COMUNE DI TOMBOLO - 2 PIANO DEGLI INTERVENTI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI TOMBOLO - 2 PIANO DEGLI INTERVENTI"

Transcript

1

2 VERIFICA QUANTITA AGGIUNTIVE PER A.T.O. IN RIFERIMENTO ALLE PREVISIONI DEL P.A.T.I. (CAPO IV punto.1.2 N.T. P.A.T.I.) A.T.O. 17 TIPO INTERVENTO RIF. N S.A.U. trasformata mq. QUANTITA aggiuntive residenziali mc. QUANTITA aggiuntive Produttive mq Nuovi abitanti insediabili N Standard nel lotto mq Schede Progetto aree ad edificazione diffusa Schede Progetto aree ad 5 5 urbanizzazione consolidata Aree Progetto P.U.A TOTALI Verifica quantità aggiuntive: Previsioni PATI mc. 1. > mc Previsioni 1 P.I. Residuo = mc

3 A.T.O. 18 TIPO INTERVENTO Schede Progetto aree ad edificazione diffusa Schede Progetto aree ad urbanizzazione consolidata RIF. N S.A.U. trasformata mq QUANTITA aggiuntive residenziali mc QUANTITA Nuovi aggiuntive abitanti Produttive insediabili mq N Standard nel lotto mq Schede aree degradate Ex art.2/ D.G.R. 147/ Aree Progetto P.U.A a 5b Volumi edificati dopo l adozione del PATI (1/7/8) TOTALI Verifica quantità aggiuntive residenziali: Previsioni PATI mc. 22. > mc Previsione 1 P.I. Residuo = mc

4 A.T.O. 23 TIPO INTERVENTO RIF. N S.A.U. trasformata mq. QUANTITA aggiuntive residenziali mc. QUANTITA aggiuntive Produttive mq Nuovi abitanti insediabili N Standard nel lotto mq Schede Progetto aree ad edificazione diffusa Schede Progetto aree ad urbanizzazione consolidata Aree Progetto P.U.A. Volumi edificati dopo l adozione del PATI (1/7/8) TOTALI Verifica quantità aggiuntive residenziali: Previsioni PATI mc. 12. > mc Previsione 1 P.I. Residuo = mc

5 A.T.O. 24 TIPO INTERVENTO RIF. N S.A.U. trasformata mq. QUANTITA aggiuntive residenziali mc. QUANTITA aggiuntive Produttive mq Nuovi abitanti insediabili N Standard nel lotto mq Schede Progetto aree ad edificazione diffusa Schede Progetto aree ad urbanizzazione consolidata

6 Schede aree degradate Ex art.2/ D.G.R. 147/ Aree Progetto P.U.A Volumi edificati dopo l adozione del PATI (1/7/8) TOTALI Verifica quantità aggiuntive residenziali: Previsioni PATI mc > mc Previsioni 1 P.I. Residuo = mc

7 VERIFICA QUANTITA AGGIUNTIVE INTERO TERRITORIO COMUNALE SAU Trasformabile = mq Carico aggiuntivo residenza = mc Carico aggiuntivo produttivo = mq Riferimento A.T.O. N. SAU Trasformabile utilizzata mq. Quantità ricollocabili (D.G.R. 35/28) mq. Carico aggiuntivo residenziale utilizzato mc TOTALE Registro delle aree ricollocabili all interno del territorio comunale ai sensi della D.G.R. 35/28, in quanto interessate da precedenti previsioni di Piano non Attuate. Tali zone sono escluse dalle quantità di zona agricola, con caratteristiche SAU, trasformabile in destinazioni non agricole: 1) Zona ad Edificazione diffusa di Via Camatta (ATO n 24) per stralcio ambito ex C1s di PRG mq ) Zona ad Edificazione diffusa di Via Spiner (ATO n 18) per stralcio ambito ex C1s di PRG mq ) Zona ad Edificazione diffusa di Via Roncà (ATO n 23) per stralcio ambito ex C1s di PRG mq ) Zona ad Urbanizzazione consolidata di Via Sommavilla (ATO n 18) per stralcio ambito ex C1 di PRG mq. 54 5) Zona ad Edificazione diffusa di Via Comunanze (ATO n 24) per stralcio ambito ex C1s di PRG mq ) Zona ad Urbanizzazione consolidata di Via Malzone (ATO n 18) per stralcio ambito ex C1 di PRG mq. 37 7) Zona ad Edificazione diffusa di Via Peraro Tombolo (ATO n 18) per stralcio ambito ex C1s di PRG mq ) Zona ad Edificazione diffusa di Via Malzone (ATO n 18) per stralcio ambito ex C1s di PRG mq ) Zona ad Urbanizzazione consolidata di Via Mantegna (ATO n 18) per stralcio ex lotto di PRG mq. 324

8 Verifica quantità aggiuntive P.A.T.I. / P.I. VERIFICA CONSUMO SAU SAU Trasformata con il P.I.: Mq Quantità escluse dalle quantità di zona agricola (con caratteristiche SAU) trasformabile in destinazioni non agricole ai sensi D.G.R.35/28 (vedi registro pg. precedente): Mq Differenza Mq (Utilizzo P.I.) VERIFICA: SAU Trasformabile PATI mq > mq Utilizzo P.I. Percentuale utilizzata = 4,29 % Residuo = mq VERIFICA CONSUMO CARICO AGGIUNTIVO VOLUMETRICO Carico aggiuntivo Residenza PATI mc > mc Utilizzo P.I. Percentuale utilizzata = 49,74 % Residuo = mc

9 VERIFICA FATTIBILITA MODIFICHE DELLA ZONIZZAZIONE DEL PATI IN APPLICAZIONE ALLA NORMATIVA DEL PATI STESSO Verifiche ampliamenti zone ad Urbanizzazione consolidata nei limiti previsti dell art. 1 delle N.T. del P.A.T.I. Zona Onara Adiacente PUA/2 di via B. Trento Superficie territoriale zona urbanizzata in oggetto: mq di PATI Ampliamento ammissibile: mq (5% della superficie territoriale) Ampliamento previsto P.I.: mq < mq Residuo = mq Ex lotto libero di P.R.G. di via Campilongo Residuo urbanizzato ampliabile: mq Ampliamento previsto P.I.: mq < mq Residuo = mq Scheda Progetto 27 di via Baracca Residuo urbanizzato ampliabile: mq Ampliamento previsto P.I.: mq. 785 < mq Residuo = mq Scheda Progetto 3 di via Baracca Residuo urbanizzato ampliabile: mq Ampliamento previsto P.I.: mq < mq Residuo = mq

10 Zona Centro Adiacente PUA/7 di via Mantegna Superficie territoriale zona urbanizzata in oggetto: mq di PATI Ampliamento ammissibile: mq..52 (5% della superficie territoriale) Ampliamento previsto P.I.: mq. 288 < mq..52 Residuo = mq Schede Progetto 3-4 accessi da via Pio X Ampliamento ammissibile: mq (residuo del precedente) Ampliamento previsto P.I.: mq < mq Residuo = mq Scheda Progetto 2 di via S. Antonio Ampliamento ammissibile: mq (residuo precedente) Ampliamento previsto P.I.: mq. 235 < mq Residuo = mq Adiacente PUA/31 via Sommavilla Stralcio previsto: mq.871 possibilità di riutilizzo nella stessa zona di PI ai sensi art.1 N.T. del PATI o ricollocabili mq.51 nel territorio comunale ai sensi ex DGR 35/28. Residuo = mq Scheda Progetto 31 di via Peraro Tombolo Ampliamento ammissibile: mq (residuo precedente) Ampliamento previsto P.I.: mq. 1.2 < mq Residuo = mq Scheda Progetto 35 di via Sommavilla Ampliamento ammissibile: mq (residuo precedente) Ampliamento previsto P.I.: mq. 95 < mq Residuo = mq

11 - Scheda Progetto 15 di via Vittorio Veneto Ampliamento ammissibile: mq (residuo precedente) Ampliamento previsto P.I.: mq. 34 < mq Residuo = mq Stralcio di via Malzone nei pressi della linea ferroviaria Stralcio previsto: mq.378 possibilità di riutilizzo nella stessa zona di PI ai sensi art.1 N.T. del PATI o ricollocabili mq.37 nel territorio comunale ai sensi ex DGR 35/28. Residuo = mq Stralcio di via Mantegna nei pressi del PUA/8. Stralcio previsto: mq.324 possibilità di riutilizzo nella stessa zona di PI ai sensi art.1 N.T. del PATI o ricollocabili mq.324 nel territorio comunale ai sensi ex DGR 35/28. Residuo = mq Zona Produttiva Centro Scheda Progetto 3 di via Vittorio Veneto Superficie territoriale zona urbanizzata in oggetto: mq di PATI Ampliamento ammissibile: mq (5% della superficie territoriale) Ampliamento previsto P.I.: mq < mq Residuo = mq

12 Verifiche ampliamenti zone ad Edificazione diffusa nei limiti previsti dell art. 2 delle N.T. del P.A.T.I. - Edificazione diffusa - Zona CENTRO (ZTIO.5) di via Peraro Tombolo Superficie territoriale: mq di PATI Stralcio previsto lotto: mq possibilità di riutilizzo nella stessa zona di P.I. ai sensi art.2 N.T. del PATI o ricollocabili mq nel territorio comunale ai sensi ex DGR 35/28. - Edificazione diffusa - Zona di ONARA (ZTIO.1) Scheda progetto n. 2 di via Bellinghiera Superficie territoriale: mq di PATI Ampliamento ammissibile: mq (5% della superficie territoriale) Ampliamento previsto P.I.: mq. 477 < mq Residuo = mq Edificazione diffusa - Zona di ONARA (ZTIO.1) Schede progetto n. 29 di via Bellinghiera Residuo ampliabile : mq Ampliamento previsto P.I.: mq < mq Residuo = mq Edificazione diffusa - Zona CENTRO (ZTIO.1) Per spostamento Scheda progetto n 52 di via Camatta Stralcio previsto lotto: mq.42 possibilità di riutilizzo nella stessa zona di P.I. ai sensi art.2 N.T. del PATI o ricollocabili mq.42 nel territorio comunale ai sensi ex DGR 35/28. Residuo = mq Edificazione diffusa - Zona CENTRO (ZTIO.1) Scheda progetto n. 47 di via Camatta Residuo ampliabile : mq Ampliamento previsto P.I.: mq < mq Residuo = mq Edificazione diffusa - Zona CENTRO (ZTIO.1) di via Camatta Residuo ampliabile = mq Ampliamento previsto P.I.: mq. 9 < mq Residuo = mq

13 - Edificazione diffusa - Zona ONARA (ZTIO.1) di via Comunanze Stralcio previsto: mq.1.28 possibilità di riutilizzo nella stessa zona di PI ai sensi art.2 N.T. del PATI o ricollocabili mq.1.21 nel territorio comunale ai sensi ex DGR 35/28. Residuo = mq Edificazione diffusa - Zona CENTRO (ZTIO.1) di via Decime Stralcio previsto: mq.358 possibilità di riutilizzo nella stessa zona di P.I. ai sensi art.2 N.T. del PATI. Residuo = mq Edificazione diffusa - Zona ONARA (ZTIO.1) di via Bellinghiera Stralcio previsto: mq.1.51 possibilità di riutilizzo nella stessa zona di P.I. ai sensi art.2 N.T. del PATI. Residuo = mq Edificazione diffusa - Zona di ONARA (ZTIO.1 incrocio tra via Bellinghiera e via Roncà) Scheda progetto n. 33 di via Bellinghiera Superficie territoriale: mq di PATI Ampliamento ammissibile: mq (5% della superficie territoriale) Ampliamento previsto P.I.: mq. 781 < mq Residuo = mq Edificazione diffusa - Zona di ONARA (ZTIO.1 incrocio tra via Bellinghiera e via Roncà) Fabbricato non più funzionale n. 5 di via Bellinghiera Residuo diffuso ampliabile : mq. 1.2 Ampliamento previsto P.I.: mq. 1.2 < mq. 1.2 Residuo = mq. - - Edificazione diffusa - Zona di ONARA (ZTIO.17) Scheda progetto n. 44 di via Roncà Superficie territoriale: mq di PATI Ampliamento ammissibile: mq. 734 (5% della superficie territoriale) Ampliamento previsto P.I.: mq. 734 < mq. 734 Residuo = mq. - Edificazione diffusa - Zona di ONARA (ZTIO.17) di via Roncà Stralcio previsto: mq.3.4

14 possibilità di riutilizzo nella stessa zona di PI ai sensi art.2 NT del PATI di mq.2.74 (in quanto stralcio superiore al 5%) o ricollocabili mq.2.74 nel territorio comunale ai sensi ex DGR 35/28. Residuo = mq Edificazione diffusa - Zona CENTRO (ZTIO.9) Stralcio ex Scheda Progetto n 19 via Spiner Superficie territoriale mq.2.85 di PATI Stralcio previsto: mq. 59 possibilità di riutilizzo nella stessa zona di PI ai sensi art.2 N.T. del PATI o ricollocabili mq. 329 nel territorio comunale ai sensi ex DGR 35/ Edificazione diffusa - Zona di CENTRO (ZTIO.2) di via Sommavilla Superficie territoriale: mq di PATI Ampliamento ammissibile: mq. 54 (5% della superficie territoriale) Ampliamento previsto P.I.: mq. 54 < mq. 54 Residuo = mq. - - Edificazione diffusa - Zona ONARA (ZTIO.) di via Guizze Superficie territoriale: mq di PATI Stralcio previsto: mq.94 possibilità di riutilizzo nella stessa zona di P.I. ai sensi art.2 N.T. del PATI. - - Edificazione diffusa - Zona di ONARA (ZTIO.1 incrocio tra via Bellinghiera e via Camatta) Superficie territoriale: mq di PATI Ampliamento ammissibile: mq (5% della superficie territoriale) Ampliamento previsto P.I.: mq. 4 < mq Residuo = mq Edificazione diffusa - Zona di ONARA (ZTIO.1 lato sud di via Bellinghiera) Scheda progetto n. Superficie territoriale: mq di PATI Ampliamento ammissibile: mq (5% della superficie territoriale) Ampliamento previsto P.I.: mq < mq Residuo = mq. 17

15 - Edificazione diffusa - Zona CENTRO (ZTIO.1) di via Malzone Superficie territoriale mq di PATI Stralcio previsto: mq possibilità di riutilizzo nella stessa zona di PI ai sensi art.2 N.T. del PATI o ricollocabili mq nel territorio comunale ai sensi ex DGR 35/28. -

Verifica del Dimensionamento

Verifica del Dimensionamento COMUNE DI CISON DI VALMARINO Provincia di Treviso PI Elaborato Tav. 4 - - Scala - Verifica del Dimensionamento Elaborato adeguato alla Deliberazione di Consiglio Comunale n. 10 del 29.04.2015 Amministrazione

Dettagli

Azzonamento del PRG CALCOLO DELLA CAPACITA INSEDIATIVA DEL PRG

Azzonamento del PRG CALCOLO DELLA CAPACITA INSEDIATIVA DEL PRG PTCP: Calcolo della superficie urbanizzabile Ciò si traduce in una facoltà massima di prevedere 6,09 HA di nuove aree di espansione (Superficie Ammissibile delle Espansioni). Azzonamento del PRG CALCOLO

Dettagli

ATTO DI INDIRIZZO: PIANO DEGLI INTERVENTI (PI) PEREQUAZIONE E ACCORDI PUBBLICO-PRIVATI AI SENSI ART. 6 L.R. 11/04

ATTO DI INDIRIZZO: PIANO DEGLI INTERVENTI (PI) PEREQUAZIONE E ACCORDI PUBBLICO-PRIVATI AI SENSI ART. 6 L.R. 11/04 Allegato 2 alla Delibera C.C. n 8 del 10.04.2013 ATTO DI INDIRIZZO: PIANO DEGLI INTERVENTI (PI) PEREQUAZIONE E ACCORDI PUBBLICO-PRIVATI AI SENSI ART. 6 L.R. 11/04 CRITERI PER LA DEFINIZIONE DEL CONTRIBUTO

Dettagli

COMUNE DI TURATE. Documento di Piano Criteri d intervento relativi agli ambiti di trasformazione. N. Ambito

COMUNE DI TURATE. Documento di Piano Criteri d intervento relativi agli ambiti di trasformazione. N. Ambito 310 N. Ambito Localizzazione ecografica: confine con il Comune di Gerenzano (parte) prossimità a via Fermi Localizzazione catastale: mappali: 10282, 10300, 10297, 6167, 6168, 750 p Rappresentazione cartografica

Dettagli

ATTO DI INDIRIZZO: PIANO DEGLI INTERVENTI (PI) PEREQUAZIONE E ACCORDI PUBBLICO-PRIVATI AI SENSI ART. 6 L.R. 11/04

ATTO DI INDIRIZZO: PIANO DEGLI INTERVENTI (PI) PEREQUAZIONE E ACCORDI PUBBLICO-PRIVATI AI SENSI ART. 6 L.R. 11/04 Delibera C.C. n 8 del 29.04.2013 ALLEGATO N. 2 ATTO DI INDIRIZZO: PIANO DEGLI INTERVENTI (PI) PEREQUAZIONE E ACCORDI PUBBLICO-PRIVATI AI SENSI ART. 6 L.R. 11/04 CRITERI PER LA DEFINIZIONE DEL CONTRIBUTO

Dettagli

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA Il presente progetto tratta del Piano di Recupero ai sensi degli art. 27 e 28 della L. 457/78 e della contestuale applicazioni delle previsioni della L.R. n. 22 del 08/10/2009

Dettagli

Comune di S. Zenone degli Ezzelini 12 Variante Piano degli Interventi Relazione Programmatica Anno 2015

Comune di S. Zenone degli Ezzelini 12 Variante Piano degli Interventi Relazione Programmatica Anno 2015 INDICE 1. Premessa pag. 3 2. Contenuti della 12 Variante al Piano degli Interventi pag. 4 3. Consultazione, partecipazione e concertazione pag. 4 4. Modifiche al Piano degli Interventi pag. 5 4.1 Varianti

Dettagli

COMUNE DI NEGRAR- Valori venali medi aree fabbricabili in comune commercio anno 2015

COMUNE DI NEGRAR- Valori venali medi aree fabbricabili in comune commercio anno 2015 Microzona 3 1 136,07 PI zona produttiva 136,07 Tipo D2 zone convenzionate: 1 136,07 Tipo D2 zone non convenzionate: 0.40 54,43 Microzona 3 163,29 Tipo A: 0.40 65,32 PI zona residenziale Tipo B: 1 163,29

Dettagli

VARIANTE NON SOSTANZIALE AL P.R.G.

VARIANTE NON SOSTANZIALE AL P.R.G. ADOZIONE: deliberazione G.C. n. del APPROVAZIONE: deliberazione G.C. n. del Allegato A) VARIANTE NON SOSTANZIALE AL P.R.G. RELATIVA ALLA MODIFICA NORMATIVA DELLA SCHEDA PROGETTO 2 AREA VETRERIA DA ASSOGGETTARE

Dettagli

ALL Comune di SAN BIAGIO DI CALLALTA Provincia di Treviso. Codice. Elaborato. Progettazione TEPCO s.r.l. Amministrazione comunale

ALL Comune di SAN BIAGIO DI CALLALTA Provincia di Treviso. Codice. Elaborato. Progettazione TEPCO s.r.l. Amministrazione comunale Comune di SAN BIAGIO DI CALLALTA Provincia di Treviso ALL. 1 Elaborato - - - Codice Relazione Tecnico-Illustrativa Individuazione del "Centro Urbano" ai sensi dell'art. 3, comma 1, lett.m) della Legge

Dettagli

Atto di indirizzo: Piano degli Interventi (PI), perequazione e accordi pubblico-privati ai sensi art. 6 L.R. 11/04

Atto di indirizzo: Piano degli Interventi (PI), perequazione e accordi pubblico-privati ai sensi art. 6 L.R. 11/04 Allegato 2) Delibera C.C. n. del Atto di indirizzo: Piano degli Interventi (PI), perequazione e accordi pubblico-privati ai sensi art. 6 L.R. 11/04 CRITERI PER LA DEFINIZIONE DEL CONTRIBUTO PEREQUATIVO

Dettagli

INDICE. 1 Premessa Pag Normativa di riferimento Pag. 2

INDICE. 1 Premessa Pag Normativa di riferimento Pag. 2 INDICE 1 Premessa Pag. 1 2 Normativa di riferimento Pag. 2 Elaborati della variante Pag. 2 Descrizioni del Piano degli Interventi 6 variante - e 4 modifiche essenziali Pag. 5 Descrizione dei punti oggetto

Dettagli

COMUNE DI PERUGIA Assessorato all Urbanistica Ufficio del Piano

COMUNE DI PERUGIA Assessorato all Urbanistica Ufficio del Piano COMUNE DI PERUGIA Assessorato all Urbanistica Ufficio del Piano Piano di delocalizzazione ai sensi dei p.ti 2 e 7 dell allegato A della D.G.R. n. 447/2008 avente effetto di: Variante al PRG - parte operativa

Dettagli

1. Premessa. 2. Contenuti della variante.

1. Premessa. 2. Contenuti della variante. 1 1. Premessa. Il Comune di Tombolo si è dotato, unitamente ad altri quattro comuni, di un piano di assetto del territorio intercomunale (PATI) approvato nella Conferenza di Servizi tenutasi a Venezia

Dettagli

- Comparto D2.7 A - Comparto D2.7 B - Piano Particolareggiato 4

- Comparto D2.7 A - Comparto D2.7 B - Piano Particolareggiato 4 La VARIANTE interessa i seguenti Comparti: - Comparto D2.7 A - Comparto D2.7 B - Piano Particolareggiato 4 Per questi comparti è prevista la modifica sia della parte di testo che della parte grafica. Si

Dettagli

Intervento Intervento Il Mulino Data Settembre Indirizzo Via Mulino Destinazione 1 Commerciale-Direzionale

Intervento Intervento Il Mulino Data Settembre Indirizzo Via Mulino Destinazione 1 Commerciale-Direzionale Intervento Intervento Il Mulino Data Settembre 2015 Indirizzo Via Mulino Destinazione 1 Commerciale-Direzionale Indirizzo 42013- Veggia-Casalgrande (RE) Italy Destinazione 2 Residenziale 1 Indice -Localizzazione

Dettagli

Allegato A alle Disposizioni attuative del Piano delle regole del Piano di governo del territorio

Allegato A alle Disposizioni attuative del Piano delle regole del Piano di governo del territorio Comune di Barzio Allegato A alle Disposizioni attuative del del Piano di governo del territorio Criteri d intervento relativi agli ambiti di pianificazione convenzionata 2012 Localizzazione ecografica:

Dettagli

COMUNE DI SAN BONIFACIO INFORMAZIONI I.C.I.

COMUNE DI SAN BONIFACIO INFORMAZIONI I.C.I. COMUNE DI SAN BONIFACIO INFORMAZIONI I.C.I. Per l anno 2008, in sede di approvazione di bilancio approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 6 del 27 marzo 2008, sono state confermate le seguenti

Dettagli

Allegato B alle disposizioni attuative del Piano delle regole del Piano di governo del territorio

Allegato B alle disposizioni attuative del Piano delle regole del Piano di governo del territorio Area Tecnica e Sviluppo del Territorio Via Dante 21, Robecco sul Naviglio (Mi) Allegato B alle disposizioni attuative del Piano delle regole del Piano di governo del territorio Criteri d intervento relativi

Dettagli

Domande poste frequentemente ( FAQ - Frequently Asked Questions)

Domande poste frequentemente ( FAQ - Frequently Asked Questions) 1 La richiesta di chiarimenti formulata dall Amm.ne Com.le di Potenza riguarda l applicazione delle limitazioni contenute nella norma regionale al comma 1-quater dell art. 6 della L.R. n. 25/2012 in sostituzione

Dettagli

(artt. 17 e 18 L.R. n. 11/2004) Atto di Indirizzo. Criteri perequativi per il Piano degli Interventi. - ottobre

(artt. 17 e 18 L.R. n. 11/2004) Atto di Indirizzo. Criteri perequativi per il Piano degli Interventi. - ottobre (artt. 17 e 18 L.R. n. 11/2004) Atto di Indirizzo Criteri perequativi per il - ottobre 2012 - COMUNE DI TEZZE SUL BRENTA PROVINCIA DI VICENZA Atto di Indirizzo - Criteri perequativi per il Piano degli

Dettagli

COMUNE DI SASSETTA Provincia di Livorno

COMUNE DI SASSETTA Provincia di Livorno AREA 1 - UFFICIO TECNICO TABELLE RELATIVE AL CALCOLO DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE E DEL COSTO DI COSTRUZIONE (Titolo VII - Capo I - Legge regionale n.65/2014) Regolamentazione approvata con delibera Consiglio

Dettagli

Comune di Campo San Martino Prov. PD - PIANO DEGLI INTERVENTI

Comune di Campo San Martino Prov. PD - PIANO DEGLI INTERVENTI PREFAZIONE L applicazione della perequazione (art. 35 L.R. 11/2004) rappresenta un indubbia novità nello scenario della pianificazione urbanistica. La sua applicazione a livello di piani operativi (in

Dettagli

di cui alla Convenzione con l Unione dei Comuni Valli e Delizie e con il Comune di Argenta del Rep., con la quale sono stati stabiliti

di cui alla Convenzione con l Unione dei Comuni Valli e Delizie e con il Comune di Argenta del Rep., con la quale sono stati stabiliti NORME TECNICHE EDIFICATORIE Art. 1 Ambito di applicazione Le presenti norme si applicano all interno di un ambito per nuovi insediamenti urbani (ANS1) destinato prevalentemente alla funzione residenziale

Dettagli

RIDOTTI DEL 20% (Da applicare nella zona A) 2 Oneri Urbanizzazione Primaria. 4 Totale 34,55. 3 Oneri Urbanizzazione Secondaria.

RIDOTTI DEL 20% (Da applicare nella zona A) 2 Oneri Urbanizzazione Primaria. 4 Totale 34,55. 3 Oneri Urbanizzazione Secondaria. Tabella C/A - ONERI DI URBANIZZAZIONE - RESIDENZIALE (per ogni metro cubo di volume) COSTI MEDI COMUNALI PER URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA AGGIORNATI LUGLIO 00 RIDOTTI DEL 0% (Da applicare nella

Dettagli

PIANO ESECUTIVO CONVENZIONATO IPT 2 AMBITO 3

PIANO ESECUTIVO CONVENZIONATO IPT 2 AMBITO 3 PROVINCIA DI TORINO CITTA DI CUORGNE PIANO ESECUTIVO CONVENZIONATO IPT 2 AMBITO 3 Via Torino 33 AREA IPT2 area di trasformazione per impianti industriali da rilocalizzare AREA RC13b area residenziale urbanisticamente

Dettagli

AUTOSTRADE // per l ITALIA S.p.A. A14 BOLOGNA BARI TARANTO Tratto: Vasto Sud Termoli

AUTOSTRADE // per l ITALIA S.p.A. A14 BOLOGNA BARI TARANTO Tratto: Vasto Sud Termoli AUTOSTRADE // per l ITALIA S.p.A. A14 BOLOGNA BARI TARANTO Tratto: Vasto Sud Termoli Realizzazione di una bretella autostradale in località Petacciato tra il Km 461+938 e il Km 463+576 (viadotti Cacchione

Dettagli

DUE NUOVE CITTÀ DI BOLOGNA DA COSTRUIRE IN EMILIA-ROMAGNA

DUE NUOVE CITTÀ DI BOLOGNA DA COSTRUIRE IN EMILIA-ROMAGNA 10% utilizzo urbano di suolo (2.280 km 2 ) 23% dispersione urbanistica (Insediamenti situati al di fuori di contesti urbani) Previsti 250 km 2 di espansione urbanistica DUE NUOVE CITTÀ DI BOLOGNA DA COSTRUIRE

Dettagli

CALCOLO CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

CALCOLO CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE Area SERVIZI TECNICI -Servizio SPORTELLO UNICO EDILIZIA CALCOLO CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE e MONETIZZAZIONE AREE PER STANDARD Pratica edilizia n Anno Richiedente Intervento: in via Oneri di Urbanizzazione:

Dettagli

(D) (E) Superficie minima Uf. Costo a mq

(D) (E) Superficie minima Uf. Costo a mq TABELLA A: URBANIZZAZIONE SECONDARIA: Incidenza economica edifici residenziali e servizi (A) (B) (C) (D) (E) (F) (G) (H) (I) Categorie opere ex art. 4 RR 2/2015 Asili nido Scuole d infanzia Scuole dell

Dettagli

COMUNE DI CAVEZZO PROVINCIA DI MODENA

COMUNE DI CAVEZZO PROVINCIA DI MODENA CRITERI E VALUTAZIONE DELLE AREE FABBRICABILI, E DEI FABBRICATI IN RISTRUTTURAZIONE, AI FINI I.C.I. PER L ANNO 2009 La valutazione delle aree fabbricabili deve essere effettuata ai sensi dell art. 5 comma

Dettagli

PROGRAMMA INTEGRATO D INTERVENTO

PROGRAMMA INTEGRATO D INTERVENTO Comune di Brebbia PROGRAMMA INTEGRATO D INTERVENTO (L.R. n 12/2005 per il Governo del Territorio) Comparto Via Cavour - Via Pertini B DATI PLANIVOLUMETRICI E CALCOLO AREE A STANDARD progettisti Arch. Gian

Dettagli

P.I. I variante 2^ fase

P.I. I variante 2^ fase Elaborato Comune di ZIMELLA Provincia di Verona P.I. I variante 2^ fase Scala Elaborati progettuali e Norme Tecniche in estratto GRUPPO DI LAVORO Ufficio Tecnico Comunale Geom. Claudio Lovato Progettista

Dettagli

ADOZIONE P.U.A. DEL COMPARTO N. 2 DELL AMBITO C1-6 DI VIA EUROPA

ADOZIONE P.U.A. DEL COMPARTO N. 2 DELL AMBITO C1-6 DI VIA EUROPA ADOZIONE P.U.A. DEL COMPARTO N. 2 DELL AMBITO C1-6 DI VIA EUROPA RELAZIONE Con istanza acquisita al protocollo comunale in data 10/4/2015 al n. 6514, il sig. Oliviero Francesco nella qualità di Procuratore

Dettagli

PIANO DI LOTTIZZAZIONE Via Dosso Faiti 2 RELAZIONE

PIANO DI LOTTIZZAZIONE Via Dosso Faiti 2 RELAZIONE Comune di MARIANO COMENSE TAV: Provincia di Como Oggetto: PIANO DI LOTTIZZAZIONE Via Dosso Faiti 2 RELAZIONE ADOTTATO CON DELIBERA N. IN DATA PUBBLICATO DAL AL APPROVATO CON DELIBERA N. IN DATA IL TECNICO

Dettagli

IL SECONDO PIANO CASA

IL SECONDO PIANO CASA COMUNE DI MARTELLAGO L.R. n. 14 del 08.07.2009 come integrata dalla L.R. n. 13 dell 8.7.2011 IL SECONDO PIANO CASA Seminario tecnico del 20.10.2011 Settore Assetto del Territorio Settore Edilizia Privata

Dettagli

Oneri di urbanizzazione e contributi sul costo di costruzione: aggiornamento ISTAT degli importi tabellari ex titolo VII L.R. 65/2014 per l'anno 2016

Oneri di urbanizzazione e contributi sul costo di costruzione: aggiornamento ISTAT degli importi tabellari ex titolo VII L.R. 65/2014 per l'anno 2016 Oneri di urbanizzazione e contributi sul di costruzione: aggiornamento ISTAT degli importi tabellari ex titolo VII L.R. 65/2014 per l'anno 2016 Allegato A: importi relativi agli oneri di urbanizzazione

Dettagli

Zona destinata a insediamenti produttivi artigianali e di attrezzature commerciali e ricettive alberghiere nonché attività produzione servizi.

Zona destinata a insediamenti produttivi artigianali e di attrezzature commerciali e ricettive alberghiere nonché attività produzione servizi. VARIANTE ALL ART.13 (zona omogenea D1-Insediamenti Produttivi), ART.14(zona omogenea D2-Insediamenti Produttivi), ART.16(zona omogenea F - Attrezzature Pubbliche di interesse Comprensoriale), ART.17(zona

Dettagli

Relazione Programmatica estratti normativi estratti cartografici

Relazione Programmatica estratti normativi estratti cartografici Elaborato Comune di ARCOLE Provincia di Verona P.I. IV variante Scala Relazione Programmatica estratti normativi estratti cartografici Variante al Piano degli Interventi per approvazione del progetto preliminare

Dettagli

- - - - - 1 - 2 - - - - 3 - - 4 - 5 - - 6 - - 7 - 8 PROGETTO SPECIALE n.6 - Caionvico Inquadramento dell area Localizzazione: Quadrante est della città Via S. Orsola Stato di fatto: L ambito interessa

Dettagli

TITOLO I - NORME GENERALI

TITOLO I - NORME GENERALI TITOLO I - NORME GENERALI - CAPO I - GENERALITÀ Art. 1 - Natura, scopi, contenuti e riferimenti del PRG pag. 1 Art. 2 - Modalità generali di attuazione, piani attuativi pag. 1 Art. 3 - Effetti e cogenza

Dettagli

NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE

NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE COMUNE DI VIAREGGIO Ufficio progettazione urbanistica VARIANTE AL PIANO ATTUATIVO PEEP MIGLIARINA APPROVATO CON DEL. C.C. N. 68 DEL 30.09.1996 - LOTTO 4 - PER REALIZZAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE

Dettagli

Comune di Caldogno (VI) Piano degli Interventi L.R. 23 aprile 2004 n 11, art.18

Comune di Caldogno (VI) Piano degli Interventi L.R. 23 aprile 2004 n 11, art.18 Comune di Caldogno (VI) Piano degli Interventi L.R. 23 aprile 2004 n 11, art.18 Bando di raccolta delle manifestazioni d'interesse dei privati COMUNE DI CALDOGNO (VI) REDAZIONE DEL PIANO DEGLI INTERVENTI

Dettagli

VARIANTE 2013 AL PIANO DI LOTTIZZAZIONE BOSCHETTO PL.404

VARIANTE 2013 AL PIANO DI LOTTIZZAZIONE BOSCHETTO PL.404 VARIANTE 2013 AL PIANO DI LOTTIZZAZIONE BOSCHETTO PL.404 1 Il P.L. Boschetto riguarda un area multifunzionale posta in Eremo di Curtatone, in prossimità della S.P. 57 e della via Parri. Il P.L. ha avuto

Dettagli

PIANO ATTUATIVO in variante: intervento di edilizia libera e E.R.P. in via Cantaluppo e via I. Nievo

PIANO ATTUATIVO in variante: intervento di edilizia libera e E.R.P. in via Cantaluppo e via I. Nievo Comune di Monza PIANO ATTUATIVO in variante: intervento di edilizia libera e E.R.P. in via Cantaluppo e via I. Nievo Lottizzanti: Sig. Arosio FRATREM S.n.c. ALLEGATO 12 RELAZIONE SUL SISTEMA DELLA VIABILITA'

Dettagli

Estratto NTA del Piano dei Servizi. con riportate le variazioni. Previsioni di Piano. Comune di Nembro Provincia di Bergamo

Estratto NTA del Piano dei Servizi. con riportate le variazioni. Previsioni di Piano. Comune di Nembro Provincia di Bergamo Comune di Nembro Provincia di Bergamo Eugenio Cavagnis Vincenzo De Filippis Mariarosa Perico - sindaco - segretario comunale - assessore territorio e lavori pubblici - Piano di Governo del Territorio Piano

Dettagli

LA GIUNTA COMUNALE. B3$ Aree di particolare valore storico-ambientale Zona Monterosso B3 Aree ricadenti nel Perimetro del Parco, assoggettate

LA GIUNTA COMUNALE. B3$ Aree di particolare valore storico-ambientale Zona Monterosso B3 Aree ricadenti nel Perimetro del Parco, assoggettate LA GIUNTA COMUNALE VISTO che sulla proposta di deliberazione di cui trattasi è stato favorevolmente espresso il parere ai sensi dell art. 49 del D. Lgs. n. 267 del 18.8.2000 in ordine alla regolarità tecnica

Dettagli

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA PREMESSA La presente richiesta di Piano Esecutivo Convenzionato prevede variazioni interne del locali di proprietà della ditta Ribauto s.a.s., su lotto sito in Alba in Corso

Dettagli

LOTTO EDIFICABILE - Padova Mortise

LOTTO EDIFICABILE - Padova Mortise settembre 2016 LOTTO EDIFICABILE - Padova Mortise Progetto Ubicazione: Padova, zona Mortise, via Polonio Lotto edificabile: Residenziale Perequazione Urbana. Volume urbanistico: 670 metri cubi. Progetto

Dettagli

Art Gli assetti della grande distribuzione commerciale...1

Art Gli assetti della grande distribuzione commerciale...1 P T C P PROVINCIA DI FORLI'-CESENA VARIANTE SPECIFICA AL PIANO TERRITORIALE DI COORDINAMENTO PROVINCIALE ai sensi dell'art27 bis LR20/2000 e ssmmii Approvato con delibera CP n68886/146 del 14/09/2006 Integrato

Dettagli

Regolamento Regionale 18/02/2015 n. 2, Art. 141

Regolamento Regionale 18/02/2015 n. 2, Art. 141 COMUNE DI ORVIETO Provincia di Terni UFFICIO EDILIZIA PUBBLICA E PRIVATA UFFICIO SUAPE Regolamento Regionale 18/02/2015 n. 2, Art. 141 DEFINIZIONE NUOVI PARAMETRI IN MATERIA DI CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

Dettagli

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA Comune di STRA Provincia di VENEZIA Richiedente: EMMEDUE SRL Progetto: PROPOSTA DI ACCORDO PUBBLICO_PRIVATO IN ATTUAZIONE DELL ART.6 DELLA L.R. N.11/2004 E ART.6 NORME TECNICHE DEL P.A.T. Località dell'intervento:

Dettagli

S C H E D A Q U A N T I T A T I V A D E I D A T I U R B A N I

S C H E D A Q U A N T I T A T I V A D E I D A T I U R B A N I Regione Piemonte S C H E D A Q U A N T I T A T I V A D E I D A T I U R B A N I Art. 14, 1 comma, lettera 2c, della Legge Regionale n.56/77 e s.m.i. COMUNE DI ALBA Localizzazione amministrativa Localizzazione

Dettagli

NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE I N D I C E

NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE I N D I C E NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE I N D I C E TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI PARTE PRIMA - ASPETTI GENERALI DEL PIANO art. 1.1. - applicazione ed arco temporale di validità del Piano art. 1.2. - elaborati

Dettagli

COMUNE DI MARINO PIANO DI LOTTIZZAZIONE CONVENZIONATA IN LOCALITA SANTA MARIA DELLE MOLE

COMUNE DI MARINO PIANO DI LOTTIZZAZIONE CONVENZIONATA IN LOCALITA SANTA MARIA DELLE MOLE COMUNE DI MARINO PIANO DI LOTTIZZAZIONE CONVENZIONATA IN LOCALITA SANTA MARIA DELLE MOLE Relazione Tecnico-Urbanistica L area oggetto della presente procedura di accordo di programma, interessa dei terreni

Dettagli

VARIANTE N.1 AL PIANO STRUTTURALE E SECONDO REGOLAMENTO URBANISTICO DATI SINTETICI DI REGOLAMENTO URBANISTICO RAPPORTO AMBIENTALE

VARIANTE N.1 AL PIANO STRUTTURALE E SECONDO REGOLAMENTO URBANISTICO DATI SINTETICI DI REGOLAMENTO URBANISTICO RAPPORTO AMBIENTALE Comune di Lamporecchio Provincia di Pistoia VARIANTE N.1 AL PIANO STRUTTURALE E SECONDO REGOLAMENTO URBANISTICO VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA RAPPORTO AMBIENTALE ALLEGATO 3 DATI SINTETICI DI REGOLAMENTO

Dettagli

CITTA' DI CIRIE' relazione. variante parziale n.16 ai sensi dell'art.17-7 comma della Legge Urbanistica Regionale progetto definitivo

CITTA' DI CIRIE' relazione. variante parziale n.16 ai sensi dell'art.17-7 comma della Legge Urbanistica Regionale progetto definitivo PROVINCIA DI TORINO REGIONE PIEMONTE CITTA' DI CIRIE' variante parziale n.16 ai sensi dell'art.17-7 comma della Legge Urbanistica Regionale progetto definitivo relazione Settore Servizi Tecnici Servizio

Dettagli

OSSERVAZIONI AL DOCUMENTO PROGRAMMATICO DEL SINDACO PIANO DEGLI INTERVENTI COMUNE SOMMACAMPAGNA (VR)

OSSERVAZIONI AL DOCUMENTO PROGRAMMATICO DEL SINDACO PIANO DEGLI INTERVENTI COMUNE SOMMACAMPAGNA (VR) OSSERVAZIONI AL DOCUMENTO PROGRAMMATICO DEL SINDACO PIANO DEGLI INTERVENTI COMUNE SOMMACAMPAGNA (VR) Ai sensi della Legge Regionale del Veneto 23 aprile 2004, n. 11. Committente: Agricola Tre Valli Soc.

Dettagli

Tabella B - Contributo di urbanizzazione per edifici residenzali: applicazione valori percentuali (aliquote)

Tabella B - Contributo di urbanizzazione per edifici residenzali: applicazione valori percentuali (aliquote) Tabella B - Contributo di per edifici residenzali: applicazione valori percentuali (aliquote) Ai sensi dell art.39 del R.R. 2/2015 la quota di contributo relativa agli e per edifici residenziali è determinata

Dettagli

RELAZIONE SULLE FOGNATURE

RELAZIONE SULLE FOGNATURE RELAZIONE SULLE FOGNATURE La lottizzazione in oggetto, sita a Milano Marittima, si sviluppa in un area posta al termine di Via del Giorgione, racchiusa fra l abitato esistente posto sul confine est del

Dettagli

PROSPETTO VALORE AREE EDIFICABILI ANNO P.zza Paracchini n Dongo (Co) P.IVA OO Tel Fax

PROSPETTO VALORE AREE EDIFICABILI ANNO P.zza Paracchini n Dongo (Co) P.IVA OO Tel Fax PROSPETTO VALORE AREE EDIFICABILI ANNO 2012 VALORE A MC. & MQ. PER DETERMINAZIONE IMPONIBILE IMU ANNO 2012 TABELLA GENERALE VALORI MINIMI VENALI DELLE AREE FABBRICABILI ANNO 2012 UNITA DI MISURA METRO

Dettagli

INDICE 1. PREMESSA 2. CRITERI PER LA REDAZIONE DELLA RELAZIONE PAESAGGISTICA 3. CONTENUTI GENERALI DELLA VARIANTE N. 15 AL P.R.G.C.

INDICE 1. PREMESSA 2. CRITERI PER LA REDAZIONE DELLA RELAZIONE PAESAGGISTICA 3. CONTENUTI GENERALI DELLA VARIANTE N. 15 AL P.R.G.C. INDICE 1. PREMESSA 2. CRITERI PER LA REDAZIONE DELLA RELAZIONE PAESAGGISTICA 3. CONTENUTI GENERALI DELLA VARIANTE N. 15 AL P.R.G.C. DI PRECENICCO 4. ELENCO MODIFICHE PUNTUALI INTERNE ALLA FASCIA DI RISPETTO

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DI VARIANTE RICHIESTA DI VARIANTE URBANISTICA. TISCO spa Via S. Gottardo 6 Villa Guardia

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DI VARIANTE RICHIESTA DI VARIANTE URBANISTICA. TISCO spa Via S. Gottardo 6 Villa Guardia 2016 RELAZIONE ILLUSTRATIVA DI VARIANTE RICHIESTA DI VARIANTE URBANISTICA TISCO spa Via S. Gottardo 6 Villa Guardia Il Progettista: Dott. Ing. Paolo Terraneo 22063 Cantù (Co)- Via U. da Canturio n 22 Albo

Dettagli

L ATTUAZIONE DEL PIANO

L ATTUAZIONE DEL PIANO L ATTUAZIONE DEL PIANO La disciplina urbanistica s interessa in genere della trasformazione e dell assetto del territorio e si attua a mezzo di piani che ne regolano e coordinano le attività sia sotto

Dettagli

1 INTRODUZIONE E SINTESI DELLE CONCLUSIONI

1 INTRODUZIONE E SINTESI DELLE CONCLUSIONI 1 INTRODUZIONE E SINTESI DELLE CONCLUSIONI Il seguente documento è redatto nell ambito della procedura di Verifica di Assoggettabilità alla VAS (Valutazione Ambientale Strategica) relativa al Piano di

Dettagli

S c h e d a t e c n i c a

S c h e d a t e c n i c a Modello 2 Comune di SAN BENIGNO CANAVESE 10080 - P.zza Vittorio Emanuele II n 9 P.IVA 01875020016 Tel. 011-988.01.00 011.988.00.54 fax 011-988.77.99 e-mail: direzione.utc@comunesanbenigno.it Area Tecnica

Dettagli

Revisione del Documento di Inquadramento delle politiche urbanistiche comunali approvata dal Consiglio Comunale con delibera n. 53/08 del

Revisione del Documento di Inquadramento delle politiche urbanistiche comunali approvata dal Consiglio Comunale con delibera n. 53/08 del Milano Comune di Milano Direzione Centrale Sviluppo del Territorio Revisione del Documento di Inquadramento delle politiche urbanistiche comunali approvata dal Consiglio Comunale con delibera n. 3/08 del

Dettagli

RELAZIONE TECNICA SULL APPLICAZIONE DEI VALORI VENALI IN COMUNE COMMERCIO DELLE AREE FABBRICABILI

RELAZIONE TECNICA SULL APPLICAZIONE DEI VALORI VENALI IN COMUNE COMMERCIO DELLE AREE FABBRICABILI RELAZIONE TECNICA SULL APPLICAZIONE DEI VALORI VENALI IN COMUNE COMMERCIO DELLE AREE FABBRICABILI PREMESSA Con l entrata in vigore del D.L. 201/2011 viene anticipata l introduzione dell Imposta Municipale

Dettagli

Comune di TROMELLO RELAZIONE ISTRUTTORIA E SPORTELLO UNICO EDILIZIA PROPOSTA DI PROVVEDIMENTO. costruire D.I.A N. Protocollo n.

Comune di TROMELLO RELAZIONE ISTRUTTORIA E SPORTELLO UNICO EDILIZIA PROPOSTA DI PROVVEDIMENTO. costruire D.I.A N. Protocollo n. Comune di TROMELLO RELAZIONE ISTRUTTORIA E SPORTELLO UNICO EDILIZIA PROPOSTA DI PROVVEDIMENTO Permesso Domanda del costruire D.I.A N. Protocollo n. - al RESPONSABILE S.U.E. 1 VERIFICA DELLA DOCUMENTAZIONE

Dettagli

Numero localizzazione Via del Rio. Estratto della carta di Fattibilità Geologica:

Numero localizzazione Via del Rio. Estratto della carta di Fattibilità Geologica: Comune di ROÉ VOLCIANO provincia di Brescia VERIFICA DI ASSOGGETTABILITA alla VAS della VARIANTE al Piano dei Servizi e al Piano delle Regole del PGT RAPPORTO AMBIENTALE PRELIMINARE Numero localizzazione

Dettagli

Zonizzazione Acustica. Regione Veneto

Zonizzazione Acustica. Regione Veneto Zonizzazione Acustica Regione Veneto Riferimenti normativi Normativa Regionale DGR 21/09/93 n 4313 Criteri orientativi per le Amministrazioni Comunali del Veneto nella suddivisione dei rispettivi territori

Dettagli

dato avvio al procedimento per la variante n. 1 al Piano di Governo del Territorio;

dato avvio al procedimento per la variante n. 1 al Piano di Governo del Territorio; VARIANTE N.1 AL PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO RELAZIONE ILLUSTRATIVA 1. PREMESSE - il Comune di Sotto il Monte Giovanni XXIII è dotato di Piano di Governo del Territorio approvato deliberazione del Consiglio

Dettagli

COMUNE DI ROVOLON PROVINCIA DI PADOVA PROPOSTA DI DELIBERA DI GIUNTA DEL N.2

COMUNE DI ROVOLON PROVINCIA DI PADOVA PROPOSTA DI DELIBERA DI GIUNTA DEL N.2 COMUNE DI ROVOLON PROVINCIA DI PADOVA AREA: UFFICIO: EDILIZIA PRIVATA Soggetta a controllo Immediatamente eseguibile PROPOSTA DI DELIBERA DI GIUNTA DEL 10-01-2014 N.2 Oggetto: II^ VARIANTE AL PIANO URBANISTICO

Dettagli

PI 2011 COMUNE DI PIANIGA Piano degli Interventi - N.1 Nuclei Consolidati. Elaborato 03.a NORME TECNICHE OPERATIVE. Data:

PI 2011 COMUNE DI PIANIGA Piano degli Interventi - N.1 Nuclei Consolidati. Elaborato 03.a NORME TECNICHE OPERATIVE. Data: PI 2011 COMUNE DI PIANIGA Piano degli Interventi - N.1 Nuclei Consolidati Piano Regolatore Comunale LR 11/2004 Data: 15.12.2011 Elaborato 03.a NORME TECNICHE OPERATIVE Comune di Pianiga (VE) Norme Tecniche

Dettagli

OPERE DI REGIMAZIONE IDRAULICA RELAZIONE

OPERE DI REGIMAZIONE IDRAULICA RELAZIONE Comune di ARQUA POLESINE Comune di VILLAMARZANA OPERE DI REGIMAZIONE IDRAULICA RELAZIONE VARIANTE MARZO 2014 INTERNA ALLA ZONIZZAZIONE DEL PIANO PER INSEDIAMENTI PRODUTTIVI DENOMINATO MACROAREA S.S. 434-TRANSPOLESANA

Dettagli

TITOLO I - NORME GENERALI

TITOLO I - NORME GENERALI TITOLO I - NORME GENERALI - CAPO I - GENERALITÀ Art. 1 - Natura, scopi, contenuti e riferimenti del PRG pag. 1 Art. 2 - Modalità generali di attuazione, piani attuativi pag. 1 Art. 3 - Effetti e cogenza

Dettagli

Studio tecnico arch. Marielena Sgroi

Studio tecnico arch. Marielena Sgroi 0 NOTA : LE PARTI MODIFICATE SONO SCRITTE IN COLORE BLU LE PARTI MODIFICATE A SEGUITO ACCOGLIMENTO ERRORI MATERIALI VARIANTE AL PIANO DELLE REGOLE SONO SCRITTE IN COLORE BLU LE PARTI STRALCIO DEL P.T.R.

Dettagli

COMUNE DI CASTELNOVO NE' MONTI

COMUNE DI CASTELNOVO NE' MONTI PROVINCIA DI REGGIO EMILIA Adottato con D.C. n 79 del 29-09-2003 - Approvato con D.C. n 30 del 31-03-2005 PIANO STRUTTURALE COMUNALE psc COMUNE DI CASTELNOVO NE' MONTI Gombio Villaberza Felina CASTELNOVO

Dettagli

Scheda relativa a Bellezza singola o individua Volume B CROSA S. NAZARO (S.F.d Albaro)

Scheda relativa a Bellezza singola o individua Volume B CROSA S. NAZARO (S.F.d Albaro) 778/22 S.FRANCESCO D'ALBARO TBN n 18 D.M. 30/01/1930 (lettera di notifica) FABBRICATI E TERRENI ALBERATI Elenco della documentazione allegata agli atti della Soprintendenza: - Lettera di notifica, datata

Dettagli

C AL C O L O D E L L I M P O S T A

C AL C O L O D E L L I M P O S T A COMUNE DI SAN BONIFACIO INFORMAZIONI I.C.I. Per l anno 2006, con deliberazione di Giunta Comunale n. 16 del 27/02/2006 sono state approvate le seguenti aliquote ICI: aliquota ordinaria: 5,75 per mille;

Dettagli

COMUNE DI COREGLIA ANTELMINELLI Provincia di Lucca Ufficio Tecnico --- * ---

COMUNE DI COREGLIA ANTELMINELLI Provincia di Lucca Ufficio Tecnico --- * --- COMUNE DI COREGLIA ANTELMINELLI Provincia di Lucca Ufficio Tecnico --- * --- SETTORE G TABELLA DEI VALORI MEDI DI MERCATO DELLE AREE EDIFICABILI ANNUALITA D IMPOSTA ANNO 2016 ai fini dell applicazione

Dettagli

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO Provincia di Bologna

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO Provincia di Bologna COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO Provincia di Bologna Area Programmazione e Gestione del Territorio ALLEGATO 1 DETERMINAZIONE VALORI DI RIFERIMENTO DELLE AREE INSERITE NEGLI STRUMENTI URBANISTICI, AI FINI

Dettagli

P.R.C. - P.I. Variante 2/2014 (art. 17, L.r. 11/2004)

P.R.C. - P.I. Variante 2/2014 (art. 17, L.r. 11/2004) COMUNE DI GAMBELLARA PROVINCIA DI VICENZA P.R.C. - P.I. Variante 2/2014 (art. 17, L.r. 11/2004) Relazione tecnica di non necessità della Valutazione di Incidenza Allegato al Modello E di cui alla DGRV

Dettagli

VALUTAZIONE AREE FABBRICABILI AI FINI I.C.I. ANNO 2003

VALUTAZIONE AREE FABBRICABILI AI FINI I.C.I. ANNO 2003 Associazione Comuni Modenesi Area Nord SERVIZIO TRIBUTI Via Cesare Battisti, 21 41037 Mirandola (MO) COMUNE DI CAVEZZO VALUTAZIONE AREE FABBRICABILI AI FINI I.C.I. ANNO 2003 IL FUNZIONARIO RESPONSABILE

Dettagli

VALORE DELLE AREE FABBRICABILI 2014 Allegato A alla delibera di Giunta Comunale n.145 del 30 dicembre 2013

VALORE DELLE AREE FABBRICABILI 2014 Allegato A alla delibera di Giunta Comunale n.145 del 30 dicembre 2013 VALORE DELLE AREE FABBRICABILI 2014 Allegato A alla delibera di Giunta Comunale n.145 del 30 dicembre 2013 ZONA URBANISTICA Zona urbanistica B1 Zona residenziale urbanizzata Zona urbanistica B3 Zona edificata

Dettagli

Comune di Strozza SCHEDE AMBITI DI TRASFORMAZIONE. Modificate a seguito delle controdeduzioni alle osservazioni

Comune di Strozza SCHEDE AMBITI DI TRASFORMAZIONE. Modificate a seguito delle controdeduzioni alle osservazioni Comune di Strozza SCHEDE AMBITI DI TRASFORMAZIONE Modificate a seguito delle controdeduzioni alle osservazioni Documento di Piano art.8 L.R. 12/2005 1 IL PROGETTISTA Dott. Cosimo Caputo PIANIFICATORE TERRITORIALE

Dettagli

Comune di Groscavallo

Comune di Groscavallo PROVINCIA DI TORINO REGIONE PIEMONTE Comune di Groscavallo Variante Strutturale Generale RIELABORAZIONE art.15 c.15 della L.R. 56/77 progetto preliminare Rapporto Ambientale: piano di monitoraggio ambientale

Dettagli

prof. arch. Giuseppe Guida

prof. arch. Giuseppe Guida Le Società di Trasformazione Urbana Le società di trasformazione urbana (STU) sono state introdotte nel nostro ordinamento dall'art. 17, comma 59, della legge n. 127/97 (la cosiddetta Bassanini-bis ) e

Dettagli

PROGETTO DI AREA ARTIGIANALE IN COMUNE DI SAN GENESIO ED UNITI (PV)

PROGETTO DI AREA ARTIGIANALE IN COMUNE DI SAN GENESIO ED UNITI (PV) Variante di PRG Redatta ai sensi del DPR 447/98 S.U.A.P. Sportello Unico Attività Produttive PROGETTO DI AREA ARTIGIANALE IN COMUNE DI SAN GENESIO ED UNITI (PV) Luglio 2009 VIA SCOPOLI, 12 27100 PAVIA

Dettagli

Comune di Loreggia (PD) 3^ Settore Edilizia Privata e Urbanistica

Comune di Loreggia (PD) 3^ Settore Edilizia Privata e Urbanistica Comune di Loreggia (PD) Prot. n. 5825 Loreggia, lì 06/07/2015 Spett.le Consiglio Comunale OGGETTO: Determinazione del più probabile valore di mercato della area di proprietà Comunale sita in via Mantegna,

Dettagli

ALLEGATO C CORREZIONI DI ERRORI MATERIALI

ALLEGATO C CORREZIONI DI ERRORI MATERIALI ALLEGATO C CORREZIONI DI ERRORI MATERIALI Si correggono i seguenti errori materiali segnalati dall Ufficio Tecnico; è indicato in rosso il nuovo perimetro: 1) Confini del parco agricolo a nord di Santa

Dettagli

RELAZIONE DELL IMPATTO PAESISTICO

RELAZIONE DELL IMPATTO PAESISTICO COMUNE DI BRESCIA PROVINCIA DI BRESCIA RELAZIONE DELL IMPATTO PAESISTICO Oggetto: Committente: Ampliamento attività industriale, via Magnolini Richiesta esame paesistico per presentazione procedura di

Dettagli

Area su cui insiste una previsione edificatoria finalizzata alla realizzazione di una struttura di servizio per attività sanitarie

Area su cui insiste una previsione edificatoria finalizzata alla realizzazione di una struttura di servizio per attività sanitarie VALORIZZAZIONE PATRIMONIO IMMOBILIARE DEL COMUNE DI GROSSETO 2009 DESCRIZIONE Area su cui insiste una previsione edificatoria finalizzata alla realizzazione di una struttura di servizio per attività sanitarie

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: Aree cedibili in proprietà o con diritto di superficie ai sensi leggi n.167/62, n.865/71 e n.457/78. IL CONSIGLIO COMUNALE PREMESSO: -che l'art.172 del Decreto Legislativo 18 agosto 2000, n.267,

Dettagli

Comune di Casale sul Sile Piano degli Interventi

Comune di Casale sul Sile Piano degli Interventi PRC - PIANO REGOLATORE COMUNALE PI - Piano degli Interventi SCHEDA NORMATIVA UMI 11.A Le presenti Norme Attuative, costituiscono allegato integrante della Scheda Normativa UMI 11.A del Piano degli Interventi.

Dettagli

COMUNE DI CAVALLINO TREPORTI

COMUNE DI CAVALLINO TREPORTI campo riservato all ufficio Numero pratica edilizia COMUNE DI CAVALLINO TREPORTI SERVIZIO EDILIZIA PRIVATA SPORTELLO UNICO n. protocollo e data SCREENING PRELIMINARE funzionale a stabilire la significatività

Dettagli

Il suolo è una risorsa limitata e irriproducibile,e la sua possibilità d uso è attestata ufficialmente dal Certificato di Destinazione Urbanistica

Il suolo è una risorsa limitata e irriproducibile,e la sua possibilità d uso è attestata ufficialmente dal Certificato di Destinazione Urbanistica Il suolo è una risorsa limitata e irriproducibile,e la sua possibilità d uso è attestata ufficialmente dal Certificato di Destinazione Urbanistica (CDU) rilasciato dal Comune. CLASSIFICAZIONE D USO Aree

Dettagli

OGGETTO: Quesiti sull applicazione della L.R. n. 22/09 (Piano Casa).

OGGETTO: Quesiti sull applicazione della L.R. n. 22/09 (Piano Casa). Prot. n. 726056 del 29 novembre 2011 OGGETTO: Quesiti sull applicazione della L.R. n. 22/09 (Piano Casa). Il Comune formula dei quesiti su problematiche emerse in sede di attuazione della L.R. 8 ottobre

Dettagli

VARIANTE AL VIGENTE P.R.G.C ex art. 17bis comma 6 L.R. 56/77 s.m.i. e art. 19 d.p.r. 327/2001

VARIANTE AL VIGENTE P.R.G.C ex art. 17bis comma 6 L.R. 56/77 s.m.i. e art. 19 d.p.r. 327/2001 COMUNE DI BARDONECCHIA PROVINCIA DI TORINO PROGETTO DEFINITIVO REALIZZAZIONE PASSERELLA CICLO-PEDONALE SUL TORRENTE DORA IN CORRISPONDENZA DELLA FONTANA GIOLITTI VARIANTE AL VIGENTE P.R.G.C ex art. 17bis

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA. Area approvvigionamenti a patrimonio Servizio patrimonio immobiliare

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA. Area approvvigionamenti a patrimonio Servizio patrimonio immobiliare UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA Area approvvigionamenti a patrimonio Servizio patrimonio immobiliare Ruderi Podere Magnana sito in Via Galeazza 30, San Felice sul Panaro Modena, 41038 Ubicazione : Podere

Dettagli