SVILUPPO DEL TURISMO IN OLTREPÒ PAVESE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SVILUPPO DEL TURISMO IN OLTREPÒ PAVESE"

Transcript

1 RISULTATI DELL INDAGINE SVILUPPO DEL TURISMO IN OLTREPÒ PAVESE Maurizio Benzi Voghera, Settembre 2012

2 INTRODUZIONE E OBIETTIVI La crisi economica in atto, rischia di peggiorare ulteriormente la situazione economica e occupazionale nel territorio dell Oltrepò Pavese. Il turismo, che fino ad ora non ha espresso appieno le sue potenzialità, rappresenta una delle poche opportunità possibili per il rilancio economico del nostro territorio. Questo documento descrive i risultati dell indagine del Movimento Voghera 5 Stelle, volta a comprendere le possibili direzioni dello sviluppo turistico ed i freni che fino ad ora l hanno inibita. Si ringrazia per la collaborazione le istituzioni e gli operatori che con le loro risposte e le loro idee, hanno permesso la realizzazione di questa analisi. L INDAGINE Dal mese di luglio 2012, sono state poste sette domande agli operatori del settore turistico in Oltrepò Pavese con l obiettivo di comprendere come si possa sviluppare maggiormente il turismo nel nostro territorio, secondo il parere di chi lavora quotidianamente in questo settore. Le domande poste sono state le seguenti: 1. Quali sono i motivi per cui il turismo in Oltrepò Pavese non riesce a decollare? 2. Quali sono i principali pregi e difetti dell'offerta turistica ed enogastronomica dell'oltrepò Pavese? 3. Quali sono le maggiori difficoltà nella promozione e nel marketing dell'oltrepò Pavese? 4. Quali potrebbero essere le migliori modalità per promuovere l'oltrepò ed i suoi valori? 5. Siamo pronti per un turismo di respiro internazionale? Oppure cosa dovremmo fare? 6. Quale dovrebbe essere il ruolo delle istituzioni (Provincia, Comuni, ecc.)? 7. Cosa dovrebbe fare Voghera per diventare realmente "Capitale dell'oltrepò"?

3 RISPOSTE 1. Quali sono i motivi principali per cui il turismo in Oltrepò Pavese non riesce a decollare? Mancanza di una strategia complessiva. Nel tempo sono state avviate diverse iniziative isolate che hanno occupato risorse, ma che non hanno raggiunto gli obiettivi. C è la mancanza di una visione complessiva e di lungo termine dell'oltrepò, si naviga a vista ed ognuno pensa ai propri interessi. La mancanza di una regia generale è il problema principale che impedisce lo sviluppo dell Oltrepò Pavese. Assenza della sinergia tra gli operatori del territorio. Troppo spesso i diversi attori dell Oltrepò hanno agito in maniera slegata gli uni dagli altri, non permettendo la realizzazione di un'immagine complessiva del marchio Oltrepò Pavese e la creazione di economie di scala a livello di comunicazione e di sistema turistico. E' fondamentale fare rete superando i campanilismi e gli interessi individuali, in alternativa, le possibilità di rilanciare il turismo in Oltrepò sono nulle. Mancanza di un identità riconosciuta e riconoscibile. L Oltrepò ha diversi valori, ma non ha un identità univoca e chiaramente definita. Non si è mai definito un messaggio forte per tutto l'oltrepò da diffondere costantemente nel tempo e in diverse sedi. Assenza di promozione e pubblicità. Non si è investito adeguatamente nella diffusione del concetto di Oltrepò Pavese. Oggi semplicemente l Oltrepò Pavese è semisconosciuto in Italia e completamente sconosciuto all estero. Inoltre i target della comunicazione non devono essere solo gli utenti finali ma anche i tour operator. Fare pubblicità spetta sia alle istituzioni (enti di promozione, Provincia, Comuni) sia ai singoli operatori. Ma è necessario un forte coordinamento tra le diverse parti per ottenere buoni risultati. E questo è quasi sempre mancato. Scarsità di competenze manageriali. C è l incapacità generale di comprendere le evoluzioni del mercato turistico e di innovare sia da parte dei privati che delle istituzioni. Sono pochi gli operatori in grado di analizzare i flussi turistici, capire le tendenze e mettere a punto strategie chiare. L importanza di Internet è fortemente sottovalutata, come anche la possibilità di comunicare in lingue diverse dall italiano. In Italia esistono competitor che da anni lavorano in queste direzioni e che perciò sono molto più avanti in termini di brand, comunicazione, ricettività, strutture e servizi.

4 Mentalità e cultura locale. C è una sensazione di isolamento da parte di alcuni operatori e l orgoglio per il proprio territorio, se c è, non viene adeguatamente diffuso. Per troppi anni si è attuata una logica che vedeva il turista come un pollo da spennare, ed ora si scontano quegli atteggiamenti. Sono stati pochissimi gli imprenditori che si sono voluti mettere in gioco, anche rischiando. Inoltre spesso il turista vuole servizi coordinati per godere di una destinazione turistica come fosse un unico ambiente, invece località distanti solo pochi chilometri sono completamente separate a livello di sistema turistico. Mancanza di attrazioni famose. ell Oltrepò Pavese mancano risorse turistiche di primo piano, in grado di richiamare consistenti flussi turistici. Quindi l Oltrepò è costretto a creare le sue attrazioni attraverso la comunicazione e l aggregazione di luoghi, itinerari e operatori.

5 2. Quali sono i principali pregi e difetti dell'offerta turistica ed enograstronomica dell'oltrepò Pavese? I pregi evidenziati sono: Offerta enogastronomica di primo piano e di livello europeo Paesaggio incontaminato e varietà di luoghi (in pochi chilometri si passa dalla pianura alla collina e alla montagna) Itinerari e percorsi importanti come la Via del Sale e potenzialmente la Greenway Castelli medioevali di buon livello Buona offerta termale anche se su un target limitato Cantine aperte per la degustazione Contesto storico e testimonianza della presenza di personaggi illustri Vicinanza alle grandi città e collegamenti favorevoli ma poco sfruttati in termini di marketing (autostrade, ferrovie) Difetti riscontrati: Mancanza di un sistema turistico complessivo Mancanza di focalizzazioni specifiche e di offerte definite per specifici target group (famiglie, sportivi, coppie, ecc.) Assenza di tour operator o agenzie viaggi focalizzate sulla vendita (in Italia o all estero) di pacchetti turistici dell Oltrepò Pavese Vie di comunicazione limitate in alcune zone Poca manutenzione del verde e dei versanti in alcune zone Agriturismi solo nel nome e non sempre di livello adeguato, che abbassano la percezione complessiva Scarse capacità manageriali e capacità di innovare Immobilismo da parte di diversi enti ed operatori

6 3. Quali sono le maggiori difficoltà nella promozione e nel marketing dell'oltrepò Pavese? Mancanza di una visione comune e di coordinamento. L'offerta turistica è troppo frammentata e questo fa perdere forza nella comunicazione. Infatti le piccole azioni promozionali sconnesse fra loro risultano spesso inutili. Il marketing e la comunicazione devono essere a 360 e costanti nel tempo. A causa delle risorse scarse diventa ancora più strategica la messa in rete di tutto quanto già esiste. Tuttavia oggi non esiste una squadra compatta, determinata e capace che sappia farlo. Scarsi investimenti in marketing e promozione. Nel tempo sono state avviate molte iniziative, ma nessuna di queste ha inciso in termini di marketing e comunicazione. Il risultato è che oggi l Oltrepò oggi non è conosciuto. Di conseguenza prima di investire in altre iniziative locali, è necessario investire in promozione al di fuori dei nostri confini. Dalla pubblicità tradizionale a Internet, l Oltrepò è a digiuno di tutto. Va costruita un'operazione di cui possa beneficiare tutto il territorio nel suo complesso. Assenza di collaborazione tra gli attori. I campanilismi hanno frenato lo sviluppo di un prodotto-territorio unico da posizionare, valorizzare e promuovere. E necessario abbattere queste forme di mancanza di collaborazione e protagonismo che rallentano l'elaborazione di eventuali progetti. L Oltrepò è in secondo piano. Il turismo legato ai gruppi e alle comitive solitamente è interessato all Oltrepò solo dopo aver visitato Certosa, Pavia e Vigevano. La mentalità di molti imprenditori è penalizzante. In molti casi sono rimasti ad un altra epoca. E necessario cambiare marcia con chi vuole farlo, mentre chi non è in grado, rimarrà indietro e dovrà adeguarsi. Per non scontentare nessuno, viene penalizzato chi vuole innovare. Bisognerebbe invece sostenere chi vuole offrire eccellenze. La formazione può servire ma deve essere funzionale al raggiungimento di obiettivi pratici, altrimenti diventa inutile. Opinioni differenti sulla vocazione del territorio sui target. E necessario decidere cosa mettere in primo piano e quali debbano essere le caratteristiche che devono differenziare l Oltrepò dalle altre aree turistiche. E necessario comprendere su quale pubblico vuole puntare con maggiore convinzione.

7 4. Quali potrebbero essere le migliori modalità per promuovere l'oltrepò ed i suoi valori? Creare una strategia complessiva. La collaborazione di istituzioni ed enti con operatori e cittadini dovrebbe portare alla creazione di un piano semplice ma al tempo stesso pragmatico, da attuare nel breve termine. Uno degli aspetti principali su cui concentrare gli sforzi dovrebbe riguardare il piano marketing. Investire in comunicazione. E fondamentale investire in pubblicità verso i target con cui vogliamo entrare in contatto ed alla costruzione di relazioni con i tour operator italiani ed esteri. Esistono molti esempi di successo in Italia e all estero che dimostrano che l importanza delle idee originali non è inferiore a quella degli investimenti. Utilizzare al massimo Internet. Oggi Internet è il principale strumento di scelta, programmazione e condivisione nel turismo. Ed è possibile comunicare a costi molto limitati: Wikipedia, Tripadvisor, Foursqure, Facebook ed altri strumenti consentono di posizionare con successo il marchio Oltrepò con tempi e costi ridotti. Passaparola. La gente tende a visitare posti famosi e la fama si genera quando altre persone cominciano a conoscere e a raccontare le loro esperienze positive. E perciò necessario favorire la nascita di questi meccanismi virtuosi. Offerte in funzione dei target. E necessario creare e comunicare nuovi prodotti turistici possiamo frutto della collaborazione tra operatori ed enti per creare nuove occasioni di viaggio e motivare i potenziali turisti con itinerari calati ad hoc sulle loro esigenze (dal turismo enogastronomico al cicloturismo) Collaborazione tra gli attori. E necessario coinvolgere le strutture ricettive, le cantine, i ristoranti, le terme, i musei, società e guide turistiche, incentivandoli a collaborare. Tavoli di lavoro su tematiche specifiche e per la progettazione comune delle nuove iniziative. Oltre a collaborare per organizzare manifestazioni congiunte anche di rilievo nazionale. Marc io tre a ese Prendere in considerazione la creazione di un marchio dell Oltrepò Pavese che rappresenti l offerta dell intera zona indipendentemente dall ambito di appartenenza.

8 5. Siamo pronti per un turismo di respiro internazionale? Oppure cosa dovremmo fare? Questo è il tema con le opinioni più difformi. A favore: Siamo pronti, serve solo che alcuni operatori internazionali si accorgano delle potenzialità dell Oltrepò Pavese La mancanza di sviluppo del turismo internazionale nel passato può essere un opportunità perchè siamo un territorio ancora da scoprire e possiamo impostare da subito l offerta come "internazionale" Malgrado la mancanza di strutture siamo pronti perché al cliente estero interessano natura, enogastronomia e cantine L Expo 2015 è alle porte. Sono possibili buone opportunità per le nostre zone, ma bisogna essere in grado di sfruttarle Contro: Non siamo pronti per un turismo internazionale perché non abbiamo creato una filiera della ricettività in grado di soddisfare le esigenze comuni C è la mancanza di competitività rispetto ad altre zone. In un epoca in cui tutti i tour operator utilizzano molto bene Internet e parlano inglese, francese, tedesco e spagnolo noi siamo fuori gioco.

9 6. Quale dovrebbe essere il ruolo delle istituzioni (Provincia, Comuni, ecc.)? Impostare la regia generale. Dovrebbero fornire un impegno costante per superare i campanilismi ed essere in prima linea per sviluppare il concetto di Oltrepò come se fosse una cosa unica. Comunicazione e pubblicità. Investire per promuovere il concetto di Oltrepò sia in Italia che all estero, posizionando al meglio i nostri valori. Confronto continuo con il territorio. Aprire un tavolo di confronto per favorire la collaborazione, lo scambio di informazioni, seguire costantemente gli sviluppi, ed essere collante e sostengo per tutte le iniziative meritevoli. Da una parte si dovrebbero ascoltare le esigenze locali e mediare. Dall altra prendere gli esempi migliori e lanciare iniziative da implementare insieme ad enti ed operatori volenterosi Nuove imprese turistiche. Attirare imprese di valore o favorirne la nascita, aprendo un dialogo e agendo su aspetti come le defiscalizzazioni e fornendo incentivi. Questo senza perdere di vista l identità chiave delle nostre zone come paesaggio ed enogastronomia. Stimolare la collaborazione spontanea. Coinvolgere nei progetti turistici i residenti ascoltando le loro idee e costruendo nuovi prodotti turistici per trasformare località poco valorizzate in straordinarie realtà.

10 7. Cosa dovrebbe fare Voghera per diventare realmente "Capitale dell'oltrepò"? I punti di forza e di debolezza. Voghera è dotata di una stazione ferroviaria importante e di due comodi sbocchi autostradali. Inoltre il recupero del Castello visconteo può essere di grande importanza per creare mostre ed eventi di richiamo, permettendo quindi di far conoscere tutto il territorio circostante. Da un altro punto di vista, le amministrazioni che si sono succedute non sono mai state in grado di realizzare un vero marketing turistico e di valorizzare il territorio. Inoltre si è sempre assistito ad un incapacità della città di Voghera di farsi portatrice dei valori dell Oltrepò e di interagire attivamente con il territorio, facendosi promotore di proposte originali. Ca ita e de tre Voghera dovrebbe diventare il collettore di un flusso turistico con manifestazioni di qualità in grado di generare interesse al di fuori dei soliti confini ed essere il punto di smistamento verso l Oltrepò Pavese collinare. La città deve imparare ad organizzare e gestire forme specifiche di accoglienza turistica (famiglie, coppie, business, studio, ecc.) e organizzarsi per strutturare una sorta di filiera produttiva legata al turismo e capace di coinvolgere settori diversi, dal marketing, all informatica, dall editoria alla comunicazione, dalle pubbliche relazioni all internazionalizzazione. Promozione turistica. Sono necessari investimenti decisi in promozione e comunicazione, in modo di attrarre turisti da zone differenti. La presenza in termini di comunicazione va realizzata nei punti in cui si incrociano le principali vie di comunicazione e dove vi sono i maggiori flussi di persone e potenziali turisti. Risulta fondamentale una collaborazione tra tutti, dagli enti alle associazioni, alle istituzioni. Voghera ed i diversi comuni dell Oltrepò dovrebbero impegnarsi a comunicare in maniera coordinata. Eventi di valore nazionale. I richiami storici e culturali per realizzare mostre ed eventi non mancano. Potrebbero essere l occasione per omaggiare personalità legate a Voghera e attirare flussi turistici. Ad esempio ispirandosi ad Alberto Arbasino e Carolina Invernizio sarebbe possibile realizzare un concorso letterario annuale. Oppure, essendo la città di nascita di Maserati, un raduno di auto con assegnazione di un premio simbolico. O ancora il Castello potrebbe ospitare un museo dedicato a Valentino Garavani, ad esempio in collaborazione con le scuole di moda milanesi. Il particolare il Castello rappresenta il luogo ideale per l organizzazione di eventi con biglietto, gare o altre manifestazioni, e ciò è possibile anche prendendo spunto dai migliori eventi che vengono realizzati in Italia. Ciò che conta è la capacità di creare interesse.

11 SINTESI DEI PROBLEMI E DELLE OPPORTUNITA Dall indagine è emerso che di fronte alle nuove esigenze ed al cambiamento del mercato turistico, il territorio dell Oltrepò non ha reagito adeguatamente ed è andato avanti per inerzia. Le motivazioni sono suddivisibili in tre categorie di aspetti collegati tra loro, su cui è necessario concentrare maggiormente l attenzione ed intervenire: Creare una regia generale per lo sviluppo turistico per operare in maniera congiunta e creare un sistema turistico completo in grado di migliorarsi continuamente. Favorire il dialogo tra tutte le parti con l obiettivo di superare i campanilismi e favorire lo sviluppo e l innovazione da parte di operatori e istituzioni. Definire in maniera congiunta un piano marketing per la promozione dell identità Oltrepò Pavese e raccogliere gli investimenti necessari per la

12 PROPOSTE A seguito dell analisi condotta, il Movimento Voghera 5 Stelle porta alcune proposte pratiche per lo sviluppo turistico: 1. Progettare ed investire in una campagna di comunicazione per promuovere i valori dell Oltrepò Pavese, anche al di fuori dei confini locali. 2. Modificare il nome dell uscita autostradale A7 da Casei Gerola ad Oltrepò Pavese (esempi simili sono l uscita Versilia della A12) e inserire una nuova cartellonistica sia sulla A7 che sulla A21, con l obiettivo di stimolare l attenzione degli automobilisti ed invitarli a scoprire le nostre terre. 3. Modificare la cartellonistica provinciale, con indicazioni che promuovono i valori dell Oltrepò e con nuovi cartelloni che descrivano le principali attrazioni ed itinerari. 4. Creare un punto informativo nella stazione di Voghera. Le possibilità sono molteplici: da un semplice cartellone informativo, ad un chiosco interattivo, fino ad un vero e proprio infopoint. Magari realizzato in collaborazione con la Provincia di Pavia e la Comunità Montana. 5. Realizzare un sito Web ufficiale che descriva l Oltrepò Pavese, i paesaggi, i prodotti tipici, i principali itinerari, le tradizioni e che metta in evidenza tutte le manifestazioni e sagre locali. 6. Realizzare un opuscolo informativo che descriva l'oltrepò Pavese e le sue principali attrazioni, da rendere disponibile agli esercizi commerciali e da distribuire a chi ne faccia richiesta. 7. Progettare un infopoint itinerante per portare l Oltrepò ed i suoi valori in altre città (es: Milano, Torino, ecc.) per stimolare i potenziali turisti a visitare le nostre zone. 8. Sfruttare gli strumenti per la promozione ed il passaparola offerti da Internet. Da Tripadvisor a Wikipedia, da Foursquare a Facebook, da Google Maps a Groupon.

13 CONCLUSIONI Lo sviluppo del turismo in Oltrepò Pavese è un tema che deve necessariamente coinvolgere l Oltrepò nel suo insieme. Dalle istituzioni come la Provincia di Pavia, i Comuni, il GAL, la Comunità Montana, le Pro Loco, alle associazioni di categoria, agli operatori dei diversi settori, fino agli abitanti dell Oltrepò, che possono rivelarsi una risorsa di grande importanza. Non è possibile pensare ad un vero sviluppo senza la collaborazione tra questi soggetti. Di contro non riuscire a creare reali forme di collaborazione, significa limitare lo sviluppo di tutto l Oltrepò Pavese. Data la necessità di creare un tavolo di confronto virtuale costante sulle tematiche relative allo sviluppo turistico, è stato creato un gruppo spontaneo su Facebook, indipendente dal Movimento 5 Stelle: Sviluppo del turismo in Oltrepò Pavese L obiettivo del gruppo è quello di favorire il dialogo e lo scambio di informazioni sul tema dello sviluppo turistico, in modo da poter operare direttamente alla realizzazione di iniziative oppure di portarle all attenzione di istituzioni, enti ed organi di informazione... Invitiamo i lettori a commentare questa ricerca e ad inviarci il loro parere all indirizzo DESCRIZIONE DELLA MEDOLOGIA L indagine non ha valore statistico, ma si è limitata a descrivere il sentiment e le opinioni dei rispondenti che operano nel settore turistico in Oltrepò Pavese. La ricerca è stata svolta dal mese di luglio a quello di settembre. Sono stati contattati via più di 130 tra albergatori, ristoratori, operatori turistici di diverso genere, istituzioni, esperti e guide turistiche. A cui sono seguiti richiami successivi. Le risposte pervenute sono 27, di diverso genere e di differente completezza e dettaglio nelle risposte. Va segnalato che circa il 15% delle contattate risultava errata, disattivata oppure rispondeva con un messaggio di mailbox full. Un aspetto che testimonia che non tutti gli operatori sono attenti al loro modo di comunicare attraverso la Rete con il pubblico.

APPENDICE B RIFERIMENTO AI SINGOLI ASSI STRATEGICI. Asse strategico 1 UNA STRATEGIA PER LO SVILUPPO TURISTICO

APPENDICE B RIFERIMENTO AI SINGOLI ASSI STRATEGICI. Asse strategico 1 UNA STRATEGIA PER LO SVILUPPO TURISTICO APPENDICE B I MATERIALI DI INDIRIZZO PER GLI APPROFONDIMENTI DEI TAVOLI DI CONCERTAZIONE CON RIFERIMENTO AI SINGOLI ASSI STRATEGICI Asse strategico 1 UNA STRATEGIA PER LO SVILUPPO TURISTICO Premessa Il

Dettagli

I DISTRETTI CULTURALI

I DISTRETTI CULTURALI I DISTRETTI CULTURALI Prima parte della ricerca I musei italiani e i distretti culturali: punti di forza e di debolezza Interesse nazionale Ottobre 2011 A cura di Fondazione Cariplo per Aspen Institute

Dettagli

COME FARE SISTEMA. Casi di successo, benchmark e best practices nel fare sistema e realizzare pacchetti turistici integrati

COME FARE SISTEMA. Casi di successo, benchmark e best practices nel fare sistema e realizzare pacchetti turistici integrati COME FARE SISTEMA Casi di successo, benchmark e best practices nel fare sistema e realizzare pacchetti turistici integrati IL TURISMO ALCUNI DATI I viaggi contribuiscono per il 10% al prodotto interno

Dettagli

PROGRAMMA di SVILUPPO TURISTICO

PROGRAMMA di SVILUPPO TURISTICO PROGRAMMA di SVILUPPO TURISTICO del SISTEMA TURISTICO delle OROBIE BERGAMASCHE DOCUMENTO DI ORIENTAMENTO INIZIALE (legge regionale 14 aprile 2004, n. 8, Norme per il turismo in Lombardia ) Albino 20 settembre

Dettagli

Progetto Spoleto, Città dei Tempi

Progetto Spoleto, Città dei Tempi Progetto Spoleto, Città dei Tempi Programma amministrativo di Lista Due Mondi Punto 4 Premessa Cosa e' il Turismo? Un fenomeno economico Coinvolge tante aziende Operano in tanti settori. settore commerciale,

Dettagli

Promuovere il territorio per promuovere il turismo

Promuovere il territorio per promuovere il turismo Promuovere il territorio per promuovere il turismo Da territorio a destinazione turistica Dare risposte alla domanda di sviluppo di un territorio A livello nazionale A livello locale Per uno sviluppo a

Dettagli

PIANO PER IL MARKETING TERRITORIALE DELLA REGIONE DI SUMADIJA- POMORAVLJA

PIANO PER IL MARKETING TERRITORIALE DELLA REGIONE DI SUMADIJA- POMORAVLJA PIANO PER IL MARKETING TERRITORIALE DELLA REGIONE DI SUMADIJA- POMORAVLJA Introduzione: le strategie di marketing territoriale L Agenzia di Sviluppo Economico della Regione Sumadija-Pomoravlja, nell ambito

Dettagli

Le idee di Expo verso la Carta di Milano, Report tavolo tematico 6. Ricettività e turismo: obiettivo 20 milioni di visitatori.

Le idee di Expo verso la Carta di Milano, Report tavolo tematico 6. Ricettività e turismo: obiettivo 20 milioni di visitatori. Le idee di Expo verso la Carta di Milano, Report tavolo tematico 6 Ricettività e turismo: obiettivo 20 milioni di visitatori Contributo n 33 Tavolo 6 TURISMO Sessione Mattutina Verbale narrativo della

Dettagli

Marketing delle imprese turistiche Lezione 5 prof. Simoni michele.simoni@uniparthenope.it Ricevimento: venerdì ore 12:00 via Acton

Marketing delle imprese turistiche Lezione 5 prof. Simoni michele.simoni@uniparthenope.it Ricevimento: venerdì ore 12:00 via Acton Marketing delle imprese turistiche Lezione 5 prof. Simoni michele.simoni@uniparthenope.it Ricevimento: venerdì ore 12:00 via Acton Gli strumenti del marketing turistico e territoriale L attività di marketing

Dettagli

PROGETTO OSTELLO Quella che stiamo presentando non è solo una semplice richiesta di poter gestire una splendida struttura di accoglienza; la gestione

PROGETTO OSTELLO Quella che stiamo presentando non è solo una semplice richiesta di poter gestire una splendida struttura di accoglienza; la gestione PROGETTO OSTELLO Quella che stiamo presentando non è solo una semplice richiesta di poter gestire una splendida struttura di accoglienza; la gestione di questa attività deve essere considerata anche l

Dettagli

AGROALIMENTARE E OSPITALITA. Percorsi di Qualità in Provincia di Oristano. Il Marchio di Qualità Ospitalità Italiana"

AGROALIMENTARE E OSPITALITA. Percorsi di Qualità in Provincia di Oristano. Il Marchio di Qualità Ospitalità Italiana AGROALIMENTARE E OSPITALITA. Percorsi di Qualità in Provincia di Oristano Il Marchio di Qualità Ospitalità Italiana" e Le Strade dei Tesori e del Gusto MARCHIO DI QUALITA OSPITALITA ITALIANA PER LE IMPRESE

Dettagli

Toscana Turistica Sostenibile & Competitiva - Fase 2

Toscana Turistica Sostenibile & Competitiva - Fase 2 Toscana Turistica Sostenibile & Competitiva - Fase 2 Applicazione del Modello di Gestione sostenibile della Destinazione turistica Area di verifica AUTOVALUTAZIONE Elenco Domande per area tematica NECSTOUR

Dettagli

Stefania Cerutti. Università degli Studi del Piemonte Orientale

Stefania Cerutti. Università degli Studi del Piemonte Orientale Marketing territoriale, l approccio integrato delle filiere Stefania Cerutti Università degli Studi del Piemonte Orientale Agenda il territorio come sistema il marketing del territorio i prodotti turistici

Dettagli

A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.it Gennaio 2013

A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.it Gennaio 2013 Web e Social Network: non solo comunicazione ma condivisione A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.it Gennaio 2013 Dal Web 1.0 al Web 2.0 WEB 1.0 USO LA RETE WEB 2.0 SONO IN RETE WEB 2.0 SIAMO

Dettagli

2 Progetto A.II.1 Progetti diretti ad orientare le scelte strategiche pubbliche del settore turistico

2 Progetto A.II.1 Progetti diretti ad orientare le scelte strategiche pubbliche del settore turistico ELENCO PROGETTI 1 Progetto A.I.1 Progetti finalizzati alla concertazione del piano di sviluppo turistico provinciale 2 Progetto A.II.1 Progetti diretti ad orientare le scelte strategiche pubbliche del

Dettagli

Costruendo valore per il turismo in Lombardia

Costruendo valore per il turismo in Lombardia Costruendo valore per il turismo in Lombardia Chi siamo Explora S.C.p.A. ha il compito di promuovere la Lombardia e Milano sul mercato turistico nazionale ed internazionale. La società opera esattamente

Dettagli

La vocazione turistica del territorio della provincia di Salerno. I tour operator stranieri. Settembre 2011

La vocazione turistica del territorio della provincia di Salerno. I tour operator stranieri. Settembre 2011 La vocazione turistica del territorio della provincia di Salerno. I tour operator stranieri Settembre 2011 Universo di riferimento Tour operator stranieri (Usa, Francia, Germania, Gran Bretagna) Numerosità

Dettagli

jklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzxcv bnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqw ertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuio pasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfgh

jklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzxcv bnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqw ertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuio pasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfgh Qwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwerty uiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasd fghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzx cvbnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnmq wertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyui La rivoluzione di internet nel turismo

Dettagli

Aggiornamento del progetto di promozione del turismo nella Provincia di Reggio Emilia

Aggiornamento del progetto di promozione del turismo nella Provincia di Reggio Emilia Aggiornamento del progetto di promozione del turismo nella Provincia di Reggio Emilia Autore: Presidenza F.I.S.T. Settembre 2013 Premessa Tra la fine dell anno 2012 e l estate 2013 sono successi alcuni

Dettagli

PERCORSI CREATIVI PER LA VALORIZZAZIONE E LO SVILUPPO DEL TERRITORIO

PERCORSI CREATIVI PER LA VALORIZZAZIONE E LO SVILUPPO DEL TERRITORIO PERCORSI CREATIVI PER LA VALORIZZAZIONE E LO SVILUPPO DEL TERRITORIO WHOMADE srl via Tartini 10 20158 Milano T +39 02 89656837 F +39 178 6028554 info@whomade.it www.whomade.it NoemiSatta via Tartini 10

Dettagli

www.tsmconsulting.it

www.tsmconsulting.it INSTAGRAM: PROMUOVERE EFFICACEMENTE L OFFERTA TURISTICA DEL TERRITORIO ATTRAVERSO LA CONDIVISIONE SOCIAL DELLE FOTOGRAFIE DEGLI OSPITI Federico Belloni Responsabile di TSM Consulting FEDERICO BELLONI I

Dettagli

tp 1 tourist portal 1 Introduzione... 2 2 Finalità e obiettivi del progetto... 2 3 I vantaggi offerti dal sistema... 4

tp 1 tourist portal 1 Introduzione... 2 2 Finalità e obiettivi del progetto... 2 3 I vantaggi offerti dal sistema... 4 Il distretto Turistico: un opportunità per turisti ed imprenditori. Destinazioni ed itinerari per l allungamento della stagione e un maggior utilizzo delle strutture ricettive. Jesolo, 13 febbraio 2006

Dettagli

Evoluzione dell andamento turistico in Provincia di Treviso

Evoluzione dell andamento turistico in Provincia di Treviso Elaborazioni dai dati ufficiali 2009-2010 Evoluzione dell andamento turistico in Provincia di Treviso - Osservatorio Turistico Provinciale - I flussi turistici nei primi mesi del 2010 ARRIVI Valori Assoluti

Dettagli

Blog, social network marketing virale: esserci sì, ma come? Relatore: Marco Magistri - Webmaster G&P communication

Blog, social network marketing virale: esserci sì, ma come? Relatore: Marco Magistri - Webmaster G&P communication Blog, social network marketing virale: esserci sì, ma come? Relatore: Marco Magistri - Webmaster G&P communication G&P communication srl - Milano Dal web 1.0 al web 2.0 la grande rivoluzione web 1.0 Statico

Dettagli

COMITATO TECNICO SVILUPPO DEL TERRITORIO

COMITATO TECNICO SVILUPPO DEL TERRITORIO Domenico Merlani COMITATO TECNICO SVILUPPO DEL TERRITORIO Linee di indirizzo Febbraio 2013 «Sviluppo del Territorio» significa lavorare per rendere il Lazio una regione attraente localmente e globalmente

Dettagli

Gianpiero Perri: La bella stagione della Basilicata turistica

Gianpiero Perri: La bella stagione della Basilicata turistica Potenza, 10 febbraio 2015 Agli organi di informazione Gianpiero Perri: La bella stagione della Basilicata turistica L andamento turistico dell anno appena trascorso, benchè fortemente segnato dalla gravità

Dettagli

PERCORSI FORMATIVI PER LE IMPRESE TURISTICHE CATALOGO FORMATIVO 2014/15

PERCORSI FORMATIVI PER LE IMPRESE TURISTICHE CATALOGO FORMATIVO 2014/15 PERCORSI FORMATIVI PER LE IMPRESE TURISTICHE CATALOGO FORMATIVO 2014/15 Sommario Presentazione generale...3 1. LA QUALITA e IL MARCHIO OSPITALITA ITALIANA...4 1.1 Elementi base della qualità totale nelle

Dettagli

www.foodandwinetravel.it

www.foodandwinetravel.it FOOD AND WINE TRAVEL L ESPERIENZA DI UN VIAGGIO DAL GUSTO ITALIANO FOOD WINE EVENT CORSO SPECIALIST Direttore del corso: Bianca Trusiani www.foodandwinetravel.it FIGURA PROFESSIONALE A CHI SI RIVOLGE Operatori

Dettagli

La pianificazione turistica territoriale. rielaborazione di materiale dell'univesità di Urbino

La pianificazione turistica territoriale. rielaborazione di materiale dell'univesità di Urbino La pianificazione turistica territoriale rielaborazione di materiale dell'univesità di Urbino 1 L approccio per distretti e prodotti turistici Bisogni di base Scelta del tipo di vacanza Identificazione

Dettagli

COS È. L iniziativa destinata agli operatori della filiera. qualificazione dell offerta turistica

COS È. L iniziativa destinata agli operatori della filiera. qualificazione dell offerta turistica COS È L iniziativa destinata agli operatori della filiera turistica Unevento dedicato ad una sempre più elevata Un evento dedicato ad una sempre più elevata qualificazione dell offerta turistica IL NOME

Dettagli

LO SVILUPPO DI UNA DESTINAZIONE TURISTICA

LO SVILUPPO DI UNA DESTINAZIONE TURISTICA LO SVILUPPO DI UNA DESTINAZIONE TURISTICA 15 marzo 2008 1. ANALISI DELLE DESTINAZIONI TURISTICHE 2. TIPOLOGIE DI DESTINAZIONI TURISTICHE 3. IL CICLO DI VITA DI UNA DESTINAZIONE TURISTICA 4. LO SVILUPPO

Dettagli

Servizio Assistenza tecnica e supporto al funzionamento Osservatorio Regionale per la Formazione Continua Rif.to contratto rep. n. 1236 del 24.09.

Servizio Assistenza tecnica e supporto al funzionamento Osservatorio Regionale per la Formazione Continua Rif.to contratto rep. n. 1236 del 24.09. Servizio Assistenza tecnica e supporto al funzionamento Osservatorio Regionale per la Formazione Continua Rif.to contratto rep. n. 1236 del 24.09.2013 FASE 1.a ) Stabilizzazione delle articolazioni territoriali

Dettagli

Non è detto che Kublai Kan creda a tutto quel che dice Marco Polo quando gli descrive le città visitate nelle sue ambascerie, ma certo l imperatore

Non è detto che Kublai Kan creda a tutto quel che dice Marco Polo quando gli descrive le città visitate nelle sue ambascerie, ma certo l imperatore Non è detto che Kublai Kan creda a tutto quel che dice Marco Polo quando gli descrive le città visitate nelle sue ambascerie, ma certo l imperatore dei tartari continua ad ascoltare il giovane veneziano

Dettagli

La ricettività extralberghiera nell area di Firenze le colline. Il mercato, i bisogni di servizi e di formazione

La ricettività extralberghiera nell area di Firenze le colline. Il mercato, i bisogni di servizi e di formazione La ricettività extralberghiera nell area di Firenze le colline Il mercato, i bisogni di servizi e di formazione le ragioni dell indagine La ricettività extra alberghiera in provincia di Firenze Agriturismo:

Dettagli

Indagine sul futuro dei Giovani Albergatori Trentini

Indagine sul futuro dei Giovani Albergatori Trentini Indagine sul futuro dei Giovani Albergatori Trentini Risultati dell indagine 2014 Ricerca commissionata dalla Presidente Giovani Albergatori Trentini dott. Francesca Maffei a cura dell Ufficio Marketing

Dettagli

E un attività che, oltre ad essere indirizzata ai turisti in genere, sarà di supporto anche

E un attività che, oltre ad essere indirizzata ai turisti in genere, sarà di supporto anche LUCANIA PROMOTION srl nasce a gennaio 2012, con l'intento di promuovere tutte le azioni necessarie allo sviluppo turistico della Basilicata, valorizzando le risorse naturali, storiche, ambientali, culturali,

Dettagli

Il turismo culturale e l analisi dell impatto economico nelle regioni meridionali

Il turismo culturale e l analisi dell impatto economico nelle regioni meridionali Il turismo culturale e l analisi dell impatto economico nelle regioni meridionali Salvio Capasso Responsabile Ufficio Economia delle Imprese e Mediterraneo - SRM Paestum, 30 Ottobre 2014 Agenda Il turista

Dettagli

I N D I C E 1 [ INTRODUZIONE ] 2 [ IL PROCESSO DI INNOVAZIONE ] 3 [ L INNOVAZIONE DI MERCATO]

I N D I C E 1 [ INTRODUZIONE ] 2 [ IL PROCESSO DI INNOVAZIONE ] 3 [ L INNOVAZIONE DI MERCATO] INNOVAZIONE DI MERCATO E LEVA PER LA CRESCITA I N D I C E 1 [ INTRODUZIONE ] 2 [ IL PROCESSO DI INNOVAZIONE ] 3 [ L INNOVAZIONE DI MERCATO] 1. [ INTRODUZIONE ] Capacità d innovazione e adattamento ai numerosi

Dettagli

Sull onda del Turismo 2.0

Sull onda del Turismo 2.0 Sull onda del Turismo 2.0 Le comunità virtuali sono i punti d incontro più utilizzati per comunicare, per conoscere nuove persone e per scambiarsi opinioni. Gente proveniente da ogni parte del mondo scrive,

Dettagli

Il turismo sportivo nello sviluppo del marketing territoriale

Il turismo sportivo nello sviluppo del marketing territoriale Il turismo sportivo nello sviluppo del marketing territoriale Caorle, 25 maggio 2013 Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati Srl Il mestiere di promuovere i territori (città, province,

Dettagli

ICS-L. Impresa Creativa per lo Sviluppo Locale

ICS-L. Impresa Creativa per lo Sviluppo Locale ICS-L Impresa Creativa per lo Sviluppo Locale Cosa è Ics-l Portale di e-commerce territoriale per promuovere e facilitare l acquisto dei prodotti delle aziende agroalimentari e artigianali della Val di

Dettagli

GAL Patavino verso il nuovo PSL INSTANT REPORT

GAL Patavino verso il nuovo PSL INSTANT REPORT GAL Patavino verso il nuovo PSL Incontri con gli amministratori Este, 29 ottobre 2015 Comuni Area Colli Euganei INSTANT REPORT L incontro con gli amministratori dei Comuni dell Area dei Colli Euganei è

Dettagli

ORGANIZZAZIONE, SERVIZIO ASSISTENZA TECNICA DI FRONT-OFFICE

ORGANIZZAZIONE, SERVIZIO ASSISTENZA TECNICA DI FRONT-OFFICE 40 ORGANIZZAZIONE, SERVIZIO ASSISTENZA TECNICA DI FRONT-OFFICE Le attività di accoglienza ed di MARINA COSTA Negli incontri di formazione nel progetto Sportello per il Microcredito si sono affrontate diverse

Dettagli

Eccellenze alimentari, territori, turismo per Expo2015. Milano, 5 marzo 2015

Eccellenze alimentari, territori, turismo per Expo2015. Milano, 5 marzo 2015 Eccellenze alimentari, territori, turismo per Expo2015 Milano, 5 marzo 2015 1 EXPO 2015: VISITATORI POTENZIALI GfKEurisko EXPO 2015 Italia 2013 ITALIA ESTERO EUROPA 3.3-4.4mln 12-14 mln 6-8 mln + 20% REPEATERS

Dettagli

Incontro ad Alto Livello del Comitato Turismo dell OCSE. L Economia del Turismo e la Globalizzazione:

Incontro ad Alto Livello del Comitato Turismo dell OCSE. L Economia del Turismo e la Globalizzazione: Incontro ad Alto Livello del Comitato Turismo dell OCSE L Economia del Turismo e la Globalizzazione: Un motore per l innovazione, la crescita e l occupazione 9-10 ottobre 2008 CENTRO CONGRESSI, RIVA DEL

Dettagli

Studio strategico Locarnese

Studio strategico Locarnese Studio strategico Locarnese Modulo: La regione vista dai suoi cittadini e amministratori Workshop sintesi Siegfried Alberton & Giuliano Guerra Locarno, 13.12.2008 Obiettivi Ricordaredati quantitativi sullo

Dettagli

Roma 17 giugno 2014 INNOVAZIONE: CHE COSA CHIEDONO I TURISTI STRANIERI?

Roma 17 giugno 2014 INNOVAZIONE: CHE COSA CHIEDONO I TURISTI STRANIERI? Roma 17 giugno 2014 INNOVAZIONE: CHE COSA CHIEDONO I TURISTI STRANIERI? PRODOTTO ITALIA: I TREND DELLA DOMANDA ESTERA DATI DELL OSSERVATORIO MERCATI ESTERI TTG ITALIA A cura di Paola Tournour-Viron per

Dettagli

The Art Of Making. Per partecipare alle visite in azienda e per chiedere informazioni vai su: www.trevisoglocal.it/visit

The Art Of Making. Per partecipare alle visite in azienda e per chiedere informazioni vai su: www.trevisoglocal.it/visit Glocal, società della Camera di Commercio di La ricchezza di un territorio ne rappresenta il valore sociale, economico e culturale. Quello che una terra offre è la risorsa da cui si può partire per costruire

Dettagli

GUIDA TURISTICA. Aggiornato il 7 luglio 2009

GUIDA TURISTICA. Aggiornato il 7 luglio 2009 Aggiornato il 7 luglio 2009 GUIDA TURISTICA 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 4 3. DOVE LAVORA... 5 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 6 5. COMPETENZE... 7 Quali competenze sono necessarie?... 7 Conoscenze...

Dettagli

OSSERVATORIO REGIONALE SUL TURISMO

OSSERVATORIO REGIONALE SUL TURISMO OSSERVATORIO REGIONALE SUL TURISMO Regione Umbria Indagine sui partecipanti a UMBRIA JAZZ 2009 a cura di COMMENTO EVENTI 2009 2 Per il terzo anno consecutivo, la Regione Umbria, nell ambito delle attività

Dettagli

III Tavolo di Lavoro. EXPO 2015 Programma di valorizzazione turistica del Piemonte

III Tavolo di Lavoro. EXPO 2015 Programma di valorizzazione turistica del Piemonte III Tavolo di Lavoro EXPO 2015 Programma di valorizzazione turistica del Piemonte a curadi Sviluppo Piemonte Turismo Esposizione Universale EXPO MIlano 2015 2 Agenda I numeri significativi di EXPO 2015

Dettagli

#ridieassapori è in linea con i nuovi bisogni e tendenze delle persone mosse dalla necessità di avere le informazioni sempre a portata di mano.

#ridieassapori è in linea con i nuovi bisogni e tendenze delle persone mosse dalla necessità di avere le informazioni sempre a portata di mano. In futuro non andremo più in ricerca di notizie, saranno le notizie a trovare noi, oppure saremo noi stesse a crearle. E quel futuro è già iniziato (Socialnomics) #ridieassapori racchiude l obiettivo principale

Dettagli

Brief per il laboratorio

Brief per il laboratorio Brief per il laboratorio Il materiale allegato, campagne pubblicitarie per incentivare il turismo, realizzate da nazioni, regioni e una provincia, è stato selezionato per la sua qualità. Si tratta infatti

Dettagli

LA BASILICATA TURISTICA SBARCA SUL WEB

LA BASILICATA TURISTICA SBARCA SUL WEB 119-120] Basilicata Regione Notizie SPECIALE TURISMO LA BASILICATA TURISTICA SBARCA SUL WEB f r a b l o g, s o c i a l n e t w o r k e siti i n t er n e t d e d i cat i a i p u b b l i c i più diversi,

Dettagli

Un Cuore nuovo per Velletri

Un Cuore nuovo per Velletri Un Cuore nuovo per Velletri Programma Politico per la Città di Velletri Solitamente nei programmi elettorali si tende a fare un elenco di numerosi progetti e svariate proposte per cercare di accattivarsi

Dettagli

Una esperienza di formazione e ricerca nel settore turistico: il progetto "Nuove professionalità per il mercato del lavoro Veneto".

Una esperienza di formazione e ricerca nel settore turistico: il progetto Nuove professionalità per il mercato del lavoro Veneto. Una esperienza di formazione e ricerca nel settore turistico: il progetto "Nuove professionalità per il mercato del lavoro Veneto". M. Fontana*, C. Felicioni** *Cultore della materia, Dip. di Psicologia

Dettagli

Il ruolo delle tecnologie in ambito turistico montano

Il ruolo delle tecnologie in ambito turistico montano TECNOLOGIE E MONTAGNA CASTELLO DI VOGOGNA 17 OTTOBRE 2015 Il ruolo delle tecnologie in ambito turistico montano Stefania Cerutti ICT E MONTAGNA LO SVILUPPO TECNOLOGICO DELLA MONTAGNA: UN APPROCCIO INTEGRATO

Dettagli

OBIETTIVO PRO LOCO Dati e analisi dal mondo delle Pro Loco Venete

OBIETTIVO PRO LOCO Dati e analisi dal mondo delle Pro Loco Venete OBIETTIVO PRO LOCO Dati e analisi dal mondo delle Pro Loco Venete Risultati dell indagine Pro Loco del Veneto anno 2013 1 OBIETTIVO PRO LOCO Dati e analisi dal mondo delle Pro Loco Venete 1.Premessa L

Dettagli

Presentazione del monitoraggio i del Piano Operativo

Presentazione del monitoraggio i del Piano Operativo Agenda 21 locale della Provincia di Rimini Presentazione del monitoraggio i del Piano Operativo 6 Febbraio 2009 arch. Massimo Briani Ufficio Sviluppo Sostenibile Provincia di Rimini L Agenda 21 Provincia

Dettagli

seminario Genius Loci Orciano (PU) - 27 marzo 2014 LA REPUTAZIONE ai tempi del web 2.0 A cura di Marco Cocciarini

seminario Genius Loci Orciano (PU) - 27 marzo 2014 LA REPUTAZIONE ai tempi del web 2.0 A cura di Marco Cocciarini seminario Genius Loci Orciano (PU) - 27 marzo 2014 LA REPUTAZIONE ai tempi del web 2.0 A cura di Marco Cocciarini La Reputazione Definizione: la R. è la stima di cui un soggetto gode nella società (wiki)

Dettagli

PER LA SELEZIONE DI UNA PROPOSTA PROGETTUALE PER UN PIANO DI MARKETING TERRITORIALE DECISIONALE FINALIZZATO ALLA PROMOZIONE TERRITORIALE,

PER LA SELEZIONE DI UNA PROPOSTA PROGETTUALE PER UN PIANO DI MARKETING TERRITORIALE DECISIONALE FINALIZZATO ALLA PROMOZIONE TERRITORIALE, AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DI UNA PROPOSTA PROGETTUALE PER UN PIANO DI MARKETING TERRITORIALE DECISIONALE FINALIZZATO ALLA PROMOZIONE TERRITORIALE, ALLA VALORIZZAZIONE DELLE ECCELLENZE DEL TERRITORIO

Dettagli

CORSO DI SPECIALIZZAZIONE STRATEGIE DI MARKETING E COMUNICAZIONE PER LA PROMOZIONE DEL TERRITORIO E DELLE PRODUZIONI AGROALIMENTARI TIPICHE

CORSO DI SPECIALIZZAZIONE STRATEGIE DI MARKETING E COMUNICAZIONE PER LA PROMOZIONE DEL TERRITORIO E DELLE PRODUZIONI AGROALIMENTARI TIPICHE CORSO DI SPECIALIZZAZIONE STRATEGIE DI MARKETING E COMUNICAZIONE PER LA PROMOZIONE DEL TERRITORIO E DELLE PRODUZIONI AGROALIMENTARI TIPICHE PROGETTO. Promuovere uno sviluppo economico basato sul territorio

Dettagli

Dal Marketing di di destinazione al al Marketing di di motivazione Tendenze di di mercato e proposte per rimanere competitivi

Dal Marketing di di destinazione al al Marketing di di motivazione Tendenze di di mercato e proposte per rimanere competitivi Dal Marketing di di destinazione al al Marketing di di motivazione Tendenze di di mercato e proposte per rimanere competitivi ALESSANDRO TORTELLI Direttore Centro Studi Turistici Firenze Via Piemonte 7

Dettagli

Il Progetto Hermes 3.0

Il Progetto Hermes 3.0 Il Progetto Hermes 3.0 Centro Studi Helios Ver 1.0 del 25/03/2015 Sommario Il Progetto Hermes 3.0... 3 Premessa.... 3 Il Portale Hermes... 4 I siti del Circuito Hermes... 7 La Mappa dei sapori... 7 Turismo

Dettagli

Web Communication Strategies

Web Communication Strategies Web Communication Strategies The internet is becoming the town square for the global village of tomorrow. Bill Gates 1 ottobre 2013 Camera di Commercio di Torino Barbara Monacelli barbara.monacelli@polito.it

Dettagli

La Memoria delle Alpi - il Piano di Attività di Marketing

La Memoria delle Alpi - il Piano di Attività di Marketing Roberto Ravazzoni Dipartimento di Economia, Università di Parma con il contributo di Emanuela Dallatana e Chiara Razzini La Memoria delle Alpi - il Piano di Attività di Marketing 11 giugno 2004 In collaborazione

Dettagli

Tavolo La qualità del prodotto e dell esperienza turistica

Tavolo La qualità del prodotto e dell esperienza turistica Provincia Autonoma di Trento Dipartimento turismo, commercio, promozione e internazionalizzazione tsm Trentino School of Management SMT Scuola di Management del Turismo CONFERENZA PROVINCIALE DEL TURISMO

Dettagli

PROMOZIONE TURISTICA IN ITALIA LE IMPRESE ALBERGHIERE GIUDICANO GLI ENTI PUBBLICI

PROMOZIONE TURISTICA IN ITALIA LE IMPRESE ALBERGHIERE GIUDICANO GLI ENTI PUBBLICI PROMOZIONE TURISTICA IN ITALIA LE IMPRESE ALBERGHIERE GIUDICANO GLI ENTI PUBBLICI Mentre continua la discussione, ormai infinita, sull attribuzione o meno delle competenze del settore turistico alle Regioni

Dettagli

STRUTTURA EDITORIALE STRUMENTI PROMOZIONALI

STRUTTURA EDITORIALE STRUMENTI PROMOZIONALI STRUTTURA EDITORIALE STRUMENTI PROMOZIONALI Manuale d immagine per la promozione dei territori secondo i criteri di comunicazione del progetto Cammini d Europa 1 Manuale d immagine per la promozione dei

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

Turismo Veneto: il lago di Garda. Giovanni Altomare Direttore Federalberghi Garda Veneto Verona, 4 maggio 2012

Turismo Veneto: il lago di Garda. Giovanni Altomare Direttore Federalberghi Garda Veneto Verona, 4 maggio 2012 Turismo Veneto: il lago di Garda Giovanni Altomare Direttore Federalberghi Garda Veneto Verona, 4 maggio 2012 Il turismo in Italia Il turismo in Italia rappresenta il 9,5% del PIL, oltre 130 miliardi di

Dettagli

Turismo di Comunità in Val di Rabbi

Turismo di Comunità in Val di Rabbi Turismo di Comunità in Val di Rabbi Sintesi del progetto Il Turismo di Comunità : definizione Il turismo responsabile di comunità è una nuova forma di accoglienza turistica, recentemente sviluppatasi in

Dettagli

Marketing del turismo culturale. Scaletta Seminario con il prof. Giancarlo Dall Ara Modena, 17 aprile 2010

Marketing del turismo culturale. Scaletta Seminario con il prof. Giancarlo Dall Ara Modena, 17 aprile 2010 Marketing del turismo culturale Scaletta Seminario con il prof. Giancarlo Dall Ara Modena, 17 aprile 2010 I temi dell incontro Il mktg turistico applicato al patrimonio culturale Le nuove tendenze L analisi

Dettagli

Comunicazione e Marketing per ottimizzare la propria presenza in fiera. Milano, 3 ottobre 2008

Comunicazione e Marketing per ottimizzare la propria presenza in fiera. Milano, 3 ottobre 2008 Comunicazione e Marketing per ottimizzare la propria presenza in fiera. Milano, 3 ottobre 2008 LE FIERE: SÌ O NO? Le fiere sono ancora protagoniste per migliorare le performance aziendali? E importante

Dettagli

Turismo integrato, motore di Expo 2015. Milano, 10 Dicembre 2013

Turismo integrato, motore di Expo 2015. Milano, 10 Dicembre 2013 Turismo integrato, motore di Expo 2015 Milano, 10 Dicembre 2013 LA NOSTRA AMBIZIONE ATTIRARE IL MAGGIOR NUMERO POSSIBILE DI TURISTI PER EXPO 2015 e non solo Attirare turisti per l Expo significa anche

Dettagli

TURISMO, ENOGASTRONOMIA E ARTIGIANATO: UNA RETE PER LO SVILUPPO

TURISMO, ENOGASTRONOMIA E ARTIGIANATO: UNA RETE PER LO SVILUPPO TURISMO, ENOGASTRONOMIA E ARTIGIANATO: UNA RETE PER LO SVILUPPO Lo sviluppo turistico dell area sud della Basilicata attraverso la valorizzazione delle risorse e delle produzioni locali e la creazione

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA I COMUNI DI BALESTRATE, ALCAMO, CASTELLAMMARE DEL GOLFO, CALATAFIMI SEGESTA. Premesso che

PROTOCOLLO DI INTESA TRA I COMUNI DI BALESTRATE, ALCAMO, CASTELLAMMARE DEL GOLFO, CALATAFIMI SEGESTA. Premesso che PROTOCOLLO DI INTESA TRA I COMUNI DI BALESTRATE, ALCAMO, CASTELLAMMARE DEL GOLFO, CALATAFIMI SEGESTA Premesso che la Sezione Operativa Assistenza Tecnica n 84 di Alcamo si è fatta promotrice di un Progetto

Dettagli

Borghi Autentici d Italia Progetto Comunita Ospitale

Borghi Autentici d Italia Progetto Comunita Ospitale Borghi Autentici d Italia Progetto Comunita Ospitale RETE BAI Sardegna Progetto finanziato dalla Regione Autonoma della Sardegna ai sensi dell'art.4 della Legge Regionale n 6 del 15 marzo 2012 (Legge Finanziaria)

Dettagli

Benvenuti nell era del web 2.0

Benvenuti nell era del web 2.0 Un utente isolatonon può fare nulla. Si relaziona unicamente con l ambiente esterno e sebbene insoddisfatto non ha la possibilitàdi cambiare le cose. Due utentiin relazione possono confrontarsi e l esperienza

Dettagli

I PROGETTI INTERREGIONALI IN AMBITO TURISTICO

I PROGETTI INTERREGIONALI IN AMBITO TURISTICO I PROGETTI INTERREGIONALI IN AMBITO TURISTICO I Progetti interregionali dell Assessorato al Turismo Nell ottica di valorizzazione e di una maggiore fruibilità di siti e beni a carattere storicoartistico,

Dettagli

INDAGINE SICURSERVIZI SUI FABBISOGNI FORMATIVI DEL SETTORE SICUREZZA

INDAGINE SICURSERVIZI SUI FABBISOGNI FORMATIVI DEL SETTORE SICUREZZA INDAGINE SICURSERVIZI SUI FABBISOGNI FORMATIVI DEL SETTORE SICUREZZA Per Il settore in cifre presentiamo il rapporto sulle esigenze formative del settore sicurezza, realizzato da Sicurservizi per conto

Dettagli

Promuovere con successo un attività utilizzando Internet

Promuovere con successo un attività utilizzando Internet Promuovere con successo un attività utilizzando Internet Il piano operativo Quando si opera su Web non ci si deve lanciare in operazioni disorganizzate valutando solamente i costi. È fondamentale studiare

Dettagli

Circuito di tornei FIT di tennis limitato alla 3^ Categoria 3 Gruppo. Gare di singolare maschile / femminile doppio maschile

Circuito di tornei FIT di tennis limitato alla 3^ Categoria 3 Gruppo. Gare di singolare maschile / femminile doppio maschile Presentazione 1^ Edizione MILANO TENNIS TOUR Gennaio Ottobre 2017 Opportunità di Sponsorizzazione Strumenti promozionali Visibilità dello sponsor Livelli di sponsorizzazione Circuito di tornei FIT di tennis

Dettagli

PIÙ TURISMO PER LO SVILUPPO, PIÙ SOSTEGNO AL TURISMO SOCIALE

PIÙ TURISMO PER LO SVILUPPO, PIÙ SOSTEGNO AL TURISMO SOCIALE Rappresentanza italiana PIÙ TURISMO PER LO SVILUPPO, PIÙ SOSTEGNO AL TURISMO SOCIALE La ricorrenza del 50 anniversario dell O.I.T.S. (Organizzazione Internazionale del Turismo Sociale), ex B.I.T.S., ci

Dettagli

www.foodandwinetravel.it

www.foodandwinetravel.it FOOD AND WINE TRAVEL L ESPERIENZA DI UN VIAGGIO DAL GUSTO ITALIANO FOOD WINE TRAVEL CORSO SPECIALIST Direttore del corso: Alessio Consoli www.foodandwinetravel.it FIGURA PROFESSIONALE A CHI SI RIVOLGE

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 3485 Seduta del 24/04/2015

DELIBERAZIONE N X / 3485 Seduta del 24/04/2015 DELIBERAZIONE N X / 3485 Seduta del 24/04/2015 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI MARIA CRISTINA CANTU' CRISTINA

Dettagli

17.30 Ass. Sidonia Ruggeri Assessore alla Cultura e Pubblica Istruzione. 17.40 Ass. Balducci Giovanni Assessore al Turismo Servizi Demografici

17.30 Ass. Sidonia Ruggeri Assessore alla Cultura e Pubblica Istruzione. 17.40 Ass. Balducci Giovanni Assessore al Turismo Servizi Demografici 17.30 Ass. Sidonia Ruggeri Assessore alla Cultura e Pubblica Istruzione 17.40 Ass. Balducci Giovanni Assessore al Turismo Servizi Demografici 17.50 - Ass. Costantini Angelo Ass. Politiche del Lavoro -

Dettagli

Il marketing dei servizi. La gestione degli intermediari

Il marketing dei servizi. La gestione degli intermediari Il marketing dei servizi La gestione degli intermediari Gli intermediari nei servizi: canali diretti Le imprese di servizi distribuiscono la propria offerta in alcuni casi direttamente, in altri casi si

Dettagli

Circuito turistico integrato

Circuito turistico integrato ospiti di valore Circuito turistico integrato Terre di Siena Ospiti di Valore Codice di comportamento Art. 1 - Valori delle Terre di Siena Lo sviluppo economico delle Terre di Siena dipende dalla capacità

Dettagli

Milano città-porto di navigazione interna tra il lago Maggiore ed il mare Adriatico. Il Naviglio Pavese & il turismo: una Mission Impossible?

Milano città-porto di navigazione interna tra il lago Maggiore ed il mare Adriatico. Il Naviglio Pavese & il turismo: una Mission Impossible? Milano città-porto di navigazione interna tra il lago Maggiore ed il mare Adriatico Riuso, restauro e riclassificazione del Naviglio da Pavia al Ticino Il Naviglio Pavese & il turismo: una Mission Impossible?

Dettagli

ORGANIZZAZIONE TURISTICA EMILIA - ROMAGNA. LAURA SCHIFF Dirigente - Servizio Commercio, Turismo e Qualità aree turisdche

ORGANIZZAZIONE TURISTICA EMILIA - ROMAGNA. LAURA SCHIFF Dirigente - Servizio Commercio, Turismo e Qualità aree turisdche ORGANIZZAZIONE TURISTICA EMILIA - ROMAGNA LAURA SCHIFF Dirigente - Servizio Commercio, Turismo e Qualità aree turisdche EVOLUZIONE DELLA LEGISLAZIONE SETTORE TURISMO REGIONE EMILIA- ROMAGNA LEGGE REGIONALE

Dettagli

CARTA EUROPEA PER IL TURISMO SOSTENIBILE NELLE AREE PROTETTE

CARTA EUROPEA PER IL TURISMO SOSTENIBILE NELLE AREE PROTETTE CARTA EUROPEA PER IL TURISMO SOSTENIBILE NELLE AREE PROTETTE TECNICHE DI FACILITAZIONE APPLICATE AI PROCESSI DI ADESIONE A CARTA EUROPEA PER IL TURISMO SOSTENIBILE Giuseppe Dodaro 14 maggio 2013 A COSA

Dettagli

DOVE IL CIBO VIENE CONDIVISO, CELEBRATO, GODUTO, ASSAPORATO, NEL LUOGO STESSO IN CUI E NATO.

DOVE IL CIBO VIENE CONDIVISO, CELEBRATO, GODUTO, ASSAPORATO, NEL LUOGO STESSO IN CUI E NATO. DOVE IL CIBO VIENE CONDIVISO, CELEBRATO, GODUTO, ASSAPORATO, NEL LUOGO STESSO IN CUI E NATO. Dalla condivisione intellettuale e fattiva di operatori economici, istituzioni e privati, nasce Gola Gola Food

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO ABITARE

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO ABITARE Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO ABITARE Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II Cap.12 Raggiungere

Dettagli

I PIANI DI VALORIZZAZIONE IN PIEMONTE GABRIELLA BOVONE, SARA MELA. LaST - Laboratorio Sviluppo e Territorio

I PIANI DI VALORIZZAZIONE IN PIEMONTE GABRIELLA BOVONE, SARA MELA. LaST - Laboratorio Sviluppo e Territorio I PIANI DI VALORIZZAZIONE IN PIEMONTE GABRIELLA BOVONE, SARA MELA LaST - Laboratorio Sviluppo e Territorio Indice 1. Il Bando Regionale sui PdV 2. Il territorio 3. Il partenariato 4. Le risorse dei PdV

Dettagli

CHARM IN ITALY OSSERVATORIO

CHARM IN ITALY OSSERVATORIO CHARM IN ITALY OSSERVATORIO Gli umori degli operatori intervistati sull andamento delle strutture ricettive e del mercato di riferimento Il 2013, tra stabilità e ripresa Il 2013 è un anno di relativa stabilità

Dettagli

WEB MARKETING 2.0. La nuova proposta di implementazione di un progetto Marketing 2.0

WEB MARKETING 2.0. La nuova proposta di implementazione di un progetto Marketing 2.0 WEB MARKETING 2.0 La nuova proposta di implementazione di un progetto Marketing 2.0 È un stato di evoluzione del Web, caratterizzato da strumenti e piattaforme che enfatizzano la collaborazione e la condivisione

Dettagli

Sezione Industria del Turismo e del Tempo Libero

Sezione Industria del Turismo e del Tempo Libero Sezione Industria del Turismo e del Tempo Libero Programma di Attività 2011-2015 2015 ROBERTO N. RAJATA 12 maggio 2011 Introduzione Il turismo nella Regione Lazio è profondamente mutato nel corso degli

Dettagli

TURISMO ON LINE: COME MUOVERE I PRIMI PASSI?

TURISMO ON LINE: COME MUOVERE I PRIMI PASSI? Registro 4 TURISMO ON LINE: COME MUOVERE I PRIMI PASSI? Guida pratica per avviare con successo la propria attività turistica online TIPS&TRICKS DI MIRKO LALLI INDEX 3 5 7 11 15 Introduzione Registra il

Dettagli

IL POSITIONING DEL PRODOTTO TURISTICO

IL POSITIONING DEL PRODOTTO TURISTICO IL POSITIONING DEL PRODOTTO TURISTICO Far riconoscere i fattori fondamentali attraverso cui l azienda individua e interpreta gli orientamenti della clientela Acquisire consapevolezza dell'importanza di

Dettagli