Laboratorio di Sistemi Fattoriale di un numero Jsp [Java]

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Laboratorio di Sistemi Fattoriale di un numero Jsp [Java]"

Transcript

1 Desideriamo realizzare una applicazione web che ci consenta di calcolare il fattoriale di un numero. L'esercizio in sé non particolarmente difficile, tuttavia esso ci consentirà di affrontare il problema da diversi punti di vista. Modalità 1) Realizziamo l'applicativo usando gli scriplet: Pagina index.jsp contenttype="text/html"%> pageencoding="utf-8"%> <!DOCTYPE HTML PUBLIC "-//W3C//DTD HTML 4.01 Transitional//EN" "http://www.w3.org/tr/html4/loose.dtd"> <html> <head> <meta http-equiv="content-type" content="text/html; charset=utf-8"> <title>jsp Page</title> </head> <body> <h3>calcolo del fattoriale</h3> <form name="provafrm" action="${request.requesturi"> Dammi un numero intero <input type="text" name="numbertxt" value=""/> <input type="submit" name="inviabtn" value="invia"/> </form> <% // se è stato premuto il pulsante if (request.getparameter("inviabtn")!=null) { // acquisisco il valore stringa della casella testuale String numberstr = request.getparameter("numbertxt"); try { // converto la stringa in un numero intero "grande" long number = Long.parseLong(numberStr); // cambio il segno se il numero è negativo if (number < 0) number = -number; // trovo il fattoriale col classico algoritmo iterativo long fatt = 1; for (int i = 1; i <= number; i++) fatt = fatt * i; fattoriale.pdf Pag. 1/12 Cozzetto

2 // visualizzo il risultato out.println("<br/><br/>il fattoriale di "+number+ " è "+fatt); catch(numberformatexception e) { out.println("<br/><br/>attenzione! Controlla il valore inserito"); catch(exception e) { out.println("<br/><br/>errore generico. Messaggio: "+e.getmessage()); // fine if %> </body> </html> Nel codice precedente, abbiamo anche gestito l'eccezione che si può verificare se l'utente immette una sequenza qualsiasi di caratteri invece che un numero intero (non possiamo infatti calcolare il fattoriale di una stringa). Questo approccio che consiste nell'inserire tutta la logica (la cosiddetta business logic) nella pagina web index.jsp non è consigliabile in quanto, se vogliamo riutilizzare l'algoritmo, siamo costretti a fare un copia-incolla del codice. Modalità 2) Decidiamo ora di inserire il codice in una classe java molto semplice, che possiamo riutilizzare tutte le volte che è necessario e in contesti differenti. Ad esempio, riutilizzando la classe, possiamo progettare un'applicazione GUI (lo sviluppo è lasciato come esercizio): fattoriale.pdf Pag. 2/12 Cozzetto

3 o un'applicazione console : La classe cioè può essere considerata un componente riutilizzabile. /* * Fattoriale.java * */ package fattpkg; /** * maurizio */ public class Fattoriale { private long number; /** Creates a new instance of Fattoriale */ public Fattoriale() { number=1; // getter public long getnumber() { return number; // setter public void setnumber(long number) { this.number = number; // metodo che restituisce il fattoriale di number public long getfattoriale() { // trovo il fattoriale col classico algoritmo iterativo long fatt = 1; fattoriale.pdf Pag. 3/12 Cozzetto

4 for (int i = 1; i <= number; i++) fatt = fatt * i; return fatt; // fine metodo getfattoriale // fine classe Fattoriale Questa volta l'algoritmo non si trova più nella pagina web ma è cablato nella classe Fattoriale. Quello che noi dobbiamo fare è utilizzare la classe, istanziando un oggetto di tipo Fattoriale. Pagina index2.jsp contenttype="text/html"%> pageencoding="utf-8"%> <!DOCTYPE HTML PUBLIC "-//W3C//DTD HTML 4.01 Transitional//EN" "http://www.w3.org/tr/html4/loose.dtd"> <html> <head> <meta http-equiv="content-type" content="text/html; charset=utf-8"> <title>jsp Page</title> </head> <body> <h3>calcolo del fattoriale</h3> <form name="provafrm" action="${request.requesturi"> Dammi un numero intero <input type="text" name="numbertxt" value=""/> <input type="submit" name="inviabtn" value="invia"/> </form> <% // se è stato premuto il pulsante if (request.getparameter("inviabtn")!=null) { // acquisisco il valore stringa della casella testuale String numberstr = request.getparameter("numbertxt"); try { // converto in un numero intero "grande" long number = Long.parseLong(numberStr); // cambio il segno se l'utente introduce un valore negativo if (number < 0) number = -number; // istanzio l'oggetto fatt che mi servirà per calcolare il fattoriale fattpkg.fattoriale fatt = new fattpkg.fattoriale(); // "settiamo" il valore su cui calcolare il fattoriale fattoriale.pdf Pag. 4/12 Cozzetto

5 // (è quello inserito nella casella testuale) fatt.setnumber(number); // visualizzo il risultato out.println("<br/><br/>il fattoriale di "+number+ " è "+fatt.getfattoriale()); catch (NumberFormatException e) { out.println("<br/><br/>errore! Ricontrolla i dati inseriti."); catch (Exception e) { out.println("<br/><br/>errore generico. Messaggio: "+e.getmessage()); // fine if %> </body> </html> Il vantaggio di questo approccio è quello di svincolare la logica dalla parte di presentazione affidata alla pagina jsp. Modalità 3) Non vi sono sostanziali differenze rispetto all'approccio precedente. Utilizziamo l'azione standard <jsp:usebean> che equivale a istanziare un oggetto. Impostiamo successivamente la proprietà (variabile attributo) number al valore inserito nella casella testuale (dato di input). Pagina index3.jsp contenttype="text/html"%> pageencoding="utf-8"%> <!DOCTYPE HTML PUBLIC "-//W3C//DTD HTML 4.01 Transitional//EN" "http://www.w3.org/tr/html4/loose.dtd"> <html> <head> <meta http-equiv="content-type" content="text/html; charset=utf-8"> <title>jsp Page</title> </head> <body> <h3>calcolo del fattoriale</h3> <form name="provafrm" action="${request.requesturi"> Dammi un numero intero <input type="text" name="numbertxt" value=""/> <input type="submit" name="inviabtn" value="invia"/> </form> fattoriale.pdf Pag. 5/12 Cozzetto

6 <% // se è stato premuto il pulsante if (request.getparameter("inviabtn")!=null) { // acquisisco il valore stringa della casella testuale String numberstr = request.getparameter("numbertxt"); try { // converto la stringa in un numero intero long number = Long.parseLong(numberStr); %> %>" /> // cambio il segno se l'utente introduce un valore negativo if (number < 0) number = -number; <jsp:usebean id="fatt" class="fattpkg.fattoriale"/> <jsp:setproperty name="fatt" property="number" value="<%=number <% // visualizzo il risultato out.println("<br/><br/>il fattoriale di "+number+ " è "+fatt.getfattoriale()); catch (NumberFormatException e) { out.println("<br/><br/>errore! Ricontrolla i dati inseriti."); catch (Exception e) { out.println("<br/><br/>errore generico. Messaggio: "+e.getmessage()); // fine if %> </body> </html> Lo svantaggio di questo approccio è che mescolando HTML e scriplet rendiamo poco leggibile e mantenibile nel tempo il codice (lo stesso problema affligge anche Php) Modalità 4) Questa volta invece di alternare codice java (scriplet) e codice HTML (testo template) nella pagina web, decidiamo di usare le azioni disponibili nel framework JSTL (JavaServer Pages Standard Tag Library). Ricordiamoci di inserire nel progetto tali librerie (tasto destro del mouse su nome del progetto > Properties > Libraries > Compile > Add Libraries > JSTL 1.1). Pagina index4.jsp contenttype="text/html"%> pageencoding="utf-8"%> uri="http://java.sun.com/jsp/jstl/core" prefix="c"%> fattoriale.pdf Pag. 6/12 Cozzetto

7 <!DOCTYPE HTML PUBLIC "-//W3C//DTD HTML 4.01 Transitional//EN" "http://www.w3.org/tr/html4/loose.dtd"> <html> <head> <meta http-equiv="content-type" content="text/html; charset=utf-8"> <title>jsp Page</title> </head> <body> <h3>calcolo del fattoriale</h3> <form name="provafrm" action="${request.requesturi"> Dammi un numero intero <input type="text" name="numbertxt" value=""/> <input type="submit" name="inviabtn" value="invia"/> </form> <c:if test="${!empty param.inviabtn"> <c:set var="number" value="${param.numbertxt"/> <c:catch var="e"> <c:if test="${empty number"> <c:set var="number" value="1"/> </c:if> <c:if test="${number<0"> <c:set var="number" value="${-number"/> </c:if> <jsp:usebean id="fatt" class="fattpkg.fattoriale"/> <jsp:setproperty name="fatt" property="number" value="${number" /> <br/><br/>il fattoriale di ${number è <c:out value="${fatt.fattoriale"/> </c:catch> <c:if test="${!empty e"> <br/><br/>errore: ricontrolla i dati inseriti </c:if> </c:if> </body> </html> fattoriale.pdf Pag. 7/12 Cozzetto

8 Modalità 5) In quest'ultimo esempio, introduciamo la nuova classe StringValidation.java. Essa conterrà una serie di metodi statici che ci consentiranno ad esempio di validare un numero intero (come nel nostro caso), indirizzi di posta elettronica, codici di avviamento postale, ssn (social security number) ecc mediante l'utilizzo delle cosiddette regular expression (espressioni regolari). /* * StringValidation.java */ package fattorialepkg; import java.util.regex.matcher; import java.util.regex.pattern; /** maurizio */ public class StringValidation { /** Creates a new instance of StringValidation */ public StringValidation() { public static boolean isnumeric(string number){ boolean isvalid = false; // denota una sequenza di caratteri String expression = "[0-9]*"; CharSequence inputstr = number; // una breve e utile guida sulle espressioni regolari si trova all'indirizzo // Pattern pattern = Pattern.compile(expression); Matcher matcher = pattern.matcher(inputstr); if(matcher.matches()){ isvalid = true; return isvalid; // fine metodo isnumeric // altri metodi di validazione // fine classe StringValidation fattoriale.pdf Pag. 8/12 Cozzetto

9 Riscriviamo inoltre la classe Fattoriale introducendo alcune modifiche dettate da motivi di opportunità (sostanzialmente cambiamo il tipo della variabile attributo da long a String) e scegliamo un valore minimo e un valore massimo per il calcolo del fattoriale. Per distinguere questa nuova classe dalla precedente, la inseriamo in un altro package e le assegnamo il nuovo nome FattorialeBean. /* * FattorialeBean.java * * Created on 31 gennaio 2008, 4.34 * * */ package fattorialepkg; import java.util.regex.matcher; import java.util.regex.pattern; /** * maurizio */ public class FattorialeBean implements java.io.serializable { private String number; private final static int MIN=0; private final static int MAX=20; /** Creates a new instance of FattorialeBean */ public FattorialeBean() { number="1"; // setter di number public void setnumber(string number) { this.number=number; // getter di number public String getnumber() { return number; // metodo per il calcolo del fattoriale public long getfattoriale() { long f=1; for (int i=1; i<=long.parselong(number); i++) f=f*i; return f; fattoriale.pdf Pag. 9/12 Cozzetto

10 // metodo per controllare la validità di un numero intero public boolean isvalidnumber() { boolean isvalid=false; if (StringValidation.isNumeric(number) && Long.parseLong(number)>=MIN && Long.parseLong(number)<=MAX) isvalid=true; return isvalid; // fine metodo isvalidnumber // fine classe FattorialeBean File index5.jsp contenttype="text/html"%> pageencoding="utf-8"%> uri="http://java.sun.com/jsp/jstl/core" prefix="c"%> <!DOCTYPE HTML PUBLIC "-//W3C//DTD HTML 4.01 Transitional//EN" "http://www.w3.org/tr/html4/loose.dtd"> <html> <head> <meta http-equiv="content-type" content="text/html; charset=utf-8"> <title>calcolo del fattoriale di un numero</title> </head> <body> <h3>calcolo del fattoriale mediante javabean</h3> <form name="provafrm" action="${request.requesturi" method="post"> Introduci un valore intero <input type="text" name="number" value="$ {fatt.number" /> <input type="submit" name="submit" value="invia" /> </form> <c:if test="${!empty param.submit"> <jsp:usebean id="fatt" class="fattorialepkg.fattorialebean"/> <jsp:setproperty name="fatt" property="*"/> <c:choose> <c:when test="${fatt.validnumber"> <br/>il fattoriale è ${fatt.fattoriale </c:when> <c:otherwise> <br/>attenzione! Ricontrolla il valore inserito. Deve essere compreso tra 1 e 20. </c:otherwise> </c:choose> </c:if> </body> </html> fattoriale.pdf Pag. 10/12 Cozzetto

11 Proviamo a introdurre un valore non previsto dal sistema fattoriale.pdf Pag. 11/12 Cozzetto

12 Il valore 21 non è infatti consentito e appare quindi un messaggio di avviso. Anche l'inserimento di un valore negativo o di una stringa, produce lo stesso effetto. fattoriale.pdf Pag. 12/12 Cozzetto

Laboratorio di sistemi Prima Web Application JSP [Java]

Laboratorio di sistemi Prima Web Application JSP [Java] Vogliamo scrivere la nostra prima web application che legga da tastiera il nostro nome e fornisca un messaggio di saluto. Per costruire la nostra applicazione creiamo con NetBeans un nuovo progetto. File

Dettagli

Laboratorio di Sistemi Autenticazione utente mediante MySQL Jsp [Java]

Laboratorio di Sistemi Autenticazione utente mediante MySQL Jsp [Java] Per la comprensione del presente articolo, occorre aver assimilato i concetti esposti nell'articolo Prototipo autenticazione utente (file autenticazione_2.pdf). (Tratto da Wikipedia, l'enciclopedia libera)

Dettagli

Laboratorio di sistemi MVC versione 2 Jsp (NetBeans)

Laboratorio di sistemi MVC versione 2 Jsp (NetBeans) Definizione Adattato da "http://it.wikipedia.org/wiki/model-view-controller" Model-View-Controller (MVC, talvolta tradotto in italiano Modello-Vista-Controllore) è il nome di un design pattern fondamentale

Dettagli

1 Gestione dell utente connesso in sessione con Java Server Pages, Java Beans, Servlet

1 Gestione dell utente connesso in sessione con Java Server Pages, Java Beans, Servlet 1 Gestione dell utente connesso in sessione con Java Server Pages, Java Beans, Servlet Controllo dell utente connesso al sito tramite JSP, Java Beans e Servlet. Ciò che ci proponiamo di fare è l accesso

Dettagli

Trasformare una Java (Console) Application in una Web Application (con utilizzo di un database MySQL)

Trasformare una Java (Console) Application in una Web Application (con utilizzo di un database MySQL) Pag. 1/12 Trasformare una Java (Console) Application in una Web Application (con utilizzo di un database MySQL) Prendiamo in esame un qualsiasi progetto NetBeans tra quelli studiati che fa uso di un database

Dettagli

Laboratorio di Sistemi Fondamenti di JSTL (parte 1) Java (JSTL)

Laboratorio di Sistemi Fondamenti di JSTL (parte 1) Java (JSTL) Adattamento da Wikipedia XML L'XML, acronimo di extensible Markup Language, ovvero Linguaggio di marcatura estensibile è un metalinguaggio creato e gestito dal World Wide Web Consortium (W3C). È una semplificazione

Dettagli

Laboratorio di sistemi SELECT e checkbox Jsp [Java]

Laboratorio di sistemi SELECT e checkbox Jsp [Java] Fig. 1 - Vogliamo visualizzare book_id, autore e titolo dalla tabella books del database shop Fig. 2 - Tabella books select_checkbox.pdf Pag. 1/5 Cozzetto Fig. 3 - Abbiamo due record in output File index_1.jsp

Dettagli

Le JavaServer Pages - Lezione 7 I JavaBean

Le JavaServer Pages - Lezione 7 I JavaBean Le JavaServer Pages - Lezione 7 I JavaBean A cura di Giuseppe De Pietro (depietro_giuseppe@yahoo.it) Contenuti Nelle lezioni precedenti abbiamo visto gli elementi principali delle Java Server Pages, come

Dettagli

Laboratorio di Sistemi Autenticazione utente mediante MySQL Jsp [Java]

Laboratorio di Sistemi Autenticazione utente mediante MySQL Jsp [Java] Per la comprensione del presente articolo, occorre aver assimilato i concetti esposti nell'articolo Prototipo autenticazione utente (file autenticazione_2.pdf). (Tratto da Wikipedia, l'enciclopedia libera)

Dettagli

jsp Page

<html> <head> <meta http-equiv=content-type content=text/html; charset=utf-8> <title>jsp Page</title> </head> <body> itext è una libreria (ottimizzata per l uso in java) per generare pdf al volo ideata da Bruno Lowagie e Paolo Soares. Per poter sviluppare un applicazione con NetBeans, dobbiamo intanto scaricare il file

Dettagli

Laboratorio di sistemi Web Application in Php5 Php

Laboratorio di sistemi Web Application in Php5 Php Applicazioni web con Xampp, Php5 e NetBeans 6.5 (Windows) Vogliamo ora riscrivere a titolo di prova un'applicazione web precedentemente scritta in Java (si legga l'articolo all'indirizzo http://www.mauriziocozzetto.net/pdf/dao_mysql.pdf).

Dettagli

Introduzione a JSP (Java Server Pages) MC 2005

Introduzione a JSP (Java Server Pages) MC 2005 Introduzione a JSP (Java Server Pages) MC 2005 Cosa è JSP JSP è una tecnologia per lo sviluppo di pagine web con contenuti dinamici Miglioramento rispetto alle CGI (modello multithread) Indipendenza dalla

Dettagli

Applicazioni web. Sommario. Parte 7 Java Server Pages. Applicazioni web - JSP. Alberto Ferrari 1 JSP. JavaBeans JSTL. Architettura e sintassi di base

Applicazioni web. Sommario. Parte 7 Java Server Pages. Applicazioni web - JSP. Alberto Ferrari 1 JSP. JavaBeans JSTL. Architettura e sintassi di base Applicazioni web Parte 7 Java Server Pages Alberto Ferrari 1 Sommario JSP JavaBeans JSTL Architettura e sintassi di base Concetti fondamentali Beans in pagine JSP Linguaggio di espressione Azioni principali

Dettagli

Laboratorio di Sistemi Prototipo autenticazione utente Jsp [Java]

Laboratorio di Sistemi Prototipo autenticazione utente Jsp [Java] Vogliamo realizzare un prototipo di applicativo web che consenta a un gruppo di utenti di autenticarsi. In prima istanza, carichiamo in memoria tutti gli utenti ammessi ad accedere al sistema, in seconda

Dettagli

Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria. Applicazioni Internet B. Paolo Salvaneschi B6_1 V1.7. JSP parte A

Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria. Applicazioni Internet B. Paolo Salvaneschi B6_1 V1.7. JSP parte A Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria Applicazioni Internet B Paolo Salvaneschi B6_1 V1.7 JSP parte A Il contenuto del documento è liberamente utilizzabile dagli studenti, per studio personale e

Dettagli

Laboratorio di reti II: Java Server Pages

Laboratorio di reti II: Java Server Pages Laboratorio di reti II: Java Server Pages Stefano Brocchi brocchi@dsi.unifi.it 6 aprile, 2009 Stefano Brocchi Laboratorio di reti II: Java Server Pages 6 aprile, 2009 1 / 34 JSP - Java Server Pages Le

Dettagli

PHP: Professional Hypertext Preprocessor

PHP: Professional Hypertext Preprocessor PHP: Professional Hypertext Preprocessor Corso di Base Lezione 4 Dal Form al PHP Docente Prof. Antonio Curci 1 Capitolo 4 Dal Form al PHP Una prima forma di interattività sul web è costituita dall uso

Dettagli

1 http://desvino.altervista.org JSPDynPage, componenti portale e Java Server Pages

1 http://desvino.altervista.org JSPDynPage, componenti portale e Java Server Pages 1 http://desvino.altervista.org JSPDynPage, componenti portale e Java Server Pages Le JSP DynPages sono un utile strumento, fornito da SAP Netweaver, per una gestione più evoluta di event handling e session

Dettagli

1 Applicazione J2EE sul SAP WAS con SAP NWDS http://desvino.altervista.org

1 Applicazione J2EE sul SAP WAS con SAP NWDS http://desvino.altervista.org 1 Applicazione J2EE sul SAP WAS con SAP NWDS http://desvino.altervista.org Applicazione J2EE sul SAP WAS con SAP NWDS. Il SAP Web Application Server fornisce un framework integrato per lo sviluppo e l

Dettagli

JUG Ancona Italy. JSP 2.0: Tag Library. Matteo Piccinini Web Developer

JUG Ancona Italy. JSP 2.0: Tag Library. Matteo Piccinini Web Developer JUG Ancona Italy JSP 2.0: Tag Library Matteo Piccinini Web Developer Servlet Codice Java che viene eseguito nel server per produrre un contenuto Logica applicativa del programmatore Gestione grafica passa

Dettagli

Test di unità con JUnit4

Test di unità con JUnit4 Test di unità con JUnit4 Richiamo sul test di unità Il test d unità è una metodologia che permette di verificare il corretto funzionamento di singole unità di codice in determinate condizioni. Nel caso

Dettagli

Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria. Applicazioni Internet B. Paolo Salvaneschi B6_4 V1.7. JSP parte D

Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria. Applicazioni Internet B. Paolo Salvaneschi B6_4 V1.7. JSP parte D Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria Applicazioni Internet B Paolo Salvaneschi B6_4 V1.7 JSP parte D Il contenuto del documento è liberamente utilizzabile dagli studenti, per studio personale e

Dettagli

Algoritmi di Ricerca. Esempi di programmi Java

Algoritmi di Ricerca. Esempi di programmi Java Fondamenti di Informatica Algoritmi di Ricerca Esempi di programmi Java Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL 1 Ricerca in una sequenza di elementi Data una sequenza di elementi, occorre verificare

Dettagli

Marco Faella Il paradigma Model-View-Controller. Il pattern Strategy.

Marco Faella Il paradigma Model-View-Controller. Il pattern Strategy. Marco Faella Il paradigma Model-View-Controller. Il pattern Strategy. 10 Lezione n. Parole chiave: Java Corso di Laurea: Informatica Insegnamento: Linguaggi di Programmazione II Email Docente: faella.didattica@gmail.com

Dettagli

Laboratorio di Sistemi Programmare in Php con NetBeans Php. Programmare in Php con Xampp e NetBeans IDE

Laboratorio di Sistemi Programmare in Php con NetBeans Php. Programmare in Php con Xampp e NetBeans IDE Programmare in Php con Xampp e NetBeans IDE NetBeans è un IDE ben noto ai programmatori Java. Con esso si possono infatti costruire applicazioni desktop professionali dotate di interfaccia grafica, applicazioni

Dettagli

La gestione dell input/output da tastiera La gestione dell input/output da file La gestione delle eccezioni

La gestione dell input/output da tastiera La gestione dell input/output da file La gestione delle eccezioni La gestione dell input/output da tastiera La gestione dell input/output da file La gestione delle eccezioni Autore: Prof. Agostino Sorbara ITIS "M. M. Milano" Autore: Prof. Agostino Sorbara ITIS "M. M.

Dettagli

SAPIENZA Università di Roma Facoltà di Ingegneria dell Informazione, Informatica e Statistica

SAPIENZA Università di Roma Facoltà di Ingegneria dell Informazione, Informatica e Statistica SAPIENZA Università di Roma Facoltà di Ingegneria dell Informazione, Informatica e Statistica Esercitazioni di PROGETTAZIONE DEL SOFTWARE (Corsi di Laurea in Ingegneria Informatica ed Automatica ed Ingegneria

Dettagli

Interazione con l utente : i moduli.

Interazione con l utente : i moduli. Interazione con l utente : i moduli. Nelle lezioni fin qui riportate, non abbiamo mai trattato l input di utente. Nelle applicazioni web, l input dell utente si acquisisce tramite i moduli (o FORM) HTML.

Dettagli

Oggetto: MASTER DI ALTA FORMAZIONE PROFESSIONALE IN PROGRAMMATORE JAVA PARTECIPAZIONE GRATUITA

Oggetto: MASTER DI ALTA FORMAZIONE PROFESSIONALE IN PROGRAMMATORE JAVA PARTECIPAZIONE GRATUITA Oggetto: MASTER DI ALTA FORMAZIONE PROFESSIONALE IN PROGRAMMATORE JAVA PARTECIPAZIONE GRATUITA Salerno Formazione, società operante nel settore della didattica, della formazione professionale e certificata

Dettagli

Introduzione al Model-View-Controller (MVC)

Introduzione al Model-View-Controller (MVC) Introduzione al Model-View-Controller (MVC) Maurizio Cozzetto 9 Luglio 2009 Indice 1 Model-View-Controller 1 1.1 Definizione.................................................. 1 1.2 Soluzione...................................................

Dettagli

RELAZIONE TECNICA SUL SITO DELLA PALESTRA. Anno scolastico 2013-2014. Alunno: Davide martinicca. Pagina 1

RELAZIONE TECNICA SUL SITO DELLA PALESTRA. Anno scolastico 2013-2014. Alunno: Davide martinicca. Pagina 1 RELAZIONE TECNICA SUL SITO DELLA PALESTRA Anno scolastico 2013-2014 Alunno: Davide martinicca Pagina 1 INDICE: Pag. 2 Pag. 3 Traccia del programma Tabella delle variabili, Sorgente HTML Pag. 4, 5, 6 Sorgente

Dettagli

HTML5 and Next RIA Apps. Le API per HTML5 Forms

HTML5 and Next RIA Apps. Le API per HTML5 Forms HTML5 and Next RIA Apps Le API per HTML5 Forms Le API per HTML5 Forms Nella precedente lezione abbiamo visto i principali nuov tag di HTML5, un esempio di progetto base con Initializr http://www.initializr.com/

Dettagli

Svantaggi delle servlet

Svantaggi delle servlet Svantaggi delle servlet Le servlet sono la tecnologia principale di J2EE per comunicare con i browser dei client. Tuttavia ci sono degli inconvenienti per gli sviluppatori di applicazioni web: le servlet

Dettagli

MODEL-VIEW-CONTROLLER PROBLEMA

MODEL-VIEW-CONTROLLER PROBLEMA MODEL VIEW CONTROLLER DESIGN PATTERN MODEL-VIEW-CONTROLLER INGEGNERIA DEL SOFTWARE Università degli Studi di Padova Dipartimento di Matematica Corso di Laurea in Informatica, A.A. 2013 2014 rcardin@math.unipd.it

Dettagli

/** * VETTORE DINAMICO elementi */ private Vector elementi; /** * METODO COSTRUTTORE */ public coda() { elementi=new Vector(); }

/** * VETTORE DINAMICO elementi */ private Vector elementi; /** * METODO COSTRUTTORE */ public coda() { elementi=new Vector(); } import java.util.*; class coda * Questa classe contiene tutti i metodi per la gestione della coda * @author D'Ambrosio Giovanni Classe 4D I.T.I.S. Grottaminarda * @version 26/02/2010 * VETTORE DINAMICO

Dettagli

JAVASCRIPT. Tale file è associato alla pagina web mediante il tag