ICD9CM VER. 2/ / DESCRIZIONE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ICD9CM VER. 2/2010-2010/2011 24 DESCRIZIONE"

Transcript

1 ELENCO DELLE PRINCIPALI DIAGNOSI NELL AMBITO DELL ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA ALLEGATO AL MANUALE TECNICO E TRACCIATO RECORD ASSISTENZA DOMICILIARE SIAD Versione 2/ Rilevazione 2010/2011 Famiglia, Conciliazione,Integrazione e Solidarietà Sociale CODICE ICD9CM VER. 24 DESCRIZIONE 42 INFEZIONE DA VIRUS DELLA IMMUNODEFICIENZA UMANA (HIV) 7054 EPATITE C CRONICA SENZA MENZIONE DI COMA EPATICO 85 ENTERITE BATTERICA NON SPECIFICATA 1190 TUBERCOLOSI POLMONARE NON SPECIFICATA 461 MALATTIA DI JAKOB-CREUTZFELDT 1498 ALTRI TUMORI MALIGNI DI ALTRE E MAL DEFINITE SEDI DELLE LABBRA,DELLA CAVITÀ ORALE E DELLA FARINGE 1509 TUMORI MALIGNI DELL'ESOFAGO,NON SPECIFICATO 1519 TUMORI MALIGNI DELLO STOMACO,NON SPECIFICATO 1539 TUMORI MALIGNI DEL COLON,NON SPECIFICATO 1548 ALTRI TUMORI MALIGNI DEL RETTO,DELLA GIUNZIONE RETTOSIGMOIDEA E DELL'ANO 1550 TUMORI MALIGNI PRIMITIVI DEL FEGATO 1569 TUMORI MALIGNI DELLE VIE BILIARI,NON SPECIFICATE 1579 TUMORI MALIGNI DEL PANCREAS,PARTE NON SPECIFICATA 1619 TUMORI MALIGNI DELLA LARINGE,NON SPECIFICATA 1629 TUMORI MALIGNI DEL BRONCO O POLMONE,NON SPECIFICATO 1639 TUMORI MALIGNI DELLA PLEURA,NON SPECIFICATA 1649 TUMORI MALIGNI DEL MEDIASTINO,NON SPECIFICATO 1717 TUMORI MALIGNI DEL TRONCO,NON SPECIFICATO 1729 MELANOMA CUTANEO,SEDE NON SPECIFICATA 1749 TUMORI MALIGNI DELLA MAMMELLA (DELLA DONNA),NON SPECIFICATA 1769 SARCOMA DI KAPOSI NON SPECIFICATO 179 TUMORI MALIGNI DELL'UTERO,PARTE NON SPECIFICATA 185 TUMORI MALIGNI DELLA PROSTATA 1889 TUMORI MALIGNI DI PARTE NON SPECIFICATA DELLA VESCICA 1890 TUMORI MALIGNI DEL RENE,ECCETTO LA PELVI 1892 TUMORI MALIGNI DELL'URETERE 1899 TUMORI MALIGNI DEGLI ORGANI URINARI,SEDE NON SPECIFICATA 1919 TUMORI MALIGNI DELL'ENCEFALO,NON SPECIFICATO 1922 TUMORI MALIGNI DEL MIDOLLO SPINALE 1929 TUMORI MALIGNI DEL SISTEMA NERVOSO,PARTE NON SPECIFICATA

2 1990 TUMORI MALIGNI DISSEMINATI SENZA INDICAZIONE DELLA SEDE 1991 ALTRI TUMORI MALIGNI SENZA INDICAZIONE DELLA SEDE MALATTIA DI HODGKIN,NON SPECIFICATA,LINFONODI DI SITI MULTIPLI MIELOMA MULTIPLO,SENZA MENZIONE DI REMISSIONE MIELOMA MULTIPLO,IN REMISSIONE 2449 IPOTIROIDISMO NON SPECIFICATO 2459 TIROIDITE NON SPECIFICATA DIABETE MELLITO,TIPO II O NON SPECIFICATO,NON DEFINITO SE SCOMPENSATO,SENZA MENZIONE DI COMPLICAZIONI DIABETE TIPO II O NON SPECIFICATO,NON DEFINITO SE SCOMPENSATO,CON COMPLICAZIONI RENALI DIABETE TIPO II O NON SPECIFICATO,NON DEFINITO SE CONTROLLATO,CON COMPLICAZIONI OCULARI DIABETE TIPO II O NON SPECIFICATO,NON DEFINITO SE SCOMPENSATO,CON COMPLICAZIONI NEUROLOGICHE DIABETE TIPO II O NON SPECIFICATO,NON DEFINITO SE SCOMPENSATO,CON COMPLICAZIONI CIRCOLATORIE PERIFERICHE 261 MARASMA DA DENUTRIZIONE 2630 MALNUTRIZIONE DI GRADO MODERATO 2631 MALNUTRIZIONE DI GRADO LEGGERO 2638 ALTRA MALNUTRIZIONE PROTEICO-CALORICA 2639 MALNUTRIZIONE PROTEICO-CALORICA NON SPECIFICATA 2759 DISORDINI NON SPECIFICATI DEL METABOLISMO DEI MINERALI DISIDRATAZIONE 2769 DISORDINI DEI LIQUIDI E DEGLI ELETTROLITI NON CLASSIFICATI ALTROVE OBESITÀ NON SPECIFICATA OBESITÀ GRAVE 2800 ANEMIA DA CARENZA DI FERRO SECONDARIA A PERDITA EMATICA (CRONICA) 2801 ANEMIA DA CARENZA DI FERRO SECONDARIA AD INADEGUATO APPORTO ALIMENTARE DI FERRO 2809 ANEMIA DA CARENZA DI FERRO,NON SPECIFICATA 2811 ALTRA ANEMIA DA CARENZA DI VITAMINA B ANEMIA DA CARENZA DI FOLATI 2819 ANEMIA DA CARENZA NON SPECIFICATA 2899 MALATTIE DEL SANGUE E DEGLI ORGANI EMATOPOIETICI NON SPECIFICATE 2900 DEMENZA SENILE,NON COMPLICATA DEMENZA PRESENILE,NON DEMENZA PRESENILE CON DELIRIUM DEMENZA PRESENILE CON ASPETTI DELIRANTI DEMENZA PRESENILE CON ASPETTI DEPRESSIVI DEMENZA SENILE CON ASPETTI DEMENZA SENILE CON ASPETTI DEPRESSIVI

3 2903 DEMENZA SENILE CON DELIRIUM DEMENZA VASCOLARE,NON COMPLICATA DEMENZA VASCOLARE CON DELIRIUM DEMENZA VASCOLARE CON DELIRI DEMENZA VASCOLARE CON UMORE DEPRESSO 2908 ALTRE MANIFESTAZIONI PSICOTICHE SENILI 2909 MANIFESTAZIONI PSICOTICHE SENILI NON SPECIFICATE 2912 ALTRE DEMENZE PERSISTENTI INDOTTE DA ALCOOL SINDROME DA ASTINENZA DA ALCOOL DEPRESSIONE MAGGIORE,EPISODIO SINGOLO,NON SPECIFICATO DEPRESSIONE MAGGIORE,EPISODIO RICORRENTE,NON SPECIFICATO 2980 PSICOSI DI TIPO DEPRESSIVO 2989 PSICOSI NON SPECIFICATA AUTISMO INFANTILE,STATO ATTIVO AUTISMO INFANTILE,STATO RESIDUALE PSICOSI NON SPECIFICATA,STATO RESIDUALE STATO ANSIOSO NON SPECIFICATO 3071 ANORESSIA NERVOSA DISTURBO DEL SONNO NON ORGANICO,NON SPECIFICATO ALTRE DISFUNZIONI DELLE FASI DEL SONNO O DEL RISVEGLIO DAL SONNO 3102 SINDROME POST-COMMOTIVA 311 DISTURBO DEPRESSIVO,NON CLASSIFICATO ALTROVE 317 RITARDO MENTALE LIEVE 3181 RITARDO MENTALE GRAVE 3182 RITARDO MENTALE PROFONDO 319 RITARDO MENTALE NON SPECIFICATO INSONNIA DOVUTA A DISTURBI PSICHICI 3310 MALATTIA DI ALZHEIMER MALATTIA DI PICK ALTRE DEMENZE FRONTOTEMPORALI 3312 DEGENERAZIONE SENILE DELL'ENCEFALO 3320 PARALISI AGITANTE 3321 PARKINSONISMO SECONDARIO 3330 ALTRE MALATTIE DEGENERATIVE DEI NUCLEI DELLA BASE 3331 TREMORE ESSENZIALE ED ALTRE FORME SPECIFICATE DI TREMORE 3334 COREA DI HUNTINGTON

4 3335 ALTRE FORME DI COREA MALATTIA EXTRAPIRAMIDALE NON SPECIFICATA E DISTURBI DEL MOVIMENTO 3349 MALATTIE SPINOCEREBELLARI,NON SPECIFICATE ATROFIA MUSCOLARE SPINALE,NON SPECIFICATA SCLEROSI LATERALE AMIOTROFICA ATROFIA MUSCOLARE PROGRESSIVA PARALISI BULBARE PROGRESSIVA PARALISI PSEUDOBULBARE SCLEROSI LATERALE PRIMARIA ALTRE MALATTIE DEL MOTONEURONE 3358 ALTRE MALATTIE DELLE CELLULE DELLE CORNA ANTERIORI 3359 MALATTIE DELLE CELLULE DELLE CORNA ANTERIORI,NON SPECIFICATE 3379 DISTURBO NON SPECIFICATO DEL SISTEMA NERVOSO AUTONOMO 3380 SINDROME DA DOLORE CENTRALE DOLORE CRONICO DA TRAUMA ALTRO DOLORE CRONICO POST-OPERATORIO ALTRO DOLORE CRONICO 3383 DOLORE CORRELATO A NEOPLASIA (ACUTO) (CRONICO) 3384 SINDROME DA DOLORE CRONICO 340 SCLEROSI MULTIPLA 3419 MALATTIA DEMIELINIZZANTE DEL SISTEMA NERVOSO CENTRALE,NON SPECIFICATA EMIPLEGIA FLACCIDA ED EMIPARESI A SEDE EMISFERICA NON SPECIFICATA EMIPLEGIA SPASTICA ED EMIPARESI A SEDE EMISFERICA NON SPECIFICATA ALTRA EMIPLEGIA SPECIFICATA ED EMIPARESI A SEDE EMISFERICA NON SPECIFICATA EMIPLEGIA NON SPECIFICATA ED EMIPARESI A SEDE EMISFERICA NON SPECIFICATA 3439 PARALISI CEREBRALE INFANTILE,NON SPECIFICATA 3441 PARAPLEGIA MONOPLEGIA DELL'ARTO INFERIORE A SEDE EMISFERICA NON SPECIFICATA MONOPLEGIA DELL'ARTO SUPERIORE A SEDE EMISFERICA NON SPECIFICATA 3445 MONOPLEGIA NON SPECIFICATA CAUDA EQUINA SENZA VESCICA NEUROLOGICA CAUDA EQUINA CON VESCICA NEUROLOGICA SINDROME DELL'UOMO INCATENATO (S. Locked-in) ALTRA SINDROME PARALITICA SPECIFICATA 3449 PARALISI,NON SPECIFICATA EPILESSIA GENERALIZZATA NON CONVULSIVA,CON EPILESSIA NON TRATTABILE

5 3481 DANNO ENCEFALICO DA ANOSSIA (Coma post anossico) ENCEFALOPATIA NON SPECIFICATA ENCEFALOPATIA METABOLICA 3485 EDEMA CEREBRALE 3501 NEVRALGIA DEL TRIGEMINO 3532 LESIONI RADICOLARI CERVICALI NON CLASSIFICATE ALTROVE 3533 LESIONI RADICOLARI TORACICHE NON CLASSIFICATE ALTROVE 3534 LESIONI RADICOLARI LOMBOSACRALI NON CLASSIFICATE ALTROVE 3536 SINDROME DELL'ARTO FANTASMA 3540 SINDROME DEL TUNNEL CARPALE 3572 POLINEUROPATIA IN DIABETE 3573 POLINEUROPATIA IN TUMORI MALIGNI 3574 POLINEUROPATIA IN ALTRE MALATTIE CLASSIFICATE ALTROVE 3575 POLINEUROPATIA ALCOOLICA 3576 POLINEUROPATIA DA FARMACI 3591 DISTROFIA MUSCOLARE PROGRESSIVA EREDITARIA 3599 MIOPATIA NON SPECIFICATA DEGENERAZIONE MACULARE (SENILE) DELLA RETINA,NON SPECIFICATA 3659 GLAUCOMA NON SPECIFICATO 3669 CATARATTA NON SPECIFICATA 3682 DIPLOPIA 3689 DISTURBI VISIVI NON SPECIFICATI 3699 PERDITA DELLA VISTA NON SPECIFICATA CONGIUNTIVITE CRONICA,NON SPECIFICATA DISTURBI DELL'OCCHIO,NON SPECIFICATI ALTRE OTITI ESTERNE CRONICHE VERTIGINI PERIFERICHE,NON SPECIFICATE 3897 SORDOMUTISMO,NON CLASSIFICABILE ALTROVE 3899 SORDITÀ NON SPECIFICATA CARDIOPATIA IPERTENSIVA NON SPECIFICATA SENZA INSUFFICIENZA CARDIACA 4019 IPERTENSIONE ESSENZIALE NON SPECIFICATA CARDIOPATIA IPERTENSIVA NON SPECIFICATA CON INSUFFICIENZA CARDIACA 4110 SINDROME POST-INFARTUALE 412 INFARTO MIOCARDICO PREGRESSO 4149 CARDIOPATIA ISCHEMICA CRONICA NON SPECIFICATA 4169 MALATTIA CARDIOPOLMONARE CRONICA,NON SPECIFICATA

6 42731 FIBRILLAZIONE ATRIALE 4275 ARRESTO CARDIACO 4280 INSUFFICIENZA CARDIACA CONGESTIZIA NON SPECIFICATA (SCOMPENSO CARDIACO CONGESTIZIO NON SPECIFICATO) 4281 INSUFFICIENZA DEL CUORE SINISTRO (SCOMPENSO CARDIACO SINISTRO) 4289 INSUFFICIENZA CARDIACA NON SPECIFICATA (SCOMPENSO CARDIACO NON SPECIFICATO) 4329 EMORRAGIA INTRACRANICA NON SPECIFICATA TROMBOSI CEREBRALE SENZA MENZIONE DI INFARTO CEREBRALE TROMBOSI CEREBRALE CON INFARTO CEREBRALE 4359 ISCHEMIA CEREBRALE TRANSITORIA NON SPECIFICATA DEFICIT NELLA PAROLA E NEL LINGUAGGIO,NON SPECIFICATO AFASIA DISFASIA EMIPLEGIA A SEDE EMISFERICA NON SPECIFICATA 4387 DISTURBI DELLA VISTA APRASSIA DISFAGIA ATASSIA 4389 POSTUMI NON SPECIFICATI DI MALATTIE CEREBROVASCOLARI ATEROSCLEROSI DELLE ARTERIE NATIVE DEGLI ARTI,NON SPECIFICATA ATEROSCLEROSI DELLE ARTERIE NATIVE DEGLI ARTI CON CLAUDICAZIONE INTERMITTENTE ATEROSCLEROSI DELLE ARTERIE NATIVE DEGLI ARTI CON DOLORE A RIPOSO ATEROSCLEROSI DELLE ARTERIE NATIVE DEGLI ARTI CON ULCERAZIONI ATEROSCLEROSI DELLE ARTERIE NATIVE DEGLI ARTI CON GANGRENA 4449 EMBOLIA E TROMBOSI DI ARTERIA NON SPECIFICATA 4512 FLEBITE E TROMBOFLEBITE DELLE ESTREMITÀ INFERIORI,NON SPECIFICATE FLEBITE E TROMBOFLEBITE NON SPECIFICATE DELLE ESTREMITÀ SUPERIORI EMBOLIA VENOSA E TROMBOSI DI VASI PROFONDI NON SPECIFICATI DEGLI ARTI INFERIORI 4540 VARICI DEGLI ARTI INFERIORI CON ULCERA (lesioni vascolari venose) 4570 SINDROME LINFADEMATOSA POSTMASTECTOMIA SINDROME POSTFLEBITICA SENZA COMPLICAZIONI SINDROME POSTFLEBITICA CON ULCERA(lesioni vascolari venose) SINDROME POSTFLEBITICA CON INFIAMMAZIONE 4919 BRONCHITE CRONICA NON SPECIFICATA ASMA,TIPO NON SPECIFICATO 496 OSTRUZIONI CRONICHE DELLE VIE RESPIRATORIE,NON CLASSIFICATE ALTROVE (BPCO) 5070 POLMONITE DA INALAZIONE DI CIBO O VOMITO (ab ingestis)

7 5078 POLMONITE DA ALTRI SOLIDI E LIQUIDI INSUFFICIENZA RESPIRATORIA CRONICA COMPLICAZIONE NON SPECIFICATA DI TRACHEOSTOMIA INFEZIONE DI TRACHEOSTOMIA COMPLICAZIONE MECCANICA DI TRACHEOSTOMIA COMPLICAZIONE DI TRACHEOSTOMIA EDENTULISMO COMPLETO, NON SPECIFICATO STOMATITE E MUCOSITE, NON SPECIFICATE MUCOSITE (ULCERATIVA) DOVUTA A TERAPIA ANTINEOPLASTICA 5282 AFTOSI ORALE ESOFAGITE DA REFLUSSO GASTRITE E GASTRODUODENITE NON SPECIFICATE SENZA MENZIONE DI EMORRAGIA GASTRITE E GASTRODUODENITE NON SPECIFICATE CON EMORRAGIA COMPLICAZIONE NON SPECIFICATA DI GASTROSTOMIA (lesioni cutanee in PEG) INTASAMENTO DELL'INTESTINO,NON SPECIFICATO COSTIPAZIONE,NON SPECIFICATA 5645 DIARREA FUNZIONALE 5650 RAGADE ANALE EPATITE CRONICA,NON SPECIFICATA 5799 MALASSORBIMENTO INTESTINALE NON SPECIFICATO 5859 MALATTIA RENALE CRONICA, NON SPECIFICATA 586 INSUFFICIENZA RENALE,NON SPECIFICATA 5939 PATOLOGIA NON SPECIFICATA DEL RENE E DELL'URETERE 5959 CISTITI,NON SPECIFICATE 5997 EMATURIA 6029 PATOLOGIA NON SPECIFICATA DELLA PROSTATA 6039 IDROCELE NON SPECIFICATO 6071 BALANOPOSTITE VAGINITE E VULVOVAGINITE,NON SPECIFICATE 6184 PROLASSO UTERO-VAGINALE,NON SPECIFICATO FLEMMONE E ASCESSO,NON SPECIFICATO DERMATITE DA ALTRE RADIAZIONI 6930 DERMATITE DA FARMACI E MEDICAMENTI O PRESIDI 6949 DERMATOSI BOLLOSE NON SPECIFICATE 6982 PRURIGO ULCERAZIONE DA DECUBITO DEL GOMITO(LDD)

8 70702 ULCERAZIONE DA DECUBITO,PARTE SUPERIORE DEL DORSO(LDD scapolari) ULCERAZIONE DA DECUBITO,PARTE INFERIORE DEL DORSO(LDD) ULCERAZIONE DA DECUBITO DELL'ANCA(LDD) ULCERAZIONE DA DECUBITO DELLA NATICA(LDD sacrale)) ULCERAZIONE DA DECUBITO DELLA CAVIGLIA(LDD) ULCERAZIONE DA DECUBITO DEL TALLONE(LDD) ULCERAZIONE DA DECUBITO DI ALTRO SITO(LDD, testa, orecchie) ULCERA DEGLI ARTI INFERIORI,PARTE NON SPECIFICATA (lesioni vascolari arteriose) ULCERA DELLA COSCIA(lesioni vascolari arteriose) ULCERA DEL POLPACCIO(lesioni vascolari arteriose) ULCERA DELLA CAVIGLIA(lesioni vascolari arteriose) ULCERA DEL TALLONE E DEL TARSO-METATARSO(lesioni vascolari arteriose) ULCERA DI ALTRE PARTI DEL PIEDE(lesioni vascolari arteriose) ULCERA DI ALTRE PARTI DEGLI ARTI INFERIORI(lesioni vascolari arteriose) 7078 ULCERAZIONI CRONICHE DI ALTRE SEDI SPECIFICATE(lesioni vascolari arteriose) 7140 ARTRITE REUMATOIDE ARTROSI GENERALIZZATA,SEDI NON SPECIFICATE ARTROSI GENERALIZZATA,SEDI MULTIPLE ANCHILOSI SEDE NON SPECIFICATA ANCHILOSI DI SEDI MULTIPLE OSTEOMIELITE CRONICA,SEDE NON SPECIFICATA OSTEOPOROSI NON SPECIFICATA FRATTURA PATOLOGICA,SEDE NON SPECIFICATA 7580 SINDROME DI DOWN STATO VEGETATIVO PERSISTENTE (nei bambini) ALTRE ALTERAZIONI DELLA COSCIENZA(nei bambini) 7806 FEBBRE(nei bambini) 7821 RASH ED ALTRE ERUZIONI CUTANEE NON SPECIFICHE(nei bambini) 7876 INCONTINENZA FECALE RITENZIONE NON SPECIFICATA DI URINA INCONTINENZA NON SPECIFICATA DI URINA 7895 ASCITE 7993 DEBILITÀ,NON SPECIFICATA 7994 CACHESSIA 9050 POSTUMI DI FRATTURE DEL CRANIO E DELLE OSSA DELLA FACCIA 9051 POSTUMI DI FRATTURE DELLA COLONNA VERTEBRALE E DEL TRONCO SENZA MENZIONE DI LESIONI DEL MIDOLLO SPINALE

9 9052 POSTUMI DI FRATTURE DEGLI ARTI SUPERIORI 9053 POSTUMI DI FRATTURE DEL COLLO DEL FEMORE 9054 POSTUMI DI FRATTURE DEGLI ARTI INFERIORI 9056 POSTUMI DI LUSSAZIONI 9060 POSTUMI DI FERITE DELLA TESTA,DEL COLLO E DEL TRONCO 9062 POSTUMI DI TRAUMATISMI SUPERFICIALI (anche per lesioni cutanee post traumatiche) 9063 POSTUMI DI CONTUSIONI 9064 POSTUMI DI SCHIACCIAMENTO 9069 POSTUMI DI USTIONI DI SEDE NON SPECIFICATE 9089 POSTUMI DI TRAUMATISMO NON SPECIFICATO 9092 POSTUMI DI RADIAZIONI 9093 POSTUMI DI COMPLICAZIONI DI CURE MEDICHE E CHIRURGICHE 9095 POSTUMI DI EFFETTI SFAVOREVOLI DA FARMACI,MEDICINALI O ALTRI PRODOTTI BIOLOGICI MALTRATTAMENTO DI ADULTO,NON SPECIFICATO INFEZIONE E REAZIONE INFIAMMATORIA DA PROTESI,IMPIANTI E INNESTI NON SPECIFICATI 9986 FISTOLA POSTOPERATORIA PERSISTENTE,NON CLASSIFICATA ALTROVE FERITA CHIRURGICA NON CICATRIZZATA V08 STATO INFETTIVO ASINTOMATICO DA VIRUS DA IMMUNODEFICIENZA UMANA (HIV) V4984 CONDIZIONE DI ALLETTAMENTO V5631 EMODIALISI V5632 DIALISI PERITONEALE V5861 USO A LUNGO TERMINE (IN CORSO) DI ANTICOAUGULANTI

MALATTIE E CONDIZIONI CHE DANNO DIRITTO ALL'ESENZIONE

MALATTIE E CONDIZIONI CHE DANNO DIRITTO ALL'ESENZIONE ALLEGATO A DEFINIZIONE DI MALATTIA 253.0 ACROMEGALIA E GIGANTISMO 001.253.0 ACROMEGALIA E GIGANTISMO 414 ALTRE FORME DI CARDIOPATIA ISCHEMICA 002.414 CRONICA 416 MALATTIA CARDIOPOLMONARE CRONICA 002.416

Dettagli

AFFEZIONI DEL SISTEMA CIRCOLATORIO CRONICA. (Escluso:.453.0 Sindrome di Budd-Chiari)

AFFEZIONI DEL SISTEMA CIRCOLATORIO CRONICA. (Escluso:.453.0 Sindrome di Budd-Chiari) Codice esenzione Definizione di malattia Malattia o Condizione DURATA MINIMA DELLA TESSERA DI ESENZIONE 001.253.0 ACROMEGALIA E GIGANTISMO ACROMEGALIA E GIGANTISMO 002.414 ALTRE FORME DI CARDIOPATIA ISCHEMICA

Dettagli

ALLEGATO 1 - II parte

ALLEGATO 1 - II parte CLASSIFICAZIONE INTERNAZIONALE DELLE MALATTIE - ICD-9-CM MALATTIE E CONDIZIONI CHE DANNO DIRITTO ALL'ESENZIONE DALLA PARTECIPAZIONE AL Codice Definizione di malattia Codice esenzione 394 MALATTIE DELLA

Dettagli

L ASSISTENZA SANITARIA NELLE STRUTTURE RESIDENZIALI

L ASSISTENZA SANITARIA NELLE STRUTTURE RESIDENZIALI L ASSISTENZA SANITARIA NELLE STRUTTURE RESIDENZIALI L attività del medico di medicina generale Modena, 24 febbraio 2007 ASSISTENZA SANITARIA NELLE STRUTTURE RESIDENZIALI Assistenza domiciliare integrata

Dettagli

VARIAZIONI CODICI ICD9-CM

VARIAZIONI CODICI ICD9-CM 1997 2002 Var.% DIAGNOSI 11.493 11.745 +2.19 INTERVENTI 3.543 3.582 +1.10 TOTALE 15.036 15.327 +1.94 Diagnosi Interventi Nuovi codici Nuove descrizioni Diagnosi Capitoli Nuovi Nuove Codici codici descrizioni

Dettagli

INTERNAZIONALE DELLE MALATTIE - ICD-9-CM MALATTIE E CONDIZIONI CHE DANNO DIRITTO ALL'ESENZIONE DALLA PARTECIPAZIONE AL COSTO

INTERNAZIONALE DELLE MALATTIE - ICD-9-CM MALATTIE E CONDIZIONI CHE DANNO DIRITTO ALL'ESENZIONE DALLA PARTECIPAZIONE AL COSTO 253.0 ACROMEGALIA E GIGANTISMO 001.253.0 ACROMEGALIA E GIGANTISMO 394 MALATTIE DELLA VALVOLA MITRALE 002.394 AFFEZIONI DEL SISTEMA CIRCOLATORIO 395 MALATTIE DELLA VALVOLA AORTICA 002.395 AFFEZIONI DEL

Dettagli

(0,1.8] (1.8,2.41] (2.41,5.94] (5.94,10.2] (10.2,10.9]

(0,1.8] (1.8,2.41] (2.41,5.94] (5.94,10.2] (10.2,10.9] Uomini, Malattie infettivo e parassitarie, eta' : Tutte le età (0,1.8] (1.8,2.41] (2.41,5.94] (5.94,10.2] (10.2,10.9] Uomini, Tubercolosi, eta' : Tutte le età ( 0 ) ( 1.37 ) Uomini, Tubercolosi polmonare,

Dettagli

(0,1.37] (1.37,2.84] (2.84,4.7] (4.7,5.43] (5.43,9.75]

(0,1.37] (1.37,2.84] (2.84,4.7] (4.7,5.43] (5.43,9.75] Donne, Malattie infettivo e parassitarie, eta' : Tutte le età (0,1.37] (1.37,2.84] (2.84,4.7] (4.7,5.43] (5.43,9.75] Donne, Tubercolosi, eta' : Tutte le età ( 0 ) ( 0.15 ) Donne, Tubercolosi polmonare,

Dettagli

SCHEDA MEDICA INFORMATIVA

SCHEDA MEDICA INFORMATIVA IdL 8 Edizione n 07 del 01/01/2009 Pagina 1 di 7 REDAZIONE RQ APPROVAZIONE DG Dott.ssa Gavioli Roberta Dott.ssa Cavalieri Luisa Idl 8 Edizione n 07 del 01/01/2009 Pag.2 di 6 SCHEDA MEDICA INFORMATIVA (

Dettagli

( ) %'!"#$%!&'(!)*%%+!,-.$%!$/ $%!&.$%!*# 0 # $, $%!-'(!)"$& +1 (( (!)*%%!"(!!($%!&(

( ) %'!#$%!&'(!)*%%+!,-.$%!$/ $%!&.$%!*# 0 # $, $%!-'(!)$& +1 (( (!)*%%!(!!($%!&( !"##"$!"#!" %&#' ) %'!"#$%!&'!)*%%+!,-.$%!$/ $%!&.$%!*# 0 # $, $%!-'!)"$& +1!)*%%!"!!$%!&!,-.$%!$/ $%!&.$%!*# 2 & * ## $! #!"! "!""!+"&#,-!&! 1/3 4#56!7#5 # 8 1#/ 3 ' *,,!9%"$%!- 8 / #8,*)$!*:$9%"$%!-'

Dettagli

GESTIONE TELESOCCORSO Linea Vita

GESTIONE TELESOCCORSO Linea Vita GESTIONE TELESOCCORSO Linea Vita SCHEDA SANITARIA La presente scheda deve essere compilata a discrezione del medico curante che dovrà indicare le patologie che ritiene opportuno segnalare nel caso di attivazione

Dettagli

Regione Lombardia. (Intestazione dell Ente)

Regione Lombardia. (Intestazione dell Ente) All ASL di BRESCIA Regione Lombardia. (Intestazione dell Ente) CERTIFICAZIONE ai sensi dell art. 4, comma 1 del Decreto Ministero Sanità 28 maggio 1999, n. 329 Regolamento recante norme di individuazione

Dettagli

ANNO 2006 Totale Provincia 4047

ANNO 2006 Totale Provincia 4047 ANNO 2006 Totale Provincia 4047 Codice Distretto Totale 93 Comuni Distretto Comune testo Totale 37 Patologia 1 TUMORI MALIGNI DELL'OROFARIGE Patologia 1 3 Patologia 1 TUMORI MALIGNI DEL COLON Patologia

Dettagli

CAPITOLO 5 LA MORTALITA EVITABILE

CAPITOLO 5 LA MORTALITA EVITABILE CAPITOLO 5 LA MORTALITA EVITABILE CAP 5 LA MORTALITA EVITABILE 5.1 LA MORTALITA EVITABILE PER TIPOLOGIA D INTERVENTO In accordo con quanto indicato dalla letteratura internazionale più recente e accreditata,

Dettagli

ANNO 2004 Totale Provincia 3796

ANNO 2004 Totale Provincia 3796 ANNO 2004 Totale Provincia 3796 Codice Distretto 7 Totale 640 Comuni Distretto Sciacca - Menfi - Caltabellotta - Santa Margherita Belice - Montevago - Sambuca di Sicilia Comune testo Caltabellotta Totale

Dettagli

Convenzione sulle diagnosi e i codici di diagnosi

Convenzione sulle diagnosi e i codici di diagnosi Versione 27.03.02 Allegato 4 Convenzione sulle diagnosi e i codici di diagnosi Sulla base dell'art. 9, cpv. 7, lett. g del contratto base TARMED del 27.03.02, dell'art. 42 LAMal e dell'art. 59 OAMal, le

Dettagli

ANNO 2003. Totale Provincia 4342. Codice Distretto 7 Totale 780

ANNO 2003. Totale Provincia 4342. Codice Distretto 7 Totale 780 ANNO 2003 Totale Provincia 4342 Codice Distretto 7 Totale 780 Comuni Distretto Sciacca - Menfi - Caltabellotta - Santa Margherita Belice - Montevago - Sambuca di Sicilia Comune testo Caltabellotta Totale

Dettagli

DRG s: risposta compatibile con la medicina della complessità? Anna Micaela Ciarrapico Università di Roma Tor Vergata

DRG s: risposta compatibile con la medicina della complessità? Anna Micaela Ciarrapico Università di Roma Tor Vergata DRG s: risposta compatibile con la medicina della complessità? Anna Micaela Ciarrapico Università di Roma Tor Vergata DRG s Metodo adeguato di valutazione, valorizzazione e gestione della complessità??

Dettagli

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI Daniela Livadiotti Società Italiana di Medicina di Prevenzione e degli Stili di Vita INVECCHIAMENTO L invecchiamento può essere definito come la regressione

Dettagli

La sincope: Modalità di codifica

La sincope: Modalità di codifica GIAC Volume 6 Numero 3 Settembre 2003 NOTE DI ECONOMIA SANITARIA La sincope: Modalità di codifica a cura di AIAC e Medtronic G Ital Aritmol Cardiostim 2003;3:152-157 S econdo il recente accordo Stato-Regioni,

Dettagli

Decessi per causa. Causa1 Causa2 Maschi Femmine Totale

Decessi per causa. Causa1 Causa2 Maschi Femmine Totale Decessi per causa Causa1 Causa2 Maschi Femmine Totale Condizioni morbose di origine perinatale Disturbi relativi a gestazione breve e a basso peso alla nascita non specificato 4 0 4 4 0 4 Disturbi psichici

Dettagli

001.253.0 acromegalia e gigantismo

001.253.0 acromegalia e gigantismo 253.0 394 395 396 397 414 416 417 424 426 ACROMEGALIA E GIGANTISMO MALATTIE DELLA VALVOLA MITRALE MALATTIE DELLA VALVOLA AORTICA MALATTIE DELLE VALVOLE MITRALE E AORTICA MALATTIE DI ALTRE STRUTTURE ENDOCARDICHE

Dettagli

LA CODIFICA DEI TUMORI

LA CODIFICA DEI TUMORI LA CODIFICA DEI TUMORI San Severino Marche, 22 novembre 2007 Stefano Brocco Obiettivo Evidenziare le peculiarità ed i principi nella codifica dei tumori nella schede di morte con ICD10 - Classificazione

Dettagli

Principali differenze ICD9-ICD10

Principali differenze ICD9-ICD10 Principali differenze - La decima versione della classificazione internazionale delle malattie e dei problemi sanitari correlati si pone in continuità con le precedenti versioni per quanto riguarda i principi

Dettagli

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E L ALIMENTAZIONE LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI DANIELA LIVADIOTTI INVECCHIAMENTO L invecchiamento può essere definito come la regressione delle funzioni

Dettagli

DIETA E PATOLOGIA SCIENZE TECNICHE DIETETICHE APPLICATE DEFINIZIONE DI SALUTE O.M.S. 19/04/16 NUTRIZIONE E SALUTE. Binomio strettamente correlato

DIETA E PATOLOGIA SCIENZE TECNICHE DIETETICHE APPLICATE DEFINIZIONE DI SALUTE O.M.S. 19/04/16 NUTRIZIONE E SALUTE. Binomio strettamente correlato SCIENZE TECNICHE DIETETICHE APPLICATE Paolo E. Macchia pmacchia@unina.it 081 7462108 Fa che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo NUTRIZIONE E Salute Nutrizione I nutrienti negli

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI Cognome. Nome. Data di Nascita 21-01-1958 Qualifica. Medico di Medicina Generale E-mail istituzionale

INFORMAZIONI PERSONALI Cognome. Nome. Data di Nascita 21-01-1958 Qualifica. Medico di Medicina Generale E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome COLOMBO Nome GIOVANNI Data di Nascita 21-01-1958 Qualifica Medico di Medicina Generale E-mail istituzionale Giovanni.colombo2@crs.lombardia.it telefono 029682495 TITOLI DI

Dettagli

INDICE SEVERITA DI MALATTIA (ISM)

INDICE SEVERITA DI MALATTIA (ISM) INDICE SEVERITA DI MALATTIA (ISM) A) Cardiopatia organica: valvulopatie, endo-mio-pericardite, aritmie secondarie a tali patologie NYHA 1: asintomaticità, solo segni strumentali (ECG o ECOcardio) e/o minimi

Dettagli

Relazione sanitaria 1.6 a cura del medico curante per l ingresso al CDI

Relazione sanitaria 1.6 a cura del medico curante per l ingresso al CDI Relazione sanitaria 1.6 a cura del medico curante per l ingresso al CDI ente morale con personalità giuridica di diritto privato fondato nel 1594 Sig./ra luogo e data di nascita Sezione 1. Patologie presenti

Dettagli

PROTOCOLLI DI IDONEITÀ ALLA GUIDA

PROTOCOLLI DI IDONEITÀ ALLA GUIDA PROTOCOLLI DI IDONEITÀ ALLA GUIDA Malattie neurologiche Patologia Patente A-B Patente C-D-E Accertamenti Idoneità Non idoneità Idoneità Non idoneità Paraplegia spastica da: Lesione midollare Sclerosi multipla

Dettagli

Campagna di vaccinazione antinfluenzale 2013-2014

Campagna di vaccinazione antinfluenzale 2013-2014 Campagna di vaccinazione antinfluenzale 2013-2014 E p.c. Egr. Direttore Dipartimento Cure Primarie ASL Lecco Dott. Valter Valsecchi Valmadrera 10.10.2013 Egr. Sig. Sindaco Comune di Valmadrera via Roma

Dettagli

MALATTIE DELL APPARATO URINARIO

MALATTIE DELL APPARATO URINARIO MALATTIE DELL APPARATO URINARIO Diuresi = quantità di urina emessa nelle 24ore (1500 ml) Sintomi e segni legati all apparato urinario: - Ematuria = sangue nelle urine - piuria = pus nelle urine - oliguria

Dettagli

EPIDEMIOLOGIA CARDIOPATIA ISCHEMICA 1 CAUSA DI MORTE IN ITALIA 44% DI TUTTI I DECESSI ANNUI TOLGONO OGNI ANNO OLTRE 300.000 NEGLI UOMINI E 68

EPIDEMIOLOGIA CARDIOPATIA ISCHEMICA 1 CAUSA DI MORTE IN ITALIA 44% DI TUTTI I DECESSI ANNUI TOLGONO OGNI ANNO OLTRE 300.000 NEGLI UOMINI E 68 1 OBIETTIVI RICONOSCERE LE PRINCIPALI PATOLOGIE CARDIOCEREBRO VASCOLARI, CHE RICHIEDONO L ATTIVAZIONE DEL SISTEMA D EMERGENZA CON UN FOCUS PARTICOLARE SU ICTUS ED IMA IDENTIFICARE IL RUOLO DEL SOCCORRITORE

Dettagli

Capitolo 5_d URGENZE MEDICHE ADULTO

Capitolo 5_d URGENZE MEDICHE ADULTO Capitolo 5_d URGENZE MEDICHE ADULTO 1 OBIETTIVI RICONOSCERE LE PRINCIPALI PATOLOGIE NEUROLOGICHE CHE PROVOCANO ALTERAZIONI DELLA COSCIENZA IDENTIFICARE I SEGNI E SINTOMI DI: SINCOPE, CONVULSIONI, MENINGITE,

Dettagli

D.M. 28 maggio 1999, n.329. (Supplemento Ordinario alla G.U. 25 settembre 1999, n.226.) NOTE ESPLICATIVE

D.M. 28 maggio 1999, n.329. (Supplemento Ordinario alla G.U. 25 settembre 1999, n.226.) NOTE ESPLICATIVE D.M. 28 maggio 1999, n.329. (Supplemento Ordinario alla G.U. 25 settembre 1999, n.226.) Regolamento recante norme di individuazione delle malattie croniche e invalidanti NOTE ESPLICATIVE Novembre 1999

Dettagli

N cartella N ricovero Cognome Nome Data di nascita

N cartella N ricovero Cognome Nome Data di nascita Io sottoscritto/a, DICHIARO di essere stato/a esaurientemente informato/a, dal Dr. riguardo all intervento di: In particolare, mi è stato spiegato che: La gastrostomia percutanea (PEG) è un dispositivo

Dettagli

Ordinari Acuti - Diagnosi

Ordinari Acuti - Diagnosi Ordinari Acuti - Diagnosi DRG Descrizione DRG Diagnosi Principale Descrizione Diagnosi principale Frequenza 013 Sclerosi multipla e atassia cerebellare 340 Sclerosi multipla 90 013 Sclerosi multipla e

Dettagli

REGOLE DI SELEZIONE DELLA CAUSA DI MORTE REGOLE PER LA SELEZIONE DELLA CAUSA INIZIALE. (ICD X)

REGOLE DI SELEZIONE DELLA CAUSA DI MORTE REGOLE PER LA SELEZIONE DELLA CAUSA INIZIALE. (ICD X) REGOLE DI SELEZIONE DELLA CAUSA DI MORTE REGOLE PER LA SELEZIONE DELLA CAUSA INIZIALE. (ICD X) Causa iniziale di morte. La codifica è : Un atto di umiltà nei confronti del medico curante Che ha assistito

Dettagli

Disturbi ossessivi compulsivi? Sono disturbi invalidanti? Trattamento farmacologico?

Disturbi ossessivi compulsivi? Sono disturbi invalidanti? Trattamento farmacologico? ALCUNE DOMANDE DEL COMPITO SCRITTO DI NEUROLOGIA DEL 31 GENNAIO Mielite trasversa, caratteristiche cliniche. SLA Lobo più colpito nel morbo d Alzheimer Sede più frequente di emorragia intraparenchimale

Dettagli

Corso di Laurea in FISIOTERAPIA

Corso di Laurea in FISIOTERAPIA Disciplina: MEDICINA INTERNA Docente: Prof. Alessandro SQUIZZATO Scopo del corso è la trattazione sistematica delle più comuni patologie della Medicina Interna e delle sue principali Specializzazioni.

Dettagli

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA Codice Descrizione DRG 006 Decompressione tunnel carpale Allegato 6 A 008 INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI

Dettagli

TABELLA DI CORRISPONDENZA

TABELLA DI CORRISPONDENZA TABELLA DI CORRISPONDENZA CLASSIFICAZIONE INTERNAZIONALE DELLE MALATTIE - ICD- 9-CM MALATTIE E CONDIZIONI CRONICHE O INVALIDANTI CHE DANNO DIRITTO ALL'ESENZIONE DALLA PARTECIPAZIONE AL COSTO ICD9CM DEFINIZIONE

Dettagli

COSA SIGNIFICA: MALATTIA AUTOIMMUNE SISTEMICA? MALATTIA REUMATICA INFIAMMATORIA CRONICA?

COSA SIGNIFICA: MALATTIA AUTOIMMUNE SISTEMICA? MALATTIA REUMATICA INFIAMMATORIA CRONICA? COSA SIGNIFICA: MALATTIA AUTOIMMUNE SISTEMICA? MALATTIA REUMATICA INFIAMMATORIA CRONICA? 1 COSA SIGNIFICA MALATTIA AUTOIMMUNE SISTEMICA? Le patologie autoimmuni sistemiche rappresentano condizioni poco

Dettagli

SISTEMA NERVOSO. Comitato locale CRI Firenze

SISTEMA NERVOSO. Comitato locale CRI Firenze SISTEMA NERVOSO Comitato locale CRI Firenze SISTEMA NERVOSO Struttura CENTRALE: Encefalo (cervello, cervelletto, tronco) Midollo spinale NB: non confondere Il midollo spinale con il midollo osseo!!! PERIFERICO:

Dettagli

L Infermiere Specialist

L Infermiere Specialist COLLANA DI CORSI FAD - 30 crediti ECM Corsi formativi a distanza con libri professionalizzanti per l infermiere Undici corsi di formazione a distanza per l infermiere I bisogni di salute emergenti nella

Dettagli

002.394 AFFEZIONI DEL SISTEMA CIRCOLATORIO (escluso: 453.0 sindrome di Budd-Chiari)

002.394 AFFEZIONI DEL SISTEMA CIRCOLATORIO (escluso: 453.0 sindrome di Budd-Chiari) CODICE DEFINIZIONE DI MALATTIA CODICE ESENZIONE Malattia o Condizione 253.0 ACROMEGALIA E GIGANTISMO 001.253.0 ACROMEGALIA E GIGANTISMO 394 MALATTIE DELLA VALVOLA MITRALE 395 MALATTIE DELLA VALVOLA AORTICA

Dettagli

2. ASPETTI DELLA SALUTE

2. ASPETTI DELLA SALUTE Vengono di seguito descritti, in due capitoli specifici, i principali fattori di rischio per la salute della popolazione ed i principali esiti di salute in termini di morbosità e mortalità delle malattie

Dettagli

Contenuti Secondo la metodologia indicata negli obiettivi intermedi processo di assistenza infermieristica verranno trattati i seguenti contenuti:

Contenuti Secondo la metodologia indicata negli obiettivi intermedi processo di assistenza infermieristica verranno trattati i seguenti contenuti: Insegnamento: MEDICINA CLINICA SPECIALISTICA e INFERMIERISTICA in MEDICINA CLINICA SPECIALISTICA Crediti Formativi (CFU) 9 Moduli Infermieristica in Medicina clinica specialistica Oncologia Medica Neurologia

Dettagli

Inquadramento Diagnostico delle Malattie Neuromotorie

Inquadramento Diagnostico delle Malattie Neuromotorie Inquadramento Diagnostico delle Malattie Neuromotorie Giancarlo Di Battista, Marialaura Santarelli Neurologia - ACO San Filippo Neri disabilità neuromotoria Insieme di deficit motori di diversa natura

Dettagli

1. Indice di mortalità

1. Indice di mortalità MORTALITÀ 1. Indice di mortalità ANNI INDICE DI MORTALITA 1990 10,16 1991 10,15 1992 10,12 1993 10,39 1994 10,16 1995 10,51 1996 10,30 1997 10,44 1998 10,68 1999 10,93 2000 10,46 2001 10,37 Nota: per

Dettagli

SCHEDA ANAGRAFICA UTENTE TELESOCCORSO (da compilarsi a cura dell utente) in via n telefono / C.a.p. Composizione nucleo famigliare

SCHEDA ANAGRAFICA UTENTE TELESOCCORSO (da compilarsi a cura dell utente) in via n telefono / C.a.p. Composizione nucleo famigliare SCHEDA ANAGRAFICA UTENTE TELESOCCORSO (da comparsi a cura dell utente) residente a Prov. in via n telefono / C.a.p. Composizione nucleo famigliare e nome Data di nascita Grado di parentela Cod. ( vedi

Dettagli

Malattia di Behçet. Cosa il paziente deve conoscere. Sintomi,, Cause e Trattamento

Malattia di Behçet. Cosa il paziente deve conoscere. Sintomi,, Cause e Trattamento Malattia di Behçet Cosa il paziente deve conoscere Sintomi,, Cause e Trattamento Che cosa è la Malattia di Behçet I sintomi di questa malattia sono stati descritti per la prima volta nel 500 prima di Cristo

Dettagli

Dr. Reckeweg R1 - Gocce

Dr. Reckeweg R1 - Gocce Dr. Reckeweg R1 - Gocce Tonsilliti, infiammazioni acute e croniche, scarlattina, otiti dell orecchio medio, adeniti. Controindicazioni: ipersensibilità al cromo, disfunzioni renali, gravidanza e allattamento.

Dettagli

NUCLEO A VALENZA RIABILITATIVA

NUCLEO A VALENZA RIABILITATIVA Opere Pie d Onigo - Pederobba (TV) NUCLEO A VALENZA RIABILITATIVA Via Roma 65 Per ricoveri tel. 0423 694711-7-8 fax 0423 694710 segreteria@operepiedionigo.it http://www.operepiedionigo.it/ - Medico Nucleo

Dettagli

IL RUOLO DELLA RADIOTERAPIA NEL DOLORE ONCOLOGICO. S.C. Radioterapia ASL TO4 Ivrea Maria Rosa La Porta

IL RUOLO DELLA RADIOTERAPIA NEL DOLORE ONCOLOGICO. S.C. Radioterapia ASL TO4 Ivrea Maria Rosa La Porta IL RUOLO DELLA RADIOTERAPIA NEL DOLORE ONCOLOGICO S.C. Radioterapia ASL TO4 Ivrea Maria Rosa La Porta LA RADIOTERAPIA E un metodo di cura conosciuto da più di 100 anni che prevede l utilizzo di radiazioni

Dettagli

FISIOPATOLOGIA. dello SHOCK

FISIOPATOLOGIA. dello SHOCK FISIOPATOLOGIA dello SHOCK SHOCK O COLLASSO CARDIOCIRCOLATORIO insufficienza acuta del circolo periferico, causata da uno squilibrio tra massa liquida circolante e capacità del letto vascolare Si verificano:

Dettagli

Il girotondo della vita

Il girotondo della vita Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute Ufficio di Statistica Il certificato di Morte : Potenzialità e limiti ai fini della ricerca in Sanità Pubblica Dr.ssa Paola Meli

Dettagli

Premessa. Le basi dello shock

Premessa. Le basi dello shock SHOCK Premessa Lo shock è una condizione patologica pericolosa per la vita del paziente, ad insorgenza più o meno rapida, che si sviluppa come conseguenza di diverse malattie o lesioni. Nel 1852 un chirurgo

Dettagli

COMPLICANZE A 30 GIORNI DA COLECISTECTOMIA LAPAROSCOPICA IN DAY SURGERY PROTOCOLLO OPERATIVO

COMPLICANZE A 30 GIORNI DA COLECISTECTOMIA LAPAROSCOPICA IN DAY SURGERY PROTOCOLLO OPERATIVO COMPLICANZE A 30 GIORNI DA COLECISTECTOMIA LAPAROSCOPICA IN DAY SURGERY PROTOCOLLO OPERATIVO - Definizione Per struttura di ricovero o area di residenza: proporzione di ricoveri per colecistectomia laparoscopica

Dettagli

A.O.U. POLICLINICO G. MARTINO

A.O.U. POLICLINICO G. MARTINO A.O.U. POLICLINICO G. ARTINO VERIFICA AL 3 TRIESTRE 2010 DEGLI OBIETTIVI DI BU DGET NEGOZIATI CON IL D.A.I. DI EDICINE SPECIALISTICHE Incontro del 11 Novembre 2010 STAFF DIREZIONE GENERALE Controllo di

Dettagli

CEFALEA A GRAPPOLO Criteri diagnostici dell International Headache Society per l attacco doloroso di cefalea a grappolo

CEFALEA A GRAPPOLO Criteri diagnostici dell International Headache Society per l attacco doloroso di cefalea a grappolo GESTIONE RAGIONATA DELLA CEFALEA A GAPPOLO CRONICA La diagnosi di cefalea a grappolo Nella cefalea a grappolo le crisi dolorose sono molto intense, strettamente unilaterali, in sede orbitaria, sovraorbitaria,

Dettagli

Impatto sugli accessi al pronto soccorso e sulle ospedalizzazioni.

Impatto sugli accessi al pronto soccorso e sulle ospedalizzazioni. Impatto sugli accessi al pronto soccorso e sulle ospedalizzazioni paolo.francesconi@ars.toscana.it L Ospedalizzazione in regime ordinario in reparti per acuti Le conferme Diabete: tra gli assistiti di

Dettagli

DIABETE MELLITO. Organi danneggiati in corso di diabete mellito INSULINA

DIABETE MELLITO. Organi danneggiati in corso di diabete mellito INSULINA DIABETE MELLITO Il diabete mellito è la più comune malattia endocrina: 1-2% della popolazione E caratterizzato da : -alterazione del metabolismo del glucosio -danni a diversi organi Complicanze acute:

Dettagli

GESTIONE GASTROSTOMIA

GESTIONE GASTROSTOMIA GESTIONE GASTROSTOMIA UN PO DI SIGLE N.A.: Nutrizione Artificiale N.E.: Nutrizione Enterale S.N.G.: Sondino Naso Gastrico P.E.G.: Gastrostomia Endoscopica Percutanea P.E.Y: Digiunostomia Endoscopica Percutanea

Dettagli

ALLEGATO G Dgr n. del pag. 1/5

ALLEGATO G Dgr n. del pag. 1/5 giunta regionale 8^ legislatura ALLEGATO G Dgr n. del pag. 1/5 PATOLOGIE TRATTABILI IN AMBITO TERMALE E RELATIVO CICLO DI CURA CONSIGLIATO CATEGORIA DIAGNOSTICA EX D.M. 15.12.94 Rinopatia vasomotoria Faringolaringite

Dettagli

Poliambulatorio Pedesini 25-02-2015 DATI ANAGRAFICI

Poliambulatorio Pedesini 25-02-2015 DATI ANAGRAFICI DATI ANAGRAFICI cognome stato civile nome codice fiscale luogo e data di nascita residente a provincia CAP indirizzo tel. abitazione professione tel. ufficio tel. cellulare e-mail medico di base inviato

Dettagli

Parte I Cenni di immunologia 1

Parte I Cenni di immunologia 1 P00Cap00-Patologia 13-01-2009 11:30 Pagina V Autori Nota dell editore Presentazione Introduzione XI XIII XV XVII Parte I Cenni di immunologia 1 1 Immunologia e immunopatologia 3 La difesa contro le aggressioni:

Dettagli

Cause di malattia Genetiche:

Cause di malattia Genetiche: omeostasi Cause di malattia Genetiche: relativamente poche e derivano da alterazioni a carico di uno o più geni. Esempio: sindrome di Down (dovuta a trisomia del cromosoma 21); sindrome di Turner (dovuta

Dettagli

PROBLEMI FISICI DEL DISABILE

PROBLEMI FISICI DEL DISABILE PROBLEMI FISICI DEL DISABILE Scale di valutazione funzionale e classificazione della disabilita Classificazione malattie (eziologia, clinica) nell ICD della Organizzazione Mondiale Sanità 1970 Non riportata

Dettagli

DICHIARAZIONI SANITARIE DELL'ASSICURANDO

DICHIARAZIONI SANITARIE DELL'ASSICURANDO DICHIARAZIONI SANITARIE DELL'ASCURANDO 1. Ai suoi genitori o fratelli sono stati riscontrati prima dell'età di 60 anni Casi di gravi malattie cardiocircolatorie? Se sì quali? (Indicare anche età alla diagnosi,

Dettagli

Mattone Evoluzione del DRG. Esercizi di codifica delle variabili cliniche

Mattone Evoluzione del DRG. Esercizi di codifica delle variabili cliniche Mattone Evoluzione del DRG Esercizi di codifica delle variabili cliniche Esercizio 1 A carico di due pazienti ricoverati, vengono poste due distinte diagnosi di dimissione: paziente A, polmonite da Stafilococco

Dettagli

Legge 104 e invalidità, con quali malattie?

Legge 104 e invalidità, con quali malattie? Legge 104 e invalidità, con quali malattie? Autore : Noemi Secci Data: 08/03/2016 Handicap grave, riduzione della capacità lavorativa: quali malattie danno diritto ai benefici della Legge 104 ed alle agevolazioni

Dettagli

2. ASPETTI DELLA SALUTE

2. ASPETTI DELLA SALUTE Vengono di seguito descritti, in due capitoli specifici, i principali fattori di rischio per la salute della popolazione ed i principali esiti di salute in termini di morbosità e mortalità delle malattie

Dettagli

REGIONE PIEMONTE BU38 22/09/2011

REGIONE PIEMONTE BU38 22/09/2011 REGIONE PIEMONTE BU38 22/09/2011 Codice DB2005 D.D. 20 luglio 2011, n. 544 Attestati di esenzione dalla partecipazione alla spesa sanitaria per patologie croniche e invalidante - D.M. 329/99 e s.m.i..

Dettagli

ALLEGAT0 CODICI ICD IX CM AGGIORNAMENTO 2007 Disturbi psichici

ALLEGAT0 CODICI ICD IX CM AGGIORNAMENTO 2007 Disturbi psichici ALLEGAT0 CODICI ICD IX CM AGGIORNAMENTO 2007 Disturbi psichici Disturbi psichici (nuovi 2) Codice Descrizione codice 291.82 Disturbi del sonno indotti da alcool 292.85 Disturbi del sonno indotti da droghe

Dettagli

Modulo di Adesione alla copertura assicurativa per prestiti personali BancoPosta POSTAPROTEZIONE PRESTITO

Modulo di Adesione alla copertura assicurativa per prestiti personali BancoPosta POSTAPROTEZIONE PRESTITO Modulo di Adesione alla copertura assicurativa per prestiti personali BancoPosta POSTAPROTEZIONE PRESTITO Ufficio Postale/Frazionario...Filiale...Numero telefono/fax... Dati del Richiedente (compilare

Dettagli

2. OBIETTIVI, CONTENUTI E CARATTERISTICHE DEGLI EVENTI FORMATIVI FAD

2. OBIETTIVI, CONTENUTI E CARATTERISTICHE DEGLI EVENTI FORMATIVI FAD Convenzione tra il Collegio IPASVI Lecce e Mediserve s.r.l. per l offerta di Eventi Formativi FAD accreditati per 30 crediti ECM con Libri professionalizzanti per l infermiere. 1. PREMESSA Gli IPASVI Provinciali

Dettagli

Ministero della Salute DIPARTIMENTO DELLA PROGRAMMAZIONE E DELL ORDINAMENTO DEL SSN DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA Ex UFFICIO II Decreto ministeriale del 23.11.2012 (G.U. n 33 del 8

Dettagli

Modulo di Adesione alla copertura assicurativa per Mutuo BancoPosta POSTAPROTEZIONE MUTUO

Modulo di Adesione alla copertura assicurativa per Mutuo BancoPosta POSTAPROTEZIONE MUTUO Modulo di Adesione alla copertura assicurativa per Mutuo BancoPosta POSTAPROTEZIONE MUTUO Ufficio Postale/Frazionario...Filiale......... Numero telefono/fax... (compilare in stampatello) 1 RICHIEDENTE:

Dettagli

Allegato 1 Drg ad Ato rischio di non appropriatezza in regime di degenza ordinaria/dh e tariffe Day Service. 1 C 006 Decompressione del tunnel carpale

Allegato 1 Drg ad Ato rischio di non appropriatezza in regime di degenza ordinaria/dh e tariffe Day Service. 1 C 006 Decompressione del tunnel carpale Allegato 1 Drg ad Ato rischio di non appropriatezza in regime di degenza ordinaria/dh e tariffe Day Service mdc tipo 1 C 006 Decompressione del tunnel carpale 588,63 5% 1 C Interventi su nervi periferici

Dettagli

L IMPORTANZA DELLA DIETOTERAPIA NELLA MALNUTRIZIONE. Linee Guida Nutrizionali in ambito Chirurgico SERVIZIO DIETETICO

L IMPORTANZA DELLA DIETOTERAPIA NELLA MALNUTRIZIONE. Linee Guida Nutrizionali in ambito Chirurgico SERVIZIO DIETETICO L IMPORTANZA DELLA DIETOTERAPIA NELLA MALNUTRIZIONE Linee Guida Nutrizionali in ambito Chirurgico SERVIZIO DIETETICO MALNUTRIZIONE E DEFINITA COME QUALSIASI DISORDINE DELLO STATO NUTRIZIONALE,INCLUSI DISORDINI

Dettagli

Stimola la riparazione dei tessuti. Magnetoterapia BF 167

Stimola la riparazione dei tessuti. Magnetoterapia BF 167 Stimola la riparazione dei tessuti Magnetoterapia BF 167 Illustrazioni esplicative per famiglie che intendono utilizzare trattamenti con Magnetoterapia BF 167: Illustrazione Descrizione Diffusori Frequenza

Dettagli

ALLEGATO. Elenco Delle Imperfezioni Ed Infermità Che Sono Causa Di Non Idoneità Al Servizio Militare.

ALLEGATO. Elenco Delle Imperfezioni Ed Infermità Che Sono Causa Di Non Idoneità Al Servizio Militare. ALLEGATO Elenco Delle Imperfezioni Ed Infermità Che Sono Causa Di Non Idoneità Al Servizio Militare. 1. MORFOLOGIA GENERALE 2. Le disarmonie somatiche e le distrofie costituzionali di grado rilevante.

Dettagli

scaricato da www.sunhope.it

scaricato da www.sunhope.it SECONDA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI I CLINICA NEUROLOGICA Direttore:Prof. R. Cotrufo Fisiopatologia dei disordini della sensibilità, con particolare riguardo al dolore neuropatico 2009 Organizzazione

Dettagli

UNI-A.T.E.Ne.O. Ivana Torretta

UNI-A.T.E.Ne.O. Ivana Torretta UNI-A.T.E.Ne.O. Ivana Torretta Anno Accademico 2013 2014 Argomenti di Medicina Generale e terapia EVOLUZIONE E UOMO: è sempre lotta per l esistenza? LA CRONOBIOLOGIA: occhio all orologio; devo prendere

Dettagli

Lo shock. Insieme di sintomi che sopravvengono quando l organismo subisce un aggressione acuta, come meccanismo di reazione e difesa.

Lo shock. Insieme di sintomi che sopravvengono quando l organismo subisce un aggressione acuta, come meccanismo di reazione e difesa. Lo shock Insieme di sintomi che sopravvengono quando l organismo subisce un aggressione acuta, come meccanismo di reazione e difesa. Emorragia Ustioni Ferite gravi Fratture imponenti Contrazione Card.

Dettagli

Tabella 8 - Emilia Romagna 2010 Distribuzione per classe di malattia dei casi segnalati e dei casi con nesso causale positivo

Tabella 8 - Emilia Romagna 2010 Distribuzione per classe di malattia dei casi segnalati e dei casi con nesso causale positivo Distribuzione per classe di malattia dei casi segnalati e dei casi con nesso causale 1 Malattie infettive (esclusa (070) Epatite virale (573.1*) 1 0,0 1 0,0 tubercolosi) (133) Acariasi 1 0,0 1 0,0 Tumori

Dettagli

Indice Presentazione La comunicazione medico-paziente I nervi cranici Le sindromi motorie Le sindromi sensitive

Indice Presentazione La comunicazione medico-paziente I nervi cranici Le sindromi motorie Le sindromi sensitive xi Indice Presentazione................................................................. ix 1 La comunicazione medico-paziente......................................... 1 L individualità e la complessità

Dettagli

LO SHOCK Cors r o s B as a e s.. Relat a ore: Mo M nitore C RI R oberto Va V l a erian a i

LO SHOCK Cors r o s B as a e s.. Relat a ore: Mo M nitore C RI R oberto Va V l a erian a i LO SHOCK Corso Base. Relatore: Monitore CRI Roberto Valeriani Lo shock è l insieme dei sintomi che sopravvengono quando l organismo subisce un aggressione acuta. Questo stato patologico esprime la reazione

Dettagli

RAPPORTO DEL MEDICO Mod. NL/0020/3 D Ed. 06.2015

RAPPORTO DEL MEDICO Mod. NL/0020/3 D Ed. 06.2015 RAPPORTO DEL MEDICO Mod. NL/0020/3 D Ed. 06.2015 Nome e Cognome dell Assicurato/a Data di nascita / / Professione Documento di riconoscimento N. del documento PARTE I: DICHIARAZIONI DELL ASCURANDO RACCOLTE

Dettagli

2. ASPETTI DELLA SALUTE

2. ASPETTI DELLA SALUTE Vengono di seguito descritti, in due capitoli specifici, i principali fattori di rischio per la salute della popolazione ed i principali esiti di salute in termini di morbosità e mortalità delle malattie

Dettagli

2. OBIETTIVI, CONTENUTI E CARATTERISTICHE DEGLI EVENTI FORMATIVI FAD

2. OBIETTIVI, CONTENUTI E CARATTERISTICHE DEGLI EVENTI FORMATIVI FAD Convenzione tra il Collegio IPASVI Salerno e Mediserve s.r.l. per l offerta di Eventi Formativi FAD accreditati per 30 crediti ECM con Libri professionalizzanti per l infermiere. 1. PREMESSA Gli IPASVI

Dettagli

SCHEDA SANITARIA (compilazione a cura del medico di famiglia o di reparto ospedaliero) NOME E COGNOME DELL'INTERESSATO:

SCHEDA SANITARIA (compilazione a cura del medico di famiglia o di reparto ospedaliero) NOME E COGNOME DELL'INTERESSATO: All. B SCHEDA SANITARIA (compilazione a cura del medico di famiglia o di reparto ospedaliero) NOME E COGNOME DELL'INTERESSATO: ANAMNESI: TIPO DI INVALIDITA' PERCECENTUALE di INVALIDITA': % INDENNITA' DI

Dettagli

Patologie neurologiche e traumatologia cranicocervicale

Patologie neurologiche e traumatologia cranicocervicale Sistema nervoso Patologie neurologiche e traumatologia cranicocervicale Catania 18.02.2006 Anatomia e Fisiologia Trauma cranico Trauma della colonna vertebrale Convulsione Epilessia Coma Prof. F. Ventura

Dettagli

LE MALATTIE PEDIATRICHE

LE MALATTIE PEDIATRICHE LE MALATTIE PEDIATRICHE Malattie infettive Tumori Malattie congenite e ereditarie Paralisi cerebrale infantile Idrocefalo Autismo Disturbi dell età evolutiva 1 LE MALATTIE INFETTIVE Le malattie infettive

Dettagli

IL PAZIENTE IN DIALISI

IL PAZIENTE IN DIALISI IL PAZIENTE IN DIALISI Storti Chiara Francesca Istruttore PSTI DIALISI OBIETTIVI Cenni sull INSUFFICIENZA RENALE Diversi tipi di DIALISI Il PAZIENTE DIALIZZATO: problematiche ed emergenze EMORRAGIE della

Dettagli

Corso di Laurea in INFERMIERISTICA

Corso di Laurea in INFERMIERISTICA Disciplina: MALATTIE INFETTIVE Docente: Prof. Paolo GROSSI Varese Prof. Luigi PUSTERLA Como Prof.ssa Claudia Giuseppina ZEROLI Busto Arsizio Modalità di diffusione delle malattie infettive: trasmissione

Dettagli

PROGRAMMA DELL INSEGNAMENTO. Infermieristica nella cronicità e nella disabilità (6 CFU)

PROGRAMMA DELL INSEGNAMENTO. Infermieristica nella cronicità e nella disabilità (6 CFU) Corso di Laurea in Infermieristica PROGRAMMA DELL INSEGNAMENTO Infermieristica nella cronicità e nella disabilità (6 CFU) AREA DI APPRENDIMENTO Discipline cliniche e discipline infermieristiche Al termine

Dettagli

Sig/Sig.ra... Nato/a a.. il.. Abitante a. Via........... Altri problemi clinici ventilazione polmonare assistita coma o stato neuro vegetativo

Sig/Sig.ra... Nato/a a.. il.. Abitante a. Via........... Altri problemi clinici ventilazione polmonare assistita coma o stato neuro vegetativo Data:1/11/2004 Pag. 1 di 7 Sig/Sig.ra... Nato/a a.. il.. Abitante a. Via.. Anamnesi patologia remota Anamnesi patologia prossima Altri problemi clinici nessuno ventilazione polmonare assistita tracheostomia

Dettagli

LE PATOLOGIE DEGLI ANZIANI

LE PATOLOGIE DEGLI ANZIANI LE PATOLOGIE DEGLI ANZIANI Depressione Cardiopatie Osteoporosi Disturbi respiratori Demenze Tumori Diabete Ictus 1 L ALZHEIMER La più frequente delle demenze e una delle malattie a maggior impatto sociale

Dettagli