Un nuovo sguardo alla società: siamo sempre più vecchi e sempre più giovani. L incidenza degli immigrati e i contesti consolidati d integrazione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Un nuovo sguardo alla società: siamo sempre più vecchi e sempre più giovani. L incidenza degli immigrati e i contesti consolidati d integrazione"

Transcript

1 Un nuovo sguardo alla società: siamo sempre più vecchi e sempre più giovani. L incidenza degli immigrati e i contesti consolidati d integrazione Indagine demografica ( ) con dati aggiornati al 1 gennaio 2011 Rovato, 19 giugno 2012 La consolidata indagine socio-demografica annualmente promossa dalla Fondazione Cogeme Onlus, in questa edizione si arricchisce di alcune peculiarità che è opportuno evidenziare. Innanzitutto si amplia il tradizionale campo di indagine territoriale che dagli iniziali 69 Comuni si è allargata ad altri 8 per un totale attuale di 77 Comuni. Si tratta di una scelta importante che consente di estendere l analisi su un territorio più vasto e, quindi, di aggiungere ulteriore rappresentatività qualitativa all indagine. Inoltre, l indagine di quest anno intende favorire l analisi su particolari ambiti territoriali che si connotano per tipologie omogenee di interesse o di progetto e sono in fase di attuazione nel più ampio contesto progettuale di tutto il territorio della rete Fondazione Cogeme. Le suddivisioni territoriali prese in considerazione sono sostanzialmente tre: la Rete Territoriale Fondazione Cogeme con un approfondimento particolare nei suoi due contesti provinciali dell area bergamasca e di quella bresciana, il territorio del progetto Franciacorta Sostenibile e, novità di quest anno, il territorio del progetto Pianura Sostenibile. Allo stato attuale l indagine espone uno scenario demografico perfettamente comparabile tra tutte le cinque aree territoriali e con una popolazione molto più ampia che a partire da quest anno costituirà il costante riferimento anche per le future indagini. I dati aggregati sono disponibili in un volume pubblicato ONLINE insieme ai dati per sinngolo Comune e ai due FOCUS dedicati all Area Franciacorta e Pianura Sostenibile. Il sito di riferimento: 1. La popolazione continua a crescere, ma meno di prima L incremento della popolazione residente continua ormai da anni la sua costante crescita iniziata, come noto, con l esplosione dei processi migratori avviatisi con la storica caduta del muro di Berlino nel 1989, data di inizio di un fenomeno mondiale, ancora in forte evoluzione. La Rete Territoriale Fondazione Cogeme ne è investita in pieno, come peraltro tutta la provincia di Brescia. Come documentato da sei anni dalle indagini dalla Fondazione Cogeme Onlus la crescita demografica appare ancora in espansione e sempre crescente. Nel lungo periodo la popolazione è aumentata di ben residenti, pari alla crescita del 34,6%, passando dagli iniziali agli attuali Nel volger di pochi decenni, il territorio della rete Fondazione Cogeme si è arricchito di quasi persone (esattamente ), il corrispondente di una città italiana di medie dimensioni grande come ad esempio quella di Bergamo che conta abitanti al dicembre La crescita demografica complessiva è stata tale da aver fatto aumentare di oltre un terzo il numero dei residenti nel territorio della rete Fondazione Cogeme.

2 In conclusione, dall analisi sui processi demografici in atto, emergono chiaramente due fenomeni tra loro correlati e ben presenti in tutti i contesti territoriali, anche se non con la stessa intensità: la persistente tendenza espansiva e il suo progressivo rallentamento. La crescita demografica continua a caratterizzare lo scenario di questi territori che ancora per qualche anno vedranno aumentare la popolazione residente, ma il processo è destinato a ridursi. Si crescerà progressivamente di meno, fino a stabilizzarsi su un livello fisiologico di una crescita non più indotta prevalentemente dai fenomeni migratori. 2. Lo stato civile o dei modi di vivere In coerenza con la nostra consolidata tradizione metodologico-statistica, si riconferma il principio della suddivisione in quelle due classi di età 0-24 anni e 25 e oltre della popolazione, ogni qualvolta si intende documentare l evoluzione dello stato civile delle persone. Osserviamo i cambiamenti che si sono verificati in questi ultimi sei anni nella rete Fondazione Cogeme e anche negli altri contesti territoriali. La percentuale dei giovani supera di quasi due punti anche la media della crescita demografica della Rete Fondazione Cogeme (10,3%), mentre gli adulti/anziani si collocano al di sotto, anche se di poco. E un dato di notevole importanza demografica e soprattutto sociale perché, contrariamente a quanto si afferma solitamente o troppo sbrigativamente, nel vasto territorio della Rete Fondazione Cogeme i giovani sono aumentati percentualmente più degli adulti/anziani: essi, infatti, passano dagli iniziali agli attuali con l aumento di ben unità. In questi ultimi sei anni, pertanto, magari anche diversamente da quanto si verifica in altri contesti territoriali, si sta verificando un processo demografico di ringiovanimento della popolazione; non mancano i giovani, né sono pochi. Anche sul versante degli stati civili si assiste ad un fenomeno molto interessante, ovvero il procrastinamento generalizzato dei processi di elaborazione personale delle più importanti scelte di vita, in particolare quelle riguardanti la formazione della propria famiglia di elezione. Si dilaziona o si è costretti a dilazionare le proprie scelte, a pensarci per più anni, quando ci saranno le garanzie per realizzare il proprio futuro, come dimostra chiaramente l aumento medio dell ordine del 20% dello stato libero. Il territorio di Pianura Sostenibile detiene il primato di questo status. Il contenuto aumento dei coniugati conferma la tendenza espansiva dello stato libero; supera la media del territorio della rete Fondazione Cogeme quello di Pianura Sostenibile. Lo scenario della condizione di divorziati, pur nella inevitabile incertezza di un appropriata documentazione, evidenzia con chiarezza la tendenza in atto, che si potrebbe definire di carattere esponenziale; in questo status la maggiore espansione si trova nel territorio di Pianura Sostenibile. Tav. 1 - Comparazione percentuale dello stato civile della popolazione di 25 anni e oltre tra le aree della rete Fondazione Cogeme, di Franciacorta Sostenibile e di Pianura Sostenibile, al dicembre ,4 61,8 70,1 Rete C. Franciacorta S. Pianura S ,4 21,2 7,6 8,9 18,4 6,4 2,6 1,8 3,5 St.libero Coniugati Divorziati Vedovi

3 3. Le tendenze del sistema famiglia nel territorio della rete Fondazione Cogeme Il sistema o i sistemi famiglia, come di preferenza si usa dire in questa società globalizzata, assurgono a importanti osservatori delle trasformazioni culturali e sociali del contesto sociale e, perfino, dell organizzazione della convivenza civile e dell intero sistema. Si sta sempre più diffondendo la concezione del matrimonio fondato e ri-fondato sulla relazione consapevole e condivisa della coppia in una dimensione relazionale che non esclude la reversibilità della scelta come peraltro legittimata dalla legge. Lo sarà ancor più con la legge di riforma del divorzio breve, attualmente in discussione in parlamento, che prevede la riduzione da tre a un anno, forse anche a soli sei mesi dei tempi di attesa per il per ottenere la sentenza di divorzio. Si riscontra, inoltre, il progressivo calo dei matrimoni religiosi di carattere concordatario anche tra i cattolici. Si assiste alla progressiva contrazione dei matrimoni sia religiosi e, per aspetti analoghi, anche di quelli civili, investiti da approcci culturali alquanto diversi dal modello un tempo unico o prevalente. Lo scenario ultimo delle famiglie è il seguente: sostanziale parità numerica e percentuale tra i nuclei famigliari con figli e quelli senza figli. Detto in altri termini, metà delle famiglie del territorio della rete Fondazione Cogeme sono composte da nuclei che non hanno figli al proprio interno, sia per ragioni fisiologiche per l età dei genitori ormai con figli fuori casa sia per l impossibilità o per scelta di non volere figli. Continua invece a sorprendere la persistente diffusività di queste tendenze di un sistema famiglia che non investe nei figli o che, per svariati fattori, è impedito nell investimento sui figli. Tav. 2 - Distribuzione percentuale tra famiglie con o senza figli nel territorio della rete Fondazione Cogeme, al dicembre 2001 (ultimo dato disponibile) famiglie senza figli 49,1% famiglie con figli 50,9% 5. Il territorio multietnico e le nuove identità sociali La presenza degli stranieri costituisce ormai un dato sociale che si può legittimamente considerare strutturale del contesto territoriale della rete Fondazione Cogeme, come negli altri territori. Sono trascorsi circa vent anni dal loro arrivo di massa in Italia e, in particolare, nel Nord Italia che da sempre è stato percepito e vissuto come il contesto che offre maggiori opportunità lavorative per gli stranieri. Vent anni non sono tanti ma sufficienti per aver iniziato a promuovere e confermare, in modo irreversibile, un atteggiamento di accoglienza e di progressiva integrazione. Da africana la migrazione divenne rapidamente mondiale, da tutti i continenti: come documentato anche dalla nostra indagine; basti ricordare che attualmente nel territorio della rete Fondazione Cogeme sono presenti ben 129 nazioni. Ad ondate le migrazioni hanno coinvolto, per fasi e periodi quasi omogenei, interi continenti e

4 non raramente un gruppo omogeneo e ricorrente di Paesi dello stesso continente. Con l allargamento dei Paesi dell Unione europea e lo scioglimento di importanti Stati quali l Unione Sovietica e la Jugoslavia si è aperta la grande stagione della migrazione europea che è ancora in grande sviluppo, anche nei nostri territori. La fase attuale pare caratterizzarsi per l espansione migratoria del continente asiatico che mostra una dinamicità perfino concorrenziale con quella storica del continente africano. In sostanza, i processi migratori attuali sono ben diversi da quelli precedenti: non è cambiata solo la geografia di provenienza, ma contemporaneamente sono cambiati gli immigrati, le persone che quando cambiano i contesti di vita portano tutto di sé, la loro cultura, i loro problemi, le loro speranze. Per quanto riguarda il nostro territorio è cambiata la stessa condizione di immigrati e di stranieri soprattutto sul versante delle nuove generazioni; come noto per la maggioranza dei giovani, la loro patria è quella nella quale sono nati, vale a dire l Italia, i territori della rete Fondazione Cogeme. Chiamare o definire ancora stranieri questi giovani è quantomeno riduttivo e fuorviante. E proprio questo insieme di cose che fanno la vera storia degli immigrati e quella del contesto territoriale nel quale stabiliscono la loro residenza. Sono cambiate le provenienze geografiche, le persone e con esse anche le cause o le ragioni che hanno generato i flussi migratori in questi vent anni. Sinteticamente si può ritenere che la prima migrazione avesse come causa principale la condizione di miseria, povertà estrema, sfruttamento e persecuzione politica: si emigrava per necessità, per poter sopravvivere anche materialmente, per non morire. Tav. 3 - Distribuzione percentuale della componente straniera della popolazione nei vari contesti territoriali della rete Fondazione Cogeme, al dicembre ,6 25,2 4 2,5 33,8 20,4 42,8 46,3 45,6 41,7 3 5,8 30,3 3 1,2 21,3 2 1,0 19,3 Africa America Asia Europa ,7 Pianura S. 3,0 Franciacorta S. 2,0 3,2 2,2 area BS area BG Cogeme 6. Focus: Franciacorta Sostenibile Nel territorio di Franciacorta Sostenibile si possono osservare molte analogie con quanto riscontrato nel più vasto territorio della rete Fondazione Cogeme, ma anche alcune particolarità che è opportuno evidenziare. In primo luogo si constata il minor tasso di incremento demografico in quasi tutte le classi rispetto agli altri territori; quasi tutti valori riscontrati sono inferiori a quelli degli altri territori. Il quadro complessivo di Franciacorta Sostenibile ha evidenziato una minore propensione complessiva alla crescita della popolazione italiana; in sostanza, continua il fenomeno della crescita demografica, ma in misura minore rispetto agli altri contesti territoriali. A ben guardare, le dinamiche demografiche di questo territorio risentono in gran parte della maggiore consistenza della popolazione italiana. Il minore tasso di natalità degli italiani spiega il minor tasso di crescita di tutte le classi di età più giovani, sulle quali il maggior numero della componente straniera della popolazione esercita un effetto positivo di incremento. Non si registra, infine, alcuna incidenza

5 sulla classe anziana in ragione della documentata composizione quasi esclusivamente italiana di questa categoria che, pertanto, non subisce l influenza della componente straniera, che quasi sempre produce notevoli variazioni, soprattutto tra le classi più giovani. In conclusione, si conferma comunque il costante incremento delle nuove generazioni di stranieri, ma, forse, anche il suo tendenziale rallentamento, come pare evidenziare il minore incremento dei neonati collocati al di sotto del raddoppio riscontrato nelle altre classi giovanili. 7. Focus: Pianura Sostenibile Il territorio di Pianura Sostenibile si presenta come il contesto che ha avuto il maggiore tasso di crescita in questi ultimi sei anni. La sua popolazione, benché complessivamente meno numerosa è aumentata di unità, un valore che esprime la maggiore percentuale di crescita (12,9%) rispetto ai territori di Franciacorta Sostenibile (10,4%) e anche della rete Fondazione Cogeme (10,8%). Come già osservato anche negli altri contesti, l analisi approfondita sulla componente straniera della popolazione presenta notevoli differenze rispetto a quella italiana. Prevale anche in Pianura Sostenibile la incommensurabile espansione degli stranieri in tutte le classi di età, con la sola esclusione di quella degli anziani. Si osserva immediatamente, inoltre, che i valori di incremento al dicembre 2010 risultano quasi sempre raddoppiati percentualmente, rispetto al Il fenomeno è particolarmente evidente nelle classi dei giovanissimi. Dunque in sintesi in Pianura Sostenibile gli stranieri sono notevolmente aumentati, soprattutto nelle fasce molto giovani, che, è bene evidenziarlo, fanno riferimento alla scuola e ai servizi di integrazione sociale principalmente per le nuove generazioni. 8. Previsioni demografiche di breve periodo, all anno 2013 Come abbiamo documentato lo scenario demografico si presenta alquanto articolato e in costante evoluzione, ma al tempo stesso mostra alcune tendenze che sembrano ormai abbastanza ricorrenti al punto che se ne possono prevedere i principali sviluppi, con buona approssimazione. Sintetizzando al massimo le linee di tendenza, possiamo indicarne le principali. Innanzitutto, si osserva la persistenza del fenomeno della mobilità territoriale che è all origine del più vasto fenomeno delle migrazioni nella pluralità delle sue manifestazioni. Tav. 4 Proiezioni demografiche al dicembre 2013 nella rete territoriale Fondazione Cogeme (stima totale residenti )

6 stranieri 16,9% (66.464) italiani 83,1% ( ) Il grafico sopra riassume in sintesi la stima di variazione demografica per il prossimo triennio, fino al dicembre Rifacendosi alle stime in precedenza elaborate e confermate al 2012 si prevede un aumento complessivo di nuovi residenti nella rete territoriale Fondazione Cogeme al dicembre Si riconferma l ipotesi di una progressiva espansione della popolazione straniera che tende ad aumentare con ritmi proporzionalmente crescenti, ovviamente comprimendo l espansione della popolazione italiana che sarà sempre più rallentata.. E sempre determinante la combinazione dei due fattori che interagiscono a rinforzare l espansione della popolazione straniera: la sua maggiore natalità che proseguirà ancora per due generazioni e le ondate migratorie che proseguono a ritmo crescente. Nel breve ma anche nel medio periodo non si prevedono alternative ai processi demografici in corso.

7

Le famiglie di Udine raccontate dai numeri. 1. Premessa. 2. Cambiamenti

Le famiglie di Udine raccontate dai numeri. 1. Premessa. 2. Cambiamenti Le famiglie di Udine raccontate dai numeri 1. Premessa Nel linguaggio comune il concetto di Famiglia è da sempre legato all esistenza di un nucleo di persone unite da legami di natura specifica, quali

Dettagli

CITTA DI BASSANO DEL GRAPPA Medaglia d Oro al Valor Militare. Area 1^ -Amministrativa - Economico finanziaria Risorse Umane

CITTA DI BASSANO DEL GRAPPA Medaglia d Oro al Valor Militare. Area 1^ -Amministrativa - Economico finanziaria Risorse Umane CITTA DI BASSANO DEL GRAPPA Medaglia d Oro al Valor Militare Area 1^ -Amministrativa - Economico finanziaria Risorse Umane L EVOLUZIONE DEL MODELLO FAMILIARE A BASSANO DEL GRAPPA Traccia di lettura dei

Dettagli

Figura 1 Andamento della popolazione residente in Piemonte dal 1951 al 2014

Figura 1 Andamento della popolazione residente in Piemonte dal 1951 al 2014 Capitolo 5.1 ANALISI DEI MOVIMENTI ANAGRAFICI DELLA PO- POLAZIONE 1 Maria Cristina Migliore Un primo sguardo di sintesi Nel 2014 la popolazione residente in Piemonte è diminuita di oltre 10mila unità.

Dettagli

politiche sociali Rapporto n 7 Un contributo per gli ambiti (2009-2012) A cura di Gabriele Ringhini e Simone Mazzata Rapporto n.6

politiche sociali Rapporto n 7 Un contributo per gli ambiti (2009-2012) A cura di Gabriele Ringhini e Simone Mazzata Rapporto n.6 Scenari demografici e processi di cambiamento. La Rete Territoriale Fondazione Cogeme Indagini e la Franciacorta demografiche (2010-2013) per le politiche sociali Rapporto n 7 Un contributo per gli ambiti

Dettagli

L immigrazione straniera in Italia e il ruolo della statistica

L immigrazione straniera in Italia e il ruolo della statistica L immigrazione straniera in Italia e il ruolo della statistica Luigi Biggeri Roma, 15-16 dicembre 2005 Circondati dai paesi poveri con vasti eserciti di giovani che reclamano lavori modesti nei paesi sviluppati

Dettagli

Osservatorio economico locale del Comune di Follonica

Osservatorio economico locale del Comune di Follonica Osservatorio economico locale del Comune di Follonica Nota statistica su alcuni aspetti strutturali del sistema economico e produttivo del Comune di Follonica - 2010 Grosseto, Aprile 2011 INDICE INDICE...

Dettagli

Famiglia, infanzia e povertà.

Famiglia, infanzia e povertà. Università Politecnica delle Marche Facoltà di Economia G. Fuà Convegno Povertà, Infanzia, Immigrazione in occasione del 70 Anniversario della Mensa del Povero Ancona, 5 aprile 2008 Famiglia, infanzia

Dettagli

COMUNE DI COMO. I MATRIMONI NEL COMUNE DI COMO Presentazione dei dati dal 2000 al 2004. (1 Edizione)

COMUNE DI COMO. I MATRIMONI NEL COMUNE DI COMO Presentazione dei dati dal 2000 al 2004. (1 Edizione) COMUNE DI COMO I MATRIMONI NEL COMUNE DI COMO Presentazione dei dati dal 2000 al 2004 (1 Edizione) Settore Statistica - Agosto 2007 I MATRIMONI NEL COMUNE DI COMO Presentazione dei dati dal 2000 al 2004

Dettagli

La maggiore partecipazione alla vita sociale ed economica delle donne determina un aumento della quota del tempo delle donne fuori dalla famiglia.

La maggiore partecipazione alla vita sociale ed economica delle donne determina un aumento della quota del tempo delle donne fuori dalla famiglia. Meno matrimoni In Italia ha sempre ricoperto un ruolo decisivo nel sistema di protezione sociale la rete di welfare familiare. Anche nell ambito della famiglia registriamo dinamiche demografiche, sociali

Dettagli

Intervento Bambini e bambine nelle famiglie che cambiano

Intervento Bambini e bambine nelle famiglie che cambiano Intervento Bambini e bambine nelle famiglie che cambiano Separazioni, divorzi e servizi di mediazione familiare Enrico Moretti Statistico, Istituto degli Innocenti di Firenze ATTI DEL CICLO DI INCONTRI

Dettagli

La condizione della famiglia nella provincia di Verona

La condizione della famiglia nella provincia di Verona La condizione della famiglia nella provincia di Verona E uno studio sulle famiglie della provincia di Verona, condotto a livello territoriale, che entra nel dettaglio della loro composizione, della loro

Dettagli

LA COMUNITÀ FILIPPINA IN ITALIA

LA COMUNITÀ FILIPPINA IN ITALIA Direzione Generale Dell immigrazione e Delle Politiche Di integrazione LA COMUNITÀ FILIPPINA IN ITALIA Abstract del Rapporto annuale sulla presenza degli immigrati - 2014 Rapporto annuale sulla presenza

Dettagli

Cittadini stranieri a Bologna Le tendenze 2014

Cittadini stranieri a Bologna Le tendenze 2014 Cittadini stranieri a Bologna Le tendenze 2014 aprile 2015 Capo Dipartimento Programmazione: Direttore Settore Statistica: Redazione a cura di: Gianluigi Bovini Franco Chiarini Brigitta Guarasci L'uso

Dettagli

OPEN - Fondazione Nord Est Febbraio 2013

OPEN - Fondazione Nord Est Febbraio 2013 A7. FECONDITÀ, NUZIALITÀ E DIVORZIALITÀ Diminuisce il tasso di fertilità dopo la crescita degli ultimi anni A livello nazionale il tasso di fecondità totale (numero medio di figli per donna in età feconda)

Dettagli

6. STRUTTURA DELLA POPOLAZIONE E COMPOSIZIONE DELLE FAMIGLIE. Maria Letizia Pruna SPS/09 Sociologia dei processi economici e del lavoro

6. STRUTTURA DELLA POPOLAZIONE E COMPOSIZIONE DELLE FAMIGLIE. Maria Letizia Pruna SPS/09 Sociologia dei processi economici e del lavoro A.A. 2013-2014 Corso di Laurea Magistrale in Scienze dell Amministrazione Sistemi di welfare 6. STRUTTURA DELLA POPOLAZIONE E COMPOSIZIONE DELLE FAMIGLIE Maria Letizia Pruna SPS/09 Sociologia dei processi

Dettagli

Il matrimonio in Italia: un istituzione in mutamento

Il matrimonio in Italia: un istituzione in mutamento 12 febbraio 2007 Il matrimonio in Italia: un istituzione in mutamento Anni 2004-2005 All indirizzo web demo.istat.it l Istat rende disponibili i principali risultati delle rilevazioni sui Matrimoni celebrati

Dettagli

Istruttoria legislativa sulla proposta di legge su incentivi fiscali per il rientro dei lavoratori in Italia (C.2079)

Istruttoria legislativa sulla proposta di legge su incentivi fiscali per il rientro dei lavoratori in Italia (C.2079) Istruttoria legislativa sulla proposta di legge su incentivi fiscali per il rientro dei lavoratori in Italia (C.2079) AUDIZIONE DELLA SVIMEZ c/o Camera dei Deputati Commissione VIª: Finanze INDICE DELL

Dettagli

Emigrare per sopravvivere

Emigrare per sopravvivere VOLUME 3 PER LA PROVA INVALSI Unità 16 La mondialità Emigrare per sopravvivere Cognome Nome Classe Data CHI L HA SCRITTO? Nedo Rossi, docente universitario, ed Enzo Tiezzi (1938), insegnante di Chimica

Dettagli

Statistiche rapide fascicolo 2/2006

Statistiche rapide fascicolo 2/2006 SISTEMA STATISTICO NAZIONALE Comune di Brescia - Unità di Staff Statistica Statistiche rapide fascicolo 2/2006 I MOLTI SIGNIFICATI DEL VIVERE COME UNA FAMIGLIA LE UNIONI NON MATRIMONIALI A BRESCIA INTRODUZIONE

Dettagli

1. LA SEPARAZIONE IN ITALIA OGGI 2.1. DATI STATISTICI

1. LA SEPARAZIONE IN ITALIA OGGI 2.1. DATI STATISTICI 1. LA SEPARAZIONE IN ITALIA OGGI. DATI STATISTICI N.d.R.: I dati qui di seguito riportati sono stati ricavati dal sito www.istat.it e sono aggiornati al: - 13/11/2013 (dati sui matrimoni) - 23/06/2014

Dettagli

GIOVANI STRANIERI IMMIGRATI A ROMA

GIOVANI STRANIERI IMMIGRATI A ROMA GIOVANI STRANIERI IMMIGRATI A ROMA Nel corso degli anni 90, il numero di permessi di soggiorno per l ingresso in Italia di minori stranieri è aumentato notevolmente. Si calcola infatti che negli ultimi

Dettagli

Comunità solidali. Equità e giustizia sociale. Aalborg Commitment 9. Capitolo 9

Comunità solidali. Equità e giustizia sociale. Aalborg Commitment 9. Capitolo 9 Capitolo 9 Aalborg Commitment 9 Ci impegniamo a costruire comunità solidali e aperte a tutti. Lavoreremo quindi per: adottare le misure necessarie per alleviare la povertà assicurare un equo accesso ai

Dettagli

La popolazione in età da 0 a 2 anni residente nel comune di Bologna. Dicembre 2014

La popolazione in età da 0 a 2 anni residente nel comune di Bologna. Dicembre 2014 La popolazione in età da 0 a 2 anni residente nel comune di Bologna Dicembre 2014 La presente nota è stata realizzata da un gruppo di lavoro del Dipartimento Programmazione coordinato dal Capo Dipartimento

Dettagli

Indagine conoscitiva sulla immigrazione e l'integrazione. Audizione dell Istituto Nazionale di Statistica

Indagine conoscitiva sulla immigrazione e l'integrazione. Audizione dell Istituto Nazionale di Statistica Indagine conoscitiva sulla immigrazione e l'integrazione Audizione dell Istituto Nazionale di Statistica Roma, 21 febbraio 2007 Camera dei Deputati Senato della Repubblica Comitato Parlamentare di Controllo

Dettagli

DIVENTARE GENITORI OGGI

DIVENTARE GENITORI OGGI In collaborazione con DIVENTARE GENITORI OGGI Indagine sulla fertilità/infertilità in Italia Sintesi della ricerca Roma, 1 ottobre 2014 La genitorialità come dimensione individuale L esperienza della genitorialità

Dettagli

La vita di coppia. 21 agosto 2006. Si allunga il periodo di fidanzamento, cambiano i luoghi in cui si conoscono i fidanzati

La vita di coppia. 21 agosto 2006. Si allunga il periodo di fidanzamento, cambiano i luoghi in cui si conoscono i fidanzati 21 agosto 2006 La vita di coppia Il volume La vita di coppia presenta alcuni risultati dell indagine Famiglia e soggetti sociali svolta dall Istat nel Novembre 2003 su un campione di oltre 19 mila famiglie

Dettagli

PROGETTO CITTADINANZA E COSTITUZIONE. anno scolastico 2015-2016

PROGETTO CITTADINANZA E COSTITUZIONE. anno scolastico 2015-2016 PROGETTO DI CITTADINANZA E COSTITUZIONE SCUOLA SECONDARIA SECONDO GRADO anno scolastico 2015-2016 1 PROGETTO CITTADINANZA E COSTITUZIONE Anno Scolastico 2015-2016 FINALITÀ GENERALI: Il riferimento alla

Dettagli

Dalla presentazione Ocse di Berlino Integration von Zuwanderern: OECD-Indikatoren 2012, 03/12/2012. Sviluppo del tasso di occupazione tra la

Dalla presentazione Ocse di Berlino Integration von Zuwanderern: OECD-Indikatoren 2012, 03/12/2012. Sviluppo del tasso di occupazione tra la Migranti nel mondo Dalla presentazione Ocse di Berlino Integration von Zuwanderern: OECD-Indikatoren 2012, 03/12/2012. Sviluppo del tasso di occupazione tra la popolazione immigrata periodo 2000/2001

Dettagli

Sistema Informativo Statistico DEMOGRAFIA SPOSARSI NELLE MARCHE ANNO

Sistema Informativo Statistico DEMOGRAFIA SPOSARSI NELLE MARCHE ANNO 2015 Sistema Informativo Statistico DEMOGRAFIA SPOSARSI NELLE MARCHE ANNO 2014 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 SPOSARSI NELLE MARCHE INDICE SPOSARSI NELLE MARCHE MATRIMONI CON ALMENO UNO SPOSO STRANIERO

Dettagli

COMUNE DI BRESCIA UNITA DI STAFF STATISTICA Ufficio di Diffusione dell Informazione Statistica

COMUNE DI BRESCIA UNITA DI STAFF STATISTICA Ufficio di Diffusione dell Informazione Statistica COMUNE DI BRESCIA UNITA DI STAFF STATISTICA Ufficio di Diffusione dell Informazione Statistica Come ci si è sposati a Brescia: i matrimoni del 2000 a confronto con i matrimoni del 2008 Calano i matrimoni

Dettagli

Stima delle presenze irregolari. Vari anni

Stima delle presenze irregolari. Vari anni Stima delle presenze irregolari. Vari anni Diciottesimo Rapporto sulle migrazioni (FrancoAngeli). Fondazione Ismu. Dicembre 2012 Capitolo 1.1: Gli aspetti statistici Tab. 1 - La presenza straniera in Italia.

Dettagli

SITUAZIONE TERRITORIALE E CARATTERISTICHE DELLA POPOLAZIONE DELLA PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA

SITUAZIONE TERRITORIALE E CARATTERISTICHE DELLA POPOLAZIONE DELLA PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA SITUAZIONE TERRITORIALE E CARATTERISTICHE DELLA POPOLAZIONE DELLA PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA In vista dell avvio della nuova ASL provinciale di Monza e Brianza, con l auspicio che possa essere

Dettagli

La popolazione della Svizzera

La popolazione della Svizzera 1 Popolazione 81-9 La popolazione della Svizzera 29 Neuchâtel, 21 L essenziale in breve Nel 29, l evoluzione demografica della Svizzera si è distinta da quella registrata l anno precedente per un saldo

Dettagli

LA POPOLAZIONE IERI, OGGI E DOMANI

LA POPOLAZIONE IERI, OGGI E DOMANI LA POPOLAZIONE IERI, OGGI E DOMANI Trieste novembre 2012 Riproduzioni e stampe dovranno riportare in modo visibile la fonte e la proprietà dell informazione. Inoltre, su richiesta al Servizio Statistica

Dettagli

L evoluzione delle leggi sulla cittadinanza Un quadro comparativo

L evoluzione delle leggi sulla cittadinanza Un quadro comparativo L evoluzione delle leggi sulla cittadinanza Un quadro comparativo Graziella Bertocchi e Chiara Strozzi Università di Modena e Reggio Emilia - Dipartimento di Economia Marco Biagi Seminario Nazionale MIUR

Dettagli

INTERVENTO DI LAURA AROSIO

INTERVENTO DI LAURA AROSIO INTERVENTO DI LAURA AROSIO Ricercatrice in Sociologia presso l Università di Milano Bicocca L aumento delle separazioni legali e dei divorzi in Italia BIOGRAFIA Laura Arosio è ricercatrice in Sociologia

Dettagli

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO ASSOFIN - CRIF - PROMETEIA OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO GIUGNO 2005 NUMERO DICIOTTO CON DATI AGGIORNATI AL 31 DICEMBRE 2004 INDICE pag.5 PREMESSA TEMI DEL RAPPORTO 7 CAPITOLO 1 LO SCENARIO MACROECONOMICO

Dettagli

Profili e organizzazione dei tempi di vita delle madri sole in Italia

Profili e organizzazione dei tempi di vita delle madri sole in Italia Profili e organizzazione dei tempi di vita delle madri sole in Italia 5 luglio 2005 Il testo qui presentato è pubblicato anche nel volume Madri sole - Sfide politiche e genitorialità alla prova, a cura

Dettagli

Benvenuti a Sezze Rumeno

Benvenuti a Sezze Rumeno Facoltà di Scienze Politiche Sociologia Comunicazione Corso di Laurea Magistrale Scienze Sociali Applicate Sociologia e management della sicurezza Tesi di Laurea Anno accademico 2011/2012 Benvenuti a Sezze

Dettagli

Crisi economica e migrazioni nella realtà europea

Crisi economica e migrazioni nella realtà europea XIII CONVEGNO Italian National Focal Point Infectious Diseases and Migrant Salute e Migrazione: nuovi scenari internazionali e nazionali Roma, 17 Febbraio 2015 Crisi economica e migrazioni nella realtà

Dettagli

Note su un sondaggio con utenti di Internet di sensibilità cattolica tradizionalista

Note su un sondaggio con utenti di Internet di sensibilità cattolica tradizionalista Note su un sondaggio con utenti di Internet di sensibilità cattolica tradizionalista PierLuigi Zoccatelli Brevi cenni sull indagine Nella settimana fra il 30 settembre e il 7 ottobre 2010 si è svolta un

Dettagli

Flussi di cittadini in Italia

Flussi di cittadini in Italia Flussi di cittadini in Italia Il fenomeno dell immigrazione in Italia secondo gli ultimi dati del Ministero del lavoro riguarda più di 4 milioni di stranieri con un incidenza sulla popolazione

Dettagli

1. LA POPOLAZIONE TORINESE

1. LA POPOLAZIONE TORINESE 1. LA POPOLAZIONE TORINESE 1.1. UNA CITTÀ UN PO PIÙ PICCOLA Torino continua a spopolarsi. Non solo nel 1999, ma durante tutta la seconda metà degli anni novanta, la città continua a perdere popolazione.

Dettagli

Al senatore Giorgio Napolitano Presidente della Repubblica Italiana

Al senatore Giorgio Napolitano Presidente della Repubblica Italiana Il mondo a Bergamo Al senatore Giorgio Napolitano Presidente della Repubblica Italiana IL MONDO A BERGAMO Dall emigrazione all immigrazione a cura di Emanuela Casti il lavoro editoriale / università L

Dettagli

2012 Scenari Energetici al 2040

2012 Scenari Energetici al 2040 212 Scenari Energetici al Sommario Fondamentali a livello globale 2 Settore residenziale e commerciale 3 Settore dei trasporti 4 Settore industriale 5 Produzione di energia elettrica 6 Emissioni 7 Offerta

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE DEGLI INTERVENTI A FAVORE DEGLI STRANIERI IMMIGRATI TRIENNIO 2011-2013

PROGRAMMA TRIENNALE DEGLI INTERVENTI A FAVORE DEGLI STRANIERI IMMIGRATI TRIENNIO 2011-2013 ALLEGATO 1 PROGRAMMA TRIENNALE DEGLI INTERVENTI A FAVORE DEGLI STRANIERI IMMIGRATI TRIENNIO 2011-2013 SOMMARIO 1 - CONTESTO DI RIFERIMENTO...2 DATI DEMOGRAFICI...2 2 - OBIETTIVI GENERALI...6 3 - I COMPITI

Dettagli

COMUNICATO STAMPA del 19 settembre 2008

COMUNICATO STAMPA del 19 settembre 2008 La situazione dell'import/export della provincia di Ancona del 1 semestre 2008 fotografata dalla Camera di Commercio di Ancona IN FLESSIONE LE ESPORTAZIONI PROVINCIALI (-13,9%) IN DIFFICOLTA LA MECCANICA,

Dettagli

QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007)

QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007) QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007) CRS PO-MDL 1 GLI SCENARI ECONOMICI Prima di affrontare una qualsiasi analisi del mercato del lavoro giovanile, è opportuno soffermarsi sulle caratteristiche

Dettagli

Costituzione italiana

Costituzione italiana Costituzione italiana Educazione e famiglia 10 dicembre 2014 10 dicembre La famiglia Persone che vivono insieme con legami di parentela Funzione sociale La famiglia istituzione fondamentale della società

Dettagli

Famiglia e nuzialità sono due fenomeni strettamente collegati,

Famiglia e nuzialità sono due fenomeni strettamente collegati, c - PARTE 2 -comune di ROMA_ A introduzione 1-14 22/11/12 17.45 Pagina 146 146 Romina Polverini* I matrimoni misti e tra stranieri a Roma 1 L andamento della nuzialità e della famiglia in Italia Famiglia

Dettagli

CONGIUNTURA TREND E INVESTIMENTI NEL SETTORE COSMETICO

CONGIUNTURA TREND E INVESTIMENTI NEL SETTORE COSMETICO CONGIUNTURA TREND E INVESTIMENTI NEL SETTORE COSMETICO 2 NOTA ECONOMICA Ripresa sostenuta dei consumi cosmetici nel 2010 nonostante le tensioni sulle propensioni d acquisto di larghe fasce di consumatori.

Dettagli

- STRANIERI E APPARTENENZA RELIGIOSA - di Paola Lacarpia e Raffaele Lelleri

- STRANIERI E APPARTENENZA RELIGIOSA - di Paola Lacarpia e Raffaele Lelleri Osservatorio provinciale delle Immigrazioni di Bologna Report - STRANIERI E APPARTENENZA RELIGIOSA - di Paola Lacarpia e Raffaele Lelleri (luglio 2010) In sintesi: Poco meno della metà degli stranieri

Dettagli

10. Mercato immobiliare

10. Mercato immobiliare 10. Mercato immobiliare I prezzi relativi al mercato immobiliare residenziale, dopo un periodo di forte crescita (fig. 10.1), negli anni 90 hanno subito un decremento; poi, con la fine del decennio, la

Dettagli

PICCOLO, GRANDE, NUOVO Il commercio in Piemonte prima della riforma

PICCOLO, GRANDE, NUOVO Il commercio in Piemonte prima della riforma Errore. L'argomento parametro è sconosciuto. Direzione Commercio Artigianato PICCOLO, GRANDE, NUOVO Il commercio in Piemonte prima della riforma Sintesi dei risultati Maggio 2002 Piccolo, grande, nuovo.

Dettagli

Migranti in Veneto, una stabilità a rischio? secondo il Dossier Immigrazione 2009

Migranti in Veneto, una stabilità a rischio? secondo il Dossier Immigrazione 2009 Migranti in Veneto, una stabilità a rischio? secondo il Dossier Immigrazione 2009 a cura di DOSSIER STATISTICO IMMIGRAZIONE CARITAS/MIGRANTES Via Aurelia 796 00165 ROMA tel. ++39/06/66514345 fax. ++39/06/66540087

Dettagli

La Comunità Cinese in Italia Rapporto annuale sulla presenza degli immigrati 2013

La Comunità Cinese in Italia Rapporto annuale sulla presenza degli immigrati 2013 La Comunità Cinese in Italia Rapporto annuale sulla presenza degli immigrati 2013 Abstract 2 2013 - Rapporto Comunità XXX in Italia Il Rapporto annuale sul Mercato del lavoro degli Immigrati" promosso

Dettagli

UN OSSERVATORIO SUGLI IMMIGRATI

UN OSSERVATORIO SUGLI IMMIGRATI UN OSSERVATORIO SUGLI IMMIGRATI GLI IMMIGRATI IN ITALIA Gli immigrati sono una presenza in crescita quantitativa in Italia. Sono raddoppiati negli ultimi 6-7 anni, raggiungendo 2 milioni 940 mila presenze

Dettagli

Sintesi dati XXIII Rapporto sull Immigrazione 2013

Sintesi dati XXIII Rapporto sull Immigrazione 2013 Sintesi dati XXIII Rapporto sull Immigrazione 2013 Cresce la popolazione mondiale, crescono i migranti Oltre 232 milioni di persone più del 3% della popolazione mondiale hanno lasciato il proprio paese

Dettagli

L INDUSTRIA DELL OLIO DI OLIVA

L INDUSTRIA DELL OLIO DI OLIVA E x e c u t i v e s u m m a r y L INDUSTRIA DELL OLIO DI OLIVA La fotografia La rilevanza del comparto. L industria dell olio di oliva in senso stretto contribuisce per il 3,5% al fatturato complessivo

Dettagli

Milano I NUMERI DEL TERRITORIO. Abitanti al 9.10.2011 1.242.123 3.038.420. Superficie (km 2 ) 182,1 1.578,9 Densità (ab. per km 2 ) 6.822,2 1.

Milano I NUMERI DEL TERRITORIO. Abitanti al 9.10.2011 1.242.123 3.038.420. Superficie (km 2 ) 182,1 1.578,9 Densità (ab. per km 2 ) 6.822,2 1. I NUMERI DEL TERRITORIO Capoluogo Provincia Abitanti al 9.1.211 1.242.123 3.38.42 Superficie (km 2 ) 182,1 1.578,9 Densità (ab. per km 2 ) 6.822,2 1.924,4 a cura del Settore Statistica del Comune di Milano

Dettagli

I fattori di contesto. La famiglia. Caratteri e trasformazioni. Il caso italiano

I fattori di contesto. La famiglia. Caratteri e trasformazioni. Il caso italiano I fattori di contesto. La famiglia. Caratteri e trasformazioni. Il caso italiano Corso di Politiche Sociali Facoltà di Scienze della Formazione Università Milano Bicocca Anno Accademico 2011-12 La famiglia

Dettagli

Lo scenario demografico regionale, nazionale ed europeo

Lo scenario demografico regionale, nazionale ed europeo Lo scenario demografico regionale, nazionale ed europeo Angelina Mazzocchetti Servizio statistica e informazione geografica ? Transizione demografica: dove e quando Aree diverse del mondo si trovano in

Dettagli

Le politiche sociali oggi: riflessioni e proposte delle Regioni

Le politiche sociali oggi: riflessioni e proposte delle Regioni www.regioni.it Le politiche sociali oggi: riflessioni e proposte delle Regioni 1. IL QUADRO SOCIO-ECONOMICO Confindustria prevede crescita 0 ; OCSE indica una disoccupazione giovanile al 28%; Gli organismi

Dettagli

ANALISI DELLA POPOLAZIONE. 1 Comune di Marsala ANALISI DEL CONTESTO SOCIO- ECONOMICO DELLA CITTÀ DI MARSALA

ANALISI DELLA POPOLAZIONE. 1 Comune di Marsala ANALISI DEL CONTESTO SOCIO- ECONOMICO DELLA CITTÀ DI MARSALA ANALISI DEL CONTESTO SOCIO- ECONOMICO DELLA CITTÀ DI MARSALA ANALISI DELLA POPOLAZIONE PROCESSO DI REDAZIONE DEL PIANO STRATEGICO DELLA CITTÀ DI MARSALA FASE DI DIAGNOSTICA, LETTURA ED ASCOLTO DEL TERRITORIO

Dettagli

IL TURISMO IN CIFRE negli esercizi alberghieri di Roma e Provincia Rapporto annuale 2012

IL TURISMO IN CIFRE negli esercizi alberghieri di Roma e Provincia Rapporto annuale 2012 A N A L I S I D E L L A D O M A N D A T U R I S T I C A N E G L I E S E R C I Z I A L B E R G H I E R I D I R O M A E P R O V I N C I A A N N O 2 0 1 2 R A P P O R T O A N N U A L E 2 0 1 2 1. L andamento

Dettagli

SEPARAZIONI E DIVORZI IN ITALIA

SEPARAZIONI E DIVORZI IN ITALIA 7 luglio 2011 Anno 2009 SEPARAZIONI E DIVORZI IN ITALIA Nel 2009 le separazioni sono state 85.945 e i divorzi 54.456, con un incremento rispettivamente del 2,1 e dello 0,2% rispetto all anno precedente.

Dettagli

annuario della scuola reggiana a.s. 2014/2015 a cura del Servizio Programmazione Scolastica, Educativa ed Interventi per la Sicurezza Sociale

annuario della scuola reggiana a.s. 2014/2015 a cura del Servizio Programmazione Scolastica, Educativa ed Interventi per la Sicurezza Sociale annuario della scuola reggiana a.s. 2014/2015 a cura del Servizio Programmazione Scolastica, Educativa ed Interventi per la Sicurezza Sociale popolazione scolastica QUADRO RIASSUNTIVO ALUNNI ISCRITTI A.S.

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 6 maggio 2013 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 Nel 2013 si prevede una riduzione del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari all 1,4% in termini reali, mentre per il 2014, il recupero

Dettagli

La popolazione in età da 3 a 5 anni residente nel comune di Bologna. Giugno 2015

La popolazione in età da 3 a 5 anni residente nel comune di Bologna. Giugno 2015 La popolazione in età da 3 a 5 anni residente nel comune di Bologna Giugno 2015 La presente nota è stata realizzata da un gruppo di lavoro dell Area Programmazione, Controlli e Statistica coordinato dal

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE SULLA FAMIGLIA

OSSERVATORIO NAZIONALE SULLA FAMIGLIA Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali Comune di Bologna OSSERVATORIO NAZIONALE SULLA FAMIGLIA SINTESI DELLA RICERCA SU: Le famiglie povere nelle regioni italiane. Aspetti oggettivi e soggettivi

Dettagli

L immigrazione straniera in Provincia di Cremona

L immigrazione straniera in Provincia di Cremona L immigrazione straniera in Provincia di Cremona di Alessio Menonna, Università degli Studi Milano-Bicocca Fondazione Ismu Cremona, 16 dicembre 2014 Stranieri residenti ogni 100 residenti nei comuni italiani

Dettagli

SAVONA - CENSIMENTO 2001

SAVONA - CENSIMENTO 2001 Popolazione residente 59.97 Popolazione residente in famiglia 59.37 Popolazione residente in Convivenza 6 Popolazione residente straniera 1.66 Famiglie 27.831 Nuclei familiari 17.594 Convivenze con almeno

Dettagli

Comune di Bergamo. a cura di: Bruno Vedovati

Comune di Bergamo. a cura di: Bruno Vedovati Comune di Bergamo a cura di: Bruno Vedovati febbraio 2013 2 Prefazione Questa indagine si iscrive nelle linee guida del progetto Bergamo città della Famiglia: piano strategico-operativo di Politiche per

Dettagli

Auser: Sistemi di Welfare e Comunità

Auser: Sistemi di Welfare e Comunità Auser: Sistemi di Welfare e Comunità 1. Ricomporre i Bisogni della Persona Provando a declinare alcune problematiche dall'agenda sociale, sembra che il tema degli anziani, dei mutamenti demografici, delle

Dettagli

I TEMPI DELL ADOZIONE

I TEMPI DELL ADOZIONE 58 CAPITOLO 4 I TEMPI DELL ADOZIONE 4.1 IL PERCORSO DEL BAMBINO: DALL ABBANDONO ALL ADOZIONE UNA DELLE NOVITÀ SALIENTI del rapporto 2008 è rappresentata dal monitoraggio sui dati che permettono di tracciare

Dettagli

LE FAMIGLIE RESIDENTI NELLA PROVINCIA DI TRIESTE

LE FAMIGLIE RESIDENTI NELLA PROVINCIA DI TRIESTE Assessorato alle Politiche Giovanili, Politiche Sociali ed Immigrazione, Promozione del Volontariato ed dell'associazionismo, Politiche della disabilità, Politiche di Pace e Legalità LE FAMIGLIE RESIDENTI

Dettagli

Sessantamila alla legge 194

Sessantamila alla legge 194 NO Sessantamila alla legge 194 25 ANNI DI VOLONTARIATO PER LA VITA totale bambini nati 90 000 gestanti assistite direttamente totale donne assistite direttamente 57 000 205 000 Da quando è entrata in vigore

Dettagli

LA SOCIETA VICENTINA Rapporto sugli orientamenti e i valori dei cittadini SCENARIO 2002 ALTOVICENTINO

LA SOCIETA VICENTINA Rapporto sugli orientamenti e i valori dei cittadini SCENARIO 2002 ALTOVICENTINO LA SOCIETA VICENTINA Rapporto sugli orientamenti e i valori dei cittadini SCENARIO 2002 ALTOVICENTINO VII Rapporto POSTER Associazione Industriali di Vicenza SCHEDA DELLA RICERCA * CAMPIONE RAPPRESENTATIVO

Dettagli

Le rilevazioni trimestrali di T.R.A.V.E.L. EXPO presso le strutture ricettive

Le rilevazioni trimestrali di T.R.A.V.E.L. EXPO presso le strutture ricettive Le rilevazioni trimestrali di T.R.A.V.E.L. EXPO presso le strutture ricettive Il bimestre Giugno-Luglio 2015 Rapporto di sintesi Il team di T.R.A.V.E.L.-EXPO, Settembre 2015 1 Tassi di partecipazione alla

Dettagli

Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano. Audizione dell Istituto nazionale di statistica:

Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano. Audizione dell Istituto nazionale di statistica: VERSIONE PROVVISORIA Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano Audizione dell Istituto nazionale di statistica: Dott. Roberto Monducci Direttore

Dettagli

Monitoraggio Indicazioni (DPR 89/2009, art. 1) Modalità organizzative

Monitoraggio Indicazioni (DPR 89/2009, art. 1) Modalità organizzative Monitoraggio Indicazioni (DPR 89/2009, art. ) FORMULARIO C - Scuola primaria Hanno partecipato alla rilevazione 5.944 istituzioni scolastiche tra istituti comprensivi e circoli didattici, per la maggior

Dettagli

Credito al consumo e migranti

Credito al consumo e migranti Credito al consumo e migranti Kirsten van Toorenburg, Responsabile Studi, Statistiche e Formazione ASSOFIN CORSO ITALIA, 17-20122 MILANO TEL. 02 865437 r.a. - FAX 02 865727 mailbox@assofin.it - www.assofin.it

Dettagli

Regione Veneto REPORT DI RICERCA Gli scenari futuri e il sistema di risposta ai problemi degli anziani

Regione Veneto REPORT DI RICERCA Gli scenari futuri e il sistema di risposta ai problemi degli anziani Regione Veneto REPORT DI RICERCA Gli scenari futuri e il sistema di risposta ai problemi degli anziani Ottobre 2006 Indice: 1. Invecchiamento della popolazione e cambiamenti nei sistemi di welfare...3

Dettagli

Separazioni, divorzi e affidamento dei minori

Separazioni, divorzi e affidamento dei minori 2 luglio 2004, divorzi e affidamento dei minori Anno 2002 Ogni anno l Istat conduce un indagine sulle separazioni e una sui divorzi rilevando, presso le cancellerie dei 165 tribunali civili, i dati relativi

Dettagli

L immigrazione straniera nella Provincia di Monza e della Brianza. Monza, 26 novembre 2014

L immigrazione straniera nella Provincia di Monza e della Brianza. Monza, 26 novembre 2014 L immigrazione straniera nella Provincia di Monza e della Brianza Monza, 26 novembre 2014 L immigrazione straniera nella Provincia di Monza e della Brianza di Alessio Menonna, Università degli Studi Milano-Bicocca

Dettagli

IL MERCATO DEI MUTUI SOTTO LA LENTE DEL GRUPPO TECNOCASA ANALISI DEL MUTUATARIO

IL MERCATO DEI MUTUI SOTTO LA LENTE DEL GRUPPO TECNOCASA ANALISI DEL MUTUATARIO IL MERCATO DEI MUTUI SOTTO LA LENTE DEL GRUPPO TECNOCASA ANALISI DEL MUTUATARIO PREMESSA I segnali di ripartenza sul mercato del credito sono sempre più evidenti. Le prime avvisaglie di miglioramento si

Dettagli

TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE

TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE (febbraio 2015) Il ciclo internazionale, l area euro ed i riflessi sul mercato interno Il ciclo economico internazionale presenta segnali favorevoli che si accompagnano

Dettagli

Ufficio di Statistica n 4 - ottobre/dicembre 2009

Ufficio di Statistica n 4 - ottobre/dicembre 2009 n 4 - ottobre/dicembre 2009 Sposarsi a Roma Sempre più tardi e sempre di meno. Introduzione Il matrimonio è sempre stato considerato fin dall antichità il pilastro per la creazione di una famiglia e per

Dettagli

INDICATORI SOCIO-ECONOMICI SU FIRENZE

INDICATORI SOCIO-ECONOMICI SU FIRENZE L istruzione a Firenze La diffusione dell istruzione tra le varie classi della popolazione non soltanto misura l efficacia del sistema scolastico di un dato sistema sociale, ma fornisce anche una misura

Dettagli

Obiettivi e metodologia della ricerca

Obiettivi e metodologia della ricerca Atteggiamenti e consapevolezza rispetto a salute e lavoro: un confronto tra cittadini italiani e cittadini stranieri provenienti da paesi a forte pressione migratoria (PFPM) Obiettivi e metodologia della

Dettagli

O s s e r v a t o r i o

O s s e r v a t o r i o 12 Con il Rapporto 2012 prosegue la serie dei Rapporti annuali dell Osservatorio Istruzione del Piemonte, realizzato congiuntamente dall Ires e dalla Regione Piemonte, dedicando un attenzione comparabile

Dettagli

LA COMUNITÀ SERBA IN ITALIA

LA COMUNITÀ SERBA IN ITALIA Direzione Generale Dell immigrazione e Delle Politiche Di integrazione LA COMUNITÀ SERBA IN ITALIA Abstract del Rapporto annuale sulla presenza degli immigrati - 2014 Rapporto annuale sulla presenza degli

Dettagli

Annuario Statistico Demografico

Annuario Statistico Demografico Città di Treviso Annuario Statistico Demografico 2014 a cura dell Ufficio Statistica Città di Treviso Annuario Statistico Demografico 2014 a cura dell Ufficio Statistica INTRODUZIONE Il presente annuario

Dettagli

Italy as a migration crossroad

Italy as a migration crossroad Italy as a migration crossroad Migration and migration policies in Italy and Europe Migrazioni e politiche migratorie in Italia e in Europa Enrico Pugliese Sapienza Università di Roma and IRPPS-CNR Il

Dettagli

Minori e seconde generazioni

Minori e seconde generazioni Minori e seconde generazioni Sono 509mila le nascite in Italia nel 2014, il livello minimo dall Unità d Italia: così segnala l Istituto nazionale di Statistica nel comunicato di febbraio che diffonde le

Dettagli

I TREND DEMOGRAFICI NELLA PROVINCIA DI RIMINI TRA IL 2000 E IL 2007

I TREND DEMOGRAFICI NELLA PROVINCIA DI RIMINI TRA IL 2000 E IL 2007 I TREND DEMOGRAFICI NELLA PROVINCIA DI RIMINI TRA IL 2000 E IL 2007 Natalità in ripresa Mortalità stazionaria Immigrazione in aumento Giovani (0-14) in aumento Giovani (25-35) in diminuzione I giovani

Dettagli

In Toscana diminuiscono adozioni e minori affidati a famiglie e strutture

In Toscana diminuiscono adozioni e minori affidati a famiglie e strutture In Toscana diminuiscono adozioni e minori affidati a famiglie e strutture FIRENZE Diminuisce il numero dei bambini e ragazzi in strutture di accoglienza e in afidameno familiare, così come le adozioni

Dettagli

La popolazione in età da 0 a 2 anni residente nel comune di Bologna. Dicembre 2015

La popolazione in età da 0 a 2 anni residente nel comune di Bologna. Dicembre 2015 La popolazione in età da 0 a 2 anni residente nel comune di Bologna Dicembre 2015 La presente nota è stata realizzata da un gruppo di lavoro dell Area Programmazione, Controlli e Statistica coordinato

Dettagli

LA COMUNITÀ MAROCCHINA IN ITALIA

LA COMUNITÀ MAROCCHINA IN ITALIA Direzione Generale Dell immigrazione e Delle Politiche Di integrazione LA COMUNITÀ MAROCCHINA IN ITALIA Abstract del Rapporto annuale sulla presenza degli immigrati - 2014 Rapporto annuale sulla presenza

Dettagli

I DATI IN SINTESI per la costruzione del Piano Strutturale

I DATI IN SINTESI per la costruzione del Piano Strutturale Forum Bologna. Città che cambia. I DATI IN SINTESI per la costruzione del Piano Strutturale 6. L EVOLUZIONE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Bologna aprile 2005 Indice 1. LE ABITAZIONI IN COMPLESSO...1 2. LE

Dettagli