ESPAD 2016 I dati della provincia di Bergamo

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ESPAD 2016 I dati della provincia di Bergamo"

Transcript

1 ESPAD 2016 I dati della provincia di Bergamo Elvira Beato Responsabile Osservatorio Dipendenze ATS di Bergamo Bergamo 24 maggio

2 ESPAD Italia European School Survey Project on Alcohol and Other Drugs Studio europeo (OEDT) sulla diffusione dei comportamenti a rischio tra gli studenti italiani di anni Attuato in Italia dal 1995 dall Istituto di Fisiologia Clinica del Consiglio Nazionale delle Ricerche/CNR di Pisa seguendo un protocollo europeo Indaga: caratteristiche socio-culturali consumi di tabacco, alcol, psicofarmaci, doping e sostanze psicoattive illecite gioco d azzardo problematico disturbi alimentari uso di internet 2

3 ATS Osservatorio Dipendenze & CNR Dal 2005 al 2011 e nel 2016 Sovra campionamento provincia di Bergamo permette di avere un campione rappresentativo, di confrontare i dati provinciali con dati regionali/nazionali di seguirne l evoluzione nel tempo Nel 2016 coinvolti in provincia di Bergamo circa studenti afferenti a 14 istituti scolastici secondari di secondo grado 3

4 Parliamo sempre di consumi ma iniziamo a vedere chi non consuma Tabacco 40,2% Alcol 13,8% Sostanze stupefacenti illegali 69.4% Psicofarmaci non prescritti 78,8% Giocato d azzardo 57,9% 4

5 ESPAD 2016 I dati della provincia di Bergamo Andamento nel tempo di uso e abuso Precocità dell approccio Comportamenti rischiosi Fattori di rischio e fattori protettivi 5

6 1. Andamento nel tempo: tabacco, alcol, psicofarmaci non prescritti e gioco d azzardo ,6 85,8 85,3 83,8 82,6 81, , ,3 23,2 28, ,3 43,6 41,2 35, ,9 35,4 33,8 34,8 33,3 25,6 26,8 26,3 24,4 21,9 12, ,3 14,5 16, * 2016 ALCOL negli ultimi 12 mesi TABACCO quotidiano nell'anno BINGE D. ultimi 30 giorni PSICOFARMACI LT per l iperattività PSICOFARMACI LT per le diete PSICOFARMACI LT per DORMIRE/rilassa PSICOFARMACI LT per regolare l umore GIOCO D'AZZARDO ultimo anno Dal 2010 al 2016 prevalenze in decremento dei consumi di tabacco (tranne M anni), alcol, binge drinking, gioco d azzardo. Incremento farmaci per dormire non prescritti. 6

7 1. Andamento nel tempo Sostanze illegali Il confronto nel tempo delle prevalenze LT evidenzia dal 2007 al2011 un andamento tendenzialmente decrescenteper tutte le sostanze monitorate. Dal 2011 al 2016si rileva un decremento del consumo di cocaina, allucinogeni, e un incremento del consumo di cannabis; sostanzialmente invariati i consumi di 7 eroina e stimolanti.

8 . 2. Precocità dell approccio Sostanze legali Alcol e Tabacco Precocità dell approccio e consumi diffusi anche tra i giovanissimi. Tra i 15enni: 45,5% ha fumato sigarette 12,3% lo ha fatto quotidianamente nell ultimo anno 60,5% ha bevuto alcolici nell ultimo anno 14,1% ha avuto eccessi alcolici 20,6% 8 binge drinking nell ultimo mese

9 2. Precocità dell approccio Sostanze stupefacenti illegali Ha consumato almeno una sostanza illegale nel corso della propria vita il 30,6% degli studenti (21,7% dei minorenni e il 14,8% dei 15enni); Si conferma la precocità dell approccio il 23,6% (18,4% minorenni) il 14,9% dei minorenni negli ultimi 30 giorni. 9

10 2. Precocità dell approccio Quali sostanze La cannabis sostanza maggiormente utilizzata, seguita in % molto inferiori da sostanze stimolanti es. ecstasy, amfetamine, metamfetamine), cocaina, allucinogeni (LSD, funghi allucinogeni, ketamina) e, infine, eroina. Consumi maggiori nei maschi. Consumi crescono al crescere dell età, ma riguardano anche giovanissimi (ad eccezione dell eroina, che rimane sostanzialmente 10 stabile tra le fasce di età).

11 2. Precocità dell approccio Gioco d azzardo Precoce anche l approccio ai giochi: LT 37% minorenni e 36% dei 15enni LY 30,2% dei minorenni e 27% dei 15enni! il 2,9% degli studenti ha profilo di giocatore a rischio, 2,4% di giocatore problematico 30,2% 11

12 3. I Comportamenti rischiosi Uso di smart drugs e sostanze sconosciute Il 2%gli studenti ha utilizzato almeno una volta nella propria vita smart drugs,, l 1% negli ultimi 30gg Il 2% degli studenti della provincia ha riferito di aver utilizzato almeno una volta nella vita sostanze psicoattive sconosciute, senza sapere cioè di quale tipo di sostanze si trattasse. Sia maschi sia femmine, già a 15 anni(1,7%m e 1,3%F).Cresce al crescere dell etàfino ai 17 anni (2,8%), per poi decrescere. 12

13 3. I Comportamenti rischiosi Uso di psicofarmaci non prescritti Il 21,2% degli studenti ha assunto psicofarmaci senza prescrizione medica almeno una volta nella vita, l 12% lo ha fatto negli ultimi 12 mesi, il 7,0% nell ultimo mese. Il 2,2% ne ha fatto uso frequente (10 o più volte nell ultimo mese). Il consumo riguarda maggiormente le ragazze. 13

14 3. I Comportamenti rischiosi Binge drinking Un terzo degli studentiha riferito che almeno una volta nell ultimo mese un binge drinking. Prevalenze superiori nei maschi. Aumenta al crescere dell etàfino ai 18 anni, poi decresce nell anno successivo per i maschi. Riguarda tuttavia anche soggetti giovanissimi (20,6% dei 15enni) e ha coinvolto il 28,4% dei minorenni. 14

15 3. I Comportamenti rischiosi Poliuso Si conferma la frequente associazione tra sostanze e tra alcol e sostanze. L 11,1% degli studenti riferisce di aver usato nell ultimo mese una o più sostanze illegali e di aver fatto binge drinking. Tra i binge drinkers (che corrispondono al 33,3% degli studenti), il 34,4% ha utilizzato sostanze illegali nell ultimo mese. Tra coloro che hanno utilizzato sostanze illegali nell ultimo mese (il 14,9% degli studenti), il 71,7% ha fatto anche binge drinking. 15

16 (20 o più volte nell ultimo mese per alcol e cannabis, 10 o più volte le altre sostanze) Nessuna variazione rispetto al I Comportamenti rischiosi Consumo frequente Un rapido calcolo,.un quadro di scenario approssimativo, ma su cui riflettere In rapporto alla popolazione residente di anni in provincia di Bergamo, potrebbe significare: frequent users di alcol di cannabis 273 di stimolanti 218di smart drug, 218 cocaina, allucinogeni, 218 eroina

17 4. Fattori di rischio e di protezione Vengono ancora una volta riconfermati quelli indicati dal NIDA (Canning 17 et all. 2004)

18 4. Fattori di rischio e di protezione! due su tutti aver perso tre o più giorni di scuola nell ultimo mese senza motivo aver avuto una riduzione del rendimento scolastico! Attenzione a questi segnali 18

19 Sintesi ESPAD 2016 I dati della provincia di Bergamo Calo dei consumi ma rimane significativa la quota di chi abusa Precocità dell approccio e dei comportamenti di abuso Scarsa percezione dei rischi per una buona quota di studenti o! farmaci non prescritti (27%) o! smartdrugs o! Sostanze sconosciute o! Uso regolare di cannabis (48% non rischioso) Fattori di rischio e protezione conferma di quanto riscontrabile in letteratura Confronto con dato nazionale2015 valori tendenzialmente inferiori in attesa dei dati

20 In sintesi i dati ci dicono che il cammino deve proseguire nella direzione intrapresa 20

21 GRAZIE PER L ATTENZIONE 21

Alcuni dati sul fenomeno del consumo di bevande alcoliche nella popolazione studentesca anni della provincia di Bergamo

Alcuni dati sul fenomeno del consumo di bevande alcoliche nella popolazione studentesca anni della provincia di Bergamo Alcuni dati sul fenomeno del consumo di bevande alcoliche nella popolazione studentesca 15 19 anni della provincia di Bergamo N. 02/2017 IL CONSUMO DI BEVANDE ALCOLICHE TRA GLI STUDENTI DI 15-19 ANNI DELLA

Dettagli

L epidemiologia delle dipendenze in Italia

L epidemiologia delle dipendenze in Italia L epidemiologia delle dipendenze in Italia LE DIMENSIONI DEL FENOMENO Generazione In- Dipendente L epidemiologia delle dipendenze in Italia Tutti i dati statistico-epidemiologici sullo stato delle tossicodipendenze

Dettagli

CONSUMI DI SOSTANZE PSICOATTIVE E ALTRI COMPORTAMENTI A RISCHIO NELLA POPOLAZIONE STUDENTESCA

CONSUMI DI SOSTANZE PSICOATTIVE E ALTRI COMPORTAMENTI A RISCHIO NELLA POPOLAZIONE STUDENTESCA CONSUMI DI SOSTANZE PSICOATTIVE E ALTRI COMPORTAMENTI A RISCHIO NELLA POPOLAZIONE STUDENTESCA I dati relativi alle prevalenze dei consumi di sostanze psicoattive, legali ed illegali, nella popolazione

Dettagli

Rapporto 2010 su consumo e dipendenze da sostanze in Emilia-Romagna

Rapporto 2010 su consumo e dipendenze da sostanze in Emilia-Romagna Rapporto 21 su consumo e dipendenze da sostanze in Emilia-Romagna Osservatorio regionale sulle dipendenze dipendenze patologiche Rapporto 21 su consumo e dipendenze da sostanze in Emilia-Romagna Osservatorio

Dettagli

ESPAD-Italia 2005 The European School Survey Project on Alcohol and Other Drugs

ESPAD-Italia 2005 The European School Survey Project on Alcohol and Other Drugs 2005 ESPAD-Italia 2005 The European School Survey Project on Alcohol and Other Drugs Consumi riferiti di tabacco, alcol e altre sostanze nella popolazione giovanile scolarizzata Materiale per le Scuole

Dettagli

USO DI SOSTANZE PSICOTROPE, GIOCO D AZZARDO E CONSEGUENZE SANITARIE

USO DI SOSTANZE PSICOTROPE, GIOCO D AZZARDO E CONSEGUENZE SANITARIE USO DI SOSTANZE PSICOTROPE, GIOCO D AZZARDO E CONSEGUENZE SANITARIE Alice Berti Settore Sociale Osservatorio di Epidemiologia Gli effetti della crisi economica sulla salute della popolazione toscana Come

Dettagli

iemonte 32 99/1 lle d'aosta 33 75/25 5 ombardia 36 95/5 45.A. Bolzano /0 4

iemonte 32 99/1 lle d'aosta 33 75/25 5 ombardia 36 95/5 45.A. Bolzano /0 4 egioni lle d'aosta 33 75/25 5 ombardia 36 95/5 45.A. Bolzano 35 100/0 4 DIPARTIMENTO delle DIPENDENZE P.A. Trento 37 75/25 4 Veneto 32 100/0 22 li Venezia Giulia 32 95/6 2 Liguria 37 100/1 2 milia Romagna

Dettagli

Fabio Voller Osservatorio di Epidemiologia Agenzia regionale di sanità della Toscana

Fabio Voller Osservatorio di Epidemiologia Agenzia regionale di sanità della Toscana I DATI DEL PROGETTO EDIT PER IL CONSUMO DI ALCOL, FUMO DI SIGARETTA E FARMACI Fabio Voller Osservatorio di Epidemiologia Agenzia regionale di sanità della Toscana ADOLESCENTI E STILI DI VITA: UN INDAGINE

Dettagli

IL CONSUMO DI SOSTANZE PSICOATTIVE LEGALI/ILLEGALI NELLA POPOLAZIONE RESIDENTE NELLA CITTA DI MILANO. SURVEY 2015

IL CONSUMO DI SOSTANZE PSICOATTIVE LEGALI/ILLEGALI NELLA POPOLAZIONE RESIDENTE NELLA CITTA DI MILANO. SURVEY 2015 IL CONSUMO DI SOSTANZE PSICOATTIVE LEGALI/ILLEGALI NELLA POPOLAZIONE RESIDENTE NELLA CITTA DI MILANO. SURVEY 2015 A cura dell Osservatorio Dipartimento Dipendenze ATS Milano in collaborazione con EMG (società

Dettagli

I dati sui consumi della popolazione italiana provenienti dalle rilevazioni ESPAD Italia ed IPSAD Italia

I dati sui consumi della popolazione italiana provenienti dalle rilevazioni ESPAD Italia ed IPSAD Italia I dati sui consumi della popolazione italiana provenienti dalle rilevazioni ESPAD Italia ed IPSAD Italia Sabrina Molinaro, PhD Dir. Sez. Epidemiologia e Ricerca sui Servizi Sanitari Istituto di Fisiologia

Dettagli

Consumo di sostanze tra gli allievi svizzeri nel 2014 e evoluzione dal 1986 Risultati dello studio Health Behaviour in School-aged Children (HBSC)

Consumo di sostanze tra gli allievi svizzeri nel 2014 e evoluzione dal 1986 Risultati dello studio Health Behaviour in School-aged Children (HBSC) Riassunto Consumo di sostanze tra gli allievi svizzeri nel 2014 e evoluzione dal 1986 Risultati dello studio Health Behaviour in School-aged Children () Marmet, S., Archimi, A., Windlin, B. Delgrande Jordan,

Dettagli

CAP. VI STORIA DELLA DIFFUSIONE DELLE DROGHE IN ITALIA VETTORATO G. PSICOSOCIOLOGIA DELLA TOSSICODIPENDENZA

CAP. VI STORIA DELLA DIFFUSIONE DELLE DROGHE IN ITALIA VETTORATO G. PSICOSOCIOLOGIA DELLA TOSSICODIPENDENZA CAP. VI STORIA DELLA DIFFUSIONE DELLE DROGHE IN ITALIA VETTORATO G. PSICOSOCIOLOGIA DELLA TOSSICODIPENDENZA ANNI 50 60: GLI INIZI DELLA DIFFUSIONE DELLE DROGHE Anni 50 non diffuse Elite Anni 60 diffusione

Dettagli

Scheda di valutazione del minore e della famiglia I accesso

Scheda di valutazione del minore e della famiglia I accesso Scheda di valutazione del minore e della famiglia I accesso La presente scheda viene utilizzata per la valutazione iniziale dei soggetti minorenni con i relativi genitori che accedono al servizio per un

Dettagli

Fabio Voller Alice Berti

Fabio Voller Alice Berti Anfiteatro Andrzej Tomaszewski Auditorium al Duomo Firenze, 5 dicembre 2011 Consumi e stili di vita: l alcol e le altre sostanze psicoattive Fabio Voller Alice Berti Settore Servizi Sociali Integrati Osservatorio

Dettagli

UOS Osservatorio Epidemiologico Metropolitano Dipendenze Patologiche.

UOS Osservatorio Epidemiologico Metropolitano Dipendenze Patologiche. Azienda USL Città di Bologna Dipartimento Salute Mentale e Dipendenze UOS Osservatorio Epidemiologico Metropolitano Dipendenze Patologiche Rapporto 2016 sulle dipendenze nell area metropolitana di Bologna

Dettagli

Proposte di programmi di prevenzione ambito scolastico

Proposte di programmi di prevenzione ambito scolastico SETTORE DIPENDENZE PATOLOGICHE Proposte di programmi di prevenzione ambito scolastico D.ssa MARIA CORVESE : psicologa psicoterapeuta, Servizio di Psicologia referente prevenzione del Settore Dipendenze

Dettagli

EPIDEMIOLOGIA DEL GIOCO D AZZARDO

EPIDEMIOLOGIA DEL GIOCO D AZZARDO EPIDEMIOLOGIA DEL GIOCO D AZZARDO Fabio Voller Alice Berti Settore Sociale Osservatorio di Epidemiologia Presentazione del volume GAP - Il gioco d azzardo patologico Orientamenti per la prevenzione e la

Dettagli

IL CONSUMO DI SOSTANZE ILLEGALI E LE CONSEGUENZE DELL ABUSO IN TOSCANA

IL CONSUMO DI SOSTANZE ILLEGALI E LE CONSEGUENZE DELL ABUSO IN TOSCANA IL CONSUMO DI SOSTANZE ILLEGALI E LE CONSEGUENZE DELL ABUSO IN TOSCANA Alice Berti Settore Sociale Osservatorio di Epidemiologia ATTIVITA DI CONTRASTO: i sequestri in Europa 1 milione di sequestri di droghe

Dettagli

1 2 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 500 400 300 200 100 0 Cannabis Ecstasy, lsd, anfetamine Cocaina Eroina Alcool, tabacco si 243 393 425 430 11 no 193 43 11 6 425 13 Socializzazione 100% 80% 60% 40% 20% 0% CANNABIS

Dettagli

Parte Introduttiva integrarsi meglio a livello sociale

Parte Introduttiva integrarsi meglio a livello sociale Parte Introduttiva La nostra attenzione è rivolta verso le tematiche riguardanti: gruppo, norme, devianza e uso di droghe. Il consumo di alcol e di droghe è in crescita nel mondo e nel nostro Paese, soprattutto

Dettagli

I sistemi informativi di sorveglianza: i dati toscani e pratesi sui consumi di droghe

I sistemi informativi di sorveglianza: i dati toscani e pratesi sui consumi di droghe I sistemi informativi di sorveglianza: i dati toscani e pratesi sui consumi di droghe Alice Berti Agenzia regionale di sanità della Toscana 5 aprile 2016 GIORNATA DI STUDIO: IL FENOMENO DELLE DIPENDENZE

Dettagli

Indagini sul Consumo di sostanze stupefacenti

Indagini sul Consumo di sostanze stupefacenti Indagini sul Consumo di sostanze stupefacenti POPOLAZIONE GENERALE 15-64 ANNI POPOLAZIONE STUDENTESCA 15-19 ANNI GPS - ITA General Population Survey (QST -12.323 soggetti, T.A. 12,7% CATI 3009 soggetti,

Dettagli

Report SALUTE BENESSERE COMPORTAMENTI A RISCHIO dei ragazzi del territorio imolese. Consultorio Familiare Azienda USL di Imola

Report SALUTE BENESSERE COMPORTAMENTI A RISCHIO dei ragazzi del territorio imolese. Consultorio Familiare Azienda USL di Imola Report 2007 SALUTE BENESSERE COMPORTAMENTI A RISCHIO dei ragazzi del territorio imolese Consultorio Familiare Azienda USL di Imola Ricerca La ricerca è stata realizzata nel 2007 Hanno partecipato 608 ragazzi

Dettagli

Differenza di genere: Dipendenza al femminile. Antonella Manfredi

Differenza di genere: Dipendenza al femminile. Antonella Manfredi Differenza di genere: Dipendenza al femminile Antonella Manfredi Non è semplice tracciare un quadro completo sulla differenza di genere nel consumo di sostanze e i comportamentidiconsumoarischio,ancheperché

Dettagli

Elaborazioni da Rapporto ESPAD, 2015

Elaborazioni da Rapporto ESPAD, 2015 Elaborazioni da Rapporto ESPAD, 2015 http://www.quotidianosanita.it/allegati/allegato659136.pdf Giuseppe Gorini-ISPO Firenze/ Sandra Bosi/ LILT Reggio Emilia-Luoghi di Prevenzione Cos è Espad Ricerca sui

Dettagli

CONTESTO SOCIALE E CULTURALE

CONTESTO SOCIALE E CULTURALE PARTE 1 CONTESTO SOCIALE E CULTURALE 1.1 Opinione pubblica sull uso di sostanze psicoattive 1.1.1 Disapprovazione dell uso di sostanze psicoattive 1.1.2 Percezione dei rischi correlati all uso di sostanze

Dettagli

RELAZIONE AL PARLAMENTO Giovanni Serpelloni Capo Dipartimento Politiche Antidroga

RELAZIONE AL PARLAMENTO Giovanni Serpelloni Capo Dipartimento Politiche Antidroga RELAZIONE AL PARLAMENTO 2011 Giovanni Serpelloni Capo Dipartimento Politiche Antidroga Scenario 2009 2010: stima dei consumatori e quote di contrazione nella popolazione generale 20 30% Quota di contrazione

Dettagli

Abuso di alcol e binge drinking in Italia dalle indagini ISTAT

Abuso di alcol e binge drinking in Italia dalle indagini ISTAT Abuso di alcol e binge drinking in Italia dalle indagini ISTAT Linda Laura Sabbadini Direttore Centrale ISTAT ALCOHOL PREVENTION DAY 20 aprile 2006, Istituto Superiore di Sanità Fonte dei dati: Indagine

Dettagli

I risultati della ricerca regionale sui comportamenti dei giovani frequentatori della Movida. Alice Berti Osservatorio di epidemiologia

I risultati della ricerca regionale sui comportamenti dei giovani frequentatori della Movida. Alice Berti Osservatorio di epidemiologia I risultati della ricerca regionale sui comportamenti dei giovani frequentatori della Movida Alice Berti Osservatorio di epidemiologia Firenze 22 settembre 2016 Biblioteca delle Oblate Convegno internazionale

Dettagli

Newsletter del progetto del CNCA sulla riduzione del rischio e dei danni del gioco d azzardo patologico

Newsletter del progetto del CNCA sulla riduzione del rischio e dei danni del gioco d azzardo patologico GIUGNO 2016 Newsletter del progetto del CNCA sulla riduzione del rischio e dei danni del gioco d azzardo patologico Il progetto Indice Il progetto 1 I dati sul gioco d azzardo in Italia 2 Il gioco d'azzardo

Dettagli

Fabio Voller Osservatorio di Epidemiologia Agenzia regionale di sanità della Toscana

Fabio Voller Osservatorio di Epidemiologia Agenzia regionale di sanità della Toscana I DATI DEL PROGETTO EDIT PER IL CONSUMO DI ALCOL, FUMO DI SIGARETTA E FARMACI Fabio Voller Osservatorio di Epidemiologia Agenzia regionale di sanità della Toscana ADOLESCENTI E STILI DI VITA: UN INDAGINE

Dettagli

I risultati della ricerca regionale sui comportamenti dei giovani frequentatori della Movida. Alice Berti Alice Berti Osservatorio di epidemiologia

I risultati della ricerca regionale sui comportamenti dei giovani frequentatori della Movida. Alice Berti Alice Berti Osservatorio di epidemiologia I risultati della ricerca regionale sui comportamenti dei giovani frequentatori della Movida Alice Berti Alice Berti Osservatorio di epidemiologia Firenze 22 settembre 2016 Biblioteca delle Oblate Convegno

Dettagli

che si fugge tuttavia! Chi vuol esser lieto, sia:

che si fugge tuttavia! Chi vuol esser lieto, sia: Quant è bella giovinezza, che si fugge tuttavia! Chi vuol esser lieto, sia: di doman non c èc certezza In Italia nei giovani tra 15 e 19 anni Il 31,7% ha assunto sostanze psicotrope Il 13,4% ha avuto

Dettagli

Uso e abuso di alcol in Italia I dati delle indagini Istat

Uso e abuso di alcol in Italia I dati delle indagini Istat Uso e abuso di alcol in Italia I dati delle indagini Istat ALCOHOL PREVENTION DAY 23 aprile 2009 Istituto Superiore di Sanità Linda Laura Sabbadini Direttore Centrale ISTAT Aspetti metodologici Fonte dei

Dettagli

Epidemiologia del gioco d azzardo. Dati nazionali e internazionali

Epidemiologia del gioco d azzardo. Dati nazionali e internazionali Epidemiologia del gioco d azzardo Dati nazionali e internazionali R. Mollica 2013 La dimensione del fenomeno in Italia è difficilmente stimabile in quanto, ad oggi, non esistono studi accreditati, esaustivi

Dettagli

Rapporto sullo stato delle Dipendenze Patologiche nella provincia di Ferrara

Rapporto sullo stato delle Dipendenze Patologiche nella provincia di Ferrara Rapporto sullo stato delle Dipendenze Patologiche nella provincia di Ferrara 13 marzo 2007 Cristina Sorio Responsabile Osservatorio Epidemiologico Dipendenze Patologiche Azienda USL di Ferrara LIVELLO

Dettagli

Alcuni dati sul fenomeno del Gioco d Azzardo in Italia e in provincia di Bergamo

Alcuni dati sul fenomeno del Gioco d Azzardo in Italia e in provincia di Bergamo DIPARTIMENTO DELLE DIPENDENZE Direttore dott. Marco Riglietta via Borgo Palazzo, 130-24125 Bergamo Italy Tel +390352270382 - Fax +390352270393 www.asl.bergamo.it/dipartimentodipendenze (PEC): protocollo@pec.asl.bergamo.it

Dettagli

TRA GLI UTENTI DEI SER.T.: POLIDIPENDENZE E COMORBILITA. Alice Berti Agenzia Regionale di Sanità Osservatorio di Epidemiologia

TRA GLI UTENTI DEI SER.T.: POLIDIPENDENZE E COMORBILITA. Alice Berti Agenzia Regionale di Sanità Osservatorio di Epidemiologia IL GIOCO D AZZARDO D PATOLOGICO TRA GLI UTENTI DEI SER.T.: POLIDIPENDENZE E COMORBILITA Alice Berti Agenzia Regionale di Sanità Osservatorio di Epidemiologia PREMESSA: IL GAMBLING E UN ATTIVITA CHE HA

Dettagli

4, milioni. milioni. POPOLAZIONE In aumento anziani e stranieri residenti 7,4% 14% 64,8% 21,2% più di

4, milioni. milioni. POPOLAZIONE In aumento anziani e stranieri residenti 7,4% 14% 64,8% 21,2% più di POPOLAZIONE In aumento anziani e stranieri 60milioni più di 60.782.668 residenti Al 1 gennaio 2014 la popolazione residente supera i 60 milioni Continua il processo di invecchiamento della popolazione

Dettagli

Uso di sostanze e comportamenti a rischio tra gli studenti 15-19enni

Uso di sostanze e comportamenti a rischio tra gli studenti 15-19enni Dipartimento Dipendenze Uso di sostanze e comportamenti a rischio tra gli studenti 15-19enni I dati dello Studio Espad Italia 212 con sovracampionamento per la Provincia di Lecco A cura dell Osservatorio

Dettagli

Aggiornare le politiche di prevenzione e di contrasto del consumo/abuso di sostanze. Linee di indirizzo regionali

Aggiornare le politiche di prevenzione e di contrasto del consumo/abuso di sostanze. Linee di indirizzo regionali Aggiornare le politiche di prevenzione e di contrasto del consumo/abuso di sostanze Linee di indirizzo regionali Come nascono le linee di indirizzo Documento preliminare, condiviso con l Assessore regionale

Dettagli

Uso e abuso di alcol in Italia I dati delle indagini Istat

Uso e abuso di alcol in Italia I dati delle indagini Istat Uso e abuso di alcol in Italia I dati delle indagini Istat ALCOHOL PREVENTION DAY 7 aprile 2011 Istituto Superiore di Sanità ISTAT Domenico Adamo Trend nel consumo di alcol tra 2000 e 2010 Persone di 14

Dettagli

Alcuni dati sul fenomeno del Gioco d Azzardo in Italia e in provincia di Bergamo

Alcuni dati sul fenomeno del Gioco d Azzardo in Italia e in provincia di Bergamo DIPARTIMENTO DELLE DIPENDENZE Direttore dott. Marco Riglietta via Borgo Palazzo, 130-24125 Bergamo Italy Tel +390352270382 - Fax +390352270393 www.asl.bergamo.it/dipartimentodipendenze (PEC): protocollo@pec.asl.bergamo.it

Dettagli

Uso di droga nella popolazione

Uso di droga nella popolazione USO DI DROGA NELLA POPOLAZIONE Uso di droga nella popolazione generale L obiettivo dell indagine campionaria IPSAD Italia2003 (Italian Population Survey on Alcool and Drugs), è quello di rilevare l utilizzo

Dettagli

Alterazioni voluttuarie degli stati mentali e dipendenze

Alterazioni voluttuarie degli stati mentali e dipendenze Alterazioni voluttuarie degli stati mentali e dipendenze Il Dipartimento Dipendenze dell'asl di Milano ha organizzato per Martedì 25 febbraio 2014 un convegno sul tema della diffusione del consumo di sostanze

Dettagli

A cura di Alice Berti, Fabio Voller

A cura di Alice Berti, Fabio Voller USO,, ABUSO DI SOSTANZE PSICOTROPE ILLEGALI E CONSEGUENZE SANITARIE IN TOSCANA A cura di Alice Berti, Fabio Voller Aggiornamento dicembre 2012 1 I consumi delle sostanze psicotrope Dal contesto mondiale

Dettagli

Prevo.Lab RICERCA - STUDIO PREVISIONE DELL EVOLUZIONE DEI FENOMENI DI ABUSO

Prevo.Lab RICERCA - STUDIO PREVISIONE DELL EVOLUZIONE DEI FENOMENI DI ABUSO DIPARTIMENTO DIPENDENZE Prevo.Lab RICERCA - STUDIO PREVISIONE DELL EVOLUZIONE DEI FENOMENI DI ABUSO Report Area Interviste Testimoni Privilegiati PREVO.METER Maggio 2009 Responsabile Ricerca-Studio: Gruppo

Dettagli

L USO DI SOSTANZE STUPEFACENTI IN ITALIA

L USO DI SOSTANZE STUPEFACENTI IN ITALIA Senato della Repubblica - 5 - L USO DI SOSTANZE STUPEFACENTI IN ITALIA Dati relativi all'anno 2013-2014 (primo semestre) Dipartimento Politiche Antidroga - Presidenza del Consiglio dei Ministri 1. CONSUMO

Dettagli

I dati toscani sui consumi e sulle conseguenze sanitarie dell uso e abuso di droghe

I dati toscani sui consumi e sulle conseguenze sanitarie dell uso e abuso di droghe I dati toscani sui consumi e sulle conseguenze sanitarie dell uso e abuso di droghe Alice Berti Fabio Voller Convegno Il fenomeno delle dipendenze da sostanze in Toscana: consumi e conseguenze, rete dei

Dettagli

FATTI E CIFRE SULLE DIPENDENZE DA SOSTANZE E COMPORTAMENTI IN PIEMONTE

FATTI E CIFRE SULLE DIPENDENZE DA SOSTANZE E COMPORTAMENTI IN PIEMONTE ASSESSORATO TUTELA DELLA SALUTE E SANITA' Direzione PROGRAMMAZIONE SANITARIA FATTI E CIFRE SULLE DIPENDENZE DA SOSTANZE E COMPORTAMENTI IN PIEMONTE Informazioni derivate da: schede ministeriali 1991-2010

Dettagli

La dott.ssa Viola Gherardi per la preziosa collaborazione.

La dott.ssa Viola Gherardi per la preziosa collaborazione. Si ringraziano vivamente tutti i docenti universitari del Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia dell Università degli Studi di Siena che hanno consentito la distribuzione del questionario IPSAD Italia

Dettagli

POR. Area 2 Rho e Legnano. FEBBRAIO DATI aprile dicembre 2016

POR. Area 2 Rho e Legnano. FEBBRAIO DATI aprile dicembre 2016 POR Area 2 e FEBBRAIO 2017. DATI aprile dicembre 2016 Area 2: CAMPIONE/territorio EQUIPE N Milano 604 441 117 Varese 2326 Totale 3488 GENERE maschio 318 72,1% 79 67,5% femmina 123 27,9% 38 32,5% ETA 14-17

Dettagli

Rapporto 2014 sulle dipendenze nell area metropolitana di Bologna

Rapporto 2014 sulle dipendenze nell area metropolitana di Bologna Rapporto 2014 sulle dipendenze nell area metropolitana di Bologna Quadro epidemiologico Caratteristiche tossicodipendenti, alcolisti e giocatori d azzardo patologici Attività dei servizi A cura di Raimondo

Dettagli

Tipologia utenti presi in carico dal Ser.T di Prato. Tab.5.15: Tipologia utenti presi in carico dal Ser.T di Prato per classi di età

Tipologia utenti presi in carico dal Ser.T di Prato. Tab.5.15: Tipologia utenti presi in carico dal Ser.T di Prato per classi di età Tab.5.14: Tipologia utenti presi in carico dal Ser.T di Prato Tipologia utenti presi in carico dal Ser.T di Prato Nuovi utenti 72 48 44 51 106 133 Proporzione di maschi (nuovi utenti) 93% 92% 86% 78% 84%

Dettagli

Uso e abuso di alcol in Italia I dati delle indagini Istat

Uso e abuso di alcol in Italia I dati delle indagini Istat Uso e abuso di alcol in Italia I dati delle indagini Istat ALCOHOL PREVENTION DAY 12 aprile 2012 Istituto Superiore di Sanità ISTAT Luciana Quattrociocchi Team di Ricerca: Sante Orsini, Emanuela Bologna,

Dettagli

Dipendenze: LA RETE ASSISTENZIALE NELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

Dipendenze: LA RETE ASSISTENZIALE NELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Dipendenze: LA RETE ASSISTENZIALE NELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Gli autori del rapporto sono: Per il Servizio per le Tossicodipendenze (SerT) della Provincia Autonoma di Trento: Enrica Latterini Rose

Dettagli

Alcuni dati sull attività svolta dal. Dipartimento delle Dipendenze. nell Ambito territoriale di Seriate. Anno 2013

Alcuni dati sull attività svolta dal. Dipartimento delle Dipendenze. nell Ambito territoriale di Seriate. Anno 2013 DIPARTIMENTO DELLE DIPENDENZE Alcuni dati sull attività svolta dal Dipartimento delle Dipendenze nell Ambito territoriale di Seriate Anno 2013 Anno 2014 1 Alcuni dati sull attività svolta dal Dipartimento

Dettagli

APPROFONDIMENTO: gli altri consumi psicoattivi

APPROFONDIMENTO: gli altri consumi psicoattivi PARTE 11 APPROFONDIMENTO: gli altri consumi psicoattivi 11.1 Opinione pubblica sull uso di sostanze psicoattive legali e sul gioco d azzardo 11.1.1 Disapprovazione dell uso di altre sostanze psicoattive

Dettagli

I consumi di alcol nella popolazione studentesca italiana. Studio ESPAD Italia. (European School Survey Project on Alcohol and Other Drugs)

I consumi di alcol nella popolazione studentesca italiana. Studio ESPAD Italia. (European School Survey Project on Alcohol and Other Drugs) I consumi di alcol nella popolazione studentesca italiana. Studio ESPAD Italia (European School Survey Project on Alcohol and Other Drugs) Sezione di Epidemiologia e Ricerca sui Servizi Sanitari, Istituto

Dettagli

I CONSUMI DELLE SOSTANZE PSICOTROPE E LE TOSSICODIPENDENZE IN CIFRE

I CONSUMI DELLE SOSTANZE PSICOTROPE E LE TOSSICODIPENDENZE IN CIFRE I CONSUMI DELLE SOSTANZE PSICOTROPE E LE TOSSICODIPENDENZE IN CIFRE A cura di Alice Berti, Cristina Orsini, Fabio Voller Settore Epidemiologia dei servizi sociali integrati Osservatorio di Epidemiologia

Dettagli

Consiglio Nazionale delle Ricerche di Pisa Istituto Di Fisiologia Clinica Reparto di Epidemiologia e Ricerca sui Servizi Sanitari

Consiglio Nazionale delle Ricerche di Pisa Istituto Di Fisiologia Clinica Reparto di Epidemiologia e Ricerca sui Servizi Sanitari 2 Consiglio Nazionale delle Ricerche di Pisa Istituto Di Fisiologia Clinica Reparto di Epidemiologia e Ricerca sui Servizi Sanitari ESPAD-ITALIA INDAGINE SUL CONSUMO DI ALCOL E ALTRE SOSTANZE NELLA POPOLAZIONE

Dettagli

PROVINCIA DI ROVIGO Assessorato alle Politiche Giovanili

PROVINCIA DI ROVIGO Assessorato alle Politiche Giovanili PROVINCIA DI ROVIGO Assessorato alle Politiche Giovanili OSSERVATORIO SUL DISAGIO GIOVANILE Ser.T. e Associazioni Aggiornamento dei dati - Anno 2010 Luglio 2011 Si ringraziano per i dati forniti e la cortese

Dettagli

Consumi e stili di vita: le bevande alcoliche. Fabio Voller

Consumi e stili di vita: le bevande alcoliche. Fabio Voller Consumi e stili di vita: le bevande alcoliche Fabio Voller 16 14 12 10 8 6 4 2 0 Il consumo di alcol totale in Italia (1961 2005) 1967 1970 1973 1976 1979 1982 1985 1988 1991 1994 1997 2000 2003 Fonte:

Dettagli

ROMA-CNR 9 luglio 2015

ROMA-CNR 9 luglio 2015 1 ROMA-CNR 9 luglio 15 La presente brochure é una sintesi delle principali evidenze emerse dall analisi, allargata ad un orizzonte decennale, delle principali sorveglianze epidemiologiche a carattere nazionale

Dettagli

Indagine sul consumo di sostanze psicotrope negli studenti delle scuole secondarie di secondo grado In collaborazione con

Indagine sul consumo di sostanze psicotrope negli studenti delle scuole secondarie di secondo grado In collaborazione con REPORT SPS-ITA 2012 Indagine sul consumo di sostanze psicotrope negli studenti delle scuole secondarie di secondo grado In collaborazione con CUEIM Dipartimento Scienze Statistiche REPORT SPS-ITA 2012

Dettagli

FATTI E CIFRE SULLE DIPENDENZE DA SOSTANZE E COMPORTAMENTI IN PIEMONTE

FATTI E CIFRE SULLE DIPENDENZE DA SOSTANZE E COMPORTAMENTI IN PIEMONTE Assessorato alla Sanità, Livelli essenziali di assistenza, Edilizia sanitaria FATTI E CIFRE SULLE DIPENDENZE DA SOSTANZE E COMPORTAMENTI IN PIEMONTE Informazioni derivate da: schede ministeriali 1991-214

Dettagli

GIOCO D AZZARDO - DATI IN SINTESI Fonte: Siipac

GIOCO D AZZARDO - DATI IN SINTESI Fonte: Siipac GIOCO D AZZARDO - DATI IN SINTESI Fonte: Siipac Tra gli italiani che giocano: - il 65% gioca ai Gratta & Vinci, - seguono le lotterie e le scommesse sportive, - poi il gioco on-line, - il gioca carte,

Dettagli

Lo studio ESPAD. (European school project on alcohol and other drugs): Confronto tra Italia e Finlandia. Valeria Siciliano*, Sabrina Molinaro*

Lo studio ESPAD. (European school project on alcohol and other drugs): Confronto tra Italia e Finlandia. Valeria Siciliano*, Sabrina Molinaro* Lo studio ESPAD (European school project on alcohol and other drugs): Confronto tra Italia e Finlandia Valeria Siciliano*, Sabrina Molinaro* Alcol e generazioni: continuità e cambiamenti Confronto tra

Dettagli

RICERCA SUL CONSUMO DI ALCOL E ALTRE SOSTANZE NELLA POPOLAZIONE SCOLASTICA

RICERCA SUL CONSUMO DI ALCOL E ALTRE SOSTANZE NELLA POPOLAZIONE SCOLASTICA Consiglio Nazionale delle Ricerche di Pisa Istituto di Fisiologia Clinica Reparto di Epidemiologia e Ricerca sui Servizi Sanitari ESPAD-ITALIA RICERCA SUL CONSUMO DI ALCOL E ALTRE SOSTANZE NELLA POPOLAZIONE

Dettagli

Uso e abuso di alcol in Italia: I dati delle Indagini ISTAT

Uso e abuso di alcol in Italia: I dati delle Indagini ISTAT Uso e abuso di alcol in Italia: I dati delle Indagini ISTAT ALCOHOL PREVENTION DAY Istituto Superiore di Sanità, 16 aprile 2015 Emanuela Bologna - ISTAT L indagine multiscopo sulle famiglie AVQ e gli Stili

Dettagli

o 3 5 to 3 7 a G iu lia 3 1 ia 3 7 o m a g n a 3 8 c a n a 3 4 b r ia 3 3 Il Fenomeno delle Dipendenze sul Territorio della ASL MI 3

o 3 5 to 3 7 a G iu lia 3 1 ia 3 7 o m a g n a 3 8 c a n a 3 4 b r ia 3 3 Il Fenomeno delle Dipendenze sul Territorio della ASL MI 3 E 3 2 3 3 Regione Lombardia 3 6 Dipartimento ASSI Dipartimento Dipendenze o 3 5 Consiglio Nazionale delle Ricerche Istituto di Fisiologia Clinica Sezione di Epidemiologia e Ricerca sui Servizi Sanitari

Dettagli

DIFFERENZE DI GENERE NEL CONSUMO DI SOSTANZE PSICOTROPE NELLA POPOLAZIONE STUDENTESCA DI ANNI (PROGETTO DAD.NET)

DIFFERENZE DI GENERE NEL CONSUMO DI SOSTANZE PSICOTROPE NELLA POPOLAZIONE STUDENTESCA DI ANNI (PROGETTO DAD.NET) DIFFERENZE DI GENERE NEL CONSUMO DI SOSTANZE PSICOTROPE NELLA POPOLAZIONE STUDENTESCA DI 15-19 ANNI (PROGETTO DAD.NET) 1. PREMESSA 1.1 Quadro di riferimento L assunzione di sostanze psicotrope legali ed

Dettagli

Raimondo Maria Pavarin ASL Bologna Dipartimento Salute mentale Osservatorio Epidemiologico dipendenze. www.ossdipbo.org

Raimondo Maria Pavarin ASL Bologna Dipartimento Salute mentale Osservatorio Epidemiologico dipendenze. www.ossdipbo.org Percezione del danno, comportamenti protettivi, significati: fenomenologia del consumo di sostanze psicoattive tra i soggetti con età inferiore a anni Raimondo Maria Pavarin ASL Bologna Dipartimento Salute

Dettagli

La diffusione attuale del consumo di alcolici in Italia: confronti territoriali e per fasce d età

La diffusione attuale del consumo di alcolici in Italia: confronti territoriali e per fasce d età La diffusione attuale del consumo di alcolici in Italia: confronti territoriali e per fasce d età ISTAT Luciana Quattrociocchi luciana.quattrociocchi@istat.it Emanuela Bologna emanuela.bologna@istat.it

Dettagli

ALCOL CANNABIS COCAINA AMFETAMINE,ECSTASY E SOSTANZE ALLUCINOGENI

ALCOL CANNABIS COCAINA AMFETAMINE,ECSTASY E SOSTANZE ALLUCINOGENI ANNO 2010 EUROPA ITALIA ALCOL CANNABIS COCAINA AMFETAMINE,ECSTASY E SOSTANZE ALLUCINOGENI Bere a rischio pari al 15% della polazione ovvero a 55 milioni di persone compresi i Binge drinkers, 23 milioni

Dettagli

Uso e abuso di alcol in Emilia-Romagna. Anni 2013 e 2014

Uso e abuso di alcol in Emilia-Romagna. Anni 2013 e 2014 Direzione generale centrale Organizzazione, Personale, Sistemi Informativi e Telematica Servizio statistica e informazione geografica Uso e abuso di alcol in Emilia-Romagna. Anni 2013 e 2014 Bologna, 11

Dettagli

I GIOVANI TOSCANI 2016

I GIOVANI TOSCANI 2016 I GIOVANI TOSCANI 2016 FABIO VOLLER ARS Toscana 4 luglio 2017, Salone Brunelleschi Istituto degli Innocenti, Firenze 1 Nati vivi in Toscana Numeri assoluti e tassi di natalità per 1000 residenti periodo

Dettagli

2.1 Soggetti eleggibili a trattamento 25 2.2 Soggetti in trattamento 29 2.3 Soggetti in trattamento per gioco patologico (Gambling) 35

2.1 Soggetti eleggibili a trattamento 25 2.2 Soggetti in trattamento 29 2.3 Soggetti in trattamento per gioco patologico (Gambling) 35 INDICE 1. CONSUMO DI SOSTANZE STUPEFACENTI E GIOCO D AZZARDO 1 1.1 Consumo di sostanze stupefacenti nella popolazione scolastica (15-19 anni) 1 1.2 Consumo di sostanze stupefacenti nella popolazione generale

Dettagli

Progetto Happy Night Ser.T. Arezzo. Questionario

Progetto Happy Night Ser.T. Arezzo. Questionario Progetto Happy Night Ser.T. Arezzo Questionario QUANTI ANNI HAI?... SESSO M F CITTA DI PROVENIENZA TITOLO DI STUDIO licenza elementare licenza media inferiore qualifica professionale licenza media superiore

Dettagli

I nostri ragazzi: lettura dei dati locali

I nostri ragazzi: lettura dei dati locali PARLIAMONE INSIEME per il benessere dei figli attraverso la tranquillità dei genitori I nostri ragazzi: lettura dei dati locali Fiumicello, 29 ottobre 2014 a cura della dott.ssa Stel Silla Dipartimento

Dettagli

Il Piano d azione GAP in provincia di Bergamo i risultati e le azioni future

Il Piano d azione GAP in provincia di Bergamo i risultati e le azioni future Gioco d Azzardo Patologico - GAP dalla Neurobiologia Sperimentale alla Clinica Il Piano d azione GAP in provincia di Bergamo i risultati e le azioni future Mara Azzi Direttore Generale ATS di Bergamo Bergamo

Dettagli

Il consumo di sostanze psicoattive legali e illegali tra i giovani della provincia di Lecco

Il consumo di sostanze psicoattive legali e illegali tra i giovani della provincia di Lecco Dipartimento Dipendenze Il consumo di sostanze psicoattive legali e illegali tra i giovani della provincia di Lecco Marzo 2012 A cura di Costanza Agostoni Referente Osservatorio Dipendenze PRESENTAZIONE

Dettagli

IL GIOCO D AZZARDO IN LOMBARDIA

IL GIOCO D AZZARDO IN LOMBARDIA IL GIOCO D AZZARDO IN LOMBARDIA ATTIVITÀ DELL OSSERVATORIO REGIONALE SULLE DIPENDENZE (ORED) - 15 Guido Gay Milano, 15 ottobre 15 Struttura della presentazione Opinioni sul gioco d azzardo nei social media

Dettagli

Report Area Interviste Testimoni Privilegiati PREVO.METER

Report Area Interviste Testimoni Privilegiati PREVO.METER Dipartimento ASSI DIPARTIMENTO DIPENDENZE Accordo di programma fra la Presidenza del Consiglio dei Ministri e la Regione Lombardia, per la realizzazione di attività coordinate e finalizzate alla progettazione,

Dettagli

Alcuni dati sull attività svolta dal. Dipartimento delle Dipendenze. nell Ambito territoriale di Treviglio. Anno 2013

Alcuni dati sull attività svolta dal. Dipartimento delle Dipendenze. nell Ambito territoriale di Treviglio. Anno 2013 DIPARTIMENTO DELLE DIPENDENZE Alcuni dati sull attività svolta dal Dipartimento delle Dipendenze nell Ambito territoriale di Treviglio Anno 2013 Anno 2014 Alcuni dati sull attività svolta dal Dipartimento

Dettagli

I fattori di rischio degli incidenti stradali nei giovani toscani in base ai dati EDIT 2015

I fattori di rischio degli incidenti stradali nei giovani toscani in base ai dati EDIT 2015 I fattori di rischio degli incidenti stradali nei giovani toscani in base ai dati EDIT 2015 Francesco Innocenti Osservatorio di Epidemiologia francesco.innocenti@ars.toscana.it Agenzia regionale di sanità

Dettagli

DIPARTIMENTO DI FARMACOLOGIA GIORGIO SEGRE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA

DIPARTIMENTO DI FARMACOLOGIA GIORGIO SEGRE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA OSSERVATORIO PERMANENTE SUGLI STUDENTI DELL Risultati preliminari sugli studenti ospiti delle Residenze Universitarie di Siena (Azienda Regionale del Diritto allo Studio Universitario - DSU) Dott. Giuseppe

Dettagli

Prevenzione e riduzione dei rischi: il drug checking quale risposta al consumo ricreativo di sostanze psicoattive

Prevenzione e riduzione dei rischi: il drug checking quale risposta al consumo ricreativo di sostanze psicoattive Prevenzione e riduzione dei rischi: il drug checking quale risposta al consumo ricreativo di sostanze psicoattive Lugano 26. Marzo 2015 MA, Alexander Bücheli; Collaboratore di Safer Nightlife Svizzera

Dettagli

ISTITUTO DI FISIOLOGIA CLINICA CNR Estratto dal rapporto 2015 sul gioco d azzardo

ISTITUTO DI FISIOLOGIA CLINICA CNR Estratto dal rapporto 2015 sul gioco d azzardo Prevalenza (%) ISTITUTO DI FISIOLOGIA CLINICA CNR Estratto dal rapporto 2015 sul gioco d azzardo Il gioco d'azzardo tra gli studenti italiani Lo studio ESPAD Italia realizzato nel 2015 ha evidenziato che

Dettagli

Condizione di fumatore AULSS 3 Bassano del Grappa. nei due sessi. nelle classi di età. nei diversi livelli di istruzione

Condizione di fumatore AULSS 3 Bassano del Grappa. nei due sessi. nelle classi di età. nei diversi livelli di istruzione L abitudine al fumo Il fumo di tabacco è il principale fattore di rischio di numerose patologie croniche, in particolare malattie cardiovascolari, respiratorie e neoplasie. Rappresenta inoltre il primo

Dettagli

La diffusione del Gioco in Italia. Roma 23 Luglio 2015

La diffusione del Gioco in Italia. Roma 23 Luglio 2015 La diffusione del Gioco in Italia Roma 23 Luglio 2015 Sabrina Molinaro, Ph.D Responsabile della Sez. Epidemiologia Istituto di Fisiologia Clinica Consiglio Nazionale delle Ricerche www epid.cnr.it Quanto

Dettagli

I SERVIZI PER LE DIPENDENZE IN LOMBARDIA

I SERVIZI PER LE DIPENDENZE IN LOMBARDIA I SERVIZI PER LE DIPENDENZE IN LOMBARDIA Dott.ssa Paola Sacchi - Dott. Marco Tosi - Dott. Franco Milani Struttura «Salute mentale e penitenziaria e interventi socio sanitari" U.O. Programmazione rete territoriale

Dettagli

Droga e alcol tra i giovani: dati e costi (15 miliardi all'anno)

Droga e alcol tra i giovani: dati e costi (15 miliardi all'anno) Droga e alcol tra i giovani: dati e costi (15 miliardi all'anno) Questa estate abbiamo assistito al dramma di alcuni ragazzi deceduti in discoteca per l uso di droghe letali, vogliamo quindi entrare nel

Dettagli

Introduzione. Fabio Voller Settore Servizi Sociali Integrati Osservatorio di Epidemiologia Agenzia Regionale di Sanità Toscana

Introduzione. Fabio Voller Settore Servizi Sociali Integrati Osservatorio di Epidemiologia Agenzia Regionale di Sanità Toscana Anfiteatro Andrzej Tomaszewski Auditorium al Duomo Firenze, 5 dicembre 2011 Introduzione Fabio Voller Settore Servizi Sociali Integrati Osservatorio di Epidemiologia Agenzia Regionale di Sanità Toscana

Dettagli

Il consumo di alcol in Italia

Il consumo di alcol in Italia ALCOHOL PREVENTION DAY 2017 ROMA 12 APRILE 2017 Il consumo di alcol in Italia I dati delle Indagini ISTAT Emanuela Bologna ISTAT L indagine multiscopo sulle famiglie AVQ e gli Stili di vita L indagine

Dettagli

Le dipendenze nella provincia di Parma: sostanze, consumi, utenti e attività dei servizi dell Azienda USL

Le dipendenze nella provincia di Parma: sostanze, consumi, utenti e attività dei servizi dell Azienda USL Conferenza Stampa Le dipendenze nella provincia di Parma: sostanze, consumi, utenti e attività dei servizi dell Azienda USL Presentazione del Rapporto 2010-2011 Osservatorio sulle dipendenze Parma, 01/08/2012

Dettagli

GIOVANI:USO DI SOSTANZE E NUOVE DIPENDENZE LA REALTA VENEZIANA

GIOVANI:USO DI SOSTANZE E NUOVE DIPENDENZE LA REALTA VENEZIANA 13 gennaio 2015 Hotel Cà Sagredo Venezia LIONS CLUB VENEZIA HOST GIOVANI:USO DI SOSTANZE E NUOVE DIPENDENZE LA REALTA VENEZIANA PANI ALESSANDRO Dir. Dipartimento Dipendenze Ulss 12 Veneziana DIPARTIMENTO

Dettagli

Rapporto 2014 sulle dipendenze in area metropolitana

Rapporto 2014 sulle dipendenze in area metropolitana DSM-DP UOS Osservatorio Epidemiologico Metropolitano Dipendenze Patologiche Rapporto 2014 sulle dipendenze in area metropolitana quadro epidemiologico caratteristiche tossicodipendenti, alcolisti e giocatori

Dettagli