Indice. Introduzione 3. Il Repertorio delle Imprese Femminili Eccellenti 5. Imprese Eccellenti Femminili Premiazione 4 novembre

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Indice. Introduzione 3. Il Repertorio delle Imprese Femminili Eccellenti 5. Imprese Eccellenti Femminili Premiazione 4 novembre 2008 6"

Transcript

1 DONNE CHE LASCIANO IL SEGNO Indice Introduzione 3 Il Repertorio delle Imprese Femminili Eccellenti 5 Imprese Eccellenti Femminili Premiazione 4 novembre Albo d Oro delle Imprese Eccellenti Vincitrici 7 Imprese Femminili Eccellenti 9 Manager nelle PMI Eccellenti 39 Premio Mirella Valentini 45 1

2 Donne che lasciano il segno 2

3 DONNE CHE LASCIANO IL SEGNO Introduzione Il nostro paese senza un maggior apporto delle donne alla produzione di ricchezza e alle strategie di vita non ce la fa: nell attuale situazione di crisi non è più solo una questione di pari opportunità ma di necessità. Guardare al futuro con fiducia in questo momento è particolarmente difficile specie per chi fa impresa ed è donna, perché se sempre più donne cercano senso e reddito investendo sulle proprie idee e capacità, spesso i loro mezzi di produzione sono soprattutto le loro competenze e il loro saper fare e la stretta creditizia può metterle in drammatiche difficoltà. Occorre garantire alle imprenditrici sia la piena accessibilità a tutte le politiche per l impresa che mettere in atto politiche e meccanismi istituzionali in grado di produrre risposte semplici ed adeguate al sostegno mirato dell imprenditoria femminile: non c è infatti nulla che sostenga in modo appropriato e strutturale l imprenditoria femminile. Nello Small Business Act vi è una priorità specifica e rilevante per lo sviluppo dell imprenditoria femminile, che appare in questo momento una sfida e un impegno a commisurare tutti gli interventi, anche quelli emergenziali, alle donne e alle piccole e piccolissime imprese, dove le imprenditrici sono più numerose. E una sfida che non è stata ancora raccolta ed è necessario farlo. Nonostante le difficoltà le donne di impresa hanno risposto alla crisi con energia, le imprese femminili crescono e si rafforzano: le loro sono imprese che fanno molto con poco, allenate, dalla disparità nell accesso alle risorse, a trovare soluzioni a minor rischio e maggiormente accessibili. E un fatto che le imprese femminili reggono meglio alla crisi e rappresentano, con la loro capacità adattiva, un volano economico indispensabile e una grande opportunità per favorire l inserimento delle donne nel mondo del lavoro ed una grande ricchezza per aiutare il Paese in crisi, sostenendone la domanda interna. Lo dimostrano i dati del primo semestre 2009 dell Osservatorio sull imprenditoria femminile di Unioncamere. In Italia le imprese guidate da donne o con forte presenza femminile (circa un quarto del totale delle imprese italiane) hanno infatti continuato a crescere, raggiungendo le unità, con un incremento pari a + 1,5%, a fronte di un calo generale di -0,2% del numero di imprese nel suo complesso. In Emilia Romagna, benché la percentuale delle imprese femminili sul totale non sia fra le più alte (20,63%), nell ultimo anno si è registrato un incremento percentuale molto positivo (2,04%) superato solo da Lombardia e Toscana, in contrasto con l andamento generale che invece nella nostra regione è calato (-0,81%). Le imprese in più del Nord-Est sono per il 54% in Emilia-Romagna (quasi 2mila imprese rosa in più). Nel dar vita a una nuova idea di impresa, sempre più donne scelgono di puntare su una forma giuridica strutturata pur rimanendo prevalente la componente dell impresa individuale: a fronte delle quasi iniziative individuali in meno, si sono rilevate poco meno di 29mila nuove società di capitali che, praticamente da sole, hanno più che determinato il saldo positivo del periodo. Le società di capitali sono il 15,5% di tutte le imprese femminili, con un tasso di crescita del 14,8% su base annua. Le forme giuridiche delle imprese dell Emilia Romagna sono queste: Soc. di capitale, ; Soc.di persone, ; Imp. Individuali, ; Cooperative, 1.150; Consorzi, 79; Altre, 220. I servizi alle persone hanno il tasso di femminilizzazione più alto tra tutti i settori della nostra economia: il 46,4%, poco meno di un impresa ogni due. La presenza di imprese femminili è superiore al 40% anche nella sanità (41,4%), mentre sopra il 30% si collocano gli alberghi e ristoranti (32,8%) e l istruzione (32%). Il maggiore exploit degli ultimi dodici mesi è però nei servizi alle imprese, che aumentano di 15mila le imprese, pari al 70,2% dell incremento complessivo. Il settore Energia, un settore non tradizionalmente femminile, registra il maggior aumento percentuale, 31,76%, nell ultimo anno. 3

4 Donne che lasciano il segno Delle imprese femminili in più rilevate tra la fine di giugno 2008 e la fine di giugno 2009, il 14,9% (pari a unità) è costituito da iniziative imprenditoriali che hanno a capo una donna di nazionalità non comunitaria. In Emilia Romagna le imprese individuali con titolare donna di nazionalità extracomunitaria sono complessivamente al 30 giungo 2009, registrando un saldo positivo di 210 unità in più rispetto al 2008 pari ad un aumento in percentuale del +5,86%. Questi punti di forza si accompagnano a un modo di fare impresa che è quello delle imprenditrici emiliane romagnole delle piccole e delle piccolissime imprese, che sanno da tempo che nell impresa bisogna continuare ad investire lavoro, passione, responsabilità, competenze e denaro, perché per loro fare impresa è parte integrante della loro vita e nell impresa vale quindi la pena di investire. Questo modo di intraprendere al femminile è un valore diffuso per la nostra realtà regionale e merita di essere sostenuto e riconosciuto. Le donne che gestiscono le imprese, imprenditrici, socie, collaboratrici, coadiuvanti, manager portano nell impresa la propria specificità ed hanno esigenze personali e professionali specifiche, alle quali il sistema di riferimento pubblico e privato fornisce risposte con difficoltà. E quindi più che mai importante metterne a confronto le esperienze e sostenerne la capacità di stare sul mercato e di fare rete, anche utilizzando al meglio i centri di competenza di CNA e di CNA Impresa Donna, come volano e metaorganizzatore associativo, capace di trasferire e diffondere modelli di eccellenza. Questa edizione del Repertorio delle imprese femminili eccellenti intende agire in questo senso, continuando a rafforzare e valorizzare le esperienze di qualità di donne imprenditrici e di donne manager, dando concretezza agli obiettivi strategici di CNA impresa donna e dell intera rete CNA dell Emilia Romagna, per fare sistema, per aggregare comunità di apprendimento, per favorire il miglioramento continuo e lo sviluppo della competitività nell imprenditoria femminile e nelle imprese dirette o codirette da donne, per sostenere la trasmissione di impresa. Il Repertorio permette di far emergere le pratiche eccellenti e lo fa con un azione di benchmarking che promuove il confronto e facilita lo scambio e l attivazione di reti, a partire dalle buone pratiche e dalla fiducia che viene dall avere esperienze comuni: le competenze e le capacità, che sono espressione del sapere e del saper fare al femminile in un ottica di eccellenza, diventano un sapere formalizzato e fruibile da parte di altre donne. Mettere a confronto le esperienze, supportare le imprenditrici e le lavoratrici autonome con azioni di sostegno di gruppo ed individuali (dal Secondo rapporto best della direzione generale per le imprese della commissione europea) è una strada per rendere robuste le reti di imprese femminili di eccellenza e costruire trame di competenze femminili straordinarie, di imprenditrici e manager. Le capacità cooperative e di esplorazione sono le caratteristiche personali vincenti che fanno la differenza rispetto al modello di management maschile. Sono le qualità necessarie per imprese capaci di guardare al futuro anche in tempo di crisi. Paola Sansoni Presidente CNA Impresa Donna Nazionale ed Emilia Romagna 4

5 DONNE CHE LASCIANO IL SEGNO Il Repertorio delle Imprese Femminili Eccellenti Il Repertorio delle Imprese Femminili Eccellenti è dedicato ad imprenditrici e manager intraprendenti, creative ed interessate alla cultura dell innovazione e dell eccellenza nella gestione delle piccole e medie imprese. Ciò che si intende valorizzare è il genere femminile nel ruolo imprenditoriale e/o manageriale, rivolgendo particolare attenzione alle aspettative, alle criticità ed alle esigenze reali e specifiche delle aziende. In tale contesto vengono fornite molteplici e differenti opportunità, che si traducono nello scambio di esperienze, conoscenze e buone prassi di tipo gestionale e organizzativo, finalizzato allo sviluppo di capacità manageriali e alla crescita delle realtà imprenditoriali nell attuale scenario competitivo. Il Repertorio Regionale delle Imprese Femminili Eccellenti mette in luce le migliori imprese emiliano - romagnole e costituisce l occasione per dare vita ad una rete di imprese dove il confronto e lo scambio integrano approcci differenti verso la valorizzazione delle esperienze e delle buone prassi. La presente pubblicazione è il risultato di un indagine a carattere qualitativo che ha approfondito gli elementi emersi dall analisi effettuata mediante strumenti di benchmarking ed interviste presso le aziende che ne hanno determinato punti di forza e criticità e ne hanno valutato il posizionamento competitivo. Le imprese femminili eccellenti: ieri ed oggi Evidenziare le eccellenze imprenditoriali è stato un impegno che ha accompagnato le nostre attività dal 2002 ad oggi. In questi anni le evidenze che sono emerse ci hanno mostrato modelli imprenditoriali e manageriali di successo dai quali abbiamo avuto modo di apprendere. Il Repertorio Regionale delle Imprese Femminili Eccellenti - alla sua settima edizione, presenta in questa pubblicazione le migliori aziende del territorio emiliano romagnolo all interno delle quali operano figure femminili in ruoli strategici, sia nella compagine societaria che nella gestione manageriale. La valutazione deriva dall incrocio tra i dati emersi dalle analisi di benchmarking ed una nuova verifica effettuata tramite visite ed interviste di approfondimento qualitativo. L indagine ha interessato oltre 349 imprese a livello regionale e una selezione realizzata mediante l utilizzo di tools specifici permettendo di identificare le aziende con il migliore posizionamento competitivo, per poi determinare tra queste quelle con una presenza femminile in posizioni di responsabilità. All interno di questa pubblicazione vengono illustrate 18 aziende identificate per la presenza di buone prassi di eccellenza nella gestione organizzativa: 14 nella sezione imprenditrici, 3 nella sezione manager, 1 nella sezione Mirella Valentini - Trasmissione d impresa. Le motivazioni fondanti dell eccellenza imprenditoriale prendono in considerazione il contesto aziendale e la cultura d impresa combinandoli al ruolo delle persone alla guida dell azienda. Ciascuna delle aziende eccellenti presentate costituisce un esempio significativo e concreto di capacità di intrapresa in grado di dare vita a business innovativi e di successo, trasformando progetti ed idee in realtà imprenditoriali consolidate. In linea di continuità con quanto evidenziato gli anni scorsi la sezione manager è dedicata alla valorizzazione di modelli di eccellenza nei quali la cultura aziendale ha condotto allo sviluppo di professionalità elevate cui delegare funzioni strategiche per le organizzazioni. 5

6 Donne che lasciano il segno Imprese Eccellenti Vincitrici Premiazione 4 Novembre 2008 Edillegnodue Francesca Zecca Marol Manuela Vignudelli Euroservice Impianti Melania Fabbri (manager) Lirma Foods Roberta Bartoli Xped Melissa Alpi 6

7 Albo d Oro Imprese Eccellenti vincitrici Edillegno due Cangini Benne Ambrosialab CGS Consolidamenti Lirma Foods IASE Lab Gi.TI. Marol ROB-CAR Luce Mengozzi Xped TIME Serigrafia 76 Euroservice Impianti ZIRONDELLI Silflex Vertere 7

8 Albo d Oro Imprese Eccellenti vincitrici Carnevali Yachts Beauty Day Achtoons Divina Estetica Annabel Cablocavi Cut Service Estetica Claudia I.C.O.S. Lavanderia Elle D Rhein 83 Remedia Studio Stampa OZ Ricci Sabbiatura Ri.Mos. Termoservice Zarri 8

9 Imprese Femminili Eccellenti 9

10 Donne che lasciano il segno ACCARISI VIRGINIA E OLETTA località: Bologna n. addetti: 6 attività: acconciatori area mercato: nazionale fatturato: ,00 Accarisi Virginia e Oletta S.n.c., salone avviato nel 1964 dall intraprendente signora Virginia che, dal 1978 ad oggi, condivide la proprietà con la cognata Oletta. Dall iniziativa di una giovanissima titolare e dall esigenza di acquisire una propria indipendenza professionale è nata una realtà imprenditoriale cresciuta negli anni e di recente ampliata nei locali. È molto curato, inoltre, lo spazio dedicato all accoglienza dei clienti e ai momenti di relax pensati per ottimizzare e rendere più piacevoli i tempi di tenuta in posa dei trattamenti. La proprietà ha sempre dedicato grande attenzione al cliente, puntando molto sull efficienza e sulla qualità del servizio, ottenendo costanti riscontri positivi dalla clientela. Il salone si contraddistingue per la formazione continua disposta per i collaboratori e partecipata dalle stesse titolari, nonché, in particolar modo, da Andrea Accarisi, figlio e nipote delle socie, al quale sarà presto affidata la gestione dell intera attività. Attualmente, a quest ultimo è delegata la responsabilità del software gestionale, attraverso cui è possibile archiviare lo storico relativo a ciascun cliente. Il passaggio generazionale in progetto verte non solo sulla trasmissione delle competenze tecniche, ma soprattutto delle buone prassi adottate nel processo di gestione del cliente, con particolare attenzione alla relazione e alla cura dei dettagli. 10

11 DONNE CHE LASCIANO IL SEGNO Le imprenditrici Virginia Accarisi, ha avviato il suo salone dopo anni di collaborazione con una parrucchiera molto esperta, dalla quale ha appreso le tecniche di base e mutuato una concreta attenzione al cliente. L attitudine per questa professione e la possibilità di investire in un attività indipendente le hanno permesso di mettere in pratica con successo le abilità apprese e di consolidare in pochi anni la clientela nota e di acquisire, attraverso il passaparola, nuovi clienti. Durante il suo percorso imprenditoriale, la signora Virginia ha investito molto nella formazione, frequentando corsi tenuti nelle accademie più prestigiose, in Italia e all estero. Il vantaggio che ha da sempre riscontrato nella formazione risiede nei preziosi momenti di incontro e nelle occasioni di confronto con i professionisti del settore e con i colleghi stessi, rispetto ai quali ha costruito relazioni basate sullo spirito di condivisione e sulla collaborazione. Ciò che l imprenditrice ritiene premiante è l elevata affidabilità del servizio evidenziata dal rapporto consolidato con la clientela. Le spiccate capacità di coordinamento permettono inoltre all imprenditrice di gestire al meglio non solo il salone, ma soprattutto il tempo dedicato alla famiglia, sostenuta dall appoggio del marito, che condivide, oggi come in passato, l impegnativa scelta professionale. Oletta Legnani, cognata e socia paritaria dal 1976 della signora Virginia, entra in azienda come dipendente nel 1972, occupandosi prevalentemente della gestione dell amministrazione e del personale. Le competenze necessarie per una direzione efficiente sono state acquisite ad attività avviata, attraverso la collaborazione e la condivisione delle criticità. La signora Oletta ha partecipato anche a numerosi corsi di formazione, specializzandosi soprattutto nei trattamenti e nei tagli moda, aree che predilige per la sua personale propensione alla precisione ed alla creatività. Il forte e costante sostegno della socia, l impegno ed un pratico spirito d iniziativa hanno reso la collaborazione tra le due imprenditrici molto equilibrata e profittevole. La signora Legnani riconosce nella cognata un solido punto di riferimento, non solo professionale, ma soprattutto affettivo. Entrambe soddisfatte ed appagate dalle rispettive carriere, condividono la scelta del passaggio generazionale ad Andrea, figlio della signora Oletta, la quale per prima ne riconosce l attitudine e l affiatamento. Il sostegno del marito nella gestione familiare le ha permesso di dedicarsi full-time alla professione e di manifestare grande apertura e comprensione delle problematiche di conciliazione dei tempi di lavoro-famiglia delle dipendenti, gestendole in maniera molto flessibile. L ottima relazione con il cliente rimane, nella filosofia aziendale, il fine, nonché il mezzo, per offrire un servizio ricercato e di alta qualità. 11

12 Donne che lasciano il segno AZIENDA AGRICOLA LA ROCCHETTA località: S.Egidio (FE) n. addetti: 9 attività: agriturismo area mercato: regionale fatturato: ,00 L azienda agrituristica La Rocchetta S.s. di Turra Adriano e C., sorge nella tranquillità della riva della valle del Marrara, dove il fiume Po di Primario ha favorito la proliferazione di un terreno fertile e fruttifero. Operando dal 1995 con grande impegno e perseguendo l affermazione dell identità culturale, ambientale e sociale della provincia di Ferrara e dell intero territorio, l azienda rappresenta una realtà dell associazione Strada dei vini e dei sapori. L agriturismo negli anni si è sviluppato e ampliato nella direzione della cura del cliente e del rispetto dell ambiente. Distribuito in una distesa di 12 ettari di terreno, l agriturismo offre ai propri clienti la possibilità di effettuare passeggiate alla scoperta delle coltivazioni di erbe officinali, aromatiche e fiori, cammini verso il contatto con gli animali, percorsi ricreativi dedicati ai bambini come il parco giochi, il laghetto per la pesca, la zona sportiva, la piscina e l agricampeggio. L agriturismo è anche fattoria didattica ed offre servizi volti a stimolare le giovani generazioni verso il recupero del rapporto con le diverse specie animali. La cucina ferrarese curata da chef di comprovata esperienza e dalla supervisione della titolare, presenta antiche e nuove ricette di cucina tipica attraverso l utilizzo di prodotti biologici aziendali. La filosofia alla base delle scelte effettuate negli anni hanno permesso all agriturismo di mantenere la propria identità e di fidelizzare la clientela che dal momento dell accoglienza e per tutta la permanenza possono usufruire di diverse tipologie di servizi. L agriturismo dispone di 10 camere attrezzate con servizi privati ed una struttura comprendente 4 monolocali attrezzati per persone disabili, costruita negli ultimi anni. 12

13 DONNE CHE LASCIANO IL SEGNO L imprenditrice L attitudine al cambiamento e all innovazione, insite nella personalità di Elsa Piffanelli per tutti Franca, l hanno accompagnata nel suo percorso professionale e imprenditoriale. Cominciata circa una trentina di anni fa, l avventura imprenditoriale della signora Piffanelli si è dapprima approcciata alla realtà lavorativa del settore delle lavanderie per poi tramutarsi nella dimensione agrituristica. Il ritorno alla natura, alla tranquillità e alle tradizioni è stato ricercato dalla titolare attraverso la decisione di investire in un attività agricola insieme al marito con cui condivide le scelte di carriera e le responsabilità familiari. La propensione alla soddisfazione di ogni tipo di richiesta proveniente dalla clientela, la sensibilità e la capacità di gestire le relazioni con il pubblico, hanno accompagnato la signora Franca nella sua avventura imprenditoriale volta alla ricerca continua di proposte innovative e culinarie sfiziose anche per clienti con particolari problematiche alimentari. La volontà di proporre sempre qualcosa di più si è concretizzata nella recente vendita di prodotti di produzione propria con etichetta personalizzata. Il successo e la popolarità dell agriturismo la Rocchetta è stato raggiunto negli anni dapprima tramite il sito internet e nel tempo grazie alle conoscenze e agli scambi di esperienze effettuati durante le fiere di settore in Italia e all estero, a cui da sempre Franca partecipa attivamente. L imprenditrice è la figura di riferimento sia per lo staff di collaboratori che per le relazioni con clienti e fornitori. 13

14 Donne che lasciano il segno B.A.F.A. BANDIERE località: Campogalliano (MO) n. addetti: 10 attività: produzione e commercializzazione di bandiere, stendardi accessori e affini area mercato: nazionale ed internazionale fatturato: ,00 B.a.f.a. Bandiere S.r.l., fornitura bandiere accessori, e affini, produce e commercializza bandiere, stendardi comunali e sportivi, gagliardetti, bandierine da tavolo, nonché pennoni, aste e supporti in alluminio dal La scelta del settore e di un nuovo mercato nasce dalla necessità dell imprenditrice di dar risalto e di diversificare la prima attività di vendita/noleggio di camper. L enorme riscontro ottenuto dalla linea di prodotti ha dato il via ad una produzione di qualità, realizzata con metodo artigianale. Lavorazioni precise, materiali raccomandati dalle normative europee e fornitori accuratamente selezionati sono garanzia di sicurezza ed affidabilità delle bandiere prodotte. L esperienza nella realizzazione di bandiere personalizzate e di stati nazionali può avvenire sia per ricamo che per stampa, attraverso l utilizzo di macchine innovative, che garantiscono non solo la qualità della lavorazione, ma soprattutto soluzioni altamente personalizzate. B.a.f.a. Bandiere dispone di una rete di rivenditori in grado di assistere il cliente e di proporre un offerta rispondente ad una varietà di esigenze, come nel caso delle campagne promozionali. L esperienza e la passione per la comunicazione, in questo suo concretizzarsi simbolico, fanno di B.a.f.a. un partner ricercato nel mondo, per la qualità del servizio e la costante ricerca di innovazione nelle metodologie di lavoro e nei materiali utilizzati. Oltre alle referenze fornite all azienda da clienti storici, infatti, l impresa ha investito direttamente sulla propria immagine all esterno, realizzando un proprio sito web, indispensabile, ma non certo sufficiente, alla conquista di nuovi clienti. Il management è molto attento infatti al contatto diretto con il cliente, unico veicolo per condividere il reale valore dei materiali utilizzati e la precisione delle lavorazioni. 14

15 DONNE CHE LASCIANO IL SEGNO L imprenditrice Paola Rossi, dal 1978 titolare di B.a.f.a. Bandiere, detiene la quota di maggioranza della società e, ad oggi, gestisce la progettazione grafica e supervisiona l area commerciale e quella amministrativa. L aver avviato l azienda in totale autonomia, spinta dal desiderio di realizzare la sua nuova business idea nel campo della produzione di bandiere e prodotti affini, ha fortemente motivato l imprenditrice sia nella gestione dell attività che nell apprendimento di tecniche di lavoro. La capacità di imparare da autodidatta, di migliorare i processi e di guardare l operato degli esperti con spirito critico, ha favorito l individuazione di metodi di lavoro efficaci e di prassi efficienti. Uno dei punti di forza dell imprenditrice è stata infatti la capacità non solo di imparare, ma soprattutto di trasferire alle dipendenti le competenze più idonee a svolgere le attività nei tempi e nei modi stabiliti dalla titolare. La stima conquistata nel tempo dalle relazioni con importati clienti, appartenenti al settore dell automotive, è servita sia a livello di immagine, sia come volano per approcciare una fascia alta di committenti. La signora Rossi ha sempre tratto grande beneficio per la sua crescita professionale dal contatto con questi clienti e, uno di loro in particolare, ha contribuito a spronarla e motivarla, anche in momenti in cui la gestione aziendale risultava abbastanza critica. L ingresso di due persone di famiglia in azienda ha contribuito a mantenere sempre alta e unica nel suo stile la produzione ed allo stesso tempo ha permesso all imprenditrice di delegare alcune funzioni. Il marito riveste il ruolo di consigliere commerciale e pubblicitario ed il figlio gestisce alcuni importanti clienti e la produzione dei pennoni e dei supporti. Tutto lo staff, coordinato dall imprenditrice, ha un ruolo attivo e propositivo nel processo di innovazione dei prodotti: il management raccoglie i suggerimenti dei collaboratori e, attraverso attività di ricerca e sviluppo, investe nella tutela del potenziale competitivo attraverso la registrazione di brevetti. Le spiccate capacità esplorative, la forza e l impegno nel voler divenire una manager di successo, la condivisione e partecipazione attiva della famiglia nella sua scelta di carriera, rappresentano le principali carte vincenti dell imprenditrice che fa della comunicazione uno strumento distintivo della propria attività. 15

16 Donne che lasciano il segno CASTA località: Forlì (FC) n. addetti: 25 attività: progettazione e produzione attrezzature complete per la ristorazione (tradizionale, cinese - orientale, giapponese, mista) area mercato: internazionale fatturato: ,00 Casta S.r.l. nasce come azienda artigiana nel settore della ristorazione nel 1972 ed il suo titolare ne rimane alla guida per oltre 20 anni. Nel 1993 il fondatore si ritira dall attività e chiude l azienda, avviando di fatto la seconda fase della storia Casta. Nello stesso anno quattro dipendenti dell azienda appena chiusa ne ereditano il nome e ne diventano titolari. E in questa fase che vengono rinnovati i processi produttivi e rilanciate le strategie commerciali che consentono all impresa di conseguire lusinghieri risultati non solo quantitativi, ma anche qualitativi. La partecipazione diretta della proprietà alla gestione dell azienda, l evoluzione tecnologica dello stabilimento e il rafforzamento della rete commerciale sono i valori fondanti che si pongono alla base dell aggiornamento dei suoi prodotti e dei suoi servizi rendendoli sempre più vicini alle esigenze di mercati sempre più competitivi. Casta s.r.l rappresenta sul mercato nazionale ed estero una realtà consolidata e solida, sinonimo di qualità e di affidabilità in grado di combinare i vantaggi della produzione industriale, con quelli della lavorazione artigianale, che rendono unico ciascun impianto, costruito oggi con la stessa passione di un tempo. Dapprima dediti esclusivamente alla produzione di cucine tradizionali e piastre per piadine e forni oggi l azienda è in grado di coprire diverse tipologie di richieste avendo investito in un mercato di nicchia, quale quello delle cucine cinesi (dalla produzione all assistenza post vendita). La gamma di prodotti spazia dalle produzioni per la cottura naturale e standard alla cottura etnica su misura. Ogni fornitura Casta è progettata e realizzata specificatamente per l ambiente nel quale essa troverà posto: la piccola cucina, il ristorante d élite, gli spaziosi ambienti cucina di grandi ristoranti, i fast food, le pizzerie e le comunità (mense aziendali, ospedaliere e così via). 16

17 DONNE CHE LASCIANO IL SEGNO L imprenditrice Loretta Carbonetti è un esempio di intrapresa imprenditoriale di successo che è riuscita ad utilizzare appieno le occasioni che le si sono proposte nel suo percorso di carriera. Dopo la maturità entra come dipendente amministrativa in Casta di Remo Cangini ed a soli due anni dal suo ingresso si presenta l opportunità di rilevare l azienda con altri tre dipendenti. Dal quel momento in poi dedica passione ed energia alla sua attività imprenditoriale. Il percorso è stato lungo ed a volte non particolarmente agevole in un ambiente tipicamente maschile, ma la collaborazione e la condivisione con gli altri soci di linee strategiche e di sviluppo condivise la porta oggi ad essere un punto di riferimento per l intero staff aziendale fungendo da punto di raccordo tra le aree amministrative, commerciali e produttive. La conoscenza delle lingue, inglese e tedesco, e l inclinazione alla gestione delle relazioni interpersonali unita alla formazione le permettono di organizzare e gestire l ufficio relazioni esterne e di presidiare ed organizzare tutte le attività afferenti alle partecipazione a fiere di settore ed eventi di visibilità per l impresa. Il ruolo dell imprenditrice è prevalentemente centrato sulle relazioni commerciali e sulle attività che potenziano l immagine e la visibilità dell impresa dedicando particolare attenzione al ruolo di ogni collaboratore. L imprenditrice trasmette ai suoi collaboratori entusiasmo, passione e motivazione adottando metodi di incentivazione e valorizzazione delle risorse umane dando rilievo alle inclinazioni personali ed adottando modalità di riconoscimento delle performance individuali. La passione per il suo lavoro e la positiva condivisione delle responsabilità e carichi familiari con il marito le permettono di gestire al meglio il suo ruolo imprenditoriale con le esigenze personali. Tra gli obiettivi futuri indica investimenti in azienda funzionali alla industrializzazione dei prodotti, l apertura verso nuovi mercati oggi non serviti e l investimento in formazione propria e dei suoi collaboratori. 17

18 Donne che lasciano il segno CLAMAS località: San Lazzaro di Savena (BO) n. addetti: a domicilio attività: produzione e commercializzazione di articoli per la manicure area mercato: nazionale ed internazionale fatturato: ,00 Clamas S.r.l. opera nel settore degli accessori per manicure e pedicure dai primi anni 80; nel 2008 la proprietà viene rilevata da Livia Sorace Maresca e Andrea Bontadini, coniugi alla ricerca di un attività imprenditoriale sulla quale investire idee, competenze e risorse. L azienda propone un catalogo molto ricco, con marchi diversi, in maniera da offrire una gamma selezionata di prodotti che risponda alle richieste più esigenti. I marchi commercializzati sono da sempre garanzia di prodotti altamente qualificati per la cura delle mani e dei piedi: strumenti professionali realizzati con acciai speciali, sottoposti ai controlli più rigorosi per assicurare sempre il massimo di affidabilità e di durata. L attenzione del management è rivolta all innovazione continua di prodotto: gli strumenti vengono riprogettati nel design e nei materiali, con lo scopo di migliorarne funzionalità ed estetica, nonché di aumentarne l eco-compatibilità e la possibilità di riutilizzi diversi. Tra gli obiettivi strategici prioritari, inoltre, l azienda ha intenzione di differenziare il proprio portafoglio clienti, auspicando di riuscire a commercializzare almeno una linea di prodotti attraverso canali nuovi e in linea con i cambiamenti del mercato di riferimento. Gli articoli Clamas mostrano la precisione e l alta qualità della manifattura italiana, fattore distintivo e punto di forza in un mercato in cui la differenza è basata sull innovazione e sulla praticità d uso. La direzione aziendale ha infatti cercato di coinvolgere i clienti in un processo d acquisto che permetta loro di valutare direttamente la qualità e l originalità degli strumenti offerti, presentati mediante una fitta rete di agenti e tramite campionari, oltre che per mezzo di cataloghi cartacei o siti web. 18

19 DONNE CHE LASCIANO IL SEGNO L imprenditrice Livia Sorace Maresca è consulente in ambito finanziario, socia paritaria in Clamas, azienda che ha fin da subito percepito come potenzialmente molto stimolante e promettente, tanto da decidere di rilevarla, attraverso un progetto di trasmissione d impresa. Reinventarsi imprenditrice ha significato trasferire competenze e capacità acquisite durante una brillante carriera universitaria nell ambito delle scienze economiche, nonché l esperienza maturata nel settore finanziario, in un attività che richiede professionalità, autonomia e capacità di assunzione del rischio. Le iniziali criticità riscontrate nelle relazioni con alcuni fornitori dell azienda e con gli impiegati, relative soprattutto al riconoscimento del suo ruolo manageriale, sono state presto superate e rivalutate come un opportunità di crescita, grazie ad un approccio determinato e propositivo. Le sue responsabilità vanno ben oltre la gestione dell amministrazione e dei processi contabili. La passione per il marketing e l attitudine al cambiamento le hanno permesso di ricoprire con successo un ruolo dirigenziale, ponderando decisioni strategiche e opportunità tramite le proprie capacità esplorative e di analisi del contesto, ottenendo risultati positivi e riconoscimenti professionali. Da lei stessa e dai contatti che la direzione ha con l esterno nasce l idea di sviluppare un nuovo prodotto, guardandosi intorno, osservando molto le persone, i loro gusti, le loro esigenze. L imprenditrice segue direttamente anche le attività di Ricerca e Sviluppo, fornendo le basi per l esecuzione di studi di fattibilità articolati per sviluppare prodotti, nonché tecnologie e materiali, innovativi. Seppure la conciliazione dei tempi e delle responsabilità con il ruolo di moglie e di madre abbia necessitato la ricerca di riferimenti esterni, il pieno appagamento familiare ha permesso il raggiungimento di importanti traguardi lavorativi e la crescente soddisfazione professionale. 19

20 Donne che lasciano il segno DONNA ESSE località: Faenza (RA) n. addetti: 10 attività: produzione abbigliamento donna area di mercato: nazionale fatturato: ,00 Nata nel 1986 come azienda di abbigliamento donna a ciclo completo, dalla progettazione alla realizzazione fino alla vendita al dettaglio tramite agenti, Donna Esse S.r.l. nel corso negli anni ha subito profonde modifiche organizzative tali da configurarla come azienda di esclusiva produzione di abbigliamento donna. Le criticità affrontate dall impresa alcuni anni fa legate alla tipologia di clienti ed al mercato servito hanno spinto la proprietà a compiere, dopo un attenta analisi di settore, scelte rivelatesi strategiche. L elevata specializzazione del personale nell utilizzo delle tecnologie più avanzate per il disegno CAD e lo sviluppo dell innovazione ricercato tramite l esecuzione di studi di fattibilità basati sul monitoraggio del mercato di riferimento, rappresentano i fattori di maggior successo aziendale. La continua ricerca di collaborazione con la committenza nella risoluzione delle problematiche e nella proposta di soluzioni innovative di processo e di settore ha riconosciuto un valore all attività di Donna Esse che vanta una clientela fidelizzata leader nel mercato dell abbigliamento donna. La qualità e la competenza dei prodotti realizzati hanno favorito la stipula di accordi di collaborazione per la realizzazione di progetti di ricerca e sviluppo di nuove linee di produzione. L attenzione alla formazione viene allargata oltre che al personale, all intero territorio circostante mediante la collaborazione con scuole, centri di Ricerca e Sviluppo ed Associazioni. 20

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune 1 Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria DOP Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria

Dettagli

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale Il Fondo sociale europeo al lavoro Aiutare le persone a trovare lavoro Il Fondo sociale europeo (FSE) finanzia progetti in tutta l UE per consentire a più persone di trovare posti di lavoro migliori, attraverso

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Contribuite anche voi al nostro successo.

Contribuite anche voi al nostro successo. Entusiasmo da condividere. Contribuite anche voi al nostro successo. 1 Premi Nel 2009 e nel 2012, PostFinance è stata insignita del marchio «Friendly Work Space» per la sua sistematica gestione della salute.

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese l unione fa la forza per restituire valore aggiunto alla produzione 1 Il Consorzio Il Consorzio CO.PA.VIT. è nato nel 2008 a partire da un iniziativa

Dettagli

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE Le piccole imprese sono la spina dorsale dell'economia europea. Esse sono una fonte primaria di posti di lavoro e un settore in cui fioriscono le idee commerciali.

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Partner Nome dell azienda Ferretticasa Spa Settore Engineering & Costruction Servizi e/o

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

generazioni. Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove

generazioni. Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove generazioni. Nell aprile 2010 il Consiglio di Legislazione del Rotary International ha stabilito che le Nuove

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

Parma, 23 settembre 2011. Dal modello formativo europeo al percorso formativo per l assistente familiare non professionale

Parma, 23 settembre 2011. Dal modello formativo europeo al percorso formativo per l assistente familiare non professionale Parma, 23 settembre 2011 Dal modello formativo europeo al percorso formativo per l assistente familiare non professionale Dopo il meeting europeo svoltosi a Granada e partendo dal percorso formativo l

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo Pagina 1 di 24 INTRODUZIONE SEZ 0 Manuale Operativo DOCUMENTO TECNICO PER LA CERTIFICAZIONE DEL PROCESSO DI VENDITA DEGLI AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO OPERANTI PRESSO UN AGENZIA DI RAPPRESENTANZA:

Dettagli

Project Management Office per centrare tempi e costi

Project Management Office per centrare tempi e costi Project Management Office per centrare tempi e costi Il Project Management Office (PMO) rappresenta l insieme di attività e strumenti per mantenere efficacemente gli obiettivi di tempi, costi e qualità

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

Capo 1. Art.1 - (Definizione dell istituto dell indennità di posizione della categoria EP)

Capo 1. Art.1 - (Definizione dell istituto dell indennità di posizione della categoria EP) REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L APPLICAZIONE DEGLI ARTT.75 CONFERIMENTO E REVOCA DI INCARICHI AL PERSONALE DELLA CATEGORIA EP E 76 RETRIBUZIONE DI POSIZIONE E RETRIBUZIONE DI RISULTATO DEL CCNL 16.10.2008

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar.

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutto il fascino delle montagne dell Alto Adige, catturato nelle specialità L Alto Adige,

Dettagli

Caratteristiche del Fondo

Caratteristiche del Fondo Caratteristiche del Fondo EQUI MEDITERRANEO FUND e un fondo costituito sotto forma di SICAV SIF ed è un comparto dedicato della piattaforma EQUI SICAV - SIF, una Società a capitale Variabile Lussemburghese

Dettagli

Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza.

Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza. Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza. Il punto di forza di Integra è uno staff qualificato e competente che ne fa un punto di riferimento credibile ed affidabile per

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE I Progetti Personalizzati sono rivolti a minori e adulti con disabilità, residenti nel territorio dell Azienda ULSS n.

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

L IMPRESA: OBIETTIVI E CONTESTO

L IMPRESA: OBIETTIVI E CONTESTO DISPENSA 1 Economia ed Organizzazione Aziendale L IMPRESA: OBIETTIVI E CONTESTO - Parte I - Indice Impresa: definizioni e tipologie Proprietà e controllo Impresa: natura giuridica Sistema economico: consumatori,

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

5. Il contratto part-time

5. Il contratto part-time 5. Il contratto part-time di Elisa Lorenzi 1. L andamento dei contratti part-time Il part-time è una modalità contrattuale che in Italia, nonostante la positiva dinamica registrata negli ultimi anni, riveste

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Settori. Personale qualificato. Chi siamo

Settori. Personale qualificato. Chi siamo Settori Pubblico Pulizia di edifici di Pubbliche amministrazioni seguendo le richieste indicate nei capitolati d oneri, controllate inoltre delle specifiche norme UNI EN ISO 9001 e SA8000. Privato personalizzati

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Inform@lmente SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa OBIETTIVI DEL PROGETTO

Dettagli

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse CERVED RATING AGENCY Politica in materia di conflitti di interesse maggio 2014 1 Cerved Rating Agency S.p.A. è specializzata nella valutazione del merito creditizio di imprese non finanziarie di grandi,

Dettagli

Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute

Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute Chi Siamo Hygeia Lab S.r.l. nasce nel 2011 dalla passione e dal desiderio di giovani laureati di continuare la crescita e la formazione scientifica. E una Start-Up

Dettagli

Raffineria Metalli Capra: innovazione nel settore METAL

Raffineria Metalli Capra: innovazione nel settore METAL SAP Customer Success Story Prodotti Industriali Raffineria Metalli Capra Raffineria Metalli Capra. Utilizzata con concessione dell autore. Raffineria Metalli Capra: innovazione nel settore METAL Partner

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità Introduzione AIAS Bologna onlus, in collaborazione con altre organizzazioni europee, sta realizzando un progetto che intende favorire lo sviluppo di un ambiente positivo nelle famiglie dei bambini con

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

May Informatica S.r.l.

May Informatica S.r.l. May Informatica S.r.l. Brochure Aziendale Copyright 2010 May Informatica S.r.l. nasce con il preciso scopo di dare soluzioni avanzate alle problematiche legate all'information Technology. LA NOSTRA MISSIONE

Dettagli

VADECUM PER IL CORSISTA

VADECUM PER IL CORSISTA VADECUM PER IL CORSISTA L organismo Formativo Dante Alighieri, con sede in Fasano alla Via F.lli Trisciuzzi, C.da Sant Angelo s.n. - Zona Industriale Sud, nel quadro del P.O. Puglia 2007-2013 AVVISO PR.BR

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

HELPDESK PER LE AZIENDE. 1. Che cos è uno stage o tirocinio internazionale?

HELPDESK PER LE AZIENDE. 1. Che cos è uno stage o tirocinio internazionale? HELPDESK PER LE AZIENDE AZIENDE OSPITANTI 1. Che cos è uno stage o tirocinio internazionale? E un tipo di formazione sul lavoro che si realizza in aziende di un Paese diverso da quello nel quale il giovane

Dettagli

L attuazione della Legge 162/98 in Sardegna

L attuazione della Legge 162/98 in Sardegna A cura dell ABC Sardegna, ediz. rivista in ottobre 2005 L attuazione della Legge 162/98 in Sardegna La Legge Nazionale 162/98 ha apportato modifiche alla legge quadro sull handicap L.104/1992, concernenti

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF)

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) di A. Sveva Balduini ISFOL Agenzia Nazionale LLP Nell aprile del 2008, al termine di un lungo lavoro preparatorio e dopo un ampio processo di consultazione che

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni CONTESTO Dal punto di vista della DOMANDA... Consumatore postmoderno: attivo, esigente,

Dettagli

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 PROGRAMMA: Area Management e Marketing dei Beni Culturali INTRODUZIONE AL MARKETING Introduzione ed Obiettivi Il marketing nell

Dettagli

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO + DIREZIONE GENERALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO Coordinamento Cooperazione Universitaria LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO Criteri di orientamento e linee prioritarie per la cooperazione allo sviluppo

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

Valdigrano: quando l ambiente è un valore!

Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valutazione di impatto ambientale delle linee Valdigrano, Valbio e La Pasta di Franciacorta Programma per la valutazione dell impronta ambientale Progetto co-finanziato

Dettagli

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Codice di Comportamento Genesi Uno Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Caro Collaboratore, vorrei sollecitare la tua attenzione sulle linee guida ed i valori di integrità e trasparenza che

Dettagli

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Preambolo La Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale è il documento che definisce i valori e i princìpi condivisi da tutte le organizzazioni

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ LE SOLUZIONI AMBIENTALI INTEGRATE DI UN GRUPPO LEADER SOLYECO GROUP ha reso concreto un obiettivo prezioso: conciliare Sviluppo e Ambiente. Questa è la mission

Dettagli

Camponovo Asset Management SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15,

Camponovo Asset Management SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15, SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15, info@camponovoam.com La Gestione Patrimoniale Un felice connubio fra tradizione, tecnologia e

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

Un esperienza di riuso creativo per dare nuovo valore all anno che verrà

Un esperienza di riuso creativo per dare nuovo valore all anno che verrà Un esperienza di riuso creativo per dare nuovo valore all anno che verrà Un esperienza di riuso creativo per dare nuovo valore all anno che verrà Affrontare l anno che verrà (e quelli successivi) responsabilmente

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY

EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY THE FUTURE IS CLOSER Il primo motore di tutte le nostre attività è la piena consapevolezza che il colore è

Dettagli

Excellence Programs executive. Renaissance management

Excellence Programs executive. Renaissance management Excellence Programs executive Renaissance management Renaissance Management: Positive leaders in action! toscana 24.25.26 maggio 2012 Renaissance Management: positive leaders in action! Il mondo delle

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

DOP&IGP_Guida. Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO

DOP&IGP_Guida. Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO +39.06.97602592 DOP&IGP_Guida Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO Pag. 2 Intro e Fonti Pag. 3 DOP o IGP? Differenze

Dettagli

Quando imprenditorialità e management si sposano: il caso Moment

Quando imprenditorialità e management si sposano: il caso Moment Esperienze di successo per un vantaggio competitivo 27 ottobre 2011 Quando imprenditorialità e management si sposano: il caso Moment Raffaella Graziosi Project & Portfolio Manager ACRAF SpA Gruppo Angelini

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici Laura Mengoni Milano, 24 febbraio 2011 Seminario di formazione per i dirigenti scolastici sui temi della

Dettagli

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE TITOLO RELAZIONE I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità A partire dal 3 gennaio 2013 è entrato in vigore il regolamento (UE)

Dettagli