Il Diporto Nautico in Italia

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il Diporto Nautico in Italia"

Transcript

1 Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Dipartimento per i Trasporti, la Navigazione ed i Sistemi Informativi e Statistici Direzione Generale per i Sistemi Informativi, Statistici e la Comunicazione Ufficio di Statistica Sistema Statistico Nazionale Il Diporto Nautico in Italia Anno 2012

2

3 Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Dipartimento per i Trasporti, la Navigazione ed i Sistemi Informativi e Statistici Direzione Generale per i Sistemi Informativi, Statistici e la Comunicazione Ufficio di Statistica Sistema Statistico Nazionale Il Diporto Nautico in Italia Anno 2012

4 2 Il Diporto Nautico in Italia - Anno 2012 Hanno coordinato i lavori: Il Direttore Generale per i Sistemi Informativi, Statistici e la Comunicazione: RENATO POLETTI Per la Divisione 5 - Ufficio di Statistica: GIOVANNI ZACCHI, ANTONIO MANUGUERRA Hanno redatto Il Diporto Nautico in Italia - Anno 2012 : NADIA BONAFÈ e NADIA VITTOZZI (Capitoli da 1 a 4 ed Appendice), Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto (Capitolo 5) Si ringraziano, per l Ufficio di Statistica: ISABELLA SIMONE, EUGENIO CERRETI, MARIA ANTONIA COSSU, SANDRA MARTA e, inoltre, si ringraziano: il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, l Ufficio di Gabinetto e la Segreteria del Ministro, il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto, i Dipartimenti, la Direzione Generale del Personale e degli Affari Generali del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, la Direzione Generale per il Sistemi Informativi, Statistici e la Comunicazione del Ministero, gli Uffici Periferici Marittimi, le Autorità Portuali e le Direzioni Generali Territoriali dei Trasporti - Uffici Provinciali della Motorizzazione Civile, Alberto Secchi, Paolo Staderini, l Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, la Galleria Nazionale d Arte Moderna di Roma, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali In copertina: Atanasio Soldati (Parma, Parma, 1953) Ultime stelle 1950 Olio su tela Roma, Galleria Nazionale d Arte Moderna Su concessione del Ministero per i Beni e le Attività Culturali

5 Il Diporto Nautico in Italia - Anno Indice Prefazione del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti..... Pag. 7 Presentazione del Direttore Generale per i Sistemi Informativi, Statistici e la Comunicazione Sintesi Consistenza del naviglio da diporto Tavola Consistenza del naviglio da diporto iscritto negli Uffici Marittimi per classi di lunghezza - Situazione al 31/12/ Tavola Iscrizioni del naviglio da diporto negli Uffici Marittimi per classi di lunghezza dall 1/01/2012 al 31/12/ Tavola Cancellazioni del naviglio da diporto negli Uffici Marittimi per classi di lunghezza dall 1/01/2012 al 31/12/ Tavola Consistenza del naviglio da diporto iscritto negli Uffici Marittimi per classi di lunghezza - Situazione al 31/12/ Tavola Differenza tra la consistenza del naviglio da diporto iscritto negli Uffici Marittimi al 31/12/2011 e al 31/12/2012 per classi di lunghezza.. 17 Grafico Suddivisione tipologica della consistenza delle unità da diporto iscritte negli Uffici Marittimi al 31/12/ Grafico Suddivisione tipologica delle unità da diporto iscritte negli Uffici Marittimi nel corso del Grafico Suddivisione tipologica delle unità da diporto cancellate negli Uffici Marittimi nel corso del Grafico Suddivisione tipologica della consistenza delle unità da diporto iscritte negli Uffici Marittimi al 31/12/ Tavola Consistenza del naviglio da diporto iscritto negli Uffici Marittimi - Situazione al 31/12/ Tavola Iscrizioni del naviglio da diporto negli Uffici Marittimi dall 1/01/2012 al 31/12/ Tavola Cancellazioni del naviglio da diporto negli Uffici Marittimi dall 1/01/2012 al 31/12/ Tavola Consistenza del naviglio da diporto iscritto negli Uffici Marittimi - Situazione al 31/12/ Tavola Differenza tra la consistenza del naviglio da diporto iscritto negli Uffici Marittimi al 31/12/2011 e al 31/12/ Tavola Consistenza del naviglio da diporto iscritto negli Uffici Marittimi per classi di lunghezza e Regione - Situazione al 31/12/ Tavola Unità da diporto iscritte negli Uffici Marittimi per classi di lunghezza e per Regione dall 1/01/2012 al 31/12/ Tavola Unità da diporto cancellate dagli Uffici Marittimi per classi di lunghezza e per Regione dall 1/01/2012 al 31/12/ Tavola Consistenza del naviglio da diporto iscritto negli Uffici Marittimi per classi di lunghezza e per Regione - Situazione al 31/12/

6 4 Il Diporto Nautico in Italia - Anno 2012 Tavola Consistenza del naviglio da diporto iscritto negli Uffici Marittimi per classi di lunghezza e per Compartimento Marittimo - Situazione al 31/12/ Pag. 24 Tavola Unità da diporto iscritte per classi di lunghezza e per Compartimento Marittimo dall 1/01/2012 al 31/12/ Tavola Unità da diporto cancellate per classi di lunghezza e per Compartimento Marittimo dall 1/01/2012 al 31/12/ Tavola Consistenza del naviglio da diporto iscritto negli Uffici Marittimi per classi di lunghezza e per Compartimento Marittimo - Situazione al 31/12/ Tavola Serie storica delle unità da diporto iscritte negli Uffici Marittimi per Regione. 36 Tavola Consistenza del naviglio da diporto iscritto negli U.M.C. per classi di lunghezza - Situazione al 31/12/ Tavola Unità da diporto iscritte negli U.M.C. per classi di lunghezza dall 1/01/2012 al 31/12/ Tavola Unità da diporto cancellate negli U.M.C. per classi di lunghezza dall 1/01/2012 al 31/12/ Tavola Consistenza del naviglio da diporto iscritto negli U.M.C. per classi di lunghezza - Situazione al 31/12/ Patenti nautiche Tavola Patenti nautiche rilasciate per la prima volta, rinnovate e sostituite dagli Uffici Marittimi Periferici - Anno Tavola Patenti nautiche rilasciate per la prima volta, rinnovate e sostituite dagli Uffici Marittimi Periferici per Regione - Anno Tavola Patenti nautiche rilasciate per la prima volta, rinnovate e sostituite dagli U.M.C. - Anno Tavola Patenti nautiche rilasciate per la prima volta dagli Uffici Marittimi dal 1997 al 2012 per Regione. 67 Tavola Patenti nautiche rinnovate e sostituite dagli Uffici Marittimi dal 1997 al 2012 per Regione Grafico Patenti nautiche rilasciate per la prima volta nell anno 2012 dagli Uffici Marittimi per tipo di abilitazione. 69 Grafico Patenti nautiche rilasciate a titolo di rinnovo nell anno 2012 dagli Uffici Marittimi per tipo di abilitazione.. 69 Grafico Patenti nautiche rilasciate per la prima volta nell anno 2012 dagli Uffici Marittimi per tipo di abilitazione (composizione percentuale) 70 Grafico Patenti nautiche rilasciate a titolo di rinnovo nell anno 2012 dagli Uffici Marittimi per tipo di abilitazione (composizione percentuale) Sinistri occorsi al naviglio da diporto 71 Tavola Andamento mensile dei sinistri occorsi in mare aperto al naviglio da diporto nel corso dell anno Tavola Sinistri occorsi in mare aperto al naviglio da diporto nel corso dell anno 2012 per Compartimento Marittimo 73 Tavola Serie storica dei sinistri occorsi al naviglio da diporto per natura e conseguenza 75

7 Il Diporto Nautico in Italia - Anno Strutture dedicate alla nautica da diporto e posti barca... Pag. 77 Tavola Numero di posti barca per Capitaneria di Porto, tipologia di struttura e classi di lunghezza al 31/12/ Tavola Numero di posti barca per Regione, tipologia di struttura e classi di lunghezza al 31/12/ Tavola Numero di posti barca per Comune, tipologia di struttura, licenze, dotazioni e Capitaneria di Porto al 31/12/ Tavola 4.4A - Numero di posti barca per dotazione di servizi e per Regione al 31/12/ Tavola 4.4B - Numero di posti barca per dotazione di servizi e per Regione al 31/12/ Percentuali sul totale regionale. 87 Tavola 4.5A - Numero di posti barca per dotazione di servizi e per tipologia di struttura al 31/12/ Tavola 4.5B - Numero di posti barca per dotazione di servizi e per tipologia di struttura al 31/12/ Percentuali sul totale dei posti barca 88 Tavola 4.6A - Numero di posti barca per classi di lunghezza e dotazioni di servizi al 31/12/ Tavola 4.6B - Numero di posti barca per classi di lunghezza e dotazioni di servizi per classi di lunghezza al 31/12/ Percentuali sul totale dei posti barca. 89 Tavola 4.7A - Numero di posti barca per classi di lunghezza e per tipologia di struttura al 31/12/ Tavola 4.7B - Numero di posti barca per classi di lunghezza nelle diverse tipologie di struttura al 31/12/ Composizione percentuale 90 Tavola 4.7C - Numero di posti barca per tipologia di struttura nelle diverse classi di lunghezza al 31/12/ Composizione percentuale Tavola Numero di posti barca per Regione al 31 dicembre - Anni Attività svolta dagli Uffici Marittimi in materia di diporto nautico.. 93 Tavola 5.1A - Attività operativa svolta dal Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera in materia di Diporto Nautico - Anno Tavola 5.1B - Attività operativa svolta dal Corpo delle Capitanerie di Porto Guardia Costiera in materia di Diporto Nautico - Anno Tavola Interventi di soccorso richiesti via telefono suddivisi per Capitaneria di Porto - Anno Tavola Interventi di soccorso richiesti tramite numeri di pubblica utilità (112,113,115,117,118) suddivisi per Capitaneria di Porto - Anno Tavola Interventi di soccorso richiesti tramite Numero Blu (1530) suddivisi per Capitaneria di Porto - Anno Tavola Interventi di soccorso richiesti via radio suddivisi per Capitaneria di Porto - Anno Tavola Falsi allarmi per soccorso pervenuti via radio/telefono suddivisi per Capitaneria di Porto - Anno Appendice - Normativa in materia di diporto nautico. 101 * ^ * ^ * ^ * N.B.: Nelle Tavole le somme possono non coincidere con i totali a causa degli arrotondamenti

8

9 Il Diporto Nautico in Italia - Anno Prefazione È la prima volta che curo la Prefazione de Il Diporto Nautico in Italia, pubblicazione del Ministero contenente le statistiche ufficiali del settore. Ne sono lieto e ringrazio tutti coloro che hanno partecipato alla redazione del volume, in particolare l Ufficio di Statistica della nostra Amministrazione, insieme alla Direzione Generale per i Sistemi Informativi, Statistici e la Comunicazione di cui fa parte, il Comando Generale del Corpo della Capitanerie di Porto e gli Uffici Marittimi Periferici, i Dipartimenti del Ministero e gli Uffici della Motorizzazione Civile. Lo sviluppo della nautica da diporto, volano dell economia italiana, costituisce obiettivo di primaria importanza per il Governo, come evidenziato anche nel Decreto del fare, che tra l altro prevede il completamento di opere strategiche tramite investimenti per oltre tre miliardi di euro con ricadute occupazionali di almeno trentamila nuovi posti di lavoro, le misure di sostegno alle piccole imprese, il rilancio dei settori industriali, tra i quali quelli della cantieristica navale, la manutenzione straordinaria e l ammodernamento delle reti di trasporto, il potenziamento delle infrastrutture portuali insieme al rilancio del settore nautico, da conseguire attraverso specifiche misure come l'abolizione della tassa sulle piccole imbarcazioni e l adozione di nuove norme che facilitino il noleggio occasionale di imbarcazioni da diporto. Le statistiche, le serie storiche di dati e gli indicatori illustrati in questo compendio statistico confermano la situazione di difficoltà che negli ultimi anni sta attraversando l intero comparto, evidenziando, nel contempo, insoluti squilibri territoriali a livello di dotazioni infrastrutturali, disponibilità di posti barca e servizi, che ancora penalizzano i litorali dell Italia Meridionale e Insulare. Vengono qui offerte informazioni e indicazioni di significativo interesse per una ottimale programmazione degli investimenti finalizzati alla ripresa e al rilancio del settore e dell indotto, anche attraverso l esatta individuazione di priorità e linee di azione e di intervento volte a ridurre il gap infrastrutturale esistente in alcune aree costiere del Paese. In tale contesto, l attività istituzionale che il nostro Ministero, con il concorso delle altre Amministrazioni e degli Enti interessati, è chiamata a svolgere, nel segno della semplificazione e razionalizzazione amministrativa e attraverso un uso efficace delle risorse, è finalizzata a soddisfare la domanda di infrastrutture e di servizi di elevata qualità per il diporto nautico, a sostenere e a rilanciare le imprese del settore, ad attuare programmi, in ambito europeo e su scala pluriennale, volti non soltanto a migliorare la competitività del comparto ma, anche, a favorire la crescita dell occupazione di settore, in particolare giovanile e nel Mezzogiorno, a colmare gli squilibri e le carenze infrastrutturali, a sostenere e promuovere l attività di navigazione a scopi ricreativi e turistici, salvaguardando e valorizzando il territorio, le coste e l ambiente marino. Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti On. Maurizio Lupi

10

11 Il Diporto Nautico in Italia - Anno Presentazione Sono lieto di presentare Il Diporto Nautico in Italia - Anno 2012, pubblicazione di settore redatta dal nostro Ufficio di Statistica, dal 1999 inserita nel Programma Statistico Nazionale di competenza dell Amministrazione. Ringrazio, a tale riguardo, il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto, gli Uffici Periferici del Ministero - Marittimi e della Motorizzazione Civile - e le Autorità Portuali che hanno partecipato alla realizzazione del volume. Le statistiche presentate sia nell ampia sintesi che nei successivi capitoli del compendio mettono anche in rilievo come al 31 dicembre 2012 risultino iscritte unità da diporto (a fronte delle rilevate al 31 dicembre 2011), delle quali registrate negli Uffici Marittimi Periferici delle Capitanerie di Porto e presso gli Uffici Provinciali della Motorizzazione Civile. Alla stessa data, i posti barca destinati al diporto sono risultati, complessivamente, Rispetto agli anni immediatamente precedenti a quello oggetto di indagine, nel corso del 2012 si è assistito ad un inversione di tendenza. Infatti, dopo un incremento, graduale e costante, rilevato tra il 2008 e il 2011, di più di unità (+5,5%) nella consistenza del naviglio da diporto e di oltre posti barca (+10,5%), a fine 2012 si è registrato un calo per entrambe le variabili, con una lieve diminuzione, pari allo 0,2%, per le unità da diporto ed un calo più accentuato (1,5%) per i posti barca. In particolare, decrementi significativi sono stati registrati, tra il 2011 ed il 2012: - per le unità da diporto iscritte nei Compartimenti Marittimi e negli Uffici Provinciali della Motorizzazione Civile dell Emilia Romagna (-5,2%); - per i posti barca, nel Lazio (-19,5%) ed in Sardegna (-20,3%). Permane, inoltre, il significativo squilibrio infrastrutturale tra Nord e Sud. A tale riguardo (cfr. Tavola A della Sintesi): - il rapporto tra il numero di posti barca ed i chilo di costa registra il suo valore minimo (11,3) in l Italia Meridionale ed Insulare, con livelli nettamente superiori in l Italia Centrale (28,7) e nel Nord della Penisola (68,1), a fronte di una media nazionale di 19,3; - l indice di affollamento, pari al rapporto percentuale tra le unità da diporto iscritte ed i posti barca censiti, evidenzia livelli nettamente inferiori alla media nazionale nelle Regioni dell Italia Meridionale (Campania esclusa) ed Insulare. Il medesimo indicatore di affollamento risulta, inoltre, pari a 70,4 per il totale Italia, segnando un lieve aumento rispetto al 69,2 rilevato un anno prima, mostrando anche nel 2012 valori alti nel Lazio, in Emilia Romagna, nel Veneto ed in Campania. Note positive vengono dalla rilevata, sensibile diminuzione degli incidenti occorsi ai diportisti, che tra il 2011 ed il 2012 calano di quasi il 30%, e di circa un quarto relativamente al numero di persone che risultano complessivamente coinvolte. Le tabelle, le serie storiche di dati ed indicatori, le altre statistiche di seguito illustrate, che descrivono in modo dettagliato lo stato e l evoluzione del diporto nautico in Italia, offrono, quindi, informazioni di indubbia utilità per lo sviluppo e la crescita dell intero comparto e dell indotto, per l adeguamento infrastrutturale dei porti italiani, la promozione ed il rilancio del turismo nautico, nel rigoroso rispetto del territorio e del mare. Il Direttore Generale per i Sistemi Informativi, Statistici e la Comunicazione Dr. Renato Poletti

12

13 Il Diporto Nautico in Italia - Anno Sintesi I prospetti e le figure seguenti sintetizzano alcuni dei principali risultati illustrati nel volume, riguardanti la consistenza del naviglio da diporto (cfr. Capitolo 1), le patenti nautiche (cfr. Cap. 2), i sinistri (cfr. Cap. 3) e le infrastrutture dedicate al diporto nautico (cfr. Cap. 4). La Tavola A offre statistiche sul numero di unità da diporto iscritte al 31/12/2012 nei registri degli Uffici Marittimi Periferici ed in quelli della Motorizzazione Civile (U.M.C.), insieme ad alcuni dati ed indicatori sulla dotazione infrastrutturale a livello regionale. Tavola A - Unità da diporto nautico iscritte nei registri degli Uffici Marittimi Periferici e della Motorizzazione Civile (U.M.C.) al 31/12/2012 e posti barca - Dati e indicatori per Regione Regione Unità iscritte (*) % di unità iscritte sul totale nazionale Posti barca % di posti barca sul totale nazionale Unità iscritte per ogni 100 posti barca (indice di affollamento) Km di litorale Posti barca per km di litorale Piemonte e Valle d Aosta ,5% Lombardia ,5% Trentino Alto Adige (**) 64 0,1% Veneto ,5% ,3% 106, ,7 Friuli Venezia Giulia ,4% ,1% 28, ,3 Liguria ,2% ,1% 89, ,6 Emilia Romagna ,0% ,7% 96, ,8 Italia Settentrionale ,2% ,1% 93, ,1 Toscana ,2% ,8% 61, ,0 Umbria 237 0,2% Marche ,3% ,6% 63, ,7 Lazio ,5% ,0% 147, ,6 Italia Centrale ,2% ,5% 82, ,7 Abruzzo 925 0,9% ,3% 27, ,7 Molise 61 0,1% 588 0,4% 10, ,3 Campania ,8% ,9% 105, ,1 Puglia e Basilicata Ionica ,2% ,5% 26, ,5 Calabria e Basilicata Tirrenica ,1% ,1% 18, ,6 Sardegna ,7% ,2% 32, ,2 Sicilia ,8% ,1% 37, ,2 Italia Meridionale e Insulare ,6% ,4% 46, ,3 Italia ,0% ,0% 70, ,3 (*) delle quali iscritte nei registri degli Uffici Marittimi Periferici e iscritte negli U.M.C. (**) Province Autonome di Trento e Bolzano. Fonte: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Capitanerie di Porto, U.M.C. La Tavola A mette, anche, in rilievo: - una media generale di 70,4 unità da diporto iscritte nei registri per ogni 100 posti barca offerti (non sono incluse nel calcolo di tale statistica le numerosissime imbarcazioni di piccole dimensioni che non hanno l obbligo di immatricolazione 1 - Cfr. D.M. 29/07/08, n. 146) e di 19,3 posti barca per chilometro di litorale; 1 Per valutare la significatività degli indicatori occorre considerare che: - le imbarcazioni rilevate sono le più grandi, ovvero quelle che generalmente hanno bisogno durante tutto l anno di un ricovero lungo la costa; - le piccole unità, non censite, possono essere tirate a secco ed allocate in un qualunque rimessaggio; - il posto lasciato libero da un imbarcazione o nave da diporto può essere occupato da più di una piccola unità; - il numero di posti barca deve risultare maggiore del parco nautico, in considerazione della necessità di accogliere unità da diporto provenienti anche da altri Paesi al fine di valorizzare ed accrescere l offerta di strutture turistiche presenti sul territorio.

14 12 Il Diporto Nautico in Italia - Anno punti di attracco per il diporto più numerosi nell Italia Meridionale dove, tuttavia, è carente la dotazione infrastrutturale rispetto al resto d Italia. A tale riguardo, alla fine del 2012 le Regioni Settentrionali presentano una dotazione infrastrutturale capace di offrire oltre 68 posti barca per chilometro di costa, a fronte di medie del medesimo indicatore pari a 28,7 ed a 11,3 rispettivamente per le Regioni dell Italia Centrale e dell Italia Meridionale. Inoltre, picchi particolarmente elevati di tale indice si trovano, al Nord, nelle Regioni Friuli Venezia Giulia (175,3) e Liguria (57,6), mentre al Sud i valori più bassi si riscontrano in Calabria, Basilicata, Puglia, Sicilia e Sardegna; - indici di affollamento (numero di unità da diporto ogni 100 posti barca) significativamente elevati si registrano nel Lazio, in Veneto, in Campania ed in Emilia Romagna, con il massimo assoluto di tale rapporto, pari a 147,1, raggiunto dal litorale laziale; - come Liguria, Toscana, Lazio e Campania siano le Regioni con il maggior numero di natanti iscritti (nonostante il numero di posti barca superi il naviglio iscritto solo in Liguria e Toscana), ed il Friuli Venezia Giulia sia invece la Regione con la più alta media di punti di attracco per chilometro di costa; - che, anche nel 2012, Sicilia, Sardegna, Puglia, Calabria e Molise, i cui litorali coprono oltre i due terzi della lunghezza delle coste italiane, dispongono di una densità di posti barca significativamente inferiore alla media nazionale a fronte di un numero di punti di attracco sensibilmente superiore a quello delle unità da diporto localmente iscritte. Tale situazione è quella di un assetto infrastrutturale destinato, soprattutto, a soddisfare l elevata domanda di posti barca per le imbarcazioni turistiche provenienti nei mesi estivi dall estero o da altre Regioni. La Tavola B mostra la composizione della flotta da diporto iscritta negli Uffici Marittimi Periferici distinta per classe di lunghezza del natante e permette, tra l altro, di evidenziare: - come il 41,5% dei natanti iscritti appartenga alla classe sino a 10, il 58,2% alla classe di lunghezza centrale da 10,01 a 24 e solo lo 0,3% a quella di unità di elevate dimensioni, pari ad oltre 24 ; - l elevato numero di posti barca, rispetto alle imbarcazioni iscritte, per quanto riguarda le unità da diporto di lunghezza inferiore ai 10 e superiori a 24 ; a tale proposito, si evidenzia come i punti di attracco destinati alle piccole imbarcazioni possano essere utilizzati anche per soddisfare parte della domanda di ormeggio delle migliaia di unità non immatricolate; - una situazione, a livello di dati complessivi nazionali sugli ormeggi, positiva sul piano della dotazione infrastrutturale, con un offerta di posti barca tale da soddisfare le eventuali domande da parte di oltre navi estere. Tavola B - Diporto nautico - Indicatori sui posti barca e sulle classi di lunghezza dei natanti iscritti nei registri periferici marittimi al 31/12/2012 Classe di lunghezza del natante Unità iscritte % di unità iscritte sul totale nazionale Posti barca % di posti barca sul totale nazionale Unità iscritte per ogni 100 posti barca (indice di affollamento) 10 o non specificata ,5% ,2% 34,3 Da 10,01 a ,2% ,4% 101,6 Oltre ,3% ,4% 7, ,0% ,0% 54,8 Fonte: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Capitanerie di Porto. Il Grafico A evidenzia l evoluzione relativa: a) alle unità ed alle navi da diporto soggette ad obbligo di iscrizione nei registri e di lunghezza superiore ai 10 ; b) ai posti barca dislocati lungo i litorali italiani. L andamento delle due serie storiche mostra, anche, un incremento rispettivamente del 102,3% e del 30,6% nel periodo considerato.

15 Il Diporto Nautico in Italia - Anno Grafico A - Numero delle unità da diporto di lunghezza superiore ai 10 iscritte nei registri e numero di posti barca in Italia al 31 dicembre - Anni Unità di lunghezza > m Numero totale posti barca Fonte: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Capitanerie di Porto, U.M.C. La Tavola C illustra i dati riepilogativi relativi alle patenti nautiche rilasciate per la prima volta, rinnovate e sostituite dagli Uffici Periferici del Ministero nel corso del Tavola C - Patenti nautiche rilasciate per la prima volta, rinnovate e sostituite dagli Uffici Periferici per Regione - Anno 2012 Regione Numero di patenti nautiche rilasciate per la prima volta Numero di patenti nautiche rinnovate e sostituite Piemonte e Valle d'aosta Lombardia Trentino Alto Adige (*) Veneto Friuli Venezia Giulia Liguria Emilia Romagna Toscana Umbria Marche Lazio Abruzzo Molise Campania Puglia Basilicata Calabria Sicilia Sardegna Italia (*) Province Autonome di Trento e Bolzano. Fonte: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Capitanerie di Porto, U.M.C.

16 14 Il Diporto Nautico in Italia - Anno 2012 Il Grafico B mostra, infine, l andamento - tra il 1990 ed il dei sinistri e del numero di persone coinvolte (decedute, ferite o disperse) in eventi incidentali registrati dagli Uffici Marittimi Periferici nell ambito del diporto nautico. Grafico B - Sinistri e persone coinvolte nell ambito del diporto nautico - Anni Sinistri Persone coinvolte Fonte: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Capitanerie di Porto.

17 Il Diporto Nautico in Italia - Anno Consistenza del naviglio da diporto La rilevazione statistica della consistenza del naviglio da diporto ha per oggetto le unità comunque iscritte nei Registri delle Capitanerie di Porto e dei loro Uffici dipendenti, a prescindere dall obbligatorietà dell iscrizione stessa, nonché le unità da diporto iscritte presso gli Uffici Provinciali della Motorizzazione Civile. Vengono rilevate anche le nuove iscrizioni e le cancellazioni avvenute nel corso dell anno. Le nuove informazioni fornite dagli Uffici Marittimi hanno portato ad una revisione dei dati relativi all anno 2011 che risultano, quindi, leggermente differenti da quelli pubblicati nella precedente edizione. I seguenti prospetti evidenziano statistiche sulle unità da diporto distinte per tipo (a vela con o senza motore ausiliario, a motore e navi) e per classi di lunghezza. In particolare, le Tavole 1.1, 1.2, 1.3, 1.4 e 1.5 elencano, rispettivamente, le unità iscritte al 31 dicembre 2011, le nuove iscrizioni e le cancellazioni avvenute nel 2012, la consistenza al 31 dicembre 2012 e la differenza tra i due anni esaminati. Vengono altresì evidenziate le unità aventi obbligo di iscrizione e quelle che, pur non avendone obbligo, sono comunque iscritte (cfr. Tavole 1.6, 1.7, 1.8, 1.9 e 1.10). Si può osservare come il numero delle unità complessivamente iscritte al 31/12/2012 sia inferiore (di 1.548) rispetto al 2011: le nuove iscrizioni non coprono il numero delle cancellazioni dei natanti (1.757) e così vale per la categoria delle unità superiori ai 10 (con obbligo di iscrizione). Le unità a vela concentrate nelle classi di lunghezza sono , pari all 81% del totale. Il 75% delle unità iscritte è a motore e, per il 51% circa, al di sotto dei 10 di lunghezza (queste unità rientrano nella categoria dei natanti). La Tavola 1.11 elenca le unità da diporto iscritte al 31 dicembre 2011 per Regione; le Tavole 1.12 e 1.13 evidenziano le iscrizioni e le cancellazioni occorse nel La Tavola 1.14 riporta la distribuzione regionale, per il 2012, delle unità distinte per tipo, ed evidenzia, analogamente a quanto già riscontrato negli anni precedenti, come il numero maggiore di immatricolazioni si riscontri in Liguria (20.034, pari al 25%), in Toscana (10.948, pari al 13%), in Campania (9.368, pari al 12%) e nel Lazio (9.354, pari all 11%). Le Tavole 1.15, 1.16 e 1.17 elencano rispettivamente le unità iscritte al 31/12/11, le nuove iscrizioni e le cancellazioni avvenute nel corso del 2012 e distinte per Compartimento Marittimo di iscrizione. Dalla Tavola 1.18 risulta che, al 31 dicembre 2012, il Compartimento Marittimo con il numero maggiore di unità iscritte è quello di Genova (12.316), seguito da Roma (9.932 unità), Napoli (7.575 unità) e Livorno (4.761 unità). La Tavola 1.19 sintetizza la serie storica delle immatricolazioni di unità da diporto negli Uffici Marittimi di ciascuna Regione. Le Tavole 1.20, 1.21, 1.22 e 1.23 riportano dati sulle unità iscritte al 31/12/2011 ed al 31/12/12 nonché statistiche sulle nuove iscrizioni e cancellazioni occorse nel 2012 presso gli Uffici Provinciali della Motorizzazione Civile (dicitura nel seguito abbreviata con la sigla U.M.C.).

18 16 Il Diporto Nautico in Italia - Anno 2012 TAVOLA CONSISTENZA DEL NAVIGLIO DA DIPORTO ISCRITTO NEGLI UFFICI MARITTIMI PER CLASSI DI LUNGHEZZA - SITUAZIONE AL 31/12/2011 Tipo di unità da diporto Da 10,01 a 12,00 m Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Oltre 24 m A vela (con o senza motore ausiliario) A motore Navi Nota: Nelle caselle con sfondo verde si riporta il numero delle unità che in base alla nuova normativa non hanno più obbligo di iscrizione ma che sono comunque inserite nei registri tenuti dagli Uffici marittimi. Fonte: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Capitanerie di Porto. TAVOLA ISCRIZIONI DEL NAVIGLIO DA DIPORTO NEGLI UFFICI MARITTIMI PER CLASSI DI LUNGHEZZA DALL'1/1/2012 AL 31/12/2012 Tipo di unità da diporto m Da 10,01 a 12,00 m Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Oltre 24 m A vela (con o senza motore ausiliario) A motore Navi Nota: Nelle caselle con sfondo verde si riporta il numero delle unità che in base alla nuova normativa non hanno più obbligo di iscrizione ma che sono comunque inserite nei registri tenuti dagli Uffici marittimi. Fonte: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Capitanerie di Porto. TAVOLA CANCELLAZIONI DEL NAVIGLIO DA DIPORTO NEGLI UFFICI MARITTIMI PER CLASSI DI LUNGHEZZA DALL'1/1/2012 AL 31/12/2012 Tipo di unità da diporto m Da 10,01 a 12,00 m Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Oltre 24 m A vela (con o senza motore ausiliario) A motore Navi Nota: Nelle caselle con sfondo verde si riporta il numero delle unità che in base alla nuova normativa non hanno più obbligo di iscrizione ma che sono comunque inserite nei registri tenuti dagli Uffici marittimi. Fonte: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Capitanerie di Porto.

19 Il Diporto Nautico in Italia - Anno TAVOLA CONSISTENZA DEL NAVIGLIO DA DIPORTO ISCRITTO NEGLI UFFICI MARITTIMI PER CLASSI DI LUNGHEZZA - SITUAZIONE AL 31/12/2012 Tipo di unità da diporto m Da 10,01 a 12,00 m Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Oltre 24 m A vela (con o senza motore ausiliario) A motore Navi Nota: Nelle caselle con sfondo verde si riporta il numero delle unità che in base alla nuova normativa non hanno più obbligo di iscrizione ma che sono comunque inserite nei registri tenuti dagli Uffici marittimi. Fonte: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Capitanerie di Porto. TAVOLA DIFFERENZA TRA LA CONSISTENZA DEL NAVIGLIO DA DIPORTO ISCRITTO NEGLI UFFICI MARITTIMI AL 31/12/2011 E AL 31/12/2012 PER CLASSI DI LUNGHEZZA Tipo di unità da diporto m Da 10,01 a 12,00 m Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Oltre 24 m A vela (con o senza motore ausiliario) A motore Navi Nota: Nelle caselle con sfondo verde si riporta il numero delle unità che in base alla nuova normativa non hanno più obbligo di iscrizione ma che sono comunque inserite nei registri tenuti dagli Uffici marittimi. Fonte: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Capitanerie di Porto.

20 18 Il Diporto Nautico in Italia - Anno 2012 GRAFICO SUDDIVISIONE TIPOLOGICA DELLA CONSISTENZA DELLE UNITA' DA DIPORTO ISCRITTE AL 31/12/2011 Navi 0,3% A vela (con o senza motore ausiliario) 23,8% A motore 75,9% Fonte: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Capitanerie di Porto. GRAFICO SUDDIVISIONE TIPOLOGICA DELLE UNITA' DA DIPORTO ISCRITTE NEGLI UFFICI MARITTIMI NEL CORSO DEL 2012 Navi 1,2% A vela (con o senza motore ausiliario) 39,3% A motore 59,5% Fonte: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Capitanerie di Porto. GRAFICO SUDDIVISIONE TIPOLOGICA DELLE UNITA' DA DIPORTO CANCELLATE NEGLI UFFICI MARITTIMI NEL CORSO DEL 2012 Navi 0,3% A motore 83,6% A vela (con o senza motore ausiliario) 16,1% Fonte: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Capitanerie di Porto. GRAFICO SUDDIVISIONE TIPOLOGICA DELLA CONSISTENZA DELLE UNITA' DA DIPORTO ISCRITTE NEGLI UFFICI MARITTIMI AL 31/12/2012 Navi 0,3% A vela (con o senza motore ausiliario) 24,3% A motore 75,4% Fonte: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Capitanerie di Porto.

21 Il Diporto Nautico in Italia - Anno TAVOLA CONSISTENZA DEL NAVIGLIO DA DIPORTO ISCRITTO NEGLI UFFICI MARITTIMI - SITUAZIONE AL 31/12/2011 Unità da diporto aventi obbligo di iscrizione Unità da diporto iscritte pur non avendone l'obbligo Numero % sul totale 57% 43% 100% Fonte: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Capitanerie di Porto. TAVOLA ISCRIZIONI DEL NAVIGLIO DA DIPORTO NEGLI UFFICI MARITTIMI DALL'1/1/2012 AL 31/12/2012 Unità da diporto aventi obbligo di iscrizione Unità da diporto iscritte pur non avendone l'obbligo Numero % sul totale 79% 21% 100% Fonte: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Capitanerie di Porto. TAVOLA CANCELLAZIONI DEL NAVIGLIO DA DIPORTO NEGLI UFFICI MARITTIMI DALL'1/1/2012 AL 31/12/2012 Unità da diporto aventi obbligo di iscrizione Unità da diporto iscritte pur non avendone l'obbligo Numero % sul totale 29% 71% 100% Fonte: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Capitanerie di Porto. TAVOLA CONSISTENZA DEL NAVIGLIO DA DIPORTO ISCRITTO NEGLI UFFICI MARITTIMI - SITUAZIONE AL 31/12/2012 Unità da diporto aventi obbligo di iscrizione Unità da diporto iscritte pur non avendone l'obbligo Numero % sul totale 59% 41% 100% Fonte: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Capitanerie di Porto. TAVOLA DIFFERENZA TRA LA CONSISTENZA DEL NAVIGLIO DA DIPORTO ISCRITTO NEGLI UFFICI MARITTIMI AL 31/12/2011 E AL 31/12/2012 Unità da diporto aventi Unità da diporto iscritte pur obbligo di iscrizione non avendone l'obbligo Numero Fonte: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Capitanerie di Porto.

22 TAVOLA CONSISTENZA DEL NAVIGLIO DA DIPORTO ISCRITTO NEGLI UFFICI MARITTIMI PER CLASSI DI LUNGHEZZA E PER REGIONE - SITUAZIONE AL 31/12/2011 N. Regione A vela (con o senza motore ausiliario) Da 10,01 a 12,00 m Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Da 10,01 a 12,00 m A motore Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Navi (oltre 24 m) TOTALE 1 Liguria Toscana Lazio Il Diporto Nautico in Italia - Anno Campania Calabria Puglia Molise Abruzzo Marche Emilia Romagna Veneto Friuli Venezia Giulia Sardegna Sicilia Fonte: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Capitanerie di Porto.

23 TAVOLA UNITA' DA DIPORTO ISCRITTE NEGLI UFFICI MARITTIMI PER CLASSI DI LUNGHEZZA E PER REGIONE DALL'1/01/2012 AL 31/12/2012 N. Regione A vela (con o senza motore ausiliario) Da 10,01 a 12,00 m Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Da 10,01 a 12,00 m A motore Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Navi (oltre 24 m) 1 Liguria Toscana Lazio Campania Calabria Puglia Molise Abruzzo Marche Emilia Romagna Veneto Friuli Venezia Giulia Sardegna Sicilia Fonte: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Capitanerie di Porto. Il Diporto Nautico in Italia - Anno

24 TAVOLA UNITA' DA DIPORTO CANCELLATE DAGLI UFFICI MARITTIMI PER CLASSI DI LUNGHEZZA E PER REGIONE DALL'1/01/2012 AL 31/12/2012 N. Regione A vela (con o senza motore ausiliario) Da 10,01 a 12,00 m Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Da 10,01 a 12,00 m A motore Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Navi (oltre 24 m) 1 Liguria Toscana Lazio Il Diporto Nautico in Italia - Anno Campania Calabria Puglia Molise Abruzzo Marche Emilia Romagna Veneto Friuli Venezia Giulia Sardegna Sicilia Fonte: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Capitanerie di Porto.

25 TAVOLA CONSISTENZA DEL NAVIGLIO DA DIPORTO ISCRITTO NEGLI UFFICI MARITTIMI PER CLASSI DI LUNGHEZZA E PER REGIONE - SITUAZIONE AL 31/12/2012 N. Regione A vela (con o senza motore ausiliario) Da 10,01 a 12,00 m Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Da 10,01 a 12,00 m A motore Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Navi (oltre 24 m) 1 Liguria Toscana Lazio Campania Calabria Puglia Molise Abruzzo Marche Emilia Romagna Veneto Friuli Venezia Giulia Sardegna Sicilia Fonte: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Capitanerie di Porto. Il Diporto Nautico in Italia - Anno

26 TAVOLA CONSISTENZA DEL NAVIGLIO DA DIPORTO ISCRITTO NEGLI UFFICI MARITTIMI PER CLASSI DI LUNGHEZZA E PER COMPARTIMENTO MARITTIMO - SITUAZIONE AL 31/12/2011 N. Compartimento Marittimo A vela (con o senza motore ausiliario) Da 10,01 a 12,00 m Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Da 10,01 a 12,00 m A motore Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Navi (oltre 24 m) 1 Imperia Savona Genova La Spezia Marina di Carrara Viareggio Livorno Portoferraio Civitavecchia Roma Gaeta Napoli Torre del Greco Castellammare di Stabia Salerno Vibo Valentia Marina Gioia Tauro Reggio Calabria Corigliano Calabro Crotone Taranto Gallipoli Il Diporto Nautico in Italia - Anno 2012

27 Segue: TAVOLA CONSISTENZA DEL NAVIGLIO DA DIPORTO ISCRITTO NEGLI UFFICI MARITTIMI PER CLASSI DI LUNGHEZZA E PER COMPARTIMENTO MARITTIMO - SITUAZIONE AL 31/12/2011 N. Compartimento Marittimo A vela (con o senza motore ausiliario) Da 10,01 a 12,00 m Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Da 10,01 a 12,00 m A motore Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Navi (oltre 24 m) 23 Brindisi Bari Molfetta Barletta (*)+* 27 Manfredonia Termoli Pescara Ortona San Benedetto del Tronto Ancona Pesaro Rimini Ravenna Chioggia Venezia Monfalcone Trieste Cagliari Oristano Olbia La Maddalena Porto Torres Il Diporto Nautico in Italia - Anno

28 Segue: TAVOLA CONSISTENZA DEL NAVIGLIO DA DIPORTO ISCRITTO NEGLI UFFICI MARITTIMI PER CLASSI DI LUNGHEZZA E PER COMPARTIMENTO MARITTIMO - SITUAZIONE AL 31/12/2011 N. Compartimento Marittimo A vela (con o senza motore ausiliario) Da 10,01 a 12,00 m Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Da 10,01 a 12,00 m A motore Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Navi (oltre 24 m) 45 Messina Catania Augusta Siracusa Pozzallo Porto Empedocle Gela Mazara del Vallo Trapani Palermo Milazzo Il Diporto Nautico in Italia - Anno (*) Divenuta Capitaneria di Porto il 26 aprile 2012 (D.P.R. 37 del 13 febbraio 2012). Fonte: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Capitanerie di Porto.

29 TAVOLA UNITA' DA DIPORTO ISCRITTE PER CLASSI DI LUNGHEZZA E PER COMPARTIMENTO MARITTIMO DALL'1/01/2012 AL 31/12/2012 N. Compartimento Marittimo A vela (con o senza motore ausiliario) Da 10,01 Da 12,01 a 12,00 m a 18,00 m Da 18,01 a 24 m A motore Da 10,01 Da 12,01 a 12,00 m a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Navi (oltre 24 m) 1 Imperia Savona Genova La Spezia Marina di Carrara Viareggio Livorno Portoferraio Civitavecchia Roma Gaeta Napoli Torre del Greco Castellammare di Stabia Salerno Vibo Valentia Marina Gioia Tauro Reggio Calabria Corigliano Calabro Crotone Taranto Gallipoli Il Diporto Nautico in Italia - Anno

30 Segue: TAVOLA UNITA' DA DIPORTO ISCRITTE PER CLASSI DI LUNGHEZZA E PER COMPARTIMENTO MARITTIMO DALL'1/01/2012 AL 31/12/2012 N. Compartimento Marittimo A vela (con o senza motore ausiliario) Da 10,01 Da 12,01 a 12,00 m a 18,00 m Da 18,01 a 24 m A motore Da 10,01 Da 12,01 a 12,00 m a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Navi (oltre 24 m) 23 Brindisi Bari Molfetta Barletta Manfredonia Termoli Pescara Ortona San Benedetto del Tronto Ancona Pesaro Rimini Ravenna Chioggia Venezia Monfalcone Trieste Cagliari Oristano Olbia La Maddalena Porto Torres Messina Il Diporto Nautico in Italia - Anno 2012

31 Segue: TAVOLA UNITA' DA DIPORTO ISCRITTE PER CLASSI DI LUNGHEZZA E PER COMPARTIMENTO MARITTIMO DALL'1/01/2012 AL 31/12/2012 N. Compartimento Marittimo A vela (con o senza motore ausiliario) Da 10,01 Da 12,01 a 12,00 m a 18,00 m Da 18,01 a 24 m A motore Da 10,01 Da 12,01 a 12,00 m a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Navi (oltre 24 m) 46 Catania Augusta Siracusa Pozzallo Porto Empedocle Gela Mazara del Vallo Trapani Palermo Milazzo Fonte: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Capitanerie di Porto. Il Diporto Nautico in Italia - Anno

32 TAVOLA UNITA' DA DIPORTO CANCELLATE PER CLASSI DI LUNGHEZZA E PER COMPARTIMENTO MARITTIMO DALL'1/01/2012 AL 31/12/2012 N. Compartimento Marittimo A vela (con o senza motore ausiliario) Da 10,01 a 12,00 m Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Da 10,01 a 12,00 m A motore Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Navi (oltre 24 m) 1 Imperia Savona Genova La Spezia Marina di Carrara Viareggio Livorno Portoferraio Civitavecchia Roma Gaeta Napoli Torre del Greco Castellammare di Stabia Salerno Vibo Valentia Marina Gioia Tauro Reggio Calabria Corigliano Calabro Crotone Taranto Gallipoli Il Diporto Nautico in Italia - Anno 2012

33 Segue: TAVOLA UNITA' DA DIPORTO CANCELLATE PER CLASSI DI LUNGHEZZA E PER COMPARTIMENTO MARITTIMO DALL'1/01/2012 AL 31/12/2012 N. Compartimento Marittimo A vela (con o senza motore ausiliario) Da 10,01 a 12,00 m Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Da 10,01 a 12,00 m A motore Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Navi (oltre 24 m) 23 Brindisi Bari Molfetta Barletta Manfredonia Termoli Pescara Ortona San Benedetto del Tronto Ancona Pesaro Rimini Ravenna Chioggia Venezia Monfalcone Trieste Cagliari Oristano Olbia La Maddalena Porto Torres Messina Il Diporto Nautico in Italia - Anno

34 Segue: TAVOLA UNITA' DA DIPORTO CANCELLATE PER CLASSI DI LUNGHEZZA E PER COMPARTIMENTO MARITTIMO DALL'1/01/2012 AL 31/12/2012 N. Compartimento Marittimo A vela (con o senza motore ausiliario) Da 10,01 a 12,00 m Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Da 10,01 a 12,00 m A motore Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Navi (oltre 24 m) 46 Catania Augusta Siracusa Pozzallo Porto Empedocle Gela Mazara del Vallo Trapani Palermo Milazzo Il Diporto Nautico in Italia - Anno Fonte: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Capitanerie di Porto.

35 TAVOLA CONSISTENZA DEL NAVIGLIO DA DIPORTO ISCRITTO NEGLI UFFICI MARITTIMI PER CLASSI DI LUNGHEZZA E PER COMPARTIMENTO MARITTIMO - SITUAZIONE AL 31/12/2012 N. Compartimento Marittimo A vela (con o senza motore ausiliario) Da 10,01 a 12,00 m Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Da 10,01 a 12,00 m A motore Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Navi (oltre 24 m) 1 Imperia Savona Genova La Spezia Marina di Carrara Viareggio Livorno Portoferraio Civitavecchia Roma Gaeta Napoli Torre del Greco Castellammare di Stabia Salerno Vibo Valentia Marina Gioia Tauro Reggio Calabria Corigliano Calabro Crotone Taranto Gallipoli Il Diporto Nautico in Italia - Anno

36 Segue: TAVOLA CONSISTENZA DEL NAVIGLIO DA DIPORTO ISCRITTO NEGLI UFFICI MARITTIMI PER CLASSI DI LUNGHEZZA E PER COMPARTIMENTO MARITTIMO - SITUAZIONE AL 31/12/2012 N. Compartimento Marittimo A vela (con o senza motore ausiliario) Da 10,01 a 12,00 m Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Da 10,01 a 12,00 m A motore Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Navi (oltre 24 m) 23 Brindisi Bari Molfetta Barletta Manfredonia Termoli Pescara Ortona San Benedetto del Tronto Ancona Pesaro Rimini Ravenna Chioggia Venezia Monfalcone Trieste Cagliari Oristano Olbia La Maddalena Porto Torres Messina Il Diporto Nautico in Italia - Anno 2012

37 Segue: TAVOLA CONSISTENZA DEL NAVIGLIO DA DIPORTO ISCRITTO NEGLI UFFICI MARITTIMI PER CLASSI DI LUNGHEZZA E PER COMPARTIMENTO MARITTIMO - SITUAZIONE AL 31/12/2012 N. Compartimento Marittimo A vela (con o senza motore ausiliario) Da 10,01 a 12,00 m Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Da 10,01 a 12,00 m A motore Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Navi (oltre 24 m) 46 Catania Augusta Siracusa Pozzallo Porto Empedocle Gela Mazara del Vallo Trapani Palermo Milazzo Fonte: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Capitanerie di Porto. Il Diporto Nautico in Italia - Anno

38 TAVOLA SERIE STORICA DELLE UNITA' DA DIPORTO ISCRITTE NEGLI UFFICI MARITTIMI PER REGIONE N Regione Liguria Toscana Lazio Campania Calabria Puglia Molise Abruzzo Marche Il Diporto Nautico in Italia - Anno Emilia Romagna Veneto Friuli Venezia Giulia Sardegna Sicilia Fonte: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Capitanerie di Porto.

39 TAVOLA CONSISTENZA DEL NAVIGLIO DA DIPORTO ISCRITTO NEGLI U.M.C. PER CLASSI DI LUNGHEZZA - SITUAZIONE AL 31/12/2011 A vela (con o senza motore ausiliario) A motore Uffici Provinciali della Motorizzazione Civile Da 10,01 a 12,00 m Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Da 10,01 a 12,00 m Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m PIEMONTE E VALLE D'AOSTA Torino Alessandria Asti Cuneo Biella Novara Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Aosta LOMBARDIA Milano Bergamo Brescia Como Lecco Lodi Cremona Mantova (*) Pavia (*) Sondrio Varese Il Diporto Nautico in Italia - Anno

40 Segue: TAVOLA CONSISTENZA DEL NAVIGLIO DA DIPORTO ISCRITTO NEGLI U.M.C. PER CLASSI DI LUNGHEZZA - SITUAZIONE AL 31/12/2011 Uffici Provinciali della Motorizzazione Civile VENETO A vela (con o senza motore ausiliario) Da 10,01 a 12,00 m Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Da 10,01 a 12,00 m A motore Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Venezia Belluno Padova Rovigo (*) Treviso Verona Vicenza Il Diporto Nautico in Italia - Anno TRENTINO ALTO ADIGE Bolzano (*) Trento FRIULI VENEZIA GIULIA Trieste Gorizia (*) Pordenone Udine (*)

41 Segue: TAVOLA CONSISTENZA DEL NAVIGLIO DA DIPORTO ISCRITTO NEGLI U.M.C. PER CLASSI DI LUNGHEZZA - SITUAZIONE AL 31/12/2011 Uffici Provinciali della Motorizzazione Civile LIGURIA A vela (con o senza motore ausiliario) Da 10,01 a 12,00 m Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Da 10,01 a 12,00 m A motore Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Genova Imperia La Spezia Savona EMILIA ROMAGNA Bologna Ferrara Forlì-Cesena Modena Parma (*) Piacenza Ravenna (*) Reggio Emilia Rimini TOSCANA Firenze (*) Arezzo Grosseto Livorno Lucca Massa Carrara Pisa Pistoia Prato Siena Il Diporto Nautico in Italia - Anno

42 Segue: TAVOLA CONSISTENZA DEL NAVIGLIO DA DIPORTO ISCRITTO NEGLI U.M.C. PER CLASSI DI LUNGHEZZA - SITUAZIONE AL 31/12/2011 Uffici Provinciali della Motorizzazione Civile MARCHE A vela (con o senza motore ausiliario) Da 10,01 a 12,00 m Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Da 10,01 a 12,00 m A motore Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Ancona Ascoli Piceno Macerata Pesaro - Urbino (*) UMBRIA 40 Il Diporto Nautico in Italia - Anno 2012 Perugia Terni LAZIO Roma Frosinone Latina (*) Rieti Viterbo ABRUZZO L'Aquila Pescara- Chieti Teramo

43 Segue: TAVOLA CONSISTENZA DEL NAVIGLIO DA DIPORTO ISCRITTO NEGLI U.M.C. PER CLASSI DI LUNGHEZZA - SITUAZIONE AL 31/12/2011 Uffici Provinciali della Motorizzazione Civile MOLISE A vela (con o senza motore ausiliario) Da 10,01 a 12,00 m Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Da 10,01 a 12,00 m A motore Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Campobasso Isernia CAMPANIA Napoli Avellino Benevento Caserta Salerno PUGLIA Bari (*) Brindisi Foggia Lecce Taranto BASILICATA Potenza Matera Il Diporto Nautico in Italia - Anno

44 Segue: TAVOLA CONSISTENZA DEL NAVIGLIO DA DIPORTO ISCRITTO NEGLI U.M.C. PER CLASSI DI LUNGHEZZA - SITUAZIONE AL 31/12/2011 Uffici Provinciali della Motorizzazione Civile CALABRIA A vela (con o senza motore ausiliario) Da 10,01 a 12,00 m Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Da 10,01 a 12,00 m A motore Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Catanzaro Cosenza Crotone Reggio Calabria Vibo Valentia SICILIA 42 Il Diporto Nautico in Italia - Anno 2012 Palermo - dir. Comp Catania (*) Agrigento (*) Caltanissetta (*) Enna Messina Ragusa (*) Siracusa Trapani SARDEGNA Cagliari Nuoro Oristano Sassari Note: (*) L'Ufficio della Motorizzazione Civile non ha fornito i dati. Vengono quindi riportati i dati della precedente edizione. Fonte: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, U.M.C.

45 TAVOLA UNITA' DA DIPORTO ISCRITTE NEGLI U.M.C. PER CLASSI DI LUNGHEZZA DALL'1/01/2012 AL 31/12/2012 Uffici Provinciali della Motorizzazione Civile A vela (con o senza motore ausiliario) Da 10,01 a 12,00 m Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Da 10,01 a 12,00 m A motore Da 12,01 a 18,00 m Piemonte e Valle d'aosta Lombardia Veneto Treviso Trentino Alto Adige Friuli Venezia Giulia Liguria Emilia Romagna Toscana Marche Umbria Lazio Abruzzo Molise Da 18,01 a 24 m Campania Puglia Lecce Basilicata Calabria Reggio Calabria Sicilia Sardegna Fonte: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, U.M.C. Il Diporto Nautico in Italia - Anno

46 TAVOLA UNITA' DA DIPORTO CANCELLATE NEGLI U.M.C. PER CLASSI DI LUNGHEZZA DALL'1/01/2012 AL 31/12/2012 Uffici Provinciali della Motorizzazione Civile PIEMONTE E VALLE D'AOSTA A vela (con o senza motore ausiliario) Da 10,01 a 12,00 m Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Da 10,01 a 12,00 m A motore Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Torino Alessandria Asti Cuneo Biella Novara Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Aosta Il Diporto Nautico in Italia - Anno LOMBARDIA Milano Bergamo Brescia Como Lecco Lodi Cremona Mantova (*) Pavia (*) Sondrio Varese

47 Segue: TAVOLA UNITA' DA DIPORTO CANCELLATE NEGLI U.M.C. PER CLASSI DI LUNGHEZZA DALL'1/01/2012 AL 31/12/2012 A vela (con o senza motore ausiliario) A motore Uffici Provinciali della Motorizzazione Civile Da 10,01 a 12,00 m Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Da 10,01 a 12,00 m Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m VENETO Venezia Belluno Padova Rovigo (*) Treviso Verona Vicenza TRENTINO ALTO ADIGE Bolzano (*) Trento FRIULI VENEZIA GIULIA Trieste Gorizia (*) Pordenone (*) Udine (*) Il Diporto Nautico in Italia - Anno

48 Segue: TAVOLA UNITA' DA DIPORTO CANCELLATE NEGLI U.M.C. PER CLASSI DI LUNGHEZZA DALL'1/01/2012 AL 31/12/2012 Uffici Provinciali della Motorizzazione Civile LIGURIA A vela (con o senza motore ausiliario) Da 10,01 a 12,00 m Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Da 10,01 a 12,00 m A motore Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Genova Imperia La Spezia Savona EMILIA ROMAGNA Bologna Ferrara Forlì-Cesena Modena Parma (*) Piacenza Ravenna (*) Reggio Emilia Rimini TOSCANA Firenze (*) Arezzo Grosseto Livorno Lucca Massa Carrara Pisa Pistoia Prato Siena Il Diporto Nautico in Italia - Anno 2012

49 Segue: TAVOLA UNITA' DA DIPORTO CANCELLATE NEGLI U.M.C. PER CLASSI DI LUNGHEZZA DALL'1/01/2012 AL 31/12/2012 A vela (con o senza motore ausiliario) A motore Uffici Provinciali della Motorizzazione Civile Da 10,01 a 12,00 m Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Da 10,01 a 12,00 m Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m MARCHE Ancona Ascoli Piceno Macerata Pesaro - Urbino (*) UMBRIA Perugia Terni LAZIO Roma Frosinone Latina (*) Rieti Viterbo ABRUZZO L'Aquila Pescara-Chieti Teramo Il Diporto Nautico in Italia - Anno

50 Segue: TAVOLA UNITA' DA DIPORTO CANCELLATE NEGLI U.M.C. PER CLASSI DI LUNGHEZZA DALL'1/01/2012 AL 31/12/2012 Uffici Provinciali della Motorizzazione Civile MOLISE A vela (con o senza motore ausiliario) Da 10,01 a 12,00 m Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Da 10,01 a 12,00 m A motore Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Campobasso Isernia CAMPANIA Napoli Avellino Benevento Caserta Salerno Il Diporto Nautico in Italia - Anno PUGLIA Bari (*) Brindisi Foggia Lecce Taranto BASILICATA Potenza Matera

51 Segue: TAVOLA UNITA' DA DIPORTO CANCELLATE NEGLI U.M.C. PER CLASSI DI LUNGHEZZA DALL'1/01/2012 AL 31/12/2012 A vela (con o senza motore ausiliario) A motore Uffici Provinciali della Motorizzazione Civile Da 10,01 a 12,00 m Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Da 10,01 a 12,00 m Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m CALABRIA Catanzaro Cosenza Crotone Reggio Calabria Vibo Valentia SICILIA Palermo - dir. Comp Catania (*) Agrigento (*) Caltanissetta (*) Enna Messina Ragusa (*) Siracusa Trapani SARDEGNA Cagliari Nuoro Oristano Sassari Note: (*) L'Ufficio della Motorizzazione Civile non ha fornito i dati. Vengono quindi riportati i dati della precedente edizione. Fonte: Ministero delle I nfrastrutture e dei Trasporti, U.M.C. Il Diporto Nautico in Italia - Anno

52 TAVOLA CONSISTENZA DEL NAVIGLIO DA DIPORTO ISCRITTO NEGLI U.M.C. PER CLASSI DI LUNGHEZZA - SITUAZIONE AL 31/12/2012 Uffici Provinciali della Motorizzazione Civile PIEMONTE E VALLE D'AOSTA A vela (con o senza motore ausiliario) Da 10,01 a 12,00 m Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Da 10,01 a 12,00 m A motore Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Torino Alessandria Asti Cuneo Biella Novara Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Aosta (*) Il Diporto Nautico in Italia - Anno 2012 LOMBARDIA Milano Bergamo Brescia Como Lecco Lodi Cremona Mantova (*) Pavia (*) Sondrio Varese

53 Segue: TAVOLA CONSISTENZA DEL NAVIGLIO DA DIPORTO ISCRITTO NEGLI U.M.C. PER CLASSI DI LUNGHEZZA - SITUAZIONE AL 31/12/2012 A vela (con o senza motore ausiliario) A motore Uffici Provinciali della Motorizzazione Civile Da 10,01 a 12,00 m Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Da 10,01 a 12,00 m Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m VENETO Venezia Belluno Padova Rovigo (*) Treviso Verona Vicenza TRENTINO ALTO ADIGE Bolzano (*) Trento FRIULI VENEZIA GIULIA Trieste Gorizia (*) Pordenone Udine (*) Il Diporto Nautico in Italia - Anno

54 Segue: TAVOLA CONSISTENZA DEL NAVIGLIO DA DIPORTO ISCRITTO NEGLI U.M.C. PER CLASSI DI LUNGHEZZA - SITUAZIONE AL 31/12/2012 Uffici Provinciali della Motorizzazione Civile LIGURIA A vela (con o senza motore ausiliario) Da 10,01 a 12,00 m Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Da 10,01 a 12,00 m A motore Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Genova Imperia La Spezia Savona EMILIA ROMAGNA Bologna Ferrara Forlì-Cesena Modena Parma (*) Piacenza Ravenna (*) Reggio Emilia Rimini Il Diporto Nautico in Italia - Anno TOSCANA Firenze (*) Arezzo Grosseto Livorno Lucca Massa Carrara Pisa Pistoia Prato Siena

55 Segue: TAVOLA CONSISTENZA DEL NAVIGLIO DA DIPORTO ISCRITTO NEGLI U.M.C. PER CLASSI DI LUNGHEZZA - SITUAZIONE AL 31/12/2012 A vela (con o senza motore ausiliario) A motore Uffici Provinciali della Motorizzazione Civile Da 10,01 a 12,00 m Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Da 10,01 a 12,00 m Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m MARCHE Ancona Ascoli Piceno Macerata Pesaro - Urbino (*) UMBRIA Perugia Terni LAZIO Roma Frosinone Latina (*) Rieti Viterbo ABRUZZO L'Aquila Pescara- Chieti Teramo Il Diporto Nautico in Italia - Anno

56 Segue: TAVOLA CONSISTENZA DEL NAVIGLIO DA DIPORTO ISCRITTO NEGLI U.M.C. PER CLASSI DI LUNGHEZZA - SITUAZIONE AL 31/12/2012 Uffici Provinciali della Motorizzazione Civile MOLISE A vela (con o senza motore ausiliario) Da 10,01 a 12,00 m Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Da 10,01 a 12,00 m A motore Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Campobasso Isernia CAMPANIA Napoli Avellino Benevento Caserta Salerno Il Diporto Nautico in Italia - Anno PUGLIA Bari (*) Brindisi Foggia Lecce Taranto BASILICATA Potenza Matera

57 Segue: TAVOLA CONSISTENZA DEL NAVIGLIO DA DIPORTO ISCRITTO NEGLI U.M.C. PER CLASSI DI LUNGHEZZA - SITUAZIONE AL 31/12/2012 A vela (con o senza motore ausiliario) A motore Uffici Provinciali della Motorizzazione Civile Da 10,01 a 12,00 m Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m Da 10,01 a 12,00 m Da 12,01 a 18,00 m Da 18,01 a 24 m CALABRIA Catanzaro Cosenza Crotone Reggio Calabria Vibo Valentia SICILIA Palermo - dir. Comp Catania (*) Agrigento (*) Caltanissetta (*) Enna Messina Ragusa (*) Siracusa Trapani SARDEGNA Cagliari Nuoro Oristano Sassari Note: (*) L'Ufficio della Motorizzazione Civile non ha fornito i dati. Vengono quindi riportati i dati della precedente edizione. Fonte:. Il Diporto Nautico in Italia - Anno

58

59 Il Diporto Nautico in Italia - Anno Patenti nautiche Sono presentati, di seguito, alcuni prospetti relativi alle patenti nautiche rilasciate e rinnovate/sostituite dagli Uffici periferici del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. La Tavola 2.1, con i Grafici 2.1, 2.2, 2.3 e 2.4, mostra il numero delle patenti nautiche rilasciate e rinnovate/sostituite nel corso del 2012 dalle Capitanerie di Porto e dagli Uffici Marittimi dipendenti. Tali dati vengono, altresì, suddivisi nel seguente modo: a) patenti rilasciate per la navigazione entro le dodici miglia dalla costa e senza alcun limite (con l evidenziazione delle abilitazioni limitate alle sole unità a motore e le abilitazioni complete); b) patenti per navi da diporto. Nel corso dell anno 2012 le patenti rilasciate per la prima volta sono state , così distribuite: (62,5% del totale) per la navigazione entro le 12 miglia dalla costa; (35,2% del totale) per la navigazione senza alcun limite dalla costa; (2,3%) relativamente all abilitazione alla conduzione di navi da diporto. I rinnovi/sostituzioni di patenti sono stati , dei quali: , pari al 38,9%, hanno riguardato l abilitazione alla conduzione di unità entro le 12 miglia dalla costa; , pari al 59,2%, hanno interessato la navigazione senza alcun limite dalla costa; pari al 1,9%, hanno riguardato l abilitazione alla conduzione di navi da diporto. La Tavola 2.2 offre informazioni sulle patenti rilasciate e rinnovate dagli Uffici Marittimi suddivise per Regione. Si può, tra l altro, osservare come la Liguria sia, ancora una volta, la Regione con il numero maggiore di rilasci e di rinnovi (n , pari al 20,1%) seguita dal Lazio (4.351, pari all 11,6%), dalla Sicilia (4.222, pari all 11,3%) e dalla Toscana (3.528, pari al 9,4%). La Tavola 2.3 evidenzia dati sulle patenti nautiche rilasciate per la prima volta e rinnovate dagli U.M.C. nel corso dell anno Le Tavole 2.4 e 2.5, infine, mostrano la serie storica del numero di patenti nautiche rilasciate e rinnovate da tutti gli Uffici Marittimi dipendenti.

60 TAVOLA PATENTI NAUTICHE RILASCIATE PER LA PRIMA VOLTA, RINNOVATE E SOSTITUITE DAGLI UFFICI MARITTIMI PERIFERICI - ANNO 2012 N. Capitanerie di Porto ed Uffici Dipendenti Entro le 12 Mg dalla costa limitata alle sole unità a motore completa Patenti rilasciate per la prima volta Senza alcun limite limitata alle sole unità a motore completa Nave da Diporto Entro le 12 Mg dalla costa limitata alle sole unità a motore completa Patenti rinnovate e sostituite Senza alcun limite limitata alle sole unità a motore completa Nave da Diporto 1 Imperia Sanremo Savona Alassio Genova Santa Margherita Ligure La Spezia Marina di Carrara Viareggio Livorno Piombino Porto Santo Stefano Portoferraio Civitavecchia Roma Anzio Gaeta Ponza Terracina Napoli Ischia Procida Capri Pozzuoli Torre del Greco Castellammare di Stabia Torre Annunziata Salerno Agropoli Palinuro Vibo Valentia Marina Maratea Cetraro Il Diporto Nautico in Italia - Anno 2012

61 Segue: TAVOLA PATENTI NAUTICHE RILASCIATE PER LA PRIMA VOLTA, RINNOVATE E SOSTITUITE DAGLI UFFICI MARITTIMI PERIFERICI - ANNO 2012 Patenti rilasciate per la prima volta Patenti rinnovate e sostituite N. Capitanerie di Porto ed Uffici Dipendenti Entro le 12 Mg dalla costa limitata alle sole unità a motore completa Senza alcun limite limitata alle sole unità a motore completa Nave da Diporto Entro le 12 Mg dalla costa limitata alle sole unità a motore completa Senza alcun limite limitata alle sole unità a motore completa Nave da Diporto 17 Gioia Tauro Reggio Calabria Roccella Jonica Crotone Soverato Corigliano Calabro Taranto Gallipoli Otranto Brindisi Bari Monopoli Molfetta Barletta Manfredonia Vieste Termoli Pescara Giulianova Ortona Vasto San Benedetto del Tronto Porto S. Giorgio Ancona Civitanova Marche Pesaro Fano Rimini Cesenatico Ravenna Porto Garibaldi Chioggia Venezia Jesolo Caorle Il Diporto Nautico in Italia - Anno

62 Segue: TAVOLA PATENTI NAUTICHE RILASCIATE PER LA PRIMA VOLTA, RINNOVATE E SOSTITUITE DAGLI UFFICI MARITTIMI PERIFERICI - ANNO 2012 N. Capitanerie di Porto ed Uffici Dipendenti Entro le 12 Mg dalla costa limitata alle sole unità a motore completa Patenti rilasciate per la prima volta Senza alcun limite limitata alle sole unità a motore completa Nave da Diporto Entro le 12 Mg dalla costa limitata alle sole unità a motore completa Patenti rinnovate e sostituite Senza alcun limite limitata alle sole unità a motore completa Nave da Diporto 38 Monfalcone Grado Porto Nogaro Trieste Cagliari Sant'Antioco Portoscuso Carloforte Arbatax Oristano Bosa Olbia Golfo Aranci La Maddalena Porto Torres Alghero Milazzo S. Agata di Militello Lipari Messina Catania Riposto Augusta Siracusa Pozzallo Porto Empedocle Licata Lampedusa Sciacca Gela Mazara del Vallo Trapani Pantelleria Marsala Palermo Terrasini Porticello Termini Imerese Fonte: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Capitanerie di Porto. 60 Il Diporto Nautico in Italia - Anno 2012

63 TAVOLA PATENTI NAUTICHE RILASCIATE PER LA PRIMA VOLTA, RINNOVATE E SOSTITUITE DAGLI UFFICI MARITTIMI PERIFERICI PER REGIONE - ANNO 2012 Patenti rilasciate per la prima volta Patenti rinnovate e sostituite Regione Entro le 12 Mg dalla costa limitata alle sole unità a motore completa Senza alcun limite limitata alle sole unità a motore completa Nave da Diporto Entro le 12 Mg dalla costa limitata alle sole unità a motore completa Senza alcun limite limitata alle sole unità a motore completa Nave da Diporto Liguria Toscana Lazio Campania Calabria Puglia Molise Abruzzo Marche Emilia Romagna Veneto Friuli Venezia Giulia Sardegna Sicilia Fonte: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Capitanerie di Porto. Il Diporto Nautico in Italia - Anno

64 TAVOLA PATENTI NAUTICHE RILASCIATE PER LA PRIMA VOLTA, RINNOVATE E SOSTITUITE DAGLI U.M.C. - ANNO 2012 UFFICI PROVINCIALI DELLA MOTORIZZAZIONE CIVILE PIEMONTE E VALLE D'AOSTA Patenti rilasciate per la prima volta Entro le 12 Mg dalla costa limitata alle sole unità a completa motore Senza alcun limite limitata alle sole unità a motore completa Entro le 12 Mg dalla costa limitata alle sole unità a motore Patenti rinnovate e sostituite completa Senza alcun limite limitata alle sole unità a motore completa Torino (*) Alessandria Asti Biella Cuneo Novara Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Aosta Il Diporto Nautico in Italia - Anno 2012 TOTALE LOMBARDIA Milano Bergamo Brescia Como Lecco Lodi Cremona Mantova (*) Pavia Sondrio Varese TOTALE VENETO Venezia Belluno Padova Rovigo (*) Treviso Verona Vicenza TOTALE

65 Segue: TAVOLA PATENTI NAUTICHE RILASCIATE PER LA PRIMA VOLTA, RINNOVATE E SOSTITUITE DAGLI U.M.C. - ANNO 2012 Patenti rilasciate per la prima volta Patenti rinnovate e sostituite UFFICI PROVINCIALI DELLA Entro le 12 Mg dalla costa MOTORIZZAZIONE CIVILE limitata alle sole unità a completa motore Senza alcun limite limitata alle sole unità a motore completa Entro le 12 Mg dalla costa limitata alle sole unità a motore completa Senza alcun limite limitata alle sole unità a motore completa TRENTINO ALTO ADIGE Bolzano Trento TOTALE FRIULI VENEZIA GIULIA Trieste Gorizia (*) Pordenone Udine TOTALE LIGURIA Genova Imperia La Spezia Savona TOTALE EMILIA ROMAGNA Bologna Ferrara Forlì-Cesena Modena Parma Piacenza Ravenna Reggio Emilia Rimini TOTALE Il Diporto Nautico in Italia - Anno

66 Segue: TAVOLA PATENTI NAUTICHE RILASCIATE PER LA PRIMA VOLTA, RINNOVATE E SOSTITUITE DAGLI U.M.C. - ANNO 2012 UFFICI PROVINCIALI DELLA MOTORIZZAZIONE CIVILE limitata alle sole unità a motore TOSCANA Patenti rilasciate per la prima volta Entro le 12 Mg dalla costa completa Senza alcun limite limitata alle sole unità a motore completa Entro le 12 Mg dalla costa limitata alle sole unità a motore Patenti rinnovate e sostituite completa Senza alcun limite limitata alle sole unità a motore completa Firenze (*) Arezzo Grosseto Livorno (*) Lucca Massa Carrara Pisa Pistoia Prato Siena Il Diporto Nautico in Italia - Anno 2012 TOTALE MARCHE Ancona Ascoli Piceno Macerata Pesaro - Urbino TOTALE UMBRIA Perugia Terni TOTALE LAZIO - - Roma Frosinone Latina Rieti Viterbo TOTALE

67 Segue: TAVOLA PATENTI NAUTICHE RILASCIATE PER LA PRIMA VOLTA, RINNOVATE E SOSTITUITE DAGLI U.M.C. - ANNO 2012 Patenti rilasciate per la prima volta Patenti rinnovate e sostituite UFFICI PROVINCIALI DELLA MOTORIZZAZIONE CIVILE limitata alle sole unità a motore Entro le 12 Mg dalla costa completa Senza alcun limite limitata alle sole unità a motore completa Entro le 12 Mg dalla costa limitata alle sole unità a motore completa Senza alcun limite limitata alle sole unità a motore completa ABRUZZO L'Aquila Pescara-Chieti Teramo TOTALE MOLISE Campobasso Isernia (*) TOTALE CAMPANIA Napoli Avellino Benevento Caserta Salerno TOTALE PUGLIA Bari Brindisi Foggia Lecce Taranto TOTALE BASILICATA Potenza Matera TOTALE Il Diporto Nautico in Italia - Anno

68 Segue: TAVOLA PATENTI NAUTICHE RILASCIATE PER LA PRIMA VOLTA, RINNOVATE E SOSTITUITE DAGLI U.M.C. - ANNO 2012 UFFICI PROVINCIALI DELLA MOTORIZZAZIONE CIVILE limitata alle sole unità a motore CALABRIA Patenti rilasciate per la prima volta Entro le 12 Mg dalla costa completa Senza alcun limite limitata alle sole unità a motore completa Entro le 12 Mg dalla costa limitata alle sole unità a motore Patenti rinnovate e sostituite completa Senza alcun limite limitata alle sole unità a motore completa Catanzaro Cosenza Crotone Reggio Calabria Vibo Valentia Il Diporto Nautico in Italia - Anno 2012 TOTALE SICILIA Palermo - dir. Comp Catania (*) Agrigento Caltanissetta (*) Enna Messina Ragusa (*) Siracusa Trapani TOTALE SARDEGNA Cagliari Nuoro Oristano Sassari TOTALE Generale Note: (*) L'Ufficio della Motorizzazione Civile non ha fornito i dati. Fonte: Ministero delle I nfrastrutture e dei Trasporti, U.M.C.

69 TAVOLA PATENTI NAUTICHE RILASCIATE PER LA PRIMA VOLTA DAGLI UFFICI MARITTIMI DAL 1997 AL 2012 PER REGIONE Regioni Liguria Toscana Lazio Campania Calabria Puglia Molise Abruzzo Marche Emilia Romagna Veneto Friuli Venezia Giulia Sardegna Sicilia Fonte: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Capitanerie di Porto. Il Diporto Nautico in Italia - Anno

70 TAVOLA PATENTI NAUTICHE RINNOVATE E SOSTITUITE DAGLI UFFICI MARITTIMI DAL 1997 AL 2012 PER REGIONE Regioni Liguria Toscana Lazio Campania Calabria Puglia Molise Il Diporto Nautico in Italia - Anno 2012 Abruzzo Marche Emilia Romagna Veneto Friuli Venezia Giulia Sardegna Sicilia Fonte: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Capitanerie di Porto.

71 Il Diporto Nautico in Italia - Anno GRAFICO PATENTI NAUTICHE RILASCIATE PER LA PRIMA VOLTA NELL'ANNO 2012 DAGLI UFFICI MARITTIMI PER TIPO DI ABILITAZIONE Entro le 12 Mg dalla costa Senza alcun limite Nave da diporto alle sole unità a motore completa GRAFICO PATENTI NAUTICHE RILASCIATE A TITOLO DI RINNOVO NELL'ANNO 2012 DAGLI UFFICI MARITTIMI PER TIPO DI ABILITAZIONE Entro le 12 Mg dalla costa Senza alcun limite alle sole unità a motore completa Nave da diporto Fonte: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Capitanerie di Porto.

72 70 Il Diporto Nautico in Italia - Anno 2012 GRAFICO PATENTI NAUTICHE RILASCIATE PER LA PRIMA VOLTA NELL'ANNO 2012 DAGLI UFFICI MARITTIMI PER TIPO DI ABILITAZIONE (COMPOSIZIONE PERCENTUALE) Senza alcun limite - completa 29% Senza alcun limite - Nave da Diporto 3% Entro le 12 Mg dalla costa - limitata alle sole unità a motore 48% Senza alcun limite - limitata alle sole unità a motore 6% Entro le 12 Mg dalla costa - completa 14% GRAFICO PATENTI NAUTICHE RILASCIATE A TITOLO DI RINNOVO NELL'ANNO 2012 DAGLI UFFICI MARITTIMI PER TIPO DI ABILITAZIONE (COMPOSIZIONE PERCENTUALE) Senza alcun limite - completa 40% Senza alcun limite - Nave da Diporto 2% Entro le 12 Mg dalla costa - limitata alle sole unità a motore 33% Senza alcun limite - limitata alle sole unità a motore 19% Entro le 12 Mg dalla costa - completa 6% Fonte: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Capitanerie di Porto.

Il Diporto Nautico in Italia

Il Diporto Nautico in Italia Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Dipartimento per i Trasporti, la Navigazione ed i Sistemi Informativi e Statistici Direzione Generale per i Sistemi Informativi, Statistici e la Comunicazione

Dettagli

Il Diporto Nautico in Italia

Il Diporto Nautico in Italia Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Dipartimento per i Trasporti, la Navigazione ed i Sistemi Informativi e Statistici Direzione Generale per i Sistemi Informativi, Statistici e la Comunicazione

Dettagli

Il Diporto Nautico in Italia

Il Diporto Nautico in Italia Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Dipartimento per le Infrastrutture, i Sistemi Informativi e Statistici Direzione Generale per i Sistemi Informativi e Statistici Ufficio di Statistica Sistema

Dettagli

Il Diporto Nautico in Italia

Il Diporto Nautico in Italia Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Dipartimento per le Infrastrutture, i Sistemi Informativi e Statistici Direzione Generale per i Sistemi Informativi e Statistici Ufficio di Statistica Sistema

Dettagli

COPERTINA Diporto nautico 2010.indd 1

COPERTINA Diporto nautico 2010.indd 1 COPERTINA Diporto nautico 2010.indd 1 20/08/11 09:21 Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Dipartimento per i Trasporti, la Navigazione ed i Sistemi Informativi e Statistici Direzione Generale

Dettagli

Allegato n. 4 PIANO DELLA PERFOMANCE 2011-2013. Schede informative su personale e risorse finanziarie

Allegato n. 4 PIANO DELLA PERFOMANCE 2011-2013. Schede informative su personale e risorse finanziarie Allegato n. 4 PIANO DELLA PERFOMANCE 2011-2013 Schede informative su personale e risorse finanziarie Distribuzione delle unità di personale per Ufficio Situazione al 01 gennaio 2011 UFFICIO Totale Dirigenti

Dettagli

DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI TERRESTRI ED IL TRASPORTO INTERMODALE

DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI TERRESTRI ED IL TRASPORTO INTERMODALE Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI TERRESTRI ED IL TRASPORTO INTERMODALE Direzione Generale per la Motorizzazione Centro Elaborazione Dati Ufficio Statistiche ESITI

Dettagli

MINISTERO INFRASTRUTTURE E TRASPORTI RSU SEDI CENTRALI RSU STRUTTURE PERIFERICHE

MINISTERO INFRASTRUTTURE E TRASPORTI RSU SEDI CENTRALI RSU STRUTTURE PERIFERICHE MINISTERO INFRASTRUTTURE E TRASPORTI Elezioni 3, 4, 5 marzo 2015 Mappatura sedi RSU RSU SEDI CENTRALI Uffici di Gabinetto, Comitato Centrale Albo Autotrasportatori, Nucleo di Valutazione e Verifica degli

Dettagli

Taranto confermata sede dell' Autorità portuale

Taranto confermata sede dell' Autorità portuale Taranto confermata sede dell' Autorità portuale Con sfida in tre mosse il ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio vuole far recuperare alla portualità italiana il tempo perso, per cogliere l opportunità

Dettagli

Numero di Banche in Italia

Numero di Banche in Italia TIDONA COMUNICAZIONE Analisi statistica Anni di riferimento: 2000-2012 Tidona Comunicazione Srl - Via Cesare Battisti, 1-20122 Milano Tel.: 02.7628.0502 - Fax: 02.700.525.125 - Tidonacomunicazione.com

Dettagli

- DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO -

- DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO - - DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO - DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO Previnet è in grado di mettere a disposizione dei propri clienti un network

Dettagli

-5,2% di lavoratori domestici stranieri dal 2010 al 2011. L 80% dei lavoratori in questo settore rimane comunque non italiano.

-5,2% di lavoratori domestici stranieri dal 2010 al 2011. L 80% dei lavoratori in questo settore rimane comunque non italiano. -5,2% di lavoratori domestici stranieri dal 2010 al 2011. L 80% dei lavoratori in questo settore rimane comunque non italiano., 43 anni, 27 ore di lavoro a settimana per un totale di 35 dichiarate con

Dettagli

IL DIRETTORE. VISTI lo Statuto e il Regolamento di amministrazione dell Agenzia delle dogane;

IL DIRETTORE. VISTI lo Statuto e il Regolamento di amministrazione dell Agenzia delle dogane; Prot. n. 29228 IL DIRETTORE VISTO il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300; VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165; VISTI lo Statuto e il Regolamento di amministrazione dell Agenzia delle

Dettagli

Dotazione di infrastrutture stradali sul territorio italiano

Dotazione di infrastrutture stradali sul territorio italiano Dotazione di infrastrutture stradali sul territorio italiano A cura dell Area Professionale Statistica L Automobile Club d Italia produce ormai da molti anni la pubblicazione Localizzazione degli Incidenti

Dettagli

UFFICI DIREZIONE GENERALE

UFFICI DIREZIONE GENERALE OPERAZIONE TRASPARENZA (LEGGE 18 GIUGNO 2009, N. 69) DATI RELATIVI AI TASSI DI ASSENZA E PRESENZA DEL PERSONALE Maggio 2011 Assenze (Ore) 37.475,60 Area Assenze (Ore) ABRUZZO CASA SOGGIORNO PESCARA 252,10

Dettagli

Strutture Sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo mètasalute

Strutture Sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo mètasalute Strutture Sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo mètasalute ABRUZZO Case di cura / Ospedali / Day-Surgery CHIETI e provincia L'AQUILA e provincia PESCARA e provincia Centri diagnostici /Poliambulatori/Studi

Dettagli

CASE DI LUSSO AL TOP A FIRENZE E GENOVA

CASE DI LUSSO AL TOP A FIRENZE E GENOVA CASE DI LUSSO AL TOP A FIRENZE E GENOVA Degli oltre 74.400 immobili di lusso presenti in Italia che garantiscono alle casse dei Comuni poco più di 91 milioni di euro all anno di Imu, Firenze e Genova sono

Dettagli

Persone alloggiate presso strutture ricettive di tipo alberghiero ed extra-alberghiero

Persone alloggiate presso strutture ricettive di tipo alberghiero ed extra-alberghiero Cod. ISTAT INT 00066 Settore di interesse: Industria, costruzioni e servizi: statistiche settoriali Persone alloggiate presso strutture ricettive di tipo alberghiero ed extra-alberghiero Titolare: Dipartimento

Dettagli

OGGETTO: Verbale di Accordo del 16 luglio 2009 - inserimenti sportelleria.

OGGETTO: Verbale di Accordo del 16 luglio 2009 - inserimenti sportelleria. Risorse Umane ed Organizzazione Relazioni Industriali Alle Segreterie Nazionali delle OO.SS. SLC-CGIL SLP-CISL UIL-POST FAILP-CISAL CONFSAL. COM.NI UGL-COM.NI Roma, 2 dicembre 2009 OGGETTO: Verbale di

Dettagli

ALLEGATO 1 Ripartizione delle sale «Bingo» per provincia

ALLEGATO 1 Ripartizione delle sale «Bingo» per provincia Decreto Direttoriale 16 novembre 2000 Approvazione del piano di distribuzione territoriale delle sale destinate al gioco del Bingo. (G.U. 29 novembre 2000, n. 279, S.O.) Art. 1-1. È approvato l'allegato

Dettagli

CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE UFFICIO DI STATISTICA PROGRAMMA STATISTICO NAZIONALE MODELLO MGG00129

CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE UFFICIO DI STATISTICA PROGRAMMA STATISTICO NAZIONALE MODELLO MGG00129 CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE UFFICIO DI STATISTICA PROGRAMMA STATISTICO NAZIONALE MODELLO MGG00129 Indici territoriali di ricorso per Cassazione anno - 2013 SOMMARIO Introduzione 1. Indici di ricorso per

Dettagli

COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it

COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it unione nazionale r a p p r e s e n t a n t i autoveicoli esteri Analisi UNRAE delle immatricolazioni 2008 AUMENTA DI OLTRE 3 PUNTI LA QUOTA DI CITY CAR

Dettagli

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA)

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) (aggiornamento al 31 DICEMBRE 2014) REGIONE PUGLIA 11.310 31.758 22.145 168.396 2.866 208.465 1.819 1.566.140 55 172.237

Dettagli

Elettori e sezioni elettorali

Elettori e sezioni elettorali Cod. ISTAT INT 00003 AREA: Popolazione e società Settore di interesse: Struttura e dinamica della popolazione Elettori e sezioni elettorali Titolare: Dipartimento per gli Affari Interni e territoriali

Dettagli

UNO SGUARDO ALLA PORTUALITA ITALIANA IL RILANCIO DELLA PORTUALITÀ NAZIONALE

UNO SGUARDO ALLA PORTUALITA ITALIANA IL RILANCIO DELLA PORTUALITÀ NAZIONALE 1 UNO SGUARDO ALLA PORTUALITA ITALIANA IL RILANCIO DELLA PORTUALITÀ NAZIONALE 2 UNO SGUARDO ALLA PORTUALITA ITALIANA 3 IMPORT EXPORT NAZIONALE ATTRAVERSO I PORTI QUANTITÀ Milioni di tonnellate IMPORT 199,8

Dettagli

Ministero dei Trasporti e della Navigazione

Ministero dei Trasporti e della Navigazione MODULARIO MAR MERC- 56 Mod. 85 Ministero dei Trasporti e della Navigazione DIPARTIMENTO NAVIGAZIONE MARITTIMA E INTERNA UNITA DI GESTIONE INFRASTRUTTURE PER LA NAVIGAZIONE ED IL DEMANIO MARITTIMO Divisione

Dettagli

Mailing List FEDERAZIONE NAZIONALE DEI MAESTRI DEL LAVORO D ITALIA. MAILING LIST (Agenda Indirizzi di Posta Elettronica aggiornata al 1 giugno 2013)

Mailing List FEDERAZIONE NAZIONALE DEI MAESTRI DEL LAVORO D ITALIA. MAILING LIST (Agenda Indirizzi di Posta Elettronica aggiornata al 1 giugno 2013) Mailing List FEDERAZIONE NAZIONALE DEI MAESTRI DEL LAVORO D ITALIA MAILING LIST (Agenda Indirizzi di Posta Elettronica aggiornata al 1 giugno 2013) Consolati Regionali Consolati Provinciali Indirizzo Posta

Dettagli

Ricorso agli ammortizzatori sociali settore Vigilanza Privata. Anno 2012

Ricorso agli ammortizzatori sociali settore Vigilanza Privata. Anno 2012 Ricorso agli ammortizzatori sociali settore Vigilanza Privata Anno 2012 Premessa Nel settore della vigilanza privata il 2012 è stato un anno di record per gli ammortizzatori sociali, in particolare per

Dettagli

Numero eventi di malattia per classe di durata dell'evento in giorni e settore - Anni 2012 e 2013

Numero eventi di malattia per classe di durata dell'evento in giorni e settore - Anni 2012 e 2013 Numero certificati di malattia per settore - Anni 2012 e 2013 2012 2013 Var. % 2012/2013 Settore privato 11.738.081 11.869.521 +1,1 Settore pubblico 5.476.865 5.983.404 +9,2 Totale 17.214.946 17.807.925

Dettagli

Calcolo a preventivo della spesa annua escluse le imposte AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) (B)

Calcolo a preventivo della spesa annua escluse le imposte AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) (B) AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) ()/Bx100 120 113,93 109,46 +4,47 +4,09% 480 295,84 277,95 +17,89 +6,44% 700 401,94 375,85 +26,09 +6,94% 1.400 739,55 687,37 +52,18 +7,59% 2.000 1.026,99

Dettagli

FONDAZIONE ENASARCO ORGANIZZAZIONE UFFICI PERIFERICI

FONDAZIONE ENASARCO ORGANIZZAZIONE UFFICI PERIFERICI FONDAZIONE ENASARCO ORGANIZZAZIONE UFFICI PERIFERICI ABRUZZO - MOLISE UFFICIO ISPETTIVO DI PESCARA Pescara, Chieti, L'Aquila, Teramo, Campobasso, Isernia Via Latina n.7 -. 65121 Pescara Telefono 06 5793.3110

Dettagli

Breve sintesi - 2012

Breve sintesi - 2012 Breve sintesi - 2012 L Italia e l Europa nel 2012 Nel 2010 l Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha proclamato un nuovo decennio di iniziative per la Sicurezza Stradale 2011-2020 al fine di ridurre

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Direzione Generale per i Sistemi Informativi e Statistici. Ufficio di Statistica Ufficio di Statistica

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Direzione Generale per i Sistemi Informativi e Statistici. Ufficio di Statistica Ufficio di Statistica Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Dipartimento per le Infrastrutture, i Sistemi Informativi e Statistici Dipartimento per le Infrastrutture,

Dettagli

Personale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco

Personale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Cod. ISTAT INT 00024 AREA: Mercato del lavoro Settore di interesse: Mercato del lavoro Personale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Titolare: Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico

Dettagli

Gli spostamenti quotidiani per motivi di studio o lavoro

Gli spostamenti quotidiani per motivi di studio o lavoro Gli spostamenti quotidiani per motivi di studio o lavoro 4 agosto 2014 L Istat diffonde i dati definitivi del 15 Censimento generale della popolazione e delle abitazioni relativi agli spostamenti pendolari

Dettagli

STUDIO SUGLI INCENDI IN ITALIA DAL 2007 AL 2010. Dirigente Superiore Dott. Ing. Maurizio D ADDATO

STUDIO SUGLI INCENDI IN ITALIA DAL 2007 AL 2010. Dirigente Superiore Dott. Ing. Maurizio D ADDATO STUDIO SUGLI INCENDI IN ITALIA DAL 2007 AL 2010 Dirigente Superiore Dott. Ing. Maurizio D ADDATO La ricerca sviluppata ha preso in esame tutte le segnalazioni pervenute al Centro Operativo Nazionale del

Dettagli

Elenco distretti relativi all'anagrafe delle scuole 2009-2010

Elenco distretti relativi all'anagrafe delle scuole 2009-2010 Abruzzo Chieti DISTRETTO 009 Abruzzo Chieti DISTRETTO 010 Abruzzo Chieti DISTRETTO 011 Abruzzo Chieti DISTRETTO 015 Chieti Conteggio 4 Abruzzo L'Aquila DISTRETTO 001 Abruzzo L'Aquila DISTRETTO 002 Abruzzo

Dettagli

LA POVERTÀ IN ITALIA

LA POVERTÀ IN ITALIA 15 luglio 2011 Anno 2010 LA POVERTÀ IN ITALIA La povertà risulta sostanzialmente stabile rispetto al 2009: l 11,0% delle famiglie è relativamente povero e il 4,6% lo è in termini assoluti. La soglia di

Dettagli

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013)

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013) I Contratti di Rete Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013) I contratti di rete Il monitoraggio sui Contratti di rete di Unioncamere, su dati Infocamere, mette in

Dettagli

RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE

RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE ESERCIZI SPECIALIZZATI. AL 31/12/2013 PIEMONTE Altri prodotti 19 41.235 113 168 281 0 2 3 Articoli igienico-sanitari/materiali da 1 2.493 2 0 2 0 0 0 Articoli sportivi/attrezzatura campeggi 9 25.694 119

Dettagli

POLITICHE SULLA RETE DISTRIBUTIVA E DI ASSISTENZA. Roma, ottobre 2008

POLITICHE SULLA RETE DISTRIBUTIVA E DI ASSISTENZA. Roma, ottobre 2008 POLITICHE SULLA RETE DISTRIBUTIVA E DI ASSISTENZA Roma, ottobre 2008 La rete distributiva diretta SPECIALIZZAZIONE NEI GRANDI IMPIANTI Le biglietterie XXL XL L specializzano la propria attività esclusivamente

Dettagli

MERCATO MUTUI: CRESCE DEL 21,2% IL MERCATO DEI MUTUI IN PIEMONTE

MERCATO MUTUI: CRESCE DEL 21,2% IL MERCATO DEI MUTUI IN PIEMONTE MERCATO MUTUI: CRESCE DEL 21,2% IL MERCATO DEI MUTUI IN PIEMONTE E quanto rilevato dall Osservatorio Mutui Casa alle Famiglie di Banca per la Casa Milano, febbraio 2007 - Il novimestre 2006 conferma la

Dettagli

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento al 31 dicembre 2014)

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento al 31 dicembre 2014) I Contratti di Rete Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento al 31 dicembre 2014) Il monitoraggio di Unioncamere sui Contratti di rete, su dati Infocamere, mette in luce che al 31 dicembre

Dettagli

Il Diporto Nautico in Italia

Il Diporto Nautico in Italia Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Dipartimento per le Infrastrutture, i Sistemi Informativi e Statistici Direzione Generale per i Sistemi Informativi e Statistici Ufficio di Statistica Sistema

Dettagli

UNIVERSITÀ G. d ANNUNZIO FACOLTÀ DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE Dipartimento di Studi Filosofici, Storici e Sociali - Laboratorio di Geografia

UNIVERSITÀ G. d ANNUNZIO FACOLTÀ DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE Dipartimento di Studi Filosofici, Storici e Sociali - Laboratorio di Geografia 1 UNIVERSITÀ G. d ANNUNZIO FACOLTÀ DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE Dipartimento di Studi Filosofici, Storici e Sociali - Laboratorio di Geografia Gerardo Massimi Le attività d interesse per il turismo

Dettagli

U S M A F. Uffici Quarantenari

U S M A F. Uffici Quarantenari MINISTERO DELLA SALUTE DIREZIONE DELLA PREVENZIONE UFFICIO III - COORDINAMENTO USMAF Uffici U S M A F Sanità Marittima Aerea Uffici Quarantenari Frontiera Strutture presenti presso porti, aeroporti, posti

Dettagli

Abruzzo Basilicata Calabria. Reggio Calabria. Vibo Valentia. Grado di istruzione / Classe di concorso

Abruzzo Basilicata Calabria. Reggio Calabria. Vibo Valentia. Grado di istruzione / Classe di concorso Chieti L'Aquila Pescara Teramo Matera Potenza Catanzaro Cosenza Crotone 3 7 3 5 6 4 5 7 6 A03 CHIMICA E TECNOLOGIE CHIMICHE A06 COSTRUZIONI E TECNICO A07 DISCIPLINE ECONOMICO-AZIENDALI 3 A09 DISCIPLINE

Dettagli

Istituzione dei codici tributo per la riscossione, con modello F 23 delle somme spettanti agli accertatori dei reati finanziari.

Istituzione dei codici tributo per la riscossione, con modello F 23 delle somme spettanti agli accertatori dei reati finanziari. Direzione Centrale Accertamento RISOLUZIONE N. 64/E Roma, 18 maggio 2005 Oggetto: Istituzione dei codici tributo per la riscossione, con modello F 23 delle somme spettanti agli accertatori dei reati finanziari.

Dettagli

cmg FIRE ATTITUDE ABRUZZO BASILICATA ANDRIANÒ FABRIZIO Provincia: Chieti, L Aquila, Pescara, Teramo

cmg FIRE ATTITUDE ABRUZZO BASILICATA ANDRIANÒ FABRIZIO Provincia: Chieti, L Aquila, Pescara, Teramo ABRUZZO ANDRIANÒ FABRIZIO Provincia: Chieti, L Aquila, Pescara, Teramo Tel.: 338 7339896 mail: fabrizio.andriano@gmail.com BASILICATA DANIELE RAFFAELE & FIGLI sas Provincia: Potenza Tel.: 335 6226928 mail:

Dettagli

Trasferimenti erariali correnti agli Enti Locali

Trasferimenti erariali correnti agli Enti Locali Cod. ISTAT INT 00023 AREA: Amministrazioni pubbliche e Servizi sociali Settore di interesse: Istituzioni Pubbliche e Private Trasferimenti erariali correnti agli Enti Locali Titolare: Dipartimento per

Dettagli

07-12-000181 SERVIZIO RAPPORTI INTERNAZIONALI E STUDI SEZIONE STUDI E STATISTICA

07-12-000181 SERVIZIO RAPPORTI INTERNAZIONALI E STUDI SEZIONE STUDI E STATISTICA SERVIZIO RAPPORTI INTERNAZIONALI E STUDI Roma 27 giugno 2012 Prot. n. All.ti n. 07-12-000181 12 Alle Imprese di assicurazione autorizzate all esercizio del ramo R.C. auto con sede legale in Italia LORO

Dettagli

SINTESI DELLO STUDIO

SINTESI DELLO STUDIO SINTESI DELLO STUDIO CARO AFFITTI E COSTO PER LA CASA: DIFFICOLTA DA RISOLVERE Maggio 2009 Nel II semestre 2008 le famiglie italiane per pagare l affitto della casa in cui vivono hanno impiegato il 26,4%

Dettagli

PRESENZE/ASSENZE DEL PERSONALE NEL MESE DI SETTEMBRE 2013

PRESENZE/ASSENZE DEL PERSONALE NEL MESE DI SETTEMBRE 2013 D.C. OSSERVATORIO MERCATO IMMOBILIARE E SERVIZI ESTIMATIVI AREA OSSERVATORIO MERCATO IMMOBILIARE UFFICIO GESTIONE BANCA DATI QUOTAZIONI OMI 80,00% 20,00% D.C. OSSERVATORIO MERCATO IMMOBILIARE E SERVIZI

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione Generale per la politica industriale, la competitività e le piccole e medie imprese ex DIV.VIII PMI e artigianato IL CONTRATTO DI RETE ANALISI QUANTITATIVA

Dettagli

stabile o una serie di appartamenti dove l immigrato può permanere per un periodo già fissato dalla struttura stessa. Sono ancora tantissimi gli

stabile o una serie di appartamenti dove l immigrato può permanere per un periodo già fissato dalla struttura stessa. Sono ancora tantissimi gli P R E M E S S A Con la presente rilevazione, la Direzione Centrale per la Documentazione e la Statistica si propone di fornire un censimento completo delle strutture di accoglienza per stranieri, residenziali

Dettagli

Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008. a cura di Francesco Linguiti

Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008. a cura di Francesco Linguiti Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008 a cura di Francesco Linguiti Luglio 2011 Premessa* In questa nota vengono analizzati i dati sulla struttura

Dettagli

9. Assistenza ospedaliera

9. Assistenza ospedaliera 9. Assistenza ospedaliera Keystone LaPresse Assistenza ospedaliera 9.1. Assistenza ospedaliera per acuti e lungodegenti Il sistema SSN si avvale per l assistenza ospedaliera di 1.410 Istituti di ricovero

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA IN MATERIA DI SEDI ELETTORALI RSU DELL AUTOMOBILE CLUB d ITALIA

PROTOCOLLO D INTESA IN MATERIA DI SEDI ELETTORALI RSU DELL AUTOMOBILE CLUB d ITALIA PROTOCOLLO D INTESA IN MATERIA DI SEDI ELETTORALI RSU DELL AUTOMOBILE CLUB d ITALIA Le Delegazioni dell Amministrazione e delle sottoscritte Organizzazioni Sindacali, riunitesi il giorno 19 settembre 2007

Dettagli

04/06/2014. Consegnato OO.SS. 05 giugno 2014

04/06/2014. Consegnato OO.SS. 05 giugno 2014 Consegnato OO.SS. 05 giugno 2014 Trasferimenti Volontari Individuali - DOMANDE 2013 5.930 Domande presentate 5.810 Domande inserite in graduatoria (120 RISORSE ESCLUSE PER MANCANZA REQUISITI PREVISTI DALL

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE E GLI ENTI COOPERATIVI OSSERVATORIO MPMI REGIONI LE MICRO, PICCOLE

Dettagli

TAPPA N 0 DA TRIESTE A SAN BENEDETTO 27 APRILE 1 MAGGIO. Partenza da Chioggia il 27 mattina dopo la cerimonia organizzata dalla locale Sezione

TAPPA N 0 DA TRIESTE A SAN BENEDETTO 27 APRILE 1 MAGGIO. Partenza da Chioggia il 27 mattina dopo la cerimonia organizzata dalla locale Sezione TAPPA N 0 DA TRIESTE A SAN BENEDETTO 27 APRILE 1 MAGGIO Partenza da Chioggia il 27 mattina dopo la cerimonia organizzata dalla locale Sezione Arrivo a Venezia in tarda mattinata dove si sosta Giovedì 28

Dettagli

Le Segnalazioni di Sofferenze Bancarie in Italia negli anni 1998-2007

Le Segnalazioni di Sofferenze Bancarie in Italia negli anni 1998-2007 Le Segnalazioni di Sofferenze Bancarie in Italia negli anni 1998-2007 Analisi statistica a cura di: Tidona Comunicazione Dipartimento Ricerche Responsabile del Progetto: Sandra Galletti Luglio 2008 Questa

Dettagli

I PARCHI D ITALIA REGIONE PER REGIONE

I PARCHI D ITALIA REGIONE PER REGIONE I PARCHI D ITALIA REGIONE PER REGIONE Piemonte Parchi in totale 87 Provincia di Torino 30 Provincia di Alessandria 5 Provincia di Asti 6 Provincia di Biella 6 Provincia di Cuneo Provincia di Novara Provincia

Dettagli

PROGETTO DI RIMODULAZIONE DELLA POLIZIA DI FRONTIERA

PROGETTO DI RIMODULAZIONE DELLA POLIZIA DI FRONTIERA Polizia di Stato PROGETTO DI RIMODULAZIONE DELLA POLIZIA DI FRONTIERA Direzione Centrale per gli Affari Generali della Polizia di Stato Nell'ambito del progetto di razionalizzazione degli uffici e presidi

Dettagli

McDONALD S E L ITALIA

McDONALD S E L ITALIA McDONALD S E L ITALIA Da una ricerca di SDA Bocconi sull impatto occupazionale di McDonald s Italia 2012-2015 1.24 McDONALD S E L ITALIA: IL NOSTRO PRESENTE Questo rapporto, frutto di una ricerca condotta

Dettagli

7. Assistenza primaria

7. Assistenza primaria 7. Assistenza primaria BSIP Marka Assistenza primaria 7.1. Medicina di base L assistenza distrettuale, allo scopo di coordinare ed integrare tutti i percorsi di accesso ai servizi sanitari da parte del

Dettagli

Popolazione e famiglie

Popolazione e famiglie 23 dicembre 2013 Popolazione e famiglie L Istat diffonde oggi nuovi dati definitivi del 15 Censimento generale della popolazione e delle abitazioni. In particolare vengono rese disponibili informazioni,

Dettagli

Abruzzo Chieti 2 Abruzzo L' Aquila 2 Abruzzo Pescara 0 Abruzzo Teramo Totale Abruzzo. 12 Basilicata Matera 0 Basilicata Potenza Totale Basilicata

Abruzzo Chieti 2 Abruzzo L' Aquila 2 Abruzzo Pescara 0 Abruzzo Teramo Totale Abruzzo. 12 Basilicata Matera 0 Basilicata Potenza Totale Basilicata Mobilità professionale personale ATA profilo professionale DSGA Destinatari dei corsi di di cui all'art. 7 CCNI 3.12.29 - art. 1, comma 2, sequenza contrattuale 25.7.28 - (ex art. 48 CCNL/27) DSGA Personale

Dettagli

Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco

Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Cod. ISTAT INT 00012 AREA: Ambiente e Territorio Settore di interesse: Ambiente Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Titolare: Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso

Dettagli

Indice dei prezzi delle case in affitto

Indice dei prezzi delle case in affitto Indice delle case in affitto Primo trimestre 2016 Sinossi Tornano a salire i prezzi medi delle locazioni in Italia dopo i mesi invernali, con un incremento dell 1,2% che fissa il valore medio al metro

Dettagli

LA DINAMICA DELLE IMPRESE GIOVANILI, FEMMINILI E STRANIERE NEL 3 TRIMESTRE 2015

LA DINAMICA DELLE IMPRESE GIOVANILI, FEMMINILI E STRANIERE NEL 3 TRIMESTRE 2015 LA DINAMICA DELLE IMPRESE GIOVANILI, FEMMINILI E STRANIERE NEL 3 TRIMESTRE 215 Saldi positivi ma in leggera flessione Nel terzo trimestre 215 i saldi tra iscrizioni e cessazioni di imprese liguri giovanili,

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 11

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 11 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE ITALIA POPOLAZIONE Cose da sapere VOLUME 1 CAPITOLO 11 A. Le idee importanti l L Italia è uno Stato con 20 regioni e 103 province l In Italia ci sono molte città. Le

Dettagli

L ANDAMENTO DELLA SPESA FARMACEUTICA TERRITORIALE NEL 2013

L ANDAMENTO DELLA SPESA FARMACEUTICA TERRITORIALE NEL 2013 CONVEGNO LABORATORIO FARMACIA LA GESTIONE DELLA CRISI D IMPRESA NEL SETTORE DELLA DISTRIBUZIONE DEL FARMACO: STRATEGIE E STRUMENTI DI RISANAMENTO Pisa, 9 ottobre 2014 L ANDAMENTO DELLA SPESA FARMACEUTICA

Dettagli

La produzione di uva e di vino Anno 2005

La produzione di uva e di vino Anno 2005 La produzione di uva e di vino Anno 2005 31 Gennaio 2006 L Istat diffonde i principali risultati 1 della produzione di uva e di vino in Italia, con riferimento all anno 2005. Essi derivano da stime effettuate

Dettagli

PREVENZIONE E SOCCORSO

PREVENZIONE E SOCCORSO ANNUARIO DELLE STATISTICHE UFFICIALI DEL MINISTERO DELL INTERNO - ed. 215 a cura dell Ufficio Centrale di Statistica Cod. ISTAT INT 12 Settore di interesse: AMBIENTE E TERRITORIO Titolare ATTIVITÀ DI SOCCORSO

Dettagli

MINISTERO DELL INTERNO

MINISTERO DELL INTERNO MINISTERO DELL INTERNO DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI Direzione Centrale per la Documentazione e la Statistica PRESSO LE SOCIO-RIABILITATIVE ALLE DATE DEL 31 MARZO E 30 GIUGNO 2002

Dettagli

GIOCARESPONSABILE. Un anno di attività. 1 novembre 2009-31 ottobre 2010. Umbertide, 4 dicembre 2010. Progetto sostenuto da

GIOCARESPONSABILE. Un anno di attività. 1 novembre 2009-31 ottobre 2010. Umbertide, 4 dicembre 2010. Progetto sostenuto da GIOCARESPONSABILE Un anno di attività 1 novembre 2009-31 ottobre 2010 Umbertide, 4 dicembre 2010 Progetto sostenuto da Mission Aumentare la consapevolezza del giocatore sui fattori di rischio eventualmente

Dettagli

Servizi di prevenzione incendi e di vigilanza antincendi svolti dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.

Servizi di prevenzione incendi e di vigilanza antincendi svolti dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco. Cod. ISTAT INT 00051 AREA: Ambiente e territorio Settore di interesse: Ambiente Servizi di prevenzione incendi e di vigilanza antincendi svolti dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco. Titolare: Dipartimento

Dettagli

Comunicazioni inviate dai contribuenti al 31 Maggio 2007

Comunicazioni inviate dai contribuenti al 31 Maggio 2007 Comunicazioni inviate dai contribuenti al 31 Maggio 2007 Si precisa che dal mese di Marzo 2002 le comunicazioni conteggiate sono comprensive di quelle inviate dai Centri Di Servizio non più competenti.

Dettagli

imprese, sta attraversando una fase di lunga ed intensa recessione che si protrae da anni. La crisi si inserisce ovvia-

imprese, sta attraversando una fase di lunga ed intensa recessione che si protrae da anni. La crisi si inserisce ovvia- DANIELE NICOLAI 1 Focus Introduzione imprese, sta attraversando una fase di lunga ed intensa recessione che si protrae da anni. La crisi si inserisce ovvia- e di recessione in Europa ma il nostro Paese

Dettagli

Condizioni tecniche ed economiche relative alla sperimentazione Postatarget Creative Sperimentale

Condizioni tecniche ed economiche relative alla sperimentazione Postatarget Creative Sperimentale Condizioni tecniche ed economiche relative alla sperimentazione Postatarget Creative Sperimentale EDIZIONE SETTEMBRE 2010 INDICE 1 CARATTERISTICHE DELLA SPERIMENTAZIONE... 3 2 CONDIZIONI DI ACCESSO ALLA

Dettagli

Lavoro occasionale Di tipo accessorio

Lavoro occasionale Di tipo accessorio Lavoro occasionale Di tipo accessorio PRIMO TRIMESTRE/ 211 Lavoro occasionale di tipo accessorio I trim 211 gennaio 212 Il Report è stato realizzato da Giorgio Plazzi e Chiara Cristini, ricercatori dell

Dettagli

I confidi e il credito alle piccole imprese durante la crisi

I confidi e il credito alle piccole imprese durante la crisi I confidi e il credito alle piccole imprese durante la crisi Valerio Vacca (Banca d Italia, ricerca economica Bari) Il laboratorio del credito, Napoli, 15 marzo 2012 La struttura del mercato in Cr (2010):

Dettagli

Tutte le pensioni in Lombardia e nelle altre regioni:

Tutte le pensioni in Lombardia e nelle altre regioni: 1 Tutte le pensioni in Lombardia e nelle altre regioni: quante sono, a chi vanno, quanto rendono Rilevazioni sui trattamenti pensionistici condotta dall Istituto nazionale di statistica in collaborazione

Dettagli

Gli Uffici delle Dogane. Province di competenza

Gli Uffici delle Dogane. Province di competenza ti trovi in: Home - Agenzia - Uffici - Indirizzi e Organigramma periferico - Uffici Dogane Gli Uffici delle Dogane Gli Uffici delle Dogane Regione Abruzzo Basilicata Campania Dogane Avezzano Pescara Potenza

Dettagli

DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DICEMBRE 2010

DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DICEMBRE 2010 La produzione di rifiuti urbani in Italia DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DICEMBRE 2010 L Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva, ha svolto per la quarta annualità un indagine

Dettagli

Regione sede cod. ICCD ente sigla. Veneto Venezia 205 Direzione regionale per i beni culturali e paesaggistici del Veneto DR

Regione sede cod. ICCD ente sigla. Veneto Venezia 205 Direzione regionale per i beni culturali e paesaggistici del Veneto DR Piemonte Torino 201 Direzione regionale per i beni culturali e paesaggistici del Piemonte Torino 64 Soprintendenza per i beni archeologici del Piemonte SBA Torino 66 Torino 67 Soprintendenza per i beni

Dettagli

Come costruire itinerari turistico responsabili

Come costruire itinerari turistico responsabili Come costruire itinerari turistico responsabili GIUSEPPE MELIS INTRODUZIONE AL CONVEGNO ITINERARI TURISTICO-RESPONSABILI: STRUMENTI PER ATTIVARE PERCORSI DI QUALITÀ ORISTANO, 27 MAGGIO 2008 AUDITORIUM

Dettagli

Il credit crunch nell economia italiana e per le piccole imprese

Il credit crunch nell economia italiana e per le piccole imprese 17 giugno 2013 Il credit crunch nell economia italiana e per le piccole imprese I dati desk sul credito alle imprese Dall avvento della crisi (dal 2008 in poi) l andamento dei prestiti alle imprese italiane

Dettagli

Comunicazioni inviate dai contribuenti al 30 Giugno 2007

Comunicazioni inviate dai contribuenti al 30 Giugno 2007 Comunicazioni inviate dai contribuenti al 30 Giugno 2007 Si precisa che dal mese di Marzo 2002 le conteggiate sono comprensive di quelle inviate dai Centri Di Servizio non più competenti. IL DIRETTORE

Dettagli

Quadro informativo sull insegnamento delle lingue straniere

Quadro informativo sull insegnamento delle lingue straniere Ministero dell'istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per lo Sviluppo dell Istruzione Servizio per l Automazione Informatica e l Innovazione Tecnologica EDS Servizio di Consulenza all

Dettagli

Analisi dei Depositi Bancari in Italia nel Decennio 1998-2007

Analisi dei Depositi Bancari in Italia nel Decennio 1998-2007 Analisi dei Depositi Bancari in Italia nel Decennio 1998-2007 Analisi statistica a cura di: Tidona Comunicazione Dipartimento Ricerche Responsabile del Progetto: Sandra Galletti Maggio 2008 Questa pubblicazione

Dettagli

POSTI DIRIGENZIALI DI SECONDA FASCIA VACANTI E DISPONIBILI O CHE PREVEDIBILMENTE LO DIVENTERANNO ENTRO IL 31 DICEMBRE 2014

POSTI DIRIGENZIALI DI SECONDA FASCIA VACANTI E DISPONIBILI O CHE PREVEDIBILMENTE LO DIVENTERANNO ENTRO IL 31 DICEMBRE 2014 POSTI DIRIGENZIALI DI SECONDA FASCIA VACANTI E DISPONIBILI O CHE PREVEDIBILMENTE LO DIVENTERANNO ENTRO IL 31 DICEMBRE 2014 Ai sensi dell'art. 19, comma 1 bis, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n.

Dettagli

Fisica Sanitaria. Roma, 17 Febbraio 2012. Michele Belluscio

Fisica Sanitaria. Roma, 17 Febbraio 2012. Michele Belluscio Fisica Sanitaria Roma, 17 Febbraio 2012 Michele Belluscio Fisica Sanitaria: Attività La Fisica Sanitaria svolge attività connesse, in modi e misure diverse, con: -Radioterapia oncologica -Medicina nucleare

Dettagli

I trasferimenti ai Comuni in cifre

I trasferimenti ai Comuni in cifre I trasferimenti ai Comuni in cifre Dati quantitativi e parametri finanziari sulle attribuzioni ai Comuni (2012) Nel 2012 sono stati attribuiti ai Comuni sotto forma di trasferimenti, 9.519 milioni di euro,

Dettagli

Workshop PERSONE SENZA DIMORA

Workshop PERSONE SENZA DIMORA Workshop PERSONE SENZA DIMORA VERSO PERCORSI DI INCLUSIONE SOCIALE E LAVORATIVA Palazzo Valentini - Roma - 29 Marzo 2011 1 VAI A LAVORARE 2 Fattori condizionanti Mercato del lavoro Regime di Welfare Tipologia

Dettagli

Il fabbisogno abitativo Rinnovata emergenza

Il fabbisogno abitativo Rinnovata emergenza Il fabbisogno abitativo Rinnovata emergenza 2 Rapporto Famiglia-reddito-casa A cura della UIL Servizio Politiche Territoriali Novembre 2008 1 INDICE Nota introduttiva pag. 3 Dati demografici pag. 4 Tabella

Dettagli

U S M A F. Uffici Quarantenari

U S M A F. Uffici Quarantenari MINISTERO DELLA SALUTE DIREZIONE DELLA PREVENZIONE UFFICIO III - COORDINAMENTO USMAF Uffici U S M A F Sanità Marittima Aerea Uffici Quarantenari Frontiera Strutture presenti presso porti, aeroporti, posti

Dettagli

L attività dei confidi

L attività dei confidi L attività dei confidi Un analisi sui dati della Centrale dei rischi Valerio Vacca Banca d Italia febbraio 214 1 Di cosa parleremo Il contributo dei confidi ail accesso al credito delle pmi La struttura

Dettagli

Case, prezzi degli affitti in aumento nel secondo trimestre 2015

Case, prezzi degli affitti in aumento nel secondo trimestre 2015 Case, prezzi degli affitti in aumento nel secondo trimestre 2015 Dopo un ulteriore incremento dell 1% il prezzo medio in Italia si attesta a 8,5 euro al mese Forti oscillazioni nei centri minori, pressoché

Dettagli