Prontuario dell attività edilizia 2005

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Prontuario dell attività edilizia 2005"

Transcript

1 COMUNE DI MIRANO Camera Commercio Industria Artigianato Agricoltura Venezia Prontuario dell attività edilizia 2005

2

3 Sindaco Gianni Fardin Assessore Edilizia Privata Giancarlo Boccotti Assessore Urbanistica Anna Gnata Dirigente del Settore Urbanistica e Edilizia Privata Lionello Bortolato Vice Presidente Unindustria Venezia Delegato al Territorio Massimiliano Galante Direttore Unindustria Venezia Italo Turdò Collaborazione tecnica per Unindustria Venezia Silvia Schiabello Area Progetto Territorio Collaborazione tecnica per il Comune di Mirano Silvia Bovo Orianna Donà Barbara Morolli Barbara Maso Monica Poletti Fabrizio Bettini

4 COMUNE DI MIRANO Camera Commercio Industria Artigianato Agricoltura Venezia Prontuario dell attività edilizia 2005

5 Introduzione La normativa in materia edilizia ed urbanistica è in continua evoluzione e con ogni probabilità la sua complessità è destinata a crescere. Questa è la ragione per cui l Amministrazione Comunale ritiene utile fornire ai professionisti che operano nel settore un Prontuario dell attività edilizia del 2005 aggiornato in base ai contenuti del D.P.R. n. 380/01 e del D.Lgs. n. 301/2002. Tra le altre osservazioni è prevista l introduzione della, come titolo abilitante, che rende più rapida ed efficace l attività edilizia minore con beneficio per le imprese e i cittadini. La pubblicazione, realizzata in collaborazione con Unindustria di Venezia, vuole essere uno strumento di facile consultazione per tutti gli operatori che intendano presentare richiesta di esecuzione degli interventi che vi sono puntualmente descritti ed esemplificati e che sono ampiamente rappresentativi di tutti quelli ammessi nel nostro territorio. Gianni Fardin Sindaco del Comune di Mirano Giancarlo Boccotti Assessore all Edilizia Privata del Comune di Mirano pagina 4

6 Introduzione La legge obiettivo prima e il Testo Unico per l edilizia poi stanno modificando sensibilmente il settore dell edilizia. Ne discende il bisogno, peraltro colto da Unindustria Venezia, di dotare le imprese di uno strumento di veloce consultazione ed interpretazione della normativa. Il Prontuario dell attività edilizia, realizzato in collaborazione con il Comune di Mirano, vuole essere infatti una guida per le imprese e i cittadini: uno strumento di uso semplice e immediato per sapere cosa e come fare nel momento in cui si deve costruire un nuovo locale caldaia oppure ampliare il proprio capannone o costruire una tettoia. Buona lettura a tutti. Massimiliano Galante Vice Presidente Unindustria Venezia Delegato al Territorio pagina 5

7 Introduzione Il Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia (D.P.R. n. 380/2001 aggiornato al D.Lgs. n. 301/2002) ha portato notevoli innovazioni, sia di carattere formale, sia di carattere sostanziale. Viene infatti introdotto il nuovo titolo abilitativo Permesso di Costruire in sostituzione delle precedenti Concessioni e Autorizzazioni edilizie e viene ampliato l ambito degli interventi realizzabili con la denuncia di inizio attività, la Il Comune di Mirano, seppure in attesa della legge regionale che dovrà emanare norme di dettaglio ai sensi dell art. 3 del D.P.R. 380/01, ha già provveduto ad adeguare il regolamento edilizio e le norme tecniche di attuazione del P.R.G. alle novità legislative introdotte. Il Prontuario dell attività edilizia vuole essere uno strumento di chiarimento per una maggiore comprensione da parte di tecnici, imprese di costruzione e cittadini, degli interventi che si possono eseguire con l uno e l altro dei titoli abilitativi previsti o addirittura quali interventi non abbisognino di alcun titolo, ma non è sostitutivo dei vigenti Regolamento Edilizio e Norme Tecniche di Attuazione del P.R.G. che rimangono gli strumenti di riferimento principale per l attuazione degli interventi edilizi. Si è ritenuto di non inserire i fac-simili di domanda,, inviti e comunicazioni, in quanto gli stessi possono essere ricavati dal sistema informatico ( così come la cartografia dei piani urbanistici vigenti ed adottati e le relative norme tecniche di attuazione oltre al regolamento edilizio. Arch. Lionello Bortolato Dirigente Settore Urbanistica - Edilizia Privata Comune di Mirano pagina 6

8 Indice 1. Qualificazione dell intervento 2. Interventi di recupero del patrimonio edilizio - Manutenzione ordinaria - Manutenzione straordinaria - Restauro e risanamento conservativo - Nuova costruzione - Ristrutturazione edilizia - Ristrutturazione urbanistica 3. Tipologie di opere edilizie

9

10 1 Qualificazione dell intervento

11

12 1. Qualificazione degli interventi TIPO DI INTERVENTO ATTO ABILITATIVO Nuove costruzioni (artt. 3 e 10 T.U.) vale a dire: 1) la costruzione di manufatti edilizi fuori terra o interrati, ovvero l'ampliamento di quelli esistenti all'esterno della sagoma esistente, fermo restando, per gli interventi pertinenziali, quanto previsto al successivo punto 6; 2) gli interventi di urbanizzazione primaria e secondaria realizzati da soggetti diversi dal Comune; 3) la realizzazione di infrastrutture e di impianti, anche per pubblici servizi, che comporti la trasformazione in via permanente di suolo inedificato; 4) l'installazione di torri e tralicci per impianti radio-ricetrasmittenti e di ripetitori per i servizi di telecomunicazione; 5) l'installazione di manufatti leggeri, anche prefabbricati, e di strutture di qualsiasi genere, quali roulottes, campers, case mobili, imbarcazioni, che siano utilizzati come abitazioni, ambienti di lavoro, oppure come depositi, magazzini e simili, e che non siano diretti a soddisfare esigenze meramente temporanee; 6) gli interventi pertinenziali che comportino la realizzazione di un volume superiore al 20% del volume dell'edificio principale e comunque ogni qualvolta superi i mc 100; 7) la realizzazione di depositi di merci o di materiali, la realizzazione di impianti per attività produttive all'aperto ove comportino l'esecuzione di lavori cui consegua la trasformazione permanente del suolo inedificato. Ristrutturazione urbanistica Ristrutturazione edilizia con aumento di unità immobiliari, modifiche del volume, della sagoma, dei prospetti o delle superfici Ristrutturazione edilizia con mutamenti della destinazione d uso limitatamente agli immobili compresi nelle zone omogenee A (centri storici) o in alternativa al o in alternativa al * (*Tutti gli interventi sottoposti a possono essere realizzati con ) a) Tutti gli interventi non riconducibili all elenco dell art. 6 e 10 del T.U., fra i quali a mero titolo esemplificativo sono compresi: Ristrutturazioni edilizie comprensive della demolizione e ricostruzione con la stessa volumetria, sagoma e sedime pagina 11

13 Prontuario dell attività edilizia Mutamenti delle destinazioni d uso di immobili connessi a trasformazioni fisiche Manutenzione straordinaria Restauro e risanamento conservativo Opere temporanee per attività di ricerca nel sottosuolo con carattere geognostico eseguite nel centro edificato Opere di eliminazione delle barriere architettoniche in edificio consistenti in rampe, ascensori esterni o manufatti Opere pertinenziali che comportino la realizzazione di un volume inferiore al 20% del volume dell'edificio principale e comunque con volume inferiore a mc 100 Recinzioni, muri di cinta o cancellate in relazione al fatto che incidono sulle risorse edilizie urbanistiche Aree destinate ad attività sportive senza creazione di volumetrie Opere interne di singole unità immobiliari Installazione di impianti tecnologici al servizio di edifici o di attrezzature esistenti compresa l installazione di caldaia con terminale di tiraggio e parete come da deroghe D.P.R. 551/1999 Impianti tecnologici e volumi tecnici Interventi pertinenziali dell edificio principale che prevedono un nuovo volume inferiore a mc 100 o inferiore al 20% del volume dell edificio Parcheggi di pertinenza nel sottosuolo del lotto su cui insiste il fabbricato Cambio d uso con opere interne e modifiche fotometriche; varianti in corso d opera anche con modifica dell uso qualora l atto originale sia la (ovvero permesso di costruire ai sensi dell art. 22 comma 7) b) Sono inoltre realizzabili con Varianti a permesso di costruire senza incidenza su parametri urbanistici e volumetrie, senza modifica di destinazione d uso o categoria edilizia, senza alterazione della sagome e senza violazione di prescrizioni speciali contenute nel permesso di costruire c) Sono realizzabili con in alternativa al permesso di costruire: Ristrutturazione edilizia con aumento di unità immobiliari, modifiche del volume, della sagoma, dei prospetti o delle superfici e ristrutturazione edilizia con mutamenti della destinazione d uso limitatamente agli immobili compresi nelle zone omogenee A (centri storici) Interventi di nuova costruzione o di ristrutturazione urbanistica qualora siano disciplinati da piani attuativi comunque denominati, che contengano precise disposizioni plano-volumetriche, tipologiche, formali e costruttive, la cui sussistenza sia stata esplicitamente dichiarata dal competente organo comunale in sede di approvazione degli stessi piani o di ricognizione di quelli vigenti Gli interventi di nuova costruzione qualora siano in diretta esecuzione di strumenti urbanistici generali recanti precise disposizioni planovolumetriche in alternativa al pagina 12

14 1. Qualificazione degli interventi ATTIVITA LIBERA Manutenzione ordinaria Eliminazione barriere architettoniche senza realizzazione di rampe, ascensori esterni, manufatti Attività temporanee nel sottosuolo a carattere geognostico o eseguite in aree esterne al centro abitato Costruzione di manufatti in legno per ricovero attrezzi di giardinaggio liberamente appoggiati al suolo senza alcun tipo di basamento o pavimentazione ancorata al suolo con superficie lorda massima di mq 6, altezza ml 2 alla gronda e ml 2,30 al colmo. Solo 1 manufatto per ogni lotto. Libera Libera Libera Libera pagina 13

15

16 2 Interventi di recupero del patrimonio edilizio esistente

17 Prontuario dell attività edilizia MANUTENZIONE ORDINARIA Art. 3, comma 1 lettera a) T.U. Interventi che riguardano le opere di riparazione, rinnovamento e sostituzione delle finiture degli edifici e quelle necessarie ad integrare o mantenere in efficienza gli impianti tecnologici esistenti. Intervento OPERE ESTERNE Riparazione o sostituzione di qualsiasi tipo di cancelli o portoni mantenendo le caratteristiche preesistenti Riparazione o rifacimento canna fumaria, interna ed esterna Riparazione conservando caratteri preesistenti per chioschi su area pubblica o privata ad uso commerciale Ripassatura del manto di copertura, anche con sostituzione di parte ridotta della struttura (escluse le capriate) e dei materiali di copertura Riparazione o sostituzione cornici dei fori esterni Riparazione o sostituzione davanzali di finestre e balconi Piccola apertura foro ventilazione su facciata (max cmq 300) Sostituzione gradini esterni Nuova installazione grondaie o sostituzione di quelle preesistenti Sostituzione inferriata fissa Riparazione o sostituzione infissi esterni, conservando la tipologia Rappezzi o rifacimento intonaco esterno conservando finitura e colori uguali a quelli preesistenti Rifacimento lastrico solare Sostituzione lucernari Rifacimento marciapiede suolo privato Rinforzo struttura parapetti dei balconi e delle scale Rifacimento pavimentazione esterna Sostituzione o nuova installazione di pluviale, purchè gli scarichi non siano in contrasto con il Regolamento Edilizio e di fognatura Sostituzione porte basculanti Riparazioni o sostituzioni parziali di recinzioni Rifacimento rivestimento esterno Sostituzione saracinesca negozi o uffici con altra di egual disegno Installazione di serranda posta tra serramento esterno e finestra Riparazione o rifacimento sporti o aggetti Rifacimento tinteggiatura esterna con colore della medesima tonalità preesistente Installazione nuova zanzariera o sostituzione quella preesistente Rifacimento zoccolo esterno Rifacimento pavimentazioni esterne senza modifiche ai materiali Riparazione o sostituzione dei manti di copertura, senza modifiche ai materiali Note Nelle zone territoriali omogenee di tipo A e all interno del Centro Storico, i colori e le tecnologie usate negli interventi dovranno essere rispettosi delle specifiche normative di piano (art. 13 N.T.A. Centro Storico) Atto abilitativo. Le modifiche delle finiture esterne che alterano l aspetto dell edificio in ambiti ricadenti in area vincolata D.Lgs. 42/2004, Parte III, necessitano dell autorizzazione pagina 16

18 2. Interventi di recupero del patrimonio edilizio esistente Sostituzioni tegole od altre parti accessorie deteriorate per smaltimento delle acque Rinnovo impermeabilizzazioni Riparazione balconi e terrazze con relative pavimentazioni Riparazione recinzioni Sostituzione di infissi esterni e serramenti o persiane con serrande, senza modifica della tipologia di infisso Pulitura esterna, ripresa parziale di intonaci, senza alterazione dei materiali o delle tinte esistenti Riparazione di grondaie e canne fumarie OPERE INTERNE Apertura tamponamento, spostamento fori porta su tramezze nel rispetto della superficie prevista per i singoli locali Nuova installazione o sostituzione apparecchi idrosanitari anche con opere edilizie all interno del locale bagno Rifacimento intonaci e tinteggiatura interni Sostituzione gradini interni Sostituzione infissi interni con altri anche con materiali diversi da quelli preesistenti Riparazioni murarie varie dell unità immobiliare conservando le suddivisioni interne preesistenti Sostituzione di montacarichi interni Nicchia interna delle dimensioni max cm 60x60 su muratura con funzioni statiche Rifacimento rivestimenti pareti interne con qualsiasi tipo di materiale e colore Nuova installazione o sostituzione del preesistente servoscala Rifacimento parziale o totale soffitti Sostituzione/riparazione, parziale o integrale di pavimenti interni con relative opere di finitura e conservazione Riparazione impianti per servizi accessori (idraulico, smaltimento acque) Rifacimento rivestimento igienico Installazione caminetto interno collegato a canna fumaria esistente Sostituzione di caldaia senza realizzazione di nuove canne fumarie o terminali di tiraggio e a parità di potenza termica Nelle zone territoriali omogenee di tipo A e all interno del Centro Storico, i colori e le tecnologie usate negli interventi dovranno essere rispettosi delle specifiche normative di piano (art. 13 N.T.A. del Centro Storico). Le modifiche delle finiture interne che alterano i materiali di edifici con vincolo monumentale ai sensi del D.Lgs. 42/2004 necessitano dell autorizzazione pagina 17

19 Prontuario dell attività edilizia MANUTENZIONE STRAORDINARIA Art. 3, comma 1, lettera b) T.U.dell edilizia: Interventi che riguardano le opere e le modifiche necessarie per rinnovare e sostituire parti anche strutturali degli edifici, nonché per realizzare ed integrare i servizi igienico-sanitari e tecnologici, sempre che non alterino i volumi e le superfici delle singole unità immobiliari e non comportino modifiche delle destinazioni d uso. Intervento OPERE ESTERNE Rifacimento manto di copertura con materiali diversi dai precedenti Rifacimento di vespai, scale e rampe Consolidamento delle fondazioni Realizzazione ex novo o rifacimento totale di recinzioni, muri di cinta e cancellate Sostituzione di infissi esterni e serramenti, o persiane con serrande, con modifica della tipologia di infissi o del materiale impiegato Rifacimento totale di intonaci esterni, con modificazione dei materiali e delle tinte esistenti Rifacimento totale di pavimentazioni esterne, con modifica dei materiali esistenti Nuova installazione o sostituzione ascensore esterno Barriere architettoniche (superamento) con opere esterne agli edifici Nuova realizzazione cancelli esterni Nuova costruzione esterna o rifacimento di canna fumaria modificando i caratteri preesistenti Sostituzione dell intera copertura (tetto) senza aumento di volume Realizzazione abbaini che non determinano aumento di volume Nuova installazione inferriata fissa esterna al foro finestra Nuova formazione di centrale termica costituente volume tecnico come definito dal P.R.G. e dal Regolamento Edilizio Realizzazione di lucernari Nuova installazione montacarichi Nuova realizzazione di parapetti di balconi e di scale esterne Sostituzione di passerella di collegamento Sostituzione di pergolato come elemento ornamentale Sostituzione scuro con persiana Rampa di collegamento esterna per limitati dislivelli (adeguamento dello scoperto L.13/89) Nuovo rivestimento esterno Nuova installazione di saracinesca di qualsiasi tipo Nuova installazione o sostituzione di scala esterna aperta Taglio di muratura con inserimento barriera Sostituzione tralicci con altri aventi gli stessi caratteri essenziali (materiali e forma) Sostituzione completa veranda Installazione di serbatoio interrato per stoccaggio GPL Nuova formazione zoccolo esterno facciata Note Atto abilitativo Denuncia di inizio attività, oltre, nel caso di immobili vincolati, l autorizzazione dell autorità competente pagina 18

20 2. Interventi di recupero del patrimonio edilizio esistente Nuova installazione pensilina a protezione ingresso o su recinzione OPERE INTERNE Realizzazione ed adeguamento di opere accessorie e di pertinenza (senza aumento dei volumi e delle superfici utili) Realizzazione ed integrazione di servizi igienico-sanitari (senza aumento dei volumi e delle superfici utili) Realizzazione di chiusure o aperture interne (senza modificare lo schema distributivo delle unità immobiliari o dell edificio) Sostituzione di tramezzi interni, senza alterazione della tipologia dell unità immobiliare Unione di alcuni locali da una unità immobiliare ad altra, o anche unione di due unità immobiliari con opere interne nella stessa unità edilizia Nuova installazione o sostituzione di ascensore interno Nuova costruzione o rifacimento di canna fumaria interna modificando i caratteri preesistenti Modifica del distributivo interno dei chioschi su area pubblica o privata Realizzazione di servizio igienico interno Demolizione e ricostruzione muri e tramezze per modifiche interne Nuova installazione montacarichi Rifacimento o sostituzione di muri portanti anche a cuci e scuci Nuova costruzione pavimento sopraelevato Apertura e/o tamponamento fori porta interni sui muri portanti Rifacimento soppalco Sostituzione delle travi del tetto in misura superiore al 30% Realizzazione vespaio Installazione di caldaia anche con realizzazione di canna fumaria nuova Denuncia di inizio attività, oltre, nel caso di immobili vincolati, l autorizzazione dell autorità competente RESTAURO E RISANAMENTO CONSERVATIVO Art. 3 comma 1, lettera c) T.U. dell edilizia: Interventi rivolti a conservare l organismo edilizio ed assicurarne la funzionalità mediante un insieme sistematico di opere che, nel rispetto degli elementi tipologici, formali e strutturali dell organismo stesso, ne consentano destinazioni d uso con essi compatibili. Tali interventi comprendono il consolidamento, il ripristino e il rinnovo degli elementi costitutivi dell edificio, l inserimento degli elementi accessori e degli impianti richiesti dalle esigenze dell uso, l eliminazione degli elementi estranei all organismo edilizio. Intervento Eliminazione di elementi estranei all organismo edilizio originario Complesso di interventi sistematici su parti condominiali (murature portanti, scale, fondazioni, tetto) Interventi tesi a ricostituire il tipo edilizio Note Atto abilitativo, oltre, nel caso di immobili vincolati, l autorizzazione dell autorità competente pagina 19

21 Prontuario dell attività edilizia RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA Art. 3, comma 1, lettera d) T.U. dell edilizia: Gli interventi rivolti a trasformare gli organismi edilizi mediante un insieme sistematico di opere che possono portare ad un organismo edilizio in tutto o in parte diverso dal precedente. Tali interventi comprendono il ripristino o la sostituzione di alcuni elementi costitutivi dell edificio, l eliminazione, la modifica e l inserimento di nuovi elementi ed impianti. Nell ambito degli interventi di ristrutturazione sono compresi anche quelli consistenti nella demolizione e ricostruzione con la stessa volumetria e sagoma di quello preesistente, fatte salve le sole innovazioni necessarie per l adeguamento alla normativa antisismica. Intervento Opere finalizzate alla modifica della destinazione d uso dell immobile in zona A Demolizione totale o parziale dell edificio che comporti aumento delle unità immobiliari, modifiche del volume, della sagoma, dei prospetti o delle superfici Opere finalizzate alla modifica della destinazione d uso dell unità immobiliare Frazionamenti di immobili Accorpamenti di unità immobiliari derivanti da unità edilizie distinte Demolizione e ricostruzione di edificio conservando la sagoma e il volume Opere interne all edificio che comportino le modifiche tipologiche dello stesso Note Atto abilitativo NUOVA COSTRUZIONE Art. 3, comma 1, lettera e) T. U. dell edilizia: Interventi di trasformazione edilizia ed urbanistica del territorio non rientranti nelle categorie definite alle lettere precedenti. Sono comunque da considerarsi tali : Intervento Costruzione di edifici nuovi fuori terra o interrati, ovvero l ampliamento di quelli esistenti all esterno della sagoma esistente Interventi di urbanizzazione primaria e secondaria realizzati da soggetti diversi dal Comune Realizzazione di infrastrutture e di impianti, anche per pubblici servizi, che comportano la trasformazione in via permanente di suolo inedificato Installazione di torri e tralicci per impianti radioricetrasmittenti e di ripetitori per i servizi di telecomunicazione Installazione di manufatti leggeri, anche prefabbricati, e di strutture di qualsiasi genere, quali roulottes, campers, case mobili, imbarcazioni che siano utilizzati come abitazioni, ambienti di lavoro oppure come depositi, magazzini e simili e siano diretti a soddisfare esigenze durature nel tempo Interventi pertinenziali che comportino la realizzazione di un volume superiore al 20% del volume dell edificio principale e comunque ogni qualvolta superi i mc 100 Realizzazione di depositi di merci o di materiali, la realizzazione di impianti per attività produttive all aperto ove comportino l esecuzione di lavori cui consegua la trasformazione permanente del suolo inedificato Note Atto abilitativo pagina 20

22 2. Interventi di recupero del patrimonio edilizio esistente RISTRUTTURAZIONE URBANISTICA Art. 3, comma 1, lettera f) T.U. dell edilizia: Interventi rivolti a sostituire l esistente tessuto urbanisticoedilizio con altro diverso, mediante un insieme sistematico di interventi edilizi, anche con la modificazione del disegno dei lotti, degli isolati, della rete stradale. Intervento Progetti unitari o di comparto Altri strumenti attuativi Note Atto abilitativo pagina 21

23

24 3 Tipologie di opere edilizie

25 Prontuario dell attività edilizia PARTE DELL IMMOBILE INTERES- SATA DALL INTERVENTO EDILIZIO Abbaino Accorpamento di locali o di altre unità immobiliari Alberatura Altana Ampliamento edificio Antenna Ascensore Barriere architettoniche (eliminazione) Botola Box pieghevole per posto auto e simile Caminetti esterni TIPO DI OPERA CHE SI INTENDE REALIZ- ZARE Realizzazione di abbaino che non determini aumento di volume e sia coerente con le caratteristiche tipologiche dell edificio o determini un aumento di volume inferiore a mc 100 o al 20% del volume dell edificio principale Realizzazione di abbaino che determini aumento di volume superiore a mc 100 o al 20% del volume dell edificio principale Unione di alcuni locali da una unità immobiliare ad altra, o anche unione di due unità immobiliari con opere interne Unione di due unità edilizie Taglio alberi ad alto fusto con circonferenza inferiore a cm 80 misurati a ml 1 da terra e alberi da coltivazione 1) 2) In caso contrario (sup. cm 80) Riparazione di altana con sostituzione tavolato 3) Rifacimento e sostituzione di parti strutturali Nuova costruzione altana Demolizione e ricostruzione di murature esterne ampliando la volumetria preesistente Ricevente televisiva Ricevente parabolica fino a cm 100 di diametro ubicata sul tetto o in loggia coperta 1) Radiobase-emittente radio e televisione Ricevente parabolica superiore a cm 100 Nuova installazione o sostituzione di quello preesistente (esterno o interno) con altro avente caratteri essenziali diversi Con opere esterne agli edifici Con opere interne 3) 6) Realizzazione per accesso alla soffitta 3) Installazione su scoperto poggiante su ruote o completamente richiudibile a terra 1) Pieghevole ma non completamente richiudibile a terra Nuova costruzione senza canna fumaria o copertura ATTO ABILITATIVO Autorizzazione da Regolamento Alberi pagina 24

26 3. Tipologie di opere edilizie Cancello esterno (vedi passo carraio) Canna fumaria Chiosco su area pubblica o privata ad uso commerciale Citofono videocitofono e telecamera Copertura tetto Controssoffitto Cornice finestra Davanzale di finestra e balcone Demolizione edifici Facciata Foro finestra / porta Riparazione o sostituzione di qualsiasi tipo di cancello o portone Nuova realizzazione Riparazione o rifacimento di canna interna ed esterna 3) 8) Nuova costruzione di canna interna od esterna o rifacimento modificando i caratteri preesistenti Riparazione conservando i caratteri preesistenti 8) Modifica distributivo interno Nuova formazione o sostituzione con altro avente caratteri diversi da quelli preesistenti Nuova installazione con relative opere murarie occorrenti per l installazione degli stessi 1) 3) Ripassatura del manto di copertura con sostituzione di parte ridotta della struttura (escluse le capriate) e dei materiali di copertura, conservando le caratteristiche preesistenti 3) 8) Sostituzione dell intera struttura del tetto mantenendo la pendenza della falda senza aumento di volume Sostituzione dell intera struttura, modificando la pendenza della falda con aumento di volume superiore al 20% dell edificio principale o superiore a mc 100 Se inferiore Sostituzione o nuova installazione nel rispetto delle altezze interne prescritte dai regolamenti e preesistenti 3) Riparazione o sostituzione cornici, conservando i caratteri preesistenti 3) Riparazione o sostituzione conservando i caratteri essenziali preesistenti 3) Nuova formazione o sostituzione di quelli preesistenti con altri aventi caratteri diversi Senza ricostruzione Con ricostruzione senza modifiche alla sagoma, sedime e al volume Con ricostruzione e modifiche alla sagoma, sedime e al volume Modifica sostanziale della facciata attraverso nuove aperture o variazioni delle esistenti Apertura foro ventilazione max cmq 300 3) Nuova apertura o modifica di quella preesistente / pagina 25

27 Prontuario dell attività edilizia Fognatura Foro porta interno Frazionamento unità immobiliari Gabinetto Garage Gradino scala Grondaia Impianto di riscaldamento autonomo interno Inferriata fissa Infisso esterno Infisso interno Intonaco esterno facciata Intonaco interno Lastrico solare Livellamento terreno Riparazione o sostituzione della canalizzazione fognaria fino al limite della proprietà del fabbricato 3) Nuova costruzione o rifacimento con dimensioni e/o percorso diversi da quelli preesistenti (opere interne) 3) Nuova costruzione con opere esterne al limite della proprietà fino alla fognatura pubblica 3) Apertura e/o tamponamento foro porta su muri portanti e tramezze Suddivisione di una unità immobiliare in due (o più) con o senza modifiche esterne Sostituzione apparecchi sanitari e opere edilizie varie 3) Realizzazione di servizio igienico interno Costruzione di un nuovo garage nel sottosuolo ad uso dei condomini (con vincolo pertinenziale L. 122/89) Costruzione di garage non interrato Sostituzione gradini, interno o esterno 3) 8) Nuova installazione o sostituzione di quelle preesistenti 3) 8) Nuovo impianto senza opere edilizie Nuovo impianto con opere edilizie (canna fumaria, ecc.) Sostituzione di quelle preesistenti conservando la tipologia 3) Nuova installazione o sostituzione con altri di diversa tipologia Riparazione o sostituzione conservando la tipologia 3) Nuova installazione o sostituzione con altri di diversa tipologia Sostituzione con altri anche con materiali diversi da quelli preesistenti 3) Riparazione Rifacimento 3) Riparazione Rifacimento 3) Rifacimento conservando materiali uguali a quelli preesistenti 3) 8) Senza alcuna opera muraria e senza modifica della quota media 3) Deposito del progetto pagina 26

28 3. Tipologie di opere edilizie Locale caldaia Lucernario Marciapiede Modifica interna Montacarichi Motocondensante Muro portante Nicchia esterna Nicchia interna Opere interne Pallone pressostatico Parapetto balcone e scala esterna Riparazione murarie varie conservando le suddivisioni interne preesistenti 3) Idem come sopra con modifiche interne Nuova formazione di centrale termica costituente volume tecnico come definito dal P.R.G. e dal Regolamento Edilizio o esecuzione di interventi esterni Sostituzione con altri aventi gli stessi caratteri di quelli preesistenti 3) Nuova formazione o sostituzione con altri aventi caratteri diversi da quelli preesistenti Su suolo privato: rifacimento come il precedente 3) Su suolo privato: nuova realizzazione Su suolo pubblico: nuova realizzazione Demolizione e ricostruzione muratura, scale, solai Sostituzione di montacarichi interni 3) Nuova installazione o sostituzione con altro avente caratteristiche diverse da quello preesistente Installazione o sostituzione in singole unità immobiliari: di superfice frontale max mq 0,50 1) Con dimensioni maggiori Rifacimento o sostituzione Di modeste dimensioni per contenere il contatore o altro: max cm 30x40 o cmq ) Se maggiore di cm 30x40 o cmq 1200 Di dimensioni max cm 80x60 3) Di dimensioni maggiori di cm 80x60 o su murature portanti Sostituzione di pavimenti interni, soffitti non portanti, riparazione e sostituzione degli impianti idraulico, sanitario, elettrico 3) Apertura e chiusura di vani di porte interne su murature portanti Destinazione di uno o più locali a servizi igienici Installazione a carattere stagionale su struttura o impianto esistente a terra Installazione non stagionale Rinforzo struttura conservando i caratteri uguali a quelli preesistenti 3) 8) Nuova realizzazione o sostituzione con pagina 27

29 Prontuario dell attività edilizia Passo carraio altri aventi caratteri diversi da quelli preesistenti Lavori per la realizzazione di nuovo passo carraio o per modifiche di accesso a quello preesistente purchè conforme al Codice della Strada Pavimentazione esterna Pavimentazione interna Pavimento sopraelevato Pedana Pensilina - tettoia Pensilina tettoia per usi diversi Pergolato Persiana Pertinenza inferiore a mc 100 o al 20% dell edificio principale Pertinenza superiore a mc 100 o al 20% dell edificio principale Pluviale Porta-finestra Porta basculante Porta esterna Portico Posto macchina pertinente ad unità edilizia Rifacimento con caratteristiche uguali a quelle preesistenti 3) Nuova pavimentazione o sostituzione della preesistente aumentando la superficie Rifacimento pavimentazione 3) 4) Nuova realizzazione Posa pedana su suolo pubblico (plateatico) 5) Nuova installazione a protezione ingresso o su recinzione Riparazioni varie con parziali interventi nella struttura modificando caratteri essenziali preesistenti Nuova costruzione Sostituzione o nuova installazione come elemento ornamentale (altrimenti viene equiparato a pensilina) Sostituzione conservando i caratteri essenziali preesistenti 3) Sostituzione persiana con scuro 3) Costruzione di deposito attrezzi, magazzino, ecc. Costruzione di deposito attrezzi, magazzino, ecc. Sostituzione o nuova installazione, purchè gli scarichi non siano in contrasto con il Regolamento Edilizio e di fognatura 3) Nuova installazione o sostituzione con altra su foro esistente 1) 3) 10) Nuova installazione o sostituzione con altra su foro esistente 1) 3) 8) Nuova installazione o sostituzione con altra su foro esistente 1) 3) 8) Nuova costruzione su edificio esistente Delimitazione di spazi senza opere edilizie Con opere edilizie funzionali pagina 28

30 3. Tipologie di opere edilizie Prefabbricato Rampa di collegamento 7) Recinzione Rivestimento parete interna Rivestimento parete esterna Saracinesca Scala Scorporo locali Scuci e cuci Serbatoio Serra Serramento Serranda Servoscala Soffitto Solai Soppalco Sporto o aggetto Stessa disciplina delle nuove costruzioni secondo la tipologia specifica Interna 3) Esterna Riparazione o sostituzione conservando i caratteri preesistenti nella medesima forma e dimensioni 3) Installazione recinzioni esclusivamente in rete e paletti di sostegno 1) Nuova recinzione o sostituzione della preesistente con modifica caratteri essenziali Rifacimento 3) Rifacimento 3) 8) Nuovo rivestimento Sostituzione con altra 3) 8) Nuova installazione di qualsiasi tipo Nuova installazione o sostituzione con altra di pendenza, posizione, disegno e materiali diversi dai preesistenti 3) Separazione di alcuni locali da una unità immobiliare ad un altra, mediante opere edilizie mantenendo la destinazione d uso Rifacimento tratti di muratura Installazione di serbatoio interrato o fuori terra Serre fisse Serre di qualsiasi tipo per floricoltura 1) 7) Vedi infisso Vedi saracinesca Nuova installazione o sostituzione del preesistente 3) Rifacimento totale o parziale 3) Sostituzione Nuova costruzione o rifacimento modificando dimensioni, uso e posizione preesistente Rifacimento, conservando le dimensioni, l uso e la posizione preesistente Soppalco di arredo o per impianti tecnologici 3) Riparazione o rifacimento 3) 8) pagina 29

31 Prontuario dell attività edilizia Suolo pubblico Statua e ornamenti Stazione di servizio Sterro Struttura provvisoria Taglio muratura Tenda solare retraibile Terrazzo Tinteggiatura esterna Tinteggiatura interna Traliccio Trave tetto Occupazione precaria suolo pubblico 5) Nuova installazione o sostituzione di quelle preesistenti con altre anche aventi sagoma e dimensioni diverse da quelle preesistenti 1) 3) Posa con altre opere edilizie Semplice riparazione senza modifica dei caratteri preesistenti Opere con modifiche della sagoma, colori Nuova installazione Scavo, prelievo terra non per predisporre il cantiere o per fini agronomici, senza modifica dei caratteri essenziali del suolo Con modifica dei caratteri essenziali del suolo (esempio laghetto artificiale, cave, torbiere) Manufatti realizzati con materiali leggeri, con requisiti di agevole asportabilità, per esigenze limitate nel tempo e ad uso pubblico 1) Per spettacoli viaggianti e simili, baracche di cantiere Taglio della muratura con inserimento barriera Nuova installazione o sostituzione con altre aventi anche caratteristiche diverse su fondo privato 1) Nuova installazione con proiezione su suolo pubblico 1) 5) Nuova formazione in falda Nuova formazione o ampliamento all esterno della sagoma esistente o rifacimento completo con caratteri essenziali diversi da quelli preesistenti (dimensioni o piano) Rifacimento 3) 8) Rifacimento modificando materiali e/o colori alterando sostanzialmente i prospetti Nessun limite per materiali e colori 3) Sostituzione con altri aventi gli stessi caratteri essenziali (materiali e forma) Installazione tralicci a carattere di pertinenza Installazione di tralicci non pertinenziali di notevoli dimensioni Sostituzione parziale o totale con altre aventi materiali, dimensione e posizione pagina 30

32 3. Tipologie di opere edilizie Vasca giardino Veranda Vespaio Vetrina negozi Volume tecnologico Zanzariera Zoccolo esterno facciata eguali a quelli preesistenti in misura maggiore agli interventi di manutenzione ordinaria Senza esecuzione di opere edilizie 3) Con esecuzione di opere edilizie Rifacimento parziale conservando i caratteri essenziali uguali a quelli preesistenti 3) Sostituzione completa Nuova costruzione Realizzazione vespaio Riparazione o sostituzione conservando i caratteri essenziali uguali a quelli preesistenti Nuova installazione con sostituzione modificando i caratteri essenziali preesistenti Esempi: centrale termica, idrica, raccolta di rifiuti, vano ascensore e altri similari Installazione nuova zanzariera o sostituzione di quella preesistente 3) Rifacimento conservando i caratteri essenziali preesistenti 3) Nuova formazione o sostituzione con altro avente caratteri essenziali diversi / NOTE 1) In area sottoposta a vincolo di cui al D.Lgs. 42/2004, Parte III, sono soggetti ad autorizzazione. 2) Fatte salve le specifiche disposizioni di P.R.G. o di vincolo idrogeologico-forestale. 3) In edificio notificato D.Lgs. 42/2004, Parte II, è necessario acquisire parere della Soprintendenza. 4) Nelle zone territoriali omogenee di tipo A deve rispettare la normativa di piano. 5) Soggetta ad autorizzazione Ufficio Tributi. 6) Per le caratteristiche bisogna fare attenzione alla legge sull abbattimento delle barriere architettoniche L. 9 gennaio 1989, n ) Nei limiti della L.R. 19/ ) Nel rispetto delle specifiche normative di piano o di legge. pagina 31

33 Finito di stampare nel mese di febbraio 2005 da Litocenter snc, Limena (Pd) per conto di Unimedia surl, Marghera Venezia

TIPO DI AUTORIZZAZIONE NECESSARIA. Denuncia Inizio Attività. Se di modesta entità nessuna autorizzazione. Permesso a Costruire. Nessuna autorizzazione

TIPO DI AUTORIZZAZIONE NECESSARIA. Denuncia Inizio Attività. Se di modesta entità nessuna autorizzazione. Permesso a Costruire. Nessuna autorizzazione TIPO DI INTERVENTO MODALITÀ TIPO DI AUTORIZZAZIONE NECESSARIA PRESCRIZIONI Abbaini Costruzione di nuovi abbaini Denuncia Inizio Attività Accorpamenti di locali o di altre unità immobiliari Accorpamenti

Dettagli

Allegato A Interventi liberi Interventi ammissibili con D.I.A. Interventi ammissibili con Permesso di costruire

Allegato A Interventi liberi Interventi ammissibili con D.I.A. Interventi ammissibili con Permesso di costruire Allegato A Interventi liberi Interventi ammissibili con D.I.A. Interventi ammissibili con Interventi Titolo abilitativo Ampliamento di locali - senza aumento della Slp (spostamento di tavolati interni

Dettagli

Esempi degli interventi ammissibili a fruire della detrazione Irpef

Esempi degli interventi ammissibili a fruire della detrazione Irpef Accorpamenti di locali o di altre unità immobiliari Allargamento porte Allargamento porte e finestre esterne Allarme finestre esterne Ampliamento con formazione di volumi tecnici Apertura interna Ascensore

Dettagli

ATTI BILITANTI ALLA REALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI

ATTI BILITANTI ALLA REALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI ATTI BILITANTI ALLA REALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI TIPOLOGIA DESCRIZIONE STRUMENTO Abbaino Accorpamento di locali o altre unità immobiliari Adeguamento Antisismico Adeguamento igienicofunzionale Alberatura

Dettagli

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF 5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF Ecco un elenco esemplificativo di interventi ammissibili a fruire della detrazione Irpef. In ogni caso, deve essere verificata la conformità

Dettagli

COSA SI PUO' DETRARRE

COSA SI PUO' DETRARRE COSA SI PUO' DETRARRE Ecco un elenco esemplificativo di interventi ammissibili a fruire della detrazione Irpef. In ogni caso, deve essere verificata la conformità alle normative edilizie locali. INTERVENTI

Dettagli

Detraibile. Installazione di macchinari esterni

Detraibile. Installazione di macchinari esterni INTERVENTI SULLE SINGOLE UNITA' IMMOBILIARI INTERVENTI MODALITÀ CONDIZIONI DI DETRAIBILITÀ Accorpamenti di locali o di altre unità Spostamento di alcuni locali da una unità immobiliare ad altra o anche

Dettagli

Prontuario dei Lavori Edili

Prontuario dei Lavori Edili TIPOLOGIA DESCRIZIONE STRUMENTO Abbaino Accorpamento di locali o altre unità immobiliari Adeguamento Antisismico Adeguamento igienico -funzionale Alberatura Realizzazione senza aumento di volume e coerente

Dettagli

Prontuario dell attività edilizia 2004

Prontuario dell attività edilizia 2004 ORDINE DEGLI ARCHITETTI DELLA PROVINCIA DI VENEZIA DIREZIONE CENTRALE SPORTELLO UNICO ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI VENEZIA I.R. Prontuario dell attività edilizia 2004 Assessore Urbanistica

Dettagli

ABACO TIPOLOGIA INTERVENTI EDILIZI

ABACO TIPOLOGIA INTERVENTI EDILIZI ABACO TIPOLOGIA INTERVENTI EDILIZI L'eventuale presenza di vincoli normativi può comportare modifiche al titolo edilizio di base specificato nel seguente Abaco. Nel caso si rimanda alla specifica normativa

Dettagli

Interventi ammessi alla detrazione irpef del 36%

Interventi ammessi alla detrazione irpef del 36% CARTONGESSO CONTROSOFFITTI SISTEMI DI ISOLAMENTO TERMOACUSTICO TINTEGGIATURE Ufficio: Magazzino: Via Fistomba 8/II Cap. 35131 PADOVA Via Lisbona 8/A Cap. 35127 Z.I. PADOVA P. Iva : 02933440790 P. Iva.

Dettagli

INTERVENTI EDILIZI CONSEGUENTI AL SISMA IVA

INTERVENTI EDILIZI CONSEGUENTI AL SISMA IVA INTERVENTI EDILIZI CONSEGUENTI AL SISMA IVA QUALIFICAZIONE GIURIDICA DEGLI INTERVENTI Art.31 L.457/1978 Allegato L.R. 31/2002 IDENTIFICAZIONE DEGLI INTERVENTI Titolo abilitativo Dichiarazione sostitutiva

Dettagli

ALLEGATO A - IL REGIME DELLE AUTORIZZAZIONI -

ALLEGATO A - IL REGIME DELLE AUTORIZZAZIONI - ALLEGATO A - IL REGIME DELLE AUTORIZZAZIONI - Intervento Manutenzione ordinaria (articolo 6, comma 1, lettera a: articolo 3, comma 1, lettera a) Libero Titolo Eliminazione di barriere architettoniche che

Dettagli

TIPOLOGIA INTERVENTO TITOLO ABILITATIVO RIFERIMENTO NORMATIVO DESCRIZIONE INTERVENTO COSTI. D.P.R. 380/01 art. 6 modificato dall'art. 5 L.

TIPOLOGIA INTERVENTO TITOLO ABILITATIVO RIFERIMENTO NORMATIVO DESCRIZIONE INTERVENTO COSTI. D.P.R. 380/01 art. 6 modificato dall'art. 5 L. TIPOLOGIA INTERVENTO TITOLO ABILITATIVO RIFERIMENTO NORMATIVO DESCRIZIONE INTERVENTO COSTI ordinaria manutenzione D.P.R. 380/01 art. 6 e L.R. 12/05 art. 27 gli interventi edilizi che riguardano le opere

Dettagli

Interventi edilizi e titoli abilitativi, differenze tra CIL, CILA, SCIA, Super-DIA e Permesso di costruire

Interventi edilizi e titoli abilitativi, differenze tra CIL, CILA, SCIA, Super-DIA e Permesso di costruire Interventi edilizi e titoli abilitativi, differenze tra CIL, CILA, SCIA, Super-DIA e Permesso di costruire Interventi edilizi e titoli abilitativi, in questo articolo analizziamo le definizioni di CIL,

Dettagli

Il proprietario dell immobile può effettuare l intervento senza effettuare nessuna comunicazione al Comune

Il proprietario dell immobile può effettuare l intervento senza effettuare nessuna comunicazione al Comune Utilizzando la tabella sotto riportata è possibile verificare per ogni singolo intervento quale procedura adottare per procedere all esecuzione dei lavori. Manutenzione Ordinaria Il proprietario dell immobile

Dettagli

4. Le tipologie di interventi ammessi alla detrazione (*) I - LE RISTRUTTURAZIONI NELLE ABITAZIONI

4. Le tipologie di interventi ammessi alla detrazione (*) I - LE RISTRUTTURAZIONI NELLE ABITAZIONI 4. Le tipologie di interventi ammessi alla detrazione (*) I - LE RISTRUTTURAZIONI NELLE ABITAZIONI INTERVENTI MODALITÀ CONDIZIONI DI DETRAIBILITÀ Accorpamenti di locali spostamento di alcuni locali da

Dettagli

Manutenzione ordinaria

Manutenzione ordinaria Manutenzione ordinaria Allarme (impianto) Androne Antenna Balconi Caldaia Caloriferi condizionatori Cancelli esterni Canna fumaria Cantine e Riparazione senza innovazioni o con sostituzione di alcuni elementi

Dettagli

ELENCO DELLE PROCEDURE AMMINISTRATIVE OPERE DI MANUTENZIONE ORDINARIA NON SOGGETTE A TITOLO EDILIZIO

ELENCO DELLE PROCEDURE AMMINISTRATIVE OPERE DI MANUTENZIONE ORDINARIA NON SOGGETTE A TITOLO EDILIZIO ELENCO DELLE PROCEDURE AMMINISTRATIVE OPERE DI MANUTENZIONE ORDINARIA NON SOGGETTE A TITOLO EDILIZIO In alcuni casi, pur non necessitando di alcun titolo abilitativo, la consistenza o le modalità dell

Dettagli

COME SCEGLIERE LA PROCEDURA EDILIZIA CORRETTA

COME SCEGLIERE LA PROCEDURA EDILIZIA CORRETTA COME SCEGLIERE LA PROCEDURA EDILIZIA CORRETTA Per facilitare l'individuazione del procedimento più appropriato si forniscono di seguito alcune indicazioni di carattere generale, sottolineando che con l'entrata

Dettagli

COMUNICAZIONE DI ATTIVITA EDILIZIA LIBERA art. 6 D.P.R. 380/2001 e successive modifiche ed integrazioni

COMUNICAZIONE DI ATTIVITA EDILIZIA LIBERA art. 6 D.P.R. 380/2001 e successive modifiche ed integrazioni COMUNICAZIONE DI ATTIVITA EDILIZIA LIBERA art. 6 D.P.R. 380/2001 e successive modifiche ed integrazioni Al fine di rendere più agevole la procedura si elencano gli interventi previsti dall art. 5 del Regolamento

Dettagli

costruttivi mantenendo le caratteristiche preesistenti - opere di modifica con variazione delle caratteristiche preesistenti - nuova costruzione

costruttivi mantenendo le caratteristiche preesistenti - opere di modifica con variazione delle caratteristiche preesistenti - nuova costruzione CASISTICA DEGLI INTERVENTI E RELATIVO REGIME AUTORIZZATIVO OPERA INTERVENTO REGIME ALBERATURE - piantumazione o abbattimento - potatura (*) AMPLIAMENTO EDIFICI opere di ristrutturazione e di modifica che

Dettagli

PROCEDURE EDILIZIE: INTERVENTI EDILIZI RIFERIMENTI NORMATIVI dicembre 2011 art. 10 comma 1 DPR 380/01 art. 10 c.1 DPR 380/01

PROCEDURE EDILIZIE: INTERVENTI EDILIZI RIFERIMENTI NORMATIVI dicembre 2011 art. 10 comma 1 DPR 380/01 art. 10 c.1 DPR 380/01 PdC PROCEDURE EDILIZIE: INTERVENTI EDILIZI RIFERIMENTI NORMATIVI dicembre 2011 art. 10 comma 1 DPR 380/01 art. 10 c.1 DPR 380/01 art. 3 comma 1 lett. e) DPR 380/01 [art.27 lett. e) LR 12/05] a) gli interventi

Dettagli

COMUNE DI MALCESINE aggiornato a dicembre 2015

COMUNE DI MALCESINE aggiornato a dicembre 2015 COMUNE DI MALCESINE aggiornato a dicembre 2015 Si evidenzia che: PRONTUARIO DEGLI INTERVENTI EDILIZI E DEI TITOLI ABILITATIVI - Tutte le modifiche dell aspetto esteriore dello stato dei luoghi necessitano

Dettagli

TIPI DI TITOLI ABILITATIVI NECESSARI PER L ESECUZIONE DEGLI INTERVENTI

TIPI DI TITOLI ABILITATIVI NECESSARI PER L ESECUZIONE DEGLI INTERVENTI TIPI DI TITOLI ABILITATIVI NECESSARI PER L ESECUZIONE DEGLI INTERVENTI Manutenzione Ordinaria Il proprietario dell immobile può effettuare l intervento senza effettuare nessuna comunicazione al Comune.

Dettagli

COMUNE DI GALLIO Provincia di Vicenza PIANO REGOLATORE GENERALE VARIANTE PER I CENTRI STORICI DEL CAPOLUOGO E DELLA FRAZIONE DI STOCCAREDDO

COMUNE DI GALLIO Provincia di Vicenza PIANO REGOLATORE GENERALE VARIANTE PER I CENTRI STORICI DEL CAPOLUOGO E DELLA FRAZIONE DI STOCCAREDDO COMUNE DI GALLIO VARIANTE PER I CENTRI STORICI DEL CAPOLUOGO E DELLA FRAZIONE DI STOCCAREDDO SCHEDA DI RILEVAMENTO E DI NORMATIVA N. 182 UNITA DI RILEVAMENTO / CENTRO STORICO del Capoluogo della frazione

Dettagli

Comune di Trissino Provincia di Vicenza

Comune di Trissino Provincia di Vicenza Comune di Trissino Provincia di Vicenza MODULISTICA ONLINE 2014 www.comune.trissino.vi.it servizi tecnici pianificazione e sviluppo del territorio edilizia privata Definizione dei TIPI di INTERVENTO aggiornato

Dettagli

Allarme (Sistema di segnalazione acustico e/o visivo di tentativi di furto, scasso, ecc.)

Allarme (Sistema di segnalazione acustico e/o visivo di tentativi di furto, scasso, ecc.) Accorpamento di unità immobiliari Adeguamento antisismico Interventi edilizi e titoli abilitativi L elenco di seguito riportato individua il titolo abilitativo necessario per l esecuzione di ciascuna delle

Dettagli

Art. 9 Manutenzione ordinaria

Art. 9 Manutenzione ordinaria Comune di Padova Settore Edilizia Privata Settore Pianificazione Urbanistica Piano Regolatore Generale Nuovo Regolamento Edilizio Comunale (Approvato con Deliberazione del C.C. n. 41 del 05/06/2006) Specifiche

Dettagli

Le agevolazioni fiscali per la tua casa. Quarto video

Le agevolazioni fiscali per la tua casa. Quarto video Quarto video 1 Nel primo video abbiamo parlato di: Le agevolazioni fiscali per la tua casa 1. introduzione alle agevolazioni fiscali; 2. in cosa consiste 3. chi può usufruirne, 4. cumulabilità con altre

Dettagli

COMUNE DI GALLIO Provincia di Vicenza PIANO REGOLATORE GENERALE VARIANTE PER I CENTRI STORICI DEL CAPOLUOGO E DELLA FRAZIONE DI STOCCAREDDO

COMUNE DI GALLIO Provincia di Vicenza PIANO REGOLATORE GENERALE VARIANTE PER I CENTRI STORICI DEL CAPOLUOGO E DELLA FRAZIONE DI STOCCAREDDO COMUNE DI GALLIO VARIANTE PER I CENTRI STORICI DEL CAPOLUOGO E DELLA FRAZIONE DI STOCCAREDDO SCHEDA DI RILEVAMENTO E DI NORMATIVA N. 143 UNITA DI RILEVAMENTO / CENTRO STORICO del Capoluogo della frazione

Dettagli

ART. 18 RESTAURO E RISANAMENTO CONSERVATIVO

ART. 18 RESTAURO E RISANAMENTO CONSERVATIVO ART. 18 RESTAURO E RISANAMENTO CONSERVATIVO * Definiscono gli interventi rivolti a conservare l'organismo edilizio e ad assicurarne la funzionalità mediante un insieme sistematico di opere che nel rispetto

Dettagli

QUESITO ALIQUOTA IVA SU RISTRUTTURAZIONE PRIMA CASA

QUESITO ALIQUOTA IVA SU RISTRUTTURAZIONE PRIMA CASA QUESITO ALIQUOTA IVA SU RISTRUTTURAZIONE PRIMA CASA ATTENZIONE: la risposta ai quesiti è stata formulata attenendosi alle leggi vigenti all' epoca della richiesta. Pertanto si consiglia di verificare se

Dettagli

Scopri i dettagli sul sito Elmec4You e prenotati per partecipare all incontro informativo.

Scopri i dettagli sul sito Elmec4You e prenotati per partecipare all incontro informativo. i d o s e.. p l i. i e t r i a l r g u To rutt t s i! r E S E P S E L A C I R A SC Il 6 giugno scorso sono stati confermati i meccanismi di detrazione fiscale per determinati interventi che rientrano nella

Dettagli

LE PROCEDURE EDILIZIE E LA DISCIPLINA DEI TITOLI ABILITATIVI. Analisi di alcuni casi pratici

LE PROCEDURE EDILIZIE E LA DISCIPLINA DEI TITOLI ABILITATIVI. Analisi di alcuni casi pratici LE PROCEDURE EDILIZIE E LA DISCIPLINA DEI TITOLI ABILITATIVI. Analisi di alcuni casi pratici Relatori: Arch. Alberto Biraghi, responsabile del settore tecnico del Comune di Albiate Avv. Marco Locati, libero

Dettagli

Circolare Studio Prot. N. 30/06 del 25/09/06

Circolare Studio Prot. N. 30/06 del 25/09/06 Circolare Studio Prot. N. 30/06 del 25/09/06 Monza, lì 25/09/06 A tutti i Clienti Loro Sedi Oggetto: Aliquote IVA nell edilizia Detrazione fiscale del 36% per manutenzione di immobili Riferimenti normativi:

Dettagli

INDICE. Presentazione... Introduzione...

INDICE. Presentazione... Introduzione... Presentazione... Introduzione... INTERVENTI EDILIZI... Interventi subordinati a permesso di costruire... Interventi subordinati a denuncia di inizio attività... Attività edilizia libera... LEGISLAZIONE

Dettagli

ELENCO DELLE OPERE EDILIZIE ED I RELATIVI TITOLI ABILITATIVI

ELENCO DELLE OPERE EDILIZIE ED I RELATIVI TITOLI ABILITATIVI CITTA DI GUIDONIA MONTECEIO Provincia di Roma AREA IV URBANISTICA E ASSETTO DE TERRITORIO EENCO DEE OPERE EDIIZIE ED I REATIVI TITOI ABIITATIVI Elenco delle opere edilizie con l' indicazione della procedura

Dettagli

Attività edilizia libera. Attività soggette a comunicazione

Attività edilizia libera. Attività soggette a comunicazione REGIMI PROCEDURALI A CUI È SOGGETTA L ATTIVITÀ EDILIZIA IN SICILIA APPENDICE NORMATIVA Attività edilizia libera (Art. 6 L.R. 37/85) Per la realizzazione degli interventi edilizi rientranti nel "regime

Dettagli

D.L. 21/06/2013 n 69 Decreto del fare convertito in legge dalla L. 09/08/2013 n 98

D.L. 21/06/2013 n 69 Decreto del fare convertito in legge dalla L. 09/08/2013 n 98 D.L. 21/06/2013 n 69 Decreto del fare convertito in legge dalla L. 09/08/2013 n 98 a) «interventi di manutenzione ordinaria», gli interventi edilizi che riguardano le opere di riparazione, rinnovamento

Dettagli

NORMATIVA e PROCEDURE per INTERVENTI EDILIZI

NORMATIVA e PROCEDURE per INTERVENTI EDILIZI NORMATIVA e PROCEDURE per INTERVENTI EDILIZI Normativa di riferimento Attività libera e Comunicazione Inizio Attività Legge n. 73 del 22 maggio 2010 che riscrive l art. 6 del DPR 380/2001 Comunicazione

Dettagli

Costruire o ristrutturare casa

Costruire o ristrutturare casa Costruire o ristrutturare casa Che cos'è utile sapere quando si costruisce o si ristruttura una casa Interventi edilizi I servizi prestati: Regolamento Zone agricole Manutenzione ordinaria: Riparazione

Dettagli

LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER RISTRUTTURAZIONI (50%)

LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER RISTRUTTURAZIONI (50%) LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER RISTRUTTURAZIONI (50%) pag. 1/8 DESCRIZIONE L agevolazione è applicabile alle abitazioni facenti parte di edifici interamente ristrutturati dal 1 Gennaio 2008 al 31 Dicembre

Dettagli

Variante al Reg. Edilizio Testo vigente

Variante al Reg. Edilizio Testo vigente CITTA DI ERACLEA PROVINCIA DI VENEZIA VARIANTE PARZIALE AL PRG N. 37 ai sensi dell art. 48, comma 1, della L.R. 11/04 Variante al Reg. Edilizio Testo vigente ART. 6 - OPERE NON SOGGETTE A PERMESSO DI COSTRUIRE

Dettagli

Via/p.zza n. Sezione censuaria di Foglio n. Mappali. I sottoscritt dichiara altresì che le opere avranno inizio a decorrere dal giorno

Via/p.zza n. Sezione censuaria di Foglio n. Mappali. I sottoscritt dichiara altresì che le opere avranno inizio a decorrere dal giorno Comune di Tradate E dilizia P rivata/servizi U rbanistici COMUNICAZIONE DI ATTIVITA EDILIZIA LIBERA art. 27 comma A della L.R. 12/2005 e art. 6 comma 1 del D.P.R. 380/01 modificato dalla Legge n. 73/10

Dettagli

ELENCO DESCRITTIVO DEGLI INTERVENTI EDILIZI CON RIFERIMENTO AL TITOLO ABILITATIVO A CUI SONO ASSOGGETTATI

ELENCO DESCRITTIVO DEGLI INTERVENTI EDILIZI CON RIFERIMENTO AL TITOLO ABILITATIVO A CUI SONO ASSOGGETTATI Comune di VARAPODIO PROVINCIA DI REGGIO CAABRIA 2015 AREA TECNICA SETTORE URBANISTICA CARTA DEI SERVIZI EENCO DESCRITTIVO DEGI INTERVENTI EDIIZI CON RIFERIMENTO A TITOO ABIITATIVO A CUI SONO ASSOGGETTATI

Dettagli

La Legge Regionale 20 aprile 2015 n. 17 RIORDINO E SEMPLIFICAZIONE IN MATERIA EDILIZIA

La Legge Regionale 20 aprile 2015 n. 17 RIORDINO E SEMPLIFICAZIONE IN MATERIA EDILIZIA Comune di Jesi Sportello Unico Edilizia Incontro con i professionisti 26 maggio 2015 La Legge Regionale 20 aprile 2015 n. 17 RIORDINO E SEMPLIFICAZIONE IN MATERIA EDILIZIA LEGGE REGIONALE 20 APRILE 2015

Dettagli

Al Responsabile dello Sportello Unico per l edilizia del Comune di Rovato

Al Responsabile dello Sportello Unico per l edilizia del Comune di Rovato P.G. CAT. VI CL. 03 FASC. 01 DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA (articoli 22 e 23 del d.p.r. n. 380 del 2001) ordinaria per interventi di cui alla successiva tabella B (articolo 22, commi 1 e 2, d.p.r. n. 380

Dettagli

Allegato alla determinazione DU n. 6 del 08/04/2013

Allegato alla determinazione DU n. 6 del 08/04/2013 PRONTUARIO DEGLI INTERVENTI EDILIZI, DEI TITOLI ABILITATIVI E DELLE SANZIONI Tipologia di intervento edilizio Descrizione Titolo Abilitativo Sanzione 1 - Abbaino Creazione di aperture nella copertura in

Dettagli

I nuovi incentivi fiscali del 50 % e del 65 % sul recupero edilizio

I nuovi incentivi fiscali del 50 % e del 65 % sul recupero edilizio I nuovi incentivi fiscali del 50 % e del 65 % sul recupero edilizio ISTRUZIONI PER L USO PARTE EDILE Sala «Arturo Succetti» Sondrio 18 luglio 2013 OPERE EDILI PER LE QUALI SPETTANO LE AGEVOLAZIONI FISCALI

Dettagli

SETTORE TECNICO URBANISTICO. UFFICIO EDILIZIA ed URBANISTICA OGGETTO:

SETTORE TECNICO URBANISTICO. UFFICIO EDILIZIA ed URBANISTICA OGGETTO: COMUNE DI ISOLA D'ASTI Provincia di Asti P.zza Merlino, 1 - C.a.p. 14057 - Tel. 0141-958134 Fax 0141-958866 sito internet: www.comune.isoladasti.at.it - e-mail: urbanistica@comuneisoladasti.it p.e.c.:

Dettagli

D.Lgs. 33/2013. Art.23 Obblighi di pubblicazione concernenti i provvedimenti amministrativi - Anno 2015 - S.C.I.A. presentate -

D.Lgs. 33/2013. Art.23 Obblighi di pubblicazione concernenti i provvedimenti amministrativi - Anno 2015 - S.C.I.A. presentate - D.Lgs. 33/2013. Art.23 Obblighi di pubblicazione concernenti i provvedimenti amministrativi - Anno 2015 - presentate - N. d'ordine Servizio Oggetto Contenuto Soggetto Presentatore Estremi di presentzione

Dettagli

COMUNE DI CITTADELLA PROVINCIA DI PADOVA

COMUNE DI CITTADELLA PROVINCIA DI PADOVA COMUNE DI CITTADELLA PROVINCIA DI PADOVA Palazzo Mantegna Via Indipendenza, 41 35013 Cittadella (PD) P.I 00731540282 C.F. 81000370288 Tel. 049-9413411 Fax 049-9413419 4 SETTORE EDILIZIA PRIVATA ED URBANISTICA

Dettagli

PRONTUARIO DEI TITOLI EDILIZI

PRONTUARIO DEI TITOLI EDILIZI PRONTUARIO DEI TITOLI EDILIZI (aggiornato al 21/07/2013) Di seguito la tabella, non esaustiva, degli interventi edilizi e dei relativi titoli abilitativi necessari. LEGENDA: CIL : Attività Edilizia Libera

Dettagli

Aral 83 S.r.l. Consulenze e servizi

Aral 83 S.r.l. Consulenze e servizi Informativa per la clientela studio Aral Ai gentili Clienti OGGETTO: Decreto sblocca Italia: stop alla DIA Gentile Cliente, con il Decreto Legge Sblocca Italia gli interventi di ristrutturazione in casa

Dettagli

Classificazione, regime e procedure per la realizzazione degli interventi edilizi

Classificazione, regime e procedure per la realizzazione degli interventi edilizi Classificazione, regime e procedure per la realizzazione degli interventi edilizi Con questo articolo si intende fornire un riepilogo, alla luce della normativa nazionale vigente dopo l entrata in vigore

Dettagli

RELAZIONE ASSEVERATA DEL PROGETTISTA resa ai sensi dell articolo 26, comma 1, della Legge Regionale 11.11.2009, n 19 Codice Regionale dell Edilizia

RELAZIONE ASSEVERATA DEL PROGETTISTA resa ai sensi dell articolo 26, comma 1, della Legge Regionale 11.11.2009, n 19 Codice Regionale dell Edilizia RELAZIONE ASSEVERATA DEL PROGETTISTA resa ai sensi dell articolo 26, comma 1, della Legge Regionale 11.11.2009, n 19 Codice Regionale dell Edilizia Il sottoscritto cognome e nome nato/a a provincia il

Dettagli

Opera Intervento Regime DPR Intervento Allegati vedi sottotetto accorpamento di locali o di altre unita' immobiliari alberi. vedi unita' immobiliare

Opera Intervento Regime DPR Intervento Allegati vedi sottotetto accorpamento di locali o di altre unita' immobiliari alberi. vedi unita' immobiliare abbaino Opera Intervento Regime DPR Intervento Allegati vedi sottotetto accorpamento di locali o di altre unita' immobiliari alberi A vedi unita' immobiliare piantumazione DIA C 14 A 01 e normative potatura

Dettagli

Ai Gentili Clienti Loro sedi

Ai Gentili Clienti Loro sedi Consulenza Tributaria, del lavoro e gestionale Centro elaborazione dati contabili Elaborazione cedolini paga Scheda n. 28 del 20 ottobre 2006 Ai Gentili Clienti Loro sedi L IVA AGEVOLATA IN EDILIZIA Il

Dettagli

Attività edilizie e titoli abilitativi

Attività edilizie e titoli abilitativi Attività edilizie e titoli abilitativi quando, dove e come rr 27 luglio 2012 rev 1.01 Attività edilizia libera interventi edilizi per i quali non è richiesto alcun titolo abilitativo, né è prevista alcuna

Dettagli

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI Gli aggiornamenti più recenti Proroga dell agevolazione al 31 dicembre 2016 I quesiti più frequenti aggiornamento marzo 2016 ACQUISTI AGEVOLATI IMPORTO DETRAIBILE MODALITA

Dettagli

MANUTENZIONE ORDINARIA EDILIZIA LIBERA 12

MANUTENZIONE ORDINARIA EDILIZIA LIBERA 12 2 Al Comune di BARLASSINA SUAP SUE P.zza Cavour, 3 20825 BARLASSINA (MB) PEC / comune.barlassina@pec.regione.lombardia.it CIAL da compilare a cura del SUE/SUAP MANUTENZIONE ORDINARIA EDILIZIA LIBERA 12

Dettagli

TIMBRO PROTOCOLLO N. PRATICA

TIMBRO PROTOCOLLO N. PRATICA TIMBRO PROTOCOLLO BOLLO COMUNE DI RIVIGNANO N. PRATICA Nominativo del dichiarante (1)...... SI n altri titolari oltre al presente dichiarante NO... (in caso di più dichiaranti, compilare una scheda anagrafica

Dettagli

COMUNE DI MONSUMMANO TERME Provincia di Pistoia Settore Servizi Tecnici Pianificazione e Gestione del Territorio Servizio Urbanistica Allegato A

COMUNE DI MONSUMMANO TERME Provincia di Pistoia Settore Servizi Tecnici Pianificazione e Gestione del Territorio Servizio Urbanistica Allegato A COMUNE DI MONSUMMANO TERME Provincia di Pistoia Settore Servizi Tecnici Pianificazione e Gestione del Territorio Servizio Urbanistica Allegato A REGOLAMENTO ARREDI DELLE AREE PERTINENZIALI Atto collegato

Dettagli

PRONTUARIO DEI TITOLI EDILIZI (aggiornato al 23 novembre 2014)

PRONTUARIO DEI TITOLI EDILIZI (aggiornato al 23 novembre 2014) PRONTUARIO DEI TITOLI EDILIZI (aggiornato al 23 novembre 2014) LEGENDA: AEL : Attività Edilizia Libera CIL : Comunicazione Inizio Lavori CILA : Comunicazione Inizio Lavori Asseverata SCIA : Segnalazione

Dettagli

Fiscal News N. 168. Manutenzione immobili e aliquota IVA agevolata. La circolare di aggiornamento professionale 18.06.2014

Fiscal News N. 168. Manutenzione immobili e aliquota IVA agevolata. La circolare di aggiornamento professionale 18.06.2014 Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 168 18.06.2014 Manutenzione immobili e aliquota IVA agevolata Categoria: IVA Sottocategoria: Aliquota applicabile Nell ambito degli interventi

Dettagli

SOSTITUTIVA DEL PERMESSO DI COSTRUIRE per interventi di cui alla tabella A (articolo 22 comma 3 D.P.R. n 380 del 2001)

SOSTITUTIVA DEL PERMESSO DI COSTRUIRE per interventi di cui alla tabella A (articolo 22 comma 3 D.P.R. n 380 del 2001) COMUNE di MAGLIANO DE MARSI Provincia di L Aquila Via S. Maria di Loreto n.8 cap 67062 Tel. 0863/516 - FAX 0863/515018 P.I. 001820906 E-Mail info@comune.maglianodemarsi.aq.it Protocollo Generale Al Sig.

Dettagli

PIANO DI CONSERVAZIONE E SVILUPPO DEL PARCO NATURALE DOLOMITI FRIULANE

PIANO DI CONSERVAZIONE E SVILUPPO DEL PARCO NATURALE DOLOMITI FRIULANE PIANO DI CONSERVAZIONE E SVILUPPO DEL PARCO NATURALE DOLOMITI FRIULANE APPENDICE 1 NORME PER LA CONSERVAZIONE E IL RECUPERO FUNZIONALE E STRUTTURALE DEGLI EDIFICI Aprile 2013 Responsabile del Piano: Dott.Ing.

Dettagli

Piano esecutivo Concessione onerosa Concessione convenzionata Concessione gratuita in base all articolo Altro

Piano esecutivo Concessione onerosa Concessione convenzionata Concessione gratuita in base all articolo Altro Domanda di Permesso di costruire BOLLO Prot. n. Spett. Comune di RANCO Piazza PARROCCHIALE n. 4 21020 - RANCO Li gg mese anno Il/la sottoscritto/a quale rappresentante legale dell impresa (ove necessario)

Dettagli

Nuovo Regolamento Edilizio

Nuovo Regolamento Edilizio CITTA DI CESANO MADERNO PROVINCIA DI MILANO Nuovo Regolamento Edilizio Allegato DEFINIZIONE DEI TIPI DI INTERVENTO modificato a seguito delle controdeduzioni alle osservazioni Aprile 2006 Dario Vanetti

Dettagli

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI Gli aggiornamenti più recenti Proroga dell agevolazione al 31 dicembre 2015 I quesiti più frequenti aggiornamento aprile 2015 ACQUISTI AGEVOLATI IMPORTO DETRAIBILE MODALITA

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE REGIONE PIEMONTE BU18 07/05/2015 Comune di Rivalta di Torino (Torino) Deliberazione di C.C. n. 4 del 28/01/2015: Regolamento Edilizio Comunale. Modifica e sostituzione articolo 18 e inserimento nuovi articoli

Dettagli

Firenze, 12 dicembre 2013 Sala Blu Il Fuligno LE CASISTICHE D INTERVENTO E LE DIFFICOLTÀ DI APPLICAZIONE DELLA NORMATIVA A CURA DI SOLANGE SAURO

Firenze, 12 dicembre 2013 Sala Blu Il Fuligno LE CASISTICHE D INTERVENTO E LE DIFFICOLTÀ DI APPLICAZIONE DELLA NORMATIVA A CURA DI SOLANGE SAURO INTONACOMUNI Firenze, 12 dicembre 2013 Sala Blu Il Fuligno LE CASISTICHE D INTERVENTO E LE DIFFICOLTÀ DI APPLICAZIONE DELLA NORMATIVA A CURA DI SOLANGE SAURO Ordine Architetti Pianificatori Paesaggisti

Dettagli

Le agevolazioni fiscali per la tua casa

Le agevolazioni fiscali per la tua casa Nel primo video abbiamo parlato di: Introduzione alle agevolazioni fiscali In cosa consiste Chi può usufruirne Cumulabilità con altre agevolazioni Aliquota IVA applicabile 1 Cosa vediamo nel secondo video

Dettagli

Associazione Artigiani e P.M.I. del Biellese. Bonus mobili ed elettrodomestici, l Agenzia delle Entrate aggiorna la Guida e le FAQ

Associazione Artigiani e P.M.I. del Biellese. Bonus mobili ed elettrodomestici, l Agenzia delle Entrate aggiorna la Guida e le FAQ Associazione Artigiani e P.M.I. del Biellese Via Repubblica 56-13900 Biella Tel: 015 351121 - Fax: 015 351426 - C. F.: 81067160028 Internet: www.biella.cna.it - email: mailbox@biella.cna.it Certificato

Dettagli

Servizio di documentazione tributaria

Servizio di documentazione tributaria Titolo del provvedimento: Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia. (Testo A). (N.D.R.: Il termine di entrata in vigore del presente testo unico e' stato prorogato

Dettagli

INTERVENTI ESEGUITI IN AMBITO A0 INTERVENTI EDILIZI

INTERVENTI ESEGUITI IN AMBITO A0 INTERVENTI EDILIZI RELAZIONE TECNICA Il Comune di Zoppola è dotato di Piano Regolatore Comunale adeguato alla L.R.52/91, adottato con Delibera del Consiglio Comunale n 63 del 25.09.1998 ed approvato con Delibera del Consiglio

Dettagli

VADEMECUM PER L APPLICAZIONE DELLE DIVERSE PROCEDURE EDILIZIE SEMPLIFICATE, IN FUNZIONE DEL TIPO DI INTERVENTO PREVISTO

VADEMECUM PER L APPLICAZIONE DELLE DIVERSE PROCEDURE EDILIZIE SEMPLIFICATE, IN FUNZIONE DEL TIPO DI INTERVENTO PREVISTO COMUNE DI PIADENA Provincia di Cremona Sede Municipale: Piazza Garibaldi n. 3 - Tel. 0375.98125 - Fax n. 0375.98733 VADEMECUM PER L APPLICAZIONE DELLE DIVERSE PROCEDURE EDILIZIE SEMPLIFICATE, IN FUNZIONE

Dettagli

22.06.2011 Risposte ad ulteriori quesiti posti :

22.06.2011 Risposte ad ulteriori quesiti posti : 22.06.2011 Risposte ad ulteriori quesiti posti : - le tavole della proposta progettuale dovranno essere possibilmente su supporto cartaceo normale; - la relazione di fattibilità economica ed il preventivo

Dettagli

COMUNE DI FERRARA. Installazione di pannelli solari aderenti o integrati nella copertura.

COMUNE DI FERRARA. Installazione di pannelli solari aderenti o integrati nella copertura. COMUNE DI FERRARA INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICI ESISTENTI E TITOLI EDILIZI RICHIESTI Principali casistiche per gli interventi sull edilizia esistente, a partire dal 1 luglio 2008

Dettagli

S P A Z I O R I S E R V A T O A G L I U F F I C I C O M U N A L I

S P A Z I O R I S E R V A T O A G L I U F F I C I C O M U N A L I S P A Z I O R I S E R V A T O A G L I U F F I C I C O M U N A L I AL COMUNE DI T O R T O N A S P O R T E L L O U N I C O P E R L E D I L I Z I A C O M U N I C A Z I O N E D I A T T I V I T A D I E D I

Dettagli

ELENCO DESCRITTIVO DEGLI INTERVENTI EDILIZI CON RIFERIMENTO AL TITOLO ABILITATIVO A CUI SONO ASSOGGETTATI

ELENCO DESCRITTIVO DEGLI INTERVENTI EDILIZI CON RIFERIMENTO AL TITOLO ABILITATIVO A CUI SONO ASSOGGETTATI CARTA DEI SERVIZI CITTÀ DI FARA IN SABINA PROVINCIA DI RIETI 2013 SETTORE PIANIFICAZIONE ED ASSETTO DE TERRITORIO SPORTEO UNICO PER EDIIZIA - UFFICIO URBANISTICA CARTA DEI SERVIZI EENCO DESCRITTIVO DEGI

Dettagli

PRONTUARIO DEI TITOLI EDILIZI. Di seguito la tabella, non esaustiva, degli interventi edilizi e dei relativi titoli abilitativi necessari per le varie

PRONTUARIO DEI TITOLI EDILIZI. Di seguito la tabella, non esaustiva, degli interventi edilizi e dei relativi titoli abilitativi necessari per le varie PRONTUARIO DEI TITOLI EDILIZI Di seguito la tabella, non esaustiva, degli interventi edilizi e dei relativi titoli abilitativi necessari per le varie opere edilizie, aggiornata a novembre 2014. Si verifichi

Dettagli

Bonus mobili ed elettrodomestici

Bonus mobili ed elettrodomestici MAGGIO 2014 Bonus mobili ed elettrodomestici Come e quando richiedere l agevolazione fiscale La detrazione Si può usufruire di una detrazione Irpef del 50% per l acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici

Dettagli

ALLEGATO C QUALIFICAZIONE ESEMPLIFICATIVA DEGLI INTERVENTI EDILIZI E TITOLO IDONEO PER L ESECUZIONE

ALLEGATO C QUALIFICAZIONE ESEMPLIFICATIVA DEGLI INTERVENTI EDILIZI E TITOLO IDONEO PER L ESECUZIONE pag. 56 ALLEGATO C QUALIFICAZIONE ESEMPLIFICATIVA DEGLI INTERVENTI EDILIZI E TITOLO IDONEO PER L ESECUZIONE Allo scopo di fornire un supporto tecnico per la classificazione degli interventi edilizi da

Dettagli

PIANO CASA FRIULI VENEZIA GIULIA SCHEDA SINTETICA

PIANO CASA FRIULI VENEZIA GIULIA SCHEDA SINTETICA PIANO CASA FRIULI VENEZIA GIULIA SCHEDA SINTETICA (si veda anche la parte normativa, più sotto) Norme L. 11/11/2009 n. 19; L. 21/10/2010 n. 17 Aumenti massimi (salvo casi particolari) + 35% volume con

Dettagli

TIPOLOGIA E CATEGORIA DELL INTERVENTO INDICAZIONI A TITOLO ESEMPLIFICATIVO NORMATIVA DI RIFERIMENTO E RELATIVE PRESCRIZIONI

TIPOLOGIA E CATEGORIA DELL INTERVENTO INDICAZIONI A TITOLO ESEMPLIFICATIVO NORMATIVA DI RIFERIMENTO E RELATIVE PRESCRIZIONI ROMA CAPITALE MUNICIPIO ROMA VII (U.O.T. ex Municipio Roma X) - URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA INTERVENTI EDILIZI, NORME, PROCEDURE,, SANZIONI - QUADRO SINOTTICO COMPRENDENTE LE DISPOSIZIONI IN MATERIA,

Dettagli

REGOLAMENTO EDILIZIO

REGOLAMENTO EDILIZIO COMUNE DI SENIGALLIA Provincia di Ancona REGOLAMENTO EDILIZIO Codice di Pratica AREA TECNICA TERRITORIO AMBIENTE Dirigente: Ing. Gianni Roccato Progetto originale: Arch. Enrica De Paulis Rielaborazione:

Dettagli

Regolamento per la realizzazione di interventi edilizi minori

Regolamento per la realizzazione di interventi edilizi minori COMUNE DI CASTELFIDARDO Provincia di Ancona Urbanistica Edilizia privata Regolamento per la realizzazione di interventi edilizi minori IL RESPONSABILE IV SETTORE Urbanistica - Edilizia Privata Ing. Ranieri

Dettagli

PROVVEDIMENTI SUE - SUAP DESCRIZIONE LAVORI

PROVVEDIMENTI SUE - SUAP DESCRIZIONE LAVORI 3 02/01/2015 SCIA - VARIANTE IN CORSO D'OPERA NON SOSTANZIALE ALLA POS. 193/12 53 07/01/2015 SCIA - SANATORIA L.R. 23/2004 ART. 18 COMMA 2 PER CAMBI DI DESTINAZIONE D'USO DI VANI CON OPERE IN EDIFICIO

Dettagli

CRITERI GENERALI DI AMMISSIBILITA DEGLI INTERVENTI CONCERNENTI EDIFICI SOGGETTI A RESTAURO E RISANAMENTO.

CRITERI GENERALI DI AMMISSIBILITA DEGLI INTERVENTI CONCERNENTI EDIFICI SOGGETTI A RESTAURO E RISANAMENTO. Provincia autonoma di Trento Servizio urbanistica e tutela del paesaggio. Incarico speciale di supporto in materia di paesaggio Legge provinciale 28 marzo 2009, n. 2 - articolo 4. Contributi per gli interventi

Dettagli

Oggetto: Quesito sulla gratuità ovvero onerosità degli interventi edilizi.

Oggetto: Quesito sulla gratuità ovvero onerosità degli interventi edilizi. Oggetto: Quesito sulla gratuità ovvero onerosità degli interventi edilizi. Al fine di poter compiutamente illustrare il quesito che si andrà a formulare, necessita introdurre una breve premessa. Per conoscere

Dettagli

Comune di Segariu (Provincia del Medio Campidano)

Comune di Segariu (Provincia del Medio Campidano) (Provincia del Medio Campidano) Interventi ammessi in assenza di Piano particolareggiato del Centro matrice (zona A) approvato dalla RAS AGOSTO 2012 Progettista Architetto Alan Batzella PREMESSA Nella

Dettagli

Atti del Comune. Oggetto: CIRCOLARE N. 2/06 (progr. 36) - Art. 65 Regolamento Edilizio Interventi di Risanamento Conservativo INDICAZIONI OPERATIVE

Atti del Comune. Oggetto: CIRCOLARE N. 2/06 (progr. 36) - Art. 65 Regolamento Edilizio Interventi di Risanamento Conservativo INDICAZIONI OPERATIVE SETTORE SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA DIREZIONE Protocollo1056357/2006 Milano, 10/11/06 Oggetto: CIRCOLARE N. 2/06 (progr. 36) - Art. 65 Regolamento Edilizio Interventi di Risanamento Conservativo INDICAZIONI

Dettagli

NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE DEL PIANO ALLEGATO D

NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE DEL PIANO ALLEGATO D Ai sensi art. 65 L.R. 1/2005 s.m.i. Corte Malgiacca COMUNE DI CAPANNORI Provincia di Lucca FRAZIONE DI GRAGNANO LOC. DETTA CORTE MALGIACCA NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE DEL PIANO ALLEGATO D INTERVENTO DI

Dettagli

Fiscal News N. 105. Aliquota IVA 10% e beni significativi. La circolare di aggiornamento professionale 26.03.2015 R.M. 25/E/2015

Fiscal News N. 105. Aliquota IVA 10% e beni significativi. La circolare di aggiornamento professionale 26.03.2015 R.M. 25/E/2015 Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 105 26.03.2015 Aliquota IVA 10% e beni significativi R.M. 25/E/2015 Categoria: IVA Sottocategoria: Aliquote applicabili Nell ambito degli interventi

Dettagli

C O M U N E D I S A N T O R S O Piazza Aldo Moro n. 8 - Cap 36014 - Cod. Fiscale 00280750241 UFFICIO EDILIZIA PRIVATA ED URBANISTICA

C O M U N E D I S A N T O R S O Piazza Aldo Moro n. 8 - Cap 36014 - Cod. Fiscale 00280750241 UFFICIO EDILIZIA PRIVATA ED URBANISTICA Timbro di registrazione al Protocollo Comunale Marca da bollo in vigore RICHIEDENTE: DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA (la richiesta deve essere compilata in ogni sua parte) Il sottoscritto nato

Dettagli

SETTORE URBANISTICA, EDILIZIA PRIVATA E SPORTELLO UNICO PER LE IMPRESE ABBATTIMENTO ALBERI

SETTORE URBANISTICA, EDILIZIA PRIVATA E SPORTELLO UNICO PER LE IMPRESE ABBATTIMENTO ALBERI SETTORE URBANISTICA, EDILIZIA PRIVATA E SPORTELLO UNICO PER LE IMPRESE ABBATTIMENTO ALBERI Deve essere presentata comunicazione relativa all abbattimento degli alberi. Solo nel caso in cui le piante interessate

Dettagli

COMUNICAZIONE DI ATTIVITA EDILIZIA LIBERA D.P.R. 380/2001 e s.m.i., art. 6 comma 2

COMUNICAZIONE DI ATTIVITA EDILIZIA LIBERA D.P.R. 380/2001 e s.m.i., art. 6 comma 2 Mod. A.E.L.2 pratica n. Al Comune di TICINETO Servizio Edilizia COMUNICAZIONE DI ATTIVITA EDILIZIA LIBERA D.P.R. 380/2001 e s.m.i., art. 6 comma 2 Il sottoscritto residente a via n. telefono in qualità

Dettagli

Con la consulenza giuridica in oggetto, concernente l interpretazione dell art. 1 della legge n. 449 del 1997, è stato esposto il seguente QUESITO

Con la consulenza giuridica in oggetto, concernente l interpretazione dell art. 1 della legge n. 449 del 1997, è stato esposto il seguente QUESITO RISOLUZIONE N. 4/E Roma, 04 gennaio 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Consulenza Giuridica Art. 1 della legge n. 449 del 1997 Piano Casa Possibilità di fruire della detrazione del 36 per cento

Dettagli