With the support of the Jean Monnet Programme of the European Union

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "With the support of the Jean Monnet Programme of the European Union"

Transcript

1 ECE NEWS LA NEWSLETTER DI EDUCAZIONE CIVICA EUROPEA Anno II - n. 11 Pisa 30 novembre 2013 Sommario: I - Notizie europee; II - Online la prima Lezione del Modulo di Educazione Civica Europea!; III - Workshops IV - European Awareness Days in Italia: ringraziamento a Napoli e opportunità della diretta videostreaming dell evento di Roma; V - HOPEurope, progetto UniGe in partnership con CesUE; VI - Segnalazioni di bandi e buone pratiche; VI - Cittadinanza attiva per gli Stati Uniti d Europa. I - Notizie europee La Commissione Europea chiede all Italia di porre fine a ogni discriminazione nei confronti dei dipendenti delle scuole pubbliche con contratti a tempo determinato - Si riporta la lettera della notizia apparsa sul sito della Commissione nel Comunicato Stampa in merito alle infrazioni sanzionate nel mese di novembre (http://europa.eu/rapid/press-release_memo _it.htm): La Commissione europea ha chiesto all'italia di rivedere le condizioni di lavoro dei dipendenti delle scuole pubbliche con contratti a tempo determinato. La Commissione europea ha ricevuto numerose denunce secondo le quali i dipendenti delle scuole pubbliche con contratti a tempo determinato sarebbero trattati meno favorevolmente dei lavoratori a tempo indeterminato comparabili. Segnatamente, tali dipendenti sono assunti con contratti a tempo determinato ripetuti negli anni, per cui continuano ad essere precari anche se sostanzialmente esercitano funzioni di personale permanente. Il diritto nazionale non prevede misure efficaci per evitare tali abusi. Inoltre, i dipendenti a tempo determinato sono retribuiti meno del personale di ruolo con iter professionale comparabile. La Commissione europea ritiene che tale situazione contrasti con la direttiva dell'ue sul lavoro a tempo determinato. La richiesta della Commissione si configura in un parere motivato nel contesto delle procedure di infrazione ne dell'ue. L'Italia dispone ora di un termine di due mesi per notificare alla Commissione le misure adottate al fine di attuare appieno la direttiva. In caso contrario la Commissione potrà decidere di deferire l'italia alla Corte di giustizia dell'unione europea. Accordo di libero scambio UE-Canada - Mentre si avviano a fatica i negoziati commerciali con gli USA, lo scorso 18 ottobre dopo quattro anni di trattative il Canada e l Unione Europea hanno invece firmato un accordo di libero scambio (CETA - Comprehensive Economic Trade Agreement) che prevede l abolizione pressocché totale dei dazi doganali (99%) e importanti aperture all integrazione del mercato dei servizi (energia, trasporti, telecomunicazioni, finanza). Si attende una crescita del 23% nel volume di scambi fra le due aree, con una crescita media nella produzione di ricchezza in Europa pari a circa 12 miliardi di Euro l anno. Notizie ufficiali qui: regions/countries/canada/ e qui: Approvato il Quadro Finanziario UE Dopo l approvazione azione da parte del Parlamento Europeo in novembre, il prossimo 2 dicembre il Consiglio dell Unione Europea sancirà in modo definitivo l approvazione del nuovo Quadro Finanziario Pluriennale dell Unione Europea, circa mille miliardi di Euro che sull arco di sette anni andranno a sostenere ere investimenti di scala continentale per lo sviluppo economico e sociale dell Europa. Si tratta di una spesa pubblica che

2 non si allontanerà molto dal dato medio degli ultimi anni: la UE continuerà a spendere per circa l 1% del PIL europeo (mentre i budget nazionali spendono complessivamente per il 44%). Con la differenza che le economie di scala rendono sempre più efficienti gli investimenti continentali e sempre meno quelli nazionali. Nel periodo le principali priorità di spesa saranno (per ordine di grandezza): occupazione (specie giovanile) e sviluppo economico con investimenti in progetti sia di livello continentale che regionale e locale; mobilità e formazione a tutti i livelli attraverso Erasmus+, che sostituisce isce il Lifelong Learning Programme; ricerca e innovazione attraverso il programma Horizon 2020; sostegno a piccole e medie imprese; investimenti in infrastrutture. Dettagli, dati e documenti ufficiali (in inglese) al sito: Per avere invece idee e dati di fatto contro i miti i e luoghi comuni in merito agli sprechi e ai costi di Bruxelles, guardate qui: Con il nuovo bilancio, il 1 gennaio 2014, prenderà avvio anche una nuova Politica Agricola Comune (PAC) - certamente più snella, vicina agli agricoltori e orientata alla sostenibilità di quanto non fosse in precedenza. Ma su questo le opinioni politiche nel dibattito europeo sono contrastanti e una consistente parte del Parlamento Europeo avrebbe voluto una riforma ancor più incisiva e verde di questa storica e dibattuta voce di spesa dell Unione Europea. Vertice italo-francese a Roma - Il Presidente francese François Hollande e il Presidente del Consiglio Enrico Letta si sono incontrati lo scorso 20 novembre a Roma per discutere una fitta agenda di collaborazioni bilaterali tra i due paesi, membri-chiave dell Eurozona. Riportiamo uno stralcio della Dichiarazione finale in cui è evidenziata la volontà di procedere nel senso di un unione politica più stretta e democratica a livello di zona monetaria unica: Oggi, guardando più lontano, l Italia e la Francia vogliono promuovere per l Unione Economica e Monetaria una nuova ambizione politica che si basi tanto sull integrazione quanto sulla solidarietà. Noi vogliamo impegnarci a definire una visione comune di ciò che l UEM dovrebbe essere a più lungo termine, al fine di garantire una crescita ed un occupazione sostenibili e accessibili a tutti. A nostro o avviso, questo dovrebbe includere la realizzazione di una reale capacità finanziaria per l Eurozona, in grado di finanziare politiche e investimenti che abbiano un incidenza maggiore sulla crescita e l occupazione e - a titolo di obiettivo a medio termine - uno strumento di bilancio comune che consenta di assorbire gli shock economici della zona euro. Parimenti, noi riteniamo necessaria in seno ad un Unione sempre più integrata - una convergenza più profonda. Le politiche fiscali dovranno essere più armonizzate. Dovrà inoltre essere riconosciuta l importanza cruciale della dimensione sociale per prevenire gli squilibri sociali e favorire una convergenza sociale verso l alto. Riteniamo di comune accordo che ogni ulteriore integrazione dell UEM dovrà andare di pari passo con avanzamenti sul piano istituzionale e su quello della democrazia. Per ogni progresso, favoriremo il rafforzamento della responsabilità e della legittimità democratica della nostra governance, al livello in cui vengono adottate le decisioni. A tal fine, l Italia e la Francia propongono di rafforzare la governance della zona euro dopo le prossime elezioni europee, in particolare attraverso vertici della zona euro più regolari, una Presidenza a tempo pieno dell Eurogruppo, riunioni congiunte fra i Ministri delle Finanze e del Lavoro dell Eurozona, o ancora strutture dedicate alla zona euro istituite in seno al Parlamento Europeo. Vigileremo inoltre sulla salvaguardia del metodo comunitario e dei principi che guidano la costruzione europea fin dal Trattato di Roma, nonché sulla coerenza con le politiche promosse in seno all Unione Europea nel suo insieme. rnoinforma/dossier/vertice_italo_francese/italia_francia_2013_dich_it.pdf La proposta costituzionale del Gruppo Spinelli - Lo scorso 4 ottobre il Gruppo Spinelli, importante rete di cittadini, politici, accademici e scrittori convinti dell'esigenza di un avanzamento del

3 progetto europeo, ha lanciato assieme ad alcune Fondazioni di rilievo europeo l iniziativa di una Fundamental Law per l UE - una revisione e semplificazione complessiva dei Trattati esistenti volta a rendere più trasparente, efficiente e accountable il governo dell Unione impostandolo su un assetto compiutamente federale. La proposta non affronta in modo diretto la questione del rapporto tra UE ed Eurozona ma è decisamente un segnale di risveglio costruttivo di un importante pezzo di classe se dirigente europea. Trovate qui la descrizione e i principali punti proposti nella Legge Fondamentale : Un bilancio per la zona Euro - Questo è il significativo titolo di un contributo al dibattito europeo pubblicato dalla Direzione Generale del Tesoro francese, in cui sono resi espliciti la necessità di procedere verso un unificazione politica dell Eurozona e verso il riconoscimento di competenze in materia di politica economica e bilancio a un livello europeo di governo: il contributo può essere letto in lingua originale qui Consiglio Europeo dicembre L ultimo Consiglio Europeo dell anno vedrà impegnati i capi di Stato e di governo dei 28 sul tema della politica di sicurezza e di difesa comune, in particolare lungo le direttrici di una maggiore efficacia operativa degli strumenti UE, di una maggiore capacità di difesa grazie al coordinamento delle competenze e risorse nazionali, di una industria della difesa più integrata a livello europeo. II - Online la prima lezione del Modulo di Educazione Civica Europea! È disponibile nell Archivio dei materiali didattici su cartella Educazione Civica Europea, la prima lezione dell Unità Didattica I ( L unità europea: storia di un idea e del suo sviluppo ), intitolata L idea d Europa in età moderna e contemporanea e dedicata alle premesse storiche di lungo periodo delle vicende contemporanee. L unità didattica vuole ripercorrere con un ottica storica tanto lo sviluppo dell unità europea tanto to in termini ideali quanto materiali e istituzionali. A questa prima lezione seguiranno a breve altre nove, tutte costituite da un power point pensato per essere utilizzato in classe e aiutare gli studenti a seguire e memorizzare i passaggi chiave della lezione, cui si accostano documenti estesi di approfondimento per ciascuna diapositiva (si possono aprire dalla diapositiva stessa, cliccando su approfondimenti ), utili per la preparazione della lezione da parte del docente. Assieme alla prima lezione sono stati caricati anche due documenti con suggerimenti bibliografici e sitografici utili ad approfondire i temi affrontati dall intera Unità Didattica. Con questa pubblicazione, il gruppo ECE avvia finalmente il caricamento della versione definitiva del Modulo di Educazione Civica Europea previsto fin dal progetto EUGlobal (www.sssup.it/euglobal) e composto di sei Unità Didattiche, suddivise in dieci lezioni l una, per un totale di potenziali ore di lezione (a seconda delle applicazioni didattiche dei materiali) sui temi del processo di unificazione europea. Ogni Unità Didattica è il frutto del lavoro di singoli

4 e giovani ricercatori specialisti della materia, coordinati da Francesco Pigozzo che cura per il gruppo ECE la revisione e pubblicazione dell intero Modulo. L autore dell Unità Didattica I in corso di pubblicazione è Filippo Maria Giordano, studioso di storia del processo di integrazione europea, dei movimenti europeisti e del pensiero federalista, che ha un assegno di ricerca presso la Scuola Sant Anna e collabora stabilmente con il Centro Studi sul Federalismo di Torino. Tutti i docenti sono caldamente invitati a mettere concretamente alla prova questi materiali, sia per autoformazione che per applicazione diretta nelle classi: il nostro gruppo è avido di suggerimenti, critiche, consigli su ogni aspetto che possa ulteriormente migliorare i materiali messi a vostra disposizione. III - progetto per l AS 2013/2014: date degli workshops dedicati ai docenti Sono ormai fissate in otto dei dieci capoluoghi toscani le sedi e le date per gli incontri unici dedicati ai docenti nell ambito del nuovo progetto - European Political Unity and Democracy: a shared destiny (www.sssup.it/eurgenciesatdem), con cui il gruppo ECE ha vinto il terzo bando Learning EU at School della Commissione Europea. Gli incontri si articoleranno in diversi momenti, corrispondenti agli obiettivi con cui prosegue l azione di sostegno al sistema scolastico toscano in materia di educazione a una cittadinanza attiva europea e multilivello: - aggiornamento, nto, attraverso un'introduzione in cui verrà presentato un originale lavoro di ricerca su una mappa concettuale dell'unità europea, utile a valorizzare strumenti concettuali interdisciplinari che aumentino la capacità di "imparare a imparare" nel campo delle scienze storico-sociali; - discussione dei relativi materiali didattici che, a partire dalla mappa concettuale, andranno ad arricchire la nostra offerta - abbiamo in particolare in cantiere venti video-pillole (una per concetto) che potranno servire sia all'autoformazione dei docenti sia come supporto alla didattica di classe; - presentazione, discussione e accordi pratici circa l'impostazione del lavoro preparatorio che le classi partecipanti alle "Giornate di Consapevolezza Europea" saranno chiamate a svolgere, se vorranno accedere alla possibilità di essere incluse fra gli interventi da palco o dalla platea. La partecipazione al workshop darà infatti diritto a ciascun docente il diritto di far partecipare le sue classi alla terza serie di Giornate di Consapevolezza Europea, che si svolgerà tra febbraio e aprile 2014 e toccherà ciascun capoluogo: le date sono in via di definizione. L attività preparatoria di cui si discuterà negli workshops cercherà di stimolare negli studenti un approccio problematico, attraverso semplici ma concrete questioni di ricerca, ai temi di la riforma dell Unione Economica e Monetaria; il problema della sovranità; il problema della democrazia e legittimità dell UE. Segue tabella con il calendario degli workshops:

5 PROVINCIA DATA Firenze 5 dicembre 2013 Livorno 11 dicembre 2013 Grosseto 11 dicembre 2013 Lucca 12 dicembre 2013 Arezzo 12 dicembre 2013 Siena 16 dicembre 2013 Pistoia 16 dicembre 2013 Prato 17 dicembre 2013 Massa 19 dicembre 2013 Pisa 9 gennaio 2014 SEDE Liceo Castelnuovo, Via La Marmora - ore 14:30-17:30 ITI Galilei, Via Galiei 66/68 - ore Istituto Rosmini, Via Porciatti 2 - ore ISI Machiavelli, sez. Sc. Umane, Via San Nicolao 42 - ore Sede e data da confermare IIS Sarrocchi, Via Carlo Pisacane 3 - ore Sede e data da confermare Istituto Gramsci-Keynes, Via di Reggiana 106- ore 14:30-17:30 Liceo Fermi, Via Fermi 2 - ore Liceo Buonarroti, Largo Concetto Marchesi - ore IV - Giornate di Consapevolezza Europea in Italia: videostreaming in diretta il 10 dicembre p. v. CesUE (www.cesue.eu), la società spin-off della Scuola Sant Anna con cui il gruppo ECE sta valorizzando il format delle Giornate di Consapevolezza Europea, ha realizzato il primo dei tre grandi eventi promossi dal Partenariato di gestione (Dipartimento politiche europee della Presidenza del Consiglio, Commissione e Parlamento Europeo) per Napoli, Roma e Milano. Circa 800 partecipanti hanno attivamente contribuito alla positiva riuscita della data di Napoli, svoltasi lo scorso 15 novembre tra Città della Scienza e il Centro Direzionale della Regione Campania (servizio TGR: 3) - a tutti loro va il nostro grazie per la calorosa partecipazione, che ha posto fra l altro le basi per l allargamento a livello nazionale della rete di docenti iscritti a questa Newsletter e beneficiari attivi (e speriamo critici!) dei nostri materiali. Intanto per la data di Roma del prossimo 10 dicembre (Teatro Argentina, inizio ore 9.15) il MIUR ha deciso di offrire un servizio di streaming via web in diretta di cui tutti gli interessati potranno liberamente approfittare collegandosi al sito di CesUE il giorno dell evento. Il servizio prevede un limite di 300 accessi ed è gradito un feedback a da parte di tutti coloro che ne usufruiranno.

6 V - HOPEurope, progetto dell Università di Genova in partnership con CesUE L Università di Genova ha avviato il progetto HOPEurope ( Speranza Europa - Costruire cittadinanza, democrazia, pace e sostenibilità in un Europa unita e multilivello ), ideato in collaborazione con CesUE e vincitore del bando 2013 Learning EU at School. Il progetto prevede a inizio 2014 la realizzazione da parte di CesUE di quattro Giornate di Consapevolezza Europea con un programma originale, creato per HOPEurope. Coordinatrice del progetto è la Cattedra Jean Monnet del Dipartimento di Scienze Politiche dell Università di Genova, professoressa Daniela Preda, i cui contributi scientifici sono fondamentali per la storia del processo di integrazione europea e dei movimenti europeisti e federalisti. Ideatore e Project Manager del progetto è il dott. Giorgio Grimaldi, che ha già coordinato un primo ciclo di seminari dedicati ai docenti nei quattro capoluoghi liguri. Segnaliamo a tutti i nostri lettori il sito di HOPEurope per trarne ulteriori informazioni in merito ai materiali e alle attività proposte - merita particolare attenzione la pagina delle news, organizzata per aree tematiche e costantemente aggiornata dal dott. Grimaldi con una rassegna stampa ed editoriale di livello europeo assolutamente da seguire (http://hopeurope.weebly.com/news.html) VI - Segnalazioni di bandi, opportunità e buone pratiche I nuovi programmi UE rilevanti per scuole e giovani - Dal prossimo 1 gennaio 2014 entreranno in vigore i nuovi programmi di finanziamento della UE per il settore cultura, istruzione e gioventù. I programmi andranno ad innovare profondamente i vecchi strumenti contenuti nel Lifelong Learning Programme. Dati i ritardi nell approvazione del Quadro Finanziario , nessun bando è ancora attivo ma la Commissione Europea prevede di pubblicare i primi attorno al 10 dicembre Per restare aggiornati sulle nuove opportunità vi consigliamo di monitorare le pagine del sito di EACEA, l Agenzia che si occupa di implementare i programmi della Commissione in questo settore: I nomi dei nuovi programmi saranno: ERASMUS+ (al posto di tutto il LLP e di Youth in Action), Creative Europe (al posto di MEDIA e CULTURE), Europe for Citizens (per progetti di cittadinanza e memoria) e la nuova iniziativa EU AID VOLUNTEERS. Europa=NOI, incontri per i docenti - Il Dipartimento politiche europee della Presidenza del Consiglio, assieme ai partner istituzionali europei in Italia (Rappresentanza Commissione e Ufficio del Parlamento Europeo), promuove una serie di incontri di formazione per i docenti italiani in sei diverse città nell arco dei prossimi mesi. La serie di incontri si colloca nel quadro del progetto EUROPA=NOI, Community di condivisione di esperienze e materiali didattici di Educazione Civica Europea che ha il merito di diffondere utili e innovativi strumenti pedagogici per far conoscere le Istituzioni europee esistenti. Informazioni sugli incontri, e sulla Community, al sito:

7 formazioneinformazione-persecondarie.html gli-insegnanti-sulla-cittadinanza-europea-per-i-docenti-delle-scuole-secondarie.html Concorso per le scuole On the Routes of Europe della Fondazione Paolo Cresci - La Fondazione Paolo Cresci per la storia dell emigrazione italiana, in collaborazione con il Comune e la Provincia di Lucca promuove un concorso rivolto a studenti (singoli o gruppi) e intere classi (coordinati da un docente) delle scuole italiane di ogni ordine e grado (+ una sezione in inglese riservata alle scuole secondarie di secondo grado di tutta l Unione Europea) sui temi delle relazioni fra identità culturali ed eredità culturale europea, incentivando ndo alunni e studenti a proporre e sperimentare nuovi approcci alla storia ed allo studio della mobilità umana in elaborati scritti da inviare (esclusivamente in forma digitale) entro il 15 aprile Il concorso prevede premi in denaro e la pubblicazione dei testi selezionati sulla rivista ALTROVE. Gli interessati ti sono invitati a leggere il testo completo del bando e della scheda di iscrizione all indirizzo: (sezioni riservate alle scuole italiane) o US/show/concorso-sulle-vie-dell-europa-en-US (sezioni aperte alle scuole di tutta l UE). Ringraziamo Umberto Baldocchi, docente del Liceo Vallisneri di Lucca, per la segnalazione di questa opportunità che ha contribuito in prima persona a creare. Concorso Cittadini Europei, Cittadini del Mondo per gli studenti del triennio in Toscana - Il bando 2014 del concorso promosso da Regione e Toscana e organizzazioni europeiste, che dà accesso al prestigioso Seminario di formazione europeista e federalista Luciano Bolis, previsto per il luglio 2014, sarà pubblicato entro il 10 dicembre p. v. all indirizzo https://concorsobolis.wordpress.com/. Informare, una buona pratica di cittadinanza attiva multilivello da Castel Volturno - Fare informazione (g)locale fuori dalle logiche della comunicazione di massa, dando voce al punto di vista dei giovani e costruendo una consapevolezza collettiva e attiva nei confronti delle problematiche di un intero territorio - questa è la sfida che da dieci anni il mensile Informare ha saputo affrontare con successo sso nello splendido ma difficile contesto del litorale domizio casertano. Vi invitiamo a prendere spunto da questa iniziativa, su cui potete trovare maggiori informazioni agli indirizzi e https://www.facebook.com/officinavolturno?fref=tsww.facebook.com/officinavolturno?fref=ts VII - Cittadinanza attiva per gli Stati Uniti d Europa Come di consueto, segnaliamo anche alcune iniziative di cittadinanza europea attiva in corso. Per un iniziativa costituente durante il semestre stre italiano di Presidenza del Consiglio dell UE - Il Movimento Federalista Europeo italiano invita tutti i cittadini a compilare e spedire (anche online) una cartolina indirizzata al Presidente della Repubblica e al Presidente del Consiglio italiani, che si

8 trovano a svolgere un ruolo chiave negli sviluppi della crisi europea e che avranno la concreta possibilità di lanciare una seria iniziativa di natura costituente durante il semestre di presidenza italiana della UE (luglio-dicembre 2014), che seguirà le Elezioni Europee e segnerà la nascita della nuova Commissione Europea. Per partecipare: A2013-cartolina&catid=20%3Acartolina-testi&Itemid=88&lang=it Towards Federal Union - Il XXIV Congresso della UEF - Union of European Federalists, l organizzazione che raccoglie a livello continentale i movimenti federalisti organizzati sul territorio europeo - si è svolto il novembre scorsi a Berlino. Elmar Brok è stato eletto Presidente dell organizzazione ed è stato approvato all unanimità un Manifesto per il 2014 che siete invitati a leggere cliccando sul link seguente: STO_2014.pdf Europe in our hands, una catena di cittadini europei da Madrid a Varsavia - L esperimento, volto a sottolineare simbolicamente l unità dei cittadini del nostro continente, si basa su una difficile scommessa di crowd-funding - lo segnaliamo come uno dei vari tentativi di sfruttare i nuovi strumenti tecnologici per spezzare dal basso l ovattato mondo comunicativo centrato sui poteri nazionali e teso a vestire di colori nazionali i problemi della partecipazione democratica e della sovranità cittadina - problemi che vanno affrontati al più presto come europei, se vogliono trovare soluzione effettiva. Informazioni sulla catena umana qui: 2014: un anno decisivo per l Europa - Lo scorso 21 novembre e si è svolto a Bologna un importante convegno organizzato dal Centro Regionale Emilia-Romagna del Movimento Federalista Europeo con la collaborazione dell Università di Bologna, del Centro Studi Il Mulino, dell Istituto Affari Internazionali e della Johns Hopkins University e con il patrocinio del Comune di Bologna e della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea. Al convegno hanno partecipato fra gli altri il Ministro degli Esteri Emma Bonino, Romano Prodi e numerosi accademici e opinionisti di rilievo - i lavori sono stati ripresi integralmente da Radio Radicale e sono accessibili al seguente link: decisivo-per-la-federazione-europeaeuropea

Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe

Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe Anno Scolastico 2013-2014 PERSONE IN CAMMINO OLTRE LE FRONTIERE PER RICONQUISTARE IL FUTURO Premessa Il Concorso Sulle vie dell Europa è promosso

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo Le raccomandazioni della CIDSE per la Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile (Rio, 20-22 giugno 2012) Introduzione Il

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione)

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione) Raccomandazione CM/Rec(2010)7 del Comitato dei Ministri agli stati membri sulla Carta del Consiglio d Europa sull educazione per la cittadinanza democratica e l educazione ai diritti umani * (adottata

Dettagli

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Ci sono momenti nella storia in cui i popoli sono chiamati a compiere scelte decisive. Per noi europei, l inizio del XXI secolo rappresenta uno di

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI COS E CRES: CLIMA RESILIENTI PROGETTO DI KYOTO CLUB VINCITORE DI UN BANDO DEL MINISTERO DELL AMBIENTE SUI PROGETTI IN MATERIA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E SVILUPPO SOSTENIBILE OBIETTIVI DEL PROGETTO CRES

Dettagli

VERSO UN'AUTENTICA UNIONE ECONOMICA E MONETARIA Relazione del presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy

VERSO UN'AUTENTICA UNIONE ECONOMICA E MONETARIA Relazione del presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy CONSIGLIO EUROPEO IL PRESIDENTE Bruxelles, 26 giugno 2012 EUCO 120/12 PRESSE 296 PR PCE 102 VERSO UN'AUTENTICA UNIONE ECONOMICA E MONETARIA Relazione del presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO + DIREZIONE GENERALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO Coordinamento Cooperazione Universitaria LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO Criteri di orientamento e linee prioritarie per la cooperazione allo sviluppo

Dettagli

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Ricerca comunitaria idee cooperazione persone euratom capacità IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Guida tascabile per i nuovi partecipanti Europe Direct è un servizio

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM INDICE Premessa Adotta una Scuola per l EXPO 2015: obiettivi Tipologie di scuole La procedura di selezione delle scuole Le modalità per adottare la

Dettagli

La Legge di Iniziativa Popolare per una Buona Scuola per la Repubblica (LIP) e la "Buona Scuola" di Matteo Renzi Confronto sintetico per punti

La Legge di Iniziativa Popolare per una Buona Scuola per la Repubblica (LIP) e la Buona Scuola di Matteo Renzi Confronto sintetico per punti La Legge di Iniziativa Popolare per una Buona Scuola per la Repubblica (LIP) e la "Buona Scuola" di Matteo Renzi Confronto sintetico per punti Genesi Principi Finalità Metodologia e didattica Apertura

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

L 8 maggio 2002 il Ministero

L 8 maggio 2002 il Ministero > > > > > Prima strategia: ascoltare le esigenze degli utenti, semplificare il linguaggio e la navigazione del sito. Seconda: sviluppare al nostro interno le competenze e le tecnologie per gestire in proprio

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO

IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO La ricerca europea in azione IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO (7º PQ) Portare la ricerca europea in primo piano Per alzare il livello della ricerca europea Il Settimo programma quadro per la ricerca e lo sviluppo

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi

Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi 1 FRANCIA Le Scuole sous contrat d association In Francia il sistema è centralistico con un Ministero forte che regola ogni aspetto. Ci sono tre tipologie

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia

Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia Tiziano Vecchiato Da dove partire Ripartire dai poveri (2008) è la risposta all interrogativo «Rassegnarsi alla povertà?».

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF)

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) di A. Sveva Balduini ISFOL Agenzia Nazionale LLP Nell aprile del 2008, al termine di un lungo lavoro preparatorio e dopo un ampio processo di consultazione che

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

Documento di posizione AISCAT su:

Documento di posizione AISCAT su: Documento di posizione AISCAT su: Consultazione UE sul Rapporto del Gruppo ad Alto Livello in merito all estensione dei principali assi delle Reti transeuropee ai paesi vicini dell UE Roma, gennaio 2006

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI

PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI DIREZIONE GENERALE PER flash 29 L INCLUSIONE E LE POLITICHE SOCIALI PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI Roma, 1 settembre 2014 Il punto di partenza:

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

studio dei titolari di protezione internazionale

studio dei titolari di protezione internazionale Il riconoscimento dei titoli di studio dei titolari di protezione internazionale IL RICONOSCIMENTO DEI TITOLI DI STUDIO LA NORMATIVA L art 170 del RD 1592 del 3/ 31/08/33 /33di approvazione del Testo Unico

Dettagli

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE Standard Eurobarometer European Commission EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 Standard Eurobarometer 63.4 / Spring 2005 TNS Opinion & Social RAPPORTO NAZIONALE ITALIA

Dettagli

DELF DALF ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO. www.testecertificazioni.it ITALIA

DELF DALF ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO. www.testecertificazioni.it ITALIA DELF DALF Le certificazioni ufficii della lingua francese ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO www.testecertificazioni.it IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO

Dettagli

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE I rapporti di Eurydice PREMESSA Questo breve rapporto sull adozione dei libri di testo è nato in seguito a una specifica richiesta all unità italiana

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

PHILIPPE PONCIN INSTITUT NATIONAL DE L AUDIOVISUEL

PHILIPPE PONCIN INSTITUT NATIONAL DE L AUDIOVISUEL CONSERVAZI ONE ED ACCESSI BI LI TÀ I N NTERNETDICOLLEZI ONIAUDI OVI SI VE I PHILIPPE PONCIN INSTITUT NATIONAL DE L AUDIOVISUEL 1. IL RUOLO DELLE BIBLIOTECHE AUDIOVISIVE Il fine principale è la conservazione

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA REGOLAMENTO 16 luglio 2014, n. 6 Regolamento per la formazione continua IL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE nella seduta del 16 luglio 2014 visto l art. 11 della legge 31 dicembre 2012, n. 247, rubricato Formazione

Dettagli

Bando di Concorso ENERGIOCHI 10

Bando di Concorso ENERGIOCHI 10 REGIONE ABRUZZO Servizio Politica Energetica, Qualità dell aria, SINA Bando di Concorso ENERGIOCHI 10 anno scolastico 2014-2015 1. PREMESSA La Regione Abruzzo - insieme al MIUR (Ministero della Pubblica

Dettagli

Manifesto dei diritti dell infanzia

Manifesto dei diritti dell infanzia Manifesto dei diritti dell infanzia I bambini costituiscono la metà della popolazione nei paesi in via di sviluppo. Circa 100 milioni di bambini vivono nell Unione europea. Le politiche, la legislazione

Dettagli

Si accludono per le delegazioni le conclusioni adottate dal Consiglio europeo nella riunione in oggetto.

Si accludono per le delegazioni le conclusioni adottate dal Consiglio europeo nella riunione in oggetto. Consiglio europeo Bruxelles, 26 giugno 2015 (OR. en) EUCO 22/15 CO EUR 8 CONCL 3 NOTA DI TRASMISSIONE Origine: Destinatario: Segretariato generale del Consiglio delegazioni Oggetto: Riunione del Consiglio

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA PARTECIPAZIONE AI PROGRAMMI A GESTIONE DIRETTA DELL UNIONE EUROPEA (2014-2020)

LINEE GUIDA PER LA PARTECIPAZIONE AI PROGRAMMI A GESTIONE DIRETTA DELL UNIONE EUROPEA (2014-2020) LINEE GUIDA PER LA PARTECIPAZIONE AI PROGRAMMI A GESTIONE DIRETTA DELL UNIONE EUROPEA (2014-2020) PREMESSA Per l attuazione delle proprie politiche la Commissione europea finanzia un ampio numero di programmi/strumenti

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

inform@ata news n.02.15

inform@ata news n.02.15 Per contatti o segnalazioni: e-mail: r.fiore@flcgil.it siti internet: www.flc-cgiltorino.it www.flcgil.it inform@ata news n.02.15 la newsletter di informazione sulle problematiche del settore ATA della

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica

Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica Indice 1 Definizioni 2 Premesse 3 Commissione di Ateneo per l Accesso aperto 4 Gruppo di lavoro 5

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA FORMAZIONE PER LA PA FINANZIATA DAL FSE PARTE II - CAPITOLO 2 LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA PROGRAMMAZIONE DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

I QUADERNI DI EURYDICE N. 28

I QUADERNI DI EURYDICE N. 28 Ministero d e l l i s t r u z i o n e, d e l l università e della r i c e r c a (MIUR) Di r e z i o n e Ge n e r a l e p e r g l i Affari In t e r n a z i o n a l i INDIRE Un i t à It a l i a n a d i Eu

Dettagli

DIDAMATICA 2011 Torino - 04/05/2011 Workshop: Informatica nella scuola superiore

DIDAMATICA 2011 Torino - 04/05/2011 Workshop: Informatica nella scuola superiore DIDAMATICA 2011 Torino - 04/05/2011 Workshop: Informatica nella scuola superiore 1 di 20 Insegnamenti di Informatica nelle scuole superiori: la situazione attuale Prof. Minerva Augusto (Membro del Consiglio

Dettagli

DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI A tutti i Ministeri - Uffici di Gabinetto -Uffici del

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

Culture Programme. Nuoro, 9 Novembre 2010. Marzia Santone-CCP Italy

Culture Programme. Nuoro, 9 Novembre 2010. Marzia Santone-CCP Italy Culture Programme 2007- -2013 Nuoro, 9 Novembre 2010 Marzia Santone-CCP Italy Intro From a cultural point of view Perché l UE si interessa alla cultura? Fattori simbolici L Unità nella Diversità L UE caratterizzata

Dettagli

Pro-seguire INSIEME! - La Valigia delle Rime -

Pro-seguire INSIEME! - La Valigia delle Rime - Pro-seguire INSIEME! - La Valigia delle Rime - Progetto Continuità" Scuola dell Infanzia - Scuola Primaria 2010-11 11 Anno Scolastico 2010 Funzioni Strumentali A. Rubino Scuola Infanzia P. Stramonio Scuola

Dettagli

PROGRAMMA VINCI Bando 2015

PROGRAMMA VINCI Bando 2015 PROGRAMMA VINCI Bando 2015 L Università Italo Francese / Université Franco Italienne (UIF/UFI) emette il quindicesimo bando Vinci, volto a sostenere le seguenti iniziative: I. Corsi universitari binazionali

Dettagli

D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile)

D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile) D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile) D1. COSA SONO LE ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE? D2. COME SI OTTENGONO

Dettagli

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Maggio 2015 Scusi presidente, ma il commercio equo e solidale è profit o non profit? La

Dettagli

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva di Biasio Santa Croce, 1299-30135 VENEZIA Ufficio III Personale della Scuola

Dettagli

10 PROPOSTE IN FAVORE DELL EDUCAZIONE AMBIENTALE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE IN EUROPA

10 PROPOSTE IN FAVORE DELL EDUCAZIONE AMBIENTALE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE IN EUROPA 1 10 PROPOSTE IN FAVORE DELL EDUCAZIONE AMBIENTALE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE IN EUROPA MEMORANDUM SULL EASS L' Educazione all Ambientale e allo Sviluppo Sostenibile, una necessità! L'Educazione Ambientale

Dettagli

Convenzione sulla protezione e la promozione della diversità delle espressioni culturali

Convenzione sulla protezione e la promozione della diversità delle espressioni culturali Traduzione 1 Convenzione sulla protezione e la promozione della diversità delle espressioni culturali Conclusa a Parigi il 20 ottobre 2005 La Conferenza generale dell Organizzazione delle Nazioni Unite

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*)

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) 1 STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) I - Costituzione dell Accademia Articolo 1 1. L Accademia Nazionale dei Lincei, istituzione di alta cultura, con sede in Roma, ai sensi dell art. 33 della

Dettagli

L Assemblea delle Regioni d Europa (ARE La missione dell ARE

L Assemblea delle Regioni d Europa (ARE La missione dell ARE L Assemblea delle Regioni d Europa (ARE) é un'organizzazione indipendente di regioni e la più importante rete di cooperazione interregionale nella Grande Europa. Rappresenta 12 organizzazioni interregionali

Dettagli

Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall Assemblea federale il 20 aprile 1999 1 Entrato in vigore mediante scambio di note il 1 maggio 2000

Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall Assemblea federale il 20 aprile 1999 1 Entrato in vigore mediante scambio di note il 1 maggio 2000 Testo originale 0.360.454.1 Accordo tra la Confederazione Svizzera e la Repubblica italiana relativo alla cooperazione tra le autorità di polizia e doganali Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall

Dettagli

Il Ministro della Pubblica Istruzione

Il Ministro della Pubblica Istruzione Prot. n. 30/dip./segr. Roma, 15 marzo 2007 Ai Direttori Generali Regionali Loro Sedi Ai Dirigenti degli Uffici scolastici provinciali Loro Sedi Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Bolzano

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

5 %>"G: (JPWFOU} JO NPWJNFOUP * 08*/>0 Mµ&VSPQB TPTUJFOF J HJPWBOJ -67 6 D3"G: 63 & E"G& > 5J * * 5 6 1G:/ &G& "34 7 / "3*D 83: & in & U 3 OP "

5 %>G: (JPWFOU} JO NPWJNFOUP * 08*/>0 Mµ&VSPQB TPTUJFOF J HJPWBOJ -67 6 D3G: 63 & EG& > 5J * * 5 6 1G:/ &G& 34 7 / 3*D 83: & in & U 3 OP in U OP Né la Commissione europea né alcuna persona che agisca a nome della Commissione europea è responsabile dell uso che dovesse essere fatto delle informazioni contenute nella presente pubblicazione.

Dettagli

La mobilità sociale tra Stato e mercato

La mobilità sociale tra Stato e mercato La mobilità sociale tra Stato e mercato di Carlo Lottieri, Università di Siena Nella cultura contemporanea si tende a guardare alla mobilità sociale intesa quale possibilità di ascendere da una posizione

Dettagli

Rileggere oggi Lettera a una professoressa. Una lente attraverso cui esaminare la nostra scuola e capire se è cambiata e quanto vale.

Rileggere oggi Lettera a una professoressa. Una lente attraverso cui esaminare la nostra scuola e capire se è cambiata e quanto vale. Rileggere oggi Lettera a una professoressa Una lente attraverso cui esaminare la nostra scuola e capire se è cambiata e quanto vale. 1. Lettera a una professoressa Lettera a una professoressa è un libro

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

Guida agli strumenti etwinning

Guida agli strumenti etwinning Guida agli strumenti etwinning Registrarsi in etwinning Prima tappa: Dati di chi effettua la registrazione Seconda tappa: Preferenze di gemellaggio Terza tappa: Dati della scuola Quarta tappa: Profilo

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

Profilo e compiti istituzionali dell insegnante della scuola ticinese

Profilo e compiti istituzionali dell insegnante della scuola ticinese Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento dell educazione, della cultura e dello sport Profilo e compiti istituzionali Bellinzona, novembre 2014 Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento dell educazione,

Dettagli

Il Trattato sulla stabilità, il coordinamento e la governance nell unione economica e monetaria (c.d. fiscal compact) n. 209

Il Trattato sulla stabilità, il coordinamento e la governance nell unione economica e monetaria (c.d. fiscal compact) n. 209 Documentazione per le Commissioni ATTIVITÀ DELL'UNIONE EUROPEA Il Trattato sulla stabilità, il coordinamento e la governance nell unione economica e monetaria (c.d. fiscal compact) n. 209 7 marzo 2012

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA PROTOCOLLO DI INTESA TRA L Associazione Fare Ambiente, Movimento Ecologista Europeo, già riconosciuta con Decreto del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare del 27 febbraio 2009,

Dettagli

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE)

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) Normativa VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) a cura di Libero Tassella da Scuola&Scuola, 8/9/2003 Riferimenti normativi: artt. 7,8 legge 29.12.1988, N. 554; artt. 7,8 Dpcm 17.3.1989,

Dettagli

IL CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA E I RAPPRESENTANTI DEI GOVERNI DEGLI STATI MEMBRI, I. INTRODUZIONE

IL CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA E I RAPPRESENTANTI DEI GOVERNI DEGLI STATI MEMBRI, I. INTRODUZIONE C 183/12 IT Gazzetta ufficiale dell'unione europea 14.6.2014 Risoluzione del Consiglio e dei rappresentanti dei governi degli Stati membri, riuniti in sede di Consiglio, del 21 maggio 2014, sul piano di

Dettagli

Linee guida per una Riforma del Terzo Settore

Linee guida per una Riforma del Terzo Settore Linee guida per una Riforma del Terzo Settore Esiste un Italia generosa e laboriosa che tutti i giorni opera silenziosamente per migliorare la qualità della vita delle persone. E l Italia del volontariato,

Dettagli

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA PROGRAMMA EDUCATION INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA E PREVISIONI DI PENSIONAMENTO Anticipazioni per la stampa dal Rapporto 2009 sulla scuola in Italia della Fondazione Giovanni Agnelli (dicembre

Dettagli

Testo non ufficiale. La sola stampa del bollettino ufficiale ha carattere legale

Testo non ufficiale. La sola stampa del bollettino ufficiale ha carattere legale 1 1 LEGGE REGIONALE 24 giugno 2002, n. 12 #LR-ER-2002-12# INTERVENTI REGIONALI PER LA COOPERAZIONE CON I PAESI IN VIA DI SVILUPPO E I PAESI IN VIA DI TRANSIZIONE, LA SOLIDARIETÀ INTERNAZIONALE E LA PROMOZIONE

Dettagli

1. Premessa. Il contesto generale.

1. Premessa. Il contesto generale. Linee di indirizzo del Comitato interministeriale (d.p.c.m. 16 gennaio 2013) per la predisposizione, da parte del Dipartimento della funzione pubblica, del PIANO NAZIONALE ANTICORRUZIONE di cui alla legge

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli