CIRA-CF JOB COMMESSA RISTRETTO COND_LCOMP Capitolato Tecnico per il "Fleet Management e Servizi Sistemistici"

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CIRA-CF-13-1161 0 JOB COMMESSA RISTRETTO COND_LCOMP 9904980000 90411 3+65. Capitolato Tecnico per il "Fleet Management e Servizi Sistemistici""

Transcript

1 DOCUMENT NUMBER: CIRA-CF REV.: DISTRIBUTION STATEMENT NATURA DOCUMENTO PROJECT PROGETTO JOB COMMESSA RISTRETTO COND_LCOMP WP ARCHIVIO PROGRESSIVO DI ARCHIVIO NO. OF PAGES /CIRA/SEIN DELIVERABLE TITLE Capitolato Tecnico per il "Fleet Management e Servizi Sistemistici" PREPARED PREPARATO REVISED VERIFICATO APPROVED APPROVATO AUTHORIZED AUTORIZZATO Lucignano Francesco (SEIN) Lucignano Francesco (SEIN) Lucignano Francesco (SEIN) Caristia Sebastiano (IMSE) DATE/DATA DATE/DATA DATE/DATA DATE/DATA 26/09/ /10/ /10/ /10/2013 BY THE TERMS OF THE LAW IN FORCE ON COPYRIGHT, THE REPRODUCTION, DISTRIBUTION OR USE OF THIS DOCUMENT WITHOUT SPECIFIC WRITTEN AUTHORIZATION IS STRICTLY FORBIDDEN A NORMA DELLE VIGENTI LEGGI SUI DIRITTI DI AUTORE QUESTO DOCUMENTO E' DI PROPRIETA' CIRA E NON POTRA' ESSERE UTILIZZATO, RIPRODOTTO O COMUNICATO A TERZI SENZA AUTORIZZAZIONE I

2 DOCUMENT NUMBER: CIRA-CF REV.: TITLE: Capitolato Tecnico per il "Fleet Management e Servizi Sistemistici" ABSTRACT: AUTHORS: Lucignano Francesco;Bove Ezio APPROVAL REVIEWERS: Lucignano Francesco;Naddei Mauro APPROVER Lucignano Francesco AUTHORIZATION REVIEWERS: Caristia Sebastiano AUTHORIZER Caristia Sebastiano II

3 DOCUMENT NUMBER: CIRA-CF REV.: DISTRIBUTION RECORD: DEPT NAME * DEPT NAME * * PT = PARTIAL A = ALL III

4 Sommario 1 Premessa Scopo del Documento Definizioni Riferimenti Descrizione delle Infrastrutture Informatiche del Centro Assetto Attuale dei Servizi di Locazione Operativa e di Helpdesk Locazione Operativa Helpdesk Nuovo Contratto di Fleet Management e Servizi Sistemistici Fleet Management Apparecchiature Richieste Piano di Acquisizione delle Apparecchiature in Locazione Operativa Requisiti di Conformità Evoluzione Tecnologica delle Apparecchiature Costi di Locazione e Servizi Inclusi Attivazione di Nuovi Lotti e Scorte per Urgenze Modalità di Fornitura Verbale di Accettazione e Collaudo Manutenzione delle Apparecchiature Asset Management Assicurazione Opzione di Acquisto Finale Gestione Sistemistica per la Componente di Fleet Management Servizi Sistemistici Organizzazione dei Servizi Sistemistici Dettaglio delle Attività per Figura Professionale Previsione del Volume delle Chiamate Esigenze di Ulteriori Apparecchiature ed Attività ad Evento Luogo di esecuzione del Servizio e Trasferte Orari di Lavoro Altri Obblighi del Fornitore Attrezzature per lo Svolgimento del Servizio Formazione Periodica del Personale a Presidio Fisso Periodo di Avviamento e Accettazione Attività di Fine Contratto... 28

5 13 Subappalto Service Level Agreement e Penali Osservanza delle Condizioni di Lavoro Privacy Modalità di Presentazione dell Offerta e Criterio di Aggiudicazione Allegato 1: Specifiche Minime delle Apparecchiature Oggetto del Fleet Management DESKTOP BASE DESKTOP POTENZIATO MONITOR PC NOTEBOOK BASE NOTEBOOK POTENZIATO NOTEBOOK ULTRALEGGERO DOCKING STATION SERVER BASE SERVER POTENZIATO MONITOR MULTIFUNZIONE A3/A MULTIFUNZIONE DIPARTIMENTALE A3/A STAMPANTE PERSONALE/WORKGROUP A MULTIFUNZIONE PERSONALE/WORKGROUP A SCANNER DA TAVOLO VIDEOPROIETTORE PORTATILE VIDEOPROIETTORE PORTATILE ULTRALEGGERO VIDEOPROIETTORE PER INSTALLAZIONE A SOFFITTO Allegato 2: Organizzazione dei Servizi Sistemistici Modalità Operative La Gestione degli Asset Ordini di Servizio e Modelli Procedure Critiche Allegato 3: Attrezzature di proprietà del CIRA Allegato 4: Elenco dei Software in uso al CIRA Allegato 5: Rapporto di intervento tecnico Allegato 6: SLA - Scheda di Valutazione Mensile Allegato 7: Elenco Device Telefonia Allegato 8: Esempio di Scheda per la Documentazione delle Procedure di Installazione SW CIRA-CF Rev. 0 P. 2/65

6 1 Premessa Il CIRA SCpA, Centro Italiano Ricerche Aerospaziali, ha la propria sede legale ed operativa in Capua, in provincia di Caserta, alla Via Maiorise. Il Campus CIRA si articola in 13 edifici, con la seguente distribuzione di utenza informatica: Edificio Numero indicativo di utenti POP Portineria PRE Prefabbricato LCS Laboratori Computazionali MEN Mensa 1 2 LTE Laboratori Tecnologici PT1 Pilot Tunnel 1 0 LISA Laboratorio Crash 0 LAS Laboratori Sperimentali PWT Plasma Wind Tunnel IWT Ice Wind Tunnel 8 16 GLO Prefabbricato Global Service 5 10 TER Centrale Termofrigo 1 2 MGZ Magazzino 1 2 Tabella 1 Dal 1/10/2008 è attivo un contratto di Locazione Operativa con il quale sono state locate le apparecchiature che includono tutte le dotazioni hardware per le attività di Office Automation e la server farm completa degli apparati storage. È attivo inoltre, da Settembre 2011, un servizio di Helpdesk in outsourcing per il supporto e l esercizio dei sistemi informatici del Centro, incluse le applicazioni SW. Tale servizio è parte del supporto che il settore informatico (SEIN) eroga all interno del CIRA. È intenzione del CIRA concentrare i servizi di locazione e di Helpdesk in un unico contratto di durata quadriennale. Tale contratto sarà impostato: Con prestazioni a misura con approccio fleet management per le attività direttamente associabili alle apparecchiature locate con il nuovo fornitore: per ogni apparecchiatura a contratto sarà corrisposto un canone trimestrale per la locazione dell hardware ed un canone trimestrale per la gestione sistemistica. Con prestazioni specialistiche a corpo, di seguito Servizi Sistemistici, con canone unico trimestrale, per le attività di gestione di tutti gli altri sistemi, inclusa la presa in carico e la gestione delle apparecchiature in locazione con il locatore precedente e di quelle acquistate (nei paragrafi successivi le quantità, la tipologia e, per le sole apparecchiature locate, la distribuzione temporale). Di seguito uno schema grafico riassuntivo dei servizi richiesti dal presente capitolato CIRA-CF Rev. 0 P. 3/65

7 2 Scopo del Documento Il presente documento fissa le condizioni tecniche e organizzative per i servizi di cui alla premessa. Il fleet management è configurato da due componenti: una componente di locazione operativa delle apparecchiature ed una componente di gestione. Le specifiche minime delle apparecchiature da locare sono riportate in Allegato 1. I Servizi Sistemistici sono incentrati sull organizzazione di un servizio di Helpdesk che il fornitore dovrà eseguire con strumenti SW di proprietà del CIRA. 3 Definizioni Fleet Management Servizi Sistemistici Helpdesk PDL CONSIP Locazione Operativa Manutenzione ON- SITE Lotto Produttori / Brand Fornitura e Gestione della flotta delle postazioni di lavoro informatiche aziendali. Il fleet management, nella accezione del presente documento, include anche la fornitura e la gestione dei server. Servizi informatici professionali rivolti alla gestione, manutenzione e conduzione delle apparecchiature informatiche e al supporto all utente finale. Servizio per l assistenza ad utenti che segnalano problemi nella gestione delle proprie postazioni di lavoro. Il servizio è organizzato con una postazione di ricezione e registrazione delle chiamate e può essere strutturato in vari livelli per coprire tutte le competenze richieste nella risoluzione dei problemi segnalati. Postazione di lavoro informatica con personal computer ed eventuali device collegate come stampanti, fax, scanner, ecc. Centrale di committenza per la gestione del Programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. La locazione operativa è un contratto di godimento di un bene per un periodo limitato di tempo a fronte di un canone finanziario. Comprende oltre alla fornitura anche una serie di servizi accessori come la consegna, la manutenzione, l assicurazione, lo smaltimento, etc. Manutenzione sul posto, ossia dove si trova l apparecchiatura da manutenere Insieme di apparecchiature facenti parte di un unica fornitura Aziende produttrici delle apparecchiature fornite CIRA-CF Rev. 0 P. 4/65

8 Classe di apparecchiatura Assicurazione full risk Asset Management BDA / Buono di Acquisto Service Level Agreement (SLA) SSD Classificazione delle apparecchiature da parte del produttore in base alla qualità delle stesse o al mercato di destinazione (es. Consumer, Business, Professional, etc.) Ripristino delle apparecchiature in ogni caso, ossia: copertura totale dei danni, anche accidentali, dovuti a qualunque tipo di causa, e degli eventi di furto o smarrimento. Identificazione e gestione delle configurazioni e dei dati amministrativi di tutte le apparecchiature locate Ordinativo che il CIRA indirizza al fornitore per commissionare i servizi oggetto del contratto. Il BDA riporta un numero progressivo univoco, l offerta di dettaglio del Fornitore allegata, l importo dell ordinativo ed altri dati per la contabilizzazione amministrativa interna Condizioni che il Fornitore è tenuto a rispettare e che consentono di misurare la qualità del servizio. Computer Associates CA ServiceDesk Manager Piattaforma Software per la gestione dell Helpdesk 4 Riferimenti Consultare gli ulteriori documenti di gara citati al Disciplinare. 5 Descrizione delle Infrastrutture Informatiche del Centro Ad oggi sono attivi al CIRA: Una rete di campus totalmente switched che si estende su dodici edifici. Il cablaggio è realizzato con fibre ottiche multimodali per le dorsali verticali di edificio; fibre ottiche monomodali per le dorsali interbuilding. La distribuzione orizzontale è realizzata con cavo di rame FTP di categoria 5E e categoria 6. La connettività di campus principale (edifici: LCS-LTE-LAS) è tutta a 10 Gbps ethernet, con canali aggregati sino a 20 Gbps. Al momento sono predisposti circa 1000 punti rete di cui circa 700 attivi. La topologia della rete è a stella, con due edifici di distribuzione principali, oltre il centro stella: l edificio LCS i punti di distribuzione sono LTE (altri impianti ed edifici minori) e LAS (area industriale). La dorsale è in tecnologia GigaEthernet e prevede l'impiego di trunk multilink full- duplex. La rete CIRA è connessa ad internet con collegamento a larga banda su fibra ottica è di 200 Mbps di banda massima e 100 Mbps di banda minima garantita, con backup su S-HDSL a 8 Mbps. La Server Farm è connessa con link ridondati a 10 Gbps Ethernet e 1 Gbps ethernet. L aggregato di connettività tra gli switch di centro stella e server farm va da un minimo di 40 Gbps ad un massimo di 60 Gbps. E in corso di realizzazione una nuova infrastruttura di connettività all interno dell edificio LCS, con fibra ottica OM3, che permetterà a valle degli upgrade sugli apparati attivi di migrare anche i piani al 10 Gbps. L'infrastruttura di apparati attivi è omogenea ed è costituita da circa 60 L2/L3 switch Enterasys (inclusi gli apparati destinati all infrastruttura di videosorveglianza). La rete è monitorata attraverso una stazione di gestione basata su Windows 2003 server ed il software di Enterasys NetSight Atlas Console/Inventory Manager/Policy Manager. Sono inoltre utilizzati, software open source per accounting, service monitor e performance monitor, quali: netflow ed sflow collector, Nagios e MRTG. E presente sull intero comprensorio una rete swtiched Wi-Fi b/g con autenticazione EAPoL su server radius (IAS 2003). La rete aziendale è protetta da un sistema firewall che realizza la suddivisione e il controllo sia della LAN interna che della DMZ sulla quale sono posti i server accessibili da internet (web, ftp, webmail, CIRA-CF Rev. 0 P. 5/65

9 etc.). Una ulteriore rete interna (laboratori) è protetta da un secondo sistema firewall. L accesso degli utenti a Internet è gestito tramite un sistema proxy (Websense Triton) che svolge funzionalità di URL filtering per l applicazione delle policy aziendali di accesso ad Internet ed integra un modulo di controllo del codice malevolo sul traffico Internet (Content Inspection). L' del centro è gestita in sede tramite una piattaforma cluster con software Microsoft Exchange, il controllo dello spam è garantito da un gateway preposto su piattaforma hardware ridondata, ed è una soluzione Vircom. E' in fase di completamento la migrazione dal vecchio sistema di - Communigate. Lo scambio di dati in ambito progettuale con partner esterni è assicurato tramite un server FTP gestito da un server con hardware ridondato, su piattaforma software IPSWITCH. Sono presenti 2 tipologie di Log Server, uno destinato alla raccolta dei log amministrativi, in conformità a quanto disposto dal Garante sulla privacy, ed uno destinato al collezionamento dei Log per fini diagnostici. Nell'ambito della prima tipologia di Log server (conformità alle disposizioni del Garante per gli amministratori di rete/sistemi) è implementato un sistema di Strong Authentication basato su Token crittografici. il servizio di Name Resolving è strutturato su 2 livelli logici: uno per la risoluzione degli host interni alla LAN ed uno per la risoluzione degli host pubblici su Internet. Entrambi sono basati su piattaforma linux BIND. E' presente inoltre un servizio NTP per la sincronizzazione dell'ora sui server e sugli apparati, realizzato su piattaforma Linux. 2 Domini Windows basati su Active Directory 2003 Un cluster HPC composto da un login/master node DELL R710 e da 16 nodi DELL M620 con S.O Suse Linux Entrprise Server. Un cluster HPC composto da un login/master node DELL R720 e da 11 nodi DELL R620/R720 con S.O Rehat Linux Enterprise server. Un cluster HPC composto da un login/master node DELL R720 e da 22 nodi DELL M610 con S.O Rehat Linux Enterprise server. Circa 500 Personal Computer con S.O. Windows XP pro / Windows 7 Pro / Windows 8 Pro. I PC sono in rete ethernet ed utilizzano esclusivamente il protocollo TCP/IP. L 80% dei PC è dedicato ad attività di Office Automation, mentre gli altri sono dedicati ad attività di laboratorio (acquisizione e trattamento dati sperimentali). Sul totale i notebook sono circa 140, di cui 20 di laboratorio. 10 WS Linux 1 Infrastruttura VMWare VSphere 5.0 costituita da 8 server biprocessore ed uno storage EMC CLARiiON CX Infrastruttura VMWare VSphere 5.0 costituita da 6 blade server biprocessore ed uno storage DELL Compellent Series 30 1 Infrastruttura VMWare VSphere 5.0 costituita da 7 blade server biprocessore ed uno storage DELL Compellent SC server fisici Microsoft Windows 2003 o 2008 o Linux RedHat Enterprise 6.x (domain controllers, application server e file and printer server) di cui 2 cluster Windows 60 server virtuali Microsoft Windows 2003 o 2008 o Linux RedHat Enterprise 6.x (domain controllers, application server, web server) 19 stampanti multifunzione dipartimentali colore le cui code di stampa sono gestite sia da server Windows che Linux 50 stampanti laser di gruppo o individuali 10 Scanner da tavolo 18 fax multifunzione Un sistema per il Backup centralizzato basato su tape library con LTO5, architettura client/server CIRA-CF Rev. 0 P. 6/65

10 realizzata mediante il sw Symantec Veritas NetBackup Enterprise Server Un PABX OMINPCX 4400 costituito da un armadio centrale ed un ripiano remoto connesso attraverso fibre ottiche. Tale sistema offre tutti i servizi tipici di un PABX completamente elettronico di ultima generazione, incluso un sistema integrato di messaggeria vocale. Un Sistema Documentale in architettura WEB a tre livelli basato sulla piattaforma ECM/Documentum, per la gestione automatizzata del ciclo di vita dei documenti e dei workflow autorizzativi gestionali. Un Sistema Informativo Gestionale in architettura mista (client/server e web based) costituito dai seguenti sw : Navision (contabilità, acquisti, pianificazione), Sipert (paghe, presenze, adempimenti), Cezanne (gestione risorse umane) RDBMS Oracle e SQL-Server su Sistemi Windows e Linux per le attività gestionali, scientifiche, per alcuni laboratori (gestione dati sperimentali) e per il Sistema Documentale. Sono inoltre installati i seguenti moduli software di System Management e sicurezza Client/Server: CA ServiceDesk Manager 11 + Knowledge Tools Microsoft System Center 2012 Operations Manager Microsoft System Center 2012 Endpoint Protection Le licenze software sono a carico CIRA. 6 Assetto Attuale dei Servizi di Locazione Operativa e di Helpdesk 6.1 Locazione Operativa Ad oggi risultano attivi i lotti di fornitura indicati di seguito. La tabella riporta sinteticamente, per lotti, le tipologie e il numero di apparecchiature locate e le relative date di scadenza del periodo di locazione, al netto della possibile estensione di un ulteriore anno limitatamente ai lotti dal 4 al 12 : Lotto Server Personal Computer Desktop Personal Computer Portatili Stampanti e multifunzione Personali Scanner Personali Stampanti multifunzione dipartimentali Scadenza Locazione /02/ /04/ /11/ /06/ /01/ /03/ /10/ /03/ /09/ /05/ /08/ /09/2016 Totali: Tabella 2 Il servizio, a fronte di un canone periodico per lotto, comprende le assicurazioni e il servizio di manutenzione hardware con risoluzione dei malfunzionamenti in tre giorni lavorativi dalla chiamata. Il CIRA continuerà a corrispondere all attuale locatore i canoni restanti per i lotti ancora attivi. CIRA-CF Rev. 0 P. 7/65

11 6.2 Helpdesk L attuale Servizio di Helpdesk è strutturato come di seguito: Un operatore di Helpdesk, presente al CIRA a presidio fisso, raccoglie tutte le chiamate di assistenza da parte degli utenti interni al CIRA, manutiene l inventario di tutte le dotazioni hardware e software e cura i report relativi alle attività di servizio. Due sistemisti Junior presenti a presidio fisso, risolvono le chiamate relative a problematiche di primo livello sui Sistemi distribuiti (PC, Devices e SW, di qualsiasi provenienza siano le dotazioni stesse: locazione, acquisto, progetti, ospiti, ecc.). Un sistemista Senior presente a presidio fisso, risolve i problemi di secondo livello su tutti i sistemi distribuiti, conduce, anche attraverso strumenti di System Management centralizzati, l intera Server Farm basata su VMWare, i Server Windows / Linux ed il sistema di Backup Centralizzato basato sul SW Symantec Veritas NetBackup Enterprise Server. Ad evento, su richiesta del Responsabile CIRA del Servizio di Helpdesk, intervengono ulteriori sistemisti Senior e/o Junior per far fronte a picchi di lavoro (installazioni di grosse quantità di PC, ecc.) e per problematiche di secondo livello sia su sistemi Windows, sia su sistemi che UNIX / Linux (installazioni di sistema operativo e di applicazioni complesse, configurazioni, tuning, ecc.). Sempre ad evento sono richieste prestazioni per lo sviluppo di piccole applicazioni SW o l erogazione di corsi di formazione (non più richieste con il contratto di cui al presente documento). I sistemisti utilizzano un auto della propria Azienda per le movimentazioni di materiale e per gli interventi onsite nel comprensorio del CIRA. 7 Nuovo Contratto di Fleet Management e Servizi Sistemistici Il contratto avrà una durata complessiva di 4 anni. Di seguito, conformemente a quanto in premessa, i requisiti per le diverse componenti del contratto: il Fleet Management, i Servizi Sistemistici e le esigenze di ulteriori apparecchiature e le attività ad evento. 7.1 Fleet Management Come già detto il fleet management configurato come prestazione a misura è il risultato delle due componenti di locazione operativa e di servizi di gestione Apparecchiature Richieste Il CIRA intende locare diverse tipologie di apparecchiature, raggruppate per famiglie. Le apparecchiature da locare potranno essere di più marche. L intera fornitura dovrà essere assicurata tramite un unica finanziaria, o, in alternativa, il fornitore potrà essere egli stesso il finanziatore. Lo schema seguente riporta la previsione delle apparecchiature richieste con l indicazione del periodo di locazione. Le configurazioni minime delle apparecchiature sono riportate in allegato 1. CIRA-CF Rev. 0 P. 8/65

12 Famiglia item Tipologia di apparecchiatura Quantità Periodo di prevista locazione 1.1 Desktop Base anni Desktop 1.2 Desktop Potenziato 81 4 anni 1.3 Monitor PC anni Portatili Server 2.1 Notebook Base 90 4 anni 2.2 Notebook Potenziato 18 4 anni 2.3 Notebook Ultraleggero 20 3 anni 2.4 Docking station anni 3.1 Server Base 12 5 anni 3.2 Server Potenziato 10 5 anni Monitor 4.1 Monitor anni Sistemi di stampa Audio/Video 5.1 Multifunzione A3/A4 4 4 anni 5.2 Multifunzione Dipartimentale A3/A anni 5.3 Stampante personale/workgroup A anni 5.4 Multifunzione personale/workgroup A anni 5.5 Scanner da tavolo 10 4 anni 6.1 Videoproiettore portatile 10 3 anni 6.2 Videoproiettore portatile ultraleggero 20 3 anni 6.3 Videoproiettore per installazione a soffitto 5 4 anni Tabella 3 Il CIRA si riserva la facoltà di locare un numero di apparecchiature inferiore a quello pianificato nelle quantità previste. Il CIRA inoltre, nell ambito dei massimali di contratto, si riserva la facoltà di variare il numero delle apparecchiature in aumento per una o più tipologie. Le apparecchiature saranno locate per un periodo di 3, 4 o 5 anni. A fine contratto è prevista l opzione di riscatto delle apparecchiature locate, a favore del CIRA o di un ulteriore fornitore subentrante su nuovo contratto (vedi ). L offerta del fornitore assegnatario del contratto, comprensiva di configurazioni e canoni, costituirà il catalogo dei prodotti al quale il CIRA farà riferimento per attivare nuovi lotti di fornitura. Nei paragrafi successivi sarà anche illustrata la modalità di aggiornamento di tale catalogo prodotti. Il Fornitore dovrà proporre, per ciascuna famiglia di apparecchiature, una sola primaria marca (Brand). Uno stesso Brand potrà essere indicato per più famiglie di prodotti. Durante tutta la durata del Contratto dovrà essere garantita la presenza di ciascun Brand alle condizioni fissate in fase di offerta di Gara. Nel caso in cui un Brand non fosse più disponibile per cause indipendenti dal Fornitore, il medesimo si farà carico di sostituirlo con un altro Brand di pari qualità, sottoponendo la nuova proposta ad accettazione del CIRA. Le configurazioni delle apparecchiature dovranno essere uguali o superiori alle ultime concordate. Le apparecchiature fornite dovranno essere beni esistenti sul mercato al momento della presentazione dell offerta. La fornitura in locazione operativa dovrà conformarsi ai requisiti di seguito indicati: 1. Tutte le apparecchiature dovranno presentare caratteristiche tecniche minime non inferiori a quelle riportate in allegato 1 2. Le apparecchiature dovranno essere nuove di fabbrica, ed essere costruite utilizzando parti nuove; 3. Ciascuna apparecchiatura dovrà essere consegnata ed avviata presso il CIRA già corredata del sistema CIRA-CF Rev. 0 P. 9/65

13 operativo e di tutte le componenti necessarie al suo corretto utilizzo; 4. La predisposizione dell'offerta tecnica dovrà essere effettuata in completo accordo con le indicazioni riportate nel presente Capitolato tecnico e nel disciplinare di gara; 5. Il Fornitore dovrà descrivere dettagliatamente, nella propria offerta tecnica, le caratteristiche delle apparecchiature hardware proposte, nel rispetto dei requisiti minimi richiesti; 6. Tutta la fornitura dovrà risultare conforme ai requisiti di conformità riportati nel successivo paragrafo Requisiti di Conformità ; 7. Il Fornitore dovrà garantire l interoperabilità di tutti i componenti che costituiscono la soluzione proposta; 8. Per ciascuna apparecchiatura dovrà essere fornita una copia digitale o cartacea della manualistica tecnica completa, edita dal produttore; la documentazione dovrà essere in lingua italiana oppure, se non prevista, in lingua inglese Piano di Acquisizione delle Apparecchiature in Locazione Operativa Al netto di possibili ritardi di gara, riferendoci ai lotti locati, possiamo prevedere il seguente piano di acquisizione, comprensivo della sostituzione delle attuali apparecchiature in locazione operativa. Tale piano concentra le sostituzioni di tutte le apparecchiature attualmente in locazione nei primi due anni di contratto ed è preso a riferimento per la valutazione dei costi a misura del presente contratto. Quantità e distribuzione temporale delle apparecchiature sono soggette a variazioni nei limiti descritti dal presente capitolato. Tipologia apparecchiature Desktop Base + monitor Desktop Potenziato + monitor Notebook Base + monitor + docking station Notebook Potenziato + monitor + docking station Notebook Ultraleggero + monitor + docking station Tranche di fornitura Data inizio locazione /servizi Prima tranche Seconda tranche Terza tranche Quarta tranche Quinta tranche Sesta tranche 04/ / / / / /2016 Totali apparecchiature Server Base Server Potenziato Monitor Multifunzione A3/A4 Multifunzione dipartimentale A3/A CIRA-CF Rev. 0 P. 10/65

14 Stampante personale/workg roup A4 Multifunzione personale/workg roup A4 Scanner da tavolo Videoproiettore portatile Videoproiettore portatile ultraleggero Videoproiettore per installazione a soffitto Tabella Requisiti di Conformità Le apparecchiature fornite in locazione operativa devono essere munite dei marchi di certificazione riconosciuti da tutti i paesi dell Unione Europea e devono essere conformi alle norme relative alla compatibilità elettromagnetica. Il Fornitore dovrà garantire la conformità delle apparecchiature alle normative CEI o ad altre disposizioni internazionali riconosciute e, in generale, alle vigenti norme legislative, regolamentari e tecniche disciplinanti i componenti e le modalità di impiego delle apparecchiature medesime ai fini della sicurezza degli utilizzatori. Per i PC portatili è richiesta l assistenza tecnica ON-SITE worldwide 1 ed almeno in Europa per tutte le altre apparecchiature. L assistenza può essere assicurata dal fornitore stesso, dal produttore o da suoi partner certificati. A titolo esemplificativo e non esaustivo, le apparecchiature fornite dovranno, ove applicabile, rispettare: i requisiti di ergonomia stabiliti nella Direttiva CEE 90/270 recepita dalla legislazione italiana con Legge 19 febbraio 1992, n. 142; i requisiti stabiliti nel D.Lgs. n. 81/2008; i requisiti di sicurezza (es. IMQ) e di emissione elettromagnetica (es. FCC) certificati da Enti riconosciuti a livello europeo; le apparecchiature fornite dovranno essere conformi alle Direttive di Compatibilità elettromagnetica (89/336 e 92/31 - EMC) e conseguentemente essere marcate e certificate CE; i requisiti di immunità definiti dalla EN55024; per le componenti opzionali di accessibilità, nonché laddove esplicitamente previsto, i requisiti espressi dal D.M. 8 luglio 2005 "Requisiti tecnici e i diversi livelli per l'accessibilità agli strumenti informatici", Allegato C, nonché dall articolo 4, comma 1 della Legge n.4 del 2004; la direttiva 2002/95/CE, anche nota come "Restriction of Hazardous Substances (RoHS), recepita dalla legislazione italiana con D.Lgs. n. 151/2005; i requisiti stabiliti nel D. Lgs. n. 188/2008, che recepisce la direttiva 2006/66/CE concernente pile, accumulatori e relativi rifiuti; i Criteri Ambientali Minimi per IT adottati con DM 22 febbraio 2011; l etichettatura EPA ENERGY STAR nell ultima versione disponibile per la specifica apparecchiatura. 1 Presenza di centri di assistenza in tutti i continenti CIRA-CF Rev. 0 P. 11/65

15 Dovrà essere prodotta nell Offerta Tecnica tutta la certificazione attestante la sussistenza dei suddetti requisiti per le apparecchiature fornite. Le apparecchiature dovranno essere corredate di cavetteria, manuali, CD di installazione e tutto quanto necessario al loro funzionamento ed utilizzo. Le parti di ricambio e le opzioni, nel caso di potenziamenti e/o manutenzioni, dovranno essere originali ed erediteranno gli stessi servizi di locazione e le medesime scadenze delle apparecchiature in cui saranno installate. Gli eventuali software forniti con le apparecchiature dovranno essere coperti da contratto di manutenzione del produttore per tutto il periodo della locazione Requisiti di Compatibilità Ambientale Controllo della potenza sonora Il rispetto dei requisiti dovrà essere comprovato attraverso un rapporto di prova, predisposto da un laboratorio accreditato in base alla norma EN ISO 17025, in cui si attesti che i livelli delle emissioni acustiche sia nella fase idle che in modalità hard disk attivo sono stati misurati in conformità alla norma EN ISO 7779:2001 e dichiarati in conformità alla norma ISO Il possesso dell etichetta EU Eco-label (Decisione 2011/337/UE) o Nordic Swan (ver. 6.4) o qualsiasi altra etichetta ISO (tipo I) equivalente rispetto al criterio, varrà come mezzo di presunzione di conformità Controllo emissioni TVOC, Ozono e Polveri Il rispetto del requisito dovrà essere comprovato con la presentazione di un rapporto di prova condotto da un laboratorio accreditato ai sensi della norma UNI EN ISO ed attestante i risultati dei test effettuati secondo le modalità previste da Der Blaue Engel RAL UZ 122, ed Appendix 2 - Test method for the determination of emissions from hardcopy devices o equivalente. Il possesso dell etichetta Der Blaue Engel (RAL UZ 122, ed. 2009), o qualsiasi altra etichetta ISO (tipo I) equivalente rispetto al criterio, varrà come mezzo di presunzione di conformità Evoluzione Tecnologica delle Apparecchiature Il contratto deve prevedere la possibilità che il catalogo prodotti sia aggiornato in coerenza con l evoluzione tecnologica del mercato. A tal proposito è previsto l obbligo per il Fornitore di presentare periodicamente (almeno ogni anno, a partire dalla data dell ordine e dalla data di accettazione di ogni nuova configurazione) al CIRA un aggiornamento delle configurazioni per far fronte all evoluzione tecnologica. Ciò potrà anche avvenire per cessata produzione di un apparecchiatura a contratto. Per ogni nuova configurazione, il fornitore dovrà segnalare il dettaglio degli elementi migliorativi. Le nuove configurazioni, a parità di canone e di Brand, dovranno avere caratteristiche tecniche, classe, qualità e configurazione uguali o superiori a quelle concordate in gara. Il CIRA dovrà accettare formalmente la proposta di aggiornamento, effettuando, se necessario tutte le verifiche e gli approfondimenti che riterrà opportuni per il buon esito dell aggiornamento. L aggiornamento tecnologico sarà formalizzato con una verbalizzazione tra le parti e, a far data dall approvazione finale da parte del CIRA, il nuovo catalogo prodotti contrattualizzati sarà riferimento per i successivi lotti. CIRA-CF Rev. 0 P. 12/65

16 7.1.5 Costi di Locazione e Servizi Inclusi I canoni di locazione comprenderanno anche i seguenti servizi: assemblaggio spedizione e consegna; installazione HW configurazione e tuning delle apparecchiature; fornitura dei toner e sostituzione dei kit di consumabili (esclusi i toner) per le multifunzioni dipartimentali di cui agli item 5.1 e 5.2; collaudo (vedi paragrafo Verbale di Accettazione e Collaudo ); assicurazione full risk; assistenza tecnica e riparazione on-site; ritiro e smaltimento rifiuti, anche del materiale di consumo esausto, come da norme legislative. Il ritiro dei toner esausti dovrà essere effettuato a cadenza trimestrale. Il Fornitore dovrà allocare al CIRA, presso un unico punto di raccolta, appositi contenitori per l accumulo dei toner esausti Attivazione di Nuovi Lotti e Scorte per Urgenze Per la richiesta di nuovi lotti di fornitura, limitatamente alle apparecchiature previste a catalogo, il CIRA invierà al Fornitore via l elenco delle apparecchiature richieste, individuate nell ultimo catalogo prodotti. Il Fornitore risponderà con il relativo dettaglio delle apparecchiature, i canoni unitari e il canone totale. Ciascuna offerta dovrà essere identificata univocamente. Il materiale si intenderà ordinato al ricevimento, da parte del Fornitore, del relativo Buono di Acquisto (BDA). Il materiale ordinato dovrà essere consegnato e collaudato entro 30 giorni lavorativi dalla data di ricevimento del BDA (vedi paragrafo Verbale di Accettazione e Collaudo ). Limitatamente ai PC Desktop di fascia base, per far fronte ad eventuali necessità non pianificabili, è richiesta la disponibilità di PDL complete di monitor entro 5 giorni lavorativi dalla richiesta. Tale disponibilità potrà arrivare ad un massimo di 15 postazioni all anno Modalità di Fornitura Al CIRA dovranno essere consegnati i prodotti finiti, configurati come da richiesta. Eventuali assemblaggi dovranno essere eseguiti prima della consegna, presso il Fornitore, salvo diversi accordi col CIRA. Il CIRA potrà richiedere la fornitura, anche di parte delle apparecchiature dei lotti ordinati, in luoghi diversi dalla sede di Capua, ma limitatamente al territorio nazionale. Tale necessità sarà comunicata preventivamente al Fornitore e potrà riguardare al massimo il 5% del valore totale delle apparecchiature locate. Per tali apparecchiature varranno tutte le condizioni contrattuali Verbale di Accettazione e Collaudo Ad ogni consegna il Fornitore ed il personale tecnico CIRA effettueranno congiuntamente le operazioni di collaudo per accertare il corretto funzionamento delle apparecchiature consegnate. Il verbale di accettazione di ogni singolo lotto di fornitura sarà emesso dal CIRA quando tutte le apparecchiature richieste saranno consegnate e risulteranno, al collaudo, funzionanti e corrispondenti alle configurazioni richieste. Il verbale di accettazione sarà inviato al Fornitore via e l effettiva locazione del lotto avrà inizio a partire dal 1 giorno del mese successivo all accettazione. La data di decorrenza della locazione sarà indicata sul verbale di accettazione. Tutti i servizi di locazione, compresa l assistenza tecnica alle apparecchiature, dovranno essere assicurati fino al termine del periodo di locazione a partire da tale data. CIRA-CF Rev. 0 P. 13/65

17 In caso di malfunzionamenti accertati il fornitore si farà carico di provvedere alla riparazione e/o sostituzione delle apparecchiature malfunzionanti nei tempi massimi di ripristino previsti al $ Manutenzione delle Apparecchiature Per tutte le apparecchiature in locazione operativa è previsto il relativo servizio di manutenzione, compreso nel canone del servizio. L assistenza tecnica e gli interventi di riparazione dovranno essere forniti direttamente dal fornitore, dal produttore o tramite Aziende partner del produttore. Nel caso che la manutenzione sia affidata a partner del Produttore, questi dovrà presentare tramite lettera intestata e firmata da un legale rappresentante, l elenco delle Aziende autorizzate ad intervenire. Ciascuna Azienda inclusa nell elenco dovrà produrre tutta la documentazione prevista nella procedura CIRA-CF Procedura per l'accettazione di personale esterno e norme di comportamento. Le condizioni base di assistenza tecnica e garanzia delle apparecchiature, per tutto il periodo di locazione, dovranno essere on-site, con un primo intervento entro il giorno lavorativo successivo alla chiamata, a meno della famiglia Server per la quale è richiesto un primo intervento entro 4 (quattro) ore dalla chiamata. Per la sostituzione del materiale di consumo e le forniture dei toner alle stampanti multifunzione di cui ai punti 5.1 e 5.2 di Tabella 3, il Fornitore dovrà implementare un sistema di monitoraggio al fine di dare continuità di stampa senza difetti ed evitare interruzioni causate dall esaurimento del materiale di consumo e dei toner. Il tempo massimo previsto per il rispristino delle funzionalità di stampa senza difetti e per il ripristino delle scorte di toner non dovrà eccedere le 8 ore lavorative. La riparazione delle apparecchiature dovrà essere eseguita on-site e dovrà includere la sostituzione dei componenti guasti, compresi gli accessori, la manodopera, le spedizioni, le trasferte dei tecnici e quant altro necessario, senza costi aggiuntivi per il CIRA. Di seguito le tempistiche massime di ripristino delle apparecchiature in locazione, distinte per tipologia di apparecchiatura Famiglia item Tipologia di apparecchiatura Max giorni per il ripristino 1.1 Desktop Base 3 Desktop 1.2 Desktop Potenziato Monitor PC 21 3 Portatili Server 2.1 Notebook Base Notebook Potenziato Notebook Ultraleggero Docking station Server Base Server Potenziato 2 Monitor 4.1 Monitor 55 5 Sistemi di stampa Audio/Video 5.1 Multifunzione A3/A Multifunzione Dipartimentale A3/A Stampante personale/workgroup A Multifunzione personale/workgroup A Scanner da tavolo Videoproiettore portatile Videoproiettore portatile ultraleggero Videoproiettore per installazione a soffitto 5 Tabella 5 CIRA-CF Rev. 0 P. 14/65

18 Per tutte le apparecchiature il ripristino potrà essere effettuato tramite sostituzione di pari apparecchiatura. In questo caso il fornitore dovrà rispristinare sulla nuova apparecchiatura tutte le funzionalità operative e SW di quella sostituita entro i tempi di rispristino previsti. Il fornitore per ridurre i tempi di intervento potrà utilizzare delle apparecchiature muletto da lasciare in consegna presso il CIRA che provvederà a mettere a disposizione gli spazi necessari in apposite aree sorvegliate. Le apparecchiature non ripristinate entro i tempi massimi previsti, dovranno essere sostituite dal Fornitore senza oneri per il CIRA, secondo quanto previsto nel 7.1.7, con altre di classe, qualità e configurazione almeno pari a quelle sostituite. Tali apparecchiature erediteranno i servizi e le scadenze di locazione di quelle sostituite. Per eventuali ritardi si applicheranno le penali previste. Per le apparecchiature che nell arco di 6 (sei) mesi presentassero più malfunzionamenti, anche su componenti diversi, il CIRA ne potrà richiedere la sostituzione senza costi aggiuntivi. La manutenzione delle licenze dei SW di base ordinati con le apparecchiature, dovrà essere sempre allineata alla scadenza del periodo di locazione delle apparecchiature cui fanno riferimento. Inoltre, per i sistemi di stampa per più utenti: 5.1 Multifunzione A3/A4 5.2 Multifunzione Dipartimentale A3/A4 il fornitore si farà carico, oltre a quanto previsto nel canone di locazione, anche della fornitura e della sostituzione dei toner e dei kit di consumabili. Per tali apparecchiature dovrà essere offerto un canone trimestrale per singola stampante, calcolato sul costo pagina. Per consentire di formulare l offerta del canone di locazione, si fornisce il numero di stampe cumulativo medio annuo: Tipologia stampante Quantità richiesta Numero di copie colore annuo cumulativo Numero di copie B/N annuo cumulativo 5.1 Multifunzione A3/A Multifunzione Dipartimentale A3/A La consuntivazione delle stampe effettuate sarà fatta trimestralmente a cura del fornitore, dando evidenza al CIRA delle stampe eseguite sulle singole apparecchiature, mediante un sistema di monitoraggio da implementare a cura del fornitore ed accessibile al personale CIRA. Il sistema dovrà consentire il calcolo delle pagine stampate in B/N ed a Colori separatamente. Le eventuali stampe eccedenti, rispetto alle quantità cumulative, saranno contabilizzate alla fine di ogni anno contrattuale. L aggiunta o la rinuncia a una o più stampanti multifunzione di cui sopra, comporterà il ricalcolo delle copie annue cumulative ai fini del computo delle eccedenze, secondo la seguente formula: quantità cumulativa= numero di copie cumulativo stampanti richieste stampanti acquisite Per le altre apparecchiature di stampa il canone dovrà comprendere una scorta di materiale di consumo e kit di consumabili come riportato nelle schede di configurazione all allegato 1. CIRA-CF Rev. 0 P. 15/65

19 Asset Management Il Fornitore dovrà gestire l elenco delle apparecchiature fornite e di quelle prese in carico. Ciascuna apparecchiatura dovrà essere identificata dalle seguenti informazioni: marca, modello e numero di serie. Per consentire l attuazione del piano di acquisizione previsto al 7.1.2, il fornitore dovrà tenere traccia delle scadenze delle locazioni con il vecchio fornitore. Per le apparecchiature di nuova locazione il fornitore dovrà gestire, e condividere con i responsabili CIRA del servizio, un database con i costi di fleet management separati nelle due componenti di locazione e gestione. Tale database sarà utilizzato per determinare gli importi della parte a misura delle fatturazioni periodiche Assicurazione Tutte le apparecchiature locate dovranno essere coperte da assicurazione full risk, senza franchigia. Il CIRA comunicherà a mezzo al Fornitore l elenco del materiale sottratto o danneggiato. In caso di furto il CIRA provvederà ad inviare al Fornitore copia della denuncia di furto presentata alle Forze dell Ordine. Il Fornitore dovrà sostituire tutto il materiale sottratto o non riparabile, con identiche apparecchiature, ovvero di classe, qualità e configurazione uguali o superiori e con gli stessi tempi e modalità descritti nel 7.1.7, senza costi aggiuntivi per il CIRA. In caso di danni accidentali riparabili, le apparecchiature saranno ripristinate a cura e spese del Fornitore, secondo quanto descritto nel Opzione di Acquisto Finale Per tutte le tipologie di apparecchiature previste dal contratto di locazione, è prevista l opzione di acquisto finale. Il CIRA, pur non avendone l obbligo, potrà richiedere il riscatto di tutte o parte delle apparecchiature fornite in qualsiasi momento del contratto, anche alla scadenza. Il prezzo di riscatto a fine contratto sarà pari al 15% (quindici per cento) del 90 % del valore ottenuto dalla somma dei canoni di locazione (canone trimestrale moltiplicato per il numero di trimestralità previste per la specifica locazione operativa). In generale in qualsiasi momento del contratto si applicherà la seguente formula per il calcolo del costo di riscatto: con: P riscatto = 0,9 x (C ut x (D T i) + 0,15 x C ut x D) Ti : numero di trimestri dalla data di installazione, arrotondato all unità superiore; Cut : canone unitario trimestrale dell apparecchiatura; D : durata del periodo di locazione, espressa in trimestri. L acquisto finale, a richiesta del CIRA, potrà essere esercitato: a favore del CIRA; a favore di una parte Terza fornitrice, subentrante al Fornitore. In caso di esercizio del diritto di acquisto delle apparecchiature prima della scadenza della locazione operativa, il Fornitore, per i mesi restanti e fino al termine in origine contrattualizzato, è tenuto a CIRA-CF Rev. 0 P. 16/65

20 prestare una garanzia che copra i servizi di assistenza e manutenzione HW alle stesse condizioni previste nel presente capitolato. In caso che il diritto di acquisto non venga esercitato, il CIRA continuerà a pagare i canoni di sola locazione delle apparecchiature fino al termine in origine contrattualizzato Gestione Sistemistica per la Componente di Fleet Management Per le attività di Fleet Management, la gestione sistemistica dovrà assicurare: a. Coordinamento e controllo dei servizi inclusi nel canone di locazione (rif ) anche quando eseguiti da terzi (Società di manutenzione, trasportatori, ecc.); b. Per le PDL utente: installazione hardware completa di sistema operativo e device aggiuntive, configurazioni dei servizi di rete, applicazioni di Office Automation, applicazioni WEB based; c. Per i server: installazione HW, anche in Rack, completa di sistema operativo anche se fornito dal CIRA, configurazione delle opzioni incluse nella fornitura. Esecuzione di eventuali configurazioni ridondanti. Accensione e spegnimento, start-up dei collegamenti, messa in esercizio nell infrastruttura LAN e SAN, monitoraggio delle prestazioni e interventi preventivi per il mantenimento del funzionamento ottimale; d. Per le stampanti dipartimentali e di workgroup: installazione HW, completa di sistema operativo, configurazione dei servizi di rete e delle opzioni incluse nella configurazione. Esecuzione di eventuali configurazioni ridondanti. Installazione e configurazione dei drivers Windows (per server e client) e delle code di stampa lato Server. Monitoraggio dei consumi e interventi preventivi per il mantenimento del funzionamento ottimale; gestione dei materiali di consumo come previsto dall approccio Costo per pagina come al 7.1.9; e. Consegna delle apparecchiature nel punto finale di utilizzo; f. Ritiro delle apparecchiature dismesse e conferimento al magazzino; g. Movimentazione/riassegnazione delle apparecchiature su indicazioni dei responsabili CIRA del servizio; h. Installazione in locale e/o da remoto delle eventuali applicazioni, oltre le dotazioni di base, sulla base di indicazioni dei responsabili CIRA del servizio; i. Supporto di primo livello, da remoto o in locale, all utente finale per malfunzionamenti e/o supporto all utilizzo degli strumenti e delle applicazioni base; j. Inventario e gestione degli asset; k. Innesco e tracciamento degli interventi di manutenzione hardware a completamento delle attività di cui al precedente punto a). Per l esecuzione di tutte le attività il fornitore dovrà mettere a disposizione del proprio personale tutte le attrezzature necessarie. Per maggiori dettagli sulle attività e sulle modalità di interazione/integrazione con il servizio di Helpdesk, riferirsi ai paragrafi successivi. CIRA-CF Rev. 0 P. 17/65

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE SOMMARIO 1 POLITICHE DELLA SICUREZZA INFORMATICA...3 2 ORGANIZZAZIONE PER LA SICUREZZA...3 3 SICUREZZA DEL PERSONALE...3 4 SICUREZZA MATERIALE E AMBIENTALE...4 5 GESTIONE

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Carta di servizi per il Protocollo Informatico

Carta di servizi per il Protocollo Informatico Carta di servizi per il Protocollo Informatico Codice progetto: Descrizione: PI-RM3 Implementazione del Protocollo informatico nell'ateneo Roma Tre Indice ARTICOLO 1 - SCOPO DEL CARTA DI SERVIZI...2 ARTICOLO

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine Portfolio Network Data Center Desktop & MDM ServiceDesk & Asset Active Directory Log &

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

Prot. 1377. Cagliari, 13/03/2013. > Spett.le IT Euromedia Srl Via Galvani, 27/29 09047 SELARGIUS - CA. Fax: 070.7731009 e-mail: info@iteuromedia.

Prot. 1377. Cagliari, 13/03/2013. > Spett.le IT Euromedia Srl Via Galvani, 27/29 09047 SELARGIUS - CA. Fax: 070.7731009 e-mail: info@iteuromedia. Prot. 1377 Cagliari, 13/03/2013 > Spett.le IT Euromedia Srl Via Galvani, 27/29 09047 SELARGIUS - CA Fax: 070.7731009 e-mail: info@iteuromedia.eu ORDINE D ACQUISTO N. 39/2013 RIF. DET. A CONTRARRE N. 31

Dettagli

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito:

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito: Autore : Giulio Martino IT Security, Network and Voice Manager Technical Writer e Supporter di ISAServer.it www.isaserver.it www.ocsserver.it www.voipexperts.it - blogs.dotnethell.it/isacab giulio.martino@isaserver.it

Dettagli

May Informatica S.r.l.

May Informatica S.r.l. May Informatica S.r.l. Brochure Aziendale Copyright 2010 May Informatica S.r.l. nasce con il preciso scopo di dare soluzioni avanzate alle problematiche legate all'information Technology. LA NOSTRA MISSIONE

Dettagli

Servizi di consulenza e soluzioni ICT

Servizi di consulenza e soluzioni ICT Servizi di consulenza e soluzioni ICT Juniortek S.r.l. Fondata nell'anno 2004, Juniortek offre consulenza e servizi nell ambito dell informatica ad imprese e professionisti. L'organizzazione dell'azienda

Dettagli

INDICE Listino aggiornato al 25/05/2015

INDICE Listino aggiornato al 25/05/2015 INDICE Listino aggiornato al 25/05/2015 NethSecurity Firewall UTM 3 NethService Unified Communication & Collaboration 6 NethVoice Centralino VoIP e CTI 9 NethMonitor ICT Proactive Monitoring 11 NethAccessRecorder

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali ALLEGATO A Profili professionali Nei profili di seguito descritti vengono sintetizzate le caratteristiche di delle figure professionali che verranno coinvolte nell erogazione dei servizi oggetto della

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

Servizio HP Hardware Support Exchange

Servizio HP Hardware Support Exchange Servizio HP Hardware Support Exchange Servizi HP Il servizio HP Hardware Support Exchange offre un supporto affidabile e rapido per la sostituzione dei prodotti HP. Studiato in modo specifico per i prodotti

Dettagli

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti Domanda 1 Si chiede di specificare il numero orientativo dei partecipanti ai corsi di formazione diviso per tipologia (dirigenti, utenti e personale informatico) (cfr. Capitolato capitolo 10). Risposta

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Sizing di un infrastruttura server con VMware

Sizing di un infrastruttura server con VMware Sizing di un infrastruttura server con VMware v1.1 Matteo Cappelli Vediamo una serie di best practices per progettare e dimensionare un infrastruttura di server virtuali con VMware vsphere 5.0. Innanzitutto

Dettagli

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete.

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete. Premessa. La traccia di questo anno integra richieste che possono essere ricondotte a due tipi di prove, informatica sistemi, senza lasciare spazio ad opzioni facoltative. Alcuni quesiti vanno oltre le

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

Presentazione del prodotto Easy-TO versione 5.1

Presentazione del prodotto Easy-TO versione 5.1 Presentazione del prodotto Easy-TO versione 5.1 Easy-TO è il software professionale per il Tour Operator moderno. Progettato e distribuito in Italia e all estero da Travel Software srl (Milano), un partner

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

Plesk Automation. Parallels. Domande tecniche più frequenti

Plesk Automation. Parallels. Domande tecniche più frequenti Parallels Plesk Automation Primo trimestre, 2013 Domande tecniche più frequenti Questo documento ha come scopo quello di rispondere alle domande tecniche che possono sorgere quando si installa e si utilizza

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

La gestione integrata della sicurezza in Agenzia ANSA: dal firewalling all'utm Michelangelo Uberti, Sales Engineer Babel S.r.l.

La gestione integrata della sicurezza in Agenzia ANSA: dal firewalling all'utm Michelangelo Uberti, Sales Engineer Babel S.r.l. La gestione integrata della sicurezza in Agenzia ANSA: dal firewalling all'utm Michelangelo Uberti, Sales Engineer Babel S.r.l. Babel S.r.l. - P.zza S. Benedetto da Norcia 33, 00040 Pomezia (RM) www.babel.it

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

L Azienda che comunica in tempo reale

L Azienda che comunica in tempo reale Il servizio gestionale SaaS INNOVATIVO per la gestione delle PMI Negli ultimi anni si sta verificando un insieme di cambiamenti nel panorama delle aziende L Azienda che comunica in tempo reale La competizione

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 11. Affidabilità dei dati un requisito essenziale

Acronis Backup & Recovery 11. Affidabilità dei dati un requisito essenziale Protezio Protezione Protezione Protezione di tutti i dati in ogni momento Acronis Backup & Recovery 11 Affidabilità dei dati un requisito essenziale I dati sono molto più che una serie di uno e zero. Sono

Dettagli

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner:

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner: Processi ITIL In collaborazione con il nostro partner: NetEye e OTRS: la piattaforma WÜRTHPHOENIX NetEye è un pacchetto di applicazioni Open Source volto al monitoraggio delle infrastrutture informatiche.

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

I chiarimenti della gara sono visibili sui siti www.mef.gov.it www.consip.it www.acquistinretepa.it ***

I chiarimenti della gara sono visibili sui siti www.mef.gov.it www.consip.it www.acquistinretepa.it *** Oggetto: Accordo Quadro con più operatori economici sul quale basare l aggiudicazione di appalti specifici, ai sensi e per gli effetti dell art. 2, comma 225, L.n. 191/2009, per l affidamento dei Servizi

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI

ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI PRODOTTO: POI ENERGIA/CSE 2015 - IMPIANTO SOLARE TERMICO ACS PER UFFICI PRODOTTO: POI ENERGIA/CSE 2015 - IMPIANTO

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 telecamere. I sistemi di acquisizione ed archiviazione

Dettagli

SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI

SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI s.d.i. automazione industriale ha fornito e messo in servizio nell anno 2003 il sistema di controllo

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

La nostra storia. 1994 : Fondazione. 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it

La nostra storia. 1994 : Fondazione. 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it Il Gruppo Aruba La nostra storia 1994 : Fondazione 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it 2000: Nascita del brand Aruba come fornitore di servizi hosting, registrazione

Dettagli

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade)

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade) AGENDA DIGITALE ITALIANA 1. Struttura dell Agenda Italia, confronto con quella Europea La cabina di regia parte con il piede sbagliato poiché ridisegna l Agenda Europea modificandone l organizzazione e

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

Innovative Procurement Process. Consulting

Innovative Procurement Process. Consulting Creare un rapporto di partnership contribuendo al raggiungimento degli obiettivi delle Case di cura nella gestione dei DM attraverso soluzione a valore aggiunto Innovative Procurement Process Consulting

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND

MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND Progettisti dentro e oltre l impresa MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND Pag 1 di 31 INTRODUZIONE Questo documento ha lo scopo di illustrare le modalità di installazione e configurazione dell

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

Guida Dell di base all'acquisto dei server

Guida Dell di base all'acquisto dei server Guida Dell di base all'acquisto dei server Per le piccole aziende che dispongono di più computer è opportuno investire in un server che aiuti a garantire la sicurezza e l'organizzazione dei dati, consentendo

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

PROCEDURA DI AUDIT AI TEST CENTER AICA

PROCEDURA DI AUDIT AI TEST CENTER AICA Pag. 1 di 14 PROCEDURA DI AUDIT REVISIONI 1 19/12/2002 Prima revisione 2 07/01/2004 Seconda revisione 3 11/01/2005 Terza revisione 4 12/01/2006 Quarta revisione 5 09/12/2013 Quinta revisione Adeguamenti

Dettagli

Microsoft Innovation Center Roma. Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia

Microsoft Innovation Center Roma. Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia Microsoft Innovation Center Roma Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia Il MIC Roma Cos è Uno dei risultati dei protocolli di intesa tra il Ministero della Pubblica Amministrazione e l

Dettagli

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 è la soluzione specifica per ogni impresa che opera nel settore rifiuti con una completa copertura funzionale e la

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Forum PA Webinar, 21 luglio 2015 Parleremo di: Il Gruppo e il network di Data Center Panoramica sul Cloud Computing Success Case: Regione Basilicata

Dettagli

UML Component and Deployment diagram

UML Component and Deployment diagram UML Component and Deployment diagram Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it Dipartimento di Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni Università di Catania I diagrammi UML Classificazione

Dettagli

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello DigitPA Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello Versione 3.0 Dicembre 2010 Il presente documento fornisce le indicazioni e la modulistica necessarie alla registrazione,

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI. Security for Virtual and Cloud Environments

SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI. Security for Virtual and Cloud Environments SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI Security for Virtual and Cloud Environments PROTEZIONE O PRESTAZIONI? Già nel 2009, il numero di macchine virtuali aveva superato quello dei

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

IL PRESUPPOSTO DEL SUCCESSO DI OGNI AZIENDA È IL LIVELLO DI SICUREZZA DEL

IL PRESUPPOSTO DEL SUCCESSO DI OGNI AZIENDA È IL LIVELLO DI SICUREZZA DEL IL PRESUPPOSTO DEL SUCCESSO DI OGNI AZIENDA È IL LIVELLO DI SICUREZZA DEL PROPRIO PATRIMONIO INFORMATIVO E DEL PROPRIO KNOW-HOW IMPRENDITORIALE. SERVIZI CREIAMO ECCELLENZA Uno dei presupposti fondamentali

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source

Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source Data: Ottobre 2012 Firewall pfsense Mail Server Zimbra Centralino Telefonico Asterisk e FreePBX Fax Server centralizzato Hylafax ed Avantfax

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Il portafoglio VidyoConferencing. Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi

Il portafoglio VidyoConferencing. Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi Il portafoglio VidyoConferencing Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi La qualità HD di Vidyo mi permette di vedere e ascoltare

Dettagli

Software 2. Classificazione del software. Software di sistema

Software 2. Classificazione del software. Software di sistema Software 2 Insieme di istruzioni e programmi che consentono il funzionamento del computer Il software indica all hardware quali sono le operazioni da eseguire per svolgere determinati compiti Valore spesso

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO e CAPITOLATO D ONERI

CAPITOLATO TECNICO e CAPITOLATO D ONERI CAPITOLATO TECNICO e CAPITOLATO D ONERI 1 Indice CAPITOLATO TECNICO PREMESSE p. 4 Art. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE p. 5 Art. 2 OGGETTO p. 5 Art. 3 PREZZO p. 6 CAPO I STRUTTURA DEL SERVIZIO Art. 4 ASSISTENZA

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento Reti Di cosa parleremo? - Definizione di Rete e Concetti di Base - Tipologie di reti - Tecnologie Wireless - Internet e WWW - Connessioni casalinghe a Internet - Posta elettronica, FTP e Internet Browser

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI FORMAZIONE INTERNA 2009-2011

PIANO TRIENNALE DI FORMAZIONE INTERNA 2009-2011 PIANO TRIENNALE DI FORMAZIONE INTERNA 2009-2011 PROPOSTA TECNICA Genova, Giugno 2009 SOMMARIO 1 PREMESSA... 3 2 QUADRO NORMATIVO DI RIFERIMENTO...4 2.1 LE NORME CONTRATTUALI... 4 2.2 LA FORMAZIONE OBBLIGATORIA

Dettagli

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Declinazione di responsabilità e informazioni sul copyright Le informazioni contenute nel presente documento rappresentano le conoscenze

Dettagli

Bando regionale per il sostegno di:

Bando regionale per il sostegno di: Bando regionale per il sostegno di: Programma Operativo Regionale Competitività regionale e occupazione F.E.S.R. 2007/2013 Asse 1 Innovazione e transizione produttiva Attività I.3.2 Adozione delle tecnologie

Dettagli

LE ESIGENZE INFORMATICHE NELL ERA di INTERNET

LE ESIGENZE INFORMATICHE NELL ERA di INTERNET LE ESIGENZE INFORMATICHE NELL ERA di INTERNET Internet una finestra sul mondo... Un azienda moderna non puo negarsi ad Internet, ma.. Per attivare un reale business con transazioni commerciali via Internet

Dettagli

CAPITOLATO GESTIONALE PARTE II. 1.Modalità pagamento pasti

CAPITOLATO GESTIONALE PARTE II. 1.Modalità pagamento pasti CAPITOLATO GESTIONALE PARTE II 1.Modalità pagamento pasti Pagina Introduzione 2 Pre-pagato con tessera scalare 3 1.1 Componenti del sistema 4 1.2 Come funziona 5 1.3 Fasi del servizio 6 - L iscrizione

Dettagli

Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra

Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra Enterprise Content Management vi semplifica la vita Enterprise-Content-Management Gestione dei documenti Archiviazione Workflow www.elo.com Karl Heinz

Dettagli

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi GIUNTA REGIONALE Atto del Dirigente: DETERMINAZIONE n 597 del 23/01/2012 Proposta: DPG/2012/462 del 13/01/2012 Struttura proponente: Oggetto: Autorità emanante:

Dettagli

Il Cloud Computing. Lo strumento per un disaster recovery flessibile. Giorgio Girelli. Direttore Generale Actalis 12/10/2012

Il Cloud Computing. Lo strumento per un disaster recovery flessibile. Giorgio Girelli. Direttore Generale Actalis 12/10/2012 Il Cloud Computing Lo strumento per un disaster recovery flessibile Giorgio Girelli Direttore Generale Actalis 12/10/2012 Agenda Il Gruppo Aruba Disaster Recovery: costo od opportunità? L esperienza Aruba

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 TECHNOLOGY Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel offre

Dettagli