Trasferimento da via Pirelli 39

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Trasferimento da via Pirelli 39"

Transcript

1 BERNINA 12 PIRELLI 39 Milano, 6 febbraio 2015

2 Milano Indice 1. Le motivazioni del trasferimento 2. Le caratteristiche dell edificio di via Bernina 12 Localizzazione Trasporto pubblico locale Caratteristiche dell edificio Parcheggi 3. La distribuzione delle DC in via Bernina12 Il piano terra aperto al pubblico 4. La Gestione Code 5. La chiusura degli Uffici Pubblici

3 1. Le motivazioni del trasferimento La situazione dell edificio di via Pirelli 39 Con la delibera n 28 del 16/07/2013 il Consiglio Comunale, evidenziava la necessità di individuare ed acquisire al patrimonio comunale tramite permuta un immobile nel quale trasferire, in tempi brevi, i circa 800 dipendenti di Via Pirelli 39, in considerazione della critica situazione strutturale e manutentiva, verificata l indisponibilità immediata di altri immobili di analoga capienza e funzionalità. Accertata l assenza di interesse del mercato ad effettuare operazioni di permuta (in quanto l unica presentata è stata dichiarata inammissibile), sono stati inseriti nel Piano Triennale delle Opere Pubbliche i lavori per la riqualificazione dell immobile di via Pirelli 39. Il progetto definitivo della riqualificazione di via Pirelli è stato approvato con deliberazione di Giunta Comunale n del 29 novembre Oggi è in corso la progettazione esecutiva da parte di MM SpA in collaborazione con la DC Tecnica per il successivo avvio della procedura di evidenza pubblica per l affidamento dei lavori.

4 1. Le motivazioni del trasferimento La situazione dell edificio di via Pirelli 39 Nelle more della conclusione delle procedure per la progettazione e l affidamento dei lavori di riqualificazione, si è reso necessario individuare una sede temporanea dove ospitare gli uffici ed i servizi insediati attualmente in via Pirelli, per rispondere all esigenza di garantire ai dipendenti dell Amministrazione di lavorare in condizioni di sicurezza e salute adeguate alla normativa vigente in materia. Tale necessità emerge dalla situazione manutentiva complessiva dell immobile, che durante le ultime stagioni invernali ha causato e sta tutt ora causando numerosi guasti, con prolungata sospensione del servizio di riscaldamento e conseguente esercizio dell edificio ai limiti di legge. La presenza di amianto sulle tubazioni così come lane minerali nei controsoffitti obbliga ad intervenire in caso di guasti con estrema cautela e con misure di sicurezza che allungano notevolmente i tempi di fuori servizio degli impianti e gravano sui costi di manutenzione. Pertanto è stato predisposto un bando di evidenza pubblica per la ricerca di un immobile in locazione da utilizzare in via temporanea. L immobile individuato è quello situato in via Bernina 12 proposto da BNP Paribas Real Estate Investment Management Italy SGR Spa.

5 2. Le caratteristiche dell edificio di via Bernina 12 La localizzazione L edificio di via Bernina 12 si trova nel quadrante nord della città di Milano, in prossimità della circonvallazione esterna all altezza di viale Jenner. È servito dal trasporto pubblico locale dalla linea MM3 fermata Maciachini e dal Passante Ferroviario fermata Lancetti. L edificio si trova a circa 1,5 km in linea d aria dall attuale sede di via Pirelli 39.

6 2. Le caratteristiche dell edificio di via Bernina 12 Il trasporto pubblico locale Fermata linee Stelvio minuti (200m) Fermata MM Maciachini 6 minuti (500m) Fermata Passante Lancetti 6 minuti (500m) Fermata linee Farini minuti (400m) Linee Passante - Lancetti 500 M SARONNO-MILANO-LODI MARIANO COMENSE-MILANO 1 KM VARESE-GALLARATE-MILANO-TREVIGLIO NOVARA-MILANO-TREVIGLIO PAVIA-MILANO

7 2. Le caratteristiche dell edificio di via Bernina 12 Le nuove stazioni di Bike Sharing previste Per la nuova sede di via Bernina è stata programmata la stazione 307 in via Piazzi. Al fine di favorire lo scambio intermodale, sono state programmate una stazione presso la fermata del Passante Ferroviario Lancetti ed una presso la stazione MM 3 Maciachini. A supporto della rete ed in particolar modo della 307 verrà eventualmente proposta anche la stazione 257 Valtellina Aprica. 256 LANCETTI 30 Stalli 307 BERNINA 36 Stalli 257 Valtellina 24 Stalli 258 MACIACHINI 36 Stalli 160 Zara Le stazioni programmate fanno riferimento alla fase 3 del Progetto da attuare entro EXPO Esistenti Programmate 196 Lagosta

8 2. Le caratteristiche dell edificio di via Bernina 12 Caratteristiche dell edificio Il complesso di Via Bernina 12 è il risultato del recupero di un area in precedenza a destinazione industriale e direzionale. Il comparto è stato completamente ridefinito attraverso la riorganizzazione degli edifici, uno integralmente riqualificato e l altro demolito e ricostruito in sostituzione del preesistente capannone industriale. La riqualificazione ha riguardato gli aspetti di risanamento complessivo, di comfort interno, di immagine architettonica, di razionalizzazione del consumo energetico (Classe energetica B). All interno gli spazi sono realizzati con l attenzione di un ufficio contemporaneo, e nel rispetto completo di tutti gli elementi normativi e di qualità del lavoro. Il complesso ha ottenuto la certificazione ambientale LEED GOLD. Vista edificio B Vista interna edificio A

9 2. Le caratteristiche dell edificio di via Bernina 12 Caratteristiche dell edificio Il trasferimento nella nuova sede comporterà una riduzione degli spazi da circa mq a mq. La distribuzione degli spazi utilizza al meglio le caratteristiche degli spazi esistenti con la volontà di garantire la migliore accessibilità a tutti. È presente un piano interrato per spazi di servizio e deposito, raggiungibile con scale e ascensori. Gli spazi esterni ospitano un parcheggio nell area pilotis dell edificio B e sono presenti zone a verde nelle aree pertinenziali del complesso. Immagini edificio A

10 2. Le caratteristiche dell edificio di via Bernina 12 I parcheggi previsti Il nuovo complesso disporrà di posti auto all esterno del complesso, in un area comunale con ingresso da Via Bernina, che verrà attrezzata entro il secondo semestre 2015.

11 3. La distribuzione delle DC in via Bernina 12 Le nuove sedi previste La riqualificazione di Via Pirelli 39 coinvolge i dipendenti dell Area Territorio, che saranno trasferiti principalmente nella nuova sede di Via Bernina 12 e marginalmente nelle sedi di: Via Cenisio, Via Edolo e via Pirelli 30. BERNINA VIA EDOLO Ufficio Ascensori Ufficio Demolizioni d'ufficio - Ufficio Fognatura Privata VIA CENISIO Servizio Certificati Urbanistici VIA PIRELLI 39 VIA PIRELLI 30 Settore Pianificazione Urbanistica Generale

12 3. La distribuzione delle DC in via Bernina 12 Via Piazzi Edificio B Edificio A DC Tecnica DC OO PP e Centrale Unica Appalti DC Sviluppo del Territorio Settore Gare e OO PP

13 3. La distribuzione delle DC in via Bernina 12 Edificio A Piano Terra Assetto indicativo Sala d attesa Area Break Servizi Igienici Uffici Protocollo ingresso Servizio AMSA SUE Interventi Ed. Maggiori SUE Interventi Ed. Minori Visure Sale per Commissione Paesaggio interfaccia pubblico Ufficio rilascio Ufficio Relazioni con il Pubblico Portineria / Accoglienza

14 4. Gestione Code Nell atrio di ingresso sarà presente un servizio di accoglienza che potrà fornire le consuete informazioni all utenza. Non sarà previsto un sistema di controllo accessi tramite tornello, di conseguenza l utenza non sarà soggetta a procedure di registrazione.

15 4. Gestione Code La nuova organizzazione logistica trasferisce gli sportelli aperti al pubblico al piano terra dell edificio, i rispettivi flussi di coda saranno gestiti da un sistema informatizzato. Come rappresentato nella slide precedente al piano terra saranno istallati 3 monitor di sala, uno nell atrio di ingresso e due nelle sale di attesa. Nell atrio di ingresso in prossimità del monitor di sala sarà presente una stazione di prenotazione non assistita (totem), a cui l utenza esperta potrà accedere liberamente per l erogazione dei ticket e sarà presente una seconda stazione di prenotazione presidiata dal servizio di accoglienza.

16 5. La chiusura degli uffici al pubblico Il trasloco degli uffici relativi all area Sviluppo del Territorio di via Pirelli39,inizieràil23febbraioesiconcluderàil23aprile. 23 febbraio 22 aprile Il trasloco prevedrà lo spostamento progressivo dei settori e dei servizi, limitando il più possibile la chiusura degli uffici. Il periodo di trasloco di un singolo servizio è commisurato al numero di personale impiegato e alla quantità di pratiche da spostare.

17 5. La chiusura degli uffici al pubblico Sul sito istituzionale verrà pubblicato il cronoprogramma di dettaglio sui trasferimenti dei settori/servizi con i relativi tempi di chiusura al pubblico, così come verranno apposti cartelli illustrativi/informativi presso al sede di via G.B. Pirelli 39.

18 5. La chiusura degli uffici al pubblico 1. Settore Pianificazione Tematica e Valorizzazione Aree 21 febbraio 12 marzo 2. Protocollo Direzione Centrale Sviluppo del Territorio 27 febbraio 9 marzo 3. Servizio Pianificazione Urbanistica Attuativa e Strategica 3 marzo 19 marzo Le date indicate si riferiscono all ultimo giorno di apertura di via Pirelli 39 e al primo di apertura in via Bernina

19 5. La chiusura degli uffici al pubblico 4. UCREDIL Servizio Monitoraggio - SUE 13 marzo 27 marzo 5. Ufficio Fognatura Privata (EDOLO) Servizio Monitoraggio - SUE 13 marzo 27 marzo 6. Servizio Interventi Edilizi Maggiori - SUE 13 marzo 2 aprile Le date indicate si riferiscono all ultimo giorno di apertura di via Pirelli 39 e al primo di apertura in via Bernina

20 5. La chiusura degli uffici al pubblico 7. Protocollo SUE Rilascio Visure Servizio Monitoraggio - SUE 18 marzo 2 aprile 8. Servizio Interventi Edilizi Minori - SUE 18 marzo 10 aprile 9. Ufficio Relazioni Con il Pubblico -SUE 24 marzo 2 aprile Le date indicate si riferiscono all ultimo giorno di apertura di via Pirelli 39 e al primo di apertura in via Bernina

21 5. La chiusura degli uffici al pubblico 10. Settore Bonifiche 27 marzo 14 aprile 11. Ufficio Progetto Stralcio - Servizio Interventi di Recupero Urbano - SUE 27 marzo 13 aprile 12. Ufficio Ascensori Ufficio Demolizioni d Ufficio (EDOLO) Servizio Monitoraggio -SUE 27 marzo 10 aprile Le date indicate si riferiscono all ultimo giorno di apertura di via Pirelli 39 e al primo di apertura in via Bernina

22 5. La chiusura degli uffici al pubblico 13. Servizio Interventi di Recupero Urbano - SUE 27 marzo 13 aprile 14. Servizio Convenzionamenti - SUE 31 marzo 15 aprile 15. Servizio Interventi in Attuazione Strumenti Urbanistici (SIASU) - SUE 7 aprile 23 aprile Le date indicate si riferiscono all ultimo giorno di apertura di via Pirelli 39 e al primo di apertura in via Bernina

23 Milano 5. La chiusura degli uffici al pubblico 16. Ufficio Tutela del Paesaggio - SUE 3 aprile 20 aprile 17. Servizio Certificati Urbanistici Gli uffici saranno trasferiti in via Cenisio2/4, indicativamente per la fine di giugno Le date indicate si riferiscono all ultimo giorno di apertura di via Pirelli 39 e al primo di apertura in via Bernina

BERNINA 12 PIRELLI 39

BERNINA 12 PIRELLI 39 BERNINA 12 PIRELLI 39 Milano, 6 febbraio 2015 Idi Indice 1. Le motivazioni del trasferimento 2. Le caratteristiche dell edificio di via Bernina 12 Localizzazione Trasporto pubblico locale Caratteristiche

Dettagli

UN FUTURO PER MILANO: CITTÀ DEL TERZIARIO? PIÙ DEL 75% DELL OFFERTA DI UFFICI E OGGI DI BASSA QUALITÀ

UN FUTURO PER MILANO: CITTÀ DEL TERZIARIO? PIÙ DEL 75% DELL OFFERTA DI UFFICI E OGGI DI BASSA QUALITÀ Nasce l Osservatorio sull offerta di immobili a uso uffici 1 Rapporto CRESME- II semestre 2014 Monitorati oltre 4.500 annunci per vendita e affitto UN FUTURO PER MILANO: CITTÀ DEL TERZIARIO? PIÙ DEL 75%

Dettagli

DIREZIONE CENTRALE SVILUPPO DE TERRITORIO - APERTURA DEGLI UFFICI IN VIA BERNINA n. 12

DIREZIONE CENTRALE SVILUPPO DE TERRITORIO - APERTURA DEGLI UFFICI IN VIA BERNINA n. 12 DIREZIONE CENTRALE SVILUPPO DE TERRITORIO - APERTURA DEGLI UFFICI IN VIA BERNINA n. 12 Le attività di trasloco dei diversi Settori, Servizi ed Uffici dalla sede di Via Pirelli alla nuova sede di Via Bernina

Dettagli

Milano Via Besozzi Via Caianello

Milano Via Besozzi Via Caianello Milano Via Besozzi Via Caianello Marzo 2012 i n f o @ d d - i m m o b i l i. c o m w w w. d d - i m m o b i l i. c o m 01 Milano, Via Besozzi Via Caianello Caratteristiche principali Proprietà: Terreno

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA SELEZIONE DEI PROGRAMMI DI RIQUALIFICAZIONE URBANA PER ALLOGGI A CANONE SOSTENIBILE

BANDO DI GARA PER LA SELEZIONE DEI PROGRAMMI DI RIQUALIFICAZIONE URBANA PER ALLOGGI A CANONE SOSTENIBILE BANDO DI GARA PER LA SELEZIONE DEI PROGRAMMI DI RIQUALIFICAZIONE URBANA PER ALLOGGI A CANONE SOSTENIBILE Art. 1 Finanziamento degli interventi di ERS nell ambito di programmi di riqualificazione urbana

Dettagli

C O M U N E D I S A N F E L E

C O M U N E D I S A N F E L E PATRIMONIO ED ESPROPRI Concessione a terzi di diritti di superficie su aree a servizio per la realizzazione di strutture di interesse collettivo Gestione amministrativa del patrimonio immobiliare e demaniale

Dettagli

PIANO CASA FRIULI VENEZIA GIULIA SCHEDA SINTETICA

PIANO CASA FRIULI VENEZIA GIULIA SCHEDA SINTETICA PIANO CASA FRIULI VENEZIA GIULIA SCHEDA SINTETICA (si veda anche la parte normativa, più sotto) Norme L. 11/11/2009 n. 19; L. 21/10/2010 n. 17 Aumenti massimi (salvo casi particolari) + 35% volume con

Dettagli

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti)

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) La zona è destinata ad accogliere attrezzature e servizi pubblici o ad uso pubblico di interesse generale su scala territoriale: uffici pubblici o privati di interesse

Dettagli

9 ambito progettuale stazione ferroviaria

9 ambito progettuale stazione ferroviaria 9 ambito progettuale stazione ferroviaria Project manager: gruppo dirigenti: master plan e progettazione urbanistica: progettazione urbana: progettazione opere pubbliche: Lavorare in team si lavora in

Dettagli

AGORA' 6 Completamento e riqualificazione del comparto orientale del Centro Direzionale di Napoli Nell area orientale della città di Napoli è partita una grande iniziativa di sviluppo. Con la firma della

Dettagli

Campidoglio due, la città dei cittadini Piano per la rilocalizzazione degli uffici centrali del Comune di Roma

Campidoglio due, la città dei cittadini Piano per la rilocalizzazione degli uffici centrali del Comune di Roma Venezia, 10-20 novembre 2004 Catalogo della Mostra Comune di Roma Risorse per Roma Spa Campidoglio due, la città dei cittadini Piano per la rilocalizzazione degli uffici centrali del Comune di Roma Piano

Dettagli

APPALTO IN GLOBAL SERVICE di SERVIZI INTEGRATI PER LA MANUTENZIONE DEGLI EDIFICI DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI GENOVA

APPALTO IN GLOBAL SERVICE di SERVIZI INTEGRATI PER LA MANUTENZIONE DEGLI EDIFICI DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI GENOVA APPALTO IN GLOBAL SERVICE di SERVIZI INTEGRATI PER LA MANUTENZIONE DEGLI EDIFICI DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI GENOVA CONTESTO PATRIMONIALE GENERALE Consistenza : 265 unità/attività (n. 200 edifici)

Dettagli

STUDIO URBANISTICO DEL TERRITORIO

STUDIO URBANISTICO DEL TERRITORIO 1 STUDIO URBANISTICO DEL TERRITORIO In attuazione del comma 2, lett. d) art. 6 della L.R. n. 14 del 30.07.2009 Misure straordinarie ed urgenti a sostegno dell attività edilizia e per il miglioramento della

Dettagli

1 DATI IDENTIFICATIVI DELL INTERVENTO

1 DATI IDENTIFICATIVI DELL INTERVENTO 1 DATI IDENTIFICATIVI DELL INTERVENTO DATA: OTTOBRE 2008 COMUNE DI FORLI CONTRATTO DI QUARTIERE: CONNESSIONE FRA LA PRIMA ESPANSIONE URBANA E LA CITTA STORICA TITOLO DELL INTERVENTO: 2. NUOVA COSTRUZIONE

Dettagli

Figura 1 - Inquadramento lotto d'intervento

Figura 1 - Inquadramento lotto d'intervento Indice 1. Inquadramento...2 2. Consistenza degli edifici esistenti...4 3. Regole urbanistiche e ambientali...4 4. Assetto planivolumetrico...6 5. Ubicazione e descrizione dell'area...6 6. Opere di urbanizzazione

Dettagli

2 EDIFICIO in VALPERGA

2 EDIFICIO in VALPERGA 2 EDIFICIO in VALPERGA Per ulteriori approfondimenti e programmazione sopralluoghi (Tel. 011.861.2447-2494-2402-2620) UBICAZIONE Il complesso immobiliare dista 50 km da Torino ed è ubicato nel comparto

Dettagli

P.I.I. VIA FRIGIA, 19 E VIA RUCELLAI, 34

P.I.I. VIA FRIGIA, 19 E VIA RUCELLAI, 34 P.I.I. VIA FRIGIA, 19 E VIA RUCELLAI, 34 Ricostruzione dell'isolato di via Frigia - via Capelli attraverso la realizzazione di nuova residenza, attività commerciali e un parcheggio pubblico; creazione

Dettagli

COMUNE DI BASTIA UMBRA PROVINCIA DI PERUGIA

COMUNE DI BASTIA UMBRA PROVINCIA DI PERUGIA COMUNE DI PROVINCIA DI PERUGIA DELIBERA DELLA GIUNTA COMUNALE N. 89 DEL 07-04-2011 OGGETTO: POLITICA AMBIENTALE. OBIETTIVI, TRAGUARDI E PROGRAMMI AMBIENTALI PARERE TECNICO Ai sensi dell Art. 49, comma

Dettagli

Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MARCHE N. 96 del 15 ottobre 2009

Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MARCHE N. 96 del 15 ottobre 2009 LEGGE REGIONALE N. 22 DEL 08-10-2009 REGIONE MARCHE Interventi della Regione per il riavvio delle attività edilizie al fine di fronteggiare la crisi economica, difendere l occupazione, migliorare la sicurezza

Dettagli

POLO MOTORISTICO DI VALLELUNGA-CAMPAGNANO PSM 11 - Programma di Fattibilità

POLO MOTORISTICO DI VALLELUNGA-CAMPAGNANO PSM 11 - Programma di Fattibilità Dipartimento XII Innovazione e Impresa Servizio II POLO MOTORISTICO DI VALLELUNGA-CAMPAGNANO PSM 11 - Programma di Fattibilità M05 Documento Normativo PROVINCIATTIVA s.p.a. DICEMBRE 2011 Introduzione Il

Dettagli

NUOVA SEDE AXA ASSICURAZIONI CASE STUDY

NUOVA SEDE AXA ASSICURAZIONI CASE STUDY NUOVA SEDE AXA ASSICURAZIONI CASE STUDY IL CONCEPT PROMUOVERE LO SVILUPPO URBANO SOSTENIBILE NEL CUORE DI MILANO Il nuovo sviluppo immobiliare in costruzione nel capoluogo Lombardo, sorgerà dalla ristrutturazione

Dettagli

PROGETTO DI LEGGE N. 0392. di iniziativa del Presidente della Giunta regionale

PROGETTO DI LEGGE N. 0392. di iniziativa del Presidente della Giunta regionale REGIONE LOMBARDIA VIII LEGISLATURA CONSIGLIO REGIONALE ATTI 15996 PROGETTO DI LEGGE N. 0392 di iniziativa del Presidente della Giunta regionale Azioni straordinarie per lo sviluppo e la qualificazione

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Disegno di legge di iniziativa della Giunta regionale concernente Disposizioni straordinarie per il sostegno dell economia mediante il rilancio del settore edilizio e per la promozione di interventi e

Dettagli

SCHEDA DI RILEVAMENTO

SCHEDA DI RILEVAMENTO SCHEDA DI RILEVAMENTO Comune di Calcio Provincia di Bergamo Patrimonio edilizio di antica formazione SCHEDA DI RILEVAMENTO Data 28/07/2003 1 2 3 3 LOCALITA : N. UNITA DI ISOLATO 23 Via P.ZZA GIROLAMO SILVESTRI

Dettagli

SMART SWAP BUILDING un progetto strategico ASTER. "Riuso, rigenerazione urbana e sostenibilità energetica nelle città"

SMART SWAP BUILDING un progetto strategico ASTER. Riuso, rigenerazione urbana e sostenibilità energetica nelle città UNA MANIFESTAZIONE DI IN CONTEMPORANEA CON SMART SWAP BUILDING un progetto strategico ASTER "Riuso, rigenerazione urbana e sostenibilità energetica nelle città" ASTER ASTER èla società regionale che, dal

Dettagli

Provincia di Venezia Comune di Chioggia 545_Parcheggio Marco Polo Viale Marco Polo DUE DILIGENCE SCHEDA DESCRITTIVA

Provincia di Venezia Comune di Chioggia 545_Parcheggio Marco Polo Viale Marco Polo DUE DILIGENCE SCHEDA DESCRITTIVA Provincia di Venezia Comune di Chioggia 545_Parcheggio Marco Polo Viale Marco Polo DUE DILIGENCE SCHEDA DESCRITTIVA Anagrafica COMPLESSO Codice bene Denominazione bene Comune Provincia Indirizzo Quartiere

Dettagli

Comunità Alto Garda e Ledro Piano stralcio in materia di programmazione urbanistica del settore commerciale

Comunità Alto Garda e Ledro Piano stralcio in materia di programmazione urbanistica del settore commerciale COMUNITA' ALTO GARDA E LEDRO PIANO TERRITORIALE DELLA COMUNITA' PIANO STRALCIO IN MATERIA DI PROGRAMMAZIONE URBANISTICA DEL SETTORE COMMERCIALE art. 25 bis, comma 1 bis l.p.4 marzo 2008, n.1 NORME TECNICHE

Dettagli

C O M U N E D I D E R U T A

C O M U N E D I D E R U T A C O M U N E D I D E R U T A PROVINCIA DI PERUGIA OGGETTO: Piano Attuativo di iniziativa privata in Variante al PRG Parte Operativa, sensi e per gli effetti della L.R. 11/2005, riguardante l ambito urbano

Dettagli

PROPERTY e ASSET MANAGEMENT

PROPERTY e ASSET MANAGEMENT 01 IVIO GENERALE PATRIMONIO Sistema di Gestione per la qualità Analisi giuridica Analisi giuridica Titolo e contratto di provenienza Pesi e Servitù gravanti Contratti o concessioni correlate Terreno Immobile

Dettagli

PROFILO ATTIVITA 1946 oggi PAMA Società per Azioni Genova

PROFILO ATTIVITA 1946 oggi PAMA Società per Azioni Genova PROFILO ATTIVITA 1946 oggi PAMA Società per Azioni Genova Palazzo di proprietà e sede sociale in Genova Via Assarotti 17A 1 Sede sociale in Genova via Assarotti 17/A Capitale sociale uro 5.460.000,00 La

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DELL INCIDENZA DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE

REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DELL INCIDENZA DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DELL INCIDENZA DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE indice Art. 1 Premessa pag 5 Art. 2 Ambito di applicazione pag 5 Art. 3 Incidenza degli oneri di urbanizzazione: tabella parametrica

Dettagli

PIT Progetto Integrato Territoriale Stazione accessibile. Integrazione delle politiche di riqualificazione del centro urbano di Terni

PIT Progetto Integrato Territoriale Stazione accessibile. Integrazione delle politiche di riqualificazione del centro urbano di Terni PIT Progetto Integrato Territoriale Stazione accessibile. Integrazione delle politiche di riqualificazione del centro urbano di Terni IL PIT Il Progetto Integrato Territoriale ed il POR-FESR 2007-13 Il

Dettagli

SCHEDE DESCRITTIVE AREE DEGRADATE

SCHEDE DESCRITTIVE AREE DEGRADATE SCHEDE DESCRITTIVE AREE DEGRADATE In adeguamento al Regolamento n.1 di attuazione della legge regionale n. 50/2012, articolo 2 - comma 6, nel Comune di Tezze sul Brenta è stata individuata un area degradata

Dettagli

Provincia di Venezia Comune di Chioggia 552_Edificio ex corderie Via Granatieri di Sardegna DUE DILIGENCE SCHEDA DESCRITTIVA

Provincia di Venezia Comune di Chioggia 552_Edificio ex corderie Via Granatieri di Sardegna DUE DILIGENCE SCHEDA DESCRITTIVA Provincia di Venezia Comune di Chioggia 552_Edificio ex corderie Via Granatieri di Sardegna DUE DILIGENCE SCHEDA DESCRITTIVA Anagrafica COMPLESSO Codice bene Denominazione bene Comune Provincia Indirizzo

Dettagli

REGIONE MARCHE. Legge regionale 8 ottobre 2009, n. 22 1

REGIONE MARCHE. Legge regionale 8 ottobre 2009, n. 22 1 REGIONE MARCHE Legge regionale 8 ottobre 2009, n. 22 1 INTERVENTI DELLA REGIONE PER IL RIAVVIO DELLE ATTIVITÀ EDILIZIE AL FINE DI FRONTEGGIARE LA CRISI ECONOMICA, DIFENDERE L'OCCUPAZIONE, MIGLIORARE LA

Dettagli

BNP Paribas Real Estate Investment Management Italy

BNP Paribas Real Estate Investment Management Italy BNP Paribas Real Estate Investment Management Italy Comune di Camposampiero (PD) IL PARCO DI CAMPOSAMPIERO STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE Sintesi non Tecnica 2 Studio di Impatto Ambientale Il Parco di Camposampiero

Dettagli

Assessorato Casa, Housing sociale e Valorizzazione patrimonio

Assessorato Casa, Housing sociale e Valorizzazione patrimonio Area Pianificazione urbana, Tutela ambientale e Casa Assessorato Casa, Housing sociale e Valorizzazione patrimonio Servizio Housing sociale e Piani di Zona Servizio Patrimonio ed Inventari Servizio Casa

Dettagli

VARIANTE AL PRG VIGENTE

VARIANTE AL PRG VIGENTE Comune di Milano ACCORDO DI PROGRAMMA IN VARIANTE AL PRG VIGENTE PER LA TRASFORMAZIONE URBANISTICA DELLE AREE FERROVIARIE DISMESSE E IN DISMISSIONE E IL POTENZIAMENTO DEL SISTEMA FERROVIARIO MILANESE.

Dettagli

CITTA DI SANTENA TERMINE PER LA CONCLUSIONE DEI PROCEDIMENTI SERVIZI TECNICI E DEL TERRITORIO PROVINCIA DI TORINO ALLEGATO C SCHEDA RELATIVA AI DEI

CITTA DI SANTENA TERMINE PER LA CONCLUSIONE DEI PROCEDIMENTI SERVIZI TECNICI E DEL TERRITORIO PROVINCIA DI TORINO ALLEGATO C SCHEDA RELATIVA AI DEI ALLEGATO C SCHEDA RELATIVA AI PER LA CONCLUSIONE DEI PROCEDIMENTI DEI SERVIZI TECNICI E DEL TERRITORIO UNITA' ORGANIZZATIVA PIANIFICAZIONE E GESTIONE TERRITORIO Autorizzazioni di abitabilità relativa a

Dettagli

Padova st innovazione. Riconversione e Riqualificazione sostenibile della ZIP nord di Padova PRESENTAZIONE

Padova st innovazione. Riconversione e Riqualificazione sostenibile della ZIP nord di Padova PRESENTAZIONE Padova st innovazione Riconversione e Riqualificazione sostenibile della ZIP nord di Padova PRESENTAZIONE La ZIP Nord 1.500.000 mq di superficie complessiva Oltre 150 lotti attrezzati Oltre 450 proprietari

Dettagli

REGIONE ABRUZZO LEGGE REGIONALE

REGIONE ABRUZZO LEGGE REGIONALE REGIONE ABRUZZO LEGGE REGIONALE 15 ottobre 2012, n. 49 Norme per l'attuazione dell'articolo 5 del D.L. 13 maggio 2011, n. 70 (Semestre europeo - Prime disposizioni urgenti per l'economia) convertito, con

Dettagli

IreBuilding S.r.l.s. Sede operativa: Via Genova n.7-65122, Pescara (PE) - Tel. +39 3288380020 C.F., P.IVA e n. di iscrizione al registro delle

IreBuilding S.r.l.s. Sede operativa: Via Genova n.7-65122, Pescara (PE) - Tel. +39 3288380020 C.F., P.IVA e n. di iscrizione al registro delle C.F., P.IVA e n. di iscrizione al registro delle imprese di Pescara 02155990688 - email Irebuilding@gmail.com - email certificata Irebuilding@pec.it QUADRO A - INFORMAZIONI GENERALI a.1. - Descrizione

Dettagli

PUC3 COMUNE DI PARRANO. Programmi Integrati di Sviluppo Urbano PUC3

PUC3 COMUNE DI PARRANO. Programmi Integrati di Sviluppo Urbano PUC3 PUC3 COMUNE DI PARRANO Programmi Integrati di Sviluppo Urbano PUC3 Interventi per la rivitalizzazione e rifunzionalizzazione delle aree urbane e dei centri storici Riqualificazione dell insediato storico

Dettagli

Cassa depositi e prestiti. Residenziale Immobiliare 2004 SpA

Cassa depositi e prestiti. Residenziale Immobiliare 2004 SpA Residenziale Immobiliare 2004 SpA Residenziale Immobiliare 2004 S.p.A. Ex Uffici delle Dogane Roma, Via dello Scalo di San Lorenzo, 10 Veicolo societario Residenziale Immobiliare 2004 SpA: (75% CDP Immobiliare

Dettagli

DALLA PROGRAMMAZIONE ALLA GESTIONE DELLE STRUTTURE PER LA SOSTA: L ESPERIENZA DI TORINO

DALLA PROGRAMMAZIONE ALLA GESTIONE DELLE STRUTTURE PER LA SOSTA: L ESPERIENZA DI TORINO DALLA PROGRAMMAZIONE ALLA GESTIONE DELLE STRUTTURE PER LA SOSTA: 1 INTRODUZIONE In tutte le grandi città italiane e del mondo il problema della circolazione degli autoveicoli e tutti i disagi ad esso connessi,

Dettagli

Programma SPQR Strategia di valorizzazione BNL. BNL Direzione Immobiliare Roma, 9 Dicembre 2013

Programma SPQR Strategia di valorizzazione BNL. BNL Direzione Immobiliare Roma, 9 Dicembre 2013 Programma SPQR Strategia di valorizzazione BNL BNL Direzione Immobiliare Roma, 9 Dicembre 2013 Programma SPQR Strategia Il programma SPQR prevede la razionalizzazione del patrimonio immobiliare BNL a Roma

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA

PROTOCOLLO DI INTESA Allegato A COMUNE DI TREVISO PROTOCOLLO DI INTESA tra Comune di Treviso e Ferrovie dello Stato Italiane S.p.A., Rete Ferroviaria Italiana S.p.A., Trenitalia S.p.A., FS Logistica S.p.A., FS Sistemi Urbani

Dettagli

1 Localizzazione ed accessibilità

1 Localizzazione ed accessibilità 1 Localizzazione ed accessibilità L'area interessata dal Piano Urbanistico Attuativo per la realizzazione della nuova Residenza per persone anziane non autosufficienti si colloca all interno del Comune

Dettagli

Manovra anticongiunturale

Manovra anticongiunturale Manovra anticongiunturale INTERVENTI A FAVORE DELLA CASA 9 aprile 2009 Le dimensioni del settore (costruzione installazione impianti) Situazione 2007 Imprese industriali con più di 10 dipendenti N Impresee

Dettagli

PIANO URBANISTICO COMMERCIALE

PIANO URBANISTICO COMMERCIALE PIA URBANISTICO COMMERCIALE RME DI ATTUAZIONE Definizioni SV Superficie di vendita Per superficie di vendita di un esercizio commerciale si intende, la misura dell'area o delle aree destinate alla vendita,

Dettagli

Convenzione stipulata in modalità elettronica con firme digitali ai sensi del comma 2 bis dell art. 15 della Legge 241/1990.

Convenzione stipulata in modalità elettronica con firme digitali ai sensi del comma 2 bis dell art. 15 della Legge 241/1990. PIANO NAZIONALE DI EDILIZIA ABITATIVA INTESA ATTUATIVA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGRAMMA DI INCREMENTO DI ALLOGGI ERP A CANONE SOCIALE UBICATO A PORTO S.ELPIDIO, VIA ISOLA DI PONZA (art.4 Accordo di Programma

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI

INFORMAZIONI PERSONALI INFORMAZIONI PERSONALI Nome GUIDO Maurizio Data di nascita 31 gennaio 1958 Qualifica Dirigente Amministrazione Comune di Lecce Incarico attuale Dirigente del settore Servizi sociali, edilizia scolastica,

Dettagli

1992 DM 26/08/92 Norme di prevenzione incendi per l edilizia scolastica Legge 11/01/96 n. 23 Norme per l edilizia scolastica

1992 DM 26/08/92 Norme di prevenzione incendi per l edilizia scolastica Legge 11/01/96 n. 23 Norme per l edilizia scolastica 1. Premessa La presente relazione è parte integrante del progetto preliminare dei Lavori di adeguamento per la divisione del plesso scolastico di via Segni in due parti: scuola per l'infanzia al piano

Dettagli

Cassa depositi e prestiti PENTAGRAMMA PIEMONTE S.P.A.

Cassa depositi e prestiti PENTAGRAMMA PIEMONTE S.P.A. PENTAGRAMMA PIEMONTE S.P.A. Torino, Palazzo del Lavoro Veicolo societario 100% Pentagramma Piemonte S.p.A. (50% CDP Immobiliare S.r.l. - 50% G.E.F.I.M.) Localizzazione L edificio del Palazzo del Lavoro

Dettagli

Programma degli Interventi presso il P.S.S. di Genova Quarto

Programma degli Interventi presso il P.S.S. di Genova Quarto Programma degli Interventi presso il P.S.S. di Genova Quarto 1. Inquadramento degli interventi Il presente documento ha come scopo l individuazione e la specificazione degli obiettivi, della natura e della

Dettagli

Regolamento Nuovi criteri per il rilascio delle autorizzazioni per le medie strutture di vendita e norme sul procedimento

Regolamento Nuovi criteri per il rilascio delle autorizzazioni per le medie strutture di vendita e norme sul procedimento Regolamento Nuovi criteri per il rilascio delle autorizzazioni per le medie strutture di vendita e norme sul procedimento Adottato con atto C.C. n. 3400/192 del 16.06.2000 Modificato con atto C.C. n. 2700/223

Dettagli

Attività edilizie e titoli abilitativi

Attività edilizie e titoli abilitativi Attività edilizie e titoli abilitativi quando, dove e come rr 27 luglio 2012 rev 1.01 Attività edilizia libera interventi edilizi per i quali non è richiesto alcun titolo abilitativo, né è prevista alcuna

Dettagli

LA RIGENERAZIONE DEGLI INSEDIAMENTI PER ATTIVITA A ROMA: POTENZIALITA E CRITICITA

LA RIGENERAZIONE DEGLI INSEDIAMENTI PER ATTIVITA A ROMA: POTENZIALITA E CRITICITA INU Lazio Gruppo di Lavoro Programmi integrati Paola Carobbi Daniel Modigliani Irene Poli Chiara Ravagnan LA RIGENERAZIONE DEGLI INSEDIAMENTI PER ATTIVITA A ROMA: POTENZIALITA E CRITICITA LA FASE DELLA

Dettagli

PIANO DIRETTORE PRESIDIO OSPEDALIERO VAL TIDONE

PIANO DIRETTORE PRESIDIO OSPEDALIERO VAL TIDONE PIANO DIRETTORE PRESIDIO OSPEDALIERO VAL TIDONE L ospedale è costituito da quattro ali parallele collegate tra di loro da un corridoio centrale di raccordo e da una piccola palazzina, unita dal corridoio

Dettagli

Provincia autonoma di Trento. Verso le certificazioni energetiche e di sostenibilità

Provincia autonoma di Trento. Verso le certificazioni energetiche e di sostenibilità Provincia autonoma di Trento Verso le certificazioni energetiche e di sostenibilità 1 PREMESSA Coerentemente con le linee politiche e programmatiche, la Provincia Autonoma di Trento è fortemente impegnata

Dettagli

L intervento a scala di quartiere: aspetti progettuali e di finanziabilità

L intervento a scala di quartiere: aspetti progettuali e di finanziabilità L intervento a scala di quartiere: aspetti progettuali e di finanziabilità Anna Maria Pozzo Direttore tecnico di Federcasa Premessa L efficienza energetica é una esigenza e una opportunità che va anche

Dettagli

Il sistema autorizzativo degli interventi edilizi. Docente: Prof. Stefano Stanghellini Collaboratore: Arch. Alessandro Mascarello

Il sistema autorizzativo degli interventi edilizi. Docente: Prof. Stefano Stanghellini Collaboratore: Arch. Alessandro Mascarello Il sistema autorizzativo degli interventi edilizi Docente: Prof. Stefano Stanghellini Collaboratore: Arch. Alessandro Mascarello Modalità di attuazione degli interventi edilizi Gli interventi edilizi devono

Dettagli

Tecnopolo Tiburtino - Complesso Technology. OPPORTUNITA DI INVESTIMENTO Acquisto e locazione. Via A. Olivetti, 24-26 00131 Roma

Tecnopolo Tiburtino - Complesso Technology. OPPORTUNITA DI INVESTIMENTO Acquisto e locazione. Via A. Olivetti, 24-26 00131 Roma OPPORTUNITA DI INVESTIMENTO Acquisto e locazione Via A. Olivetti, 24-26 00131 Roma 1 INDICE Introduzione..4 Ubicazione e accessibilità.5 Caratteristiche principali...6 Opportunità di investimento.7 Servizi..8

Dettagli

RELAZIONE INTEGRATIVA

RELAZIONE INTEGRATIVA RELAZIONE INTEGRATIVA In relazione all istanza di approvazione del piano attuativo di iniziativa privata per la lottizzazione di un area fabbricabile sita in Vocabolo S.Antimo nel Comune di Stroncone,

Dettagli

ALLEGATO al Dossier di Candidatura SEZIONE C Scheda Intervento: 3. Interventi per la mobilità urbana sostenibile

ALLEGATO al Dossier di Candidatura SEZIONE C Scheda Intervento: 3. Interventi per la mobilità urbana sostenibile CITTÀ di BIELLA MEDAGLIA D ORO AL VALORE MILITARE MEDAGLIA D ARGENTO AL MERITO CIVILE Progetto Integrato di Sviluppo Urbano ALLEGATO al Dossier di Candidatura SEZIONE C Scheda Intervento: 3. Interventi

Dettagli

ECONOMICA POPOLARE. Variante di specificazione art.34 L. 865/71 RELAZIONE ILLUSTRATIVA E PREVISIONE DI SPESA

ECONOMICA POPOLARE. Variante di specificazione art.34 L. 865/71 RELAZIONE ILLUSTRATIVA E PREVISIONE DI SPESA COMUNE DI MODENA PIANO EDILIZIA ECONOMICA POPOLARE 2006 Variante di specificazione art.34 L. 865/71 Zona Peep N 2-62 VIA SANTA CATERINA - Area 01 (intervento pubblico) Tav N RELAZIONE ILLUSTRATIVA E PREVISIONE

Dettagli

DISPOSIZIONI RIGUARDO ALLA SOSTENIBILITÀ DEGLI INSEDIAMENTI. Requisiti degli insediamenti in materia di ottimizzazione dell energia

DISPOSIZIONI RIGUARDO ALLA SOSTENIBILITÀ DEGLI INSEDIAMENTI. Requisiti degli insediamenti in materia di ottimizzazione dell energia DISPOSIZIONI RIGUARDO ALLA SOSTENIBILITÀ DEGLI INSEDIAMENTI Requisiti degli insediamenti in materia di ottimizzazione dell energia 1 Riferimenti: Legge 9/10 del 1991: Norme per l'attuazione del Piano energetico

Dettagli

Le agevolazioni fiscali per la tua casa

Le agevolazioni fiscali per la tua casa Nel primo video abbiamo parlato di: Introduzione alle agevolazioni fiscali In cosa consiste Chi può usufruirne Cumulabilità con altre agevolazioni Aliquota IVA applicabile 1 Cosa vediamo nel secondo video

Dettagli

II. Che tale decreto è stato pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Campania del 14 giugno 2004;

II. Che tale decreto è stato pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Campania del 14 giugno 2004; Protocollo d intesa Tra Regione Campania Comune di Napoli Napoli Orientale S.c.p.a. Kuwait Petroleum Italia S.p.A e Kuwait Raffinazione e Chimica S.p.A. Premesso: I. Che con decreto del Presidente della

Dettagli

NUOV O A V A S TA T Z A IONE A V A V ROMA TIBURTINA

NUOV O A V A S TA T Z A IONE A V A V ROMA TIBURTINA NUOVA STAZIONE AV ROMA TIBURTINA L Alta Velocità italiana Malpen sa L avvento del trasporto AV-AC in Italia segna un nuovo paradigma per la mobilità sul nostro territorio. Dal13 dicembre 2009, 1000 km

Dettagli

ALLEGATO A CRITERI GENERALI PER LA PROGETTAZIONE

ALLEGATO A CRITERI GENERALI PER LA PROGETTAZIONE ALLEGATO A CRITERI GENERALI PER LA PROGETTAZIONE I criteri a cui fare riferimento per la progettazione sono quelli di seguito indicati e, comunque, quelli volti all utilizzo di soluzioni sperimentali e

Dettagli

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa Allegato B COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa SETTORE 2 GESTIONE DEL TERRITORIO E DEL PATRIMONIO U.O. URBANISTICA EDILIZIA Modifica all Appendice 2 Schede norma dei comparti di trasformazione

Dettagli

Edison Park Center. A quality location to grow your business

Edison Park Center. A quality location to grow your business Edison Park Center A quality location to grow your business Edison Park Center La base del vostro Business Più di 20.000m 2 di uffici in locazione, tagli da 700m 2 a 12000m 2 (Classe A) Progettato dal

Dettagli

LEED COME STRUMENTO DI PROJECT MANAGEMENT: LE RIPERCUSSIONI SUI COSTI

LEED COME STRUMENTO DI PROJECT MANAGEMENT: LE RIPERCUSSIONI SUI COSTI LEED COME STRUMENTO DI PROJECT MANAGEMENT: LE RIPERCUSSIONI SUI COSTI Silvio A. Manfredini, ingegnere, senior partner Open Project Marco Orlandini, architetto, senior partner Open Project Andrea Bozzini,

Dettagli

Interventi edilizi e titoli abilitativi, differenze tra CIL, CILA, SCIA, Super-DIA e Permesso di costruire

Interventi edilizi e titoli abilitativi, differenze tra CIL, CILA, SCIA, Super-DIA e Permesso di costruire Interventi edilizi e titoli abilitativi, differenze tra CIL, CILA, SCIA, Super-DIA e Permesso di costruire Interventi edilizi e titoli abilitativi, in questo articolo analizziamo le definizioni di CIL,

Dettagli

LEGGE REGIONALE 15 OTTOBRE 2012, N. 49

LEGGE REGIONALE 15 OTTOBRE 2012, N. 49 LEGGE REGIONALE 15 OTTOBRE 2012, N. 49 Norme per l'attuazione dell'articolo 5 del D.L. 13 maggio 2011, n. 70 (Semestre europeo - Prime disposizioni urgenti per l'economia) convertito, con modificazioni,

Dettagli

PROFILO ATTIVITA 1946 2006 PAMA Società per Azioni Genova

PROFILO ATTIVITA 1946 2006 PAMA Società per Azioni Genova PROFILO ATTIVITA 1946 2006 PAMA Società per Azioni Genova Palazzo di proprietà e sede sociale in Genova Via Assarotti 17A 1 Sede sociale in Genova via Assarotti 17/A Capitale sociale uro 4.500.000 La società

Dettagli

PREZZO DI VENDITA 1.400.000,00 (eurounmilionequattrocentomila/00).

PREZZO DI VENDITA 1.400.000,00 (eurounmilionequattrocentomila/00). Complesso in vendita nel Comune di Assago MQ L area ricopre una superficie di Mq 4.125. L edificio esistente ricopre una superficie lorda complessiva (SLP) di Mq 802,00; di cui Mq 436,00 per il piano primo

Dettagli

CASA RENATA POLVERINI EMMA BONINO. Piano Casa (L.R. 21 del 11/08/2009) Affitto

CASA RENATA POLVERINI EMMA BONINO. Piano Casa (L.R. 21 del 11/08/2009) Affitto CASA Piano Casa (L.R. 21 del 11/08/2009) 1. Introduzione di un sistema di incentivi per favorire il miglioramento della classe energetica. 2. Introduzione di norme quadro rivolte ai Comuni per una rimodulazione

Dettagli

SELEZIONE DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE PER LA COSTRUZIONE DI SCUOLE INNOVATIVE, AI SENSI DELL ART. 1, COMMA 153, DELLA LEGGE 13 LUGLIO 2015, N. 107.

SELEZIONE DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE PER LA COSTRUZIONE DI SCUOLE INNOVATIVE, AI SENSI DELL ART. 1, COMMA 153, DELLA LEGGE 13 LUGLIO 2015, N. 107. Allegato A alla DGR n. --- del --- SELEZIONE DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE PER LA COSTRUZIONE DI SCUOLE INNOVATIVE, AI SENSI DELL ART. 1, COMMA 153, DELLA LEGGE 13 LUGLIO 2015, N. 107. Indice 1. Obiettivi

Dettagli

Empoli. Centrale. inquadramento ciclostazioni

Empoli. Centrale. inquadramento ciclostazioni Empoli Centrale numero di treni e passeggeri giornalieri feriali sabato domenica 198 189 124 6.961 4.580 3.315 Localizzazione La stazione di Empoli ha una posizione molto centrale, a poca distanza dal

Dettagli

EXPO 2015 Infrastrutture e sistema della mobilità per l Expo l. MOBILITY CONFERENCE Milano, 10 febbraio 2009

EXPO 2015 Infrastrutture e sistema della mobilità per l Expo l. MOBILITY CONFERENCE Milano, 10 febbraio 2009 EXPO 2015 Infrastrutture e sistema della mobilità per l Expo l 2015 MOBILITY CONFERENCE Milano, 10 febbraio 2009 LE OPERE ESSENZIALI (FONDI STATALI EXPO) PRIVATI PREVISTI COMUNI PROVINCIA REGIONE INTERVENTI

Dettagli

SCHEDA INTERVENTO n.10.1.1.1- Riqualificazione urbana e residenziale Edilizia sociale: Immobile di edilizia sociale in Via Barbaroux

SCHEDA INTERVENTO n.10.1.1.1- Riqualificazione urbana e residenziale Edilizia sociale: Immobile di edilizia sociale in Via Barbaroux SCHEDA INTERVENTO n.10.1.1.1- Riqualificazione urbana e residenziale Edilizia sociale: Immobile di edilizia sociale in Via Barbaroux QUADRO CONOSCITIVO Breve descrizione dell intervento Gli interventi

Dettagli

Comune di Parma. Ufficio Stampa COMUNICATO STAMPA PIANO DI RIQUALIFCAZIONE URBANA STAZIONE IL CONTESTO URBANO

Comune di Parma. Ufficio Stampa COMUNICATO STAMPA PIANO DI RIQUALIFCAZIONE URBANA STAZIONE IL CONTESTO URBANO Ufficio Stampa COMUNICATO STAMPA PIANO DI RIQUALIFCAZIONE URBANA STAZIONE IL CONTESTO URBANO Il Comune di Parma ha avviato negli anni scorsi una forte politica di riqualificazione urbana nel quadrante

Dettagli

INCENTIVI PREVISTI DALLA LEGGE REGIONALE 10 giugno 2008, N. 13

INCENTIVI PREVISTI DALLA LEGGE REGIONALE 10 giugno 2008, N. 13 CITTÀ DI MESAGNE ASSESSORATO ALL URBANISTICA E ASSETTO DEL TERRITORIO UFFICIO DEL PIANO URBANISTICO GENERALE INCENTIVI PREVISTI DALLA LEGGE REGIONALE 10 giugno 2008, N. 13 e ss.mm.ii. recante Norme per

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA

PROTOCOLLO DI INTESA PROTOCOLLO DI INTESA TRA COMUNE DI BERGAMO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BERGAMO CDP INVESTIMENTI SGR S.P.A. PER LA RIQUALIFICAZIONE E RICONVERSIONE FUNZIONALE DELLA SEDE STORICA DEGLI OSPEDALI RIUNITI DI

Dettagli

Dipartimento Riqualificazione Urbana Settore Piani e Progetti Urbanistici U.I. Progettazione Urbanistica. POC rigenerazione di patrimoni pubblici

Dipartimento Riqualificazione Urbana Settore Piani e Progetti Urbanistici U.I. Progettazione Urbanistica. POC rigenerazione di patrimoni pubblici Dipartimento Riqualificazione Urbana Settore Piani e Progetti Urbanistici U.I. Progettazione Urbanistica POC rigenerazione di patrimoni pubblici 3 9 2015 NATURA, FORMAZIONE E OBIETTIVI DEL POC_RPP elaborati

Dettagli

Il Piano urbanistico esecutivo

Il Piano urbanistico esecutivo Venezia, 10-20 novembre 2004 Catalogo della Mostra Comune di Firenze Il Piano urbanistico esecutivo Le scelte effettuate all interno del Piano urbanistico esecutivo (Pue), si focalizzano intorno alla rivitalizzazione

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA. FS SISTEMI URBANI S.r.l. RETE FERROVIARIA ITALIANA S.p.A. COMUNE DI SALERNO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SALERNO

PROTOCOLLO D INTESA TRA. FS SISTEMI URBANI S.r.l. RETE FERROVIARIA ITALIANA S.p.A. COMUNE DI SALERNO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SALERNO PROTOCOLLO D INTESA TRA FS SISTEMI URBANI S.r.l. RETE FERROVIARIA ITALIANA S.p.A. COMUNE DI SALERNO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SALERNO PER LA RIQUALIFICAZIONE DELL AREA DELLA STAZIONE FERROVIARIA E DELLO

Dettagli

Domus Aventino. La tua residenza nel cuore di Roma. www.domusaventino.it

Domus Aventino. La tua residenza nel cuore di Roma. www.domusaventino.it Domus Aventino. La tua residenza nel cuore di Roma. www.domusaventino.it Aventino: la vita al centro della Storia. Vivere sul colle Aventino significa essere nel cuore della Storia. Le antiche famiglie

Dettagli

SCHEDA TECNICA DESCRITTIVA

SCHEDA TECNICA DESCRITTIVA COMUNE DI MONTESE Provincia di Modena Via Panoramica, 60-41055 Montese Sportello Unico Tel. 059 971112 fax 059 971125 C.F. 00273460360 SCHEDA TECNICA DESCRITTIVA Da presentare entro 15 giorni dalla Comunicazione

Dettagli

Tra. il Comune di Verona, in persona del Sindaco Pro tempore, Flavio Tosi, domiciliato per la carica in Verona, Piazza Brà n. 1

Tra. il Comune di Verona, in persona del Sindaco Pro tempore, Flavio Tosi, domiciliato per la carica in Verona, Piazza Brà n. 1 SCHEMA ACCORDO DI PROGRAMMA ai sensi dell art. 7 della L. R. V. 11/2004 e dell art. 34 del D. Lgs 267/2000 PER LA VALORIZZAZIONE E LA RILOCALIZZAZIONE DELLA SEDE DELL ULSS 20 DI VERONA Tra il Comune di

Dettagli

1) PREMESSA Nel corso degli ultimi anni, come noto, la città di Torino non altrimenti da altri centri industriali europei o mondiali è stata

1) PREMESSA Nel corso degli ultimi anni, come noto, la città di Torino non altrimenti da altri centri industriali europei o mondiali è stata 1) PREMESSA Nel corso degli ultimi anni, come noto, la città di Torino non altrimenti da altri centri industriali europei o mondiali è stata interessata da profondi fenomeni di trasformazione dell apparato

Dettagli

MISURE URGENTI E STRAORDINARIE VOLTE AL RILANCIO DELL ECONOMIA E ALLA RIQUALIFICAZIONE DEL PATRIMONIO EDILIZIO ESISTENTE

MISURE URGENTI E STRAORDINARIE VOLTE AL RILANCIO DELL ECONOMIA E ALLA RIQUALIFICAZIONE DEL PATRIMONIO EDILIZIO ESISTENTE REGIONE TOSCANA Legge regionale 8 maggio 2009, n. 24 1 MISURE URGENTI E STRAORDINARIE VOLTE AL RILANCIO DELL ECONOMIA E ALLA RIQUALIFICAZIONE DEL PATRIMONIO EDILIZIO ESISTENTE (B.U.R.T. 13 maggio 2009,

Dettagli

COMUNE DI SAN MARTINO SICCOMARIO (Provincia di Pavia)

COMUNE DI SAN MARTINO SICCOMARIO (Provincia di Pavia) COMUNE DI SAN MARTINO SICCOMARIO (Provincia di Pavia) PROGRAMMA INTEGRATO DI INTERVENTO RELATIVO ALL AREA RICOMPRESA TRA LE VIE GRAMSCI, MAZZINI, BANFI, ED IL CONFINE COL TERRITORIO COMUNALE DI CAVA MANARA

Dettagli

OSSERVAZIONE N. 1 PROTOCOLLO: E0062156 P.G. del 24/03/2015 PERVENUTA ENTRO IL TERMINE DEL 24/03/2015 (Avviso deposito n. U0030205 P.G.

OSSERVAZIONE N. 1 PROTOCOLLO: E0062156 P.G. del 24/03/2015 PERVENUTA ENTRO IL TERMINE DEL 24/03/2015 (Avviso deposito n. U0030205 P.G. PG E0062156_2015 PG E0062156_2015 PG E0062156_2015 DATI GENERALI OSSERVAZIONE OSSERVAZIONE N. 1 PROTOCOLLO: E0062156 P.G. del 24/03/2015 PERVENUTA ENTRO IL TERMINE DEL 24/03/2015 (Avviso deposito n.

Dettagli

Versione 2.1. San Donato Milanese - Settembre, 2012

Versione 2.1. San Donato Milanese - Settembre, 2012 Versione 2.1 San Donato Milanese - Settembre, 2012 Agenda Chi siamo Energia ed Ecosostenibilità Il Contesto Energetico Italiano La nostra Mission Perchè scegliere Myenergy Building Solutions I nostri Servizi

Dettagli

Programma di riqualificazione degli immobili agricoli (P.R.I.A.) non utilizzati o sotto utilizzati

Programma di riqualificazione degli immobili agricoli (P.R.I.A.) non utilizzati o sotto utilizzati Programma di riqualificazione degli immobili agricoli (P.R.I.A.) non utilizzati o sotto utilizzati Stato degli atti dopo il Febbraio 2010: Sono state presentate 90 proposte. L estensione complessiva delle

Dettagli