INFORMAZIONI PER LA DISTRIBUZIONE CRAI. GenteCrai INTERVISTA SCENARI MERCATI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INFORMAZIONI PER LA DISTRIBUZIONE CRAI. GenteCrai INTERVISTA SCENARI MERCATI"

Transcript

1 INFORMAZIONI PER LA DISTRIBUZIONE CRAI GenteCrai BIMESTRALE - N 4 SCENARI CRAI E LE PROMOZIONI INTERVISTA MARIO RESCA, PRESIDENTE CONFIMPRESE MERCATI LE NOVITÀ NEI BISCOTTI SPAZIO ALLA CONVENIENZA

2 5 SOMMARIO Gente Crai 22 Arrivano I Tenerotti! 23 Confimprese: un decennio da leoni 38 Soluzioni tecnologiche e di design per ogni cliente EDITORIALE 3 Una leva ben manovrata DALLA CENTRALE 5 Crai a tutta convenienza 9 La formula del successo della Cantina Crai 11 Promossi e scontati 15 Nuovi espositori per shopper innovativi 17 L assortimento migliore 19 La dolcezza dei Caraibi per una colazione buona e giusta 21 Crai per il sud del mondo 35 DAI CEDIS 29 Un magazzino freschi moderno e ad impronta ecologica 33 Le Baite: ecosostenibilità innanzitutto 35 Cash & Carry di Olbia: qualità e servizio DAI PUNTI VENDITA 31 Uno sviluppo costante IL PRODOTTO A MARCA CRAI 39 Un vasto assortimento, in tanti packaging e formati IL MERCATO DEL MESE 43 Biscotti: la colazione ideale degli italiani ATTUALITÀ 49 La pubblicità vola alto 53 Ortofrutta, la più amata dagli italiani TREND 51 Biologico, i consumi corrono LE RUBRICHE 27 Dal mondo della marca commerciale 55 Brevi dalla Gdo IL LOGO CRAI PER LA SOCIETÀ E L AMBIENTE 39 A partire da questo numero tutti gli articoli a tematica sociale e solidale saranno contraddistinti dal logo qui a fianco IN COPERTINA GenteCrai INFORMAZIONI PER LA DISTRIBUZIONE CRAI BIMESTRALE - N 4 SCENARI CRAI E LE PROMOZIONI MERCATI LE NOVITÀ NEI BISCOTTI INTERVISTA MARIO RESCA, PRESIDENTE CONFIMPRESE SPAZIO ALLA CONVENIENZA Gente Crai Pubblicazione bimestrale - n 4- Copertina dedicata alla convenienza per questo numero di gente Crai. Tema da sempre di primaria importanza per il livello di competitività di un'insegna distributiva, la conveneienza in casa Crai ha visto negli ultimi anni assumere via via un peso crescente per soddisfare le esigenze tanto dei consumatori quanto di soci e dettaglianti del Gruppo. Crai Secom Spa Centro Direzionale Milano 2 - Palazzo Canova Via F.lli Cervi - 0 Segrate - Milano Tel. 02/ Fax 02/ Realizzazione redazionale e grafica Arbre Pubblicità & Marketing - Milano Hanno collaborato Valeria Benevelli, Franco Beretta, Marco Bordoli, Rita Buttironi, Elisa Faccini, Corrado Menozzi, Patrizia Moscato, Sergio Mirra, Giuseppe Parolini, Claudia Ranfi, Silvana Russo, Nelly Testa e Renato Tibiletti. Foto Archivio Crai, Studio Prina, Progetto grafico: Lodovico Pieropan Fotolito: Stefano Palazzina, Milano Stampa Grafiche Milani, Segrate (Mi) 1 agosto

3 editoriale Una leva ben manovrata Sconti, tagli prezzo, 3x2. Ma anche raccolte punti, volantini, iniziative legate alle carte fedeltà. Le attività che a vario titolo possono essere ricondotte all area delle promozioni, negli ultimi anni, sono andate via via aumentando nel settore dei prodotti di largo consumo. E cresciuto, sia in quantità che in varietà, il ricorso a questi mezzi tanto da parte della distribuzione che - sotto altre forme - dell industria. Nei punti vendita della cosiddetta Gdo, stando ai più recenti dati rilevati dalle principali società di ricerche di mercato, ormai la pressione promozionale relativa ai prodotti confezionati sfiora il 25%: in pratica, un prodotto su quattro è venduto in promozione. In un simile contesto, l utilizzo delle promozioni come leva tattica da parte delle catene distributive per assicurare un efficace livello di competitività, garantire un alto tasso di fidelizzazione della clientela e sostenere lo sviluppo delle vendite riveste un importanza fondamentale. La nostra insegna, sotto questo profilo, si è sempre mossa con grande attenzione e concretezza. Il lavoro svolto in direzione di una concorrenzialità e di un appeal reali, oltre che percepiti, rispetto alle più importanti catene distributive, si è via via rafforzato grazie anche a una progettualità promozionale particolarmente sensibile e coerente con il posizionamento della nostra insegna. Ne è un esempio la recente iniziativa La Borsa della Convenienza, un operazione che ha avuto un risvolto nazionale e che punta a valorizzare il posizionamento di convenienza di Crai attraverso il prodotto a marchio proponendo una meccanica che comunica non tanto uno specifico taglio prezzo quanto un più ampio presidio di convenienza. Indipendentemente dall iniziativa proposta, che si tratti di raccolte punti legate alla fidelity card piuttosto che di 3x2, Crai sta dando prova di un efficace utilizzo della leva promozionale, a supporto delle vendite di soci e dettaglianti e a beneficio dei propri consumatori, badando allo stesso tempo alle necessarie calibrature che impone il mercato e la concorrenza. 3 agosto

4 DallaCENTRALE UNA NUOVA PROMOZIONE VIENE PROPOSTA A TUTTI I CLIENTI CRAI ACCOMPAGNANDOLI ALLE PORTE DELL INVERNO. I PROTAGONISTI SONO I PRODOTTI A MARCHIO, SIMBOLO DI QUALITÀ E CONVENIENZA. Olimpia Ogliari Crai a tutta convenienza All'interno del mondo della distribuzione organizzata, il settore dei prodotti a marca commerciale si qualifica per una quota di mercato in costante crescita. Il segreto di questo successo? Un buon rapporto qualità/prezzo, in grado di convincere ogni tipologia di cliente. Non a caso, i gruppi distributivi stanno puntando sullo sviluppo di assortimenti a private label sempre più completi. L'IMPORTANZA DELLE PRIVATE LABEL Crai, fra le prime insegne ad avere intercettato e compreso l'importanza di questa tendenza del mercato, si conferma come una della catene che investe di più sulla linea di articoli a marchio proprio. Tant'è che la gamma a marca privata sarà oggetto, per la stagione autunnale, di una promozione particolarmente interessante. UN AUTUNNO DI VANTAGGI La Borsa della Convenienza è il tema scelto dalla Centrale per l operazione pianificata nei mesi di settembre, ottobre e novembre, che vede come protagonisti appunto i prodotti firmati Crai. L obiettivo? Valorizzare il posizionamento competitivo dei punti vendita della rete attraverso il prodotto a marchio Crai, con una meccanica volta a comunicare un più ampio presidio di convenienza rispetto allo specifico taglio prezzo. I PRODOTTI A MARCHIO CRAI ANCORA PROTAGONISTI Continua l attività promozionale di Crai, che per il secondo semestre dell anno ha ideato una nuova iniziativa che vede come protagonisti indiscussi i prodotti a marchio. La Borsa della Convenienza propone infatti al pubblico quattro panieri promozionali, ciascuno composto da 20 prodotti a marchio Crai, al prezzo competitivo di 19,90 euro. Il valore di 19,90 euro di ciascun pa- 5 agosto

5

6 DALLACENTRALE niere rappresenta la somma dei prezzi scontati dei 20 prodotti inseriti, che saranno comunque anche acquistabili singolarmente. I panieri avranno durata quindicinale e coincideranno con le attività promozionali già pianificate nel periodo. Con l obiettivo di garantire un paniere merceologicamente completo, La Borsa della Convenienza include prodotti sia secchi che freschi, ma anche un inserimento di ortofrutta di quarta gamma e di preparati di carne da filiera garantita Crai. UNA BORSA TUTTA DA RIEMPIRE Per rappresentare al meglio la promozione, Crai ha ideato un tema di comunicazione che evidenzia in modo diretto e immediato l essenza dell iniziativa che viene espresso nei materiali di comunicazione attraverso l immagine di una borsa della spesa piena di prodotti a marchio Crai, protagonisti della promozione. RADIO CRAI: SULLE NOTE DELLA CONVENIENZA A supporto dell iniziativa La Borsa della Convenienza è prevista l attivazione di tutti i mezzi di comunicazione disponibili all interno della nostra rete. Sono stati pertanto realizzati i materiali promo-pubblicitari per l evidenziazione dell offerta nei punti vendita e sui volantini oltre che gli spot radio per i circuiti locali e per Radio Crai. 7 agosto

7 DallaCENTRALE La formula del successo Cantina Crai della DOPO GLI OTTIMI RISULTATI RAGGIUNTI DALLA PRECEDENTE EDIZIONE, LA CANTINA CRAI APRE LE PORTE A UNA NUOVA INIZIATIVA PROMOZIONALE PER CELEBRARE INSIEME AI SUOI CLIENTI LA VENDEMMIA. Olimpia Ogliari vendemmia degli sconti è il titolo scelto per la nuova attività promozionale ideata dalla Centrale, programmata nel mese di ottobre. Un appuntamento imperdibile per tutti gli amanti del La buon bere che potranno trovare tra gli scaffali dei supermercati Crai bottiglie di ottimo vino italiano a condizioni vantaggiose: una formula che si è già rivelata vincente nel corso del primo semestre, in occasione dell iniziativa Vino che scegli, vantaggio che trovi. QUALITÀ E CONVENIENZA SI INCONTRANO Solo vini di qualità quelli selezionati da Crai per La vendemmia degli sconti. I protagonisti della nuova promozione sono esclusivamente etichette a denominazione Doc, Vino: una passione tutta italiana Al buon bere non rinunciano e continuano a riservare al vino un posto d onore nel carrello della spesa. È questa la fotografia degli eno-appassionati italiani scattata da e Vinitaly, che hanno condotto un sondaggio sulle abitudini di consumo degli amanti del buon bere. Il 45% degli intervistati ha dichiarato di aver comprato lo stesso numero di bottiglie negli ultimi due anni rispetto al passato e il 47% ha riservato alla propria passione il medesimo budget. In base a un altra indagine, realizzata da Iri Infoscan per Vinitaly, le vendite di vino a denominazione d origine nei supermercati sono tornate a crescere nel 2009, dopo la stasi del 2008, con un +3,9% a volume e un +4,9% a valore. Emerge inoltre che gli italiani scelgono sempre più di acquistare tra gli scaffali dei supermercati bottiglie Doc, Docg e Igt spendendo in media 3 euro a bottiglia: non solo aumentano del 3,9% le vendite delle bottiglie da 0,75 litri, ma cresce la fascia di prezzo da 5 euro in su, con un +8,5% in volume. Al contrario, le vendite di vino da tavola registrano una flessione del 2,1%. 9 agosto

8 DALLACENTRALE Solo qualità nella Cantina Crai Fin dalle sue origini il progetto Cantina Crai si è distinto per la particolare attenzione posta al livello qualitativo delle bottiglie scelte a formare l assortimento. Ogni vino viene infatti giudicato in base a precisi criteri e degustato da una commissione di sommelier professionisti. Un iter severo quello per entrare a far parte della selezione di Crai, che ha lo scopo di fornire ai clienti dei prodotti di qualità garantita. Sugli scaffali l offerta si suddivide in quattro categorie, per orientare il consumatore e contribuire a un acquisto ragionato: vini locali i vini della nostra regione, vini nazionali i classici dell enologia italiana, vini regionali i vini dell Italia da scoprire e vini spumanti e da dessert dolci e festosi. Docg e Igt provenienti dai più rinomati e conosciuti vitigni italiani, fiore all occhiello del made in Italy agroalimentare: dal Chianti al Brunello di Montalcino, dal Müller Thurgau al Vermentino di Sardegna passando per il Prosecco di Valdobbiadene. Nello specifico, l iniziativa propone ai clienti una selezione di 6 bottiglie con uno sconto compreso tra il 30 e il 50 per cento, mentre con l acquisto di altre 6 tipologie di vino è possibile ottenere da 10 a 20 punti fedeltà da accumulare per la raccolta Tentazioni dietro l angolo. Ma non è tutto. Oltre alla qualità e alla convenienza dell offerta, i vini della Cantina Crai forniscono anche utili informazioni sul consumo ideale, con temperatura e abbinamenti consigliati, e suggeriscono una serie di ricette che il cliente può trovare in forma completa sul sito Crai Web, nella sezione dedicata Tuttigusti. UNA PROMOZIONE VINCENTE Un iniziativa speciale quella in programma a ottobre e destinata a riscuotere grande successo come hanno dimostrato i risultati raggiunti da Vino che scegli, vantaggio che trovi che si è svolta a maggio scorso. Effettuata con i dati della carte fedeltà dei Soci che hanno aderito alla promozione, l analisi evidenzia un trend del tutto positivo: le performance di vendita sia dei prodotti protagonisti dell iniziativa che dell intera categoria vino mostrano dei moltiplicatori di rilievo. Le bottiglie coinvolte hanno visto incrementare le vendite in media del 433%, il numero di transazioni e di clienti, rispettivamente, del 395 e 374 per cento. Ma i dati ancora più significativi riguardano l intera categoria del vino, dove le vendite sono aumentate mediamente del 9,7%, le transazioni dell 8,6% e il numero di clienti del 6,3% dimostrando la forza trainante di Vino che scegli, vantaggio che trovi per l intero comparto. Ma non è tutto: l iniziativa del primo semestre ha avuto un influenza positiva anche sulle vendite complessive del settore grocery, che ha registrato un incremento del fatturato pari al 5,4%. agosto 10

9 DallaCENTRALE Promossi e scontati SEMPRE PIÙ UTILIZZATA, DA PARTE DELLE PRINCIPALI INSEGNE DELLA DISTRIBUZIONE MODERNA, LA LEVA PROMOZIONALE COME ARMA COMPETITIVA E STRUMENTO DI FIDELIZZAZIONE DELLA CLIENTELA. I RISULTATI DI UNA RICERCA NIELSEN. Armando Brescia Un arma competitiva sempre più determinante. E questo, in estrema sintesi, il risultato a cui è giunto uno studio della società di ricerche Nielsen sulle attività promozionali nei punti vendita della distribuzione moderna in Italia. La crisi dei consumi che ha accompagnato lo scorso anno ha influito relativamente sul fenomeno. Si assiste piuttosto a un trend che ormai da diversi anni vede da un lato le principali catene distributive fare un crescente ricorso alla leva promozionale per fidelizzazione la clientela; dall altro i 11 agosto

10 DALLACENTRALE La differenza nell intensità promozionale tra i vari format si è via via assotigliata e si è ridotta ormai di oltre la metà la distanza tra supermercati e grandi ipermercati. consumatori sempre più sensibili e influenzati dalle promozioni nella scelta del punto vendita e negli acquisti. I NUMERI DEL FENOMENO I fattori che delineano questo quadro, del resto, sono evidenti. Come lo sono i numeri rilevati da Nielsen. L incidenza delle promozioni supera ormai il 24% di tutto ciò che viene venduto nelle superfici a libero servizio. Lo sconto medio è passato nell ultimo anno dal 26,2 al 27%. Nei volantini le insegne dichiarano e co- Le categorie merceologiche più presenti a volantino Salumi 5,25 Vino tipico 750 ml 3,29 Carni rosse 2,51 Gastronomia 2,41 Formaggi duri e semiduri 2,2 Verdura fresca 2,18 Pesce fresco 1,83 Pasta filata 1,75 Yogurt 1,72 Frutta fresca 1,68 Le 10 marche più presenti a volantino Findus 75 Barilla 68,4 Buitoni 53,1 Granarolo 49 Parmalat 48,6 Lines 48,6 San Benedetto 48,4 Scottex 47,6 Orogel 47 Aia 47 Fonte: Nielsen - quota volantino 1 sem Fonte: Nielsen - * su temi folder 1 sem agosto 12

11 DALLACENTRALE municano sempre più il taglio prezzo. I prodotti a marchio sono coinvolti ormai a pieno titolo nelle attività promo. Aumentano gli sconti importanti, quelli cioè compresi tra il 20 e il 30%, così come le fasce di sconto oltre il 40%. La diffusione delle attività promozionali coinvolge ogni format distributivo e il suo peso sull efficacia e le performance di vendita (specie delle grandi metrature) si fa sentire. VOLA IL TAGLIO PREZZO A registrare un vero e proprio boom, secondo i rilevamenti di Nielsen, sono state soprattutto le iniziative di taglio prezzo. Tra il 2008 e i primi cinque mesi di quest anno i cosiddetti cut price sui prodotti di largo consumo confezionati sono passati mediamente dal 17,7 al 20,2% del totale. Il ricorso maggiore a questa soluzione si è avuto negli ipermercati, nei quali l incidenza dei tagli prezzo è passata dal 22,5 al 23,9%. Poco più contenuta la crescita effettuata nei punti vendita a libero servizio (passata dal 13,8 al 15%) e nei supermercati (dal 18,7 al 19,7%). L incremento percentuale del venduto con il supporto del taglio prezzi, peraltro, non ha interessato in modo uniforme solo i vari format, ma anche le diverse aree geografiche del Paese, in particolare il sud Italia. LE FASCE DI SCONTO Quando si parla di sconti e tagli prezzo, tuttavia, occorre fare delle distinzioni. L analisi di Nielsen rileva che la fascia di sconto con maggiore incidenza sulle vendite è quella compresa tra il 20-30%. E questo non riguarda solo i prodotti di marca, ma anche le referenze a marchio del distributore. Il suo peso, in generale, è passato nell ultimo anno dal 6,3 al 6,5%. In classifica seguono la fascia di sconti 10-20% (ridottasi dal 5,8 al 5,6%), quella sotto il 10% (cresciuta di soli 0,1 punti percentuali al 5,7%) e del 30-40% (passata dal 4,2 al 4,7%). La fascia di sconto oltre il 40%, come era lecito attendersi, è quella che si ritaglia la quota minore, ma allo stesso tempo è quella che registra la Il trend delle promozioni - totale grocery Pressione promozionale e assortimento in promozione ,4% 17,1 7,4% 18,4 7,9% 19,6 Pressione Promo 8,9% 9,2% 20,9 21,6 9,6% - Iper+Super+Libero Serviziorade*MisTFonte: Nielsen Aumentano gli sconti "importanti", quelli cioè compresi tra il 20 e il 30%. 10,3% 10,4% 10,0% 10,0% 10,9% 11,0% 22,5 23,2 23,1 22,4 22,7 % refpromozionate 24,3 24, sem 2009 La fonte dell indagine Lo scenario tracciato da Nielsen sull andamento delle attività promozionali è stato tracciato basandosi soprattutto sull analisi dell uso dei volantini da parte delle principali catene distributive, associato ai dati derivanti dal monitoraggio dei prezzi, degli assortimenti e dei volumi di vendita nella distribuzione moderna. crescita più netta, essendo passata dal 2,8 al 3,4%. SEMPRE PIÙ SPAZIO AI VOLANTINI Veicolo principe per comunicare le iniziative promozionali delle varie insegne era e resta il sempre più diffuso volantino. Quelli realizzati dagli ipermercati hanno registrato un aumento medio non solo di foliazione, ma anche di referenze cresciute di circa una ventina. Pressoché invariato, invece (dopo la flessione avvenuta nel 2009) il numero medio di pagine e di prodotti promozionati nei flyer distribuiti dai supermercati. LE CATEGORIE PIÙ PROMOZIONATE Ma quali sono, all interno dei volantini promozionali, le categorie merceologiche più presenti? Rispetto al 2009 non vi sono stati grandi cambiamenti. La ricerca di Nielsen indica che tra i prodotti più ricorrenti vi sono i salumi e i vini tipici. Seguono carni rosse, gastronomia, formaggi duri e semiduri, pesce fresco, pasta filata, yogurt e frutta fresca. 13 agosto

12 DallaCENTRALE Crai per la società e l ambiente Nuovi espositori per shopper innovativi CRAI LANCIA 2 NUOVI MODELLI DI ESPOSITORI, PER PROMUOVERE E GESTIRE LA PROPRIA LINEA DI SHOPPER ECOCOMPATIBILI. Raffaella Pozzetti Una comunicazione curata e puntuale, sul punto vendita, è fondamentale per riuscire a far giungere alla propria clientela tutto ciò che riguarda i progetti e le novità di un'insegna. In quest'ottica, Crai ha provveduto allo sviluppo di due nuove versioni di espositori in cartotecnica. Nella fattispecie, si tratta di prodotti realizzati appositamente per dare maggior visibilità e per gestire al meglio le referenze della nuova linea di shopper Crai. A 4 RIPIANI... Più nel dettaglio, il primo tipo di espositore (formato: 460x400x800 mm) è provvisto di 4 ripiani più crowner e di porta prezzi. Questo modello, concepito per la gestione di tutti gli shopper della nostra insegna, va posizionato presso la barriera casse....e A TOTEM Il secondo esempio di espositore, a totem, si compone di 3 facciate. Realizzato nel formato 430x430x1.385 mm e dotato di 4 ganci, è stato studiato per la gestione degli shopper Cabas grande/piccola, Carta, Cotone. É possibile, per i punti vendita che lo preferissero, utilizzare solo il prisma inferiore della versione a totem, che ha dimensioni: 430x430x830 mm. L'espositore trova la sua collocazione ideale o all'ingresso del punto vendita o presso la barriera casse. COMUNICARE VERDE I due espositori, di colore verde e che riportano il claim Io amo la natura sono anche uno strumento di promozione della tematica ambientale. Del resto, lo sviluppo di soluzioni ecosostenibili, è alla base della realizzazione delle nuove linee di shopper che trovano spazio appunto sugli espositori a 4 ripiani e a totem. GLI SHOPPER ECOCOMPATIBILI La recente gamma di shopper creata da Crai testimonia dell'impegno preso dalla Centrale in difesa dell'ambiente. 15 agosto

13 DALLACENTRALE La serie di shopper include anche la borsa riutilizzabile Cabas Stiamo parlando, infatti, di un assortimento completo, per formati e tipologie, a forte connotazione innovativa e ecologica. Nella nuova linea di buste amiche dell'ambiente troviamo, per esempio, lo shopper EcoLoop minimo 80% plastica riciclata, generato dal recupero di film in polietilene già utilizzati e altrimenti destinati al rifiuto. MENO PLASTICA INQUINANTE Il nostro Gruppo si è inoltre posto come obiettivo di arrivare progressivamente all eliminazione dai propri punti vendita dei tradizionali shopper in polietilene vergine (Ldpe e Hdpe oggi in uso), sostituendoli con i prodotti della nuova linea di sacchetti ecologici, che garantiscono la medesima funzionalità e competitività di quelli classici, con in più il vantaggio di essere meno nocivi per l ambiente. BUSTE RICICLABILI E BIODEGRADABILI Altre novità sono il sacchetto bio-compostabile Biostep, 100% biodegradabile, e quello in Carta Avana certificato Fsc, prodotto cioè con carta vergine proveniente da foreste gestite in maniera sostenibile. La serie di shopper include anche la borsa riutilizzabile Cabas - una riconferma per un prodotto che già si era segnalato per la chiara componente di ecocompatibilità - e la nuova borsa riutilizzabile in cotone.

14 Dalla L assortimento migliore AL VIA, PROMOSSO DALLA CENTRALE IN COLLABORAZIONE CON I CEDIS DEL GRUPPO E UNA ROSA DI SELEZIONATE INDUSTRIE FORNITRICI, UN PROGETTO DI CATEGORY MANAGEMENT PER L INDIVIDUAZIONE DELL OFFERTA ASSORTIMENTALE PIÙ EFFICACE. Armando Brescia category management non è altro che la ricerca del metodo per gestire nel modo più efficace l assortimento. E noi ci stiamo impegnando sempre più su questo fronte». Ha esordito così Gianluigi Bollati, responsabile acquisti category di «Il Crai Secom, alla domanda che la redazione di Gente Crai gli ha posto su uno speciale progetto assortimentale che la nostra catena ha da qualche mese avviato. UNA VARIABILE CHIAVE E fuori di dubbio - ha spiegato Bollati - che la competitività di un insegna deriva principalmente da fattori come la bontà delle condizioni di acquisto spuntate con i fornitori, piuttosto che dai rinnovi degli accordi contrattuali. Ma questo non è tutto. Vi sono altre variabili che hanno assunto un importanza via via crescente negli ultimi anni e che risultano essenziali per assicurare livelli di competitività adeguati al mercato. Tra queste, un ruolo chiave lo gioca proprio l assortimento. L OTTIMIZZAZIONE DI COSTI L assortimento di qualsiasi catena distributiva rappresenta un fattore che incide in modo significativo su diverse voci di costo: da quelli puramente finanziari (legati, per esempio, all immobilizzazione degli stock di merci) a quelli più propriamente logistici, con ricadute che possono risultare fortemente negative sia a livello di centro distributivo (vedi i costi di gestione del magazzino) che di rotazione della merce a scaffale, e quindi di redditività del punto vendita. TRA COMPETITIVITÀ E STRATEGIA «La necessità di allinearci alle pratiche migliori in quest area - ha chiarito Bollati - ci ha indotti a dare vita a un progetto con l obiettivo di ottimizzare anche importanti costi di gestione. Lo scopo abbraccia la volontà di assegnare concretamente a ogni categoria un ruolo e una funzione propria di Crai, in modo da valorizzare e individuare qualitativamente le aree nelle quali distinguer- 17 agosto

15 DALLACENTRALE ci dalla concorrenza, coerentemente con il nostro posizionamento, con i nostri prodotti a marchio e i progetti in corso» non da ultimo quello del Punto Vendita Pilota. LE FASI DEL PROGETTO Il primo passo in questa direzione è stato quello di condividere con i cedis una griglia di riferimento comune per le diverse categorie merceologiche trattate dai punti vendita della nostra rete. Questo al fine di individuare l assortimento ottimale sia in termini quantitativi che di mix. Il secondo passo è stato l individuazione di alcune categorie di riferimento per avviare dei progetti pilota specifici. Sempre con la collaborazione dei cedis e dei punti vendita si avvieranno dei test di carattere assortimentale ed espositivo. I risultati di queste sperimentazioni ci saranno utili per mettere a punto la migliore offerta alla clientela. LE AREE DI SPERIMENTAZIONE Quattro le categorie merceologiche su cui è stato per ora avviato il test: i sostitutivi del pane, il petfood, l ultrafresco e la IV gamma. Per accrescere l efficacia della ricerca sono stati coinvolti alcuni partner dell industria i quali hanno messo a disposizione la loro competenza nelle categorie di riferimento. Crai pertanto collabora su questo progetto con Barilla, Nestlé Purina, Danone e Linea Verde. informazione pubblicitaria Una platessa di qualità internazionale PER IL PROPRIO ASSORTIMENTO DI PLATESSE, CRAI HA SCELTO UN FORNITORE NOTO E APPREZZATO ANCHE ALL'ESTERO. Fondata nel 2003, Platvis è un azienda olandese specializzata nella realizzazione di prodotti a marchio di terzi (Findus e Orogel) nonché per i principali clienti della grande distribuzione italiana. Nello specifico, l impresa è specializzata nella lavorazione e nel confezionamento di filetti di platessa private label. Vasta è la gamma dei prodotti in assortimento, che spazia dai filetti di platessa al naturale in busta IQF a quelli in astuccio, per finire con i filetti di platessa impanata pre-fritta in astuccio. IN EUROPA E NON SOLO Platvis è un'azienda sinonimo di serietà ed esperienza, in Italia come all'estero. È presente infatti in 11 Paesi, per la maggior parte europei, nei quali si è distinta per l'elevata qualità della produzione unita all'alto livello di servizio offerto alla clientela. L'impegno profuso le ha valso l'ottenimento delle certificazioni BRC Global Standard Food Grado A e IFS. LE NOVITÀ DI PRODOTTO Non ultimo, Platvis spicca, rispetto agli altri operatori del settore, per il costante sviluppo di nuove gamme assortimentali a marca privata. Di recente, infatti, sono state lanciate sul mercato varie linee di prodotti ad elevato valore aggiunto: dal filetto di merluzzo in astuccio ai bocconcini di merluzzo croccante, ai filetti di pesce primavera (alla mugnaia). L'OFFERTA CRAI La grande competenza ed il know how dimostrati da Platvis hanno convinto anche Crai, che l ha scelta quale fornitore dei filetti di platessa surgelati a marchio proprio. I prodotti sono disponibili nelle varianti al naturale ed impanati, in confezioni da 300 grammi. agosto 18

16 DallaCENTRALE Crai per la società e l ambiente La dolcezza dei Caraibi per una colazione buona e giusta BENVENUTO ALL ULTIMO ARRIVATO DELLA LINEA EQUO SOLIDALE CRAI: IL PREPARATO SOLUBILE PER BEVANDA AL CACAO, PRODOTTO CON PURO CACAO DOMINICANO PROVENIENTE DA CONACADO, IL CONSORZIO DI AGRICOLTORI NATO PER MIGLIORARE IL LIVELLO DI VITA DEI PROPRI ASSOCIATI. Olimpia Ogliari Sugli scaffali dei punti vendita Crai è disponibile il preparato solubile per bevanda al cacao certificato Fairtrade, in pratica confezione da 300 grammi. Importato e lavorato in Italia da un azienda leader del mercato dei prodotti solubili come Crastan, il cacao del preparato equo e solidale Crai è un prodotto di alta qualità che arriva dalla Repubblica Dominicana ed è frutto del lavoro degli oltre agricoltori che fanno parte di Conacado, la cooperativa no-profit nata nel 1989 con l obiettivo di fornire assistenza tecnica e finanziaria e garantire un futuro migliore ai piccoli coltivatori dominicani. BONTÀ A 360 GRADI I prodotti equo e solidali Crai sono buoni in tutti i sensi. Oltre all elevato livello qualitativo della materia prima e all attenta lavorazione artigianale supportano e sostengono il commercio e i piccoli produttori del Sud del Mondo. Come nel caso del preparato solubile per bevanda al cacao che ha origine nella Repubblica Dominicana, il secondo Paese più povero dei Caraibi dopo Haiti. Nelle zone rurali, la mancanza di politiche governative si riflette nelle condizioni di povertà in cui vive la maggioranza dei contadini: circa piccoli produttori di cacao, di cui il 90% possiede meno di 10 ettari di terra coltivabile. L IMPEGNO DI CONACADO PER UN FUTURO MIGLIORE È proprio a questi agricoltori che si rivolge l attività del consorzio Conacado (Confederacion nacional de cacao cultores dominicanos), con lo scopo di fornire loro una costante assistenza tecnica e finanziaria, investendo nel miglioramento delle colture e commercializzando il cacao sui mercati mondiali. La confederazione attualmente coinvolge circa piccoli coltivatori, organizzati in 126 gruppi che danno vita a 9 cooperative, con il 90% dei campesinos che coltiva meno di 3 ettari di terra. Entrata a far parte di Fairtrade nel 1996, Conacado è oggi in grado di generare microcrediti per circa dollari annui grazie alla vendita del 33% del cacao prodotto. I guadagni vengono così investiti nelle strutture cooperative per fornire ai contadini una formazione tecnica adeguata, avviare programmi di alfabetizzazione e campagne di promozione sanitaria, oltre a estendere le possibilità di lavoro alla manodopera femminile. Preparato solubile per bevanda al cacao della linea equo e solidale Crai Formato Provenienza delle materie prime Fornitore 300 grammi Repubblica Dominicana, Conacado Crastan 19 agosto

17 DallaCENTRALE Crai per la società e l ambiente Crai per il sud del mondo LA NOSTRA INSEGNA TORNA A PROMUOVERE LA PROPRIA GAMMA DI PRODOTTI DEL COMMERCIO EQUO E SOLIDALE. Raffaella Pozzetti Anche quest'anno il nostro Gruppo parteciperà all'iniziativa "Io faccio la spesa Giusta". L evento, che si terrà a livello nazionale dal 16 al 31 ottobre, intende svolgere una funzione di sensibilizzazione, informazione e promozione dei prodotti e dei principi del commercio equo e solidale. I FONDAMENTI DEL COMMERCIO EQUO Il progetto, giunto alla settima edizione, è organizzato da Fairtrade Transfair Italia, marchio di certificazione dei prodotti provenienti dai paesi del sud del mondo che seguono i criteri del commercio equo, ovvero: eliminazione del lavoro infantile, retribuzione adeguata per i lavoratori, definizione di un margine da destinare a progetti di crescita per le popolazioni locali. TANTE INIZIATIVE Questa volta l evento è stato ampliato a due settimane, anziché ad una sola come in passato, per dare ancor più risalto al mondo dell equo solidale, tramite una ricca serie di attività. Sono in programma, per esempio, degustazioni e promozioni all interno dei punti vendita delle insegne che partecipano all iniziativa (che includono dai protagonisti della grande distribuzione ai negozi del biologico specializzato). DAI CONCERTI ALLE MOSTRE Non mancheranno inoltre concerti, serate di sensibilizzazione, mostre fotografiche, attività per scolaresche, incontri con testimonial e produttori del sud del mondo, che si terranno nelle librerie Feltrinelli e nelle filiali di Banca Etica. Infine, i soci del Consorzio Fairtrade Italia (tra cui: Legambiente, Movimento Consumatori, Arci, Acli, per citarne alcuni) hanno studiato anche delle azioni di comunicazione mirate. MOLTE ADESIONI Io faccio la spesa Giusta ha raccolto l adesione di volti noti del mondo dello sport, della cultura e dello spettacolo, fra cui segnaliamo: il calciatore Damiano Tommasi, la cantante Antonella Ruggiero, gli attori Amanda Sandrelli e Massimo Ghini, la conduttrice televisiva Paola Maugeri, lo scrittore Andrea De Carlo, il vignettista Sergio Staino. GRANDE VISIBILITÀ Naturalmente, data l importanza dell evento, Io faccio la spesa Giusta ha sempre avuto un ottima visibilità presso i media: ne hanno dato notizia sia i telegiornali nazionali sia alcune delle più note emittenti radiofoniche, nonché i principali quotidiani (quali Il Corriere della sera) e numerose testate specializzate nel settore agroalimentare, per non parlare dei quotidiani e delle radio locali, dei blog e dei siti internet. L IMPEGNO DI CRAI Quanto alla nostra insegna, nei punti vendita aderenti in concomitanza con l attività promozionale n 21 si conferma nei giorni de Io faccio la spesa Giusta l'attività promozionale di sconto 20% sui 7 prodotti della linea Equo e solidale a marchio Crai. La promozione di questa linea di articoli sarà anche quest anno supportata da una comunicazione adeguata: dalla locandina di segnalazione agli stopper che indicano i prodotti a scaffale sul punto vendita, dagli spot di radio Crai al banner dedicato sul sito dell insegna. 21 agosto

18 DallaCENTRALE Arrivano LA NOSTRA INSEGNA LANCIA UNA NUOVA MINI-RACCOLTA DEDICATA AI PIÙ PICCOLI, PER AMPLIARE L'OFFERTA PREMI A CATALOGO, IN VISTA DELLE FESTE DI NATALE. Raffaella Pozzetti I Tenerotti! Con l'arrivo della stagione fredda e in previsione delle feste natalizie, la Centrale propone una nuova mini-raccolta, dedicata ai più piccoli, veri protagonisti delle festività dicembrine. Con la nuova gamma di articoli per i bambini, che va ad integrare il catalogo premi, si intende vivacizzare proprio l offerta premi, contribuendo inoltre al drenaggio dei punti. LA DURATA DELL'INIZIATIVA L operazione inizierà il 25 ottobre e durerà per 9 settimane, ovvero sino al 25 dicembre. In questo periodo i consumatori potranno redimere i premi in offerta mediante l utilizzo dei punti maturati con la raccolta Tentazioni dietro l Angolo. Segnaliamo, peraltro, che gli articoli in regalo si prestano perfettamente ad integrare la sezione giochi attualmente presente nel catalogo premi. LA GAMMA I TENEROTTI Ma veniamo alla descrizione dei nuovi premi. Si tratta dei Tenerotti: 5 simpatici e divertenti orsi di peluche che non mancheranno di attrarre l'attenzione dei bimbi. Dato importante, i 5 peluche presentano caratteristiche e utilizzi diversi. Si spazia dai classici orsetti (disponibili in varie dimensioni) per arrivare all'orso cuscino, utilizzabile aperto come cuscino e chiuso come giocattolo. DALLO ZAINO ALLA BORSETTA Non solo: la gamma include anche proposte originali come l'orso zainetto, munito di bretelle e tasca con cerniera sul dorso, o l'orsetto più piccolo della serie (12 cm di altezza per 30 grammi di peso) presentato all'interno di una pratica borsetta in cartone. PIANO DI COMUNICAZIONE A supporto della mini raccolta è prevista l attivazione di tutti i mezzi di comunicazione disponibili all interno della nostra rete. Sono stati pertanto realizzati i materiali promo-pubblicitari per l evi den zia - zione dell iniziativa nei punti vendita e sui volantini oltre che la personalizzazione degli espositori della collection. Per favorire la massima sinergia di comunicazione, verrà data anche un adeguata informazione sul canale web. agosto 22

19 Dalla Confimprese: un decennio da leoni INTERVISTA AL PRESIDENTE MARIO RESCA, PER CONOSCERE DA VICINO SUCCESSI E AMBIZIONI DI UN ASSOCIAZIONE DI IMPRESE DEL COMMERCIO MODERNO DI CUI FA PARTE ANCHE CRAI. Armando Brescia Confimprese ha poco più di dieci anni: quali sono i risultati più significativi raggiunti dalla vostra associazione in questo decennio? L Associazione, che è partita nel 1999 su iniziativa di Franco Arquati con otto soci (Arquati, Autogrill, Media Market, Euridea, Blockbuster, McDonald s, Maggiore e Vobis), conta oggi su 100 associati, di cui la metà attivi nel franchising. Tra i suoi obiettivi il dialogo con le istituzioni per tutelare gli interessi dei retailer e la creazione di sinergie tra i soci. Nei dieci anni di attività Confimprese ha raggiunto numerosi obiettivi su diversi fronti: nel lavoro di lobby ha ottenuto accordi di settore con il Ministero delle Attività Produttive per favorire l internazionalizzazione della distribuzione italiana (2004), ha dato il proprio contributo sulla normativa per il franchising (2004), lavorato con Confindustria per la consultazione su tematiche di interesse comune (2006), organizzato due Tavole Rotonde Governo-Retail. L Associazione è attiva anche nel settore della regolamentazione delle concessioni autostradali per l attività di ristorazione, nel mercato dei buoni pasto, nel retail real estate, nella semplificazione amministrativa per le imprese. Negli ultimi anni ha seguito progetti di ricerca elaborando due studi sul franchising (2007 e 2009, in ottobre uscirà il terzo elaborato da Gea) e numerosi altri studi sulle seguenti tematiche: concessioni autostradali per le attività di ristorazione (Università Federico II di Napoli); turismo culturale (Bain & Company); il mercato del retail real estate (Tecnocasa); marca e retailing (Ispira). Nella convegnistica Confimprese organizza workshop su argo- menti inerenti le tematiche del retail con i principali player del mercato e propone spunti di riflessione, anche grazie alla presenza di esponenti istituzionali, sulle istanze che da sempre sostiene quale vessillo per la realizzazione di una migliore economia di mercato: sburocratizzazione, difesa della libertà d impresa, trasparenza. Nella formazione, in cui è attiva dal 2004 grazie all organizzazione di corsi specifici per i retailer, ha ottenuto nel il certificato di Qualità per l attività di formazione. Quali sono le caratteristiche che accomunano le imprese associate, cosa le tiene unite in un associazione come la vostra e quali sono le motivazioni che potrebbero o dovrebbero indurre altre aziende a farne parte? Le imprese associate hanno tutte un minimo comun denominatore: appartengono al mondo del commercio a catena e molte di esse sviluppano reti in franchising. Confimprese è un punto di riferimento anche per le aziende che stanno valutando di entrare nel retail ed è in grado di supportare e agevolare il loro sviluppo in termini di know how, assistenza e rappresentatività verso le istituzioni. L'obiettivo è fare progredire il commercio e i servizi nell'interesse delle imprese e del consumatore. Confimprese è un club e non un sindacato burocratico, sviluppa cultura terziaria, fa incontrare persone che condividono esperienze aziendali in presa diretta e non per sentito dire. Per questi motivi ma anche per la velocità di accesso a contatti istituzionali altrimenti preclusi o raggiunti in tempi lunghi, molte imprese retail entrano in associazione. 23 agosto

20 informazionepubblicitaria Latterie Friulane: freschezza e genuinità innanzitutto Latte e formaggio di alta qualità, di provenienza sicura e garantita: questi i plus del fornitore scelto da Crai. Attivo dal 1933, il Consorzio Cooperativo Latterie Friulane, con sede a Campoformido, in provincia di Udine, è sinonimo da oltre 70 anni di freschezza, genuinità e sicurezza. L'impresa, una delle principali realtà del settore agro-alimentare del Friuli Venezia Giulia, coinvolge, tra dipendenti diretti ed indotto, oltre 350 collaboratori. Il consorzio, inoltre, è in grado di lavorare oltre 100 milioni di litri di latte ogni anno, per un fatturato complessivo nel 2009 pari a 67 milioni di euro. SOLO LATTE ITALIANO L'azienda, moderna ma, al contempo, fortemente radicata nel territorio, sa assicurare alla clientela un rapporto dal produttore al consumatore sincero e trasparente. Infatti, il latte utilizzato per la produzione viene fornito interamente dalle aziende agricole socie di Latterie Friulane; è inoltre latte di provenienza completamente italiana e, più in particolare, della regione Friuli Venezia Giulia. LE CERTIFICAZIONI DI QUALITÀ La tracciabilità degli ingredienti utilizzati costituisce una sicurezza in più per la salute e il benessere della clientela. Questa, del resto, è proprio una delle priorità del consorzio. L'impegno costante in questa direzione ha valso a Latterie Friulane l'ottenimento della certificazione di qualità del sistema produttivo UNI EN ISO 9001:2000, conseguita fin dal UN'OFFERTA COMPLETA Stiamo parlando di un'impresa che produce solo alimenti di elevato livello qualitativo, che includono: dal latte fresco Carnia a quello a Alta Qualità, dal formaggio Montasio allo stracchino Friulino, dallo yogurt Carnia alla linea biologica NaturaPlus. La gamma di prodotti, peraltro, viene costantemente rinnovata e ampliata, in modo da assicurare ai clienti un assortimento sempre più ricco. I PRODOTTI A MARCA CRAI La volontà del consorzio di assicurare prodotti sempre genuini e di prima qualità ha convinto anche la Centrale, che lo ha scelto quale fornitore dei prodotti a marca Crai. Più nel dettaglio, Latterie Friulane realizza per la nostra insegna il formaggio Montasio mezzano D.O.P. (venduto al taglio) e il latte fresco alta qualità e parzialmente scremato, proposto in bottiglie da un litro. agosto 24

Versione Nov -13. Lo specialista dell ortofrutta fresca e pronta al consumo. F o o d S e r v i c e IL FRESCO DI IV GAMMA

Versione Nov -13. Lo specialista dell ortofrutta fresca e pronta al consumo. F o o d S e r v i c e IL FRESCO DI IV GAMMA Versione Nov -13 Lo specialista dell ortofrutta fresca e pronta al consumo. F o o d S e r v i c e IL FRESCO DI IV GAMMA LO SPECIALISTA DEL FRESH-CUT: IL PARTNER IDEALE PER LA CRESCITA DEL TUO BUSINESS

Dettagli

CAP 11: La gestione dei canali distributivi

CAP 11: La gestione dei canali distributivi CAP 11: La gestione dei canali distributivi La gestione dei canali distributivi 1. I canali distributivi 2. I rapporti con gli intermediari La gestione dei canali distributivi 1. I canali distributivi

Dettagli

Doreca Spa (via Raffaele

Doreca Spa (via Raffaele Agroalimentare alimenti Food & beverage Doreca Spa Qualità e assortimento in un unica mossa Doreca Spa (via Raffaele Costi 90, Roma - www. doreca.it), storico distributore di bevande a livello nazionale,

Dettagli

Cuorebio i negozi biologici Il progetto

Cuorebio i negozi biologici Il progetto Da B io a Cuorebio Cuorebio rappresenta l evoluzione naturale di B io, il progetto associativo di negozi specializzati in prodotti biologici, ideato da Ecor nel 2002. Oggi Cuorebio comprende circa 280

Dettagli

La scelta naturale. Cosa significa acquistare biologico. Fa bene alla natura, fa bene a te. www.organic-farming.europa.eu KF-30-08-128-IT-C

La scelta naturale. Cosa significa acquistare biologico. Fa bene alla natura, fa bene a te. www.organic-farming.europa.eu KF-30-08-128-IT-C KF-30-08-128-IT-C Commissione europea Agricoltura e Sviluppo rurale www.organic-farming.europa.eu La scelta naturale Cosa significa acquistare biologico Fa bene alla natura, fa bene a te. Cos è l agricoltura

Dettagli

Crisi economica e prospettive dei consumi

Crisi economica e prospettive dei consumi Crisi economica e prospettive dei consumi Le difficoltà di una filiera estremamente importante Angelo Massaro Amministratore Delegato - Italia e Grecia 11 Dicembre, 2013 Il Largo Consumo Confezionato:

Dettagli

A Milano Segrate apre un grande Cash & Carry italiano

A Milano Segrate apre un grande Cash & Carry italiano I.P. 18 Marzo C A S H & C A R RY A Milano Segrate apre un grande Cash & Carry italiano Noi per Voi Ogni giorno fornitori di attenzioni e competenze Ingrosso Alimentari per Ristoranti, Bar, Hotel, Alimentaristi,

Dettagli

Allegato Le azioni di riduzione dei rifiuti nella Distribuzione Organizzata trentina

Allegato Le azioni di riduzione dei rifiuti nella Distribuzione Organizzata trentina Allegato Le azioni di riduzione dei rifiuti nella Distribuzione Organizzata trentina Schede delle azioni 1 Nota: nella individuazione dei criteri obbligatori e nell assegnazione dei punteggi a quelli facoltativi,

Dettagli

ACQUISTO D'IMPULSO ACQUISTO SUGGERITO. Glossario essenziale della GDO

ACQUISTO D'IMPULSO ACQUISTO SUGGERITO. Glossario essenziale della GDO A ACQUISTO D'IMPULSO Acquisto da parte del consumatore non programmato; effettuato in seguito alla percezione di uno stimolo, senza che abbia tenuto conto di fattori di effettivo bisogno. ACQUISTO SUGGERITO

Dettagli

Osservatorio SANA 2015 L AGROALIMENTARE BIOLOGICO ITALIANO ALL ESTERO SILVIA ZUCCONI - Nomisma

Osservatorio SANA 2015 L AGROALIMENTARE BIOLOGICO ITALIANO ALL ESTERO SILVIA ZUCCONI - Nomisma Osservatorio SANA 2015 L AGROALIMENTARE BIOLOGICO ITALIANO ALL ESTERO SILVIA ZUCCONI - Nomisma Progetto promosso da: Con il patrocinio di: OSSERVATORIO SANA 2015 OSSERVATORIO SANA 2015 a cura di OBIETTIVI

Dettagli

STUDIO DI SETTORE UM01U ATTIVITÀ 52.11.4 ATTIVITÀ 52.25.0 ATTIVITÀ 52.27.4 SUPERMERCATI DISCOUNT DI ALIMENTARI

STUDIO DI SETTORE UM01U ATTIVITÀ 52.11.4 ATTIVITÀ 52.25.0 ATTIVITÀ 52.27.4 SUPERMERCATI DISCOUNT DI ALIMENTARI STUDIO DI SETTORE UM01U ATTIVITÀ 52.11.2 SUPERMERCATI ATTIVITÀ 52.11.3 DISCOUNT DI ALIMENTARI ATTIVITÀ 52.11.4 MINIMERCATI ED ALTRI ESERCIZI NON SPECIALIZZATI DI ALIMENTI VARI ATTIVITÀ 52.25.0 COMMERCIO

Dettagli

Il canale on-line di Coop La spesa che non pesa

Il canale on-line di Coop La spesa che non pesa Il canale on-line di Coop La spesa che non pesa Bologna 19 Febbraio 2003 1 Il mercato Internet Il numero totale degli utenti varia a seconda delle fonti ma è stimabile intorno a 9/10 milioni di persone.

Dettagli

fidelizzare, l arma vincente per il pranzo

fidelizzare, l arma vincente per il pranzo food&drink / occasioni di consumo 20% IL fatturato bevande del pranzo AL BAR -6% IL fatturato 2013 VS 2012 92 fidelizzare, l arma vincente per il pranzo occasioni di consumo / food&drink L identikit del

Dettagli

Panorama della situazione Italiana Overwiew of the Italian Situation. Giulio Benvenuti Responsabile Qualità Legacoop Agroalimentare

Panorama della situazione Italiana Overwiew of the Italian Situation. Giulio Benvenuti Responsabile Qualità Legacoop Agroalimentare Panorama della situazione Italiana Overwiew of the Italian Situation Giulio Benvenuti Responsabile Qualità Legacoop Agroalimentare Nata nel 1957, l'associazione Nazionale delle Cooperative Agroalimentari

Dettagli

L acqua trova nuovo slancio

L acqua trova nuovo slancio L acqua trova nuovo slancio Settembre Panoramica del mercato Il mercato dell Acqua Minerale Confezionata in GDO nei primi 8 mesi del registra una crescita rispetto al. Le performance sono migliori anche

Dettagli

MARKETING La gestione dei canali distributivi. Marketing - Prof. Giovanni Mattia Roma Tre, Economia

MARKETING La gestione dei canali distributivi. Marketing - Prof. Giovanni Mattia Roma Tre, Economia MARKETING La gestione dei canali distributivi Che cosa è un canale distributivo? E un insieme di imprese il cui compito è trasferire un bene fisico o un servizio dal produttore al consumatore, generando

Dettagli

Analisi strategica di Esselunga s.p.a. Angela Laura Ficili, Federica Biondi, Sara Galli, Ivan Ialonardi

Analisi strategica di Esselunga s.p.a. Angela Laura Ficili, Federica Biondi, Sara Galli, Ivan Ialonardi Analisi strategica di Esselunga s.p.a. Angela Laura Ficili, Federica Biondi, Sara Galli, Ivan Ialonardi STORIA 1957: nasce a Milano, da un idea di Bernardo Caprotti e Nelson Rockfeller, il primo negozio

Dettagli

Alimentazione naturale

Alimentazione naturale B Alimentazione naturale Secondo i dati dell ISMEA (Osservatorio del mercato dei prodotti biologici), in un anno di crisi come il 2010 i consumi di prodotti ortofrutticoli biologici hanno avuto un andamento

Dettagli

Il marketing nelle PMI agroalimentari piemontesi

Il marketing nelle PMI agroalimentari piemontesi 1 Il marketing nelle PMI agroalimentari piemontesi Un indagine sui comportamenti e sulle attese, per attuare soluzioni vincenti Torino, 9 novembre 2004 3 OBIETTIVI DELLA RICERCA Rilevare: 1 la sensibilità

Dettagli

Company Profile. Chi siamo. I nostri prodotti

Company Profile. Chi siamo. I nostri prodotti Chi siamo Fruttagel è un consorzio cooperativo, il cui scopo è dare valore a tutti gli stadi della filiera agroindustriale. A monte vi è il socio produttore, o il fornitore, che viene assistito per garantire

Dettagli

CONSUMI E DIMENSIONI DEL

CONSUMI E DIMENSIONI DEL CONSUMI E DIMENSIONI DEL BIOLOGICO IN ITALIA FABIO DEL BRAVO ISMEA 12 settembre 2015 www.ismea.it www.ismeaservizi.it AGENDA Il contesto Le dinamiche recenti Il valore del mercato bio Il ruolo della GDO

Dettagli

Mercato del biologico. La Filiera. Relazione dott. G.Tecilla

Mercato del biologico. La Filiera. Relazione dott. G.Tecilla Mercato del biologico La Filiera Relazione dott. G.Tecilla Il mercato BIO in Italia Il BIO in Italia vale 3 miliardi di euro e continua a crescere: la spesa domestica di prodotti biologici è salita nel

Dettagli

1983 2008: I 25 ANNI CHE CAMBIARONO IL MODO DI FARE LA SPESA DA PARTE DEGLI ITALIANI

1983 2008: I 25 ANNI CHE CAMBIARONO IL MODO DI FARE LA SPESA DA PARTE DEGLI ITALIANI 1983 2008: I 25 ANNI CHE CAMBIARONO IL MODO DI FARE LA SPESA DA PARTE DEGLI ITALIANI Uno studio realizzato da Federalimentare in occasione del 25 anniversario dalla sua nascita fotografa l evoluzione della

Dettagli

Retail & Consumer Summit 2011

Retail & Consumer Summit 2011 www.pwc.com/it Retail & Consumer Summit 2011 La gestione della discontinuità e del cambiamento: sfide e opportunità 11 ottobre 2011 1 1 Discontinuità nei consumi: come sta cambiando il comportamento d

Dettagli

Le tendenze degli acquisti di prodotti biologici e l evoluzione del profilo del consumatore. Enrico De Ruvo Bologna, 10 settembre 2012

Le tendenze degli acquisti di prodotti biologici e l evoluzione del profilo del consumatore. Enrico De Ruvo Bologna, 10 settembre 2012 Le tendenze degli acquisti di prodotti biologici e l evoluzione del profilo del consumatore Enrico De Ruvo Bologna, 10 settembre 2012 1 Il contesto strutturale in Italia Numeri importanti, ma c è ancora

Dettagli

Analisi settoriale - Fai da te

Analisi settoriale - Fai da te Analisi settoriale - Fai da te Acquisto razionale innanzitutto Per tre consumatori europei su cinque fare gli acquisti del fai da te è una necessità mentre è un piacere solo per una persona su quattro.

Dettagli

PROGETTO REGIONALE FILIERA CORTA Rete regionale per la valorizzazione dei prodotti agricoli toscani.

PROGETTO REGIONALE FILIERA CORTA Rete regionale per la valorizzazione dei prodotti agricoli toscani. ALLEGATO A REGIONE TOSCANA DIREZIONE GENERALE SVILUPPO ECONOMICO PROGETTO REGIONALE FILIERA CORTA Rete regionale per la valorizzazione dei prodotti agricoli toscani. 1 PREMESSA Molti avvenimenti in questi

Dettagli

NUMERI CHIAVE DELLA FILIERA BIOLOGICA dalla produzione al consumatore: il ruolo dell ortofrutta

NUMERI CHIAVE DELLA FILIERA BIOLOGICA dalla produzione al consumatore: il ruolo dell ortofrutta NUMERI CHIAVE DELLA FILIERA BIOLOGICA dalla produzione al consumatore: il ruolo dell ortofrutta Silvia ZUCCONI Coordinatore Area Agroalimentare NOMISMA > SUPERFICI BIO SUPERFICI BIOLOGICHE (milioni di

Dettagli

IL TRADE MARKETING. Prof. Giancarlo Ferrero Corso di marketing Università di Urbino

IL TRADE MARKETING. Prof. Giancarlo Ferrero Corso di marketing Università di Urbino IL TRADE MARKETING 1 DEFINIZIONE Il trade marketing è l insieme delle attività che puntano a conoscere, pianificare, organizzare e gestire il processo distributivo in modo da massimizzare la redditività

Dettagli

Dalla passione e dall entusiasmo per un piatto simbolo d Oltreoceano abbiamo creato Burger Club, il nuovo marchio italiano del fast food!

Dalla passione e dall entusiasmo per un piatto simbolo d Oltreoceano abbiamo creato Burger Club, il nuovo marchio italiano del fast food! C M Y CM MY CY CMY K 100x100_SEGRETO.pdf 1 14/10/13 12:49 CHI SIAMO Dalla passione e dall entusiasmo per un piatto simbolo d Oltreoceano abbiamo creato Burger Club, il nuovo marchio italiano del fast food!

Dettagli

Logistica e grande distribuzione: come valutare l efficacia di un ritiro e di un richiamo. Gianni Di Falco Università Cattolica di Cremona

Logistica e grande distribuzione: come valutare l efficacia di un ritiro e di un richiamo. Gianni Di Falco Università Cattolica di Cremona Logistica e grande distribuzione: come valutare l efficacia di un ritiro e di un richiamo Gianni Di Falco Università Cattolica di Cremona Quali particolarità per il Distributore? Il ciclo economico Produzione

Dettagli

WHITE PAPER. Un canale in evoluzione. Le nuove strategie del Discount

WHITE PAPER. Un canale in evoluzione. Le nuove strategie del Discount Un canale in evoluzione Luglio 2015 L ingresso in Italia e l evoluzione negli anni In Italia, i discount sono apparsi negli anni 80 ma il primo ingresso significativo nel paese fu quello di Lidl che il

Dettagli

Oltre al Price Optimization, la digitalizzazione del processo di formulazione prezzi

Oltre al Price Optimization, la digitalizzazione del processo di formulazione prezzi Oltre al Price Optimization, la digitalizzazione del processo di formulazione prezzi Indice Chi è SAIT Il processo di pricing da analogico verso il digitale Progetto Price Optimization in SAIT: Obiettivi

Dettagli

IL MERCATO AL CONSUMO DEI PRODOTTI BIOLOGICI DISTRIBUZIONE MODERNA AL 40% DI QUOTA IN ITALIA

IL MERCATO AL CONSUMO DEI PRODOTTI BIOLOGICI DISTRIBUZIONE MODERNA AL 40% DI QUOTA IN ITALIA 2 BIO-RETAIL: INDAGINE ISMEA SUL MERCATO AL CONSUMO DEI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA - 2014 IL MERCATO AL CONSUMO DEI PRODOTTI BIOLOGICI DISTRIBUZIONE MODERNA AL 40% DI QUOTA IN ITALIA I n base alle stime

Dettagli

Alcuni Dati. Alcuni Dati Nostre elaborazioni su dati ISTAT - CIS (2001) Settore agroalimentare locale

Alcuni Dati. Alcuni Dati Nostre elaborazioni su dati ISTAT - CIS (2001) Settore agroalimentare locale Alcuni Dati Nostre elaborazioni su dati ISTAT - CIS (2001) La valorizzazione dei prodotti agroalimentari locali nella Grande Distribuzione Imprese agroalimentari sul totale delle imprese censite Addetti

Dettagli

La passione degli italiani per gli animali da compagnia

La passione degli italiani per gli animali da compagnia Paolo Garro Business Insights Director 1 Introduzione Nelle case degli italiani gli animali da compagnia non sono una presenza rara: in circa una su tre è presente almeno un cane o un gatto, senza contare

Dettagli

WHITE PAPER. Yogurt di Soia e Yogurt Greco: i prodotti premium fanno ancora la differenza. Il mercato dello yogurt nel canale moderno

WHITE PAPER. Yogurt di Soia e Yogurt Greco: i prodotti premium fanno ancora la differenza. Il mercato dello yogurt nel canale moderno Yogurt di Soia e Yogurt Greco: i prodotti premium Ottobre 2015 Introduzione Le origini dello yogurt si perdono nella notte dei tempi: era già citato nella Bibbia, descritto da Aristotele, Senofonte, Erodoto

Dettagli

LA MISSION ESSERE RICONOSCIUTI, NEL NOSTRO TERRITORIO, COME I MIGLIORI NELLA CONOSCENZA E NELLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

LA MISSION ESSERE RICONOSCIUTI, NEL NOSTRO TERRITORIO, COME I MIGLIORI NELLA CONOSCENZA E NELLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE 2 LA MISSION ESSERE RICONOSCIUTI, NEL NOSTRO TERRITORIO, COME I MIGLIORI NELLA CONOSCENZA E NELLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE 1 2 LA STORIA Il Gruppo Gabrielli nasce dall intuito di Pietro Gabrielli e di

Dettagli

9 RAPPORTO SOCIALE DI CONAD CENTRO NORD

9 RAPPORTO SOCIALE DI CONAD CENTRO NORD 9 RAPPORTO SOCIALE DI CENTRO NORD Il Rapporto Sociale è la sintesi del Bilancio Sociale di Conad Centro Nord Società cooperativa. Sono entrambi strumenti che vogliono documentare la Responsabilità Sociale

Dettagli

IL MERCATO RETAIL DEI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA

IL MERCATO RETAIL DEI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA IL MERCATO RETAIL DEI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA NICOLA LASORSA - ISMEA 12 settembre 2015 www.ismea.it www.ismeaservizi.it IL VALORE DEL MERCATO BIO AL CONSUMO IN ITALIA -2014 STIMA DEL MERCATO RETAIL

Dettagli

Camera di Commercio Italiana per la Svizzera fondata nel 1909. ALIMENTARE, FORMAGGI, PARMIGIANO REGGIANO: il mercato svizzero

Camera di Commercio Italiana per la Svizzera fondata nel 1909. ALIMENTARE, FORMAGGI, PARMIGIANO REGGIANO: il mercato svizzero ALIMENTARE, FORMAGGI, PARMIGIANO REGGIANO: il mercato svizzero Reggio Emilia, 11.07.2007 RELAZIONI ECONOMICHE CON L ESTERO E MADE IN ITALY Sesto mercato target per il Made in Italy /11/07 (Mln ) 4000 3000

Dettagli

Biologica. Una Guida per Azionisti, Agricoltori, Trasformatori e Distributori. Contatti. www.organic-farming.europa.eu

Biologica. Una Guida per Azionisti, Agricoltori, Trasformatori e Distributori. Contatti. www.organic-farming.europa.eu Commissione europea Agricoltura e Sviluppo rurale Contatti Servizi audiovisivi della Commissione Europea http://ec.europa.eu/avservices/home/index_en.cfm. Sito web sull agricoltura biologica della Commissione

Dettagli

SIAB TECHNO - BAKE EXHIBITION A IBA: L ECCELLENZA ITALIANA INCONTRA IL MONDO

SIAB TECHNO - BAKE EXHIBITION A IBA: L ECCELLENZA ITALIANA INCONTRA IL MONDO SIAB TECHNO - BAKE EXHIBITION A IBA: L ECCELLENZA ITALIANA INCONTRA IL MONDO La rassegna veronese dedicata alle tecnologie, materie prime, semilavorati per la produzione di pane, pasticceria, pizza e pasta

Dettagli

La fidelizzazione della clientela nei punti vendita della GDA

La fidelizzazione della clientela nei punti vendita della GDA Panel agroalimentari Indagini monografiche Panel Agroalimentare Ismea La fidelizzazione della clientela nei punti vendita della GDA Dicembre 2007 Introduzione La presente indagine monografica è stata condotta

Dettagli

CONGIUNTURA FLASH - Consumi natalizi 2013

CONGIUNTURA FLASH - Consumi natalizi 2013 CONGIUNTURA FLASH - Consumi natalizi 2013 Report documento per ASCOM dell Emilia - Romagna dicembre 2013 1 SOMMARIO 1 LA DESCRIZIONE DEL PANEL... 3 2 L INDAGINE SULLE VENDITE NEL PERIODO NATALIZIO... 6

Dettagli

Low cost e lusso: la polarizzazione dei comportamenti dello shopper Europeo nei punti vendita

Low cost e lusso: la polarizzazione dei comportamenti dello shopper Europeo nei punti vendita Low cost e lusso: la polarizzazione dei comportamenti dello shopper Europeo nei punti vendita Laura Volponi International Shopper Insights Director IRI Indice Il contesto modifica le abitudini La parola

Dettagli

1. UNA BREVE PRESENTAZIONE DI FIORITO

1. UNA BREVE PRESENTAZIONE DI FIORITO 1. UNA BREVE PRESENTAZIONE DI FIORITO Primo in Italia, con la sua formula del libero servizio, Fiorito nasce nel 2009. È frutto di un progetto innovativo e rivoluzionario che ha saputo, attraverso metodi

Dettagli

RETAIL SURVEY OSSERVATORIO SANA 2013 A CURA DI NOMISMA

RETAIL SURVEY OSSERVATORIO SANA 2013 A CURA DI NOMISMA In collaborazione con A cura di Evento organizzato da RETAIL SURVEY OSSERVATORIO SANA 2013 A CURA DI NOMISMA OSSERVATORIO SANA il contributo di Nomisma Il Bio in cifre Consumer Survey Retail Survey strumento

Dettagli

TUTTI I NUMERI DEL BIO IN ITALIA. OSSERVATORIO SANA 2014 a cura di Nomisma Silvia Zucconi

TUTTI I NUMERI DEL BIO IN ITALIA. OSSERVATORIO SANA 2014 a cura di Nomisma Silvia Zucconi TUTTI I NUMERI DEL BIO IN ITALIA OSSERVATORIO SANA 2014 a cura di Nomisma Silvia Zucconi Evento organizzato da: In collaborazione con: LE FINALITÀ CONOSCITIVE DEL CONTRIBUTO DI NOMISMA PER L OSSERVATORIO

Dettagli

MAINA SI AGGIUDICA IL PREMIO ODISSEO 2005 PER LA SUA INNOVATIVA STRATEGIA DI MARKETING

MAINA SI AGGIUDICA IL PREMIO ODISSEO 2005 PER LA SUA INNOVATIVA STRATEGIA DI MARKETING COMUNICATO STAMPA MAINA SI AGGIUDICA IL PREMIO ODISSEO 2005 PER LA SUA INNOVATIVA STRATEGIA DI MARKETING Torino, 22 Giugno 2005 Maina, azienda leader nella produzione di dolci da ricorrenza, si è aggiudicata

Dettagli

Corporate Social Responsibility & Retailing Una ricerca di SymphonyIRI Group e SDA Bocconi

Corporate Social Responsibility & Retailing Una ricerca di SymphonyIRI Group e SDA Bocconi 1 Introduzione Nel contesto attuale tutte le organizzazioni, nello svolgimento della propria attività, dovrebbero tener conto delle esigenze espresse dai differenti interlocutori sociali (stakeholder)

Dettagli

Servizi per i distributori. Servizi per i produttori

Servizi per i distributori. Servizi per i produttori Servizi per i distributori Servizi per i produttori THINK QUALITY S.r.l. Innovazione e valore nell agroalimentare PRESENTAZIONE STORIA Think Quality nasce nel 2001 quando, Fabrizio Stecca e Paolo Masoero,

Dettagli

EcorNaturaSì Spa. La mission

EcorNaturaSì Spa. La mission La mission Distribuire prodotti biologici, biodinamici e, più in generale, naturali che contribuiscano a migliorare non solo la salute delle persone, ma anche quella della terra e dell ambiente in generale.

Dettagli

Innovazione e qualità

Innovazione e qualità Innovazione e qualità La filosofia dell azienda si basa fin dagli anni 70 sulla ricerca della qualità per garantire al consumatore finale un prodotto fresco e sano TEDALDI L azienda Tedaldi, con sede principale

Dettagli

Roberto Ravazzoni Università di Modena e Reggio Emilia Come sta cambiando il consumatore

Roberto Ravazzoni Università di Modena e Reggio Emilia Come sta cambiando il consumatore Roberto Ravazzoni Università di Modena e Reggio Emilia Come sta cambiando il consumatore Montelupo Fiorentino, 20 marzo 2014 Una nuova prospettiva di marketing: dai segmenti di consumo ai meeting - points

Dettagli

Sta cambiando qualcosa?

Sta cambiando qualcosa? Andrea Corti, SymphonyIRI Group Fabrizio Pavone, Qberg 1 Lo scenario La Distribuzione Italiana continua ad investire molto nei volantini promozionali (in-store flyers) che vengono distribuiti nei punti

Dettagli

DALLA TERRA ALLA TAVOLA IN 24h IL TEMPO DELLA QUALITÀ

DALLA TERRA ALLA TAVOLA IN 24h IL TEMPO DELLA QUALITÀ L I N S A L A T A D E L L O R T O P R E S E N T A Z I O N E A Z I E N D A L E DALLA TERRA ALLA TAVOLA IN 24h IL TEMPO DELLA QUALITÀ Le materie prime accuratamente selezionate e raccolte, sono alla base

Dettagli

Istituto Professionale di Stato per i Servizi Alberghieri e la Ristorazione: Relatore: Professore Nicola Bruno Casadei

Istituto Professionale di Stato per i Servizi Alberghieri e la Ristorazione: Relatore: Professore Nicola Bruno Casadei Istituto Professionale di Stato per i Servizi Alberghieri e la Ristorazione: «Angelo Berti» Il servizio approvvigionamento e la gestione della merce Relatore: Professore Nicola Bruno Casadei Mail: nicola.casadei@istruzione.it

Dettagli

Gli acquisti domestici di prodotti biologici confezionati in Italia nella GDO

Gli acquisti domestici di prodotti biologici confezionati in Italia nella GDO Maggio 2012 In sintesi Il quadro internazionale dell agricoltura biologica Nel 2010, secondo gli ultimi dati disponibili, l agricoltura biologica a livello mondiale ha sostanzialmente confermato l estensione

Dettagli

PIANO PER UNO SVILUPPO RESPONSABILE Documento sulle linee programmatiche-strategiche 2013>2018 In votazione

PIANO PER UNO SVILUPPO RESPONSABILE Documento sulle linee programmatiche-strategiche 2013>2018 In votazione PIANO PER UNO SVILUPPO RESPONSABILE Documento sulle linee programmatiche-strategiche 2013>2018 In votazione INTRODUZIONE Pace e Sviluppo dopo 20 anni di attività come Cooperativa si trova ad essere tra

Dettagli

OSSERVATORIO SANA 2015

OSSERVATORIO SANA 2015 Progetto promosso da: Progetto realizzato da: Progetto realizzato con il patrocinio di: OSSERVATORIO SANA 2015 A CURA DI NOMISMA L AGROALIMENTARE BIOLOGICO ITALIANO ALL ESTERO La filiera biologica italiana

Dettagli

L efficacia delle promozioni di prezzo

L efficacia delle promozioni di prezzo L efficacia delle promozioni di prezzo Communication promotion o taglio prezzo? Lavorare sui volumi di vendita o sulla brand equity? Difficile dare una risposta netta. Nel Largo Consumo sembra che la soluzione

Dettagli

Marzo 2014 19 MARZO 2014 20 MARZO 2014 20 MARZO 2014 20 MARZO 2014 20 MARZO 2014 20 MARZO 2014 20 MARZO 2014 20 MARZO 2014 21 MARZO 2014 21 MARZO 2014 21 MARZO 2014 21 MARZO 2014 21 MARZO 2014 22 MARZO

Dettagli

locali e nazionali della GDO per entrare in questo canale distributivo

locali e nazionali della GDO per entrare in questo canale distributivo Le principali strategie di approccio che le Pmi possono sviluppare nei confronti della GDO Uno dei principali problemi delle piccole e medie imprese (Pmi) produttrici di beni di largo consumo (vale a dire,

Dettagli

FRANCHISING E DISTRIBUZIONE

FRANCHISING E DISTRIBUZIONE Passepartout Retail è una soluzione studiata per soddisfare le esigenze gestionali e fiscali delle attività di vendita al dettaglio. Il prodotto, estremamente flessibile, diventa specifico per qualsiasi

Dettagli

L attacco One-O-One alla Coca Cola 1

L attacco One-O-One alla Coca Cola 1 L attacco One-O-One alla Coca Cola 1 Il segmento delle bibite a base di cola copre circa il 35% dei consumi totali di bevande gassate in Italia, per un valore complessivo valutabile in circa 500 mld (dati

Dettagli

DISCIPLINA DEGLI ORARI DI APERTURA DEGLI ESERCIZI COMMERCIALI. Nota sul ddl 1629. Audizione X Commissione, Senato Roma, 9 luglio 2015

DISCIPLINA DEGLI ORARI DI APERTURA DEGLI ESERCIZI COMMERCIALI. Nota sul ddl 1629. Audizione X Commissione, Senato Roma, 9 luglio 2015 DISCIPLINA DEGLI ORARI DI APERTURA DEGLI ESERCIZI COMMERCIALI Nota sul ddl 1629 Audizione X Commissione, Senato Roma, 9 luglio 2015 Confimprese Le Imprese del Commercio Moderno CHI SIAMO Confimprese raggruppa

Dettagli

/(',0(16,21,'(,&$1$/,',',675,%8=,21(

/(',0(16,21,'(,&$1$/,',',675,%8=,21( /(',0(16,21,'(,&$1$/,',',675,%8=,21( Abbiamo visto, nel paragrafo precedente, quali sono le figure e le strutture che possono costituire i canali di vendita per l impresa produttrice di olio di oliva,

Dettagli

Coop e i prodotti a marchio da agricoltura biologica. La linea bio-logici Coop

Coop e i prodotti a marchio da agricoltura biologica. La linea bio-logici Coop Coop e i prodotti a marchio da agricoltura biologica La linea bio-logici Coop Agenda 1. Coop 3. Il mercato 5. Il consumatore 7. Il marchio bio-logici Coop Coop Dati economici di Coop DATI STRUTTURALI COOP

Dettagli

Freebeverage per la Ristorazione Commerciale. vantaggi commerciali, economici e ambientali per il tuo locale

Freebeverage per la Ristorazione Commerciale. vantaggi commerciali, economici e ambientali per il tuo locale Freebeverage per la Ristorazione Commerciale vantaggi commerciali, economici e ambientali per il tuo locale consumo libero libero e a costo di fisso bevande Il servizio Freebeverage viene realizzato all

Dettagli

Wine Management Lab La leadership del vino italiano come ambasciatore del Made in Italy: possibilità o realtà?

Wine Management Lab La leadership del vino italiano come ambasciatore del Made in Italy: possibilità o realtà? CDR - Claudio Dematté Research Wine Management Lab La leadership del vino italiano come ambasciatore del Made in Italy: possibilità o realtà? 7.10.2015 Una matrice agricola.. 60% delle imprese ha matrice

Dettagli

La filiera prodotti-turismo. Evoluzione di un sistema 2001-2012

La filiera prodotti-turismo. Evoluzione di un sistema 2001-2012 La filiera prodotti-turismo Evoluzione di un sistema 2001-2012 Premessa La partecipazione attiva di tutti gli attori è il presupposto fondamentale per l avvio di un progetto di marketing territoriale..

Dettagli

TOSCANA IL GUSTO SI RACCONTA IN UNA TERRA DI POESIA

TOSCANA IL GUSTO SI RACCONTA IN UNA TERRA DI POESIA Franchising TOSCANA IL GUSTO SI RACCONTA IN UNA TERRA DI POESIA 2 Indice P a g. Presentazione 5 Esperienza 7 Metodo 9 Garanzia della qualità 9 F r e s c h e z z a d e i p r o d o t t i 11 Utilizzo del

Dettagli

L impresa che cercavi mondolibri S.p.A. via Lampedusa, 13-20141 Milano Telefono 02 84401 e-mail franchising.mli@mondolibri.it

L impresa che cercavi mondolibri S.p.A. via Lampedusa, 13-20141 Milano Telefono 02 84401 e-mail franchising.mli@mondolibri.it L impresa che cercavi mondolibri S.p.A. via Lampedusa, 13-20141 Milano Telefono 02 84401 e-mail franchising.mli@mondolibri.it chi è mondolibri Mondolibri è una società del Gruppo Mondadori nata come naturale

Dettagli

La sostenibilità e la certificazione volontaria come valore per il mercato del vino. 22 ottobre 2014 Ing. Maurizio De Francesco Genagricola SpA

La sostenibilità e la certificazione volontaria come valore per il mercato del vino. 22 ottobre 2014 Ing. Maurizio De Francesco Genagricola SpA La sostenibilità e la certificazione volontaria come valore per il mercato del vino La crescente attenzione del consumatore per i temi della sicurezza alimentare e la contemporanea richiesta di garanzie

Dettagli

Le imprese della trasformazione vitivinicola nei confronti di certificazioni, marchi collettivi e denominazioni di origine

Le imprese della trasformazione vitivinicola nei confronti di certificazioni, marchi collettivi e denominazioni di origine Panel agroalimentare Indagini monografiche Panel Agroalimentare Ismea Le imprese della trasformazione vitivinicola nei confronti di certificazioni, marchi collettivi e denominazioni di origine Ottobre

Dettagli

LIFE10 ENV/IT/307. Azione 4. Piano di Comunicazione Allegato al Piano di Riduzione dei rifiuti nella grande distribuzione

LIFE10 ENV/IT/307. Azione 4. Piano di Comunicazione Allegato al Piano di Riduzione dei rifiuti nella grande distribuzione LIFE10 ENV/IT/307 Azione 4 Piano di Comunicazione Allegato al Piano di Riduzione dei rifiuti nella grande distribuzione LIFE10 ENV/IT/307 NO.WA No Waste SOMMARIO SOMMARIO... 2 1 PREMESSA... 3 2 MODALITÀ

Dettagli

Benito Campana. Strumenti per la qualità dell impresa agricola e agroalimentare

Benito Campana. Strumenti per la qualità dell impresa agricola e agroalimentare Benito Campana Strumenti per la qualità dell impresa agricola e agroalimentare Itinerario Programmare le politiche aziendali per la qualità in relazione alla normativa, alle esigenze dei mercati e alle

Dettagli

Approcci di marketing per la valorizzazione della carne e dei suoi derivati

Approcci di marketing per la valorizzazione della carne e dei suoi derivati La nuova qualità nel settore delle carni Approcci di marketing per la valorizzazione della carne e dei suoi derivati Roberta Moruzzo Dipartimento di Produzioni Animali, Università di Pisa robemoru@vet.unipi.it

Dettagli

I consumi agroalimentari biologici in Italia: consuntivo 2010

I consumi agroalimentari biologici in Italia: consuntivo 2010 I consumi agroalimentari biologici in Italia: consuntivo 2010 Fiere e Comunicazioni commenta con soddisfazione la panoramica aggiornata del bio italiano nel 2010. Con la top ten delle bio-vendite e altre

Dettagli

DISCIPLINARE PER LA QUALIFICAZIONE DELL OFFERTA AGRITURISTICA NELLA REGIONE PIEMONTE

DISCIPLINARE PER LA QUALIFICAZIONE DELL OFFERTA AGRITURISTICA NELLA REGIONE PIEMONTE DISCIPLINARE PER LA QUALIFICAZIONE DELL OFFERTA AGRITURISTICA NELLA REGIONE PIEMONTE Indice 1 Premessa...3 2 Introduzione...3 3 Scopo e campo di applicazione...3 4 Norme di riferimento...4 5 Termini e

Dettagli

Mercato Lavatrice LAVATRICE LIQUIDI POLVERI LIQUIDI CONCENTRATI PROFUMATI COLORATI MARSIGLIA TRADIZIONALI PREDOSATI

Mercato Lavatrice LAVATRICE LIQUIDI POLVERI LIQUIDI CONCENTRATI PROFUMATI COLORATI MARSIGLIA TRADIZIONALI PREDOSATI 2 0 1 1 Mercato Lavatrice LAVATRICE LIQUIDI POLVERI CONCENTRATI TRADIZIONALI PROFUMATI COLORATI MARSIGLIA LIQUIDI PREDOSATI Mercato Lavatrice - Predosati 2 0 1 0 Nascono i detersivi lavatrice liquidi pre-dosati

Dettagli

COME E CAMBIATA LA SPESA DELLE FAMIGLIE

COME E CAMBIATA LA SPESA DELLE FAMIGLIE GLI EFFETTI DELLA CRISI: EROSIONE DEL CETO MEDIO E CRESCITA DELLA POVERTA COLLOCAZIONE SOCIALE DELLE FAMIGLIE IN BASE AL REDDITO, AI COMPORTAMENTI DI CONSUMO E AGLI STILI DI VITA COME E CAMBIATA LA SPESA

Dettagli

WHITE PAPER. Le «Speciali» rappresentano un opportunità. Studio sul mercato della birra nel canale moderno

WHITE PAPER. Le «Speciali» rappresentano un opportunità. Studio sul mercato della birra nel canale moderno Le «Speciali» rappresentano un opportunità Gennaio 2015 Il contesto Nel 2014 gli indicatori macroeconomici hanno confermato la difficoltà di ripresa del nostro paese influenzando notevolmente l andamento

Dettagli

Indagine trade sulla organizzazione e gestione del reparto pane

Indagine trade sulla organizzazione e gestione del reparto pane Indagine trade sulla organizzazione e gestione del reparto pane PAN&CO ha commissionato all istituto di ricerca Metron un indagine di mercato su più comprendere e interpretare i bisogni, le dinamiche e

Dettagli

per una comunicazione da "portare a spasso"

per una comunicazione da portare a spasso I per una comunicazione da "portare a spasso" MAINETTI NEL MONDO Per soddisfare le sfide della globalizzazione dell industria dell abbigliamento Mainetti continua ad allargare la sua rete di aziende nel

Dettagli

WHITE PAPER. Fattori critici per un successo sostenibile. Il Largo Consumo nell attuale contesto economico

WHITE PAPER. Fattori critici per un successo sostenibile. Il Largo Consumo nell attuale contesto economico Fattori critici per un successo sostenibile Giugno 2014 Lo scenario macroeconomico Gli indicatori economici recenti segnalano che l economia italiana è ancora in difficoltà. Il trend tendenziale del PIL

Dettagli

BRIEF - CUCINARE EVENTO SULLA CUCINA E L ENOGASTRONOMIA

BRIEF - CUCINARE EVENTO SULLA CUCINA E L ENOGASTRONOMIA BRIEF - CUCINARE EVENTO SULLA CUCINA E L ENOGASTRONOMIA LO SCENARIO In questi momenti di crisi economica generale è dimostrato da indagini sui consumatori, ma anche da riscontri diretti che il pubblico

Dettagli

Sistemi di gestione aziendale Sistema di gestione per la qualità - ISO 9001:2008

Sistemi di gestione aziendale Sistema di gestione per la qualità - ISO 9001:2008 Sistemi di gestione aziendale Sistema di gestione per la qualità - ISO 9001:2008 Per dare evidenza dell'efficace gestione organizzativa dell'azienda. Sistema di gestione ambientale - ISO 14001:2004 Per

Dettagli

Lo scenario dei consumi e del retail in Italia. Roberto Galasso Retail Solutions Director

Lo scenario dei consumi e del retail in Italia. Roberto Galasso Retail Solutions Director Lo scenario dei consumi e del retail in Italia Roberto Galasso Retail Solutions Director Napoli, 9 luglio 2015 Segnali positivi nei primi 5 mesi del 2015 LCC - VARIAZIONI % VALORE / VOLUME 1 RETE CORRENTE

Dettagli

nuovi comportamenti di Acquisto e Consumo

nuovi comportamenti di Acquisto e Consumo nuovi comportamenti di Acquisto e Consumo 26 marzo 2012 - PALAEXPO SALA VIVALDI H 10,30 Autrice e Direttore ricerca: dott.ssa Marilena Colussi Sociologa Tendenze Alimentari e Sociali Indagine Quantitativa

Dettagli

BAROMETRO CONSUMATORI

BAROMETRO CONSUMATORI INDICOD BAROMETRO CONSUMATORI Presentazione dei principali risultati 2 a fase A. LA STRUTTURA DEL MERCATO I GRUPPI TIPOLOGICI A1. DIMENSIONE DEI GRUPPI TIPOLOGICI (BASE: SECONDA FASE N=400) FIDUCIOSI NELLA

Dettagli

Progetto di legge n. 83/9^

Progetto di legge n. 83/9^ Consiglio regionale della Calabria Seconda Commissione Progetto di legge n. 83/9^ Norme per il sostegno dei gruppi di acquisto solidale (GAS), dei gruppi organizzati per la domanda offerta, e la promozione

Dettagli

UN CONCETTO ACCOGLIENTE, UNA FORMULA FORTUNATA

UN CONCETTO ACCOGLIENTE, UNA FORMULA FORTUNATA UN CONCETTO ACCOGLIENTE, UNA FORMULA FORTUNATA Decorazione e regali per la casa e per il giardino. L IMPEGNO CASA Far apprezzare e far vivere meglio la vita nella propria casa 2 www.casashops.com Pagina

Dettagli

COMPANY PROFILE COMPANY PROFILE

COMPANY PROFILE COMPANY PROFILE COMPANY PROFILE pag. 1 Maiora s.r.l. è il soggetto della distribuzione organizzata del Sud Italia, nato nel 2012 dall accordo tra le società Ipa Sud s.p.a. di Barletta e Cannillo s.r.l. di Corato. La sua

Dettagli

CRESCITA DELLA DISTRIBUZIONE COMMERCIALE E NASCITA DI NUOVE TIPOLOGIE DI MARKETING

CRESCITA DELLA DISTRIBUZIONE COMMERCIALE E NASCITA DI NUOVE TIPOLOGIE DI MARKETING CRESCITA DELLA DISTRIBUZIONE COMMERCIALE E NASCITA DI NUOVE TIPOLOGIE DI MARKETING Dalla fine degli anni 70 la distribuzione commerciale italiana è stata protagonista di un imponente processo di cambiamento

Dettagli

Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano. Audizione dell Istituto nazionale di statistica:

Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano. Audizione dell Istituto nazionale di statistica: VERSIONE PROVVISORIA Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano Audizione dell Istituto nazionale di statistica: Dott. Roberto Monducci Direttore

Dettagli

PROFILO AZIENDALE MESSICAN CAFFE S.R.L.

PROFILO AZIENDALE MESSICAN CAFFE S.R.L. PROFILO AZIENDALE CENNI STORICI Nasce agli inizi degli anni 60, per volontà del suo fondatore Giuseppe Amato. Coadiuvato dalla moglie fonda quindi una ditta individuale denominata Torrefazione Caffè di

Dettagli

Le tendenze globali della produzione di generi alimentari: meno quantità e più qualità

Le tendenze globali della produzione di generi alimentari: meno quantità e più qualità Conferenze stampa Anuga 2015 Le tendenze globali della produzione di generi alimentari: meno quantità e più qualità Dal 10 al 14 ottobre 2015 la fiera del Food & Beverage più grande e importante al mondo

Dettagli