RISPARMIO. Padoan e Schröder presenti alla plenaria di oggi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RISPARMIO. Padoan e Schröder presenti alla plenaria di oggi"

Transcript

1 Salone rapporto del RISPARMIO Padoan e Schröder presenti alla plenaria di oggi PAGINA A CURA l Nuovo Risparmio. «IStrumenti per comprenderlo, soluzioni per gestirlo». È questo il titolo della sesta edizione del Salone del Risparmio, in programma a Milano dal 25 al 27 marzo, all Università Bocconi. Un titolo che promette di analizzare e approfondire l'evoluzione dell industria, osservando le novità che hanno coinvolto (e coinvolgeranno) l intero settore e i suoi stakeholder. Molti ospiti internazionali e un programma di conferenze strutturato in otto aree tematiche: formazione, educazione finanziaria, normativa e fiscalità, portafoglio su misura, risparmio ed economia reale, consulenza, reti e distribuzione, prodotti e servizi finanziari. La tre giorni del Salone del Risparmio sarà l occasione per indagare come l industria del gestito, forte di una crescita senza precedenti, possa contribuire al rilancio del paese, favorendo la costruzione di canali per portare il risparmio verso le imprese e l'economia reale. I numeri, del resto, sono davvero forti. Secondo Assogestioni, l industria ha avviato il 2015 con una raccolta a gennaio di 9,1 miliardi di euro e con i fondi comuni che per la prima volta hanno superato il livello record dei 700 miliardi di patrimonio. Con i fondi comuni che si confermano i principali interpreti di questo risultato, grazie a sottoscrizioni superiori a 6,4 miliardi di euro. Durante la tre giorni, i partecipanti si interrogheranno sulle soluzioni possibili, a partire dalla plenaria di apertura dal titolo «Il nuovo risparmio. Come comprenderlo, come gestirlo» che ospiterà il Ministro dell Economia, Pier Carlo Padoan, e l ex Cancelliere della Germania, Gerhard Schröder. Il primo cercherà di approfondire l evoluzione econo- Pier Carlo Padoan Gerhard Schröder Inserto a cura di Gian Marco Giura Un momento dell'edizione 2014 del Salone del Risparmio mico-finanziaria iaria del Paese, la trasformazione delle abitudini di risparmio degli italiani e le prospettive future. L intervento di Schröder sarà invece dedicato a «Le riforme: strumenti per la crescita?». L ex Cancelliere della Repubblica Federale Tedesca (in carica dal 1998 al 2005) racconterà, attraverso la sua personale esperienza politica, il percorso decisionale e le riforme economiche che hanno permesso alla Germania di affrontare l attuale congiuntura economica. Il secondo giorno, come di Visitatori all'ingresso del Salone Harvey McGrath lworldlabs, ldl Luciano Balbo, presidente e fondatore di Oltre Venture Capital, e Fabri- zio Sammarco, amministratore delegato di ItaliaCamp. Come ogni anno non mancheranno momenti formativi per i professionisti: 60 le ore dedicate al raggiun- gimento di crediti professionali attestati da Efpa Italia e quest anno, per la prima volta, da CFA Institute. Il Salone del Risparmio è anche educazione finanziaria: a testimoniarlo gli oltre studenti coinvolti fino a oggi e che, anche quest anno, saranno protagonisti di conferenze, quiz interattivi a premi e un concorso fotografico. Le giovani generazioni rappresentano i risparmiatori di domani: ma qual è il loro livello di alfabetizzazione economica? Assogestioni presenterà al Salone una ricerca sul consueto, sarà dedicato al mondo della distribuzione e al confronto con le pratiche internazionali. La terza giornata si aprirà con la plenaria dal titolo: «Finanza e sviluppo, un connubio necessario»: ad aprire i lavori ci sarà il direttore generale della Banca d'italia, Salvatore Rossi. Il suo intervento sarà seguito da una tavola rotonda sul tema al quale parteciperanno: Maria Bianca Farina, ad di Poste Vita, il Ministro per lo Sviluppo Regionale del Porto- gallo, Miguel Poiares Maduro, e Roberto Reggi, direttore Agenzia del Demanio. La conferenza plenaria di chiusura sarà dedicata, infine, a «Impact Investing al servizio dell economia reale» e alla testimonianza di chi ha trovato in questa forma d investimento una soluzione di sviluppo e sostegno alla crescita sostenibile. Il Keynote speech sarà affidato ad Harvey McGrath, re dell istituzione finanziaria diretto- indipendente Big Society Capital. Al suo intervento seguirà il dibattito a due voci tra Piero Fassino, presidente Anci e sindaco di Torino, e il presidente della Fondazione Cariplo Giuseppe Guzzetti e la tavola rotonda tra i principali esponenti del settore, tra cui Filippo Addarii, direttore strategico presso Young Foundation e Co-Founder di Smal- tema condotta da Demia su un campione rappresentativo di under 35. E l industria? Riesce ad adeguarsi al linguaggio moderno dei social network? Uno studio, realizzato da Assogestioni in collaborazione con Blogmeter, su quanto sia social il risparmio gestito va in questa direzione: i dati e le analisi emerse, anche in questo caso, saranno presentati durante la terza giornata del Salone del Risparmio. (riproduzione riservata)

2 54 Rapporto Salone del Risparmio Mercoledì 25 Marzo 2015 Va definito il ruolo della disciplina italiana, in Europa a plenaria di apertura della Lseconda giornata del Salone del Risparmio dal titolo «The impact of inducements regulation on the business model and strategy» ha l obiettivo di valutare l incidenza della disciplina degli inducement (ovvero incentivi) sui modelli e le strategie di business dell industria. Questa valutazione sarà effettuata sia alla luce della nuova disciplina che si va definendo a livello europeo nel contesto della MiFID II sia tenendo conto delle esperienze maturate in altri Paesi europei (UK). «Alla luce di tale dibattito e degli ultimi sviluppi, l obiettivo della conferenza è verificare quale sia, nel panorama internazionale, il posizionamento della disciplina italiana e quale il ruolo dell autoregolamentazione da parte dell industria. Fin dall emanazione della MiFID I la regolamentazione degli incentivi è stata considerata uno dei temi centrali della tutela dell investitore», afferma Roberta D Apice, direttore settore legale di Assogestioni. Con la direttiva 2014/565/UE (cd. MiFID II), il legislatore comunitario ha inteso rafforzare questa tutela degli investitori, da un lato, limitando ulteriormente la possibilità, per le imprese che prestano «determinati» servizi d investimento, di percepire incentivi da parte di terzi e, dall altro, rafforzando i requisiti che l incentivo pagato a o ricevuto da terzi deve presentare per superare il vaglio di ammissibilità. Lo scorso 19 dicembre l Esma ha pubblicato il Final Report recante i pareri tecnici resi alla Commissione Europea per l adozione, da parte della stessa Commissione, delle misure di secondo livello di implementazione della MiFID II. Precisa l esperto: «L Esma si è concentrata, con riferimento alla disciplina degli incentivi, su quattro profili: le condizioni che devono essere rispettate dalle imprese di investimento che offrono il servizio di consulenza su base indipendente o prestano il servizio di gestione di portafoglio al fine di ottemperare al divieto di accettare e trattenere qualsiasi tipo di commissione o incentivo monetario o non monetario da parti terze; la definizione di benefici non monetari minori e le condizioni in presenza delle quali questi possono essere accettati in relazione alla prestazione del servizio di consulenza indipendente o di gestione di portafoglio; le condizioni che non consentono di qualificare gli incentivi, pagati o ricevuti da imprese di investimento che prestano ogni altro servizio d investimento, come elementi di accrescimento della qualità del servizio offerto; le informazioni da fornire al cliente e gli aspetti organizzativi da adottare al fine di ottemperare alle previsioni della MiFID II». In questi giorni la Commissione Europea sta analizzando il parere dell Esma sugli inducement, specie con riferimento al tema della ricerca e dei criteri di verifica dell innalzamento della qualità del servizio. Sul tema, nella prestazione dei servizi d investimento, sono inoltre intervenute anche alcune Autorità di vigilanza nazionali. Nel gennaio dello scorso anno, PER esempio, la Fca inglese ha pubblicato Linee guida in tema di incentivi e conflitti di interesse (FG14/1: Finalised Guidelines Supervising Retail Investment Advice: Inducements and conflicts of interest), al fine di fornire orientamenti in merito all applicazione delle previsioni contenute nella normativa post- RDR relative agli inducements. In particolare, oltre a intervenire sulla disciplina degli obblighi di disclosure e dei controlli interni, le Linee guida individuano esempi di poor e spunti di policy, in particolare in merito all allocazione dei costi di ricerca client-specific e all applicazione dell advice a strumenti a reddito fisso. Ad aprire la conferenza il presidente dell Efama, Cristian Dargnat. Seguiranno gli interventi di Salvatore Gnoni (Esma), che presenterà la posizione dell Esma sugli incentivi e di Guy Sears (Ima) sulle iniziative dell Fca in tema di benefici non monetari. Nell ambito del panel, coordinato da Roberta D Apice (Assogestioni) e al quale parteciperanno Lorenzo Alfieri (JP Morgan), Carlo Giausa (Fineco Bank), Antonello Piancastelli (Banca Fideuram) e Claudio Tosato (Anima SGR), saranno analizzate sia le questioni di maggiore impatto pratico che, secondo gli esponenti dell industria italiana, solleva la disciplina degli incentivi, sia le iniziative fino ad oggi intraprese dalla stessa industria. Sarà Tiziana Togna, responsabile della divisione Intermediari della Consob a tenere le conclusioni della conferenza che si soffermerà sugli orientamenti della Autorità di vigilanza in tema di inducement nonché sul ruolo dell autoregolamentazione da parte dell industria.

3 Mercoledì 25 Marzo 2015 Rapporto Salone del Risparmio 55 L'educazione al risparmio va iniziata già in età scolastica e si guarda alla storia italia- recente, il settore pub- Sna blico e quello bancario hanno svolto un ruolo fondamentale nel finanziamento della crescita economica. Le banche, da una parte, sono state di gran lunga la principale fonte di approvvigionamento di capitale di debito per le imprese private; lo Stato, dall altra, ha finanziato direttamente o attraverso aziende controllate una quota significativa degli investimenti in infrastrutture. La crisi recente ha fortemente indebolito questo modello: per le banche, il finanziamento dei progetti di crescita delle imprese è diventato molto più costoso in termini di assorbimento di capitale, e quindi meno profittevole; d altra parte, la necessità di ricondurre il rapporto tra debito pubblico e Pil su livelli più contenuti è un forte vincolo alla possibilità di finanziare investimenti infrastrutturali con risorse pubbliche. Commenta Ugo Loser, ad di Arca sgr: «Su un altro fronte, il fenomeno della compressione dei rendimenti dei titoli obbligazionari di elevato standing creditizio, che probabilmente ci accompagnerà per un periodo non breve, impone agli investitori di lungo periodo (fondi pensione e assicurazioni in primis) di ricercare opportunità di investimento con rendimenti attesi più elevati (giustificati tipicamente da una minore liquidità) e coerenti con gli obiettivi di crescita del capitale dei propri stakeholder». Continua: «I portafogli di crediti meno liquidi, oogle e Facebook potrebbero di- i concorrenti di domani Gventare nel mondo del risparmio gestito. A lanciare la provocazione è Ignites Europe, uno dei più attivi servizi di notizie online per i professionisti del settore dei fondi in Europa, attraverso le parole del presidente di Efama, l associazione europea del risparmio gestito, Christian Dargnat. L esperto, in altre parole, non esclude che i giganti tecnologici possano immaginare di entrare in competizione con i gestori tradizionali. Del resto, i primi vantano formidabili vantaggi competitivi, tra cui una migliore conoscenza dei clienti, che li pone in una posizione tale da poter immaginare di mettersi in competizione con i gestori tradizionali. E non è l unico. Infatti, sono molti gli esperti secondo cui non sarebbe troppo difficile per i giganti del di titoli legati a iniziative nel settore energetico, delle reti di trasporto o distribuzione hanno queste caratteristiche. È pertanto ragionevole attendersi che, nei prossimi anni, gli investitori istituzionali e gli asset manager svolgeranno, sostituendosi parzialmente a banche e Stato, un ruolo di crescente rilevanza come fornitori diretti di capitale (di credito e di rischio) a supporto dei progetti di investimento infrastrutturali e delle imprese». Tommaso Corcos Matteo Bosco Ugo Loser web fornire servizi di distribuzione di fondi, soprattutto dopo le prime esperienze in altre attività finanziarie, come i pagamenti online. Per Dargnat le società di gestione tradizionali hanno bisogno di innovarsi per vendere i propri prodotti direttamente ai clienti attraverso il web, tenendosi contestualmente pronti a fronteggiare nuovi concorrenti. «Google Asset Management o Facebook Asset Management potrebbero essere i concorrenti di domani», afferma Dargnat. «Siamo in un mondo in evoluzione, dobbiamo Andrea Pennacchia In altre parole, il risparmio i come supporto alla crescita gestito è dunque davvero chiamato a svolgere una funzione risorse in maniera efficiente, dell economia: incanalando le determinante nello sviluppo valorizzando quelle realtà economiche che rappresentano la del benessere delle famiglie italiane nel lungo periodo? E parte più dinamica del tessuto come? Precisa Tommaso Corcos, ad di Eurizon Capital sgr: L asset management sarebbe industriale del nostro Paese». «Diventa sempre più centrale quindi un attore dell economia reale, con un ruo- lo importante sia nei confronti delle impre- se sia delle famiglie. Continua: «Ma i risparmiatori devono essere disponibili a modificare l approc- cio agli investimenti, affrontando le scelte finanziarie con un occhio ai bisogni di lungo periodo». Perché ciò avvenga è opportuno intervenire sul fronte dell educazione finanziaria, ancora poco sviluppata in Italia. Conclude: «Noi, forti della stretta collaborazione con i nostri collocatori, siamo attivi nello sviluppo di diversi format: da iniziative formative per i professionisti a incontri di approfondimento per i clienti finali. Ma riteniamo che la diffusione della cultura debba partire dai giovani e proprio per questo fare i conti con questo». Infatti FTfm ha recentemente rivelato che due anni fa Google ha commissionato una ricerca per cercare di capire come poter entrare nel settore del risparmio gestito. Tuttavia Google, interrogata da Ignites Europe sull intenzio- ne di lanciar- si nell asset management, dichiara che al momento preferisce non esprimersi in materia. Comunque se un gigante del web decidesse di entrare nel settore, inizierebbe da una posizione di forza. Né è convinto Dargnat: «In termini di vantaggi comparativi, queste aziende sanno meglio di noi i gusti e le preferenze dei clienti. Posso assicurarvi che nessun gestore ha una buona condividiamo e partecipia- mo attivamente al progetto scuole del Salone del Risparmio». Insiste nel dire Andrea Pennacchia, ad e dg di UBI Pramerica sgr, che «nei suoi 30 anni di storia, l industria del gestito ha favorito la creazione di un importante canale di collegamento tra risparmio e investimento». E aggiunge: «Il nostro settore potrà fare ancora molto, interpretando i cambiamenti in atto nel nostro sistema socia- le e sviluppando soluzioni di investimento adatte ai bisogni emergenti delle famiglie. Co- me industria sarà altrettanto importante continuare a lavorare con le istituzioni finanziarie, governative e di mercato per incentivare le forme di risparmio di lungo periodo che possano sostenere il mantenimento del tenore di vita e i consumi nel tempo. Questo acquisisce sempre più un valore sociale: può essere cardine del benessere individuale e, in senso lato, dell economia del nostro sistema Paese». Precisa Matteo Bosco, head of business development Sud Europa e Svizzera di Aberdeen: «Sta poi nel gestore veicolare i risparmi dell investitore verso l economia: in Aberdeen abbiamo una prospettiva di lungo periodo, ci basiamo sui fondamentali e abbiamo una ricerca proprietaria, non seguiamo la tendenza di correre dietro all ultima moda o all ultimo prezzo. Nella scelta delle società in cui investire, una governance chiara rappresenta un aspetto imprescindibile». Lo spauracchio di Google e Facebook turba l'industria del risparmio gestito conoscenza dei propri clienti come quella che possiedono loro». Secondo il manager «è impressionante vedere come Facebook può adattare la sua piattaforma per ogni cliente. Hanno un vantaggio competitivo rispetto ad altri settori che è indubbio». E perché, a questo punto, le società di gestione dovrebbero escludere di distribuire i propri prodotti sul web? Secondo quanto riportato da Ignites Europe, sarebbero molte le aziende che stanno investendo sulla distribuzione digitale, tra cui Deutsche Asset & Wealth Management, che sarebbe in procinto di lanciare un gestore online, e Santander che starebbe pianificando un portale di consulenza online. Tuttavia, Dargnat riconosce che la distribuzione sul web è attualmente «un investimento». «Per il momento non c è un esempio di azienda che sta guadagnando ingenti somme di denaro attraverso la distribuzione digitale. Ma nel futuro potrebbe cambiare», conclude il presidente di Efama.

4 56 Rapporto Salone del Risparmio Mercoledì 25 Marzo 2015 Si estende dai siti internet alle informazioni sugli strumenti Cinzia Tagliabue Giuliano D Acunti n soli tre mesi, sulla rete, si con- oltre 17 mila conversazioni Itano sul tema del risparmio gestito. Per un totale di attori unici. Sta di fatto che a una prima analisi, emerge chiaramente quanto post e commenti sui social network rappresentino il 50% del totale dei messaggi e che si concentrano su Twitter e Facebook. E tutto questo al di fuori delle pagine ufficiali. La domanda, a questo punto, sorge spontanea. Quanto è social il risparmio gestito? Quanto lo sono le aziende del settore? Quanto il popolo della rete discute di tematiche sensibili per l industria? Prova a rispondere a questi quesiti la ricerca che il Salone del Risparmio ha svolto in collaborazione con Blogmeter, istituto di ricerca italiano specializzato nell ascolto delle conversazioni online e nella social media intelligence, e i cui risultati saranno presentati nelle giornate del Salone del Risparmio il 27 marzo all Università Bocconi di Milano durante la conferenza dal titolo: «Risparmio Gestito e Social Network: amore o semplice flirt?». Le fonti utilizzate per monitorare le conversazioni sul risparmio gestito, le associazioni di riferimento del settore e gli istituti associati ad Assogestioni sono quelle che hanno trattato i temi in analisi, tra cui i vari social network (Facebook, Twitter, Google+, LinkedIn) ma anche blog, forum, newsgroup e il profilo dei rendimenti consegnati ai clienti e crisi finanziarie hanno sia della raccolta. E alle Lspinto gli investitori ad sgr italiane, che hanno atteggiamenti molto più cauti scommesso sull innovazione di prodotti e quando si tratta di fare scelte di investimento e a chiedere servizi, precisa Davide informazioni molto più dettagliate sui prodotti finanziari. di Anima sgr «va rico- Gatti, direttore vendite Le società prodotto si sono nosciuto di aver saputo perciò evolute, a cominciare intercettare i bisogni dal dare una nuova veste ai delle famiglie, in particolare l esigenza di siti internet con abbondanza di dati e di statistiche. «L evoluzione ha riguardato anche stito, ottenere un rendi- tutelare il capitale inve- l offerta dei prodotti: l investitore oggi è più consapevole che di poter disporre di mento minimo, ma an- e guarda all investimento del soluzioni d investimento capaci di adattarsi ai pro- pianificazione finanziaria e pri progetti di vita. Di qui la proprio risparmio in modo diverso. La comparsa dei prodotti flessibili è la risposta più evidente a questo tipo di nuova domanda», taglia corto Lorenzo Alfieri, country head per l Italia di JP Morgan am. Spiega: «I mercati sono più complessi e l investitore vuole avere a disposizione prodotti più dinamici, che sfuggano ai trend di mercato di breve periodo e diano risultati Davide Gatti in ogni situazione nel medio-lungo termine. Inoltre, una più corretta la necessità di avere a disposizione prodotti finanziari che mano, in grado di rispondere proposta di prodotti chiavi in integrino la futura pensione a progetti di risparmio reali, porta l investitore a cercare attraverso la presenza di tre soluzioni. Anche qui l industria deve dare un supporto stitore medio abituato a pun- aspetti, importanti per l inve- formativo e informativo ai tare sulle obbligazioni: una professionisti e al cliente finale». Sta di fatto che gli ul- programma d investimento e, durata prestabilita, un chiaro timi anni per gli operatori del in molti casi, la distribuzione risparmio gestito sono stati di una cedola periodica». In molto soddisfacenti sia sotto questa fase, afferma Giulia- no D Acunti, head of sales Italy di Invesco, «non mancano interessanti opportunità sul mercato obbligazionario, attraverso l investimento in emissioni bancarie subordinate e i corporate bond dei Paesi emergenti, mentre sul fronte azionario ci sono settori e aree geografiche in cui il rapporto rischio-rendimento è più che accettabile (Europa, e nello specifico il settore bancario, dei trasporti e industriale). Luca Di Patrizi Lorenzo Alfieri siti di content sharing (per esempio YouTube) e di Question&Answering (come Yahoo!Answers). «Si tratta di una ricerca inedita», commenta Sacha Monotti Graziadei, amministratore delegato di Blogmeter. «Di solito la maggioranza delle anali- si si focalizza sul settore finanzia- rio in generale. In questo caso, invece, l obiettivo è stato analizzare e cercare di capire come le persone parlino di risparmio gestito sui social web e il grado di utilizzo di questi canali da parte delle aziende del settore, anche attraverso l analisi di best practice Suggeriamo strategie t e fondi multi-asset che possono rispondere alle esigenze di differenti tipi di clientela: si cercano rendimenti interessanti con un ritorno superiore all obbligazionario, assumendo dei rischi contenuti rispetto a un tradizionale prodotto azionario». C è poi chi punta sui fondi che investono in minibond, «un segmento nel quale operiamo già da più di un anno», afferma Cinzia Tagliabue, ad di Pioneer Investments Italia. E continua: «Siamo andati incontro all esigenza di diversificazione in prodotti innovativi e a quella di finanziamento delle pmi. Si tratta però di strumen- ti finanziari sottoscrivibili da investitori qualificati o istituzionali. Per allargare la platea di risparmiatori, guardiamo con interesse agli Eltifs, strumenti finanziari europei che potranno essere sottoscritti anche da investitori retail e che consentiranno di canalizzare su nuovi prodotti una domanda di investimento in strumen- ti, come i loans, che oggi non è possibile inserire nei fondi tradizionali». Intanto, a fronte del progressivo sfaldamento del sistema di previdenza sociale statale, gli italiani dovranno fare i con- ti con la necessità di costruirsi una riser- va finanziaria. «Il risparmio gestito e la consulenza finanziaria hanno una duplice responsabilità», dichiara Luca Di Patrizi, dg e managing director di Pictet am Italia: «Da una parte occorre aiutare i clienti privati a trasferire nel tempo i propri risparmi per garantire un potere di acquisto al momento della pensione o, per i più fortunati, per trasmetterli alla generazione successiva. Dall altra, contribuire ad allocare il capitale in modo efficiente all interno del sistema economico, convogliando risorse finanziarie dai clienti privati alle aziende che possono migliorare la nostra qualità di vita e contribuire alla crescita reale del Paese». (riproduzione riservata) Social network sempre più utili per comprendere le esigenze dei clienti Italiane», precisa. Continua Jean-Luc Gatti, direttore comunicazione di Assogestioni e responsabile del Salone del Risparmio: «Insieme a Blogmeter, abbiamo voluto scandagliare il web e capire a che punto è il nostro settore. Infatti, come associazione di categoria ci poniamo spesso in una posizione di ascolto per cogliere le necessità di tutti i nostri stakeholder e per capire dove va il mercato. Da questo punto di vista i social media sono di certo uno strumento per farlo. In altre parole, è impensabile trascurarli anche per il peso che hanno nella costruzione della reputazione». Conclude: «Il risparmio gestito ha una grande opportunità per conoscere meglio il proprio target e lo può fare attraverso i social, diventando interprete di questo confronto».

5 Amundi, una società di gestione del risparmio leader in Europa* Conquistare la vostra fiducia cercando di far crescere i vostri risparmi anche in un mercato incerto. Amundi Funds Patrimoine Indirizza i tuoi investimenti sul sentiero giusto Obiettivo di rendimento annuale: Eonia + 5% su un orizzonte di investimento minimo di 5 anni. Gestione attiva e fl essibile, basata su forti convinzioni, per catturare le opportunità di investimento più adatte al contesto di mercato. amundi.it *Il maggiore asset manager Europeo per totale di asset in gestione (AUM) Fonte IPE Top 400 asset managers pubblicato in giugno 2014 e basato sugli AUM a dicembre Tutti gli AUM sono stati ricalcolati da Amundi escludendo (i) attività di Wealth Management e (ii) asset manager con capogruppo al di fuori dell Europa. Feeder che investe almeno l 85% nel fondo master. L obiettivo di rendimento annuale del comparto (Eonia + 5%) è da intendersi previa detrazione delle spese correnti. Questo documento non costituisce in alcun caso una raccomandazione, una sollecitazione, un offerta o un consiglio di investimento ed è diffuso in Italia per Amundi, Société anonyme con un capitale di Società di gestione di portafogli autorizzata dall AMF con il n GP Sede legale: 90, boulevard Pasteur, Parigi - Francia RCS Parigi. Amundi Funds Patrimoine è un comparto di Amundi Funds, società di investimento a capitale variabile (SICAV) di diritto lussemburghese. Il comparto è qualifi cato come OICVM, autorizzato dalla Commission de Surveillance du Secteur Financier ( CSSF ), l autorità di vigilanza lussemburghese. La società è iscritta nel Registro delle imprese al numero B e la sede sociale è n5, Allée Scheffer, L-2520 Lussemburgo. Non tutti i comparti e le classi delle azioni della SICAV sono necessariamente registrati o autorizzati alla vendita in tutte le giurisdizioni o a disposizione di tutti gli investitori. Il presente documento non è diretto alle persone statunitensi come defi nite nel Prospetto. Prima dell adesione leggere il KIID che il proponente l investimento deve consegnare prima della sottoscrizione, e il Prospetto, disponibile gratuitamente presso le sedi dei soggetti collocatori, nonché sul sito internet I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Investire implica dei rischi, i sottoscrittori potrebbero perdere tutto o parte del capitale inizialmente investito. Gli investitori potenziali devono assicurarsi prima di ciascuna sottoscrizione, eventualmente con il parere di un consulente professionale, della compatibilità di tale sottoscrizione con le disposizioni cui è soggetta, così come delle conseguenze fi scali di un investimento di tale natura, nonché esaminare le informazioni fornite nell ultima versione del KIID e del Prospetto, e valutare se i rischi legati a un investimento nei prodotti sono coerenti con la loro situazione. Foto: Getty Images.

6 58 Rapporto Salone del Risparmio Mercoledì 25 Marzo 2015 Ne parlerà domani l'esperto di scenari, Andreas Ekstrom nterpretare il cosiddetto I«nuovo risparmio» attraverso la lente della rivoluzione digitale, un fenomeno che sta cambiando radicalmente le nostre vite ma anche il modo di fare industria, di offrire i servizi e di affrontare gli investimenti. È questo il tema che affronterà al Salone del Risparmio Aberdeen am, società di gestione indipendente fondata in Scozia da Martin Gilbert, quotata alla borsa di Londra, durante la conferenza di punta di giovedì 26 in Aula Magna dal titolo: «Breaking boundaries: come affrontare le sfide della rivoluzione digitale in un tempo di cambiamenti senza precedenti». Spiega Laura Nateri, country head per l Italia di Aberdeen am: «La nostra presenza al Salone sta a indicare la nostra vocazione a guardare oltre e a esplorare nuovi obiettivi. Abbiamo invitato Andreas Ekstrom, esperto futurista digitale, che ci condurrà nei meandri dell innovazione digitale per aiutarci a comprendere insieme ai nostri specialisti equity l impatto di questa rivoluzione sulle scelte di investimento del futuro». Del resto, in ambito distributivo e di consulenza, tutti i grandi player stanno investendo sul digitale, è un trend inarrestabile. «Non vuol dire che si va sempre di più verso un modello fai da te ma piuttosto verso una strutturazione dell advisory più moderna. Il mondo dei provider è destinato a restringersi: dall open architecture che sembrava essere il futuro ci stiamo muovendo verso un architettura guided (guidata, ndr) in mano ai grandi player in grado di aggiungere idee di investimento diverse. Oggi, l accesso alle informazioni richiede una maggiore guida. Chi non è dentro le grandi partnership resterà fuori», precisa la manager. Intanto il sistema si sta muovendo, anche se molto gradualmente, verso il fee only (o consulenza pura, senza collocamento) ma il cliente italiano considera la consulenza ancora parte integrante del servizio offerto dal promotore. Aggiunge: «Ci vuole una rivoluzione culturale che ancora tarda a venire ma nei nuovi modelli di advisory c è la costruzione di portafogli dove stanno prevalendo gli insurance wrap (o involucri assicurativi, ndr) e di gestione e dove vengono già usate classi istituzionali a costo ridotto, classi Mifid compliance». Intanto l asset manager, nella persona di Martin Gilbert, è andato a incontrare Google (che pare voglia mettersi a collocare fondi) per valutare un ipotesi di trasformazione della piattaforma di comunicazione e di ricerca micro. Trattasi di conversazioni ma questo è il progetto. Infine un accenno all asset allocation di gruppo. Conclude la Nateri: «Quella azionaria resta una componente per noi che deve rimanere stabile in qualsiasi portafoglio. Quanto a investimenti alternativi, in occasione della conferenza accreditata Efpa, faremo un focus su un UNA SCELTA INTELLIGENTE DI PORTAFOGLIO. BNY Mellon Global Real Return Fund nuovo approccio ai titoli governativi e sulle opportunità emergenti dai mercati di frontiera, universo che i nostri gestori guardano da tempo». Un fondo flessibile a rendimento assoluto che mira a generare risultati positivi nel lungo termine in ogni scenario economico di riferimento. Investe prevalentemente in azioni, obbligazioni e strumenti del mercato monetario a livello globale, cercando di massimizzare le opportunità di rendimento e di ridurre la volatilità di portafoglio. Gestito da un team di grande esperienza, il fondo BNY Mellon Global Real Return può essere la scelta ideale per i vostri investimenti. RENDIMENTI CUMULATI DAL LANCIO* 30 BNY Mellon Global Real Return Fund A (EUR) Categoria Morningstar: Alternativi Multistrategy 25 EURIBOR 1 mese mar gen gen gen Crescita percentuale Fonte: Morningstar. Il rendimento è riferito alla classe di azioni Euro A. Il rendimento totale, includendo le spese correnti ma escludendo le commissioni d ingresso, si intende come reddito reinvestito al lordo degli oneri fiscali, espresso in euro. L impatto delle commissioni d ingresso, che possono arrivare fino al 4%, può essere sostanziale sul rendimento dell investimento. I dati relativi ai rendimenti, incluse le commissioni d ingresso, sono disponibili su richiesta. Il fondo ha un obiettivo di rendimento annuale pari a un indice del mercato monetario (EURIBOR 1 mese) + 4%, al lordo delle commissioni di gestione, su un orizzonte di investimento di 5 anni. Tuttavia, questo risultato non è garantito e potrebbe verificarsi una perdita di capitale. *Data di lancio del fondo: 8 marzo I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Il livello di rischio è medio. Il valore degli investimenti e i proventi da essi generati non sono garantiti e possono diminuire così come aumentare. Alla liquidazione dell investimento si può ricevere un ammontare inferiore a quanto originariamente investito. Prima dell adesione, leggere il Prospetto e il Documento contenente Informazioni Chiave per gli Investitori (KIID). Il Prospetto e il KIID sono disponibili sul sito Questo documento non deve essere considerato una raccomandazione ad investire. Questo documento è emesso in Italia da BNY Mellon Investment Management EMEA Limited, BNY Mellon Centre, 160 Queen Victoria Street London EC4V 4LA, Regno Unito. Registrata in Inghilterra al n Autorizzata e regolata dalla Financial Conduct Authority. CP (6M). Emesso il 19 gennaio T /15 gen 14 gen 15 27,25% 23,07% 2,31%

7 Mercoledì 25 Marzo 2015 Rapporto Salone del Risparmio 59 A breve il programma di ItaliaCamp e Cassa Depositi e Prestiti i chiama «impact inve- ed è un nuovo Ssting» modo di investire finalizzato a generare un impatto di natura economico-finanziaria e sociale. Così ItaliaCamp, associazione che promuove e sostiene l innovazione sociale, con Assogestioni porta al Salone il tema in un convegno dal titolo «Finanza e sviluppo, un connubio necessario». Spiega Francesco Pozzobon, responsabile advocacy & impact investing di ItaliaCamp: «Si parla sempre più spesso di finanza sociale, tendendo a includere l uso di strumenti finanziari, innovativi, nell interesse della collettività». Il gruppo, che si struttura in tre diverse realtà tra associazione, fondazione e società, ha in rampa di lancio con Cassa Depositi e Prestiti un programma di impact investing che scommette sullo sviluppo del welfare e sulla crescita delle aree metropolitane come contesto in cui sostenere la crescita di partnership integrate (pubblico privato) per qualificare la domanda, integrare l'interesse pubblico con l offerta di servizi privati, valorizzare fondi pubblici e attrarre capitali privati. Il fenomeno sta assumendo una rilevanza sempre maggiore. Tuttavia si tratta di un mondo da contestualizzare in base ai paesi di riferimento per scongiurare il rischio di ricondurre, nel macro insieme dell impact, iniziative che con quest ultimo hanno poco a che fare. Anche per questa ragione, a livello europeo sono state avviate iniziative (European Venture Philantrophy Association; The Social Impact Accelerator dell European Investment Fund; la G7 Task Force on Social Impact Investment) per cercare di riportare il tema sotto un denominatore comune, in grado di coniugare nella stessa filiera investimenti responsabili e sostenibili e remunerazione dei capitali. Continua: «Si sta diffondendo la consapevolezza che anche soggetti che agiscono fuori da un perimetro non profit possano comunque essere attratti dalla galassia dell impact investing. Che apre al mondo degli investitori nuovi mercati e nuovi modelli di investimento, per i target (imprese sempre in cerca di nuovi capitali) e per la pubblica amministrazione, che potrebbe sfruttare gli strumenti dell impact per sperimentare nuove forme di partenariato pubblico/privato nell ambito del finanziamento di servizi di interesse collettivo. Conclude l esperto: «Anche l Italia ha la grande occasione di cogliere l opportunità che la finanzia sociale possa definitivamente passare da un mercato di nicchia a un mercato di massa. Questo strumento rappresenta una soluzione anche alle nuove sfide, come l'agricoltura sostenibile, la creazione di alloggi a prezzi accessibili e l'assistenza sanitaria, che la società si trova ad affrontare». Si stima che il mercato della finanza di Impatto in Italia potrebbe pesare tra 1 e 4,8 miliardi di euro di asset gestiti dal 2014 al L idea è far parte di un infrastruttura economica da cui far generare un ecosistema e un mercato favorevole allo sviluppo di un inedito rapporto tra pubblico e privato».

8

9 Mercoledì 25 Marzo 2015 Rapporto Salone del Risparmio 61 Si guarda con favore al Giappone per la politica monetaria wiss & Global am ha appena Sreso accessibile al mercato retail il fondo multi asset, multi strategy e multi manager JB multi asset strategic allocation. La strategia, disponibile dal 2008 per la clientela istituzionale, è gestita dal team Macs (multi asset class solutions) di Swiss & Global am asgr, guidato da Massimo De Palma. Domanda. Il 2014 è stato l anno del multi-asset, per affrontare nel modo più flessibile dei mercati che si profilavano più complessi rispetto al passato. Che anno sarà il 2015? Risposta. È probabile che lo scenario del 2015 sia molto simile a quello dell anno scorso: la centralità delle decisioni di politica monetaria, la debolezza dell euro e il prezzo del petrolio, la questione inflazionedeflazione, i rischi geopolitici. Rispetto al passato, osserviamo come negli ultimi anni i mercati siano stati condizionati più da decisioni politiche (i tassi e i rapporti di cambio, il prezzo del petrolio, il debito greco) che non dalle dinamiche delle grandezze economiche. Questo significa, e lo abbiamo già sperimentato, un aumento dell incertezza e quindi della volatilità. È questa caratteristica ormai strutturale che spiega la ragionevolezza (e il successo) dei prodotti multi asset che, con una molteplicità di strategie e un approccio flessibile, cercano di minimizzare il rischio decorrelando il portafoglio. D. Qual è la vostra asset allocation sui prossimi mesi? R. Manteniamo il nostro sovrappeso azionario, riteniamo che possa proseguire nel medio termine l apprezzamento dei mercati, in particolare quelli dell area euro. La combinazione di Qe della Bce, discesa dei prezzi delle materie prime e svalutazione dell euro ha generato un sensibile miglioramento delle aspettative di crescita dell economia e, di conseguenza, degli utili societari. Il Giappone è l altra area che valutiamo positivamente, sostenuta dalla politica monetaria ultra espansiva della banca centrale, da multipli azionari interessanti e dagli acquisti del fondo pensione statale, in attesa che il primo ministro Abe riesca ad attuare le riforme più volte annunciate. Sugli Stati Uniti, pur mantenendo una positività di fondo, abbiamo un approccio più conservativo. Le valutazioni tendono a essere più tirate e la forza del dollaro può avere effetti negativi sugli utili delle aziende esportatrici nei prossimi trimestri. Attualmente sul nostro prodotto conservativo, il JB Multi Asset Strategic Allocation, abbiamo una percentuale azionaria di poco superiore al 22%, con un 10% sull Europa. D. E sulla componente obbligazionaria? R. Prudenza. L azione della Bce manterrà i tassi bassi per lungo tempo ma difficilmente ci potranno essere ampi margini di miglioramento, visti i livelli ormai raggiunti. Così negli Massimo De Palma Usa sta per iniziare il processo di normalizzazione che porterà a un lento e progressivo rialzo dei tassi da parte della Fed, tale da impattare marginalmente anche sulla parte lunga della curva. Anche a livello credito il valore risulta limitato con gli spread compressi specialmente sulla parte investment grade. In maniera selettiva può risultare interessante l investimento sull high yield area euro. In un ottica di diversificazione di portafoglio riteniamo ci siano opportunità su alcune valute, come dollaro statunitense, canadese, australiano e corona norvegese che presentano differenziali di rendimento positivi rispetto all euro e fondamentali solidi. In particolare il dollaro americano rimane interessante sul medio termine, tenendo però presente che potrebbero verificarsi fasi di consolidamento dopo l accelerazione avvenuta negli ultimi mesi. Pensiamo sia opportuno incrementare la componente alternativa, per decorrelare il portafoglio e cogliere le opportunità, in particolare sulla parte obbligazionaria, sfruttando sia i rialzi sia i ribassi dei tassi. Sull azionario invece, oltre ai tradizionali long/ short, usiamo anche strategie che proteggano il portafoglio con vendite di call e acquisti di put per coprirsi da eventuali correzioni intense di mercato. Rinnovarsi per eccellere: come restare ai vertici in un mondo che cambia. Conversazione con Jury Chechi. Conferenza ANIMA giovedì 26 marzo, ore Auditorium, Università Bocconi (Edificio Grafton) Intervengono: Jury Chechi, Ginnasta, Oro Olimpiadi di Atlanta, 1996 Gianluca Ferretti, Responsabile Fondi Bilanciati, ANIMA SGR Lars Schickentanz, Responsabile Investimenti Fondi Comuni, ANIMA SGR Modera: Carla Signorile, Caporedattore, Class Editori per iscriverti

10

11 Mercoledì 25 Marzo 2015 Rapporto Salone del Risparmio 63 Occorre però prestare attenzione alle strategie di investimento risparmiatori italiani continuano a scegliere i fondi multias- I set. Ovvero quella combinazione flessibile e bilanciata di classi di attivo, per scongiurare lo spettro di un eccesso di volatilità e dove il gestore ha massima libertà di azione. Secondo gli esperti, anche quest anno sarà lo stesso. Tra i principali motivi c è la drastica riduzione dei tassi di interesse dei titoli di stato e delle obbligazioni corporate che in passato avevano permesso agli italiani di beneficiare di cedole generose con un profilo di rischio piuttosto contenuto. È normale quindi che i risparmiatori prediligano prodotti dove delegare le scelte di investimento. E tra i fondi flessibili e bilanciati, i multiasset rappresentano la soluzione più innovativa e efficiente. Si tratta di comparti che permettono di disporre, in un unico portafoglio, di titoli azionari, bond, strumenti monetari, valute, partecipazioni immobiliari, posizioni in materie prime e quote in certificati, con l obiettivo di diversificare il rischio e ampliare le fonti di rendimento. Tuttavia ciò che spesso manca, anche in questa tipologia di prodotti, è un processo di investimento diligente, nel quale la valutazione dei pericoli sia approfondita e non limitata alla pur ampia esperienza del team di gestione del fondo. «È importante che ogni scelta di portafoglio sia costituita da idee di investimento tradotte in strumenti finanziari. Nel nostro fondo Ubs dynamic alpha, all approccio flessibile dei multiasset di ultima generazione si aggiunge la possibilità di trarre rendimento da trade relative value ed è totalmente unconstrained (svincolato, ndr) rispetto ai mercati», commenta Giovanni Papini, ad di Ubs global am. Il gruppo sulla strategia Das (dynamic alpha) conta 2,2 miliardi di euro in gestione a livello locale. Continua: «Quella dei fondi bilanciati è una storia che parte nel 1985 e che si è evoluta negli anni. Oggi i clienti hanno capito che non si può più evitare di stare nelle classi più rischiose ma hanno una propensione al rischio bassissima. Ma bisogna stare attenti perché sotto la voce multiasset c è di tutto. Occorre, in altre parole, trovare strategie evolute perché il tradizionale prodotto flessibile multiasset può solo ridurre le perdite ma non può eliminare l effetto mercato. Per questo la scelta dovrebbe ricadere sui flessibili/unconstrained dove il gestore ha totale libertà di azione e può anche aggiungere altre possibilità di rendimento, come la componente relative value che consente di estraniarsi dall andamento del mercato e fare valutazioni circoscritte potendo usare più leve non per speculazione ma per dare più protezione». Anche Schroders vanta un esperienza consolidata sulle strategie multiasset: gestisce mandati di questo tipo dal 1947 e il team dedicato, con oltre 100 professionisti, conta 77 miliardi di euro di aum. Il gruppo, nei giorni del Salone, terrà due conferenze il 25 e il 26 marzo dal titolo: «Asset allocation dinamica e gestione intelligente del rischio: soluzioni multiasset profilate». Qual è la visione strategica sul mercato del colosso britannico del risparmio? «Riguardo all azionario, rimaniamo nel complesso neutrali. Il momentum resta positivo ma senza un forte Riduce le perdite ma non elimina l'effetto mercato sostegno dal lato delle valutazioni i mercati sono vulnerabili ai picchi di volatilità guidati dai flussi degli investitori e dai cicli economici di breve periodo. Su un orizzonte di medio termine, preferiamo i mercati più esposti alla liquidità (Eurozona e Giappone) e i paesi sviluppati piuttosto che gli emergenti», spiega Ugo Montrucchio, fund manager multiasset e gestore di Schroder isf global dynamic balanced. E precisa: «Sul fronte del reddito fisso, abbiamo recentemente rivisto al ribasso la nostra view. Le prospettive di una stretta di politica monetaria negli Stati Uniti nel corso dell anno probabilmente faranno aumentare il premio per il rischio, portando a curve dei rendimenti più ripide e a un potenziale incremento della volatilità. L offerta di liquidità delle banche centrali a livello globale dovrebbe tuttavia rappresentare una forza in grado di controbilanciare la crescente pressione al rialzo sui rendimenti proveniente dagli Stati Uniti. Per quanto riguarda l obbligazionario corporate, continuiamo ad avere una preferenza per i titoli europei di alta qualità. Infine, abbiamo recentemente espresso un opinione più positiva riguardo alle commodity in generale, poiché ci aspettiamo che i materiali ciclici, attualmente su livelli depressi, si riprendano attraverso una combinazione di una domanda più solida e una minore offerta».

Presentazione societaria

Presentazione societaria Eurizon Capital Eurizon Capital Presentazione societaria Eurizon Capital e il Gruppo Intesa Sanpaolo Banca dei Territori Asset Management Corporate & Investment Banking Banche Estere 1/12 Eurizon Capital

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011.

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011. 11/11 Anthilia Capital Partners SGR Maggio 2011 Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia Eugenio Namor Anthilia Capital Partners Lugano Fund Forum 22 novembre 2011 Industria

Dettagli

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La Congiuntura Economica Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio Luca Martina Private Banker Banca

Dettagli

GAM. I nostri servizi di società di gestione

GAM. I nostri servizi di società di gestione GAM I nostri servizi di società di gestione Una partnership con GAM assicura i seguenti vantaggi: Forniamo sostanza e servizi di società di gestione in Lussemburgo Offriamo servizi di alta qualità abbinati

Dettagli

Newsletter Marzo 2015

Newsletter Marzo 2015 Newsletter Marzo 2015 Sistema Qualità Certificato UNI EN ISO 9001 (certificato N IT02/228) Editoriale Teseo al Salone del Risparmio nel segno dell innovazione educational di Sonia Ceramicola e Piero Davini,

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Nicola Romito Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Esperienza Presidente at Power Capital aprile 2013 - Presente (1 anno 4 mesi) * Consulenza per gli investimenti, gestione di portafoglio

Dettagli

Caratteristiche del Fondo

Caratteristiche del Fondo Caratteristiche del Fondo EQUI MEDITERRANEO FUND e un fondo costituito sotto forma di SICAV SIF ed è un comparto dedicato della piattaforma EQUI SICAV - SIF, una Società a capitale Variabile Lussemburghese

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 PMI. Tutte le informazioni per la quotazione in borsa online Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che ABI, AIFI, ASSIREVI, ASSOGESTIONI, ASSOSIM,

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

In breve Febbraio 2015

In breve Febbraio 2015 In breve In breve Febbraio 2015 La nostra principale responsabilità è rappresentata dagli interessi dei nostri clienti. Il principio per tutti i soci è essere disponibili ad incontrare i clienti, e farlo

Dettagli

Risparmio gestito in Italia: trend ed evoluzione dei modelli di business kpmg.com/it

Risparmio gestito in Italia: trend ed evoluzione dei modelli di business kpmg.com/it Advisory Risparmio gestito in Italia: trend ed evoluzione dei modelli di business kpmg.com/it Indice Premessa 4 Executive Summary 6 1 2 3 Il trend del risparmio gestito prima e dopo la crisi finanziaria

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT

BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT COMPETENZE SPECIALIZZATE E SOLIDITÀ DI UN GRANDE LEADER MONDIALE RISERVATO A INVESTITORI PROFESSIONALI 2 UN GRANDE GRUPPO AL VOSTRO SERVIZIO BNY Mellon Investment Management

Dettagli

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK OUTLOOK Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio Non è facile assumersi rischi in modo intelligente e calcolato: la soluzione è Smart Risk AUTORE: STEFAN HOFRICHTER 16 Il 2013 è

Dettagli

Principi di stewardship degli investitori istituzionali

Principi di stewardship degli investitori istituzionali Corso di diritto commerciale avanzato a/ a/a2014 20152015 Fabio Bonomo (fabio.bonomo@enel.com fabio.bonomo@enel.com) 1 Indice Principi di stewardship degli investitori istituzionali La disciplina dei proxy

Dettagli

www.unicreditprivate.it 800.710.710

www.unicreditprivate.it 800.710.710 www.unicreditprivate.it 800.710.710 Portfolio Life TM è la nuova soluzione finanziario-assicurativa Unit Linked a vita intera, realizzata da CreditRas Vita S.p.A. in esclusiva per UniCredit Private Banking.

Dettagli

Sfide strategiche nell Asset Management

Sfide strategiche nell Asset Management Financial Services Banking Sfide strategiche nell Asset Management Enrico Trevisan, Alberto Laratta 1 Introduzione L'attuale crisi finanziaria (ed economica) ha significativamente inciso sui profitti dell'industria

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Featured Solution Marzo 2015 Your Global Investment Authority Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Lo scorso ottobre la Commissione europea

Dettagli

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE ALCUNE CONSIDERAZIONI A MARGINE DELLA REVISIONE DELLE NORME SUGLI INVESTIMENTI A COPERTURA DELLE RISERVE TECNICHE CONVEGNO SOLVENCY II 1 PUNTI PRINCIPALI

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

Materiale di marketing Schroders Fondi Income. Una generazione. su cui investire

Materiale di marketing Schroders Fondi Income. Una generazione. su cui investire Materiale di marketing Schroders Fondi Income Una generazione su cui investire Con mercati sempre più volatili e imprevedibili, affidarsi al solo apprezzamento del capitale spesso non basta. Il bisogno

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale LGT l assistenza professionale per i suoi investimenti Le

Dettagli

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI Versione 9.0 del 9/03/2015 Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 Policy conflitti di interesse Pag. 1 di 14 INDICE 1. PREMESSA... 3 1.1 Definizioni... 4 2. OBIETTIVI...

Dettagli

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale.

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Questo il risultato di una ricerca di Natixis Global Asset Management, secondo cui di fronte a questo dilemma si

Dettagli

Report Operativo Settimanale

Report Operativo Settimanale Report Operativo n 70 del 1 dicembre 2014 Una settimana decisamente tranquilla per l indice Ftse Mib che ha consolidato i valori attorno a quota 20000 punti. L inversione del trend negativo di medio periodo

Dettagli

La nostra storia, il vostro futuro.

La nostra storia, il vostro futuro. La nostra storia, il vostro futuro. JPMorgan Funds - Corporate La nostra storia, il vostro futuro. W were e wer La nostra tradizione, la vostra sicurezza Go as far as you can see; when you get there, you

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

Capital Group. Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist

Capital Group. Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist Capital Group Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist Evento Citywire Montreux, maggio 2015 La tesi a favore delle azioni europee Richard Carlyle, Investment Specialist, Capital Group La ripresa

Dettagli

E. Bisetto e D. Bordignon per

E. Bisetto e D. Bordignon per Personal Branding pensare, creare e gestire un brand a cura di E. Bisetto e D. Bordignon per Cosa significa Personal Branding Come si fa Personal Branding Come coniugare Brand Personale e Brand Aziendale

Dettagli

2. Il risparmio e la sua gestione: situazione e sfide del mercato italiano

2. Il risparmio e la sua gestione: situazione e sfide del mercato italiano 2. Il risparmio e la sua gestione: situazione e sfide del mercato italiano Domenico Siniscalco 2.1 Premessa L Italia è un paese di grandi risparmiatori. Comunque la si misuri in rapporto al reddito disponibile

Dettagli

appartenente al Gruppo Poste Italiane

appartenente al Gruppo Poste Italiane appartenente al Gruppo Poste Italiane Offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano armonizzati alla Direttiva 2009/65/CE, denominati: Bancoposta Obbligazionario

Dettagli

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti L incontro annuale su: Mercati dei Titoli di Stato e gestione del Debito Pubblico nei Paesi Emergenti è organizzato con il patrocinio del Gruppo di lavoro sulla gestione del debito pubblico dell OECD,

Dettagli

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank NOTA DI SINTESI relativa agli ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank di cui al Prospetto di Base ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES redatta

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Governance e performance nei servizi pubblici locali

Governance e performance nei servizi pubblici locali Governance e performance nei servizi pubblici locali Anna Menozzi Lecce, 26 aprile 2007 Università degli studi del Salento Master PIT 9.4 in Analisi dei mercati e sviluppo locale Modulo M7 Economia dei

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale Agenda I II III AIM Italia Il ruolo di Banca Finnat Track record di Banca Finnat 2 2 Mercati non regolamentati Mercati regolamentati AIM Italia Mercati di

Dettagli

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale www.bsp.lu Dicembre 2013 1 Con la Legge 22 marzo 2004, il Lussemburgo si è dotato, di uno strumento legislativo completo che ha

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti

ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti Emanuele Bellingeri Managing Director, Head of ishares Italy Ottobre 2014 La differenza di ishares La differenza di ishares Crescita del

Dettagli

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione BNPP L1 Equity Best Selection Euro/Europe: il tuo passaporto per il mondo 2 EUROPEAN LARGE CAP EQUITY SELECT - UNA

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani AIM Italia Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani Perché AIM Italia I mercati di Borsa Italiana AIM Italia si aggiunge all offerta di mercati regolamentati di Borsa Italiana MTA MTF 3 Perché

Dettagli

Qual è il fine dell azienda?

Qual è il fine dell azienda? CORSO DI FINANZA AZIENDALE SVILUPPO DELL IMPRESA E CREAZIONE DI VALORE Testo di riferimento: Analisi Finanziaria (a cura di E. Pavarani) - McGraw-Hill - 2001 Cap. 9 1 Qual è il fine dell azienda? Massimizzare

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 Nel 2013 ingresso in 11 startup, di cui 6 startup innovative, una cessione, una

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

Modelli di consumo e di risparmio del futuro. Nicola Ronchetti GfK Eurisko

Modelli di consumo e di risparmio del futuro. Nicola Ronchetti GfK Eurisko Modelli di consumo e di risparmio del futuro Nicola Ronchetti GfK Eurisko Le fonti di ricerca Multifinanziaria Retail Market: universo di riferimento famiglie italiane con capofamiglia di età compresa

Dettagli

PREMIO LE FONTI - CEO SUMMIT & AWARDS 2015: TRA I VINCITORI BNP PARIBAS IP, GENERALI, INTESA SANPAOLO, VERSACE E RAI

PREMIO LE FONTI - CEO SUMMIT & AWARDS 2015: TRA I VINCITORI BNP PARIBAS IP, GENERALI, INTESA SANPAOLO, VERSACE E RAI Rassegna Stampa PREMIO LE FONTI - CEO SUMMIT & AWARDS 2015: TRA I VINCITORI BNP PARIBAS IP, GENERALI, INTESA SANPAOLO, VERSACE E RAI 12 Giugno 2015 Scritto da: Redazione Grande successo per la prima serata

Dettagli

Finanziarizzazione delle risorse naturali.

Finanziarizzazione delle risorse naturali. La finanziarizzazione dell acqua. Scheda preparata da CRBM in occasione dell incontro Europeo For the construction of the European Network of Water Commons Napoli, 10-11 dicembre 2011 a cura di Antonio

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa QUANT Bond Perché investire nel QUANT Bond? 1 Logica di investimento innovativa Partiamo da cose certe Nel mercato obbligazionario, una equazione è sempre vera: Rendimento = Rischio E possibile aumentare

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta. insieme fino all essenza

Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta. insieme fino all essenza Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta insieme fino all essenza Dexia Asset Management, un leader europeo nell ambito della Gestione Alternativa n Una presenza storica fin

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

SENZA ALCUN LIMITE!!!

SENZA ALCUN LIMITE!!! Il Report Operativo di Pier Paolo Soldaini riscuote sempre più successo! Dalla scorsa settimana XTraderNet ha uno spazio anche sul network Class CNBC nella trasmissione Trading Room. Merito soprattutto

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni MTA Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni L accesso ai mercati dei capitali ha permesso a Campari di percorrere una strategia di successo per l espansione e lo sviluppo del proprio

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI ALBERTO AGAZZI GENERALI IMMOBILIARE ITALIA Alberto Agazzi è nato a Milano il 18/06/1977 ed laureato in Ingegneria Edile presso il Politecnico

Dettagli

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02 Impar a il tr ading da i m aestr i Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale Cos'è l'analisi Fondamentale? L'analisi fondamentale esamina gli eventi che potrebbero influenzare il valore

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

Codice di Condotta Professionale per i Gestori Patrimoniali

Codice di Condotta Professionale per i Gestori Patrimoniali Codice di Condotta Professionale per i Gestori Patrimoniali Etica: valore e concretezza L Etica non è valore astratto ma un modo concreto per proteggere l integrità dei mercati finanziari e rafforzare

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO PROTOCOLLO D INTESA Comune di Milano Settore Gabinetto del Sindaco Fondazione Cariplo PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO Milano,.. Giugno 2014 2 Il Comune di Milano, con sede in Milano,

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA Unifortune Asset Management SGR SpA diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 26 maggio 2009 1 Premessa In attuazione dell art. 40, comma

Dettagli

Camponovo Asset Management SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15,

Camponovo Asset Management SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15, SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15, info@camponovoam.com La Gestione Patrimoniale Un felice connubio fra tradizione, tecnologia e

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

L asset management di Banca Fideuram

L asset management di Banca Fideuram L asset management di Banca Fideuram 1 LA SOCIETA 2 La struttura societaria Banca Fideuram 3 Italia 99.5% Irlanda 100% Lussemburgo 99.94% Fideuram Investimenti SGR Gestioni Patrimoniali Fondi Comuni di

Dettagli

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB?

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Registro 1 COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Guida pratica per muovere con successo i primi passi nel web INTRODUZIONE INDEX 3 6 9 L importanza di avere un dominio e gli obiettivi di quest opera Come è cambiato

Dettagli

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Versione 9.0 del 09/03/2015 Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 1 INDICE PREMESSA... 3 1. Significato di Best Execution... 3 2. I Fattori di

Dettagli

Strategie ISOVOL nella costruzione di

Strategie ISOVOL nella costruzione di FOR PROFESSIONAL INVESTORS Strategie ISOVOL nella costruzione di portafogli diversificati I vantaggi di un approccio fondato sulla contribuzione al rischio EFPA Italia Meeting 2014 Agenda Inter-temporal

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

Eccellenza nel Credito alle famiglie

Eccellenza nel Credito alle famiglie Credito al Credito Eccellenza nel Credito alle famiglie Innovazione e cambiamento per la ripresa del Sistema Paese Premessa La complessità del mercato e le sfide di forte cambiamento del Paese pongono

Dettagli

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA - organizzare e gestire l insieme delle attività, utilizzando una piattaforma per la gestione aziendale: integrata, completa, flessibile, coerente e con un grado di complessità

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono

Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono Ing. Stefano Molino Investment Manager Innogest SGR SpA Torino, 31 Marzo 2011 Venture Capital: che cos è? L attività di investimento istituzionale

Dettagli

Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza

Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza ADVISORY Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza Analisi dei bilanci bancari kpmg.com/it Indice Premessa 4 Executive Summary 6 Approccio metodologico 10 Principali trend 11

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

Economia monetaria e creditizia. Slide 3

Economia monetaria e creditizia. Slide 3 Economia monetaria e creditizia Slide 3 Ancora sul CDS Vincolo prestatore Vincolo debitore rendimenti rendimenti-costi (rendimenti-costi)/2 Ancora sul CDS dove fissare il limite? l investitore conosce

Dettagli

Assicurazioni, uno strumento per la crescita del Paese

Assicurazioni, uno strumento per la crescita del Paese 16 Annual Assicurazioni de Il Sole 24 Ore Assicurazioni, uno strumento per la crescita del Paese Intervento del presidente dell Ania Aldo Minucci Milano, 28 ottobre 2014 1 Sono particolarmente contento

Dettagli