La rete autostradale italiana a pedaggio: la gestione della sicurezza

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La rete autostradale italiana a pedaggio: la gestione della sicurezza"

Transcript

1 Associazione Italiana Società Concessionarie Autostrade e Trafori La rete autostradale italiana a pedaggio: la gestione della sicurezza Ing. Andrea Manfron AISCAT

2 AISCAT e la rete L AISCAT è l Associazione che raggruppa 27 Società Concessionarie che gestiscono km di rete in esercizio di cui: km a tre corsie per senso di marcia 80 km a quattro corsie per senso di marcia oltre 25 km di trafori internazionali tra ponti e viadotti di lunghezza >100 m 641 gallerie di lunghezza >100 m Più di 100 km di nuove tratte in costruzione Più di 500 km di nuove tratte in programma

3 Il contesto di riferimento: mobilità e sicurezza Le autostrade sostengono il 25% circa della mobilità nazionale Nel 2013 sono transitati oltre 75 mld di veicoli-km. Il traffico pesante pari a 23% Rete autostradale a pedaggio: 6,3% della mortalità, 249 vittime (2012), 229 vittime (2013) (In tutta Italia nel 2012 sono morti 564 pedoni e 289 ciclisti) Mobilità Urbana: quasi la metà della mortalità fonte: Elaborazioni su dati ISTAT 2012

4 Sicurezza: risultati nel periodo Incidenti * (-36%) Tasso -32% * con conseguenze alle persone Morti -239 (- 51%) Tasso -49% FERITI -6,088 (-36%) Tasso - 33%

5 Interventi costanti sulla rete Mil. euro di investimenti nel 2013 totale nel periodo :11.195,97 Mil. Euro Importanti interventi di riqualificazione infrastrutturale e adeguamento della capacità di deflusso +307 km di terze corsie (+20% rispetto al 2004) +77,5 km di quarte corsie (non presenti nel 2004) 609 Mil. Euro per manutenzioni ordinarie nel 2013 totale nel periodo : 3.992,85 Mil. Euro) Manutenzione preventiva per mantenere adeguati standard: interventi su pavimentazioni, barriere, segnaletica, opere di presidio idraulico, pulizia pertinenze, sfalcio, ecc. Circa 250 cantieri giornalieri Ogni anno vengono mediamente investiti più di Euro/km in sicurezza e manutenzione della rete

6 Strumenti per la gestione: i sistemi ITS Gestione della mobilità e dell infrastruttura 35 Centri di Controllo del Traffico (h24) Oltre Telecamere lungo la rete Oltre Colonnine SOS Oltre centraline meteo e rilevatori ghiaccio e nebbia Informazione e Assistenza all utenza Circa Pannelli a Messaggio Variabile Call Center Viabilità e Numeri dedicati Web, Radio, Infopoint multimediali, Massimizzazione della fluidità ai caselli Circa Impianti Telepass Circa Porte Automatiche

7 Dotazioni ITS - Potenziamento +297% Telecamere +270% PMV +127% Centraline Meteo +60% Rilevatori Ghiaccio +80% Rilevatori Nebbia +35% Isoradio +85% Porte Automatiche +24% Impianti Telepass

8 Strumenti per la gestione: Addetti alla Viabilità e Cooperazione Concessionari Polizia Stradale Le società concessionarie formano e impiegano al loro interno personale specializzato, attivo h24, 365 giorni l anno, con compiti di: Controllo delle condizioni infrastrutturali e della mobilità Intervento in caso di specifiche turbative risorse umane automezzi 59 caserme 13 COA risorse umane 633 automezzi la Polizia Stradale dedica quote stabili di persone al servizio esclusivo in autostrada, curandone formazione e organizzazione

9 Che fare per il futuro? Adeguato finanziamento delle infrastrutture Coinvolgimento di capitali privati nella gestione delle strade, considerata anche l esiguità delle risorse pubbliche, anche attraverso opportuni strumenti (es. incentivi fiscali,.) Introduzione, anche in strade sino ad oggi gratuite - o meglio - sostenute dalla fiscalità generale, di sistemi di pay for use (tendenza già manifestata in diversi Paesi) Il pedaggio sarà sempre più lo strumento per provvedere alla manutenzione e agli interventi necessari per lo sviluppo e la sicurezza delle reti infrastrutturali Sostenibilità ed efficienza degli investimenti Rendere chiaro e stabile il contesto normativo e regolamentare. L introduzione negli anni di nuove norme, spesso derivate da direttive comunitarie (es. gallerie, sicurezza delle infrastrutture, inquinamento acustico, ITS, ecc.), comporta il rischio di aumentare il gap di servizio e qualità tra la rete autostradale e le altre reti, senza incrementare, al tempo stesso, gli effettivi benefici L attuale contesto dovrebbe portare sempre più ad un effettiva razionalizzazione degli investimenti e all individuazione delle priorità di intervento realmente efficaci in termini di costi-benefici

10 Che fare per il futuro? IL COMPORTAMENTO UMANO È LA PRIMA CAUSA DI INCIDENTALITÀ! Oltre il 90% degli incidenti è causato da comportamenti scorretti da parte dei guidatori (mancato rispetto dei limiti di velocità, delle distanze di sicurezza, manovre vietate, ecc.) Un nuovo Codice della Strada promuovere nuovi strumenti di prevenzione e più efficienti sistemi sanzionatori (anche inasprimento delle sanzioni) dedicare i proventi dei fondi derivanti dalla sanzioni amministrative (in parte) allo sviluppo dei sistemi telematici per il rilevamento infrazioni salvaguardare un corretto rapporto benefici/costi (ad es. verificando l incidenza del fenomeno incidentale) salvaguardare la specificità delle diverse tipologie di strade infrastrutture: garantire la progressione di eventuali interventi di adeguamento delle dotazioni infrastrutturali, tutelare l infrastruttura dai trasporti in eccedenza in massa

PIN Talk Road safety toward 2020

PIN Talk Road safety toward 2020 PIN Talk Road safety toward 2020 THE KEY-PLAYERS DELLA SICUREZZA STRADALE: QUALE RUOLO E QUALI IMPEGNI PER RAGGIUNGERE L OBIETTIVO DEL 2020 Roma, 20 Novembre 2014 ing. Massimo Schintu, Direttore Generale

Dettagli

L integrazione come valore aggiunto nell Infomobilità

L integrazione come valore aggiunto nell Infomobilità L integrazione come valore aggiunto nell Infomobilità Piero Bergamini Responsabile Direzione Servizi Evoluti Autostrade// per l italia Telematic Trends Torino 10 Novembre 2004 1 La rete in gestione Gruppo

Dettagli

PRESENTAZIONE DEL PIANO DI A22 PER L'ESODO ESTIVO 2015

PRESENTAZIONE DEL PIANO DI A22 PER L'ESODO ESTIVO 2015 PRESENTAZIONE DEL PIANO DI A22 PER L'ESODO ESTIVO 2015 Attività, assistenza, informazione e servizi per incrementare l efficienza dell arteria e affrontare l esodo estivo. Stop a cantieri e TIR. Trento,

Dettagli

RINA Organismo Internazionale di Certificazione. RINA Organismo Internazionale di Certificazione

RINA Organismo Internazionale di Certificazione. RINA Organismo Internazionale di Certificazione Schema RINA di Certificazione del Livello Qualitativo Autostradale (LQA) Genova, 25 ottobre 2007 Maura Moretti A chi è rivolto: Enti Gestori, Società Concessionarie per la gestione di tratte autostradali

Dettagli

CITTÀ METROPOLITANA DI FIRENZE La gestione integrata in Global Service delle reti stradali: l esperienza della S.G.C. Firenze-Pisa-Livorno.

CITTÀ METROPOLITANA DI FIRENZE La gestione integrata in Global Service delle reti stradali: l esperienza della S.G.C. Firenze-Pisa-Livorno. CITTÀ METROPOLITANA DI FIRENZE La gestione integrata in Global Service delle reti stradali: l esperienza della S.G.C. Firenze-Pisa-Livorno 1 COME QUANTO COSA «PREMIO BEST PRACTICE PATRIMONI PUBBLICI 2016»

Dettagli

Stato della sicurezza stradale in Italia: priorità. utenti deboli

Stato della sicurezza stradale in Italia: priorità. utenti deboli Stato della sicurezza stradale in Italia: priorità delle politiche nazionali e protezione degli utenti deboli LE DIMENSIONI QUANTITATIVE In Italia, nel 2011, si sono registrati 205.638 incidenti stradali.

Dettagli

La sicurezza nelle infrastrutture della Provincia. Il Progetto Pilota sulla sicurezza sulla S.P. n. 3 Reggio E. - Bagnolo- Novellara.

La sicurezza nelle infrastrutture della Provincia. Il Progetto Pilota sulla sicurezza sulla S.P. n. 3 Reggio E. - Bagnolo- Novellara. La sicurezza nelle infrastrutture della Provincia Il Progetto Pilota sulla sicurezza sulla S.P. n. 3 Reggio E. - Bagnolo- Novellara. 12/1/2010 Francesco Capuano 1 Articolazione strutturale dei Servizi

Dettagli

CONCESSIONARIE AUTOSTRADALI

CONCESSIONARIE AUTOSTRADALI AIPCR COMITATO TECNICO NAZIONALE C.1 Infrastrutture Stradali più Sicure [2008-2011] I RIFLESSI SULLE CONCESSIONARIE AUTOSTRADALI Ing. Antonino Galatà Autostrade per l Italia AIPCR C.1 antonino.galata@autostrade.it

Dettagli

MOBILITY MANAGEMENT UNA SOLUZIONE PER LA MOBILITA SOSTENIBILE DELL AREA VARESINA Varese, 14 maggio 2010

MOBILITY MANAGEMENT UNA SOLUZIONE PER LA MOBILITA SOSTENIBILE DELL AREA VARESINA Varese, 14 maggio 2010 Mobilità e competitività ità le azioni della Camera di Commercio di Varese MOBILITY MANAGEMENT UNA SOLUZIONE PER LA MOBILITA SOSTENIBILE DELL AREA VARESINA Varese, 14 maggio 2010 I FLUSSI DI LAVORATORI

Dettagli

PIANO PER L ESODO ESTIVO 2015

PIANO PER L ESODO ESTIVO 2015 PIANO PER L ESODO ESTIVO 2015 Agosto 2015: previsioni di traffico nella direttrice Milano - Trieste Autostrade A4 da Padova Est a Venezia Est e A57 Tangenziale di Mestre Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì

Dettagli

La sicurezza stradale in Italia: stato dell arte e prospettive future

La sicurezza stradale in Italia: stato dell arte e prospettive future La sicurezza stradale in Italia: stato dell arte e prospettive future Ing. Valentino Iurato Direzione Generale Sicurezza Stradale DIMENSIONI QUANTITATIVE In Italia, nel 2011, si sono registrati 205.638

Dettagli

Pianificazione Invernale Edizione 2014-2015

Pianificazione Invernale Edizione 2014-2015 Pianificazione Invernale Edizione 2014-2015 PIANIFICAZIONE INVERNALE PER LA GESTIONE DELLA VIABILITA E REGOLAMENTAZIONE DELLA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI PESANTI IN AUTOSTRADA IN CASO DI PRECIPITAZIONI NEVOSE

Dettagli

METODOLOGIE DI MANUTENZIONE PROGRAMMATA IN ASPI

METODOLOGIE DI MANUTENZIONE PROGRAMMATA IN ASPI Gestione del rischio indotto da disastri naturali ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITÀ DI BOLOGNA Bologna, V.le Risorgimento, 2 (09 ottobre 2008) METODOLOGIE DI MANUTENZIONE PROGRAMMATA IN ASPI Dott.ssa Ornella

Dettagli

PROGETTO: sicurezza nel trasporto pesante e controllo satellitare

PROGETTO: sicurezza nel trasporto pesante e controllo satellitare PROGETTO: sicurezza nel trasporto pesante e controllo satellitare PRESENTAZIONE La Fondazione Ania per la Sicurezza Stradale è nata per contribuire all impegno assunto da tutti i Paesi europei di ridurre

Dettagli

Soluzioni avanzate per la mobilità urbana Relatore: Mario PERRETTA

Soluzioni avanzate per la mobilità urbana Relatore: Mario PERRETTA Soluzioni avanzate per la mobilità urbana Relatore: Mario PERRETTA Perché? Perché? Autostrade//Tech nasce per mettere a frutto il Know How tecnologico di Autostrade//per l Italia, relativamente agli ITS,

Dettagli

AGGREGAZIONE COMUNI PROVINCIA DI AVELLINO CAPOFILA COMUNE DI FRIGENTO

AGGREGAZIONE COMUNI PROVINCIA DI AVELLINO CAPOFILA COMUNE DI FRIGENTO Stradale. Procedura concorsuale per l'assegnazione di contributi finanziari ai Regione Campania Decreto Dirigenziale 54 del 25/03/2013 COMUNI AZIONI PER LA SICUREZZA STRADALE PREMESSA...3 SETTORE A...3

Dettagli

LE DIMENSIONI QUANTITATIVE DEL PROBLEMA

LE DIMENSIONI QUANTITATIVE DEL PROBLEMA LE DIMENSIONI QUANTITATIVE DEL PROBLEMA In Italia, nel 2008, gli incidenti stradali sono stati 218.963. Hanno determinato 4.731 morti e 310.739 feriti, per un costo sociale di circa 30 miliardi di Euro

Dettagli

Milano: sicurezza urbana

Milano: sicurezza urbana Milano: sicurezza urbana Cruscotto di indicatori A cura di: Giovanni Azzone, Politecnico di Milano Tommaso Palermo, Politecnico di Milano Indice Cruscotto di sintesi pag. 3 Introduzione pag. 4 Indicatori

Dettagli

Le tecnologie ITS per la riduzione dell inquinamento da traffico

Le tecnologie ITS per la riduzione dell inquinamento da traffico XVII CONVEGNO TECNICO ACI LA STRADA PER KYOTO Roma, 16-17 febbraio 2006 SESSIONE C Le strategie di intervento: gli attori del successo Le tecnologie ITS per la riduzione dell inquinamento da traffico Ing.

Dettagli

Lavori di riqualificazione del raccordo autostradale Perugia-Bettolle

Lavori di riqualificazione del raccordo autostradale Perugia-Bettolle L Italia si fa strada Lavori di riqualificazione del raccordo autostradale Perugia-Bettolle Perugia 5 novembre 2015 Informazioni www.stradeanas.it (applicazione VAI) Numero unico Pronto Anas 841148 Sala

Dettagli

REGOLAMENTAZIONE DELLA CIRCOLAZIONE DEI VEICOLI PESANTI IN AUTOSTRADA IN PRESENZA DI NEVE

REGOLAMENTAZIONE DELLA CIRCOLAZIONE DEI VEICOLI PESANTI IN AUTOSTRADA IN PRESENZA DI NEVE REGOLAMENTAZIONE DELLA CIRCOLAZIONE DEI VEICOLI PESANTI IN AUTOSTRADA IN PRESENZA DI NEVE 1.Premessa Gli interventi finalizzati alla gestione delle emergenze che interessano il sistema viario autostradale

Dettagli

Verso il recepimento. prospettive nazionali. Rossella Panero Presidente TTS Italia Torino, 18 novembre 2011

Verso il recepimento. prospettive nazionali. Rossella Panero Presidente TTS Italia Torino, 18 novembre 2011 Verso il recepimento della Direttiva ITS in Italia: opportunità e prospettive nazionali Rossella Panero Presidente TTS Italia Torino, 18 novembre 2011 L Associazione TTS Italia TTS Italia è l Associazione

Dettagli

Estate 2011 Roma, 11 luglio 2011

Estate 2011 Roma, 11 luglio 2011 Estate 2011 Roma, 11 luglio 2011 Indice Parte Generale..... 3 Misure di assistenza degli utenti in viaggio ( A.I.S.C.A.T.)... 8 Treni periodici (Ferrovie dello Stato)..... 10 Piano di vigilanza aerea (Polizia

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPOSIZIONE DEI MESSAGGI

LINEE GUIDA PER LA COMPOSIZIONE DEI MESSAGGI Gruppo di Lavoro Nazionale PANNELLI A MESSAGGIO VARIABILE LINEE GUIDA PER LA COMPOSIZIONE DEI MESSAGGI Manuale Operatore Progetto Co-finanziato Coordinamento tecnico nazionale PANNELLI A MESSAGGIO VARIABILE

Dettagli

PIN Talk Road safety toward 2020. The key-players della sicurezza stradale: quale ruolo e quali impegni per raggiungere l obiettivo del 2020

PIN Talk Road safety toward 2020. The key-players della sicurezza stradale: quale ruolo e quali impegni per raggiungere l obiettivo del 2020 PIN Talk Road safety toward 2020 The key-players della sicurezza stradale: quale ruolo e quali impegni per raggiungere l obiettivo del 2020 Sicurezza stradale: un fattore strategico nelle scelte e nelle

Dettagli

XVI CONVEGNO TECNICO PROGETTAZIONE STRADALE E SICUREZZA DI ESERCIZIO

XVI CONVEGNO TECNICO PROGETTAZIONE STRADALE E SICUREZZA DI ESERCIZIO XVI CONVEGNO TECNICO PROGETTAZIONE STRADALE E SICUREZZA DI ESERCIZIO Il miglioramento della gestione con un nuovo segnalamento stradale Roberto Arditi SINA (Gruppo ASTM-SIAS) Roma 18-19 febbraio 2005 Crescente

Dettagli

Iniziative Italiane sui Sistemi Intelligenti di Trasporto. Olga Landolfi TTS Italia

Iniziative Italiane sui Sistemi Intelligenti di Trasporto. Olga Landolfi TTS Italia Iniziative Italiane sui Sistemi Intelligenti di Trasporto Olga Landolfi TTS Italia I Trasporti in Italia Dati Nazionali 2004 (CNT 2004) Traffico passeggeri interno: 947.205 milioni di passeggeri km all

Dettagli

Tavola 1 Incidenti stradali, morti e feriti

Tavola 1 Incidenti stradali, morti e feriti PRINCIPALI EVIDENZE DELL INCIDENTALITÀ STRADALE IN ITALIA I numeri dell incidentalità stradale italiana Nel 2011, in Italia si sono registrati 205.638 incidenti stradali, che hanno causato 3.860 morti

Dettagli

Centro provinciale di monitoraggio della sicurezza stradale

Centro provinciale di monitoraggio della sicurezza stradale PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Dipartimento Lavori Pubblici, Trasporti e Reti Servizio Gestione Strade Centro provinciale di monitoraggio della sicurezza stradale ing. Guido Benedetti Un po di storia (1/2)

Dettagli

Piano pluriennale Anas 2015 2019 e Contratto di Programma 2015

Piano pluriennale Anas 2015 2019 e Contratto di Programma 2015 L Italia si fa strada Piano pluriennale Anas 2015 2019 e Contratto di Programma 2015 Intervento del Presidente di Anas S.p.A. Ing. Gianni Vittorio Armani Roma, 25 novembre 2015 Piano pluriennale 2015-2019

Dettagli

schemi segnaletici di possibile attuazione per il fermo temporaneo in carreggiata dei veicoli con massa a pieno carico superiore alle 7,5 t

schemi segnaletici di possibile attuazione per il fermo temporaneo in carreggiata dei veicoli con massa a pieno carico superiore alle 7,5 t schemi segnaletici di possibile attuazione per il fermo temporaneo in carreggiata dei veicoli con massa a pieno carico superiore alle,5 t 1 PREMESSA Il presente documento integra il testo del Protocollo

Dettagli

GLI INVESTIMENTI SULLA RETE AUTOSTRADALE

GLI INVESTIMENTI SULLA RETE AUTOSTRADALE WORKSHOP Metodologie di gestione e politiche di investimento per il patrimonio stradale nazionale esistente: attuale insostenibilità, ipotesi di nuovi scenari e linee di intervento GLI INVESTIMENTI SULLA

Dettagli

Progetti strategici per il Territorio Snodo di Jesi Messa in sicurezza e riqualificazione SS76

Progetti strategici per il Territorio Snodo di Jesi Messa in sicurezza e riqualificazione SS76 Progetti strategici per il Territorio Snodo di Jesi Enrico Pastori TAVOLO TECNICO ALLARGATO Jesi, 19 novembre 2009 Indice della presentazione Stato di fatto Obiettivi del progetto Descrizione del progetto

Dettagli

Più tecnologia ICT nella gestione delle infrastrutture stradali in Global Service

Più tecnologia ICT nella gestione delle infrastrutture stradali in Global Service Università degli Studi di Roma Tor Vergata Facoltà di Ingegneria Più tecnologia ICT nella gestione delle infrastrutture stradali in Global Service 18 giugno 2007 Ing. Patrizia DAVANTI 1 La globalizzazione

Dettagli

CAV S.p.A. Concessioni Autostradali Venete

CAV S.p.A. Concessioni Autostradali Venete CAV S.p.A. Concessioni Autostradali Venete Sede Legale: Dorsoduro 3901-30123 Venezia Uffici Amministrativi: Santa Croce 729-30135 Venezia - Tel. 0415242314- Fax. 0415242531 R.I./C.F./P.IVA 03829590276

Dettagli

Prof. Ing. Ennio Cascetta Professore Ordinario Università di Napoli Federico II Presidente del comitato scientifico della Fondazione Caracciolo

Prof. Ing. Ennio Cascetta Professore Ordinario Università di Napoli Federico II Presidente del comitato scientifico della Fondazione Caracciolo Prof. Ing. Ennio Cascetta Professore Ordinario Università di Napoli Federico II Presidente del comitato scientifico della Fondazione Caracciolo Smart mobility per una urbanistica e una finanza sostenibili

Dettagli

Strumenti innovativi per il finanziamento delle infrastrutture di trasporto. Milano 7 Febbraio 2011

Strumenti innovativi per il finanziamento delle infrastrutture di trasporto. Milano 7 Febbraio 2011 Strumenti innovativi per il finanziamento delle infrastrutture di trasporto Milano 7 Febbraio 2011 Per realizzare le infrastrutture strategiche - al minor costo possibile - nel minor tempo possibile -

Dettagli

Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it

Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it corso di Teoria e Tecnica della Circolazione a.a. 2010-2011 ITS Intelligent Transport Systems SISTEMI DI TRASPORTO INTELLIGENTI Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it Introduzione Mobilità nazionale

Dettagli

PREMESSA. Parte speciale del Piano Neve Prefettura U.T.G. di Trieste- edizione 2014

PREMESSA. Parte speciale del Piano Neve Prefettura U.T.G. di Trieste- edizione 2014 PROCEDURA PER LA GESTIONE DELLE CRITICITÀ DERIVANTI DA EVENTUALE LIMITAZIONE ALLA CIRCOLAZIONE DEL MEZZI PESANTI IN SLOVENIA Parte Speciale del Piano Neve della Prefettura UTG di Trieste (ed. 2014) 1 PREMESSA

Dettagli

Conferenza stampa. OBIETTIVO SICUREZZA: I RISULTATI 2007 DI AUTOSTRADE PER L ITALIA Dal 1999 ad oggi più che dimezzato il tasso di mortalità

Conferenza stampa. OBIETTIVO SICUREZZA: I RISULTATI 2007 DI AUTOSTRADE PER L ITALIA Dal 1999 ad oggi più che dimezzato il tasso di mortalità OBIETTIVO SICUREZZA: I RISULTATI 2007 DI AUTOSTRADE PER L ITALIA Dal 1999 ad oggi più che dimezzato il tasso di mortalità Conferenza stampa Roma, via Antonio Nibby 20 23 Gennaio 2008 1 SICUREZZA STRADALE

Dettagli

dati e statistiche sulla sicurezza stradale in italia

dati e statistiche sulla sicurezza stradale in italia dati e statistiche sulla sicurezza stradale in italia Le dimensioni quantitative del problema In Italia, nel, gli stradali sono stati 230.871. Questi hanno determinato 5.131 e 325.850, con un costo sociale

Dettagli

Seminario. L AIIT e l attuazione del D.Lgs n.35/2011 sulla Gestione della sicurezza delle infrastrutture stradali

Seminario. L AIIT e l attuazione del D.Lgs n.35/2011 sulla Gestione della sicurezza delle infrastrutture stradali Seminario L AIIT e l attuazione del D.Lgs n.35/2011 sulla Gestione della sicurezza delle infrastrutture stradali Ing. Pasquale Cialdini ACI - Sala Commissioni - Roma, 15 novembre 2012 Incidenti stradali

Dettagli

METODOLOGIE DI VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE E SANITARIO IN SEGUITO AD INTERVENTI SULLA VIABILITA. Epidemiologia Ambientale - ARPA Emilia-Romagna

METODOLOGIE DI VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE E SANITARIO IN SEGUITO AD INTERVENTI SULLA VIABILITA. Epidemiologia Ambientale - ARPA Emilia-Romagna METODOLOGIE DI VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE E SANITARIO IN SEGUITO AD INTERVENTI SULLA VIABILITA Epidemiologia Ambientale - ARPA Emilia-Romagna VALUTAZIONE INTEGRATA DI IMPATTO AMBIENTALE E SANITARIO

Dettagli

CORSI E SEMINARI DI FORMAZIONE PIANIFICAZIONE DEL TRAFFICO E TECNICHE DI MODERAZIONE. giovedì 20 novembre 2014 // Centro Studi PIM - Villa Scheibler

CORSI E SEMINARI DI FORMAZIONE PIANIFICAZIONE DEL TRAFFICO E TECNICHE DI MODERAZIONE. giovedì 20 novembre 2014 // Centro Studi PIM - Villa Scheibler CORSI E SEMINARI DI FORMAZIONE PIANIFICAZIONE DEL TRAFFICO E TECNICHE DI MODERAZIONE giovedì 20 novembre 2014 // Centro Studi PIM - Villa Scheibler ATTUAZIONE PIANO NAZIONALE SICUREZZA STRADALE: condizioni

Dettagli

Documento di posizione AISCAT su:

Documento di posizione AISCAT su: Documento di posizione AISCAT su: Consultazione della Commissione Europea in merito alla gestione della sicurezza delle infrastrutture stradali nella rete trans-europea Roma, maggio 2006 Indice 1. PREMESSA

Dettagli

La sicurezza stradale negli. Il trasporto pubblico locale e la. di miglioramento della sicurezza

La sicurezza stradale negli. Il trasporto pubblico locale e la. di miglioramento della sicurezza Aldo Vittorio MOLINARI Ingegnere in Milano La sicurezza stradale negli spostamenti sul lavoro e casa-lavoro. Il trasporto pubblico locale e la disciplina del traffico nelle strategie di miglioramento della

Dettagli

O R D I N A N Z A n 18/1785/11. che ai fini delle operazioni di prevenzione e contrasto alla formazione

O R D I N A N Z A n 18/1785/11. che ai fini delle operazioni di prevenzione e contrasto alla formazione AUTOSTRADA TORINO-SAVONA S.p.A. C.so Trieste 170 - MONCALIERI (TO) O R D I N A N Z A n 18/1785/11 Il sottoscritto GASTALDI Ing. Carlo Direttore di Esercizio PREMESSO che ai fini delle operazioni di prevenzione

Dettagli

Corso di Progettazione dei Sistemi di Trasporto. Esempio di valutazione di un investimento mediante l analisi Costi-Benefici

Corso di Progettazione dei Sistemi di Trasporto. Esempio di valutazione di un investimento mediante l analisi Costi-Benefici UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA Dipartimento di Ingegneria Civile Corso di Progettazione dei Sistemi di Trasporto Docente: Prof. Ing. Agostino Nuzzolo Esempio di valutazione di un investimento

Dettagli

TIDE a Milano - Il successo del road pricing con Area C. Linee di sviluppo e tecnologie innovative per il sistema della sosta

TIDE a Milano - Il successo del road pricing con Area C. Linee di sviluppo e tecnologie innovative per il sistema della sosta TIDE National Event Roma, 21 Settembre 2015 TIDE a Milano - Il successo del road pricing con Area C. Linee di sviluppo e tecnologie innovative per il sistema della sosta Maria Berrini, CEO Agenzia Mobilità

Dettagli

PROGETTO DI GLOBAL SERVICE PER LA GESTIONE E LA MANUTENZIONE DELLA RETE STRADALE PROVINCIALE

PROGETTO DI GLOBAL SERVICE PER LA GESTIONE E LA MANUTENZIONE DELLA RETE STRADALE PROVINCIALE PROVINCIA DI NAPOLI AREA PROGRAMMAZIONE E GOVERNO DELLA RETE INFRASTRUTTURALE DIREZIONE TECNICA GESTIONE SERVIZI MANUTENZIONE RETE VIARIA PROGETTO DI GLOBAL SERVICE PER LA GESTIONE E LA MANUTENZIONE DELLA

Dettagli

Gestione della viabilità in area montana

Gestione della viabilità in area montana Gestione della viabilità in area montana Giovedì 12 Aprile 2007 Centro Congressi Lingotto Dott. Marco BIGLIONE 1 Obiettivi 2 Area di intervento 3 Area di intervento 4 Principali interventi 5 Pannelli a

Dettagli

Il Comune di Napoli, con sede legale in Napoli, Piazza Municipio, 64, qui rappresentato dal Sindaco

Il Comune di Napoli, con sede legale in Napoli, Piazza Municipio, 64, qui rappresentato dal Sindaco PROTOCOLLO D INTENTI TRA IL COMUNE DI NAPOLI E LA FONDAZIONE ANIA PER LA SICUREZZA STRADALE FINALIZZATO ALLO SVILUPPO DI ATTIVITA CONDIVISE IN MATERIA DI PREVENZIONE DELL INCIDENTALITA E DI PROMOZIONE

Dettagli

Procedura concordata tra Regione e Province per l attuazione del 3 Programma di attuazione del Piano Nazionale della Sicurezza Stradale

Procedura concordata tra Regione e Province per l attuazione del 3 Programma di attuazione del Piano Nazionale della Sicurezza Stradale Procedura concordata tra Regione e Province per l attuazione del 3 Programma di attuazione del Piano Nazionale della Sicurezza Stradale DOCUMENTO DI SINTESI Sommario: 1.Campo d intervento... 2.Obiettivi...

Dettagli

ALLEGATO 2 SCHEDE VALUTAZIONE SINGOLI TUNNEL ITALIANI

ALLEGATO 2 SCHEDE VALUTAZIONE SINGOLI TUNNEL ITALIANI ALLEGATO 2 SCHEDE VALUTAZIONE SINGOLI TUNNEL ITALIANI Colle di Tenda Valutazione complessiva: Insoddisfacente Posizione: Confine Italia Francia, nei pressi di Limone Piemonte SS 20 Cuneo/ Italia Francia

Dettagli

Infrastrutture e mobilità per vincere la sfida di Expo

Infrastrutture e mobilità per vincere la sfida di Expo MOBILITY CONFERENCE 2014 Infrastrutture e mobilità per vincere la sfida di Expo Avv. Marzio Agnoloni Amministratore Delegato Autostrada Pedemontana Lombarda S.p.A. 11 Febbraio 2014 1 Indice Inquadramento

Dettagli

Corso di Trasporti e Territorio. prof. ing. Agostino Nuzzolo

Corso di Trasporti e Territorio. prof. ing. Agostino Nuzzolo Corso di Trasporti e Territorio prof. ing. Agostino Nuzzolo I metodi di valutazione degli interventi Esempio di analisi Benefici Costi di una metropolitana 1 ANALISI ECONOMICA Descrizione dell intervento

Dettagli

La Fondazione ANIA collabora con la Polizia Stradale al progetto ICARO dal 2005

La Fondazione ANIA collabora con la Polizia Stradale al progetto ICARO dal 2005 La Fondazione Ania per la sicurezza stradale La Fondazione Ania per la Sicurezza Stradale nasce nel 2004 per volontà delle Compagnie di assicurazione, al fine di contribuire all impegno assunto da tutti

Dettagli

Esperienze di esercitazioni e prova di incendio nella galleria Morgex Nord

Esperienze di esercitazioni e prova di incendio nella galleria Morgex Nord «GALLERIE STRADALI: GESTIONE DELLA SICUREZZA E RUOLO DI ESERCITAZIONI, SPERIMENTAZIONI E FORMAZIONE» POLITECNICO DI MILANO, 8 OTTOBRE 2013 Esperienze di esercitazioni e prova di incendio nella galleria

Dettagli

Aprile 2011 IL SETTORE DEI MEZZI PESANTI IN RELAZIONE ALL INCIDENTALITÀ E LA SICUREZZA STRADALE

Aprile 2011 IL SETTORE DEI MEZZI PESANTI IN RELAZIONE ALL INCIDENTALITÀ E LA SICUREZZA STRADALE Aprile 2011 IL SETTORE DEI MEZZI PESANTI IN RELAZIONE ALL INCIDENTALITÀ E LA SICUREZZA STRADALE Sommario 1. L INCIDENTALITA DEL TRASPORTO PESANTE IN EUROPA... 3 2. IL TRASPORTO PESANTE IN ITALIA... 9 1.1

Dettagli

NUOVA CULTURA DELLA SICUREZZA, DUE GRANDI VERITA

NUOVA CULTURA DELLA SICUREZZA, DUE GRANDI VERITA NUOVA CULTURA DELLA SICUREZZA, DUE GRANDI VERITA Non si è raggiunto l obiettivo! E necessario inaugurare un grande cantiere fatto di: Cultura della sicurezza Tecnologia della sicurezza Prevenzione Controlli

Dettagli

Dom. c) Per muoversi in città quale mezzo utilizza principalmente? L auto La moto/ il motorino I mezzi pubblici La bici Va a piedi Altro

Dom. c) Per muoversi in città quale mezzo utilizza principalmente? L auto La moto/ il motorino I mezzi pubblici La bici Va a piedi Altro Dom. a) L area in cui risiede è: Nel centro storico In centro città ma non nel centro storico In altri quartieri Dom. b) Nell area in cui risiede, attualmente: C'è una ZTL (zona a traffico limitato) Non

Dettagli

Consigli per una guida in sicurezza

Consigli per una guida in sicurezza Consigli per una guida in sicurezza cosa fare prima di mettersi in viaggio cosa fare durante il viaggio Stagione invernale 2014-2015 In caso di neve INDICE Prima di mettersi in viaggio 1 2 3 4 5 PAG 4-

Dettagli

Ativa Engineering Ing. Vitantonio Palmisano. I primi Km nel «BIM»

Ativa Engineering Ing. Vitantonio Palmisano. I primi Km nel «BIM» Ativa Engineering Ing. Vitantonio Palmisano I primi Km nel «BIM» A5 TORINO - QUINCINETTO LA RETE ATIVA Autostrada Torino Ivrea Valle d Aosta S.p.A.ATIVA 305 DIPENDENTI A4/A5 IVREA - SANTHIA MILANO ATIVA

Dettagli

Impianti elettrici nelle gallerie ANAS

Impianti elettrici nelle gallerie ANAS L Italia si fa strada Impianti elettrici nelle gallerie ANAS Ing. Luigi Carrarini Responsabile servizi impianti tecnologici DECT di ANAS Roma 30 settembre 2015 COSA È L ANAS STRADE STATALI E AUTOSTRADE

Dettagli

Soluzioni ITS per Smart Cities Gino Franco

Soluzioni ITS per Smart Cities Gino Franco SMIS0105I12XX SWARCO MIZAR S.p.A. Soluzioni ITS per Smart Cities Gino Franco Il Mondo sta cambiando > 7 000 000 000 popolazione mondiale > 60% in aree urbane nel 2050 Tasso di motorizzazione in crecita

Dettagli

Per una città più sostenibile SEMINARIO NAZIONALE PROGETTO EUROPEO TIDE

Per una città più sostenibile SEMINARIO NAZIONALE PROGETTO EUROPEO TIDE Per una città più sostenibile NUMERI E CRITICITA Congestione: 135 milioni di ore perse = - 1,5 miliardi di euro/anno Sicurezza stradale: 15.782 incidenti 20.670 feriti 154 morti circa 1,3 miliardi di euro/anno

Dettagli

S.A.T.A.P. S.p.A. TRONCHI A4 TORINO-MILANO E A21 TORINO-PIACENZA TRASPORTO MERCI PERICOLOSE IN AUTOSTRADA

S.A.T.A.P. S.p.A. TRONCHI A4 TORINO-MILANO E A21 TORINO-PIACENZA TRASPORTO MERCI PERICOLOSE IN AUTOSTRADA S.A.T.A.P. S.p.A. TRONCHI A4 TORINO-MILANO E A21 TORINO-PIACENZA TRASPORTO MERCI PERICOLOSE IN AUTOSTRADA E64/A4 Torino Milano E7/A21 Torino Piacenza LA CENTRALE OPERATIVA Presso le Direzioni di Esercizio

Dettagli

LE NUOVE FRONTIERE DEL PAGAMENTO ELETTRONICO DEI SERVIZI DI MOBILITÀ

LE NUOVE FRONTIERE DEL PAGAMENTO ELETTRONICO DEI SERVIZI DI MOBILITÀ LE NUOVE FRONTIERE DEL PAGAMENTO ELETTRONICO DEI SERVIZI DI MOBILITÀ Lo sviluppo del sistema Telepass nell ambito dei servizi urbani di mobilità Ing. Mirco Galvan Responsabile Marketing e Vendite Sistemi

Dettagli

Confronto tra costi sociali e percepiti del trasporto stradale in Italia

Confronto tra costi sociali e percepiti del trasporto stradale in Italia Confronto tra costi sociali e percepiti Paolo Beria, Raffaele Grimaldi, Marco Ponti DIAP - Dipartimento di Architettura e Pianificazione Politecnico di Milano LABORATORIO DI POLITICA DEI TRASPORTI Genova,

Dettagli

Un Centro. della Sicurezza Stradale

Un Centro. della Sicurezza Stradale Un Centro di Ricerca e Progettazione della Sicurezza Stradale Strategie per prevenire incidenti sulle strade d Europa I Rapporti annuali DEKRA sulla Sicurezza Stradale si avvalgono di statistiche, analisi

Dettagli

SCHEDA RIEPILOGATIVA

SCHEDA RIEPILOGATIVA Associazione fra i Comuni di Bergamasco, Borgoratto Alessandrino, Carentino, Frascaro, Fubine, Masio, Oviglio, Quargnento, Quattordio e Solero SCHEDA RIEPILOGATIVA DELLO STUDIO DI FATTIBILITA PROGETTO

Dettagli

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A X I I I L E G I S L A T U R A N. 225 D I S E G N O D I L E G G E d iniziativa dei senatori LAVAGNINI, BARBIERI, ROCCHI, PINTO, MANARA, MONTELEONE, BEDIN, CASTELLANI,

Dettagli

in Toscana Infrastrutture e Territorio

in Toscana Infrastrutture e Territorio Infrastrutture e Territorio in Toscana Arch. Riccardo Baracco Ing.Enrico Becattini Area Coordinamento Pianificazione Territoriale e Politiche Abitative D.G. Politiche Territoriali e Ambientali Regione

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. Trento, 15 gennaio 2016 Protocollo d Intesa - Conferenza stampa pag. 1

PROTOCOLLO D INTESA. Trento, 15 gennaio 2016 Protocollo d Intesa - Conferenza stampa pag. 1 PROTOCOLLO D INTESA Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e Amministrazioni pubbliche territoriali e locali Socie di Autostrada del Brennero S.p.A. Trento, 15 gennaio 2016 Intesa - Conferenza

Dettagli

«VALUTAZIONE DELL EFFICACIA DI UN PANNELLO A MESSAGGIO VARIABILE LOCALIZZATO NELLA PIANA DI LUCCA»

«VALUTAZIONE DELL EFFICACIA DI UN PANNELLO A MESSAGGIO VARIABILE LOCALIZZATO NELLA PIANA DI LUCCA» «VALUTAZIONE DELL EFFICACIA DI UN PANNELLO A MESSAGGIO VARIABILE LOCALIZZATO NELLA PIANA DI LUCCA» SISTEMI DI INFORMAZIONE I sistemi di informazione sono apparati costituiti da strumentazione connessa

Dettagli

LA TANGENZIALE EST ESTERNA DI MILANO

LA TANGENZIALE EST ESTERNA DI MILANO LA TANGENZIALE EST ESTERNA DI MILANO Maggio 2010 LA TANGENZIALE EST ESTERNA DI MILANO La Tangenziale Est Esterna di Milano si inserisce in un ampio quadro di potenziamento della grande viabilità di Milano

Dettagli

I recenti interventi normativi per le infrastrutture: la Finanza di Progetto applicata ad un autostrada. Ilaria Bramezza

I recenti interventi normativi per le infrastrutture: la Finanza di Progetto applicata ad un autostrada. Ilaria Bramezza I recenti interventi normativi per le infrastrutture: la Finanza di Progetto applicata ad un autostrada Ilaria Bramezza 1. Il project financing Il project financing è una tecnica per la realizzazione di

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI 2012

CARTA DEI SERVIZI 2012 CARTA DEI SERVIZI 2012 INDICE IL NOSTRO IMPEGNO SEZIONE I: PRESENTAZIONE DELLA SOCIETA PAGINA Rete di Autostrade per l Italia e delle sue Controllate 4 La Tangenziale di Napoli ed il suo tracciato 5-6

Dettagli

La prevenzione degli incidenti stradali: prima, durante, dopo e dopo ancora

La prevenzione degli incidenti stradali: prima, durante, dopo e dopo ancora 2 Workshop Nazionale - Osservatori per gli incidenti stradali: dai dati alle azioni Strumenti per le politiche di sicurezza Settore Mobilità e Sicurezza della Circolazione Stradale La prevenzione degli

Dettagli

Attuazione del Programma di Governo

Attuazione del Programma di Governo Attuazione del Programma di Governo 17 maggio-17 novembre 2006 Sei mesi di Governo dell Italia Una pubblica amministrazione di qualità Modernizzazione ed efficienza delle amministrazioni pubbliche Tempi

Dettagli

CAPITOLO 11: Mobilità

CAPITOLO 11: Mobilità CAPITOLO 11: Mobilità 197 11.1: Tecnologia ed efficienza Presentazione: I trasporti ormai da tempo rappresentano un settore dolente delle politiche ambientali dell Unione Europea ed un elemento di criticità

Dettagli

ALLEGATO 2 SCHEDE VALUTAZIONE SINGOLI TUNNEL ITALIANI

ALLEGATO 2 SCHEDE VALUTAZIONE SINGOLI TUNNEL ITALIANI ALLEGATO 2 SCHEDE VALUTAZIONE SINGOLI TUNNEL ITALIANI Colle Giardino Valutazione complessiva: Sufficiente Posizione: Italia, nei pressi di Rieti SS 4 tra Roma e Ascoli Anno di apertura: 2003 Lunghezza:

Dettagli

Forum PA - Roma, 17/20 Maggio 2010. Direzione Generale dei Trasporti. Servizio delle infrastrutture e della logistica di trasporto

Forum PA - Roma, 17/20 Maggio 2010. Direzione Generale dei Trasporti. Servizio delle infrastrutture e della logistica di trasporto Progetto di Integrazione e Sviluppo Tecnologico dei sistemi di controllo della mobilità nell Area Vasta di Cagliari POR Sardegna 2000-2003 Asse VI Reti e Nodi di Servizio Misura 6.2 Accessibilità e governo

Dettagli

CONVEGNO - I SISTEMI AEREI A PILOTAGGIO REMOTO PER IL CONTROLLO DI PONTI, GALLERIE, INFRASTRUTTURE DI TRASPORTO E RETI DI DISTRIBUZIONE

CONVEGNO - I SISTEMI AEREI A PILOTAGGIO REMOTO PER IL CONTROLLO DI PONTI, GALLERIE, INFRASTRUTTURE DI TRASPORTO E RETI DI DISTRIBUZIONE CONVEGNO - I SISTEMI AEREI A PILOTAGGIO REMOTO PER IL CONTROLLO DI PONTI, GALLERIE, INFRASTRUTTURE DI TRASPORTO E RETI DI DISTRIBUZIONE LE ATTIVITA DI ISPEZIONE PER LA MANUTENZIONE DI RETI STRADALI Michele

Dettagli

IL PIANO URBANO DELLA MOBILITÀ SOSTENIBILE (PUMS) LINEE DI INDIRIZZO

IL PIANO URBANO DELLA MOBILITÀ SOSTENIBILE (PUMS) LINEE DI INDIRIZZO IL PIANO URBANO DELLA MOBILITÀ SOSTENIBILE (PUMS) LINEE DI INDIRIZZO Popolazione/Inhabitants 1,800,000 1,700,000 1,600,000 1,500,000 1,400,000 1,300,000 1,200,000 1,100,000 1,000,000 Residenti a Milano

Dettagli

carta dei servizi Edizione 2013 www.stradadeiparchi.it

carta dei servizi Edizione 2013 www.stradadeiparchi.it carta dei servizi Edizione 2013 www.stradadeiparchi.it indice MESSAGGIO AI VIAGGIATORI 3 Sezione 1: Presentazione della Società I Numeri di Strada dei Parchi 4 Chi siamo: 5 La nostra storia 5 Piani di

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI BUON VIAGGIO. Tutte le informazioni per un viaggio migliore. I.P.

CARTA DEI SERVIZI BUON VIAGGIO. Tutte le informazioni per un viaggio migliore. I.P. BUON VIAGGIO I.P. CARTA DEI SERVIZI Informazioni di viabilità t. 840-04.21.21 (scatto unico alla risposta) Rtl FM 102.5 Isoradio FM 103.3 telepass e viacard Casella postale 2310 Firenze Succursale 39 50123

Dettagli

Reti di Trasporto e Mobilità nelle Crisi Urbane

Reti di Trasporto e Mobilità nelle Crisi Urbane CENTRO ALTI STUDI PER LA DIFESA Istituto Superiore di Stato Maggiore Interforze Reti di Trasporto e Mobilità nelle Crisi Urbane ATAC SpA Azienda per la Mobilità del Comune di Roma Pierluigi Pelargonio,

Dettagli

Società delle Autostrade di Venezia e Padova Carta dei Servizi Autostradali

Società delle Autostrade di Venezia e Padova Carta dei Servizi Autostradali Società delle Autostrade di Venezia e Padova Carta dei Servizi Autostradali 1 2 3 4 La Società delle Autostrade di Venezia e Padova S.p.A. gestisce le seguenti tratte autostradali: la A4 dalla stazione

Dettagli

Consigli per una guida in sicurezza

Consigli per una guida in sicurezza Consigli per una guida in sicurezza cosa fare prima di mettersi in viaggio cosa fare durante il viaggio Stagione invernale 2015-2016 In caso di neve INDICE Prima di mettersi in viaggio 1 2 3 4 5 PAG 4-7

Dettagli

Sistema Tangenziale di Lucca. Progetto Preliminare INDICE

Sistema Tangenziale di Lucca. Progetto Preliminare INDICE INDICE 1 PREMESSA... 2 2 COSTI DI REALIZZAZIONE E COSTI DI GESTIONE... 4 3 BENEFICI TRASPORTISTICI... 6 4 VARIAZIONE DELLA SICUREZZA... 8 5 BENEFICI AMBIENTALI -VARIAZIONE INQUINAMENTO ATMOSFERICO... 11

Dettagli

I dossier del Centro di Monitoraggio della Sicurezza Stradale di Regione Lombardia. L incidentalità sulle strade della provincia di Brescia

I dossier del Centro di Monitoraggio della Sicurezza Stradale di Regione Lombardia. L incidentalità sulle strade della provincia di Brescia I dossier del Centro di Monitoraggio della Sicurezza Stradale di Regione Lombardia L incidentalità sulle strade della provincia di Brescia Novembre 2014 Per accedere al data-base dell incidentalità stradale

Dettagli

Rapporto sulle cause prevalenti degli incidenti stradali, casistica dei danni e degli effetti in Italia e negli altri Paesi

Rapporto sulle cause prevalenti degli incidenti stradali, casistica dei danni e degli effetti in Italia e negli altri Paesi Mercoledì 13 maggio 2009 GUIDA SICURA SENZA ALCOOL Rapporto sulle cause prevalenti degli incidenti stradali, casistica dei danni e degli effetti in Italia e negli altri Paesi Relatore: G. Albertazzi Incidenti

Dettagli

Premesso che: tenuto conto che:

Premesso che: tenuto conto che: Premesso che: Interrogazione In 13 a Commissione Al Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare Al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti Al Ministro dello sviluppo economico

Dettagli

GALLERIA VIRGOLO. CARATTERISTICHE STRUTTURALI ed IMPIANTISTICHE

GALLERIA VIRGOLO. CARATTERISTICHE STRUTTURALI ed IMPIANTISTICHE GALLERIA VIRGOLO CARATTERISTICHE STRUTTURALI ed IMPIANTISTICHE CARATTERISTICHE STRUTTURALI entrambe le canne sono costituite da un rivestimento in calcestruzzo conformato ad arco circolare con raggio interno

Dettagli

Roma servizi per la mobilità Centrale della Mobilità

Roma servizi per la mobilità Centrale della Mobilità Roma servizi per la mobilità Centrale della Mobilità La Centrale della Mobilità Sistemi Tecnologici La Centrale della Mobilità - evoluzione Centrale del Traffico Centrale della Mobilità 2000 STA spa mobilità

Dettagli

Milano COMUNE DI MILANO. Direzione Centrale. C. A. Garbagnati Pietro - Servizio Traffico e Viabilità

Milano COMUNE DI MILANO. Direzione Centrale. C. A. Garbagnati Pietro - Servizio Traffico e Viabilità COMUNE DI MILANO C. A. Garbagnati Pietro - Italia: serie storica 1978/2009: incidenti con feriti, feriti e morti 8.537 378.492 7.498 6.980 307.258 207.556 265.402 215.405 4.237 152.953 Incidenti Feriti

Dettagli

Premessa. previsione degli scenari più probabili per le tratte autostradali interessate;

Premessa. previsione degli scenari più probabili per le tratte autostradali interessate; LINEE GUIDA PER LA GESTIONE COORDINATA DELLE EMERGENZE INVERNALI SU AREE GEOGRAFICHE VASTE CON INTERESSAMENTO DI PIÙ CONCESSIONARIE AUTOSTRADALI *EDIZIONE 2014-2015* Premessa Il presente documento si prefigge

Dettagli

Prof. Ing. Ennio Cascetta

Prof. Ing. Ennio Cascetta Prof. Ing. Ennio Cascetta Professore Ordinario Università di Napoli Federico II Presidente delle Società Italiana di Politica dei Trasporti (S.I.Po.Tra) Roma, Centro Congressi Cavour, 30 aprile 2015 1

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. strada dei PARCHI. www.stradadeiparchi.it

CARTA DEI SERVIZI. strada dei PARCHI. www.stradadeiparchi.it CARTA DEI SERVIZI strada dei PARCHI A24 autostrade A25 www.stradadeiparchi.it Indice Sezione 1: Presentazione della Società I Numeri di Strada dei Parchi 4 Chi siamo: 5 La nostra storia 5 Piani di potenziamento

Dettagli