GRUNDTVIG. LONG LIFE LEARNING - Adult Education LEARNING PARTNERSHIP Itcg Mosè Bianchi team s works Monza

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GRUNDTVIG. LONG LIFE LEARNING - Adult Education LEARNING PARTNERSHIP 2007-2009. Itcg Mosè Bianchi team s works Monza"

Transcript

1 GRUNDTVIG LONG LIFE LEARNING - Adult Education LEARNING PARTNERSHIP Itcg Mosè Bianchi team s works Monza Luigi Torre Eliana Arosio Francesco Benedetti - Alfonso Gallo Cornelia Mangiagalli by Luigi Torre Monza 4 Giugno

2 Relazione finale progetto:partenariati DI APPRENDIMENTO Grundtvig E-tutor for lifelong learning: competence and methodology Mláde bez hraníc (Youth without frontiers) Košice - Slovak Republic ITG Bianchi Monza Italy ITIS Giorgi - Milano Italy ISISS M.Buonarroti Caserta Italy Akhisar Public Education Centre Akhisar/Manisa Turkey 2

3 PARTENARIATI GRUNDTVIG Gli incontri di lavoro e l interazione on line nell arco dei 2 anni di lavoro, hanno consentito un confronto tra realtà differenti ed in evoluzione, tutte impegnate nella transazione dell'europa verso la Società della Conoscenza. 3

4 L idea di partenza del progetto: confrontare lo stato dell arte dell e-learning nell educazione degli adulti partendo dal dato di fatto che le nuove tecnologie stanno assumendo un peso sempre più determinante nell educazione permanente ed è importante che docenti, formatori, scuole, agenzie formative impegnate nell educazione degli adulti, conoscano e sappiano utilizzare i sistemi e-learning. 4

5 Il partenariato si è occupato di: rapporto tra didattica e nuove tecnologie; ambienti virtuali di apprendimento ed educazione degli adulti confronto tra paesi circa le modalità di progettazione e gestione degli ambienti virtuali di apprendimento; ruoli ed azioni dell e-tutor; competenze tecniche, didattiche, umanorelazionali dell e-tutor; ricerca-azione sull utilizzo delle ICT nell apprendimento degli adulti. 5

6 Gli obiettivi previsti e raggiunti sono stati: formare i docenti ad utilizzare gli ambienti e- learning dal punto di vista tecnologico e metodologico; formare i docenti a progettare l integrazione tra didattica d aula e didattica online; supportare le scuole e le istituzioni coinvolte nella fase di ricerca azione con discenti adulti. 6

7 Le tappe più significative del lavoro del partenariato sono state: Scelta della tecnologia di supporto per l interazione a distanza tra i partners dopo un confronto tra diverse opzioni, il partenariato ha allestito l ambiente di interazione collaborativa ( Auroragrundtvig - Grundtvig learning partnership - "E-tutor for lifelong learning: competence and methodology") su EUN Community. 7

8 Definizione ed impianto del piano di monitoraggio e valutazione il partenariato ha elaborato un piano di valutazione e definito le modalità di lavoro per procedere alla valutazione di processo; il modello comune elaborato (evaluation form) ha consentito ai partners di riflettere sui seguenti aspetti: Organizzazione dell incontro trasnazionale ; Qualità del partenariato; Realizzazione degli obiettivi dell incontro; Elaborazione del piano di lavoro per la fase seguente. 8

9 formazione online e del ruolo del tutor, articolato in alcuni incontri in aula e diverse attività online (formato blended). I docenti poi, nell ultima fase del progetto, hanno realizzato un percorso di e-learning con i propri studenti, mettendo in pratica competenze e metodologie acquisite del tutor online. 9

10 Lo scambio di esperienze tra i partners, il confronto tra possibili ipotesi, la sperimentazione attuata, monitorata e valutata, fanno emergere con chiarezza che l e-tutor del LLP è un docente e-tutor che unisce alla competenza disciplinare, competenze tecnologiche, organizzative e comunicative. 10

11 Il docente e-tutor possiede competenze disciplinari è l esperto che sta costruendo una nuova modalità di approccio al sapere ed ai nodi disciplinari, in un sistema aperto ed interagente; competenze metodologico-didattiche perché sta sperimentando un modello cognitivo in cui lo studente costruisce il proprio percorso; perché sceglie e propone allo studente le attività formative che meglio si adattano al suo stile di apprendimento ed ai suoi bisogni formativi; 11

12 svolge il ruolo di Coaching assiste l allievo secondo le necessità, dirige la sua attenzione su aspetti rilevanti, compie opportuni feedback, affinché i corsisti si possano appropriare di una metodologia di lavoro differente da quella tradizionale; Scaffolding offre il necessario supporto tecnico e relazionale che favorisce l apprendimento e stimola lo sviluppo delle capacità individuali, dopo aver indotto il singolo a scoprirle. 12

13 Ne discende che il docente e-tutor deve possedere le seguenti competenze: expertise sui contenuti e competenze didattiche competenze pedagogiche competenze metodologiche competenze comunicativo/relazionali 13

14 GRUNDTVIG PROJECT DEVELOPMENT 1^ phase Research/action/ selfrefresher course from October 2007 to January INDIRE AURORA GRUNDVIG Skype 2^ phase Research/action/ selfrefresher course from January 2009 up to May L.O. URL Products 14

15 15

16 16

17 17

18 GRUNDTVIG PROJECT DEVELOPMENT 1^ phase Research/action/ selfrefresher course from October 2007 to January INDIRE AURORA GRUNDVIG Skype 2^ phase Research/action/ selfrefresher course from January 2009 up to May L.O. URL Products 18

19 Teachers and students training The pilot project started with: 23 teachers but only 7 attended the whole course Meetings two hours weekly Customers Satisfaction 17 voluntary students from evening class and daily class Experimental phase Customers Satisfaction 19

20 EXAMPLE OF PROCEDURE Maths - Syncronous Lesson steps actions instruments notes 1. Opening class/registration Simultaneous Access Teacher/student Platform SOS Studenti INDIRE Skype/Live messengers Instruments Skype/msn supplement Platform INDIRE 2. Assignment personal student s task LO: straight line and circumference SOS Studenti Skype See attached 3. Statement of the date of expiry Personal date of expiry SOS Studenti/calendar 4. Control of the homework tests practice drills Forum SOS Studenti links siti webs text book/lecture notes File Practice drills following the theoretical lesson 5. Learning evaluation Correction of tests Forum Individual correction 20

21 School Subject IIS Mosè Bianchi Monza Maths Date of on line lesson 10 th March 2009 PARTENARIATI GRUNDTVIG Lesson Language Number of students involved Number of teachers involved Straight line and Parabola Italian n 11 (adult course) n 1 (tutor online) I Stage Topic Assignment Year I Grundtvig PROJECT Maths Lesson Plan Time: 55 II Stage (asynchrono us) III Stage (synchronou s) I Stage Collecting observations, doubts and suggestions etc. (FORUM) Meeting on line tutor-student(s) (CHAT) Tutor s checking(s) on activities/homeworks/tests and individual assignment of topics Activity Method ology II Stage (asynchrono us) III Stage (synchronou s) Prospective meetings tutor-student (CHAT/FORUM) for explanations or suggestions Meeting tutor-students for individual explanations on topics and whole evaluation on the learning process Instruments Teaching observations Technical problems Notes Platforms: SOS.studenti.indire.it, Skype, MSN Students high motivation and interest Difficulties on checking the progress of students activities in real time (faulty INDIRE platform?) A wrong outline has caused some difficulties on the tests vision or on a part of online lesson Teacher has too many activities to look after in the same time. 21

22 Some pictures about the syncronous, remote lesson 22

23 FIGURE: TEACHERS ANALYSIS QUESTIONNAIRE 6. Would you like to go on your training course? 5. Do you think weekly meetings and on line training have been adequate? 4. Do you think your activity has improved your grounding in the subject you teach? 3. Have any technical problems (hardware/software) been solved? 5. excellent 4. good/fairly good 3. sufficient 2. inadeguate 1. poor 2. How do you evaluate your interaction with other e-tutor? 1. How do you evaluate your training on-line training? 0% 20% 40% 60% 80% 100% 23

24 70 Questionario docenti Come valuti complessivamente la tua attività di formazione on-line? Come valuti la tua interazione con gli altri e-tutor? Eventuali problemi tecnici sono stati risolti? Ritieni che tale attività abbia contribuito a migliorare il tuo livello di gestione della disciplina? A tuo giudizio, gli incontri settimamali e l'eventuale attività on-line sono stati adeguati? Saresti disposto a continuare il percorso di formazione? riferimento legenda nulla 1 scarso- mediocre 2 sufficiente 3 discreto - ottimo 4 eccellente 5 I dati sono in % 24

25 FIGURE: ALL STUDENTS ANALYSIS QUESTIONNAIRE 6. Would you like to go on your training course? 5. Do you think weekly meetings and on line training have been adequate? 4. Do you think your activity has improved your grounding in the subject you teach? 3. Have any technical problems (hardware/software) been solved? 5. excellent 4. good/fairly good 3. sufficient 2. inadeguate 1. poor 2. How do you evaluate your interaction with other e-tutor? 1. How do you evaluate your training on-line training? 0% 20% 40% 60% 80% 100% 25

26 Come valuti complessivamente la tua attività di formazione on-line? 41 Come valuti la tua interazione con l etutor? Studenti serali + diurno Eventuali problemi tecnici sono stati risolti? Ritieni che tale attività abbia contribuito a migliorare il tuo livello di preparazione nella/e materia/e? Il tempo dedicato all attività è stato adeguato? E utile, secondo te, integrare l attività curriculare con l attività di apprendimento online? riferimento legenda nulla 1 scarso- mediocre 2 sufficiente 3 discreto - ottimo 4 eccellente 5 I dati sono in % 26

27 Dynamic view of learning Active-learning techniques Static view of learning The project emphasizes active-learning techniques, a training practice which skip from a static view of learning in which knowledge is poured into the often passive minds of learners to a more dynamic view where, through collaborative and problembased activities, trainers can play a more vital role in creating new knowledge to be applied to their professional contexts. Collaborative activities Problem-based activities Il progetto sottolinea tecniche attive di apprendimento, una formazione pratica che salta da una visione statica di apprendimento in cui la conoscenza viene riversata nelle menti degli studenti spesso passive ad una più dinamica dove, attraverso attività collaborative e attività basate sui problemi, i formatori possono svolgere un ruolo vitale nella creazione di nuove conoscenze da applicare ai loro contesti professionali. 27

28 The meetings Bratislava Akhisar Monza-Milano III Bratislava II IV Akhisar V Caserta VI I I 28

29 Discussion Mosè s Teachers 29 1st Bratislava meeting 24th - 25th January 08

30 Local Press Teachers and local authority Performance of Marcante headmaster Mosè school 30 Discussion 2nd Monza meeting 3rd-4th April 2008

31 Teachers and local authorities Inaugurate the exhibition Discussion Know each others Arif s school The greeting at the arrive cultivation of cucumber Abdullah school 3rd Akhisar meeting May

32 Discussion Discussion Italian High School Old machine to grind Danube- Dunaj 32 4th Bratislava meeting - Novemeber 09

33 Discussion 33 4th Bratislava meeting - Novemeber 09

34 Claudio 34

35 Discussion 35 4th Bratislava meeting - Novemeber 09

36 Discussion Fig.- The Press With local authorities The souk-bazaar The prayer Fig.- Izmir.( Smyrna) 36 5th Akhisar meeting 4th 8th March 09

37 Luigi s speech Fig. Teachers and local authorities local authority and headmaster royal palace Inside of the royal palace Mosè group Buonarroti school Fig. From Akhisar to the village 37 6th Caserta meeting 27th 30th May 09

38 Now we are growing. to be continued... (Tell me in September) 38

PROGETTO GRUNDVTIG: E TUTOR FOR LIFELONG LEARNING: COMPETENCE AND METHODOLOGY

PROGETTO GRUNDVTIG: E TUTOR FOR LIFELONG LEARNING: COMPETENCE AND METHODOLOGY PREMESSA La nostra scuola, l ITIS Giovanni Giorgi di Milano, ha contribuito attivamente negli ultimi anni a vari progetti finalizzati a promuovere l uso delle TIC nella didattica. Di conseguenza ha visto

Dettagli

Corsi di Laurea Magistrale/ Master Degree Programs

Corsi di Laurea Magistrale/ Master Degree Programs Corsi di Laurea Magistrale/ Master Degree Programs Studenti iscritti al I anno (immatricolati nell a.a. 2014-2015 / Students enrolled A. Y. 2014-2015) Piano di studi 17-27 Novembre 2014 (tramite web self-service)

Dettagli

Un ambiente di apprendimento e centralità e-tutor

Un ambiente di apprendimento e centralità e-tutor Un ambiente di apprendimento e centralità e-tutor Indire Didattica e formazione Seminario formatori di Lingue 2006 L e-tutor una figura centrale nell intero percorso formativo Per la gestione dei gruppi

Dettagli

Essere, Divenire, Comprendere, Progredire. Being, Becoming, Understanding, Progressing

Essere, Divenire, Comprendere, Progredire. Being, Becoming, Understanding, Progressing Essere, Divenire, Comprendere, Progredire Being, Becoming, Understanding, Progressing Liceo Classico Liceo linguistico Liceo delle scienze umane Human Sciences Foreign Languages Life Science Our contacts:

Dettagli

Joint staff training mobility

Joint staff training mobility Joint staff training mobility Intermediate report Alessandra Bonini, Ancona/Chiaravalle (IT) Based on https://webgate.ec.europa.eu/fpfis/mwikis/eurydice/index.php/belgium-flemish- Community:Overview and

Dettagli

Una scuola per l'europa...ready to leave! Fate clic per aggiungere testo

Una scuola per l'europa...ready to leave! Fate clic per aggiungere testo Una scuola per l'europa...ready to leave! Fate clic per aggiungere testo The schools are provided to committing a course aimed at: Developing the attendee's language sense and the linguistic skills in

Dettagli

Anno di studio all estero

Anno di studio all estero Anno di studio all estero Premessa Durante il periodo di studio all estero l alunno è regolarmente iscritto alla scuola di appartenenza e, quindi, la scuola deve mettere in atto una serie di misure di

Dettagli

Strategies for young learners

Strategies for young learners EUROPEAN CLIL PROJECTS CLIl Web 2.0--Indicazioni Strategies for young learners ramponesilvana1@gmail.com S.Rampone(IT) DD Pinerolo IV Circolo ramponesilvana1@gmail.com Indicazioni Nazionali O competenza

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Quindici

U Corso di italiano, Lezione Quindici 1 U Corso di italiano, Lezione Quindici U Buongiorno, anche in questa lezione iniziamo con qualche dialogo formale M Good morning, in this lesson as well, let s start with some formal dialogues U Buongiorno,

Dettagli

Autovalutaizone delle competenze chiave nela formazione degli adulti Progetto VINTAGE

Autovalutaizone delle competenze chiave nela formazione degli adulti Progetto VINTAGE ONLINE TOOL FOR SELF-EVALUATION OF KEY COMPETENCES IN ADULT AGE Autovalutaizone delle competenze chiave nela formazione degli adulti Progetto VINTAGE L Aquila, 13th Marzo 2014 Laura VETTRAINO Reference:

Dettagli

L insegnamento delle lingue straniere in Italia. Gisella Langé. gisella.lange@istruzione.it

L insegnamento delle lingue straniere in Italia. Gisella Langé. gisella.lange@istruzione.it Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca L insegnamento delle lingue straniere in Italia Gisella Langé gisella.lange@istruzione.it Rome, 29 Novembre, 2012 1 Tre punti 1. Il contesto

Dettagli

English-Medium Instruction: un indagine

English-Medium Instruction: un indagine English-Medium Instruction: un indagine Marta Guarda Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari (DiSLL) Un indagine su EMI presso Unipd Indagine spedita a tutti i docenti dell università nella fase

Dettagli

CORSO IN METODOLOGIA CLIL INGLESE - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

CORSO IN METODOLOGIA CLIL INGLESE - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO FORMAZIONE TRILINGUISMO CORSO IN METODOLOGIA CLIL INGLESE - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Iniziativa riservata a insegnanti di disciplina non linguistica (DNL) individuati dai Dirigenti Scolastici Riferimento

Dettagli

CODI/21 PIANOFORTE II // CODI/21 PIANO II

CODI/21 PIANOFORTE II // CODI/21 PIANO II MASTER di II livello - PIANOFORTE // 2nd level Master - PIANO ACCESSO: possesso del diploma accademico di II livello o titolo corrispondente DURATA: 2 ANNI NUMERO ESAMI: 8 (escluso l esame di ammissione)

Dettagli

SCHEDA PROGRAMMA INSEGNAMENTI A.A. 2012/2013

SCHEDA PROGRAMMA INSEGNAMENTI A.A. 2012/2013 SCHEDA PROGRAMMA INSEGNAMENTI A.A. 2012/2013 CORSO DI LAUREA IN Beni Culturali Insegnamento: Applicazioni informatiche all archeologia Docente Giuliano De Felice S.S.D. dell insegnamento L-ANT/10 Anno

Dettagli

La comunità delle scuole europee

La comunità delle scuole europee Ufficio Scolastico regionale per le Marche Direzione generale La comunità delle scuole europee Il ruolo di etwinning in Erasmus + www.etwinning.net www.etwinning.it Cos è etwinning? È una community europea

Dettagli

G I F T. Vademecum. Leonardo VETPRO 2011-2013. Growing Innovation For Teaching

G I F T. Vademecum. Leonardo VETPRO 2011-2013. Growing Innovation For Teaching Leonardo VETPRO 2011-2013 G I F T Versione italiana Realizzato dal gruppo di lavoro del partner di progetto A.N.F.I.S. Vademecum Growing Innovation For Teaching Enhancing action competences for the professional

Dettagli

Associazione per la Professionalità Docente. formazione. Educommunity Educational Community

Associazione per la Professionalità Docente. formazione. Educommunity Educational Community Associazione per la Professionalità Docente formazione Educommunity Educational Community 2 OFFERTA SCUOLE 3 la nostra offerta Educational Community, grazie all esperienza maturata nel contesto scolastico

Dettagli

Testi del Syllabus. Docente ZANGRANDI ANTONELLO Matricola: 004565. Insegnamento: 1004508 - ECONOMIA DELLE AZIENDE NON PROFIT

Testi del Syllabus. Docente ZANGRANDI ANTONELLO Matricola: 004565. Insegnamento: 1004508 - ECONOMIA DELLE AZIENDE NON PROFIT Testi del Syllabus Docente ZANGRANDI ANTONELLO Matricola: 004565 Anno offerta: 2013/2014 Insegnamento: 1004508 - ECONOMIA DELLE AZIENDE NON PROFIT Corso di studio: 5003 - AMMINISTRAZIONE E DIREZIONE AZIENDALE

Dettagli

Testi del Syllabus. Docente ARFINI FILIPPO Matricola: 004535. Insegnamento: 1004423 - ECONOMIA DEI NETWORK AGROALIMENTARI. Anno regolamento: 2012 CFU:

Testi del Syllabus. Docente ARFINI FILIPPO Matricola: 004535. Insegnamento: 1004423 - ECONOMIA DEI NETWORK AGROALIMENTARI. Anno regolamento: 2012 CFU: Testi del Syllabus Docente ARFINI FILIPPO Matricola: 004535 Anno offerta: 2014/2015 Insegnamento: 1004423 - ECONOMIA DEI NETWORK AGROALIMENTARI Corso di studio: 3004 - ECONOMIA E MANAGEMENT Anno regolamento:

Dettagli

Il ruolo di etwinning in Erasmus +

Il ruolo di etwinning in Erasmus + Il ruolo di etwinning in Erasmus + Lorenzo Mentuccia Unità nazionale etwinning Agenzia LLP/INDIRE Livorno, 11/11/2013 www.etwinning.net www.etwinning.it La comunità delle scuole europee Erasmus+: 3 Azioni

Dettagli

Innovating in not metropolitan area C2C Final Conference Potsdam, 25/03/2014

Innovating in not metropolitan area C2C Final Conference Potsdam, 25/03/2014 Impact Hub Rovereto Innovating in not metropolitan area C2C Final Conference Potsdam, 25/03/2014 Impact Hub believes in power of innovation through collaboration Impact'Hub'is'a'global'network'of' people'and'spaces'enabling'social'

Dettagli

FACE THE CHANGE! Master per lo sviluppo manageriale

FACE THE CHANGE! Master per lo sviluppo manageriale FACE THE CHANGE! Master per lo sviluppo manageriale PIANO FORMATIVO MODULO 1 MODULO 2 New Thing: visioni innovative sulla Leadership Self Training: lavorare su se stessi Presenza e concentrazione: gestire

Dettagli

ERIFO E-LEARNING Technical and methodological characteristics of ERIFO e-learning.

ERIFO E-LEARNING Technical and methodological characteristics of ERIFO e-learning. ERIFO E-LEARNING Technical and methodological characteristics of ERIFO e-learning. Technical characteristics. ERIFO E-LEARNING platform is based on the DOCEBO suite. It s made of 53 functions and it can

Dettagli

In-Diversity Newsletter 3

In-Diversity Newsletter 3 Newsletter 3 APRILE 2012 This project has been funded with support from the European Commission. This communication reflects the views only of the authors, and the Commission cannot be held responsible

Dettagli

Modello Formativo. DIDATEC Corso base PON DIDATEC: Quadro culturale e aspetti metodologici. Concetta Grasso

Modello Formativo. DIDATEC Corso base PON DIDATEC: Quadro culturale e aspetti metodologici. Concetta Grasso Modello Formativo DIDATEC PON DIDATEC: Quadro culturale e aspetti metodologici Concetta Grasso Il docente nel XXI secolo la scuola dell insegnamento Ruolo, funzioni, profili professionali dell insegnante

Dettagli

ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES

ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES ASSOCIAZIONE CONSORTI DIPENDENTI MINISTERO AFFARI ESTERI ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES ASSOCIAZIONE CONSORT I DIPENDENTI MINISTE RO AFFARI ESTER I ATTESTATO

Dettagli

LOGIN: please, go to webpage https://studiare.unife.it and login using Your user id and password (the same as the first registration).

LOGIN: please, go to webpage https://studiare.unife.it and login using Your user id and password (the same as the first registration). Università degli studi di Ferrara IMMATRICOLAZIONE online ai corsi di DOTTORATO PhD: Instructions for ENROLMENT of the winners English version below 1) EFFETTUARE IL LOGIN: collegarsi da qualsiasi postazione

Dettagli

SCHEDA PROGRAMMA INSEGNAMENTI A.A. 2012/2013

SCHEDA PROGRAMMA INSEGNAMENTI A.A. 2012/2013 SCHEDA PROGRAMMA INSEGNAMENTI A.A. 2012/2013 CORSO DI LAUREA IN Scienze della Formazione e dell educazione Insegnamento: Laboratorio di informatica applicata alla didattica Docente Prof. Limone Pierpaolo

Dettagli

OPENING THE DOORS OF TOMORROW S WORLD

OPENING THE DOORS OF TOMORROW S WORLD IST INTERNATIONAL SCHOOL OF TURIN OPENING THE DOORS OF TOMORROW S WORLD www.isturin.it APRI LE PORTE AL MONDO DI DOMANI IST is one of only two schools in Italy fully authorised to offer all three International

Dettagli

Contenuti. Presentazione del partner ospitante 3. Argomenti trattati: Supporto emotivo e dei media durante l invecchiamento 4.

Contenuti. Presentazione del partner ospitante 3. Argomenti trattati: Supporto emotivo e dei media durante l invecchiamento 4. Newsletter del progetto Grundtvig Partenariati Numero 3 - Luglio 2013 Feeling Younger by Getting Older www.feeling-younger.eu Contenuti Presentazione del partner ospitante 3 Argomenti trattati: Supporto

Dettagli

Ennis, Ireland CORSO C.L.I.L. Clare Language Centre 4-15 Aprile 2011

Ennis, Ireland CORSO C.L.I.L. Clare Language Centre 4-15 Aprile 2011 CORSO C.L.I.L. Clare Language Centre 4-15 Aprile 2011 Sommario Formazione Europea Comenius e Grundtvig Corso C.L.I.L. al Clare Language Centre Conclusioni e Sitografia CLIL 2 Comenius e Grundtvig Corsi

Dettagli

LA FUNZIONE DEL TUTOR NEI PROCESSI DI FORMAZIONE

LA FUNZIONE DEL TUTOR NEI PROCESSI DI FORMAZIONE LA FUNZIONE DEL TUTOR NEI PROCESSI DI FORMAZIONE La formazione degli adulti Condurre gruppi di lavoro di adulti professionalizzati Il ruolo del tutor nella formazione degli adulti Le caratteristiche della

Dettagli

Linee Guida per studenti Genexis

Linee Guida per studenti Genexis Lifelong Learning Programme Leonardo da Vinci progetto multilaterale per il trasferimento dell innovazione EEGS-Elearning sistema di esercizi Genexis Linee Guida per studenti Genexis Parte I: Funzioni

Dettagli

COACH BOT Modular e-course with virtual coach tool support

COACH BOT Modular e-course with virtual coach tool support Modular e-course with virtual coach tool support PROGRAMMA DI APPRENDIMENTO PERMANENTE LEONARDO da VINCI Coordinato da FOR.COM CORSO PER PROFESSIONISTI DELL'ASSISTENZA SANITARIA DOMICILIARE PROGETTO "COACH

Dettagli

Trinity College London 2013 Conventions aggiornamento per docenti di lingua inglese

Trinity College London 2013 Conventions aggiornamento per docenti di lingua inglese PAPC11000Q Da:. p Ufficio di Segreteria [segreteria.pa@istruzione.it] Inviato: ryuy^. / martedì 6 agosto 2013 12:24 r-~rr A: VOr ^r> Scuole della provincia di Palermo i \> Oggetto: VX // ^ Trinity College

Dettagli

Progetto di formazione DIGI Scuola per l introduzione dei contenuti digitali nella didattica. A cura di INDIRE

Progetto di formazione DIGI Scuola per l introduzione dei contenuti digitali nella didattica. A cura di INDIRE Progetto di formazione DIGI Scuola per l introduzione dei contenuti digitali nella didattica A cura di INDIRE 1 INDICE 1. Introduzione pag. 3 2. Destinatari e obiettivi della formazione DiGi Scuola pag.4

Dettagli

INIZIATIVA PATROCINATA DALLA CONFINDUSTRIA BULGARIA EVENT SUPPORTED BY CONFINDUSTRIA BULGARIA

INIZIATIVA PATROCINATA DALLA CONFINDUSTRIA BULGARIA EVENT SUPPORTED BY CONFINDUSTRIA BULGARIA COLLABORAZIONE TRA L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI URBINO CARLO BO E IL LICEO 105 ATANAS DALCHEV COLLABORATION BETWEEN UNIVERSITY OF URBINO CARLO BO AND LYCEUM 105 ATANAS DALCHEV INIZIATIVA PATROCINATA DALLA

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Diciassette

U Corso di italiano, Lezione Diciassette 1 U Corso di italiano, Lezione Diciassette U Oggi, facciamo un esercizio M Today we do an exercise U Oggi, facciamo un esercizio D Noi diremo una frase in inglese e tu cerca di pensare a come dirla in

Dettagli

Scheda dati personali Inserisci i tuoi dati poi formula delle frasi per parlare di te stesso I m My birthday is in I ve got My telephone number is

Scheda dati personali Inserisci i tuoi dati poi formula delle frasi per parlare di te stesso I m My birthday is in I ve got My telephone number is Scuola Elementare Scuola Media AA. SS. 2004 2005 /2005-2006 Unità ponte Progetto accoglienza Scheda dati personali Inserisci i tuoi dati poi formula delle frasi per parlare di te stesso I m My birthday

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013-2014

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013-2014 PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013-2014 Scuola Sec. di 1 grado Classe 1 - sez. B Disciplina/e Inglese Ins. Apetri Norica N di alunni 21, di cui 9 maschi e 12 femmine.

Dettagli

RELAZIONE FINALE DEL MODULO DI PROGETTAZIONE

RELAZIONE FINALE DEL MODULO DI PROGETTAZIONE RELAZIONE FINALE DEL MODULO DI PROGETTAZIONE -prof. Rocco Italiano: collaborazione come progettista, autore dei materiali e delle schede di attivazione, e-tutor. -dir. scol. Blandina Santoianni: direttore

Dettagli

DIDATEC Corso base e corso avanzato

DIDATEC Corso base e corso avanzato PROGETTI DI FORMAZIONE PER DOCENTI DIDATEC Corso base e corso avanzato PER I TUTTI DOCENTI I DOCENTI DI ITALIANO Scuola Primaria e Secondaria di I Grado e Biennio Secondaria di II Grado D-5-FSE-2010-1

Dettagli

07150 - METODOL.E DETERMINAZ. QUANTITATIVE D'AZIENDA

07150 - METODOL.E DETERMINAZ. QUANTITATIVE D'AZIENDA Testi del Syllabus Docente AZZALI STEFANO Matricola: 004466 Anno offerta: 2014/2015 Insegnamento: 07150 - METODOL.E DETERMINAZ. QUANTITATIVE D'AZIENDA Corso di studio: 3004 - ECONOMIA E MANAGEMENT Anno

Dettagli

www.aylook.com -Fig.1-

www.aylook.com -Fig.1- 1. RAGGIUNGIBILITA DI AYLOOK DA REMOTO La raggiungibilità da remoto di Aylook è gestibile in modo efficace attraverso una normale connessione ADSL. Si presentano, però, almeno due casi: 1.1 Aylook che

Dettagli

Web 2.0 and Moodle: weblogs, wikis and the CLA website

Web 2.0 and Moodle: weblogs, wikis and the CLA website Università degli Studi di Siena Web 2.0 and Moodle: weblogs, wikis and the CLA website Linda Mesh, Anne Rocchiccioli II Seminario del Centro Linguistico e-learning 2008 Nuovi percorsi: Sperimentazione

Dettagli

Comunità di Pratica per i Knowledge Workers: indagine sulle best practices. I risultati in progress della ricerca del LAOC

Comunità di Pratica per i Knowledge Workers: indagine sulle best practices. I risultati in progress della ricerca del LAOC Comunità di Pratica per i Knowledge Workers: indagine sulle best practices. I risultati in progress della ricerca del LAOC Giovanni Rosso LAOC Università Roma Tre 1 Comunità di Pratica nel Web Italiano

Dettagli

Il progetto. T- T- Story Story NEWSLETTER

Il progetto. T- T- Story Story NEWSLETTER T- T- Story Story NEWSLETTER November June 2013 2013 Edition N. 1 Newsletter ufficiale del progetto europeo T-Story - Storytelling applicato all educazione, sostenuto dal programma Key Activity 3 Tecnologie

Dettagli

Internazionalizzazione

Internazionalizzazione Internazionalizzazione Coordinamento di progetti le cui finalità siano Favorire negli studenti la consapevolezza della necessità che occorre una concreta educazione alle interculturalità in quanto una

Dettagli

ILLY AND SUSTAINABILITY

ILLY AND SUSTAINABILITY ILLY AND SUSTAINABILITY DARIA ILLY BUSINESS DEVELOPMENT - PORTIONED SYSTEMS DIRECTOR NOVEMBER 14 THE COMPANY Trieste 1 9 3 3, I t a l y R u n b y t h e I l l y f a m i l y D i s t r i b u t e d i n m o

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

Unità 2: Presentazione per "I giorni di scuola" Produce a multimedia rich presentation on school life in the United States and Italy.

Unità 2: Presentazione per I giorni di scuola Produce a multimedia rich presentation on school life in the United States and Italy. Unit 2: All about school Rough Draft: Due January 11 Final Draft: Due January 17 Presentations: January 25 and 28 Produce a multimedia rich presentation on school life in the United States and Italy. That

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO. Instructions to apply for exams ONLINE Version 01 updated on 17/11/2014

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO. Instructions to apply for exams ONLINE Version 01 updated on 17/11/2014 Instructions to apply for exams ONLINE Version 01 updated on 17/11/2014 Didactic offer Incoming students 2014/2015 can take exams of courses scheduled in the a.y. 2014/2015 and offered by the Department

Dettagli

Il cyberbullismo. E. Modica

Il cyberbullismo. E. Modica Il cyberbullismo E. Modica Definizione di cyberbullismo Il cyberbullismo consiste nell uso delle nuove tecnologie per molestare, imbarazzare, intimorire, far sentire a disagio o escludere altre persone.

Dettagli

NEWSLETTER NUMERO 3 Aprile 2010. www.ele-55plus.eu. siamo lieti di presentare il progetto finanziato dalla Commissione Europea

NEWSLETTER NUMERO 3 Aprile 2010. www.ele-55plus.eu. siamo lieti di presentare il progetto finanziato dalla Commissione Europea 1 MAGGIORI OPPORTUNITA OCCUPAZIONALI Datori di lavoro più soddisfatti! Dipendenti più soddisfatti! Clienti più soddisfatti! NEWSLETTER NUMERO 3 Aprile 2010 Gentile lettore, www.ele-55plus.eu siamo lieti

Dettagli

Progetto Q4ECEC. 'Awareness-raising on Quality and Institutional Commitment in Early Childhood Education and Teaching

Progetto Q4ECEC. 'Awareness-raising on Quality and Institutional Commitment in Early Childhood Education and Teaching Progetto Q4ECEC 'Awareness-raising on Quality and Institutional Commitment in Early Childhood Education and Teaching Reference: 550472-LLP-1-2013-1-IT-KA1-KA1ECETA Progetto Q4ECEC 'Awareness-raising on

Dettagli

WELCOME. Go to the link of the official University of Palermo web site www.unipa.it; Click on the box on the right side Login unico

WELCOME. Go to the link of the official University of Palermo web site www.unipa.it; Click on the box on the right side Login unico WELCOME This is a Step by Step Guide that will help you to register as an Exchange for study student to the University of Palermo. Please, read carefully this guide and prepare all required data and documents.

Dettagli

Linkografia ragionata sulla LIM

Linkografia ragionata sulla LIM Linkografia ragionata sulla LIM Pagine web attive nel giugno 2010 Ricerche internazionali - Becta,What Research says about interactive whiteboard, Becta Research Reviews, 2003, Becta http://www.virtuallearning.org.uk/2003research/becta_research_paper.pdf

Dettagli

WORK PACKAGE 1: COORDINATION AND PROJECT MANAGEMENT

WORK PACKAGE 1: COORDINATION AND PROJECT MANAGEMENT WORK PACKAGE 1: COORDINATION AND PROJECT MANAGEMENT MEETINGS for coordination 12. 10. 2012 - Via della Croce 3, Gorizia 3. 7. 2013 - Via delle Scienze 206, Udine 27. 11. 2012 - Via della Croce 3, Gorizia

Dettagli

Scritto da DEApress Lunedì 14 Aprile 2014 12:03 - Ultimo aggiornamento Martedì 26 Maggio 2015 09:34

Scritto da DEApress Lunedì 14 Aprile 2014 12:03 - Ultimo aggiornamento Martedì 26 Maggio 2015 09:34 This week I have been walking round San Marco and surrounding areas to find things that catch my eye to take pictures of. These pictures were of various things but majority included people. The reason

Dettagli

PROGETTO DI CLASSE PARCHEGGI ON THE ROAD S.R.L.

PROGETTO DI CLASSE PARCHEGGI ON THE ROAD S.R.L. PROGETTO DI CLASSE PARCHEGGI ON THE ROAD S.R.L. Il progetto di classe della 5cp è inserito nel POF (piano offerta formativa) ed è obbligatorio. Tratta della realizzazione dei piani di sosta all interno

Dettagli

portfolio www.zero3studio.it info@zero3studio.it

portfolio www.zero3studio.it info@zero3studio.it portfolio www.zero3studio.it info@zero3studio.it comunicazione visiva, progettazione grafica e sviluppo web visual communication, graphic design and web development www.zero3studio.it info@zero3studio.it

Dettagli

Europe 2020: Offering New Perspectives and Incentives for Young People

Europe 2020: Offering New Perspectives and Incentives for Young People 1 st Project meeting or Short-term Exchange of groups of pupils (LTT) 2 nd Transnational Meeting in Campobasso- Italy, from 13 to 19 April 2015 Monday, 13 April Guests Arrival: - German delegation at 8.15

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Ventotto

U Corso di italiano, Lezione Ventotto 1 U Corso di italiano, Lezione Ventotto M I would like to eat a portion of spaghetti U Vorrei mangiare una porzione di spaghetti M I would like to eat a portion of spaghetti U Vorrei mangiare una porzione

Dettagli

L IMPORTANZA DELLA EDUCAZIONE FINANZIARIA

L IMPORTANZA DELLA EDUCAZIONE FINANZIARIA L IMPORTANZA DELLA EDUCAZIONE FINANZIARIA La Sicurezza Economica nell Età Anziana: Strumenti, Attori, Rischi e Possibili Garanzie. Courmayeur, 20 settembre 2008 Annamaria Lusardi Dartmouth College, NBER,

Dettagli

Istituto Comprensivo San Cesareo. Viale dei Cedri. San Cesareo. Lingua Inglese. Classi I II III IV V. Scuola Primaria E Giannuzzi

Istituto Comprensivo San Cesareo. Viale dei Cedri. San Cesareo. Lingua Inglese. Classi I II III IV V. Scuola Primaria E Giannuzzi Istituto Comprensivo San Cesareo Viale dei Cedri San Cesareo Lingua Inglese Classi I II III IV V Scuola Primaria E Giannuzzi Anno Scolastico 2015/16 1 Unità di Apprendimento n. 1 Autumn Settembre/Ottobre/Novembre

Dettagli

conferenza di servizio direttori dei corsi & e-tutore Pescara, IPSIA Di Marzio 31 Marzo 2005

conferenza di servizio direttori dei corsi & e-tutore Pescara, IPSIA Di Marzio 31 Marzo 2005 conferenza di servizio direttori dei corsi & e-tutore Pescara, IPSIA Di Marzio 31 Marzo 2005 1 Puntoedu AMBIENTE DI APPRENDIMENTO PER LA FORMAZIONE IN RETE LE CARATTERISTICHE collaborativo aperto e flessibile

Dettagli

TEMPLATE TO COLLECT INFORMATION ON EDUCATION ACTIVITIES PLEASE RETURN THE FILLED IN TEMPLATE BEFORE TUESDAY, FEBRUARY 22

TEMPLATE TO COLLECT INFORMATION ON EDUCATION ACTIVITIES PLEASE RETURN THE FILLED IN TEMPLATE BEFORE TUESDAY, FEBRUARY 22 TEMPLATE TO COLLECT INFORMATION ON EDUCATION ACTIVITIES PLEASE RETURN THE FILLED IN TEMPLATE BEFORE TUESDAY, FEBRUARY 22 School s name N. of students Topics Average n. of hours per student Inclusion in

Dettagli

#social media strategy social media strategy e social CRM: strumenti per dialogare con rete e clienti

#social media strategy social media strategy e social CRM: strumenti per dialogare con rete e clienti #social media strategy social media strategy e social CRM: strumenti per dialogare con rete e clienti innovation design training new business strategy be a jedi disclaimer 2 il presente documento è stato

Dettagli

Learning session: costruiamo insieme un modello per una campagna di marketing

Learning session: costruiamo insieme un modello per una campagna di marketing Learning session: costruiamo insieme un modello per una campagna di marketing Roberto Butinar Cristiano Dal Farra Danilo Selva 1 Agenda Panoramica sulla metodologia CRISP-DM (CRoss-Industry Standard Process

Dettagli

I SAPERI (conoscenze, argomenti e contenuti)

I SAPERI (conoscenze, argomenti e contenuti) I SAPERI (conoscenze, argomenti e contenuti) La seguente scansione dei saperi è da considerare come indicazione di massima. Può essere utilizzata in modo flessibile in riferimento ai diversi libri di testo

Dettagli

FACE THE CHANGE: A New Manager Connection FACE THE CHANGE FACE THE CHANGE

FACE THE CHANGE: A New Manager Connection FACE THE CHANGE FACE THE CHANGE FACE THE CHANGE: A New Manager Connection è un Master di nuova generazione per lo sviluppo delle competenze manageriali che si basa sul concetto di network. Nasce per valorizzare l enorme bacino di talento

Dettagli

Newsletter for Grundtvig Partnership

Newsletter for Grundtvig Partnership Newsletter for Grundtvig Partnership Numero 6 - Luglio 2014 Feeling Younger by Getting Older www.feeling-younger.eu Contents VI meeting di partenariato a Nicosia, Cipro Visite bilaterali Conclusioni 2

Dettagli

3d geological modelling and education: teaching geological sections and geological mapping with MVE Move

3d geological modelling and education: teaching geological sections and geological mapping with MVE Move 3d geological modelling and education: teaching geological sections and geological mapping with MVE Move Fabrizio Berra, Fabrizio Felletti, Michele Zucali Università degli Studi di Milano, Dip. Scienze

Dettagli

Parigi L., Della Gala V., La soluzione è il problema: tecnologie e didattica nella formazione PON DIDATEC

Parigi L., Della Gala V., La soluzione è il problema: tecnologie e didattica nella formazione PON DIDATEC V CONGRESSO CKBG & KNOWLEDGE BUILDING SUMMER INSTITUTE Innovazione e Tecnologie digitali: tra continuità e cambiamento. Parigi L., Della Gala V., La soluzione è il problema: tecnologie e didattica nella

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome ARZEDI DONATELLA Indirizzo Telefono 3392664809 Fax 0783 72391 E-mail 415, via Cagliari, 09170, Oristano,

Dettagli

Politecnico di Torino. PRAISE & CABLE projects interaction

Politecnico di Torino. PRAISE & CABLE projects interaction PRAISE & CABLE projects interaction The projects PRAISE: Peer Review Network Applying Intelligence to Social Work Education Socrates-MINERVA project October 2003 - September 2005 (24 months) CABLE: Case-Based

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Ventinove

U Corso di italiano, Lezione Ventinove 1 U Corso di italiano, Lezione Ventinove U Oggi, facciamo un altro esercizio M Today we do another exercise U Oggi, facciamo un altro esercizio D Noi diciamo una frase in inglese e tu cerca di pensare

Dettagli

AVVISO n.18049 02 Dicembre 2010 MTA

AVVISO n.18049 02 Dicembre 2010 MTA AVVISO n.18049 02 Dicembre 2010 MTA Mittente del comunicato : Borsa Italiana Societa' oggetto : FIAT dell'avviso Oggetto : Fiat, Fiat Industrial Testo del comunicato Interventi di rettifica, proposte di

Dettagli

Società per la Biblioteca Circolante Programma Inglese Potenziato

Società per la Biblioteca Circolante Programma Inglese Potenziato Società per la Biblioteca Circolante Programma Inglese Potenziato STRUTTURE GRAMMATICALI VOCABOLI FUNZIONI COMUNICATIVE Presente del verbo be: tutte le forme Pronomi Personali Soggetto: tutte le forme

Dettagli

SCHEDA DI AUTORILEVAZIONE DELLE COMPETENZE:

SCHEDA DI AUTORILEVAZIONE DELLE COMPETENZE: SEZIONE 1: GENERALE NOME SCHEDA DI AUTORILEVAZIONE DELLE COMPETENZE: COGNOME ENTE /ORGANIZZAZIONE DI APPARTENENZA U.O. DI APPARTENENZA MANSIONE PER LA FORMAZIONE AZIENDALE (è possibile barrare più di una

Dettagli

educommunity Educational Community Associazione per la Professionalità Docente SERVIZI

educommunity Educational Community Associazione per la Professionalità Docente SERVIZI educommunity Educational Community Associazione per la Professionalità Docente SERVIZI 2 chi siamo educommunity è una Associazione professionale (senza fini di lucro) del personale dell istruzione, della

Dettagli

Circolare n. 61 Perugia, 01 ottobre 2015. Agli alunni delle classi seconde terze quarte Ai genitori Al personale ATA Sede

Circolare n. 61 Perugia, 01 ottobre 2015. Agli alunni delle classi seconde terze quarte Ai genitori Al personale ATA Sede Chimica, Materiali e Biotecnologie Grafica e Comunicazione Trasporti e Logistica Istituto Tecnico Tecnologico Statale Alessandro Volta Scuol@2.0 Via Assisana, 40/E - loc. Piscille - 06135 Perugia Centralino

Dettagli

per fare previsioni basate su ciò che si pensa, si crede o si suppone (spesso con verbi come think, expect, believe, suppose, ):

per fare previsioni basate su ciò che si pensa, si crede o si suppone (spesso con verbi come think, expect, believe, suppose, ): Lesson 17 (B1) Future simple / Present continuous / Be going to Future simple Quando si usa Il future simple si usa: per fare previsioni basate su ciò che si pensa, si crede o si suppone (spesso con verbi

Dettagli

indice Blended Learning 1

indice Blended Learning 1 Blended Learning La proposta formativa IAMA Consulting si suddivide in differenti aree: Blended Learning 1 Formazione Manageriale e Comportamentale IAMA accompagna lo sviluppo delle risorse in azienda

Dettagli

e-learning Guglielmo Trentin trentin @ itd.cnr.it http://polaris.itd.cnr.it / gt Istituto Tecnologie Didattiche

e-learning Guglielmo Trentin trentin @ itd.cnr.it http://polaris.itd.cnr.it / gt Istituto Tecnologie Didattiche Aspetti didattico-metodologici dell e-learning e-learning trentin @ itd.cnr.it http://polaris.itd.cnr.it / gt Istituto Tecnologie Didattiche Consiglio Nazionale delle Ricerche, Genova http://www.itd.cnr.it

Dettagli

CONGRESSO SIF 2013. This project has received funding from the European Union s Seventh Framework Programme for Research and Development

CONGRESSO SIF 2013. This project has received funding from the European Union s Seventh Framework Programme for Research and Development La ricerca didattica italiana nei progetti europei: Il progetto SECURE: la ricerca sul curriculum scientifico stabilito, agito e percepito. Stefano Vercellati Dipartimento di Chimica Fisica e Ambiente

Dettagli

Le cellule staminali dell embrione: cosa possono fare Embryonic stem cells are exciting because they can make all the different types of cell in the

Le cellule staminali dell embrione: cosa possono fare Embryonic stem cells are exciting because they can make all the different types of cell in the 1 2 3 Le cellule staminali dell embrione: cosa possono fare Embryonic stem cells are exciting because they can make all the different types of cell in the body scientists say these cells are pluripotent.

Dettagli

CiaoTech S.r.l. (Member of PNO Group)

CiaoTech S.r.l. (Member of PNO Group) CiaoTech S.r.l. (Member of PNO Group) Opportunità di finanziamento europee per la Ricerca e lo Sviluppo - The New EU Framework Programme for Research and Innovation- Horizon 2014-2020 and LIFE opportunities

Dettagli

RAPPORTO DEL MEDICO DI FAMIGLIA PRIVATE MEDICAL ATTENDANT S REPORT. Compilare in stampatello

RAPPORTO DEL MEDICO DI FAMIGLIA PRIVATE MEDICAL ATTENDANT S REPORT. Compilare in stampatello RAPPORTO DEL MEDICO DI FAMIGLIA PRIVATE MEDICAL ATTENDANT S REPORT Si prega il medico di famiglia di rispondere con accuratezza ad ogni singola domanda The Medical Attendant is requested to take particular

Dettagli

ECDL curriculare per il settore economico indirizzo turistico

ECDL curriculare per il settore economico indirizzo turistico ECDL curriculare per il settore economico indirizzo turistico Stefano Gorla ITST Artemisia Gentileschi, Milano La riforma Gelmini, entrata in vigore dall anno scolastico 2010/2011, ha suddiviso il settore

Dettagli

Presentazione della collana... vii. INTRODUZIONE (F. Falcinelli)... 1. Massimo Capponi 1. IL COOPERATIVE LEARNING IN RETE... 11

Presentazione della collana... vii. INTRODUZIONE (F. Falcinelli)... 1. Massimo Capponi 1. IL COOPERATIVE LEARNING IN RETE... 11 INDICE Presentazione della collana... vii INTRODUZIONE (F. Falcinelli)... 1 Massimo Capponi 1. IL COOPERATIVE LEARNING IN RETE... 11 Elena Cozzari 2. L e-learning COME AMBIENTE DI FORMAZIONE... 37 Gioconda

Dettagli

AIM OF THE LESSON: for the students to familiarise themselves with the language of cooking

AIM OF THE LESSON: for the students to familiarise themselves with the language of cooking Lesson 1 Gli Gnocchi Date N of students AIM OF THE LESSON: for the students to familiarise themselves with the language of cooking The following activities are based on "Communicative method" which encourages

Dettagli

La qualità vista dal monitor

La qualità vista dal monitor La qualità vista dal monitor F. Paolo Alesi - V Corso di aggiornamento sui farmaci - Qualità e competenza Roma, 4 ottobre 2012 Monitoraggio La supervisione dell'andamento di uno studio clinico per garantire

Dettagli

Scuola di Agraria e Medicina Veterinaria. WELCOME DAY for International Exchange Students

Scuola di Agraria e Medicina Veterinaria. WELCOME DAY for International Exchange Students Scuola di Agraria e Medicina Veterinaria WELCOME DAY for International Exchange Students 16 SETTEMBRE 2014 CHECK IN When you arrive in Italy Registrazione dell arrivo Ufficio Relazioni Internazionali (DIRI)

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Uno

U Corso di italiano, Lezione Uno 1 U Corso di italiano, Lezione Uno F What s your name? U Mi chiamo Francesco M My name is Francesco U Mi chiamo Francesco D Ciao Francesco F Hi Francesco D Ciao Francesco D Mi chiamo Paola. F My name is

Dettagli

PIANO DI STUDI. Primo anno di corso

PIANO DI STUDI. Primo anno di corso PIANO DI STUDI Laurea in Economia, commercio internazionale e mercati finanziari (DM 270/04) L-33 Bachelor degree in Italian and in English (2 curricula in English) 1) CURRICULUM: Economia internazionale

Dettagli

SOLUZIONI PER IL FUTURO

SOLUZIONI PER IL FUTURO SOLUZIONI PER IL FUTURO Alta tecnologia al vostro servizio Alta affidabilità e Sicurezza Sede legale e operativa: Via Bologna, 9 04012 CISTERNA DI LATINA Tel. 06/96871088 Fax 06/96884109 www.mariniimpianti.it

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Diciotto

U Corso di italiano, Lezione Diciotto 1 U Corso di italiano, Lezione Diciotto U Scusi, a che ora aprono i negozi a Bologna? M Excuse-me, what time do shops open in Bologna? U Scusi, a che ora aprono i negozi a Bologna? D Aprono alle nove F

Dettagli

Get Instant Access to ebook Guida Agli Etf PDF at Our Huge Library GUIDA AGLI ETF PDF. ==> Download: GUIDA AGLI ETF PDF

Get Instant Access to ebook Guida Agli Etf PDF at Our Huge Library GUIDA AGLI ETF PDF. ==> Download: GUIDA AGLI ETF PDF GUIDA AGLI ETF PDF ==> Download: GUIDA AGLI ETF PDF GUIDA AGLI ETF PDF - Are you searching for Guida Agli Etf Books? Now, you will be happy that at this time Guida Agli Etf PDF is available at our online

Dettagli