W.E.N. - TCA Women Empowerment Net Transnational Cooperation Agreement

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "W.E.N. - TCA Women Empowerment Net Transnational Cooperation Agreement"

Transcript

1 W.E.N. - TCA Women Empowerment Net Transnational Cooperation Agreement

2 Le fasi del transnazionale Il progetto La Rete I prodotti Credits

3 Il progetto I partner Accordo economico Metodologia/Strategia Piano di lavoro Obiettivi Calendario degli incontri Attività

4 W.E.N. - I partner Women Empowerment Net (W.E.N.) fa parte delle iniziative transnazionali EQUAL. La partnership transnazionale è composta da quattro soggetti partner: European Profiles (Grecia), capofila per la PS Kallisti (GR ) e per il W.E.N. Arci Campania (Italia), capofila della PS Oltre la linea d'ombra (IT-G2-CAM-123). Mediterranean Management Centre Ltd - MMC (Cipro); capofila della PS Channels of ( CY-3 ) access ( SK-18 ) Orbis Institute (Repubblica Slovacca); capofila della PS Incubator for women

5 Metodologia/ Strategia La partnership transnazionale è nata con l'obiettivo di facilitare l'inserimento delle donne in ambito lavorativo, problematica comune ai singoli progetti nazioanli. Le diversità dei singoli progetti nazionali non ipediscono di adottare una metodologia comune, che si basa sulla condivisione di esperienze; lo sviluppo e lo scambio di buone prassi e la costruzione di una vera e propria rete. La metodologia condivisa porta un effetto di innovazione che si traduce in un continuo e costante sviluppo di strumenti per un azione sia pratica che teorica. La strategia di base consiste nel creare un approccio sistematico e trasversale ai singoli problemi e per ottenere ciò è necessario mettere in relazione e implementare i risultati dei singoli progetti nazionali.

6 Obiettivi - Fornire assistenza alle donne nel processo di avviamento al lavoro. - Sviluppare sistemi flessibili per conciliare lavoro e famiglia - Stimolare e favorire la partecipazione femminile alla vita socio lavorativa - Promuovere l'eguaglianza di diritti per la donna nei posti di lavoro - Creazione di una solida rete tra I partner - Divulgare I risultati frutto del lavoro comune

7 Attività L'accordo di cooperazione transnazionale prevede: - Un calendario di incontri - Un piano dettagliato di lavoro - Un accordo economico

8 Calendario degli incontri La Partnership transnazionale si è riunita in 5 incontri e una conferenzafinale: - Atene, Grecia, Settembre Nicosia, Cipro, Febbraio Bratislava, Repubblica Slovacca, September Napoli, Italia, March Athene, Grecia, Aprile Nicosia, Cipro, Dicembre 2007

9 Piano di lavoro Il piano di lavoro è diviso in 5 attività: 1. Analisi comparata delle realtà nazionali 2. Sviluppo di stumenti metodologici 3. Sviluppo di un aproccio sistematico ai problemi di inserimento lavorativo delle donne. 4. Campagna di divulgazione 5. Valutazione e coordinamento generale

10 Accordo economico L'accordo economico è stabilito in funzione delle azioni realizzate della PS transnazionale PS/Attività Tot Kallisti 7,7% 6,0% 5,5% 11,2% 12,4% 42,8% Oltre la linea d'ombra 8,4% 5,2% 5,7% 9,7% 7,2% 36,1% Channels of access 4,4% 1,1% 2,0% 7,0% 1,2% 15,7% Incubator for women 2,4% 0,4% 0,5% 0,3% 1,7% 5,4% TOTALE 23,0% 12,7% 13,7% 28,2% 22,5% 100,0%

11 La Rete

12 ( Grecia ) Kallisti Organizzazione: European Profiles Focus del progetto: Ideare nuovi strumenti e strategie per l'impiego della donna. Target: Donne disoccupate, con impieghi precari e/o a rischio. Obiettivi: - Codificare il mondo del lavoro a livello nazionale; - Analisi approfondita delle dinamiche e a livello locale; - Valutare e strutturare le politiche di intervento. Offerta: Counceling durante tutto il percorso e per 22 donne un impiego concreto di sei mesi per avviamento al lavoro.

13 ( Cipro ) Channels of access Organizzazione: Mediterranean Management Centre Ltd Focus del progetto: Lavorare sia con Ile donne che con I datori di lavoro, per vincere I pregiudizi e le dinamiche negative esistenti sul posto di lavoro. Target: Donne in contesti svantaggiati, con basso livello culturale. Obiettivi: - Proporre metodi alternativi di impiego per le donne; - Disegnare con le aziende nuove linee guida per l'impiego; - Aumentare le possibilità di accesso nel mercato del lavoro. Offerta: Formazione di 100 donne tramite corsi di inglese, management, IT e tecniche di vendita, per stimolarne l'impreditorialità.

14 ( Slovacca Incubator for women (Repubblica Organizzazione: Orbis Institute Focus del progetto: Stimolare nelle donne svantaggiate un processo di fiducia e autostima necessario per affrontare il mondo del lavoro. Target: Donne provenienti da contesti rurali delle province dell'est. Obiettivi: - Individuare I bisogni dei beneficiari epubblicare una ricerca; - Usare il sistema educativo come strumento e stimolo; - Promuovere l'inserimento delle donne in ambito lavorativo. Offerta: Corsi di base di lingua e di competenze informatiche. Counceling continuo per tutta la durata del progetto.

15 ( Italia ) Oltre la linea d'ombra Organizzazione: ARCI Campania Focus del progetto: Combattere I pregiudizi che esistono nei confronti degli ex detenuti e contribuire al reinserimento lavorativo dei beneficiari. Target: Popolazione detenuta ed ex detenuta. Obiettivi: - Creazione di una rete locale a supporto degli ex detenuti. - Utilizzare la formazione lavorativa come stimolo per un futuro impiego lavorativo. Offerta: Corsi di formazione per I formatori; organizzazione di un processo di pre orientamento; corsi di apprendimento/avviamento al lavoro nelle discipline informatiche e di operatori del verde.

16 I prodotti Pubblicazioni Buone prassi

17 Ricerche ed elaborati La TCA durante il corso del progetto ha elaborato, prodotto e pubblicato ricerche tese non solo a testimoniare I risultati del progetto ma utili come guida per operatori del settore. I prodotti elaborati sono: ( tools - Guida agli strumenti di riferimento (Benchmarking ( report - Studio comparativo sulle situazioni nazionali (Comparative study ( guide - Guida per gli strumenti metodologici (methodological tools ( guide - Guida per le pari opportunità (Gender equality ( campaign - Campagna di divulgazione dei dati (Dissemination

18 Buone prassi I singoli progetti nazionali hanno sviluppato delle prassi di eccellenza che sono esportabili negli altri paesi. L'insieme di queste buone prassi rende completo il progetto transnazionale. Il progetto Kallisti ha puntato sulla capacità di aumentare il livello di impiegabilità delle donne e sulla capacità di dialogo con le istituzioni e gli uffici per l'impiego. Il progetto Channels of access ha operato da un punto di vista sistematico in quanto I maggiori sforzi sono stati fatti per creare una sorta di format alternativo per l'impiego. Per il progetto Incubator for women, la cosa su cui puntare è senza dubbio la motivazione della donna che è centrale e fondante in tutto il percorso. Infine Oltre la linea d'ombra ha sviluppato come buona prassi l'utilizzo di sistemoi informatici esportabili in diverse realtà come ad esempio l'e-learning.

19 Credits Ai lavori transnazionali hanno partecipato: ( transnazionale Giuliana Cacciapuoti (Coordinatore ( transnazionale Riccardo Pisani (Operatore ( progetto Andrea Calderini (Coordinatore ( Campania Melinda Di Matteo (Presidente ARCI ( d'aria Carmen Bertolazzi (Presidente Ora ( Campania Luigi di Chiara (Informatico ARCI ( Campania Francesco Chioccarelli (ARCI

irene irene irene irene irene irene irene irene irene irene irene irene irene irene irene irene irene irene irene irene irene irene irene irene

irene irene irene irene irene irene irene irene irene irene irene irene irene irene irene irene irene irene irene irene irene irene irene irene Associazione Irene: Rapporto Attività 1991 2011 Europa per una Iniziative Ricerche Esperienze Nuova Molte delle immagini che promuovono la diversità usate nel Rapporto di attività sono state realizzate

Dettagli

SYNERGIA Sistemi di conoscenza e di gestione del cambiamento

SYNERGIA Sistemi di conoscenza e di gestione del cambiamento SYNERGIA Sistemi di conoscenza e di gestione del cambiamento PROGETTO TRANSNAZIONALE ESCAPE (European Street Children Anti-violence Programme and Exchange) Programma Anti-violenza Europeo per Bambini di

Dettagli

Contribuire alla costruzione democratica dell Europa

Contribuire alla costruzione democratica dell Europa Contribuire alla costruzione democratica dell Europa attraverso la partecipazione ai progetti europei Chiara Lucchin Ufficio Europa di Caritas Ambrosiana Milano, 30 gennaio 2013 Indice Il sistema Caritas

Dettagli

ATTO DI CANDIDATURA. Posizione professionale attuale

ATTO DI CANDIDATURA. Posizione professionale attuale LOGO MLPS/MIUR ALLEGATO B N di Protocollo ATTO DI CANDIDATURA ESPERTI INDIPENDENTI NEL QUADRO DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME: NOME(I): DATA DI NASCITA (GG/MM/AAAA): / /

Dettagli

ITE. INCLUSION Through ENTREPRENEURSHIP

ITE. INCLUSION Through ENTREPRENEURSHIP ITE INCLUSION Through ENTREPRENEURSHIP GLI ATTORI DELLA COOPERAZIONE TRANSNAZIONALE La Partnership di Sviluppo Geografica FUTURO REMOTO IT G2 CAM 017, costituita da: CONFORM Consorzio di Formazione Manageriale;

Dettagli

Auto Mutuo Aiuto Lavoro

Auto Mutuo Aiuto Lavoro Assessorato al Lavoro Auto Mutuo Aiuto Lavoro progettazione e sperimentazione di un nuovo servizio rivolto a chi perde il lavoro Il progetto Nel quadro delle politiche attive al lavoro non esiste ad oggi

Dettagli

Pane e denti. Progetto Comunitario Equal

Pane e denti. Progetto Comunitario Equal Progetto Comunitario Equal Pane e denti Problema di riferimento Nonostante il carattere strutturale assunto dalla presenza immigrata in Italia, l immigrazione viene percepita ancora come un problema piuttosto

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI

INFORMAZIONI PERSONALI ALLEGATO B Compilare l atto di candidatura, stamparlo, firmarlo ed inviarlo all Agenzia Nazionale LLP Italia per posta, o a mezzo fax nelle modalità specificate nell Invito a presentare candidature ESPERTI

Dettagli

Approcci e pratiche nazionali ed europee di validazione: indagine Isfol 2010-2011

Approcci e pratiche nazionali ed europee di validazione: indagine Isfol 2010-2011 Approcci e pratiche nazionali ed europee di validazione: indagine Isfol 2010-2011 Roma 12 Dicembre 2011 Elisabetta Perulli e.perulli@isfol.it Il senso di questo lavoro: Costruire un quadro (e magari una

Dettagli

Contenuti. Presentazione del partner ospitante 3. Argomenti trattati: Supporto emotivo e dei media durante l invecchiamento 4.

Contenuti. Presentazione del partner ospitante 3. Argomenti trattati: Supporto emotivo e dei media durante l invecchiamento 4. Newsletter del progetto Grundtvig Partenariati Numero 3 - Luglio 2013 Feeling Younger by Getting Older www.feeling-younger.eu Contenuti Presentazione del partner ospitante 3 Argomenti trattati: Supporto

Dettagli

Giuliana Cacciapuoti consulente esperta inserimento e reinserimento lavorativo fasce deboli

Giuliana Cacciapuoti consulente esperta inserimento e reinserimento lavorativo fasce deboli Donne in età adulta e mondo del lavoro: recuperare il gap tecnologico Giuliana Cacciapuoti consulente esperta inserimento e reinserimento lavorativo fasce deboli 1.Uno sguardo alla condizione svantaggiata

Dettagli

LLP-LDV/TOI/2007/PT/12

LLP-LDV/TOI/2007/PT/12 Project Number LLP-LDV/TOI/2007/PT/12 WP3 Curriculum formatori Partner responsabile: Business and Development Center, ul. Wieniawskiego 56b/5 35-603 Rzeszow - PL Contatto: Magdalena Malinowska tel +48

Dettagli

Nelle regioni meno sviluppate che si iscrivono nell obiettivo di convergenza, il Fondo Sociale Europeo sostiene:

Nelle regioni meno sviluppate che si iscrivono nell obiettivo di convergenza, il Fondo Sociale Europeo sostiene: FONDO SOCIALE EUROPEO IN ROMANIA Il Fondo Sociale Europeo (FSE) è lo strumento principale tramite il quale l Unione Europea finanzia gli obiettivi strategici delle politiche di occupazione. Da 50 anni,

Dettagli

BROCHURE JOINT ACTIONS SOCRATES, LEONARDO DA VINCI AND YOUTH PROGRAMMES

BROCHURE JOINT ACTIONS SOCRATES, LEONARDO DA VINCI AND YOUTH PROGRAMMES BROCHURE JOINT ACTIONS SOCRATES, LEONARDO DA VINCI AND YOUTH PROGRAMMES PROGETTO ASSET (Asylum Support Systems in European Territories) 2003-0410/001-001 Il presente progetto è finanziato con il sostegno

Dettagli

Una rete che aiuta i lavoratori ad attraversare le frontiere

Una rete che aiuta i lavoratori ad attraversare le frontiere Una rete che aiuta i lavoratori ad attraversare le frontiere Occupazione & Fondo Sociale Europeo Occupazione affari sociali Commissione europea 1 EURES Una rete che aiuta i lavoratori ad attraversare le

Dettagli

Progetto Q4ECEC. 'Awareness-raising on Quality and Institutional Commitment in Early Childhood Education and Teaching

Progetto Q4ECEC. 'Awareness-raising on Quality and Institutional Commitment in Early Childhood Education and Teaching Progetto Q4ECEC 'Awareness-raising on Quality and Institutional Commitment in Early Childhood Education and Teaching Reference: 550472-LLP-1-2013-1-IT-KA1-KA1ECETA Progetto Q4ECEC 'Awareness-raising on

Dettagli

KA2 Cooperazione per l innovazione e lo scambio di buone pratiche. Seminario di formazione Torino 11/12 giugno 2014

KA2 Cooperazione per l innovazione e lo scambio di buone pratiche. Seminario di formazione Torino 11/12 giugno 2014 KA2 Cooperazione per l innovazione e lo scambio di buone pratiche Seminario di formazione Torino 11/12 giugno 2014 Partenariati strategici Rafforzamento delle capacità Alleanze della conoscenza Alleanze

Dettagli

Il Programma settoriale LEONARDO DA VINCI Principi generali e Azioni previste

Il Programma settoriale LEONARDO DA VINCI Principi generali e Azioni previste Slide 1 Il Programma settoriale LEONARDO DA VINCI Principi generali e Azioni previste Slide 2 Obiettivi specifici A. Sostenere coloro che partecipano ad attività di formazione e formazione continua nell

Dettagli

Education and Culture Leonardo da Vinci Pilot projects

Education and Culture Leonardo da Vinci Pilot projects Integrazione professionale nella comunità di appartenenza di persone con disabilità Un progetto pilota per l integrazione professionale delle persone con disabilità nella comunità di appartenenza in partnership

Dettagli

ACCEDERE ALLA FORMAZIONE PER LO SVILUPPO POSDRU/128/5.1/G/134978. Newsletter nr.1

ACCEDERE ALLA FORMAZIONE PER LO SVILUPPO POSDRU/128/5.1/G/134978. Newsletter nr.1 ACCEDERE ALLA FORMAZIONE PER LO SVILUPPO POSDRU/128/5.1/G/134978 Newsletter nr.1 Indice: Formazione professionale forma di riduzione della disoccupazione Progetto Accedere alla formazione per lo sviluppo

Dettagli

QUESTIONARIO 3: MATURITA ORGANIZZATIVA

QUESTIONARIO 3: MATURITA ORGANIZZATIVA QUESTIONARIO 3: MATURITA ORGANIZZATIVA Caratteristiche generali 0 I R M 1 Leadership e coerenza degli obiettivi 2. Orientamento ai risultati I manager elaborano e formulano una chiara mission. Es.: I manager

Dettagli

Simona Cuomo, di Adele SDA Mapelli, Bocconi Chiara Paolino. www.sdabocconi.it/diversity

Simona Cuomo, di Adele SDA Mapelli, Bocconi Chiara Paolino. www.sdabocconi.it/diversity Osservatorio Osservatorio sul Diversity Diversity Management Management Simona Cuomo, di Adele SDA Mapelli, Bocconi Chiara Paolino www.sdabocconi.it/diversity 1 ANNO 2008 2 LE AZIENDE ISCRITTE ACCENTURE

Dettagli

SPORTELLO PARI OPPORTUNITA

SPORTELLO PARI OPPORTUNITA Prof.ssa Giustina Bonanno Project Expert -Associazione MeltLab gruppo di lavoro Europa-Pari Opportunità Dr. Lucrezia Guaita Diani Project Expert - E.W.W Europe - Women Work SPORTELLO PARI OPPORTUNITA EUROPA

Dettagli

THE BALANCE CONFERENZA FINALE. Sala Conferenze ARLAS LA CONCILIAZIONE. Venerdì 18 Ottobre 2013 TRA. Centro Direzionale di Napoli Isola C5-2 Piano

THE BALANCE CONFERENZA FINALE. Sala Conferenze ARLAS LA CONCILIAZIONE. Venerdì 18 Ottobre 2013 TRA. Centro Direzionale di Napoli Isola C5-2 Piano LIFELONG LEARNING PROGRAMME (2007-2013) LEONARDO DA VINCI - TRANSFER OF INNOVATION, MULTILATERAL PROJECTS, AGREEMENT n 2011-1-IT1-LEO05-01902 - Code CUP G62F11001090006 Organizational Model and Methodology

Dettagli

dal Ministero della Giustizia Dipartimento dell Amministrazione Penitenziaria

dal Ministero della Giustizia Dipartimento dell Amministrazione Penitenziaria Progetto Approvato dal Ministero della Giustizia Dipartimento dell Amministrazione Penitenziaria Cassa dele Ammende Il marchio Sigillo E possibile accompagnare un Ministero ad abbandonare le logiche del

Dettagli

CSV.net Gruppo Europa Programma esecutivo 2008

CSV.net Gruppo Europa Programma esecutivo 2008 CSV.net Gruppo Europa Programma esecutivo 2008 OBIETTIVI STRATEGICI Nel corso del 2007 si è venuto precisando ed arricchendo il ruolo ed il potenziale del Gruppo Europa che ha superato la fase sperimentale

Dettagli

Presentazione del Progetto COLOR COLOR Project Overview. Marta Santanicchia ISFOL

Presentazione del Progetto COLOR COLOR Project Overview. Marta Santanicchia ISFOL Presentazione del Progetto COLOR COLOR Project Overview Marta Santanicchia ISFOL CALL FOR PROPOSALS EACEA/08/2010 UNDER THE LIFELONG LEARNING PROGRAMME (LLP) - LEONARDO DA VINCI PROGRAMME Finanziamento

Dettagli

Titolo Drop House: l autonomia e l inserimento sociale della Donna

Titolo Drop House: l autonomia e l inserimento sociale della Donna Titolo Drop House: l autonomia e l inserimento sociale della Donna Servizio di riferimento Drop House, Centro Diurno a facile soglia di accesso per donne italiane e straniere anche con figli minori situato

Dettagli

Il Programma LLP - Leonardo da vinci e il nuovo Programma Erasmus for All (2014 2020) Relatore: Franca Fiacco

Il Programma LLP - Leonardo da vinci e il nuovo Programma Erasmus for All (2014 2020) Relatore: Franca Fiacco Il Programma LLP - Leonardo da vinci e il nuovo Programma Erasmus for All (2014 2020) Relatore: Franca Fiacco Fonte: Comunicazione Commissione europea al Parlamento, al Consiglio, al Comitato economico

Dettagli

La Formazione per lo sviluppo rurale: il caso del Corso di Specializzazione in

La Formazione per lo sviluppo rurale: il caso del Corso di Specializzazione in Tavola rotonda La formazione e l innovazione per lo sviluppo rurale nei paesi del Mediterraneo La Formazione per lo sviluppo rurale: il caso del Corso di Specializzazione in PROGRAMMAZIONE DEL TURISMO

Dettagli

WP1: Struttura e tecnologia del Portale, Logo

WP1: Struttura e tecnologia del Portale, Logo Open SoundS WP1: Struttura e tecnologia del Portale, Logo Informazioni sul progetto Titolo del progetto: Peer education on the internet for social sounds Area di riferimento: Educazione musicale attraverso

Dettagli

PROGETTO PROVACI ANCORA, SAM!

PROGETTO PROVACI ANCORA, SAM! PROGETTO PROVACI ANCORA, SAM! OBIETTIVI GENERALI Provaci ancora Sam! è un Progetto integrato e interistituzionale volto a contrastare la dispersione scolastica che si connota come fenomeno complesso investendo

Dettagli

Consulenza economico-finanziaria per avere accesso a strumenti di finanza agevolata rivolta alle PMI, alle Istituzioni ed Enti Pubblici e Privati

Consulenza economico-finanziaria per avere accesso a strumenti di finanza agevolata rivolta alle PMI, alle Istituzioni ed Enti Pubblici e Privati PROJECT Consulting La Project Consulting S.a.s. è un azienda giovane, gestita e coordinata da giovani talenti con un alto livello di professionalità, leader nel settore del Marketing Urbano e della Finanza

Dettagli

Ufficio Progetti Internazionali Programma 2013 2014

Ufficio Progetti Internazionali Programma 2013 2014 Ufficio Progetti Internazionali Programma 2013 2014 Introduzione La progettazione non è fund raising, i progetti soprattutto quelli europei servono a supportare idee e attività in massima parte innovative,

Dettagli

Cooperativa Sociale ZANZIBAR

Cooperativa Sociale ZANZIBAR Cooperativa Sociale ZANZIBAR PROGETTO SLID WP4. Il Centro Lavoro Guidato come strumento per la Progettazione Professionale Disabili. Dott. Stefano Defendi 17/10/12 CLG Cooperativa Sociale Zanzibar Onlus

Dettagli

Women In Development UN MODELLO EUROPEO PER LO SVILUPPO LOCALE GENDER ORIENTED PIANO DI COMUNICAZIONE

Women In Development UN MODELLO EUROPEO PER LO SVILUPPO LOCALE GENDER ORIENTED PIANO DI COMUNICAZIONE Women In Development UN MODELLO EUROPEO PER LO SVILUPPO LOCALE GENDER ORIENTED PIANO DI COMUNICAZIONE Introduzione Il progetto W.In D. (Women In Development) si inserisce nelle attività previste e finanziate

Dettagli

Scheda di partecipazione Quarta edizione

Scheda di partecipazione Quarta edizione Scheda di partecipazione Quarta edizione Per ogni progetto candidato occorre compilare la scheda di partecipazione, composta da tre sezioni: - sezione 1: descrizione sintetica del programma - sezione 2:

Dettagli

Il Working Partnership

Il Working Partnership Il Working Partnership Il Working Partnership è uno strumento/risorsa per tutti coloro che sono interessati allo sviluppo e al miglioramento del lavoro di partnership. Lo strumento deriva da un precedente

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento Pari Opportunità

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento Pari Opportunità Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento Pari Opportunità Regione Calabria Le politiche conciliative nel Por Calabria FSE 2007/2013: la strategia del dual approach per garantire il gender mainstreaming

Dettagli

TEMPO. Territorio e Mainstreaming per le Pari Opportunità

TEMPO. Territorio e Mainstreaming per le Pari Opportunità TEMPO. Territorio e Mainstreaming per le Pari Opportunità IT G2 TOS 060 Iniziativa Comunitaria Equal Fase II Tema H Misura 4.2 Edy Bolognesi I Partner COMUNE DI FIRENZE Ufficio Tempi e Spazi PROVINCIA

Dettagli

INTERVENTI MODULARI DI FORMAZIONE LA QUALITÁ NELLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE

INTERVENTI MODULARI DI FORMAZIONE LA QUALITÁ NELLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE INTERVENTI MODULARI DI FORMAZIONE LA QUALITÁ NELLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE INDICE Premessa 3 Obiettivi e strumenti metodologici dell intervento di formazione 4 Moduli e contenuti dell intervento di

Dettagli

ETOS PROJECT Effective Training for Outsiders of the Society Grundtvig Multilateral Project

ETOS PROJECT Effective Training for Outsiders of the Society Grundtvig Multilateral Project ETOS PROJECT Effective Training for Outsiders of the Society Grundtvig Multilateral Project Newsletter n 2 Ottobre 2012 Benvenuti alla seconda edizione della Newsletter del Progetto ETOS La nostra seconda

Dettagli

Sportello Europa Informa Bollettino sulle opportunità europee di finanziamento INDICE

Sportello Europa Informa Bollettino sulle opportunità europee di finanziamento INDICE COMUNE DI FERRARA Città Patrimonio dell Umanità Servizio Attività Produttive, Commercio e Turismo Ufficio Sportello Europa Sportello Europa Informa Bollettino sulle opportunità europee di finanziamento

Dettagli

PER UNA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DI QUALITÀ

PER UNA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DI QUALITÀ PER UNA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DI QUALITÀ La qualità dei servizi e delle politiche pubbliche è essenziale per la competitività del sistema economico e per il miglioramento delle condizioni di vita dei

Dettagli

Gruppo Helvetia. La politica di gestione delle risorse umane

Gruppo Helvetia. La politica di gestione delle risorse umane Gruppo Helvetia La politica di gestione delle risorse umane Cari colleghi Anche la nostra politica di gestione delle risorse umane è basata sulla dichiarazione contenuta nella nostra mission «Primi per

Dettagli

TRANSPORT LEARNING Corsi di formazione rivolti ad amministratori pubblici ed agenzie per l energia

TRANSPORT LEARNING Corsi di formazione rivolti ad amministratori pubblici ed agenzie per l energia TRANSPORT LEARNING Corsi di formazione rivolti ad amministratori pubblici ed agenzie per l energia istockphoto Contenuti Caro Lettore, Breve presentazione dei nostri servizi... 2 Creare una base di conoscenze

Dettagli

Tecnologie dell informazione e della comunicazione (TIC) nei percorsi formativi per l editoria elettronica OBIETTIVI DI RIFERIMENTO DEL PROGRAMMA

Tecnologie dell informazione e della comunicazione (TIC) nei percorsi formativi per l editoria elettronica OBIETTIVI DI RIFERIMENTO DEL PROGRAMMA Tecnologie dell informazione e della comunicazione (TIC) nei percorsi formativi per l editoria elettronica PPRROGEETT TTO ppi iloot taa OBIETTIVI DI RIFERIMENTO DEL PROGRAMMA a. sviluppare le abilità e

Dettagli

Reti di sostegno a distanza costruiscono comunità solidali che rigenerano welfare

Reti di sostegno a distanza costruiscono comunità solidali che rigenerano welfare Reti di sostegno a distanza costruiscono comunità solidali che rigenerano welfare Primo incontro dei partner di progetto 17-18 ottobre 2014 Borgo Pio, 10, Roma Illustrazione del progetto: motivazioni,

Dettagli

DIGITAL COMMUNICATION RICERCHE DI MERCATO WEB PLATFORM GIFTING & GADGETING

DIGITAL COMMUNICATION RICERCHE DI MERCATO WEB PLATFORM GIFTING & GADGETING DIGITAL COMMUNICATION RICERCHE DI MERCATO WEB PLATFORM GIFTING & GADGETING II IV VI VIII Indolceattesa Marketing Solutions è una struttura specializzata nella realizzazione di servizi di marketing per

Dettagli

Avviso pubblico Accordi Territoriali di Genere (D.D. n. 81 del 07/08/2013 D.D. n. 79 del 26/02/2013) FASE II Progettazione Esecutiva

Avviso pubblico Accordi Territoriali di Genere (D.D. n. 81 del 07/08/2013 D.D. n. 79 del 26/02/2013) FASE II Progettazione Esecutiva P.O.R. Campania FSE 007-03 Asse II Obiettivo Operativo: f) Promuovere azioni di supporto, studi, analisi nonché la predisposizione e sperimentazione di modelli che migliorino la condizione femminile nel

Dettagli

Ref: 2013-1-ES1-LEO05-66260

Ref: 2013-1-ES1-LEO05-66260 Ref: 2013-1-ES1-LEO05-66260 Buone pratiche nell uso di ambienti di apprendimento collaborativo quali strumenti per favorire la creatività ed identificazione di modelli di successo nel settore metalmeccanico

Dettagli

CERCARE NUOVI PARADIGMI PER RILANCIARE LO SVILUPPO ECONOMICO & SOCIALE

CERCARE NUOVI PARADIGMI PER RILANCIARE LO SVILUPPO ECONOMICO & SOCIALE CERCARE NUOVI PARADIGMI PER RILANCIARE LO SVILUPPO ECONOMICO & SOCIALE OBIETTIVI Obiettivo della Città di Torino è attivare una misura di accompagnamento e sostegno alla realizzazione di progetti imprenditoriali

Dettagli

Youth Democracy Project Azione 1.3 a Cipro - dal 28 Marzo 02 Aprile 2014 dal titolo Taking Part In European Elections

Youth Democracy Project Azione 1.3 a Cipro - dal 28 Marzo 02 Aprile 2014 dal titolo Taking Part In European Elections Salve a tutti, l'associazione Culturale Strauss sta cercando : - partecipanti per i seguenti Scambi culturali, Seminari e Corsi di formazione Qui sotto una descrizione dettagliata di tutti i progetti.

Dettagli

E. Occupazione, Politica Sociale, Salute e Consumatori

E. Occupazione, Politica Sociale, Salute e Consumatori E. Un Economia Europea Inclusiva Alla luce delle conseguenze della crisi finanziaria ed economica, c è un urgente bisogno di evitare il deterioramento della coesione sociale e le sue drammatiche ripercussioni,

Dettagli

da una parte dall altra

da una parte dall altra Area Generale di Coordinamento 17 - Istruzione, Educazione, Formazione Professionale, Osservatorio Regionale Settore 03 - Politiche Giovanili e del Forum Regionale della Gioventù Agenzia Nazionale per

Dettagli

LIFELONG LEARNING PROGRAMME. Il Programma d'azione comunitaria nel campo dell'apprendimento

LIFELONG LEARNING PROGRAMME. Il Programma d'azione comunitaria nel campo dell'apprendimento LIFELONG LEARNING PROGRAMME Il Programma d'azione comunitaria nel campo dell'apprendimento permanente, o Lifelong Learning Programme (LLP), è stato istituito con decisione del Parlamento europeo e del

Dettagli

Conferenza dei Servizi Sociali Europei. World Forum, L'Aia - 20-22 giugno 2016

Conferenza dei Servizi Sociali Europei. World Forum, L'Aia - 20-22 giugno 2016 Conferenza dei Servizi Sociali Europei World Forum, L'Aia - 20-22 giugno 2016 Il futuro è locale! Responsabilizzare le comunità, combattere la povertà, migliorare i servizi Programma di workshop: chiamata

Dettagli

ORIENTAMENTI PER L APPLICAZIONE DEL COMMUNITY-LED LOCAL DEVELOPMENT IN ITALIA

ORIENTAMENTI PER L APPLICAZIONE DEL COMMUNITY-LED LOCAL DEVELOPMENT IN ITALIA ORIENTAMENTI PER L APPLICAZIONE DEL COMMUNITY-LED LOCAL DEVELOPMENT IN ITALIA I. Le principali sfide da affrontare con il CLLD Il Community-led local development (CLLD) è uno strumento normato dai regolamenti

Dettagli

Il Centro di Mediazione al Lavoro raccoglie, elabora e diffonde informazioni per i cittadini e le imprese su:

Il Centro di Mediazione al Lavoro raccoglie, elabora e diffonde informazioni per i cittadini e le imprese su: Approfondimenti Servizi alla persona: informazioni sul mondo del lavoro Il Centro di Mediazione al Lavoro raccoglie, elabora e diffonde informazioni per i cittadini e le imprese su: - percorsi formativi

Dettagli

"L autovalutazione dei bisogni espressa dai familiari assistenti, un punto di partenza per ottenere un aiuto

L autovalutazione dei bisogni espressa dai familiari assistenti, un punto di partenza per ottenere un aiuto "L autovalutazione dei bisogni espressa dai familiari assistenti, un punto di partenza per ottenere un aiuto Rapporto finale (Sintesi) Partenariato educativo Grundtvig Introduzione Tra agosto 2010 e luglio

Dettagli

c) sviluppare un approccio metodologico avanzato che includa sia una dimensione locale sia una transnazionale;

c) sviluppare un approccio metodologico avanzato che includa sia una dimensione locale sia una transnazionale; Titolo del progetto Localizzazione dell intervento Programma INTourAct Area SEE South East Europe Asse I Cooperazione economica, sociale e istituzionale Misura Sviluppo delle sinergie transazionali per

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ' EUROPEE

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ' EUROPEE COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ' EUROPEE Bruxelles, 30.12.2003 COM(2003) 840 definitivo COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL CONSIGLIO, AL PARLAMENTO EUROPEO, AL COMITATO ECONOMICO E SOCIALE EUROPEO E AL COMITATO

Dettagli

Cantiere formativo territoriale Associazione Intercomunali delle Valli delle Dolomiti friulane verso l Unione

Cantiere formativo territoriale Associazione Intercomunali delle Valli delle Dolomiti friulane verso l Unione Cantiere formativo Riordino del sistema regione Autonomie Locali del Friuli Venezia Giulia Cantiere formativo territoriale Associazione Intercomunali delle Valli delle Dolomiti friulane verso l Unione

Dettagli

Bergamo, 21 dicembre 2015. Fondi europei

Bergamo, 21 dicembre 2015. Fondi europei Bergamo, 21 dicembre 2015 Fondi europei Fondi europei 1. Il 76% del bilancio dell'ue è gestito attraverso i «Fondi strutturali e di investimento europei» (c.d. fondi indiretti) attraverso piani di sviluppo

Dettagli

Progetto Equal fase II OPPORTUNITY. Europ.A. - Fiera Rimini - 16 giugno 2006

Progetto Equal fase II OPPORTUNITY. Europ.A. - Fiera Rimini - 16 giugno 2006 Progetto Equal fase II OPPORTUNITY IT-G2 G2-LOM-056 Europ.A. - Fiera Rimini - 16 giugno 2006 Indice 1. Il contesto di riferimento 2. Il territorio 3. Il progetto 4. Gli obiettivi 5. Le Macrofasi 6. I Beneficiari

Dettagli

Riferimenti normativi /accreditamento enti Progetti avviati Lavoro sociale di rete Agenzia sociale Azioni di orientamento/acc.

Riferimenti normativi /accreditamento enti Progetti avviati Lavoro sociale di rete Agenzia sociale Azioni di orientamento/acc. Riferimenti normativi /accreditamento enti Progetti avviati Lavoro sociale di rete Agenzia sociale Azioni di orientamento/acc. al lavoro Legge Biagi Legge 30/2003 / Decreto Legislativo 276/2003 Legge regionale

Dettagli

Outsourcing: scelta vincente a quali condizioni? 5 Ottobre 2011

Outsourcing: scelta vincente a quali condizioni? 5 Ottobre 2011 Outsourcing: scelta vincente a quali condizioni? 5 Ottobre 2011 Il nuovo posizionamento strategico di Lowendalmasaї Outsourcing: scelta vincente a quali condizioni? Un caso di successo Lowendalmasaї è

Dettagli

per il Programma di EMPOWERMENT delle Amministrazioni Pubbliche del Mezzogiorno

per il Programma di EMPOWERMENT delle Amministrazioni Pubbliche del Mezzogiorno per il Programma di EMPOWERMENT delle Amministrazioni Pubbliche del Mezzogiorno Progetto dall'iter alle reti: Implementazione Sportello Unico Rassegna delle principali possibilità di finanziamento a disposizione

Dettagli

Comune di Roma Dipartimento XIV Politiche del Lavoro e dei Piani di Formazione per Adulti

Comune di Roma Dipartimento XIV Politiche del Lavoro e dei Piani di Formazione per Adulti Comune di Roma Dipartimento XIV Politiche del Lavoro e dei Piani di Formazione per Adulti - 4 Scuole Serali - Educazione degli Adulti - 10 Centri di Formazione Professionale - Obbligo d istruzione - 20

Dettagli

Esperienze di partecipazione al programma europeo Daphne

Esperienze di partecipazione al programma europeo Daphne IL PROGRAMMA DAPHNE 1997-2013 Esperienze di partecipazione al programma europeo Daphne Trieste 16 maggio 2014 Giuditta Creazzo Ricercatrice, Socia della Casa delle donne per non subire violenza Programma

Dettagli

PROGETTO DI ALTERNANZA SCUOLA LAVORO ORIENTATORE TURISTICO CULTURALE-AMBIENTALE

PROGETTO DI ALTERNANZA SCUOLA LAVORO ORIENTATORE TURISTICO CULTURALE-AMBIENTALE ISTITUTO TECNICO ECONOMICO LUIGI AMABILE AVELLINO a.s. 2015/2016 PROGETTO DI ALTERNANZA SCUOLA LAVORO INDIRIZZO TURISMO TERZE CLASSI 3^ sez. E / 3^ sez. T LA NUOVA FIGURA PROFESSIONALE ORIENTATORE TURISTICO

Dettagli

Policy La sostenibilità

Policy La sostenibilità Policy La sostenibilità Approvato dal Consiglio di Amministrazione di eni spa il 27 aprile 2011. 1. Il modello di sostenibilità di eni 3 2. La relazione con gli Stakeholder 4 3. I Diritti Umani 5 4. La

Dettagli

Ministero della Giustizia

Ministero della Giustizia Ministero della Giustizia DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA ISTITUTUTO SUPERIORE DI STUDI PENITENZIARI RI-CONOSCERE E VALORIZZARE LE ESPERIENZE NEL DAP MODELLO DI CANDIDATURA Istituto Superiore

Dettagli

NEWSLETTER N 1 GIUGNO 2013

NEWSLETTER N 1 GIUGNO 2013 www.shoescompetences.eu NEWSLETTER N 1 GIUGNO 2013 IL CONTESTO CONCETTUALE E METODOLOGICO DEL PROGETTO «COMPETENCES POUR L EUROPE» (CO.P.E) Il progetto CO-P.E. si inserisce nel quadro dell Apprendimento

Dettagli

Self-directed Learning per Disoccupati scarsamente qualificati. Catalogo per le Politiche di Finanziamento e i Bandi di Gara

Self-directed Learning per Disoccupati scarsamente qualificati. Catalogo per le Politiche di Finanziamento e i Bandi di Gara Learn.Empowerment Self-directed Learning per Disoccupati scarsamente qualificati Catalogo per le Politiche di Finanziamento e i Bandi di Gara Sommario esecutivo In che modo è possibile trasferire i risultati

Dettagli

MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE Programma straordinario contro la Disoccupazione Intellettuale

MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE Programma straordinario contro la Disoccupazione Intellettuale MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE Programma straordinario contro la Disoccupazione Intellettuale PROGETTO MULTIMEDIA SKILL Multimedia Skill è un progetto ideato e promosso da Poliedra Politecnico

Dettagli

LOWaste. Local Waste Market for second life products. Incontro Ferrara, settembre 2011

LOWaste. Local Waste Market for second life products. Incontro Ferrara, settembre 2011 LOWaste Local Waste Market for second life products Incontro Ferrara, settembre 2011 Contenuti dell incontro Che cos è il Programma LIFE+ Introduzione progetto LOWaste Gli obiettivi Le azioni previste

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: ASSISTENZA A 11: DONNE CON MINORI A CARICO E DONNE IN DIFFICOLTA

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: ASSISTENZA A 11: DONNE CON MINORI A CARICO E DONNE IN DIFFICOLTA ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: AIUTACI AD AIUTARLE SETTORE e Area di Intervento: ASSISTENZA A 11: DONNE CON MINORI A CARICO E DONNE IN DIFFICOLTA OBIETTIVI DEL PROGETTO

Dettagli

Francesco Girotti, Università di Bologna Catania 24 settembre 2014

Francesco Girotti, Università di Bologna Catania 24 settembre 2014 Opportunità e ostacoli nella realizzazione dei programmi congiunti: I risultati del progetto JOIMAN, un esperienza utile per la partecipazione ad Erasmus + Francesco Girotti, Università di Bologna Catania

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali LE PRINCIPALI CARATTERISTICHE DEL PIANO ITALIANO PER LA GARANZIA GIOVANI Procedure informative - Audizione del Ministro del lavoro e delle politiche sociali,

Dettagli

LA POLIZIA DELLE COMUNICAZIONI E GLI STUDENTI

LA POLIZIA DELLE COMUNICAZIONI E GLI STUDENTI SINTESI PROGETTO LA POLIZIA DELLE COMUNICAZIONI E GLI STUDENTI OBIETTIVI DOVE TARGET Sviluppare uno strumento in grado di promuovere una più matura riflessione sull uso responsabile e legale dei social

Dettagli

Progetto BES delle Province (PSU-00003) maggio 2013, abstract. Diffusione dell innovazione tecnologica. Combattere la delocalizzazione del lavoro

Progetto BES delle Province (PSU-00003) maggio 2013, abstract. Diffusione dell innovazione tecnologica. Combattere la delocalizzazione del lavoro Standard materiali di vita/ Benessere economico Salute/ Salute attivita' in collaborazione con i Comuni nel settore economico, produttivo, commerciale e turistico Servizi sanitari, di igiene e profilassi

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA MASTER I LIVELLOIN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A.

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA MASTER I LIVELLOIN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A. UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA MASTER I LIVELLOIN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A. 2009/2010 1 MASTER I LIVELLO MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2014-2016 DELLE AZIONI POSITIVE DEL COMUNE DI JESI

PIANO TRIENNALE 2014-2016 DELLE AZIONI POSITIVE DEL COMUNE DI JESI PIANO TRIENNALE 2014-2016 DELLE AZIONI POSITIVE DEL COMUNE DI JESI Il presente Piano di Azioni Positive si inserisce nell'ambito delle iniziative promosse dal Comune di Jesi per dare attuazione agli obiettivi

Dettagli

Torno Subito Estero TSE- Diversity management, Gender Equality and Social Innovation

Torno Subito Estero TSE- Diversity management, Gender Equality and Social Innovation Torno Subito Estero TSE- Diversity management, Gender Equality and Social Innovation Percorso formativo/internship Il percorso formativo/ internship in Diversity Management, Gender Equality and Social

Dettagli

MASTER I LIVELLO IN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A. 2012/2013

MASTER I LIVELLO IN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A. 2012/2013 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA MASTER I LIVELLO IN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A. 2012/2013 1 MASTER I LIVELLO MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI

Dettagli

Gruppo di progetto Dalla Vulnerabilità alla Autonomia. Martedì 17 Gennaio Opera pia San Luigi

Gruppo di progetto Dalla Vulnerabilità alla Autonomia. Martedì 17 Gennaio Opera pia San Luigi Gruppo di progetto Dalla Vulnerabilità alla Autonomia Martedì 17 Gennaio Opera pia San Luigi 1 2 PRESENTAZIONE DELL INTERVENTO Premessa: il Terzo Piano di Zona e l avvio del gruppo di progetto Il racconto

Dettagli

Health4Growth: Piano di implementazione territoriale e Raccomandazioni di politiche a livello europeo e territoriale

Health4Growth: Piano di implementazione territoriale e Raccomandazioni di politiche a livello europeo e territoriale Health4Growth: Piano di implementazione territoriale e Raccomandazioni di politiche a livello europeo e territoriale 1 Dati Tecnici TITOLO: Health4Growth: Piano di implementazione territoriale e Raccomandazioni

Dettagli

L EUROPA E I GIOVANI. EURES: una rete per il lavoro. Laura Robustini EURES Adviser. 14 ottobre 2013

L EUROPA E I GIOVANI. EURES: una rete per il lavoro. Laura Robustini EURES Adviser. 14 ottobre 2013 L EUROPA E I GIOVANI EURES: una rete per il lavoro Laura Robustini EURES Adviser 14 ottobre 2013 L EUROPA E I GIOVANI EURES promuove la mobilità geografica ed occupazionale sostenendo i cittadini dell

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Nome e cognome

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Nome e cognome INFORMAZIONI PERSONALI Nome e cognome STEFANIA STEA Indirizzo VIA GIOSUÈ BORSI n 8/A 20100 MILANO, ITALIA Telefono 3407176949 E-mail stestea82@virgilio.it, sstea@irsonline.it Nazionalità Italiana Data

Dettagli

Microsoft e CSR. futuro@lfemminile La tecnologia al servizio delle pari opportunità. Roberta Cocco Direttore Marketing Centrale

Microsoft e CSR. futuro@lfemminile La tecnologia al servizio delle pari opportunità. Roberta Cocco Direttore Marketing Centrale Microsoft e CSR futuro@lfemminile La tecnologia al servizio delle pari opportunità Roberta Cocco Direttore Marketing Centrale Roma, 25 ottobre 2006 Corporate Social Responsibility Migliorare la sicurezza

Dettagli

Documenti internazionali sulla mobilità, la sicurezza stradale e lo sviluppo sostenibile Raccolta curata dal sito web mobilita&sicurezzastradale

Documenti internazionali sulla mobilità, la sicurezza stradale e lo sviluppo sostenibile Raccolta curata dal sito web mobilita&sicurezzastradale ACCORDO di BRISTOL Incontro informale tra i Ministri europei della Politica Urbana CREARE delle COMUNITA SOSTENIBILI in EUROPA Conclusioni della Presidenza Britannica dell UE BRISTOL Dicembre 2005 Meeting

Dettagli

Gioventù in Azione 2007-2013 2013 Gioventù in Azione è: Un programma a comunitario o per i giovani dai 13 ai 30 Promuove la mobilità di gruppo e individuale e le iniziative locali Opera nel campo dell

Dettagli

Il Modello europeo CAF

Il Modello europeo CAF Roma, 11 novembre 2011 Il Modello europeo CAF (Common Assessment Framework) Benedini Italo La visione dell Unione Europea sulla Qualità: un urgente bisogno di rinnovamento Tutte le organizzazioni, private

Dettagli

Dimensioni del cambiamento Dimensione personale

Dimensioni del cambiamento Dimensione personale SINTESI Rilevanza ed effetti dell azione nel campo della fede e della giustizia Un tentativo di identificare, valutare e documentare i risultati e gli impatti dell attività dei partner di Sacrificio Quaresimale

Dettagli

Elementi di progettazione europea Le diverse tipologie di finanziamento europeo e le loro caratteristiche

Elementi di progettazione europea Le diverse tipologie di finanziamento europeo e le loro caratteristiche Elementi di progettazione europea Le diverse tipologie di finanziamento europeo e le loro caratteristiche Antonella Buja Coordinatrice Progetto Europa - Europe Direct - Comune di Modena Le diverse tipologie

Dettagli

Testata IL PICCOLO pag. 17 Data 24/01/2014

Testata IL PICCOLO pag. 17 Data 24/01/2014 Testata IL PICCOLO pag. 17 Data 24/01/2014 Testata GIORNAL.IT pag. / Data 22/01/2014 Lavoro Nuove opportunità lavorative per gli utenti del consorzio Cissaca Al via il Progetto LavorALE di Red Al via il

Dettagli

SEZIONE 0 - DATI IDENTIFICATIVI DEL PROGETTO

SEZIONE 0 - DATI IDENTIFICATIVI DEL PROGETTO 01 Titolo: Sistemi E-Commerce per l Agricoltura SEZIONE 0 - DATI IDENTIFICATIVI DEL PROGETTO 02 Acronimo: Agri@ 03 Soggetto proponente capofila e partenariato operativo 03.1. Denominazione soggetto proponente

Dettagli

La buona prassi AiFOS-SEDIIN

La buona prassi AiFOS-SEDIIN Campagna europea 2014/2015 Insieme per la prevenzione e la gestione dello stress lavoro-correlato La buona prassi AiFOS-SEDIIN Francesco Naviglio, Segretario Generale AiFOS Giovanni De Baggis, RSPP SEDIIN

Dettagli