Annual Meeting del FORUM ICT I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale Workshop tematico: 10:45-12:15

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Annual Meeting del FORUM ICT I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale Workshop tematico: 10:45-12:15"

Transcript

1 Annual Meeting del FORUM ICT I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale Workshop tematico: 10:45-12:15 a cura di: Maria Cristina Barbero, MBA, PMP, Director BU Change e IT Strategy, Nexen SPA Pierluigi Lucchese, Senior Project Manager, Engineering Ingegneria Informatica SPA Paride Martella, Consultant, Nexen SPA 20 Novembre 2012, Fondazione CUOA

2 La Capogruppo Brasile Argentina Belgio Italia Libano La prima azienda italiana di software e servizi di Information Technology a capitale privato e indipendente Tra le prime 10 in Europa nel software e servizi 40 sedi in Italia, Belgio, America latina e area MENA large accounts in tutti i settori di mercato 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 2

3 Consulenza strategica / direzionale di gruppo sito istituzionale per formazione Agile STRATEGIA GOVERNO & RISCHI ORGANIZZAZIONE AUDIT & COMPLIANCE STRATEGIA ICT CAMBIAMENTO Finanza P.A. Industria 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 3

4 Perchè oggi parliamo di Agile? LEAN IT - Steven C. Bell, Michael A. Orzen xvii-xviii Introduction Is business process improvement part of Lean IT? What about best practices and benchmarking? Is agile software development a Lean IT practice? What about IT operational excellence and the ITIL service management framework? How about performance management dashboards and scorecards? Is applying Lean techniques to project management considered a Lean IT practice? And is cloud computing relevant in a Lean IT world? The answer to all these questions is yes. 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 4

5 Perchè oggi parliamo di Agile? IT Operations Producing value Projects Increasing value production capability 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 5

6 Perchè oggi parliamo di Agile? Lean IT engages people, using a framework of Lean principles, systems, and tools, to integrate, align, and synchronize the IT organization with the business to provide quality information and effective information systems, enabling and sustaining the continuous improvement and innovation of processes. Bell, Orzen Value for business Align & adapting Agile Project Management is the work of energizing, empowering, and enabling project teams to rapidly and reliably deliver business value by engaging customers and continuously learning and adapting to their changing needs and environments. «Sanjiv augustine» 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 6

7 5 premesse Conosciamo ed abbiamo esperienza delle organizzazioni IT Operiamo in una organizzazione vendor di prodotti e servizi per l IT Siamo esperti di Project Management & dintorni Non siamo esperti di Lean IT Nel parlare di Agile Project Management privilegiamo gli approfondimenti validati dal Project Management Institute 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 7

8 Agile Manifesto & Principles What s the impact on Project Management? Agile Domains APM Tools&Techniques Regione del Veneto: progetto di transizione Regione del Veneto: la gestione delle operazioni SCRUM: Contracts, Events, Roles / Team Software Tools 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 8

9 Agile Manifesto & Principles 2001 What did it happen in 2001? Individuals and interactions over processes and tools Working software over comprehensive documentation Customer collaboration over contract negotiation Responding to change over following a plan 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 9

10 Agile Manifesto & Principles: DOI 2005 Project Leaders Deliver reliable results Group accountability... gradually shifting to projects Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 10

11 Agile Manifesto & Principles: methods Product Owner Development Team Scrum Master Sprint Planning Meeting Daily Scrum Sprint Review Sprint Retrospective Product Backlog Sprint Backlog Definition of Done Scrum is an agile framework for completing complex projects. Scrum originally was formalized for software development projects, but works well for any complex, innovative scope of work. The possibilities are endless. The Scrum framework is deceptively simple (www.scrumalliance.org) 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 11

12 Agile Manifesto & Principles: methods Simplicity Communication Feedback Courage Respect Whole team, Planning games, Small releases, Customers Tests. Collective Code Ownership, Code Standards, Sustainable Pace, Metaphor, Continuous Integration. Test-driven development, Refactoring, Simple Design, Pair Programming. Extreme Programming emphasizes teamwork. Managers, customers, and developers are all equal partners in a collaborative team. Extreme Programming implements a simple, yet effective environment enabling teams to become highly productive. The team self-organizes around the problem to solve it as efficiently as possible (www.extremeprogramming.org) 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 12

13 Agile Manifesto & Principles: methods Feature Driven Development Dynamic Systems Development Method Crystal family of metohodologies Lean Software Development 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 13

14 What impact on Project Management? "Agile Project Management is the work of energizing, empowering, and enabling project teams to rapidly and reliably deliver business value... by engaging customers and continuously learning and adapting to their changing needs and environments." Sanjiv Augustine Managing Agile Projects 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 14

15 What impact on Project Management? When should we talk of Agile Project Management? Projects involving knowledge workers Characteristics of Industrial Work Work is visible Work is stable Emphasis is on running things More structure with fewer decisions Focus on the right answers Define the task Command and control Strict standards Focus on quantity Measure performance to strict standards Minimize cost of workers for a task Characteristics of Knowledge Work Work is invisible Work is changing Emphasis is on changing things Less structure with more decisions Focus on the right questions Understand the task Give autonomy Continuous innovation Focus on quality Continuously learn and teach Treat workers as assets, not as costs 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 15

16 What impact on Project Management? 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 16

17 What impact on Project Management? Terminology Roles Project Manager, PMO, Self-organizing team Business Involvement Tools & Processes Contracts 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 17

18 Agile Domains (1/2) 1. Value-Driven Delivery The domain focuses on maximizing business value through prioritization, iterative delivery, and risk management 4. Adaptive Planning This domain deals with estimating, creating different levels of plans, getting feedback on progress, and updating plans 2. Stakeholder Engagement The domain deals with understanding stakeholder needs, getting stakeholders involved, and keeping them informed 5. Problem Detection and Resolution The domain is concerned with encouraging whole-team tracking and resolution of risks. 3. Boosting Team Performance Practices This domain links team-related topics, including forming teams, empowering them, building team committment, and promoting collaboration 6. Continuous Improvement The final domain deals with how to improve various aspects of the project product, processes, people via retrospectives and experiments. 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 18

19 Agile Domains (2/2) 1. Value-Driven Delivery 2. Stakeholder Engagement 3. Boosting Team Performance Practices Prioritize based on value Define acceptance criteria Reduce risks early Deliver incrementally and get feedback Reduce cost of changes Keep stakeholders informed Do demos and get feedback Actively reprioritize Get the right stakeholders Continuously engage the stakeholders Cement stakeholder involvement Actively manage stakeholder interest Frequently discuss what «done» looks like Show progress and capabilities Creat team norms collectively Build cross-funtional teams Promote generalizing specialists Spread agile values, principles and terms Promote self-organization Create a safe team environment Research team and personal motivators 4. Adaptive Planning 5. Problem Detection and Resolution Plan at multiple levels Involve the team and customer to engage them in planning Tailor the process to project characteristics Use appropriate estimate ranges Base projections on completion rates Promote open team communications Manage risks and problems as a team Factor in impediments Track risks visually Communicate risks 6. Continuous Improvement Tailor the process to the project Improve based on retrospectives Make team adjustments Eliminate waste Communicate lesson learned Work in pairs to spread knowledge and skills Test out improvement suggestions 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 19

20 Agile Project Management: the Cycle 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 20

21 Tools & Techniques (a selection of...) Tools&Techniques - things we should be able to do (*) Chartering the project User Stories / Backlogs Product Backlog Prioritization Risk-Adjusted Backlog Product Roadmap Task and Kanban Boards WIP Limits Cumulative Flow Diagrams (CFD) Personas Timeboxing Minimally Marketable Feature (MMF) Relative Sizing / Story Points Remember the Future (*) Free selection from all listed Tools&Techniques for the certification exam 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 21

22 Tools & Techniques (a selection of...) Minimally Marketable Feature (MMF) Remember the Future Chartering the project Personas Timeboxing Timeboxing Relative Sizing / Story Points Task and Kanban Boards WIP Limits Cumulative Flow Diagrams (CFD) User Stories / Backlogs Product Backlog Prioritization Risk-Adjusted Backlog Product Roadmap Story Map 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 22

23 Tools & Techniques (a selection of...) Chartering the project «The technique of chartering in agile projects has the same general goal as the Develop Project Charter process defined in the PMBOK Guide, but the level of detail and the set of assumptions are different. Like a non-agile charter, the goal of an agile charter is to describe the project at a high level, gain agreement about the project s W5H What, Why, Who, When, Where, and How attributes, and obtain the authority to proceed.» «... chartering in an agile environment results in a flexible document that allows the team to respond to changing needs and technology and ultimately deliver hih-value components that the organization can begin using quickly» «... Agile charters generally have less details than non-agile charters, are shorter documents, and focus more on how the project will be run than on exactly what will be built.» 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 23

24 Tools & Techniques (a selection of...) Personas «Personas are quick guides or reminders of the key stakeholders on the project and their interest. Software projects, for example, commonly create personas for the different types of people who will use the system being built. Personas may be based on profiles of real people or composites of multiple users. «... Personal can help keep a team focused on delivering the features that users will find valuable, and this leads to better decision-making on the project» 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 24

25 Tools & Techniques (a selection of...) Timeboxing What... your... teams are doing is managing the triple constraints that face any organization - time, quality, scope. When using a fixed duration, we are telling everyone involved, 'time is urgent and we are going to include as much as we can within this time framework.' Since quality cannot be compromised, the only variable is scope. 'Time boxing' creates a sense of urgency and criticality for the entire organization Mark P. Dangelo, Innovative relevance 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 25

26 Tools & Techniques (a selection of...) User Stories / Backlogs (1/3) «User sories are bite-sized, understandable chunks of business functionality. Agile project teams commonly rely on user stories and a backlog of these stories to help align tema priorities with the needs of the business.» As a <Role>, I want <Functionality>, so that <Business Benefit> Independent Negoziable INVEST Valuable Estimable Small Testable 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 26

27 Tools & Techniques (a selection of...) User Stories / Backlogs (2/3) «After the user stories are created, they are organized into a backlog. This backlog of user stories is a visible list of the work to be done. The user story backlog helps guide discussions of the team s priorities. It also serves as a planning tool for managing releases and iterations (sprints), and it helps direct the team s focus during scope discussions and when managing changes.» Story 1 Story 2 Story 3 Story 4 High Priority Story 5 Story 6 Story 7 Story 8 Medium Priority Story 9 Story 10l Low Priority 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 27

28 Tools & Techniques (a selection of...) User Stories / Backlogs (3/3) Project Scope Decomposition to Product Backlog Product Backlog for WPC project... Domains Epics Epics: Features management Features grouping Configuration rules Configuration templates Configuration change management Model Year management What If analysis Vehicle identification Technical and Commercial descriptions Target mix and take rate management Domains: Functions Rules Management (Feature+Conf+Templ) User Story: AGILE Tasks Vehicle specification User Interface Language Management Security Management Error proofing Reporting Data exchange interface Import functionality Web Training Tool Other (please specify) Change Management Core Engine Common Application Services AGILE Traditional AGILE 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 28

29 Tools & Techniques (a selection of...) Product Backlog Prioritization «The team should choose which prioritization scheme to use based on the needs of the project and what works best for the organization.» Simple Schemes MoSCoW Prioritization Scheme Monopoly Money 100-Point Method Requirements Prioritization Model Label items as Priority 1, Priority 2, Priority 3, etc. It can be problematic in that people have a tendency to designate everything a Priority 1. M = Must have S = Should have C = Could have W = Would like to have, but not this time Give sponsors Monopoly money equal to the amount of the project budget and to ask them to distribute it amongst the system features. In this method, each stakeholder is given 100 points that he or she can use to vote for the most important requirements. The stakeholders can distribute the 100 point in any way. Benefit = Rated by customers Penality = Rated by customers Cost = Rated by developers Risk = Rated by developers 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 29

30 Tools & Techniques (a selection of...) Risk-Adjusted Backlog «The concept of risk is closely related to value, so much so that we can think of negative project risks (threats) as anti-value, or factors that have the potential to erode, remove, or reduce value if they occur.» 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 30

31 Tools & Techniques (a selection of...) Product Roadmap Story Map «A product roadmap is a visual overview of a product s releases and its main components. It is a communication tool that provides project stakeholders with a quick view of the primary release points and intended functionality. Story maps, popularized by Jeff Patton, are a commonly used approach» Story maps help select and group features for a release. These diagrams show the sequence of the features and indicate their importance to the project by classifying them as backbone, walking skeleton, or additional features. 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 31

32 Tools & Techniques (a selection of...) Task and Kanban Boards «Task and kanban boards can help deliver value on agile projects in a number of ways. While it may seem like a step backward to go from sophisticated software scheduling tools to cards on a wall, this transition offers many benefits: (1) data accuracy perception increase, (2) barriers for stakeholder interaction are created» 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 32

33 Tools & Techniques (a selection of...) WIP Limits «Work In Progress (WIP), also sometimes known as work in process or work in play, is the term given to work that has been started but has not been completed.» Having excessive levels of WIP is associated with a number of problems The aim of WIP Limits is to optimize throughput of work. This is often counterintuitive to people at first. Consider a highway, however. When does it flow best when it is fully utilized at rush hour (busy), or during off-peak hours when it has some slack (less busy)? 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 33

34 Tools & Techniques (a selection of...) Cumulative Flow Diagrams (CFD) «Cumulative flow diagram are valuable tools for tracking and forecasting agile projects. CFDs can help us gain insight into project issues, cycle times, and likely completion dates.» 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 34

35 Tools & Techniques (a selection of...) Remember the Future «Remember the Future is the name given to an Agile innovation/collaborative game and a facilitated workshop technique.» The facilitated exercise engages project stakeholders in imagining that the release or iteration in now complete. They then describe what they imagine has occurred for the iteration or release to be successful «... ask people to imagine they are writing a report for their boss or department about how the release went, in which they list all the things that were completed and delivered.» 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 35

36 Agile Manifesto & Principles What s the impact on Project Management? Agile Domains APM Tools&Techniques Regione del Veneto: progetto di transizione Regione del Veneto: la gestione delle operazioni SCRUM: Contracts, Events, Roles / Team Software Tools 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 36

37 Il Contesto 18 Progetti (Programma) 1 Grande Cliente 3 Grandi Aziende (RTI) 6 Project Managers 150 Risorse 3 Anni Rinnovo completo architettura e infrastruttura CED Implementazione Sistemi di Gestione Operativa Servizio IT E2E Consolidamento e migrazione del parco applicativo 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 37

38 La Scelta Gantt Pert CPM EVM Coinvolgimento e collaborazione tra i Project Managers Semplificare 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 38

39 e rompere gli schemi 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 39

40 Agile Project Management Tecniche e strumenti AGILE per la gestione del Programma (Scrum) 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 40

41 L Azione le persone Gerarchia Ruoli Scrum TeamB Scrum TeamA Scrum Master P1 Product Owner Scrum Master P2 Scrum TeamC Scrum TeamD Chartering the project Roles Timeboxing 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 41

42 L Azione: I progetti WBS FBS Progetto 1 P R O G R A M M A Progetto 2 Progetto 3 Program (Product) Backlog Program (Product) Roadmap Progetto 4 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 42

43 L Azione: Controllo e numeri Backlog item #56 Funzionalità 5 Note Serve un diagramma di sequenza UML. Peroranoncipreoccupiamodicifraturadeidatie della comunicazione. Come dimostrare la funzionalità Faccio login, apro la pagina di deposito, ci metto 10, vado alla pagina del bilancio e verifico che questo è cresciuto di 10. Importanza 30 Stima 10 Confronto e Priorità Product Backlog Prioritization: sprint backlog Realative Sizing / Story Points Burn Up e Burndow Chart 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 43

44 L Azione: Il volo SCRUM a livello di Programma SPRINT Project 1 Project 2 Sprint Backlog Project 3 # Desc Acc Descrizione 1 Descrizione 2 Descrizione 3 Descrizione 4 X X Program (Product) Backlog Backlog grooming Sprint planning meeting Sprint review meeting Sprint retrospective Daily Scrum 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 44

45 La Pratica: la War Room Artefatti Program taskboard Product Backlog Burndow e Burnup Sprint Backlog 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 45

46 Risultati Prodotti Gestione Agile/Lean del servizio IT Anticipo Qualità sulle consegne del Programma M entalità Nuove competenze su tutta l organizzazione Velocità Divertimento Sicurezza Innovazione 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 46

47 Agile Manifesto & Principles What s the impact on Project Management? Agile Domains APM Tools&Techniques Regione del Veneto: progetto di transizione Regione del Veneto: la gestione delle operazioni SCRUM: Contracts, Events, Roles / Team Software Tools 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 47

48 Il progetto SERVIZIO DI GESTIONE, MANUTENZIONE, SUPPORTO DELL INFRASTRUTTURA TECNOLOGICA, NONCHÉ GESTIONE, MANUTENZIONE, SUPPORTO E SVILUPPO DELLE APPLICAZIONI COSTITUENTI IL SISTEMA INFORMATIVO DELLA REGIONE DEL VENETO / CENTRO SVILUPPO SERVIZI TERRITORIALI MEDIANTE SERVIZI DI CALL CENTER ED HELP DESK 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 48

49 Il progetto DSI Regione Veneto PIANIFICAZIONE Verifica e Monitoraggio Innovazione e Sperimentazione Governance Strategica Governance UTENTI Governance OPERATIVA Governance AMMINISTRATIVA Gestore (Engineering) Servizi applicativi Gest. SERV. APPLICATIVI Gest. P.EL. Applicazioni Infrastruttura Altri Servizi Gest. HOUSING Gest. HOSTING Serv. PROF. Servizi orizzontali a supporto del Sistema Informativo Regionale ASS. GMPdL/a SIC SERVIZI SLA QUALITA REGIONE AGENZIE ENTI LOCALI ISTITUZIONI Servizi orizzontali a supporto dei Servizi applicativi MCC NEW/MEV FORM Processi standardizzati Fornitori Esterni 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 49

50 Dal progetto alla gestione del Servizio DSI Regione Veneto PIANIFICAZIONE Verifica e Monitoraggio Innovazione e Sperimentazione Governance Strategica Governance UTENTI Governance OPERATIVA Governance AMMINISTRATIVA Gestore (Engineering) Servizi applicativi Gest. SERV. APPLICATIVI Gest. P.EL. Applicazioni Infrastruttura Altri Servizi Gest. HOUSING Gest. HOSTING Serv. PROF. Servizi orizzontali a supporto del Sistema Informativo Regionale ASS. GMPdL/a SIC SERVIZI SLA QUALITA REGIONE AGENZIE ENTI LOCALI ISTITUZIONI Servizi orizzontali a supporto dei Servizi applicativi MCC NEW/MEV FORM Processi standardizzati Fornitori Esterni 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 50

51 Dal progetto alla gestione del Servizio DSI Regione Veneto PIANIFICAZIONE Verifica e Monitoraggio Innovazione e Sperimentazione Governance Strategica Governance UTENTI Governance OPERATIVA Governance AMMINISTRATIVA Gestore (Engineering) Servizi applicativi Gest. SERV. APPLICATIVI Gest. P.EL. Applicazioni Infrastruttura Altri Servizi Governance Operativa Gest. HOUSING è un Gest. insieme HOSTING di Serv. PROF. Servizi orizzontali a supporto del Sistema Informativo Regionale ASS. GMPdL/a SIC SERVIZI SLA QUALITA processi, pratiche, metodi e strumenti per il governo del Servizi orizzontali a supporto dei Servizi applicativi MCC NEW/MEV FORM servizio di gestione, manutenzione, supporto dell infrastruttura tecnologica e delle applicazioni Processi standardizzati costituenti il sistema informativo della Regione del Veneto REGIONE AGENZIE ENTI LOCALI ISTITUZIONI Fornitori Esterni 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 51

52 Governance operativa? 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 52

53 Governance operativa? gestisci la metropolitana di New York! 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 53

54 Governance operativa? Ora il servizio è così " 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 54

55 Governance operativa? dovrà invece essere sempre così " 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 55

56 Governance operativa? SEMPRE in qualunque situazione! SEMPRE in qualunque situazione! " 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 56

57 Governance operativa? progettiamo e sviluppiamo assieme nuovi servizi progettiamo e sviluppiamo assieme nuovi servizi " 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 57

58 Governance operativa? e insieme fai manutenzione di quelli già in esercizio" 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 58

59 Governance operativa? dammi strumenti per valutare/misurare la qualità del tuo servizio" 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 59

60 Governance operativa? e per verificare l intero governo del servizio: la control room" 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 60

61 MESSAGGIO#1: Governance operativa! Questa è la nostra control room 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 61

62 MESSAGGIO#2: Governance operativa e Agile Governance operativa e approccio Agile, si può! 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 62

63 MESSAGGIO#2: Governance operativa e Agile Governance operativa e approccio Agile, si può! 1 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 63

64 MESSAGGIO#2: Governance operativa e Agile Governance operativa e approccio Agile, si può! 1 Adozione di un portale che supporti naturalmente gli elementi alla base di un approccio Agile (e Lean ): Comunicazione Knowledge Management Collaboration 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 64

65 MESSAGGIO#2: Governance operativa e Agile Governance operativa e approccio Agile, si può! Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 65

66 MESSAGGIO#2: Governance operativa e Agile Governance operativa e approccio Agile, si può! 1 Il servizio ruota, sulla base del framework ITIL, attorno all IT Service Desk ma tutte le informazioni sono condivise con il cliente tramite il portale che consente una vista di più alto livello di quella operativa (gestita con la piattaforma Maximo). 2 La gestione degli incident sposa di fatto una logica agile 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 66

67 MESSAGGIO#2: Governance operativa e Agile Governance operativa e approccio Agile, si può! Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 67

68 MESSAGGIO#2: Governance operativa e Agile Governance operativa e approccio Agile, si può! 1 3 La gestione del servizio si fonda su processi standard ma l introduzione di una mentalità agile ha portato a strutturare progetti di implementazione con tecniche di gestione agili 2 20 Novembre 2012 I progetti nei contesti lean: l Agile Project Management raccontato tramite un caso reale 68

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto»

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Presentazione per «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Pascal Jansen pascal.jansen@inspearit.com Evento «Agile Project Management» Firenze, 6 Marzo 2013 Agenda Due parole su inspearit

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM

ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM ( a cura di Stefania Renna ITIL - IBM) Pag. 1 Alcune immagini contenute in questo documento fanno riferimento a documentazione prodotta da ITIL Intl che ne detiene

Dettagli

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER Alessio Cuppari Presidente itsmf Italia itsmf International 6000 Aziende - 40000 Individui itsmf Italia Comunità di Soci Base di conoscenze e di risorse Forum

Dettagli

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Organizational Project Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Andrea Caccamese, PMP Prince2 Practitioner

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:!

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:! Scrum descrizione I Principi di Scrum I Valori dal Manifesto Agile Scrum è il framework Agile più noto. E la sorgente di molte delle idee che si trovano oggi nei Principi e nei Valori del Manifesto Agile,

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

Il Project management in IS&T L esperienza Alstom

Il Project management in IS&T L esperienza Alstom Il Project management in IS&T L esperienza Alstom Agata Landi Convegno ANIMP 11 Aprile 2014 IL GRUPPO ALSTOM Project management in IS&T L esperienza Alstom 11/4/2014 P 2 Il gruppo Alstom Alstom Thermal

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Seminario associazioni: Seminario a cura di itsmf Italia Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Andrea Praitano Agenda Struttura dei processi ITIL v3; Il Problem

Dettagli

ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il "continuous improvement" ed e'

ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il continuous improvement ed e' ITIL v3 ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il "continuous improvement" ed e' giusto che lo applichi anche a se' stessa... Naturalmente una

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner:

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner: Processi ITIL In collaborazione con il nostro partner: NetEye e OTRS: la piattaforma WÜRTHPHOENIX NetEye è un pacchetto di applicazioni Open Source volto al monitoraggio delle infrastrutture informatiche.

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55 Gestione della Manutenzione e compliance con gli standard di sicurezza: evoluzione verso l Asset Management secondo le linee guida della PAS 55, introduzione della normativa ISO 55000 Legame fra manutenzione

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

La best practice ITILv3 nell IT Sourcing

La best practice ITILv3 nell IT Sourcing La best practice ITILv3 nell IT Sourcing Novembre 2009 Indice 1. Introduzione... 4 1.1. Il contesto dell outsourcing... 4 1.2. Le fasi di processo e le strutture di sourcing... 7 1.3. L esigenza di governance...

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

Lo Standard EUCIP e le competenze per la Business Intelligence

Lo Standard EUCIP e le competenze per la Business Intelligence Lo Stard UCIP e le competenze per la Business Intelligence Competenze per l innovazione digitale Roberto Ferreri r.ferreri@aicanet.it Genova, 20 maggio 2008 0 AICA per lo sviluppo delle competenze digitali

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not?

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not? Il passato Grammar File 12 Past simple Il past simple inglese corrisponde al passato prossimo, al passato remoto e, in alcuni casi, all imperfetto italiano. Con l eccezione del verbo be, la forma del past

Dettagli

PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP

PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP www.formazione.ilsole24ore.com PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP ROMA, DAL 19 NOVEMBRE 2012-1 a edizione MASTER DI SPECIALIZZAZIONE In collaborazione con: PER PROFESSIONISTI

Dettagli

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi.

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. I modelli di sourcing Il mercato offre una varietà di modelli di sourcing, ispirati

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

Executive Master in. Governance dei Progetti e dei Servizi IT GPSIT

Executive Master in. Governance dei Progetti e dei Servizi IT GPSIT Executive Master in Governance dei Progetti e dei Servizi IT GPSIT OBIETTIVI Il Master ha l obiettivo di formare executive e professional nella governance dei progetti e dei servizi IT, integrando quelle

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

MANUALE GRANDE PUNTO. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale grande punto information in this manual.

MANUALE GRANDE PUNTO. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale grande punto information in this manual. MANUALE GRANDE PUNTO A number of this manual are strongly recommends you read and download information in this manual. Although not all products are identical, even those that range from same brand name

Dettagli

Process automation Grazie a oltre trent anni di presenza nel settore e all esperienza maturata in ambito nazionale e internazionale, Elsag Datamat ha acquisito un profondo know-how dei processi industriali,

Dettagli

ITIL. Introduzione. Mariosa Pietro

ITIL. Introduzione. Mariosa Pietro ITIL Introduzione Contenuti ITIL IT Service Management Il Servizio Perchè ITIL ITIL Service Management life cycle ITIL ITIL (Information Technology Infrastructure Library) è una raccolta di linee guida,

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE. F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe):

SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE. F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe): SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE Project Management e Information Technology Infrastructure Library (ITIL V3 F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe):

Dettagli

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA?

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? OSSERVATORIO IT GOVERNANCE L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? A cura del Professor Marcello La Rosa, Direttore Accademico (corporate programs

Dettagli

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale DataFix D A T A N O S T O P La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale L a necessità di fornire un adeguato supporto agli utenti di sistemi informatici

Dettagli

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life PRESENT SIMPLE Indicativo Presente = Presente Abituale Prerequisiti: - Pronomi personali soggetto e complemento - Aggettivi possessivi - Esprimere l ora - Presente indicativo dei verbi essere ed avere

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS

LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS TEMPO PRESENTE In italiano non vi sono differenze particolari tra le due frasi: MANGIO UNA MELA e STO MANGIANDO UNA MELA Entrambe le frasi si possono riferire

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte Mariano Ammirabile Cloud Computing Sales Leader - aprile 2011 2011 IBM Corporation Evoluzione dei modelli di computing negli anni Cloud Client-Server

Dettagli

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com CORPORATE OVERVIEW www.akhela.com BRIDGE THE GAP CORPORATE OVERVIEW Bridge the gap Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni Cloud Based che aiutano le aziende a colmare

Dettagli

UMB Power Day. 15-11-2012 Lugano-Paradiso

UMB Power Day. 15-11-2012 Lugano-Paradiso UMB Power Day 15-11-2012 Lugano-Paradiso Mission Competenza e flessibilità al fianco delle imprese che necessitano di esperienza nel gestire il cambiamento. Soluzioni specifiche, studiate per migliorare

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione Reliability Management La gestione del processo di Sviluppo Prodotto Ing. Andrea Calisti www.indcons.eu Chi sono... Andrea CALISTI Ingegnere meccanico dal 1995 al 2009 nel Gruppo Fiat Assistenza Clienti

Dettagli

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine Portfolio Network Data Center Desktop & MDM ServiceDesk & Asset Active Directory Log &

Dettagli

Glossario e abbreviazioni ITIL. Italiano

Glossario e abbreviazioni ITIL. Italiano Glossario ITIL Italiano, v1.0, 30 settembre 2011 Basato sul glossario Inglese v1.0, 29 luglio 2011 Glossario e abbreviazioni ITIL Italiano Questo glossario può essere liberamente scaricato. Vedere www.itil-officialsite.com/internationalactivities/translatedglossaries.aspx

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

www.01net.it Il primo portale italiano per i professionisti dell Ict, per il trade e per le piccole e medie imprese utenti di Ict

www.01net.it Il primo portale italiano per i professionisti dell Ict, per il trade e per le piccole e medie imprese utenti di Ict www.01net.it Il primo portale italiano per i professionisti dell Ict, per il trade e per le piccole e medie imprese utenti di Ict 01NET NETWORK www.01net.it Pag 2 Dati di traffico 01net Network Totale

Dettagli

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix IT Service secondo ITIL Il valore aggiunto dell Open Source Servizi IT Hanno lo scopo di

Dettagli

TAL LIVELLO A2. Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo. PARTE II: Cloze test

TAL LIVELLO A2. Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo. PARTE II: Cloze test TAL LIVELLO A2 Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo PARTE II: Cloze test PARTE III: Grammatica PARTE IV: Scrittura guidata PARTE V: Scrittura

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli

Politecnico di Milano Scuola Master Fratelli Pesenti CONSTRUCTION INNOVATION SUSTAINABILITY ENGINEERING

Politecnico di Milano Scuola Master Fratelli Pesenti CONSTRUCTION INNOVATION SUSTAINABILITY ENGINEERING Innovazione nei contenuti e nelle modalità della formazione: il BIM per l integrazione dei diversi aspetti progettuali e oltre gli aspetti manageriali, gestionali, progettuali e costruttivi con strumento

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE FISICHE E NATURALI CORSO DI LAUREA IN INFORMATICA Prova Finale GESTIONE DELLA TRANSIZIONE SECONDO LO STANDARD ITIL ITIL SERVICE TRANSITION

Dettagli

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007 Security Governance Chief Security Advisor Microsoft Italia feliciano.intini@microsoft.com http://blogs.technet.com/feliciano_intini

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM 65 1 2 VS/AM 65 STANDARD VS/AM 65 CON RACCORDI VS/AM 65

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA ROMA 20-22 OTTOBRE 2014 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA,

Dettagli

ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti

ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti Emanuele Bellingeri Managing Director, Head of ishares Italy Ottobre 2014 La differenza di ishares La differenza di ishares Crescita del

Dettagli

CATALOGO FORMAZIONE 2015

CATALOGO FORMAZIONE 2015 CATALOGO FORMAZIONE 2015 www.cogitek.it Sommario Introduzione... 4 Area Tematica: Information & Communication Technology... 5 ITIL (ITIL is a registered trade mark of AXELOS Limited)... 6 Percorso Formativo

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

Release Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input

Release Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input Release Management Obiettivi Obiettivo del Release Management è di raggiungere una visione d insieme del cambiamento nei servizi IT e accertarsi che tutti gli aspetti di una release (tecnici e non) siano

Dettagli

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome. Data di nascita 28 gennaio 1969

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome. Data di nascita 28 gennaio 1969 Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI Nome FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN Nazionalità Italiana Data di nascita 28 gennaio 1969 Titolo di studio Laurea in Ingegneria Elettronica conseguita presso il politecnico

Dettagli

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA Carlo Carta Responsabile Commerciale ENGINEERING SARDEGNA e IL GRUPPO ENGINEERING La prima realtà IT italiana. oltre 7.000 DIPENDENTI 7% del mercato

Dettagli

The Verification Process in the ASTRI Project: the Verification Control Document (VCD)

The Verification Process in the ASTRI Project: the Verification Control Document (VCD) The Verification Process in the ASTRI Project: the Verification Control Document (VCD) L. Stringhetti INAF-IASF Milano on behalf of the ASTRI Collaboration 1 1 Summary The ASTRI/CTA project The ASTRI Verification

Dettagli

Configuration Management

Configuration Management Configuration Management Obiettivi Obiettivo del Configuration Management è di fornire un modello logico dell infrastruttura informatica identificando, controllando, mantenendo e verificando le versioni

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

Il Data Quality, un problema di Business!

Il Data Quality, un problema di Business! Knowledge Intelligence: metodologia, modelli gestionali e strumenti tecnologici per la governance e lo sviluppo del business Il Data Quality, un problema di Business! Pietro Berrettoni, IT Manager Acraf

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA Simple del verbo to be in tutte le sue forme Il Present Simple del verbo to have (got) in tutte le sue forme I pronomi soggetto e complemento Gli aggettivi e pronomi possessivi

Dettagli

Continua evoluzione dei modelli per gestirla

Continua evoluzione dei modelli per gestirla Governance IT Continua evoluzione dei modelli per gestirla D. D Agostini, A. Piva, A. Rampazzo Con il termine Governance IT si intende quella parte del più ampio governo di impresa che si occupa della

Dettagli

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé.

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. COLLECTION luna material and shapes evoke the celestial

Dettagli

MANUALE CASALINI M10. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale casalini m10 information in this manual.

MANUALE CASALINI M10. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale casalini m10 information in this manual. MANUALE CASALINI M10 A number of this manual are strongly recommends you read and download information in this manual. Although not all products are identical, even people who come from the same brand

Dettagli