Da oltre 10 anni. DEI Programmi Sociali Pubblici

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Da oltre 10 anni. DEI Programmi Sociali Pubblici"

Transcript

1 Da oltre 10 anni AL SERVIZIO DEI Programmi Sociali Pubblici

2 SOMMARIO 1. Cosa sono i Voucher Sociali? 2. Perché utilizzare sistemi di monitoraggio? 3. Quali sono le possibili finalizzazioni? 4. Schema di funzionamento 5. Alcune esperienze in Italia: Acquisti: beni e servizi di prima necessità, diritto allo studio e conciliazione. Infanzia: programmi a sostegno delle famiglie, Bonus Bebé. Socio-Sanitario: accesso a servizi domiciliari per non autosufficienti. Gestione dell Emergenza: pazienti lungodegenti, rifugiati, profughi. 6. Edenred - dal Ticket Restaurant alle soluzioni per il Sociale Per ulteriori informazioni o approfondimenti: Patto di stabilità, spending review, nuove povertà: negli ultimi tempi questi termini sono entrati prepotentemente nel linguaggio quotidiano di amministratori pubblici e media. Mentre i fondi si riducono, creando la necessità di investire correttamente le sempre più scarse risorse, aumenta il bisogno di sostegno e di servizi: ciò a causa sia del contesto di crisi, sia del cambiamento degli stili di vita in atto nel nostro Paese. Per affrontare in modo positivo le trasformazioni, da oltre 10 anni Edenred affianca gli Enti Locali italiani con soluzioni di Voucher Sociali: cartacei, elettronici e tramite piattaforme web. Chiave del successo dei voucher è la messa in relazione della Pubblica Amministrazione con il Cittadino e con il territorio attraverso una rete di Punti di Servizio convenzionati. Lavorando fianco a fianco con gli Enti, abbiamo maturato una notevole esperienza nella gestione di dispositivi voucher complessi, aiutando i nostri committenti pubblici a effettuare notevoli razionalizzazioni della spesa e a dare visibilità e concretezza agli interventi sul territorio. Oltre 500 Enti hanno utilizzato in questi 10 anni le nostre soluzioni apprezzandone le caratteristiche di finalizzazione delle risorse, tracciabilità e monitoraggio. Allo stesso tempo la solidità finanziaria, il know-how internazionale e la professionalità della nostra azienda ci rendono il partner d elezione di Amministrazioni di ogni dimensione. Qui troverete alcune delle esperienze maturate su varie tipologie di progetto: dal buono scuola al Voucher di Conciliazione, dall integrazione al reddito all assistenza domiciliare e così via. Tanti sono i possibili utilizzi dei Voucher Sociali, tanti quante le politiche di sostegno e di aiuto ai Cittadini. Un modo per ringraziare tutti gli Amministratori Pubblici che ci hanno scelto in questi anni, ma anche per promuovere un proficuo scambio di esperienze e conoscenze utili per il periodo storico che ci troviamo ad affrontare. Buona lettura! Monica Boni Direttore Programmi Sociali Pubblici - Edenred Italia Srl 2 3

3 1. Cosa sono i voucher sociali? 2. Perché utilizzare sistemi di monitoraggio? Come evidenziato dalla Determina AVCP n. 9 del 22 dicembre 2010 sono sempre più numerose le Pubbliche Amministrazioni che introducono dispositivi di Voucher Sociali per la realizzazione, erogazione, monitoraggio e rendicontazione di contributi sociali. In linea generale, si tratta di misure finalizzate al sostegno del reddito di particolari categorie di Cittadini deboli, in condizioni di possibile disagio sociale e ristrettezza finanziaria (anziani, minori, famiglie disagiate, disabili) oppure soggetti meritevoli (studenti, famiglie, infanzia). Il Voucher Sociale è un titolo di acquisto corrispondente a un determinato valore monetario, che legittima il Beneficiario, individuato dall Ente in base a requisiti stabiliti, a ottenere beni o servizi in strutture o aziende accreditate. Il riferimento normativo, a livello nazionale, è costituito dall art. 17, l. 8 novembre 2000, n. 328 (legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali). I Voucher Sociali si inseriscono in un processo di progressiva introduzione, da parte delle normative regionali, di nuovi modelli gestionali delle politiche di Welfare, volti a rendere flessibili e innovativi i servizi alla persona, per coniugare efficienza produttiva, efficacia ed economicità degli interventi. In particolare, sono strumenti alternativi alla concessione di contributi economici in denaro e sono rappresentati da card elettroniche, buoni cartacei o piattaforme web di finalizzazione. Sono titoli di identificazione e legittimazione, affinché i Cittadini Beneficiari possano accedere, a condizioni agevolate, a una rete di Punti di Vendita e/o Strutture Accreditati per l acquisto di beni e servizi individuati dall Ente. Attraverso il sostegno alla rete di offerta, l utilizzo dei voucher contribuisce alla differenziazione, ampliamento e specializzazione del mercato dei servizi sociali, favorendo il sostegno della cura e dell assistenza di soggetti fragili. Allo stesso tempo orienta il contributo pubblico verso impieghi meritevoli, per contrastare fenomeni di emarginazione e di nuove povertà. 4 Cosa sono i Voucher Sociali? Perché utilizzare i Voucher Sociali? 5

4 3. Quali sono le possibili finalizzazioni? 4. Schema di funzionamento acquisti Per sovvenzionare gli acquisti di soggetti svantaggiati o di categorie meritevoli di particolare tutela (Voucher di Conciliazione e buoni scuola). infanzia Per contribuire al sostegno economico/educativo di bambini in età prescolare (Bonus Bebé). Nell utilizzo di un sistema di voucher, l Ente definisce i processi di identificazione degli aventi diritto, i criteri di accreditamento degli Operatori e governa il sistema. convenzionamento ACCEttazione voucher rimborso implementazione E GESTIOne del voucher cartaceo O ELEttronico socio-sanitario Per contribuire alle cure domiciliari di anziani, minori e disabili attraverso una rete di soggetti accreditati. GESTIOne dell emergenza Per sostenere Cittadini in difficoltà temporanee (rifugiati e pazienti lungodegenti). NETWORK ACCREDITATO ENTE ASSOCIAZIONI FONDAZIONI UFFICI DELL ENTE O DELL ASSOCIAZIONE utilizzo erogazione prestazione Cittadini Beneficiari gestione ELEnchI beneficiari ASSEGnazIOnE VOucher AI CittADIni monitoraggio DEI risultati 6 Quali sono le possibili finalizzazioni? Schema di funzionamento 7

5 5. alcune esperienze in italia Acquisti Acquisti COMUNE DI PARMA SPESA AMICA AZIENDA SOCIALE DI CAStano PRIMO Sostenere le fasce più deboli della popolazione con buoni spesa per l acquisto di generi di prima necessità. Sostenere i Cittadini seguendo puntualmente il loro percorso attraverso un monitoraggio puntuale dei bisogni. Negozi di prossimità in collaborazione con Ascom Confcommercio, Confesercenti e Fondazione Cariparma. Negozi di generi alimentari, farmacie. Ticket Service - buono acquisto cartaceo. Ticket Service Smart - carta elettronica. Facilità d uso per i Beneficiari. Certezza che i fondi stanziati siano utilizzati per beni di prima necessità. Contenimento delle spese di gestione. Ricadute positive sul territorio e sul commercio locale. Interfaccia web per il monitoraggio degli utilizzi in tempo reale. Garanzia della corretta finalizzazione degli interventi. Notevole risparmio di tempo e risorse. Elevati livelli di sicurezza informatica. Forte attività di comunicazione a sostegno dell iniziativa. Personalizzazione grafica delle card per una maggiore visibilità del servizio. 8 Alcune esperienze in Italia Alcune esperienze in Italia 9

6 Acquisti Acquisti - Mensa Sociale COMUNE DI SEGRATE COMUNE DI BRESCIA Sostenere i Cittadini seguendo puntualmente il loro percorso attraverso un monitoraggio puntuale dei bisogni. Offrire agli anziani soli e non in grado di prepararsi un pasto un alternativa più dignitosa della mensa dei poveri cittadina. Negozi di generi alimentari. Ristoranti, tavole calde, self services, distribuiti in modo omogeneo in tutti i quartieri della città. CRS Voucher - carta elettronica. Ticket Service Card - carta elettronica. Interfaccia web per il monitoraggio degli utilizzi in tempo reale. Semplificazione dei processi logistico-organizzativi. Garanzia della corretta finalizzazione degli interventi. Notevole risparmio di tempo e risorse. Utilizzo della Carta Regionale dei Servizi, già utilizzata e conosciuta dai Cittadini. Interfaccia web per il monitoraggio degli utilizzi in tempo reale. Garanzia della corretta finalizzazione degli interventi. Notevole risparmio di tempo e risorse. Partecipazione del territorio al sostegno di categorie svantaggiate. Favorire la socializzazione di quartiere e la libertà di scelta dei Cittadini in difficoltà. 10 Alcune esperienze in Italia Alcune esperienze in Italia 11

7 Acquisti - Diritto allo Studio Acquisti Conciliazione REGIONE LOMBARDIA DOTE SCUOLA REGIONE LOMBARDIA VOUCHER DI CONCILIAZIONE Sostenere il diritto allo studio attraverso un sistema di Buoni Servizio destinato agli studenti iscritti alle scuole statali, paritarie (elementari, medie, superiori). Librerie, cartolerie, negozi di articoli e sussidi per la scuola, supermercati, ristorazione scolastica, trasporti e servizi accessori (corsi specifici, gite scolastiche, ecc.). Scuole pubbliche e paritarie. Buono acquisto cartaceo personalizzato. Piattaforma web con accesso tramite CRS. Componenti Sostenere i Beneficiari di Dote Lavoro Ammortizzatori Sociali che hanno carichi di cura famigliare (bambini, disabili, anziani). Buono Acquisto per l acquisto di generi di prima necessità. Buono Servizio per l accesso a una rete capillare di servizi alla persona. Per il Buono Acquisto: supermercati e negozi di prossimità. Per il Buono Servizio: servizi per l infanzia, scuole materne, mense scolastiche, centri sportivi, centri diurni per anziani e strutture per disabili, piccoli lavori domestici. Buono Acquisto personalizzato. Buono Servizio personalizzato. Garanzia della corretta finalizzazione degli interventi. Ottimizzazione del capitolo di spesa. Facilità di utilizzo e ampia libertà di scelta da parte dei Beneficiari. Positiva ricaduta sul territorio delle risorse stanziate. Combinazione di diversi strumenti coerenti (buono cartaceo e piattaforma web). Garanzia della corretta finalizzazione degli interventi. Facilità di utilizzo e ampia libertà di scelta da parte dei Beneficiari. Positiva ricaduta sul territorio delle risorse stanziate. Monitoraggio puntuale dell utilizzo delle risorse. Utilizzo di una piattaforma on-line per l inoltro della domanda. Integrazione di diversi strumenti, cartacei e on-line, per il monitoraggio dei risultati del progetto. 12 Alcune esperienze in Italia Alcune esperienze in Italia 13

8 Infanzia Socio Sanitario REGIONE PIEMONTE BONUS BEBÉ COMUNE DI FIRENZE - SAD Sostenere le famiglie residenti in Piemonte con figli nati dal 1 gennaio al 31 dicembre Le famiglie con un indicatore ISEE inferiore a ,00 ricevono un bonus economico di 250,00. Ottimizzare i costi, riorganizzare e monitorare il sistema di assistenza domiciliare per fornire un miglior servizio ai Cittadini, uniformare gli interventi e aumentarne il numero. Oltre negozi, tra supermercati e farmacie. Cooperative di assistenza domiciliare accreditate dal Comune. Buono Acquisto cartaceo personalizzato. Piattaforma di telegestione Domiphone. Immediatezza di distribuzione e fruizione. Monitoraggio puntuale dell utilizzo. Sicurezza che i fondi erogati siano correttamente utilizzati. Monitoraggio e controllo puntuale degli interventi domiciliari. Riduzione dei costi amministrativo-gestionali. Ottimizzazione delle attività dei prestatori d opera. Buono del valore di 10,00 distribuito in pratici carnet. Forte attività di comunicazione a sostegno del progetto. Migliore registrazione dei bisogni reali dei Cittadini assistiti. 14 Alcune esperienze in Italia Alcune esperienze in Italia 15

9 Socio Sanitario Gestione dell Emergenza AZIENDA SPECIALE CONSORTILE ISOLA bergamasca E BASSA VAL SAN MARTINO (BG) ASSociaZione ASSegno amico onlus - genova Riorganizzazione del sistema di accesso alle prestazioni socio-assistenziali da parte di anziani, disabili e minori. Sostenere le famiglie dei bambini lungodegenti dell Ospedale Pediatrico G. Gaslini di Genova e di altri ospedali pediatrici italiani. 48 erogatori di servizi accreditati dall Ente, tra cooperative, centri diurni e strutture residenziali. Oltre 300 negozi, farmacie, supermercati, Croce Rossa e Croce Verde per trasporto pazienti, alloggio. Ticket Family - buono servizio cartaceo. Buono Acquisto cartaceo personalizzato. Certezza che il contributo sia utilizzato correttamente. Aumento della qualità delle prestazioni offerte grazie alla positiva competizione tra gli operatori del settore. Notevole snellimento delle procedure gestionali. Facilità d uso. Sicurezza che i fondi erogati siano correttamente utilizzati. Positiva ricaduta sul territorio delle risorse stanziate. Ampia libertà di scelta dei Cittadini beneficiari e delle loro famiglie tra gli operatori accreditati. Nessun costo di struttura: gli importi donati all Associazione sono interamente destinati ai Beneficiari del sostegno. 16 Alcune esperienze in Italia Alcune esperienze in Italia 17

10 6. Edenred - DAL Ticket Restaurant ALLE SOLUZIONI PER IL SOCIALE Presente nel sociale fin dal 1989 in Gran Bretagna e dal 1992 in Francia, Edenred ha inaugurato nel 2000 una Divisione Programmi Sociali Pubblici subito dopo l entrata in vigore della Legge 328. Grazie al know-how maturato in Italia e all estero, siamo oggi in grado di affiancare Regioni, Comuni, Ambiti Territoriali ed Enti preposti al sostegno dei Cittadini per realizzare soluzioni voucher che garantiscono finalizzazione della spesa, creazione di reti di servizi dedicati, tracciabilità e monitoraggio degli utilizzi da parte dei Beneficiari. In oltre 10 anni, ben 500 Enti hanno utilizzato Edenred nella gestione di dispositivi complessi gestiti mediante voucher cartacei, elettronici e piattaforme web. Edenred, inventore del Ticket Restaurant e leader mondiale nei buoni servizio prepagati per le imprese, elabora e sviluppa soluzioni destinate al benessere dei dipendenti e a ottimizzare l efficienza di aziende e collettività. Le soluzioni proposte da Edenred garantiscono che le risorse stanziate dalle imprese verranno destinate ad un utilizzazione specifica e permettono di gestire: i vantaggi per i lavoratori dipendenti (Ticket Restaurant, Ticket Alimentación, Ticket CESU, Childcare Vouchers ) le spese professionali (Ticket Car, Ticket Clean Way, Ticket Frete ) gli incentivi e i bonus (Ticket Compliments, Ticket Kadéos ) Il Gruppo assiste inoltre la Pubblica Amministrazione e le istituzioni private nella gestione dei loro programmi di interesse sociale. Quotata alla Borsa di Parigi, Edenred è presente in 38 paesi con circa collaboratori, al servizio di imprese ed enti pubblici, e con 36,2 milioni di utilizzatori e 1,3 milioni di esercizi affiliati. Nel 2011, Edenred ha emesso buoni per 15,2 miliardi di euro, di cui oltre il 58% nei paesi emergenti. Ticket Restaurant e gli altri nomi di prodotti e servizi proposti da Edenred sono marchi depositati di proprietà del gruppo Edenred. Alcune cifre chiave 1 Milione di Cittadini Beneficiari di voucher sociali negli ultimi 3 anni punti di servizio affiliati Domiphone 500 Enti COMMITTEnti 18 Edenred - dal Ticket Restaurant alle soluzioni per il Sociale Edenred - dal Ticket Restaurant alle soluzioni per il Sociale 19

11 è la collana pensata da Edenred per condividere riflessioni qualificate su alcune tematiche di particolare interesse e attualità per i manager italiani. Dall alimentazione ai sistemi di Welfare, dall incentivazione alla gestione ottimale delle spese aziendali, RedPapers riunisce i contributi di autorevoli personalità del mondo accademico, economico e culturale italiano, nonché ricerche specifiche condotte da Edenred per conoscere meglio i nuovi stili di vita e i nuovi bisogni della società italiana. Edenred Italia Srl Via G.B.Pirelli, Milano Tel.: * Per una vita più semplice I.P.

Soluzioni per il Welfare I Buoni Servizi

Soluzioni per il Welfare I Buoni Servizi Soluzioni per il Welfare I Buoni Servizi EDENRED in sintesi Edenred, leader mondiale delle carte e dei buoni di servizio, sviluppa e gestisce soluzioni per promuovere il benessere delle persone e le performance

Dettagli

Comune di Parma Progetto Spesa Amica

Comune di Parma Progetto Spesa Amica Comune di Parma Progetto Spesa Amica Descrizione progetto Molte amministrazioni comunali hanno avuto ed hanno necessità di finalizzare le risorse che vengono destinate a determinati servizi sociali, senza

Dettagli

Un gesto concreto, un aiuto sicuro per i bimbi del Gaslini. www.assegnoamico.org

Un gesto concreto, un aiuto sicuro per i bimbi del Gaslini. www.assegnoamico.org Un gesto concreto, un aiuto sicuro per i bimbi del Gaslini www.assegnoamico.org I bambini al centro del progetto Assegno Amico nasce per tutti quei bambini malati che sono costretti ad abbandonare la propria

Dettagli

Welfare Aziendale per MPMI. Anna Maria Del Vescovo Edenred Italia Responsabile Welfare PMI

Welfare Aziendale per MPMI. Anna Maria Del Vescovo Edenred Italia Responsabile Welfare PMI Welfare Aziendale per MPMI Anna Maria Del Vescovo Edenred Italia Responsabile Welfare PMI Edenred: soluzioni per una vita semplice Da Edenred, l inventore dei Ticket Restaurant, una gamma completa di soluzioni

Dettagli

Àncora Servizi e la rete assistenziale

Àncora Servizi e la rete assistenziale Àncora Servizi e la rete assistenziale IL TERRITORIO COME LABORATORIO DELLE COLLABORAZIONE PUBBLICO/PRIVATO PER UN ADEGUATO SISTEMA DI WELFARE Torino 13 Dicembre 2013 Àncora Servizi in pillole La cooperativa

Dettagli

III Conferenza Europea dei Servizi alla Persona

III Conferenza Europea dei Servizi alla Persona III Conferenza Europea dei Servizi alla Persona Un Piano Nazionale per lo sviluppo dei SAP in Italia Mario Conclave Italia Lavoro I fenomeni in corso in Italia Fenomeni di medio lungo periodo, che spingono

Dettagli

Carta Regionale dei Servizi: la chiave d accesso ai processi di voucherizzazione. CRSVoucher:

Carta Regionale dei Servizi: la chiave d accesso ai processi di voucherizzazione. CRSVoucher: Carta Regionale dei Servizi: la chiave d accesso ai processi di voucherizzazione CRSVoucher: la Carta Regionale dei Servizi come Titolo (Voucher) Sociale Elettronico Dott. Emanuele Cipriani Direttore Divisione

Dettagli

L erogazione di Voucher e contributi economici ai Cittadini. attraverso la Carta Regionale dei Servizi: certezza nell impiego

L erogazione di Voucher e contributi economici ai Cittadini. attraverso la Carta Regionale dei Servizi: certezza nell impiego 24 novembre 2010 L erogazione di Voucher e contributi economici ai Cittadini attraverso la Carta Regionale dei Servizi: certezza nell impiego dei fondi pubblici, economicità per l ente e riduzione del

Dettagli

Welfare Aziendale Nuove frontiere

Welfare Aziendale Nuove frontiere Welfare Aziendale Nuove frontiere Il contesto: nuovi bisogni e nuove soluzioni Ritiro del Welfare State a causa della spending review e della riduzione dei fondi di welfare pubblico. Nascita di nuovi servizi

Dettagli

PROGRAMMA ELETTORALE MOVIMENTO 5 STELLE 2015-2020

PROGRAMMA ELETTORALE MOVIMENTO 5 STELLE 2015-2020 PROGRAMMA ELETTORALE MOVIMENTO 5 STELLE 2015-2020 PUNTO (3) SANITA E SERVIZI SOCIALI 1 2 SANITA' E SERVIZI SOCIALI L indirizzo sociale, ovvero il cittadino al centro del progetto comunale, è un punto fondamentale

Dettagli

POVERTÀ ASSOLUTA E NUOVE POVERTÀ EMERGENTI

POVERTÀ ASSOLUTA E NUOVE POVERTÀ EMERGENTI LA FONDAZIONE Qui Foundation è la Onlus di Qui! Group S.p.a., azienda italiana leader nel settore dei buoni pasto, voucher aziendali e dei servizi integrati su smart card multifunzione. Nata a Genova nel

Dettagli

Un progetto per l autonomia dei giovani: perchè

Un progetto per l autonomia dei giovani: perchè Un progetto per l autonomia dei giovani: perchè I giovani sono coinvolti da alcuni cambiamenti dovuti sia a fattori socio economici che culturali: il prolungamento della gioventù, il ritardo nell accesso

Dettagli

Regione Toscana. Regione Toscana. Guida

Regione Toscana. Regione Toscana. Guida Regione Toscana Regione Toscana Guida Indice Presentazione Un progetto per l autonomia dei giovani Le opportunità di Giovanisì Tirocini Casa Servizio civile Fare impresa Lavoro Studio e formazione Info

Dettagli

Idee e proposte dall ASP Giovanni XXIII

Idee e proposte dall ASP Giovanni XXIII ISTRUTTORIA PUBBLICA PER LA DEFINIZIONE DEL SISTEMA DI WELFARE Bologna, 21 Settembre 2010 Idee e proposte dall ASP Giovanni XXIII 1 IL CONTESTO In questi anni a Bologna abbiamo assistito a: aumento del

Dettagli

SERVIZI SOCIALI DEL COMUNE

SERVIZI SOCIALI DEL COMUNE SERVIZI SOCIALI DEL COMUNE - Attività e Servizi - I Servizi Sociali del Comune di Cinto Caomaggiore operano nel territorio offrendo ai cittadini informazione e sponsorizzazione dei servizi presenti e si

Dettagli

Welfare ed il welfare del Comune di Torino

Welfare ed il welfare del Comune di Torino Welfare ed il welfare del Comune di Torino a cura di Barbara Graglia Il welfare del Comune il sistema cittadino dei servizi sociali offre prestazioni aventi molto spesso caratteristiche di assoluta necessità

Dettagli

Laboratorio Servizi nell area DISABILI

Laboratorio Servizi nell area DISABILI Laboratorio Servizi nell area DISABILI 1 Studio sui servizi alla persona disabile a Roma Luglio 2007 Nella legislazione italiana, la tutela assistenziale del cittadino disabile si è avuta: 1. Negli anni

Dettagli

20 anni al servizio delle persone

20 anni al servizio delle persone 20 anni al servizio delle persone CHI SIAMO Nata a Bologna nel 1994, Àncora è una Cooperativa sociale di servizi alla persona che si occupa della gestione di servizi socio assistenziali, sanitari ed educativi

Dettagli

VOUCHER UNIVERSALE PER I SERVIZI

VOUCHER UNIVERSALE PER I SERVIZI C E N S I S VOUCHER UNIVERSALE PER I SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA FAMIGLIA La ricerca del Censis Sintesi Roma, 11 giugno 2014 Il Censis ha sviluppato un modello per stimare l impatto economico e sull occupazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO E LA PARTECIPAZIONE AL COSTO DELLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE, IN APPLICAZIONE DEL DPCM 5 DICEMBRE 2013, N.

REGOLAMENTO PER L ACCESSO E LA PARTECIPAZIONE AL COSTO DELLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE, IN APPLICAZIONE DEL DPCM 5 DICEMBRE 2013, N. REGOLAMENTO PER L ACCESSO E LA PARTECIPAZIONE AL COSTO DELLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE, IN APPLICAZIONE DEL DPCM 5 DICEMBRE 2013, N. 159 1. SCOPO DEL REGOLAMENTO L I.S.E.E. è lo strumento di valutazione

Dettagli

Chi siamo. Governance e Compagine. 7000 Aziende Clienti. Crescita del fatturato (Valore in milioni di euro)

Chi siamo. Governance e Compagine. 7000 Aziende Clienti. Crescita del fatturato (Valore in milioni di euro) Company Profile Chi siamo Qui! Group S.p.A. è un gruppo made in Italy, leader nel mondo dei buoni pasto e dei titoli di servizio, dei sistemi di fidelizzazione, della monetica, degli strumenti di pagamento,

Dettagli

Settore Socio-Educativo. Assistenza domiciliare. Fattori della qualità. Competenza Professionalità degli operatori. Indicatori di qualità

Settore Socio-Educativo. Assistenza domiciliare. Fattori della qualità. Competenza Professionalità degli operatori. Indicatori di qualità Settore Socio-Educativo Fattori della qualità Indicatori di qualità Competenza Professionalità degli operatori Grado di soddisfazione degli utenti: 70% di soddisfazione del campione esaminato. Monitoraggio

Dettagli

Determinazione n. 9 del 22 Dicembre 2010

Determinazione n. 9 del 22 Dicembre 2010 Determinazione n. 9 del 22 Dicembre 2010 Questioni interpretative concernenti le procedure di gara per l affidamento del servizio di realizzazione, erogazione, monitoraggio e rendicontazione di voucher

Dettagli

Welfare aziendale tra opportunità e rischi. I risultati dell Osservatorio Edenred - Doxa.

Welfare aziendale tra opportunità e rischi. I risultati dell Osservatorio Edenred - Doxa. Welfare aziendale tra opportunità e rischi. I risultati dell Osservatorio Edenred - Doxa. Monica Boni, Direttore Welfare Benefits Edenred Italia Chi siamo Inventore dei Ticket Restaurant e leader mondiale

Dettagli

COMUNE DI CHIGNOLO D ISOLA

COMUNE DI CHIGNOLO D ISOLA COMUNE DI CHIGNOLO D ISOLA SETTORE SERVIZI SOCIALI REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Premessa 1. Il Comune di Chignolo d Isola con il presente regolamento intende disciplinare il servizio

Dettagli

Politiche di sostegno alla non autosufficienza

Politiche di sostegno alla non autosufficienza Politiche di sostegno alla non autosufficienza Sergio Pasquinelli Istituto per la Ricerca Sociale Milano 26 Settembre 2013 I problemi di partenza La proposta in sintesi Domande e risposte Più in dettaglio

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ART 1 Oggetto del regolamento. Il presente regolamento disciplina, nell ambito dei principi dell ordinamento e nel rispetto della normativa, l attività

Dettagli

TABELLA 1 ELENCO DELLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE, CONDIZIONATE ALL ISEE

TABELLA 1 ELENCO DELLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE, CONDIZIONATE ALL ISEE A LLEGATO TABELLA 1 ELENCO DELLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE, CONDIZIONATE ALL ISEE A1 - CONTRIBUTI ECONOMICI A1.01 Assegno per il nucleo familiare erogati dai comuni A1.02 Assegno Maternità erogato

Dettagli

Edenred per L ordine dei commercialisti e degli esperti contabili di Milano Una partnership ricca di opportunità

Edenred per L ordine dei commercialisti e degli esperti contabili di Milano Una partnership ricca di opportunità Edenred per L ordine dei commercialisti e degli esperti contabili di Milano Una partnership ricca di opportunità Chi siamo: la nostra storia Ticket Restaurant non ha confini e ha conquistato 42 Paesi nel

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli

Stato di attuazione: Aspetti critici, positivi ecc. N. soci coinvolti N. e tipologia delle attività realizzate

Stato di attuazione: Aspetti critici, positivi ecc. N. soci coinvolti N. e tipologia delle attività realizzate D 1 - ANFFAS LABORATORIO IL FARO : interventi per contrastare l isolamento sociale e favorire la partecipazione attiva delle persone disabili e delle loro famiglie alla vita sociale. Pag. 333 ANFFAS Servizi

Dettagli

CONTRO LA CRISI ECONOMICA IN CAMPO AIUTI CONCRETI

CONTRO LA CRISI ECONOMICA IN CAMPO AIUTI CONCRETI CONTRO LA CRISI ECONOMICA IN CAMPO AIUTI CONCRETI 22 25 MILIONI DI EURO PER AIUTARE LE FAMIGLIE E I LAVORATORI IN DIFFICOLTà PERCHÉ L INTERVENTO Le difficoltà di cittadini e famiglie a stare al passo con

Dettagli

PROGRAMMA N. 13: UDINE CITTA SOLIDALE

PROGRAMMA N. 13: UDINE CITTA SOLIDALE PROGRAMMA N. 13: UDINE CITTA SOLIDALE 211 212 PROGETTO 13.1: CONTRASTO ALLA POVERTA E ALL ESCLUSIONE SOCIALE OBIETTIVI PER IL TRIENNIO 2014-2016 Titolo obiettivo 1: Contributi economici erogati per bisogni

Dettagli

I disabili (di età superiore a 18 anni)

I disabili (di età superiore a 18 anni) 3.9 3.8 I disabili (di età superiore a 18 anni) ambiti bisogni SERVIZI C.I.S.S. DOMICILIARITà POVERTà LAVORO RESIDENZIALITà Continuare a vivere nel proprio ambiente di vita Avere un sostegno quando la

Dettagli

Un progetto per l autonomia l giovani: PERCHE

Un progetto per l autonomia l giovani: PERCHE Un progetto per l autonomia l dei giovani: PERCHE I giovani sono coinvolti da alcuni cambiamenti dovuti sia a fattori socio economici che culturali: Il prolungamento della gioventù Il ritardo nell accesso

Dettagli

ore Sala Consiliare del Comune di Bellano

ore Sala Consiliare del Comune di Bellano ore Sala Consiliare del Comune di Bellano IL PERCORSO Valutazione del Piano di Zona 2009/2011 Definizione regole di partecipazione del Terzo Settore Definizione della nuova governance Definizione delle

Dettagli

Welfare aziendale tra opportunità e rischi. I risultati dell Osservatorio Edenred - Doxa.

Welfare aziendale tra opportunità e rischi. I risultati dell Osservatorio Edenred - Doxa. Welfare aziendale tra opportunità e rischi. I risultati dell Osservatorio Edenred - Doxa. Monica Boni, Direttore Welfare Benefits Edenred Italia Chi siamo Inventore del Ticket Restaurant e leader mondiale

Dettagli

Chi siamo. Governance e Compagine. Crescita del fatturato

Chi siamo. Governance e Compagine. Crescita del fatturato Chi siamo QUI! Group è il primo gruppo a capitale italiano nel settore dei buoni pasto e dei titoli di servizio, dei sistemi di pagamento e dei programmi di fidelizzazione. È leader nella realizzazione

Dettagli

PROGRAMMA N. 13: UDINE CITTA SOLIDALE

PROGRAMMA N. 13: UDINE CITTA SOLIDALE PROGRAMMA N. 13: UDINE CITTA SOLIDALE 205 206 PROGETTO 13.1: CONTRASTO ALLA POVERTA E ALL ESCLUSIONE SOCIALE OBIETTIVI PER IL TRIENNIO 2015-2017 Titolo obiettivo 1: Contributi economici erogati per bisogni

Dettagli

La vostra salute, la nostra specialità

La vostra salute, la nostra specialità La vostra salute, la nostra specialità UniSalute: la prima assicurazione sanitaria in Italia per numero di clienti gestiti Leader nel mercato dei Fondi nazionali e delle Casse di assistenza. UniSalute

Dettagli

IL NUOVO PATTO SOCIALE PER PARMA DOVE SIAMO ARRIVATI L ASSESSORE LAURA ROSSI INCONTRA LA CITTÀ

IL NUOVO PATTO SOCIALE PER PARMA DOVE SIAMO ARRIVATI L ASSESSORE LAURA ROSSI INCONTRA LA CITTÀ IL NUOVO PATTO SOCIALE PER PARMA DOVE SIAMO ARRIVATI L ASSESSORE LAURA ROSSI INCONTRA LA CITTÀ IL WELFARE PER GLI ANZIANI LA FAMIGLIA E I MINORI LE PERSONE VULNERABILI LE TUTELE PER LE DISABILITÀ LE POLITICHE

Dettagli

Città di Minerbio Provincia di Bologna REGOLAMENTO

Città di Minerbio Provincia di Bologna REGOLAMENTO Città di Minerbio Provincia di Bologna REGOLAMENTO DI AMBITO DISTRETTUALE PER L ACCESSO E LA COMPARTECIPAZIONE AL COSTO DELLE PRESTAZIONI SOCIALI E SOCIO SANITARIE AGEVOLATE IN APPLICAZIONE DEL DPCM 5

Dettagli

Il documento viene adeguato sulla base delle evoluzioni regolamentari e normative disposte dalle istituzioni competenti ai vari livelli.

Il documento viene adeguato sulla base delle evoluzioni regolamentari e normative disposte dalle istituzioni competenti ai vari livelli. Carta dei Servizi AREA ANZIANI E NON AUTOSUFFICIENTI L area comprende i seguenti servizi 1. Servizio di assistenza Domiciliare (SAD) 2. Centro aggregazione anziani 3. Comunità alloggio Il presente documento

Dettagli

BRUXELLES 6 GIUGNO 2012

BRUXELLES 6 GIUGNO 2012 BRUXELLES 6 GIUGNO 2012 Chi siamo Il Forum nasce con l assemblea di Firenze il 21 maggio 2011. Il Forum sta raccogliendo le idealità, il lavoro, le esperienze, maturate in tutta Italia negli ultimi 10

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AUSILIARIO ED EDUCATIVO

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AUSILIARIO ED EDUCATIVO REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AUSILIARIO ED EDUCATIVO Allegato 1 Art. 1 ISTITUZIONE DEL SERVIZIO L Amministrazione Comunale regolamenta il servizio di assistenza domiciliare

Dettagli

DOTE UNICA LAVORO Occupati in Lombardia!

DOTE UNICA LAVORO Occupati in Lombardia! DOTE UNICA LAVORO Occupati in Lombardia! Dote Unica Lavoro rappresenta il nuovo modello generale di politiche attive del lavoro di Regione Lombardia. Dote Unica Lavoro riunisce i diversi interventi di

Dettagli

REGOLAMENTO ISEE PER L ACCESSO E LA PARTECIPAZIONE AL COSTO DELLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE, IN APPLICAZIONE DEL DPCM 5 DICEMBRE 2013, N.

REGOLAMENTO ISEE PER L ACCESSO E LA PARTECIPAZIONE AL COSTO DELLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE, IN APPLICAZIONE DEL DPCM 5 DICEMBRE 2013, N. REGOLAMENTO ISEE PER L ACCESSO E LA PARTECIPAZIONE AL COSTO DELLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE, IN APPLICAZIONE DEL DPCM 5 DICEMBRE 2013, N. 159 Approvato con deliberazione del consiglio dell unione n

Dettagli

Buono Pasto Ticket Gemeaz: il welfare aziendale facile

Buono Pasto Ticket Gemeaz: il welfare aziendale facile Buono Pasto Ticket Gemeaz: il welfare aziendale facile Chi siamo Soluzioni per il benessere del Team aziendale La storia di Ticket Gemeaz, il buono pasto d eccellenza, si salda con quella di Gemeaz Cusin,

Dettagli

Regione Lombardia La rivoluzione della concretezza. 4 luglio 2013

Regione Lombardia La rivoluzione della concretezza. 4 luglio 2013 Regione Lombardia La rivoluzione della concretezza 4 luglio 2013 1 I 100 GIORNI IN CIFRE La Lombardia riduce i costi della politica: più di 24 milioni risparmiati La Lombardia del fare: oltre 1,5 miliardi

Dettagli

IL NUOVO PATTO PER IL WELFARE

IL NUOVO PATTO PER IL WELFARE IL NUOVO PATTO PER IL WELFARE di REGIONE LOMBARDIA BOZZA documento da sottoporre all Assemblea dei Sindaci Ambito Valle Brembana per l inoltro in Regione Lombardia Regione Lombardia imposta tutta la sua

Dettagli

Guide per i cittadini

Guide per i cittadini PIANO DI ZONA AREA DISABILI Guida per i cittadini - Anno 2011 Guide per i cittadini S c h e d e P r o g e t t i Interventi Massimo Pisu Abbiamo una gran voglia di far festa INDICE Interventi di accesso,

Dettagli

Dote scuola Le policy di Regione Lombardia Anno scolastico 2014-2015. 3 febbraio 2014

Dote scuola Le policy di Regione Lombardia Anno scolastico 2014-2015. 3 febbraio 2014 Dote scuola Le policy di Regione Lombardia Anno scolastico 2014-2015 3 febbraio 2014 Si aprono le iscrizioni Da oggi al 28 febbraio sono aperte le iscrizioni alle scuole statali, alle scuole paritarie,

Dettagli

La Long Term Care, componente importante nella gestione dei fondi sanitari: profili operativi

La Long Term Care, componente importante nella gestione dei fondi sanitari: profili operativi La Long Term Care, componente importante nella gestione dei fondi sanitari: profili operativi Dott. Andrea Pezzi Direttore Generale Unisalute S.p.A Assistenza sanitaria Integrativa: Quali prospettive?

Dettagli

I TAGLI AI FONDI PER LE POLITICHE SOCIALI E AI SERVIZI DI WELFARE LOCALE

I TAGLI AI FONDI PER LE POLITICHE SOCIALI E AI SERVIZI DI WELFARE LOCALE I TAGLI AI FONDI PER LE POLITICHE SOCIALI E AI SERVIZI DI WELFARE LOCALE La politica di riduzione delle risorse per il welfare e per i servizi sociali locali si sta realizzando attraverso la combinazione

Dettagli

REGIONANDO 2000 REGIONE LOMBARDIA SANITA' REGIONE LOMBARDIA LA CARTA REGIONALE DEI SERVIZI - SISTEMA INFORMATIVO SOCIO - SANITARIO

REGIONANDO 2000 REGIONE LOMBARDIA SANITA' REGIONE LOMBARDIA LA CARTA REGIONALE DEI SERVIZI - SISTEMA INFORMATIVO SOCIO - SANITARIO REGIONANDO 2000 REGIONE LOMBARDIA SANITA' REGIONE LOMBARDIA LA CARTA REGIONALE DEI SERVIZI - SISTEMA INFORMATIVO SOCIO - SANITARIO Il progetto del Sistema Informativo Socio Sanitario, promosso dalla Giunta

Dettagli

Regolamento del Fondo Famiglie Solidali. INTRODUZIONE Un Servizio-Segno della Chiesa di Crema a favore di famiglie che hanno perso il lavoro.

Regolamento del Fondo Famiglie Solidali. INTRODUZIONE Un Servizio-Segno della Chiesa di Crema a favore di famiglie che hanno perso il lavoro. Regolamento del Fondo Famiglie Solidali INTRODUZIONE Un Servizio-Segno della Chiesa di Crema a favore di famiglie che hanno perso il lavoro. La situazione di crisi economica conseguente alla grave crisi

Dettagli

SERVIZO ASILI NIDO E SERVIZI COMPLEMENTARI ALLA PRIMA INFANZIA

SERVIZO ASILI NIDO E SERVIZI COMPLEMENTARI ALLA PRIMA INFANZIA DIREZIONE ISTRUZIONE P.O. PROGRAMMAZIONE E PROMOZIONE Supporta direttamente il Direttore nella ricerca, analisi e valutazione propositiva di problematiche complesse di rilevante interesse per il conseguimento

Dettagli

Servizio Assistenza Domiciliare S. A. D.

Servizio Assistenza Domiciliare S. A. D. Servizio Assistenza Domiciliare S. A. D. (Approvato con Delibera Consiglio Comunale n. 11 del 22/01/08 ) Indice Art. 1 Definizione del servizio pag. 2 Art. 2 Finalità ed obiettivi pag. 2 Art. 3 Destinatari

Dettagli

COMUNE DI POGGIO TORRIANA - PROVINCIA DI RIMINI-

COMUNE DI POGGIO TORRIANA - PROVINCIA DI RIMINI- COMUNE DI POGGIO TORRIANA - PROVINCIA DI RIMINI- REGOLAMENTO DI AMBITO DISTRETTUALE PER L ACCESSO E LA PARTECIPAZIONE AL COSTO DELLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE, IN APPLICAZIONE DEL DPCM 5 DICEMBRE 2013,

Dettagli

Il contesto normativo ed operativo del welfare integrato

Il contesto normativo ed operativo del welfare integrato Il contesto normativo ed operativo del welfare integrato Franca Maino Dipartimento di Scienze Sociali e Politiche, Università di Milano Laboratorio Percorsi di secondo welfare, Centro Einaudi Giornata

Dettagli

Se la sussidiarietà diventa un voucher

Se la sussidiarietà diventa un voucher Voucher universale: ragioni e obiettivi della proposta Perché istituire un voucher universale per i servizi alla persona e alla famiglia? Quali sono i risultati attesi della riforma? di Roberto Cicciomessere

Dettagli

DAL BANDO WELFARE AZIENDALE E INTERAZIENDALE ALLO SVILUPPO DI RETI TERRITORIALI. Dott. Piergiorgio Guizzi C.C.I.A.A. di Brescia, 08 ottobre 2013

DAL BANDO WELFARE AZIENDALE E INTERAZIENDALE ALLO SVILUPPO DI RETI TERRITORIALI. Dott. Piergiorgio Guizzi C.C.I.A.A. di Brescia, 08 ottobre 2013 DAL BANDO WELFARE AZIENDALE E INTERAZIENDALE ALLO SVILUPPO DI RETI TERRITORIALI Dott. Piergiorgio Guizzi C.C.I.A.A. di Brescia, 08 ottobre 2013 RETI TERRITORIALI OBIETTIVO Attivazione di reti territoriali

Dettagli

Percorso del cambiamento della forma di gestione dei servizi del Piano di Zona del distretto di Mantova. Oristano 27 marzo 2007

Percorso del cambiamento della forma di gestione dei servizi del Piano di Zona del distretto di Mantova. Oristano 27 marzo 2007 Percorso del cambiamento della forma di gestione dei servizi del Piano di Zona del distretto di Mantova Oristano 27 marzo 2007 IL PERCORSO SEGUITO I motivi del cambiamento Le modalità del cambiamento L

Dettagli

CITTA-DIAMOCI. Descrizione progetti 1. La Casa dell accoglienza per senza dimora Archè a Merano

CITTA-DIAMOCI. Descrizione progetti 1. La Casa dell accoglienza per senza dimora Archè a Merano CITTA-DIAMOCI La Caritas di Bolzano-Bressanone offre ai giovani interessati al Servizio Civile Nazionale tre posti all interno di strutture che lavorano con persone senza dimora. Descrizione progetti 1.

Dettagli

Prontoserenità: Un modello integrato di welfare locale. Raul Cavalli Presidente Fondazione Easycare

Prontoserenità: Un modello integrato di welfare locale. Raul Cavalli Presidente Fondazione Easycare Prontoserenità: Un modello integrato di welfare locale Raul Cavalli Presidente Fondazione Easycare Nell ambito del seminario I servizi pr gli anziani: un aiuto concreto alle famiglie ASSOPREVIDENZA Roma

Dettagli

IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA

IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA Il settore dell assistenza e dell aiuto domiciliare in Italia L assistenza domiciliare. Che cos è In Italia l assistenza domiciliare (A.D.)

Dettagli

Ultimi dati sulla popolazione giovanile in Lombardia e Italia.

Ultimi dati sulla popolazione giovanile in Lombardia e Italia. La Dote di Regione Lombardia: un opportunità per sostenere l occupazione giovanile Paola Gabaldi Agenzia Regionale Istruzione, Formazione Lavoro, ARIFL Milano, 1 marzo 2012 Ultimi dati sulla popolazione

Dettagli

C O M U N E DI C A I V A N O. Provincia di Napoli SETTORE POLITICHE SOCIALI CORSO UMBERTO N. 413 80023 CAIVANO (NA) TEL. 0818800812/13 FAX 0818305224

C O M U N E DI C A I V A N O. Provincia di Napoli SETTORE POLITICHE SOCIALI CORSO UMBERTO N. 413 80023 CAIVANO (NA) TEL. 0818800812/13 FAX 0818305224 C O M U N E DI C A I V A N O Provincia di Napoli SETTORE POLITICHE SOCIALI CORSO UMBERTO N. 413 80023 CAIVANO (NA) TEL. 0818800812/13 FAX 0818305224 GUIDA AI SERVIZI 2011 Comune di Caivano - Guida ai Servizi

Dettagli

Fondazione Megamark. Orizzonti solidali - Bando di concorso finalizzato a sostenere iniziative di responsabilità sociale in Puglia nel 2014

Fondazione Megamark. Orizzonti solidali - Bando di concorso finalizzato a sostenere iniziative di responsabilità sociale in Puglia nel 2014 Fondazione Megamark Orizzonti solidali - Bando di concorso finalizzato a sostenere iniziative di responsabilità sociale in Puglia nel 2014 1. Premessa III EDIZIONE Il Gruppo Megamark di Trani, azienda

Dettagli

I finanziamenti regionali per la famiglia e la conciliazione

I finanziamenti regionali per la famiglia e la conciliazione I finanziamenti regionali per la famiglia e la conciliazione Sono state diffuse nel mese di dicembre le graduatorie relative ai due bandi inseriti nella DGR 2055 del 28 luglio 2011, relativi a progetti

Dettagli

MyVoucher è uno strumento multifunzionale che offre una vastissima gamma di soluzioni:

MyVoucher è uno strumento multifunzionale che offre una vastissima gamma di soluzioni: Welfare Company Srl è la prima ed unica Società, a capitale interamente italiano, specializzata nella creazione di Reti per il Welfare, nell emissione di Voucher Incentive e nell allestimento e gestione

Dettagli

Il welfare come motore dell economia: domiciliarità e servizi alla persona Giornata Nazionale della Previdenza Napoli, 12 maggio 2016

Il welfare come motore dell economia: domiciliarità e servizi alla persona Giornata Nazionale della Previdenza Napoli, 12 maggio 2016 Il welfare come motore dell economia: domiciliarità e servizi alla persona Giornata Nazionale della Previdenza Napoli, 12 maggio 2016 FRANCA MAINO Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali, Università

Dettagli

SCHEDA SINTETICA Legge 8 novembre 2000, n. 328 Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali"

SCHEDA SINTETICA Legge 8 novembre 2000, n. 328 Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali SCHEDA SINTETICA Legge 8 novembre 2000, n. 328 Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali" SCOPO E OBIETTIVO La Legge 328/2000 intitolata "Legge quadro per

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI TITOLI SOCIALI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI TITOLI SOCIALI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI TITOLI SOCIALI Art. 1 Oggetto del regolamento Il presente regolamento disciplina, all interno di un sistema integrato di interventi e servizi sociali di competenza dei comuni

Dettagli

Politiche di contrasto della povertà e grave emarginazione: priorità di intervento

Politiche di contrasto della povertà e grave emarginazione: priorità di intervento 2.7 Politiche di contrasto della povertà e grave emarginazione: priorità di intervento Obiettivi di integrazione - Si rileva una disomogeneità nelle modalità di raccordo e collaborazione tra il Servizio

Dettagli

AZIENDA SOCIALE CENTRO LARIO E VALLI

AZIENDA SOCIALE CENTRO LARIO E VALLI AZIENDA SOCIALE CENTRO LARIO E VALLI Ufficio di Piano dei Servizi e degli Interventi Sociali dei Comuni appartenenti al Distretto di Menaggio Sede legale: Via Lusardi 26 22017 Menaggio (Co) Sede operativa:

Dettagli

4 UNA COMUNITÀ SOLIDALE APERTA E ACCOGLIENTE LE NUOVE MAPPE DEL DISAGIO: POTENZIARE IL MONITORAGGIO

4 UNA COMUNITÀ SOLIDALE APERTA E ACCOGLIENTE LE NUOVE MAPPE DEL DISAGIO: POTENZIARE IL MONITORAGGIO 4 UNA COMUNITÀ SOLIDALE APERTA E ACCOGLIENTE Il contesto di riferimento (1999-2004): Nel quinquennio precedente la spesa sociale è stata raddoppiata mettendo in campo risorse per la parte più debole e

Dettagli

PRINCIPI FONDAMENTALI

PRINCIPI FONDAMENTALI Carta dei Servizi PRINCIPI FONDAMENTALI EGUAGLIANZA I cittadini accedono ai servizi in condizioni di uguaglianza. Il Comune garantisce loro parità e uniformità di trattamento. Nessuna discriminazione può

Dettagli

Una rete che cresce. Al centro la persona Guida ai servizi di Sol.Co. Mantova

Una rete che cresce. Al centro la persona Guida ai servizi di Sol.Co. Mantova Una rete che cresce. Al centro la persona Guida ai servizi di Sol.Co. Mantova solidar Chi siamo La mission Sol.Co. Mantova (Solidarietà e Cooperazione) è un consorzio di cooperative sociali impegnate nella

Dettagli

Comune di Molinella REGOLAMENTO DEI SERVIZI DOMICILIARI

Comune di Molinella REGOLAMENTO DEI SERVIZI DOMICILIARI Comune di Molinella REGOLAMENTO DEI SERVIZI DOMICILIARI Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 93 del 22/12/2014 INDICE 1. I servizi domiciliari nel Sistema integrato sociale, socio-sanitario

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI

REGOLAMENTO SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI REGOLAMENTO SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI Definizione del Servizio di Assistenza Domiciliare Anziani Il Servizio di Assistenza Domiciliare Anziani è costituito dal complesso di prestazioni

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Servizio Assistenza Domiciliare. del Comune di. Poggio Rusco (MN)

CARTA DEI SERVIZI. Servizio Assistenza Domiciliare. del Comune di. Poggio Rusco (MN) C O M U N E D I P O G G I O R U S C O c. a. p. 46025 T e l. 0386 / 51001 PROVINCIA DI MANTOVA CAP 46025 - Piazza 1 Maggio, 5 SERVIZI SOCIALI P a r t. I V A 0040203 020 9 Fax 0386/733009 Codice Ente 10860

Dettagli

LA GIUNTA REGIONALE. SU PROPOSTA dell Assessore alle Politiche Sociali e Famiglia;

LA GIUNTA REGIONALE. SU PROPOSTA dell Assessore alle Politiche Sociali e Famiglia; Oggetto: Piano di utilizzazione annuale 2011 degli stanziamenti per il sistema integrato regionale di interventi e servizi sociali. Approvazione documento concernente Linee guida ai Comuni per l utilizzazione

Dettagli

Azioni di sistema. FNPS 72.659,77 Totale 72.659,77

Azioni di sistema. FNPS 72.659,77 Totale 72.659,77 Comuni del Baianese: Avella Baiano Mugnano del C.le Quadrelle Sirignano Sperone Comuni del Vallo Lauro: Domicella Lauro Marzano di Nola Moschiano Pago del V.L. Quindici Taurano Ufficio di Piano Sede Via

Dettagli

Dote Scuola della Regione Lombardia anno scolastico 2013/2014

Dote Scuola della Regione Lombardia anno scolastico 2013/2014 UFFICIO SERVIZI SOCIALI - tel. 031/457824 e-mail: assistentesociale@comune.grandate.co.it Dote della Regione Lombardia anno scolastico 2013/2014 Si tratta di un sistema di contributi destinato alle famiglie

Dettagli

- Fondazione Megamark - Orizzonti solidali - Bando di concorso finalizzato a sostenere iniziative di responsabilità sociale in Puglia nel 2012

- Fondazione Megamark - Orizzonti solidali - Bando di concorso finalizzato a sostenere iniziative di responsabilità sociale in Puglia nel 2012 - Fondazione Megamark - Orizzonti solidali - Bando di concorso finalizzato a sostenere iniziative di responsabilità sociale in Puglia nel 2012 1. Premessa Il Gruppo Megamark di Trani, azienda leader nel

Dettagli

Obiettivi Impegno degli ambiti distrettuali

Obiettivi Impegno degli ambiti distrettuali Allegato 3 Delibera di Giunta regionale n. 1206 del 30/7/2007 Linee di indirizzo per favorire la qualificazione e la regolarizzazione del lavoro di cura delle assistenti familiari nell ambito delle azioni

Dettagli

Direzione Politiche Sociali

Direzione Politiche Sociali Direzione Politiche Sociali Commissione Consiliare 13 luglio 2015 1 Assistenza Domiciliare Handicappati Gravi: Servizio di assistenza e sostegno per persone con disabilità dai 18 ai 64 anni per consentire

Dettagli

LE POLITICHE DI WELFARE FAMILIARE IN EUROPA 1

LE POLITICHE DI WELFARE FAMILIARE IN EUROPA 1 LE POLITICHE DI WELFARE FAMILIARE IN EUROPA 1 ITALIA GERMANIA SPAGNA FRANCIA GRAN CERDITI DI CURA I contributi figurativi per malattia del bambino sono utili per il diritto e per la misura di tutte le

Dettagli

IL TEMA SALUTE NELLA NUOVA PROGRAMMAZIONE EUROPEA 2014-2020

IL TEMA SALUTE NELLA NUOVA PROGRAMMAZIONE EUROPEA 2014-2020 Workshop Politiche di Integrazione Socio- Sanitaria: modelli a confronto e sfide per un futuro sostenibile IL TEMA SALUTE NELLA NUOVA PROGRAMMAZIONE EUROPEA 2014-2020 Cittadella, 23-24 settembre 2014 IL

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA CITTADINA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME STATALI E PARITARIE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE

REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA CITTADINA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME STATALI E PARITARIE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA CITTADINA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME STATALI E PARITARIE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Finalità 1.1 Il

Dettagli

Prove Esame di Stato

Prove Esame di Stato Prove Esame di Stato 2012 SEZ. A 1 Prova L Assistente Sociale specialista responsabile di un servizio sociale riceve dal proprio riferimento politico (Assessore alle politiche sociali) l incarico di redigere

Dettagli

LINEE GUIDA PER I PIANI DI ZONA

LINEE GUIDA PER I PIANI DI ZONA Milano Milano LINEE GUIDA PER I PIANI DI ZONA La legge 328/00 attribuisce agli enti locali, alle regioni ed allo Stato il compito di realizzare la programmazione degli interventi e delle risorse del sistema

Dettagli

DOTE SCUOLA DOTE SCUOLA. si rivolge a: DOTE SCUOLA è uno strumento che: Studenti delle scuole statali. Studenti delle scuole paritarie

DOTE SCUOLA DOTE SCUOLA. si rivolge a: DOTE SCUOLA è uno strumento che: Studenti delle scuole statali. Studenti delle scuole paritarie A TE LA SCELTA LOMBARDIA. CRESCIAMOLA INSIEME. DOTE SCUOLA DOTE SCUOLA si rivolge a: DOTE SCUOLA è uno strumento che: assicura a ogni studente il diritto allo studio; garantisce alle famiglie la più ampia

Dettagli

ASSEMBLEA DEI SINDACI TAVOLO ZONALE DI PROGRAMMAZIONE AMBITO N. 6 MONTE ORFANO

ASSEMBLEA DEI SINDACI TAVOLO ZONALE DI PROGRAMMAZIONE AMBITO N. 6 MONTE ORFANO ASSEMBLEA DEI SINDACI TAVOLO ZONALE DI PROGRAMMAZIONE AMBITO N. 6 MONTE ORFANO Comuni di Adro, Capriolo, Cologne, Erbusco, Palazzolo sull'oglio e Pontoglio UFFICIO DI PIANO C/o Comune di Palazzolo sull'oglio

Dettagli

SINTESI OBIETTIVI ANNO 2014

SINTESI OBIETTIVI ANNO 2014 SERVIZIO/UFFICIO Servizi alla Persona RESPONSABILE dott.ssa Silvana Casamassima OBIETTIVO N. 1 PESO 20 SINTESI OBIETTIVI ANNO 2014 4.3.1- Investimento: - avvio della Comunità socio- educativa per persone

Dettagli

Il valore dell Integrazione Sociosanitaria in termini di appropriatezza, personalizzazione, efficienza economica e razionalizzazione della spesa

Il valore dell Integrazione Sociosanitaria in termini di appropriatezza, personalizzazione, efficienza economica e razionalizzazione della spesa Il valore dell Integrazione Sociosanitaria in termini di appropriatezza, personalizzazione, efficienza economica e razionalizzazione della spesa Bari, 28 ottobre 2011 Cittadella della Cultura Francesca

Dettagli

Sicuritalia e la soluzione di SAP per la Field Force.

Sicuritalia e la soluzione di SAP per la Field Force. Sicuritalia S.p.A. Utilizzata con concessione dell autore. SAP Customer Success Story Sicurezza e servizi fiduciari Sicuritalia S.p.A Sicuritalia e la soluzione di SAP per la Field Force. Partner Nome

Dettagli

NETWORK MANAGEMENT e COPROGETTAZIONE dei SERVIZI

NETWORK MANAGEMENT e COPROGETTAZIONE dei SERVIZI NETWORK MANAGEMENT e COPROGETTAZIONE dei SERVIZI Master Universitario di II Livello, Anno Accademico 2014/2015 PERCHÉ QUESTO MASTER Le trasformazioni dei sistemi di welfare locale Nel corso degli ultimi

Dettagli

Legge regionale 14 maggio 2009, n. 1, 1

Legge regionale 14 maggio 2009, n. 1, 1 Oggetto: Legge regionale 14 maggio 2009, n. 1, 1, art. 3, comma 2, lett. e). Fondo di garanzia etica. L Assessore del Lavoro, Formazione Professionale, Cooperazione e Sicurezza Sociale riferisce in ordine

Dettagli