Accogliamoli tutti. Luigi Manconi Valentina Brinis. Una ragionevole proposta per salvare l Italia, gli italiani e gli immigrati

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Accogliamoli tutti. Luigi Manconi Valentina Brinis. Una ragionevole proposta per salvare l Italia, gli italiani e gli immigrati"

Transcript

1 Luigi Manconi Valentina Brinis Accogliamoli tutti Una ragionevole proposta per salvare l Italia, gli italiani e gli immigrati Prefazione di Cécile Kyenge

2 Sito & estore Twitter twitter.com/ilsaggiatoreed Facebook il Saggiatore S.r.l., Milano 2013

3 Accogliamoli tutti A Pap Khouma e a Oreste Pivetta che, nel 1990, scrissero Io, venditore di elefanti e a Cecilia Milagros Aldazabal Alzamora

4

5 Sommario Prefazione di Cécile Kyenge 9 1. Il nome e il cognome dell altro 15 Sassari, Ma ci conviene espellerli? Prove di accoglienza 25 Una concretissima utopia 25 Lavoro rubato? Forse ritrovato o inventato 37 Badanti, infermieri, pizzaioli e altri ancora 44 E se andassero tutti via? E se non venissero più? Non sono tutte rose e fiori 67 Tutti delinquenti? 68 Infibulazione, poligamia e altri pasticci etici Accogliamoli tutti 85 Voler bene agli immigrati (e ai profughi)? 85 «Portateli a casa vostra!» Ovvero: accoglierli, ma dove? 94 Conclusione. Una ragionevole proposta 105 Note 109

6

7 Prefazione Non è un precetto evangelico, non è l utopia di un estremista, non è nemmeno una provocazione (come spiegheranno gli autori): il titolo di questo libro esprime un eventualità necessaria e perfino conveniente. Perché fare dell Italia un paese aperto e capace di accogliere? Le ragioni di fondo che individuano Manconi e Brinis, dopo anni di serio impegno e di approfondito studio su questi temi, sono due: perché non si può fare diversamente e perché, a certe condizioni, l arrivo di nuovi cittadini da altre nazioni può portare sorprendenti benefici al paese. L Italia, come tutti gli stati che hanno raggiunto un certo grado di benessere e rispetto dei diritti, è un luogo che attira persone in fuga da fame, guerre e dittature; che richiama individui che aspirano a dare una svolta positiva alla loro vita e intendono esercitare la loro libertà di movimento cambiando orizzonte. Un fenomeno sociale come le migrazioni che coinvolge elevati numeri di uomini e donne, che si dipana in un ampissimo arco temporale, che muove da motivazioni profonde, urgenti bisogni e potenti desideri non può dunque essere fermato se non per una quota irrisoria. Tutti coloro che hanno provato ad attuare il proibizioni-

8 10 Accogliamoli tutti smo delle migrazioni ne sono usciti praticamente sconfitti. Inoltre, tali politiche hanno imposto costi elevatissimi in termini di vite umane: ricordiamo le decine di migliaia di morti alle frontiere d Europa. Ma non solo: pattugliare, recludere, espellere e respingere comporta un imponente spesa pubblica, tale che, stando ai numeri, il gioco non sembra valere la candela. Tutto ciò non significa che le migrazioni vadano subite passivamente: gli autori sono lucidi da questo punto di vista. L arrivo consistente di persone provenienti da diversi contesti geografici e culturali, con storie di vita spesso travagliate ed esposte a situazioni di marginalità, apre una serie di difficoltà e dilemmi di non semplice risoluzione. L immigrazione dunque non può essere semplicemente osteggiata, né deve essere banalmente subita, né ricevuta con ingenuo e paternalistico sentimentalismo. L immigrazione va governata affinché divenga la risorsa che può e dovrà essere. E qui gli autori esprimono la loro critica severa alla politica italiana: l immigrazione sostengono non è stata sufficientemente governata, non è stata resa progetto. Io leggo il loro severo giudizio come un invito a realizzare politiche lungimiranti ed efficaci che includano vecchi e nuovi cittadini in un idea di paese innovativa e al contempo radicata nei valori che l hanno fondato. Un progetto d Italia che prenda sul serio l uguaglianza dei diritti, che sappia valorizzare il capitale umano nelle sue specificità, che sia in grado di far fiorire i territori grazie all apporto che ciascuno è in grado di offrire indipendentemente dalla propria genealogia, che sappia promuovere un rinnovato patto sociale, in cui il conflitto si esercita attraverso i mezzi della democrazia e la solidarietà è frutto di un operosa condivisione. Ma come può accadere che tutto questo si realizzi? Com è possibile che tra i poveri della terra che entrano nel Belpae-

9 Prefazione 11 se e i poveri italiani non si scateni una guerra? È ammissibile che in tempo di crisi si accolgano nuovi venuti, si distribuiscano servizi sociali e si accrescano i diritti di tutti, pure dei migranti? L interessante tesi che questo libro promuove, avvalorata da diversi esempi, è che tutto ciò è possibile, perché i diritti sono tra loro indivisibili e addirittura sinergici. Dati incontrovertibili dimostrano che l uscita dalla condizione di irregolarità (quindi un avanzamento in termini di diritti e opportunità) diminuisce drasticamente il tasso di reati commessi, con un evidente vantaggio per l intera comunità. Si può quindi affermare che, ai fini della sicurezza, fanno più i diritti della repressione. Inoltre, ampliare le maglie della regolarizzazione dei migranti significa emersione del lavoro nero e dunque minore evasione fiscale, con beneficio delle casse pubbliche. In alcuni comuni della Calabria, come Riace, Caulonia e Acquaformosa, poi, si è scoperto che l accoglienza dei rifugiati poteva essere la risposta giusta per far rinascere e crescere anche economicamente un paese invecchiato e spopolato dall emigrazione. Questi e numerosi altri esempi ben argomentati nel presente volume dimostrano che, in presenza di un progetto politico serio, l immigrazione può divenire davvero un occasione di ripresa e «risorgimento». Ma affinché ciò avvenga occorre vincere l idea che la coperta sia troppo corta. La tela va ancora tessuta e, se lo facciamo insieme, la coperta potrà diventare più lunga di quella che da soli avremmo mai potuto sperare di ottenere. Cécile Kyenge Ministro per l Integrazione

10

11 7 agosto 2013, Agenzia Adnkronos. Sono state trovate, ieri pomeriggio a Milano, nude, con ecchimosi e segni di costrizione a polsi e caviglie. Si tratta di tre giovani ragazze cinesi che sarebbero riuscite a scappare da un presunto aguzzino che le avrebbe segregate in casa, ma non si sa ancora per quanto. 7 agosto 2013, Unioncamere. Quasi le assunzioni non stagionali in meno rispetto al Cali più forti nelle micro e medio-grandi imprese, entrate quasi dimezzate al Sud. La contrazione maggiore del fabbisogno di lavoratori immigrati interessa più il comparto dei servizi, dove quest anno sono previste assunzioni in meno rispetto al 2012 (-31,7 per cento in termini relativi), e meno quello dell industria, che complessivamente riduce di 4180 unità il suo fabbisogno (-22,9 per cento sull anno precedente). Mentre scriviamo questo libretto, le due notizie qui sopra riportate sembrano voler mettere in discussione alla radice quanto intendiamo argomentare. La prima evoca scenari inquietanti non solo di mancata integrazione, ma forse anche di una sorta di vita criminale parallela, che si sviluppa nelle nostre città a seguito di alcuni effetti incontrollabili dei fenome-

12 14 Accogliamoli tutti ni migratori. La seconda notizia evidenzia l instabilità di quei processi, da tempo documentati, di positivo inserimento del lavoro straniero all interno del nostro sistema produttivo. In realtà, a nostro avviso, quei due dispacci di agenzia raccontano solo di quanta fatica comporti la dinamica delle relazioni interetniche nelle fasi di più acuta crisi economica e sociale. Con questo testo abbiamo voluto provare a completare il racconto, integrandolo con altre informazioni e altre esperienze, quadri inediti e prospettive ancora sfocate, che pure cominciano a delinearsi. Abbiamo scelto di farlo attraverso un pamphlet perché la discussione pubblica italiana in materia di immigrazione sembra oscillare un po affannosamente tra i toni accaldati della polemica politica e quelli pacati dell analisi scientifica. In tale contesto, pensiamo che possa risultare utile un intervento di non troppe pagine che, ricorrendo ad alcuni dati economici e sociali o limitandosi a evocarli, si prenda la responsabilità di formulare una proposta radicale. Eppure riteniamo plausibile e attendibile. In altre parole, scandalosa in apparenza, ragionevolissima nei fatti. L.M. V.B. 30 settembre 2013

13 1. Il nome e il cognome dell altro Sassari, 1988 Tutto ebbe inizio nell autunno del 1988, a Sassari. Almeno per noi, ebbe inizio allora. Ci trovavamo da Benito, il forno della fainé (la farinata di ceci che è, di per sé, una traccia significativa delle nostre migrazioni interne) di via Sant Apollinare, nel quartiere che porta lo stesso nome. Era il tardo pomeriggio e ci si era seduti da poco a un tavolino, quando un uomo, che aveva evidente familiarità con il locale e i suoi frequentatori, si rivolse al titolare. Il volume della voce era quello consueto delle ordinarie conversazioni familiari e, in generale, della quotidianità: era, cioè, elevatissimo. Quella voce domandò: «Hai visto Carboni?». La risposta: «Ancora no, ma verrà». Non facemmo particolare caso a quel dialogo, e continuammo a mangiare le nostre fette di fainé. Dopo qualche decina di minuti, sentimmo lo stesso Benito rivolgersi a qualcuno: «Buonasera Carboni». Ci voltammo senza particolare curiosità, ma non potemmo non sorprenderci nel realizzare che «Carboni» era un africano di altissima statura che, sorridente, rispondeva al saluto. La mano destra stringeva un enorme borsone celeste di tela plastificata (polipropilene?). La sua presenza e la sua attività non costituivano,

14 16 Accogliamoli tutti nemmeno allora, un evento così raro: già al tempo in Italia, e anche nell isola, i venditori ambulanti erano numerosi, e molti di essi erano senegalesi. Palesemente Carboni era uno di loro, e quel borsone non nascondeva alcun mistero. Rivolgendosi al nuovo arrivato, Benito gli disse che qualcuno lo aveva cercato. E così Carboni si sedette su una panca, chiese una Ichnusa (birra sarda considerata di notevole pregio) e si mise in attesa. A questo punto, incuriositi, notammo che Benito segnava su un suo quadernetto il costo della consumazione (si trattava dunque di un cliente abituale) e seguimmo la scena successiva, quando Carboni venne raggiunto dalla persona che prima lo aveva cercato. Poche parole e, in cambio di non sappiamo quale cifra, ci fu un passaggio di bombolette di butano per accendino. Poi, a breve distanza l uno dall altro, i due si allontanarono. Quando ci recammo alla cassa, chi tra noi aveva più confidenza con Benito chiese come mai il venditore ambulante avesse un nome «così sardo». La risposta giunse con sorprendente semplicità: piuttosto che imparare nomi stranieri «strani» e, soprattutto, difficili da ricordare e pronunciare, si preferiva ricorrere a cognomi locali molto diffusi Carboni, dunque, o Nieddu (nero in lingua sarda) che richiamavano la peculiarità fisica di quegli stranieri (il colore della pelle, appunto). La nostra ipersensibilità, propria di persone politicamente correttissime, ci fece registrare un lieve sbandamento (troppo anonima, generica e omologante appariva quella denominazione), ma la tranquillità con cui veniva accolta dal diretto interessato ci rassicurò un po. D altra parte, Carboni o Nieddu erano sempre meglio, infinitamente meglio, di quel vu cumprà all epoca dominante. È probabile che gli oltre due decenni passati abbiano fatto dimenticare quanto questa formula fosse allora diffusa, penetrata fino in fondo nel linguaggio pubblico e indiffe-

15 1. Il nome e il cognome dell altro 17 rentemente accolta fino a perdere parte della sua originaria connotazione stigmatizzante, e a diventare una sorta di neologismo destinato a indicare un fenomeno prima sconosciuto. Eppure, rimaneva chiaramente percepibile, in quella definizione, un senso denigratorio o, perlomeno, di netta presa di distanza: tanto più perché, come ogni formula generica e omologante, enfatizzava il carattere anonimo e indistinto di coloro ai quali veniva attribuita. Per giunta, quella medesima definizione conobbe, nella trascrizione giornalistica, una serie di slittamenti, che intervenivano a meglio precisare, ma sempre in termini squalificanti, i destinatari. I lavavetri diventarono vu lavà, preparando la deriva ostile che portò all uso di altre due specificazioni criminologiche: vu rubà e, infine, lo scelleratissimo vu stuprà. Con ciò, il processo di stigmatizzazione linguistica poté dirsi concluso, e nel peggiore dei modi. Da un dato di partenza problematico la povertà del vocabolario dei residenti nel definire i nuovi soggetti si arriva, assai rapidamente, a una serie di manifestazioni di quella «cultura del disgusto» di cui scriverà Martha Nussbaum. Rispetto a tutto ciò, l ingenua e volenterosa esercitazione di convivenza tentata dagli abitanti di quel quartiere (e forse della città) rappresentava evidentemente un tentativo goffo e approssimativo, e tuttavia meritevole di attenzione. Certo, quei venditori ambulanti di origine africana venivano chiamati con un cognome non loro «imposto», in qualche modo e comunque generico e generalizzante; un cognome riconoscibile, però, dalla comunità locale, che consentiva un approssimativa identificazione e agevolava una qualche integrazione. D altra parte, ciò sembrava incentivare un altro fattore di «normalizzazione» di quella nuova presenza: i Nieddu e i Carboni fornivano un servizio, modesto, agevolmente accoglibile nelle pieghe della vita quotidiana e della sua economia, e in ogni caso assai utile.

16 18 Accogliamoli tutti Il piccolo commercio ambulante costituisce un attività sempre presente nella vita urbana, ma soggetta alla periodicità di cicli di maggiore o minore vivacità, legati a fenomeni come i flussi migratori interni (in specie provenienti dalle zone rurali) e allo sviluppo o alla crisi di particolari settori economici. Quando, nella seconda metà degli anni ottanta, cresce il numero di venditori ambulanti stranieri (in particolare africani), quel tipo di commercio è ormai quasi esaurito, ed è limitato comunque ad alcune aree territoriali (città di medie e piccole dimensioni) e zone periferiche, oltre che a luoghi circoscritti, come quelli destinati ai mercati all aperto. I venditori ambulanti italiani sono notevolmente diminuiti di numero e hanno acquisito, allo stesso tempo, una loro «residenzialità». In altre parole, sono infinitamente meno mobili (meno «ambulanti») di quanto fossero in passato. Quella stessa mobilità perduta sembra essersi trasferita a persone «più giovani» sotto tutti i punti di vista. Questo del muoversi e della disponibilità alla fatica che comporta è un dato importante: basti pensare che, tra gli italiani, solo i venditori di cocco sembrano disposti a quell onerosissimo esercizio fisico che è l ambulantato di spiaggia (l infinito percorrere i bagnasciuga estivi alla ricerca di possibili acquirenti), mentre il numero di venditori ambulanti stranieri cresce in misura rilevante. In effetti, la disponibilità al sacrificio, a guadagni assai modesti e, soprattutto, a un moto pressoché perpetuo, costituisce l elemento essenziale di un attività che salvo rare eccezioni solo uomini giovani e dotati possono svolgere. A ben guardare, nonostante l ostilità dei titolari degli stabilimenti e la frequente opera di repressione da parte della polizia municipale, la comparsa sulle spiagge di tutto il territorio nazionale di quella nuova figura di commerciante ha ottenuto sin dal primo momento un grande successo. Anche perché questi venditori sembrano conoscere in maniera ap-

17 1. Il nome e il cognome dell altro 19 profondita si potrebbe dire «quasi naturale» la tecnica della vendita porta a porta (in questo caso, da ombrellone a ombrellone). È, certamente, una tecnica fatta di pressione e insistenza che possono diventare anche moleste e assillanti, fino a determinare irritazione o addirittura ostilità, ma che nella gran parte dei casi si rivela invece assai efficace. Una tecnica che si affida a un attitudine all immediata familiarità e a una negoziazione praticamente infinita, e pure a una certa disponibilità a scendere a patti, a trovare un compromesso, ad accordarsi. Un metodo «da bazar» o «da suk» che, dapprima guardato con sospetto, diviene presto consueto e perfino divertente. Giorno dopo giorno, nel tempo circoscritto di una vacanza al mare, si crea una particolare forma di rapporto di fiducia tra venditore e acquirente, che induce a qualche confidenza e riduce in maniera significativa un certo numero di pregiudizi e stereotipi. Accade così che, con frequenza stagionale, si abbia notizia di episodi che vedono i frequentatori di una o di un altra spiaggia «insorgere» in difesa degli ambulanti che la polizia municipale vorrebbe allontanare. In quel rapporto tra venditori e bagnanti, indubbiamente assai superficiale e occasionale, pesa assai poco la consapevolezza di come i primi siano alle dipendenze di strutture illegali che ne sfruttano il lavoro e la fatica, ne regolano i tempi e ne controllano i movimenti, imponendo spazi di mercato limitatissimi ed esili margini di guadagno e ricavandone, infine, ingenti profitti. Si pensa, piuttosto, a un opportunità di sopravvivenza che, in ogni caso, va accettata e, nei confini delle disponibilità di ciascuno, alimentata. Anche perché quell attività lavorativa così faticosa e palesemente poco remunerativa ecco il secondo e ancora più importante fattore che crea empatia non entra in concorrenza (o finora non è entrata in concorrenza) con il lavoro svolto da italiani.

18 20 Accogliamoli tutti Questo aspetto, avvertito in modo più o meno consapevole, è una componente essenziale della mancata ostilità tra residenti e nuovi arrivati: tanto più se il commercio ambulante, in particolare quello di spiaggia, resta tutt ora, dopo un quarto di secolo, interamente presidiato da stranieri. Qui la concorrenza non esiste, o comunque non si manifesta, e per una singolare e assai misteriosa legge di mercato si realizza una sorta di spontanea diversificazione merceologica, che continua ad assegnare in prevalenza a italiani la vendita del cocco e a stranieri quella di tutte le altre merci. La ragione è da ricercarsi probabilmente nel controllo monopolistico del piccolo settore delle noci di cocco da parte di poche famiglie e pochi distributori, che amministrano una rete di venditori legata alle realtà territoriali. Ciò produce uno sviluppo non competitivo dell attività commerciale e disinnesca potenziali conflitti. In altre parole, è come se alcune dinamiche di mercato si articolassero secondo uno schema duale, che prevede una concentrazione per nazionalità in distinti comparti lavorativi. E questo, naturalmente, non vale solo per la differenziazione di attività tra «venditori di elefanti» e «venditori di cocco», ma anche per settori più robusti e a maggior tasso di occupazione del nostro sistema economico. Lo vedremo più avanti. Forse, però, va presa in considerazione anche un altra ipotesi: che la distribuzione di compiti tra italiani venditori di alimenti e africani venditori di oggetti si debba anche a una sottile e non dichiarata resistenza da parte dei bagnanti ad acquistare e consumare cibo manipolato da «mani nere». Un atteggiamento comunque contraddetto dalla crescente presenza di stranieri nel settore della ristorazione, ben rappresentata dal fenomeno, ormai radicato nella percezione comune, del «pizzaiolo egiziano» (oltre che dalla massiccia diffusione dei «kebabbari»).

19 1. Il nome e il cognome dell altro 21 Al di là delle ragioni non facilmente decifrabili di tali dinamiche, ciò che qui ci preme sottolineare è come quel dato di «familiarità» tra bagnanti e ambulanti di spiaggia possa aiutare a comprendere diversi fenomeni di portata assai più ampia. Ma ci conviene espellerli? Questo libretto ha un titolo, Accogliamoli tutti, che non intende in alcun modo suonare provocatorio. In genere si proclama «farò una provocazione» proprio quando si sta per dire qualcosa di infinitamente banale o comunque prevedibile, o quando si vuole anticipatamente disinnescare il presunto scandalo di ciò che si sta per affermare. Qui, nulla del genere. La nostra è una dichiarazione politica, che allo stesso tempo allude alla sostanza di un possibile programma economico, sociale, culturale e legislativo. Qui si vuole provare come l accoglienza sia possibile e utile. Comporta, è ovvio, costi anche molto rilevanti, e fatiche assai onerose, ma resta un progetto plausibile e realizzabile. Tanto più che il suo contrario la non accoglienza è certamente più difficile (impossibile) e inutile (dannoso) da perseguire. Questo vale anche e soprattutto per i richiedenti asilo, protetti da precisi obblighi internazionali sottoscritti dall Italia. Nei confronti di questi ultimi, così come in genere di tutti i migranti, devono valere, dunque, considerazioni e politiche concrete, che appartengano a un campo, anche linguistico, alquanto differente da quello definito dai buoni sentimenti e da virtù come la solidarietà. Solidarietà è parola che non ci piace affatto. E per più di una ragione. Intanto, la questione dell immigrazione ha dato luogo a una lettura sempre oscillante tra ideologia e sentimento.

20 22 Accogliamoli tutti La versione virtuosa di questa interpretazione, nelle sue proiezioni sul sistema (la società multietnica, multiculturale, multireligiosa ), venne intesa da una parte tutt altro che trascurabile della sinistra e del cattolicesimo sociale come un orizzonte ideale, un aspettativa di emancipazione e di rinnovamento, un modello di società desiderabile. Per alcuni, e per certi settori della sinistra, una sorta di surrogato del socialismo. Il che non solo ha portato, com era inevitabile, a sottovalutare, talvolta addirittura irresponsabilmente, le fatiche e le contraddizioni che il fenomeno migratorio comporta (specie per gli strati più deboli della società, quelli che vivono un rapporto di maggior «prossimità» con gli stranieri); ma ha indotto anche a enfatizzare il contrasto tra un interpretazione tutta positiva dell immigrazione e una tutta negativa. Ciò ha quasi del tutto relegato il discorso pubblico sull immigrazione a una dimensione binaria: razzismo/antirazzismo. Ne deriva un atteggiamento tutto solidaristico a opera di quanti stanno sul primo versante (antirazzismo), con il rischio, presto e spesso tradottosi in parole e atti conseguenti, di un approccio interamente fondato sui «buoni sentimenti». Gli immigrati come «fratelli» o come «compagni», il rapporto con loro affidato a una mera scelta volontaristica e altruistica. Praticamente un disastro. 1 E ciò aiuta a comprendere anche perché il linguaggio e la gestualità «antirazzisti» si sono rivelati poco efficaci e ampiamente usurati. Per capirci: l antirazzismo è una sorta di premessa morale, culturale e politica, essenziale nella definizione dell identità di un democratico contemporaneo. Ma costituisce, appunto, un presupposto, più che un programma d azione o una strategia generale. E come programma e strategia rischia, se non applicato in maniera intelligente e sensibile, di limitarsi a petizioni di principio e dichiarazioni d intenti. Programmi astrattamente antirazzisti, quando

21 1. Il nome e il cognome dell altro 23 formulati in termini ideologici, possono addirittura risultare deleteri, se percepiti da coloro cui sarebbero destinati (e che in genere non possono «permetterseli») come pretesa di solidarietà e come ammonimento etico. Insomma, l antirazzismo è una precondizione, non una bandiera né una prospettiva politico-ideologica. A nostro avviso, la questione dell immigrazione va affrontata in modo del tutto opposto: sul piano dei diritti, delle garanzie e del sistema di cittadinanza, oltre che dell interesse economico-sociale, razionalmente inteso. È in particolare di quest ultimo che parleremo nelle pagine seguenti, a partire dalla constatazione che l acuto squilibrio demografico tra l Italia e gli altri paesi europei, da un lato, e le popolazioni rivierasche e dell intera Africa, dall altro, costituisce il primo e ineludibile fondamento di ogni riflessione sull immigrazione nel mondo contemporaneo. In altre parole, «accoglierli tutti» se intendiamo l espressione nel suo significato di indirizzo e di programma è relativamente più facile che respingerli tutti, ma anche più agevole e utile che selezionarli. Questo perché la ragione prima e principale dei movimenti migratori risiede negli squilibri economici e sociali a livello internazionale e nello scarto tra i tassi di natalità dei paesi sviluppati e quello dei paesi non sviluppati. E la conseguente pressione sui nostri confini è infinitamente più forte delle fragili barriere, comprese quelle goffamente militari o pesantemente repressive, che si decida di allestire. E soprattutto, accoglierli tutti è, sotto ogni profilo, più conveniente che respingerli. Più vantaggioso dal punto di vista economico. Più rassicurante da quello sociale. Più efficace sul piano dell integrazione e della convivenza. Ma, prima di fare riferimento allo scenario globale, vale la pena di partire da ciò che, non percepito o ignorato, accade in mezzo a noi.

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

Gli stranieri: un valore economico per la società. Dati e considerazioni su una realtà in continua evoluzione

Gli stranieri: un valore economico per la società. Dati e considerazioni su una realtà in continua evoluzione Gli stranieri: un valore economico per la società. Dati e considerazioni su una realtà in continua evoluzione Con il patrocinio di e dal Ministero degli Affari Esteri Rapporto annuale sull economia dell

Dettagli

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days L educazione non formale e l apprendimento interculturale Info days Roma, 16 novembre 2009 Una donna portò suo figlio a vedere Gandhi, il quale le chiese il motivo della sua presenza. Vorrei che mio figlio

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Ci sono momenti nella storia in cui i popoli sono chiamati a compiere scelte decisive. Per noi europei, l inizio del XXI secolo rappresenta uno di

Dettagli

Stima delle presenze irregolari. Vari anni

Stima delle presenze irregolari. Vari anni Stima delle presenze irregolari. Vari anni Diciottesimo Rapporto sulle migrazioni (FrancoAngeli). Fondazione Ismu. Dicembre 2012 Capitolo 1.1: Gli aspetti statistici Tab. 1 - La presenza straniera in Italia.

Dettagli

Migrazioni dall Africa: scenari per il futuro Alessio Menonna

Migrazioni dall Africa: scenari per il futuro Alessio Menonna Migrazioni dall Africa: scenari per il futuro Alessio Menonna Il modello Attraverso un modello che valorizza un insieme di dati relativi ai tassi di attività e alla popolazione prevista nel prossimo ventennio

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Il mondo in cui viviamo

Il mondo in cui viviamo Il mondo in cui viviamo Il modo in cui lo vediamo/ conosciamo Dalle esperienze alle idee Dalle idee alla comunicazione delle idee Quando sono curioso di una cosa, matematica o no, io le faccio delle domande.

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

Senato della Repubblica. Costituzione

Senato della Repubblica. Costituzione Senato della Repubblica Incontro con la Costituzione giugno 2010 A cura dell'ufficio comunicazione istituzionale del Senato della Repubblica La presente pubblicazione è edita dal Senato della Repubblica.

Dettagli

L immigrazione in Italia è un fenomeno

L immigrazione in Italia è un fenomeno pubblicazioni Nursing e culture altre Tratto dalla Relazione al 5 0 Congresso Nazionale della Società italiana di medicina tropicale e delle migrazioni (SIMET-SIMVIM) settembre 2005 - Brescia Laura Aletto,

Dettagli

Sono gocce, ma scavano il marmo

Sono gocce, ma scavano il marmo Sono gocce, ma scavano il marmo di Alberto Spampinato G occiola un liquido lurido e appiccicoso. Cade a gocce. A gocce piccole, a volte a goccioloni. Può cadere una sola goccia in due giorni. Possono caderne

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio.

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio, recita un noto proverbio africano. Perché la famiglia

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying by Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying di Alberto Cattaneo Partner, Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying Ormai è diventato un

Dettagli

SOCIAL BRANDING La comunicazione positiva. Roma, 30 maggio 2002

SOCIAL BRANDING La comunicazione positiva. Roma, 30 maggio 2002 SOCIAL BRANDING La comunicazione positiva Roma, 30 maggio 2002 Indice Lo scenario italiano 3-10! Come la pensano gli italiani! Le cause sociali di maggiore interesse! Alcuni casi italiani! Il consumatore

Dettagli

PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI

PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI DIREZIONE GENERALE PER flash 29 L INCLUSIONE E LE POLITICHE SOCIALI PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI Roma, 1 settembre 2014 Il punto di partenza:

Dettagli

La valutazione implicita dei titoli azionari

La valutazione implicita dei titoli azionari La valutazione implicita dei titoli azionari Ma quanto vale un azione??? La domanda per chi si occupa di mercati finanziari è un interrogativo consueto, a cui cercano di rispondere i vari reports degli

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA 12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA LE CARATTERISTICHE PEDAGOGICHE DEL GRUPPO CLASSE 13 1 Le caratteristiche

Dettagli

a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 22 aprile 2015

a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 22 aprile 2015 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 917 RISOLUZIONE GRUPPO FORZA ITALIA Risoluzione presentata dal Gruppo Forza Italia

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Workshop n. 3 Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Introducono il tema e coordinano i lavori - Irene Camolese, Confcooperative - Franca Marchesi, Istituto Comprensivo

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica Alessandro Clerici Presidente FAST e Presidente Onorario WEC Italia Premessa La popolazione mondiale è ora di 6,7 miliardi

Dettagli

Terra e Cibo: alcune riflessioni su un volume del Consiglio Pontificio Giustizia e Pace.

Terra e Cibo: alcune riflessioni su un volume del Consiglio Pontificio Giustizia e Pace. Terra e Cibo: alcune riflessioni su un volume del Consiglio Pontificio Giustizia e Pace. 1. È stato pubblicato, di recente, dal Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace un volume, che reca il

Dettagli

generazioni. Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove

generazioni. Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove generazioni. Nell aprile 2010 il Consiglio di Legislazione del Rotary International ha stabilito che le Nuove

Dettagli

LE TASSE CHE DISTRUGGONO L ECONOMIA EUROPEA di Simone Bressan e Carlo Lottieri

LE TASSE CHE DISTRUGGONO L ECONOMIA EUROPEA di Simone Bressan e Carlo Lottieri LE TASSE CHE DISTRUGGONO L ECONOMIA EUROPEA di Simone Bressan e Carlo Lottieri La ricerca promossa da ImpresaLavoro, avvalsasi della collaborazione di ricercatori e studiosi di dieci diversi Paesi europei,

Dettagli

INTEGRAZIONE: CAPIRE COS È LA DIVERSITÀ. Il diverso che provoca il pregiudizio: come evitarlo per facilitare l integrazione

INTEGRAZIONE: CAPIRE COS È LA DIVERSITÀ. Il diverso che provoca il pregiudizio: come evitarlo per facilitare l integrazione Liceo Scientifico Tito Lucrezio Caro di Cittadella Il manifesto degli studenti sul dialogo interculturale: scriviamolo insieme! INTEGRAZIONE: CAPIRE COS È LA DIVERSITÀ Il diverso che provoca il pregiudizio:

Dettagli

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE Standard Eurobarometer European Commission EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 Standard Eurobarometer 63.4 / Spring 2005 TNS Opinion & Social RAPPORTO NAZIONALE ITALIA

Dettagli

La fattoria delle quattro operazioni

La fattoria delle quattro operazioni IMPULSIVITÀ E AUTOCONTROLLO La fattoria delle quattro operazioni Introduzione La formazione dei bambini nella scuola di base si serve di numerosi apprendimenti curricolari che vengono proposti allo scopo

Dettagli

Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti

Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti Discriminazione sul posto di lavoro Quando una persona viene esclusa o trattata peggio delle altre a causa del sesso, della

Dettagli

Colmare il divario di retribuzione tra donne e uomini. http://ec.europa.eu/equalpay

Colmare il divario di retribuzione tra donne e uomini. http://ec.europa.eu/equalpay Colmare il divario di retribuzione tra donne e uomini Sommario Cos è il divario di retribuzione tra donne e uomini? Perché persiste il divario di retribuzione tra donne e uomini? Quali azioni ha intrapreso

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

Italia e Romania allo specchio: la percezione reciproca d immagine tra italiani e romeni

Italia e Romania allo specchio: la percezione reciproca d immagine tra italiani e romeni Convegno Romeni emergenti o emergenza Romania? Italia e Romania allo specchio: la percezione reciproca d immagine tra italiani e romeni Prof. Stefano Rolando Segretario generale delle e Direttore scientifico

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

I MIGRANTI VISTI DAI CITTADINI

I MIGRANTI VISTI DAI CITTADINI 11 luglio 2012 Anno 2011 I MIGRANTI VISTI DAI CITTADINI Il 59,5% dei cittadini afferma che nel nostro Paese gli immigrati sono trattati meno bene degli italiani. In particolare, la maggior parte degli

Dettagli

Un amore che desidera. (di Giacomo Mambriani, 44 anni, Parma)

Un amore che desidera. (di Giacomo Mambriani, 44 anni, Parma) Un amore che desidera (di Giacomo Mambriani, 44 anni, Parma) Lei: A che cosa stai pensando? Io: Lei: Oh, dico a te Io: Eh? Lei: A che cosa stai pensando? Io: Mmmh a niente Lei: Ah a niente Io: Sì, a niente

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Maggio 2015 Scusi presidente, ma il commercio equo e solidale è profit o non profit? La

Dettagli

1. Limite finito di una funzione in un punto

1. Limite finito di una funzione in un punto . Limite finito di una funzione in un punto Consideriamo la funzione: f ( ) = il cui dominio risulta essere R {}, e quindi il valore di f ( ) non è calcolabile in =. Quest affermazione tuttavia non esaurisce

Dettagli

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 Presidenza Comm. Graziano Di Battista Positive anche le previsioni degli imprenditori per il futuro. Unico elemento negativo l occupazione che da gennaio alla

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là,

Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là, Un uomo che dorme Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là, dove la memoria identifica senza sforzo

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

163 ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLA POLIZIA DI STATO CATANZARO VENERDÌ 22 MAGGIO 2015 DISCORSO DEL QUESTORE GIUSEPPE RACCA

163 ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLA POLIZIA DI STATO CATANZARO VENERDÌ 22 MAGGIO 2015 DISCORSO DEL QUESTORE GIUSEPPE RACCA 163 ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLA POLIZIA DI STATO CATANZARO VENERDÌ 22 MAGGIO 2015 DISCORSO DEL QUESTORE GIUSEPPE RACCA Sig. Prefetto, Sig. Sindaco, Sig. Presidente della Provincia, Eccellenza Reverendissima,

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Repower guarda al futuro con fiducia

Repower guarda al futuro con fiducia Repower guarda al futuro con fiducia Giovanni Jochum Quale membro della Direzione di Repower, società con sede a Poschiavo, desidero presentare il mio punto di vista sui fattori che stanno cambiando radicalmente

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

1. non intraprendere trattative di affari con operatori senza prima aver raccolto informazioni sull esistenza e l affidabilita della controparte;

1. non intraprendere trattative di affari con operatori senza prima aver raccolto informazioni sull esistenza e l affidabilita della controparte; CAUTELE NELLE TRATTATIVE CON OPERATORI CINESI La Cina rappresenta in genere un partner commerciale ottimo ed affidabile come dimostrato dagli straordinari dati di interscambio di questo Paese con il resto

Dettagli

COME ALLENERO QUEST ANNO?

COME ALLENERO QUEST ANNO? COME ALLENERO QUEST ANNO? Io sono fatto così!!! Io ho questo carattere!!! Io sono sempre stato abituato così!!!! Io ho sempre fatto così!!!!!! Per me va bene così!!!!! Io la penso così!!! Quando si inizia

Dettagli

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO 1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO Sono molte le definizioni di allenamento: Definizione generale: E un processo che produce nell organismo un cambiamento di stato che può essere fisico, motorio, psicologico.

Dettagli

Dall italiano al linguaggio della logica proposizionale

Dall italiano al linguaggio della logica proposizionale Dall italiano al linguaggio della logica proposizionale Dall italiano al linguaggio della logica proposizionale Enunciati atomici e congiunzione In questa lezione e nelle successive, vedremo come fare

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Tatsiana: possiamo finalmente superare molti pregiudizi nei confronti degli altri, che sono diversi solo apparentemente

Tatsiana: possiamo finalmente superare molti pregiudizi nei confronti degli altri, che sono diversi solo apparentemente Buongiorno, mi chiamo Tatsiana Shkurynava. Sono di nazionalità bielorussa, vivo in Italia a Reggio Calabria. In questo breve articolo vorrei raccontare della mia esperienza in Italia. Tutto è cominciato

Dettagli

La filosofia del viaggio nel tempo ROBERTA SPARROW

La filosofia del viaggio nel tempo ROBERTA SPARROW La filosofia del viaggio nel tempo di ROBERTA SPARROW Traduzione a cura di Paolo Xabaras Montalto In lingua originale lo trovate sul sito ufficiale del film: http://www.donniedarko.com o presso il sito:

Dettagli

Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale?

Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale? Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale? Come l intelligenza e l empatia, e un poco come tutte le caratteristiche che contraddistinguono gli esseri umani, anche la competenza sociale non è facile

Dettagli

Conferenza Episcopale Italiana. MESSAGGIO PER LA 37 a GIORNATA NAZIONALE PER LA VITA (1 febbraio 2015)

Conferenza Episcopale Italiana. MESSAGGIO PER LA 37 a GIORNATA NAZIONALE PER LA VITA (1 febbraio 2015) Conferenza Episcopale Italiana MESSAGGIO PER LA 37 a GIORNATA NAZIONALE PER LA VITA (1 febbraio 2015) SOLIDALI PER LA VITA «I bambini e gli anziani costruiscono il futuro dei popoli; i bambini perché porteranno

Dettagli

Dai rapporti temporanei all occupazione stabile: un percorso sempre più incerto?

Dai rapporti temporanei all occupazione stabile: un percorso sempre più incerto? Dai rapporti temporanei all occupazione stabile: un percorso sempre più incerto? di Anna de Angelini La maggior flessibilità in entrata introdotta dalla normativa sui rapporti di lavoro a partire seconda

Dettagli

Epidemiologia & Salute pubblica

Epidemiologia & Salute pubblica Epidemiologia & Salute pubblica a cura del Medico cantonale vol. VI nr. 3 La medicina non è una scienza esatta Con questo slogan il Dipartimento delle opere sociali è entrato nelle case dei ticinesi. L

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

Foglio per gli studenti Domande

Foglio per gli studenti Domande Domande Rispondi Sì o No a ciascuna delle seguenti domande (Rispondi con sincerità. Questo questionario è visto solo da te!): Domande: 1. Hai mai sentito una barzelletta che prendeva in giro una persona

Dettagli

IMPRENDITORIALITA E INNOVAZIONE

IMPRENDITORIALITA E INNOVAZIONE Università degli studi di Bergamo Anno accademico 2005 2006 IMPRENDITORIALITA E INNOVAZIONE Docente: Prof. Massimo Merlino Introduzione Il tema della gestione dell innovazione tecnologica è più che mai

Dettagli

Titoli di soggiorno che consentono l esercizio di attività lavorativa

Titoli di soggiorno che consentono l esercizio di attività lavorativa Titoli di soggiorno che consentono l esercizio di attività lavorativa Per poter lavorare in Italia il cittadino straniero non comunitario deve essere in possesso del permesso di soggiorno rilasciato per

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

Lavoro e conciliazione dei tempi di vita

Lavoro e conciliazione dei tempi di vita CAPITOLO 3 Lavoro e conciliazione dei tempi di vita L importanza di una buona occupazione Un attività adeguatamente remunerata, ragionevolmente sicura e corrispondente alle competenze acquisite nel percorso

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

TUTTO QUELLO CHE SAI SUGLI ZINGARI È FALSO

TUTTO QUELLO CHE SAI SUGLI ZINGARI È FALSO TUTTO QUELLO CHE SAI SUGLI ZINGARI È FALSO L ITALIA È PIENA DI ZINGARI FALSO. In Italia rom, sinti e camminanti sono circa 170mila cioè lo 0,25% della popolazione complessiva, UNA DELLE PERCENTUALI PIÙ

Dettagli

approfondimento e informazione CHI È LA PERSONA SENZA DIMORA OGGI i clochard esistono ancora? Fondazione Comunità Solidale

approfondimento e informazione CHI È LA PERSONA SENZA DIMORA OGGI i clochard esistono ancora? Fondazione Comunità Solidale Fondazione Comunità Solidale approfondimento e informazione CHI È LA PERSONA SENZA DIMORA OGGI i clochard esistono ancora? chi è la persona senza dimora povertà assoluta e povertà relativa Di cosa parleremo:

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Appunti lezione 1 anno Med 48 Educatori Professionale docente Cleta Sacchetti

Appunti lezione 1 anno Med 48 Educatori Professionale docente Cleta Sacchetti Appunti lezione 1 anno Med 48 Educatori Professionale docente Cleta Sacchetti 1 L educatore professionale nasce negli anni successivi alla seconda guerra mondiale Risponde alle esigenze concrete lasciate

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

Alcol: ma quanto ce n'è in quello che bevo?

Alcol: ma quanto ce n'è in quello che bevo? www.iss.it/stra ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ DIPARTIMENTO AMBIENTE E CONNESSA PREVENZIONE PRIMARIA REPARTO AMBIENTE E TRAUMI OSSERVATORIO NAZIONALE AMBIENTE E TRAUMI (ONAT) Franco Taggi Alcol: ma quanto

Dettagli

ALLEGATO SISTEMA DI RELAZIONI TRA CODICI, PER CIASCUN CODICE

ALLEGATO SISTEMA DI RELAZIONI TRA CODICI, PER CIASCUN CODICE ALLEGATO SISTEMA DI RELAZIONI TRA CODICI, PER CIASCUN CODICE ACQUISIZIONE/POSSESSO GIURIDICO DELLA CITTADINANZA benessere cittadinanza prestazionale civiltà con valenza inclusiva

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

http://comune-info.net/2015/04/t-tip-il-re-e-nudo/

http://comune-info.net/2015/04/t-tip-il-re-e-nudo/ comune-info.net http://comune-info.net/2015/04/t-tip-il-re-e-nudo/ T-tip, il re è nudo Nelle foto di Riccardo Troisi l azione diretta di sabato 18 aprile contro i fantasmi del T- tip nel centro di Roma.

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

VALORE DELLE MERCI SEQUESTRATE

VALORE DELLE MERCI SEQUESTRATE La contraffazione in cifre: NUOVA METODOLOGIA PER LA STIMA DEL VALORE DELLE MERCI SEQUESTRATE Roma, Giugno 2013 Giugno 2013-1 Il valore economico dei sequestri In questo Focus si approfondiscono alcune

Dettagli

Distribuzione dei redditi e povertà nei Paesi OCSE: una crescita diseguale?

Distribuzione dei redditi e povertà nei Paesi OCSE: una crescita diseguale? Growing Unequal? : Income Distribution and Poverty in OECD Countries Summary in Italian Distribuzione dei redditi e povertà nei Paesi OCSE: una crescita diseguale? Riassunto in italiano La disuguaglianza

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli