DIVENTA DONATORE di Sangue, Plasma e Piastrine.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DIVENTA DONATORE di Sangue, Plasma e Piastrine."

Transcript

1 Vinci il muro dell indifferenza, dai più senso alla Tua vita: DIVENTA DONATORE di Sangue, Plasma e Piastrine. INTERCOMUNALE SAN PIETRO Via Cassia Roma Uff. Amm.: Telefax Segreteria: Tel

2 Insieme per far rivivere Quando c è da fare del bene non pensiamoci troppo facciamolo e basta

3 Solo due righe per far conoscere meglio il mondo della Solidarietà e del dono del Sangue, di Plasma e di Piastrine in particolare. In molti casi si possono salvare delle vite umane grazie a trasfusioni di sangue. Non esiste il sangue artificiale e quindi bisogna che uomini e donne lo donino spontaneamente. L Avis Intercomunale San Pietro è una libera Associazione di Volontari che opera da circa quindici anni all interno dell Ospedale San Pietro Fatebenefratelli di Roma, promuovendo il dono del sangue e la cultura della donazione. È un Associazione no profit che mira a proteggere il valore della donazione, garantendo, allo stesso tempo, la salute dei donatori e la cooperazione col Settore Sanità. La scienza avanza, le richieste lievitano, i donatori non bastano mai. C è bisogno anche di Voi! Non pensateci troppo: EVVAI! Lo sai che... Oggi, in Italia, la vita media dei cittadini si avvicina agli 84 anni per le donne e 78 per gli uomini: un progresso immenso, anche rispetto a pochi decenni fa. Tra i vari fattori che hanno consentito ciò, uno dei più importanti è l enorme progresso raggiunto dalla scienza medica. Un particolare aspetto riguarda la costante necessità di sangue e suoi componenti negli ospedali, dove giornalmente si effettuano terapie mediche e chirurgiche, trapianti, terapie rianimatorie di emergenza per gravi eventi traumatici. La disponibilità di sangue nei Centri Trasfusionali degli ospedali è garantita dal costante e generoso afflusso di Donatori di Sangue; uomini e donne, che: - volontariamente; - gratuitamente; - in forma anonima; - consapevolmente e responsabilmente; - periodicamente; - senza pregiudizi di razza, religione, stato sociale, fede politica e altro si offrono per donare il sangue e i suoi componenti. Sono circa gli italiani, nel territorio dove è presente Avis Intercomunale San Pietro, che donano periodicamente. Quasi tutti sono iscritti a delle Associazioni di Donatori che li seguono, li indirizzano, li informano. Presso l Ospedale San Pietro Fatebenefatelli di Roma è presente solamente la nostra Associazione, i cui associati donano annualmente circa unità di sangue e suoi componenti ma IL SANGUE DISPONIBILE non è mai pari a QUELLO NECESSARIO!

4 Il sangue: bene inestimabile Il sangue è responsabile delle più importanti funzioni vitali del nostro corpo e riflette lo stato di salute del nostro organismo. Ci è indispensabile per vivere. Il sangue reca alle cellule le sostanze alimentari e l ossigeno, oltre ad eliminare le sostanze di rifiuto prodottesi nell organismo. Esso circola in un vasto sistema di canali o vasi, distinti in arterie, vene e capillari, ed è sospinto dal cuore che funziona come una pompa. Il tutto è detto: il Sistema Cardio-vascolare. Il Sangue viene prodotto dal Midollo Osseo contenuto nelle ossa, che provvede a reintegrare con continuità le diverse cellule del sangue che via via muoiono. Malgrado gli studi di laboratorio in corso da molti decenni, non è stato ancora possibile produrre il sangue artificialmente, (è possibile produrre artificialmente solo alcune proteine del plasma). cuore vaso sanguigno vaso sanguigno nei polmoni Il sangue necessario per curare gli ammalati può essere ottenuto solamente da altre persone sane che, volontariamente e consapevolmente, lo offrano alla collettività. vaso sanguigno nell intestino Com è fatto il sangue? Il sangue è un tessuto liquido che si compone, per il 55% circa di una parte liquida detta Plasma e, per il restante 45%, di tre specie di elementi cellulari: i globuli rossi, i globuli bianchi e le piastrine. Il Plasma: prevalentemente formato da acqua, mantiene in soluzione proteine, sostanze minerali, vitamine, ormoni. Contiene, tra l altro, i fattori della coagulazione del sangue come Fattore VIII, Fattore IX e il Fibrinogeno. I Globuli Rossi: sono prodotti dal Midollo Osseo ed hanno questo colore perché ricchi di una proteina a base di ferro: l emoglobina. Hanno la funzione di trasportare l ossigeno ai tessuti, rimuovendo l anidride carbonica (prodotta dal metabolismo cellulare) per portarla ai polmoni che provvedono ad espellerla. Vivono, mediamente, 120 giorni. Il calo del loro numero, (e quindi il calo di emoglobina) viene detto ANEMIA. I Globuli Bianchi: hanno il compito di difendere l organismo dalle aggressioni esterne e, in particolare, di combattere i processi infettivi. Sono prodotti dalla milza, dai linfonodi e dal Midollo Osseo. Plasma 55% Globuli Bianchi e Piastrine 5% Globuli Rossi 40% Le Piastrine: sono dei frammenti di cellule prodotte dal Midollo Osseo. Esse hanno parte fondamentale nell importante fenomeno della coagulazione del sangue, in caso di ferite.

5 I Gruppi sanguigni La membrana che riveste i giobuli rossi è costituita da numerose e diverse molecole (Antigeni), differenti nei diversi soggetti. Questi diversi Antigeni sono stati individuati nel corso del 1900 e sono raggruppati in alcuni sistemi (sistemi gruppo-ematici). li più importante di questi sistemi è il sistema A-B-0, scoperto nel 1901; NeI sistema A-B-0 sono compresi 4 diversi gruppi sanguigni: A (circa 47% della popolazione), B (circa 7%), 0 (circa 43%), AB (circa 3%). Essere di gruppo A significa, ad esempio, avere giobuli rossi con l Antigene A, ed avere nel piasma Anticorpi diretti contro l Antigene B. Essere di gruppo 0 significa avere sui giobuli rossi né l Antigene A né l Antigene B, ed avere nel piasma Anticorpi diretti contro gli Antigeni A e B. Con la scoperta dei gruppi sanguigni e quindi delle incompatibilità di gruppo, la trasfusione è divenuta molto più sicura ed efficace. Cos è il fattore Rh Il sistema gruppo-ematico più importante dopo il sistema A-B-0 è il sistema Rh, costituito da 5 Antigeni (C,c,D,E,e), il più importante dei quali è l Antigene D (detto anche fattore Rh). I soggetti che hanno l Antigene D vengono detti Rh positivi (o RhD), i soggetti privi deli Antigene D vengono detti Rh negativi (o Rhd). Le persone Rh negative possono sviluppare, dopo contatto con sangue Rh positivo (trasfusioni, gravidanze), un Anticorpo diretto contro l Antigene D. Circa l 85% della popolazione è Rh positiva, mentre il 15% è Rh negativa. Il termine Rh deriva dal nome del tipo di scimmia (Rhesus) in cui fu individuato per la prima volta il fattore Rh. Rh+: 85% Rh-: 15% Gruppo 0 Rh+: 79% Rh-: 21% Gruppo A Rh+: 76% Rh-: 24% Gruppo B Rh+: 89% Rh-: 11% Gruppo AB Rh+: 97% Rh-: 3%

6 Chi può donare Ogni individuo, uomo o donna, può donare sangue nel rispetto di queste tre prerogative: - avere un età compresa fra i 18 e i 65 anni; - pesare almeno 50 chili; - godere di buona salute. Prima di ogni donazione, il medico trasfusionista effettua una attenta visita medica, intesa a verificare l idoneità fisica del donatore e l assenza di elementi che controindichino la donazione. La donazione di sangue intero richiede circa 6/10 minuti di tempo, per il prelievo; la donazione di Plasma, richiede circa 30 minuti; la donazione di Piastrine richiede circa 60 minuti. Ai soggetti con peso fra 50 e 55 chili e alle donne in età fertile (particolarmente se carenti di ferro) viene consigliata la donazione di plasma. Al momento della donazione, in particolare, devono rispondere a precisi requisiti di legge: - la pressione arteriosa; - la frequenza cardiaca; - l emoglobina. Cos è l Aferesi L Aferesi è una tecnica particolare di prelievo con la quale è possibile la raccolta di uno o più emocomponenti (Globuli Rossi, Piastrine, Plasma), restituendo al donatore gli altri componenti del sangue. Per eseguire l Aferesi occorrono speciali attrezzature dette separatori cellulari cui il donatore viene collegato mediante un ago. Tutti i tubicini in cui scorre il sangue sono nuovi e sterili e vengono cambiati ad ogni donazione. Di particolare rilievo è la sottrazione di piastrine che richiede più tempo e spesso viene richiesta con urgenza, a sostegno d interventi chirurgici.

7 Il cammino della solidarietà L aspirante donatore viene sottoposto a severi test di idoneità presso i Centri trasfusionali e il suo sangue viene esaminato in laboratorio. Se trovato idoneo, il donatore potrà donare sangue dopo breve tempo, dopo aver ripetuto tutti i controlli. Il donatore non corre alcun pericolo di infezione, perché il materiale impiegato è sterile e monouso. Chiunque voglia donare sangue intero un suo componente, lo può fare presso i Centri Trasfusionali o di Raccolta degli Ospedali. Il sangue è un tessuto prodotto dal Midollo Osseo. Esso è composto da una parte liquida (Plasma) e da tre tipi di particelle corpuscolate: I Globuli Bianchi (proteggono dalle infezioni), i Globuli Rossi (ossigenano i tessuti) e le Piastrine (combattono le emorragie). Una donazione prevede il prelievo di 450 ml. di sangue intero o di plasma. Gli uomini possono donare sangue ogni 90 giorni, le donne, in età fertile, 2 volte l anno. Molti sono i beneficiari! Il sangue è essenziale per la pratica medica e chirurgica. Molti interventi chirurgici, d urgenza o d elezione, i trapianti e le terapie dei tumori, dell emofilia e di tante altre malattie non sarebbero realizzabili senza la copiosa disponibilità di sangue. È possibile, anche, far ricorso all autodonazione, in previsione di interventi chirurgici programmati. I Centri Trasfusionali, prima di utilizzare o cedere delle unità do sangue, le devono sottoporre a test contro l AIDS, le epatiti B e C e contro la sifilide, per poter dare al ricevente la maggior sicurezza possibile. Oggi si è raggiunta la più alta percentuale di sicurezza mai registrata. Oggi vengono raccolte in Italia oltre di unità di sangue intero. Col metodo dell AFERESI si può prelevare solo una delle componenti del sangue, come ad esempio il Plasma (Plasmaferesi), le Piastrine (Piastrinoaferesi). Questo tipo di donazione è soprattutto indirizzata a pazienti che hanno particolari necessità trasfusionali (ad esempio: trapianti di Midollo Osseo).

8 Chi non può donare Chi soffre di malattie in fase acuta; o emorragiche; di diabete, epilessia; chi soffre di ipertensione arteriosa; chi fa uso abitudinario di sostanze stupefacenti; chi fa uso eccessivo di bevande alcooliche; chi soffre di patologie cardiovascolari; chi soffre di malattie epatiche, polmonari, renali e chi, invece, viene sospeso momentaneamente: chiunque abbia effettuato, recentemente, viaggi in Paesi a rischio malarico; chi abbia subito interventi chirurgici; sessuali a rischio ; agopunture, piercing; chi abbia praticato rapporti chi si sia sottoposto a tatuaggi, chi abbia ricevuto una trasfusione di sangue; chi abbia avuto gravidanze o aborti; chiunque soffra di allergie acute o stia seguendo particolari terapie. Per molti altri casi, o per chiarire dei dubbi personali, è sempre determinante il colloquio con il medico trasfusionista, nel corso delle visite mediche precedenti la donazione o in altri momenti. Quali rischi si corrono? Per quanto in medicina non esista mai il rischio zero, si può affermare che, durante l atto del prelievo di sangue: non si corrono rischi di infezioni, poiché il materiale usato per il prelievo è monouso, ossia del tipo usa e getta ; non si pregiudica il vigore fisico, perchè il sangue donato viene reintegrato dall organismo in breve tempo; nel punto di prelievo può comparire un echimosi (come in qualsiasi prelievo di sangue); può insorgere raramente, in genere per fattori emotivi, uno svenimento, prima, durante o dopo la donazione; generalmente basta stendersi perché tutto passi rapidamente. Chi produce il sangue? Gli elementi cellulari del sangue sono prodotti dal Midollo Osseo; il Midollo Osseo non è quello contenuto nella colonna vertebrale, bensì quello che si trova nelle ossa piatte (soprattutto il bacino).

9 Impiego del sangue La trasfusione si è andata talmente diffondendo, negli ultimi decenni, che, si può dire, non esista malattia importante in cui essa non possa essere necessaria. Da ciò si può capire quanto sia critico il compito degli enti preposti alla raccolta e conservazione di questo elemento prezioso ed insostituibile. La trasfusione viene praticata in molte condizioni morbose: - nelle emorragie acute; - negli interventi chirurgici più impegnativi; - nei trapianti; - nelle malattie ematologiche; - nelle ustioni. Attualmente la tecnologia moderna consente di separare fra di loro le varie componenti ematiche; ciò consente di effettuare trasfusioni mirate, dando ad ogni ammalato solo il componente ematico di cui ha bisogno. In particolare: - il concentrato di globuli rossi: viene somministrato nei casi di anemia di varia natura; - il concentrato di piastrine: viene impiegato nei deficit di piastrine; - il plasma: è indicato nei casi di deficit coagulativi; - con la lavorazione del plasma, inoltre, si possono ottenere dei farmaci cosiddetti salvavita, come: l albumina, le immunoglobuline, il fattore VIII, quest ultimo indispensabile per la cura dell emofilia. La conservazione E determinante che nei Centri Trasfusionali sia sempre costantemente presente una riserva di globuli rossi, plasma e piastrine per consentire ai medici di poter far fronte ad ogni necessità terapeutica. perdere la loro efficacia. Le varie componenti del sangue necessitano di modalità particolari di conservazione, per non I globuli rossi: vanno conservati ad una temperatura compresa fra i +2 e +6, in appositi frigoriferi per un periodo di 42 giorni. Le piastrine: possono essere conservate per un periodo non superiore ai 5 giorni alla temperatura di 22 gradi, mantenendole in agitazione continua. massimo di 12 mesi. Il plasma: viene conservato congelato a temperatura inferiore a -30 gradi, per un I medici trasfusionisti pongono molte attenzioni alle scadenze per evitare che i preziosi componenti scadano di validità. Le verifiche di laboratorio Il sangue, appena ottenuto dal donatore in sala prelievi, nella misura di 450 ml +/- 10%, viene catalogato, registrato, controllato ed eventualmente scomposto nei suoi componenti nei laboratori dei Centri Trasfusionali.

10 Il trapianto di Midollo Osseo Il Midollo Osseo può essere definito la fabbrica del sangue ; il Midollo Osseo, detto anche sangue midollare, si trova nelle ossa del nostro corpo; malattie del sangue come la leucemia o l aplasia, fino a poco tempo fa giudicate incurabili, possono essere combattute efficacemente sostituendo il Midollo Osseo malato con altro sano, proveniente da donatore compatibile; si può diventare donatori di Midollo Osseo facendosi tipizzare presso i Centri Trasfusionali degli ospedali. Così facendo si entra a far parte del Registro Nazionale Europeo e Mondiale dei possibili donatori; l eventuale prelievo di Midollo Osseo da un donatore viene effettuato in anestesia totale o locale. Il prelievo, che non è un intervento chirurgico, contempla il ricovero per una giornata. l infusione del Midollo Osseo nel ricevente ha luogo solo dopo aver effettuato una potente radio-chemioterapia sul suo midollo malato ed avviene come una trasfusione di sangue. Prima che il nuovo midollo cominci a produrre le sue cellule è necessario sottoporre il paziente a numerose trasfusioni di globuli rossi e piastrine; informazioni particolareggiate possono essere richieste alle Associazioni di Donatori di Sangue o presso i Centri Trasfusionali degli ospedali. Trapianti di organi d organo; trova un organo adatto; possono attendere a lungo; Sono circa gli ammalati residenti in Italia che, ogni anno, necessitano d un trapianto solo il 15/20% di chi è in attesa d un trapianto non tutti coloro che sono in lista d attesa chiunque abbia compiuto 18 anni può disporre che, in caso di decesso, i suoi organi vengano donati; così facendo è possibile salvare molte persone che altrimenti non potrebbero sopravvivere a lungo. Trapianti e sangue Sai quante donazioni di sangue occorrono per un solo trapianto? trapianto di rene: in media 4 sacche di globuli rossi; trapianto di cuore: in media almeno 10 sacche di globuli rossi, plasma e piastrine, con picchi di 30/40 sacche totali; trapianto di fegato: in media, nelle prime 24 ore servono: 12 sacche di globuli rossi, 27 sacche di plasma fresco congelato, 2 sacche di piastrine. Si possono raggiungere, però, punte massime di 160/170 sacche di globuli rossi, 290/300 di plasma e 140 di piastrine per interventi particolari. trapianto di Midollo Osseo (sangue midollare): da 50 a 80 trasfusioni di globuli rossi, plasma, piastrine ed immunoglobuline, con picchi di 200/300 sacche.

11 La realtà dell Intercomunale L Associazione ha assicurata costantemente l autosufficienza di sangue ed emocomponenti all Ospedale e ciò nonostante questo abbia registrato nell ultimo decennio un incremento del consumo. Tutto ciò peraltro senza mai gravare sulla Regione, alla cui autosufficienza ha invece contribuito cedendo annualmente diverse centinaia di unità di emazie. Ha permesso inoltre all Ospedale di raggiungere il 40% di autosufficienza per i farmaci plasmaderivati (albumina, immunoglobuline endovena, antitrombina) incrementando la produzione di plasma sia da scomposizione che da aferesi e destinandone una quota sempre maggiore al frazionamento industriale. Particolare attenzione è stata rivolta alla promozione della donazione in aferesi, in particolare della plasmaferesi, complementare e non alternativa alla donazione di sangue intero, che ha registrato una enorme crescita nel decennio. Nell ultimo decennio è cresciuto il numero totale dei donatori, è cresciuta la percentuale dei donatori periodici ed è aumentato anche l indice di donazione generale. Ma ancora non basta, le richieste aumentano: c è bisogno di nuovi donatori!... dove ricevere informazioni Presso il Servizio Trasfusionale Ospedale San Pietro - Tel Presso AVIS - Segreteria: Tel Ufficio Amministrazione: Telefax E opportuno che i Donatori di Sangue siano periodici, cioè vadano a donare con regolarità. È quindi importante che i Donatori siano riuniti in associazioni regolarmente iscritte ai Registri ONLUS Regionali. In Italia, oltre il 90% dei Donatori di Sangue è iscritto a delle Associazioni di volontari. I Donatori, se associati, hanno la possibilità di incidere con maggior efficacia sulla Società, ai fini della divulgazione del gesto donazionale, attraverso un azione di stimolo, di controllo e di collaborazione con la Sanità e le Istituzioni. L obiettivo delle Associazioni è quello di raggiungere l Autosufficienza Nazionale. Sono varie le Associazioni esistenti in Italia, alcune con diffusione nazionale, altre regionale; quelle a maggiore diffusone, come AVIS, si articolano in strutture Nazionali, Regionali, Provinciali e Comunali. Perché Donatori associati AVIS le Associazioni, che in Italia possono contare su circa Donatori (circa il 2,4% degli abitanti), operano, quindi, ai fini primari di: - diffondere l idea e la cultura del dono; - promuovere la donazione di sangue; - informare la collettività sull uso del sangue; - stimolare i donatori al dono periodico; - tenerli informati sulla realtà donazionale;

12 Sangue: fonte di vita Dove si può donare SIMT Ospedale San Pietro, Roma - Tel AVIS Comunale Anguillara - Cell AVIS Comunale Campagnano - Tel AVIS Comunale Capena - Cell AVIS Comunale Castelnuovo - Cell AVIS Comunale Civitella - Cell AVIS Comunale Fiano - Cell AVIS Comunale Ladispoli - Cell AVIS Comunale Riano - Cell AVIS Comunale Rignano - Cell Gruppo Donatori Nerola - Cell Gruppo Donatori Ponzano - Cell Parrocchia Santi Angeli Custodi - Cell Parrocchia San Gaetano - Cell Parrocchia Preziosissimo Sangue - Cell

13 Speciale giovani I giovani costituiscono la certezza del futuro in ogni campo e quindi, inevitabilmente, anche in quello della Donazione del Sangue, di Organi e di Midollo Osseo. Ne devono essere pienamente consapevoli. Compirai 18 anni, sei uno studente, stai entrando nel mondo del lavoro o sei impegnato in attività sportive? Non attendere altro tempo: la campana della Solidarietà verso chi ha bisogno ha suonato anche per Te i suoi rintocchi. Ci sono sempre più esigenze da soddisfare, nel campo della disponibilità di sangue, e molti vecchi donatori devono lasciare la loro pratica perché hanno superato l età consentita per il dono. Troppi non vogliono o non hanno tempo per ascoltare l invito alla Solidarietà. La Collettività ha bisogno anche di Te. Diventa Donatore di sangue, plasma e piastrine: potrai dimostrare a Te ed agli altri di avere già capito il piacere e la gioia della partecipazione. ARENA PROGETTI - stampa

LA DONAZIONE DI SANGUE

LA DONAZIONE DI SANGUE CHE COSA è La donazione di sangue consiste nel prelievo di un determinato volume di sangue da un soggetto sano, chiamato donatore, al fine di trasfonderlo in un soggetto che ha bisogno di sangue o di uno

Dettagli

DISPOSIZIONI IN ORDINE ALLA COSTITUZIONE DEL DIPARTIMENTO REGIONALE DI MEDICINA TRASFUSIONALE

DISPOSIZIONI IN ORDINE ALLA COSTITUZIONE DEL DIPARTIMENTO REGIONALE DI MEDICINA TRASFUSIONALE Deliberazione n. 529 del 13/05/2004. DISPOSIZIONI IN ORDINE ALLA COSTITUZIONE DEL DIPARTIMENTO REGIONALE DI MEDICINA TRASFUSIONALE PREMESSE La legge regionale 28 marzo 1995, n. 28, istituiva il servizio

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

SERVIZI TRASFUSIONALI REQUISITI MINIMI STRUTTURALI TECNOLOGICI E ORGANIZZATIVI SPECIFICI

SERVIZI TRASFUSIONALI REQUISITI MINIMI STRUTTURALI TECNOLOGICI E ORGANIZZATIVI SPECIFICI Allegato A). Requisiti strutturali, tecnologici e organizzativi minimi per l esercizio delle attività sanitarie dei servizi trasfusionali e delle unità di raccolta del sangue e degli emocomponenti, ai

Dettagli

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

Tutto sul sangue. A cura di Vincenzo Saturni

Tutto sul sangue. A cura di Vincenzo Saturni Tutto sul sangue A cura di Vincenzo Saturni 1 GLOSSARIO... 3 LA COMPOSIZIONE DEL SANGUE... 11 LE CELLULE DEL SANGUE... 11 IL MIDOLLO OSSEO... 14 LE FUNZIONI DEL SANGUE... 15 I GRUPPI SANGUIGNI... 16 L

Dettagli

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia Pag. 1 di 6 Rev Data Redatto e elaborato Approvato Firma 0 04/03/2011 Coord.Infermieristico M.Renovi Dirigente Medico Resp. Dr. A. Stefanelli Direttore U.O.C. Medicina Generale Dott.ssa P. Lambelet Direttore

Dettagli

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Facoltà di Medicina Veterinaria Embriologia e Terapia Genica e Cellulare Le cellule staminali adulte:

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica)

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Cos è il diabete? Il diabete mellito, meglio noto come diabete, è una malattia che compare quando l organismo non produce insulina a sufficienza

Dettagli

Castrazione e sterilizzazione

Castrazione e sterilizzazione Centro veterinario alla Ressiga Castrazione e sterilizzazione Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali ed alternative Dr. Roberto Mossi, medico veterinario 2 Castrazione e sterilizzazione Castrazione

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

INFORMAZIONI PER IL DONATORE DI SANGUE ED IL CANDIDATO DONATORE

INFORMAZIONI PER IL DONATORE DI SANGUE ED IL CANDIDATO DONATORE INFORMAZIONI PER IL DONATORE DI SANGUE ED IL CANDIDATO DONATORE Il sangue è un componente dell organismo indispensabile alla vita, ma non riproducibile in laboratorio; costituisce per molti ammalati un

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Ruolo biologico: Messaggero del segnale cellulare Molecola regolatoria nel sistema cardiovascolare Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Componente

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

Il deficit del fatt VIII prevale (5 volte in più rispetto al IX) Prevalenza nel mondo è di 1:10000-1:50000 L alta incidenza relativa di Emofilia A è

Il deficit del fatt VIII prevale (5 volte in più rispetto al IX) Prevalenza nel mondo è di 1:10000-1:50000 L alta incidenza relativa di Emofilia A è Emofilia Malattia ereditaria X cromosomica recessiva A deficit del fatt VIII B deficit del fatt IX Il deficit del fatt VIII prevale (5 volte in più rispetto al IX) Prevalenza nel mondo è di 1:10000-1:50000

Dettagli

Glossario. Allogeniche Indica le cellule ottenute da un donatore e idonee per l'infusione in un'altra persona.

Glossario. Allogeniche Indica le cellule ottenute da un donatore e idonee per l'infusione in un'altra persona. Glossario Il seguente glossario è stato concordato da numerose nazioni europee coinvolte nel progetto Eurocet con l intento di armonizzare la terminologia utilizzata nel settore della donazione e del trapianto

Dettagli

Decreto Legislativo 20 dicembre 2007, n. 261

Decreto Legislativo 20 dicembre 2007, n. 261 Decreto Legislativo 20 dicembre 2007, n. 261 "Revisione del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 191, recante attuazione della direttiva 2002/98/CE che stabilisce norme di qualita' e di sicurezza per

Dettagli

La nefropatia cronica. Una guida per i pazienti e le famiglie

La nefropatia cronica. Una guida per i pazienti e le famiglie La nefropatia cronica Una guida per i pazienti e le famiglie Iniziativa NKF-KDOQI (Kidney Disease Outcomes Quality Initiative) della National Kidney Foundation L'iniziativa Kidney Disease Outcomes Quality

Dettagli

STANCHI, FIACCHI, SENZA ENERGIA CARENZA DI FERRO?

STANCHI, FIACCHI, SENZA ENERGIA CARENZA DI FERRO? STANCHI, FIACCHI, SENZA ENERGIA CARENZA DI FERRO? Allestimento e produzione dell opuscolo da parte di Mediscope AG. www.mediscope.ch Indice 1. Prefazione Prof. Dr. Dr. med. Walter A. Wuillemin, ematologo,

Dettagli

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua.

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua. La DIGESTIONE Perché è necessario nutrirsi? Il corpo umano consuma energia per muoversi, pensare, mantenere la temperatura costante, ma anche solo per riposarsi. Il consumo minimo di energia è detto metabolismo

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina Traduzione 1 Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina (Convenzione sui diritti dell uomo e la biomedicina)

Dettagli

Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore

Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore Per pazienti con determinate condizioni cardiache, l impiego di una pompa

Dettagli

Bilancia emostatica. Ipercoagulabilità. Ipocoagulabilità. Normale. Trombosi. Emorragie

Bilancia emostatica. Ipercoagulabilità. Ipocoagulabilità. Normale. Trombosi. Emorragie Coagulazione 1 Bilancia emostatica Ipercoagulabilità Ipocoagulabilità Normale Trombosi Emorragie 2 emostasi primaria emostasi secondaria Fattori coinvolti nell emostasi Vasi + endotelio Proteine della

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 83,22 U.O. S.O. CHIRURGIE 80,29 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 79,44 U.O. ALLERGOLOGIA 95,51 U.O. A.L.P.I.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 83,22 U.O. S.O. CHIRURGIE 80,29 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 79,44 U.O. ALLERGOLOGIA 95,51 U.O. A.L.P.I. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 0/1. Pag. 1 di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge,

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 75,36 U.O. S.O. CHIRURGIE 83,52 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 78,20 U.O. ALLERGOLOGIA 90,00 U.O. A.L.P.I.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 75,36 U.O. S.O. CHIRURGIE 83,52 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 78,20 U.O. ALLERGOLOGIA 90,00 U.O. A.L.P.I. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 2/. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge,

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 62,39 S.O. OCULISTICA 83,23 U.O. S.O. CHIRURGIE 64,58 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 76,74 U.O.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 62,39 S.O. OCULISTICA 83,23 U.O. S.O. CHIRURGIE 64,58 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 76,74 U.O. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 0/201. Pag. 1 di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari

Dettagli

COS E LA BRONCOSCOPIA

COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA La broncoscopia è un esame con cui è possibile osservare direttamente le vie aeree, cioè laringe, trachea e bronchi, attraverso uno strumento, detto fibrobroncoscopio,

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

CONFERENZA STATO REGIONI SEDUTA DEL 10 LUGLIO 2003

CONFERENZA STATO REGIONI SEDUTA DEL 10 LUGLIO 2003 CONFERENZA STATO REGIONI SEDUTA DEL 10 LUGLIO 2003 Repertorio Atti n. 1770 del 10 luglio 2003 Oggetto: Accordo tra Ministro della salute, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano sul documento

Dettagli

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Lega Friulana per il Cuore CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico

Dettagli

Il cervello ha bisogno di zucchero. e il cuore pure, ma quale?

Il cervello ha bisogno di zucchero. e il cuore pure, ma quale? Il cervello ha bisogno di zucchero. e il cuore pure, ma quale? Questo vecchio slogan pubblicitario riconduce ad una parziale verità scientifica, oggi più che attuale. E risaputo che parlare di zucchero

Dettagli

INSUFFICIENZA RESPIRATORIA

INSUFFICIENZA RESPIRATORIA INCAPACITA VENTILATORIA (flussi e/o volumi alterati alle PFR) INSUFFICIENZA RESPIRATORIA (compromissione dello scambio gassoso e/o della ventilazione alveolare) Lung failure (ipoossiemia) Pump failure

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

Cos'è esattamente la gelatina

Cos'è esattamente la gelatina Cos'è esattamente la gelatina LA GELATINA È PURA E NATURALE La gelatina attualmente in commercio viene prodotta in moderni stabilimenti operanti in conformità ai più rigorosi standard di igiene e sicurezza.

Dettagli

Conoscere la malattia renale per curarsi meglio

Conoscere la malattia renale per curarsi meglio Conoscere la malattia renale per curarsi meglio A cura di Carmelo Libetta Unità Operativa di Nefrologia, Dialisi e Trapianto IRCCS Policlinico San Matteo - Università di Pavia Indice La malattia renale:

Dettagli

Informazioni ai pazienti per colonoscopia

Informazioni ai pazienti per colonoscopia - 1 - Informazioni ai pazienti per colonoscopia Protocollo informativo consegnato da: Data: Cara paziente, Caro paziente, La preghiamo di leggere attentamente il foglio informativo subito dopo averlo ricevuto.

Dettagli

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port Cattedra e Divisione di Oncologia Medica Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Il Port Dott. Roberto Sabbatini Dipartimento Misto di Oncologia ed Ematologia Università degli Studi di Modena

Dettagli

LINEE GUIDA SULLA GESTIONE DEL PAZIENTE A RISCHIO EMORRAGICO O CON EMORRAGIA IN ATTO

LINEE GUIDA SULLA GESTIONE DEL PAZIENTE A RISCHIO EMORRAGICO O CON EMORRAGIA IN ATTO Dipartimento Clinico Assistenziale Oncologico Unità Operativa di Ematologia Centro Trapianto di Cellule Staminali Direttore Prof. Attilio Olivieri Versione del 18-2-2008 LINEE GUIDA SULLA GESTIONE DEL

Dettagli

Aferesi terapeutica. Vivere con un elevato livello di colesterolo Quando dieta e farmaci non bastano

Aferesi terapeutica. Vivere con un elevato livello di colesterolo Quando dieta e farmaci non bastano Aferesi terapeutica Vivere con un elevato livello di colesterolo Quando dieta e farmaci non bastano Sommario: breve e dolce Parte 1: i dati 1 Parte 3: la lipidoaferesi 3 Colesterolo buono e colesterolo

Dettagli

Cos è l epatite? 1.1 Riassunto. L epatite

Cos è l epatite? 1.1 Riassunto. L epatite I. L epatite 11 1. Informazioni generali Cos è l epatite? 1.1 Riassunto L epatite L epatite è un infiammazione del fegato. Viene spesso chiamata ittero ma si tratta di un errore, poiché la colorazione

Dettagli

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE 1 di 10 07/02/2013 13:12 MINISTERO DELLA SALUTE DECRETO 10 ottobre 2012 Modalita' per l'esportazione o l'importazione di tessuti, cellule e cellule riproduttive umani destinati ad applicazioni sull'uomo.

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale SALUTE Aumenti la tua salute, CALORIE Perdi peso, AUTOSTIMA Accresci la tua autostima, LONGEVITÀ Allunghi la tua vita, EFFICIENZA Potenzi i tuoi muscoli e migliori il tuo equilibrio, LE SCALE M U S I C

Dettagli

Prelievo e Trapianto di Cornee

Prelievo e Trapianto di Cornee Prelievo e Trapianto di Cornee Protocollo operativo Edizione giugno 2014 http://www.piemonte.airt.it/documenti/protocolli.html Regione Piemonte e Valle d Aosta Centro Regionale Trapianti Coordinamento

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

Farmaci anticoagulanti. Dott. Antonello Di Paolo Divisione di Farmacologia e Chemioterapia Dipartimento di Medicina Interna

Farmaci anticoagulanti. Dott. Antonello Di Paolo Divisione di Farmacologia e Chemioterapia Dipartimento di Medicina Interna Farmaci anticoagulanti Dott. Antonello Di Paolo Divisione di Farmacologia e Chemioterapia Dipartimento di Medicina Interna Emostasi Emostasi Adesione e attivazione delle piastrine Formazione della fibrina

Dettagli

LEGGIAMO LE ANALISI DEL SANGUE

LEGGIAMO LE ANALISI DEL SANGUE LEGGIAMO LE ANALISI DEL SANGUE Ad ogni donazione, dovunque venga fatta, il sangue prelevato viene sottoposto ad analisi dal Centro Trasfusionale dell Ospedale San Michele ( Brotzu ) ed i relativi risultati

Dettagli

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV)

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo guardate le informazioni di base contenute in Alcune informazioni sull esame per il papilloma

Dettagli

Differenziamento = Creazione cellule specializzate. Il tuo corpo ha bisogno delle cellule staminali

Differenziamento = Creazione cellule specializzate. Il tuo corpo ha bisogno delle cellule staminali Differenziamento = Creazione cellule specializzate Cos è una cellula staminale? Cosa mostra la foto Un pezzo di metallo e molti diversi tipi di viti. Dare origine a diversi tipi di cellule è un processo

Dettagli

Una Scelta in Comune Linee-Guida Operative per l attivazione del servizio di registrazione della dichiarazione di volontà sulla donazione di organi

Una Scelta in Comune Linee-Guida Operative per l attivazione del servizio di registrazione della dichiarazione di volontà sulla donazione di organi Una Scelta in Comune Linee-Guida Operative per l attivazione del servizio di registrazione della dichiarazione di volontà sulla donazione di organi Le Linee-Guida Operative per l attivazione del servizio

Dettagli

Il Presidente: GNUDI. Il Segretario: SINISCALCHI

Il Presidente: GNUDI. Il Segretario: SINISCALCHI intermedi di lavorazione del plasma, eccedenti i fabbisogni nazionali, al Þ ne di prevenirne la scadenza per mancato utilizzo, anche con recupero dei costi di produzione. 8. Per l attuazione di quanto

Dettagli

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE Studio prospettico, non interventistico, di coorte, sul rischio di tromboembolismo venoso (TEV) in pazienti sottoposti a un nuovo trattamento chemioterapico per

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

Il sistema immunitario

Il sistema immunitario QUADERNI SULLE IMMUNODEFICIENZE PRIMITIVE N. 2 Il sistema immunitario ASSOCIAZIONE IMMUNODEFICIENZE PRIMITIVE ONLUS Quaderni pubblicati da AIP ONLUS N.1 La sindrome di Wiskott Aldrich (WAS) N.2 Il sistema

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

LA PERSONA CON INFEZIONE DA HIV IN ITALIA

LA PERSONA CON INFEZIONE DA HIV IN ITALIA AIDS e sindromi correlate Presentazione al XXII Congresso Nazionale di POpolazione Sieropositiva ITaliana LA PERSONA CON INFEZIONE DA HIV IN ITALIA Abitudini e stili di vita del paziente immigrato Survey

Dettagli

La Banca del seme più grande del mondo

La Banca del seme più grande del mondo La Banca del seme più grande del mondo Un sogno che diventa realtà Tutto iniziò con uno strano sogno riguardante seme congelato. Oggi, la Cryos International - Danimarca è la più grande banca del seme

Dettagli

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA Che cos è la degenerazione maculare? La degenerazione maculare è una malattia che interessa la regione centrale della retina (macula), deputata alla visione distinta necessaria per la lettura, la guida

Dettagli

Camminiamo insieme. Gli ematologi ai pazienti con trombocitemia

Camminiamo insieme. Gli ematologi ai pazienti con trombocitemia Camminiamo insieme Gli ematologi ai pazienti con trombocitemia 1 A cura di: Prof. Valerio De Stefano Professore Ordinario Istituto di Ematologia Università Cattolica di Roma - Policlinico Agostino Gemelli

Dettagli

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA Codice Descrizione DRG 006 Decompressione tunnel carpale Allegato 6 A 008 INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI

Dettagli

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio cloruro cloruro Data Revisione Redazione Approvazione Autorizzazione N archiviazione 00/00/2010 e Risk management Produzione Qualità e Risk management Direttore Sanitario 1 cloruro INDICE: 1. Premessa

Dettagli

Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura

Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura Introduzione Gli indicatori calcolati sugli anni di vita persi per morte prematura (PYLLs) combinano insieme le informazioni relative alla numerosità

Dettagli

Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti

Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo consultate il documento Alcune informazioni sul virus HPV

Dettagli

Chemioterapia e i suoi principali effetti collaterali. Guida informativa per i pazienti. Unità Operativa Ematologia e Centro Trapianti Midollo Osseo.

Chemioterapia e i suoi principali effetti collaterali. Guida informativa per i pazienti. Unità Operativa Ematologia e Centro Trapianti Midollo Osseo. Chemioterapia e i suoi principali effetti collaterali. Guida informativa per i pazienti. Unità Operativa Ematologia e Centro Trapianti Midollo Osseo. Ospedale Oncologico Armando Businco Cagliari. Le informazioni

Dettagli

CD4, carica virale e altri test

CD4, carica virale e altri test www.aidsmap.com CD4, carica virale e altri test Italiano Prima edizione 2010 Autore: Michael Carter Prima edizione italiana: 2010 Adattata dalla prima edizione inglese 2009 Si ringrazia LILA per la traduzione

Dettagli

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi.

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi. L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA Ci muoviamo insieme a voi. PREMESSA LA ORTHOPÄDISCHE CHIRURGIE MÜNCHEN (OCM) È UN ISTITUTO MEDICO PRIVATO DEDICATO ESCLUSIVAMENTE

Dettagli

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA Particolare dell incisione chirurgica Componenti di protesi d anca 2 Immagine di atrosi dell anca Sostituzione mediante artroprotesi La protesizzazione dell anca (PTA)

Dettagli

SONDAGGIO sulle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (D.A.T. - "testamento biologico")

SONDAGGIO sulle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (D.A.T. - testamento biologico) SONDAGGIO sulle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (D.A.T. - "testamento biologico") effettuato tra i chirurghi italiani delle varie branche e delle diverse specialità per conto del Collegio Italiano

Dettagli

Abitudini e stili di vita della paziente donna giovane

Abitudini e stili di vita della paziente donna giovane POpolazione Sieropositiva ITaliana Abitudini e stili di vita della paziente donna giovane Survey realizzata da In collaborazione con Con il supporto non condizionato di 3 METODOLOGIA Progetto POSIT POpolazione

Dettagli

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna Principali attività e medico presso la Medicina e Chirurgia di Accettazione ed Urgenza (MCAU) del Pronto Soccorso Generale P.O. Garibaldi Centro. Attività svolta presso gli ambulatori di Medicina del Pronto

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Catene Leggere Libere nel Siero

Catene Leggere Libere nel Siero Conoscere e capire il dosaggio delle Catene Leggere Libere nel Siero International Myeloma Foundation 12650 Riverside Drive, Suite 206 North Hollywood, CA 91607 USA Telephone: 800-452-CURE (2873) (USA

Dettagli

SISTEMA CIRCOLATORIO. Permette, attraverso il sangue, il trasporto di O 2. , sostanze nutritizie ed ormoni ai tessuti e la rimozione di CO 2

SISTEMA CIRCOLATORIO. Permette, attraverso il sangue, il trasporto di O 2. , sostanze nutritizie ed ormoni ai tessuti e la rimozione di CO 2 SISTEMA CIRCOLATORIO Permette, attraverso il sangue, il trasporto di O 2, sostanze nutritizie ed ormoni ai tessuti e la rimozione di CO 2 e cataboliti, per mantenere costante la composizione del liquido

Dettagli

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC)

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) OSPEDALE FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO Azienda Ospedaliera di rilievo nazionale M I L A N O S.C. RADIOLOGIA Direttore Dott. G. Oliva ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) ESAMI DA ESEGUIRE (VALIDITA'

Dettagli

La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio.

La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio. Che cos è la Degenerazione Maculare correlata all Età (DME)? La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio. Essa porta a una limitazione o alla perdita

Dettagli

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE IN SEDE DI ACCERTAMENTI PSICO-FISICI E ATTITUDINALI (pena l esclusione dal reclutamento)

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE IN SEDE DI ACCERTAMENTI PSICO-FISICI E ATTITUDINALI (pena l esclusione dal reclutamento) DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE IN SEDE DI ACCERTAMENTI PSICO-FISICI E ATTITUDINALI (pena l esclusione dal reclutamento) 1. Tutti i convocati (uomini e donne) dovranno presentarsi con: - originale o copia

Dettagli

EPATITE B. 50 domande e risposte. Dr. med. Eric Odenheimer, Prof. Dr. med. Beat Müllhaupt e Prof. Dr. med. Andreas Cerny

EPATITE B. 50 domande e risposte. Dr. med. Eric Odenheimer, Prof. Dr. med. Beat Müllhaupt e Prof. Dr. med. Andreas Cerny EPATITE B 50 domande e risposte Dr. med. Eric Odenheimer, Prof. Dr. med. Beat Müllhaupt e Prof. Dr. med. Andreas Cerny 2012 by SEVHep; 2 a edizione c/o Centro di Epatologia Clinica Luganese Moncucco Via

Dettagli

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio?

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio? Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della sanità pubblica UFSP Malattie trasmissibili Stato al 05.10.2010 FAQ Influenza stagionale 1. Cos è l influenza? 2. Come si trasmette l influenza?

Dettagli

PICC e Midline. Guida per il Paziente. Unità Operativa di Anestesia

PICC e Midline. Guida per il Paziente. Unità Operativa di Anestesia PICC e Midline Guida per il Paziente Unità Operativa di Anestesia INDICE Cosa sono i cateteri PICC e Midline Pag. 3 Per quale terapia sono indicati Pag. 4 Quando posizionare un catetere PICC o Midline

Dettagli

LA TRASFUSIONE DI SANGUE EMOCOMPONENTI ED EMODERIVATI

LA TRASFUSIONE DI SANGUE EMOCOMPONENTI ED EMODERIVATI LA TRASFUSIONE DI SANGUE EMOCOMPONENTI ED EMODERIVATI 3 a edizione Dicembre 2008 Questa terza edizione delle Linee Guida per la trasfusione di sangue ed emoderivati, frutto della collaborazione e dell

Dettagli

L'IMPORTANZA DELL'ACQUA

L'IMPORTANZA DELL'ACQUA L'IMPORTANZA DELL'ACQUA L'acqua è il principale costituente del nostro corpo. Alla nascita il 90% del nostro peso è composto di acqua: nell'adulto è circa il 75% e nelle persone anziane circa il 50%; quindi

Dettagli

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI Daniela Livadiotti Società Italiana di Medicina di Prevenzione e degli Stili di Vita INVECCHIAMENTO L invecchiamento può essere definito come la regressione

Dettagli

IL MIELOMA MULTIPLO Guida per i pazienti

IL MIELOMA MULTIPLO Guida per i pazienti Az.Osp.San Camillo-Forlanini-Roma IL MIELOMA MULTIPLO Guida per i pazienti a cura del Dr. Luca De Rosa Ematologia e Centro Trapianti Cellule Staminali Azienda Ospedaliera San Camillo Forlanini Istituto

Dettagli

Parte Prima La mappa del NO PROFIT in provincia di Foggia

Parte Prima La mappa del NO PROFIT in provincia di Foggia Parte Prima La mappa del NO PROFIT in provincia di Foggia 1.1 Universo di partenza dell indagine In questa prima parte del lavoro sono state analizzate le associazioni censite e classificate nell intera

Dettagli

Emergenze emorragiche in corso di terapia anticoagulante: quale gestione?

Emergenze emorragiche in corso di terapia anticoagulante: quale gestione? Società Medico Chirurgica di Ferrara FIBRILLAZIONE ATRIALE E TROMBOSI VENOSA PROFONDA ASPETTI FISIOPATOLOGICI, CLINICI E TERAPEUTICI Emergenze emorragiche in corso di terapia anticoagulante: quale gestione?

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI

ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI DIPARTIMENTO CHIRURGICO SPECIALISTICO Unità Operativa di Oculistica Direttore: Prof. Paolo Perri ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI Gentile Signora/e, questo opuscolo

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo La dieta, il microbiota intestinale e la salute digestiva sono intrecciati fra loro. Questi legami e il potenziale benefico dei probiotici

Dettagli