Fusione: scritture contabili e progetto di fusione (Prova assegnata all Università di Macerata - II Sessione 2014)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Fusione: scritture contabili e progetto di fusione (Prova assegnata all Università di Macerata - II Sessione 2014)"

Transcript

1 Prova pratica n. 18 Fusione: scritture contabili e progetto di fusione (Prova assegnata all Università di Macerata - II Sessione 2014) La fuzione per incorporazione di società partecipata al 100%. Il candidato dopo aver delineato gli adempimenti connessi all operazione, analizzi i vantaggi della stessa, rediga il progetto di fusione e con dati a piacere le situazioni contabili ante e post fusione. Svolgimento La fusione è l unificazione di due o più società in una sola; essa può avvenire in due modi: con la costituzione di una nuova società, che prende il posto di tutte le società (due o più) che si fondono (cd. fusione in senso proprio); con l incorporazione in una società preesistente di una o più altre società (cd. fusione per incorporazione). La disciplina dell istituto è stata notevolmente modificata dal D.Lgs. 22/1991 e, in parte, dalla riforma attuata dal D.Lgs. 6/2003. La fusione risponde alla fondamentale esigenza di adeguare gli assetti produttivi imprenditoriali alle evoluzioni di mercato. Essa di solito interviene: tra società di grandi dimensioni, allo scopo di escludere la concorrenza e dare vita ad una sola impresa a carattere monopolistico, ovvero al fine di riorganizzare e sistemare le strutture interne del gruppo; fra società di piccole e medie dimensioni, per fare fronte alla concorrenza delle grandi imprese. La fusione si perfeziona a conclusione di un procedimento complesso, articolato in diverse fasi (redazione del progetto di fusione, decisione di fusione, atto di fusione). Innanzitutto gli amministratori delle società partecipanti alla fusione devono compilare un «progetto», che va depositato per l iscrizione nel registro delle imprese del luogo ove hanno sede le società partecipanti. Tra l iscrizione del progetto e la data fissata per la decisione sulla fusione devono intercorrere almeno trenta giorni, salvo che i soci rinucino al termine con consenso unanime (art. 2501ter). Il progetto deve indicare: le caratteristiche generali delle società interessate alla fusione; l atto costitutivo della società incorporante (con le relative modifiche) o di quella risultante dalla fusione; il rapporto di cambio, cioè il criterio in base al quale verranno assegnate ai soci degli enti che si estinguono le azioni (o le quote) della nuova società o di quella incorporante, con l eventuale conguaglio in denaro; la data di decorrenza degli effetti della fusione;

2 120 Prova pratica n. 18 il trattamento riservato a particolari categorie di soci o di possessori di titoli diversi dalle azioni; i vantaggi particolari eventualmente proposti a favore degli amministratori delle società partecipanti alla fusione. Il progetto di fusione redatto dagli amministratori di tutte le società partecipanti all operazione deve risultare unico ossia avere contenuto identico per tutte le società partecipanti alla fusione e, quindi, deve essere sempre concordato e redatto sulla base di trattative ed intese preliminari tra gli organi di gestione delle società. Il D.Lgs , n. 123, di attuazione della direttiva 2009/109/CE, ha dato un ulteriore impulso al processo di semplificazione del procedimento di fusione e scissione già avviato con la riforma del diritto societario. Il decreto, infatti, recepisce le norme europee volte a ridurre gli oneri amministrativi relativi agli obblighi di pubblicazione e documentazione posti a carico di società coinvolte nei processi di fusione e scissione. In particolare, si consente di dare pubblicità al progetto di fusione o scissione, in alternativa al deposito presso il competente Registro delle imprese, attraverso la pubblicazione del documento sul sito internet della società, con modalità atte a garantire la sicurezza dello stesso, l autenticità dei documenti e la certezza della data della pubblicazione medesima. Gli amministratori delle società che partecipano alla fusione sono tenuti, ai sensi dell art. 2501quater, a redigere osservando le regole stabilite per il bilancio di esercizio la situazione patrimoniale delle rispettive società. Tale situazione deve riferirsi a una data non anteriore di oltre quattro mesi rispetto al giorno in cui il progetto di fusione è depositato nella sede della società. Ai sensi dell art. 2501quater (2 comma), la situazione patrimoniale può essere sostituita dal bilancio dell ultimo esercizio, se questo è stato chiuso non oltre sei mesi dal deposito del progetto di fusione nella sede sociale. La situazione patrimoniale serve a fornire ai creditori informazioni necessarie ai fini dell eventuale opposizione, a determinare il capitale delle società risultanti dalla operazione, ma soprattutto a determinare il cd. rapporto di cambio unitamente alla relazione degli amministratori. Gli amministratori delle società partecipanti alla fusione devono redigere, infatti, una «relazione» che illustri e giustifichi, sotto il profilo giuridico ed economico, il progetto di fusione ed il rapporto di cambio delle azioni o delle quote (art. 2501quinquies). Il rapporto di cambio è quel rapporto in base al quale i soci delle società partecipanti alla fusione ricevono azioni o quote della società risultante dalla fusione. Tra le novità in materia di fusioni introdotte dal D.Lgs. 123/2012 è previsto che l organo amministrativo delle società partecipanti alla fusione può omettere la redazione della situazione patrimoniale delle società là dove vi rinuncino all unanimità i soci delle società partecipanti. È previsto, inoltre, che la situazione patrimoniale può essere sostituita, oltre che dal bilancio relativo all esercizio chiuso non oltre sei mesi prima del deposito/pubblicazione del progetto di fusione (come già previsto) anche dalla relazione semestrale, ove redatta ai sensi dell art. 154 ter TUF, riferita ad una data antecedente sei mesi il giorno del deposito del progetto di fusione. Il progetto di fusione deve essere accompagnato anche da una relazione sulla congruità del rapporto di cambio, redatta da uno o più esperti per ciascuna società partecipante (art. 2501sexies, come modif. dal D.Lgs. 147/2009).

3 Fusione: scritture contabili e progetto di fusione 121 La relazione deve indicare: il metodo o i metodi seguiti per la determinazione del rapporto di cambio proposto. Se sono stati utilizzati vari metodi congiuntamente, occorre precisare i valori che risulterebbero dalla applicazione isolata di ognuno di essi; un parere sull adeguatezza di tali metodi e sull importanza relativa attribuita a ciascuno di essi nella determinazione del tasso di cambio; le eventuali difficoltà di valutazione incontrate. Il progetto di fusione, insieme con: le relazioni degli amministratori e degli esperti; le situazioni patrimoniali delle società interessate; i bilanci degli ultimi tre esercizi di tutte le società partecipanti, corredati dalle relazioni dei soggetti cui compete l amministrazione ed il controllo contabile; devono restare depositati in copia nelle sedi delle società partecipanti, durante i trenta giorni che precedono l assemblea (salvo che i soci rinuncino al termine con consenso unanime) e finché la fusione venga deliberata. Questi adempimenti consentono ai soci di poter prendere visione di tutti i suddetti documenti ed ottenerne gratuitamente copia, per poter poi partecipare in maniera consapevole alla deliberazione (art. 2501septies). La fusione va deliberata da ciascuna delle società partecipanti mediante l approvazione del relativo progetto. Nella fusione per incorporazione la società incorporante deve assegnare, ai soci delle società incorporate, proprie azioni o quote. A tal fine deve procedere ad un aumento del proprio capitale sociale, il cui ammontare dipende esclusivamente da due condizioni: rapporto di cambio; possesso o meno di una partecipazione dell incorporante nell incorporata. Se la società incorporante ha acquistato delle partecipazioni nell incorporata, le azioni o quote da emettere sono in relazione alla quota di capitale posseduta dai soci della società incorporata. Il possesso delle partecipazioni può essere: totalitario (l incorporante possiede l intero pacchetto azionario o la totalità delle quote); parziale (la proprietà riguarda una parte delle partecipazioni). Nel caso in cui la società incorporante non possieda alcuna partecipazione nell incorporata, oppure è titolare di una partecipazione non totalitaria, grande importanza assume il calcolo del rapporto di cambio fra le azioni o le quote delle società interessate all operazione. È necessario determinare il numero di azioni (o l ammontare delle quote) della società incorporante da assegnare ai soci della società incorporata in sostituzione delle vecchie azioni (o quote) che vengono annullate. Fondamentalmente, il rapporto di cambio deriva dai valori dei capitali economici delle società che si fondono.

4 122 Prova pratica n. 18 Procedura operativa normalmente seguita per la determinazione del rapporto di cambio. In primo luogo, occorre determinare il valore unitario effettivo delle azioni delle (due o più) società partecipanti confrontando il valore economico dei rispettivi capitali con il numero complessivo delle azioni emesse da ciascuna società. Il valore unitario effettivo di ogni azione della società incorporante è ottenuto dal rapporto: valore economico stimato della società incorporante numero azioni emesse dalla società incorporante Il valore unitario effettivo di ogni azione della società incorporata è dato da: valore economico valutato della società incorporata numero azioni emesse dalla società incorporata Il rapporto di cambio è stabilito dal confronto fra i due valori unitari effettivi delle azioni delle società partecipanti alla fusione. Il rapporto ottenuto va moltiplicato per il numero di azioni da concambiare della incorporata, in modo che ai soci di questa società possano essere assegnate, in sostituzione delle vecchie azioni, tante nuove partecipazioni il cui valore effettivo sia uguale a quello dei titoli che si annullano. Il numero delle nuove azioni da emettere può essere calcolato dividendo il valore del capitale economico della società incorporata per il valore unitario effettivo delle azioni dell incorporante. Come già accennato l art c.c. prevede due tipi di fusione societaria: la fusione detta pura o propria, nella quale si costituisce il capitale sociale della nuova società risultante dalla fusione di più società; la fusione per incorporazione in una società di due o più società. Entrambe queste operazioni, come conseguenze contabili, comportano la rilevazione di differenze di fusione. Differenze di fusione distinte in avanzo e disavanzo da concambio Nelle fusioni proprie occorre annullare le azioni o quote delle società destinate ad essere fuse. Questa fase comporta la rilevazione di differenze di fusione da concambio che saranno rispettivamente avanzi o disavanzi da concambio derivanti dalla differenza tra il valore contabile del Patrimonio netto delle società fuse ed il capitale sociale deliberato nella fusione. Il nuovo capitale sociale sarà pari al valore nominale delle azioni o quote emesse in concambio di quelle delle società fuse e, da questo confronto, nascerà un avanzo da concambio se il capitale sociale risultante dalla fusione è minore dei patrimoni netti delle società fuse, un disavanzo nell ipotesi contraria. Il capitale sociale risultante dalla fusione è stato, infatti, calcolato in proporzione ai valori economici o effettivi delle società partecipanti alla fusione, con una visione prospettica, considerando l utilità complementare apportata da ciascuna di esse al nuovo complesso originato dalla fusione. Il disavanzo verrà iscritto nell attivo dello Stato patrimoniale della società nata dalla fusione, l avanzo nel passivo. Trattasi di poste di natura contabile, nate per assicurare il pareggio dei valori e, per l art. 172, c. 1, TUIR, non hanno valenza fiscale.

5 Fusione: scritture contabili e progetto di fusione 123 Differenze di fusione distinte in avanzo o disavanzo da annullamento partecipazioni Nella fusione per incorporazione l impresa incorporante incorpora le altre partecipazioni alla fusione (incorporate). Questa operazione non è considerata costituzione di una nuova società ma soltanto la concentrazione dei patrimoni presso la società incorporante e la scomparsa delle incorporate. Si devono considerare tre ipotesi: la partecipante non possiede azioni o quote della/esocietà da incorporare; la partecipante ha una partecipazione totalitaria (100%) nella/e società da incorporare; la partecipante ha una partecipazione non totalitaria nella/e società da incorporare. Nel primo caso la società incorporante deve effettuare un aumento di capitale sociale che consenta il concambio, ossia il calcolo di tutte le azioni o quote da assegnare ai soci della società incorporata (che confluiscono nella incorporante) in sostituzione delle azioni o quote annullate della società incorporata. Come per la fusione, può nascere un avanzo quando il patrimonio netto contabile della/e incorporata/e è maggiore dell aumento del capitale sociale dell incorporante che è pari alle azioni emesse in funzione del rapporto di cambio concordato; un disavanzo nel caso contrario. Nel secondo caso l avanzo e il disavanzo sono determinati dall annullamento delle partecipazioni registrate fra le attività nello Stato patrimoniale dell incorporante; nasce un avanzo quando il patrimonio netto contabile dell incorporata è maggiore del valore contabile (costo) della/e partecipazione/i nella società incorporata; nasce un disavanzo nel caso contrario. Nel terzo caso si riassumono le problematiche previste nei due casi precedenti. L incorporante, infatti, possedendo soltanto una parte del capitale dell incorporata attraverso la sua partecipazione non totalitaria, dovrà aumentare sia il proprio capitale sociale (come nel primo caso) emettendo un certo numero di nuove azioni da assegnare in concambio ai soci terzi della/e incorporata/e, sia annullare le partecipazioni possedute (come nel secondo caso). Per effetto di queste operazioni, possono nascere sia differenze da concambio, sia differenze da annullamento. Entrambi i tipi di avanzo e disavanzo verranno iscritti nello Stato patrimoniale dell incorporante secondo le regole sopradette: il loro calcolo va effettuato separatamente ed i due valori non vanno compensati. La società incorporante detiene l intera partecipazione (100%) Esempio Soc. Alfa (incorporante) Partecipazioni in Beta 400 Passività 450 (100%) Capitale sociale 300 Altre attività 600 Riserve 250 Totale Totale 1.000

6 124 Prova pratica n. 18 Soc. Beta (incorporata) Attività varie 800 Passività 520 Capitale sociale 200 Riserve 70 Utili in corso di formazione 10 Totale 800 Totale 800 I dati contabili della società Alfa incorporante, necessari per realizzare la fusione, sono: numero azioni: 300 valore nominale di un azione: 1 euro valore economico capitale: euro valore unitario effettivo di un azione: 4 euro Elementi contabili della società Beta incorporata: numero azioni: 100 valore nominale di un azione: 2 euro valore economico del capitale: 300 euro valore unitario effettivo di un azione: 3 euro Nell ipotesi proposta, con l operazione di fusione, nel patrimonio della società incorporante confluisce il patrimonio di una società interamente posseduta. Per questo motivo non si avrà alcun aumento di capitale sociale, né concambio di azioni. Nella contabilità dell incorporante si sostituirà la partecipazione posseduta con le attività e passività dell incorporata. Scritture contabili nell ipotesi di valore della partecipazione superiore al patrimonio netto contabile dell incorporata Sarà necessario determinare eventuali differenze di fusione. Nel caso esaminato: patrimonio netto contabile dell incorporata ( ) 280 costo della partecipazione 400 Disavanzo di fusione 120 Il disavanzo di fusione (da annullamento) deriva dal fatto che il valore della partecipazione è maggiore del patrimonio netto contabile dell incorporata. Scritture contabili per l incorporazione. Attività di Beta 800 Disavanzo di fusione 120 Passività di Beta 520 Partecipazioni in Beta 400

7 Fusione: scritture contabili e progetto di fusione 125 Dopo l operazione, lo stato patrimoniale della società incorporante sarà così configurato: Attività varie Passività 970 ( ) ( ) Disavanzo di fusione 120 Capitale sociale 300 Riserve 250 Totale Totale Il patrimonio netto della società risultante dalla fusione è rappresentato dai valori originari dell impresa incorporante. Questa società, in quanto possibile, utilizza il disavanzo di fusione per rivalutare alcune attività (per 100) e per iscrivere la parte rimanente a titolo di avviamento (per 20). L utilizzo del disavanzo da annullamento per rivalutare i beni corrisponde all esigenza di salvaguardare il valore riconosciuto delle partecipazioni annullate, che viene «ribaltato» sui beni di «primo grado» dell incorporata. Non esiste, quindi, una rivalutazione economica, ma una mera riallocazione di un valore già presente nel bilancio della società incorporante. Relativa scrittura contabile. Attività varie 100 Avviamento 20 Disavanzo di fuzione 120 Successivo stato patrimoniale della società incorporante Attività varie Passività 970 ( ) Capitale sociale 300 Avviamento 20 Riserve 250 Totale Totale I maggiori valori iscritti fra le attività (120) sono fiscalmente irrilevanti. Il disavanzo da annullamento ha origine da plusvalori non manifestati del patrimonio dell incorporata, che vengono usati per rivalutare i beni incorporati; la residua differenza può essere imputata ad avviamento. In questo modo viene tutelato il valore riconosciuto alle partecipazioni possedute e annullate per effetto della fusione. Scritture contabili della società incorporata La società incorporata deve chiudere i conti, dopo aver effettuato le relative scritture di assestamento ed appurato il risultato economico della frazione di esercizio (che si presumono, nel caso illustrato, già rilevate). Dopo di ciò si effettua il riepilogo del netto come indicato di seguito: Capitale sociale 200 Riserve 70 Utili in corso 10 Capitale netto di fusione 280

8 126 Prova pratica n. 18 Con la scrittura successiva si chiudono i conti accesi alle attività, alle passività e al netto. Passività 520 Capitale netto di fusione 280 Attività varie 800 Scritture contabili in presenza di costo della partecipazione inferiore al patrimonio netto contabile dell incorporata Riprendiamo l esempio di prima con le seguenti varianti: Situazione patrimoniale della società incorporante Partecipazioni in Beta 250 Passività 450 (100%) Capitale sociale 300 Attività varie 750 Riserve 250 Totale Totale La situazione patrimoniale dell incorporata è la medesima. Ricerca della differenza di fusione. Patrimonio netto contabile dell incorporata 280 Costo della partecipazione 250 Avanzo di fusione (avanzo da annullamento) 30 Scritture contabili dell incorporante. Attività di Beta 800 Passività di Beta 520 Partecipazioni in Beta 250 Avanzo di fusione 30 (Avanzo da annullamento) Situazione patrimoniale dell incorporante Attività varie Passività 970 ( ) Capitale sociale 300 Riserve 250 Avanzo di fusione 30 (Avanzo da annullamento) Totale Totale Rappresentazione contabile dell avanzo da annullamento. Riproponiamo l esempio prima illustrato.

9 Fusione: scritture contabili e progetto di fusione 127 Se l avanzo deriva dalla previsione di future perdite, si avrà la seguente scrittura contabile: Avanzo da annullamento 30 Fondo rischi e oneri 30 Situazione patrimoniale Attività varie Capitale sociale 300 Riserve 250 Fondo rischi e oneri 30 Passività 970 Totale Totale Se la passività stimata si verificherà, si registrerà: Fondo rischi e oneri 30 Passività varie 30 Nell ipotesi in cui l avanzo sia causato da un acquisto della partecipazione ad un prezzo particolarmente vantaggioso, la registrazione sarà: Avanzo da annullamento 30 Risconti passivi (*) 30 (*) Esprime un utile potenziale Secondo altri autori, la contabilizzazione dovrebbe essere: Avanzo da annullamento 30 Riserva di capitale 30 Progetto di fusione per incorporazione della società BETA S.p.a. nella società ALFA S.p.a. ALFA S.p.a. Capitale sociale Euro = i.v. Sede legale in n. Registro Imprese di e codice fiscale n. Iscritta al n. R.E.A. C.C.I.A.A di Il Consiglio di Amministrazione di ALFA S.p.a. (di seguito anche «società incorporante») ed il Consiglio di Amministrazione di BETA S.p.a. (di seguito anche «società incorporanda») hanno redatto il seguente Progetto di fusione da attuarsi mediante incorporazione di BETA S.p.a. in ALFA S.p.a., avendo come riferimento il bilancio dell esercizio sociale chiuso al 31 dicembre 2008 per entrambe le società. 1) Società partecipanti alla fusione Società incorporante: «ALFAS.p.a.» con sede in, via, Capitale sociale Euro = i.v., Registro imprese e codice fiscale n. R.E.A. presso la C.C.I.A.A. di n.

10 128 Prova pratica n. 18 Società incorporanda: «BETA S.p.a.» società soggetta l attività di direzione coordinamento di ALFA S.p.a., con sede in, via, Capitale sociale Euro = i.v, Registro imprese e codice fiscale n. R.E.A. presso la C.C.I.A.A. di Modena n. 2) Atto costitutivo della società incorporante A seguito della fusione il capitale sociale della ALFA S.p.a. risulterà immutato non avendo dovuto la società assegnare azioni in concambio agli azionisti della società BETA S.p.a. Lo statuto della società incorporante sarà inoltre modificato per includere, all articolo n. 4) riguardante l oggetto sociale, la tipologia di attività della società incorporanda. Lo statuto così integrato viene allegato al presente progetto di fusione. 3) Data a decorrere dalla quale le operazioni della società incorporanda sono imputate al bilancio della società incorporante Gli effetti giuridici della fusione ai sensi dell art. 2504bis del Codice Civile decorreranno dalla data che sarà stabilita nell atto di fusione, che potrà anche essere successiva alla data dell ultima delle iscrizioni prescritte dall art del Codice Civile. Gli effetti contabili della fusione decorreranno a far data dal 1 gennaio dell anno nel corso del quale la fusione avrà effetto giuridico, e così dalla medesima data le operazioni della società incorporanda saranno imputate al bilancio della società incorporante. Anche ai fini delle imposte sui redditi gli effetti della fusione decorreranno, come consentito dall art. 172, nono comma, del D.P.R , n. 917, dal 1 gennaio dell anno nel corso del quale la fusione avrà effetto giuridico. 4) Trattamento riservato a particolari categorie di soci ed ai possessori di titoli diversi dalle quote Non sussistono particolari categorie di soci. 5) Vantaggi particolari eventualmente proposti a favore degli amministratori delle società partecipanti alla fusione Non sono previsti vantaggi particolari a favore degli amministratori delle società partecipanti alla fusione., lì Il Presidente ( ) ALLEGATI a) Statuto società incorporante Relazione di fusione ex art. 2501quinquies Signori azionisti, siete stati convocati in assemblea straordinaria il giorno per deliberare in merito al progetto di fusione per incorporazione della (Y) S.p.a. nella (X) S.p.a. Di seguito vengono esaminati gli aspetti salienti del progetto di fusione cui si rimanda. Le motivazioni all operazione - Effetti economici La Vostra società ritiene opportuno incorporare la (Y) S.p.a. per le sinergie che la fusione permetterà di realizzare nei settori (specificare i presumibili vantaggi derivanti dalla fusione).

11 Fusione: scritture contabili e progetto di fusione 129 Gli effetti giuridici A seguito dell incorporazione la (X) S.p.a. verrà ad avere un capitale sociale di euro suddiviso in n. azioni da euro ciascuna. La situazione patrimoniale al e criteri di redazione La fusione per incorporazione della società (Y) S.p.a. nella società (X) S.p.a. viene proposta sulla base delle rispettive situazioni patrimoniali al. Prima di passare al commento delle singole classi di valore ci si sofferma sui principi di valutazione rilevando che: 1. Le immobilizzazioni sono iscritte 2. Le partecipazioni 3. I crediti (dettagliare i criteri valutativi adottati e successivamente analizzare il contenuto delle poste di bilancio). La modifica dello statuto della società incorporante A seguito della fusione risultano modificati i seguenti elementi statutari: il capitale sociale; l oggetto sociale; Conseguentemente lo statuto della (X) S.p.a. risulterebbe così modificato: Testo vigente Art. 1 Art. 2 Nuovo testo proposto Art. 1 Art. 2 La decorrenza della fusione L efficacia della fusione viene proposta dalla data di stipulazione dell atto di fusione (ovvero retrodatazione o postdatazione della fusione stessa a fini contabili). Il trattamento riservato a favore degli amministratori delle società interessate alla fusione o a particolari categorie di soci Si riafferma come tra l altro già indicato nel progetto di fusione che non sussistono vantaggi particolari per i soci o gli amministratori. Signori azionisti, alla luce delle considerazioni precedentemente esposte, sarete invitati ad assumere le seguenti *** DELIBERAZIONI L assemblea dei soci della (X) S.p.a. riunita in sede straordinaria: visto e approvato il progetto di fusione; vista e approvata la relazione del consiglio di amministrazione; preso atto della situazione patrimoniale al ; preso atto della situazione patrimoniale della incorporanda società (Y) S.p.a. al ; preso atto del parere di congruità del rapporto di concambio formulato dall esperto ai sensi dell art. 2501sexies c.c.; preso atto delle dichiarazioni del collegio sindacale, nonché dell attestazione del medesimo che l attuale capitale sociale di euro è interamente versato; DELIBERA 1. di fondere per incorporazione la società (Y) S.p.a. nella società (X) S.p.a. sulla base delle rispettive situazioni patrimoniali al con aumento del capitale sociale da euro a euro con emissione di n. azioni da euro v.n. godimento.

12 130 Prova pratica n di modificare l oggetto sociale, con effetto dalla data di stipulazione dell atto di fusione, come segue: 3. di approvare il seguente nuovo testo dello statuto sociale: (testo dello statuto) 4. di conferire al presidente e a ciascun amministratore ogni più ampio potere perché ciascuno di essi, disgiuntamente, possa dare esecuzione alle precedenti deliberazioni con facoltà di apportarvi le modificazioni che fossero necessarie ai fini di legge, intervenendo alla stipula dell atto di fusione e di ogni altro atto inerente e conseguente, procedendo all emissione delle nuove azioni in esecuzione dell aumento di capitale sociale, nonché alla sostituzione e/o annullamento delle azioni della società incorporata (Y) S.p.a., consentendo volture, trascrizioni, senza iscrizione di ipoteca legale, e annotamenti nei pubblici registri con esonero dei Conservatori dei Registri immobiliari e di ogni altro pubblico ufficio da qualsiasi responsabilità e provvedendo in genere a tutto quanto richiesto per la completa attuazione delle deliberazioni di cui sopra. Il consiglio di amministrazione

Rilevanza legale dei documenti sul web, rivoluzione per fusioni e scissioni

Rilevanza legale dei documenti sul web, rivoluzione per fusioni e scissioni Rilevanza legale dei documenti sul web, rivoluzione per fusioni e scissioni OPERAZIONI STRAORDINARIE Oggetto : RILEVANZA LEGALE DEI DOCUMENTI SUL WEB Norme e prassi : D.LGS. 123/2012; ART. 2501-TER, 2501-QUATER,

Dettagli

La deliberazione di fusione delle società DI CAPITALI deve essere depositata per l'iscrizione nel registro delle imprese, insieme con gli allegati

La deliberazione di fusione delle società DI CAPITALI deve essere depositata per l'iscrizione nel registro delle imprese, insieme con gli allegati Seconda Parte La deliberazione di fusione delle società DI CAPITALI deve essere depositata per l'iscrizione nel registro delle imprese, insieme con gli allegati indicati nell' articolo 2501-septies. Si

Dettagli

Progetto di FUSIONE PER INCORPORAZIONE DELLA SOCIETA

Progetto di FUSIONE PER INCORPORAZIONE DELLA SOCIETA Progetto di FUSIONE PER INCORPORAZIONE ai sensi e per gli effetti dell art. 2501-ter c.c. DELLA SOCIETA Società: Effelle Ricerche S.r.l. Sede legale: Milano (MI), via F. Casati 1/A Capitale sociale: 10.000

Dettagli

Testo vigente. Testo proposto Articolo 5 Capitale sociale. Articolo 5

Testo vigente. Testo proposto Articolo 5 Capitale sociale. Articolo 5 1. Proposta di eliminazione del valore nominale espresso delle azioni ordinarie e di risparmio in circolazione. Conseguenti modifiche dello statuto sociale. Deliberazioni inerenti e conseguenti. Signori

Dettagli

* * * * * ivi. Approvato dagli Organi Amministrativi. di Brembo S.p.A. e di Brembo Performance S.p.A.

* * * * * ivi. Approvato dagli Organi Amministrativi. di Brembo S.p.A. e di Brembo Performance S.p.A. PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE DELLA SOCIETÀ CONTROLLATA AL 100% BREMBO PERFORMANCE S.P.A. NELLA SOCIETÀ CONTROLLANTE BREMBO S.P.A. AI SENSI DEGLI ARTICOLI 2501-TER E 2505 del codice civile * *

Dettagli

gli amministratori della società soggetta ad attività di direzione e coordinamento

gli amministratori della società soggetta ad attività di direzione e coordinamento Iscrizione in apposita sezione dei soggetti che esercitano attività di direzione e coordinamento e dei soggetti che vi sono sottoposti, e relativa cessazione (2497 bis c.c.) gli amministratori della società

Dettagli

* * * PROGETTO UNITARIO DI FUSIONE. (ai sensi dell art. 2501-ter del codice civile)

* * * PROGETTO UNITARIO DI FUSIONE. (ai sensi dell art. 2501-ter del codice civile) DAVIDE CAMPARI-MILANO S.P.A. Sede in Milano, via Turati n. 27 Reg. Imp. Di Milano e codice fiscale n. 06672120158 CAMPARI - CRODO S.P.A. Sede in Milano, via Turati n. 27 Reg. Imp. Di Milano e codice fiscale

Dettagli

PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI ETICREDITO BANCA ETICA ADRIATICA S.P.A. IN BANCA CARIM CASSA DI RISPARMIO DI RIMINI S.P.A.

PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI ETICREDITO BANCA ETICA ADRIATICA S.P.A. IN BANCA CARIM CASSA DI RISPARMIO DI RIMINI S.P.A. PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI ETICREDITO BANCA ETICA ADRIATICA S.P.A. IN BANCA CARIM CASSA DI RISPARMIO DI RIMINI S.P.A. PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI ETICREDITO BANCA ETICA ADRIATICA

Dettagli

La fusione per incorporazione del Credito Bergamasco

La fusione per incorporazione del Credito Bergamasco Il Banco Popolare semplifica e razionalizza ulteriormente la struttura societaria del Gruppo: approvato il progetto di fusione per incorporazione del Credito Bergamasco e di Banca Italease Verona, 26 novembre

Dettagli

Il conferimento. Università degli Studi di Bergamo Corso di Ragioneria Applicata 21 Febbraio 2008

Il conferimento. Università degli Studi di Bergamo Corso di Ragioneria Applicata 21 Febbraio 2008 Il conferimento Università degli Studi di Bergamo Corso di Ragioneria Applicata 21 Febbraio 2008 1 Agenda 21 febbraio: Aspetti generali, legali e valutativi 22 febbraio: Aspetti contabili e fiscali 2 Indice

Dettagli

Le operazioni straordinarie come strumenti per lo sviluppo delle aziende Le Fusioni

Le operazioni straordinarie come strumenti per lo sviluppo delle aziende Le Fusioni Le operazioni straordinarie come strumenti per lo sviluppo delle aziende Le Fusioni Corso di Tecnica professionale La Fusione Ititt Istituto mediante il quale due o più aziende, prima indipendenti, si

Dettagli

Assemblea Straordinaria e Ordinaria del 16 luglio 2012 in convocazione unica

Assemblea Straordinaria e Ordinaria del 16 luglio 2012 in convocazione unica Assemblea Straordinaria e Ordinaria del 16 luglio 2012 in convocazione unica Relazione del Consiglio di Amministrazione sulle materie all ordine del giorno 1 - Annullamento delle azioni proprie in portafoglio,

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SUL RAGGRUPPAMENTO DELLE AZIONI DELLA SOCIETÀ

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SUL RAGGRUPPAMENTO DELLE AZIONI DELLA SOCIETÀ RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SUL RAGGRUPPAMENTO DELLE AZIONI DELLA SOCIETÀ predisposta ai sensi dell art. 72 e secondo lo schema n. 3 dell Allegato 3A del Regolamento adottato con Delibera

Dettagli

Signori Azionisti, * * * 1) PRINCIPALI MOTIVAZIONI PER LE QUALI È RICHIESTA L AUTORIZZAZIONE ALL ACQUISTO E ALLA DISPOSIZIONE DI AZIONI PROPRIE.

Signori Azionisti, * * * 1) PRINCIPALI MOTIVAZIONI PER LE QUALI È RICHIESTA L AUTORIZZAZIONE ALL ACQUISTO E ALLA DISPOSIZIONE DI AZIONI PROPRIE. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DELL ORGANO AMMINISTRATIVO ALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI CONVOCATA PER IL GIORNO 29 APRILE 2014 RELATIVA AL PUNTO TRE ALL ORDINE DEL GIORNO RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA PROPOSTA

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA PROPOSTA RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA PROPOSTA RELATIVA ALL AUTORIZZAZIONE, AI SENSI DEGLI ARTICOLI 2357 E 2357-TER COD. CIV., POSTA ALL ORDINE DEL GIORNO DELL ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI

Dettagli

Relazione sulla remunerazione ai sensi dell art. 123-ter del D.Lgs. 58/1998; delibere inerenti e conseguenti.

Relazione sulla remunerazione ai sensi dell art. 123-ter del D.Lgs. 58/1998; delibere inerenti e conseguenti. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI GRUPPO MUTUIONLINE S.P.A. SULLE PROPOSTE ALL'ORDINE DEL GIORNO DELL ASSEMBLEA ORDINARIA CONVOCATA IN PRIMA CONVOCAZIONE PER IL 23 APRILE 2013

Dettagli

Signori Azionisti, * * * 1) PRINCIPALI MOTIVAZIONI PER LE QUALI È RICHIESTA L AUTORIZZAZIONE ALL ACQUISTO E ALLA DISPOSIZIONE DI AZIONI PROPRIE.

Signori Azionisti, * * * 1) PRINCIPALI MOTIVAZIONI PER LE QUALI È RICHIESTA L AUTORIZZAZIONE ALL ACQUISTO E ALLA DISPOSIZIONE DI AZIONI PROPRIE. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DELL ORGANO AMMINISTRATIVO ALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI CONVOCATA PER IL GIORNO 29 APRILE 2015 RELATIVA AL SETTIMO PUNTO ALL ORDINE DEL GIORNO RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI

Dettagli

BANCA CARIGE Società per Azioni - Via Cassa di Risparmio,15-16123 Genova 1

BANCA CARIGE Società per Azioni - Via Cassa di Risparmio,15-16123 Genova 1 Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione al punto secondo dell ordine del giorno dell Assemblea Straordinaria dei Soci convocata per il giorno 23 aprile 2015 in unica convocazione, in merito

Dettagli

RELAZIONE DELL ORGANO AMMINISTRATIVO SUL PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE di IMMOBILIARE FINANZIARIA INDUSTRIALE PEDEMONTANA S.P.A.

RELAZIONE DELL ORGANO AMMINISTRATIVO SUL PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE di IMMOBILIARE FINANZIARIA INDUSTRIALE PEDEMONTANA S.P.A. RELAZIONE DELL ORGANO AMMINISTRATIVO SUL PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE di IMMOBILIARE FINANZIARIA INDUSTRIALE PEDEMONTANA S.P.A. in SETTENTRIONALE TRASPORTI S.P.A. redatto ai sensi dell art. 2501-quinquies

Dettagli

CASSA DI RISPARMIO DI CENTO S.P.A.

CASSA DI RISPARMIO DI CENTO S.P.A. CASSA DI RISPARMIO DI CENTO S.P.A. Iscritta all albo delle Banche: 5099 Sede legale e Direzione generale: Via Matteotti 8/b - 44042 CENTO (Fe) Capitale Sociale: Euro 67.498.955,88 Codice Fiscale, Partita

Dettagli

i.:iso ltak:ementl ASSEMBLEA 17 aprile 2015 - Parte straordinaria - Relazione delega aumento capitale sociale

i.:iso ltak:ementl ASSEMBLEA 17 aprile 2015 - Parte straordinaria - Relazione delega aumento capitale sociale i.:iso ltak:ementl ASSEMBLEA 17 aprile 2015 - Parte straordinaria - Relazione delega aumento capitale sociale Relazione del Consiglio di amministrazione Proposta di rinnovo della delega agli Amministratori,

Dettagli

LOTTOMATICA S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00154 Roma. Capitale sociale Euro 151.991.896,00 i.v.

LOTTOMATICA S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00154 Roma. Capitale sociale Euro 151.991.896,00 i.v. LOTTOMATICA S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00154 Roma Capitale sociale Euro 151.991.896,00 i.v. Partita IVA, codice fiscale ed iscrizione presso il registro delle imprese di Roma n. 08028081001

Dettagli

ASCOPIAVE S.p.A. Signori azionisti,

ASCOPIAVE S.p.A. Signori azionisti, ASCOPIAVE S.p.A. Via Verizzo, 1030 Pieve di Soligo (TV) Capitale Sociale Euro 234.411.575,00 i.v. Codice Fiscale, Partita IVA e Registro delle Imprese di Treviso n. 03916270261 RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL

Dettagli

LA FUSIONE Aspetti contabili

LA FUSIONE Aspetti contabili Università degli Studi di L Aquila Facoltà di Economia Corso di Tecnica professionale A.A. 2010-2011 LA FUSIONE Aspetti contabili Lezione del 29 novembre 2010 1 Bilancio post fusione Bilancio di apertura

Dettagli

Procedure AIM ITALIA per le Operazioni sul capitale

Procedure AIM ITALIA per le Operazioni sul capitale Procedure AIM ITALIA per le Operazioni sul capitale Le seguenti procedure sono costituite dal Principio Generale e dalle Linee Guida e Tabelle, che formano parte integrante delle Procedure stesse. Le seguenti

Dettagli

RISOLUZIONE N. 230/E QUESITO

RISOLUZIONE N. 230/E QUESITO RISOLUZIONE N. 230/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 06 giugno 2008 OGGETTO: Interpello ai sensi dell articolo 11 della legge n. 212 del 2000 n. 954-173/2008 - Incentivi fiscali alle operazioni

Dettagli

ESAME DI STATO ABILITANTE ALLA PROFESSIONE DI DOTTORE COMMERCIALISTA

ESAME DI STATO ABILITANTE ALLA PROFESSIONE DI DOTTORE COMMERCIALISTA ESAME DI STATO ABILITANTE ALLA PROFESSIONE DI DOTTORE COMMERCIALISTA ANNO 2005 PRIMA SESSIONE PRIMA PROVA SCRITTA Tema n. 1 1) Il candidato rediga il I bilancio di verifica al 31/12/200_ della società

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA PROPOSTA DI AUTORIZZAZIONE ALL ACQUISTO E ALLA DISPOSIZIONE DI AZIONI PROPRIE

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA PROPOSTA DI AUTORIZZAZIONE ALL ACQUISTO E ALLA DISPOSIZIONE DI AZIONI PROPRIE RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA PROPOSTA DI AUTORIZZAZIONE Assemblea degli Azionisti 23 aprile 2014 Copyright Datalogic S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL

Dettagli

ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI. 22 aprile 2015 - Prima Convocazione ed occorrendo 23 aprile 2015 Seconda Convocazione

ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI. 22 aprile 2015 - Prima Convocazione ed occorrendo 23 aprile 2015 Seconda Convocazione Servizi Italia S.p.A. Sede legale: Via S. Pietro, 59/b 43019 Castellina di Soragna (PR) Capitale sociale: Euro 28.371.486,00 i.v. Numero Iscrizione Registro Imprese di Parma, C.F. 08531760158, Partita

Dettagli

AVVISO AGLI AZIONISTI DI BANCA DELL ARTIGIANATO E DELL INDUSTRIA S.p.A.

AVVISO AGLI AZIONISTI DI BANCA DELL ARTIGIANATO E DELL INDUSTRIA S.p.A. AVVISO AGLI AZIONISTI DI BANCA DELL ARTIGIANATO E DELL INDUSTRIA S.p.A. Modalità e termini di esercizio del diritto di vendita ai sensi dell art. 2505-bis del codice civile e di esercizio del diritto di

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL BANCO POPOLARE SOCIETA COOPERATIVA

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL BANCO POPOLARE SOCIETA COOPERATIVA RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL BANCO POPOLARE SOCIETA COOPERATIVA SULLA PROPOSTA DI ACQUISTO E DISPOSIZIONE DI AZIONI PROPRIE CON FINALITA DI SOSTEGNO DELLA LIQUIDITA DEL TITOLO

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE ALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI Redatta ai sensi dell art. 73 del Regolamento adottato dalla Consob con delibera n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive

Dettagli

SITUAZIONE PATRIMONIALE DI APERTURA DELLA SOCIETA' RISULTANTE DALLA FUSIONE ALLA DATA DEL 1 GENNAIO 2014. (Valori in euro)

SITUAZIONE PATRIMONIALE DI APERTURA DELLA SOCIETA' RISULTANTE DALLA FUSIONE ALLA DATA DEL 1 GENNAIO 2014. (Valori in euro) SITUAZIONE PATRIMONIALE DI APERTURA DELLA SOCIETA' RISULTANTE DALLA FUSIONE ALLA DATA DEL 1 GENNAIO 2014 (Valori in euro) UNIPOLSAI ASSICURAZIONI SPA SITUAZIONE PATRIMONONIALE DI APERTURA DELLA SOCIETA'

Dettagli

PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI M.B. INTERNATIONAL TELECOM LABS S.R.L. E DI SCREEN SERVICE SYSTEMS S.R.L. IN SCREEN

PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI M.B. INTERNATIONAL TELECOM LABS S.R.L. E DI SCREEN SERVICE SYSTEMS S.R.L. IN SCREEN PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI M.B. INTERNATIONAL TELECOM LABS S.R.L. E DI SCREEN SERVICE SYSTEMS S.R.L. IN SCREEN SERVICE BROADCASTING TECHNOLOGIES S.P.A. Gli organi amministrativi di S.S.B.T.

Dettagli

Autorizzazione all acquisto di azioni proprie e al compimento di atti di disposizione sulle medesime.

Autorizzazione all acquisto di azioni proprie e al compimento di atti di disposizione sulle medesime. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ELICA S.P.A. RELATIVA ALLA PROPOSTA DI AUTORIZZAZIONE ALL ACQUISTO E ALLA DISPOSIZIONE DI AZIONI PROPRIE RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI REDATTA

Dettagli

Sede in Legnano Viale Pasubio, 38 Capitale Sociale Euro 40.000.000 i.v. C. F. e P. I. 00689080158 - Tribunale di Milano Sito internet: www.crespi.

Sede in Legnano Viale Pasubio, 38 Capitale Sociale Euro 40.000.000 i.v. C. F. e P. I. 00689080158 - Tribunale di Milano Sito internet: www.crespi. Sede in Legnano Viale Pasubio, 38 Capitale Sociale Euro 40.000.000 i.v. C. F. e P. I. 00689080158 - Tribunale di Milano Sito internet: www.crespi.it RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

Dettagli

Relazione illustrativa della fusione per Incorporazione di I.S.E. S.p.A in Edison S.p.A

Relazione illustrativa della fusione per Incorporazione di I.S.E. S.p.A in Edison S.p.A Relazione illustrativa della fusione per Incorporazione di I.S.E. S.p.A in Edison S.p.A Motivazioni La proposta di incorporazione in Edison SpA (in seguito Edison) di ISE SpA (in seguito Ise), società

Dettagli

Assemblea degli Azionisti 23 ottobre 2015(prima convocazione) ore 9.00 26 ottobre 2015 (seconda convocazione) ore 9.00

Assemblea degli Azionisti 23 ottobre 2015(prima convocazione) ore 9.00 26 ottobre 2015 (seconda convocazione) ore 9.00 Assemblea degli Azionisti 23 ottobre 2015(prima convocazione) ore 9.00 26 ottobre 2015 (seconda convocazione) ore 9.00 Relazioni degli Amministratori sui punti all Ordine del Giorno dell Assemblea Ordinaria

Dettagli

società "Enervit S.p.A." con sede in Milano, in Viale Achille Papa n. 30, capitale sociale Euro 4.628.000,00 interamente versato, iscritta nel

società Enervit S.p.A. con sede in Milano, in Viale Achille Papa n. 30, capitale sociale Euro 4.628.000,00 interamente versato, iscritta nel 1 & A s s o c i a t i!" #$!"" N. 54699 di Repertorio N. 13737 di Raccolta VERBALE DI ASSEMBLEA REPUBBLICA ITALIANA 19 ottobre 2015 L'anno duemilaquindici, il giorno diciannove del mese di ottobre alle

Dettagli

4 Punto. Assemblea ordinaria e straordinaria degli Azionisti Unica convocazione: 11 giugno 2014 ore 11,00. Parte ordinaria

4 Punto. Assemblea ordinaria e straordinaria degli Azionisti Unica convocazione: 11 giugno 2014 ore 11,00. Parte ordinaria Assemblea ordinaria e straordinaria degli Azionisti Unica convocazione: 11 giugno 2014 ore 11,00 Parte ordinaria 4 Punto Autorizzazione all acquisto e disposizione di azioni proprie, ai sensi del combinato

Dettagli

ASSEMBLEA ORDINARIA E STRAORDINARIA DEGLI AZIONISTI

ASSEMBLEA ORDINARIA E STRAORDINARIA DEGLI AZIONISTI A.S. Roma S.p.A. P.le Dino Viola, 1 00128 Roma C.F. 03294210582 P.I. 01180281006 Società soggetta ad attività di direzione e coordinamento da parte di AS Roma SPV LLC ASSEMBLEA ORDINARIA E STRAORDINARIA

Dettagli

Avviso di posticipazione dell assemblea ordinaria e straordinaria

Avviso di posticipazione dell assemblea ordinaria e straordinaria DMAIL GROUP S.p.A. Sede legale e amministrativa: Via San Vittore n. 40 20123 MILANO (MI) - Capitale Sociale: 15.300.000,00 euro C.F. P.IVA e Registro delle Imprese: 12925460151 Sito internet: www.dmailgroup.it

Dettagli

PROGETTO DI FUSIONE (art. 2501-ter C.C.)

PROGETTO DI FUSIONE (art. 2501-ter C.C.) PROGETTO DI FUSIONE (art. 2501-ter C.C.) Il Consiglio di amministrazione della Banca di Credito di Impruneta società cooperativa, con sede in Impruneta (FI) e il Consiglio di amministrazione del Credito

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE ALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE ALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE ALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI Redatta ai sensi dell art. 73 del Regolamento adottato dalla Consob con delibera n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive

Dettagli

CAPE LISTED INVESTMENT VEHICLE IN EQUITY S.P.A.

CAPE LISTED INVESTMENT VEHICLE IN EQUITY S.P.A. CAPE LISTED INVESTMENT VEHICLE IN EQUITY S.P.A. www.capelive.it RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE POSTE AL SESTO PUNTO ALL ORDINE DEL GIORNO DELLA ASSEMBLEA

Dettagli

GTECH S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00154 Roma. Capitale sociale Euro 174.033.339,00 i.v.

GTECH S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00154 Roma. Capitale sociale Euro 174.033.339,00 i.v. GTECH S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00154 Roma Capitale sociale Euro 174.033.339,00 i.v. Partita IVA, codice fiscale ed iscrizione presso il registro delle imprese di Roma n. 08028081001 Soggetta

Dettagli

PIANO DI STOCK OPTIONS 2010-2013

PIANO DI STOCK OPTIONS 2010-2013 PIANO DI STOCK OPTIONS 2010-2013 1. PREMESSA Il presente piano (il Piano ), sottoposto all Assemblea degli Azionisti della RECORDATI INDUSTRIA CHIMICA E FARMACEUTICA S.p.A. (la Società ) e approvato dalla

Dettagli

SAVE S.p.A. (www.veniceairport.it)

SAVE S.p.A. (www.veniceairport.it) SAVE S.p.A. (www.veniceairport.it) RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI SAVE S.P.A. ( SAVE ) AI SENSI DELL ART. 73 DEL REGOLAMENTO CONSOB N. 11971/99 E SUCCESSIVE MODIFICHE ASSEMBLEA ORDINARIA

Dettagli

Scissione societaria: novità e semplificazioni. A cura di Carlo De Luca e Luca Savastano

Scissione societaria: novità e semplificazioni. A cura di Carlo De Luca e Luca Savastano Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 45 12.02.2013 Scissione societaria: novità e semplificazioni Dallo scorso 18 agosto 2012 è entrato in vigore il D. Lgs. 123 del 22 giugno 2012

Dettagli

FONDI RUSTICI S.p.A.

FONDI RUSTICI S.p.A. FONDI RUSTICI S.p.A. Sede in Peccioli, via Marconi n 5 Capitale sociale 9.000.000,00 interamente versato Cod.Fiscale Nr.Reg.Imp. 02108740503 Iscritta al Registro delle Imprese di PISA Nr. R.E.A. PI 181649

Dettagli

RELAZIONI SULLE MATERIE ALL'ORDINE DEL GIORNO EX ART. 125 TER TUF E RELATIVE PROPOSTE DI DELIBERAZIONE

RELAZIONI SULLE MATERIE ALL'ORDINE DEL GIORNO EX ART. 125 TER TUF E RELATIVE PROPOSTE DI DELIBERAZIONE RELAZIONI SULLE MATERIE ALL'ORDINE DEL GIORNO EX ART. 125 TER TUF E RELATIVE PROPOSTE DI ZIONE RELAZIONE AL PUNTO N. 1 ALL ODG DELL ASSEMBLEA ORDINARIA: Bilancio individuale e consolidato chiuso al 31

Dettagli

BIESSE S.p.A. Assemblea ordinaria del 21 gennaio 2008

BIESSE S.p.A. Assemblea ordinaria del 21 gennaio 2008 BIESSE S.p.A. Assemblea ordinaria del 21 gennaio 2008 alla proposta di acquisto di azioni proprie 1 Relazione illustrativa degli Amministratori relativa alla proposta di acquisto e di disposizione di azioni

Dettagli

LA NOTA INTEGRATIVA GLI ALLEGATI AL BILANCIO

LA NOTA INTEGRATIVA GLI ALLEGATI AL BILANCIO LA NOTA INTEGRATIVA E GLI ALLEGATI AL BILANCIO NOTA INTEGRATIVA ART. 2423 comma 1 del Codice Civile: GLI AMMINISTRATORI DEVONO REDIGERE IL BILANCIO DI ESERCIZIO, COSTITUITO DALLO STATO PATRIMONIALE, DAL

Dettagli

LE OPERAZIONI STRAORDINARIE: TRASFORMAZIONE

LE OPERAZIONI STRAORDINARIE: TRASFORMAZIONE PLANNING E CONSULENZA FISCALE E SOCIETARIA LE OPERAZIONI STRAORDINARIE: TRASFORMAZIONE 1 Operazione di natura straordinaria modificazione della forma giuridica senza che consiste nella -mutamento del soggetto

Dettagli

Punto 5 all ordine del giorno dell Assemblea Straordinaria

Punto 5 all ordine del giorno dell Assemblea Straordinaria Punto 5 all ordine del giorno dell Assemblea Straordinaria Modifica del regolamento del Prestito Obbligazionario Convertendo BPM 2009/2013 6,75%. Conseguente attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

IL MANUALE DELLE OPERAZIONI STRAORDINARIE. Cfr. OIC 4 par. 4.2. 28

IL MANUALE DELLE OPERAZIONI STRAORDINARIE. Cfr. OIC 4 par. 4.2. 28 3.3 Il bilancio di fusione Le valutazioni del capitale economico delle società partecipanti alla fusione saranno illustrate nella relazione dell organo amministrativo e saranno oggetto del parere di congruità

Dettagli

mod. 9 SEG BANCA CARIGE

mod. 9 SEG BANCA CARIGE Relazione del Consiglio di Amministrazione all Assemblea in sede straordinaria convocata per il giorno 13 febbraio 2012 in merito all eliminazione dell indicazione del valore nominale delle azioni della

Dettagli

Piaggio & C. S.p.A. Relazione Illustrativa

Piaggio & C. S.p.A. Relazione Illustrativa Piaggio & C. S.p.A. Relazione Illustrativa Autorizzazione all acquisto e disposizione di azioni proprie, ai sensi del combinato disposto degli artt. 2357 e 2357-ter del codice civile, nonché dell art.

Dettagli

Premessa * * * Signori Azionisti,

Premessa * * * Signori Azionisti, Eurofly S.p.A. Sede legale in Milano, via Ettore Bugatti n. 15 Capitale Sociale Euro 11.084.271,92 Codice Fiscale e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Milano 05763070017 Soggetta ad attività

Dettagli

COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO ai sensi dell articolo 114 d.lgs. 58/1998 OFFERTA PUBBLICA DI SCAMBIO SU AZIONI ORDINARIE KME GROUP S.P.A. E INTEK S.P.A.

COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO ai sensi dell articolo 114 d.lgs. 58/1998 OFFERTA PUBBLICA DI SCAMBIO SU AZIONI ORDINARIE KME GROUP S.P.A. E INTEK S.P.A. COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO ai sensi dell articolo 114 d.lgs. 58/1998 OFFERTA PUBBLICA DI SCAMBIO SU AZIONI ORDINARIE KME GROUP S.P.A. E INTEK S.P.A. In data odierna i Consigli di Amministrazione di KME

Dettagli

Piaggio & C. S.p.A. Relazione Illustrativa

Piaggio & C. S.p.A. Relazione Illustrativa Piaggio & C. S.p.A. Relazione Illustrativa Autorizzazione all acquisto e disposizione di azioni proprie, ai sensi del combinato disposto degli artt. 2357 e 2357-ter del codice civile, nonché dell art.

Dettagli

Cerved Information Solutions S.p.A

Cerved Information Solutions S.p.A Cerved Information Solutions S.p.A Sede legale in Milano, Via San Vigilio n. 1 capitale sociale euro 50.450.000,00 i.v. Registro delle Imprese di Milano, codice fiscale e partita IVA: 08587760961 REA MI-2035639

Dettagli

Credito Emiliano SpA

Credito Emiliano SpA Credito Emiliano SpA RELAZIONE ILLUSTRATIVA del Consiglio di Amministrazione di Credito Emiliano per l Assemblea convocata per deliberare sulla proposta di autorizzazione all acquisto di azioni proprie

Dettagli

Punto 3 all Ordine del Giorno dell Assemblea Ordinaria

Punto 3 all Ordine del Giorno dell Assemblea Ordinaria Punto 3 all Ordine del Giorno dell Assemblea Ordinaria Autorizzazione all acquisto e alla disposizione di azioni proprie. Delibere inerenti e conseguenti. 863 Relazione del Consiglio di Gestione sul punto

Dettagli

Assemblea degli Azionisti 28 ottobre 2014(prima convocazione) ore 8.30 29 ottobre 2014 (seconda convocazione) ore 8.30

Assemblea degli Azionisti 28 ottobre 2014(prima convocazione) ore 8.30 29 ottobre 2014 (seconda convocazione) ore 8.30 Assemblea degli Azionisti 28 ottobre 2014(prima convocazione) ore 8.30 29 ottobre 2014 (seconda convocazione) ore 8.30 Relazioni degli Amministratori sui punti all Ordine del Giorno dell Assemblea Ordinaria

Dettagli

ESERCIZIO N.1. Sia dato il seguente Stato Patrimoniale della società Fraxa alla chiusura dell esercizio 2001

ESERCIZIO N.1. Sia dato il seguente Stato Patrimoniale della società Fraxa alla chiusura dell esercizio 2001 ESERCIZIO N.1 Sia dato il seguente Stato Patrimoniale della società Fraxa alla chiusura dell esercizio 2001 Stato Patrimoniale al 31.12.2001 B) IMMOBILIZZAZIONI A) PATRIMONIO NETTO I Immobilizzazioni immateriali

Dettagli

Assemblea Ordinaria 8 e 11 maggio 2015 (I e II conv.)

Assemblea Ordinaria 8 e 11 maggio 2015 (I e II conv.) FINMECCANICA - Società per azioni Sede in Roma, Piazza Monte Grappa n. 4 finmeccanica@pec.finmeccanica.com Capitale sociale euro 2.543.861.738,00 i.v. Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale n.

Dettagli

AIM Italia/Mercato Alternativo del Capitale. Procedure per le Operazioni sul capitale

AIM Italia/Mercato Alternativo del Capitale. Procedure per le Operazioni sul capitale AIM Italia/Mercato Alternativo del Capitale Procedure per le Operazioni sul capitale 6 ottobre 2014 3 marzo 2014 Procedure per le Operazioni sul capitale Le seguenti procedure sono costituite dal Principio

Dettagli

1. Motivazioni per le quali è richiesta l autorizzazione all acquisto e alla disposizione di azioni proprie

1. Motivazioni per le quali è richiesta l autorizzazione all acquisto e alla disposizione di azioni proprie Relazione del Consiglio di Amministrazione all Assemblea in sede ordinaria convocata per il giorno 30 aprile 2014, in unica convocazione, in merito al punto 6) dell ordine del giorno, concernente la proposta

Dettagli

ESAME DI STATO PER L ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI DOTTORE COMMERCIALISTA

ESAME DI STATO PER L ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI DOTTORE COMMERCIALISTA ESAME DI STATO PER L ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI DOTTORE COMMERCIALISTA ANNO 2005 SECONDA SESSIONE PRIMA PROVA SCRITTA Tema n. 1 1) Il candidato rediga il I bilancio di verifica al

Dettagli

ASTALDI SOCIETÀ PER AZIONI RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE PARTE STRAORDINARIA AI SENSI DELL ART. 125-TER DEL D.LGS.

ASTALDI SOCIETÀ PER AZIONI RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE PARTE STRAORDINARIA AI SENSI DELL ART. 125-TER DEL D.LGS. ASTALDI SOCIETÀ PER AZIONI RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 125-TER DEL D.LGS. 58/1998 PARTE STRAORDINARIA Signori Azionisti, il Consiglio di Amministrazione di Astaldi S.p.A.

Dettagli

LOTTOMATICA GROUP S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00154 Roma. Capitale sociale Euro 172.140.797,00 i.v.

LOTTOMATICA GROUP S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00154 Roma. Capitale sociale Euro 172.140.797,00 i.v. LOTTOMATICA GROUP S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00154 Roma Capitale sociale Euro 172.140.797,00 i.v. Partita IVA, codice fiscale ed iscrizione presso il registro delle imprese di Roma n. 08028081001

Dettagli

LEZIONE 20 dicembre 2013

LEZIONE 20 dicembre 2013 1 LEZIONE 20 dicembre 2013 Società per azioni (S.P.A.) > è una persona giuridica, cioè un soggetto di diritto autonomo, dotato di capacità giuridica e di agire e di autonomia patrimoniale perfetta. La

Dettagli

PREDISPOSTA AI SENSI AI SENSI DELL ART.125-TER DEL DECRETO LEGISLATIVO N.58/98 E DELL ART.73 DEL REGOLAMENTO

PREDISPOSTA AI SENSI AI SENSI DELL ART.125-TER DEL DECRETO LEGISLATIVO N.58/98 E DELL ART.73 DEL REGOLAMENTO RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE IN MERITO ALLA PROPOSTA DI ACQUISTO E ALIENAZIONE DI AZIONI PROPRIE SOTTOPOSTA ALL ASSEMBLEA ORDINARIA CONVOCATA IL GIORNO 29 APRILE 2016 E, IN SECONDA

Dettagli

ARCOLA PETROLIFERA S.R.L.,

ARCOLA PETROLIFERA S.R.L., N. 13692 di repertorio N. 6656 di raccolta VERBALE DELL'ASSEMBLEA STRAORDINARIA DEL GIORNO 5 febbraio 2014 DELLA SOCIETA' A RESPONSABILITA' LIMITATA "ARCOLA PETRO- LIFERA S.R.L." REPUBBLICA ITALIANA Il

Dettagli

Stazione di Erba - Anni 30

Stazione di Erba - Anni 30 1 Stazione di Erba - Anni 30 2 3 Eurocombi S.r.l. in liquidazione Liquidatore Massimo Stoppini BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2013 RELAZIONE SULLA GESTIONE 6 BILANCIO DI ESERCIZIO 31.12.2013 _ Situazione Patrimoniale

Dettagli

Capo X - Della trasformazione, della fusione e della scissione (artt. 2498-2506quater)

Capo X - Della trasformazione, della fusione e della scissione (artt. 2498-2506quater) Capo X - Della trasformazione, della fusione e della scissione (artt. 2498-2506quater) Art. 2499. Limiti alla trasformazione. Può farsi luogo alla trasformazione anche in pendenza di procedura concorsuale,

Dettagli

VIANINI LAVORI S.p.A. Sede legale in Roma - Via Montello n. 10. Registro Imprese di Roma e codice fiscale n. 03873930584, R.E.A. n.

VIANINI LAVORI S.p.A. Sede legale in Roma - Via Montello n. 10. Registro Imprese di Roma e codice fiscale n. 03873930584, R.E.A. n. VIANINI LAVORI S.p.A. Sede legale in Roma - Via Montello n. 10 Registro Imprese di Roma e codice fiscale n. 03873930584, R.E.A. n. 461019 Capitale Sociale di Euro 43.797.505 i.v. RELAZIONE ILLUSTRATIVA

Dettagli

Approvata dal Consiglio di Amministrazione in data 15 marzo 2013

Approvata dal Consiglio di Amministrazione in data 15 marzo 2013 Relazione Illustrativa del Consiglio di Amministrazione in merito alla proposta di acquisto e alienazione di azioni proprie sottoposta all Assemblea straordinaria convocata il giorno 29 aprile 2013 e,

Dettagli

CALTAGIRONE S.p.A. Sede legale in Roma - Via Barberini n. 28. Registro Imprese di Roma e codice fiscale n. 00433670585, R.E.A. n.

CALTAGIRONE S.p.A. Sede legale in Roma - Via Barberini n. 28. Registro Imprese di Roma e codice fiscale n. 00433670585, R.E.A. n. CALTAGIRONE S.p.A. Sede legale in Roma - Via Barberini n. 28 Registro Imprese di Roma e codice fiscale n. 00433670585, R.E.A. n. 365 Capitale Sociale di Euro 109.200.000 i.v. RELAZIONE DEL RAPPRESENTANTE

Dettagli

E U R O T E C H S. P. A.

E U R O T E C H S. P. A. E U R O T E C H S. P. A. SED E IN AMARO (UD) VIA F RAT ELLI SOLARI, 3/A CODICE FISCALE 01791330309 ISCRITTA AL REGIST RO IMPRESE DI UDIN E AL N. 01791330309 CAPITALE SO CIALE IN EURO 8.878.946,00 I.V.

Dettagli

Forma giuridica dell impresa. Impresa individuale. Ditta individuale. Società. L avvio di un attività domande frequenti. Dott.

Forma giuridica dell impresa. Impresa individuale. Ditta individuale. Società. L avvio di un attività domande frequenti. Dott. La scelta della forma giuridica e la governance Dott. Paolo Bolzonella L avvio di un attività domande frequenti Come si fa ad avviare un impresa? Quale tipo di impresa scegliere? Quali requisiti occorrono?

Dettagli

Fondo Strategico Italiano S.p.A. Direzione Generale Corso Magenta 71 20123 MILANO Roma, 19 dicembre 2012

Fondo Strategico Italiano S.p.A. Direzione Generale Corso Magenta 71 20123 MILANO Roma, 19 dicembre 2012 Banca d Italia Via Nazionale 91 00100 Roma C.C. Fondo Strategico Italiano S.p.A. Direzione Generale Corso Magenta 71 20123 MILANO Roma, 19 dicembre 2012 Egregi Signori, abbiamo ricevuto la Vostra proposta

Dettagli

Simulazione Esame di Stato di Dottore Commercialista

Simulazione Esame di Stato di Dottore Commercialista Simulazione Esame di Stato di Dottore Commercialista Il candidato illustri il processo di liquidazione delle società di capitali soffermandosi sugli adempimenti civilistici, contabili e fiscali antecedenti

Dettagli

ORDINE DEL GIORNO ASSEMBLEA ORDINARIA

ORDINE DEL GIORNO ASSEMBLEA ORDINARIA Unipol Gruppo Finanziario Relazioni degli Amministratori sulle proposte di deliberazione all Assemblea Ordinaria degli Azionisti del 18 giugno 2015 ORDINE DEL GIORNO ASSEMBLEA ORDINARIA 1. Bilancio d esercizio

Dettagli

Lezione 10. Il conferimento: definizione, tipologie, iter procedurale

Lezione 10. Il conferimento: definizione, tipologie, iter procedurale Lezione 10 Il conferimento: definizione, tipologie, iter procedurale Conferimento È un operazione mediante la quale un soggetto (denominato conferente) trasferisce un azienda oppure un ramo aziendale (vicolo

Dettagli

Assemblea Ordinaria del 26 27 Aprile 2010. Relazione illustrativa degli Amministratori sul punto 1 dell ordine del giorno:

Assemblea Ordinaria del 26 27 Aprile 2010. Relazione illustrativa degli Amministratori sul punto 1 dell ordine del giorno: PIERREL S.p.A. Sede legale in Milano, Via Giovanni Lanza 3 - Capitale sociale Euro 14.420.000,00 i.v. - Codice fiscale e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Milano n. 04920860964 Relazione

Dettagli

Relazione degli Amministratori, redatta ai sensi dell articolo 125 ter Testo Unico della Finanza, sull unico punto all ordine del giorno dell

Relazione degli Amministratori, redatta ai sensi dell articolo 125 ter Testo Unico della Finanza, sull unico punto all ordine del giorno dell Relazione degli Amministratori, redatta ai sensi dell articolo 125 ter Testo Unico della Finanza, sull unico punto all ordine del giorno dell Assemblea Straordinaria degli Azionisti del 27 febbraio 2015

Dettagli

E U R O T E C H S.P.A.

E U R O T E C H S.P.A. E U R O T E C H S.P.A. SEDE IN AMARO (UD) VIA FRATELLI SOLARI, 3/A CODICE FISCALE 01791330309 ISCRITTA AL REGISTRO IMPRESE DI UDINE AL N. 01791330309 CAPITALE SOCIALE IN EURO 8.878.946,00 I.V. RELAZIONI

Dettagli

In caso di adesioni all OPSC per quantitativi di azioni superiori alle azioni oggetto dell Offerta, si farà luogo al riparto secondo il metodo

In caso di adesioni all OPSC per quantitativi di azioni superiori alle azioni oggetto dell Offerta, si farà luogo al riparto secondo il metodo Proposta di autorizzazione all acquisto di azioni ordinarie proprie, ai sensi dell art. 2357 del codice civile, dell art. 132 del D.Lgs. 58/1998 e relative disposizioni di attuazione, con la modalità di

Dettagli

BIALETTI INDUSTRIE SPA. sul punto 4. All ordine del giorno relativo a:

BIALETTI INDUSTRIE SPA. sul punto 4. All ordine del giorno relativo a: BIALETTI INDUSTRIE SPA ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI DEL 29 30 GIUGNO 2011 RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI E PROPOSTA MOTIVATA DEL COLLEGIO SINDACALE sul punto 4. All ordine del giorno relativo a:

Dettagli

PIANO DI STOCK OPTIONS 2006-2009. come modificato Assemblea 13 aprile 2011. RECORDATI INDUSTRIA CHIMICA E FARMACEUTICA S.p.A. (la

PIANO DI STOCK OPTIONS 2006-2009. come modificato Assemblea 13 aprile 2011. RECORDATI INDUSTRIA CHIMICA E FARMACEUTICA S.p.A. (la PIANO DI STOCK OPTIONS 2006-2009 come modificato Assemblea 13 aprile 2011 1. PREMESSA Il presente piano (il Piano ), approvato dal Consiglio di Amministrazione della RECORDATI INDUSTRIA CHIMICA E FARMACEUTICA

Dettagli

ESAME DI STATO ABILITANTE ALLA PROFESSIONE DI DOTTORE COMMERCIALISTA

ESAME DI STATO ABILITANTE ALLA PROFESSIONE DI DOTTORE COMMERCIALISTA ESAME DI STATO ABILITANTE ALLA PROFESSIONE DI DOTTORE COMMERCIALISTA TEMI SOTTOPOSTI AI CANDIDATI ANNO 2002 - SECONDA SESSIONE PRIMA PROVA SCRITTA PROVA N. 1 Il candidato rediga il bilancio di verifica

Dettagli

(iii) per adempiere alle obbligazioni di consegna delle azioni derivanti da programmi di distribuzione, a titolo oneroso o gratuito, di opzioni su

(iii) per adempiere alle obbligazioni di consegna delle azioni derivanti da programmi di distribuzione, a titolo oneroso o gratuito, di opzioni su MONCLER S.p.A. Sede sociale in Milano, Via Stendhal, n. 47 - capitale sociale euro 50.000.000,00 i.v. Registro delle Imprese di Milano, codice fiscale e partita IVA 04642290961 - REA n 1763158 Relazione

Dettagli

1. Motivazioni della richiesta

1. Motivazioni della richiesta Relazione illustrativa degli amministratori relativa alla proposta di autorizzazione all acquisto e alla disposizione di azioni proprie; deliberazioni inerenti e conseguenti Signori Azionisti, il Consiglio

Dettagli

CIRCOLARE N. 8/E. Roma, 20 febbraio 2004

CIRCOLARE N. 8/E. Roma, 20 febbraio 2004 CIRCOLARE N. 8/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 20 febbraio 2004 Oggetto:valutazione delle azioni e titoli similari non negoziati in mercati regolamentati italiani o esteri Omogeneizzazione

Dettagli

30 APRILE 2010 (Prima convocazione)

30 APRILE 2010 (Prima convocazione) CARRARO S.p.A. Sede legale in Campodarsego (PD) Via Olmo n. 37 Capitale Sociale Euro 23.914.696 i.v. Codice fiscale, Partita IVA e iscrizione Registro Imprese di Padova n. 00202040283 REA di Padova 84033

Dettagli

RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI DI DE LONGHI S.P.A. AI SENSI DELL ART. 125-TER D. LGS. 24 FEBBRAIO 1998 N. 58

RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI DI DE LONGHI S.P.A. AI SENSI DELL ART. 125-TER D. LGS. 24 FEBBRAIO 1998 N. 58 CAPITALE SOCIALE EURO 224.250.000,00 I.V. SEDE LEGALE IN TREVISO VIA LODOVICO SEITZ N. 47 CODICE FISCALE E NUMERO DI ISCRIZIONE NEL REGISTRO DELLE IMPRESE DI TREVISO 11570840154 RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI

Dettagli

L utilizzo della riserva da rivalutazione

L utilizzo della riserva da rivalutazione Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 92 26.03.2014 L utilizzo della riserva da rivalutazione Categoria: Bilancio e contabilità Sottocategoria: Riserve L'art. 15, comma 18, D.L. 185/2008

Dettagli

LE OPERAZIONI STRAORDINARIE: LA LIQUIDAZIONE, LA FUSIONE, LA SCISSIONE, E LA TRASFORMAZIONE

LE OPERAZIONI STRAORDINARIE: LA LIQUIDAZIONE, LA FUSIONE, LA SCISSIONE, E LA TRASFORMAZIONE Evento organizzato da R LE OPERAZIONI STRAORDINARIE: LA LIQUIDAZIONE, LA FUSIONE, LA SCISSIONE, E LA TRASFORMAZIONE con la collaborazione di e la sponsorizzazione di Materiale didattico non vendibile riservato

Dettagli