli aspetti più interessanti per quanto riguarda l affiliato è quello di poter esporre un marchio noto e riconosciuto dal consumatore grazie anche alle continue campagne di comunicazione nazionali che le varie insegne non si fanno mancare. Da parte 30 TRADE CONSUMER ELECTRONICS Aprile 2015 Aprile 2015 TRADE CONSUMER ELECTRONICS 31

17 Sotto la lente pub italie colorline 2015.pdf 1 10/03/ :06 LA PAROLA AGLI AFFILIANTI SALVATORE FANNI A.D. DI JUMBO SOCIO GRE «Negli anni il rapporto con i nostri affiliati è maturato soprattutto in termini di chiarezza nel senso che noi abbiamo sempre garantito quello che promettevamo, riducendo al minimo errori e inefficienze ad esempio sulla logistica e questo ci ha fatto preferire rispetto ad altre realtà che fanno affiliazione. La chiarezza e la trasparenza sono i nostri punti di forza. Il rapporto è consolidato negli anni visto che la nostra attività è iniziata proprio con la ridistribuzione che poi si è trasformata in affiliazione. Non è che andiamo a caccia di nuovi affiliati perché il fatturato per il fatturato non ci interessa vogliamo realtà serie che sposino la nostra filosofia». ENZO MOTTA RESPONSABILE DISTRIBUZIONE DI GALIMBERTI, SOCIO EURONICS «Occorre che ci sia serietà consapevolezza di un ruolo che è cambiato in questi anni sia per quanto riguarda l affiliato sia per l affiliante. Oggi il successo commerciale di un insegna è la somma di diversi fattori di cui l affiliazione e la redistribuzione rappresentano una parte importante sia per il fatturato generato sia per la diffusione di un brand anche in aree che non si riuscirebbero a presidiare con una propria rete, per gestire questa attività occorre una strategia e non ci si può improvvisare occorre professionalità e vocazione al servizio». C M J CM MJ CJ CMJ N C M J CM MJ CJ CMJ N I VANTAGGI DEL CANALE INDIRETTO Fatturato aggiuntivo Presidio capillare del territorio Diffusione dell insegna Maggiore massa critica dell affiliante questo però può rappresentare un fattore critico e sul quale rivolgere una particolare attenzione, perché il valore di un insegna, magari costruita con fatica negli anni, venga svilito da un affiliato superficiale. Per questo motivo, oltre a tutto il processo di selezione all origine, vengono messi in campo tutta una serie di strumenti di presidio e di affiancamento degli affiliati per accompagnare le varie realtà su un percorso virtuoso che preservi tra l altro anche il valore dell insegna. Quindi i punti di forza dell affiliazione oggi sono diversi a partire banalmente dal fatto che assicuri una fetta aggiuntiva di fatturato e che questa sia in qualche modo stabile, a questo va certamente aggiunto un più efficace presidio del territorio senza un eccessiva esposizione finanziaria e con una conseguente diffusione dell insegna. Inoltre l ingresso di alcune realtà nella propria compagine permette agli affilianti i arricchirsi con retailer radicati sul territorio con una storicità importante e una conoscenza approfondita del bacino d utenza. Come ultimo aspetto abbiamo tenuto la possibilità per un insegna di aumentare la propria massa critica, ma bisogna fare attenzione che questo non sia l unico o il principale motore della propria attività di affiliazione come sintetizza bene Gianni Malerba di Siem: «non c è un ritorno di fiamma del canale indiretto, ma un tentativo di trovare nuove risorse da parte di alcuni operatori. L attività di ridistribuzione e principalmente quella di affiliazione, non si inventa dalla sera alla mattina, ma richiede enormi sacrifici, professionalità, dedizione al cliente. Solo chi ha svolto da sempre questo business può continuare a farlo con risultati positivi». 32 TRADE CONSUMER ELECTRONICS Aprile 2015

18 Focus UN APPROCCIO DA SPECIALISTA SBS CAMBIA PELLE PER PRESIDIARE IN MODO DIVERSO IL GRANDE MONDO DEGLI ACCESSORI MOBILE, SIA ABBRACCIANDO NUOVE CATEGORIE E DI FORTE APPEAL, SIA CON UNA STRATEGIA VOTATA AL CATEGORY MANAGEMENT PER PORTARE VALORE E REDDITIVITÀ di Aldo Cattaneo ed Elena Reguzzoni l mercato smartphone cresce e continuerà a farlo e così farà anche i settore degli accessori ad esso legato. Ma il rischio è di sfruttare solo la scia, concentrandosi sulla sola domanda spontanea e conquistando così il consumatore con il prezzo e una scelta di puro impulso. Questa è una tentazione già evidente sia nel trade sia tra i vendor, da cui però SBS vuole smarcarsi imprimendo alla propria strategia un deciso cambio di rotta. Ce lo raccontano Luigi Viscomi e Marco Visconti, rispettivamente direttore commerciale e category manager dell azienda piemontese. In cosa consiste il cambio di pelle di SBS? L. V. «Nell adozione di un approccio da specialisti. Credo che oggi le realtà che distribuiscono accessori mobile abbiano un approccio alla categoria parziale e poco differenziato, lasciando ad altri player interi segmenti. Infatti all interno della categoria c è sempre qualcuno di esterno che copre singole cluster di offerta, ad esempio l audio o lo sport, mentre le aziende che hanno negli accessori mobile il proprio core business si concentrano solo sui prodotti che ruotano di più, vedi cover. Come SBS abbiamo ritenuto fosse arrivato il momento di affrontare il mondo degli accessori in modo più efficace e più distintivo e considerando tutto ciò che oggi significa mobility, attraverso un approccio da specialista sia sui prodotti più core sia sui segmenti contigui al mondo degli accessori mobile». Potete farci qualche esempio? M. V. «Ad esempio abbiamo deciso di lanciare una gamma di SIAMO STATI I PRIMI A LANCIARE UNA GAMMA DI ACCESSORI DEDICATI ALLO SPORT, UN OFFERTA COMPLETA SIA DI PRODOTTI SIA DI APP DEDICATE accessori dedicata allo sport - la gamma GoFit -, di presentarci con un offerta completa sia in termini di segmenti, di prodotti sia di app dedicate. GoFit abbraccia categorie diverse, dai più classici prodotti wearable, che sono la novità del momento, fino ad articoli estremamente focalizzati su certe attività o discipline sportive in grado di interfacciarsi con lo smart-phone, ma anche indipendenti da esso. Mi riferisco alle fasce cardio, alle cuffie wireless o a quelle wired, agli speaker sport, e altri prodotti molto tecnici. Una gamma che è stata costruita per coprire fasce d offerta e quindi di bisogno diverso e non solo l entry level come comunemente si tende a fare. Il target dei runner è stato quello che abbiamo focalizzato per primo dal momento che è tra quelli più numerosamente importanti, per poi allargarci al mondo bike, un altro sport sempre più praticato anche in Italia. Abbiamo lanciato anche delle action cam che per noi rappresentano il completamento della nostra offerta sport in questo caso con un taglio meno tecnico, ma più fun. Si parte da un top di gamma che si interfaccia con lo smartphone con tanto di app dedicate e si arriva a modelli più entry per chi vuole iniziare a prendere confidenza con questi prodotti. Sempre nel mondo sport, l offerta verrà ampliata con prodotti safety per esempio set di luci per i runner. Stiamo ovviamente lavorando per ampliare la gamma anche agli sport invernali come sci e snowboard e per potenziare le linee già lanciate». La vostra anima specialista toccherà altri mondi? M.V. «Certo lanceremo a breve una gamma di accessori photo, pensata per permettere al consumatore di sfruttare al meglio lo smartphone come device con cui fotografare e fare clip: dalle ottiche aggiuntive alle aste per il selfie per cominciare, seguendo lo stesso approccio che abbiamo avuto con la linea sport. Voglio però sottolineare che la stessa profondità di costruzione della categoria ci sarà anche nei segmenti più telefonici. Per esempio con i power bank abbiamo tenuto la stessa impronta non solo con l intento di sfruttare l accessorio del momento, ma di proporci con un offerta completa in grado di rispondere alle diverse necessità dell utente finale in termini di ricarica esterna. Non penso di dire nulla di eccessivo nel ricordare che oggi troppi consumatori comprano un power bank che non è in grado di caricare l apparecchio che si possiede». L approccio specialistico sarà solo sinonimo di gamma? M. V. «Le costruzioni delle singole categorie sono assolutamente centrali, ma acquistano ancora più una connotazione da specialist per come abbiamo deciso di proporle all interno del negozio. Infatti il nostro concetto di specializzazione non si concentra solo sulla completezza e profondità di gamma, ma tocca anche la comunicazione all interno del pv. A livello espositivo abbiamo scelto una soluzione con dei display che siano in grado di spiegare in modo semplice, ma efficace i diversi mondi e, a scendere, le caratteristiche delle diverse fasce d offerta, dalla referenza entry al top di gamma. Un lavoro attento focalizzato per aiutare il consumatore a scegliere il prodotto giusto. Ad esempio abbiamo realizzato un progetto di category per fare trade up sui power bank, ma anche sugli auto charger, spiegando meglio al consumatore cosa acquistare per le sue esigenze, non lasciandolo nelle mani del solo primo prezzo. Troppo spesso questi prodotti vengono banalizzati e alla fine si scontenta il consumatore con una battuta di scontrino che poi fa felice poco anche noi e il rivenditore. Oltre allo studio dei planogrammi e degli espositori un ruolo centrale è andato alla definizione dei pack. Tre elementi che insieme danno vita a un display impattante, ma soprattutto efficace che nella soluzione completa con tutti mondi può arrivare fino a 10/12 metri di lineare. Abbiamo lavorato per portare l acquisto nelle fasce più alte, partendo da un approccio specializzato nel modo di pensare il prodotto e poi la singola categoria, per arrivare a una proposizione e una comunicazione in store in grado di sopperire quelle che oggi sono alcune problematiche o lacune del trade: in questo momento di mercato non possiamo certo pensare possa dedicare un addetto a ogni singolo comparto». Un gran lavoro di category, quindi L. V. «Infatti, solo dando uno sguardo al display affiora il grande lavoro fatto sulle categorie e lo sforzo a non fermarci ai soli prodotti alto rotanti, che sono centrali certo in un corretto approccio commerciale, ma non fanno il 100% del valore e della profittabilità soprattutto di un retailer non generalista come quello eldom. Il nostro obiettivo, lo ribadisco, è quello di essere sinonimo di offerta strutturata, votata al servizio e dedicata al grande mondo del mobile, che non è non solo smartphone. Oggi è vero una delle poche categorie che crescono a doppia cifra è LUIGI VISCOMI direttore commerciale di SBS Spa quella degli smartphone e degli accessori, ma ci siamo chiesti cosa fare per non limitarci ad offrire semplicemente dei prodotti seguendo l onda e puntando in grande parte solo sul prezzo, come fanno molti, ma abbracciando un modello di sviluppo dei fatturati e delle marginalità. Quando su una categoria si ragiona solo sul prezzo vuol dire che questa categoria non ha più nulla da dire, e questo non possiamo credere ch valga già oggi per il mobile. Tutto questo però tenendo conto delle dinamiche della domanda, quindi presidiando sì il primo prezzo, ma comunicando che si può avere di meglio o che quello che se si vuole quello che si cerca si deve spendere euro in più. Ribadisco, sia noi sia il trade non abbia certo bisogno di banalizzare una categoria che ha ancora molte potenzialità». Gestire un esposizione di metri può essere però un problema L. V. «È un lineare importante, ma allo stesso tempo è modulare e diviso per mondi. Questo può permettere di costruire un offerta cucita sulle esigenze del singolo rivenditore e del suo bacino d utenza, magari anche andando a posizionare il singolo modulo nell area di interesse all interno del punto vendita. I riscontri dei primi allestimenti è estremamente positivo». Se dovesse sintetizzare i vantaggi per il trade di avere una vostra esposizione? L.V. «Il plus per il trade è che con la nostra proposta si può migliorare il livello di servizio e la redditività. Ogni prodotto che inseriamo nella nostra griglia è pensato per la funzione che dovrà prestare, ma anche per il ruolo che avrà in negozio a come verrà proposto al consumatore. La nostra soluzione espositiva è un cruscotto per il consumatore perchè fornisce chiari criteri di scelta e così aiuta l up selling». Quindi essere specialisti per SBS significa M.V. «Vuol dire dare e proporre un prodotto adatto ai diversi utenti, da quello più basic a un articolo più tecnico per un consumatore esigente ed evoluto. Massimizzare le vendite e le redditività di una categoria vuole d altronde dire questo. Per finire, cosa chiede ai rivenditori? L.V. «È semplice: ascolto, fiducia e coraggio, ma anche una maggiore competenza. Perché non credo sia più possibile andare avanti con approcci e politiche vecchie senza la volontà di capire o semplicemente di ascoltare. Le hit di vendita e o i kpi sono importanti, ma per cogliere le opportunità bisogna anche guardare oltre...». MARCO VISCONTI category manager di SBS Spa 34 TRADE CONSUMER ELECTRONICS Aprile 2015 Aprile 2015 TRADE CONSUMER ELECTRONICS 35

19 Mobile Il boom dei telefoni cellulari non è finito. Gli smartphone pesano a livello mondiale quasi un terzo nelle spese tecnologiche dei consumatori e nel 2015 se ne venderanno oltre 1,5 miliardi di unità, con un lusinghiero +19% rispetto all anno appena chiuso. A livello italiano lo scorso anno ne sono stati venduti quasi 15,5 milioni per un giro d affari di oltre 3,5 miliardi di euro. Tutto il mercato retail ha cubato 13,3 miliardi di euro, quindi una share di assoluto rispetto. Il cellulare è di fatto la categoria di prodotti che ha aiutato l intera industria a resistere ai venti di tempesta dovuti alla crisi economica. Non è un caso che questa edizione del Mobile World Congress, la fiera più importante dedicata al mondo della telefonia mobile, abbia messo in mostra per prima cosa molte novità proprio tra gli smartphone. La COSA HA INSEGNATO IL MWC 2015? ANCHE SENZA GRANDI ANNUNCI WOW, LA VITALITÀ DEI PRODOTTI MOBILE, SMARTPHONE IN TESTA, E DEI BRAND CHE LI PROPONGONO È STATA CONFERMATA A BARCELLONA, DOVE TRA GLI STAND SONO EMERSE ANCHE LE TENDENZE DI UN MERCATO CHE CONTINUA E CONTINUERÀ A CRESCERE, MA SI FA SEMPRE PIÙ MATURO E AFFOLLATO. ALCUNE CONFERME? PRESIDIO DELLA FASCIA ALTA E PREMIUM PIÙ DIFFICILE, INVESTIMENTI SUI MODELLI MEDIUM, AUMENTO DELLA COMPETITION IN TUTTE LE FASCE D OFFERTA, RAFFREDDAMENTO D INTERESSE SUI TABLET E DI CONTRO TANTA ENERGIA E RISORSE SUI WEARABLE, ORA PERÒ ARRIVATI ALLA PROVA DEI FATTI di Mark Perna REPORTAGE # Alcatel Si conferma uno dei brand meglio posizionati nella pancia del mercato. Il nuovo OneTouch Idol 3 offre il meglio della tecnologia con un prezzo inferiore ai 300 euro, disponibile anche in versione phablet da 5,5 pollici. # Cellular Italia Gamma sempre più ricca che mette a disposizione degli utenti accessori per ogni necessità. Tre le macro aree coperte: energia, sport e complementi per le vacanze al mare. Un esempio: la batteria ausiliaria FreePower Voyger reistente a spruzzi e sabbia. # Doro Interessante Liberto 820 Mini, smartphone compatto per i senior. Annunciato anche il servizio Connect & Care per risolvere il problema della solitudine degli utenti e la serenità dei parenti che vivono lontani. 36 TRADE CONSUMER ELECTRONICS Aprile 2015

20 Mobile kermesse che ha chiuso i battenti ai primi di marzo a Barcellona è stata infatti scelta da molte aziende per lanciare alcuni dei prodotti più attesi del mercato, in modo particolare gli ultimi Galaxy S6 e S6 Edge di Samsung e l ammiraglia di HTC, il One M9. Un evidente sforzo soprattutto da parte del colosso coreano - di presidiare la fascia alta del mercato cercando da un lato e di contenere l impennata registrata da Apple nell ultimo trimestre 2014 con i suoi iphone dall altra. Secondo cifre societarie riportate sulla stampa, l azienda di Cupertino ha venduto 568 iphone al minuto nel 2014, portando una liquidità di cassa a 178 miliardi di dollari, pari al Pil del Kuwait. Dall altro di compensare in termini di redditività la crescita costante delle fasce entry e medium. Ma, vediamo quali indicazioni e trend sono emersi a quest ultimo appuntamento catalano. SMARTPHONE, SEMPRE PIÙ DIFFICILE IL MERCATO DEI TOP DI GAMMA Come già detto: la marginalità è sempre più importante e le redditività in calo o in negativo dell ultimo anno lo ricordano a diversi brand che erano a Barcellona. Tutte le aziende hanno quindi l obiettivo di spingere sui prodotti top di gamma, ma il mercato, nell ultimo trimestre ha premiato soprattutto se non solo - Apple. Samsung con i suoi nuovi S6 annunciati a Barcellona e in arrivo in Italia a partire dal 10 aprile, proverà a difendere la sua quota di mercato in questa fascia, puntando (questa volta) su prodotti belli e raffinati. «Abbiamo ascoltato i consumatori che ci chiedevano di unire alle innovazioni tecnologiche anche un design unico» ci dice Carlo Barlocco, vice presidente di Samsung Electronic Italia. «Nei nuovi Galaxy S6 abbiamo utilizzato materiali come il metallo e il vetro per realizzare un telefono che rispondesse alle esigenze non solo di oggi, ma anche quelle future e siamo sicuri che con questi dispositivi riusciremo ad aumentare il gap con i nostri concorrenti». Mantenere quote di mercato nella fascia alta, se non addirittura premium, è anche il tentativo di HTC che proverà a convincere i consumatori con il nuovo One M9. Una sfida non facile soprattutto sul mercato italiano. Le aspettative intorno a questo prodotto erano molto elevate, ma il look praticamente identico al modello precedente ha un po spento gli entusiasmi della vigilia. Il capo del design dell azienda taiwanese Claude Zellweger in una recente intervista a The Verge, ha dichiarato che l immediata riconoscibilità del prodotto è voluta e finalizzata a creare una vera icona. Sarà, peccato che però questo genere di abilità riescano solo a Apple. Di sicuro dovranno puntare a puntellare le proprie quote di mercato anche Sony ed LG, che lanceranno però solo nei prossimi mesi le loro ammiraglie Xperia Z4 e G4. Da indiscrezioni raccolte in fiera, questi due prodotti si annunciano particolarmente innovativi. Anche le ambizioni di Huawei fanno pensare che anche il brand cinese non farà mancare un flagship product. Rimane però tutto da vedere quanto i consumatori saranno disposti a spendere una cifra elevata per questi prodotti premium, soprattutto non firmati da due big Apple e Samsung. LA GUERRA DELLA FASCIA MEDIA Lo scetticismo sulla vivacità della fascia alta non è solo legato all onda lunga della crisi, ma anche da precisi indicatori di mercato. Secondo i dati IDC nel 2014 oltre il 60% dei terminali Android e Windows Phone venduti hanno avuto un prezzo inferiore ai 200 euro, il 20% quelli in fascia media (200/400 dollari). È qui LA VISION DI GFK LA CRESCITA, ANCHE PREMIUM, NON È FINITA FABRIZIO MARAZZI, GROUP ACCOUNT MANAGER - TECHNOLOGY «Le fasce medie e entry continueranno quest anno il loro sviluppo, ma crediamo che questa dinamica sarà bilanciata dai modelli alto di gamma che venderanno più del 2014 e questo fermerà - o quanto meno limiterà - la decrescita del prezzo medio. Diciamo ciò perché il mercato smartphone è tuttora un mercato estremamente innovativo e veloce; l innovazione perciò non è certo finita, anzi il lancio continuo di device sempre più performanti sia in termini di processore, di fotocamera, di display e con altre feature (anche estetiche) sosterranno ancora il mercato. Ripeto, è vero, l innovazione in questo mercato è iniziata da tempo, ma c è ancora spazio per ulteriori evoluzioni, ad esempio sul fronte dei processori: a gennaio i modelli quad core erano solo il 50% del mercato a volume. Nello stesso tempo la fascia alta continua a essere presidiata da pochi brand che grazie a grandi risorse per la comunicazione e il marketing hanno conquistato quote difficili da scalfire, ma sostengono così anche una fascia importante del valore di questo mercato. Parlando più in generale di previsioni 2015 crediamo che continuerà la crescita e ancora a due digit sia a valore sia a volume anche se in misura minore rispetto al 2014 in quanto iniziamo a parlare di un mercato di sostituzione. Si venderanno ancora più phablet cioè device con schermo da 5,5 a 6,5, che già nel 2014 sono cresciuti del 220%, ma i brand continueranno a proporre prodotti con schermi più grandi (che oggi è il principale motivo di scelta di uno smartphone) con processori più potenti. Questo ovviamente impatterà in termini erosivi sulle vendite di tablet. Per finire i feature phone subiranno un ulteriore frenata per la concorrenza degli smartphone entry che oggi vengono comprati - visto il punto prezzo raggiunto - anche da chi vuole un vecchio telefonino». REPORTAGE # Haier Il produttore cinese ha presentato alcuni dispositivi indossabili per la sicurezza e la sorveglianza di bambini, anziani e persino animali: 2 orologi e un collare gps. # HTC HTC ha sorpreso il pubblico di Barcellona non tanto per l atteso lancio del One M9, quanto per l annuncio del dispositivo di realtà virtuale Vive realizzato con Valve, uno dei dispositivi più sorprendenti del MWC. # Hisense Due gli smartphone interessanti. L H910 Dual sim è il nuovo top di gamma con il supporto LTE e il display full HD. HiSense H610 è, invece, un dispositivo pensato per ogni occasione perché resistente all acqua e a urti, graffi e polvere. # Huawei Lanciati tre nuovi wearable. L oggetto più commentato è stato ovviamente il suo primo Watch, dal design raffinato e con un prezzo inferiore ai 200 euro. Novità anche i TalkBand B2 e il TalkBand B1 dedicati soprattutto agli sportivi. 38 TRADE CONSUMER ELECTRONICS Aprile 2015 Aprile 2015 TRADE CONSUMER ELECTRONICS 39

UPPLEVA. 5 anni di GARANZIA. Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno.

UPPLEVA. 5 anni di GARANZIA. Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno. UPPLEVA Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno. 5 anni di GARANZIA INCLUSA NEL PREZZO I televisori, i sistemi audio e gli occhiali 3D UPPLEVA sono garantiti 5 anni. Per saperne

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

Carica i tuoi contenuti. Notizie Feed RSS Feed Multipli. Collegamento al tuo Sito Web

Carica i tuoi contenuti. Notizie Feed RSS Feed Multipli. Collegamento al tuo Sito Web Formule a confronto Carica i tuoi contenuti Puoi inserire immagini, creare le tue liste, i tuoi eventi. Gestire il tuo blog e modificare quando e quante volte vuoi tutto ciò che carichi. Notizie Feed RSS

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

PLAYBOOK EMAIL REMARKETING. Tre modi per trasformare in acquirenti gli utenti che abbandonano il carrello. OTTIMIZZAZIONE DELLE CONVERSIONI

PLAYBOOK EMAIL REMARKETING. Tre modi per trasformare in acquirenti gli utenti che abbandonano il carrello. OTTIMIZZAZIONE DELLE CONVERSIONI PLAYBOOK OTTIMIZZAZIONE DELLE CONVERSIONI EMAIL REMARKETING Tre modi per trasformare in acquirenti gli utenti che abbandonano il carrello. EMAIL REMARKETING Tre modi per trasformare in acquirenti gli utenti

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

La Guida di. La banca multicanale. In collaborazione con: ADICONSUM

La Guida di. La banca multicanale. In collaborazione con: ADICONSUM La Guida di & La banca multicanale ADICONSUM In collaborazione con: 33% Diffusione internet 84% Paesi Bassi Grecia Italia 38% Spagna Svezia Francia 80% Germania Gran Bretagna 52% 72% 72% 63% 77% Diffusione

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

Samsung People Regolamento di Accesso al Club

Samsung People Regolamento di Accesso al Club Samsung People Regolamento di Accesso al Club Cos è Samsung People Samsung People è il Club gratuito promosso da Samsung Electronics Italia S.p.A (di seguito "Samsung") a supporto dei possessori di prodotti

Dettagli

Vodafone Case Study Pulitalia

Vodafone Case Study Pulitalia Quello con Vodafone e un vero è proprio matrimonio: un lungo rapporto di fiducia reciproca con un partner veramente attento alle nostre esigenze e con un account manager di grande professionalità. 1 Il

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

Logistica digitale delle Operazioni a premio

Logistica digitale delle Operazioni a premio Logistica digitale delle Operazioni a premio La piattaforma logistica delle operazioni a premio digitali BITGIFT è la nuova piattaforma dedicata alla logistica digitale delle vostre operazioni a premio.

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS.

L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS. SMS: usali per raggiungere i tuoi contatti... con un click! Guida pratica all utilizzo degli sms pubblicitari L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS. 2 SMS: usali

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza

Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza X-Pay Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza Agenda CartaSi e l e-commerce Chi è CartaSi CartaSi nel mercato Card Not Present I vantaggi I vantaggi offerti da X-Pay I vantaggi offerti da

Dettagli

GUIDA ALLE BEST PRACTICE PER MOBILE DEVICE MANAGEMENT E MOBILE SECURITY

GUIDA ALLE BEST PRACTICE PER MOBILE DEVICE MANAGEMENT E MOBILE SECURITY GUIDA ALLE BEST PRACTICE PER MOBILE DEVICE MANAGEMENT E MOBILE SECURITY Con Kaspersky, adesso è possibile. www.kaspersky.it/business Be Ready for What's Next SOMMARIO Pagina 1. APERTI 24 ORE SU 24...2

Dettagli

HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE. GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE

HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE. GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE FACILITÀ TECNOLOGIA DISPONIBILITÀ ASSISTENZA D USO WI-FI IN 8 LINGUE TECNICA Collegamento

Dettagli

Il software per la gestione smart del Call Center

Il software per la gestione smart del Call Center Connecting Business with Technology Solutions. Il software per la gestione smart del Call Center Center Group srl 1 Comunica : per la gestione intelligente del tuo call center Comunica è una web application

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

Go Bemoov. Una biglietteria in ogni cellulare: Sperimentazione NFC per

Go Bemoov. Una biglietteria in ogni cellulare: Sperimentazione NFC per Go Bemoov Una biglietteria in ogni cellulare: Sperimentazione NFC per BEMOOV Il circuito nazionale di mobile payment Bemoov è il circuito nazionale di acquisti e pagamenti in mobilità attivo al pubblico

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

IMPARA IL MERCATO IN 10 MINUTI

IMPARA IL MERCATO IN 10 MINUTI IMPARA IL MERCATO IN 10 MINUTI AVVERTENZA SUGLI INVESTIMENTI AD ALTO RISCHIO: Il Trading sulle valute estere (Forex) ed i Contratti per Differenza (CFD) sono altamente speculativi, comportano un alto livello

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

ghd crea una comunità online professionale che si dedica all acconciatura. Grazie a hybris.

ghd crea una comunità online professionale che si dedica all acconciatura. Grazie a hybris. ghd crea una comunità online professionale che si dedica all acconciatura. Grazie a hybris. Sin dal lancio, avvenuto dieci anni fa, il marchio ghd è diventato sinonimo di prodotti di hair styling di fascia

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Il portafoglio VidyoConferencing. Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi

Il portafoglio VidyoConferencing. Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi Il portafoglio VidyoConferencing Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi La qualità HD di Vidyo mi permette di vedere e ascoltare

Dettagli

Indice dell'economia e della società digitali 1 2015 2

Indice dell'economia e della società digitali 1 2015 2 Indice dell'economia e della società digitali 1 2015 2 Profilo per paese L', con un 3 complessivo pari a 0,36, è venticinquesima nella classifica dei Stati membri dell'. Nell'ultimo anno ha fatto progressi

Dettagli

Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda

Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda COMUNICATO STAMPA Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda Al convegno L Italian Style nei paesi emergenti: mito o realtà? - Russia, India e Cina - presentata la quarta

Dettagli

Il mobile e lo shopping on demand. Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto. tradedoubler.com

Il mobile e lo shopping on demand. Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto. tradedoubler.com Il mobile e lo shopping on demand Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto tradedoubler.com I canali di performance marketing mobile stanno trasformando l esperienza di acquisto

Dettagli

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond EBOOK la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond.it indice Capitolo 1 Metodo #1 per aumentare i Mi piace su Facebook: Concorsi 5 Capitolo 5 Metodo #5 per aumentare

Dettagli

Profili di affiliazione

Profili di affiliazione Profili di affiliazione - 2 - Che cosa è? Il profilo di affiliazione Agency permette di diventare partner di Millemotivi Franchising senza dover affittare o acquistare locali commerciali o macchinari.

Dettagli

INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie

INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie Mobile Marketing Interattivo QR Code Inside Active Mailing Interattivo Interattivo Chi Siamo Interactive Advertising si avvale di un network di manager

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Un po di Storia ISP & Web Engineering ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Breve cenno sulla storia dell informatica: dagli albori ai giorni nostri; L evoluzione di Windows: dalla

Dettagli

E. Bisetto e D. Bordignon per

E. Bisetto e D. Bordignon per Personal Branding pensare, creare e gestire un brand a cura di E. Bisetto e D. Bordignon per Cosa significa Personal Branding Come si fa Personal Branding Come coniugare Brand Personale e Brand Aziendale

Dettagli

Resellers Kit 2003/01

Resellers Kit 2003/01 Resellers Kit 2003/01 Copyright 2002 2003 Mother Technologies Mother Technologies Via Manzoni, 18 95123 Catania 095 25000.24 p. 1 Perché SMS Kit? Sebbene la maggior parte degli utenti siano convinti che

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

Modelli di consumo e di risparmio del futuro. Nicola Ronchetti GfK Eurisko

Modelli di consumo e di risparmio del futuro. Nicola Ronchetti GfK Eurisko Modelli di consumo e di risparmio del futuro Nicola Ronchetti GfK Eurisko Le fonti di ricerca Multifinanziaria Retail Market: universo di riferimento famiglie italiane con capofamiglia di età compresa

Dettagli

Le Dashboard di cui non si può fare a meno

Le Dashboard di cui non si può fare a meno Le Dashboard di cui non si può fare a meno Le aziende più sensibili ai cambiamenti stanno facendo di tutto per cogliere qualsiasi opportunità che consenta loro di incrementare il business e di battere

Dettagli

DOCUMENTO TECNICO Un sistema più intel igente per control are i punti vendita: sorveglianza IP

DOCUMENTO TECNICO Un sistema più intel igente per control are i punti vendita: sorveglianza IP DOCUMENTO TECNICO Un sistema più intelligente per controllare i punti vendita: sorveglianza IP Guida descrittiva dei vantaggi dei sistemi di gestione e di sorveglianza IP per i responsabili dei punti vendita

Dettagli

INDAGINE CONFCOMMERCIO-FORMAT SUL NEGOZIO NELL ERA DI INTERNET

INDAGINE CONFCOMMERCIO-FORMAT SUL NEGOZIO NELL ERA DI INTERNET INDAGINE CONFCOMMERCIO-FORMAT SUL NEGOZIO NELL ERA DI INTERNET Per circa il 70% dei consumatori e degli imprenditori i negozi tradizionali tra dieci anni avranno ancora un ruolo importante, ma solo se

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

un occhio al passato per il tuo business futuro

un occhio al passato per il tuo business futuro 2 3 5 7 11 13 17 19 23 29 31 37 41 43 47 53 59 61 un occhio al passato per il tuo business futuro BUSINESS DISCOVERY Processi ed analisi per aziende virtuose Che cos è La Business Discovery è un insieme

Dettagli

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA 2ª PARTE NEL CAPITOLO PRECEDENTE NOTA METODOLOGICA LA PAROLA AI CIO I MIGLIORI HYPERVISOR AFFIDARSI AI VENDOR INVESTIRE PER IL CLOUD APPLICAZIONI

Dettagli

Spread. C è anche quello dei prezzi. Inchiesta

Spread. C è anche quello dei prezzi. Inchiesta Spread C è anche quello dei prezzi LA NOSTRA INCHIESTA Le grandi catene internazionali, da Zara a McDonald s, praticano prezzi diversi in Europa. I consumatori italiani tra i più penalizzati. Le grandi

Dettagli

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA I DESTINATION CENTER I Destination Center COS è UN DESTINATION CENTER? SHOPPING SPORT DIVERTIMENTO Un Destination Center e una combinazione di aree tematiche,

Dettagli

CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ

CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ A) ASPETTI GENERALI SU CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD na Carta di Credito TOP senza uguali sul mercato. Per gli Associati che non vorranno o non potranno avere

Dettagli

L idea. 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta

L idea. 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta Guardare oltre L idea 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta I nostri moduli non hanno altrettante combinazioni possibili, ma la soluzione è sempre una, PERSONALIZZATA

Dettagli

Benvenuto nello straordinario mondo del Trading in opzioni!

Benvenuto nello straordinario mondo del Trading in opzioni! TRADING in OPZIONI Benvenuto nello straordinario mondo del Trading in opzioni! Justagoodtrade è il nome di uno yacht che ho visto durante uno dei miei viaggi di formazione sul trading negli USA. Il milionario

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati.

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati. Disclaimer: "# $%&'(&)'%# *("# +,(-(&'(# *%$).(&'%#,/++,(-(&'/# 0"#.(1"0%# *(""20&3%,./40%&(# /# &%-',/# disposizione. Abbiamo fatto del nostro meglio per assicurare accuratezza e correttezza delle informazioni

Dettagli

IMPRENDITORIALITA E INNOVAZIONE

IMPRENDITORIALITA E INNOVAZIONE Università degli studi di Bergamo Anno accademico 2005 2006 IMPRENDITORIALITA E INNOVAZIONE Docente: Prof. Massimo Merlino Introduzione Il tema della gestione dell innovazione tecnologica è più che mai

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

Total Retail 2015. 31 Cambiamenti demografici. www.pwc.com/it. Analisi dei risultati per il mercato italiano e confronto con i principali Paesi

Total Retail 2015. 31 Cambiamenti demografici. www.pwc.com/it. Analisi dei risultati per il mercato italiano e confronto con i principali Paesi Total Retail 2015 Analisi dei risultati per il mercato italiano e confronto con i principali Paesi Il ruolo del negozio 14 Il ruolo dello smartphone 21 Social media 31 Cambiamenti demografici 37 www.pwc.com/it

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower Previsioni Q1 14 Manpower sull Occupazione Italia Indagine Manpower Previsioni Manpower sull Occupazione Italia Indice Q1/14 Previsioni Manpower sull Occupazione in Italia 1 Confronto tra aree geografiche

Dettagli

Il CIO del futuro Report sulla ricerca

Il CIO del futuro Report sulla ricerca Il CIO del futuro Report sulla ricerca Diventare un promotore di cambiamento Condividi questo report Il CIO del futuro: Diventare un promotore di cambiamento Secondo un nuovo studio realizzato da Emerson

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

Contribuite anche voi al nostro successo.

Contribuite anche voi al nostro successo. Entusiasmo da condividere. Contribuite anche voi al nostro successo. 1 Premi Nel 2009 e nel 2012, PostFinance è stata insignita del marchio «Friendly Work Space» per la sua sistematica gestione della salute.

Dettagli

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4.

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4. Industry 4.0 - La Fabbrica prossima ventura? Incontro e Dibattito per esplorazione di >> Cosa succederà per gli Imprenditori, i Manager, i Cittadini?

Dettagli

Eccellenza nel Credito alle famiglie

Eccellenza nel Credito alle famiglie Credito al Credito Eccellenza nel Credito alle famiglie Innovazione e cambiamento per la ripresa del Sistema Paese Premessa La complessità del mercato e le sfide di forte cambiamento del Paese pongono

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA L Italia è in crisi, una crisi profonda nonostante i timidi segnali di ripresa del Pil. Ma non è un paese senza futuro. Dobbiamo

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Autodesk Un nuovo modello per la fornitura di software agli istituti didattici Domande frequenti Europa

Autodesk Un nuovo modello per la fornitura di software agli istituti didattici Domande frequenti Europa Autodesk Un nuovo modello per la fornitura di software agli istituti didattici Domande frequenti Europa Un nuovo modello per la fornitura di software agli istituti didattici Europa Nell'ottobre 2014, Autodesk

Dettagli

Profilo Commerciale Collabor@

Profilo Commerciale Collabor@ Profilo Commerciale Collabor@ 1. DESCRIZIONE DEL SERVIZIO E REQUISITI Collabor@ è un servizio di web conferenza basato sulla piattaforma Cisco WebEx, che consente di organizzare e svolgere riunioni web,

Dettagli

Automotive Business Intelligence. La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno.

Automotive Business Intelligence. La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno. Automotive Business Intelligence La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno. Prendere decisioni più consapevoli per promuovere la crescita del vostro business. Siete pronti ad avere

Dettagli

GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE

GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE Titolo GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE Comprende strategie operative Autore Dove Investire Sito internet http://www.doveinvestire.com Broker consigliato http://www.anyoption.it ATTENZIONE: tutti i diritti sono

Dettagli

Sfide strategiche nell Asset Management

Sfide strategiche nell Asset Management Financial Services Banking Sfide strategiche nell Asset Management Enrico Trevisan, Alberto Laratta 1 Introduzione L'attuale crisi finanziaria (ed economica) ha significativamente inciso sui profitti dell'industria

Dettagli

DVR Icatch serie X11 e X11Z iwatchdvr applicazione per iphone /ipad

DVR Icatch serie X11 e X11Z iwatchdvr applicazione per iphone /ipad DVR Icatch serie X11 e X11Z iwatchdvr applicazione per iphone /ipad Attraverso questo applicativo è possibile visualizzare tutti gli ingressi del DVR attraverso il cellulare. Per poter visionare le immagini

Dettagli

Mobile Enterprise: produttività recuperata per 9 miliardi di nel 2014

Mobile Enterprise: produttività recuperata per 9 miliardi di nel 2014 Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano www.osservatori.net COMUNICATO STAMPA Osservatorio Mobile Enterprise Mobile Enterprise: produttività recuperata per 9 miliardi di nel 2014 Il mercato

Dettagli

Prof. Like you. Prof. Like you. Tel. +39 075 801 23 18 / Fax +39 075 801 29 01. Email info@zerounoinformatica.it / Web www.hottimo.

Prof. Like you. Prof. Like you. Tel. +39 075 801 23 18 / Fax +39 075 801 29 01. Email info@zerounoinformatica.it / Web www.hottimo. Pag. 1/7 Prof. Like you Tel. +39 075 801 23 18 / Fax +39 075 801 29 01 Email / Web / Social Pag. 2/7 hottimo.crm Con CRM (Customer Relationship Management) si indicano tutti gli aspetti di interazione

Dettagli

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02 Impar a il tr ading da i m aestr i Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale Cos'è l'analisi Fondamentale? L'analisi fondamentale esamina gli eventi che potrebbero influenzare il valore

Dettagli

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Mai più senza smartphone.

Mai più senza smartphone. Mai più senza smartphone. Il telefonino ha superato il pc come mezzo di consultazione del web: 14,5 milioni contro 12,5 milioni.* Sempre più presente, lo smartphone è ormai parte integrante delle nostre

Dettagli

L opera italiana. Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014. Scala.

L opera italiana. Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014. Scala. Fo oto Erio Piccaglian ni Teatro alla S Scala L opera italiana nel panorama mondiale Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014 ASK: CHI, PERCHE, COSA Siamo

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli