LA RETE GPS PERMANENTE (NeVoCGPS) PER IL MONITORAGGIO DELL'AREA VULCANICA NAPOLETANA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA RETE GPS PERMANENTE (NeVoCGPS) PER IL MONITORAGGIO DELL'AREA VULCANICA NAPOLETANA"

Transcript

1 LA RETE GPS PERMANENTE (NeVoCGPS) PER IL MONITORAGGIO DELL'AREA VULCANICA NAPOLETANA DE MARTINO Prospero, TAMMARO Umberto, OBRIZZO Francesco, BRANDI Giuseppe, DOLCE Mario, D ALESSANDRO Andrea, SERIO Claudio, MALASPINA Santa e PINGUE Folco

2 L'Area Vulcanica Napoletana e l Osservatorio Vesuviano L'Osservatorio Vesuviano, sezione di Napoli dell'istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, ha tra i suoi compiti istituzionali la sorveglianza del Vesuvio, dei Campi Flegrei e di Ischia. Questi vulcani, in particolare il Vesuvio e i Campi Flegrei, sono, come è noto, tra quelli a più alto rischio nel mondo a causa del loro stile eruttivo, prevalentemente esplosivo, e della presenza nelle loro prossimità di vaste zone urbanizzate. Per sorvegliare queste aree l'osservatorio Vesuviano si serve di reti strumentali che ne consentono il monitoraggio sismologico, geodetico e geochimico.

3 Sistema di Monitoraggio Geodetico INTERFEROMETRIA SAR DATI IN CONTINUO RETE GPS PERMANENTE RETE TILTMETRICA RETE MAREOGRAFICA DATI PERIODICI RETE DI LIVELLAZIONE RETE GRAVIMETRICA INTERFEROMETRIA SAR

4 La rete GPS Permanente STAZIONE dal VESUVIO SANA 1999 TERZ 1999 AGR PRET 1999 ONPI 2000 PACA 2002 ENAV 2004 OSVE 2005 BKE BKNO 2009 CAMPI FLEGREI QUAR 1999 IPPO 1999 BAIA 1999 ACAE 2000 RITE 2000 ARFE 2000 MORU 2000 LICO 2003 FRUL 2004 SOLO 2006 STRZ 2006 VICA 2008 NISI 2009 WIFI 3 LAN 5 ISCHIA FORI 1999 SERR 2001 AQMO 2002 IPRO 2003 PSTN 12 GSM 7

5 Sistema automatizzato per la gestione ed elaborazione dei dati GPS GESTIONE REMOTA DELLE STAZIONI E SCARICO DATI SOFTWARE GEOGLOSS CONTROLLO DATI ED ANALISI DI QUALITA SOFTWARE SETA ELABORAZIONE DATI SOFTWARE BERNESE V5.0

6 Software GEOGLOSS GESTIONE PROGRAMMATA DELLE OPERAZIONI DI ACQUISIZIONE, SCARICO E ARCHIVIAZIONE DEI DATI VERIFICA STATO DELLE STAZIONI (alimentazione, livello batteria, memoriadel ricevitore, impostazioni, parametri antenna, informazioni satelliti)

7 Software SETA CREAZIONE RINEX ED ANALISI DI QUALITA (TEQC) CONTROLLO RINEX (verifica header, dimensione, epoche perse, etc.) I file RINEX che passano i test di qualità del segnale e la verifica del formato sono archiviati su un FileServer secondo strutture ad albero e disponibili per l elaborazione. Quelli che non superano le procedure sono messi in quarantena e verificati manualmente

8 Elaborazione Software Osservabili Sistema riferimento Orbite e file ERP C. F. delle antenne Ocean loading di Bernese 5.0 (BPE) Differenze doppie Combinazione lineare L3 CAGL, GRAS, MATE, NOT1, ZIMM, WTZR usate per soluzione ai minimi constraints in IGS05 Per l elaborazione in tempo reale vengono utilizzati i prodotti IGS Ultra-rapid, appena disponibili (dopo circa due settimane) i dati vengono riprocessati con le Orbite precise e file EOP finali IGS File di calibrazione assoluta delle antenne dei ricevitori (compreso RADOME) e dei satelliti Modello FES2004 Angolo di cut-off 15 gradi con elevation dependent weighting (cosz) Sampling rate 30 secondi Baseline OBSMAX Ris. Ambiguità Strategia QIF Soluzione finale Ionosfera Troposfera L3 fixed Modello regionale CODE per soluzione ambiguità QIF. MF dry Niell come modello a priori, parametri TZD stimati ogni 1h con MF wet Niell Serie temporali Giornaliere e settimanali, detrendizzate planimetricamente rispetto alle stazioni stabili situate al di fuori dell area vulcanica

9 Visualizzazione e WEB Le serie temporali GPS prodotte in tempo quasi reale dal sistema automatizzato vengono inserite in un database relazionale basato su tecnologia MySQL e consultabile da pagina web per la visualizzazione.

10

11

12 Risultati - VESUVIO e ISCHIA Sia al Vesuvio che ad Ischia non vi sono deformazioni del suolo collegabili a variazioni dell attività vulcanica, ma si evidenziano alcune zone in subsidenza a causa di fenomeni franosi in atto e/o compattazione dei materiali Vup = -4 mm/year Vup = -5 mm/year Serie temporali delle variazioni settimanali in Nord, Est, Up delle coordinate di alcune stazioni al Vesuvio e ad Ischia

13 Risultati CAMPI FLEGREI Serie temporali delle variazioni settimanali in Nord, Est, Up delle coordinate di alcune stazioni ai Campi Flegrei

14 Grazie per l attenzione!

IL MONITORAGGIO DELL AREA VULCANICA NAPOLETANA ATTRAVERSO LA RETE GPS PERMANENTE

IL MONITORAGGIO DELL AREA VULCANICA NAPOLETANA ATTRAVERSO LA RETE GPS PERMANENTE IL MONITORAGGIO DELL AREA VULCANICA NAPOLETANA ATTRAVERSO LA RETE GPS PERMANENTE Prospero DE MARTINO, Umberto TAMMARO, Francesco OBRIZZO, Vincenzo SEPE, Gianpaolo CECERE, Claudio SERIO, Andrea D ALESSANDRO,

Dettagli

Un esempio di analisi di qualità dei dati acquisiti dalla rete CGPS: l area vesuviana.

Un esempio di analisi di qualità dei dati acquisiti dalla rete CGPS: l area vesuviana. Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia Osservatorio Vesuviano Un esempio di analisi di qualità dei dati acquisiti dalla rete CGPS: l area vesuviana. Dolce M., Brandi G., D Alessandro A., Malaspina

Dettagli

Win Sea Level (WSL): visualizzazione e controllo dei dati mareometrici

Win Sea Level (WSL): visualizzazione e controllo dei dati mareometrici Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia Osservatorio Vesuviano Win Sea Level (WSL): visualizzazione e controllo dei dati mareometrici La Rocca A. Open File Report n 2 - Marzo 2006 Osservatorio Vesuviano

Dettagli

LA RETE GPS PERMANENTE INGV

LA RETE GPS PERMANENTE INGV LA RETE GPS PERMANENTE INGV SECONDA RELAZIONE sullo stato di avanzamento a cura di: M. Anzidei, G. Casula, A. Galvani, G. Pietrantonio e F. Riguzzi U.F. Laboratorio di Geodesia e Telerilevamento Sezione

Dettagli

LA RETE MAREOGRAFICA DELL OSSERVATORIO VESUVIANO

LA RETE MAREOGRAFICA DELL OSSERVATORIO VESUVIANO OSSERVATORIO VESUVIANO Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia LA RETE MAREOGRAFICA DELL OSSERVATORIO VESUVIANO A. La Rocca, S. Pinto, A. Russo Open File Report n 1-2005 Osservatorio Vesuviano Centro

Dettagli

19 novembre 2009 all 3 - DPCM sistema geodetico v1_0.doc

19 novembre 2009 all 3 - DPCM sistema geodetico v1_0.doc Adozione del Sistema di riferimento geodetico nazionale Allegato 3 Specifiche di riferimento relative alla pubblicazione dei dati a 30 secondi delle stazioni permanenti e scheda per il loro censimento

Dettagli

SOTTOLOTTO 2. Proposta di realizzazione di una rete di ordine zero di stazioni permanenti

SOTTOLOTTO 2. Proposta di realizzazione di una rete di ordine zero di stazioni permanenti SOTTOLOTTO 2 Proposta di realizzazione di una rete di ordine zero di stazioni permanenti Riassunto In questi anni, le reti di stazioni permanenti finalizzate a servizi di posizionamento in tempo reale

Dettagli

A cura di: Capuano P., La Rocca A., Obrizzo F., Pingue F.,Pinto S., Russo A., Tammaro U.

A cura di: Capuano P., La Rocca A., Obrizzo F., Pingue F.,Pinto S., Russo A., Tammaro U. Rete Mareografica (area Vesuviana) 11 Il monitoraggio dei movimenti verticali del suolo è effettuato, oltre che con le tecniche geodetiche classiche e satellitari, anche tramite l uso dei mareografi che

Dettagli

Il rilievo GPS e il posizionamento in tempo reale

Il rilievo GPS e il posizionamento in tempo reale Primo Corso Regionale in Lombardia su Servizi GPS di Posizionamento per il Territorio e il Catasto Il rilievo GPS e il posizionamento in tempo reale Giovedì 16 Febbraio 2006 prof.. Giorgio Vassena Schema

Dettagli

Qual è lo scopo del monitoraggio dei vulcani?

Qual è lo scopo del monitoraggio dei vulcani? Il monitoraggio dei vulcani Osservatorio Vesuviano INGV 16 aprile 2011, Napoli Auditorium Porta del Parco Bagnoli HUB Qual è lo scopo del monitoraggio dei vulcani? L obiettivo principale del monitoraggio

Dettagli

Bollettino di Sorveglianza Vulcani Campani Gennaio 2015

Bollettino di Sorveglianza Vulcani Campani Gennaio 2015 Via Diocleziano, 328 80124 NAPOLI - Italia Tel.: (39) 081.6108111 Telefax: (39) 081.6100811 email: aoo.napoli@pec.ingv.it website: www.ov.ingv.it Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia Sezione

Dettagli

Struttura del sistema GPS. Introduzione

Struttura del sistema GPS. Introduzione Introduzione Il sistema di posizionamento GNSS (Global Navigation Satellite System) è un sistema di navigazione basato sulla ricezione di segnali radio emessi da una costellazione di satelliti artificiali

Dettagli

Rilievo di precisione Real time e Reti NRTK

Rilievo di precisione Real time e Reti NRTK Rilievo di precisione Real time e Reti NRTK Maurizio Barbarella DISTART -Università di Bologna maurizio.barbarella@unibo.it Rilievo di precisione GPS Le modalità di rilievo che consentono di raggiungere

Dettagli

Il controllo sismico della regione FVG nel contesto del monitoraggio nazionale

Il controllo sismico della regione FVG nel contesto del monitoraggio nazionale Il controllo sismico della regione FVG nel contesto del monitoraggio nazionale Paolo Comelli OGS - Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale 6 MAGGIO 1976-2011 convegno per il 35 anniversario

Dettagli

1. Very Long Baseline Interferometry (VLBI), 2. Satellite Laser Ranging (SLR)

1. Very Long Baseline Interferometry (VLBI), 2. Satellite Laser Ranging (SLR) Geodesia Dal greco Γεωδαισια: divisione della Terra Discipline collegate alla geodesia: 1. studio della forma del pianeta; 2. studio del campo di gravità del pianeta. Misure geodetiche: misure legate e

Dettagli

SOS-MT-Monitoring (SOil Slow MoTion Monitoring)

SOS-MT-Monitoring (SOil Slow MoTion Monitoring) 2 Bando Tematico riservato alle P.M.I. Osservazione della Terra SOS-MT-Monitoring (SOil Slow MoTion Monitoring) INNOVA Consorzio per l Informatica e la Telematica srl Dott. Antonio Valentino 13 luglio

Dettagli

Analysis of temperature time series from thermal IR continuous monitoring network (TIIMNet) at Campi Flegrei Caldera in the period 2004-2011

Analysis of temperature time series from thermal IR continuous monitoring network (TIIMNet) at Campi Flegrei Caldera in the period 2004-2011 30 convegno Analysis of temperature time series from thermal IR continuous monitoring network (TIIMNet) at Campi Flegrei Caldera in the period 2004-2011 F. Sansivero, G. Vilardo, P. De Martino, G. Chiodini

Dettagli

ASPETTI TECNOLOGICI DI UN SISTEMA PER ALLERTA SISMICA: L ESEMPIO DELLA RETE SISMICA AMRA

ASPETTI TECNOLOGICI DI UN SISTEMA PER ALLERTA SISMICA: L ESEMPIO DELLA RETE SISMICA AMRA ASPETTI TECNOLOGICI DI UN SISTEMA PER ALLERTA SISMICA: L ESEMPIO DELLA RETE SISMICA AMRA Giovanni Iannaccone Osservatorio Vesuviano (Napoli) Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia Requisiti tecnici

Dettagli

Quadro Strategico Nazionale 2007-2013 per le Regioni della Convergenza. Programma Operativo Nazionale Ricerca e Competitività

Quadro Strategico Nazionale 2007-2013 per le Regioni della Convergenza. Programma Operativo Nazionale Ricerca e Competitività Quadro Strategico Nazionale 2007-2013 per le Regioni della Convergenza Programma Operativo Nazionale Ricerca e Competitività Asse I: Sostegno ai mutamenti strutturali Obiettivo Operativo 4.1.1.4: Potenziamento

Dettagli

Vulcani e terremoti: osservare e prevedere

Vulcani e terremoti: osservare e prevedere Vulcani e terremoti: osservare e prevedere Enzo Boschi Venezia, 1 febbraio 2007 Crustal Plate Boundaries Sismicità crostale e profonda del Mediterraneo La Rete Sismica Nazionale Come si generano i terremoti

Dettagli

Il progetto GPS-RTK. Presentazione tecnica sullo stato di avanzamento del progetto

Il progetto GPS-RTK. Presentazione tecnica sullo stato di avanzamento del progetto GPS-RTK: una rete GPS per il posizionamento in tempo reale nel Udine 33 ottobre 2007 Il progetto GPS-RTK Presentazione tecnica sullo stato di avanzamento del progetto Ing. D. ZULIANI, Istituto Nazionale

Dettagli

AVVERTENZA Il documento che state leggendo è stato dapprima scannerizzato dal documento originale con un programma di OCR e successivamente trasformato in file Acrobat Reader. Alcune formattazioni originali

Dettagli

L infrastruttura di Knowledge Management della Rete Integrata Nazionale GPS (RING) dell INGV

L infrastruttura di Knowledge Management della Rete Integrata Nazionale GPS (RING) dell INGV L infrastruttura di Knowledge Management della Rete Integrata Nazionale GPS (RING) dell INGV Gianpaolo Cecere Istituto sede di Grottaminarda (AV) Nasce verso la fine del 2004 da un progetto finanziato

Dettagli

La Rete Dinamica Nazionale e il sistema di riferimento geodetico nazionale

La Rete Dinamica Nazionale e il sistema di riferimento geodetico nazionale Laboratorio di Geomatica DIEF Dipartimento di Ingegneria Enzo Ferrari Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia La Rete Dinamica Nazionale e il sistema di riferimento geodetico nazionale Prof. Alessandro

Dettagli

Il sito web dell'osservatorio Vesuviano

Il sito web dell'osservatorio Vesuviano Open File Report N.4-2002 Il sito web dell'osservatorio Vesuviano F. Giudicepietro, S. Petrosino, P. Ricciolino, F. Sansivero, V. Torello e P. Cusano Osservatorio Vesuviano Osservatorio Vesuviano Istituto

Dettagli

ASITA 2005, Catania. Linee guida per la realizzazione di reti di stazioni permanenti di servizio

ASITA 2005, Catania. Linee guida per la realizzazione di reti di stazioni permanenti di servizio ASITA 2005, Catania Linee guida per la realizzazione di reti di stazioni permanenti di servizio Battista Benciolini, Ludovico Biagi, Mattia Crespi, Ambrogio Manzino, Marco Roggero Università di Trento

Dettagli

ISSN 2039-7941. Anno 2012_Numero 219. apporti. tecnici. Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia

ISSN 2039-7941. Anno 2012_Numero 219. apporti. tecnici. Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia t ISSN 2039-7941 Anno 2012_Numero 219 apporti tecnici Rete gravimetrica di precisione all isola di Pantelleria. Monografie delle stazioni. Situazione al mese di luglio 2011 Istituto Nazionale di Geofisica

Dettagli

Present-day Vertical kinematic. Northern Italy form permanent GPS stations

Present-day Vertical kinematic. Northern Italy form permanent GPS stations Present-day Vertical kinematic pattern in the Central and Northern Italy form permanent GPS stations N. Cenni 12, P. Baldi 2, F. Loddo 3, G. Casula 3, M. Bacchetti 2 (1) Dipartimento Scienze Biologiche,

Dettagli

Presentazione del Servizio GNSS e principi di funzionamento

Presentazione del Servizio GNSS e principi di funzionamento Presentazione del Servizio GNSS e principi di funzionamento Domenico Sguerso domenico.sguerso@unige.it Laboratorio di Geodesia, Geomatica e GIS DICAT Università degli Studi di Genova SERVIZIO REGIONALE

Dettagli

GNSS DAL GPS AL PER LA

GNSS DAL GPS AL PER LA Alberto Cina DAL GPS AL GNSS (Global Navigation Satellite System) PER LA GEOMATICAA I siti internet citati sono stati visitati nel febbraio 2014 In copertina: misure GNSS su ghiacciaio, in Valle d Aosta

Dettagli

Analisi critica della sismicità e tettonica della Piana Campana in ambiente GIS

Analisi critica della sismicità e tettonica della Piana Campana in ambiente GIS Trieste 16-19 novembre 2009 28 Convegno Analisi critica della sismicità e tettonica della Piana Campana in ambiente GIS P. Luiso, G. Alessio, G. Gaudiosi, R. Nappi Obiettivo L obiettivo di questo lavoro

Dettagli

pfgps 8.0 - il software per il rilievo e tracciamento GPS

pfgps 8.0 - il software per il rilievo e tracciamento GPS pfcad pfgps 8.0 - il software per il rilievo e tracciamento GPS pfgps è un software sviluppato da su ambiente Windows Ce - Windows Mobile e permette il controllo di ricevitori GPS in Linguaggio NEMEA,

Dettagli

3) METODOLOGIE DEL POSIZIONAMENTO GNSS

3) METODOLOGIE DEL POSIZIONAMENTO GNSS 3) METODOLOGIE DEL POSIZIONAMENTO GNSS Una tecnologia, tante scelte possibili: Assoluto Relativo SOLUZIONE Post-processamento Tempo reale POSIZIONAMENTO Differenziale Statico COSTELLAZIONI GPS GPS + GLONASS

Dettagli

VELO D ASTICO (VELO) La Rete GPS della Regione Veneto MONTE AVENA (MAVE) TAMBRE D ALPAGO(TAMB) BORCA DI CADORE (BORC) SAPPADA (SAPP) ASIAGO (ASIA) VICENZA (VICE) PORTOGRUARO (PRTG) SAN DONA (SDNA) PADOVA

Dettagli

Quadro Strategico Nazionale 2007-2013 per le Regioni della Convergenza. Programma Operativo Nazionale Ricerca e Competitività

Quadro Strategico Nazionale 2007-2013 per le Regioni della Convergenza. Programma Operativo Nazionale Ricerca e Competitività Quadro Strategico Nazionale 2007-2013 per le Regioni della Convergenza Programma Operativo Nazionale Ricerca e Competitività Asse I: Sostegno ai mutamenti strutturali Obiettivo Operativo 4.1.1.4: Potenziamento

Dettagli

RAGGIUNGERE I SITI DELLE RETI DI MONITORAGGIO TRAMITE SOFTWARE GPS: L ESEMPIO DELLA RETE SISMICA PERMANENTE DELL INGV-OSSERVATORIO VESUVIANO

RAGGIUNGERE I SITI DELLE RETI DI MONITORAGGIO TRAMITE SOFTWARE GPS: L ESEMPIO DELLA RETE SISMICA PERMANENTE DELL INGV-OSSERVATORIO VESUVIANO RAGGIUNGERE I SITI DELLE RETI DI MONITORAGGIO TRAMITE SOFTWARE GPS: L ESEMPIO DELLA RETE SISMICA PERMANENTE DELL INGV-OSSERVATORIO VESUVIANO Giuseppe Borriello, Ciro Buonocunto, Marco Capello, Giovanni

Dettagli

ISTITUTO SUPERIORE PIERO CALAMANDREI < GEOMETRI > LA STAZIONE PERMANENTE GNSS NELLA RETE DI POSIZIONAMENTO DELLA REGIONE PIEMONTE

ISTITUTO SUPERIORE PIERO CALAMANDREI < GEOMETRI > LA STAZIONE PERMANENTE GNSS NELLA RETE DI POSIZIONAMENTO DELLA REGIONE PIEMONTE ISTITUTO SUPERIORE PIERO CALAMANDREI < GEOMETRI > LA STAZIONE PERMANENTE GNSS NELLA RETE DI POSIZIONAMENTO DELLA REGIONE PIEMONTE fig. 1: La MONOGRAFIA del sito al 16 giugno 2011 da http://gnss.regione.piemonte.it

Dettagli

Rapporto sullo sviluppo delle reti FLAME Etna e Stromboli, per la misura del flusso SO 2, durante il periodo 2005 2009

Rapporto sullo sviluppo delle reti FLAME Etna e Stromboli, per la misura del flusso SO 2, durante il periodo 2005 2009 Prot. int. n UFVG2009/46 Rapporto sullo sviluppo delle reti FLAME Etna e Stromboli, per la misura del flusso SO 2, durante il periodo 2005 2009 Daniele Armando Randazzo, T. Caltabiano, G. G. Salerno, F.

Dettagli

Prospettive dei servizi di posizionamento

Prospettive dei servizi di posizionamento Politecnico di Milano Polo Regionale di Como Prospettive dei servizi di posizionamento Ludovico Biagi, Stefano Caldera, Fernando Sansò Presentazione della Rete di Stazioni Permanenti GNSS dell Emilia Romagna

Dettagli

Pianificazione Nazionale d'emergenza dell'area Vesuviana PIANO NAZIONALE DI EMERGENZA DELL'AREA VESUVIANA

Pianificazione Nazionale d'emergenza dell'area Vesuviana PIANO NAZIONALE DI EMERGENZA DELL'AREA VESUVIANA Dipartimento Protezione Civile Prefettura di Napoli Osservatorio Vesuviano Pianificazione Nazionale d'emergenza dell'area Vesuviana Il Documento Nazionale Lineamenti della Pianificazione Scenario Vulnerabilità

Dettagli

APPLICAZIONI IN POST-PROCESSAMENTO E IN REAL-TIME SU RETI LOCALI DI STAZIONI PERMANENTI GPS/GNSS

APPLICAZIONI IN POST-PROCESSAMENTO E IN REAL-TIME SU RETI LOCALI DI STAZIONI PERMANENTI GPS/GNSS APPLICAZIONI IN POST-PROCESSAMENTO E IN REAL-TIME SU RETI LOCALI DI STAZIONI PERMANENTI GPS/GNSS Fabio RADICIONI*, Aurelio STOPPINI* * Università degli Studi di Perugia, D.I.C.A., Via G.Duranti 93-06125

Dettagli

Metodi di Posizionamento

Metodi di Posizionamento Metodi di Posizionamento Modi di posizionamento Determinazione di una posizione mediante GPS dipende: Accuratezza del dato ricercato Tipo di ricettore GPS Modi: Posizionamento assoluto Posizionamento relativo

Dettagli

Verifiche ed analisi dei dati della rete GPS del Friuli Venezia Giulia

Verifiche ed analisi dei dati della rete GPS del Friuli Venezia Giulia Verifiche ed analisi dei dati della rete GPS del Friuli Venezia Giulia Riccardo Barzaghi (1), Alessandra Borghi (2), Daniele Passoni (1) (1) DIIAR Politecnico di Milano (2) OGS, c/o IGeS-Politecnico di

Dettagli

Logistica Economica e rischio vulcanico: un applicazione GIS-T al caso Vesuvio

Logistica Economica e rischio vulcanico: un applicazione GIS-T al caso Vesuvio Logistica Economica e rischio vulcanico: un applicazione GIS-T al caso Vesuvio Ennio Forte 1. Introduzione L efficacia delle iniziative di monitoraggio di un vulcano e di prevenzione dei rischi è strettamente

Dettagli

Figura 99. Figura 100.

Figura 99. Figura 100. Per quando riguarda invece la nuova stazione in foro TRC (Fig. 98), dal suo odogramma si calcola un vettore tilt di 4.9 μradianti verso ESE di cui è responsabile, come già detto, la forte deriva riscontrata

Dettagli

Il rischio vulcanico

Il rischio vulcanico Il rischio vulcanico Lic. Scientifico A. Meucci Aprilia Sesta parte Prof. Rolando Neri 2 Alcuni eventi pericolosi nell attività di un vulcano. (Rielaborato da Press e Siever). Il loro verificarsi può provocare

Dettagli

Vesuvìa, Programma strategico per la mitigazione del rischio vulcanico e per la valorizzazione del territorio vesuviano

Vesuvìa, Programma strategico per la mitigazione del rischio vulcanico e per la valorizzazione del territorio vesuviano Venezia, 10-20 novembre 2004 Catalogo della Mostra Regione Campania Vesuvìa, Programma strategico per la mitigazione del rischio vulcanico e per la valorizzazione del territorio vesuviano Il Programma

Dettagli

SEA_LAB. Hi-Tech Marine Laboratory. Monitoraggio marino costiero con l utilizzo di Laboratori Marini galleggianti. www.ambientemare.

SEA_LAB. Hi-Tech Marine Laboratory. Monitoraggio marino costiero con l utilizzo di Laboratori Marini galleggianti. www.ambientemare. Monitoraggio marino costiero con l utilizzo di Laboratori Marini galleggianti SEA_LAB Tel www.rotospeed.it Premessa SEA_LAB è un innovativo laboratorio marino galleggiante, trasportabile, e dotato di sonde

Dettagli

ALLEGATO B Dgr n. del pag. 1/7

ALLEGATO B Dgr n. del pag. 1/7 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATO B Dgr n. del pag. 1/7 CONVENZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA PER IL SERVIZIO DI GESTIONE DELLA RETE DI STAZIONI PERMANENTI GPS NEL

Dettagli

Differenti applicazioni, con differenti requisiti di accuratezza: scala globale, regionale e locale della geodinamica,

Differenti applicazioni, con differenti requisiti di accuratezza: scala globale, regionale e locale della geodinamica, Il rilievo topografico e geodetico in generale Differenti applicazioni, con differenti requisiti di accuratezza: applicazioni di cartografia a piccola scala; applicazioni di cartografia a grande scala;

Dettagli

Dispensa IL SISTEMA GPS

Dispensa IL SISTEMA GPS Università degli Studi di Palermo Facoltà di Ingegneria Dispensa IL SISTEMA GPS Vincenzo Franco Mauro Lo Brutto Maggio 2004 IL SISTEMA DI POSIZIONAMENTO GPS...3 IL SEGMENTO SPAZIALE...3 IL SEGMENTO DI

Dettagli

SurvCE: configurazione del ricevitore S9III per utilizzare reti RTK/NTRIP

SurvCE: configurazione del ricevitore S9III per utilizzare reti RTK/NTRIP SurvCE: configurazione del ricevitore S9III per utilizzare reti RTK/NTRIP Attenzione deve essere presente all interno del ricevitore una scheda SIM abilitata alla connessione Internet a cui è stato preventivamente

Dettagli

STAZIONI GNSS PERMANENTI A SUPPORTO DEL MONITORAGGIO DI VEICOLI E PERSONE

STAZIONI GNSS PERMANENTI A SUPPORTO DEL MONITORAGGIO DI VEICOLI E PERSONE STAZIONI GNSS PERMANENTI A SUPPORTO DEL MONITORAGGIO DI VEICOLI E PERSONE Ivan ALLEVI (*), Carlo CAFFI (**), Alessandra GELMINI (**), Luca GRIMALDI (**), Francesco MATONTI (**), Maria Grazia PEDRANA (**),

Dettagli

Geo Sailing Tracks http://www.geost.it/

Geo Sailing Tracks http://www.geost.it/ Geo Sailing Tracks http://www.geost.it/ Sistema di gestione pratica, economica e sicura della flotta navale. Questa tecnologia rappresenta un sistema integrato che permette di conoscere, in ogni istante,

Dettagli

Documento illustrativo di presentazione del sito web GeoHeritage-GIS (GH-GIS)

Documento illustrativo di presentazione del sito web GeoHeritage-GIS (GH-GIS) Documento illustrativo di presentazione del sito web GeoHeritage-GIS (GH-GIS) M.Stella Giammarinaro Dipartimento di Geologia e Geodesia-Università di Palermo Introduzione La crescente vulnerabilità delle

Dettagli

SISTEMI DI RILEVAMENTO E NAVIGAZIONE

SISTEMI DI RILEVAMENTO E NAVIGAZIONE SOMMARIO iii CAPITOLO 1 LA NAVIGAZIONE I RADIOAIUTI E LA NAVIGAZIONE SATELLITARE 1.1 LA NAVIGAZIONE ED I RADIOAIUTI...1 1.1.1 Cenni storici e e Definizioni...1 1.1.2 Modalità e Tecniche Fondamentali...3

Dettagli

REALIZZAZIONE RETE DI ACQUISIZIONE DATI E SEGMENTO PDMZ (Partial DeMilitarized Zone) DELLA RETE TELEMATICA DELLA SEDE DI GROTTAMINARDA DELL ISTITUTO NAZIONALE DI GEOFISICA E VULCANOLOGIA Luigi Falco Istituto

Dettagli

14. Tecniche di rilievo cinematiche

14. Tecniche di rilievo cinematiche . Tecniche di rilievo cinematiche UNITÀ Come si è visto, nelle procedure statiche i ricevitori rimangono fermi sugli estremi della baseline per tutta la sessione di misura e sono spenti durante le fasi

Dettagli

Haiti: l IREA-CNR ottiene una particolare misura degli spostamenti co-sismici utilizzando immagini COSMO ad alta risoluzione

Haiti: l IREA-CNR ottiene una particolare misura degli spostamenti co-sismici utilizzando immagini COSMO ad alta risoluzione Haiti: l IREA-CNR ottiene una particolare misura degli spostamenti co-sismici utilizzando immagini COSMO ad alta risoluzione A seguito del violento terremoto che ha colpito l isola di Haiti il 12 Gennaio

Dettagli

Procedure e risultati di verifica relativi ai nuovi ricevitori GPS Navcom con correzione differenziale STARFIRE DGPS

Procedure e risultati di verifica relativi ai nuovi ricevitori GPS Navcom con correzione differenziale STARFIRE DGPS Procedure e risultati di verifica relativi ai nuovi ricevitori GPS Navcom con correzione differenziale STARFIRE DGPS Andrea Bortuzzo B&B Engineering s.r.l. Udine 1. Riassunto Si illustra di seguito una

Dettagli

Analisi preliminare per il posizionamento cinematico tramite dati GPS acquisiti nel progetto Roma Ocean World

Analisi preliminare per il posizionamento cinematico tramite dati GPS acquisiti nel progetto Roma Ocean World Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile e Ambientale Corso di Laurea Triennale in Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Analisi preliminare per il posizionamento cinematico tramite dati GPS acquisiti

Dettagli

La Geotermia in Italia

La Geotermia in Italia La geotermia: una nuova ricchezza per l Italia L Italia rappresenta una zona straordinaria dal punto geologico e vulcanologico, per la presenza della crosta terrestre più sottile e perché al di sotto di

Dettagli

Gestione database tipologia e storico dei consumi orari, giornalieri, settimanali, annuali per singola cabina/per tutte.

Gestione database tipologia e storico dei consumi orari, giornalieri, settimanali, annuali per singola cabina/per tutte. Telecontrollo via rete Wireless L impianto consente la copertura in tecnologia radio Wireless Hiperlan dell area in cui sono ubicate le cabine elettriche da telecontrollare; ogni cabina è equipaggiata

Dettagli

Configurazione del Topcon GRS-1 per il posizionamento RTK

Configurazione del Topcon GRS-1 per il posizionamento RTK v. 1.0 Ambrogio M. Manzino, Paolo Dabove e Mattia De Agostino Politecnico di Torino DITAG Questo manuale si propone di mostrare passo dopo passo come configurare: il modem presente all interno del GRS-1

Dettagli

B. Benciolini, L. Biagi, A. M. Manzino, M. Roggero, F. Sansò

B. Benciolini, L. Biagi, A. M. Manzino, M. Roggero, F. Sansò PRIN 2004: I Servizi di posizionamento satellitare per l e-government CAPITOLO 3 OTTIMIZZAZIONE DELLE STRATEGIE DI GESTIONE, CONTROLLO ED ELABORAZIONE DEI DATI ACQUISITI (POST-PROCESSAMENTO E TEMPO REALE)

Dettagli

Le Reti GPS della Sezione di Catania INGV

Le Reti GPS della Sezione di Catania INGV Le Reti GPS della Sezione di Catania INGV Un po di storia.. Le attività di monitoraggio e ricerca sui vulcani siciliani (Vulcano, Etna) per mezzo di metodi geodetici (triangolazione) iniziano presso la

Dettagli

Rapporto: Elaborazione e trasmissione dati di misura in modo automatico; sviluppo dei software: Conversione SO2 GML ed SFTP-DAR. Periodo 2008 2009.

Rapporto: Elaborazione e trasmissione dati di misura in modo automatico; sviluppo dei software: Conversione SO2 GML ed SFTP-DAR. Periodo 2008 2009. Prot. Int. n UFVG2009 / 61 Rapporto: Elaborazione e trasmissione dati di misura in modo automatico; sviluppo dei software: Conversione SO2 GML ed SFTP-DAR Periodo 2008 2009. Daniele Armando Randazzo La

Dettagli

Tecnica GPS RTK Multi-Reference Station: Sperimentazione sulla rete test Campania GPS Network

Tecnica GPS RTK Multi-Reference Station: Sperimentazione sulla rete test Campania GPS Network Tecnica GPS RTK Multi-Reference Station: Sperimentazione sulla rete test Campania GPS Network Giovanni PUGLIANO (*), M. Elizabeth CANNON (**), Gérard LACHAPELLE (**) (*) Università degli Studi di Napoli

Dettagli

IL MONITORAGGIO SISMICO cosa è, a cosa serve

IL MONITORAGGIO SISMICO cosa è, a cosa serve Unione Comunale Valdera 20 Aprile 201 IL MONITORAGGIO SISMICO cosa è, a cosa serve Gilberto Saccorotti Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia Pisa Fondazione Prato Ricerche Argomenti - I sistemi

Dettagli

I VULCANI NAPOLETANI: PERICOLOSITÀ E RISCHIO

I VULCANI NAPOLETANI: PERICOLOSITÀ E RISCHIO I VULCANI NAPOLETANI: PERICOLOSITÀ E RISCHIO Orsi G., Cuna L., De Astis G., de Vita S., Di Vito M.A., Isaia R., Nave R., Pappalardo L., Piochi M., Postiglione C., Sansivero F. Realizzato con fondi assegnati

Dettagli

SOFTWARE OPEN SOURCE PER LA GESTIONE E IL CONTROLLO DI DATI GNSS

SOFTWARE OPEN SOURCE PER LA GESTIONE E IL CONTROLLO DI DATI GNSS SOFTWARE OPEN SOURCE PER LA GESTONE E L CONTROLLO D DAT GNSS Aldo Banni, Giannina Sanna Univ. di Cagliari Dip. ng. Strutt. Sez. Topografia. P.zza d Armi, 09126 CAGLAR Telefono 070 6755 437 - Fax 070 070

Dettagli

La seguente guida spiega come eseguire un rilievo PPK in appoggio a reti di stazioni permanenti

La seguente guida spiega come eseguire un rilievo PPK in appoggio a reti di stazioni permanenti Manuale di elaborazione PPK (Versione 0.1) La seguente guida spiega come eseguire un rilievo PPK in appoggio a reti di stazioni permanenti 1) Settaggio delle impostazioni: Verifichiamo il settaggio delle

Dettagli

Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. Temi Trasversali Coordinati

Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. Temi Trasversali Coordinati Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia Temi Trasversali Coordinati Raccolta dei programmi (TTC n. 1-6, 9) e degli studi di fattibilità (TTC rimanenti) 10 dicembre 2004 TTC1 Monitoraggio sismico

Dettagli

I servizi di posizionamento satellitare

I servizi di posizionamento satellitare I servizi di posizionamento satellitare Domenico Sguerso Facoltà di Ingegneria - Università degli Studi di Genova - Via Montallegro 1 16145 Genova e-mail: domenico.sguerso@unige.it La cartografia in Italia:

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO: AZIONE 5

CAPITOLATO TECNICO: AZIONE 5 APQ SVILUPPO DELLA SOCIETA DELL INFORMAZIONE Programma Sviluppo Larga Banda nelle Regioni del Mezzogiorno Progetto Pr5SIT Intervento 2 Estensione dei Servizi Informativi Integrati per la Gestione del Territorio

Dettagli

SISTEMA COMPLETO PER LA GESTIONE DELLA SICUREZZA INTEGRATA IN UN BOX

SISTEMA COMPLETO PER LA GESTIONE DELLA SICUREZZA INTEGRATA IN UN BOX S2 NETBOX SISTEMA COMPLETO PER LA GESTIONE DELLA SICUREZZA INTEGRATA IN UN BOX L inizio di una rivoluzione Nasce una rivoluzione nella mondo della sicurezza fisica: il controllo remoto e integrato delle

Dettagli

La rete FReDNet e il servizio RTK dell OGS

La rete FReDNet e il servizio RTK dell OGS La rete FReDNet e il servizio RTK dell OGS Ing. D. ZULIANI, P.I. P. FABRIS Istituto Nazionale di Oceanografia e Geofisica Sperimentale (OGS), Trieste, Dipartimento Centro di Ricerche Sismologiche (CRS),

Dettagli

Radian IS - GSR2600 Sistemi e soluzioni GPS

Radian IS - GSR2600 Sistemi e soluzioni GPS STRUMENTI PER IL RILIEVO TOPOGRAFICO GPS Radian IS - GSR2600 Sistemi e soluzioni GPS SISTEMI E SOLUZIONI GPS Una continua ricerca di nuove soluzioni per migliorare la produttività, la precisione e l affidabilità

Dettagli

GPS Global Positioning System

GPS Global Positioning System GPS Global Positioning System GNSS GNSS Global Navigation Satellite System Il GNSS (Global Navigation Satellite System) è il sistema globale di navigazione satellitare basato sul sistema statunitense GPS

Dettagli

tecnici apporti Progettazione e realizzazione del portale web istituzionale e del logotipo della Rete Integrata Nazionale GPS (RING) dell INGV

tecnici apporti Progettazione e realizzazione del portale web istituzionale e del logotipo della Rete Integrata Nazionale GPS (RING) dell INGV t ISSN 2039-7941 Anno 2015_Numero 312 apporti tecnici Progettazione e realizzazione del portale web istituzionale e del logotipo della Rete Integrata Nazionale GPS (RING) dell INGV Istituto Nazionale di

Dettagli

www.radiomontagna.org

www.radiomontagna.org Radiosondaggi Introduzione I radiosondaggi costituiscono una grandissima e per certi aspetti, l unica fonte di informazioni per la meteorologia, le informazioni raccolte tramite questa tecnica vengono

Dettagli

LA RETE GPS DELL AREA SANNIO MATESE

LA RETE GPS DELL AREA SANNIO MATESE Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia Osservatorio Vesuviano LA RETE GPS DELL AREA SANNIO MATESE Del Gaudio C., Sepe V., Aquino I., Borgstrom S., Brandi G., Cecere G., D Alessandro A., De Martino

Dettagli

PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DELLA RETE REGIONALE DI MONITORAGGIO

PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DELLA RETE REGIONALE DI MONITORAGGIO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PALERMO DIPARTIMENTO DI RAPPRESENTAZIONE CONOSCENZA, FIGURAZIONE, TRASFORMAZIONE DELL AMBIENTE COSTRUITO/NATURALE PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DELLA RETE REGIONALE DI MONITORAGGIO

Dettagli

Webinar Mobile GIS Semplificare le attività di rilievo con il Mobile GIS

Webinar Mobile GIS Semplificare le attività di rilievo con il Mobile GIS Webinar Mobile GIS Semplificare le attività di rilievo con il Mobile GIS Andrea Sardella Responsabile Italia Supporto Tecnico Supergeo Chi siamo Supergeo è una software house GIS presente in più di 100

Dettagli

Metodologia, rilievo G.P.S. e utilizzo Drone in Campo topografico. Sassari 30.09.2015

Metodologia, rilievo G.P.S. e utilizzo Drone in Campo topografico. Sassari 30.09.2015 Metodologia, rilievo G.P.S. e utilizzo Drone in Campo topografico Sassari 30.09.2015 Il sistema GPS Il sistema GPS, acronimo di Global Positioning System, consente la localizzazione di entità sulla superficie

Dettagli

L esperienza del Friuli Venezia Giulia

L esperienza del Friuli Venezia Giulia L esperienza del Friuli Venezia Giulia Agenzia Regionale per la Protezione dell'ambiente CATASTO REGIONALE DELLE SORGENTI FISSE DEGLI IMPIANTI RADIOELETTRICI PER TELECOMUNICAZIONI E RADIOTELEVISIVI, CON

Dettagli

LEICA SR530 Ricevitore GPS RTK Geodetico

LEICA SR530 Ricevitore GPS RTK Geodetico 30 40 50 LEICA SR530 Ricevitore GPS RTK Geodetico LEICA SR530 Ricevitore RTK, Geodetico, Doppia Frequenza SKI Pro software Professionale per la post-elaborazione in Ufficio Rilievo GPS System 500 Alta

Dettagli

OPERAZIONI DA SVOLGERE SU RICEVITORI GPS LEICA GRX1200 INSTALLATI SU STAZIONI NANOMETRICS

OPERAZIONI DA SVOLGERE SU RICEVITORI GPS LEICA GRX1200 INSTALLATI SU STAZIONI NANOMETRICS OPERAZIONI DA SVOLGERE SU RICEVITORI GPS LEICA GRX1200 INSTALLATI SU STAZIONI NANOMETRICS 1 Controllo del funzionamento Per appurare che tutto funzioni regolarmente basta controllare gli indicatori led.

Dettagli

L ERA DELLA CONDIVISIONE TOTALE

L ERA DELLA CONDIVISIONE TOTALE S O F T W A R E P E R C O N T R O L L E R L ERA DELLA CONDIVISIONE TOTALE S O F T W A R E P E R C O N T R O L L E R Piattaforma Android Comandi multi-touch Processore Dual Core 1GHz Fotocamera 5MP Dettatura

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA (Allegato 1) SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia 2) Codice di accreditamento: NZ05742

Dettagli

ALGORITMI INTELLIGENTI PER IL CALCOLO DEI PERCORSI

ALGORITMI INTELLIGENTI PER IL CALCOLO DEI PERCORSI I prodotti ExaSAT sono ingegnerizzati per soddisfare molteplici esigenze in diversi settori di mercato, dalla gestione di grandi flotte veicolari alla protezione di veicoli (auto, moto, camper, mezzi pesanti,

Dettagli

1 Descrizione del sistema satellitare D-STAR.

1 Descrizione del sistema satellitare D-STAR. 1 Descrizione del sistema satellitare D-STAR. Il sistema satellitare D-STAR è una rete di terminali VSAT (Very Small Aperture Terminal) con topologia a stella, al centro della quale è presente un HUB satellitare

Dettagli

Progettazione ed installazione di tre te- lecamere di sorveglianza per il monito- raggio del attività del Etna nel peri do Luglio-Agosto 2001

Progettazione ed installazione di tre te- lecamere di sorveglianza per il monito- raggio del attività del Etna nel peri do Luglio-Agosto 2001 Progettazione ed installazione di tre telecamere di sorveglianza per il monitoraggio dell attività dell Etna nel periodo Luglio-Agosto 2001 E. Pecora, G. Laudani, B. Saraceno Riassunto La sorveglianza

Dettagli

Dalle tecniche di misurazione di Delambre e Méchain alla attuale definizione di metro

Dalle tecniche di misurazione di Delambre e Méchain alla attuale definizione di metro Dalle tecniche di misurazione di Delambre e Méchain alla attuale definizione di metro INDICE Dalle tecniche di misurazione di Delambre e Méchain alla attuale definizione di metro...1 LA TRIANGOLAZIONE...1

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE Dall ottico al radar. Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Direzione Generale per la Difesa del Suolo

CORSO DI FORMAZIONE Dall ottico al radar. Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Direzione Generale per la Difesa del Suolo Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Direzione Generale per la Difesa del Suolo Fornitura di Dati, Sistemi e Servizi per la Realizzazione del Sistema Informativo del Piano Straordinario

Dettagli

Relazione sullo stato della Rete GPS della Regione Veneto (1 gennaio 2010 31 dicembre 2010)

Relazione sullo stato della Rete GPS della Regione Veneto (1 gennaio 2010 31 dicembre 2010) Relazione sullo stato della Rete GPS della Regione Veneto (1 gennaio 2010 31 dicembre 2010) Prof. Alessandro Caporali Ing. Mauro Bertocco Dott. Riccardo Corso Dott.Massimo Fabris Dott. Luca Sartori Sommario

Dettagli

LEICA GEOSYSTEMS S.p.a. Presentazione della società

LEICA GEOSYSTEMS S.p.a. Presentazione della società LEICA GEOSYSTEMS S.p.a. Presentazione della società Leica Geosystems S.p.A. è la filiale italiana della multinazionale Leica Geosystem AG con sede in Heerbrugg Svizzera. Leica Geosystems S.p.A. è presente

Dettagli

Dipartimento per le Politiche Integrate di Sicurezza e per la Protezione Civile CENTRO FUNZIONALE PER LA METEOROLOGIA, L IDROLOGIA E LA SISMOLOGIA

Dipartimento per le Politiche Integrate di Sicurezza e per la Protezione Civile CENTRO FUNZIONALE PER LA METEOROLOGIA, L IDROLOGIA E LA SISMOLOGIA REGIONE MARCHE Dipartimento per le Politiche Integrate di Sicurezza e per la Protezione Civile Sistema R.I.T.E. CENTRO FUNZIONALE PER LA METEOROLOGIA, L IDROLOGIA E LA SISMOLOGIA Capitolato d oneri Allegato

Dettagli

Il mondo scientifico ed accademico nella formazione dei tecnici del rilievo e della rappresentazione della terra

Il mondo scientifico ed accademico nella formazione dei tecnici del rilievo e della rappresentazione della terra Il mondo scientifico ed accademico nella formazione dei tecnici del rilievo e della rappresentazione della terra Alessandro Capra Dipartimento di Ingegneria Enzo Ferrari Laboratorio di Geomatica - UNIMORE

Dettagli