mda master direzione aziendale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "mda master direzione aziendale"

Transcript

1 mda master direzione aziendale [ [

2 mda e un viaggio (di sei mesi) organizzato in nuvole e gocce. le nuvole sono: numeri, regole, traiettorie, mercato, interazione, valore aggiunto, futuro presente.

3 [ SOPRA LE RIGHE ll Master in Direzione Aziendale di Morris, Casini & Partners è un sistema esoformativo avanzato capace di potenziare il Talento e sviluppare le Conoscenze di Giovani Talenti laureati in Economia, Ingegneria, Filosofia e indirizzarli al mestiere di Manager d Impresa o di Consulente di Direzione Aziendale. E possibile accedere al Master anche ai laureati in Scienze della Comunicazione subordinatamente al superamento di un test preliminare aggiuntivo rispetto alla normale selezione. MDA fornisce una visione integrata, globale, introspettiva e aerea del sistema impresa. Nel trasferire ai partecipanti metodologie di gestione e tecniche operative, indispensabili per operare in ambiente innovativo, competitivo e critico, il Master integra la preparazione universitaria di base con un approccio professionale e manageriale attivo e forma Persone pronte a gestire processi e situazioni organizzative complesse con strumenti di analisi innovativi. Le traiettorie esoformative che congiungono le nove Nuvole Tematiche, mai tradizionali, sono contaminate da interventi tenuti da manager e professionisti e da rappresentanti del mondo istituzionale, politico ed economico. MDA è un master integrato aula-stage. MDA è stato disegnato ed è diretto da Valter Casini, Presidente dell APCOD (Associazione Professionale Consulenti Organizzativi e Direzionali) e della Morris, Casini & Partners. Morris, Casini & Partners nasce dal progetto di internazionalizzazione delle competenze, maturate in oltre venti anni di esperienza, da Valter Casini nell ambito della Consulenza Strategica (Consulenza di Direzione e Organizzazione Aziendale). Al capitale sociale di MC&P partecipa, oltre a Valter e agli altri Senior Partners, la Morris Investment di Londra, Engineering spa, Castello di Tignano (Famiglia Marabini). Missione di MC&P è assistere Imprese & Imprenditori, Manager, Politici con responsabilità di Partito o di Governo nel processo DECISORIO e nell esercizio dell assunzione di Responsabilità. Negli anni la Tribù di Valter si è specializzata nei mercati dell Immateriale diventandone un riferimento internazionale e costruendo attorno alla Consulenza un sistema di Servizi e di Laboratori di Ricerca. La capacità di affrontare situazioni nuove è nella genetica della Tribù ed è in questo ambito che l apporto dello Strategic Advisor trova la sua massima applicazione. L estrazione umanistica (filosofo) e tecnica (economista) di Valter Casini unita alla competenza e ai titoli acquisiti durante la carriera nelle aree della Consulenza Direzionale, caratterizza gli interventi della Tribù, in ogni area della Consulenza Strategica, in modo assolutamente atipico e -quindi- in grado di destrutturare le logiche fino a quel momento applicate che, attraverso il ricorso alla Consulenza si vogliono modificare o verificare.

4 [l ESOFORMAZIONE L Esodo è il secondo libro della Torah ebraica e della Bibbia cristiana. È scritto in ebraico e, secondo l ipotesi maggiormente condivisa dagli studiosi, la sua redazione definitiva, ad opera di autori ignoti, è collocata al VI-V secolo a.c. in Giudea, sulla base di precedenti tradizioni orali e scritte. È composto da 40 capitoli. Nei primi 14 descrive il soggiorno degli Ebrei in Egitto, la loro schiavitù e la miracolosa liberazione tramite Mosè (Esodo), mentre nei restanti descrive il soggiorno degli Ebrei nel deserto del Sinai. Il periodo descritto è tradizionalmente riferito al a.c. Il libro dell Esodo è chiaramente suddiviso in tre grandi sezioni, corrispondenti ai tre momenti della narrazione. La prima, corrispondente ai capitoli 1,1-15,21, comprende il racconto dell oppressione degli Ebrei in Egitto, la nascita di Mosè, la fuga del patriarca a Madian e la scelta divina, il suo ritorno in Egitto, le dieci piaghe e l uscita dal paese. La seconda sezione 15,22-18,27 narra del viaggio lungo la costa del Mar Rosso e nel deserto del Sinai. La parte conclusiva 19,1-40,38 riguarda l incontro tra Dio e il popolo eletto, mediante le tappe fondamentali del decalogo 20,2-17 e del codice dell alleanza 20,22-23,19, seguito dall episodio del Vitello d oro e dalla costruzione del Tabernacolo. L Esodo è il paradigma dell Esoformazione. L Oppressione è la parte della formazione professionale che instilla competenze e tecniche, in costante e crescente competizione (perdente) con i mutamenti e con il cambiamento. Il Viaggio è il percorso che ci porta dal sistema delle competenze a quello della conoscenza. L Incontro è il congiungimento fra il Formato per Conoscenza e il Mercato. La coscienza che ciò che viene affidato ad un Manager o ad un Consulente non è il passato da cambiare ma il futuro da scrivere.

5 [ GIOVANI TALENTI CERCASI OBIETTIVO MDA ha la missione di formare Manager, Consulenti e Manager Consulenti capaci di intepretare, scrivere, dirigere e governare i cambiamenti. Una scuola di volo per piloti d impresa. DESTINATARI Talentuosi laureati in Economia, Ingegneria, Filosofia. Possono essere ammessi laureati in Scienze delle Comuicazioni (dopo test valutativo). Il numero di partecipanti ammessi a ciascuna edizione di MDA è di 6 per un totale di 12 MDA Certified Alumni l anno. Sono previste due edizioni annuali, gennaio-giugno e luglio-dicembre. DURATA, SEDE Il Master, nella sua quotidiana contaminazione fra SAPERE-PENSARE-FARE ha una durata di mesi 6 full time. La sede di MDA è in Roma, via del porto fluviale 9. SELEZIONE I Candidati verranno selezionati attraverso interviste personali. Gli skills personali e le esperienze extrauniversitarie concorreranno al processo valutativo. DOCENTI Consulenti di Direzione e Manager d Impresa sintonizzati con la metodologia didattica esoformativa di MC&P, capaci di assicurare ai partecipanti un maieutico sviluppo del talento e del sistema di conoscenze. ATTESTATI Al termine del Master sarà consegnato a tutti i partecipanti l attestato di partecipazione e l iscrizione all APCOD (Associazione Professionale Consulenti Organizzativi e Direzionali) oltre un attestato con note di Stage da parte della Morris, Casini & Partners. TUITION FEE Il fee totale per la partecipazione a MDA è di euro SCOLARSHIP Emilio Casini Scolarship (a copertura dell intero importo), Morris, Casini Foundation Scolarship (a copertura dell intero importo), Morris Investment ltd Scolarship (50% dell intero importo), Companier and Institutions Scolarships (5.000 euro). ACCREDITATIONS MC&P AMEC, CONFCULTURA - CONFINDUSTRIA, APCOD, ASSOCIAZIONE ITALIANA ECONOMIA DELLA CONOSCENZA, FEDMA, INTERNATIONAL CONFEDERATION of FINANCE, AICP, EAPC, ASSOCIAZIONE ITALIANA ANALISI DINAMICA DEI SISTEMI Member, AISM. Sistema di Gestione per la Qualità Certificato ISO 09001:2000 Nr TUV Austria

6 [ NUMERI L IMPRESA IN NUMERI Obiettivi: Il corso fornisce le conoscenze su cui si basa un sistema contabile approfondendo le problematiche connesse alle metodologie contabili più frequenti nell economia di un impresa industriale. Il fine del corso è quello di porre i partecipanti in grado di: classificare i principali conti tipici delle imprese; eseguire le fondamentali registrazioni dei movimenti relativi alle ordinarie operazioni di gestione aziendale; eseguire contabilmente le operazioni di chiusura e apertura generale dei conti. Programma: Definizione di contabilità e suo scopo; Le rilevazioni contabili: metodi e sistemi di scritture; Il Piano dei Conti (e il quadro dei conti); La natura dei conti e il loro funzionamento con il metodo della partita doppia; I libri obbligatori (nella contabilità ordinaria); Altri libri obbligatori in determinate condizioni, sia per le ditte individuali che per le società; Le modalità e i termini per le registrazioni; Le modalità e i termini di emissione delle fatture e delle note di credito; Le dichiarazioni periodiche IVA e le liquidazioni periodiche IVA; Casi particolari di registrazioni dal punto di vista delle imposte dirette, dell IVA e dell IRAP; Le ritenute d acconto e i versamenti INPS; Il Bilancio e le principali scritture d esercizio. IL BILANCIO Obiettivi: Offrire le conoscenze per una corretta lettura del bilancio di esercizio. Fornire gli strumenti necessari per conoscere e interpretare I andamento dell impresa. Trasmettere le principali metodologie di analisi per valutare la performance dei propri clienti, fornitori e concorrenti. Programma: Introduzione agli strumenti di governo dell azienda - Il bilancio di esercizio - La lettura manageriale del Bilancio - Gli indici di bilancio: pochi numeri, tante informazioni - Esercitazioni pratiche. IL CONTROLLO DI GESTIONE Obiettivi: Fornire le logiche di base su cui si fondano i sistemi di programmazione e controllo e l analisi dei costi oltre che le principali funzioni, obiettivi e finalità del budget. Programma: Introduzione al controllo di gestione; La riclassificazione del bilancio: finalità e metodi; Concetti e criteri per I analisi dei costi; I sistemi di contabilità dei costi; Le tecniche tradizionali di Contabilità Industriale; La Break-Even Analysis; Le tecniche avanzate di controllo di gestione; Il processo di formazione del budget: criteri di formazione e d impiego; I budget finanziari; I Sistemi di reporting. LA FINANZA D IMPRESA Obiettivi: Sviluppare le competenze necessarie ad individuare e gestire le leve finanziarie efficaci per supportare le decisioni e misurare la performance. Presentare nuove tecnologie per valutare I azienda e le sue capacità di crescita. Governare le logiche dei processi economico-finanziari per gestire efficacemente il business e prendere decisioni ottimali. Programma: La finanza aziendale e il suo ruolo determinante nella crescita e sviluppo dell impresa; Performance d impresa e processo decisionale; Elementi di pianificazione economico-finanziaria; Finanza strategica e creazione di valore; Gli indicatori economici e finanziari per misurare la salute dell impresa; Le forme tecniche di finanziamento più idonee al fabbisogno finanziario dell impresa - La valutazione degli investimenti e della redditività del capitale impiegato.

7 [ LA FINANZA STRATEGICA Obiettivi: Far acquisire le competenze e la metodologia necessarie per implementare un funzionale budget finanziario. Programma: Generalità; La situazione finanziaria; Impatto del capitale circolante sul fabbisogno finanziario; L equilibrio economico-finanziario; Check-up; Le azioni correttive per il riequilibrio economico-finanziario. DINAMICHE DI VALUTAZIONE BANCARIA DELLE AZIENDE Obiettivi: Fornire ai partecipanti gli strumenti di base per comprendere le nuove dinamiche e le nuove regole di valutazione delle aziende. Trasferire le competenze indispensabili per comprendere attraverso quali leve I azienda potrà migliorare il rating e comunicare alla banca con chiarezza, tempestività e continuità i propri indicatori di redditività, liquidità e solidità patrimoniale evitando di venire schiacciata nelle peggiori classi di valutazione. Programma: Basilea 2 il nuovo accordo sul capitale; Il merito creditizio, terminologie significati e metodi; La Piccola Media Impresa e il sistema creditizio; Valutazione d impresa e preparazione al rating; Nuovi elementi di lettura del bilancio. REGOLE NEGOZIAZIONE E CONTRATTUALIZZAZIONE Obiettivi: Fornire ai partecipanti le nozioni basilari in tema di contrattualistica internazionale e affrontare in dettaglio le questioni che si presentano con maggiore frequenza nel corso del negoziato con controparti straniere, nell esecuzione del contratto e con la sua cessazione. Considerare la determinazione e la scelta del diritto applicabile e la redazione e predisposizione di clausole per la gestione del contenzioso. Delineare le tipologie di contratti che ricorrono con maggiore frequenza nella prassi internazionale. Programma Generale: Negoziazione di un contratto internazionale. Problematiche connesse alla stipula di contratti internazionali di impresa; Le fasi di negoziazione di un contratto internazionale; La redazione dei contratti internazionali: aspetti fondamentali da non tralasciare; Come strutturare un contratto internazionale. Programma speciale: I singoli contratti. Contratti tipici e atipici nell ordinamento giuridico italiano internazionale. IL NUOVO DIRITTO SOCIETARIO Obiettivi: Illustrare le principali novità introdotte dalla riforma del Diritto Societario in modo da facilitare l apprendimento e la comprensione degli aspetti maggiormente qualificanti della nuova disciplina. Programma: Le nuove società a responsabilità limitata; La riforma delle società cooperative; I nuovi sistemi di amministrazione e controllo nelle società per azioni; Le altre norme in materia di Spa; Gli illeciti penali e amministrativi e le nuove norme procedurali; La nuova disciplina del bilancio di esercizio.

8 [ TRAIETTORIE LA MISURAZIONE DEL BUSINESS Obietttivi: Fornire ai manager tutte le conoscenze necessarie per I introduzione in azienda di un sistema di misuratori, ossia di un set di indicatori di prestazione, perfettamente calibrato al proprio business. Programma: I sistemi di misura attuali/tradizionali; Il legame tra strategie aziendali e indicatori; Gli indicatori della soddisfazione dei clienti; Le prestazioni importanti per i clienti; Le prestazioni importanti per le operazioni; Progettazione di un sistema di P.I.S.; Implementazione del sistema di indicatori in Azienda; I casi aziendali: presentazione e discussione. COST MANAGEMENT Obiettivi: Scopo del corso è illustrare sia i principi dell organizzazione snella, sia le modalità operative per introdurre tale approccio in azienda trasferendo la consapevolezza che solo attraverso la flessibilità, ossia attraverso I organizzazione di strutture agili, I impiego intelligente delle persone e I uso della tecnologia strettamente integrato con I attività umana, è possibile aumentare la propria redditività riducendo al tempo stesso i costi. Programma: Introduzione: il perché dell organizzazione snella; I fondamentali; Il progetto; La realizzazione. LA GESTIONE DEI PROCESSI Obiettivi: Il corso fornisce una sorta di check-list degli interventi possibili per incrementare efficienza ed efficacia dei processi spingendosi fino alle ipotesi più drastiche contenute nel Business Process Reengineering. Inoltre, viene sviluppata I analisi del valore aggiunto per definire le fasi da semplificare, eliminare o sviluppare, valutando le implicazioni procedurali ed organizzative conseguenti. Programma: L approccio per processi; Scegliere dove e come intervenire; Approccio incrementale; Tecniche di analisi; Interventi migliorativi; Approccio Business Process Reengineering. L ORGANIZZAZIONE AZIENDALE Obiettivi: Illustrare un approccio all analisi organizzativa estremamente attuale fornendo i supporti, sia metodologici sia operativi, che consentono all azienda di passare dalla situazione di partenza a quella desiderata. Programma: Le strutture organizzative; Le strutture come conseguenze dei processi; I criteri di riferimento per il ridisegno dei processi; Metodologia di progettazione e realizzazione della struttura; Elementi a supporto del ridisegno organizzativo; Presentazione di casi aziendali. PROBLEM DEALING Obiettivi: Fornire ai partecipanti le nozioni fondamentali per impostare e svolgere processi logici in maniera efficiente. Programma: Problem dealing, Elementi di Epistemologia, Approccio euristico e approccio algoritmico, Elementi di Gnoseologia, Lateral thinking, Elementi di Psicologia cognitiva, Knowledge Engineering.

9 PROCESSI E PROGETTI Obiettivi: Presentare all azienda un modello organizzativo che faciliti l integrazione tra i sistemi di gestione delle attività di processo e quelle di progetto consentendo di migliorare i risultati economico/finanziari e i livelli di qualità del proprio business. Programma: Il contesto competitivo; La strategia dell innovazione continua; L evoluzione organizzativa per I innovazione; La pianificazione: Management by Project ; La gestione dei processi (Process Management); La gestione dei progetti (Project Management); L integrazione tra processi e progetti; L innovazione di prodotto; I risultati; Lavori di gruppo; Presentazione e analisi di casi. BUSINESS PROCESS REENGINEERING Obiettivi: Illustrare il BPR e la Gestione per processi approfondendone, attraverso la presentazione di casi concreti, le modalità di approccio e di attuazione, con particolare attenzione ai problemi che è indispensabile conoscere per avere successo. Trasferire tutte le informazioni affinché l impresa possa fare Business Process Reengineering, ossia ridisegare la propria organizzazione dando priorità ai flussi di attività che generano un valore aggiunto riconosciuto dal cliente, privilegiando le attività interfunzionali rispetto alle logiche di funzione. Programma: I principi generali del Business Process Reengineering e le logiche di approccio; Il flusso operativo e la costruzione della vision. Benchmarking Obiettivi: Il Benchmarking, può essere definito come un processo continuo di misurazione di prodotti, servizi, processi, mediante il confronto con i concorrenti più agguerriti o con le aziende riconosciute eccellenti. Il corso si propone di presentare un modello efficace per I applicazione del Benchmarking e di illustrarne le fasi operative da seguire per realizzare un efficace azione di miglioramento. Programma: Definizione e tipi di Benchmarking; Il processo di Benchmarking; Confronto delle prestazioni e dei processi; Il piano di miglioramento; Esempi applicativi. Project Management Obiettivi: In un ambiente competitivo estremamente dinamico dove non esiste standardizzazione e dove la massima soddisfazione del cliente passa attraverso l erogazione di prodotti/servizi sempre più tagliati su misura, diventa stategico integrare la struttura organizzativa tradizionale con strutture di progetto (project oriented) che garantiscono maggiore flessibilità e una gestione integrata di tutte le attività del progetto. Il corso si propone di illustrare la dimensione organizzativa e le metodologie di supporto al Project Management con particolare attenzione alle tecniche di gestione efficace per il successo del progetto in termini di tempi di realizzazione, costi e qualità del risultato. Programma: Contesto competitivo e organizzativo; Concetti base del Project Management; Il Project Manager e il team di progetto; Modelli organizzativi; La pianificazione del progetto; La programmazione e il controllo del progetto.

10 [ 10 MERCATO LE VENDITE Obiettivi: Fornire metodi sistematici tramite i quali i partecipanti potranno scoprire e risolvere i problemi e le aspettative dei clienti fin dall inizio, adattare le proprie modalità operative nella scelta dei giusti target, utilizzare al meglio gli strumenti di supporto alla vendita, dare indicazioni comportamentali che permettano di aumentare la propria efficacia durante i primi contatti commerciali. Mostrare ai venditori quali tecniche usare nelle diverse fasi di acquisto del cliente. Programma: Scenario; La gestione della zona; Il grid della vendita; Le fasi di acquisto del cliente; Tecniche per I identificazione delle esigenze; Come trattare le obiezioni; L uso efficace del telefono. LA DIREZIONE VENDITE Obiettivi: Trasferire la capacità di organizzare, gestire, coordinare e controllare la rete di vendita mediante lo sviluppo di competenze sia tecniche che organizzative-relazionali. Programma: La direzione dei venditori: tecniche e programmi di addestramento e motivazione della rete di vendita; Come misurare I efficacia della rete di vendita; Metodi e strumenti di incentivazione dei venditori; Ricerca e selezione degli uomini di vendita; L organizzazione dei dati e la gestione informatizzata dell area vendita; I contratti di agenzia: problemi legali. LA DIREZIONE COMMERCIALE Obiettivi: Arricchire le conoscenze relative alla gestione del processo commerciale partendo dalla creazione e gestione del valore per il cliente/mercato, sino ad arrivare ad una gestione a vista degli obiettivi della rete commerciale. Presentare le metodologie che consentiranno all azienda il controllo della efficacia del proprio processo commerciale. Programma: Lo scenario di riferimento; La comprensione e l analisi del business; La pianificazione degli obiettivi e la gestione dei risultati commerciali (Navigazione strategica commerciale); La gestione dei risultati. TECNICHE DI NEGOZIAZIONE Obiettivi: Migliorare in maniera tangibile la capacità di negoziare, ovvero di mediare tra attese ed esigenze anche conflittuali, per conseguire al meglio gli obiettivi prefissati. Trasferire le abilità essenziali per condurre in maniera professionale ed efficace le situazioni negoziali. Vincere le difficoltà nei rapporti verbali ed individuare i fattori che sono alla base della negoziazione. Fornire uno strumento di controllo al negoziatore per consentirgli di non oltrepassare la soglia della convenienza. Programma: I principi fondamentali della negoziazione; I modelli di comportamento in un negoziato; Come essere duri con il problema e morbidi con le persone; Tattiche diverse nella gestione delle controversie.

11 VENDITA E VALORE Obiettivi: Fornire alle Direzioni commerciali strumenti efficaci ed innovativi; trasferire le tecniche e le metodologie di vendita più avanzate per venire incontro ai mutamenti nei rapporti tra venditore, consulente e cliente, e per governare al meglio le relazioni interpersonali. Programma: Evoluzioni organizzative e di ruolo; La leadership nella vendita; Tecniche per I identificazione e lo sviluppo delle esigenze; Come il cliente percepisce il valore La vendita e la psicologia comportamentale; I criteri fondamentali attraverso i quali le persone comunicano. B2B Obiettivi: Rafforzare nel settore BtoB le tecniche di vendita basate sul processo di acquisto del cliente. Fornire le competenze necessarie per individuare il centro decisionale, stabilire una strategia d ingresso, riconoscere e comprendere le esigenze del cliente, influenzare le esigenze ed i criteri decisionali del cliente, risolvere i dubbi del cliente e negoziare i termini dell offerta. Programma: Le cause d insuccesso nella vendita tradizionale; Capire come decidono i clienti; La strategia di ingresso sul cliente; La strategia per riconoscere le esigenze del cliente; La valutazione delle offerte alternative: influenzare la scelta del cliente; La concorrenza: differenziazione e vulnerabilità; Risolvere i dubbi del cliente; La negoziazione: come offrire concessioni; La fase d implementazione e di manutenzione del cliente. LE RELAZIONI COMMERCIALI Obiettivi: Fornire conoscenze che permettano di identificare le diverse componenti che intervengono in una relazione ed affrontare i criteri legati alla complessità dell individuo e delle sue relazioni con il mondo esterno. Programma: Il cambiamento di prospettiva; L interazione tra la psicologia e la scienza comportamentale; Emozione, ragione e valori; Le relazioni interpersonali; Le persone come entità globali; circolo vizioso e circolo virtuoso nelle relazioni. IL MARKETING CREATIVO Obiettivi: Trasferire le tecniche della creatività per risolvere specifici problemi di marketing e di vendita come lo sviluppo di un nuovo prodotto, la creazione di una nuova marca e l elaborazione di nuove argomentazioni di vendita. Programma: La creatività in azienda; Lavoro e formazione; La creatività applicata al marketing; La creatività applicata alla vendita. MARKETING STRATEGICO E OPERATIVO Obiettivi: Far acquisire ai partecipanti, attraverso la conoscenza degli strumenti e delle tecniche del marketing, la capacità di gestire la complessità del business attuale e di pianificare e controllare i risultati di strategie e azioni. Programma: Concetto di marketing e ruolo nel contesto aziendale; L analisi del mercato; Definire la strategia di marketing: progettare idee vincenti; Applicare la strategia: prodotto e prezzo; Il marketing operativo; Il piano di marketing: struttura, modalità e consigli per la stesura. LA COMUNICAZIONE INTEGRATA Obiettivi: Introdurre ad una concezione professionale della comunicazione integrata d impresa in ottica customer-oriented. Aiutare i partecipanti a sviluppare criteri decisionali efficaci in rapporto alla comunicazione d impresa. Programma: Marketing come fondamento di una comunicazione efficace; Tecnica della comunicazione d impresa; Approfondimenti; Strumenti per le decisioni; Gli ambienti digitali interattivi. CRM Obiettivi: Fornire ai partecipanti tutte le competenze per creare una relazione di valore con il cliente, che incrementi fedeltà, redditività e ritorno delle azioni di marketing. Programma: Il CRM: filosofia e vision; I fattori critici in un sistema di CRM; Le tappe principali di un progetto di CRM; CRM e marketing relazionale; Il CRM a servizio della relazione cliente; Ottimizzare il sistema: le risorse e l organizzazione; Arricchire, monitorare e sviluppare il sistema.

12 [ [ INTERAZIONE I PROCESSI INTERATTIVI per le piccole e medie imprese Obiettivi: Fornire le principali e più attuali nozioni in materia di comunicazione aziendale, facendo apprendere ai partecipanti le principali tecniche di comunicazione interna ed esterna delle piccole e medie imprese, con particolare attenzione alle strategie di marketing. Proporre degli esempi di comunicazione aziendale in casi di crisi, evidenziando le tecniche comunicative più efficaci. Programma: La comunicazione aziendale; La comunicazione della crisi aziendale; Aspetti tecnologici. I MEETING Obiettivi: Dotare i partecipanti di capacità adeguate, di conoscenze del linguaggio gruppale e di tecniche specifiche relative alla conduzione delle riunioni. Sensibilizzare e focalizzare i partecipanti sulle dinamiche del gruppo in riunione. Programma: Lo strumento riunione; Riunione e dinamica di gruppo; La preparazione della riunione; Abilità di coordinatore. PUBLIC SPEAKING Obiettivi: Fornire ai partecipanti una specifica metodologia per la strutturazione dell intervento e affinare le abilità comunicative: espressione vocale, rappresentazione e drammatizzazione. Il corso è totalmente attivo: i partecipanti verranno gradualmente guidati alla costruzione del proprio intervento e alla presentazione del medesimo al pubblico. Programma: Come si affronta il pubblico; Le fasi di costruzione del discorso; Esercitazione sulle tecniche comunicative. VALORE AGGIUNTO IL FRONT LINE Obiettivi: Esaltare al front-line I essenzialità del momento magico del rapporto col cliente. Sensibilizzare agli effetti che la comunicazione personale, verbale e non, suscita sui riceventi. Fornire modalità di controllo dell ansia. Facilitare l uso della voce, dello sguardo e della gestualità. Programma: Il ruolo del front-line; Le abilità relazionali; voce e comunicazione non verbale. TIME MANAGEMENT & MIND MANAGER Obiettivi: Avviare un percorso di riflessione individuale sulla gestione del tempo che ci permetta di migliorare la qualità della vita professionale e personale di ogni giorno. Presentare strategie e metodi il cui impiego consenta di investire al meglio le energie per ottenere i risultati e le gratificazioni desiderate, nel lavoro e nella vita personale. Apprendere tecniche specifiche per organizzare la propria giornata lavorativa e quella dei propri collaboratori. Essere in grado di gestire il tempo con consapevolezza, aumentando così la redditività dell organizzazione. Le Mappe Mentali. Programma: La relazione con il tempo; L approccio sistemico alla gestione del tempo; Tecniche di time management; La gestione dello stress; Conclusione: il piano di sviluppo individuale. L uso delle Mappe Mentali.

13 L efficacia manageriale Obiettivi: Maturare una visione positiva delle sfide che esistono a livello individuale e dell organizzazione in cui si opera; valorizzare le proprie abilità interpersonali; acquisire tecniche e principi di gestione e organizzazione delle proprie attività; acquisire tecniche per un efficace gestione del tempo. Programma: Le basi dell efficacia manageriale: I atteggiamento mentale; La gestione delle risorse umane; L organizzazione della propria attività; La gestione del tempo; Problem solving e miglioramento continuo delle prestazioni. la leadership emozionale Obiettivi: Dotare gli imprenditori e tutti coloro che gestiscono team di persone di quelle competenze e di quegli strumenti applicabili nella realtà di appartenenza, necessari per la buona gestione delle attività dei collaboratori. Programma: Dalla gestione allo sviluppo delle risorse umane; Le nuove frontiere della motivazione; L intelligenza emotiva del leader; Autodiagnosi delle proprie capacità emozionali e delle resistenze; Feedback costruttivo e Feedback correttivo. lo sviluppo dell eccellenza Obiettivi: Esplorare, adattandosi alle specifiche realtà dei partecipanti, gli approcci, le metodologie e le tecniche di un sistema di gestione delle Risorse Umane orientato all eccellenza. Affrontare le principali leve di una gestione integrata e coerente del personale, proponendo possibili applicazioni, confronti con la realtà e nuove prospettive operative e gestionali, utili a valorizzare il patrimonio di competenze, know-how e passione rappresentato dalle Risorse Umane della propria organizzazione. Programma: Evoluzione delle organizzazioni, cultura e politiche di gestione delle risorse umane; La nuova visione della funzione dedicata allo sviluppo delle Risorse Umane; Guidare le persone nel cambiamento organizzativo; Il sistema di competenze per governare e indirizzare le politiche di gestione delle Risorse Umane; I processi di formazione e apprendimento; La valutazione del personale; L inserimento del personale; Internal marketing. La People Satisfaction Obiettivi: Dotare le imprese di nuove sensibilità e di uno strumento fondamentale rivolto alla soddisfazione del personale interno (people satisfaction) presentandone gli strumenti operativi di rilevazione e monitoraggio. Programma: I nuovi contesti organizzativi; Il concetto di cliente interno e di people satisfaction ; La logica di azienda del benessere ; Perché e quando intervenire con la people satisfaction ; Le fasi metodologiche dell intervento; La visualizzazione dei report; Definizione di strategie di miglioramento e sistemi di monitoraggio. costruire e governare COMPETENZE Obiettivi: Il corso, nel confronto con le applicazioni e le esperienze più innovative, consente di approfondire le migliori metodologie per costruire un sistema di competenze efficace. L attenzione alle competenze, che caratterizzano in modo distintivo e prioritario un azienda, consente di costruire le condizioni che possono garantire il controllo e lo sviluppo del proprio futuro. Attraverso la costruzione del sistema delle competenze, che fonde il saper fare con il saper essere, è possibile affrontare in modo coerente ed efficace tutte le leve di gestione delle Risorse Umane. Programma: Dalla gestione della prestazione allo sviluppo delle competenze; Costruire la mappa delle competenze; Riconoscere il proprio gap di sviluppo; Applicare il sistema di competenze. LA GESTIONE DEI CONFLITTI Obiettivi: Presentare strategie e metodi per la negoziazione in modo da poter riconoscere le posizioni iniziali proprie e dell altro. Fornire tecniche pratiche sulla preparazione, su come iniziare, condurre e stabilire elementi d intesa con la controparte e raggiungere accordi. Far acquisire tecniche di contrattazione, di problem solving e gli strumenti per la preparazione del negoziato, la sua analisi e la sua gestione. Dare suggerimenti preziosi per le situazioni conflittuali della vita lavorativa. Programma: Il management negoziale; La negoziazione di principi e regole fondamentali; La gestione dei conflitti; Ruolo e stile del negoziatore efficace; Tecniche di Problem Solving.

14 [ Team BUILDING & MANAGEMENT Obiettivi: Accompagnare, passo dopo passo e anche secondo logiche di formazione empowerment, coloro che hanno (o avranno) il compito di condurre gruppi, alla ricerca di un immagine condivisa di team. Far acquisire ai partecipanti consapevolezza di strategie efficaci e abilità specifiche per lavorare e gestire gruppi di lavoro in contesto organizzativo. Programma: La nascita e la struttura del gruppo; Dinamiche del gruppo; Modalità decisionali; Fasi metodologiche del gruppo di lavoro; Saper accompagnare l evoluzione del proprio team; Come arrivare al team eccellente. Il coaching Obiettivi: Introdurre gli imprenditori e tutti coloro che gestiscono team di persone alle tecniche del coaching, in modo da aiutare le persone e le organizzazioni in cui operano a realizzare obiettivi che altrimenti non raggiungerebbero, sviluppando il loro potenziale, sostenendone le scelte e offrendo loro gli strumenti per ricercare in sé le risorse indispensabili per attuare precisi piani di azione. Programma: Una premessa: il manager coach come risposta alle nuove sfide dell azienda; Preparare il proprio piano di coaching: strumento base della formazione e della crescita professionale dei propri collaboratori; Saper diventar un manager coach di alto profilo; Saper applicare il piano di coaching; Intervenire sulle aree di miglioramento; Vendere al collaboratore il bisogno di crescita professionale e far accettare i propri consigli; Costruire un piano di sviluppo personale per ogni collaboratore. FUTURO PRESENTE Microsoft OFFICE Obiettivi: Fornire ai partecipanti una conoscenza approfondita (a livello delle funzionalità avanzate) delle applicazioni OFFICE. Programma: Introduzione al Power Point; Pianificazione della presentazione; Il testo della presentazione; Arricchire la presentazione; Animazione della presentazione; Stampa della presentazione. Le funzionalità di base di Word; Gestire il file Documento; La formattazione; Modifica e ricerca del testo; Le tabelle di Word; Elenchi; La stampa di un documento. Il foglio elettronico; Le funzionalità di base; I formati delle celle; Le funzionalità matematiche di base; regole di base di un grafico; I grafici con Excel; realizzare grafici complessi; La stampa. Web-Marketing Obiettivi: illustrare i principi del marketing sul web, mostrando in particolare il funzionamento dei motori, i trucchi e i segreti per ottenere un buon posizionamento ed aumentare la popolarità del sito. Trasferire le competenze necessarie per apprendere le logiche della comunicazione e in internet; utilizzare strategicamente al meglio gli strumenti di web marketing operativo; pianificare attività di marketing e vendita; capire come gli utenti cercano le informazioni in internet e nei siti web; monitorare i risultati e le performance. Programma: Il piano di Marketing on-line; Trovare e analizzare i concorrenti su internet; Pubblicità Online e le modalità di conteggio costi; Affiliate Marketing; Come attrarre visitatori sul sito aziendale; Registrazioni delle pagine web, registrazione a pagamento (PFI); Progettare e ottimizzare un Sito web; Web positioning: l azienda nella rete; Web metrics: come misurare l efficacia del proprio sito aziendale; Come fidelizzare i visitatori del sito aziendale; Come bloccare i motori di ricerca; Web-marketing, ovvero il marketing one-to-one; Come registrarsi e posizionarsi sui Motori di Ricerca.

15 E-Commerce Obiettivi: Garantire ai partecipanti le competenze e le conoscenze indispensabili per promuovere lo sviluppo di reazioni commerciali in rete. Programma: E-commerce: definizione e potenzialità del commercio elettronico; Business to Consumer; Business to Business. Web Communication Obiettivi: Far acquisire padronanza nell utilizzo degli strumenti specifici della comunicazione online; sviluppare la completa conoscenza di tutti i mezzi promo-pubblicitari utilizzabili in rete. Programma: Cosa vuol dire comunicare; I principi fondamentali della comunicazione on-line; Comunicazione vs web communication; Etica e comportamento in rete; Le quattro C della web communication; Emittente, messaggio e ricevente: diversità del web rispetto alle altre forme di comunicazione; Diversificare la comunicazione in funzione del target; La promozione on-line; Le nuove forme di comunicazione nel Web; Il piano di comunicazione sul web; Controllare i risultati della comunicazione on-line: i tools di monitoraggio. Knowledge Management Obiettivi: Far apprendere ai partecipanti le principali tematiche, metodologie e gli strumenti per implementare un buon programma di Knowledge Management allo scopo di valorizzare le conoscenze e migliorare la competitività dell impresa. Programma: Definizione di Knowledge Management e valore strategico della conoscenza: illustrazione teorica, esempi pratici, analisi dei software significativi; Le diverse tipologie di conoscenza; Le fonti della conoscenza organizzativa; La produzione della conoscenza organizzativa; Acquisizione e gestione dei dati: il sistema informativo aziendale. I sistemi Intranet ed Extranet a supporto della gestione della conoscenza; Il processo di knowledge management. La distinzione tra information sharing e knowledge Sarin; Gestione dell informazione (Business Intelligence): il ruolo della tecnologia; Come valutare il ritorno di investimento di un sistema di knowledge management. Business Intelligence Obiettivi: Analizzare la Business Intelligence, dai principi fondamentali agli applicativi, valutandone gli obiettivi possibili e le strategie più adatte. Programma: Perché la Business lntelligence in azienda?; Acquisizione e gestione del dato; Gestione dell informazione (Business Intelligence); Gestione della conoscenza (Knowledge Management); Scelta degli applicativi per la Business lntelligence: e-room e software di BI; Gli applicativi operativi; Applicativi di terze parti integrabili in Excel ed Access per effettuare datamining.

16 I Le tracce portano in Roma, piazza albania 6 la voce è allo le immagini allo i segnali di fumo a oppure in Palazzo del Drago Via delle Quattro Fontane Roma APCOD Associazione Professionale Consulenti Organizzativi e Direzionali Le tracce portano in Roma, 9/a via del porto fluviale, FEDMA it roma rm tel European (0) Direct Marketing, fax +39. Association (0) Member 14 via francesco sforza, it milano mi INTERNATIONAL CONFEDERATION of FINANCE tel (0) , fax +39 (0) Certified International Financier number 0043/98 7 petworth rd., uk haslemere surrey gu27 2jb ph USPI, fax Unione Stampa Periodica Italiana empire state building, 59th floor fifth ave., usa new york ny ph AICP, fax Associazione Italiana Consulenti Politici Member Sistema di Gestione per la Qualità Certificato ISO 09001:2000 Nr TUV Austria ASSOCIAZIONE ITALIANA ANALISI DINAMICA DEI SISTEMI Member AISM Associazione Italiana Studi di Marketing Member

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA Carlo Carta Responsabile Commerciale ENGINEERING SARDEGNA e IL GRUPPO ENGINEERING La prima realtà IT italiana. oltre 7.000 DIPENDENTI 7% del mercato

Dettagli

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE Management Risorse Umane MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE La formazione di eccellenza al servizio dei Manager PRESENTAZIONE Il Master Triennale di Formazione Manageriale è un percorso di sviluppo

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

SPC Scuola di Process Counseling

SPC Scuola di Process Counseling SPC Scuola di Process Counseling In uno scenario professionale e sociale in cui la relazione è il vero bisogno di individui e organizzazioni, SPC propone un modello scientifico che unisce l attenzione

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli

ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking

ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking INFORMAZIONE FORMAZIONE E CONSULENZA benchmark ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking ACQUISTO DI SERVIZI DI TRASPORTO MERCI E DI LOGISTICA DI MAGAZZINO In collaborazione con Acquisto di

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

Presentazione di alcuni casi di successo. Paolo Piffer 28 Maggio 2007

Presentazione di alcuni casi di successo. Paolo Piffer 28 Maggio 2007 Presentazione di alcuni casi di successo Paolo Piffer 28 Maggio 2007 AZIENDA 1 DEL SETTORE CERAMICO Il problema presentato L azienda voleva monitorare il fatturato in raffronto ai 2 anni precedenti tenendo

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

Job Master con Stage DIREZIONE RISORSE UMANE

Job Master con Stage DIREZIONE RISORSE UMANE Quality Evolution Consulting Formazione Manageriale Job Master con Stage DIREZIONE RISORSE UMANE 7 edizione Firenze 23 maggio 2015 Firenze 120 ore al sabato 23 maggio 2015 31 ottobre 2015 Agenzia Formativa

Dettagli

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo AVVISO FOR.TE 3/12 OFFERTA FORMATIVA CAPAC POLITECNICO DEL COMMERCIO E DEL TURISMO CF4819_2012 Sicurezza: formazione specifica basso rischio - aggiornamento 4 ore Lavoratori che devono frequentare il modulo

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione Reliability Management La gestione del processo di Sviluppo Prodotto Ing. Andrea Calisti www.indcons.eu Chi sono... Andrea CALISTI Ingegnere meccanico dal 1995 al 2009 nel Gruppo Fiat Assistenza Clienti

Dettagli

Progetto BPR: Business Process Reengineering

Progetto BPR: Business Process Reengineering Progetto BPR: Business Process Reengineering Riflessioni frutto di esperienze concrete PER LA CORRETTA INTERPRETAZIONE DELLE PAGINE SEGUENTI SI DEVE TENERE CONTO DI QUANTO ILLUSTRATO ORALMENTE Obiettivo

Dettagli

Business Intelligence: dell impresa

Business Intelligence: dell impresa Architetture Business Intelligence: dell impresa Silvana Bortolin Come organizzare la complessità e porla al servizio dell impresa attraverso i sistemi di Business Intelligence, per creare processi organizzativi

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT Presentazione Obiettivo Il master Project Manager nasce con un duplice intento: fornire, a manager e imprenditori, un concreto contributo e strumenti per migliorare le capacità di gestione di progetti;

Dettagli

STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING

STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING Gianna Maria Agnelli Psicologa Clinica e Psicoterapeuta Clinica del Lavoro "Luigi Devoto Fondazione IRCCS Ospedale

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni

Sistemi di supporto alle decisioni Sistemi di supporto alle decisioni Introduzione I sistemi di supporto alle decisioni, DSS (decision support system), sono strumenti informatici che utilizzano dati e modelli matematici a supporto del decision

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com http://www.sinedi.com ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1 L estrema competitività dei mercati e i rapidi e continui cambiamenti degli scenari in cui operano le imprese impongono ai

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

DISABILITY MANAGEMENT: INTEGRARE LE DIFFERENZE PER FARE LA DIFFERENZA

DISABILITY MANAGEMENT: INTEGRARE LE DIFFERENZE PER FARE LA DIFFERENZA DISABILITY MANAGEMENT: INTEGRARE LE DIFFERENZE PER FARE LA DIFFERENZA Simone Scerri INTRODUZIONE Questa proposta è rivolta alle aziende con un numero pendenti superiore a 15, le quali sono tenute ad assumere

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Comprendere, gestire, organizzare e migliorare i processi di business Caso di studio a cura della dott. Danzi Francesca e della prof. Cecilia Rossignoli 1 Business process Un

Dettagli

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia NetworkNetwor erpreneurship Enterpreneu Network L Enterpreneurship Passion Leadership Istituzione indipendente per la formazione

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

di Francesco Verbaro 1

di Francesco Verbaro 1 IL LAVORO PUBBLICO TRA PROCESSI DI RIORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE PARTE II - CAPITOLO 1 I L L A V O R O P U B B L I C O T R A P R O C E S S I D I R I O R G A N I Z Z A Z I O N E E I N N O V A Z I O N E

Dettagli

Master in Fundraising e Project Management

Master in Fundraising e Project Management Master in Fundraising e Project Management Il Master in Fundraising e Project Management, in collaborazione con l Università degli Studi di Roma Tor Vergata, è volto a formare esperti di raccolta fondi

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R.

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R. Napoli Centro Psicopedagogico Formazione Studi e Ricerche OIDA Scuola di Formazione riconosciuta dal M.I.U.R. Decreto 3 agosto 2011 Scuola di Formazione riconosciuta dalla P.ED.I.AS. Comunicazione Efficace

Dettagli

SCUOLA NAZIONALE DEL BROKER MARITTIMO

SCUOLA NAZIONALE DEL BROKER MARITTIMO SCUOLA NAZIONALE DEL BROKER MARITTIMO Presentazione del corso Istituzionale Il broker marittimo: la figura professionale Lo Shipbroker, in italiano mediatore marittimo, è colui che media fra il proprietario

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

Definizione e struttura della comunicazione

Definizione e struttura della comunicazione Definizione e struttura della comunicazione Sono state date molteplici definizioni della comunicazione; la più semplice e comprensiva è forse questa: passaggio di un'informazione da un emittente ad un

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA Proposte formative 2011 Novità accreditamento ECM FINALITA Per soddisfare l esigenza di aggiornamento professionale continuo, grazie all esperienza maturata da Vega nelle

Dettagli

BRINGING LIGHT. il sistema informativo direzionale BUSINESS INTELLIGENCE & CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT. i modelli funzionali sviluppati da Sme.

BRINGING LIGHT. il sistema informativo direzionale BUSINESS INTELLIGENCE & CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT. i modelli funzionali sviluppati da Sme. Sme.UP ERP Retail BI & CPM Dynamic IT Mgt Web & Mobile Business Performance & Transformation 5% SCEGLIERE PER COMPETERE BI e CPM, una necessità per le aziende i modelli funzionali sviluppati da Sme.UP

Dettagli

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Data Sheet IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Panoramica Le medie aziende devono migliorare nettamente le loro capacità

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI A tutti i Ministeri - Uffici di Gabinetto -Uffici del

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

Logistica digitale delle Operazioni a premio

Logistica digitale delle Operazioni a premio Logistica digitale delle Operazioni a premio La piattaforma logistica delle operazioni a premio digitali BITGIFT è la nuova piattaforma dedicata alla logistica digitale delle vostre operazioni a premio.

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA - organizzare e gestire l insieme delle attività, utilizzando una piattaforma per la gestione aziendale: integrata, completa, flessibile, coerente e con un grado di complessità

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

FACILITARE APPRENDIMENTI SIGNIFICATIVI, MOTIVARE E COINVOLGERE GLI STUDENTI DELLA SCUOLA SUPERIORE. Progetto di formazione

FACILITARE APPRENDIMENTI SIGNIFICATIVI, MOTIVARE E COINVOLGERE GLI STUDENTI DELLA SCUOLA SUPERIORE. Progetto di formazione FACILITARE APPRENDIMENTI SIGNIFICATIVI, MOTIVARE E COINVOLGERE GLI STUDENTI DELLA SCUOLA SUPERIORE Progetto di formazione Questo progetto si articola in due diversi interventi: - un corso/laboratorio per

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Parole Chiave: Sviluppo di un nuovo prodotto, MSNP, design di prodotto, Stage-Gate

Parole Chiave: Sviluppo di un nuovo prodotto, MSNP, design di prodotto, Stage-Gate 6.1 Metodi per lo sviluppo di nuovi prodotti (MSNP) Parole Chiave: Sviluppo di un nuovo prodotto, MSNP, design di prodotto, Stage-Gate Questo capitolo presenta alcune metodologie per gestire al meglio

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli