Università degli Studi di Perugia Sede distaccata di Assisi Corso di Laurea in Economia internazionale del Turismo TURISTICHE SECONDA PARTE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Università degli Studi di Perugia Sede distaccata di Assisi Corso di Laurea in Economia internazionale del Turismo TURISTICHE SECONDA PARTE"

Transcript

1 Università degli Studi di Perugia Sede distaccata di ssisi Corso di Laurea in Economia internazionale del Turismo Corso di ECONOMI ZIENDLE E RGIONERI PPLICT LLE IMPRESE TURISTICHE SOLUZIONI ESERCIZI SECOND PRTE /2011 cura di Prof.ssa nna Lia Scannerini

2 INDICE ESERCIZI rgomento n. 1: Metodo e Sistema di rilevazione... p. 3 rgomento n. 2: Iva... p 5 rgomento n. 3: cquisti soggetti a Iva ordinaria... p. 14 rgomento n. 4 Vendite soggette a Iva ordinaria... p. 22 rgomento n. 5 cquisti e vendite soggetti al regime speciale Iva 74-ter... p. 27 rgomento n. 6 Costituzione di imprese turistiche... p. 48 rgomento n. 7 Finanziamenti esterni... p. 54 rgomento n. 8 Il fattore lavoro.... p. 66 rgomento n. 9 Operazioni di Intermediazione... p. 70 2

3 rgomento n. 1 Metodo e Sistema di Rilevazione 1) Quale dei seguenti non è un principio fondamentale del metodo della Partita Doppia (una o più risposte): a) in qualunque momento, il totale degli addebitamenti è uguale al totale degli accreditamenti b) in qualunque momento, il totale dei saldi dei conti con eccedenza Dare è uguale al totale dei saldi dei conti con eccedenza vere c) se in un certo momento i saldi Dare e vere di tutti i conti si raccolgono opportunamente in un unico conto, questo conto presenta un eccedenza Dare o vere pari al risultato economico realizzato sino a quel momento. 2) Il Metodo della Partita Doppia si fonda sul principio dualistico, ciò significa che: a) L impiego della partita doppia presuppone che si scelgano due aspetti sotto i quali considerare i fenomeni oggetto di osservazione b) L impiego della partita doppia presuppone che si utilizzino due sezioni di ogni conto per registrare i fenomeni oggetto di osservazione c) L impiego della partita doppia presuppone che ogni rilevazione si riferisca ad almeno due fatti di gestione 3) Le rilevazioni in partita doppia possono osservare i fatti di gestione: a) Sotto un aspetto principale e un aspetto secondario b) Sotto un aspetto originario e un aspetto derivato c) Sotto un aspetto caratteristico e un aspetto accessorio 4) Secondo il Metodo della Partita Doppia: a) L aspetto principale è quello che si rileva in Dare di uno o più conti b) L aspetto secondario è quello che si rileva in vere di uno o più conti c) L aspetto originario è l aspetto del fenomeno che viene per primo osservato d) L aspetto derivato è l aspetto sotto il quale si compie la rilettura del fenomeno sotto un altro angolo visuale e) L aspetto caratteristico è quello che si rileva in Dare o in vere del conto principale f) L aspetto accessorio è quello che si rileva in Dare o in vere del conto secondario 5) Con l impiego del Metodo della Partita Doppia: a) Ogni evento rilevato dà luogo ad una doppia rilevazione: una volta in Dare di uno o più conti, una volta in vere di uno o più conti b) Ogni evento rilevato dà luogo ad una doppia rilevazione: una volta in Dare di un conto principale, una volta in vere di un conto secondario c) Ogni doppia rilevazione si manifesta a seguito dell osservazione simultanea di due fatti di gestione 6) Secondo uno dei tre principi fondamentali della partita doppia: a) Se in un certo momento i saldi Dare e vere di tutti i conti si raccolgono opportunamente in un unico conto, quel conto si accende evidenziando il risultato di periodo b) Se in un certo momento i saldi Dare e vere di tutti i conti si raccolgono opportunamente in un unico conto, quel conto si spegne, presenta, cioè, il risultato di periodo c) Se in un certo momento i saldi Dare e vere di tutti i conti si raccolgono opportunamente in un unico conto, quel conto si spegne, presenta, cioè, saldo pari a zero 3

4 7) Una rilevazione in partita doppia si dice composta: a) Quando all addebitamento di un conto corrisponde l accreditamento di un altro conto b) Quando all addebitamento o accreditamento di un conto corrisponde l accreditamento o addebitamento di più altri conti c) Quando presenta simultaneamente accreditamenti e addebitamenti di più conti 8) Secondo il Sistema del Reddito: a) L aspetto finanziario delle operazioni di gestione rappresenta l aspetto principale b) L aspetto finanziario delle operazioni di gestione rappresenta l aspetto originario c) L aspetto economico delle operazioni di gestione rappresenta l aspetto derivato d) L aspetto economico delle operazioni di gestione rappresenta l aspetto secondario 9) Secondo il Sistema del Reddito: a) Ogni rilevazione deve interessare sia l aspetto economico che l aspetto finanziario b) Esistono rilevazioni che possono interessare esclusivamente l aspetto finanziario c) Non esistono rilevazioni che possono interessare esclusivamente l aspetto economico 10) Indicare l articolazione dei conti economici CONTI ECONOMICI DI CPITLE CONTI ECONOMICI DI REDDITO o COSTI SOSPESI o COSTI D ESERCIZIO o RICVI SOSPESI o RICVI D ESERCIZIO 11) Indicare l articolazione dei conti finanziari CONTI accesi a CREDITI E DEBITI DI FINNZIMENTO CONTI NUMERRI o CERTI o SSIMILTI o PRESUNTI 4

5 1) Che cosa si intende per Valore ggiunto? Il Valore dei beni e servizi venduti rgomento n. 2 IV Il ricavo dei beni e servizi venduti se soggetti a trasformazione Il ricavo dei beni venduti meno il costo dei beni e servizi acquistati per la loro formazione 2) Il regime ordinario Iva prevede l applicazione del metodo di calcolo dell imposta definito: Deduzione di base da base Detrazione di imposta da imposta Nessuna delle risposte precedenti è corretta 3) Indicare i presupposti per l applicazione dell IV OGGETTIVIT SOGGETTIVIT TERRITORILIT 4) Indicare se le seguenti affermazioni sono vere o false VERO FLSO L Iva costituisce sempre un COSTO per l impresa L Iva costituisce sempre un COSTO per il consumatore finale Ordinariamente l iva non costituisce un COSTO per l impresa, ma esistono alcuni casi previsti dalla normativa che fanno eccezione a questa regola generale 5) Indicare i Libri Fiscali Obbligatori ai fini IV REGISTRO FTTURE D CQUISTO REGISTRO FTTURE DI VENDIT REGISTRO CORRISPETTIVI per i commercianti LIBRO MERCI in C/LVORZIONE o DEPOSITO 6) L impresa LF ha venduto beni e servizi per 5000 euro e ha sostenuto i seguenti costi: beni 2000, servizi, 1000, lavoro 1000, oneri finanziari 200. quanto ammonta il valore aggiunto?

6 Presentare le scritture in P.D. relative alle operazioni d esercizio sotto indicate: 7) L impresa BET ha rilevato Iva su acquisti per 120 e Iva su vendite per 180. Eseguire la liquidazione e se dovuto il pagamento Iva mediante c/c bancario. Iva su acquisti Iva su vendite Erario c/iva Erario c/iva Iva su acquisti 120 Iva su vendite Erario c/iva 180 Erario c/iva 60 8) L impresa GMM ha rilevato Iva su acquisti per 200 e Iva su vendite per 180. Eseguire la liquidazione e se dovuto il pagamento Iva mediante c/c bancario. Iva su acquisti Iva su vendite Erario c/iva Erario c/iva Iva su acquisti 200 Iva su vendite Erario c/iva 180 9) L impresa BET ha rilevato Iva su acquisti per 250 e Iva su vendite per 380. Ha inoltre ricevuto note di credito con Iva in Variazione per 60 ed ha a sua volta emesso note di credito con Iva in variazione per 80. Eseguire la liquidazione e se dovuto il pagamento Iva mediante c/c bancario. Iva su acquisti Erario c/iva

7 Iva su vendite Iva c/variazioni Erario c/iva Iva su acquisti 250 Iva su vendite Erario c/iva 380 Erario c/iva Iva c/variazioni 20 Erario c/iva ) L impresa DELT ha rilevato un debito verso l Erario per Iva per 180,30. Eseguire il pagamento Iva mediante c/c bancario, eseguendo il necessario arrotondamento. Erario c/iva 180, rrotondamenti attivi 0,30 Erario c/iva Diversi rrotondamenti attivi 180 0,30 180,30 11) L impresa SIGM ha rilevato per il mese un debito verso l Erario per Iva per 290,30. Dal mese precedente risulta invece un credito Iva in sospeso per 90,40. Eseguire il pagamento Iva mediante c/c bancario, eseguendo il necessario arrotondamento. 90,40 199,90 Erario c/iva 290, ,10 rrotondamenti passivi 7

8 Diversi 200 Erario c/iva 199,90 rrotondamenti passivi 0,10 12) L impresa LF ha venduto servizi per 5400 euro e ha sostenuto i seguenti costi: beni 2400 e servizi 1200 tutti comprensivi di Iva. L impresa è soggetta al regime di imposta base da base. Effettuare le operazioni per il calcolo dell imponibile e dell imposta. 13) Il regime ordinario Iva prevede: liquidazioni e versamenti trimestrali liquidazioni ed eventuali versamenti mensili liquidazioni mensili ed annuale ed eventuali versamenti 14) La nota di variazione Iva: Viene emessa dall impresa che riceve i resi Viene emessa dall impresa che effettua i resi Viene emessa dall ufficio imposte 15) Le fatture emesse: Hanno numerazione casuale Non sono numerate Hanno numerazione progressiva 16) L ambito soggettivo di applicazione dell art. 74-ter riguarda: Le agenzie di viaggio che svolgono attività di intermediazione Le agenzie che svolgono attività di organizzazione viaggi e li vendono direttamente Le agenzie che svolgono attività di organizzazione viaggi e li vendono direttamente o tramite intermediari 17) L ambito oggettivo di applicazione dell art. 74-ter riguarda: L organizzazione di pacchetti turistici secondo l art. 2 del D.L. 111/95, le escursioni che si esauriscono nell arco della stessa giornata e le prestazioni di servizi singoli acquisiti nella disponibilità delle agenzie di viaggio prima che il viaggiatore abbia espresso una specifica richiesta in tal senso Esclusivamente l organizzazione di pacchetti turistici secondo l art. 2 del D.L. 111/95 L organizzazione di pacchetti turistici secondo l art. 2 del D.L. 111/95 e le escursioni che si esauriscono nell arco della stessa giornata 18) L ambito territoriale di applicazione dell art. 74-ter riguarda: La territorialità nazionale La territorialità comunitaria La territorialità internazionale 8

9 19) Secondo la territorialità prevista dall art. 74-ter sono operazioni imponibili: Le operazioni effettuate all interno della comunità europea Le operazioni effettuate al di fuori della comunità europea Le prestazioni miste per la parte effettuata nella comunità europea 20) L Secondo la territorialità prevista dall art. 74-ter sono operazioni imponibili: Le operazioni effettuate all interno della comunità europea e quelle miste per la parte dentro la comunità europea Le operazioni effettuate al di fuori della comunità europea Le operazioni effettuate all interno del territorio italiano Le operazioni effettuate al di fuori del territorio italiano 21) Secondo l art. 74-ter le agenzie che rientrano nell ambito soggettivo di applicazione del regime di deduzione di base da base, devono tenere: Registri dei corrispettivi e degli acquisti secondo l art. 74-ter Registro dei corrispettivi secondo l art. 74-ter e normale registro degli acquisti Registro degli acquisti secondo l art. 74-ter e normale registro dei corrispettivi 22) Il regime Iva previsto dall art 74-ter per le imprese che rientrano nei presupposti oggettivi, soggettivi e territoriali: E il regime di detrazione di imposta da imposta E il regime di detrazione di base da imposta E il regime di deduzione di base da base 23) Lo scorporo dell Iva previsto dalla normativa avviene: Secondo un criterio matematico dividendo la base imponibile lorda per l aliquota Iva Moltiplicando la base imponibile lorda per la percentuale arrotondata del 16,65% Moltiplicando la base imponibile netta per la percentuale del 20% 24) La determinazione dell imposta dovuta secondo l art. 74-ter si determina: Sottraendo i costi imponibili dai corrispettivi imponibili e moltiplicando il risultato per la percentuale del 16,65% Moltiplicando la differenza fra corrispettivi imponibili e costo imponibile per la percentuale del 16,65% e sottraendo il risultato alla base imponibile lorda Moltiplicando la base imponibile netta per la percentuale del 20% 25) Se i corrispettivi imponibili sono inferiori ai costi imponibili: Si determina un credito di costo da rinviare alla liquidazione successiva Si determina una imposta a credito della quale deve essere chiesto il rimborso Si determina un credito di costo del quale può essere chiesto il rimborso 26) Il momento impositivo ai fini Iva 74-ter: E la data del pagamento integrale del corrispettivo E la data di inizio del viaggio o del soggiorno E la data del pagamento integrale del corrispettivo o se antecedente la data di inizio del viaggio o del soggiorno 9

10 27) Riempire il prospetto seguente ai fini del calcolo della base imponibile netta, sapendo che: dal registro dei corrispettivi secondo l art. 74/TER risultano: o corrispettivi relativi ai viaggi eseguiti interamente dentro la UE: ,70 euro; o corrispettivi relativi ai viaggi eseguiti interamente fuori della UE ,00 euro; o corrispettivi relativi ai viaggi misti: ,00 euro. dal registro delle fatture di acquisto secondo l art. 74/TER, risultano: o acquisti relativi ai viaggi interamente svolti nella UE: ,00 euro; o acquisti relativi ai viaggi interamente svolti fuori della UE: ,00 euro; o acquisti relativi ai viaggi misti, per la parte UE: ,00 euro; o acquisti relativi ai viaggi misti, per la parte fuori UE: ,00 euro. dall anno precedente, risulta un credito di costo pari a 1500 euro. IV 74-TER PROSPETTO Da utilizzare per la compilazione della Sezione 1 del Quadro VG (genzie di Viaggio) Rigo VIGGI CORRISPETTIVI COSTI 1 Interamente nella UE 64658, ,00 2 Interamente fuori UE , ,00 3 Misti , ,00 4 TOTLE (1+2+3) , ,00 5 Ripartire i costi misti per la parte UE ,00 6 per la parte fuori UE ,00 DETERMINZIONE DEI CORRISPETTIVI PER LE PRTI UE E FUORI UE 7 Percentuale ricavata dai costi misti 56,20 % 8 Corrispettivi misti per la parte UE (rigo 3 x rigo 7): ,30 9 mmontare dei corrispettivi UE ,00 10 mmontare dei corrispettivi fuori UE ,70 11 mmontare dei costi deducibili ,00 12 Credito di costo dell'anno precedente 1.500,00 13 Base imponibile lorda ,00 14 Credito di costo 15 Base imponibile netta ,37 10

11 28) Riempire il prospetto seguente ai fini del calcolo della base imponibile netta, sapendo che: dal registro dei corrispettivi secondo l art. 74/TER risultano: o corrispettivi relativi ai viaggi eseguiti interamente dentro la UE ,00 euro; o corrispettivi relativi ai viaggi eseguiti interamente fuori della UE ,00 euro; o corrispettivi relativi ai viaggi misti: ,00 euro. dal registro delle fatture di acquisto secondo l art. 74/TER, risultano: o acquisti relativi ai viaggi interamente svolti nella UE: ,00 euro; o acquisti relativi ai viaggi interamente svolti fuori della UE: ,00 euro; o acquisti relativi ai viaggi misti, per la parte UE: ,00 euro; o acquisti relativi ai viaggi misti, per la parte fuori UE: ,00 euro. IV 74-TER PROSPETTO Da utilizzare per la compilazione della Sezione 1 del Quadro VG (genzie di Viaggio) Rigo VIGGI CORRISPETTIVI COSTI 1 Interamente nella UE , ,00 2 Interamente fuori UE , ,00 3 Misti , ,00 4 TOTLE (1+2+3) , ,00 5 Ripartire i costi misti Per la parte UE ,00 6 Per la parte fuori UE ,00 DETERMINZIONE DEI CORRISPETTIVI PER LE PRTI UE E FUORI UE 7 Percentuale ricavata dai costi misti 53,70 % 8 Corrispettivi misti per la parte UE ,50 9 mmontare dei corrispettivi UE ,50 10 mmontare dei corrispettivi fuori UE ,50 11 mmontare dei costi deducibili ,00 12 Credito di costo dell'anno precedente 0 13 Base imponibile lorda 14 Credito di costo 197,50 15 Base imponibile netta 11

12 Premessa Si procede alla liquidazione dell Iva del terzo trimestre. La situazione è la seguente: costi per servizi UE ,00; costi per servizi fuori UE ; costi per servizi misti parte UE 7.000,00; costi per servizi misti parte fuori UE 8.000,00; corrispettivi per viaggi interamente UE ,00; corrispettivi per viaggi interamente fuori UE ,00; corrispettivi per viaggi misti ,00; acquisti ordinari soggetti ad Iva al 20% 2.300,00; acquisti ordinari soggetti ad Iva al 10% 5.400,00; ricavi ordinari soggetti ad Iva al 20% 6.000,00; 29) Determinata l Iva a ex art. 74 ter, in data 30/9 si procede a scorporare l Iva dai ricavi Percentuale corrispettivi misti = 46,67% Base Lorda = Base netta = Imposta = 2.586,30 Ricavi pacchetti UE Iva ex 74- ter /09 Ricavi pacchetti UE a Iva ex 74-ter ) Nella stessa data, si riepiloga la posizione debitoria o creditoria ai fini Iva, nel conto Erario c/iva, per determinare la posizione della Jolly nei confronti dello Stato * 20% = *10% = 540 Iva su acquisti = * 20% = Iva su vendite = Iva su acquisti Erario c/iva Iva su vendite Iva ex 74-ter Erario c/iva Iva su acquisti Iva ex 74-ter Erario c/iva Iva su vendite Erario c/iva

13 31) In data 16 novembre si procede al pagamento dell Iva, con un interesse dell 1%, tramite bonifico bancario. Erario c/iva Interessi passivi ,86 rrotondamenti passivi ,14 Erario c/iva Interessi passivi rrotondamenti passivi a ,86 0,

14 rgomento n. 3 cquisti soggetti a Iva ordinaria 1) L albergo Sole in data 1/9 acquista materiali di consumo per 2500 euro + Iva al 20%. Regolamento a 30 giorni. Materiali di consumo c/acquisti Fornitori Iva su acquisti 500 Fornitori 3000 Materiali di consumo c/acquisti 2500 Iva su acquisti 500 2) L albergo Sole paga il fornitore per l acquisto del 1/9 con un bonifico bancario. Fornitori Fornitori ) In data 1/7 l agenzia di viaggi Quo Vadis acquista mobili per 9000 euro + Iva 20%. Pagamento a 60 giorni. Le spese di trasporto ammontano a 200 euro e sono a carico del venditore, ma le paga il compratore alla consegna. Fornitori c/spese anticipate Cassa Mobili Iva su acquisti Fornitori di immobilizzazioni

15 Fornitori c/spese antic. Cassa 200 Fornitori di immob Mobili 9000 Iva su acquisti 1800 Fornitori di immobilizzaz. Fornitori c/spese ant ) Il 10/8 l agenzia di viaggi Quo Vadis paga in anticipo il fornitore di mobili ottenendo un abbuono finanziario di 90 euro Fornitori di immobilizzazioni Sconti attivi 90 Fornitori di immobilizzaz. bbuoni attivi ) In data 1/5 l albergo Sole acquista un PC per 1900 euro + Iva 20%. Pagamento mediante pagherò a 60 giorni Computer Fornitori di immobilizzazioni Iva su acquisti Cambiali passive Fornitori di immobilizzaz Computer 1900 Iva su acquisti 380 Fornitori di immobilizzaz. Cambiali passive

16 6) 1/4 Il tour operator Qui e Là acquista materiali di consumo per 1200 euro + Iva 20%. Regolamento mediante girata di una cambiale attiva di pari importo rilasciata da un impresa cliente. Materiali di consumo c/acquisti Fornitori Iva su acquisti Cambiali attive Fornitori 1440 Mat. di consumo c/acquisti 1200 Iva su acquisti 240 Fornitori Cambiali attive ) 1/10 L albergo Sole paga in ritardo il fornitore di PC, il quale pretende 30 euro per interessi di mora. Cambiali passive Interessi passivi di mora Cambiali passive Interessi passivi di mora ) 5/4 L albergo Sole acquista materie prime per la ristorazione per Iva 20%. Regolamento a fine mese Materie prime c/acquisti Fornitori Iva su acquisti 16

17 Materie prime c/acquisti Iva su acquisti Fornitori ) 25/4 L albergo Sole riscontra difformità qualitative in alcune materie prime per la ristorazione acquistate il 5/4 e restituisce merce per un valore di 300. Ricevuta nota di credito per Iva 20%. Regolamento a fine mese Resi su acquisti Fornitori Iva c/variazioni 60 Fornitori Resi su acquisti Iva c/variazioni ) 30/11 L albergo LU si affida ad una ditta esterna per la pulizia camere di fine stagione, sostenendo spese per 2500 euro + Iva 20%. Pagamento mediante assegno bancario. Pulizie esterne Fornitori di servizi Iva su acquisti Pulizie esterne Iva su acquisti Fornitori di servizi Fornitori di servizi

18 11) 1/12 L agenzia di viaggi Quo Vadis prende in affitto un immobile per aprire un nuovo punto vendita. L affitto annuale è di euro annui, da corrispondere quadrimestralmente in via anticipata a partire dalla data della stesura del contratto mediante bonifico bancario. Fitti passivi Fitti passivi ) 1/9 Il tour operator Qui e Là stipula un contratto pubblicitario con una emittente privata. La fattura prevede servizi pubblicitari per euro + Iva 20%. Il pagamento avviene mediante girata di una cambiale attiva in portafoglio. Spese di pubblicità Fornitori di servizi Iva su acquisti Cambiali attive Fornitori di servizi 6000 Spese di pubblicità 5000 Iva su acquisti 1000 Fornitori di servizi Cambiali attive ) 15/06 Giungono a scadenza cambiali passive del valore di euro precedentemente emesse dall albergo LU per regolare l acquisto di un frigorifero. Il pagamento avviene regolarmente mediante banca. Cambiali passive Cambiali passive

19 14) 8/2 L albergo Sole incassa regolarmente cambiali attive in scadenza per euro. Cambiali attive Cassa Cassa Cambiali attive ) L agenzia Blu decide di iniziare ad esercitare un attività marginale quale la vendita di materiale turistico accessorio. tale scopo in data 15 aprile si acquistano da un grossista 50 carte stradali e 100 guide turistiche da vendere in agenzia. Il prezzo unitario delle carte è di 3, mentre quello delle guide turistiche è di 10. Rilevare l acquisto in partita doppia.. 50*3 = *10 = cquisti pubblicazioni turistiche cquisti pubblicazioni turistiche ) In data 30/06 si acquistano valori bollati da tenere a disposizione in un apposita cassa, pagando in contanti 362. Valori bollati Cassa Valori bollati Cassa ) In data 1/07 si sostengono spese di pubblicità per Iva 20% pagando con un assegno bancario Spese di pubblicità

20 Iva su acquisti 400 Spese di pubblicità Iva su acquisti a Premessa In data 12/10 l albergo Salieri versa ad un fornitore un anticipo di Iva al 10%, tramite assegno bancario. In data 22/10 riceve le merci del valore di , alle quali si riferisce l anticipo, accompagnate da fattura (Iva 10%). In data 30/10 l albergo esegue il pagamento di quanto dovuto a saldo mediante bonifico bancario. In data 5/11 merci per non rispondenti alle caratteristiche concordate con l acquisto vengono restituite al fornitore, che emette nota di credito Fornitori c/anticipi 18) Rilevare la fattura di anticipo da parte dell albergo Salieri Iva a credito 500 Fornitori c/anticipi Iva a credito ) Rilevare la fattura per le merci da parte dell albergo Salieri. Valore merci nticipo Imponibile Iva Totale fattura cquisto merci Fornitori c/anticipi

21 Iva a credito Debiti verso fornitori cquisti di merci Iva a credito Fornitori c/anticipi Debiti verso fornitori ) Rilevare il pagamento del saldo da parte dell albergo Salieri. Debiti verso fornitori Debiti verso fornitori ) Rilevare il ricevimento della nota di credito da parte dell albergo Salieri. Resi su acquisti Debiti verso fornitori Iva c/variazioni 300 Debiti verso fornitori Resi su acquisti Iva c/variazioni

22 rgomento n. 4 Vendite soggette a Iva ordinaria 1) 1/6 L albergo Sole affitta ad un ristoratore indipendente alcune sale in esubero. L affitto annuale è pattuito in euro da corrispondere bimestralmente in via anticipata a partire dalla data del contratto, mediante bonifico bancario. Fitti attivi Fitti attivi ) L agenzia Blu decide di iniziare ad esercitare un attività marginale quale la vendita di materiale turistico accessorio. Questi beni sono di tipo particolare con Iva assolta all origine. In data 18 aprile vengono vendute in contanti ad un cliente 2 guide e tre carte stradali ad un prezzo unitario di 15 e tre carte stradali ad un prezzo unitario di 5. Rilevare la vendita in partita doppia Vendite pubblicazioni turistiche Cassa Cassa Vendite pubblicazioni turistiche 45 Premessa In data 2/10 l albergo Salieri emette ricevuta fiscale al cliente Rosi per pernottamenti in camera doppia per 5 giorni, al prezzo di 110 a camera a notte ed incassa il relativo importo tramite Bancomat. Il cliente aveva effettuato la prenotazione tramite l agenzia Blu, alla quale vengono riconosciute provvigioni del 7%. In data 5/10 l albergo Salieri riceve la fattura provvigioni. In data 15/10 effettua il pagamento delle provvigioni all albergo tramite bonifico bancario. 3) Rilevare l emissione della ricevuta fiscale al cliente Rosi da parte dell albergo Salieri. 110*5= /110*100=500 Iva = 500*10%=50 Ricavi pernottamento Crediti verso clienti

23 Iva a debito 50 Crediti verso clienti a Ricavi pernottamento Iva a debito ) Rilevare l incasso dal cliente Rosi da parte dell albergo Salieri. Crediti verso clienti Crediti verso clienti 550 5) Rilevare il ricevimento della fattura provvigioni dell agenzia Blu da parte dell albergo Salieri. 550*7% = 38,5 Iva = 38,5*20%=7,7 Provvigioni passive Debiti verso Fornitori agenzia Blu 38,5 46,2 7,7 Iva a credito Provvigioni passive Iva a credito Debiti verso Fornitori agenzia Blu 38,5 7,7 46,2 6) Rilevare il pagamento dell agenzia Blu da parte dell albergo Salieri. Debiti verso Fornitori agenzia Blu 46,2 46,2 23

24 Debiti verso Fornitori agenzia Blu a 46,2 Premessa In data 8/10 l albergo Salieri emette fattura al cliente Verdi per pernottamenti in camera doppia per 3 giorni, al prezzo di 110 a camera a notte ed incassa il relativo importo tramite Bancomat. 7) Rilevare l emissione della fattura al cliente Verdi da parte dell albergo Salieri. 110*3= /110*100=300 Iva 30 Ricavi pernottamento Crediti verso clienti Iva a debito 30 Crediti verso clienti a Ricavi pernottamento Iva a debito ) Rilevare l incasso dal cliente Verdi da parte dell albergo Salieri. Crediti verso clienti a Crediti verso clienti 330 Premessa F In data 15/11 l albergo Salieri riceve dal cliente Bianchi un anticipo di 440 (comprensive di Iva) con bonifico bancario per future prestazioni alberghiere pattuite ed emette fattura di anticipo. Successivamente, in data 30/11, eseguite le prestazioni alle quali si riferisce l anticipo, trattamento di pensione completa per 176 al giorno a persona, per due persone per 7 giorni, emette fattura, che viene incassata mediante Bancomat. Successivamente si rileva insieme al cliente che le giornate da conteggiare erano 6 e non 7 e si emette nota di credito per la correzione. 24

25 9) Rilevare la fattura di anticipo da parte dell albergo Salieri. 440/110*100=400 Iva 40 Clienti c/anticipi Iva a debito 40 a Diversi; Clienti c/anticipi Iva a debito ) Rilevare la fattura per le prestazioni eseguite da parte dell albergo Salieri. 176*2*7= /110*100= = *10%=184 Ricavi pensione completa Clienti c/anticipi Iva su vendite Crediti verso clienti Clienti c/anticipi Crediti verso clienti a Ricavi pensione completa Iva su vendite ) Rilevare l incasso del saldo da parte dell albergo Salieri. Crediti verso clienti

26 a Crediti verso clienti ) Rilevare l emissione della nota di credito da parte dell albergo Salieri. 176*2= /110*100=320 Iva 32 Resi su vendite Crediti verso clienti Iva c/variazioni a Crediti verso clienti 352 Resi su vendite 320 Iva c/variazioni 32 13) L albergo Salieri affitta ad un PCO sale per un evento ad un prezzo di Iva 20%. Per il regolamento emette cambiali che vengono accettate dal cliente. Rilevare la vendita e l emissione di cambiali da parte dell albergo Salieri. Ricavi affitto sale Crediti verso clienti Iva a debito Cambiali attive Crediti verso clienti Ricavi affitto sale Iva a debito Cambiali attive Crediti verso clienti

27 rgomento n. 5 cquisti e vendite soggetti al regime speciale Iva 74-ter Premessa 12/1 Il tour operator Qui e Là vende direttamente al cliente finale un viaggio settimanale alle Maldive per tre persone, con partenza prevista per il 10/03. La quota di partecipazione unitaria è di E, la quota di iscrizione è di 50 a persona. (Operazione interamente fuori UE). 1) lla vendita, il tour operator rileva l acconto, pagato dal cliente con il Bancomat, composto dalle quote di iscrizione più il 30% del prezzo del viaggio. Clienti c/acconti Clienti c/acconti ) 1/3 Dieci giorni prima della partenza il cliente versa il saldo al tour operator, pagando con il Bancomat. Crediti verso Clienti Ricavi Viaggi Fuori UE 4500 Ricavi Quote d iscrizione Clienti c/acconti 1500 Crediti verso Clienti Ricavi Viaggi Fuori UE Ricavi Quote d iscrizione

28 Crediti verso Clienti 4650 Clienti c/acconti Premessa B Per la realizzazione di pacchetti di viaggio a Parigi per il periodo 9-15 aprile il Tour operator Qui e Là sostiene le seguenti spese: Servizi alberghieri acquistati nella propria disponibilità per (Iva inclusa). Fattura ricevuta in data 20 aprile, regolamento fine mese mediante bonifico bancario. Servizi di trasporto acquistati nella propria disponibilità per (non imponibile Iva) Fattura ricevuta in data 10 aprile. Regolamento fine mese mediante bonifico bancario. Servizi a terra per Iva 20%. Fattura ricevuta in data 15 aprile. Regolamento fine mese mediante bonifico bancario. Operazione interamente nella UE. 3) Rilevare il ricevimento delle fatture di acquisto rispettando l ordine cronologico sul libro giornale cquisto Servizi alberghieri UE Debiti verso Fornitori lberghi cquisto Servizi di trasporto UE Debiti verso Fornitori Vettori cquisto servizi a terra Debiti verso Fornitori ltri /04 cquisto servizi di trasporto UE a Debiti verso Fornitori Vettori /04 cquisto servizi a terra UE a Debiti versi Fornitori ltri /04 cquisto servizi alberghieri UE a Debiti verso Fornitori - lberghi

COSTITUZIONE DI SOCIETA DI CAPITALI

COSTITUZIONE DI SOCIETA DI CAPITALI COSTITUZIONE DI SOCIETA DI CAPITALI Esempio di costituzione di una S.r.l. Si costituisce il 31 ottobre la S.r.l. Beta, con un capitale sociale di 300.000 sottoscritto dai soci seguenti: - socio A: quota

Dettagli

ESERCIZI DI CONTABILITA PRIMA PARTE

ESERCIZI DI CONTABILITA PRIMA PARTE ESERCIZI DI CONTABILITA PRIMA PARTE ACQUISTO E VENDITA: In data 1/7 la società X paga fitti passivi per euro 6000, con denaro in cassa. In data 3/7la società riscuote, in contanti, fitti attivi per euro

Dettagli

Come gestire, dal punto di vista contabile e amministrativo, le nuove attività di business di un agenzia di viaggi moderna

Come gestire, dal punto di vista contabile e amministrativo, le nuove attività di business di un agenzia di viaggi moderna Come gestire, dal punto di vista contabile e amministrativo, le nuove attività di business di un agenzia di viaggi moderna Giulio Benedetti dottore commercialista e revisore contabile lun 2 / mer 4 / gio

Dettagli

Percorso formativo Riflessioni sul sistema contabile delle Agenzie di Viaggi e Turismo. A cura di Caterina Claudi. I INCONTRO Organizzato da

Percorso formativo Riflessioni sul sistema contabile delle Agenzie di Viaggi e Turismo. A cura di Caterina Claudi. I INCONTRO Organizzato da Percorso formativo Riflessioni sul sistema contabile delle Agenzie di Viaggi e Turismo ANALISI REGIMI IVA APPLICABILI AL SETTORE DELLE AGENZIE DI VIAGGIO A cura di I INCONTRO Organizzato da FIAVET LAZIO

Dettagli

Regime speciale IVA per le agenzie di viaggio. di Miriam Berretta. Agenzie di viaggio. Regime speciale Iva per le agenzie di viaggio

Regime speciale IVA per le agenzie di viaggio. di Miriam Berretta. Agenzie di viaggio. Regime speciale Iva per le agenzie di viaggio Regime speciale IVA per le agenzie di viaggio di Miriam Berretta 1 Agenzie di viaggio Si possono definire agenzie di viaggio e turismo le imprese che esercitano attività di produzione, organizzazione di

Dettagli

ESERCITAZIONE 11 LA COSTITUZIONE DI SPA E ALTRE OPERAZIONI DI GESTIONE. Si rilevino le seguenti operazioni nel Libro Mastro e nel Libro Giornale.

ESERCITAZIONE 11 LA COSTITUZIONE DI SPA E ALTRE OPERAZIONI DI GESTIONE. Si rilevino le seguenti operazioni nel Libro Mastro e nel Libro Giornale. Prof.ssa ntonietta Cosentino Sapienza Università di Roma ECONOMI ZIENDLE - Casi e Soluzioni ESERCITZIONE 11 L COSTITUZIONE DI SP E LTRE OPERZIONI DI GESTIONE Si rilevino le seguenti operazioni nel Libro

Dettagli

AGENZIE VIAGGI e TOUR OPERATOR Economia, Gestione ed aspetti fiscali

AGENZIE VIAGGI e TOUR OPERATOR Economia, Gestione ed aspetti fiscali S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO AGENZIE VIAGGI e TOUR OPERATOR Economia, Gestione ed aspetti fiscali GIULIO BENEDETTI S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Argomenti: - Adempimenti

Dettagli

RAGIONERIA GENERALE 10 CFU Simulazione

RAGIONERIA GENERALE 10 CFU Simulazione Prof. Stefano Coronella Cognome: Nome: Matricola: Aula: Documento identità (tipo e numero; basta anche il solo libretto universitario) Rilasciato da: Firma Rilasciato il: Segnare con una X l unica risposta

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 5 SCRITTURE DI GESTIONE C) SCRITTURE RELATIVE ALLE VENDITE E D) SCRITTURE RELATIVE AL REGOLAMENTO DEI CREDITI 3 novembre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità

Dettagli

PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE

PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE Edmondo De Amicis Via C. Parenzo 16 ROVIGO Tel. 0425-21240 Fax 0425-422820 E-mail segreteria@itcrovigo.it Web www.itcrovigo.it C.F. 93028770290 C.M. ROIS008009

Dettagli

1/11/n. Esercizi e domande per recuperare Economia aziendale classe III Igea. Marina Ciaudano Maria Sobrero

1/11/n. Esercizi e domande per recuperare Economia aziendale classe III Igea. Marina Ciaudano Maria Sobrero + =? r i =??? 1/11/n 9 20% 1? a 5 4 fa? Come si Esercizi e domande per recuperare Economia aziendale classe III Igea % Marina Ciaudano Maria Sobrero fa? Come si Esercizi e domande per recuperare Economia

Dettagli

RAGIONERIA GENERALE 10 CFU Simulazione

RAGIONERIA GENERALE 10 CFU Simulazione Prof. Stefano Coronella Cognome: Nome: Matricola: Aula: Documento identità (tipo e numero; basta anche il solo libretto universitario) Rilasciato da: Firma Rilasciato il: Segnare con una l unica risposta

Dettagli

Capitolo 4 - a) Acquistate merci per 300, pagamento per contanti

Capitolo 4 - a) Acquistate merci per 300, pagamento per contanti prime applicazioni del metodo della partita doppia Capitolo 4 - a) Acquistate merci per 300, pagamento per contanti.../ /200n VEN Merci c/ acquisti D 300,00.../ /200n VFN Cassa A 300,00 D Cassa A D Merci

Dettagli

4. CONTABILITA GENERALE SCRITTURE DI RETTIFICA SU ACQUISTI E SCRITTURE RELATIVE AL REGOLAMENTO DEI DEBITI

4. CONTABILITA GENERALE SCRITTURE DI RETTIFICA SU ACQUISTI E SCRITTURE RELATIVE AL REGOLAMENTO DEI DEBITI 4. CONTABILITA GENERALE SCRITTURE DI RETTIFICA SU ACQUISTI E SCRITTURE RELATIVE AL REGOLAMENTO DEI DEBITI 1 3) Rettifiche su acquisti Le rettifiche su acquisti (o scritture di rettifica dei costi) si riferiscono

Dettagli

ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE

ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE LE OPERAZIONI DI VENDITA 1 LE OPERAZIONI DI VENDITA DI BENI DI SERVIZI DI IMMOBILIZZAZIONI SUI MERCATI ESTERI 2 Pag. 1 DI BENI Il giorno 27 luglio viene emessa una fattura

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 5 SCRITTURE DI GESTIONE C) SCRITTURE RELATIVE ALLE VENDITE E D) SCRITTURE RELATIVE AL REGOLAMENTO DEI CREDITI 6 dicembre 2007 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità

Dettagli

CONTO SALDI DARE AVERE

CONTO SALDI DARE AVERE Simulazione n. 1 La situazione dei conti al 30/11/2014 della società Even Srl che svolge attività mercantile, presenta i seguenti saldi: CONTO SALDI DARE AVERE Attrezzature 200.000,00 Banca di Roma c/c

Dettagli

AGENZIE VIAGGI e TOUR OPERATOR Economia, Gestione ed aspetti fiscali

AGENZIE VIAGGI e TOUR OPERATOR Economia, Gestione ed aspetti fiscali S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO AGENZIE VIAGGI e TOUR OPERATOR Economia, Gestione ed aspetti fiscali GIULIO BENEDETTI S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Definizioni di base 1

Dettagli

COMPITI PER LE VACANZE CLASSE 4 M LLT

COMPITI PER LE VACANZE CLASSE 4 M LLT Completa, con l inserimento dei dati mancanti, l analisi dei seguenti fatti di gestione effettuati dalla ditta Mario Rossi & c. (titolare di conto corrente bancario presso la BANCA DI ROMA) 1) la ditta

Dettagli

ESERCITAZIONE DEL 15-11-2011. Acquisti e vendite Resi, sconti e abbuoni Cambiali

ESERCITAZIONE DEL 15-11-2011. Acquisti e vendite Resi, sconti e abbuoni Cambiali ESERCITAZIONE DEL 15-11-2011 Acquisti e vendite Resi, sconti e abbuoni Cambiali La società D Alessio S.p.a. ha un Capitale sociale di 120.000, interamente versati in un conto corrente bancario. Nel corso

Dettagli

QUADERNO DI CONTABILITA GENERALE ESERCIZI N. 3: ECONOMIA AZIENDALE I. Insegnamento di CORSI DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE ED ECONOMIA E COMMERCIO

QUADERNO DI CONTABILITA GENERALE ESERCIZI N. 3: ECONOMIA AZIENDALE I. Insegnamento di CORSI DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE ED ECONOMIA E COMMERCIO Insegnamento di ECONOMIA AZIENDALE I CORSI DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE ED ECONOMIA E COMMERCIO UNIVERSITÀ DI FIRENZE A.A. 2007/08 A CURA DI GIACOMO MANETTI QUADERNO DI ESERCIZI N. 3: CONTABILITA GENERALE

Dettagli

La vendita di beni e la prestazione di servizi competenza temporale rilevare nel momento in cui i beni sono consegnati ovvero i servizi sono resi

La vendita di beni e la prestazione di servizi competenza temporale rilevare  nel momento in cui i beni sono consegnati ovvero i servizi sono resi La vendita di beni e la prestazione di servizi L operazione di vendita, analogamente all operazione di acquisto, è caratterizzata da uno schema di svolgimento tipico composto in particolare dalle seguenti

Dettagli

ESERCITAZIONE N.1 MODELLO EQUILIBRIO MODELLO CONTABILE

ESERCITAZIONE N.1 MODELLO EQUILIBRIO MODELLO CONTABILE ESERCITAZIONE N.1 MODELLO EQUILIBRIO MODELLO CONTABILE Dopo avere completato la tabella a doppia entrata e analizzato le variazioni coinvolte, si rilevino con scritture cronologiche e sistematiche in partita

Dettagli

18 SCRITTURE DI GESTIONE C) SCRITTURE RELATIVE ALLE VENDITE E D) SCRITTURE RELATIVE AL REGOLAMENTO DEI CREDITI

18 SCRITTURE DI GESTIONE C) SCRITTURE RELATIVE ALLE VENDITE E D) SCRITTURE RELATIVE AL REGOLAMENTO DEI CREDITI CONTABILITA GENERALE 18 SCRITTURE DI GESTIONE C) SCRITTURE RELATIVE ALLE VENDITE E D) SCRITTURE RELATIVE AL REGOLAMENTO DEI CREDITI 17 novembre 2005 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La

Dettagli

3. CONTABILITA GENERALE

3. CONTABILITA GENERALE 3. CONTABILITA GENERALE II) SCRITTURE DI GESTIONE A) SCRITTURE RELATIVE AGLI ACQUISTI 1 Scritture di gestione Si distinguono le seguenti rilevazioni contabili: A. scritture relative agli acquisti; B. regolamento

Dettagli

GARA NAZIONALE IGEA - ANNO 2013 -

GARA NAZIONALE IGEA - ANNO 2013 - GARA NAZIONALE IGEA - ANNO 2013 - PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE La prova consiste nello svolgimento di due parti, la parte A e la parte B PARTE A - obbligatoria - ( punti 40 ) Operazioni relative alla S.p.A.:

Dettagli

Esercitazione Ragioneria Generale ed Applicata A.A. 2015/2016 Il caso Vini buoni Spa

Esercitazione Ragioneria Generale ed Applicata A.A. 2015/2016 Il caso Vini buoni Spa Esercitazione Ragioneria Generale ed Applicata A.A. 2015/2016 Il caso Vini buoni Spa TESTO ESERCITAZIONE CODIFICATO 1. In data 2/12 si paga al fornitore Le bottiglie Srl, tramite bonifico bancario, un

Dettagli

ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE

ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE LE OPERAZIONI DI FINANZIAMENTO CON CAPITALE DI TERZI 1 LE OPERAZIONI DI FINANZIAMENTO CON CAPITALE DI TERZI OPERAZIONI A BREVE TERMINE - rapporto di conto corrente - operazioni

Dettagli

Spett.le DITTA/ SOCIETÀ CIRCOLARE n. CF 01/2010

Spett.le DITTA/ SOCIETÀ CIRCOLARE n. CF 01/2010 Spett.le DITTA/ SOCIETÀ CIRCOLARE n. CF 01/2010 Come comunicato con la circolare CC 02/2006, Vi rinnoviamo la segnalazione che nella nuova veste del nostro sito internet www.studiosinergie.it, sono costantemente

Dettagli

DIRITTO ED ECONOMIA PER L AZIENDA ESERCIZI PER IL CORSO DI RECUPERO ESTIVO CLASSI TERZE LINGUISTICO

DIRITTO ED ECONOMIA PER L AZIENDA ESERCIZI PER IL CORSO DI RECUPERO ESTIVO CLASSI TERZE LINGUISTICO DIRITTO ED ECONOMIA PER L AZIENDA ESERCIZI PER IL CORSO DI RECUPERO ESTIVO CLASSI TERZE LINGUISTICO Es. n. 1 Presentare le parti tabellari delle seguenti fatture: lo/lo ricevuta fattura della ditta Romano

Dettagli

PROSPETTO DI CLASSIFICAZIONE DEI CONTI DENOMINAZIONE CONTI ECONOMICI CONTI FINANZIARI CONTI di reddito capitale Numerari Finanziamento Costi Eserc.

PROSPETTO DI CLASSIFICAZIONE DEI CONTI DENOMINAZIONE CONTI ECONOMICI CONTI FINANZIARI CONTI di reddito capitale Numerari Finanziamento Costi Eserc. PROSPETTO DI CLASSIFICAZIONE DEI CONTI DENOMINAZIONE CONTI ECONOMICI CONTI FINANZIARI Costi Ricavi Costi sospesi (CS)/ Ricavi sospesi Abbuoni attivi X Abbuoni passivi X Aggio di emissione X Ammortamento

Dettagli

Esercizi di ingresso. 1) Scritture in Partita Doppia

Esercizi di ingresso. 1) Scritture in Partita Doppia Esercizi di ingresso 1) Scritture in Partita Doppia 03/04 ACQUISTI DI MERCI 13.885,20 03/04 IVA A CREDITO 2.777,04 03/04 DEBITI V/FORNITORI 504,00 03/04 INTERESSI PASSIVI V/FORNITORI 84,66 03/04 DEBITI

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 4 SCRITTURE DI RETTIFICA SU ACQUISTI e B) SCRITTURE RELATIVE AL REGOLAMENTO DEI DEBITI 6 dicembre 2007 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 3)

Dettagli

Tema n. 1 1 quesito: Prospetto 1

Tema n. 1 1 quesito: Prospetto 1 Tema n. 1 In data 31/12/02 si decide lo scorporo di un ramo d azienda dalla società Gamma S.p.A. - che ha i- niziato la propria attività in data 1/1/1995 - ed il suo successivo conferimento nella società

Dettagli

Contabilità e Bilancio. La sintesi dei valori contabili. ..e poi. Prof. Matteo POZZOLI

Contabilità e Bilancio. La sintesi dei valori contabili. ..e poi. Prof. Matteo POZZOLI Contabilità e Bilancio Prof. Matteo POZZOLI Le scritture di assestamento La sintesi dei valori contabili Siamo al 31.12 dell esercizio X o meglio stiamo predisponendo il bilancio dell esercizio X - cosa

Dettagli

1/1/n+1 Procedere alla riapertura dei conti e allo storno delle rimanenze, dei ratei e deirisconti iniziali

1/1/n+1 Procedere alla riapertura dei conti e allo storno delle rimanenze, dei ratei e deirisconti iniziali ESERCIZIO n. 1 Assestamento, determinazione del reddito e scritture di riapertura Eccedenze Dare Eccedenze Avere Denaro in cassa 4.262,70 Patrimonio Netto 928.690,60 Interessi passivi v/forn. 10.105,20

Dettagli

COMPITO A Candidato matricola.

COMPITO A Candidato matricola. COMPITO A Candidato matricola. Si risponda sinteticamente alle seguenti domande e si risolva ordinatamente il punto 8. 1 a domanda Definire il concetto di soggetto giuridico con riferimento alle varie

Dettagli

Spett.le DITTA/ SOCIETÀ CIRCOLARE n. CF 01/2008

Spett.le DITTA/ SOCIETÀ CIRCOLARE n. CF 01/2008 Spett.le DITTA/ SOCIETÀ CIRCOLARE n. CF 01/2008 Come comunicato con la circolare CC 02/2006, Vi rinnoviamo la segnalazione che nella nuova veste del nostro sito internet www.studiosinergie.it, sono costantemente

Dettagli

ACQUISIZIONE DI BENI STRUMENTALI, FINANZIAMENTI, FULL COSTING

ACQUISIZIONE DI BENI STRUMENTALI, FINANZIAMENTI, FULL COSTING Temi in preparazione alla maturità ACQUISIZIONE DI BENI STRUMENTALI, FINANZIAMENTI, FULL COSTING di Lucia BARALE ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 Materie: Economia aziendale (Classe 5 a Istituto Tecnico e Istituto

Dettagli

ELENCHI INTRASTAT 2010: NUOVI CHIARIMENTI DALL AGENZIA DELLE ENTRATE PARTE SECONDA

ELENCHI INTRASTAT 2010: NUOVI CHIARIMENTI DALL AGENZIA DELLE ENTRATE PARTE SECONDA Circolare N. 51 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 2 luglio 2010 ELENCHI INTRASTAT 2010: NUOVI CHIARIMENTI DALL AGENZIA DELLE ENTRATE PARTE SECONDA Con Circolare n. 36/E/2010, l Agenzia delle Entrate

Dettagli

TRACCIA SOLUZIONE ESAME DI CONTABILITA AZIENDALE E BILANCIO 21 LUGLIO 2006

TRACCIA SOLUZIONE ESAME DI CONTABILITA AZIENDALE E BILANCIO 21 LUGLIO 2006 TRACCIA SOLUZIONE ESAME DI CONTABILITA AZIENDALE E BILANCIO 21 LUGLIO 2006 a cura di Ericka Costa SCRITTURE IN P.D. 1. L utile dell esercizio precedente viene distribuito come segue: 7.000 tra i soci,

Dettagli

BENI STRUMENTALI GESTIONE DEL PERSONALE

BENI STRUMENTALI GESTIONE DEL PERSONALE BENI STRUMENTALI 1) In data 02/05/n l industriale Federico Pizzetto stipula un contratto di acquisto di un macchinario con la Vortici srl alle seguenti condizioni: costo complessivo 60.000 euro + iva ordinaria

Dettagli

ESERCITAZIONE DI CONTABILITÀ GENERALE

ESERCITAZIONE DI CONTABILITÀ GENERALE ESERCITAZIONE DI CONTABILITÀ GENERALE RIPASSO GENERALE DELLE REGOLE DI PARTITA DOPPIA NON È MATERIALE DIDATTICO DA STUDIARE AI FINI DEL CORSO DI ECONOMIA DELLE OPERAZIONI STRAORDINARIE D'IMPRESA A.A. 2010/2011

Dettagli

Esercitazione Ragioneria Generale ed Applicata A.A. 2015/2016 Il caso Vini buoni Spa PROFILO AZIENDALE

Esercitazione Ragioneria Generale ed Applicata A.A. 2015/2016 Il caso Vini buoni Spa PROFILO AZIENDALE PROFILO AZIENDALE L impresa industriale Vini buoni SPA produce e vende vini imbottigliati. L impianto di produzione si compone dei seguenti beni ammortizzabili: vasche di scarico dell uva, diraspatrici,

Dettagli

Esercitazioni del corso di Ragioneria generale ed applicata Corso 50-99

Esercitazioni del corso di Ragioneria generale ed applicata Corso 50-99 Esercitazioni del corso di Ragioneria generale ed applicata Corso 50-99 ESERCITAZIONE N 2 ARGOMENTI CONSIDERATI: Fase di diritto e fase di fatto delle registrazioni contabili Registrazione dei finanziamenti

Dettagli

RATEI ATTIVI E PASSIVI

RATEI ATTIVI E PASSIVI RATEI ATTIVI E PASSIVI Costituiscono ratei attivi o passivi rispettivamente i crediti o debiti, relativi a ricavi o costi di competenza dell esercizio che si chiude e di esercizi successivi, i quali avranno

Dettagli

Le rilevazioni contabili

Le rilevazioni contabili Le rilevazioni contabili Una rilevazione contabile consiste nella raccolta e nella elaborazione dei dati relativi alla gestione, al fine di rappresentarli e interpretarli. Le rilevazioni contabili si concretano

Dettagli

Quadro dei conti di un azienda industriale in forma di s.p.a. e raccordo conlevoci di Stato patrimoniale e Conto economico

Quadro dei conti di un azienda industriale in forma di s.p.a. e raccordo conlevoci di Stato patrimoniale e Conto economico Quadro dei conti di un azienda industriale in forma di s.p.a. e raccordo conlevoci di Stato patrimoniale e Conto economico Quadro dei conti Voci di: Stato patrimoniale (art. 2424 c.c.) Conto economico

Dettagli

Libri contabili e scritture. Prof. Luigi Trojano 1

Libri contabili e scritture. Prof. Luigi Trojano 1 Libri contabili e scritture Prof. Luigi Trojano 1 Agenda 1 I libri e le rilevazioni in partita doppia 2 Imposta sul valore aggiunto 3 Esercizi: acquisti, vendite, liquidazione IVA Prof. Luigi Trojano 2

Dettagli

LIBRI DI TESTO: DTA VOL. A e B - SCUOLA & AZIENDA Libro terza

LIBRI DI TESTO: DTA VOL. A e B - SCUOLA & AZIENDA Libro terza KIT di DTA - CLASSE 4^BTT - A.S. 2014/15 LIBRI DI TESTO: DTA VOL. A e B - SCUOLA & AZIENDA Libro terza Libro quarta RIPASSO E APPROFONDIMENTO IL TURISMO: ASPETTI GENERALI LE IMPRESE DI VIAGGI LE IMPRESE

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 5 SCRITTURE DI RETTIFICA SU ACQUISTI e SCRITTURE RELATIVE AL REGOLAMENTO DEI DEBITI 24 ottobre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 3) Rettifiche

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 3 II) SCRITTURE DI GESTIONE A) SCRITTURE RELATIVE AGLI ACQUISTI 6 dicembre 2007 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 II) Scritture di gestione

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 3 II) SCRITTURE DI GESTIONE A) SCRITTURE RELATIVE AGLI ACQUISTI 11 ottobre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 II) Scritture di gestione

Dettagli

QUADRO DEI CONTI DI UN IMPRESA COMMERCIALE IN FORMA DI SNC

QUADRO DEI CONTI DI UN IMPRESA COMMERCIALE IN FORMA DI SNC QUADRO DEI CONTI DI UN IMPRESA COMMERCIALE IN FORMA DI SNC 00.00 CREDITI V/SOCI 00.01 Socio c/conferimenti 00.10 Socio c/reintegro 00.20 Socio c/prelevamenti 01.00 IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 01.01 Costi

Dettagli

GARA NAZIONALE IGEA 2011 PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE

GARA NAZIONALE IGEA 2011 PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE GARA NAZIONALE IGEA 2011 PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE Si richiede lo svolgimento della parte A e di uno dei punti a scelta della parte B E consentito l uso del Codice Civile non commentato e della calcolatrice

Dettagli

Operazioni di gestione

Operazioni di gestione DISPENSA XXXXXXXXXXXXX MANAGEMENT Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto Dispensa Operazioni di gestione ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE IN CAMPANIA INDICE Le liquidazioni

Dettagli

IVA Imposta sul valore aggiunto (concetti base per le implicazioni contabili)

IVA Imposta sul valore aggiunto (concetti base per le implicazioni contabili) IVA Imposta sul valore aggiunto (concetti base per le implicazioni contabili) IMPOSTA INDIRETTA sui consumi che si applica alle: 1. cessioni di beni; 2. prestazioni di servizi; compiute nel territorio

Dettagli

7. La costituzione d impresa e le principali operazioni di gestione

7. La costituzione d impresa e le principali operazioni di gestione 102 C) Il Piano dei conti Capitolo 3 Il Piano dei conti è un elenco ragionato di tutti gli oggetti di conto che il contabile prevede di attivare per le proprie registrazioni e contiene le note illustrative

Dettagli

II) SCRITTURE DI GESTIONE A) SCRITTURE RELATIVE AGLI ACQUISTI

II) SCRITTURE DI GESTIONE A) SCRITTURE RELATIVE AGLI ACQUISTI CONTABILITA GENERALE 16 II) SCRITTURE DI GESTIONE A) SCRITTURE RELATIVE AGLI ACQUISTI 3 novembre 2005 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 II) Scritture di gestione

Dettagli

(anno n e anno n+1) Anno N. 20/04 sottoscrizione da parte degli azionisti di 100.000 azioni del valore nominale di 10.

(anno n e anno n+1) Anno N. 20/04 sottoscrizione da parte degli azionisti di 100.000 azioni del valore nominale di 10. ESERCITAZIONE N 2 (anno n e anno n+1) In questa esercitazione, partendo dalla costituzione di una S.p.A., vengono eseguite le scritture continuative relative alle operazioni svolte durante l esercizio;

Dettagli

IL FINANZIAMENTO DELL AZIENDA

IL FINANZIAMENTO DELL AZIENDA IL FINANZIAMENTO DELL AZIENDA L azienda può finanziare lo svolgimento della propria attività produttiva mediante: a) CAPITALE PROPRIO: si tratta di mezzi finanziari apportati dal proprietario o dai soci;

Dettagli

PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE

PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE GARA NAZIONALE PROGETTO MERCURIO - ANNO 2013 - PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE La prova consiste nello svolgimento di due parti, la parte A e la parte B PARTE A - obbligatoria - ( punti 20 ) Operazioni relative

Dettagli

Esercitazioni di economia aziendale (II modulo)

Esercitazioni di economia aziendale (II modulo) Università degli Studi di Pavia Facoltà di Economia Anno Accademico 2012-2013 Esercitazioni di economia aziendale (II modulo) Dario Capittini Economia aziendale - Esercitazioni 1 Il processo di rilevazione

Dettagli

PIANO DEI CONTI DI UNA SOCIETÀ PER AZIONI (CON ATTIVITÀ INDUSTRIALE)

PIANO DEI CONTI DI UNA SOCIETÀ PER AZIONI (CON ATTIVITÀ INDUSTRIALE) PIANO DEI CONTI DI UNA SOCIETÀ PER AZIONI (CON ATTIVITÀ INDUSTRIALE) 00.00 CREDITI V/SOCI 00.01 Azionisti c/sottoscrizione 00.02 Azionisti c/versamenti richiamati 00.05 Azionisti c/reintegro 01.00 IMMOBILIZZAZIONI

Dettagli

LA GESTIONE FINANZIARIA:REPERIMENTO DI RISORSE E INVESTIMENTI IN TITOLI

LA GESTIONE FINANZIARIA:REPERIMENTO DI RISORSE E INVESTIMENTI IN TITOLI Esercizio 3 In data 1/6 la società Delta S.p.A. ottiene un anticipazione bancaria con scadenza al 1/8 per l importo di 10.000. Gli interessi sono liquidati in via posticipata ed ammontano a 500. In data

Dettagli

Contabilità e bilancio 4/ed - Fabrizio Cerbioni, Lino Cinquini, Ugo Sòstero Copyright 2015 - McGraw-Hill Education (Italy) srl PIANO DEI CONTI

Contabilità e bilancio 4/ed - Fabrizio Cerbioni, Lino Cinquini, Ugo Sòstero Copyright 2015 - McGraw-Hill Education (Italy) srl PIANO DEI CONTI PIANO DEI CONTI 1. COMPONENTI POSITIVE DI REDDITO 1.1. Ricavi di vendita 1.1.1. Prodotti c/vendite 1.1.2. Merci c/vendite 1.1.3. Servizi c/vendite 1.1.4. Prodotti c/vendite estero 1.1.5. Merci c/vendite

Dettagli

TRACCIA A ESERCIZIO 1

TRACCIA A ESERCIZIO 1 TRACCIA A ESERCIZIO 1 Nel corso del 2009 la ditta individuale Verdi ha effettuato, tra le altre, le operazioni di gestione di seguito riportate. Presentare le scritture a libro giornale (gestione e assestamenti;

Dettagli

Traccia n. 1. Prospetto dei conti al 31 dicembre. Eccedenze

Traccia n. 1. Prospetto dei conti al 31 dicembre. Eccedenze Traccia n. 1 1. Il Candidato compili la Situazione Contabile dell impresa «Omega SpA», tenendo conto che il prospetto contabile di seguito presentato è stato redatto dopo la prima e la seconda fase dell

Dettagli

Gli strumenti di raccolta di tipo personalizzato

Gli strumenti di raccolta di tipo personalizzato Gli strumenti di raccolta di tipo personalizzato Economia delle aziende di credito.. 2008/2009 Università degli studi Roma Tre - Economia delle aziende di credito,.. 2008/2009 1 Indice degli argomenti

Dettagli

Lez. 3. I ferri del mestiere. I registri in cui si effettuano le registrazioni. Lez. 3 1

Lez. 3. I ferri del mestiere. I registri in cui si effettuano le registrazioni. Lez. 3 1 Lez. 3 I ferri del mestiere I registri in cui si effettuano le registrazioni Lez. 3 1 La tecnica di rilevazione Per effettuare le registrazioni contabili occorre disporre di due strumenti: il piano dei

Dettagli

Presentare il prospetto dello Stato Patrimoniale che evidenzia gli impieghi e le fonti di finanziamento

Presentare il prospetto dello Stato Patrimoniale che evidenzia gli impieghi e le fonti di finanziamento Svolgere il seguente esercizio. Al termine di un certo anno gli impieghi e i finanziamenti di capitale di debito di un impresa commerciale sono i seguenti: merci 106.000 euro, automezzi 18.000 euro, debiti

Dettagli

OIC 19: Debiti. Novara, 27 gennaio 2015. Lorenzo Gelmini

OIC 19: Debiti. Novara, 27 gennaio 2015. Lorenzo Gelmini OIC 19: Debiti Novara, 27 gennaio 2015 Lorenzo Gelmini Introduzione: gli obiettivi e l ambito del nuovo principio contabile o Riordino generale della tematica o Miglior coordinamento con gli altri principi

Dettagli

Università degli Studi di Ferrara Dipartimento di Economia e Management Prova scritta di Ragioneria Generale ed Applicata 3 settembre 2014 COGNOME:

Università degli Studi di Ferrara Dipartimento di Economia e Management Prova scritta di Ragioneria Generale ed Applicata 3 settembre 2014 COGNOME: Università degli Studi di Ferrara Dipartimento di Economia e Management Prova scritta di Ragioneria Generale ed Applicata 3 settembre 2014 COGNOME: NOME: MATRICOLA: PRIMA PARTE ooooooooo Con riferimento

Dettagli

CONTABILITÀ ECONOMICA

CONTABILITÀ ECONOMICA CONTABILITÀ ECONOMICA PREVISIONE LIQUIDAZIONE RILEVAZIONE DEI MOVIMENTI MONETARI RICLASSIFICAZIONE DEI MOVIMENTI MONETARI IN BASE ALLA CAUSALE ECONOMICA: DI CAPITALE FINANZIARIO E DI REDDITO RILEVAZIONE

Dettagli

CONTABILITA GENERALE REGOLE PER LE REGISTRAZIONI CONTABILI SCRITTURE DI COSTITUZIONE

CONTABILITA GENERALE REGOLE PER LE REGISTRAZIONI CONTABILI SCRITTURE DI COSTITUZIONE CONTABILITA GENERALE 15 REGOLE PER LE REGISTRAZIONI CONTABILI E SCRITTURE DI COSTITUZIONE 3 novembre 2006 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 Contabilità Generale

Dettagli

RILEVAZIONI CONTABILI DI SCONTO E INCASSO EFFETTI, RICEVUTE BANCARIE E FACTORING

RILEVAZIONI CONTABILI DI SCONTO E INCASSO EFFETTI, RICEVUTE BANCARIE E FACTORING RILEVAZIONI CONTABILI DI SCONTO E INCASSO EFFETTI, RICEVUTE BANCARIE E FACTORING L operazione di sconto cambiario Lo sconto cambiario rappresenta un operazione di smobilizzo dei crediti commerciali mediante

Dettagli

CONTROLLI CONTABILI DI BILANCIO

CONTROLLI CONTABILI DI BILANCIO CONTROLLI CONTABILI DI BILANCIO Descrizione Verifiche Sì No Crediti verso soci Sono stati controllati gli importi ancora dovuti da parte dei Versamenti soci relativamente al capitale sottoscritto ma non

Dettagli

ESERCITAZIONE N.1 MODELLO EQUILIBRIO MODELLO CONTABILE

ESERCITAZIONE N.1 MODELLO EQUILIBRIO MODELLO CONTABILE ESERCITAZIONE N.1 MODELLO EQUILIBRIO MODELLO CONTABILE Dopo avere completato la tabella a doppia entrata e analizzato le variazioni coinvolte, si rilevino con scritture cronologiche e sistematiche in partita

Dettagli

ESAMI DI STATO PER L'ABILITAZIONE ALL'ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI ESPERTO CONTABILE SESSIONE di giugno 2008 I TEMI DELLE PROVE SCRITTE

ESAMI DI STATO PER L'ABILITAZIONE ALL'ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI ESPERTO CONTABILE SESSIONE di giugno 2008 I TEMI DELLE PROVE SCRITTE ESAMI DI STATO PER L'ABILITAZIONE ALL'ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI ESPERTO CONTABILE SESSIONE di giugno 2008 I TEMI DELLE PROVE SCRITTE DEL 03 LUGLIO 2008 I Il candidato illustri le finalità economico

Dettagli

LA CONTABILITÀ GENERALE

LA CONTABILITÀ GENERALE LA CONTABILITÀ GENERALE OGGETTO: IL SISTEMA DELLE OPERAZIONI DI GESTIONE SCOPO: 1) DETERMINAZIONE PERIODICA CAPITALE DI FUNZIONAMENTO E REDDITO 2) CONTROLLO CONTINUO MOVIMENTI FINANZIARI ED ECONOMICI STRUMENTO:

Dettagli

ASPETTI GENERALI. 1. Premessa

ASPETTI GENERALI. 1. Premessa Aspetti generali ASPETTI GENERALI 1. Premessa In un paese come l Italia, caratterizzato dalla presenza di un patrimonio culturale, storico e paesaggistico di enorme valore, il settore turistico rappresenta

Dettagli

Analisi di casi: costituzione, riparto utili e aumento capitale sociale nelle spa

Analisi di casi: costituzione, riparto utili e aumento capitale sociale nelle spa Albez edutainment production Analisi di casi: costituzione, riparto utili e aumento capitale sociale nelle spa Classe IV ITC 1 CASO In data 11-01 si è costituita la Beta spa con capitale sociale di 600.000,

Dettagli

Dinamico Educational. Obiettivi ed esercitazioni da svolgere. vers. 02 2012 a cura del prof. Salvatore Nucci

Dinamico Educational. Obiettivi ed esercitazioni da svolgere. vers. 02 2012 a cura del prof. Salvatore Nucci Dinamico Educational Obiettivi ed esercitazioni da svolgere vers. 02 2012 a cura del prof. Salvatore Nucci Dinamico educational vers. 02-2012 Obiettivi Lavorare con il software Dinamico Educational ci

Dettagli

Società per azioni: concetti essenziali; riparto utili; aumento di capitale Esercitazione per la 4ª classe ITC e IPSC

Società per azioni: concetti essenziali; riparto utili; aumento di capitale Esercitazione per la 4ª classe ITC e IPSC Società per azioni: concetti essenziali; riparto utili; aumento di capitale Esercitazione per la 4ª classe ITC e IPSC Lidia Sorrentino OBIETTIVI Verificare la conoscenza delle principali problematiche

Dettagli

ACQUISTI, VENDITE DI BENI E SERVIZI E REGOLAZIONE DI DEBITI E CREDITI

ACQUISTI, VENDITE DI BENI E SERVIZI E REGOLAZIONE DI DEBITI E CREDITI ESERCITAZIONE N. 2 - ACQUISTI, VENDITE DI BENI E SERVIZI E REGOLAZIONE DI DEBITI E CREDITI Dott.ssa Carlotta del Sordo Corso di Economia Aziendale CLEGA Facoltà di Economia di Forlì Università degli Studi

Dettagli

Albez edutainment production. Economia Aziendale I. L Imposta sul Valore Aggiunto (IVA)

Albez edutainment production. Economia Aziendale I. L Imposta sul Valore Aggiunto (IVA) Albez edutainment production Economia Aziendale I L Imposta sul Valore Aggiunto (IVA) 1 Sommario L IVA Il valore aggiunto Facciamo un esempio I presupposti dell IVA Riassumendo Le operazioni ai fini IVA

Dettagli

Il ciclo di approvvigionamento

Il ciclo di approvvigionamento 1 Il ciclo di approvvigionamento Gli acquisti imponibili Al momento del ricevimento della fattura di acquisto (regolamento a 30 gg.), si ha : V. E. - V. E. + Materie c/acquisti 100 Iva ns. credito 21 Debiti

Dettagli

- Ricevuta in data 15/11 fattura per acquisto materie prime pari ad 20.000 più Iva al 20%; nella fattura vengono inseriti costi di imballaggio per

- Ricevuta in data 15/11 fattura per acquisto materie prime pari ad 20.000 più Iva al 20%; nella fattura vengono inseriti costi di imballaggio per Si costituisce in data 10/01 la società Alfa Spa con un capitale sociale di 200.000 sottoscritto come segue: socio Bianchi 55% e socio Rossi 45%. Il socio Bianchi si impegna a conferire in denaro quanto

Dettagli

Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generale M.Scricco. Il conto

Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici Ragioneria generale M.Scricco. Il conto Il conto Il conto, strumento di rilevazione delle scritture complesse, è un insieme di valori riferibili ad un determinato oggetto (un costo: materie c/acquisto, oneri assicurativi ; un credito, un ricavo)

Dettagli

L AUTOFATTURA. Acquisti effettuati da soggetti d'imposta stabiliti nel territorio nazionale

L AUTOFATTURA. Acquisti effettuati da soggetti d'imposta stabiliti nel territorio nazionale Padova, 23 agosto 2010 L AUTOFATTURA Acquisti effettuati da soggetti d'imposta stabiliti nel territorio nazionale Per le prestazioni di servizi e le cessioni di beni rese da operatori non residenti nei

Dettagli

Operazioni varie di gestione aziendale

Operazioni varie di gestione aziendale Operazioni varie di gestione aziendale di Teresa Tardia Esercitazione di economia aziendale per la classe terza ITC Nel mese di febbraio la ditta GiLuVi, azienda commerciale, ha compiuto le seguenti: 01-feb

Dettagli

Ragioneria generale ed applicata Prof. Salvatore Madonna pag. 1

Ragioneria generale ed applicata Prof. Salvatore Madonna pag. 1 Ragioneria generale ed applicata Prof. Salvatore Madonna pag. 1 Esercizio n. 1 (Finanziamento) Si effettui, per le operazioni di gestione sotto riportate, l'analisi della natura delle variazioni di valore.

Dettagli

CIRCOLARE 36/E 21.06.2010

CIRCOLARE 36/E 21.06.2010 CIRCOLARE 36/E 21.06.2010 SIMONE DEL NEVO 24.06.2010 Studio Del Nevo I CHIARIMENTI Assumono rilevanza intrastat solo le prestazioni di servizio generiche disciplinate dall articolo 7 ter DPR 633/72: CICLO

Dettagli

Applicazione n. 5. La destinazione e la distribuzione dell utile. Acconti su dividendi. L inadempimento del socio

Applicazione n. 5. La destinazione e la distribuzione dell utile. Acconti su dividendi. L inadempimento del socio Università degli Studi di Bari Aldo Moro Dipartimento di Scienze Economiche e Metodi Matematici Insegnamento di Ragioneria Applicata (a. a. 2012-2013) Corso di Laurea in Economia e Commercio Applicazione

Dettagli

Modulo contabile Agenzie di viaggio

Modulo contabile Agenzie di viaggio RIFERIMENTI ALLA NORMATIVA DELLE. L'attività di organizzazione di viaggi e soggiorni in genere è svolta da operatori specifici (cosiddetti Tour operator) che organizzano i viaggi in nome proprio, ma per

Dettagli

Quadro dei conti di un azienda individuale

Quadro dei conti di un azienda individuale Documento Piano dei conti Biblioteca di Economia aziendale Quadro dei conti di un azienda individuale Quadro dei conti sintetico Quadro dei conti analitico per il secondo biennio Istituti Tecnici del settore

Dettagli

Albez edutainment production. La costituzione. Classe III ITC

Albez edutainment production. La costituzione. Classe III ITC Albez edutainment production La costituzione Classe III ITC 1 La costituzione di un impresa Adempimenti giuridici e fiscali costituzione impresa commerciale individuale Ottenere autorizzazioni (amministrative

Dettagli

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Economia

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Economia Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Economia ESERCITAZIONE PRATICA DI CONTABILITA GENERALE Prof.ssa Mara Del Baldo Dott. Antonio Rizzuto Dott.ssa Elena De Renzio Fano, 03 dicembre 2009

Dettagli

Agenzie Viaggi e Tour Operator IL REGIME IVA ART. 74TER

Agenzie Viaggi e Tour Operator IL REGIME IVA ART. 74TER S.A.F. Agenzie Viaggi e Tour Operator IL REGIME IVA ART. 74TER BENEDETTI DOTT. GIULIO Programma Fatturazione Liquidazioni IVA Tipologie di Attività Fonti Normative 2 S.A.F. Fonti Normative Fonti normative

Dettagli