Mappatura del Mal Web

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Mappatura del Mal Web"

Transcript

1 Mappatura del Mal Web I domini più pericolosi al mondo Mappatura del Mal Web 1

2 Mappatura del Mal Web I domini più pericolosi al mondo Autori: Barbara Kay, CISSP, Secure by Design Group CONTENUTI Paula Greve, Direttore della Ricerca, McAfee Labs Introduzione 3 Punti fondamentali: Mappatura del Mal Web IV 4 L importanza della mappatura del web 6 Attività illegali relative ai domini di primo livello 7 Metodologia 9 Alcune considerazioni sulle classificazioni 11 Analisi delle classificazioni 12 L evoluzione delle minacce esistenti 21 Commenti di alcuni registrar e operatori di domini di primo livello 23 Conclusioni 26

3 Introduzione Le botnet sono grandi fonti di profitto per i criminali? La prossima volta che cercherete la foto di un personaggio celebre o un tutorial, vi consigliamo di fare attenzione ai domini di primo livello (TLD), rappresentati dalle ultime lettere degli URL nei risultati di ricerca. Lo studio Mappatura del Mal Web di quest anno, condotto da McAfee, ha sottolineato un incremento record del livello, che ha raggiunto il 6,2% degli oltre 27 milioni di domini attivi analizzati. Per gli utenti che accedono con leggerezza alle pagine web, il rischio può rivelarsi notevolmente superiore alle aspettative. Quest anno, il numero di siti che contengono codici maligni, in grado di sottrarre password e dati relativi all identità degli utenti, sfruttare le vulnerabilità dei browser o installare elementi che trasformano i computer in zombie è maggiore. Se un utente fosse consapevole del fatto che tre siti su cinque appartenenti a un determinato TLD sono rischiosi, probabilmente sceglierebbe un sito differente per scaricare la foto che sta cercando. Ad esempio, nonostante la popolarità crescente del Vietnam come destinazione turistica, i siti Analisi delle minacce per la sicurezza condotta da McAfee Global Threat Intelligence Adware/spyware/ trojan/virus Exploit browser Uso eccessivo di popup commerciali Reputazione a rischio (file, rete, motori di ricerca web e ) Volume elevato di messaggi commerciali (spam) ) Affiliazione con altri siti a rischio registrati in Vietnam (.VN) dovrebbero essere considerati una zona off-limits. Quest anno, il dominio.vn si è piazzato fra i cinque TLD più rischiosi di Internet, con una percentuale di siti che ospitano contenuti o attività pericolosi o potenzialmente rischiosi pari al 58%, fra cui: Malware Codici in grado di danneggiare il sistema o effettuare operazioni dannose su un computer (che comprendono keylogger, codici in grado di sottrarre le password e zombie kit). Exploit browser Attacchi e contenuti malware malware che sfruttano le vulnerabilità del software di un computer. Phishing Siti fasulli, apparentemente legittimi, concepiti per sottrarre informazioni agli utenti o installare codici maligni. Spam Moduli di registrazione che, una volta completati, causano l invio massiccio di messaggi commerciali o spam. Affiliazioni a rischio Siti che contengono link ad altri siti maligni, oppure siti che hanno relazioni sospette, ad esempio in termini di gestione, registrazione o servizio di hosting. Il livello è determinato mediante la valutazione di diversi parametri per ogni sito web. I TLD.INFO e.cm comprendono approssimativamente lo stesso numero di siti sicuri e siti a rischio, mentre il TLD.VN comprende un numero maggiore di siti a rischio rispetto a quelli sicuri. Mappatura del Mal Web 3

4 Punti fondamentali: Mappatura del Mal Web IV Nel suo quarto studio annuale sul rischio relativo legato ai TLD, McAfee ha riscontrato che il livello complessivo del web è in aumento rispetto all anno scorso. In particolare, è stato rilevato un aumento del rischio relativo ai TLD già classificati come pericolosi, come ad esempio.info. Allo stesso tempo, alcuni del TLD risultati maggiormente a rischio nel 2009, come Singapore (.SG) e Venezuela (.VE), si sono rivelati più sicuri. Infine, le nuove aree sono rappresentate da domini di primo livello come quelli di Vietnam (.VN), Armenia (.AM) e Polonia (.PL). Nota: l insieme delle statistiche fa riferimento alle percentuali ponderate, salvo diverse indicazioni.. Il rischio è in aumento La media complessiva di siti a rischio è aumentata, passando dal 5,8% (2009) al 6,2% (2010). Nel 2007 e nel 2008, la percentuale di siti web classificati in rosso (da evitare) o in giallo (da visitare con prudenza) è risultata pari al 4,1%. Nonostante la metodologia adottata fosse diversa nei primi due anni, l andamento delle tendenze (in aumento e verso destra) appare costante. Navigare sul web in sicurezza è sempre più difficile. di siti a rischio sul web I cinque TLD più rischiosi Il dominio di primo livello.com (commerciale; il TLD con maggiori livelli di traffico) è risultato essere il TLD più rischioso, con una percentuale del 31,3%. Questo primato negativo apparteneva in precedenza al dominio di primo livello.cm (Camerun), che quest anno è al quarto posto nella classifica del TLD più rischiosi, mentre il TLD.INFO è passato dal quinto al secondo posto rispetto all anno precedente. I cinque TLD con la maggior percentuale di registrazioni a rischio sono i seguenti: --.COM (commerciale) 31,3% --.INFO (informazioni) 30,7% --.VN (Vietnam) 29,4% --.CM (Camerun) 22,2% --.AM (Armenia) 12,1% Distribuzione globale L area geografica che comprende Europa, Medio Oriente e Africa (EMEA) ha il dubbio privilegio di essere associata a 7 fra i 20 TLD maggiormente a rischio, che comprendono due new entry : l Armenia (.AM) e la Polonia (.PL). L area geografica Asia-Pacifico (APAC) segue con sei TLD, mentre i domini di primo livello di tipo generico, come.net (rete), comprendono cinque dei 20 domini maggiormente a rischio. Per quanto riguarda le Americhe, soltanto gli Stati Uniti, col TLD.US, si piazzano in quattordicesima posizione. Mappatura del Mal Web 4

5 I TLD generici sono in testa Rispetto ai livelli rilevati per area geografica, i TLD generici e sponsorizzati risultano essere quelli in media più rischiosi. Questi TLD superano la media complessiva del 7,9%, mentre le tre aree geografiche sono comprese nella media del 6,2%. L area geografica APAC ha visto una diminuzione della propria media rispetto al 2009, dal 13% al 4,9%; la media per gli Stati Uniti è pari al 2,7%, mentre quella dell area EMEA è dell 1,9%. Progressi notevoli (.SG) merita un riconoscimento per la riduzione del livello. Quest anno, il TLD è infatti passato dalla decima all ottantunesima posizione nella classifica dei domini di primo livello più a rischio. Allo stesso tempo, il dominio delle isole Filippine (.PH) è sceso in venticinquesima posizione, rispetto alla sesta posizione del I TLD da tenere d occhio Sono stati presi in esame soltanto i TLD per i quali esistevano risultati relativi a un numero minimo di siti attivi. Ciononostante, due TLD caratterizzati da un volume di siti ridotto avrebbero raggiunto i primi cinque posti in termini : -- Il Senegal (.SN) avrebbe raggiunto la prima posizione, con una percentuale del 33%, forse perchè non impone particolari restrizioni in termini di registrazione (http://en.wikipedia.org.wiki.sn) -- Il Territorio Britannico dell Oceano Indiano (.IO) si sarebbe invece aggiudicato il quinto posto (percentuale : 11,5%). Probabilmente si tratta di un TLD popolare, in quanto non impone restrizioni di registrazione di secondo livello riguardanti i termini anteposti al TLD, pertanto offre possibilità di riutilizzo interessanti: il dominio di primo livello.io è utilizzato all interno di siti web di hacking quali eugen.io, moustach.io o pistacch.io, nonché per il servizio di hosting di file drop.io. (http://en.wikipedia.org.wiki.io). Massima sicurezza I cinque TLD che comprendono la minor percentuale di registrazioni a rischio (0,1%) sono risultati essere i seguenti: --.TRAVEL (settore viaggi e turismo).02% --.EDU (didattico).05% --.JP (Giappone).08% --.CAT (catalano).09% --.GG (Guernsey).10% Nota: le classificazioni si basano sulla valutazione dei siti nel loro complesso, piuttosto che delle singole pagine. È bene tenere presente che gli URL registrati su domini sicuri da un punto di vista generico possono comunque contenere elementi a rischio: il dominio.edu (didattico), ad esempio, comprende alcune pagine a rischio. I siti governativi perdono la leadership Il TLD più sicuro del 2009,.GOV (governativo), quest anno è sceso al ventitreesimo posto; nonostante ciò, la sua percentuale dello 0,3% resta invariata. Tutti i siti a rischio individuati nel corso dello studio sono stati classificati in rosso. Mappatura del Mal Web 5

6 L importanza della mappatura del web McAfee pubblica il rapporto Mappatura del Mal Web per tre tipi di pubblico, con tre obiettivi differenti: Per i registrar dei diversi domini, allo scopo di riconoscere gli operatori che si sono impegnati per la riduzione delle registrazioni fraudolente e per la chiusura dei siti pericolosi, con l intento di spronare altri registrar a seguire il loro esempio e adottare le migliori pratiche di settore. Uno dei vantaggi è la riduzione del rischio. In passato, abbiamo collaborato con gli enti di registrazione, fornendo loro un elenco dei maggiori fattori di rischio e condividendo i dati relativi alle nostre ricerche sul rischio. In seguito, abbiamo notato una drastica riduzione del numero di siti a rischio all interno dei loro TLD. Per gli amministratori di siti web, nella speranza di fornire un utile guida da consultare per la selezione del dominio di registrazione più adeguato. Per gli utenti e i responsabili IT aziendali, con l obiettivo di fornire dati reali sulla situazione del rischio, ormai distribuito in maniera piuttosto omogenea all interno del web, nonché di segnalare i rischi in aumento, che si avvalgono di tecnologie sempre più sofisticate, e di sottolineare l importanza, anche per gli utenti più esperti, di avvalersi di un software di sicurezza completo, aggiornato e dotato di funzionalità di ricerca sicure. Mappatura del Mal Web 6

7 Attività illegali relative ai domini di primo livello Il TLD è uno degli strumenti di organizzazione del web, formato da lettere e posto alla fine di un URL per indicare il paese presso il quale un sito web è registrato. La maggior parte degli utenti riconosce i domini di primo livello.com e.gov, mentre altri TLD non sono di immediata interpretazione; fra questi,.am (Armenia) o.cm (Camerun). I truffatori approfittano di questo aspetto, sfruttando inoltre il fatto che molti utenti semplicemente non prestano attenzione al TLD durante le proprie ricerche. Molti utenti fanno clic sul primo risultato che sembra interessante, cadendo preda di criminali che si impegnano ad ottimizzare i propri siti all interno dei motori di ricerca. Alcuni TLD sono più rischiosi rispetto ad altri. Truffatori e hacker preferiscono registrare le proprie attività illecite nei paesi in cui le normative commerciali sono più permissive o che rappresentano un opportunità di profitto legata a errori di digitazione o ad associazioni mentali. Nel digitare un indirizzo.com, è più probabile che gli utenti si dimentichino di digitare la lettera O : ecco perché registrare un sito web illecito in Camerun (.CM) consente di ricevere un maggior numero di visite da utenti privati e aziendali preoccupati per la sicurezza del proprio computer. Il sito dell esempio si presta alla distribuzione di un software antivirus fasullo, nella speranza, da parte dei criminali, che l utente risponda positivamente alla notifica è stata rilevata la presenza di un virus, si consiglia di installare questo software. I registrar si impegnano costantemente allo scopo di contrastare questo tipo di attività, nota come typosquatting. Il typosquatting spazia dai siti che generano introiti pubblicitari a partire dagli errori di battitura degli utenti ai siti parcheggiati che propongono l acquisto di domini, fino ai veri e propri siti di phishing, che acquisiscono dati personali o installano software infetto. I software più pericolosi, a volte noti come download guidati, sono invisibili all utente: la loro installazione non richiede infatti l autorizzazione esplicita dello stesso. La maggior parte degli elementi malware e degli attacchi vengono raffinati fino ad essere difficilmente rilevabili. Spesso gli utenti restano inconsapevoli dei problemi del proprio computer per giorni o settimane; nel frattempo, i criminali provvedono a svuotare il loro conto bancario, accedono agli account di gioco online, contagiano gli amici dell utente all interno dei social network o controllano i cicli di esecuzione della CPU per le proprie botnet. In genere, l utente medio non sa riconoscere un sito.com registrato negli Stati Uniti da uno registrato in Cina. Sono necessarie ricerche approfondite per determinare la sicurezza di un dominio di primo livello, a meno che non si utilizzi uno strumento di classificazione appropriato. Ad esempio:.vn sta per Vietnam o per Venezuela? La risposta può davvero fare la differenza in termini. Mentre i buoni lavorano per migliorare il rispetto delle leggi e la supervisione delle registrazioni, Mappatura del Mal Web 7

8 Attenti agli zombie 1 i criminali investono per rendere le proprie infrastrutture agili e resistenti (come illustrato nel dettaglio nella colonna laterale). Quando i criteri normativi e di selezione relativi a un TLD si fanno più rigorosi, i criminali vanno alla ricerca di dimore più permissive e flessibili, senza necessariamente trasferire i server fisici o alterare i contenuti. Il TLD offre indicazioni sulla registrazione di un sito. Tuttavia, il sito vero e proprio, compresi i contenuti, Gli zombie sono computer corrotti appartenenti ad utenti privati e aziende. I criminali connettono questi computer fra di loro per lanciare diversi tipi di attacchi: spam, phishing e furto di dati. Le botnet sono gruppi di zombie all interno dei quali le attività sono distribuite: in questo modo, il rilevamento dei bot diventa un operazione ancora più difficile, così come la chiusura delle strutture ISP interessate. Si creano così infrastrutture professionali per il cybercrimine, a costi alquanto vantaggiosi. Oltre ad essere soggetti a costi di gestione contenuti, gli zombie consentono ai botmaster di mantenere l anonimato. Il successo di questa strategia potrebbe spiegare le rispettive conseguenze della chiusura della McColo, che ha notevolmente ridotto i volumi di spam nel 2008, 2 e la chiusura della botnet Zeus nel mese di marzo 2010, che è durata soltanto poche ore. 3 i server e gli amministratori, non si trovano necessariamente nel paese relativo al dominio di primo livello indicato. Una delle tecniche utilizzate dai criminali è l inserimento di contenuti all interno di servizi di condivisione file gratuiti, allo scopo di distribuire tali contenuti ai TLD in questione. I file archiviati su BitTorrent, YouTube e RapidShare cambiano costantemente, pertanto la supervisione dei contenuti si dimostra alquanto complessa. I fattori che influenzano la scelta di un TLD da parte dei criminali sono diversi: Prezzo più conveniente A parità di condizioni, i truffatori scelgono i registrar che offrono le tariffe più basse, sconti per volumi elevati e generose politiche di rimborso. Mancanza di regolamentazione A parità di condizioni, i truffatori preferiscono i registrar che non richiedono requisiti particolari per la registrazione. Minore è il numero di informazioni richieste per la registrazione, meglio è per i truffatori. Allo stesso modo, i criminali dimostrano una preferenza per i registrar che, in caso di notifiche sulla presenza di domini infetti, agiscono molto lentamente, o non agiscono affatto. Facilità della procedura di registrazione A parità di condizione, i truffatori scelgono i registrar che consentono la registrazione in blocco. Questo tipo di registrar si presta in particolare alle frodi di phishing e di spamming, che necessitano di un numero elevato di siti per controbilanciare l altrettanto elevato numero di siti chiusi dai gestori dei TLD. 1 Previsioni sulle minacce per, pag. 9, disponibile in versione scaricabile, tradotta in più lingue, all indirizzo Mappatura del Mal Web 8

9 Metodologia La metodologia di studio non ha subito variazioni rispetto all anno scorso. Come per il rapporto del 2009, questo rapporto si basa sui dati del database McAfee Global Threat Intelligence, che contiene dati raccolti da oltre milioni di sensori, situati in oltre paesi. I sensori singoli computer, dispositivi di rete gateway, software per la protezione degli endpoint, servizi inthe-cloud provengono da clienti, attività di piccole e medie dimensioni, clienti delle imprese, istituzioni educative ed agenzie governative. Il nostro approccio all identificazione del rischio si basa sull analisi di modelli di traffico web, comportamento dei siti, contenuti ospitati e link. I singoli siti vengono analizzati alla ricerca di contenuti o comportamenti pericolosi o a rischio. Anche il cosiddetto contesto di ogni sito (registrazione e utilizzo, riferimenti e modalità di accesso al sito) viene sottoposto ad analisi. I siti web vengono analizzati per rilevare exploit browser, attività di phishing e popup eccessivi. Gli exploit browser, chiamati anche download guidati, consentono a virus, keystroke logger o spyware di installarsi nel computer del consumatore senza il suo consenso e spesso senza che ne sia a conoscenza. Sono inoltre presi in esame i link a siti esterni, allo scopo di verificare eventuali collegamenti a siti classificati da McAfee come a rischio. I download vengono analizzati installando un software sui nostri computer di prova e controllando la presenza di virus ed altri adware, spyware o programmi indesiderati. McAfee non sottopone a test i singoli file trasmessi attraverso programmi di condivisione peer-to-peer (P2P) e BitTorrent, o attraverso piattaforme di contenuti come itunes o Rhapsody. Al contrario, sono sottoposti ad analisi i file presenti all interno di molti siti freeware e shareware, come RapidShare, nonché i software client P2P e BitTorrent. Gli stessi servizi utilizzati per la condivisione gratuita di file funzionano efficacemente anche per la diffusione di malware. I moduli di registrazione vengono compilati usando un indirizzo monouso per poter tracciare il volume e il livello di spamming di tutte le successive . Il livello di spamming (spamminess) si riferisce al contenuto commerciale dell e all uso di tattiche per ingannare i software dotati di filtro antispam. Inoltre, McAfee Global Threat Intelligence mette in correlazione i dati relativi ad altri vettori di minacce, fra cui traffico , traffico di intrusione di rete e analisi del malware, allo scopo di elaborare un punteggio che rispecchi in maniera esaustiva la reputazione di un sito web. Mappatura del Mal Web 9

10 I siti web che contengono codici maligni (fra cui trojan, virus e spyware) o exploit browser che godono di una cattiva reputazione in termini di file, , web e rete, vengono classificati in rosso. I siti web che devono essere visitati con prudenza, spesso a causa del livello di spamming, della presenza eccessiva di popup o di link a siti a rischio, sono classificati in giallo. La stragrande maggioranza dei TLD comprende siti classificati sia in rosso che in giallo. Crimine in continua evoluzione, contromisure sempre più sofisticate Ogni anno, i criminali sviluppano tecniche più complesse e innovative per nascondere la propria attività. Quest anno, ad esempio, le botnet hanno consentito un notevole aumento di nuove categorie di siti maligni, inclusi nelle nostre classificazioni a scopo di analisi, che comprendono virus, trojan e botnet. Allo stesso tempo, anche le tecnologie contro il crimine cibernetico si fanno sempre più sofisticate. McAfee dispone di oltre 400 ricercatori che si dedicano all analisi delle minacce. Questo team globale sviluppa nuovi strumenti per il rilevamento delle variazioni del web, analizza i dati provenienti dai sensori e individua comportamenti e impronte digitali che possono segnalare la presenza di un rischio. Tutti i dati acquisiti vengono integrati all interno della nostra rete Global Threat Intelligence, per un analisi ancora più rigorosa. Così, mentre la nostra metodologia rimane invariata, l evoluzione delle nostre tecnologie è costante: in questo modo, siamo certi di valutare in maniera rigorosa il livello reale di rischio al quale gli utenti sono attualmente esposti. Le classificazioni Come indicato in precedenza, lo studio è stato circoscritto ai TLD per i quali sono stati analizzati almeno singoli siti. Ai fini del presente rapporto, abbiamo incluso 106 TLD sui 271 analizzati, rappresentando due domini in più rispetto al TLD N. 1 TLD N. 2 TLD N. 1 TLD N. 2 Siti rischiosi Numero totale dei siti Numero totale di siti rischiosi di rischio Metodologia non Metodologia , ,000 Non rilevante Non rilevante ,0% 1,0% 7,5% 25,5% Insieme dei domini e domini attivi Sono stati compresi nel rapporto solo i domini attivi durante lo svolgimento dell indagine, ovvero domini. I dati provenienti da domini attivi offrono una panoramica obiettiva dello stato del sistema TLD, riferita al momento in cui i dati sono stati acquisiti. Esiste una variazione naturale del rischio; ad esempio, un indagine condotta a distanza di una settimana potrebbe dare risultati differenti. Indagine non programmata e non annunciata Le tempistiche dello studio non sono programmate in precedenza e i risultati non sono riferiti alla media dei risultati relativi a diversi campioni. Inoltre, la data dell indagine non viene annunciata. In questo modo, utilizzando un campione casuale e non programmato, è possibile garantire la massima obiettività della procedura. Rischio ponderato Come per il rapporto del 2009, la percentuale è : il 50% della percentuale è data dal rapporto fra il numero di siti a rischio legati a un determinato TLD e il numero complessivo di siti appartenenti a tale TLD; il restante 50% è dato dal rapporto fra i siti a rischio legati a un determinato TLD e il numero totale di siti a rischio rilevati. Riteniamo che questa metodologia di classificazione rifletta il livello al quale un utente è generalmente esposto durante la navigazione dell intero web. In altre parole, crediamo che un utente del web sia meno propenso a visitare un TLD sapendo che esso comprende il 50% del totale di siti a rischio presenti nel web, anche se tali siti a rischio rappresentassero soltanto l 1% del totale dei domini appartenenti a quel TLD. Esempio: Un TLD che comprende 100 siti a rischio su siti totali e i cui 100 siti a rischio sono parte dei 200 siti a rischio totali riferiti all insieme dei TLD [(50%* 100/10.000)+(50%*100/200)=25,5%] è considerato più rischioso rispetto a un TLD che comprende 10 siti a rischio su 100 totali [(50%*(10/100)+(50%*(10/200)=7,5%]. Utilizzando questa metodologia, in alcuni casi, un TLD che comprende molti siti a rischio ma ha una classificazione più bassa può essere associato a una percentuale maggiore rispetto a un TLD di dimensioni ridotte con una maggiore percentuale relativa di siti a rischio. Esempio: il 6,1% dei 15,5 milioni di siti.com (commerciali) analizzati è stato classificato come a rischio. Tale percentuale è leggermente inferiore alla media complessiva, pari al 6,2%. Ciononostante, confrontando la percentuale del dominio di primo livello.com con il numero totale di siti a rischio presenti sul web, la percentuale ha raggiunto il 31,3%, facendo di.com il TLD più rischioso. Al contrario, il 58% dei siti web.vn (Vietnam) è stato classificato come a rischio, ma ponderando il rischio rispetto al numero totale di siti a rischio a livello mondiale, la percentuale è scesa al 29,4%. Secondo questo metodo, pertanto, il TLD.VN è meno rischioso del TLD.COM. Mappatura del Mal Web 10

11 Alcune considerazioni sulle classificazioni Le percentuali non sono ponderate in base al traffico La nostra valutazione del rischio non viene in base al traffico in entrata dei diversi TLD. Non viene pertanto operata alcuna distinzione fra un TLD molto popolare, con un livello elevato di traffico in entrata e di visite ai siti rischiosi ad esso appartenenti, e un TLD meno popolare, che riceve un livello inferiore di traffico. Questo approccio riflette la situazione reale: i siti web maligni spesso vengono inclusi rapidamente nell elenco del milione di siti più visitati (in base al traffico), restando nell elenco per alcune settimane, durante le quali gli utenti vengono infettati. Un utente che si basa esclusivamente sulle classifiche di popolarità non evita pertanto i rischi esistenti. Le percentuali non sono ponderate in base alla tipologia La nostra metodologia di analisi non fa distinzione tra le minacce di entità minore, moderata e banale. In altre parole, un dominio classificato in giallo con un numero di dowload infetti ridotto ha lo stesso valore di un dominio classificato in rosso che comprende codici exploit per i download guidati. Un sito con modulo di registrazione che genera spam conta quanto un sito con contenuti scaricabili infettati da virus. Le percentuali non sono ponderate in base alle dimensioni del TLD McAfee non ha accesso ai file di zona dei singoli registrar, o agli elenchi di tutti i domini pubblici registrati. In alcuni casi, non siamo pertanto in grado di valutare la percentuale dei siti web pubblici di un TLD per i quali abbiamo elaborato una classificazione. Tuttavia, limitandoci alla valutazione dei domini di primo livello per i quali disponiamo di un campione ampio, riteniamo di offrire valutazioni e classificazioni statisticamente attendibili. Esempio: i domini.pl (Polonia) presi in considerazione ammontano a Sul numero totale di domini, (il 5,8%) sono risultati essere a rischio. Partendo dal presupposto che il totale dei domini.pl ammonti a , le dimensioni del campione preso in esame corrispondono al 10,0% circa. Con un livello di attendibilità del 95%, il nostro intervallo di confidenza corrisponde a +/- 0,08%. In altre parole, la percentuale effettiva di siti a rischio è compresa fra il 5,72% e il 5,88%, con un livello di attendibilità pari al 95%. Domini, non URL Lo studio si basa esclusivamente su classificazioni relative ai domini, e non ai singoli URL appartenenti a un dominio. Si tratta di un aspetto importante: infatti, McAfee ha rilevato numerosi esempi di singoli URL pericolosi all interno di domini altrimenti sicuri, fra cui.hr (Croazia) e.edu (didattico). La chiusura di siti a rischio non è stata presa in considerazione Siamo a conoscenza del fatto che gli operatori TLD sono spesso impossibilitati, in virtù degli obblighi contrattuali, a chiudere determinati tipi di domini considerati a rischio da McAfee. Inoltre, il comportamento dei siti web che porta alla chiusura di un dominio da parte di un ente di registrazione può essere considerato accettabile da un altro ente di registrazione. McAfee non opera alcuna distinzione fra le differenti politiche di tali enti. Altro Infine, le nostre classificazioni non tengono conto dei domini non analizzati. Mappatura del Mal Web 11

12 Analisi delle classificazioni Classificazioni complessive LIVELLO DI RISCHIO ELEVATO LIVELLO DI RISCHIO BASSO Nazione o tipologia Area geografica TLD Classificazione per non per Classificazione il 2009 per il 2009 Variazione della percentuale Numero complessivo di domini analizzati Numero totale di domini a rischio Commerciale Generico COM 1 31,3% 6,1% 2 32,2% -2,8% Informazioni Generico INFO 2 30,7% 46,6% 5 15,8% 94,5% Vietnam APAC VN 3 29,4% 58,0% 39 0,9% 3.107,9% Camerun EMEA CM 4 22,2% 44,2% 1 36,7% -39,5% Armenia EMEA AM 5 12,1% 24,2% 23 2,0% 512,9% Is. Cocos (Keeling) APAC CC 6 10,5% 20,2% 14 3,3% 215,4% Asia-Pacifico Generico ASIA 7 10,3% 20,6% N.D. N.D. N.D Rete Generico NET 8 10,1% 10,5% 7 5,8% 73,7% Russia EMEA RU 9 10,1% 16,8% 9 4,6% 116,7% Samoa occidentale APAC WS 10 8,6% 16,9% 4 17,8% -51,8% I. Tokelau APAC TK 11 8,4% 15,9% 19 2,3% 262,0% Organizzazione Generico ORG 12 6,4% 7,4% 11 4,2% 50,3% Professionale Generico BIZ 13 6,3% 11,8% 13 3,6% 74,3% Stati Uniti Americhe US 14 6,0% 11,2% 17 3,1% 95,7% Repubblica Popolare Cinese Ex Unione Sovietica Sao Tome e Principe APAC CN 15 4,8% 8,3% 3 23,4% -79,5% EMEA SU 16 4,6% 9,2% 8 5,2% -9,8% EMEA ST 17 3,7% 7,3% 12 3,8% -1,6% Romania EMEA RO 18 3,7% 7,1% 20 2,2% 63,5% Georgia EMEA GE 19 3,5% 7,0% N.D. N.D. N.D Polonia EMEA PL 20 3,4% 5,8% 60 0,5% 574,2% India APAC IN 21 3,4% 6,5% 22 2,0% 67,8% Montserrat EMEA MS 22 3,2% 6,3% N.D. N.D. N.D Pakistan APAC PK 23 2,8% 5,5% 18 2,8% 0,5% Is. Niue APAC NU 24 2,5% 5,0% 24 1,9% 32,3% Filippine APAC PH 25 2,2% 4,3% 6 13,1% -83,4% Montenegro EMEA me 26 2,1% 4,3% N.D. N.D. N.D Tonga APAC TO 27 2,1% 4,2% 33 1,1% 94,5% Trinidad e Tobago Famiglie e privati Americhe TT 28 1,9% 3,8% 51 0,6% 217,6% Generico NAME 29 1,7% 3,3% 16 3,1% -45,9% Tuvalu APAC TV 30 1,7% 3,2% 38 0,9% 80,1% Kazakhstan EMEA KZ 31 1,5% 3,1% 15 3,1% -50,2% Isole Turks e Caicos Americhe TC 32 1,5% 3,0% 40 0,9% 74,8% Dispositivi mobili Generico MOBI 33 1,5% 3,0% 25 1,7% -14,4% Marocco EMEA MA 34 1,5% 3,0% N.D. N.D. N.D Laos APAC LA 35 1,5% 2,9% 26 1,6% -8,7% Colombia Americhe CO 36 1,5% 2,9% 68 0,4% 249,0% Belize Americhe BZ 37 1,3% 2,5% 30 1,2% 2,2% Mappatura del Mal Web 12

13 Classificazioni complessive (cont.) LIVELLO DI RISCHIO ELEVATO LIVELLO DI RISCHIO BASSO Nazione o tipologia Area geografica TLD Classificazione per non per Classificazione il 2009 per il 2009 Variazione della percentuale Numero complessivo di domini analizzati Numero totale di domini a rischio Corea del Sud APAC KR 38 1,1% 2,2% 28 1,5% -26,7% Isola del Natale APAC CX 39 1,1% 2,2% 74 0,4% 195,6% Lettonia EMEA LV 40 1,1% 2,1% 71 0,4% 163,1% Canada Americhe CA 41 0,9% 1,6% 64 0,5% 90,5% Slovacchia EMEA SK 42 0,9% 1,7% 45 0,8% 11,4% Serbia EMEA RS 43 0,9% 1,7% N.D. N.D. N.D Unione Europea EMEA EU 44 0,8% 1,6% 59 0,5% 60,3% Ucraina EMEA UA 45 0,8% 1,6% 36 1,0% -19,7% Stati Federati di Micronesia APAC FM 46 0,7% 1,5% 66 0,4% 69,7% Malesia APAC MY 47 0,7% 1,5% 80 0,3% 122,1% Tailandia APAC TH 48 0,7% 1,5% 32 1,1% -34,8% Regno Unito EMEA UK 49 0,7% 0,9% 55 0,6% 30,3% Moldavia EMEA MD 50 0,7% 1,4% N.D. N.D. N.D Bielorussia EMEA BY 51 0,7% 1,4% 29 1,3% -44,8% Georgia del Sud e Isole Sandwich Meridionali EMEA GS 52 0,6% 1,2% 48 0,6% -7,1% Peru Americhe PE 53 0,6% 1,2% 41 0,9% -32,9% Repubblica Ceca EMEA CZ 54 0,6% 1,0% 54 0,6% -4,7% Iran EMEA IR 55 0,5% 1,1% 37 0,9% -42,5% Lituania EMEA LT 56 0,5% 1,1% 44 0,8% -36,9% Ecuador Americhe EC 57 0,5% 1,0% 49 0,6% -18,8% Emirati Arabi Uniti EMEA AE 58 0,5% 1,0% 65 0,5% 7,9% Uruguay Americhe UY 59 0,5% 1,0% 75 0,4% 35,0% Hong Kong APAC HK 60 0,5% 1,0% 34 1,1% -53,8% Repubblica di Cina (Taiwan) APAC TW 61 0,5% 1,0% 52 0,6% -16,3% Belgio EMEA BE 62 0,5% 0,9% 81 0,3% 49,2% Liechtenstein EMEA LI 63 0,5% 1,0% 90 0,2% 110,3% Timor Est APAC TL 64 0,5% 1,0% 58 0,5% -11,6% Ungheria EMEA HU 65 0,4% 0,9% 53 0,6% -23,9% Germania EMEA DE 66 0,4% 0,5% 83 0,3% 43,8% Arabia Saudita EMEA SA 67 0,4% 0,9% 42 0,9% -48,7% Bosnia EMEA BA 68 0,4% 0,9% 46 0,8% -43,9% Indonesia APAC ID 69 0,4% 0,8% 56 0,6% -23,7% Brasile Americhe BR 70 0,4% 0,7% 70 0,4% 5,0% Finlandia EMEA FI 71 0,4% 0,8% 85 0,3% 41,5% Argentina Americhe AR 72 0,4% 0,8% 50 0,6% -36,7% Spagna EMEA ES 73 0,4% 0,7% 27 1,6% -75,6% Nuova Zelanda APAC NZ 74 0,4% 0,7% 94 0,2% 86,8% Francia EMEA FR 75 0,4% 0,7% 61 0,5% -24,8% Austria EMEA AT 76 0,4% 0,7% 89 0,2% 58,4% Israele EMEA IL 77 0,4% 0,7% 31 1,2% -70,4% Mappatura del Mal Web 13

14 Classificazioni complessive (cont.) LIVELLO DI RISCHIO ELEVATO LIVELLO DI RISCHIO BASSO Nazione o tipologia Area geografica TLD Classificazione per non per Classificazione il 2009 per il 2009 Variazione della percentuale Numero complessivo di domini analizzati Numero totale di domini a rischio Nauru APAC NR % 0.7% % -29.9% 8, Turchia EMEA TR % 0.7% % -46.6% 36, Svezia EMEA SE % 0.7% % 35.8% 102, Singapore APAC SG % 0.7% % -92.6% 15, Norvegia EMEA NO % 0.6% % -8.5% 50, Grecia EMEA GR % 0.6% % -22.7% 41, Governativo Generico GOV % 0.6% % 1,188.3% 6, Messico Americhe MX % 0.6% % -26.7% 49, Lussemburgo EMEA LU % 0.6% % 102.4% 6, Italia EMEA IT % 0.5% % -17.6% 314,171 1,495 Venezuela Americhe VE % 0.5% % -86.7% 5, Estonia EMEA EE % 0.5% % -30.1% 11, Sud Africa EMEA ZA % 0.5% % 50.6% 72, Portogallo EMEA PT % 0.5% % -13.2% 38, Vanuatu APAC VU % 0.5% % 49.1% 15, Olanda EMEA NL % 0.3% % -24.4% 583,943 1,980 Bułgaria EMEA BG % 0.5% % -73.1% 17, Danimarca EMEA DK % 0.4% % 0.7% 151, Islanda EMEA IS % 0.4% % -19.8% 6, Slovenia EMEA SI % 0.4% % -36.6% 11, Australia APAC AU % 0.3% % -4.3% 256, Svizzera EMEA CH % 0.3% % -13.3% 217, Irlanda EMEA IE % 0.2% % -5.7% 32, Croazia EMEA HR % 0.2% % -11.1% 22, Guernsey EMEA GG % 0.2% % -81.1% 12, Catalano Sponsorizzato CAT % 0.2% % -31.6% 3,936 7 Giappone APAC JP % 0.1% % 6.6% 464, Didattico Generico EDU % 0.1% % -48.6% 14, Settore viaggi e turismo Generico TRAVEL % 0.0% % -88.6% 2,013 1 Nota: Le voci con valore N.D. sono riferite a nuovi TLD inseriti nel rapporto di quest anno, che non presentano quindi differenze rispetto all anno precedente.. Mappatura del Mal Web 14

15 Americas region LIVELLO DI RISCHIO ELEVATO LIVELLO DI RISCHIO BASSO Nazione o tipologia TLD Classificazione per non per Classificazione il 2009 per il 2009 Variazione della percentuale Numero Numero complessivo totale di di domini domini a analizzati rischio per il per 2010 Stati Uniti US 14 6,0% 11,2% 17 3,1% 95,7% Trinidad e Tobago TT 28 1,9% 3,8% 51 0,6% 217,6% Isole Turks e Caicos TC 32 1,5% 3,0% 40 0,9% 74,8% Colombia CO 36 1,5% 2,9% 68 0,4% 249,0% Belize BZ 37 1,3% 2,5% 30 1,2% 2,2% Canada CA 41 0,9% 1,6% 64 0,5% 90,5% Peru PE 53 0,6% 1,2% 41 0,9% -32,9% Ecuador EC 57 0,5% 1,0% 49 0,6% -18,8% Uruguay UY 59 0,5% 1,0% 75 0,4% 35,0% Brasile BR 70 0,4% 0,7% 70 0,4% 5,0% Argentina AR 72 0,4% 0,8% 50 0,6% -36,7% Messico MX 85 0,3% 0,6% 69 0,4% -26,7% Venezuela VE 88 0,3% 0,5% 21 2,1% -86,7% Il dominio di primo livello.co (Colombia) ha presentato uno dei maggiori livelli di incremento del rischio, classificandosi 36 rispetto al 68 posto dell anno precedente. I principali rischi legati al TLD.CO è legato ad attività a rischio: URL con funzione di intermediari per altri host maligni, fra cui botnet di sistemi compromessi e centri di comando e controllo responsabili della loro manipolazione. Il TLD.VE (Venezuela) è stato uno dei domini che ha dimostrato una maggior riduzione del rischio quest anno: dopo essersi classificato 21 nel 2009, è sceso all ottantottesima posizione. Mappatura del Mal Web 15

16 Area geografica Asia-Pacifico (APAC) LIVELLO DI RISCHIO ELEVATO LIVELLO DI RISCHIO BASSO Nazione o tipologia TLD Classificazione per non per Classificazione il 2009 per il 2009 Variazione della percentuale Numero Numero complessivo totale di di domini domini a analizzati rischio per il per 2010 Vietnam VN 3 29,4% 58,0% 39 0,9% 3.107,9% Is. Cocos (Keeling) CC 6 10,5% 20,2% 14 3,3% 215,4% Samoa occidentale WS 10 8,6% 16,9% 4 17,8% -51,8% I. Tokelau TK 11 8,4% 15,9% 19 2,3% 262,0% Repubblica Popolare Cinese CN 15 4,8% 8,3% 3 23,4% -79,5% India IN 21 3,4% 6,5% 22 2,0% 67,8% Pakistan PK 23 2,8% 5,5% 18 2,8% 0,5% Is. Niue NU 24 2,5% 5,0% 24 1,9% 32,3% Filippine PH 25 2,2% 4,3% 6 13,1% -83,4% Tonga TO 27 2,1% 4,2% 33 1,1% 94,5% Tuvalu TV 30 1,7% 3,2% 38 0,9% 80,1% Laos LA 35 1,5% 2,9% 26 1,6% -8,7% Corea del Sud KR 38 1,1% 2,2% 28 1,5% -26,7% Isola del Natale CX 39 1,1% 2,2% 74 0,4% 195,6% Stati Federati di Micronesia FM 46 0,7% 1,5% 66 0,4% 69,7% Malesia MY 47 0,7% 1,5% 80 0,3% 122,1% Tailandia TH 48 0,7% 1,5% 32 1,1% -34,8% Hong Kong HK 60 0,5% 1,0% 34 1,1% -53,8% Repubblica di Cina (Taiwan) TW 61 0,5% 1,0% 52 0,6% -16,3% Timor Est TL 64 0,5% 1,0% 58 0,5% -11,6% Indonesia ID 69 0,4% 0,8% 56 0,6% -23,7% Nuova Zelanda NZ 74 0,4% 0,7% 94 0,2% 86,8% Nauru NR 78 0,4% 0,7% 62 0,5% -29,9% Singapore SG 81 0,3% 0,7% 10 4,6% -92,6% Vanuatu VU 92 0,2% 0,5% 97 0,2% 49,1% Australia AU 98 0,2% 0,3% 93 0,2% -4,3% Giappone JP 104 0,1% 0,1% 103 0,1% 6,6% Nota: Le voci con valore N.D. sono riferite a nuovi TLD inseriti nel rapporto di quest anno, che non presentano quindi differenze rispetto all anno precedente. In linea di massima, l area geografica Asia-Pacifico domina la categoria dei maggiori progressi, occupando quattro delle cinque prime posizioni, partendo dal TLD di Singapore (.SG), in prima posizione, seguito da Repubblica Popolare Cinese (.CN), Filippine (.PH) e Samoa occidentale (.WS). Si tratta di un risultato particolarmente significativo, poiché questi TLD, l anno scorso, figuravano fra i dieci più rischiosi. Tuttavia, il Vietnam (.VN), piazzatosi al trentanovesimo posto nel 2009, risulta essere il terzo TLD più a rischio quest anno. Come per il TLD della Colombia (.CO), i principali rischi associati a.vn sono relativi ad attività maligne, a siti utilizzati come proxy per altri host maligni e ad attività di controllo. Il TLD del Giappone si è rivelato uno dei più sicuri del mondo, e il più sicuro nell area geografica APAC. Mappatura del Mal Web 16

17 Area geografica Europa, Medio Oriente e Africa (EMEA) LIVELLO DI RISCHIO ELEVATO LIVELLO DI RISCHIO BASSO Nazione o tipologia TLD Classificazione per non per Classificazione il 2009 per il 2009 Variazione della percentuale Numero Numero complessivo totale di di domini domini a analizzati rischio per il per 2010 Camerun CM 4 22,2% 44,2% 1 36,7% -39,5% Armenia AM 5 12,1% 24,2% 23 2,0% 512,9% Russia RU 9 10,1% 16,8% 9 4,6% 116,7% Ex Unione Sovietica SU 16 4,6% 9,2% 8 5,2% -9,8% Sao Tome e Principe ST 17 3,7% 7,3% 12 3,8% -1,6% Romania RO 18 3,7% 7,1% 20 2,2% 63,5% Georgia GE 19 3,5% 7,0% N.D. N.D. N.D Polonia PL 20 3,4% 5,8% 60 0,5% 574,2% Montserrat MS 22 3,2% 6,3% N.D. N.D. N.D Montenegro ME 26 2,1% 4,3% N.D. N.D. N.D Kazakhstan KZ 31 1,5% 3,1% 15 3,1% -50,2% Marocco MA 34 1,5% 3,0% N.D. N.D. N.D Lettonia LV 40 1,1% 2,1% 71 0,4% 163,1% Slovacchia SK 42 0,9% 1,7% 45 0,8% 11,4% Serbia RS 43 0,9% 1,7% N.D. N.D. N.D Unione Europea EU 44 0,8% 1,6% 59 0,5% 60,3% Ucraina UA 45 0,8% 1,6% 36 1,0% -19,7% Regno Unito UK 49 0,7% 0,9% 55 0,6% 30,3% Moldavia MD 50 0,7% 1,4% N.D. N.D. N.D Bielorussia BY 51 0,7% 1,4% 29 1,3% -44,8% Georgia del Sud e Isole Sandwich Meridionali GS 52 0,6% 1,2% 48 0,6% -7,1% Repubblica Ceca CZ 54 0,6% 1,0% 54 0,6% -4,7% Iran IR 55 0,5% 1,1% 37 0,9% -42,5% Lituania LT 56 0,5% 1,1% 44 0,8% -36,9% Emirati Arabi Uniti AE 58 0,5% 1,0% 65 0,5% 7,9% Belgio BE 62 0,5% 0,9% 81 0,3% 49,2% Liechtenstein LI 63 0,5% 1,0% 90 0,2% 110,3% Ungheria HU 65 0,4% 0,9% 53 0,6% -23,9% Germania DE 66 0,4% 0,5% 83 0,3% 43,8% Arabia Saudita SA 67 0,4% 0,9% 42 0,9% -48,7% Bosnia BA 68 0,4% 0,9% 46 0,8% -43,9% Finlandia FI 71 0,4% 0,8% 85 0,3% 41,5% Spagna ES 73 0,4% 0,7% 27 1,6% -75,6% Francia FR 75 0,4% 0,7% 61 0,5% -24,8% Austria AT 76 0,4% 0,7% 89 0,2% 58,4% Israele IL 77 0,4% 0,7% 31 1,2% -70,4% Turchia TR 79 0,4% 0,7% 47 0,7% -46,6% Svezia SE 80 0,4% 0,7% 88 0,3% 35,8% Norvegia NO 82 0,3% 0,6% 77 0,4% -8,5% Grecia GR 83 0,3% 0,6% 73 0,4% -22,7% Lussemburgo LU 86 0,3% 0,6% 98 0,1% 102,4% Italia IT 87 0,3% 0,5% 78 0,3% -17,6% Estonia EE 89 0,3% 0,5% 76 0,4% -30,1% Sud Africa ZA 90 0,3% 0,5% 96 0,2% 50,6% Portogallo PT 91 0,2% 0,5% 86 0,3% -13,2% Mappatura del Mal Web 17

18 Area geografica Europa, Medio Oriente e Africa (EMEA) (cont.) LIVELLO DI RISCHIO ELEVATO LIVELLO DI RISCHIO BASSO Nazione o tipologia TLD Classificazione per non per Classificazione il 2009 per il 2009 Variazione della percentuale Numero Numero complessivo totale di di domini domini a analizzati rischio per il per 2010 Olanda NL 93 0,2% 0,3% 84 0,3% -24,4% Bułgaria BG 94 0,2% 0,5% 43 0,8% -73,1% Danimarca DK 95 0,2% 0,4% 91 0,2% 0,7% Islanda IS 96 0,2% 0,4% 87 0,3% -19,8% Slovenia SI 97 0,2% 0,4% 79 0,3% -36,6% Svizzera CH 99 0,1% 0,3% 95 0,2% -13,3% Irlanda IE 100 0,1% 0,2% 101 0,1% -5,7% Croazia HR 101 0,1% 0,2% 100 0,1% -11,1% Guernsey GG 102 0,1% 0,2% 57 0,6% -81,1% Nota: Le voci con valore N.D. sono riferite a nuovi TLD inseriti nel rapporto di quest anno, che non presentano quindi differenze rispetto all anno precedente. Due TLD dell area geografica EMEA risultano notevolmente più a rischio rispetto al 2009:.PL (Polonia) è salito dal 60 al 20 posto quest anno, mentre il TLD.AM (Armenia) è passato dalla ventitreesima posizione alla quinta. Il dominio di primo livello.pl comprende domini associati a varie tipologie, fra cui attività maligne, download infetti e hosting di URL associati a campagne e attacchi di spamming. I rischi associati al dominio.am sono più limitati in termini di tipologia e si concentrano su attività maligne, fra cui comando e controllo, e altre attività analoghe. Mappatura del Mal Web 18

19 TLD generici e sponsorizzati LIVELLO DI RISCHIO ELEVATO LIVELLO DI RISCHIO BASSO Nazione o tipologia TLD Classificazione mondiale per per non per Classificazione il 2009 per il 2009 Variazione della percentuale Numero complessivo di domini analizzati per Numero totale di domini a rischio per Numero totale di domini a rischio per Commerciale Generico COM 1 31,3% 6,1% 2 32,2% -2,8% Informazioni Generico INFO 2 30,7% 46,6% 5 15,8% 94,5% Asia-Pacifico Generico ASIA 7 10,3% 20,6% N.D. N.D. N.D Rete Generico NET 8 10,1% 10,5% 7 5,8% 73,7% Organizzazione Generico ORG 12 6,4% 7,4% 11 4,2% 50,3% Professionale Generico BIZ 13 6,3% 11,8% 13 3,6% 74,3% Famiglie e privati Generico NAME 29 1,7% 3,3% 16 3,1% -45,9% Dispositivi mobili Generico MOBI 33 1,5% 3,0% 25 1,7% -14,4% Governativo Generico GOV 84 0,3% 0,6% 104 0,0% 1,188,3% Catalano Sponsorizzato CAT 103 0,1% 0,2% 99 0,1% -31,6% Didattico Generico EDU 105 0,1% 0,1% 102 0,1% -48,6% Settore viaggi e turismo Generico TRAVEL 106 0,0% 0,0% 92 0,2% -88,6% Quasi la metà (47%) dei siti analizzati appartenenti al TLD relativo alle informazioni (.INFO) sono stati classificati in rosso o in giallo; la maggior parte di questi siti (43%) è stata classificata in rosso. La maggior parte dei rischi associati al TLD.INFO riguardano la presenza di contenuti utilizzati per campagne di spamming. Tali contenuti riguardano varie categorie merceologiche, software antivirus fasulli o contenuti malware. Inoltre, molti siti appartenenti al dominio di primo livello.info sono affiliati ad altri domini o server infetti. L attività di un gran numero di questi siti è apparsa evidente nel corso di campagne antivirus fasulle e nelle attività della botnet Zeus. Oltre il 14% degli URL di Koobface (45.213) sono risultati appartenenti al dominio di primo livello commerciale (.COM); la presenza all interno di altri TLD è trascurabile. Mappatura del Mal Web 19

20 Prevalenza di siti classificati in rosso o in giallo I siti web che contengono codici maligni (fra cui trojan, virus e spyware) o exploit browser che godono di una cattiva reputazione in termini di file, , web e rete, vengono classificati in rosso. I siti web che devono essere visitati con prudenza, spesso a causa del livello di spamming, della presenza eccessiva di popup o di link a siti a rischio, sono classificati in giallo. La maggior parte dei TLD è caratterizzata dalla compresenza di siti classificati in rosso e in giallo. Alcuni, tuttavia, presentano una prevalenza di classificazioni in rosso o in giallo. Ad esempio, fra i 642 domini a rischio del TLD dell area geografica Asia-Pacifico (.ASIA), 619 sono stati classificati in giallo. Al contrario, il 100% dei domini a rischio appartenenti ai TLD.GOV (governativo),.is (Islanda),.EDU (didattico) e.travel (Settore viaggi e turismo) è stato classificato in rosso. Ciononostante, questi quattro TLD non devono destare particolare preoccupazione. Nessuno di questi quattro TLD comprende più di 40 siti a rischio in totale, pertanto sono generalmente sicuri. Il Vietnam (.VN), invece, ha totalizzato siti classificati in rosso, corrispondenti al 99,89% dei siti a rischio ad esso appartenenti, il che giustifica la sua terza posizione nella classifica dei TLD più a rischio. Prevalenza di classificazioni in giallo Nazione o tipologia TLD Numero totale di siti a rischio di siti classificati in giallo di siti classificati in rosso Asia-Pacifico ASIA ,4% 3,6% Armenia AM ,2% 5,8% Finlandia FI ,1% 11,0% I. Tokelau TK ,3% 13,7% Is. Cocos (Keeling) CC ,5% 14,5% Canada CA ,0% 18,0% Regno Unito UK ,8% 22,2% Tuvalu TV ,7% 22,3% Dispositivi mobili MOBI ,0% 24,0% Malesia MY ,7% 25,3% Is. Niue NU ,3% 26,7% Svezia SE ,2% 34,8% Stati Federati di Micronesia FM 60 65,0% 35,0% Nuova Zelanda NZ ,8% 38,2% Colombia CO ,6% 43,4% Samoa occidentale WS ,8% 44,2% Cina CN ,5% 44,5% Russia RU ,4% 44,6% Peru PE 60 51,7% 48,3% Australia AU ,7% 48,3% Prevalenza di classificazioni in rosso Nazione o tipologia TLD Numero totale di siti a rischio di siti classificati in giallo di siti classificati in rosso Governativo GOV 38 0,0% 100,0% Islanda IS 26 0,0% 100,0% Didattico EDU 15 0,0% 100,0% Settore viaggi e turismo TRAVEL 1 0,0% 100,0% Vietnam VN ,1% 99,9% Isole Turks e Caicos TC 338 3,3% 96,8% Polonia PL ,5% 96,5% Trinidad e Tobago TT 165 4,2% 95,8% Timor Est TL 51 5,9% 94,1% Croazia HR 50 8,0% 92,0% Serbia RS 35 8,6% 91,4% Informazioni INFO ,6% 91,4% Nauru NR 58 8,6% 91,4% Arabia Saudita SA 23 8,7% 91,3% Ungheria HU 614 9,1% 90,9% Emirati Arabi Uniti AE 42 9,5% 90,5% Professionale BIZ ,8% 90,2% Sao Tome e Principe ST ,3% 89,7% Tailandia TH ,8% 89,2% Georgia GE ,1% 88,9% Turchia TR ,5% 88,5% Isola del Natale CX ,8% 88,2% Guernsey GG 25 12,0% 88,0% Uruguay UY 33 12,1% 87,9% Laos LA ,3% 87,7% Montserrat MS ,6% 86,4% Mappatura del Mal Web 20

Mappatura del Mal Web

Mappatura del Mal Web Mappatura del Mal Web I domini più pericolosi al mondo Mappatura del Mal Web 1 Mappatura del Mal Web SOMMARIO Autori: Shane Keats, Analista ricercatore senior Dan Nunes, Ingegnere ricercatore Paula Greve,

Dettagli

L I S T I N O P R E Z Z I

L I S T I N O P R E Z Z I L I S T I N O P R E Z Z I - D o m i n i - O n l i n e B r a n d P r o t e c t i o n - - M e s s a g g i s t i c a - - H o s t i n g & S e r v e r - - A d v e r t i s i n g - Data ultimo aggiornamento 4

Dettagli

VANTAGGI IMPRESE ESTERE

VANTAGGI IMPRESE ESTERE IMPRESE ESTERE IMPRESE ESTERE è il servizio Cerved Group che consente di ottenere le più complete informazioni commerciali e finanziarie sulle imprese operanti in paesi europei ed extra-europei, ottimizzando

Dettagli

OFFERTA COMMERCIALE SERVIZI VOCE

OFFERTA COMMERCIALE SERVIZI VOCE OFFERTA COMMERCIALE TISCALI BUSINESS SERVIZIO VOCE TISCALI AFFARI 2004 Tiscali Business Tiscali S.p.A. Loc. Sa Illetta S.S. 195 Km 2,300 09122 Cagliari Italy www.tiscalibusiness.it PAGE 1 OF 5 Il servizio

Dettagli

OFFERTA COMMERCIALE SERVIZI VOCE

OFFERTA COMMERCIALE SERVIZI VOCE OFFERTA COMMERCIALE TISCALI BUSINESS SERVIZIO VOCE TISCALI AFFARI OPEN 2004 Tiscali Business Tiscali S.p.A. Loc. Sa Illetta S.S. 195 Km 2,300 09122 Cagliari Italy www.tiscalibusiness.it PAGE 1 OF 5 Il

Dettagli

OFFERTA COMMERCIALE SERVIZI VOCE

OFFERTA COMMERCIALE SERVIZI VOCE OFFERTA COMMERCIALE TISCALI BUSINESS SERVIZIO VOCE TISCALI AFFARI TRAFFIC 2004 Tiscali Business Tiscali S.p.A. Loc. Sa Illetta S.S. 195 Km 2,300 09122 Cagliari Italy www.tiscalibusiness.it PAGE 1 OF 5

Dettagli

Content Networking. Content Networking. Soluzioni Tecnologiche per le aziende. Seminario on line

Content Networking. Content Networking. Soluzioni Tecnologiche per le aziende. Seminario on line Content Networking Content Networking Soluzioni Tecnologiche per le aziende Seminario on line 1 Seminario on line Content Networking Seminario sulle Soluzioni Tecnologiche per le aziende 3. Benvenuto 4.

Dettagli

UN BAROMETER OTTIMIZZATO

UN BAROMETER OTTIMIZZATO Google Consumer Barometer UN BAROMETER OTTIMIZZATO INTRODUZIONE Nove mesi fa, abbiamo lanciato il Consumer Barometer, strumento interattivo digitale per la raccolta dei dati sui consumatori. Nel frattempo,

Dettagli

Obbligo di visto per gli stranieri che entrano in Ucraina. Paese Visto richiesto/non richiesto Nota *

Obbligo di visto per gli stranieri che entrano in Ucraina. Paese Visto richiesto/non richiesto Nota * Obbligo di visto per gli stranieri che entrano in Ucraina Paese /non richiesto Nota * 1. Austria Visto non richiesto per un soggiorno 2. Afghanistan DP titolari di passaporti diplomatici SP titolari di

Dettagli

Preparazione. Pro Focus UltraView. La presente guida è disponibile in varie lingue sul sito Web di BK Medical.

Preparazione. Pro Focus UltraView. La presente guida è disponibile in varie lingue sul sito Web di BK Medical. Preparazione Pro Focus UltraView La presente guida è disponibile in varie lingue sul sito Web di BK Medical. Visitare la pagina: www.bkmed.com/customer service/user manuals Prima di utilizzare l'ecografo,

Dettagli

0.2 Lingua per la corrispondenza con l UAMI la stessa lingua indicata per la domanda internazionale da trasmettere all OMPI

0.2 Lingua per la corrispondenza con l UAMI la stessa lingua indicata per la domanda internazionale da trasmettere all OMPI Ufficio per l Armonizzazione nel Mercato Interno (UAMI) Riservato all UAMI: Data di ricezione Numero di pagine Domanda internazionale esclusivamente in base al Protocollo di Madrid Modulo UAMI V. 3/04

Dettagli

Intranet VPN. Intranet VPN. Soluzioni Tecnologiche per le aziende. Seminario on line

Intranet VPN. Intranet VPN. Soluzioni Tecnologiche per le aziende. Seminario on line Intranet VPN Intranet VPN Soluzioni Tecnologiche per le aziende Seminario on line 1 Seminario on line Intranet VPN Seminario sulle Soluzioni Tecnologiche per le aziende 3. Benvenuto 4. Obiettivi 5. Introduzione

Dettagli

DATI CONSORZIATI RAFFRONTO DATI STORICI GENN- SETT 14 VS GENN- SETT 13

DATI CONSORZIATI RAFFRONTO DATI STORICI GENN- SETT 14 VS GENN- SETT 13 DATI CONSORZIATI RAFFRONTO DATI STORICI GENN- SETT 14 VS GENN- SETT 13 - VENDITE PER PRODOTTO GENN- SETT 14 VS 13 2013 2014 var. var % Asti docg 38.220.269 37.358.438-861.831-2,3% Moscato d'asti docg 14.082.178

Dettagli

Sensori induttivi miniaturizzati. Riduci le dimensioni e aumenta le prestazioni!

Sensori induttivi miniaturizzati. Riduci le dimensioni e aumenta le prestazioni! Sensori induttivi miniaturizzati Riduci le dimensioni e aumenta le prestazioni! AZIENDA Grazie alla sua visione per l innovazione e la valorizzazione tecnologica, Contrinex continua a fissare nuovi standard

Dettagli

Extranet VPN. Extranet VPN. Soluzioni Tecnologiche per le aziende. Seminario on line

Extranet VPN. Extranet VPN. Soluzioni Tecnologiche per le aziende. Seminario on line Extranet VPN Extranet VPN Soluzioni Tecnologiche per le aziende Seminario on line 1 Seminario on line Extranet VPN Seminario sulle Soluzioni Tecnologiche per le aziende 3. Benvenuto 4. Obiettivi 5. Interazioni

Dettagli

Esportazioni di prodotti agro-alimentari italiani 2008-2010

Esportazioni di prodotti agro-alimentari italiani 2008-2010 Esportazioni di prodotti agro-alimentari italiani 2008-2010 il caffè Direzione Dipartimento Promozione NOTA INTRODUTTIVA Le elaborazioni statistiche si propongono di fornire al Lettore uno strumento per

Dettagli

Listino informazioni su imprese e persone acquistabili online

Listino informazioni su imprese e persone acquistabili online Listino informazioni su imprese e persone acquistabili online INFO ITALIA Il presente listino è valido dal Marzo 0. Le tariffe indicate si intendono al netto d IVA e inclusivi dei diritti di segreteria

Dettagli

Comunicazione Unificata

Comunicazione Unificata Comunicazione Unificata Comunicazione Unificata Soluzioni Tecnologiche per le aziende Seminario on line 1 Seminario on line Comunicazione unificata Seminario sulle Soluzioni Tecnologiche per le aziende

Dettagli

Crescita, competitività e occupazione: priorità per il semestre europeo 2013 Presentazione di J.M. Barroso,

Crescita, competitività e occupazione: priorità per il semestre europeo 2013 Presentazione di J.M. Barroso, Crescita, competitività e occupazione: priorità per il semestre europeo 213 Presentazione di J.M. Barroso, Presidente della Commissione europea, al Consiglio europeo del 14-1 marzo 213 La ripresa economica

Dettagli

Voice over IP. Voice over IP. Soluzioni Tecnologiche per le aziende. Seminario on line

Voice over IP. Voice over IP. Soluzioni Tecnologiche per le aziende. Seminario on line Voice over IP Voice over IP Soluzioni Tecnologiche per le aziende Seminario on line 1 Seminario on line Voice over IP Seminario sulle Soluzioni Tecnologiche per le aziende 3. Benvenuto 4. Obiettivi 5.

Dettagli

Nota Applicativa. Cisco Easy VPN

Nota Applicativa. Cisco Easy VPN Nota Applicativa Cisco Easy VPN Descrizione applicazione Nell implementazione delle reti private virtuali o VPN (Virtual Private Network), per i dipendenti in telelavoro e per i piccoli uffici di filiale,

Dettagli

1 551 020 1 531 598-19 422-1,3 TICINO Totale 17 400 091 17 769 842 369 751 2,1

1 551 020 1 531 598-19 422-1,3 TICINO Totale 17 400 091 17 769 842 369 751 2,1 Industria alberghiera e altre infrastrutture. Pernottamenti Fonte TS 2013 2014 Differenza Assoluta Differenza % ET Lago Maggiore 6 593 021 6 1 7 2 6 4,5 Gambarogno Turismo 1 357 144 1 366 558 9 414 0,7

Dettagli

K I W I. DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità.

K I W I. DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità. K I W I DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità. in sintesi Superficie mondiale di kiwi: 160.000 ettari Produzione mondiale di kiwi: 1,3

Dettagli

Servizi Imprese Italiane e Persone

Servizi Imprese Italiane e Persone Servizi Imprese Italiane e Persone Prezzo RICERCA ANAGRAFICA RICERCA ANAGRAFICA Ricerca anagrafica 0,888 RICERCA AVANZATA Ricerca Avanzata 1,858 Elenco base da ricerca avanzata (1 nominativo) 0,206 Elenco

Dettagli

Gestione delle Finanze

Gestione delle Finanze Gestione delle Finanze Gestione delle Finanze Soluzioni Internet per le aziende Seminario on line 1 Seminario on line Gestione delle Finanze Seminario sulle soluzioni Internet per le aziende 3. Benvenuto

Dettagli

Automazione della Forza Vendita. Automazione della Forza Vendita Soluzioni Internet per le aziende. Seminario on line

Automazione della Forza Vendita. Automazione della Forza Vendita Soluzioni Internet per le aziende. Seminario on line Automazione della Forza Vendita Automazione della Forza Vendita Soluzioni Internet per le aziende Seminario on line 1 Seminario on line Automazione della Forza Vendita Seminario sull Automazione della

Dettagli

ABBONAMENTI H3G MY BUSINESS

ABBONAMENTI H3G MY BUSINESS Business ABBONAMENTI H3G MY BUSINESS *Unlimited International permette di effettuare traffico illimitato per le chiamate dall Italia verso l Estero e per le chiamate effettuate e ricevute in Roaming nei

Dettagli

Produzione e Distribuzione. Produzione e Distribuzione Soluzioni Internet per le aziende. Seminario on line

Produzione e Distribuzione. Produzione e Distribuzione Soluzioni Internet per le aziende. Seminario on line Produzione e Distribuzione Produzione e Distribuzione Soluzioni Internet per le aziende Seminario on line 1 Seminario on line Produzione e Distribuzione Seminario sulle soluzioni Internet per le aziende

Dettagli

Convenzione Fonia Amavet (Gruppo Filo Diretto)

Convenzione Fonia Amavet (Gruppo Filo Diretto) Convenzione Fonia Amavet (Gruppo Filo Diretto) V 1.0 FASTWEB Business Unit Executive Strettamente confidenziale 1. Convenzione Fonia Amavet La presente offerta FONIA è valida per le sole Aziende Business

Dettagli

Esportazioni di prodotti agro-alimentari italiani 2009-2011

Esportazioni di prodotti agro-alimentari italiani 2009-2011 (in gestione transitoria - ex Lege 214/2011) Esportazioni di prodotti agro-alimentari italiani 2009-2011 l olio di oliva marzo 2012 Dipartimento Promozione dell'internazionalizzazione Area Agro-alimentare

Dettagli

Microsoft Security Intelligence Report

Microsoft Security Intelligence Report Microsoft Security Intelligence Report Da gennaio a giugno 2007 Riepilogo dei principali risultati Microsoft Security Intelligence Report (gennaio - giugno 2007) Riepilogo dei principali risultati Il Microsoft

Dettagli

Network Security. Network Security. Soluzioni Tecnologiche per le aziende. Seminario on line

Network Security. Network Security. Soluzioni Tecnologiche per le aziende. Seminario on line Network Security Network Security Soluzioni Tecnologiche per le aziende Seminario on line 1 Seminario on line Network Security Seminario sulle Soluzioni Tecnologiche per le aziende 3. Benvenuto 4. Obiettivi

Dettagli

DIFENDERSI DAI MODERNI ATTACCHI DI PHISHING MIRATI

DIFENDERSI DAI MODERNI ATTACCHI DI PHISHING MIRATI DIFENDERSI DAI MODERNI ATTACCHI DI PHISHING MIRATI DIFENDERSI DAI MODERNI ATTACCHI DI PHISHING MIRATI 2 Introduzione Questa email è una truffa o è legittima? È ciò che si chiedono con sempre maggiore frequenza

Dettagli

Gestione delle Risorse Umane. Gestione delle Risorse Umane Soluzioni Internet per le aziende. Seminario on line

Gestione delle Risorse Umane. Gestione delle Risorse Umane Soluzioni Internet per le aziende. Seminario on line Gestione delle Risorse Umane Gestione delle Risorse Umane Soluzioni Internet per le aziende Seminario on line 1 Seminario on line Gestione delle Risorse Umane Seminario sulle soluzioni Internet per le

Dettagli

Sondaggio d'opinione paneuropeo sulla salute e la sicurezza sul lavoro

Sondaggio d'opinione paneuropeo sulla salute e la sicurezza sul lavoro Sondaggio d'opinione paneuropeo sulla salute e la sicurezza sul lavoro Risultati in Europa e Italia - Maggio 2013 Risultati rappresentativi in 31 Paesi europei partecipanti per l'agenzia europea per la

Dettagli

COME EFFETTUATE I PAGAMENTI? COME LI VORRESTE EFFETTUARE?

COME EFFETTUATE I PAGAMENTI? COME LI VORRESTE EFFETTUARE? COME EFFETTUATE I PAGAMENTI? COME LI VORRESTE EFFETTUARE? 2/09/2008-22/10/2008 329 risposte PARTECIPAZIONE Paese DE - Germania 55 (16.7%) PL - Polonia 41 (12.5%) DK - Danimarca 20 (6.1%) NL - Paesi Bassi

Dettagli

N.B. : alcuni Stati dell elenco, grazie a successive convenzioni, potrebbero essere esentati dall obbligo di apostille

N.B. : alcuni Stati dell elenco, grazie a successive convenzioni, potrebbero essere esentati dall obbligo di apostille I documenti devono essere: 1) Legalizzati (o apostillati) 2) Scritti o tradotti in lingua italiana 3) Non contrari a norme imperative o di ordine pubblico I documenti e gli atti dello stato civile formati

Dettagli

IN SINTESI: 1 ANNO E 234 GIORNI ONLINE

IN SINTESI: 1 ANNO E 234 GIORNI ONLINE Report YouTube Analitics per il documentario Porsche, Ferrari, Bizzarrini and other fundamental steps in life Periodo di riferimento: 9 aprile 2013-27 gennaio 2015 IN SINTESI: 1 ANNO E 234 GIORNI ONLINE

Dettagli

CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA. Malattia maternità decesso (assegno) invalidità

CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA. Malattia maternità decesso (assegno) invalidità COMMISSIONE AMMINISTRATIVA PER LA SICUREZZA SOCIALE DEI LAVORATORI MIGRANTI E 104 CH (1) CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA Malattia maternità

Dettagli

NUOVA INFLUENZA UMANA - A/H1N1 Aggiornamento al 27 Giugno 2009

NUOVA INFLUENZA UMANA - A/H1N1 Aggiornamento al 27 Giugno 2009 NUOVA INFLUENZA UMANA - A/H1N1 Aggiornamento al 27 Giugno 29 Dagli ultimi Comunicati emessi dal Ministero del Lavoro delle Politiche Sociali dello Stato no e dall Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS)

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

LA NUOVA TASSAZIONE DELLE RENDITE FINANZIARIE. Dott. Filippo Fornasiero

LA NUOVA TASSAZIONE DELLE RENDITE FINANZIARIE. Dott. Filippo Fornasiero LA NUOVA TASSAZIONE DELLE RENDITE FINANZIARIE Dott. Filippo Fornasiero Con il decreto legge 66/2014 dal 1 luglio l aliquota che colpisce le rendite finanziarie sale dal 20% al 26% L aumento riguarderà

Dettagli

1 gennaio 2012: il nuovo regime di tassazione delle rendite finanziarie e le implicazioni per i prodotti di risparmio gestito

1 gennaio 2012: il nuovo regime di tassazione delle rendite finanziarie e le implicazioni per i prodotti di risparmio gestito Q&A 1 gennaio 2012: il nuovo regime di tassazione delle rendite finanziarie e le implicazioni per i prodotti di risparmio gestito Dicembre 2011 La nuova normativa Il prossimo 1 gennaio 2012 entreranno

Dettagli

M G I U S T I Z I A N O R I L E

M G I U S T I Z I A N O R I L E M G I U S T I Z I A N O R I L E Analisi statistica dei dati relativi ai casi di sottrazione internazionale di minori Anno 2012 Roma, 24 gennaio 2013 Dipartimento Giustizia Minorile Ufficio I del Capo Dipartimento

Dettagli

Federici Assicurazioni Agenzia di Milano Atradius Credit Insurance N.V.

Federici Assicurazioni Agenzia di Milano Atradius Credit Insurance N.V. Federici Assicurazioni Agenzia di Milano Atradius Credit Insurance N.V. Una forza trainante nelle assicurazioni del credito e delle cauzioni Atradius - page 1 Una partnership solida Con decenni di esperienza

Dettagli

Gestione della Supply Chain. Gestione della Supply Chain Soluzioni Internet per le aziende. Seminario on line

Gestione della Supply Chain. Gestione della Supply Chain Soluzioni Internet per le aziende. Seminario on line Gestione della Supply Chain Gestione della Supply Chain Soluzioni Internet per le aziende Seminario on line 1 Seminario on line Gestione della Supply Chain Seminario sulle soluzioni Internet per le aziende

Dettagli

FONIA + ADSL FLAT da 1 a 4 linee PIANI A CONSUMO da 1 a 4 linee

FONIA + ADSL FLAT da 1 a 4 linee PIANI A CONSUMO da 1 a 4 linee FONIA + ADSL FLAT da 1 a 4 linee PIANI A CONSUMO da 1 a 4 linee *NOVITA AREA 1 ITZ FISSI: Andorra, Austria, Belgio, Canada, Danimarca, Finlandia, Germania, Francia, Grecia, Irlanda, Lussemburgo, Monaco,

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI

INFORMAZIONI PERSONALI ALLEGATO B Compilare l atto di candidatura, stamparlo, firmarlo ed inviarlo all Agenzia Nazionale LLP Italia per posta, o a mezzo fax nelle modalità specificate nell Invito a presentare candidature ESPERTI

Dettagli

I piani in abbonamento All inclusive Business

I piani in abbonamento All inclusive Business I piani in abbonamento All inclusive Business Solo per sim in MNP + * Il traffico voce all estero incluso nell offerta riguarda le chiamate voce ricevute in ZONA UE, Croazia, e USA ed effettuate da e verso

Dettagli

http://news.drweb.com/?i=3374&c=5&lng=ru&p=0 Doctor Web: rassegna delle attività di virus a febbraio 2013 12 marzo 2013

http://news.drweb.com/?i=3374&c=5&lng=ru&p=0 Doctor Web: rassegna delle attività di virus a febbraio 2013 12 marzo 2013 http://news.drweb.com/?i=3374&c=5&lng=ru&p=0 Doctor Web: rassegna delle attività di virus a febbraio 2013 12 marzo 2013 A febbraio 2013, gli incidenti informatici più noti sono stati la diffusione su vasta

Dettagli

II OSSERVATORIO EUROPEO DEGLI INTERMEDIARI ASSICURATIVI

II OSSERVATORIO EUROPEO DEGLI INTERMEDIARI ASSICURATIVI II OSSERVATORIO EUROPEO DEGLI INTERMEDIARI ASSICURATIVI Un confronto tra Italia e resto d Europa alla luce dei cambiamenti del modello di distribuzione Milano, 29 giugno 2015 Contenuti Osservatorio 2015

Dettagli

Salute: Preparativi per le vacanze viaggiate sempre con la vostra tessera europea di assicurazione malattia (TEAM)?

Salute: Preparativi per le vacanze viaggiate sempre con la vostra tessera europea di assicurazione malattia (TEAM)? MEMO/11/406 Bruxelles, 16 giugno 2011 Salute: Preparativi per le vacanze viaggiate sempre con la vostra tessera europea di assicurazione malattia (TEAM)? Non si sa mai. Pensate di recarvi in un paese dell'ue,

Dettagli

Fattispecie al ricorrere delle quali il contribuente è tenuto a compilare il quadro RW: esemplificazioni

Fattispecie al ricorrere delle quali il contribuente è tenuto a compilare il quadro RW: esemplificazioni Numero 29/2014 Pagina 1 di 8 Fattispecie al ricorrere delle quali il contribuente è tenuto a compilare il quadro RW: esemplificazioni Numero : 29/2014 Gruppo : Oggetto : Norme e prassi : DICHIARAZIONI

Dettagli

ATTO DI CANDIDATURA. Posizione professionale attuale

ATTO DI CANDIDATURA. Posizione professionale attuale LOGO MLPS/MIUR ALLEGATO B N di Protocollo ATTO DI CANDIDATURA ESPERTI INDIPENDENTI NEL QUADRO DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME: NOME(I): DATA DI NASCITA (GG/MM/AAAA): / /

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL CONSIGLIO E AL PARLAMENTO EUROPEO

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL CONSIGLIO E AL PARLAMENTO EUROPEO IT IT IT COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxelles, 27.1.2009 COM(2009) 9 definitivo COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL CONSIGLIO E AL PARLAMENTO EUROPEO Monitoraggio delle emissioni di CO2 delle automobili

Dettagli

Connessioni sicure: ma quanto lo sono?

Connessioni sicure: ma quanto lo sono? Connessioni sicure: ma quanto lo sono? Vitaly Denisov Contenuti Cosa sono le connessioni sicure?...2 Diversi tipi di protezione contro i pericoli del network.....4 Il pericolo delle connessioni sicure

Dettagli

Legenda dei Paesi. Classifica dell ISU 2010 e variazioni 2005-2010

Legenda dei Paesi. Classifica dell ISU 2010 e variazioni 2005-2010 Legenda dei Paesi Classifica dell ISU 2010 e variazioni 2005-2010 Afghanistan 155 h 1 Albania 64 i 1 Algeria 84 h 1 Andorra 30 h 2 Angola 146 h 2 Argentina 46 h 4 Armenia 76 Australia 2 Austria 25 i 1

Dettagli

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011 GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE Anno 2011 La rilevazione riguarda gli operatori della cooperazione internazionale che hanno usufruito dell assistenza assicurativa della Siscos. Definizione

Dettagli

infomarket l import-export italiano di tecnologia gennaio - dicembre e confronti con 2004 e 2003 IMPORT EXPORT 2003 2004 2005 2003 2004 2005

infomarket l import-export italiano di tecnologia gennaio - dicembre e confronti con 2004 e 2003 IMPORT EXPORT 2003 2004 2005 2003 2004 2005 l import-export italiano di tecnologia nelle pagine che seguono sono riportati i dati dell Istituto Italiano di Statistica (ISTAT) riguardanti le voci doganali che includono la tecnologia lapidea. Dati

Dettagli

CONVENZIONE REPlat Listino 2011

CONVENZIONE REPlat Listino 2011 CONVENZIONE REPlat 01. VISURE IMMOBILIARI VISURE IPOTECARIE TOTALE - 15% Visura Ipotecaria Light 26,00 22,10 Visura Ipotecaria Strong 48,00 40,80 Elenco Formalità 18,00 15,30 Visura Ipotecaria per Immobile

Dettagli

Informazioni sul Global Internet Security Threat Report di Symantec

Informazioni sul Global Internet Security Threat Report di Symantec Informazioni sul Global Internet Security Threat Report di Symantec Il Global Internet Security Threat Report di Symantec fornisce una panoramica e un analisi delle attività delle minacce di Internet a

Dettagli

Domande e risposte dei clienti

Domande e risposte dei clienti Autodesk Download del software Domande e risposte dei clienti Questo documento risponde alle domande più frequenti relative al download del software Autodesk. Indice 1. Che cos è il download del software?...

Dettagli

Fabrizio Pediconi, Agente Generale Coface. Analisi Rischio Paese e Assicurazione dei Crediti: il punto di Coface per Assolombarda

Fabrizio Pediconi, Agente Generale Coface. Analisi Rischio Paese e Assicurazione dei Crediti: il punto di Coface per Assolombarda Fabrizio Pediconi, Agente Generale Coface Analisi Rischio Paese e Assicurazione dei Crediti: il punto di Coface per Assolombarda 1 Coface- Rischio Paese 2011 Assolombarda 09/03/2011 La missione di Coface

Dettagli

Chiamate verso Italia e UE rete mobile. AFGHANISTAN 0,35 1,69 /min. 2,09 /min. 2,09 /min. 2,39 /min. 1,19 /min. 0,19 /cad.

Chiamate verso Italia e UE rete mobile. AFGHANISTAN 0,35 1,69 /min. 2,09 /min. 2,09 /min. 2,39 /min. 1,19 /min. 0,19 /cad. AFGHANISTAN 0,35 1,69 /min. 2,09 /min. 2,09 /min. 2,39 /min. 1,19 /min. 0,19 /cad. ALBANIA 0,35 0,99 /min. 1,39 /min. 1,39 /min. 1,69 /min. 0,00 /min. 0,19 /cad. ALGERIA* 0,35 0,99 /min. 1,39 /min. 1,39

Dettagli

ABBONAMENTI H3G MY BUSINESS

ABBONAMENTI H3G MY BUSINESS Business ABBONAMENTI H3G MY BUSINESS *Unlimited International permette di effettuare traffico illimitato per le chiamate dall Italia verso l Estero e per le chiamate effettuate e ricevute in Roaming nei

Dettagli

Ho chiesto asilo nell UE Quale paese gestirà. la mia domanda?

Ho chiesto asilo nell UE Quale paese gestirà. la mia domanda? IT Ho chiesto asilo nell UE Quale paese gestirà la mia domanda? A Informazioni sul regolamento Dublino per i richiedenti protezione internazionale, a norma dell articolo 4 del Regolamento (UE) n. 604/2013

Dettagli

PROVINCIA DI PADOVA Settore Turismo Ufficio Statistica. Flussi Turistici Provinciali e per ambiti. Anno 2013

PROVINCIA DI PADOVA Settore Turismo Ufficio Statistica. Flussi Turistici Provinciali e per ambiti. Anno 2013 PROVINCIA DI PADOVA Settore Turismo Ufficio Statistica Flussi Turistici Provinciali e per ambiti Inserimento dati Elaborazione e redazione Anno 2013 2011 ARRIVI 2012 2013 PRESENZE Differenze Percentuali

Dettagli

INFORMAZIONI GENERALI SUI MARCHI INTERNAZIONALI

INFORMAZIONI GENERALI SUI MARCHI INTERNAZIONALI CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI BOLZANO B R E V E T T I E M A R C H I INFORMAZIONI GENERALI SUI MARCHI INTERNAZIONALI AVVISI: Le domande ed istanze relative ai diritti di proprietà

Dettagli

Assistenza Clienti. Assistenza Clienti Soluzioni Internet per le aziende. Seminario on line

Assistenza Clienti. Assistenza Clienti Soluzioni Internet per le aziende. Seminario on line Assistenza Clienti Assistenza Clienti Soluzioni Internet per le aziende Seminario on line 1 Seminario on line Assistenza Clienti Seminario sulle soluzioni Internet per le aziende 3. Benvenuto 4. Obiettivi

Dettagli

Classifica delle esportazioni italiane di shampoo

Classifica delle esportazioni italiane di shampoo SHAMPOO 1 19.696 14,3% 2 16.443 11,9% 3 13.501 9,8% 4 10.683 7,7% 5 7.127 5,2% 6 6.262 4,5% 7 5.717 4,1% 8 5.370 3,9% 9 Belgio 3.622 2,6% 10 3.533 2,6% 11 Slovenia 3.057 2,2% 12 Svizzera 2.578 1,9% 13

Dettagli

www.avg.it Come navigare senza rischi

www.avg.it Come navigare senza rischi Come navigare senza rischi 01 02 03 04 05 06.Introduzione 01.Naviga in Sicurezza 02.Social Network 08.Cosa fare in caso di...? 22.Supporto AVG 25.Link e riferimenti 26 [02] 1.introduzione l obiettivo di

Dettagli

micro¯o - mercati emergenti piccoli

micro&macro - mercati emergenti piccoli micro¯o - mercati emergenti Il vino è stato a lungo uno dei prodotti alimentari più scambiati al mondo. Dal 1980 il commercio internazionale del vino è risultato in continua e rapida espansione, nonostante

Dettagli

Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014

Quadro di valutazione L'Unione dell'innovazione 2014 Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014 Quadro di valutazione dei risultati dell'unione dell'innovazione per la ricerca e l'innovazione Sintesi Versione IT Imprese e industria Sintesi Quadro

Dettagli

Symantec Insight e SONAR

Symantec Insight e SONAR Teniamo traccia di oltre 3, miliardi di file eseguibili Raccogliamo intelligence da oltre 20 milioni di computer Garantiamo scansioni del 70% più veloci Cosa sono Symantec Insight e SONAR Symantec Insight

Dettagli

Global WorkPlace Solutions. Creare vantaggio per il business

Global WorkPlace Solutions. Creare vantaggio per il business Global WorkPlace Solutions Creare vantaggio per il business Pronto per il business? E un lavoro duro essere un azienda globale di successo. Essere in prima linea richiede idee innovative, coraggio e impegno.

Dettagli

Estensione del servizio Export Manager a nuovi Paesi TABELLE PAESI/TIPI DI PAGAMENTO AMMESSI

Estensione del servizio Export Manager a nuovi Paesi TABELLE PAESI/TIPI DI PAGAMENTO AMMESSI Estensione del servizio Export Manager a nuovi Paesi TABELLE PAESI/TIPI DI PAGAMENTO AMMESSI Aggiornamento del 28/10/2014 AREA SEPA Paesi UE: Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia,

Dettagli

Internet Security Threat Report Volume X

Internet Security Threat Report Volume X Internet Security Threat Report Volume X Il 28 gennaio 2002 è stato pubblicato il primo volume dell Internet Security Threat Report da Riptech, società di Managed Security Services acquisita da Symantec

Dettagli

Storage Networking. Storage Networking. Soluzioni Tecnologiche per le aziende. Seminario on line

Storage Networking. Storage Networking. Soluzioni Tecnologiche per le aziende. Seminario on line Storage Networking Storage Networking Soluzioni Tecnologiche per le aziende Seminario on line 1 Seminario on line Storage Networking Seminario sulle Soluzioni Tecnologiche per le aziende 3. Benvenuto 4.

Dettagli

ESPORTAZIONE DEFINITIVA (EX): AUTORIZZAZIONI RILASCIATE NEL PERIODO 01/01/2003-31/12/2003 ELENCO PER PAESE DI DESTINAZIONE

ESPORTAZIONE DEFINITIVA (EX): AUTORIZZAZIONI RILASCIATE NEL PERIODO 01/01/2003-31/12/2003 ELENCO PER PAESE DI DESTINAZIONE Ministero degli Affari Esteri Dalla RELAZIONE GOVERNATIVA 2004 ESPORTAZIONE DEFINITIVA (EX): AUTORIZZAZIONI RILASCIATE NEL PERIODO 01/01/2003-31/12/2003 ELENCO PER PAESE DI DESTINAZIONE Paese di destinazione

Dettagli

Esportazioni di prodotti agro-alimentari italiani 2009-2011

Esportazioni di prodotti agro-alimentari italiani 2009-2011 (in gestione transitoria - ex Lege 214/2011) Esportazioni di prodotti agro-alimentari italiani 2009-2011 il caffè marzo 2012 Dipartimento Promozione dell'internazionalizzazione Area Agro-alimentare Tel.:

Dettagli

"Rendi le cose più semplici possibili, ma non più semplici di quello che sono". (A. Einstein)

Rendi le cose più semplici possibili, ma non più semplici di quello che sono. (A. Einstein) As easy as that. 12345 "Rendi le cose più semplici possibili, ma non più semplici di quello che sono". (A. Einstein) 12345 È tutto semplice con Lenze. In un'epoca di rapidi cambiamenti si presentano ogni

Dettagli

A-Mobile: struttura tariffaria

A-Mobile: struttura tariffaria Traffico Voce ( cents/min) A-Mobile: struttura tariffaria Chiamate Nazionali 10 cent Tariffazione a scatti da 5 cent, di durata pari a 30 secondi Scatto alla risposta 15 cent. La tariffa voce si applica

Dettagli

Tavola 8.1 - Capacità degli esercizi ricettivi per tipo di alloggio - Comune di Lecce - Anno 2009

Tavola 8.1 - Capacità degli esercizi ricettivi per tipo di alloggio - Comune di Lecce - Anno 2009 8. Turismo Nel 2009 nella categoria esercizi alberghieri gli alberghi a 4 stelle costituiscono il 40,0% degli esercizi con una dotazione di posti letto pari al 59,4% del totale. La permanenza media del

Dettagli

LA SICUREZZA INFORMATICA SU INTERNET LE MINACCE

LA SICUREZZA INFORMATICA SU INTERNET LE MINACCE LE MINACCE I rischi della rete (virus, spyware, adware, keylogger, rootkit, phishing, spam) Gli attacchi per mezzo di software non aggiornato La tracciabilità dell indirizzo IP pubblico. 1 LE MINACCE I

Dettagli

DIRITTI DI PROPRIETA INTELLETTUALE

DIRITTI DI PROPRIETA INTELLETTUALE DIRITTI DI PROPRIETA INTELLETTUALE IL BREVETTO 1 TIPOLOGIE BREVETTO PER: Invenzione industriale Modello ornamentale Modello utilità 2 DURATA DEI BREVETTI PER: INVENZIONE INDUSTRIALE 20 ANNI MODELLO ORNAMENTALE

Dettagli

Wireless LAN. Wireless LAN. Soluzioni Tecnologiche per le aziende. Seminario on line

Wireless LAN. Wireless LAN. Soluzioni Tecnologiche per le aziende. Seminario on line Wireless LAN Wireless LAN Soluzioni Tecnologiche per le aziende Seminario on line 1 Seminario on line Wireless LAN Seminario sulle Soluzioni Tecnologiche per le aziende 3. Benvenuto 4. Obiettivi 5. Definizione

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Dipartimento per le Comunicazioni DIREZIONE GENERALE REGOLAMENTAZIONE DEL SETTORE POSTALE Divisione I Prot. 35187 del 28.5.2013 RELAZIONE PER IL CAPO DIPARTIMENTO Oggetto:

Dettagli

Agenzia Nazionale LLP Italia Sistema di Gestione Qualità Certificato UNI EN ISO 9001:2000 - CSICERT N SQ062274

Agenzia Nazionale LLP Italia Sistema di Gestione Qualità Certificato UNI EN ISO 9001:2000 - CSICERT N SQ062274 Programma di Apprendimento Permanente Allegato all Invito Generale a presentare proposte 2007 Disposizioni finanziarie e importi dei contributi comunitari definiti dall Agenzia LLP Italia 1. Comenius Partenariati

Dettagli

Malware Definizione e funzione

Malware Definizione e funzione Malware Definizione e funzione Cos è un Malware Il termine Malware è l'abbreviazione di "malicious software", software dannoso. Malware è un qualsiasi tipo di software indesiderato che viene installato

Dettagli

E-Commerce. E-Commerce. Soluzioni Internet per le aziende. Seminario on line

E-Commerce. E-Commerce. Soluzioni Internet per le aziende. Seminario on line E-Commerce E-Commerce Soluzioni Internet per le aziende Seminario on line 1 Seminario on line E-Commerce Seminario sulle soluzioni Internet per le aziende 3. Benvenuto 4. Obiettivi 5. La rivoluzione Internet

Dettagli

European Payment Index 2010. In Europa la perdita su crediti ha raggiunto 300 miliardi di Euro, l equivalente del debito nazionale della Grecia.

European Payment Index 2010. In Europa la perdita su crediti ha raggiunto 300 miliardi di Euro, l equivalente del debito nazionale della Grecia. European Payment Index 2010 In Europa la perdita su crediti ha raggiunto 300 miliardi di Euro, l equivalente del debito nazionale della Grecia. Intrum Justitia Unica multinazionale quotata in borsa leader

Dettagli

Introduzione a Internet e cenni di sicurezza. Dott. Paolo Righetto 1

Introduzione a Internet e cenni di sicurezza. Dott. Paolo Righetto 1 Introduzione a Internet e cenni di sicurezza Dott. Paolo Righetto 1 Introduzione a Internet e cenni di sicurezza Quadro generale: Internet Services Provider (ISP) Server WEB World Wide Web Rete ad alta

Dettagli

Convenzione. Telefonia Fissa e Connettività IP 4. Corrispettivi e Tariffe

Convenzione. Telefonia Fissa e Connettività IP 4. Corrispettivi e Tariffe Convenzione Telefonia Fissa e Connettività IP 4 Corrispettivi e Tariffe Acquisti in Rete della P.A. Corrispettivi e Tariffe Telefonia Fissa e Connettività IP 4 1 di 14 INDICE 1 TELECOM ITALIA S.P.A. 3

Dettagli

Tavola 1 - Quote di mercato sulle esportazioni mondiali per area e paese (a)

Tavola 1 - Quote di mercato sulle esportazioni mondiali per area e paese (a) Quote di mercato Nel corso degli ultimi anni si è assistito ad una graduale erosione delle quote di mercato sulle esportazioni mondiali dell Unione europea, principalmente a vantaggio dei paesi dell Asia

Dettagli

Ricerca globale Zurich Rischi per le piccole e medie imprese

Ricerca globale Zurich Rischi per le piccole e medie imprese Ricerca globale Zurich Rischi per le piccole e medie imprese 2 novembre 20 Indice Introduzione Metodologia pag. Dimensioni del campione pag. 4 Struttura del campione pag. Risultati Sintesi pag. Risultati

Dettagli

Teleworking. Teleworking. Soluzioni Internet per le aziende. Seminario on line

Teleworking. Teleworking. Soluzioni Internet per le aziende. Seminario on line Teleworking Teleworking Soluzioni Internet per le aziende Seminario on line 1 Seminario on line Teleworking Seminario sulle soluzioni Internet per le aziende 3. Benvenuto 4. Obiettivi 5. Il posto di lavoro

Dettagli

Convenzione. Telefonia Fissa e Connettività IP 4. Corrispettivi e Tariffe

Convenzione. Telefonia Fissa e Connettività IP 4. Corrispettivi e Tariffe Convenzione Telefonia Fissa e Connettività IP 4 Corrispettivi e Tariffe Acquisti in Rete della P.A. Corrispettivi e Tariffe Telefonia Fissa e Connettività IP 4 1 di 14 INDICE 1 FASTWEB S.P.A. 3 1.1 SERVIZI

Dettagli

Gli aspetti organizzativi dell Indagine. I. Paesi partecipanti

Gli aspetti organizzativi dell Indagine. I. Paesi partecipanti INDICE Gli aspetti organizzativi dell indagine...1 I. Paesi partecipanti...1 II. Campionamento...2 III. Rapporti con le scuole...3 IV. Traduzione degli strumenti...4 V. Codifica delle risposte aperte...5

Dettagli

Convenzione. Telefonia Fissa e Connettività IP 4. Corrispettivi e Tariffe

Convenzione. Telefonia Fissa e Connettività IP 4. Corrispettivi e Tariffe Convenzione Telefonia Fissa e Connettività IP 4 Corrispettivi e Tariffe Acquisti in Rete della P.A. Corrispettivi e Tariffe Telefonia Fissa e Connettività IP 4 1 di 12 INDICE 1 TELECOM ITALIA S.P.A. 3

Dettagli