In questo momento storico di crisi economica anche le associazioni di volontariato. stanno soffrendo della mancanza di fondi.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "In questo momento storico di crisi economica anche le associazioni di volontariato. stanno soffrendo della mancanza di fondi."

Transcript

1 EssePiu?_2013_1:EssePiù :20 Pagina 1 EssePiù Anno XXII Numero 1 Gennaio - Febbraio 2013 ASA Associazione Solidarietà Aids Milano ISCRIZIONE 2013 SE NON L HAI ANCORA FATTO, È TEMPO DI RINNOVARE LA TUA ISCRIZIONE ALLA NOSTRA ASSOCIAZIONE! E FACILE: BASTA UN CONTRIBUTO DI SOLI 10 EURO! PASSA A TROVARCI IN VIA ARENA 25 (MILANO) O CHIAMACI ALLO 02/ Come potete aiutarci? In questo momento storico di crisi economica anche le associazioni di volontariato stanno soffrendo della mancanza di fondi. Le donazioni in denaro, che provengano da istituzioni, industria, privati sono sempre più scarse e le attività che vengono svolte ne risentono pesantemente. Se stai leggendo queste righe significa che in qualche modo ci sei vicino e che magari ti stai chiedendo cosa puoi fare per permetterci di continuare le nostre attività. Dando per scontato che di soldi ne girano pochi, puoi anche aiutarci in altri modi. Come? Regalandoci qualche ora del tuo tempo per sostenerci nelle nostre iniziative (leggi bene l elenco in ultima pagina). È più facile di quello che sembra. Donandoci oggetti, abbigliamento, libri che non ti servono più. Telefona in segreteria e passiamo a prenderli. Ci servono per arricchire il nostro basar e tu ti liberi del superfluo. Se hai un negozio con fondi di magazzino di cui non sai che fare, puoi donarceli: la donazione è deducibile fiscalmente. E non hai l onere di pagare lo smaltimento. Se traslochi o hai qualcuno che svuota la casa, pensa a noi: piccoli oggetti, quadri, soprammobili ecc ci servono sempre! Vieni a trovarci al basar. Ti diverti e magari trovi quello che stai cercando da mesi. Una donazione di qualche euro e te lo porti a casa. Vieni alle feste che organizziamo periodicamente in sede. Non pensare che siano tristi, non ci piacciono i funerali. Scrivici qualche articolo, raccontando tue esperienze. Può essere anche anonimo, e non preoccuparti se non sai scrivere bene: ritocchiamo noi i piccoli errori. Grazie comunque. Massimo Cernuschi Mississippi, sembra guarita una bimba nata con Hiv Spedizione in a.p. art.2 comma 20/c Legge 662/96 - Filiale di Milano EssePiù Bimestrale dell ASA Associazione Solidarietà Aids Redazione: Via Arena, Milano Tel Fax su Internet Iscrizione al Registro della Stampa presso il Tribunale di Milano n.499 del Direttore responsabile: Massimo Cernuschi Redazione: Alessandro Condina, Adriana Faggi, Flavio Angiolini. Collaboratori esterni: Roberto Mandelli. Impaginazione: Andrea Porro La responsabilità delle opinioni espresse in questo bollettino è dell autore. Le opinioni qui pubblicate non costituiscono necessariamente una presa di posizione dell ASA. La posizione dell ASA è espressa solo negli articoli firmati con il nome dell Associazione. Gli articoli qui pubblicati possono essere riprodotti parzialmente o integralmente a patto di citarne la fonte. EssePiù viene stampato con il contributo di AbbVie S.r.l. Una cura precoce può fare scomparire del tutto il virus HIV? Ancora non si sa con certezza, ma sembra proprio di sì, stando a una notizia che viene dal Mississippi (Usa). Sotto i riflettori, questa volta, è una bambina nata sieropositiva e curata precocemente, che oggi, a due anni e mezzo, i medici dichiarano guarita. Cauti per ora i commenti dei ricercatori, che invitano ad attendere tempi più lunghi prima di inneggiare al miracolo e creare false illusioni. Tuttavia il fatto che la bimba goda attualmente in ottima salute è una notizia confortante. Come precisano le agenzie di stampa, la madre della piccola ha appreso di essere sieropositiva dalle analisi cliniche effettuate in occasione del parto, e poche ore dopo la nascita la bambina è stata sottoposta per diciotto mesi una cura funzionale, fuori dai protocolli abituali, con un mix di tre farmaci antiretrovirali. Tale procedura, a quanto dicono gli specialisti, è attuabile solo quando la presenza del virus nell organismo è molto ridotta e viene rilevata soltanto da test particolarmente avanzati; gli stessi che possono anche indicare se la malattia è stata vinta, ossia se non si rileva più la replicazione del virus nell organismo. Il successo ottenuto in Mississippi va probabilmente ricercato nella procedura atipica adottata, molto diversa dal protocollo stabilito dall Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) per i bambini nati da madri infette, che prescrive piccole quantità di antiretrovirali nelle prime settimane, con successivo aumento se il bimbo risulta sieropositivo. Nel caso in questione, invece, il virus è stato subito aggredito energicamente con tre farmaci, che gli hanno impedito sia di replicarsi, sia di rintanarsi nelle cosiddette cellule dormienti, che causano il riacutizzarsi dell infezione nei pazienti che interrompono la terapia. Risultato: nel sangue della bimba è rimasta solo qualche traccia genetica (non replicabile) del virus. E a distanza di dieci mesi dalla fine delle cure, tutti gli esami effettuati, anche i più sofisticati, hanno confermato l assenza di Hiv. Se la guarigione verrà confermata, la bimba sarà il secondo caso al mondo di vittoria sul virus, dopo quello di Timothy Brown, guarito nel 2007 dopo un complesso trapianto di midollo osseo. Anche in quell occasione gli immunologi hanno invitato alla cautela ricordando che l HIV, sebbene assente dal sangue, può annidarsi in qualche organo o tessuto dell organismo che è impossibile analizzare senza l uso di metodi invasivi. A parere degli esperti serve quindi molto più tempo per confermare con certezza scientifica che si tratta di vera guarigione. Più che giusto. Ma diciotto mesi senza malattia e senza farmaci sono un risultato eccellente sotto gli occhi di tutti. A. F.

2 EssePiu?_2013_1:EssePiù :20 Pagina 2 Test in via Arena: i giovani in prima fila Sapevamo che l idea di offrire il test salivare gratuito nella sede di ASA avrebbe avuto successo. Scontata, quindi, la buona adesione all iniziativa che ha fatto affluire negli uffici di via Arena molte persone interessate a sapere se avevano contratto il virus HIV. Ciò che invece ha sorpreso è stata la fascia di età dei partecipanti, in prevalenza giovani o giovanissimi, qualcuno poco più che adolescente. Altro aspetto inatteso: l alto grado di consapevolezza che li ha portati ad affrontare il test. La particolare tipologia di utenti ci ha spinto a porre loro qualche domanda sull iniziativa e su ciò che li ha spinti a fare il test in questa sede. Ed ecco le impressioni prevalenti che abbiamo raccolto chiacchierando con loro, in modo informale e in assoluta riservatezza, mentre attendevano il risultato del prelievo salivare. Tutti gli intervistati hanno dichiarato indistintamente di considerare utile l iniziativa e qualcuno l ha definita addirittura estremamente utile. Segno che il servizio ha colto nel segno interpretando un bisogno diffuso tra i giovani più sensibili al binomio sesso e salute. Pochi conoscevano già ASA. La maggior parte ha saputo dell iniziativa cercando in internet, mentre qualcuno ne è venuto a conoscenza attraverso la segnalazione di un conoscente cha fa volontariato nell associazione. Unico, invece, il caso di uno studente che ha letto l informazione in un poster esposto fuori dall università. La scelta di sottoporsi al test in una sede associativa anziché in una clinica specializzata non è stata affatto casuale. Diverse persone hanno dichiarato di preferire questa soluzione perché si svolge in un ambiente «più piccolo, più efficiente e più familiare», mentre un diciottenne ha ammesso sorridendo che «il test in clinica mette più paura». Per qualcuno è risultato determinante il tipo di esame offerto, che non richiede il tradizionale prelievo di sangue ed è veloce e gratuito. Anche sull utilità del test il parere è risultato unanime: un sì convinto è stato espresso da tutti gli intervistati, anche se con diverse motivazioni. Alcuni (una minoranza) lo considerano utile solo o soprattutto per chi ha avuto dei rapporti a rischio. Per la maggioranza, invece, la sua utilità si estende a tutti. «Il preservativo si può rompere», spiega un ragazzo. «È uno strumento fondamentale per conoscere il proprio stato di salute», afferma un altro. C è poi chi lo considera indispensabile anche per chi ha un partner fisso con cui ha o intende avere rapporti non protetti. Una motivazione inattesa (e più teorica) è stata quella di un ragazzo che ha sostenuto l importanza di sottoporsi al test per avvalorare le statistiche sulla sua funzionalità. Tra le risposte ci sono state anche dichiarazioni che potremmo definire radicali. Come quella di un giovanissimo convinto che il test «andrebbe fatto addirittura a scuola, come si fa la vaccinazione per la rosolia», o quella di un altro ragazzo secondo cui «il test andrebbe venduto liberamente nelle farmacie». Un opinione, questa, un po azzardata, come spiega Massimo Cernuschi, presidente di ASA, che precisa: «È molto importante che il test sia eseguito in una struttura specializzata, sia per garantire la correttezza dell esecuzione del test, sia per avere subito, in caso di esito positivo, un counselling serio e professionale, in grado di dare informazioni scientificamente corrette sulla la natura del virus e sui passi da compiere per tenerlo sotto controllo». Severo, e in qualche caso tranciante, il giudizio espresso dai presenti su ciò che stanno facendo le istituzione pubbliche per prevenire e contrastare la diffusione dell HIV. Molti osservano che in passato il ministero della Salute mostrava maggiore sensibilità verso questo tema. Si osserva, per esempio, che in ambito scolastico ci sono stati periodi di efficace bombardamento mediatico, mentre ora le iniziative sono scarse. La quasi totale assenza di campagne di comunicazione, secondo molti intervistati, genera la percezione che il virus non ci sia più, mentre l HIV è da considerare un problema endemico di cui la gente non si rende conto proprio per il silenzio delle istituzioni. L esatto contrario di quello che accade in altri paesi dove qualcuno ha constatato che «nelle scuole si organizzano veri e propri corsi di educazione sessuale e si parla anche di Aids» Tra le iniziative auspicabili, un ragazzo suggerisce servizi gratuiti su strutture itineranti, che possano portare il test nei quartieri e nelle piazze, favorendo la partecipazione di chi ha meno occasioni di essere informato. Questo tipo di intervento avrebbe anche una funzione preventiva perché «chi non sa di essere sieropositivo può arrivare a scoprirlo in ritardo, con seri danni per la propria salute e per quella degli altri, a cui involontariamente si può trasmettere il virus». Per un altro intervistato sarebbe fondamentale parlare della malattia sui principali media che si rivolgono ai giovani, che spesso non conoscono il problema o lo considerano ormai risolto, nonostante ogni mese escano statistiche che dimostrano il contrario. «Il silenzio su questa patologia - aggiunge - danneggia le persone perché crea false illusioni. Perciò le istituzioni dovrebbero essere considerate responsabili dei danni causati ai cittadini non sviluppando azioni di informazione e prevenzione». A. Faggi Obama, focus sui diritti Riuscirà Barack Obama a rinvigorire il mito americano che si era un po sbiadito negli ultimi anni? Molti lo sperano dopo il discorso con cui ha inaugurato il suo secondo mandato come presidente degli Stati Uniti. Un discorso che ha messo al centro dell agenda di governo il riscatto sociale e i diritti dei cittadini più deboli e delle categorie discriminate. Se riuscirà nel suo intento, la nuova linea d azione toccherà ambiti di assoluto rilievo, come le pensioni, l assistenza sanitaria di base, l accoglienza degli immigrati, i diritti delle donne e della comunità gay e la difesa ambientale (ancora trascurata negli Usa). Il tutto in nome del principio di uguaglianza sancito dalla costituzione statunitense, che Obama ha richiamato più volte parlando davanti a una folla seria e attenta, ma decisamente meno ottimista rispetto al momento della vittoria elettorale del Sebbene non si parli più di nuove frontiere, la posta in gioco è molto alta e gli SOSTIENI ASA ONLUS CON IL TUO 5 X MILLE obiettivi indicati tendono a volgere l attenzione delle istituzioni su molte ferite ancora aperte della società statunitense. Si spiega perciò la risonanza delle sue parole nei giornali di tutto il mondo, che hanno riportato con grande enfasi alcuni passaggi del suo discorso. «Il viaggio - ha detto tra l altro Obama - non sarà completato fino a quando le nostre mogli, le nostre madri e le nostre figlie non avranno un uguale compenso salariale per il lavoro svolto» e fino a quando «i nostri fratelli e sorelle gay non verranno trattati come tutti gli altri davanti alla legge». E ha aggiunto: «Se davvero siamo creati uguali, allora anche l amore che noi promettiamo a un altra persona deve essere uguale». Tra i commentatori politici, qualcuno ha osservato che «la forza del messaggio di Obama sta nella promessa di arrestare il declino, di proteggere diritti e libertà essenziali. Ma la sua è anche un agenda che... pretende di sfuggire alla forza di gravità delle compatibilità economiche... sa che le risorse per fare tutto questo non ci sono» (M. Gaggi, Corriere della Sera, 21/01/2013). Obiezione realistica, che però non intacca il valore politico del messaggio di Obama sul fronte dei diritti non ancora pienamente riconosciuti e delle situazioni di emarginazione e di sofferenza che caratterizzano larghe fasce sociali del paese. La speranza di chi ha fiducia nel presidente è che il programma venga almeno avviato, in modo da innescare un processo virtuoso che conduca gradualmente verso nuove prospettive di giustizia sociale. Un obiettivo non facile ma importante, lanciato da Obama con convinzione: «L America è in ripresa, - ha detto - un decennio di guerre sta finendo, l economia sta ripartendo. Ora più che mai dobbiamo agire insieme come una nazione, un popolo. Le nostre possibilità sono illimitate». A. F. Anche quest anno pensa a noi quando compilerai la dichiarazione dei redditi o riceverai il CUD dal datore di lavoro! Dona il tuo 5 x mille all ASA: a te non costa nulla e ci aiuterai a sviluppare progetti e iniziative utili a molti. SEGNATI IL NOSTRO CODICE FISCALE: ASA, Associazione Solidarietà Aids: Sul nostro sito puoi vedere come usiamo i finanziamenti: 2 GENNAIO - FEBBRAIO 2013 NUMERO 1 ANNO XXII EssePiù

3 EssePiu?_2013_1:EssePiù :20 Pagina 3 PERDITA DI MASSA OSSEA IN PAZIENTE AFFETTO DA HIV: EVIDENZE, IMPLICAZIONI CLINICHE, TRATTAMENTO E STRATEGIE SCREENING PER LA MALATTIA OSSEA IN CASO DI HIV La National Osteoporosis Foundation raccomanda screening per osteoporosi con test DEXA BMD per tutte le donne di età maggiore o uguale a 65 anni e gli uomini di età maggiore o uguale a 70 anni, indipendentemente dai fattori di rischio clinici, e per gli adulti di età maggiore o uguale a 50 anni che hanno subito una frattura. Donne più giovani in post-menopausa e uomini di età compresa tra 50 e 69 anni dovrebbero sottoporsi a test BMD se c'è preoccupazione per l'osteoporosi in base al loro profilo di rischio clinico. Data la sostanziale evidenza di relazione tra l'infezione da HIV e la bassa BMD, McComsey ed altri, nel loro studio della malattia ossea in presenza di infezione da HIV, hanno raccomandato uno screening con scansione DEXA per tutte le donne in post-menopausa affette da HIV e degli uomini di età maggiore o uguale a 50 anni. Il rapporto costo-efficacia di questo approccio di screening non è ancora stato determinato. DIAGNOSI E INDAGINI DI CAUSE SECONDARIE DI BASSA DENSITÀ MINERALE OSSEA Una volta che sia stata fatta una diagnosi di osteoporosi, dovrebbe essere anche effettuata un'indagine sulle cause secondarie (processi patologici e trattamenti farmacologici che possono causare o esacerbare l'osteoporosi). In persone con infezione da HIV, un basso valore di BMD è stato associato a basso peso corporeo, basso testosterone, a carenza di estrogeni, malassorbimento, alla durata dell'infezione da HIV, a glucocorticoidi, lipodistrofia, resistenza all insulina e iperlattatemia. Inoltre, disturbi endocrini, renali, gastrointestinali ed ematologici, come carenza di vitamina D, iperparatiroidismo, ipertiroidismo subclinico, sindrome di Cushing, uso di corticosteroidi esogeni, perdita di fosfati, ipercalciuria idiopatica, sprue celiaca, mieloma multiplo e mastocitosi, sono associati con bassa densità minerale ossea, sia nella popolazione generale sia tra le persone con infezione da HIV. Il sospetto di cause secondarie, sulla base dell anamnesi e di una visita medica, può essere confermato con test di laboratorio. Poiché l'uso di tenofovir può essere associato alla disfunzione del tubulo prossimale, un alto grado di attenzione per la perdita di fosfati è consigliato per i pazienti trattati con tenofovir. In particolare, gli autori raccomandano che i pazienti con fratture a basso trauma o atraumatiche o bassa densità minerale ossea (T score inferiore a -1.0) in terapia con tenofovir siano sottoposti al test della perdita renale di fosfati con misurazioni simultanee di fosfato nel siero e nelle urine e creatinina per calcolare la secrezione frazionata di fosfato. Se è presente iperfosfaturia (ossia, se la secrezione frazionata di fosfato è superiore al 20% - 30%), deve essere considerata il passaggio ad un regime di terapia antiretrovirale non contenente tenofovir. In un paziente soggetto a fratture da fragilità o densità minerale ossea molto bassa (T score inferiore a - 3), sarebbe ragionevole evitare il tenofovir, in caso siano disponibili altre opzioni antiretrovirali. Sono necessari ulteriori approfondimenti per determinare quali fattori clinici, biochimici e genetici possono caratterizzare coloro che sperimenteranno, in trattamento con tenofovir, perdita clinicamente significativa di BMD e fratture. EssePiù ANNO XXII NUMERO 1 GENNAIO - FEBBRAIO TRATTAMENTO Dopo che le cause secondarie della bassa densità minerale ossea sono state diagnosticate e trattate, il trattamento farmacologico dell'osteoporosi deve essere considerato per le donne in post-menopausa e gli uomini di età superiore o uguale a 50 anni con fratture vertebrali o dell'anca, una BMD con T score minore o uguale a 2,5 a livello del collo del femore o della colonna vertebrale, o di bassa massa ossea, il che significa una BMD con T score tra -1,0 e -2,5 a livello del collo del femore o della colonna vertebrale e una probabilità a 10 anni di frattura all'anca superiore o uguale al 3% o 10 anni di probabilità a 10 anni di grave frattura correlata all osteoporosi superiore o uguale al 20%, in base al modello americano FRAX. Il modello americano è FRAX è uno strumento di valutazione del rischio di frattura dell Organizzazione Mondiale della Sanità, utile in pazienti con bassa BDM e calibrato sui tassi statunitensi di fratture e mortalità. In particolare, FRAX non è stato validato per soggetti con infezione da HIV e può portare a sottostimare il rischio di frattura a 10 anni in questi pazienti. La National Osteoporosis Foundation ritiene valide diverse strategie per ridurre il rischio di frattura, tra cui un adeguato apporto di calcio e vitamina D. L Institute of Medicine (IOM) ha recentemente raccomandato dosi di calcio di 1000 mg/giorno per gli uomini e le donne di età compresa tra anni, 1000 mg/giorno per uomini di età compresa tra anni e 1200 mg/giorno per le donne di età compresa tra anni. La sicurezza dell integrazione di calcio è stata messa in discussione in quanto recenti studi mostrano un aumento del rischio di eventi cardiovascolari, ma non sono state tratte conclusioni definitive. L assunzione di calcio avviene correttamente attraverso fonti alimentari, ma l'integrazione rimane una buona opzione per coloro che non possono raggiungere un adeguato apporto di calcio con la sola dieta. Anche l effettuazione costante di esercizi di jogging, danza e walking e di potenziamento muscolare (ad esempio, mediante il sollevamento di pesi) almeno 3 giorni alla settimana è consigliata, in quanto tali esercizi possono aumentare la densità ossea. Smettere di fumare e limitare il consumo di alcool è consigliabile. Valutare e ridurre il rischio di caduta, come ad esempio misurazione ed eventuale correzione di vista e udito, così come valutare i problemi neurologici e indirizzare i pazienti alla terapia fisica e occupazionale sono anche strategie raccomandate. CARENZA DI VITAMINA D Bassi livelli di vitamina D sono considerati nella patogenesi dell'osteoporosi, sia nella popolazione generale sia nei soggetti con infezione da HIV. Tra i 672 partecipanti con infezione da HIV, in uno studio prospettico, osservazionale di gruppo, il 70,3% (95% CI, 68,1%-74,9%) avevano livelli di vitamina D insufficienti o carenti (25-idrossivitamina D [25(OH) D] inferiore a 20 ng/ml), rispetto al 79,1% (95% CI, 76,7% -81,3%) degli adulti statunitensi. In questo gruppo la razza afro-americana, l etnia ispanica e l'utilizzo di efavirenz sono stati associati con un aumentato rischio di carenza di vitamina D. L efavirenz può indurre il catabolismo di 25(OH)D attraverso l'induzione di CYP24A, l'enzima che converte la 25(OH)D al suo (Seconda parte) metabolita inattivo 24,25-diidrossivitamina D, e diversi studi hanno documentato un indipendente, anche se modesto, effetto dell efavirenz sulla 25(OH)D. L'approccio allo screening per la carenza di vitamina D è controverso. L Institute of Medicine (IOM) non ha specificato raccomandazioni per lo screening nel suo recente report sugli obiettivi dietetici per l'assunzione di vitamina D. Al contrario, la European AIDS Clinical Society raccomanda lo screening di tutte le persone con infezione da HIV, al momento della diagnosi e successivamente ad intervalli di 2 anni. La Endocrine Society sconsiglia lo screening generalizzato per la carenza di vitamina D e lo approva in pazienti ad alto rischio di carenza, includendo coloro che prendono farmaci per l AIDS. Tra le varie motivazioni che vengono addotte contro lo screening a tappeto del deficit di vitamina D nei pazienti HIV positivi, viene riportato il vantaggio non ancora del tutto chiaro della terapia sostitutiva a base di Vitamina D in termini di esiti non muscoloscheletrici, il costo degli esami di laboratorio e gli eventi avversi potenziali di alcuni approcci sostitutivi. Per esempio, alte dosi di carico annuali ( UI di vitamina D3) sono state associate con un aumento di cadute e fratture in un recente studio randomizzato controllato su donne in post-menopausa. Anche se il regime di dosaggio utilizzato in questo studio era molto diverso dai regimi generalmente utilizzati nella pratica clinica, questo risultato inatteso mette comunque in evidenza che il regime ottimale di dosaggio di vitamina D non è noto e alcuni approcci possono avere effetti negativi, nonostante il raggiungimento di livelli di 25(OH)D nell'intervallo ottimale di ng/ml. Per queste ragioni, per individui affetti da HIV con densità minerale ossea normale e senza storia di fratture o cadute, si sconsiglia l'analisi routinaria di 25(OH)D. Tuttavia, la carenza di vitamina D deve essere indagata in persone con infezione da HIV con osteopenia od osteoporosi, come parte del lavoro di studio delle cause secondarie dell osteoporosi. La vitamina D può essere sostituita da vitamina D2 (ergocalciferolo) o dalla più potente e biodisponibile vitamina D3 (colecalciferolo). Recentemente l'iom raccomanda 600 UI/giorno per gli uomini e le donne di età compresa tra anni e 800 UI/giorno per gli uomini e le donne di età superiore a 70 anni. Queste raccomandazioni sono simili a quelle omologate dalla Endocrine Society, che suggeriscono che gli adulti di età compresa tra anni e superiore a 70 anni ricevano rispettivamente un minimo di 600 e 800 UI/ giorno di vitamina D per massimizzare la salute delle ossa e la funzione muscolare. Tra gli adulti di età superiore a 65 anni, la Endocrine Society raccomanda 800 UI/giorno di vitamina D per la prevenzione delle cadute e delle fratture. È importante sottolineare che le linee guida indicano che UI/giorno di vitamina D possono essere richieste per mantenere il livello ematico di 25(OH)D costantemente sopra 30 ng/ml. A causa dell'effetto dell efavirenz sulla concentrazione di 25(OH)D, i pazienti trattati con efavirenz possono richiedere dosi più elevate di vitamina D per raggiungere o mantenere le concentrazioni ottimali (ad esempio, circa 2000 UI/giorno di D3 in un paziente non noto per carenza di vitamina D). VanessaWalker Harris and Todd T. Brown, Division of Endocrinology, Johns Hopkins University School of Medicine, Baltimore, Maryland, 2012

4 EssePiu?_2013_1:EssePiù :20 Pagina 4 Succede in carcere: sieropositivo torna in cella È stato per anni agli arresti domiciliari. Ma in gennaio il giudice lo ha rimandato dietro le sbarre nonostante sia affetto da HIV. Questo perché le sue condizioni, in passato definite incompatibili con il carcere, adesso sono considerate di relativo benessere. Accade a Bologna e il protagonista di questa vicenda è Stefano Argenti, 51 anni, finito nell illegalità dopo aver visto naufragare la sua carriera di modello. Alle spalle ha una lunga serie di crimini, tra cui, furti, rapine, spaccio, evasioni e altro ancora, per cui ha accumulato oltre 13 anni di condanne, di cui 7 scontati in prigione. Ma l ultima reclusione risale a diversi anni fa perché da tempo usufruiva del differimen- to pena e dei domiciliari per motivi di salute. Da vent anni, infatti, Stefano combatte con l HIV e altre malattie che hanno reso la sua condizione incompatibile con il carcere. Questo, almeno, è stato il parere di diversi medici e giudici chiamati a esprimersi sul suo conto nel corso degli anni. Diversa la sentenza emessa nel novembre 2012, in cui si legge che i referti degli esami ematologici eseguiti di recente dal condannato fanno emergere «un quadro di relativo benessere, con assenza di grave deficienza immunitaria». Peccato che poco dopo il rientro in carcere, Stefano si sia subito aggravato e abbia dovuto essere ricoverato in infermeria. Un peggioramento che si poteva facilmente prevedere, spiega il suo avvocato, perché il giudice ha considerato soltanto il valore dei Cd4, senza valutare altri aspetti molto seri del suo stato di salute generale: una «situazione sanitaria di compromissione così profonda che non può far pensare a un miglioramento». Adesso il legale e i familiari di Stefano chiedono un nuovo giudizio che tenga conto del quadro clinico completo, in modo da scongiurare un peggioramento delle patologie di cui l uomo soffre da tempo. Fonte: Corriere della Sera, Un virus antico. Anzi, antichissimo Lo credereste? L HIV è presente sula Terra da epoche lontanissime. Molto più lontane nel tempo di quanto si ritenesse finora. Prima dei recenti studi, infatti, la sua presenza era stata rilevata in organismi vissuti soltanto qualche decina di migliaia di anni fa. Niente in confronto alle scoperte più recenti che hanno riguardato il patrimonio genetico di organismi ancora più antichi. Secondo i nuovi studi il virus risale quindi a un periodo che va da cinque a do- dici milioni di anni fa. La nuova datazione è stata calcolata dagli scienziati statunitensi dell università di Washington (Seattle) e del Centro ricerche sul cancro Fred Hutchinson, che hanno pubblicato i risultati dei loro studi su una rivista specializzata (Plos Pathogens). Proprio da questa fonte si apprende che nel corso di una particolare ricerca genetica sono state trovate tracce di lentivirus ( cugini dell HIV) nei geni di antichissimi primati, tra cui USA, l industria del porno contro il condom sul set Non piace ai produttori di film a luci rosse la legge approvata nel novembre 2012 a Los Angeles (California) che impone l uso del preservativo anche sul set durante le riprese. E dopo le proteste verbali, due importanti aziende di produzione sono passate a una dichiarazione di guerra che si combatterà nelle aule dei tribunali. L iniziativa legale è stata avviata da Vivid Entertainment e Califa Productions, decise a fare causa alle istituzioni della contea. Il provvedimento contestato (noto come MisuraB ) è stato varato come misura preventiva contro il pericolo di infezione da HIV a cui sono esposte di continuo le porno-star. In loro difesa era intervenuta in passato la Aids Healthcare Foundation (Ahf), una fondazione molto influente negli Stati Uniti che aveva sostenuto la legge in per difendere gli attori dai rischi del mestiere. Rischi reali, visto che in diverse occasioni le riprese cinematografiche erano state interrotte per evitare epidemie di Aids tra i lavoratori del settore. Secondo i produttori, invece, i test periodici obbligatori per gli attori sono più che sufficienti per prevenire il rischio di infezione. La loro vera preoccupazione, però, è che si verifichi un consistente calo di pubblico perché l uso del profilattico nelle scene hard non sembra molto apprezzato dagli spettatori. Non a caso alcuni produttori hanno addirittura minacciano di abbandonare la California e di trasferire i loro studios in altre località dove non è vigore una legge così restrittiva. Questa prospettiva, peraltro, non è facile da attuare come sembra. Prima di tutto perché in quasi tutti gli stati a stelle e strisce la produzione di film porno dal 1988 è perseguita per legge. In secondo luogo perché il trasferimento comporterebbe costi altissimi. In attesa che la battaglia legale si concluda, continuano le polemiche, alimentate anche dal problema dell occupazione in quanto l industria del porno coinvolge, direttamente o come indotto, un alto numero di residenti nell area di Los Angeles. gorilla, scimpanzé, macachi e oranghi. L interesse suscitato dalla notizia non è casuale o di pura cronaca: secondo gli stessi scienziati, lo studio delle impronte genetiche ora in possesso del mondo scientifico permetterà di analizzare più a fondo l evoluzione del virus, il suo comportamento e in quale modo il sistema immunitario delle scimmie è riuscito a combattere la malattia. Si apre, insomma, una nuova prospettiva di ricerca e di approccio alla terapia. INTERNATIONAL AIDS CANDLELIGHT MEMORIAL Anche ASA Onlus partecipa alle celebrazioni internazionali per la 30ma edizione del Candlelight Memorial, la manifestazione più suggestiva e toccante in ricordo delle vittime dell AIDS. La data del 2013 è fissata per domenica 19 maggio, a partire dalle ore 19, presso lo spiazzo antistante la Torre del Filarete del Castello Sforzesco, a Milano. Notizie dal Mondo della ricerca TRIPLICI CON NNRTI Le triterapie con Nnrti di prima linea (nevirapina, efavirenz, rilpivirina), utilizzate come prima terapia o come semplificazione di altri regimi hanno efficacia e profilo metabolico simili. Le differenze principali sono: per nevirapina il rischio di tossicità epatica in persone con coinfezione hiv/hcv, per efavirenz la tossicità di tipo neuropsichiatrico (alterazioni del sonno, incubi), per rilpivirina la ridotta efficacia in persone con viremia maggiore di copie/ml. Per efavirenz e rilpivirina sono in commercio preparati in cui in una compressa sono riuniti tutti i tre principi attivi del trattamento, nevirapina è quella che costa meno, utilizzata e conosciuta da più tempo. A cura di M. Cernuschi E sicuramente una scelta poco invasiva, che permette comunque di mantenere gli altri regimi (Ip, inibitori dell integrasi) in caso di fallimento. OSTEOPENIA E COINFEZIONE HIV/HCV/HBV E stata osservata un alta prevalenza di rarefazione ossea in persone con Hiv. In uno studio francese è stata studiata anche la associazione con la confezione Hiv/Hcv e/o Hbv. Un gruppo di pazienti con Hiv è stato screenato anche per l eventuale presenza di confezione da virus epatotropi (che colpiscono il fegato). Agli stessi pazienti è stato misurato il Bmd tramite Dexa (che valu-

5 EssePiu?_2013_1:EssePiù :20 Pagina 5 Nuove scoperte sulle cellule staminali Ancora una novità dagli studi sulle staminali, da cui sembra che si possano ricavare cellule immunitarie su misura per ogni individuo per difenderlo dall - HIV e dal cancro. Come? Con una cura di ringiovanimento dei linfociti anziani, diventati poco efficaci nel difendere il fisico dagli attacchi esterni. Si tratta, in sostanza, di revisionare e ridare piena forma alle armi naturali che normalmente proteggono l individuo dagli agenti di malattie con cui entra in contatto ogni giorno. Ognuno di noi, infatti, ha un insieme di cellule immunitarie programmate per combattere le minacce che lo aggrediscono, ma a volte non sono sufficienti o hanno un ciclo di vita troppo breve per agire contro malattie particolarmente aggressive. Gli studi che aprono la nuova interessante prospettiva sono stati presentati dagli scienziati dell Università di Tokyo e del Riken Research Center for Allergy and Immunology (Giappone), che hanno sperimentato con successo la possibilità di rigenerare le cellule immunitarie dei pazienti. In pratica hanno trasformato le cellule T mature del sistema immunitario in cellule potentissime, capaci di modificarsi e di diventare esse stesse cellule immunitarie di diversa natura nei vari organi del corpo. Nello studio specifico, il team dell università di Tokyo ha lavorato sulle cellule T di un paziente sieropositivo, mentre il secondo gruppo si è focalizzato sulle cellule T di un paziente con melanoma maligno. In entrambi i casi l esperimento ha avuto successo e ha permesso di generare un gran numero di cellule immunitarie vigorose, capaci di vivere a lungo e di riconoscere gli obiettivi specifici della loro azione (HIV nel primo caso, cancro nell altro). Secondo quanto ha affermato Hiroshi Kawamoto, autore senior delle ricerche, adesso si tratta di verificare che queste cellule T rigenerate siano in grado di colpire in modo selettivo le cellule tumorali, senza intaccare i tessuti sani. Se la capacità di selezionare con precisione i bersagli sarà confermata, le cellule T superpotenti potrebbero essere applicate direttamente ai pazienti, e in un futuro non troppo lontano. Altra novità, non legata alle staminali, viene da un team di ricercatori della University of California (Los Angeles), che ha identificato una proteina naturale che blocca l Hiv e altri virus mortali. Lo studio, pubblicato sulla rivista Immunity, ha descritto le proprietà antivirali della proteina CH25H (cholesterol- 25-hydroxylase), un enzima che converte il colesterolo in un ossisterolo capace di permeare le pareti della cellula ed evitare che il virus vi penetri. Secondo i ricercatori l enzima CH25H è attivato dall interferone prodotto nel corpo dell individuo. E poiché lo si può sintetizzare in laboratorio, lo stesso enzima può essere somministrato ai pazienti per inibire la crescita dell HIV. Anticorpi' super Fonte: La Stampa, 4/01/2013 Due casi molto interessanti sono stati individuati nel corso di un indagine medica dal Centro di ricerca per il Programma Aids di Johannesburg: due donne africane affette da HIV sono dotate di anticorpi capaci di neutralizzare il virus per l 88% delle sue potenzialità. Come riferisce l agenzia di stampa sudafricana Sapa, le due donne, sieropositive ma non affette da Aids, partecipano al programma di ricerca rispettivamente dal 2005 e dal Secondo il professor Salim Karima, uno degli autori della ricerca, la scoperta offre l opportunità di studiare la complessa relazione che si instaura tra il corpo umano e il virus HIV e di orientare gli studi in vista di un vaccino. Della stessa opinione sono Penny Moore e Lynn Morris, a capo del gruppo di ricerca dell Istituto Nazionale per le Malattie Trasmissibili, secondo i quali la maggiore sfida è quella di arrivare a comprendere il meccanismo di gatto e topo che si instaura tra il virus e la risposta del sistema immunitario delle persone infette. E solo se si comprende come si sviluppano gli anticorpi capaci di neutralizzare il virus, sarà possibile intervenire in modo appropriato. Altro aspetto interessante della scoperta è che i super-anticorpi delle due donne mostrano le stesse capacità immunitarie anche contro altre malattie virali. Lo confermano i test effettuati su ben 200 virus provenienti da ogni parte del mondo, anch essi neutralizzati all 88%. FONTE: atlasweb UNA BUONA OCCASIONE PER LE AZIENDE ANCHE IN TERMINI FISCALI Perché tenere FONDI DI MAGAZZINO o PRODOTTI DI SECONDA SCELTA ad ammuffire in deposito? Meglio donarli ad ASA Onlus, che li metterà in vendita al Basar, mercatino organizzato ogni mese come fonte di finanziamento per l associazione. Le donazioni alle Onlus aggiungono un plus all immagine aziendale e consentono di usufruire delle agevolazioni fiscali previste dalla legge. I prodotti possono essere consegnati nella nostra sede di via Arena 25 a Milano dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 18, oppure possiamo concordare il ritiro al vostro domicilio. Per informazioni e accordi telefonare al numero 02/ dalle 10 alle18 ta la consistenza dell osso) e confrontato con quanto osservato in persone senza Hiv della stessa età e sesso. Sono stati studiati 626 pazienti (di cui 166 donne, 52 delle quali in menopausa): 357 solo con Hiv, 269 con confezione con Hcv e/o Hbv. Osteopenia è stata diagnosticata in 320 (51.1%) e osteoporosi in 187 (29.9%). Queste diagnosi sono state osservate in persone di età più avanzata. La associazione osteoporosi/infezione da Hcv o Hbv è stata trovata solo nella popolazione femminile. Da JAids LA TERAPIA PRECOCE RAFFORZA LO STATO IMMUNITARIO La terapia antiretrovirale utilizzata durante Phi (Primary Hiv Infection o infezione acuta) dimostra l importanza di un trattamento precoce per poter mantenere un buon numero di Cd4 nel sangue periferico. 64% delle persone trattate entro quattro mesi dalla sieroconversione raggiunge una conta di Cd4 maggiore di 900 cellule/ml entro 48 mesi, mentre solamente il 34% di quanti iniziano dopo il quarto mese ha lo stesso risultato. N Engl J Med 2013 EDURANT E disponibile nelle divisioni di Malattie Infettive italiane la rilpivirina, con il nome commerciale Edurant, commercializzata da Janssen. Si tratta di un nuovo inibitore non nucleotidico della transcrittasi inversa, prescrivibile al momento (come per altro Eviplera, farmaco che contiene anche i componenti di Truvada, commercializzato da Gilead) solamente a persone che iniziano il trattamento, ma con viremia < cope/ml. Va assunta una sola volta al giorno, con un pasto leggero. La molecola è solitamente ben tollerata. In futuro potrà verosimilmente essere prescritta anche nei cambi di terapia.

6 EssePiu?_2013_1:EssePiù :20 Pagina 6 Scritture CENTO DI QUESTI GIORNI (E ALTRI NUMERI) Da pochi mesi ho compiuto sessant anni. La notizia non è molto originale, lo so. Chissà quante persone hanno compiuto il loro compleanno lo stesso mio giorno. Mille? Centomila? Un milione? Ebbene io sono uno tra quel milione di persone, ecco perché la notizia non è così originale. Facendo due conti, comunque, sessant anni fanno sessanta volte trecentosessantacinque giorni. Poi ci sarebbero da calcolare anche le ore e i minuti, per non parlare degli attimi, il cui scorrere veloce mi dà quasi un senso di vertigine. Ma veniamo al punto: se la durata media della vita di un uomo è ottant anni è evidente che io ormai ho consumato i tre quarti della mia esistenza. Il settantacinque per cento. Non è una questione da poco, in tutti i sensi. La cosa si può raccontare anche prendendo in prestito la domanda che chiede, dal punto di vista del tempo vissuto e non da quello del pessimismo/ottimismo, se il mio bicchiere è mezzo pieno o mezzo vuoto. La risposta, a questo punto prevedibile, è che il mio bicchiere è pieno per un quarto, e vuoto per il resto, ossia per tre quarti. Ma nonostante questa evidenza proverò lo stesso ad essere ottimista. È ovvio che gli anni passano e in questo lento processo giorno dopo giorno invecchiamo. E non solo giorno dopo giorno. Per esempio, ora che sto scrivendo que sta breve lettera al giornale sono consapevole del fatto che quando l avrò terminata sarò un po più vecchio. Ma la mia preoccupazione non è certo quel filo di barba bianca in più, o quella ruga che fino a ieri sembrava solo una ruga e oggi appare per quello che è: un solco. Di questo non mi preoccupo, perché è noto che gli altri, quando posano il loro amorevole sguardo su di noi, non si fermano alle apparenze, all esteriorità, ma puntano subito ad entrare in contatto con la nostra meravigliosa sensibilità, vecchi o giovani che siamo, perché nulla conta di più. O no? Certo, ci consola pensare ai vantaggi dell esperienza accumulata in tanti anni di vita, che consideriamo senza alcun dubbio una grande ricchezza. Poi siamo doverosamente pieni di gratitudine per tutti gli anni che abbiamo avuto a disposizione. Eppure non è così semplice, perché non sappiamo cosa ci aspetta e quanto ci spetta. Il concetto del domani resta, considerato dal punto di vista dell oggi, un bell enigma. Non sappiamo cosa contiene, cosa ci riserva. Ma no, forse è meglio non sapere, meglio non fare domande. Con l espressione giusta, a testa alta, inconsapevoli e distratti viviamo immersi nel flusso del tempo. Sì, perché abbiamo cose da fare. Tante cose da fare. E quindi accantoniamo certi pensieri. Poi c è la conta dei famosi cd4. Quanti sono oggi? Trecentocinquanta. E dopodomani? E l invecchiamento precoce? Anche questo ha a che fare con il tempo. Per chi invecchia precocemente il tempo corre più veloce. Ma poi no, non credo si possa fare la conta dei virus hiv presenti nel proprio corpo, ammesso che si voglia saperlo. Le ragioni di questa mia lettera non le comprendo bene io stesso. Una volta un mio amico ha detto che scrivere può servire a fermare le cose. Può darsi. Intanto vedo con piacere che sono riuscito a evitare di fare un bilancio, anche solo accennato, dei miei primi sessant anni. E penso: andiamo, sarebbe stato stucchevole! L importante è la memoria, è importante che ci sia, che faccia il suo dovere e che ci aiuti a ricordare sempre, anche attraverso la trama dei giorni grigi, tutte quelle cosucce divertenti che ci sono capitate. A proposito di numeri chiudo, dicendo che ho festeggiato il mio compleanno in vari modi, ma ora, ripensandoci, ho notato che al momento di un brindisi con amici nessuno ha detto: Cento di questi giorni! Evidentemente non si usa più, vero? Francesco Tre farmaci contro l HCV Una terapia combinata di tre farmaci contro l HCV ha avuto un tasso di risposta del 100%. È questo il risultato di uno studio, denominato ELECTRON, condotto su pazienti che non erano mai stati in cura (i cosiddetti naive) e su pazienti che non avevano risposto al trattamento con interferone pegilato e ribavirina (null-responder). I casi trattati sono stati complessivamente 34, di cui 25 pazienti naive e 9 null-responder, tutti affetti da epatite con genotipo 1, e in maggior parte 1a, che è ancora più difficile da trattare. Ad essi è stata somministrata una combinazione di sofosbuvir, ledipasvir e ribavirina. Il trattamento è durato complessivamente dodici settimane, alla fine delle quali tutti i pazienti sono riusciti ad abbattere la viremia HCV. Il risultato è stato confermato dai rilevamenti eseguiti a distanza di quattro e dodici settimane dalla conclusione della terapia. La grossa novità è che si tratta di una terapia senza interferone, causa prima degli importanti effetti collaterali del regime terapeutico usato finora. Il trattamento si è dimostrato sicuro e ben tollerato: solo il 4% dei partecipanti ha deciso di sospenderlo a seguito della comparsa di effetti collaterali. I sintomi più comuni sono stati anemia, depressione e cefalee. (Fonte: CROI 2013) TEST ONLUS Non perdere l occasione Hai il dubbio di aver contratto l HIV e temi di scoprirlo in ritardo? Vuoi essere certo di non mettere a rischio la salute del partner? Non aspettare: fai il test salivare! È sicuro, facile, veloce, anonimo. Nella sede di ASA potrai avere la risposta in soli venti minuti, senza prelievo di sangue ma con un semplice campione della tua saliva. Inoltre potrai avere una risposta a tutte le tue domande sul virus HIV e sulla prevenzione grazie alla presenza di un medico, di uno psicologo e dei volontari dell associazione. Questo progetto è promosso dalla Consulta delle Associazioni per la lotta contro l AIDS e finanziato dal Ministero della Salute, e offre a tutti un opportunità un più per conoscere il proprio stato sierologico. Per informazioni sui giorni fissati per la somministrazione del test, chiama la segreteria di ASA al numero 02/ oppure vai sul sito 6 GENNAIO - FEBBRAIO 2013 NUMERO 1 ANNO XXII EssePiù

7 EssePiu?_2013_1:EssePiù :20 Pagina 7 Troviamoci rubrica di inserzioni gratuite Ho 54 anni, sieropositivo, mi sento solo, ho bisogno di affetto e tanto amore. Chi me lo può dare? Abito a Cinisello Balsamo. Se c è qualcuna si faccia avanti perché sono un pò timido. Il mio numero di cellulare è Uomo di 48 anni cerca amicizia con donna massimo 50 anni, amante di musica, animali, cinema e libri. Cell. 377/ enne asintomatica cerca un uomo per amicizia ed eventuale relazione. Zona Milano. Ciao. Tel Sono una donna di 50 anni, ben portati. Vivo a Genova, sono in terapia per hiv e hcv, presi contemporaneamente tramite rapporto sessuale. Cerco un compagno per percorrere assieme quello che ancora ci riserva la vita, io mi sento bene, sono solo un pò sola. Desidererei relazionarmi con un mio coetaneo, una brava persona che abbia voglia di percorrere una strada in compagnia, affidabile e sincero. Lisa, 50 anni, bionda, occhi verdi, hiv+, cerca uomo per sincera amicizia con finalita relazione, per condividere le proprie esperienze di vita. Zona melzo cell Ciao mi chiamo marco 63 anni hiv+ cerco amici milano e provincia abito a abbiategrasso la solitudine e una triste conpagnia chi e' solo puo capirmi volersi bene e una cosa meravilgliosa un abbraccio a tutti i sieropositivi che soffrono la solitudine tel enne solo da troppo cerca compagna con cui poter dialogare e donare affetto se ce ne fosse la volontà, so coccolare, ascoltare cucinare e amo salire sui monti che il mio territorio mi dona; sono sensibile, amo la tranquillità e le vibrazioni che la compagnia mi da, serio educato sincero non bevo amo pescare e cucinare bei risotti al persico vivo sul lago di Lecco. Ciao, ti aspetto se mi vorrai conoscere - Tel Ciao sono Angelo, 49 anni, mi piacerebbe conoscere una donna come me positiva, separata con cui organizzare tempo libero ed eventuale relazione. Mandami un - Tel Mi chiamo Maria da 12 anni siero+, ho 60 anni e cerco un uomo di pari età, in zona Modena, amo il mare, viaggiare, andare al cinema, e la compagnia di una persona che mi rispetti e mi sappia apprezzare per quello che sono. Rispondo al pomeriggio dopo le 16,00 perché al mattino lavoro; il mio cell. è Ho 31 anni sono alex hiv+ simpatico latinoamericano, cerco un amico per fare amicizia e complicità tra 40 e 60 anni. Se ti interessa contattami Alex 39 anni, asintomatico, amante del cinema e viaggi, cerco una compagna per la vita, carina e sincera. Tel enne sieropositivo asintomatico cerca pari requisiti per relazione. No Milano e provincia, preferibilmente Bergamo e Brianza. Ciao, sono Michael, vengo dall Eritrea/Etiopia e cerco amiche a Milano. Scrivetemi a MI CHIAMO LUCIANO, HO 50 ANNI. SONO SOLO CERCO UN AMICO VERO PER CO- STRUIRE UN FUTURO INSIEME E VIVERE I MOMENTI BELLI CHE LA VITA PU0 OFFRI- RE. cell. 333/ DONNA 47enne cerca amici per condividere insieme del tempo libero. Per un cinema o una passeggiata insieme. Un grazie in anticipo a chi mi contatta, CIAO. Tel Telefonare dopo le 12 - potete lasciare anche un messaggio. 50enne bella presenza atletico asintomatico, desidera conoscere una donna per un amicizia finalizzata a una storia seria. Tel A.A.A Cercasi amore!!!! Sono stanco della solitudine e scappo dai rapporti con donne siero-... scappo x paura di dover dire la mia situazione di +... di un rifiuto... o di dover stare sempre con l ansia mentre faccio l amore... C è una donna che si ritrova nella mia stessa situazione? Scrivetemi a questa Sono un ragazzo di 43 anni alto 1,72 magro di Lodi,un bacio da dolcepositivo 50enne sieropositivo non libero cerca signora per passare lieti pomeriggi. Marco. Cell. 333/ Sono un trans, abito vicinanze Roma, cerco un compagno semplice e serio. Ho voglia di costruire qualcosa. Ciao Tel Fabrizia Contatterei donna siero+ come me per organizzare tempo libero insieme... poi si vedrà... possibile relazione. Io sono un bell uomo alto 180 peso 75 kg. Contattami via mail: oppure tel. 338/ ciao. Salve, mi chiamo Roberto ho 48 anni, vivo e lavoro a Milano; sono alla ricerca di una compagna amante della musica. Amo viaggiare e mi piacerebbe fare nuove amicizie. Per contatti telefonici 331/ Mi chiamo Paolo e sto cercando di mettermi in comunicazione con Enza che ho conosciuto in ASA nel 1997 e che da tempo cerco di rintracciare. Tel Mario alto snello amante dei giri in moto nelle nostre valli favolose relax picnic sotto un albero e tanta calma siero+ da 24 anni ho 55anni casual se ai voglia di fare un giro e chiacchierare con solitario fatti sentire sarebbe bello ciao Convenzioni ASA OTTICA FCF Via Maestri Campionesi Milano Tel Sconto del 30% IMMAGINARIA (OGGETTISTICA) Corso di Porta Ticinese 53, Milano Tel CORNELIA (GIOIELLERIA) Via San Fermo 15, Milano. Telefono 02/ CENTRO MEDICO COL DI LANA Viale Col di Lana, 2 Milano. Telefono 02/ BROKERFIN (MUTUI E FINANZIAMENTI) Via Nicotera, 18, MIlano Telefono 02/ TAU VIAGGI Via Plinio 11 (Ang. Morgagni) Milano Tel HOTEL RAFFAELLO Via dei Monti, 3, Chianciano terme Tel. 0578/ (Sconto 25%) PROFESSIONE OTTICA (DI SARDELLA GIUSEPPE) Via G. Meda 6 Occhiali da vista (40%) Occhiali da sole (30%) EssePiù ANNO XXII NUMERO 1 GENNAIO - FEBBRAIO

8 EssePiu?_2013_1:EssePiù :20 Pagina 8 Le attività dell ASA Centralino informativo: 02/ , con il coordinamento dell ISS/Ministero della Salute (progetto Re.Te.AIDS), lunedì - venerdì, ore ASA Mobile: servizio di accompagnamento rivolto a persone sieropositive che devono recarsi in ospedale per visite o cure in day hospital. Counselling vis-à-vis e consulenza psicologica per persone sieropositive, partner e parenti. Internet: sito istituzionale; portale dedicato alla somministrazione del test HIV a Milano e Provincia; sito di e-learning per conoscere tutte le regole della prevenzione; facebook, per simpatizzare con noi ed essere sempre aggiornati sulle le nostre iniziative. Gruppo The Names Project: decorare, ricamare, dipingere una coperta per ricordare un affetto perduto e superare il dolore insieme agli altri. Le coperte sono esposte ogni anno durante la Giornata Mondiale contro l AIDS. International AIDS Candlelight Memorial, fiaccolata commemorativa in memoria delle vittime dell AIDS, ogni anno a primavera. Gruppo scuole: interventi di informazione e prevenzione nelle scuole. Banchetti: diffusione di materiale informativo nei luoghi di aggregazione. Gruppo carcere: iniziative di informazione e prevenzione nel carcere di San Vittore. EssePiù: bimestrale di informazione e riflessione rivolto a persone sieropositive e chiunque desideri saperne di più. basar: mercatino di beneficenza per la raccolta fondi a sostegno delle attività dell Associazione:in Via Arena 25, Milano, ogni secondo sabato del mese dalle alle 18.00, e da lunedì a venerdì, ore Asta permanente di ASA su ebay, nell area Aste di beneficenza: vendita settimanale di abbigliamento e oggetti per raccogliere fondi a sostegno di progetti e attività. HIV a Quattr Occhi: serata informativa a cadenza mensile dedicata soprattutto a chi ha scopertoda poco di essere sieropositivo, per dialogare e ricevere informazioni da qualcuno che non sia un infettivologo o uno psicologo. PER MAGGIORI INFORMAZIONI SULLE NOSTRE ATTIVITÀ: tel 02/ ; mail: facebook: Asa Onlus ASA INRETE Facciamo di tutto per tenerti sempre informato sulla prevenzione. Vieni a conoscerci nel web: puoi dire la tua postando su facebook e google plus, visitare virtualmente il basar, cercare dove si può fare il test a Milano e partecipare a un divertente corso online per capire quanto sei informato sulla prevenzione. Sul sito ufficiale di ASA (www.asamilano.org) puoi trovare i nostri riferimenti in rete. Il piacere di dare classici, sportivi o di tendenza LE DATE DEL basar 9 MARZO 13 APRILE 11 MAGGIO 8 GIUGNO DALLE ORE 10,30 ALLE 18,00 La primavera si avvicina. Saluta la nuova stagione facendo shopping al basar, il mercatino di Asa organizzato per finanziare l associazione. Puoi trovarci un po di tutto: libri, oggetti per la casa, borse, cappelli, scarpe e abiti, nuovi e usati, a prezzi davvero contenuti. Ti aspettiamo in via Arena 25, Milano! Aperto anche nei giorni feriali (da lunedì a venerdì, ore 14-18). E ricorda che il mercatino ha anche bisogno di generosi donatori. Sostieni ASA regalando al basar libri e oggetti che non ti servono più o abiti che non metti da tempo! Chiamaci allo 02/ o inviaci una mail Progetto Externa Con il contributo di ViivHealthcare EXTERNA è lo sportello di counselling settimanale, presso l ospedale San Raffaele - Centro San Luigi per la Cura e la Ricerca per le patologie HIV correlate (Via Stamira D Ancona 20 Milano). Un operatore è a disposizione dei pazienti che desiderino confrontarsi e ricevere supporto. Per informazioni: 02/ (lunedì-venerdì, ore 10-18). ASA Corsi e benessere CORSO DI YOGA Mercoledì e Giovedì ore 19,00 MASSAGGI SHIATSU Su appuntamento PER INFORMAZIONI lun/ven dalla ore 10 alle ore 18 tel

HIV: PERCORSO PER LA TUA SALUTE TEST POSITIVO

HIV: PERCORSO PER LA TUA SALUTE TEST POSITIVO HIV: PERCORSO PER LA TUA SALUTE TEST POSITIVO 1 COSA PROVI? LE PRIME DOMANDE LE PRIME INFORMAZIONI COSA SAPERE ORA? LE TUE EMOZIONI 2 Hai scoperto da poco di essere una persona con HIV tramite la positività

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Informazioni per i nuovi donatori di cellule staminali del sangue

Informazioni per i nuovi donatori di cellule staminali del sangue Informazioni per i nuovi donatori di cellule staminali del sangue Per semplicità redazionale nel testo seguente si utilizza la sola forma al maschile. Naturalmente tutte le denominazioni vanno intese anche

Dettagli

CARCINOMA DELLA CERVICE UTERINA:

CARCINOMA DELLA CERVICE UTERINA: HPV-test Pap-test 71% CARCINOMA DELLA CERVICE UTERINA: FALSI MITI & REALTÀ DA CONOSCERE 1 Il carcinoma della cervice uterina colpisce solo donne in età avanzata 1 Studi recenti hanno evidenziato che il

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo.

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo. Riflessioni sulla felicità.. Non so se sto raggiungendo la felicità, di certo stanno accadendo cose che mi rendono molto più felice degli anni passati. Per me la felicità consiste nel stare bene con se

Dettagli

Cosa ti porti a casa?

Cosa ti porti a casa? 8. L o p i n i o n e d e i r a g a z z i e d e l l e r a g a z z e Cosa ti porti a casa? A conclusione dell incontro di restituzione è stato richiesto ai ragazzi di riportare in forma anonima una valutazione

Dettagli

Come migliorare la tua relazione di coppia

Come migliorare la tua relazione di coppia Ettore Amato Come migliorare la tua relazione di coppia 3 strategie per essere felici insieme I Quaderni di Amore Maleducato Note di Copyright Prima di fare qualunque cosa con questo Quaderno di Amore

Dettagli

E una sfida continua quella contro il virus dell Epatite B.

E una sfida continua quella contro il virus dell Epatite B. Epatite Cronica B, malattia sommersa Intervista a Antonio Craxì Ci sono poi, e questo è un elemento dominante, farmaci che sopprimono la replicazione virale con grande rapidità ed efficacia e senza effetti

Dettagli

CONOSCIAMOLA. L infezione con il virus dell epatite C (HCV = Hepatitis C Virus):

CONOSCIAMOLA. L infezione con il virus dell epatite C (HCV = Hepatitis C Virus): SENZA LA EPATITE CONOSCIAMOLA L infezione con il virus dell epatite C (HCV = Hepatitis C Virus): Colpisce principalmente il fegato infiammandolo (epatite) ma, in alcuni casi, anche altre parti del corpo

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Lettera alle Mamme_Layout 1 11/09/2015 17:10 Pagina 1 Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Priority mom Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Cosa posso fare per interrompere subito la violenza? rivolgiti alle Forze dell Ordine o al Servizio Sociale più vicino chiedi aiuto al Centro

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia per conoscere l intervento della giustizia minorile Indice:

Dettagli

ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE

ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE - di Deepak Chopra Sette esercizi spirituali per portare la pace all interno delle tua vita e nel mondo che ti circonda. L approccio alla trasformazione personale

Dettagli

L IMMUNODEFICIENZA FELINA (FIV) E LA LEUCEMIA FELINA (FeLV)

L IMMUNODEFICIENZA FELINA (FIV) E LA LEUCEMIA FELINA (FeLV) L IMMUNODEFICIENZA FELINA (FIV) E LA LEUCEMIA FELINA (FeLV) Nel panorama delle patologie che interessano i nostri amici gatti risultano particolarmente degne di nota l Immunodeficienza Felina (FIV) e la

Dettagli

ADOLESCENZA DROG HE E AIDS

ADOLESCENZA DROG HE E AIDS P rogramma Regionale sulle Dipendenze n 05 Anno 2009 ADOLESCENZA DROG HE E AIDS Programma Regionale sulle Dipendenze - Regione Veneto TEEN s PAPER n 05 - Anno 2009 A cura di: Dipartimento delle Dipendenze

Dettagli

8 maggio2014. Giornata Mondiale sul Tumore Ovarico. La Rete Farmacisti Preparatori è in prima linea.

8 maggio2014. Giornata Mondiale sul Tumore Ovarico. La Rete Farmacisti Preparatori è in prima linea. 8 maggio2014 Giornata Mondiale sul Tumore Ovarico La Rete Farmacisti Preparatori è in prima linea. Aiutaci ad abbattere il muro del silenzio Ognuno di noi ha una donna che ama e che ci ama: una mamma,

Dettagli

Silvio Trivelloni, maratoneta: la testa è il vero motore del nostro corpo

Silvio Trivelloni, maratoneta: la testa è il vero motore del nostro corpo Silvio Trivelloni, maratoneta: la testa è il vero motore del nostro corpo Matteo SIMONE Silvio Trivelloni sceglie l Atletica Leggera alla scuola media con il Concorso Esercito Scuola e poi diventa un Atleta

Dettagli

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV)

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo guardate le informazioni di base contenute in Alcune informazioni sull esame per il papilloma

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Il tumore al colon è temuto ma è necessario continuare nell'attività di Prevenzione

Il tumore al colon è temuto ma è necessario continuare nell'attività di Prevenzione Il tumore al colon è temuto ma è necessario continuare nell'attività di Prevenzione Milano - Nonostante la sua aggressività è definito il tumore silenzioso. Data la sua scarsa pubblicizzazione, infatti,

Dettagli

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Scopri come i grandi investitori hanno posto le basi per il loro successo. Tutto quello che devi assolutamente conoscere prima

Dettagli

Malattie a trasmissione sessuale

Malattie a trasmissione sessuale Malattie a trasmissione sessuale 1 Definizione Sono infezioni che colpiscono sia gli organi genitali che altre parti del corpo e che si trasmettono mediante i rapporti sessuali con persone infette. 2 Inquadramento

Dettagli

IL PUNTO DI VISTA DEL MEDICO DI FAMIGLIA NELLA GESTIONE DELL OSTEOPOROSI ( PREVENZIONE E TRATTAMENTO) E NELLA PREVENZIONE DELLE FRATTURE

IL PUNTO DI VISTA DEL MEDICO DI FAMIGLIA NELLA GESTIONE DELL OSTEOPOROSI ( PREVENZIONE E TRATTAMENTO) E NELLA PREVENZIONE DELLE FRATTURE IL PUNTO DI NELLA GESTIONE DELL OSTEOPOROSI ( PREVENZIONE E TRATTAMENTO) E NELLA PREVENZIONE DELLE FRATTURE PISTOIA 6 GIUGNO OSTEOPOROSI: DIFETTO SISTEMICO A CARICO DELLO SCHELETRO CARATTERIZZATO DA UNA

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

Ossi duri... si diventa. Campagna di Prevenzione contro l Osteoporosi

Ossi duri... si diventa. Campagna di Prevenzione contro l Osteoporosi Ossi duri... si diventa Campagna di Prevenzione contro l Osteoporosi CHE COS E L OSTEOPOROSI? L osteoporosi è una malattia dell apparato scheletrico che comporta una bassa densità minerale, un deterioramento

Dettagli

Ci sono gesti che sono semplici, che non

Ci sono gesti che sono semplici, che non famiglia oggi Donare, per salvare una vita di Giorgia Cozza Storia di Laura e della sua grave malattia. E di come la speranza possa di nuovo tornare, attraverso un donatore di midollo osseo che risiede

Dettagli

Il mieloma multiplo La terapia

Il mieloma multiplo La terapia MIELOMA MULTIPLO Il mieloma multiplo è una malattia neoplastica caratterizzata dalla proliferazione e accumulo nel midollo osseo di linfociti e di plasmacellule che, direttamente o indirettamente, possono

Dettagli

Ora puoi studiare ed insegnare musica. nella comodità di casa tua!

Ora puoi studiare ed insegnare musica. nella comodità di casa tua! Ora puoi studiare ed insegnare musica nella comodità di casa tua! Se stai leggendo questo report vuol dire che ti sei iscritto alla mia lista di utenti interessati a questo nuovo progetto. Mille grazie

Dettagli

Campagna Qual è la MIA PCR? www.whatismypcr.org

Campagna Qual è la MIA PCR? www.whatismypcr.org Campagna Qual è la MIA PCR? www.whatismypcr.org Le domande sulla PCR rivolte con maggior frequenza Autore: Dott. Michael Mauro, Professore di Medicina della Divisione di Ematologia e Oncologia medica;

Dettagli

Radio Pace 15 marzo 2011

Radio Pace 15 marzo 2011 Radio Pace 15 marzo 2011 Costruiamo Umanità Esperienze e testimonianze dal mondo del carcere Ben trovati a tutti da Francesca Boeri. Siete in ascolto della rubrica mensile che vuol far conoscere la vita

Dettagli

ODG: RICHIESTA DI UN IMPEGNO STRAORDINARIO DA PARTE DELL AMMINISTRAZIONE PER CAMPAGNE INFORMATIVE DI PREVENZIONE/INFORMAZIONE CONTRO L HIV/AIDS

ODG: RICHIESTA DI UN IMPEGNO STRAORDINARIO DA PARTE DELL AMMINISTRAZIONE PER CAMPAGNE INFORMATIVE DI PREVENZIONE/INFORMAZIONE CONTRO L HIV/AIDS ODG: RICHIESTA DI UN IMPEGNO STRAORDINARIO DA PARTE DELL AMMINISTRAZIONE PER CAMPAGNE INFORMATIVE DI PREVENZIONE/INFORMAZIONE CONTRO L HIV/AIDS SALUTE A 360 Educare le persone sin dalla prima infanzia

Dettagli

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente Una tecnica di Persuasore Segreta svelata dal sito www.persuasionesvelata.com di Marcello Marchese Copyright 2010-2011 1 / 8 www.persuasionesvelata.com Sommario

Dettagli

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Ciao da Matteo Nodari di Network Marketing Top Strategy! Come ti dicevo il network marketing è uno dei settori più controversi e fraintesi di tutti i tempi.

Dettagli

SCREENING DEL TUMORE DELLA MAMMELLA

SCREENING DEL TUMORE DELLA MAMMELLA SCREENING DEL TUMORE DELLA MAMMELLA Il tumore della mammella è il più frequente nella popolazione femminile. E asintomatico per un lungo periodo di tempo; la tempestività della diagnosi e della terapia

Dettagli

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi, di professione astrofisica, è senza dubbio l autrice fantasy italiana più amata. All

Dettagli

Studio svizzero della coorte HIV Swiss HIV Cohort Study

Studio svizzero della coorte HIV Swiss HIV Cohort Study Studio svizzero della coorte HIV Swiss HIV Cohort Study Dal 1988 lo Studio svizzero della coorte HIV è al servizio di persone affette da HIV/AIDS e in questo periodo ha accompagnato più di 18 500 persone.

Dettagli

Codice Deontologico del Volontario adottato dalla Federazione Cure Palliative

Codice Deontologico del Volontario adottato dalla Federazione Cure Palliative Art.5. Agisce senza fini di lucro anche indiretto e non accetta regali o favori, se non di modico valore. ASSOCIAZIONE VOLONTARI ASSISTENZA PAZIENTI ONCOLOGICI Codice Deontologico del Volontario adottato

Dettagli

Università per Stranieri di Siena Livello A1

Università per Stranieri di Siena Livello A1 Unità 9 Medici di base e medici specialisti In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni sull assistenza sanitaria di base parole relative all assistenza sanitaria di base l uso

Dettagli

Studi clinici. tutto quello che bisogna sapere

Studi clinici. tutto quello che bisogna sapere Studi clinici tutto quello che bisogna sapere Prefazione Questo opuscolo intende fornire ai pazienti, ai loro familiari e a tutti coloro che se ne prendono cura, gli elementi fondamentali per comprendere

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Dettato. DEVI SCRIVERE IL TESTO NEL FOGLIO DELL ASCOLTO PROVA N.1 - DETTATO. 2 Ascolto Prova n. 2 Ascolta il testo: è un dialogo tra due ragazzi

Dettagli

SCREENING PER LA PREVENZIONE DEI TUMORI

SCREENING PER LA PREVENZIONE DEI TUMORI SCREENING PER LA PREVENZIONE DEI TUMORI A CURA DI Centro screening - Dipartimento di Sanità Pubblica Programma Screening per la prevenzione dei tumori-direzione Sanitaria AUSL Bologna I tumori rappresentano

Dettagli

INFEZIONE DA HIV ED AIDS WWW.SLIDETUBE.IT

INFEZIONE DA HIV ED AIDS WWW.SLIDETUBE.IT INFEZIONE DA HIV ED AIDS HIV 1 ed HIV 2 appartengono alla famiglia dei Retroviridae, genere lentovirus. L infezione da HIV provoca nell ospite una progressiva compromissione delle difese immunitarie, soprattutto

Dettagli

Come imparare a disegnare

Come imparare a disegnare Utilizzare la stupidità come potenza creativa 1 Come imparare a disegnare Se ti stai domandando ciò che hai letto in copertina è vero, devo darti due notizie. Come sempre una buona e una cattiva. E possibile

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO

IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO Danilo Toneguzzi Psichiatra, psicoterapeuta direttore dell Istituto Gestalt di Pordenone "INformazione Psicologia Psicoterapia Psichiatria", n 41-42, settembre - dicembre

Dettagli

La Disfunzione Erettile: un problema a due

La Disfunzione Erettile: un problema a due La Disfunzione Erettile: un problema a due con la cosulenza di Raffaella Michieli, Medico di Medicina Generale Segretario Nazionale S.I.M.G. In collaborazione con: Una partnership per nuo ve soluzioni

Dettagli

Servizio di Mineralometria Ossea Computerizzata (MOC) e Composizione Corporea

Servizio di Mineralometria Ossea Computerizzata (MOC) e Composizione Corporea Servizio di Mineralometria Ossea Computerizzata (MOC) e Composizione Corporea Associazione Italiana per l Educazione Demografica Sezione di Roma L osteoporosi È una condizione dello scheletro caratterizzata

Dettagli

Giacomo Bruno I 5 SEGRETI DEI BLOG

Giacomo Bruno I 5 SEGRETI DEI BLOG Giacomo Bruno I 5 SEGRETI DEI BLOG Report tratto da: Fare Soldi Online con Blog e MiniSiti Puoi distribuire gratuitamente questo ebook a chiunque. Puoi inserire i tuoi link affiliato. I segreti dei Blog

Dettagli

Alcol: sai cosa bevi? Più sai meno rischi! UN PROGRAMMA IN 6 PUNTI PER CAMBIARE LE ABITUDINI DEVI SMETTERE DI BERE? quando smettere di bere

Alcol: sai cosa bevi? Più sai meno rischi! UN PROGRAMMA IN 6 PUNTI PER CAMBIARE LE ABITUDINI DEVI SMETTERE DI BERE? quando smettere di bere quando smettere di bere DEVI SMETTERE DI BERE? Se il bere é una scelta libera e consapevole da parte di un individuo, é anche vero che molti non si trovano nelle condizioni di poter bere e continuare a

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

associazione per il bambino in ospedale Amico ABIO

associazione per il bambino in ospedale Amico ABIO associazione per il bambino in ospedale numero 34 maggio 2015 Amico ABIO UDINE Periodico quadrimestrale di informazione di ABIO Udine Onlus Direttore Responsabile: Paola Del Degan Redazione: Paola Caselli,

Dettagli

presenta: By: Centro Informazioni

presenta: By: Centro Informazioni presenta: By: Centro Informazioni Sito Internet: http://www.centroinformazioni.net Portale: http://www.serviziebay.com Blog: http://www.guadagnare-da-casa.blogspot.com/ Email: supporto@centroinformazioni.net

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------- pelle su pelle Testo tratto dalle interviste realizzate in occasione della festa del volontariato - Casalecchio di Reno 22 aprile 2013 a cura dell associazione di promozione sociale Gruppo Elettrogeno

Dettagli

Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Comunicazione. pubblicazioni@unicef.it www.unicef.it

Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Comunicazione. pubblicazioni@unicef.it www.unicef.it ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 pubblicazioni@unicef.it www.unicef.it Codice

Dettagli

Università per Stranieri di Siena Livello A1

Università per Stranieri di Siena Livello A1 Unità 9 Medici di base e medici specialisti CHIAVI In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni sull assistenza sanitaria di base parole relative all assistenza sanitaria di base

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

CONSIGLI PER IL VOLONTARIO

CONSIGLI PER IL VOLONTARIO ASSOCIAZIONE VOLONTARI ASSISTENZA PAZIENTI ONCOLOGICI MESTRE CONSIGLI PER IL VOLONTARIO INDICE Cosa fare pag. 4 Consigli pag. 7 Cosa non fare pag. 8 Codice deontologico del volontario pag. 10 Caro Amico,

Dettagli

Ministro Lorenzin alla Giornata nazionale per la ricerca sul cancro

Ministro Lorenzin alla Giornata nazionale per la ricerca sul cancro Ministro Lorenzin alla Giornata nazionale per la ricerca sul cancro Il discorso pronunciato dal ministro della Salute Beatrice Lorenzin alla Cerimonia di Celebrazione della Giornata Nazionale per la Ricerca

Dettagli

ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti. www.trevisovolontariato.org

ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti. www.trevisovolontariato.org ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti www.trevisovolontariato.org Il Laboratorio Scuola & Volontariato è un iniziativa del Coordinamento delle associazioni di volontariato della Provincia

Dettagli

RETE DI TREVISO INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI. a.s. 2006/07. Proposta di lavoro stratificata

RETE DI TREVISO INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI. a.s. 2006/07. Proposta di lavoro stratificata RETE DI TREVISO INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI 1 a.s. 2006/07 Attività prodotta da: Silvia Fantina- Silvia Larese- Mara Dalle Fratte. Proposta di lavoro stratificata Materiali: test ITALIANO COME LINGUA

Dettagli

''I 5 Passi per Dupplicare il modo di fare Network Marketing'' ---> 5) lezione: ''Come Ottimizzare la tua Presenza in facebook e nei Gruppi''

''I 5 Passi per Dupplicare il modo di fare Network Marketing'' ---> 5) lezione: ''Come Ottimizzare la tua Presenza in facebook e nei Gruppi'' J.AThePowerOfSponsorship Di Giuseppe Angioletti http://www.segretidei7uero.altervista.org ''I 5 Passi per Dupplicare il modo di fare Network Marketing'' ---> 5) lezione: ''Come Ottimizzare la tua Presenza

Dettagli

Via Belzoni 80 Via Belzoni 80 35121 Padova 35121 Padova tel +39 049 8278464 tel +39 049 8278458 fax +39 049 8278451 fax +39 049 8278451

Via Belzoni 80 Via Belzoni 80 35121 Padova 35121 Padova tel +39 049 8278464 tel +39 049 8278458 fax +39 049 8278451 fax +39 049 8278451 La.R.I.O.S. Laboratorio di Ricerca ed Intervento per l Orientamento alle Scelte DPSS Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione Centro di Ateneo di Servizi e Ricerca per la Disabilità,

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: Ciao, Flavia. Mi sono

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

La rete che contagia. Internet e HIV: com era e com è cambiato l impatto con la diagnosi di contagio grazie alle nuove tecnologie.

La rete che contagia. Internet e HIV: com era e com è cambiato l impatto con la diagnosi di contagio grazie alle nuove tecnologie. La rete che contagia Internet e HIV: com era e com è cambiato l impatto con la diagnosi di contagio grazie alle nuove tecnologie. Origini L origine di internet risale agli anni sessanta in particolare

Dettagli

IL PAPILLOMA VIRUS E LA CAMPAGNA VACCINALE. Sandra Fabbri Fondazione ONLUS Attilia Pofferi

IL PAPILLOMA VIRUS E LA CAMPAGNA VACCINALE. Sandra Fabbri Fondazione ONLUS Attilia Pofferi IL PAPILLOMA VIRUS E LA CAMPAGNA VACCINALE Sandra Fabbri Fondazione ONLUS Attilia Pofferi LA COMUNICAZIONE SULLA VACCINAZIONE CHIAREZZA E CONDIVISIONE DEGLI OBIETTIVI DI SANITÀ PUBBLICA SUL VACCINO CONTRO

Dettagli

Che cos è l AIDS. Il virus H.I.V. è la causa dell immunodeficienza acquisita

Che cos è l AIDS. Il virus H.I.V. è la causa dell immunodeficienza acquisita HIV e AIDS Che cos è l AIDS L A.I.D.S. o S.I.D.A. è una sindrome da immunodeficienza acquisita. E una malattia del sistema immunitario che ne limita e riduce le funzioni. Le persone colpite sono più suscettibili

Dettagli

Il rimedio migliore contro la leucemia sei tu.

Il rimedio migliore contro la leucemia sei tu. Informazioni sulla donazione delle cellule staminali. Il rimedio migliore contro la leucemia sei tu. Martin Q., donatore di cellule staminali registrato Salvare una vita umana è così semplice. Friederike

Dettagli

Piano regionale di lotta alla diffusione delle infezioni sessualmente trasmesse e dell HIV/AIDS

Piano regionale di lotta alla diffusione delle infezioni sessualmente trasmesse e dell HIV/AIDS ALLEGATO A Piano regionale di lotta alla diffusione delle infezioni sessualmente trasmesse e dell HIV/AIDS LE INFEZIONI SESSUALMENTE TRASMESSE E L INFEZIONE DA HIV/AIDS IN PIEMONTE Con l introduzione dei

Dettagli

Sito dell Assessorato alla tutela della salute e sanità www.regione.piemonte.it/sanita

Sito dell Assessorato alla tutela della salute e sanità www.regione.piemonte.it/sanita Iniziativa di comunicazione della Regione Piemonte. Sito dell Assessorato alla tutela della salute e sanità www.regione.piemonte.it/sanita Non farti influenzare Contro l A/H1N1 scegli la prevenzione www.regione.piemonte.it/sanita

Dettagli

Il ruolo e l impegno dell Istituto Spallanzani nel campo dell HIV/AIDS e delle malattie infettive

Il ruolo e l impegno dell Istituto Spallanzani nel campo dell HIV/AIDS e delle malattie infettive Il ruolo e l impegno dell Istituto Spallanzani nel campo dell HIV/AIDS e delle malattie infettive Dott. Vitaliano De Salazar, Direttore Generale Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript 2015 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners ( Section I Listening) Transcript Familiarisation Text Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai? Ehh Francesco! Sono stata

Dettagli

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti Tabelle relative ai pazienti con depressione maggiore e ai loro familiari adulti e minori che hanno partecipato allo studio e sono stati rivalutati a sei mesi - dati preliminari a conclusione dello studio

Dettagli

LA PROMOZIONE DELLA SALUTE NELLA MALATTIA

LA PROMOZIONE DELLA SALUTE NELLA MALATTIA LA PROMOZIONE DELLA SALUTE NELLA MALATTIA Insufficienza Intestinale cronica benigna pediatrica. Scienza, tecnica e psicologia: nuove frontiere a confronto Spello, 2-3 novembre 2012 Dott.ssa Cadonati Barbara

Dettagli

CONSIGLI PER GIOVANI NAVIGANTI (anche già navigati).

CONSIGLI PER GIOVANI NAVIGANTI (anche già navigati). CONSIGLI PER GIOVANI NAVIGANTI (anche già navigati). HEY! SONO QUI! (Ovvero come cerco l attenzione). Farsi notare su internet può essere il tuo modo di esprimerti. Essere apprezzati dagli altri è così

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2 per Stranieri di Siena Centro CILS : Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi. Sono brevi dialoghi o annunci. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Informazioni per i nuovi donatori di cellule staminali del sangue

Informazioni per i nuovi donatori di cellule staminali del sangue Informazioni per i nuovi donatori di cellule staminali del sangue Per semplicità redazionale nel testo seguente si utilizza la sola forma al maschile. Naturalmente tutte le denominazioni vanno intese anche

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

LE PAROLE CHE PESANO. Hotel Remilia 20/05/2014. Ciclo Magramente

LE PAROLE CHE PESANO. Hotel Remilia 20/05/2014. Ciclo Magramente LE PAROLE CHE PESANO Hotel Remilia 20/05/2014 Ciclo Magramente Pag. 01 IL LINGUAGGIO CHE PESA Hai mai pensato che il linguaggio che usi possa influenzare la tua autostima e il tuo peso? Rifletti un secondo:

Dettagli

AIRFA newsletter. Cari Amici, gentili Famiglie, N 4, Marzo 2014. Devolvi il 5 per mille all Airfa. Codice fiscale N 94073140637

AIRFA newsletter. Cari Amici, gentili Famiglie, N 4, Marzo 2014. Devolvi il 5 per mille all Airfa. Codice fiscale N 94073140637 AIRFA newsletter N 4, Marzo 2014 Cari Amici, gentili Famiglie, l Associazione Italiana per Ricerca sull Anemia di Fanconi (AIRFA), in collaborazione con alcuni centri clinico/scientifici italiani e l Associazione

Dettagli

La Giunta regionale toscana è intenzionata

La Giunta regionale toscana è intenzionata 10 Toscana: Alimentazione e salute La Giunta regionale toscana è intenzionata a rafforzare il progetto di studio già in atto sul rapporto tra alimentazione e salute. Lo scopo è di monitorare i comportamenti

Dettagli

1. Il nome utente: NON può essere modificato 2. Il tuo nome (ne trovate prescritto uno generico): metti il tuo vero nome SENZA il cognome

1. Il nome utente: NON può essere modificato 2. Il tuo nome (ne trovate prescritto uno generico): metti il tuo vero nome SENZA il cognome Guida NetPupils Un social network è un sito che dà la possibilità alle persone di entrare in contatto e condividere informazioni. I social network si basano su quella che viene definita amicizia : concedendo

Dettagli

Il processo della salute

Il processo della salute Louise L. Hay Il processo della salute Ebook Traduzione: Katia Prando Editing: Enza Casalino Revisione: Michele Ulisse Lipparini, Martina Marselli, Gioele Cortesi Impaginazione: Matteo Venturi 2 Guarisco

Dettagli

edizione 2016 Servizio di salute mentale di Trento In collaborazione con:

edizione 2016 Servizio di salute mentale di Trento In collaborazione con: Servizio di salute mentale di Trento In collaborazione con: Unità Operativa Psicologia clinica di Trento edizione 2016 Programma formativo sul disagio psico-sociale e sulla valorizzazione della famiglia

Dettagli

Vaccinazione per prevenire il cancro del collo dell'utero: risposte alle principali domande

Vaccinazione per prevenire il cancro del collo dell'utero: risposte alle principali domande Vaccinazione per prevenire il cancro del collo dell'utero: risposte alle principali domande Nel novembre 2006 è stato omologato in Svizzera un nuovo vaccino che può proteggere le donne dal cancro del collo

Dettagli

PAROLE DI VETRO. Conversazioni sui modi di intendere la vita COS E

PAROLE DI VETRO. Conversazioni sui modi di intendere la vita COS E PAROLE DI VETRO Conversazioni sui modi di intendere la vita COS E Cos è Ognuno sceglie quello che è per sé. Sono solo parole, dette da persone che non si conoscono e che parlano tra loro. Decidono di mettersi

Dettagli

Dott.ssa Erica Menotti, Presidente AIDAI ONLUS REGIONE LAZIO Psicoterapeuta Familiare

Dott.ssa Erica Menotti, Presidente AIDAI ONLUS REGIONE LAZIO Psicoterapeuta Familiare GRUPPO DI PARENT TRAINING PER GENITORI DI BAMBINI CON DDAI NELLA REGIONE LAZIO Dott.ssa Erica Menotti, Presidente AIDAI ONLUS REGIONE LAZIO Psicoterapeuta Familiare Una presa in carico globale Come molti

Dettagli

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΑΝΩΤΕΡΗΣ ΚΑΙ ΑΝΩΤΑΤΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΥΠΗΡΕΣΙΑ ΕΞΕΤΑΣΕΩΝ ΠΑΓΚΥΠΡΙΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ 2008

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΑΝΩΤΕΡΗΣ ΚΑΙ ΑΝΩΤΑΤΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΥΠΗΡΕΣΙΑ ΕΞΕΤΑΣΕΩΝ ΠΑΓΚΥΠΡΙΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ 2008 ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΑΝΩΤΕΡΗΣ ΚΑΙ ΑΝΩΤΑΤΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΥΠΗΡΕΣΙΑ ΕΞΕΤΑΣΕΩΝ ΠΑΓΚΥΠΡΙΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ 2008 Μάθημα: Ιταλικά Ημερομηνία και ώρα εξέτασης: Σάββατο, 14 Ιουνίου 2008 11:00 13:30

Dettagli

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A2 Bambini. Università per Stranieri di Siena.

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A2 Bambini. Università per Stranieri di Siena. per Stranieri di Siena Centro CILS : Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE

Dettagli